La Mente e il Cuore

Commenti

Transcript

La Mente e il Cuore
La Mente e il Cuore
Va dove ti porta
La Mente e il Cuore
______________________________________________________________________
Va dove ti porta
Indice
Foto di copertina:
Cristiana Cartuccia, “ Va dove ti porta “
“ Va dove ti porta “
Stampa digitale del 13 maggio 2007
Realizzato da: Raffaele Innamorato
Nota sui diritti d'autore
I diritti dei testi e delle immagini
pubblicate su questo ebook, sono
e restano di proprietà dei rispettivi autori.
Questo ebook può essere liberamente distribuito a mezzo internet, pertanto, ogni riproduzione,
anche parziale, non preventivamente autorizzata dall'autore è da
ritenersi una violazione del diritto
di copyright.
Sono consentite copie cartacee
per esclusivo uso personale.
Ogni altro utilizzo è da considerarsi vietato e perseguibile a norma di legge.
Tutti i diritti di copyright sono
riservati.
Prefazione a cura di Stefania L.
Pag. 5
1sorrisonelbuio - E' il vento che sfoglia l’anima
Pag. 7
Allb84 - Sono in viaggio da te
Dipingimi come un tramonto d’estate...
Pag. 8
Pag. 8
Angelvenus - Il tempo che fu...
Lacrime di Pioggia
Distante dai miei occhi
Pag. 9
Pag. 10
Pag. 11
Ambradorata - Amore mio...vai
Pag. 12
Ariadipoesia – Maternità
Canta il cantore dalla a alla z
Circo(n)voluzioni
Pag. 13
Pag. 14
Pag. 15
Avca - Nell' assoluto buio
Pag. 16
BiancoeNero - Per Te
Pag. 17
Bluewhitedreams - Mi si è spezzato il cuore
Tanka-renga
Pag. 18
Pag. 19
Bohemienz - Non ho paura della notte
Pag. 20
Claudiablu - Foglie sull'acqua
Pag. 21
Colrodiviola - E' mattino
Pag. 21
Danege - Mente e Cuore
Mente e Cuore
Pag. 22
Pag. 22
Dearlove - Solo la mente
Pag. 23
Diggiu - Pensiero
Pag. 24
Edo e le storie appese - Senza Paradiso
Cristalli di Luna
Pag. 25
Pag. 26
Enneby - Dove fioriva il grano
L’ultimo sole…
Dipinto d’inverno
Pag. 27
Pag. 27
Pag. 28
EufemiaG - Tanka
Tanka
Ninfee
Pag. 29
Pag. 29
Pag. 29
Francescodel51 - Era amore
Pag. 30
La Mente e il Cuore
[email protected]
La redazione
1sorrisonelbuio
Amaralba
Amoreplatonico
Ariadipoesia
Artemisia3000
Avca
Bluewhitedreams
Brubrinetta
Danege
Elassea
EufemiaG
Femme
Francescodel51
Hariseldom
Ilavi
keishia
Korus
Lasposadelvento
Maxilpoeta
Miles.gloriosus
Pensieridicarta
Ponzese
RafInnamorato
Stefy71
StreGattaBlu
Tetractys
xxnecrodaimonxx
Ringraziamenti
La redazione ringrazia:
Tutti gli autori, che, credendo fermamente nella nostra
iniziativa e sentendosi liberi di
esprimere se stessi, hanno
partecipato con le loro opere.
Si ringraziano per la passione
messa in questa realizzazione
e per il tempo dedicato tutte le
persone che hanno lavorato
dietro le quinte a questo progetto.
Fiorediarancio - Haiga
Pag. 32
GiardiniDiMaya - Notte di luna
Tanka n°23
So che chi nonLaè rotta
mai stato
amato
del cuore
fa
fatic
Tanka n° 24
Pag. 33
Pag. 33
Pag. 34
Pag. 34
Grisby6043 - Dicembre
Andare
Pag. 35
Pag. 36
Giovanepoeta - Lo sparo scuro
Pag. 37
Introduzione
Indice
Hariseldom - Aveva due cuori il cacciatore
Pag. 38
Coltivando carciofi ed asparagi sul bordo dell'autostrada Pag. 39
Tristezza
Pag. 40
Ilavi - Passione
Va dove ti porta il cuore
Pag. 41
Pag. 41
Ilfilodiarianna - Tanka
Pag. 42
Intrigantemente - Haiku
Pag. 42
IrinaP - Sotto il fogliame
Mozzicone di sigaretta
Pag. 43
Pag. 44
kakalcio - Quando sarà ancora tempo
Pag. 45
keishia - ...corsa sul confine
Ma che m'importa tanto
Pag. 46
Pag. 46
Keishia & Bluewhitedreams - Calda pioggia di primavera
Ho amato solfeggiando sul cuore
Pag. 47
Pag. 48
LordSayid - Si è fatta sera
Vorrei lasciarmi portare
Pag. 49
Pag. 50
Lughente - Qui seduta alla calda luce
Pag. 50
MarcoforEver - Parvah figlio del sole (Dialogo)
Dialoghi di Parvah (L'Armonia)...
Dialoghi di Parvah (La Speranza)
Dialoghi di Parvah (La Guerra)
Dialoghi di Parvah (L' Amore)
Parvah e l'Amore (2)
Diamanti d’argento
Pathos
Pag. 52
Pag. 52
Pag. 53
Pag. 53
Pag. 54
Pag. 54
Pag. 55
Pag. 55
Maxilpoeta - Pagine di vergini sogni
Il mio cuore mi porta da te
Carezze di vento
Il mio cuore mi porta da te...
Pag. 56
Pag. 56
Pag. 57
Pag. 58
Maximo67 - Sentinelle del mare
Pag. 59
Migratore - Passionale
Pag.60
Neraorchidea - La mente e il cuore
Pag. 61
Nunass - Il fiume
Pag. 62
Pecco73 - Haiku della stanchezza
Pag. 63
La Mente e il Cuore
| 13 | Va dove ti porta
La redazione
Ebook
1sorrisonelbuio
Ariadipoesia
Avca
Hanno collaborato per la realizBluewhitedreams
zazione di questo ebook:
Brubrinetta
Danege
gli autori tutti; StregattaBlu,
EufemiaG
Stefania L., Raffaele Innamorato,
Femme
Cristiana Cartuccia.
Francescodel51
Hariseldom
Ilavi
keishia
Lughente
Maxilpoeta
Miles.gloriosus
Ponzese
RafInnamorato
SpherikaMente
Stefy71
StreGattaBlu
Tetractys
xxnecrodaimonxx
Pioggiabattente - La silenziosa voce dell'anima
Pag. 63
Rosemary3 - Odo...
Pag. 64
SempreGio - ...dove ti porta il cuore...
Pag. 65
StreGattaBlu - Amori
Tanka n° 15
Haiga
Renga
Pag. 66
Pag. 67
Pag. 67
Pag. 67
Tonyernesto - Non è primavera
Pag. 68
Ultimo0 - Rimpianto
Pag. 69
“ Va dove ti porta “
Foto di copertina:
Stampa digitale del o1 Giugno 2007
Realizzato da: Raffaele Innamorato
Nota sui diritti d'autore
I diritti dei testi e delle immagini
pubblicate su questo ebook, sono e
restano di proprietà dei rispettivi
autori. Questo ebook può essere liberamente distribuito a mezzo internet, pertanto, ogni riproduzione,
anche parziale, non preventivamente autorizzata dall'autore è da
ritenersi una violazione del diritto
di copyright.
Sono consentite copie cartacee per
esclusivo uso personale.
Ogni altro utilizzo è da considerarsi
vietato e perseguibile a norma di
legge. Tutti i diritti di copyright
sono riservati.
La Mente e il Cuore
| 13 | Va dove ti porta
La Mente e il Cuore
______________________________________________________________________
Va dove ti porta
Prefazione
Riprendendo in parte il titolo del famoso romanzo di Susanna Tamaro, abbiamo voluto
lasciare agli autori la libertà di farsi prendere per mano e guidare dalla fantasia.
Un invito ad esternare gioie e dolori, a ripercorrere le strade prese o quelle evitate a cui si
guarda con rimpianto e nostalgia.
Uno stimolo a riflettere sui desideri cercando di capire il valore di quelle piccole grandi cose
che insieme si accumulano a creare la nostra storia, la nostra vita, con uno sguardo sempre
attento al futuro.
E gli autori di questo Multiblog hanno partecipato con slancio ed entusiasmo, hanno tentato
con le loro opere di dare un’interpretazione soggettiva al titolo facendo sempre e comunque
emergere emozioni, sensazioni, suggestioni, fantasie e desideri.
Alla fine è quasi sempre il cuore a prevalere o i tormenti di anime intrappolate dalla realtà
che vorrebbero prendere percorsi diversi, a volte sono speranze realizzabili altre volte solo
sogni chiusi in un cassetto.
E spesso ci sono i ricordi che riconducono al passato, pronti a spolverare i colori di amori e
sofferenze accarezzando solo le sfumature di ciò che fu.
Così forse, potremmo anche riportare in chiusura la frase della Tamaro che è per tutti un
invito a riflettere e che ha ispirato molti dei nostri autori:
"E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non
imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la profondità fiduciosa con cui hai
respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e
aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore. Quando poi ti parla, alzati e
va' dove lui ti porta."
di Stefania L.
La Mente e il Cuore
| 5 | Va dove ti porta
La Mente e il Cuore
______________________________________________________________________
Va dove ti porta
“
Mi ritrovai quasi senza sapere come, su quel treno
che sferragliava lungo percorsi mai visti, diretto verso una
destinazione a me ignota purché lontana abbastanza.
Le voci dei viaggiatori mi giungevano ovattate come un
ronzio fastidioso.
Mai per una sola volta il mio sguardo si posò su uno di quei
volti.
Girata verso il finestrino e cullata dal ritmico dondolio del
treno in corsa, ero sola tra la folla.
Avvertivo la presenza degli altri come ombre fruscianti che
mi scivolavano accanto attraverso il riverbero del finestrino
del mondo.
Mi sentivo protetta da una sorta di torpore mentale. I miei
sensi annebbiati.
C’ero senza esserci.
Se qualcuno mi avesse chiesto dove stavo andando, non
avrei saputo rispondere.
Se qualcuno mi avesse chiesto chi ero, avrei dovuto
inventarlo... “
[ Brano tratto dal racconto “ Il treno “ di Stefania L. ]
La Mente e il Cuore
| 6 | Va dove ti porta
E' il vento che sfoglia l’anima
a notte
mi assale spesso la paura
che in sordità di suoni e di rumori
perda la mia coscienza dei colori
all'alba del risveglio
e non del giorno
in un accordo nuovo
petali a terra
su pietra che obbedisce a un richiamo
e in balbettio confuso
d'ombra che preme forte dentro un solco
lieve fruscio di tocchi sussurrati
scorre verde di steli
e in ritmìa arrossata d'armonico pulsare
lo plasma di molle forma
e lo ristora
[segno che vita
è...ancora]
1sorrisonelbuio
La Mente e il Cuore
| 7 | Va dove ti porta
Sono in viaggio da te
Sono in viaggio da te
Mi perdo nel tuo mondo di sogno
Affascinante leggerezza d’ una sublime realtà
Immobile, nella tua vita, osservo i tuoi pensieri
Ascolto rapita la musica dei tuoi silenzi
Sento il battito delle tue ciglia scandire il tempo
Sei così bello a volte, che ho paura di rompere l’incanto.
Allb84
Dipingimi come un tramonto d’estate
Dipingimi come un tramonto d’estate su un cielo rubino
Ascoltami come un’eco lontana che viene dal cuore
Gustami lentamente come si fa con un nuovo sapore
Sfiorami teneramente, pensiero effimero che subito fugge
Immaginami come un’idea che prende vita dal niente
Parlami come parole senza senso che io posso capire
Imparami come un’armonia di voci a memoria
Fermami come se questo battito dovesse durare per sempre.
Allb84
La Mente e il Cuore
| 8 | Va dove ti porta
Il tempo che fu...
Camminando per il mio paese, tra vicoli stretti e strade scrostate dal tempo,
non sento più il profumo del pane fragrante appena sfornato
e l’odore del fieno fresco riposto nei fienili,
ma sento solo l’odore di muri ammuffiti e angoli umidi e freddi.
Camminando per il mio paese, non odo più la gente che si chiede com’è andato il raccolto
tenendo in bilico sulla testa, un cesto pieno di panni appena lavati alla fontana,
ma ora odo solo silenzio,
e la fontana piena di lavandaie con le guance arrossate dal lavoro,
è ricoperta da edera e spine.
Camminando per il mio paese, incontro un vecchio, che stanco e curvo degli anni passati
appoggiato ad un bastone, scende lentamente la via, lo sguardo vuoto e
ricolmo dei suoi bei ricordi andati.
Non chiedo nulla a quel vecchio signore, lui non saprebbe rispondere, ha
solo voglia di morire per avere finalmente la pace eterna, per riposarsi
dalla sua vita di sacrifici e povertà.
Camminando per il mio paese, non vedo più tutte le porte e finestre
spalancate a tutti, per poter passare la serata a chiacchierare e filare la
lana, con una partita a carte per i papà e per i figli un vecchio racconto
di guerra e fame dai nonni.
Ma ora le porte e finestre sono sbarrate, cancelli e ringhiere che piangono nella ruggine,
e per i figli non ci sono più i racconti ma leggende di ufo e mostri marini.
Camminando per il mio paese, chiudo gli occhi, e mi sembra ancora di sentire mia nonna
che mi chiama per merenda, aspettandomi con in mano un bicchiere ricolmo di
granita al limone fatta con le sue mani.
Tempi che furono di ricordi ed emozioni con intensi profumi di vita
Ora rimangono solo vecchi muri ricoperti di muschio e odore di antico vivere.
Ma nei miei ricordi da bambina, se chiudo gli occhi, non va via quel sapore
di limone che ho ancora sulle labbra….
Angelvenus
La Mente e il Cuore
| 9 | Va dove ti porta
Lacrime di Pioggia
Corpo vestito di solitudine, si ammanta l’anima di Stelle cadenti
Speranze di giorni vissuti al tuo fianco, camminando insieme
Lontani passi riecheggiano nella polvere umida di gocce amare
Pozzanghera inquieta increspa i pensieri, in superficie i ricordi
Le mani sul freddo vetro, appanno gli occhi con un velo di pianto
Solcano rivoli d’angoscia il mio triste sentire, desiderio fermo di te
Abbraccio caldo il pensarti, unione di sinfonia i nostri sogni
Note galleggiano su nuvole grigie, portate dal vento e soffiate da te
Cadono strascichi di attimi eterni, soli ed unici, nella tua voce mi perdo
L’amore come dolore che sferza dentro, uragano di sensi che non si placa
Accuso il mondo, torturo l’essenza, orme indelebili sulla strada del mio cuore
Impero di sentimenti, il castello delle mie fantasie, principessa del tuo vagare
Danzo inquieta sotto scroscianti schizzi d’acqua, fredda la mia pelle soffre
Chiudo gli occhi, varco la porta dell’incoscienza, cerco te, ti voglio
La distanza rende folli, percorso di vita a dar forza ai battiti, lenisce il tempo
Mi abbandono al tuo immenso dono, ovattati coriandoli, lacrime di pioggia!
Angelvenus
La Mente e il Cuore
| 10 | Va dove ti porta
Distante dai miei occhi
Distante dai miei occhi
Distante dalle mie labbra
Distante dal mio cuore
Ma io ti sento
Sei qui amore
Sei dentro di me
Il mio corpo ti culla
Il mio calore ti avvolge
Non ti sentirai mai lontano da me amore
Io ti porto dentro di me
Ovunque i miei passi mi conducono
Tu sei in me
Come il sangue che scorre nelle mie vene
Come l’ aria che respiro per non morire
Sei in me
Profondamente in me
Senso del mio vivere
Senso del mio essere
Senso di tutto l’eterno
Il mio eterno vivere
Sei tu amore
Mai distante
Mai dimenticato
Mai amore mio
Senza di me…
Angelvenus
La Mente e il Cuore
| 11 | Va dove ti porta
Amore mio...vai
Sento il mio cuore
correre all’impazzata,
sento il mio corpo fremere
per un dolce ricordo.
Sento ancora il vento
che cullava i nostri sogni,
sento ancora le tue
parole che mi abbracciano nell’infinto.
Sento le tue carezze
su di me.
Sento …che ormai
tu vai lontano da me
il mio cuore vorrebbe
gridare il tuo nome,
ma la mia mente m’impone il silenzio.
Amore mio vai , vai dove ti porta il cuore
il mio resta qui …
ad ascoltare la nostra canzone
tra le mura di questa stanza
mentre due furtive lacrime
scendono su questo amore
che fu.
Ambradorata
La Mente e il Cuore
| 12 | Va dove ti porta
Maternità
Facendosi spazio
tra il buio del morso
che mi contrae il ventre
nuove fitte di luce
tra i cristalli salati
di lacrime sospese
S’aprono cori di colori
cieli specchiati
mari blu di metilene
coni cromatici
adagiati su onde di prato
che vento disegna
e come acceca
il giallo arancio
la monotonia della vallata
che in genzana e ocra
l’azzurra lontananza immerge
e s’innalza sopra il colle
il meraviglioso inno di farfalle
Così irrompe nel silenzio
il semplice vagito del mio nato
che tinge il mio orizzonte
di tinte tenere e decise
respinge il grigio del dolore
stingendolo nel mio sorriso.
Ariadipoesia
La Mente e il Cuore
| 13 | Va dove ti porta
Canta il cantore dalla a alla z
A ncorato al suo tormento,
B ianco di cerea luce in viso,
C onta il tempo che rimane,
D esidera il cuore forte cantare
E ccolo,il vecchio cantore,
F antastica ancora e fischietta
G uardando l'orizzonte,
H a nel sangue la passione di sempre,
I l suo pallore riflette la luna
L eggendario spettro di giorni passati.
M ira, pensoso, il plumbeo tramonto
N aviga tra i ricordi
O ltre ogni razionale ragione,
P recipita in un dolce ritratto
Q uadro di vita passata
R osso del sangue di guerre vissute
S pruzzato di speranza di pace,
T ela vissuta e mai dipinta,
U ltima gioia, la sua musica,
V iva nel tempo, colonna sonora
Z enit e nadir di una vita donata.
Ariadipoesia
La Mente e il Cuore
| 14 | Va dove ti porta
Circo(n)voluzioni
(eternamente in lotta con la fantasia)
Stemprati i colori
di terra arsa
bruciata
dal sole estivo
(vago nell'assoluto caos)
Attingo
acqua da sorgive
di solitudini
castranti
(elaboro idee che non soddisfano il pensiero )
Imbratto
tele speranzose
oso senza affanno
percorsi alternativi
(allo stormir di foglie nel tramonto)
Immagino
petali di giorni
sfiorarmi le dita
e colorarmi il tempo che rimane.
(nel tripudio di un sorriso ritrovo la mia vita).
Ariadipoesia
La Mente e il Cuore
| 15 | Va dove ti porta
Nell' assoluto buio
Nell' assoluto buio
un battito mi guiderà,
non so dove andrò,
mi fido
e le tenebre percorrerò
nell'incertezza di ciò che verrà.
Ostacoli e difficoltà
impavida affronterò,
chi non crederà
in noi sfiderò.
Dovessi girare il mondo intero,
il cuore ti cercherà
la fantasia ti sognerà
la mente si nutrirà di te.
Ovunque sarai, ti ritroverò.
Avca
La Mente e il Cuore
| 16 | Va dove ti porta
Per Te
Per Te
...Ora le mie mani cingono
il tuo candido e morbido ventre
Amoreggiano poi attorno al tuo ombelico
“Ora basta fermati!” Sussurri melliflua
Non odo la tua voce ammaliato perseguo
il tuo lungo ansimo che risale invitante
nell’incavo del tuo incantevole seno
che si espande rigoglioso ove guizzano
le mie frementi labbra
e strappano voluttuosi baci
Avvinghiano poi i tuoi turgidi capezzoli
acerbi e gustosi come rossi lamponi
Sussultano tra i miei capelli argentati
dalla luna le tue efebe mani e attirano
la mia bocca che incrocia la tua
vellutata come una rosa rossa fresca di rugiada
Estasiato poi assaporo il tuo dolce miele
che si riversa sui carminii petali
Mentre melodiose armonie sublimano
sinuosamente i nostri corpi che danzano
stretti fino alla prima luce del mattino.
un bacio biancoenero.
BiancoeNero
La Mente e il Cuore
| 17 | Va dove ti porta
Mi si è spezzato il cuore
Mi si è spezzato il cuore.
Stasera.
Un mondo di certezze andato in frantumi.
Cocci di vetro sul pavimento algido.
L'arma della sofferenza.
Vene intricate di disegni astratti.
Una lettera incisa. Forse sarebbe stato il tuo nome.
Sto male.
Non riesco ad accettare la nuda realtà.
Non riesco ad approvare quell'alternativa
che strappa la vita a una nuova nascita.
Colpevole di un infanticidio.
Attentato omicidio a una mia creazione.
No, non posso.
Turbata da flash remoti,
impotente nelle scelte di qualcuno,
vorrei entrare nella tua Anima
e guardare con i tuoi occhi.
Invece no.
Sono qui.
Ferma. Immobile. Non una parola.
Labbra secche. Mancata salivazione.
La decisione è già stata presa.
Ho già vissuto questa situazione.
Sono devastata dai fantasmi del passato.
Ho un peso sul cuore che mi soffoca.
Non c'è speranza.
Quanto sono attaccata alla Vita.
(per Te, in silenzio)
Bluewhitedreams
La Mente e il Cuore
| 18 | Va dove ti porta
Tanka-renga
seguo il mio cuore
un tracciato di pietra
unico istinto
la mente dominata
solo folle passione
travolta da te
aneliti di fumo
non respiro più
strappa e prendi l'Anima
affondala naufraga
Bluewithedreams
La Mente e il Cuore
| 19 | Va dove ti porta
Non ho paura della notte
Non ho paura della notte,
è nostra amica, ci protegge
Non aver paura della notte
sa tutto di noi, ma non dirà mai niente
La voce alla radio
lo squillo del telefono
un orologio luminoso...
Tutto ci ricorda lo scorrere del tempo,
ma io lo vedo nel tuo volto fermarsi
e tornare indietro.
Ho capito che amarti
significa: vivere in eterno.
Bohemienz
La Mente e il Cuore
| 20 | Va dove ti porta
Foglie sull'acqua
In questo parco cittadino
un piccolo laghetto
accende di luce
quest’autunno .
I salici si specchiano
vanitosi nell’acqua:
piangendo la loro bellezza.
Una coppia di cigni
elegantemente
riflette il suo
candore.
Claudiablu
E' mattino
è mattino ..ricordo alcuni versi
letti da qualche parte
"Nero come il diavolo,
caldo come l'inferno,
puro come un angelo,
dolce come l'amore".
..ecco dove mi porta la mente e il cuore ..
Colrodiviola
La Mente e il Cuore
| 21 | Va dove ti porta
AffettivitMente e Cuore ingabbiata
Mantiene
Emozioni
Non
Teme
Esperienze
Calore
Umano
Offre
Ridondanti
Emozioni
Danege
Mente e Cuore
Il mio cuore
va sempre dove vuole.
Spesso dove duole
(se la rima lo consente)
Poi tocca alla mente
raccoglierne i pezzi,
rimetterli insieme
e ripartire
per altre avventure.
Ma la prossima volta...
lo tengo al guinzaglio!
Danege
La Mente e il Cuore
| 22 | Va dove ti porta
Solo la mente
Quando ti ho conosciuto
mio dolce amore impossibile
non volevo saper nulla di te.
Solo la mente doveva ragionare.
Il tuo fascino non mi dava tregua
ma io no...volevo resistere
quindi solo con la mente
pensavo a te.
Delizia e tormento!
La mente ragiona, razionalizza
scruta,soppesa dubita...
Tu li
con quel sorriso divertente
camminavi nella mente.
Lasciavi bigliettini nella mia testa...
Io ostinata non li leggevo!!!
Poi una sera
c'è stata la battaglia:
la battaglia fra la Mente e il Cuore.
Ne vincitori ne vinti
solo la resa
della mente e del Cuore.
Dearlove
La Mente e il Cuore
| 23 | Va dove ti porta
Pensiero
Parti dal cuore
e come piuma leggera
voli, ti innalzi
riscendi.
Hai l'universo per meta,
una stella ti illumina
una nube ti abbraccia
giri e rigiri
ma cavalcando
il soffio del vento
torni alla quiete del cuore,
dolce casa
ove, prezioso, trovi riparo.
E la mente torna a sognare!
Diggiu
La Mente e il Cuore
| 24 | Va dove ti porta
Senza Paradiso
Senza un paradiso nel pensare
Diventa purgatorio questo esistere
Un limbo d'attesa nel cercare
Un inferno colmo di non vivere
Cerco un Angelo per non cadere
Spiumate son le ali per volare
Ogni piuma un peccato da scontare
Sottraendo un dividendo per sommare
Calcolando quel per cento da dividere
Espiando quei destini da estinguere
Dentro un cielo colmo di paure
Nel girone dei delusi nell'accendere
Fantasie contrastate già sul nascere
Con gelosie sarcastiche e insicure
Allora adesso prenderemo le misure
Per raggiungere il paradiso dell'amore
Edo e le storie appese
La Mente e il Cuore
| 25 | Va dove ti porta
Cristalli di Luna
verso i Cristalli di luna
Cristalli di luna nei Tuoi occhi smeraldini
Trasparenze smaniose d'ardenti passioni
Ch'infilano le perle dell'amore e confusioni
Con tristezze e gioie condite da effusioni
Cristalli di luna in riflesso di emozioni
Scintille introspettive come l'esplosioni
Balugini dolcezze e sentimenti buoni
Agitati nella notte aspettando il domani
Cristalli di luna giovane che tutto illumini
Quel fragile esistere nei tanti Tuoi destini
Culminando in tante delicate situazioni
D'amore implodente con mille reazioni
Cristalli dirompenti amabili e sublimi
Di suggelli rudi con incantevoli assiomi
Al fato e consuetudine mai Tu t'inchini
Coltivando nell'animo pensieri birichini
Edo e le storie Appese
La Mente e il Cuore
| 26 | Va dove ti porta
Dove fioriva il grano
Candido pensarti, il sole
baciava l’ombra al riposo dal cielo
oltre i ciliegi, ricordo
la casa bianca celata a ponente
tra la magia del grano, oro agli occhi
accarezzavo le tue mani
diamanti di rugiada schiudevano l’alba
nelle ore senza tempo
delizia il sogno, la
dove fioriva, sei tu
che mi appari.
Enneby
L’ultimo sole…
Sui campi dorati
la danza dell’ultimo sole
nei riverberi del giorno
ho lasciato i miei occhi guardare
la carezza del vento, che voltava
il mio orizzonte
le mie mani frugavano
nelle tasche trucide
di un sorriso,
e la quiete cinse gli occhi
stizziti alla notte.
Enneby
La Mente e il Cuore
| 27 | Va dove ti porta
Dipinto d’inverno
Lacrima il giorno
lungo il sentiero spoglio
e brezza non dissolve il cieco guardare
bianco il cielo
cela il profumo di maggio
sotto sottane ingrate
resta un uomo solo, in ombra
a disegnare al ciglio
fiori d’inverno
frammenti d'anima, distillano
al tuo guardare, e alla magia sottratta
sbadiglia il disincanto.
Enneby
La Mente e il Cuore
| 28 | Va dove ti porta
Affettività Tankagabbiata
Pallida luce
Squarcia le ultime nubi
Giunge la notte
Cosi scorrono i giorni
E io ritorno da te
EufemiaG
Tanka
Battito d' ali
si poggia sulla pelle
sfiora il mio volto
Forse reca pensieri
o forse mi dice addio.
EufemiaG
Ninfee
Eterno fluire
sembrano tante luci
ma sono ninfee
Osserva la purezza
accoglila nel cuore
EufemiaG
La Mente e il Cuore
| 29 | Va dove ti porta
Era Amore
Questa notte la mente ed il cuore mi portano a sfogliare alcune pagine di un mio quasi libro,
Era Amore, scritto senza alcuna pretesa letteraria, scritto solo col cuore. In particolare in
queste pagine rivivo i ricordi e le sensazioni provate durante il viaggio di ritorno al nord e un
matrimonio finito da qualche settimana.
…da quel momento ci fu solo lei nella mia vita.
Lo ammetto: m’innamorai di lei da subito, dal primo giorno, dai primi minuti, dal tempo a
lei necessario a riporre i suoi libri sul portapacchi del treno partito da Taranto alle 05,26 e
diretto a Bari.
Non aveva una vera minigonna, scoprii solo dopo che “accorciava” la gonna una volta uscita
da casa semplicemente tirandola su, arrotolandola un po’ in vita. Fatto sta che quel giorno fui
colpito subito, all’istante dal suo viso, dal suo sguardo, dai suoi profondi occhi neri che, come
un vortice, risucchiarono la mia anima...Non so quanto sia durato: non so dire se minuti o
attimi. Credo che ancora adesso continui, che ancora adesso io sia prigioniero di quegli occhi
neri. Si, Cupido quella mattina prese me come suo bersaglio preferito e scoccò la sua freccia!
Da quel momento non siamo mai più stati da soli a Bari! Tutte le mattine l’accompagnavo
all’accademia per correre poi di volata all’università. Non ho mai frequentato le prime e le
ultime ore di lezione all’università: ero sempre lì ad aspettarla, davanti al portone
dell’accademia di belle arti.
Insieme, sempre insieme io e lei.
Era diventato indispensabile “dichiararmi” (negli anni settanta i ragazzi facevano ancora la
dichiarazione d’amore alla ragazza del cuore) anche perché troppa gente le “ronzava”
attorno.Decisi allora di giocare tutte le mie carte. Dovevo dirglielo tutto il mio amore, doveva
sapere.
Ma dovevo affrettarmi…avevo fatto il punto preciso della situazione, c’erano troppi bulli che
le facevano il filo. La sera stessa, quindi, preso il coraggio su due mani, seduti su una
panchina di fronte all’università le dissi, battendo i guanti sulla mano sinistra, col cuore in
gola, la voce tremula e chissà quante altre manifestazioni d’imbarazzo, che ero innamorato di
lei, purtroppo “senza speranza”.
Protese le mani verso il mio viso posandole sulle guance e mi baciò con estrema tenerezza, le
sue labbra mi donarono una dolcezza infinita che m’invase tutto il corpo e la mente. Non
c’era più niente e nessuno attorno a me, neppure il freddo. Io non lo so cosa succeda in quei
magici momenti.
Forse si viene proiettati in un’altra dimensione, fatta solo d’anime: forse, in quei momenti, si
va in Paradiso! Mi chiese il perché di quella mia frase, perché “senza speranza”. Non so
quante volte me l’abbia chiesto. Parlava e non la sentivo: c’ero solo io in quel momento, solo
io avvolto, travolto da qualcosa di magico. So solo che udii, capii la sua domanda appena
tornato da quel magnifico Paradiso dove mi ci aveva mandato con quel suo primo bacio.
Non seppi darle una risposta. Chissà perché sentivo di non avere alcuna speranza…forse
perché era così bella da sembrarmi irraggiungibile.
O forse semplicemente perché, inconsciamente, già sapevo che un giorno in ogni caso
sarebbe finita!
Erano le diciotto e trenta del dieci dicembre millenovecentosettanta. Era una sera fredda,
freddissima, glaciale: ricordo di aver veramente patito il freddo come non mai. Che freddo!
Io e lei, su una panchina di fronte all’Università ci ritrovammo stretti, abbracciati, stretti,
...
La Mente e il Cuore
| 30 | Va dove ti porta
fortissimamente stretti fino a soffocarci. Non ricordo, ne potrei mai immaginare, quanti baci
ci hanno unito in quella sera di freddo polare su quella fredda panchina di fronte all’ingresso
dell’università.
Ricordo solo il profumo della sua pelle e dei suoi lunghi capelli neri che, inevitabilmente,
s’interponevano tra le nostre labbra.
Amore, amore, amore! Si, era Amore!
Ed esattamente tre mesi dopo facemmo l’amore.
In quel tempo abitavo a Bari, nella mia casetta di studente, in Via Enrico Toti al numero
dieci.
Fin dai primi giorni iniziammo ad incontrarci in quella piccola, dolcissima, casetta al piano
terra. Indimenticabile la prima volta che venne a trovarmi. Ci chiudemmo in casa lasciando
la chiave della serratura nella sua sede. Ciò perché temevo che il proprietario potesse entrare
poiché doveva ancora terminare alcuni lavori e, per questo, trattenne una copia delle chiavi.
Infatti, solita mia sfiga, me lo ritrovai dietro la porta! Dopo aver più volte e lungamente
pigiato il pulsante del campanello, ritenendo che in casa non ci fosse nessuno, cercò di aprire
con la chiave che aveva trattenuto. Visto che la stessa non entrava (che idea geniale quella di
lasciare la chiave nella toppa della serratura) andò via imprecando! Un po’ impauriti (in
fondo eravamo ancora due ragazzi) ma di più divertiti per le imprecazioni in perfetto dialetto
barese rivolte alla porta e alla chiave (forse avrà creduto di non aver preso quella giusta) ci
stendemmo sul lettino. Era bellissimo stare nel letto con lei. Era meraviglioso baciarla,
sentire il suo profumo, il suo calore, respirare tra i suoi capelli. Tutto si riduceva a questo
rubarci un po’ d’affetto ma era bellissimo, era come se avessimo fatto l’amore ogni volta. Mi
piaceva stare con lei, stringerla a me, accarezzarla, scoprire le sue forme, avvertire i suoi
fremiti. Mi piaceva respirare tra i suoi capelli. Mi piaceva cucinare per lei, mangiare con lei.
Quasi tutti i pomeriggi frequentava il laboratorio d’artistica, quasi tutti…tranne il venerdì.
Logicamente evitò di far presente questo particolare ai suoi genitori. Per questo il venerdì
divenne il “nostro giorno”. Non ne abbiamo perso uno di venerdì! A volte accadeva anche in
altri giorni, a volte. Ma il venerdì era sempre e solo nostro.
Ecco perché, inevitabilmente, dopo tre mesi esatti, un pomeriggio decidemmo di proseguire,
di non fermarci più. Nessun freno, fino in fondo. Da lì a poco sarebbe successo, doveva
accadere…Era giunto il momento ormai, finalmente, meravigliosamente. Lei mia. Io suo!
Era Amore? Si, era Amore!
Se penso a quella ragazza, a quell’artista, adorabilmente matta e dolcissima, intrigante ed
inquietante, se penso a quella ragazza che mi ha squarciato il petto per rubarmi il cuore, se
penso alla profondità dei suoi occhi neri, se penso a quelle volte che ho cercato di
raggiungere la sua anima senza riuscirci ogni volta, se penso alla nostra prima volta, al suo
imbarazzo ed anche al mio, alla maestosità, alla bellezza di quello che da lì a poco avremmo
scoperto insieme, io e lei, se penso ai suoi occhi belli quando si guardava intorno, ancor più
belli quando erano socchiusi, alla dolcezza delle sue mezze parole sussurrate a bassa voce
quasi ad evidenziare una sottintesa, attesa, stupenda complicità.
La rivedo confusa, quasi impaurita, pensierosa quanto decisa!
Quel giorno, il dieci marzo millenovecentosettantuno, io l’ho sposata davanti a Dio!
Altro casello, altra uscita: Modugno… ed anche qui i miei ricordi prendono il volo, in tutti i
sensi.
Modugno è stato il primo paese che abbia visto dall’alto. e
La Mente e il Cuore
| 31 | Va dove ti porta
Un agglomerato di case sparse qua e là, un paese dipinto su una tavolozza verde e marrone
con poco distante il mare.
Era il millenovecentosettantadue, ero un allievo pilota al primo volo, quello che è chiamato
in gergo “volo d’ambientamento”. E’ la prima fase del corso, la più importante, quella che ti
permette di conoscere il territorio vicino alla pista, quella che ti permette di “orientarti”, di
capire dove sei, di cercare e soprattutto trovare, la pista d’atterraggio.
Quella che ti fa capire se avrai ancora la voglia ed il coraggio di prendere ancora posto in
quell’aereo. Era la “verticale Modugno” che dava inizio alla manovra di “avvicinamento“ e
“atterraggio”.
Ah!…potessi tornare indietro nel tempo. Tornerei ancora in volo su quel cielo.Potrei volare
sulla scuola dove adesso insegna pensando che lei sia lì. Potrei “picchiare” sull’edificio per
sfiorarlo “cabrando”, farle sentire il rombo del motore sulla sua testa, farle capire che ancora
non ho smesso di cercarla: “sono qui, sopra di te, alza lo sguardo”!
Francescodel51
Haiga
Tutto è in fiore.
Le ombre nere arretrano.
Sguardo felice.
Fiorediarancio
La Mente e il Cuore
| 32 | Va dove ti porta
Notte di luna
Note di luna ascolto
in un viaggio di suoni
che a te mi conduca
sui petali del cuore
Suadenti e angeliche voci
ad accogliere il sogno
mentre un fuoco di stelle
accende la notte d’inverno
in bagliori e lampi di noi
-Maya-
GiardiniDiMaya
Tanka 23
Stretto a me ancora
nella mente e nel cuore
Io respiro in te
Assolati Orizzonti
accolgono l’amore.
GiardiniDiMaya
La Mente e il Cuore
| 33 | Va dove ti porta
La rotta del cuore
Del cuore inseguo la rotta
sulle ali d’un tiepido vento
planando leggera ed eterea
fra carezze indulgenti di cielo
e sospiri di complici nuvole
Ed a te su un tappeto di stelle
giungerò sussurrando poesie
che alba perlacea dipingono
su sguardi lucenti d’amore
in cui vita radiosa fiorisce
GiardiniDiMaya
Tanka 24
La mente e il cuore
Ragione e sentimento
Conflitto eterno
Dolorosa la scelta
che sulla via s’impone
GiardiniDiMaya
La Mente e il Cuore
| 34 | Va dove ti porta
Dicembre
Ricordi,
la tramontana veniva fredda,
tagliente,
e camminavamo abbracciati
accanto alla riva del Tevere.
La forza del vento
si insinuava in ogni parte di noi,
ci strappava i capelli,
ma i nostri brividi
non conoscevano il freddo.
Luci soffuse
illuminavano il cammino
del giovane amore
che bruciava nel corpo.
Non dimenticare
quella prima sera d'amore,
il caldo dei nostri minuti
ed il rumore dei passi
sulla ghiaia dei giardini,
le mani ghiacciate
ed il tremore delle gambe,
il volto di un barista
ed una freccia di luce
attraverso la fessura
di un portone.
Ricordi,
era dicembre,
tanti anni fà.
Grisby6043
La Mente e il Cuore
| 35 | Va dove ti porta
Andare
Va l’animo mio
confuso
a fondersi
nel respiro tuo
ora presente
E’ alito di vita
Dono improvviso
venuto a me
con il frusciar
di vento lontano
con lo stormir
di foglie
d’alberi ignoti
Assapora il nuovo
andar del cuore
sperdutosi nei vortici
dell’aere
ch’era tempestoso
E va come seme
strappato al fiore
a correre nei venti
veloce
per attecchire in te
nel tuo respirar nuovo
Grisby6043
La Mente e il Cuore
| 36 | Va dove ti porta
Lo sparo scuro
Lo hanno trovato lì
Sparava a tutto il mondo
Disteso dentro l’erba
Con il fucile scuro
Col capo verso il cielo
Proiettile nel fondo
Ed il fucile in mano
Di un taschino finto
Il cuore senza sangue
Pulsava nel ricordo
Di un uomo senza faccia
Con il sorriso spento.
E’ andato via così,
con l’ombra della notte,
pensando solo al male
che gli graffiava gli occhi
senza mai dire niente,
nemmeno una parola,
la morte arriva scura,
la morte arriva sola…
Respira ancora lì
Nel buco del cuscino
Nessuno mai capì
Il suo animo bambino
Che per la morte madre
Rimase senza fiato
Ora per sempre tolto,
forse mai respirato…
Dove teneva il cielo
Racchiuso uno sparo
Che poi partì nel petto
E non gli diede più riparo.
Lo hanno trovato lì
Con gli occhi ancora aperti
Il padre non capì
Perché dormiva ancora
Con gli uccelli nel cielo
A tempestar l’aurora
Che chiama il sole al mondo,
nel cielo la sua dimora.
Lo hanno trovato lì
E anche se ora è andato
Per sempre il suo ricordo
Sarà perso in quel prato
Che fu l’ultimo letto
Dell’ultimo sogno insonne
Che nacque dalla vita
E si svegliò nella morte.
Il sole non fu mai
La luce nel mattino,
per lui soltanto luna
Giovanepoeta
nel tramonto divino
che inizia con l’uscita
dal grembo senza ombra,
che poi finisce lento
col calare dello sguardo.
La Mente e il Cuore
| 37 | Va dove ti porta
Aveva due cuori il cacciatore
Aveva due cuori il cacciatore
In un grumo scomposto sulla via,
alla fermata dell’autobus due signore,
con quattro vigili balbuzienti.
Ma il grande cervo già fuggiva,
mentre nella macchia quattro colpi,
sindrome di Stoccolma o dimissioni.
Aveva due amori il cacciatore,
le donne alla fermata a gonne lunghe,
discutevano di Prodi e del maestro..
Io non credo che si sia saputo,
la fine di quell’unico suo sogno,
non si è mai sposato dopo quel giorno.
I vigili interrogarono la morte,
ma lei non rispose di quegli amori,
il cacciatore ebbe un embolo sotto le foglie.
Aveva due amori il cacciatore,
provò a dividere il suo cuore,
ma il cervo fuggì da quella fonte.
Hariseldom
La Mente e il Cuore
| 38 | Va dove ti porta
Coltivando carciofi ed asparagi sul bordo dell'autostrada
Avvallamenti e buche su viale Bovio,
Bruna innesta arance sul viale,
magari striglierò cefali se ho tempo.
Così corro e vado seguendo la mia mente,
mentre il cuore, il cuore parla di Francesca
del suo volto dietro quello specchio.
Fantesca e i suoi capelli lunghi,
Francesca che sorride vicino a quel confine,
mentre la pattuglia monta l’autovelox.
Però io che sono maldestro,
io che colgo l’ultima emozione,
pianto asparagi e carciofi
e forse domani nasce un figlio.
Hariseldom
La Mente e il Cuore
| 39 | Va dove ti porta
Tristezza
Silenzi trasportanti dai rumori.
Cascate di lacrime al tramonto.
Consapevolezza di un fallimento.
I falchi cercano nella pianura,
picchiano veloci sulla steppa,
afferrano la vita perduta.
Guardo la vallata,
le battaglie perdute,
l’inestricabile futuro.
Se avessi una sigaretta,
forse ora ricomincerei.
Guardo scendere la luna.
Spacco in due la spada.
Gli eroi hanno fame di nebbia,
nostalgie nei bivi della storia.
Una fila di alberi nudi,
come un filare porta al cimitero,
riposano menti strappate.
L’orizzonte è vuoto,
nulla rompe la monotonia,
il cavallo cerca la strada
Domani voglio cercare la luna.
Hariseldom
La Mente e il Cuore
| 40 | Va dove ti porta
Passione
Mi batte il cuore.....
semplicemente
perchè t'ho trovato
ed i miei occhi...
guardano la tua anima........
Tu sorridi premuroso
m'accarezzi sulla pelle,
disegni le mie labbra
fino ai brividi,
fino alle stelle ....
oltre le stelle
e cercarsi ancora e....
e.......................
poi chiudere gli occhi
lasciando da parte
ogni razionalità
e abbandonarsi,
domandarsi
con dolce stupore
se è vero,
se non è un sogno
se non è un errore...........
Ilavi
Va dove ti porta il cuore
Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di
crescere. Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo
colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.
Radici e chioma devono crescere in egual misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo
così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai
coprirti di fiori e di frutti. E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai
quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la
profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al
mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma,
in silenzio, e ascolta il tuo cuore. Quando poi ti parla, alzati e va' dove lui ti porta.
(S. Tamaro- Va dove ti porta il cuore)
Ilavi
La Mente e il Cuore
| 41 | Va dove ti porta
Tanka
Oltre la nebbia
giorni si accumulano
costruendo dune,
Vento di giorni nuovi
le sparpaglia o accantona.
Ilfilodiarianna
Haiku
amaro amore
fortemente debole
Sono sfinito!
Intrigantemente
La Mente e il Cuore
| 42 | Va dove ti porta
Sotto il fogliame
Primule gialle spuntano
tra il fogliame secco.
E innocenti sorridono
al tepore del sol levante.
Eccolo, il bosco si risveglia:
colori, profumi, primi passi...
Intanto io,
proprio io, amore...
..muovendo gli ultimi passi
m’assopisco sotto il fogliame.
Mentre tu,
proprio tu, amore...
...calpestando primule gialle
noncurante ti scordi di me.
IrinaP
La Mente e il Cuore
| 43 | Va dove ti porta
Mozzicone di sigaretta
Ti cerco.
Mozzicone di sigaretta
Non rispondi.
Ti cerco ancora.
Ti cerco.
Non rispondi.
Ti cerco ancora.
Ancora non rispondi
Ancora non rispondi
Parlo.
Parlo.
Non ascolti.
Prendi parola come se
io non ci fossi.
Non ascolti.
Prendi parola come se
io non ci fossi.
Parlo.
Ascolti?
Prendi parola come se
io fossi inutile.
Parlo.
Ascolti?
Prendi parola come se
Mozzicone di sigaretta.
Col tacco che schiaccia
sminuisci e zittisci.
io fossi inutile.
Silenziosa...
deglutisco penose pillole.
Il mio stomaco s’accartoccia...
orgoglioso.
Mozzicone di sigaretta.
Col tacco che schiaccia
sminuisci e zittisci.
Silenziosa...
IrinaP
deglutisco penose pillole.
Il mio stomaco s’accartoccia...
orgoglioso.
IrinaP
La Mente e il Cuore
| 44
13 | Va dove titi porta
Quando sarà ancora tempo
'QuAnDo SaRà AnCoRa TeMpO
pEr SoGnArE...
QuAnDo SaRà AnCoRa TeMpO
pEr AmArE...
QuAnDo SaRà AnCoRa PaUrA...
La FoRzA PeR cOnTiNuArE.
RiNaSceRò AnCoRA...
cOmE La FeNiCE DaLLe PrOpRiE cEnErI.
DaLL' oDiO e DaLL' aMoRe
DaL LoRo RiMiScHiArSi In QuAdRi SeNzA fInE.
Mi NuTrO dI fUoCo.
* Ka_KaOs *
kakalcio
La Mente e il Cuore
| 45 | Va dove ti porta
...corsa sul confine
...corsa sul confine
il tramonto si dipana
nei gomitoli di una sera
sull'erba senza un mondo
la piega del vento
accoglie passi incerti
cicalano i pensieri
grilli funesti
...corsa senza fine
s'addorme la mia mente
sul cuscino del cuore
rapisco l'emozione
ostaggio dei sogni
coltello alla gola
urlo e poi trattengo
fiato e favole con le mani
bendami queste labbra
bacia il mio respiro
...corro e non c'è fine
ai colori del sole
dolce inganno della luce
tra i pennelli dell'amore
lo schizzo del mattino
ridesta la mia mente
che strappa questa tela
mentr'io mi vestirò
dell'amnesia del cuore
e di te che sei
questa corsa
che non so
keishia
La Mente e il Cuore
| 46 | Va dove ti porta
Ma che m'importa tanto
ma che m'importa tanto
il traffico, le spallate
mi risvegliano tra la gente
e tu che ne sai
occhi come mani afferrano
uno sguardo che vorrei
se mi mancherai
non lo dirò
l'orgoglio che frena
mi impazza dentro
e se ti penso o no
solo io lo so
ma che t'importa tanto
a maggio avrai nuove rose
keishia
La Mente e il Cuore
| 47 | Va dove ti porta
Calda pioggia di primavera
calda pioggia di primavera
lava incisioni dal tronco dei cuori
tracciami i profili
di questa avventura
che spezza i recinti della ragione
volo sull'illusione proibita
slega il sottile filo
seguendo l'aquilone dei sogni
nell'equazione di un cielo sbagliato
convulsi calcoli irrazionali
freme l'anima, Amore
tra i cristalli di luna
di un destino straniero
se Tu
mi possiedi
custode dell'Eden
*Keishia & Bluewhitedreams*
La Mente e il Cuore
| 48 | Va dove ti porta
Ho amato solfeggiando sul cuore
ho amato solfeggiando sul cuore
nell'instabile danza della passione
attimi sfiorati, sogni e lividi
all'ombra indefinita di luna piena
sui vibranti riflessi dell' oceano
soffiando le fiamme labili della sera
cerco nel buio
carezza della notte
spinose stelle
amerò ricalcando i confini dell'amore
affabili mani lampi d'inchiostro
improntano indelebili segni sulla pelle
tatuaggio nel cuore questo sogno di te
ammanetta ricami di imprecisa perfezione
connubio intontito di ragione e sentimento
trovo nel buio
le tue mani decise
brilla la stella
*Keishia & Bluewhitedreams*
La Mente e il Cuore
| 49 | Va dove ti porta
Si è fatta sera
Si è fatta sera
nell'animo mio
mentre il tuo respiro
riecheggia nel crepuscolo
Ero un mondo di sole
Ora sono luna
gelo
Si è fatta sera
nell'animo mio
mentre la tua candida
veste bianca ricopre
i prati fioriti
come neve
Si è fatta sera
nell'animo mio
amore
silenzio
sera
nell'anima mia
LordSayid
Vorrei lasciarmi portare…
Vorrei lasciarmi portare…
dove la mente e il cuore mi sussurrano…
in una lacrima d’amore…
LordSayid
La Mente e il Cuore
| 50 | Va dove ti porta
Qui seduta alla calda luce
qui seduta alla calda luce del lume mi attardo a scrivere
la luce tremolante fa riaffiorare ricordi lontani.
un tempo passato
un tempo che non è più
i visi
i sorrisi
le lunghe passeggiate tra vicoli antichi
pieni di storia e tradizioni.
Vicini i nostri passi,
armoniosi come in un valzer
raccontandoci i più profondi segreti
i sogni nascosti
Il tuo sguardo acceso
come un antico cicerone
racconti la storia di quel palazzo
di quel vicolo
descrivendo nel dettaglio ogni pietra
ogni interno
Ripercorro quei vicoli
mi sembrano tristi
bui
solitari
hanno perso la luce
hanno perso il fascino
nessuno racconta più
di tempi lontani e antichi signori
quei ciotoli così amati
ricordano solo
un amore perduto
Lughente
La Mente e il Cuore
| 51 | Va dove ti porta
Parvah figlio del sole (Dialogo)
Dialoghi di Parvah (L'Armonia)
Piangi figlio del sole...
...Vento lieve...
...non escono le lacrime...
...Note Basse...
Allora piangi dentro...
...Serenità...
...Fa male...
Sfogati allora dai...
...Padre che cos'è tutto questo...
...Non ho piu' voce...
...Armonia Parvah...
...Adesso sono solo il vento...
...Che senti ancora ?...
Dove vai figlio del sole ?
...Via...
...Pace...
Cosa lasci figlio del sole ?
...Vibrazione...
...niente...
...Appartenenza...
Chi siete Voi...
...Condivisione....
...Coloro che pregheranno per te...
Non pregate...
...Dimmi Padre a che serve l'Armonia...
ho vissuto...
Cosa hai imparato da questa vita ?
...L'Armonia fa parte dell'amore universale...
...La disperazione, lo sgomento, il niente ...
...Quando vibra il diapason cosmico...
Allora va... figlio del sole...
..L'Anima risponde ed è armonia...
Che volto ha la morte ?
La morte non ha volto figlio del sole...
...Vibra con lui Parvah...
Allora sta arrivando...
...E abbraccia il Cosmo...
MarcoforEver
MarcoforEver
La Mente e il Cuore
| 52 | Va dove ti porta
Dialoghi di Parvah (La Speranza)
Dialoghi di Parvah (La Guerra)
...Padre... non avevo niente...
Padre celeste ho sognato la guerra...
...Ma il cuore cantava...
c' era morte dappertutto...
ero solo in mezzo al mondo...
spade, cannoni, corpi riversi...
ed ero felice...
una collina... il fumo... paura...
...Ma eri davvero solo Parvah...
...No mille voci erano dentro di me...
La guerra Parvah...
...Mille fratelli... da posti diversi...
e come mai? che avevi nel cuore...
...avrei voluto abbracciarli tutti...
Silenzio Padre... Domande...
...Ma dirmmi Parvah...
...Come Avresti potuto...
Ho visto guerre di tutte le età
...Non so Padre ma lo stavo facendo...
clave ... cavalli bardati
...E il cuore cantava Parvah ?
carri di ferro, macchine volanti,
...Si Padre li avevo tutti dentro di me...
città tra le stelle...
...Era la Speranza Parvah...
...Gioisci oggi sei un uomo nuovo...
Hai visto solo la guerra...
e hai conosciuto l'uomo...
Che mi manca ancora Padre...
MarcoforEver
L' eternità Parvah... L' Eternità...
C'è tempo... Riposa adesso...
MarcoforEver
La Mente e il Cuore
| 53 | Va dove ti porta
Dialoghi di Parvah (L' Amore)
Padre celeste cos'è l'amore ?
Parvah e l'Amore (2)
Disse Parvah quando apparì sul mondo:
...é il tutto, il niente il volo e l'assoluto...
...e che colore ha ?
Quegli occhi grandi che abbraccian l'infinito...
... che dirti Parvah...
son forse i tuoi...
... Quello dei suoi occhi...
allora son perduto...
E il sogno padre di che cosa è fatto...
...Nuvole, pensieri, strati di malinconia,
gioia, stupore... sogni...
MarcoforEver
Ma dimmi padre tutto cio' che vale ?
...Vale la vita Parvah...
...Torna a sognare...
MarcoforEver
La Mente e il Cuore
| 54 | Va dove ti porta
Diamanti d’argento
Pathos
Diamanti d'argento
Quando sapro' dinuovo dire
gocce trafilate di laghi gemelli
ti amo
solchi nel cuore.
lo udiranno le stelle...
Diamanti d'argento
Quando le mie labbra
figli dell' amarezza
si schiuderanno
ebbri di dolore.
e canteranno magia.
Diamanti di liquida follia
Oltre il limite
stelle disgiunte
del sentire,
quando il cielo è cupo.
oltre la quiete del cuore.
Gemme che di sale
Quando sapro' di nuovo unire
cristallizzano un momento
il mio mondo,
e dopo solo il tempo,
lo sapranno gli Dei...
rimane...
E la speranza nuda
a contemplare...
che da voce all'anima
sarà il senno del domani...
MarcoforEver
MarcoforEver
La Mente e il Cuore
| 55 | Va dove ti porta
Pagine di vergini sogni
Vivo d'attesa
nel gioioso sguardo
di uno spicchio d'estate
tra soffi di maestrale.
Pagine di vergini sogni
incantano la mia anima
nel profumato incanto
di un domani d'amore.
Fuggo su un raggio di sole
trasportando il tuo sorriso
tra i sipari nascosti
di un umile parola.
Maxilpoeta
Il mio cuore mi porta da te
Il mio cuore mi porta da te
crisalide di giovane sguardo
che dipingi amore
su brividi di sensualità.
Sarò fuoco che scalda l'attesa
nei freddi gemiti
di un'inverno di baci
al cantar della luna.
Fragile cuore di lacrima
avvolgerò i miei sospiri
sfiorando l'attesa
di un timido abbraccio.
Maxilpoeta
La Mente e il Cuore
| 56 | Va dove ti porta
Carezze di vento
Carezze di vento
sfiorano sirene di sogni
nel fresco respiro della Cornovaglia.
Emozioni rubate
a pagine di ricordi
danzano
avvolte nelle certezze
di un tempo senza età
affacciato al balcone della speranza.
Timidi sguardi di luce
bussano alla sera
tra canti di gabbiani
e vele di poesia.
Maxilpoeta
La Mente e il Cuore
| 57 | Va dove ti porta
Il mio cuore mi porta da te.
Dedicata a te
linfa di un sogno
che muore nei canti dell'alba,
astratta poesia di pelle
che vibra ai ritmi dell'anima.
Ti prenderò per mano
all'uscio della primavera
per portarti lontano
nel giardino dei miei occhi
tra lacrime di sguardi
e seduzione di silenzi.
Saremo fronde d'ingenua bontà
che muovono al respiro di una speranza
nel teatro di luce
del nostro ingenuo canto.
Maxilpoeta
La Mente e il Cuore
| 58 | Va dove ti porta
Sentinelle del mare
Eremita appariscente
inventi colori tra i coralli e le nuvole
Unico custode vicino al richiamo delle sirene
Occhieggi solitario
nelle sagome delle onde scure
che invadono nel vocio
i miraggi dei capidogli.
Lampeggi nel cielo uno sguardo cobalto
in caverne nei cuori dei venti
Eolo ti sfida con i suoi aliti furiosi
nell’eco delle grotte dei gabbiani
Ti specchi negli occhi dei nostri sogni
corrugando di luce le risacche frastagliate
Sarai tu guida di passione eterna
Sarai tu poesia a illuminarmi…
Maximo67
La Mente e il Cuore
| 59 | Va dove ti porta
Passionale
Armoniose forme
modellano – profilo incontaminato –
l’aria – nebbia brillante –
che statica
ti avvolge – coperta invidiata –
nell’intricata rete
di sguardi ed emozioni.
E viaggio tra i tuoi fianchi,
seguendo quelle linee sottili
che congiungono
elettricità e passione,
sfioro il tuo ventre piatto
e scopro, tra innevate distese
di boschi e monti,
il delicato desidero
che sboccia
in quel tramonto di fuoco,
che umido incendia l’orizzonte.
Silenziosi pensieri,
creano – anfore ricolme –
desideri – d’emozioni e passione –
che vorticosamente
ti abbracciano – conquistano e saziano –
nel bianco trabordante
dei lenzuoli di lavanda.
Migratore
La Mente e il Cuore
| 60 | Va dove ti porta
La mente e il cuore
In quel nulla che vive sulla bocca
col vento di febbraio in tasca
da portare appresso in uno straccio di fine inverno
nell'anima oscura
nella mente e nel cuore
quando ricamavo il dolore
con aghi e salvia
cercando un'ombra bianca senza contorni
sotto la pelle dei sogni
quando credevo e cadevo in abbracci sordi
a filo stretto di voce
con una domanda cresciuta tra le foglie
quando morivo d'amore
nell'apatia di quel pane profumato
solo allora
senza fretta
mi inginocchiavo sui ricordi
spettatrice di spalle
di una favola del risveglio.
Neraorchidea
La Mente e il Cuore
| 61 | Va dove ti porta
Il fiume
Il fiume, una mattina d'inverno
è una lava di piombo
che avanza lenta e un pò malinconica
le nuvole grige, cariche di pioggia
ne seguono il percorso, rispecchiandosi.
Anche i pensieri avanzano adagio
pigri e indolenti
come la natura intorno sembrano
in letargo
in attesa,
li lascio andare, abbandonati
alla corrente
verso la la meta
dove sfoceranno
nel grande mare dell'anima...
Nunass
La Mente e il Cuore
| 62 | Va dove ti porta
Haiku della stanchezza
Il giorno cade,
la sera lo guarda, fa
niente la notte.
Pecco73
La silenziosa voce dell'anima
Avresti imparato molte cose
dai piaceri
e dalla voce dell’anima
che non hai saputo udire.
Ho imparato molte cose
dai tuoi occhi -neri e ambiguiquando mi avvertivano
e cercavano con un lieve cenno.
Turbata mi eclissavo
conscia
che qualsiasi cosa io cantassi
o volessi
quel tuo sangue di pesce
non avrebbe trovato sfogo
né piacere
se non lontano da me.
Per questo
nulla era duraturo
neppure l’immagine
delle tue dorate membra
distese qui, sul mio fianco.
Pioggiabattente
La Mente e il Cuore
| 63 | Va dove ti porta
Odo…
Odo l’ulular del vento:
antiche nenie
trasportate dall’oblio
nell’arcano mistero
dell’universo.
E lì, in quello
spazio galattico di emozioni,
m’immergo a poco a poco
lasciandomi trasportare
verso silenziosi confini …
Odo il tuo impetuoso vortice,
o vento,
vortice che tutto avvolge…
Odo…odo…odo,
al limitare dell’umana coscienza,
lo stormir delle emozioni
scalfite su rocce
ben salde…
E tu, mia luce, illumini il mio grigiore,
circondandomi di nuove
ebbrezze evanescenti come
immagini scolpite negli attimi senza fine
Rosemary3
La Mente e il Cuore
| 64 | Va dove ti porta
... dove ti porta il cuore...
Chiudi gli occhi
lasciati andare
libera i pensieri
e vai
dove ti porta il cuore
Anima mia
sei la carezza nel silenzio
il sorriso che illumina il viso
il bacio soffiato che
accarezza la mia essenza
in poche parole sei
la parte piu' bella di me
siamo Noi
lo stringersi di mani
il percorrere insieme
un tratto di cammino
un intreccio di pensieri ed emozioni
che si avvolgono dolcemente e
nasce passione...
SempreGio
La Mente e il Cuore
| 65 | Va dove ti porta
Amori
Ci sono amori che appagano,
colmano di stelle gli occhi,
ricamano baci sulla curva dell'anima.
Sono amori unici e irripetibili,
sinfonia di cuori di una nota sola,
condivisione e trasparenza
di parole e gesti da donarsi.
E allora va...dove ti porta il cuore
senza paura e timore
lasciati cullare dal vento leggero
assapora l'immensa felicità.
Ci sono amori che soffrono
chiedono parole e risposte,
reclamano attenzioni ormai vane.
Sono amori che vacillano,
che stanchi si addormentano
sul cuscino del cuore,
che non sanno più far vibrare.
E allora va...dove ti porta la mente
a razionalizzare se è ancora amore
volgendo lo sguardo nel buio della notte
a cercare il raggio cristallino della luna.
Ci sono amori che tremano
per passione o per dolore
che inesorabilmente andranno
dove li porterà la mente e il cuore.
StreGattaBlu
La Mente e il Cuore
| 66 | Va dove ti porta
Tanka 15
Renga
ricordi vivi
Vento leggero
scrutano nei pensieri
Di battiti e pensieri
antichi voli
Nutre l’amore
distolgo la mia mente
Soffio d’anima
affidandoti il cuore
Equilibrio stabile
Tra mente e cuore
StreGattaBlu
Affidati ora
Va dove lui ti porta
Magicamente
Haiga
StreGattaBlu
sorridi vita
pensieri raccontano
la mente e il cuore
StreGattaBlu
La Mente e il Cuore
| 67 | Va dove ti porta
Non è primavera
Piccole intimità
piene di dolcezze
e altre sciocchezze.
La tua verginità
sacra, non è peccato
è forse una redenzione.
Sa tutta di passione
in un giorno assolato
tra le gambe. Il pesco,
ingannato dal sole
di febbraio, è in fiore.
Ahimè troppo presto:
sarà solo un ragazzo
a vedere cadere
petali e preghiere
nella neve di marzo.
Tonyernesto
La Mente e il Cuore
| 68 | Va dove ti porta
Rimpianto
Ti cerco disperatamente
Lungo il rumore d'un fiume
Tra i sogni della notte
Che evaporano dalle finestre buie
Mendicante io
Avvicino il cuore sgualcito
Al tuo universo vagabondo
Il tempo corre via spietato
Tu lo segui
Io rimango qui
Ad allungare la tua ombra
Che l'alba non potrà rubarmi
Vorrei entrare a piedi nudi
Nel tuo silenzio
Rubarti un respiro
Un pensiero
Vola l'anima tra le tue ciglia
Per imprigionarsi in un ricordo
Sei rimpianto che mi consuma
Ultimo0
La Mente e il Cuore
| 69 | Va dove ti porta
La Mente e il Cuore
http://lamenteeilcuore.splinder.com/
Per partecipare alle nostre iniziative, scriveteci a :
[email protected]

Documenti analoghi