tini, molto conosciuti sul territorio per il negozio di acconciature sulla

Commenti

Transcript

tini, molto conosciuti sul territorio per il negozio di acconciature sulla
tini, molto conosciuti sul territorio per il negozio di acconciature
sulla via Reali e per l'insegnamento
della danza. Hanno rappresentato "Italia insieme ad altre coppie. Dopo un'estenuante
giornata di gara con sette eliminatorie è arrivato il verdetto della fatidica
finale. "Dopo la semifinale a tredici coppie.- ha ricordato Tony
Rinaldi -si aspettava con ansia e .il cuore impazzito i nomi dei
primi sei al mondo. Alla lettura dei nostri nomi siamo scoppiati in
iacrime per la felicità. Ci siamo così apprestati a ballare la finale.
Per ogni coppia era previsto un ballo di presentazione,
abbiamo
scelto il tango. Alla fine la premiazione,
un sesto posto, e un sogno che si avvera. Balliamo da solo dieci anni -ha spiegato Rinaldi -abbiamo
cominciato
i primi passi all'oratorio
di Cassina
Amata e adesso ci confrontiamo
in tutta Europa con coppie che
ballano da oltre 20 o 30 anni. In questi dieci anni abbiamo vinto
due campionati
italiani e siamo arrivati terzi ad un campionato
europeo, raggiungendo-lo
scorso anno la semifinale del campionato del mondo.
Tra allenamento
e lezioni siamo impegnati quattro giorni a settimana, oltre al sabato e domenica in cui gareggiamo quasi sempre all' estero. Un grosso merito e un grazie di cuore va anche ai
nostri insegnanti Antonio Gioncada e Roberta Zone del Professional Team, maestri di caratura internazionale
ed esempio di
professionalità
e comportamento
anche come persone capaci
~di tirare fuori in ogni coppia il massimo, sia nel ballo che nella
vita. Ci hanno trasmesso la positività anche nei momenti più duri
e di delusione, con loro siamo cresciuti oltre che nel ballo anche
nella mentalità. Adesso ci godiamo questo r:nomento anche con
le coppie a cui insegniamo
qui a Paderno Dugnano alla scuola
De Marchi di via IV Novembre".
L'allenamento
per i ballerini continua, in previsione delle gare internazionali
all' estero e del campionato italiano del prossimo giugno.
Stefania Priolo