L`Olimpo - Liceo “Romagnosi”

Commenti

Transcript

L`Olimpo - Liceo “Romagnosi”
DODEKATHEON
I DODICI DEI DELL’OLIMPO GRECO
In principio era il caos cosmogonico ……..
….. poi ci furono i Titani …..
…. arrivò una generazione di “uccisori di mostri”….
.... e infine ci fu l’Olimpo.
Monte Olimpo
m. 2917 sul livello del mare,
è la più alta cima della Grecia
Le immagini dei “dodici olimpici”, gli dei principali del
pantheon greco, già menzionati da Omero, si stabilizzano
alle soglie del VIII sec. a. C.
Frutto della mescolanza di antiche divinità pre-greche,
pelasgiche, cretesi e micenee, con i nuovi culti portati dai
popoli invasori (Dori) vengono contaminate anche da culti
orientali , provenienti dall’Asia.
Passeranno poi nella mitologia etrusca e in quella latina,
assumendo nomi e attribuiti diversi, inglobando a loro
volta divinità di altri popoli, ma restando sostanzialmente
riconoscibili.
Elenco dei dodici dei olimpici
(n.b. Plutone, o Ade, verrà poi sostituito da Dioniso)
Athena Apollo Hera Zeus
Afrodite Hermes Poseidon Ares
(Plutone) Efesto Artemis Demetra
Prima generazione
I figli dei Titani
ZEUS
Tinia
gre.
etr.
Jupiter
Giove ita.
lat.
Soter, Ctonios, Olimpios, Panhellenios ( Poeninus)

Re degli dei e Signore del Monte Olimpo

Figlio di Crono (Saturno) e Rea (Magna
Mater) entrambi Titani
Fratello di Hera, Poseidon, Ade, Hestia
Marito (infedele) di Hera
Amante di dee, ninfe, donne e giovani
mortali: Afrodite, Europa, Circe, Antiope,
Leucotea, Maia, Leda, Io, Dione, Euriclea,
Danae, Semele, Ganimede, ecc. ecc.



Simboli
il simbolo più
noto è la
quercia
venerata nel
Santuario
di Dodona,
in Epiro.
Folgore
(fascio di fulmini)
Scettro
D. Ingres,
Zeus e Teti
Sec. XIX
Aquila
Trono
HERA
Uni
Iuno
Giunone
Leukolenos, Boopis, Eukomos,
Krusytronos
Regina degli dei, signora del
matrimonio e della famiglia
Figlia più giovane di Crono
(Saturno) e Rea (Magna Mater)
Sorella di Zeus, Poseidon, Ade,
Hestia.
Moglie di Zeus (e da lui spesso
tradita, con aspre conseguenze e
vendette sui figli del consorte)
Hera ingloba il culto delle antichissime “dee madri” mediterranee,
ed è la prima divinità per cui vengono costruiti templi
(“Heraion” di Olimpia, sec.VIII a.C.)
Hera di Samo
Hera di Poseidonia (Paestum)
Altri simboli:
Melograno
corona
(maternità, ricchezza)
Mucca
(fertilità, nutrimento)
Leonessa
(carattere forte)
Via Lattea o
Galassia
(nata da gocce di latte
cadute dal suo seno)
pavone
trono
Hera e Zeus innamorati
Antonie Coypel, sec.XVIII
POSEIDON
Maris
Neptunus
Nettuno
Erecteion, Ennosigeios
 Signore del mare e di tutte le
acque, creatore dei terremoti .
 Figlio di Crono (Saturno) e Rea
(Magna Mater).
 Fratello di Hera, Zeus, Ade, Hestia.
 Marito di Anfitrite (Nereide, ninfa
del mare)
 Padre del ciclope Polifemo
N. Salvi, fontana di Trevi, Roma
Simboli
tridente
altri simboli:
cavallo
(da lui donato agli
ateniesi, nella sfida
contro Athena)
toro
delfino
(probabilmente
residuo del culto di una
divinità cretese)
Gianbologna, Fontana del Nettuno
DEMETRA
Vea
Caereres
Cerere, Demetra
Ctonia, Chloe, Maloforos
Signora della Natura e delle Stagioni,
dell’ agricoltura, della fertilità dei campi
Figlia di Crono (Saturno) e Rea
(Magna Mater)
Sorella di Zeus, Poseidon, Ade, Hera.
Madre di Persefone (Proserpina) che
sarà rapita da Ade
Altri simboli:
maiale
(simbolo di ricchezza )
cornucopia
(“corno dell’abbondanza”,
fiaccola
corno della capra Amaltea
che allattò il piccolo Zeus )
aratro, falce
(attrezzi agricoli in
generale)
papaveri
spighe di
grano
La gigantesca Cerere
dei Giardini di Bomarzo
G.L. Bernini
Ratto di Proserpina
Seconda generazione
gli dei simili all’uomo
DIONISOS
Fufluns
Bacchus
Bacco
altri nomi: Iaccus, Zagreus
Dio dell’estasi, del vino, delle feste; protettore
del teatro, della musica (percussioni).
Ingloba il culto di divinità orientali, asiatiche
(ciò spiega i molti simboli, patronati, e miti
collegati).
Figlio di Zeus e della tebana Semele
(unico dio olimpico ad avere una madre
mortale).
Marito della cretese Arianna (abbandonata da
Teseo)
tirso
(canna con
pigna e nastri)
Uva , coppa
satiri e fauni
pelle di leopardo,
carro tirato da capre
o leopardi
Dioniso è una delle divinità più rappresentate dagli artisti di ogni periodo,
dai ceramografi greci fino al Caravaggio
J.L. Bougereau
Baccanale
sec. XIX
APOLLON
Aplu
Phoebus
Apollo
Cinzio, Delio, Musagete, Parnopio,
Sauroctonos
α Dio delle arti, della poesia, della
musica (strumenti a corde)
α Figlio di Zeus e Letò (Latona)
α Fratello gemello di Artemide
α
α
α
Guidatore del carro del Sole e capo delle
Muse
Amico di Iakinthos, da lui ucciso
lanciando il disco
Ama, non ricambiato, la ninfa Dafne, che
per sfuggirgli si trasforma in albero
lira
le nove Muse
carro di Helios
altri simboli
Corvo (simbolo di profezia)
Arco e frecce (come la sorella Artemide)
Topo, lupo, delfino, cigno.
ARTEMIS
Diana
Aritmi
Diana
Cinzia, Delia, Phoebe,
Potnia Theron
α
α
α
α
α
α
Dea Vergine, Signora dei boschi,
delle belve, della caccia con l’arco.
Figlia di Zeus e Letò (Latona)
Sorella gemella di Apollo
Guidatrice del carro della Luna, capo
delle ninfe dei boschi (Oreadi),
protettrice del parto (nel suo ruolo di
dea della Luna, divinità legata alla
gravidanza)
Ama il pastore Endimione, che
addormenta di un sonno eterno per
poterlo amare senza rivelarsi.
Trasforma in cervo e fa sbranare dai
cani il cacciatore Atteone, che osa
guardarla mentre fa il bagno
Correggio, Camera della Badessa
Altri simboli:
Cervo, cani
Cipresso
Falce di luna
Serpente
(simbolo di saggezza)
Arco e frecce
Carro di Selene
Orsa
(in cui trasforma la ninfa
Callisto quando la scopre
incinta: Zeus spedirà in cielo la
sfortunata, facendone una
costellazione)
Rappresentazioni arcaiche di Artemide, come cacciatrice e
signora delle belve (probabilmente divinità pre-greche)
Anche Diana ha ispirato molti artisti:
qui il Parmigianino (a Fontanellato, dipinge il mito di Atteone)
e Watteau (che la ritrae mentre sottrae l’arco al piccolo Eros)
Tiziano
Diana scopre la gravidanza di Callisto
ARES
Mars
Laran
Marte
Maleros, Andreiphontes
(Quirinus)
Dio della guerra, della
violenza, del sangue
Figlio di Zeus e Hera, è l’ultimo
dell’Olimpo, disprezzato dagli
altri dei.
Amante di Afrodite (sarà
scoperto con lei dal marito
Efesto, che chiederà a Zeus il
divorzio)
Poco amato in Grecia, avrà
enorme fortuna a Roma, dove
sarà considerato il padre di
Romolo ( e Remo)
“sottomissione “ a Venere
Botticelli, Venere e Marte
Armi oplitiche
elmo , scudo , lancia
ATHENA
Minerva
Menvra
Nike, Glaukopis, Parthenos,
Promakos
Dea vergine, Signora della
Ragione, della Sapienza, della
Guerra Strategica
Figlia di Zeus, nata dalla testa
del padre già adulta e armata (la
madre è la ninfa oceanina
Methis)
Protettrice della cultura, delle
attività intellettuali (come la
filosofia e la legislazione)
Patrona di Atene,
che le dedica il
Partenone, dove è
Raffigurata da
Fidia in una
gigantesca statua
crisoelefantina (in
oro e avorio), e
celebra ogni
cinque anni le
solenni Feste
Panatenee
elmo acheo
Altri attributi:
Olivo
(donato agli ateniesi durante la contesa con
Poseidon)
Civetta
Simbolo della sapienza per i suoi occhi
spalancati, riprodotta sulle monete ateniesi
Nike
Egida
con testa
di Medusa
Scudo
con due serpenti
HERMES
Mercurius
Turms
Trismegistes, Psicopompos
Messaggero degli dei, dio del
commercio, dei ladri, dell’eloquenza
Protettore della sapienza esoterica
(alchimia) e conduttore delle anime
oltre la morte
Figlio di Zeus e della ninfa Maia
Padre di Pan (signore delle selve e
compagno di Dioniso) e di Autolico
(nonno di Ulisse)
Sbriga ogni tipo di incarico per gli
olimpici (porta in salvo il piccolo
Dioniso dalla vendetta di Hera, libera
la ninfa Io addormentando il mostro
guardiano Argo….)
Altri simboli
Cicogna
Tartaruga
caduceo
(con il guscio creò la prima lira)
Petaso
(cappello a larghe tese, da viaggio)
Calzari alati
elmo
alato
AFRODITE
Turan
Venus
Anadioneme, Callipigia, Cipride,
Citerea, Sosandra
Dea della bellezza e dell’amore
Figlia di Zeus e della titanide Dione (o
secondo altri miti, nata dal sangue di
Urano versato dal figlio Crono) nasce già
adulta dalla spuma del mare al largo
dell’isola di Cipro
Sposata a Efesto, che tradisce
impunemente
Madre di Eros (Cupido)
Amante di dei, semidei e mortali: Ares è
il più presente, Adone l’unico veramente
amato (ma morirà ucciso da un cinghiale, e
dal suo sangue nasceranno le rose)
colombe
Altri attributi:
Rose
mirto
Nate dal sangue di Adone,
l’unico uomo amato,
ucciso da un cinghiale
Mela d’oro
ricordo della vittoria
nel “Giudizio di Paride”
Cigno
Per la particolare eleganza
dell’animale
Hayez, Carlotta Chabet come Venere
Afrodite (Venere) è tra i soggetti più frequenti nella storia
dell’arte, dall’antichità classica fino ai nostri giorni
Venere Callipigia, copia romana di
originale ellenistico, I sec. D.C.
Venere degli stracci,
Michelangelo Pistoletto 1978
Botticelli, Nascita di Venere, 1447
Tiziano, Venere di Urbino, 1538
EPHAISTOS
Sethlans
Vulcano
Efesto
 Dio del fuoco e della
metallurgia, fabbro degli
dei, creatore dei fulmini.
 Figlio di Hera e della sua
tristezza (o secondo altri
miti, di Zeus), da bimbo fu
gettato giù dall’Olimpo,
rimanendo zoppo
 Sposato con Afrodite, da cui
divorzia dopo aver scoperto
il tradimento con Ares
piedi deformi
asino
Incudine,
martello, attrezzi
del fabbro
e per finire …
Indovina gli dei !
E questi chi sono?
osservate gli animali …