Frascati (ROMA) - Liceo Cicerone

Commenti

Transcript

Frascati (ROMA) - Liceo Cicerone
OLIMPIADI DI FILOSOFIA – XXV EDIZIONE
A.S. 2016-2017
VERBALE DELLA SELEZIONE D’ISTITUTO
(a cura del Referente d’Istituto)1
Il giorno2 …3 febbraio 2017………..………presso l’Istituto3 Liceo Classico e Linguistico M. T.
Cicerone, Via Fontana Vecchia, 2 Frascati (RM)……………………………………………
CODICE MECCANOGRAFICO RMPC29000G
si è svolta la Selezione d’Istituto delle Olimpiadi di Filosofia – XXV Edizione, anno scolastico
2016-2017.
LA COMMISSIONE DI VALUTAZIONE era composta da4:
Prof. Di Filosofia e storia, abilitati A037, Luigi Candreva, referente d’Istituto, Andrea Fiore, Danilo
Corradi, prof.ssa Di Nino, prof. Conversatrice di Inglese Cannatelli per il canale di lingua inglese.
PER LA SEZIONE A DI LINGUA ITALIANA
LA PROVA SCRITTA si è svolta sulle seguenti quattro tracce proposte5:
I.
«Si dice abitualmente che il potere supremo può toglierci la libertà di parlare o di scrivere ma non la libertà di pensare.
Ma in quale misura e con quale esattezza sapremmo noi pensare se non pensassimo, per così dire, in comunione con gli
altri, cui noi comunichiamo i nostri pensieri e che a noi comunicano i loro? Si può ben dire che quel potere esterno che
toglie agli uomini la libertà di comunicare pubblicamente i propri pensieri toglierebbe loro anche la libertà di pensare; la
quale è l’unico tesoro che ancora ci rimane in mezzo a tutti i pesi della condizione civile ed è anche l’unico aiuto che
può ancora soccorrerci contro tutti i mali di quella condizione». (I. Kant, Cosa significa orientarsi nel pensiero, 1786)
II.
«Simplicio. Ma quando si lasci Aristotele, chi ne ha da essere scorta nella filosofia? nominate voi qualche autore.
Salviati. Ci è bisogno di scorta ne i paesi incogniti e selvaggi ma ne i luoghi aperti e piani i ciechi solamente hanno
1Il Referente d’Istituto dopo aver compilato e firmato il presente verbale deve scannerizzare il documento e caricarlo
sul portale www.philolympia.org, attraverso il menù “Accedi”, sottomenù “Referente d’Istituto”, utilizzando la
password comunicata al momento dell’iscrizione online.
2Data della selezione.
3Nome dell’Istituto con luogo della sede e relativo codice meccanografico.
4Nominativi e qualifica dei commissari.
5Riportare le quattro tracce proposte.
bisogno di guida; e chi è tale, è ben che si resti in casa, ma chi ha gli occhi nella fronte e nella mente, di quelli si ha da
servire per iscorta. Né perciò dico io che non si deva ascoltare Aristotile, anzi laudo il vederlo e diligentemente
studiarlo, e solo biasimo il darsegli in preda in maniera che alla cieca si sottoscriva a ogni suo detto e, senza cercarne
altra ragione, si deva avere per decreto inviolabile; il che è un abuso che si tira dietro un altro disordine estremo, ed è
che altri non si applica più a cercar d’intender la forza delle sue dimostrazioni. E qual cosa è più vergognosa che ‘l
sentir nelle pubbliche dispute, mentre si tratta di conclusioni dimostrabili, uscir un di traverso con un testo, e bene
spesso scritto in ogni altro proposito, e con esso serrar la bocca all’avversario? Ma quando pure voi vogliate continuare
in questo modo di studiare, deponete il nome di filosofi, e chiamatevi o istorici o dottori di memoria; ché non conviene
che quelli che non filosofano mai, si usurpino l’onorato titolo di filosofo. Ma è ben ritornare a riva, per non entrare in un
pelago infinito, del quale in tutt’oggi non si uscirebbe. Però, signor Simplicio, venite pure con le ragioni e con le
dimostrazioni, vostre o di Aristotile, e non con testi e nude autorità, perché i discorsi nostri hanno a essere intorno al
mondo sensibile, e non sopra un mondo di carta». (G. Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo,
“Giornata seconda”, 1632)
III
«Il mio scopo nello scrivere è la libertà di filosofare e dire quello che sentiamo: libertà che io intendo difendere in tutti i
modi contro i pericoli di soppressione rappresentati ovunque dall'eccessiva autorità e petulanza dei predicatori». (B.
Spinoza, XXX Lettera a Oldenburg 1665)
IV
«Mi dicono: se trovi uno schiavo addormentato, non svegliarlo, forse sta sognando la libertà. Ed io rispondo: se trovi
uno schiavo addormentato, sveglialo e parlagli della libertà». (Jibran Khalil Jibran, Le massime spirituali, 1962)
Numero di studenti partecipanti alla sessione A, lingua italiana: 10
Elenco6: Beatrice Tota, Federico Quarta, Lorenzo Massei, Allegra Trenta, Elisa Ragnoni, Matteo
Pozzi, Alessia Trinca, Julia D’Angelantonio, Carlotta Taglienti, Adriana Zappalà
La Commissione di valutazione ha steso la seguente graduatoria a seguito del punteggio riportato
dai candidati7:
1. Lorenzo Massei
2. Elisa Ragnoni
3. Beatrice Tota
4. Adriana Zappalà
5. Federico Quarta
6. Carlotta Taglienti
7. Matteo Pozzi
6Elenco completo degli studenti (nome, cognome, classe, sezione).
7Elenco completo della graduatoria.
8. Allegra Trenta
9. Alessia Trinca
10. Julia D'Angelantonio
Alla Selezione regionale parteciperanno, pertanto, i seguenti due studenti:
Cognome e Nome…Lorenzo Massei……………………………………………..
Indirizzo di studio, classe, sezione: Liceo classico, 4B……………………
Tel …346 044 5690…………; indirizzo e-mail: [email protected]
Cognome e Nome Elisa Ragnoni…………………………………………………………………..
Indirizzo di studio, classe, sezione: Liceo classico, 5C………………………………………………
Tel …334 958 2642……………; indirizzo e-mail: [email protected]
PER LA SEZIONE B DI LINGUA STRANIERA
LA PROVA SCRITTA si è svolta sulle seguenti quattro tracce proposte:
1.
“The adversaries of philosophical literature argue, rightly, that the signification of a novel or a play, or of a poem for that
matter, cannot be translated into abstract concepts. Otherwise, why construct a fictional apparatus around ideas that one
could express more economically and clearly in more direct language? The novel is justified only if it is a mode of
communication irreducible to any other. While the philosopher and the essayist give the reader an intellectual
reconstruction of their experience, the novelist claims to reconstruct on an imaginary plane this experience itself as it
appears prior to any elucidation.” – Simone de Beauvoir, Philosophical Writings, ed. Margaret Simons, p. 270.
2.
“Death and life, survival and perishing, success and failure, poverty and wealth, superiority and inferiority, disgrace and
honor, hunger and thirst, cold and heat–these are the transformations of events, the proceedings of fate. …. So there is no
need to let them disrupt our harmony.” –Zhuangzi, 5:15. In Brook Ziporyn, Zhuangzi: the Essential Writings (Hackett,
2009).
3
“Thoughts are neither things of the external world nor representations. A third domain has to be recognized. What
belongs to this domain has in common with representations the fact that it cannot be perceived by the senses, but with
things the fact that it needs no supporting subject, on the consciousness of which it depends.” – Gottlob Frege: “Der
Gedanke. Eine logische Untersuchung,” in: Beiträge zur Philosophie des deutschen Idealismus 2 (1918/19), p. 69.
4.
Some philosophers and theologians since Plato have claimed that the human body is a kind of prison of the soul. Michel
Foucault has recently suggested that “the soul is a prison of the body” (Surveiller et punir, p.34). Consider some of the
conceptions and arguments that might support these opposing views.
Numero di studenti partecipanti alla sessione B, lingua straniera: 1. La lingua straniera scelta dalla
candidata è stata l'inglese.
Elenco8:
Mihaela Frunza
La Commissione di valutazione ha steso la seguente graduatoria a seguito del punteggio riportato
dai candidati9:
1. Frunza Mihaela
Alla Selezione regionale parteciperanno, pertanto, la seguente studentessa:
Cognome e Nome…Frunza Mihaela…………………………………..
Indirizzo di studio, classe, sezione: Liceo linguistico, 4E
Lingua straniera Inglese
Tel ……328 076 3187; indirizzo e-mail: [email protected]
Il presente verbale in forma elettronica dovrà essere caricato subito dopo la stesura sul sito
www.philolympia.org (vedere nota 1).
Data 7 febbraio 2017
Firma del Referente d’Istituto
Luigi Candreva
8Elenco completo degli studenti (nome, cognome, classe, sezione).
9Elenco completo della graduatoria.