PROGRAMMA degli INTERVENTI svolti dalle ASSOCIAZIONI di

Commenti

Transcript

PROGRAMMA degli INTERVENTI svolti dalle ASSOCIAZIONI di
CITTA’ METROPOLITANA DI CATANIA
2° DIPARTIMENTO – 4° SERVIZIO
“Ambiente, Energia, Polizia Provinciale e Protezione Civile”
UFFICIO PROTEZIONE CIVILE
Il presente file è firmato digitalmente
PROGRAMMA degli INTERVENTI
svolti dalle ASSOCIAZIONI di VOLONTARIATO
STAGIONE INVERNALE 2016/2017
RELAZIONE
DIRIGENTE DEL SERVIZIO
f.to DOTT. ING. SALVATORE RACITI

Protezione Civile
Gravina di Catania (CT), via Zangrì n. 8; e-Mail [email protected]
PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER LA STAGIONE INVERNALE 2016 – 2017
SERVIZI SVOLTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO
La Città Metropolitana di Catania, al fine di espletare le competenze istituzionali relative a garantire la
percorribilità in sicurezza delle strade di propria competenza, attua nel periodo invernale, anche attraverso servizi in collaborazione con le Organizzazioni di Volontariato, un programma di interventi finalizzato a
supportare i servizi manuali di sgombero neve, spargimento sale ed eliminazione ghiaccio lungo le strade
di media quota dell’Etna, nonché servizi volti ad assicurare il soccorso ed il pronto intervento in caso di
incidenti o disagi sulle piste da sci e fuoripista.
In particolare si intendono effettuare con la collaborazione delle Organizzazioni di Volontariato, regolarmente iscritte nel Registro Regionale con caratteristiche e competenze specifiche, previa stipula di specifici Protocolli d’Intesa, i seguenti servizi:
1) Servizio (H 24) assistenza logistica sulle strade provinciali, monitoraggio ed eliminazione
ghiaccio.
2) Servizio di soccorso con motoslitta.
3) Servizio di soccorso ed assistenza sanitaria sul posto.
4) Servizio di primo soccorso sanitario con ambulanza sull’Etna.
5) Servizio di soccorso con mezzo cingolato.
1) Servizio (H 24) assistenza logistica sulle strade provinciali, monitoraggio ed eliminazione
ghiaccio
Per fronteggiare i rischi legati alla neve e al ghiaccio sulle strade provinciali, questa Amministrazione, non
disponendo di squadre operative in grado di potere intervenire, specie in orari notturni, sia nell’ordinario
che nello straordinario con mezzi idonei e con l’urgenza che il caso spesso richiede, ritiene opportuno attivare il servizio di assistenza logistica e pronto intervento H24, nonché un servizio giornaliero di monitoraggio e spargimento sale sulle SS.PP., comprese quelle afferenti al vulcano Etna escluse dal contratto di
servizio con Pubbliservizi.
Pagina 2 di 7
Si riporta di seguito l’elenco delle strade per le quali non deve essere effettuato il servizio, salvo in caso di
inadempienza di Pubbliservizi e previa specifica disposizione del Dirigente del Servizio 4° del II Dipartimento.
“Versante Sud dell’Etna:
• S.P. 92 nel tratto compreso, percorrendola da Nicolosi, da quota neve (variabile) alla
quota sommitale stradale in prossimità della stazione Sciistica Rifugio Sapienza, ed,
ancora, nel tratto compreso dal Rifugio Sapienza, scendendo in direzione Zafferana fino a quota neve (variabile)
•
Ex trazzera denominata “Salto del Cane”, salendo da Pedara da quota neve al bivio
sulla S.P.92 nei pressi del Rifugio Sapienza
•
Ex strada consortile “Cassone- Monte Pomiciaro- Piano del Vescovo”
Versante Nord dell’Etna :
•
la S.P. Mareneve nel tratto da Fornazzo al Rifugio Citelli e, ancora, nel tratto Rifugio
Citelli fino a quota neve in direzione Linguaglossa
•
Quota mille dal bivio sulla S.P. Mareneve alla S.S. 284
•
S.P. 59 Fornazzo – Linguaglossa”
Il servizio prevede l’attivazione di squadre di volontari dotati di mezzi fuoristrada muniti di verricello, forniti
di adeguato equipaggiamento da montagna e di attrezzatura idonea per l’eventuale spalamento manuale
della neve, per spargere una sufficiente quantità di sale nei punti critici delle sedi stradali per renderle
percorribili e per l’assistenza logistica e l’intervento operativo in supporto alle forze di polizia.
Le Organizzazioni, per un periodo di due mesi dalla stipula dei Protocolli d’intesa garantiranno, per i tratti
stradali individuati nel primo paragrafo, un servizio diurno, mediante l’impiego di una squadra formata di
un minimo di 3 volontari, che opera tutti i giorni dalle ore 06,00 alle ore 14,00 garantendo i servizi previsti.
I Volontari, inoltre, assolvendo alle richieste dell’Ufficio Protezione Civile e delle sale operative istituzionali
(Pubbliservizi s.p.a., Guardia di Finanza, Forestale, Vigili del Fuoco, Polizia Stradale, Prefettura, Comuni,
Polizia Provinciale, Polizie Locali, ecc.) garantiranno, ancora, un servizio di pronto intervento H24 che
prevede l’attivazione di una squadra formata minimo da due volontari che stazionano presso la sala operativa delle Organizzazioni di appartenenza in modo da rispondere ed intervenire prontamente alle eventuali richieste di intervento anche in caso di richiesta di assistenza logistica alle squadre impegnate.
Ogni Organizzazione impegnata nel progetto svolgerà, nel corso delle 24 ore, il seguente servizio:
 N. 1 squadra composta da un minimo n. 3 Volontari (dei quali uno possibilmente stazionante in
sede) attivi dalle ore 06,00 alle ore 14,00;
Pagina 3 di 7
 n. 1 squadra che opererà solo a chiamata dalle ore 14,00 alle ore 20,00, composta da n. 2 volontari ai quali daranno il cambio altri due operatori che svolgeranno servizio dalle ore 20,00 alle
06,00.
Al fine di una accettabile copertura dei servizi lungo le strade provinciali, si ritiene opportuno attivare non
meno di tre Organizzazioni di Volontariato alle quali verrà riconosciuto un rimborso spese per pasti e carburante.
2) Servizio di soccorso con motoslitta
Per il soccorso e l’intervento rapido sulle superfici innevate del versante Sud e Nord dell’Etna è previsto
l’utilizzo di una motoslitta per agevolare il trasporto dell’infortunato. Questo tipo di mezzo riesce in modo
facile e veloce ad intervenire, laddove le particolari condizioni meteo montane, caratterizzate da forti raffiche di vento o da fitte nevicate, impediscono l'utilizzo dei mezzi di soccorso tradizionali. Le motoslitte sono in grado di garantire un intervento rapido senza perdita di tempo prezioso, che può essere determinante per salvare la vita di chi si trova in difficoltà. La postazione sarà dotata inoltre di idonei mezzi di
comunicazione (cellulare e/o radio ricetrasmittente), con i quali sarà possibile ricevere le eventuali chiamate d’emergenza (ogni esercizio o struttura presente nella zona sarà infatti messa a conoscenza
dell’operatività della postazione) o comunicare con altri soccorritori istituzionali. Il compito degli operatori
della motoslitta è quello di assistere l’infortunato sulle piste o fuoripista e trasportarlo nelle vicine postazioni sanitarie mobili.
Il servizio verrà svolto per una durata di gg. 39, con decorrenza dalla stipula delle relativi Accordi, per tutti
giorni festivi e prefestivi, con un presidio continuo dalle ore 08,00 alle ore 17,00. Le squadre d’intervento
saranno impegnate con n. 2 volontari che hanno partecipato a corsi specifici per la conduzione di motoslitte, debitamente attrezzati, dotati di motoslitta perfettamente efficiente ed assicurata ai sensi delle vigenti norme.
3) Servizio di soccorso ed assistenza sanitaria sul posto
Per il soccorso degli infortunati si prevede un’attività di recupero e primo soccorso in zone impervie del
versante Sud o Nord dell’Etna.
Il presidio sarà formato da una squadra di due volontari, debitamente vestiti e attrezzati che opera per la
durata di giorni 39, tutti i giorni festivi e prefestivi dalle ore 09,00 alle ore 17,00, da svolgersi nel periodo di
validità degli Accordi.
Pagina 4 di 7
4) Servizio di primo soccorso sanitario con ambulanza
Il servizio sarà svolto sui versanti sud e nord dell’Etna tramite presidi fissi di una ambulanza 4X4, o dotata
di catene. Ogni presidio sarà formato da una squadra di tre volontari, debitamente attrezzati operanti su
una autoambulanza, perfettamente efficiente ed assicurata ai sensi delle vigenti normative, che opera per
la durata di giorni 39, con decorrenza dalla stipula dei relativi Accordi, tutti i giorni festivi e prefestivi dalle
ore 09,00 alle ore 17,00.
5) Servizio di soccorso con mezzo cingolato.
Per garantire interventi volti al recupero, alla ricerca e al salvataggio di fruitori della montagna nelle strade
impervie coperte di neve profonda e fresca, dove altri mezzi non sono in grado di giungere.
Le Organizzazioni di Volontariato coinvolte, per far fronte a particolari emergenze, avranno una postazione dotata di mezzi di comunicazione (cellulare e/o radio ricetrasmittente), con i quali sarà possibile ricevere eventuali chiamate o comunicare con le forze istituzionali al fine di superare le eventuali situazioni di
criticità. Per la gestione delle operazioni di soccorso saranno impegnati volontari con esperienza pregressa di almeno due nella conduzione del mezzo, debitamente attrezzati ed assicurati ai sensi delle vigenti
norme.
Il servizio prevede un massimo di dieci interventi su chiamata da svolgersi nel periodo di validità degli Accordi.
ANALISI DEI COSTI
Il costo medio giornaliero è stato analizzato supponendo che ogni squadra sia formata da un determinato
numero di volontari e dal mezzo necessario per effettuare il servizio, riconoscendo un rimborso spese per
il carburante per i mezzi utilizzati ed il buono pasto per ciascun volontario nel caso in cui il servizio si prolunga per oltre ore 6,30, escludendo le spese di manutenzione e di assicurazione del mezzo e dei volontari impegnati. La prestazione d’opera degli operatori è ovviamente a puro titolo di volontariato e quindi
assolutamente gratuita.
Per il servizio di assistenza logistica sulle strade di competenza di questa Città Metropolitana è previsto
anche un servizio di reperibilità H 24 con intervento solo a chiamata dalle ore 14,00 alle ore 6,00.
La somma complessiva preventivata per l’attivazione dei servizi che si intendono espletare con l’ausilio
delle Organizzazioni di Volontariato è di €. 29.842,00.
Pagina 5 di 7
1) Servizio (H 24) assistenza logistica sulle strade provinciali, monitoraggio ed eliminazione
ghiaccio
a) Attivazione Sala radio H24 ed eventuale intervento di una squadra reperibile a seguito di chiamata dalla ore 14,00 alle ore 06,00
Buoni pasto per n. 2 operatori sala
radio H 24e pronto intervento
n. 2 turni/giorno x n. 2 operatori/turno x € 7,00 x 60gg. x n. 3
squadre
€ 5.040,00
Carburante per interventi (si ipotizza
che in un mese vengano eseguiti n.
10 interventi e che per ogni intervento
vengano in media percorsi 60 Km)
€/Km 0,35 x 60 Km x n. 10 interventi al mese x 2 mesi x n. 3
squadre
€ 1.260,00
Totale Sala radio H 24 e interventi a chiamata
€ 6.300,00
b) Servizio diurno dalle ore 06,00 alle ore 14,00 dalla stipula dell’Accordo per un periodo di 60 giorni
Buoni pasto per n. 3 operatori (Colazione e pranzo)
Carburante (si ipotizza che giornalmente vengano percorsi in media 100 Km)
Totale servizio diurno
N. 3 op x (3+7) €/giorno x 60 gg. x
n. 3 squadre
€ 5.400,00
€ 0,35 x 100 Km x n 60 gg. x n. 3
squadre
€ 6.300,00
€ 11.700,00
Il costo complessivo del servizio è pertanto:
€ 6.300,00 + € 11.700,00= € 18.000,00
2) Servizio di soccorso con motoslitta
La somma da prevedere per l’attivazione del servizio con motoslitta svolto per n. 39 giorni (festivi e prefestivi) nel periodo di due mesi è di € 2.145,00, scaturisce dall’analisi sotto riportata:
Previsione carburante per raggiungere la
postazione
€ 20,00
Previsione carburante
per la motoslitta
Pranzo e colazione
Diaria per postazione
€ 15,00
€ 20,00
€ 55,00
Costo del servizio per una squadra di soccorritori che opereranno per n. 39 giorni:
gg. 39 x € 55,00 = € 2.145,00.
3) Servizio di primo soccorso sanitario con ambulanza
Il costo presuntivo del servizio, svolto per n. 39 giorni (festivi e prefestivi ) nel periodo di due mesi, per
una squadra di n. 3 volontari è di € 3.276,00 per presidio, così come di seguito evidenziato:
Pagina 6 di 7
Squadra di n.
3 volontari
Costo carbuCosto buoni parante giornaliesto giornalieri
ro (€0,35
(€7,00 x n. 3
cent/km x 180
volontari/giorno)
km/giorno.)
[€/g]
[€/g]
1
63,00
21,00
Diaria costo
complessivo
giornaliero per
squadra
[€/g]
84,00
Durata giorni
del servizio
[g]
Costo totale
del servizio
€ 6.552,00
(3.276,00
per presidio)
39
4) Servizio di soccorso con mezzo cingolato.
Il costo presuntivo forfetario complessivo stimato per n. 10 interventi, da svolgersi nel periodo di due mesi, è 100 euro ad intervento per un totale complessivo di € 1.000,00.
5) Servizio di soccorso ed assistenza sanitaria sul posto nelle zone impervie del versante Sud o Nord
dell’Etna.
Il costo presuntivo del servizio, da svolgersi nel periodo di due mesi, è di € 2.145,00.
Tale somma, scaturisce dall’analisi sotto riportata:
Previsione
carburante per
raggiungere la
postazione
€ 20,00
Previsione
carburante per
la motoslitta
Costi pranzo
e colazione
Diaria per
postazione
€ 15,00
€ 20,00
€ 55,00
Durata
giorni del
servizio
[g]
39
Costo totale
del servizio
[€]
2.145,00
Nelle ore ordinarie l’Ufficio Protezione Civile è contattabile al numero 095 - 4012547 oppure tramite la Sala Operativa della Polizia dell’Ente al numero 095 - 4012222, mentre negli altri orari il numero di riferimento è quello della sala operativa della Società Partecipata Pubbliservizi S.p.a. 095-4037616 per le emergenze, che contatterà il dipendente incaricato dal Dirigente al numero 339 92599673 oppure al 345
0385693.
f.to Il Dirigente del Servizio
(Dott. Ing. Salvatore Raciti)
Pagina 7 di 7

Documenti analoghi