Properzi al via con il dubbio Bottaini, Stefani pronta a cogliere l

Commenti

Transcript

Properzi al via con il dubbio Bottaini, Stefani pronta a cogliere l
41
VENERDÌ 16 OTTOBRE 2015
SPORT
il Cittadino
VOLLEY - SERIE B1 FEMMINILE n LA SCHIACCIATRICE TITOLARE SI È INFORTUNATA A BRESCIA
Properzi al via con il dubbio Bottaini,
Stefani pronta a cogliere l’occasione
Milano non anticiperà
nulla fino all’ultimo,
ma la 18enne si prepara:
«C’è un po’ di agitazione
ma è una bella chance»
PAOLO ZANONI
SAN MARTINO IN STRADA Da domani si fa sul serio. Iniziano i campionati femminili di pallavolo, compreso naturalmente quello di B1. E
a San Martino suona la campanella
come fosse il primo giorno di scuola
con la rinnovata Properzi Volley
Lodi chiamata al primo esame della
stagione con il temibile Pavia.
Qualche buona indicazione è arrivata dal precampionato, con le
amichevoli che hanno portato in
condizione la squadra di Gianfranco Milano, compresa quella vinta
proprio con le pavesi nella finale
del “Memorial Cartini”, anche se
per certi versi è da prendere un po’
con le pinze visto il ritardo con cui
sono partite le stesse avversarie, in
quell’occasione anche incomplete,
per problemi extratecnici.
C’è poi l’ultimo confronto da ricordare, quello con il Millenium Brescia di Enrico Mazzola, dal quale è
arrivata l’unica sconfitta, peraltro
con l’infortunio a Leila Bottaini che
costringerà quasi sicuramente le
gialloblu a rinunciare per l’esordio
alla schiacciatrice titolare. È in preallarme (ma comunque con parecchie possibilità di partire dall’inizio) la 18enne Lucrezia Stefani,
l’unica alternativa nel ruolo, schierata proprio da Milano nel corso
dell’amichevole bresciana: «Non
so, io aspetterei sabato sera, anche
perché Leila si sta allenando, pur
con una certa cautela, soprattutto
in difesa e in ricezione, e non è impossibile un suo recupero».
In effetti la numero 4 ligure ha svolto un lavoro differenziato, con le
terapie del caso, senza mai forzare,
per cui le percentuali di una sua
presenza sono ridotte al lumicino,
anche se dalle sedute in palestra di
questi giorni non si sono avute indicazioni in merito: «Dall’allenatore non si sono avuti segnali in un
senso o nell’altro - aggiunge Stefani
– anche se io sono pronta a sfruttare
questa opportunità, che potrebbe
essere una delle poche in questo
VOLLEY
L’ITALIA A SOFIA
PER LA “FINAL FOUR”
PIÙ A SORPRESA
SOFIA È partita ieri mattina
dall'aeroporto di Malpensa
l’Italia di Chicco Blengini, destinazione Sofia per la “final
four” dell’Europeo. Nel pomeriggio il primo impatto con
l’“Armeec Arena”, un allenamento con il pallone solamente con i ragazzi meno utilizzati.
Questo del 2015 probabilmente passerà alla storia come
l’Europeo delle sorprese, visto
che mercoledì sono state eliminate quattro formazioni da
molti indicate tra le maggiori
pretendenti al titolo. L’Italia ha
eliminato la Russia, campione
uscente e medaglia d’oro agli
ultimi Giochi olimpici, e se la
vedrà con la Slovenia di Andrea Giani protagonista con i
vari Gasparini, Cebulj, Urnaut,
Sket e Pajenk dell’exploit più
grande battendo al tie break la
Polonia campione del mondo.
La Bulgaria padrona di casa ha
dominato la Germania, bronzo
mondiale lo scorso anno, la
Francia (che ha battuto gli azzurri nella prima fase a Torino)
ha escluso dalla corsa alle medaglie la Serbia campione 2011.
Italia-Slovenia si giocherà domani alle 16.45 italiane (diretta Raisport1), a seguire Bulgaria-Francia. Le finali si giocheranno domenica: quella per il
bronzo alle 16.30, quella per
l’oro alle 19.45 italiane.
BASKET - EUROLEGA
SASSARI SCIUPA
E VA KO ALL’ESORDIO,
6 PUNTI PER DEVECCHI
BALLOTTAGGIO Sopra Leila Bottaini, che in questi giorni ha svolto un lavoro
differenziato sottoponendosi alle terapie del caso; a fianco Lucrezia Stefani
campionato. Certo, c’è un po’ di
agitazione, anche perché si tratta
della prima partita, oltretutto in casa, e con una squadra forte, ma è
evidente che vogliamo partire bene».
E per Lucrezia non si tratterebbe
comunque dell’esordio in B1, considerati i suoi trascorsi a Orago, in
una società che dà parecchio spazio
alle under: «Sono stata due anni lì e
ho giocato diverse partite, anche
perché non c’era una formazione
titolare. Poteva capitare tranquillamente di giocare una partita e di
star fuori la volta dopo…». Alla Properzi invece è tutto diverso: «Certo,
ci sono compagne più esperte e una
squadra più forte, con tanta qualità,
anche se non mi piace sbilanciarmi
in previsioni, visto che oltretutto
sono anche un po’ superstiziosa.
Comunque personalmente mi trovo bene con tutti». E con Pavia si
prevede subito una bella sfida: «Sarà una bella partita e non dobbiamo
pensare a quella che abbiamo giocato quindici giorni fa. Eravamo solo all’inizio e poi loro non avevano
l’opposto titolare Federica Nasari
che adesso ci sarà. Ma noi vogliamo
cominciare bene…». Con una Stefani che dovrebbe dare il suo contributo.
NUOTO E PALLANUOTO
Vetrina per il “mondo acqua”:
è la festa della Wasken Boys
LODI Oggi rappresenta la prima
società sportiva del territorio grazie a un’espansione “tentacolare”
che ha abbracciato ben otto discipline, ma il centro nevralgico (o il
“core business”, per dirla all’americana) della Wasken Boys rimane
sempre l’attività acquatica. Nuoto
e pallanuoto, ai quali si è poi aggiunto il nuoto sincronizzato, sono
infatti gli sport “storici” del club
cittadino fondato nel 1952 al bar
“La büsa”, non a caso in prossimità
del fiume Adda. E proprio al
“mondo acqua” sarà dedicata la
festa in programma domani a partire dalle ore 18 nella nuova piscina
della Faustina: sul ponte mobile
allestito sopra la vasca sfileranno
tutti gli atleti tesserati (circa 390)
che ogni giorno si dedicano con
passione alle varie attività natato-
IN BREVE
rie. In passerella, chiamati dai due
presentatori Silvia Reggiunenti e
Mario Raimondi, si alterneranno le
ragazze del nuoto sincronizzato
(una sessantina), i 130 atleti del
nuoto (Propaganda, Esordienti A e
B, Master), la “rosa” della pallanuoto femminile (30 ragazze divise tra Aquagol, Under 13 e Under
15) e i 170 pallanuotisti (Aquagol,
Under 13, U15, U17, U20 e Master),
tutti accompagnati da allenatori e
dirigenti. Il gran finale sarà dedicato ovviamente alla presentazione della squadra di pallanuoto allenata da Vincenzo Crimi che dopo
il ripescaggio è pronta al debutto in
Serie A2.
Nel corso della festa interverranno
anche il sindaco di Lodi Simone
Uggetti, il consigliere regionale
Claudio Pedrazzini, il presidente
FIORE ALL’OCCHIELLO La WaskenFanfulla giocherà in A2 di pallanuoto
della Fin regionale Danilo Vucenovic, la presidentessa del Gug
(Gruppo ufficiali gara) lombardo
Barbara Caloi e naturalmente il
numero uno della Wasken Boys
Luigi Pasquini. Ancora in forse in-
vece la presenza dell’assessore regionale allo sport Antonio Rossi. La
giornata sarà inoltre allietata da un
saggio di nuoto sincronizzato; sul
maxischermo scorreranno invece
le immagini più significative degli
ISTANBUL Esordio amaro per
Jack Devecchi e la sua Sassari
in Eurolega. In Turchia i sardi
sfiorano l’impresa, prima di arrendersi 83-74 al Darussafaka
all’overtime. Il lodigiano non
demerita, anzi: infila la bomba
del 19-11 e concede il bis per il
22-15, ma Sassari subisce la rimonta turca e all’intervallo è
sotto di 1. La ripresa è un continuo testa a testa nel quale il
graffignanino si fa valere con
un assist, un recupero e un rimbalzo (alla fine saranno 3).
Avanti di 5 a 1’ dalla fine la Dinamo si fa riprendere (66-66)
e crolla al supplementare: per
Devecchi 6 punti (2 su 3 da
tre) in 16’ 37’’ sul parquet.
atleti della Wasken. L’incontro si
concluderà con l’estrazione della
lotteria e un ricco buffet su prenotazione. «Il nuoto è il nostro settore storico. È in profonda crescita,
come dimostra il fatto che per nelle
ultime tre stagioni tre nostri atleti
si sono qualificati per i campionati
nazionali a Roma – spiega Pasquini -. Il nuoto sincronizzato è invece la disciplina emergente: nei
Propaganda abbiamo ben 12 ragazzine. La pallanuoto, infine, è il
fiore all’occhiello e la mia grande
passione». Ma la Wasken opera
ormai a 360 gradi nel mondo dello
sport. Ha salvato dal fallimento la
squadra di hockey, mantenendola
nel massimo campionato nazionale, e ha “incorporato” il Fanfulla
nel settore pallanuoto. Il club si
dedica inoltre a calcio, bocce,
scacchi e pallavolo: in totale sono
più di 800 gli atleti tesserati. «Il
nostro “segreto” è avere un centinaio di dirigenti e allenatori che si
danno un gran da fare - conclude
Pasquini -. Coordinare le attività è
molto faticoso, ma la strada intrapresa è quella giusta».
Fabio Ravera