Trieste next 2015

Commenti

Transcript

Trieste next 2015
# 205 SETTEMBRE 2015
friuli venezia giulia
Teatro
SCHERMI
Aprono Verdi e Rossetti
Festival pianistico
Nei Suoni dei Luoghi
Comunale di Monfalcone
I mille occhi
Le giornate
del cinema muto
Premio Mattador
Arte
Zapping
Caffi e Guarino
La genesi del sogno
Robert Inhof
Actis
Pordenonelegge
Trieste Next 2015
Tre giornate di scienza a Trieste
dal 25 al 27 settembre
Free Press
1 SETTEMBRE 2015 / Network Caffè n. 205 / Anno XX / Tel. 3488044685 / Aut. Trib. TS n. 980 del 9/4/1997 / NTWK Aut. Trib. TS 1028 del 22/06/2001 - DIFFUSIONE GRATUITA - Spedizione in A.P. - 70% DC TS
friendly magazine
205
settembre2015
SPECIALE TRIESTE NEXT
Trieste Next, ricerca scientifica e impresa a
confronto sul Futuro della Vita
TEATRO
Tel. 348 8044685
www.ntwk.it
[email protected]
[email protected]
In copertina:
Trieste Next 2015
STAFF
Direzione
FABIO FIERAMOSCA
Lorenzo De Vecchi
> DA PAGINA 10
Caffi e Guarino protagonisti delle mostre triestine
/ Lubiana, la Biennale d’arte grafica / L’arte di
Fabio Colussi / Paolo Caccia Dominioni /Typos, in
memoria di Marco Stulle / Intervista a Robert Inhof
da pagina 4
SCHERMI
> DA PAGINA 14
I mille occhi, Festival internazionale del cinema e
delle arti / Le giornate del cinema muto, a ottobre
a Pordenone / Premio Mattador, la premiazione del
17 luglio e la presenza al Festival di Venezia
Stampa
Pignani Printing
Formello, Roma
NTWK è un’edizione:
> DA PAGINA 6
Il Rossetti inaugura con The Red Army Choir
Orchestra and Ballet / Festival pianistico con la
Chamber Music / Comincia la stagione del Teatro
Verdi / Nei Suoni dei Luoghi, per tutta l’estate
Presentata la ricca stagione del Comunale di
Monfalcone
ARTE
Impaginazione
Incipit, Trieste
Un grazie a tutti gli Uffici
stampa ed alle Agenzie
di comunicazione che
hanno fornito materiale
per questo numero.
> DA PAGINA 4
da pagina 6
MUSICA
> DA PAGINA 18
I grandi eventi in regione e nei dintorni, con Eros,
De Gregori, Elisa e la September Fest / Le nostre
rubriche
Registro periodici
autorizzazione Tribunale di Trieste
n. 980 del 9/4/1998 e
n. 1028 del 22/6/2001
Alcune immagini e testi riprodotti sono
usati a scopo informativo e divulgativo e
mantengono il © dei rispettivi detentori.
La responsabilità su giudizi ed opinioni
espressi negli articoli è esclusivamente
di chi li ha firmati o siglati e non
necessariamente della direzione o della
proprietà editrice. Le date dei concerti
possono subire variazioni o errori di
stampa: decliniamo ogni responabilità
ed invitiamo ad usare le info disponibili.
È vietata la riproduzione anche parziale
dei testi o delle immagini senza espressa
autorizzazione della casa editrice.
Questo numero è stato chiuso per la
stampa il 1 settembre 2015.
ZAPPING
da pagina 10
> DA PAGINA 20
Actis, una nuova stagione ricca di corsi e
appuntamenti / Pordenonelegge, cinque giorni
con le menti migliori / Grado Giallo a inizio ottobre
Una mostra sul “triestino” James Joyce
NTWK CAFFÉ
da pagina 18
> DA PAG. 22
Le date del Friuli Venezia Giulia
Distribuzione gratuita
GLI INDIRIZZI DOVE TROVI NTWK A TRIESTE:
HOTEL MILANO, v. Ghega 17 • JOLLY HOTEL v. Cavour 7 • HOTEL DUCHI p. Unità d’Italia 2 • HOTEL COLOMBIA v. Geppa 18 • NH HOTEL GROUP corso Cavour 7 •
HOTEL IMPERO v.S.Anastasio/p.Libertà • HOTEL GREIF v.le Miramare 109 • HOTEL VICTORIA v. Oriani 2 • HOTEL COPPE v. Mazzini 24 • INFOPOINT TURISMOFVG
TRIESTE v. dell’Orologio 1, UDINE p.zza 1° Maggio 7, PORDENONE v. Mazzini 2, GORIZIA corso Italia 9, LIGNANO SABBIADORO v. Latisana 42, LIGNANO PINETA v. dei
Pini 53, GRADO v.le Dante Alighieri 66 • BAR ROMA4 v. Roma 4 • SABBADIN v. Roma 28 • LA PORTIZZA p. Borsa 6 • BAR URBANIS p. Teatro 4 • SPAZIO 11 v. S.Caterina 11 • CAFFE JOICE v. Roma 14 • BAR REX g. Protti 1 • UTAT POINT c. Italia 6 • CAFFè TORINESE c. Italia 2 • BUFFET BORSA v. Cassa Risparmio 2 • MALABAR p. San
Giovanni 6 • CAFFè VIA DELLE TORRI v. delle Torri 3 • BAR ALPINO v. San Lazzaro 8 • LA FELTRINELLI v. Mazzini 39 • BAR X v. Coroneo 11 • CIRCUS v. San Lazzaro
11 • CAFFè SAN MARCO v. Battisti 11 • LA PREFERITA v.le XX Settembre 29 • AQVEDOTTO v.le XX Settembre 37/c • COSTA v.le XX Settembre 24 • CAFFè ROSSETTI
v.le XX Settembre 45/a • BAR EXCELSIOR v.le XX Settembre 3 • BAR HARRY’S v. Carducci 2/c • TABACCHI ST.CENTRALE p. Libertà • OSTERIA ISTRIANO r. Grumula 6
• SIORA ROSA p. Hortis 3 • EMEROTECA p. Hortis 4 • BAR UNIVERSITà v. Vecchia Università 1/b • BIBLIOTECA STATALE l.go Papa Giovanni 6 • CASA DELLA MUSICA
v. Capitelli 3 • KNULP v. Madonna del Mare 7/a • BAR STELLA l.go Pitteri 4 • CALZEDONIA p. Borsa 4 5 • BAR ROSSETTI v.le XX Settembre 43 • BAR AUDACE p. Unità
d’Italia 3/a • CAFFETTERIA del BORGO v. Malcanton 6 • OSTERIA da MARINO v. del Ponte 5 • INFORMAGIOVANI v. Procureria 2/a • TEATRO MIELA, p. degli Abruzzi 3 •
Vinerie Pirona, via dell’Annunziata 6/c • GELATERIA ZAMPOLLI v. Ghega • SALUMARE v. di Cavana •
4
SPECIALE TRIESTE NEXT
TRIESTE / LUOGHI VARI / DAL 25 AL 27 SETTEMBRE
Trieste Next: BIOlogos
Ricerca scientifica e impresa a confronto sul “Futuro della Vita”
Dal 25 al 27 settembre, riflettori accesi sulla città simbolo
della ricerca scientifica: apertura il 25 settembre con il BioHigh-Tech Companies Day. Chiusura con il Premio Nobel
per la Medicina Edvard I. Moser
Tra gli ospiti della manifestazione: Jos De Blok, Segenet
Kelemu, Steve Chan, Vittorino Andreoli, Edoardo
Boncinelli, Alberto Baban, Antonino Di Pietro, Lidia
Larizza, Giorgio Metta, Paolo Bianco.
Quali sono i nuovi scenari che la biomedicina, le biotecnologie,
la bioinformatica, l’alimentazione e la cura della persona
stanno tracciando? Quali sono le nuove sfide della ricerca
scientifica in questi ambiti? Il bio-high-tech è il nuovo fiore
all’occhiello del made in Italy? Sono questi solo alcuni dei temi
e degli straordinari ambiti di crescita e sviluppo scientifico e
imprenditoriale che verranno discussi nel corso della quarta
edizione di Trieste Next, intitolata “BIOlogos – The Future
of Life”.
Dal 25 al 27 settembre, Trieste Next accenderà i riflettori
sulla città di Trieste, uno dei più importanti centri di ricerca
scientifica al mondo: un calendario di 100 appuntamenti,
che vedranno la partecipazione di 150 relatori nazionali e
internazionali e il contributo di oltre 100 partner.
E’ un programma di rilievo internazionale quello proposto da
Trieste Next 2015: tra gli ospiti d’eccezione, il Premio Nobel
Edvard I. Moser, Segenet Kelemu, premio L’Oreal Unesco
per le Donne nella Scienza, Jos de Blok, Steve Chan. Non
mancano anche quest’anno i grandi nomi italiani della scienza:
tra gli ospiti riconosciuti a livello internazionale, Vittorino
Andreoli, Edoardo Boncinelli, Giorgio Metta, Lidia Larizza,
Antonino Di Pietro, Giuseppe Novelli, Giovanni Scapagnini,
Gianfranco Sinagra, Davide Terranova, Paolo Bianco.
Da non perdere anche gli eventi e i progetti speciali:
dalla giornata inaugurale, intitolata “Bio-High-Tech Companies
Day” al ciclo dei “Solgar Incontra” fino all’ormai tradizionale
appuntamento sull’innovazione che si fa impresa “VPI-Venice
Platform for Innovation and Technology Transfer”.
Cuore della manifestazione sarà anche quest’anno Piazza
Unità d’Italia, dove verranno ospitati laboratori, attività
per scuole, bambini e ragazzi, e una sala conferenze
che ospiterà alcuni degli incontri in programma.
Sedi principali dei dibattiti saranno il Salone di Rappresentanza,
il Cortile Interno e la Sala Predonzani della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia, oltre al Ridotto del Teatro Verdi,
all’Auditorium del Museo Revoltella e al Teatro Miela.
«Ciò che chiediamo alla ricerca scientifica è di contribuire a
farci vivere meglio, e da questo punto di vista l’immenso campo
delle bioscienze e delle biotecnologie finisce con il coinvolgere
quasi tutti gli aspetti del nostro vivere e del nostro benessere»
sottolinea il sindaco di Trieste Roberto Cosolini. «Per la città di
Trieste, questo tema rappresenta un esempio di incontro riuscito
SPECIALE TRIESTE NEXT
tra scienza e impresa considerando la presenza di tante aziende
che, oggi come oggi, rappresentano un vero e proprio cluster del
Bio-high-tech».
Trieste Next affronta quest’anno il fondamentale ruolo dello
«sviluppo della vita e della sopravvivenza della nostra specie,
come di tutte le forme viventi, nel futuro del nostro pianeta»
sottolinea il rettore dell’Università di Trieste Maurizio
Fermeglia. «Ciò si concretizzerà attraverso lo studio delle
problematiche dell’alimentazione, della salute, dell’equilibrio
fisico biologico uomo-natura, dello sviluppo economico in
relazione alle sostenibilità bio-compatibili, e ciò sempre in
forte connessione fra il mondo della ricerca e innovazione e
quello delle realtà produttive».
Tutti gli eventi di Trieste Next sono a ingresso libero,
tranne ove diversamente specificato. I posti in sala sono
limitati: è possibile registrarsi agli eventi in programma
direttamente sul sito www.triestenext.it, sezione
“Programma”. Per aggiornamenti, seguite la pagina
Facebook e il profilo Twitter di Trieste Next: hashtag ufficiali
#triestenext15 #biologos.
photos Martina Micalizzi
La quarta edizione di Trieste Next conferma infatti la
vocazione della manifestazione di «essere laboratorio di
attivazione del territorio» – commenta Filiberto Zovico editore
VeneziePost e direttore Trieste Next – «Con Trieste Next la
città di Trieste conferma il proprio ruolo di guida di una rete
di enti pubblici, istituzioni d’eccellenza, e imprese attive in
tutto il territorio del Nordest. Trieste Next si conferma punto
di riferimento e best practice per la costruzione di grandi
progetti territoriali».
5
6
TEATRO
TRIESTE / teatro rossetti / 26 E 27 SETTEMBRE
Red Army Choir
Il coro ufficiale dell’Armata Rossa apre la stagione del Rossetti
Il coro militare più importante al mondo diretto dal Generale
Viktor Eliseev è un patrimonio, un simbolo che rappresenta un
paese intero, legandosi indissolubilmente alla sua storia. Negli
ultimi 30 anni di attività contano più di 7000 esibizioni in tutti
i cinque continenti. Il coro, accompagnato dalla straordinaria
orchestra e dal corpo di ballo, si esibirà in due date triestine che
inaugurano alla grande la stagione. Questo coro virile si compose
ed è composto di soli soldati, figli della rivoluzione, ed ebbe un
ruolo fondamentale fin dalla sua nascita come sostegno alle
truppe che difendevano la madrepatria Russa, contribuendo a
tenere alto il morale dei battaglioni esausti e logorati dagli sforzi
della guerra, glorificando l’ideale rivoluzionario e portando in
tutto lo sconfinato territorio russo il messaggio della Rivoluzione d’Ottobre. Grazie alla guida del Generale Viktor Eliseev e a
un repertorio attualizzato e modernizzato, il coro dell’Armata
Rossa ha conquistato il mondo. Le emozionanti esibizioni del
Red Army Choir mischiano le melodie tradizionali e il folklore
russo, le canzoni patriottiche di guerra, arie classiche e melodie
internazionali, spazia infatti da Verdi e Rossini, Bizet e Wagner,
fino ad arrivare a classici pop e rock come “Hey Jude”.
Un appuntamento memorabile per la città, che, per la prima volta, potrà ammirare dal vivo l’ensemble simbolo della cultura
e della storia musicale russa, che proprio nel capoluogo del
Friuli Venezia Giulia chiuderà trionfalmente la prima tranche
del tour europeo. In ottobre la compagnia approderà in Francia,
Svizzera e Belgio con 18 concerti nei principali teatri e arene.
TRIESTE / RIDOTTO DEL TEATRIO VERDI / FINO AL 19 OTTOBRE
Festival pianistico
Giovani interpreti & Grandi maestri. Il 14 ospite Danilo Rea
Sarà il pianista Benedetto Lupo, celebrato dalla critica
internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi,
a inaugurare lunedì 21 settembre la 14a edizione del Festival
Pianistico “Giovani interpreti & Grandi Maestri”, di scena nella Sala
Ridotto del Teatro Verdi. Spazio quindi al giovane e talentuoso
Alexander Gadjiev, al pianista ungherese Jànos Palojtay, al
pianista Emanuele Torquati per un concerto tematico dedicato
a “Le Ballate nordiche” e infine all’astro emergente del pianismo
europeo, il giovane artista russo Alexei Nabioulin, fra i più
raffinati della sua generazione. Dal 5 al 7 settembre 2015, dopo
una prima selezione in programma il 24 maggio, sarà di scena
la 16a edizione del Concorso internazionale Premio Trio di
Trieste, dedicata al Duo per pianoforte ed archi. Il “Premio Trio di
Trieste” ha ormai consolidato la propria fama ed il prestigio, tanto da
essere considerato, sia dalla stampa specializzata che dagli esperti
del settore, uno dei maggiori concorsi a livello internazionale e tra i
cinque più importanti al mondo a livello cameristico.
E il 14 settembre l’Associazione Chamber Music offre al pubblico
del Ridotto De Sabata una serata speciale con Danilo Rea ospite
d’eccezione. Oltre al jazz il pianista vicentino prosegue anche un
intenso rapporto con la musica classica: ha già pubblicato diversi
dischi di improvvisazione su arie liriche, grazie ai quali è arrivato
ad aprire il “Festival del bel canto” con il concerto “Belcanto
Improvisations”. A suggellare il cartellone 2015 saranno poi,
venerdì 18 dicembre, gli “Auguri di Natale ACM” nella Sala Grande
dell’InCE – Iniziativa Centro-europea, protagonista lo Josef Suk
String Trio, vincitore del Premio Trio di Trieste 2013.
INFO> www.acmtrioditrieste.it
Alexei Nabioulin
Danilo Rea
TEATRO
TRIESTE / TEATRO VERDI / A SETTEMBRE
Sinfonica monografica
Si inizia, e presto si conclude, la stagione sinfonica del Verdi,
che si articolerà in cinque importanti concerti monografici
e sarà caratterizzata da una programmazione raffinata e di
qualità, dedicata in particolare ai grandi compositori dell’area
tedesca, dal Classicismo Settecentesco di Mozart e Haydn
all’Ottocento di Beethoven, Bruckner, Mendelssohn-Bartholdy.
La scommessa della Fondazione Teatro Verdi di Trieste è di
riproporre alle giovani generazioni che si avvicinano al mondo
musicale sinfonico anche per la prima volta alcune pagine
fondamentali del repertorio sinfonico.
In generale, sia nella programmazione concertistica che in quella
sinfonica, la Direzione Artistica ha voluto prestare particolare
attenzione alle “assenze”, scegliendo titoli che mancavano da
anni dal palcoscenico triestino.
ph Parenzan
Concerti dedicati ciascuno a un grande autore del repertorio.
Si comincia con Mendelssohn
Gianluigi Gelmetti
Primo appuntamento 11 e 12 settembre con due sinfonie meno
frequentate di Felix Mendelssohn-Bartholdy: la Quinta,
Reformation (La Riforma), e la Seconda, Lobgesang (Canto di
lode), sotto la direzione di Oleg Caetani. Il giapponese Ryusuke
Numajiri dirigerà la settimana successiva un concerto tutto
beethoveniano, con Seconda sinfonia e Terzo concerto per
pianoforte, solista Michele Campanella. Chiude il mese Gianluigi
Gelmetti con la meravigliosa Creazione di Franz Joseph Haydn,
Oratorio per soli, coro e orchestra. Il 2 e il 3 ottobre una donna sul
podio, Samra Gulamović, che dedicherà le due serate ad
Anton Bruckner, di cui saranno eseguiti i Tre pezzi per orchestra
e la Quinta sinfonia.
INFO> www.teatroverdi-trieste.it
Samra Gulamovic
FVG / LUOGHI VARI / A SETTEMBRE
Nei Suoni dei Luoghi
Ancora molti appuntamenti nei luoghi
più suggestivi della nostra regione
Continua il viaggio nella musica del
festival “Nei Suoni dei Luoghi”, edizione numero diciasette, organizzato
dall’Associazione Progetto Musica
con il contributo della Regione Fvg e
la sponsorizzazione delle BCC del FVG.
Sono sei le date di settembre in cui si
potrà ascoltare musica di alta qualità
in posti suggestivi e ricchi di fascino.
Il primo appuntamento sarà a Tarvisio
(UD) mercoledì 2 settembre ore 21 con
il Trio Dunjko-Mrnjavcic-Cerovecki,
per poi scendere seguendo l’Isonzo a
Campolongo Tapogliano (UD) giovedì 3
settembre ore 21 con il Trio DanelonCorsini-Santin e ancora domenica 6
settembre ore 21 a Mariano del Friuli
(GO) con la pianista Bosniaca Zorika
Novakovic. Si riprenderà la settimana
successiva a partire da giovedì 10 settembre ore 20.30 a Fiumicello (GO) con
la pianista slovena Maja Gombac. Appuntamento poi a Sacile (PN) domenica
13 settembre ore 21 con il Quartetto
di Udine. A chiudere gli appuntamenti
di settembre i percussionisti dello Zari
Valentina Danelon
Percussion Duo che si esibiranno a
Spilimbergo (PN) venerdì 18 settembre
ore 21. Ancora due spettacolari concerti
INFO> 0432 532330
vi allieteranno nel mese di ottobre.
facebook.com
Programma completo su
/festivalneisuonideiluoghi
[email protected]g
www.neisuonideiluoghi.it.
7
8
TEATRO
MONFALCONE / TEATRO COMUNALE / STAGIONE 2015-2016
“Dai vita alle tue emozioni”
La nuova stagione del Comunale, un cartellone ricco e attraente
Nelson Freire
Sono oltre 50 gli eventi di grande spettacolo che la nuova stagione del Teatro Comunale di Monfalcone propone al pubblico.
Concerti, spettacoli di prosa, matinée per le scuole e appuntamenti per i più piccoli, con il meglio della scena musicale internazionale e di quella teatrale italiana: un cartellone che spazia
dalla musica antica a quella contemporanea, esplora i diversi
generi teatrali, valorizza la scena emergente.
Grandi formazioni e straordinari solisti impreziosiscono il
cartellone dei concerti, a partire dal pianista brasiliano Nelson
Freire, che inaugura il 22 ottobre la stagione, fra i più grandi
interpreti della scena internazionale, incluso dalla Philips nella
collana “Great Pianists of the Century”.
Il ciclo “’900&oltre” dedicato alla musica contemporanea e
al Novecento storico prevede, fra gli altri appuntamenti, un
concerto in ricordo del compositore goriziano Fausto Romitelli,
musicista fra i più visionari della sua generazione, scomparso
prematuramente nel 2004.
Operetta burlesca
Wonder Woman
A rendere omaggio alla sua musica è il Quartetto Prometeo,
quartetto d’archi affermato a livello internazionale, Leone
d’Argento nel 2012 alla Biennale Musica di Venezia.
Di grande suggestione il concerto di musica antica Il pianto
di Orfeo proposto dall’Ensemble Scherzi Musicali diretto
da Nicholas Achten, dedicato al mito che ha ispirato molti
compositori italiani del Seicento.
Si chiude inoltre il ciclo dedicato all’Integrale dei Concerti per
pianoforte e orchestra di Beethoven, che vede protagonista,
nell’esecuzione del Concerto n° 5 “Imperatore” e dell’Egmont,
la Mitteleuropa Orchestra diretta da Michele Carulli e il pianista
Alexander Gadjiev.
L’apertura della stagione di prosa, in programma i giorni 3 e 4
novembre, è affidata alla creatività di tre originali autrici-attrici,
esperte nel maneggiare le armi del teatro d’indagine e dell’ironia:
Antonella Questa, Giuliana Musso e Marta Cuscunà. Wonder
Woman, lo spettacolo che le vede per la prima volta insieme,
parte da un’inchiesta sull’indipendenza economica femminile
per esplorare, con divertita lucidità, un mondo fatto di stereotipi
di genere, spreco di talenti, diritti mancati.
Il geniale Natalino Balasso porta al Comunale la commedia
La cativissima – Epopea di Toni Sartana, prima parte di una
trilogia che l’attore veneto dedica a questo surreale personaggio.
In un clima da fanta-politica, in un tempo non definito, Balasso,
divertente e amaro, mette in scena contraddizioni e zone d’ombra del nostro quotidiano.
Agli spettacoli del cartellone di prosa si intersecano quelli di
“contrAZIONI - nuovi percorsi scenici”, la rassegna dedicata alla drammaturgia contemporanea e alla scena emergente.
Fra i protagonisti c’è Emma Dante, enfant terrible del teatro
contemporaneo italiano. Operetta burlesca, il suo ultimo
spettacolo, racconta la storia di Pietro, un ragazzo della provincia meridionale dal corpo sbagliato e dall’animo passionale:
una pièce potente e sensuale (a interpretare il lato femminile
di Pietro è una ballerina di burlesque), che invita ad aprirsi
ai misteri dell’animo umano.
La campagna abbonamenti ha inizio sabato 12 settembre.
Informazioni sui cartelloni e sulla vendita di abbonamenti,
card e biglietti su sito.
INFO> www.teatromonfalcone.it.
10
arte
TRIESTE / LUOGHI VARI / A SETTEMBRE
Trieste al centro
I dipinti di viaggio di Caffi, la maestria grafica di Guarino
Ugo Guarino
Ippolito Caffi
La mostra dedicata all’artista triestino è un omaggio a
un uomo che ha segnato molto di più che la cronaca
su un importante quotidiano. Guarino, versatile autore,
grafico, vignettista, pittore e scultore, è un artista entrato
dentro la cronaca contribuendo a
fare Storia della cronaca stessa,
come negli anni in cui, accanto
a Franco Basaglia, contribuì a
cancellare i manicomi e a dare vita
alla rivoluzione culturale della
Legge 180. Le sue vignette erano
attese giorno dopo giorno dai lettori
della pagina di Lettere al Corriere
del Corriere della Sera. Fino al 2014
Ugo Guarino, artista “produttore di
immagini”, ha continuato ad essere
l’“ingenuo, dolce, tenero, perverso, oscuro redattore di una
sorta di “pagina sottotitolata per non... leggenti” come venne
definito in una ormai storica “Stanza” di Indro Montanelli. Il
Museo Revoltella gli rende omaggio, fino all’11 ottobre,
individuando alcuni nuclei significativi declinati in più
modalità espressive che caratterizzano tutto il suo percorso
artistico: dai disegni sospesi “fra il surrealismo, la satira e
la favola” che hanno incantato Dino Buzzati nei primi anni
cinquanta alle sculture-robot create con gli scarti della civiltà
tecnologica, per approdare alle caustiche vignette del Corriere
della Sera.
INFO> www.museorevoltella.it
La mostra, in corso fino all’8 dicembre, intende valorizzare,
proprio nell’anno del suo 60° anniversario, il Museo storico del
Castello di Miramare, attraverso un itinerario che propone al
visitatore circa quaranta tele, in un dialogo stretto e intenso tra
i luoghi espositivi e i suoi protagonisti. Il complesso del corpus
espositivo proviene
dall’importantissima
e ricchissima collezione di Ca’ Pesaro. Inoltre, nel 2016 ricorrerà
per il pittore il 150°
anniversario della
sua scomparsa e tale
scadenza annunciata
accanto a quella di
Ippolito Caffi, Costantinopoli, Bazar turco
Miramare può essere
colta come un duplice omaggio a due importanti “ambasciatori”
culturali nel nostro Paese. Il progetto così concepito darà conto di
due piani di lettura intrecciati tra loro. Da un lato l’interessantissima ed originale produzione artistica di Ippolito Caffi, considerato il Canaletto dell’Ottocento e precursore di una nuova sensibilità pittorica che pochi anni più tardi porterà alla rivoluzione
del paesaggio impressionista. Dall’altra, l’esperienza del viaggio,
in Italia ed in Oriente, ripercorrerà anche il viaggio compiuto da
Massimiliano rivissuto attraverso ricordi e suggestioni, trovando
nel contesto di Miramare il luogo ideale per essere ammirati.
INFO> www.castellomiramare.org
LUBIANA / CENTRO D’ARTE GRAFICA / FINO AL 3 DICEMBRE
Biennale d’arte grafica
“Over you/you”: la trentunesima edizione
a cura di Nicola Lees
Il titolo è tratto da una breve nota posta
nell’angolo di un disegno di Martin
Kippenberger. Sembra un’irrisolta equazione o supposizione che sta ad indicare
l’instabilità dell’immagine che può esser
riprodotta. La Biennale esplora il
modo in cui le tecniche di riproduzione sono usate dagli artisti visivi per
le strategie di comunicazione e circolazione. Allo stesso tempo essa esamina
il potenziale di ciò che può essere infinitamente copiato, focalizzandosi sugli
innumerevoli possibili modi di concepire
il concetto di riproduzione. La Biennale si
concentra sull’artista che si oppone alla
completezza e all’unicità dell’opera d’arte
con “anti-singolarità”.
Questo risultato è ottenuto dalle
pratiche contemporanee che fanno
riferimento alla storia della dispersione
estrema. L’immagine in movimento è
un concetto fondamentale per la nostra
contemporanea economia dell’informazione. Ponendo l’immagine in movimento come si scontra con la struttura fissa
della superficie stampata, si stabilisce
un delicato equilibrio di forze tra
le opere d’arte. Questa instabilità si
riflette nel concetto della mostra che
cerca di resistere alla linearità e alla
Sowers di Enej Gala
conclusione, riflettendo invece il processo creativo degli artisti partecipanti
tramite l’enfatizzazione del non-logico e
dell’associativo.
INFO> www.aplusa.it
arte
ph Nika Furlani
TRIESTE / FRONTE STAZIONE ROGERS / DAL 4 AL 13 SETTEMBRE
Typos 2015/Convivio
Una “tavolata” di artisti reinterpreta l’alta cucina
all’interno di cinque container
Il risultato di mesi di lavoro di questi 21
creativi sono state opere creative di grande
impatto, inaspettate commistioni e, in
qualche caso, anche fusioni di più arti.
Tutte le opere saranno esposte all’interno di cinque container, che prima
sono stati luoghi destinati al trasporto di
merci e cibi, ora si trasformano in contenitori d’arte. Inaugurazione 4 settembre
2015 alle 19. Dal 5 al 13 settembre l’orario è
dalle 18 alle 24. Due gli incontri: giovedì 10
dalle 19: Showcooking a cura di Eppinger
Caffè, special guest dj Paolo Barbato. Domenica 13, ore 19: finissage della mostra
con degustazione vini e oli offerti dalla
cantina Parovel e musica live. Evento su
prenotazione. Tutti gli eventi sono gratuiti.
VENEZIA / MELORI&ROSENBERG / FINO AL 4 OTTOBRE
Colussi:
Venice forever
La nuova personale del pittore triestino
Si apre il 27 settembre alle 18 alla Galleria Melori & Rosenberg in Campo del Ghetto Novo a Venezia, la personale del
triestino Fabio Colussi, intitolata Venice forever, introdotta sul
piano critico dalla curatrice Marianna Accerboni: in mostra una
ventina di oli inediti, realizzati nel 2014-2015.
In queste pagine pittoriche - scrive Accerboni - Colussi ricostruisce con delicata e calibrata vena poetica il fascino di
Venezia e della laguna, raffinando con equilibrio e perizia il
suo luminoso e vivido linguaggio attraverso un colorismo
avvincente e reale, che lascia
tuttavia spazio anche al sogno.
Memore di una vena neoclassica, che appartiene culturalmente a Trieste, sua città d’origine, l’artista prosegue in modo
del tutto personale l’antica
tradizione di pittori e vedutisti
attivi a Venezia nel ‘700 quali
Francesco Guardi e Canaletto,
vicino al primo per ispirazione
poetica e al secondo per l’interpretazione più razionale dei
luoghi (fino al 4 ottobre, orario
Ora serena, 2015
tutti i giorni 10·17).
olio su tela - cm 30x40
INFO> 348.8965899
Opera di Lodovica Fusco
INFO>
[email protected]
+39 345 5946595
Daverio a Trieste
Prorogata fino al 26 settembre alla Biblioteca Statale
di Trieste la mostra su Paolo Caccia Dominioni, visitata
finora da più di 3000 persone. Più di cinquecento persone
hanno accolto plaudenti il grande critico Philippe Daverio,
intervenuto alla Biblioteca Statale S. Crise di Trieste per inquadrare, nell’ambito della mostra dedicata a Paolo Caccia Dominioni e curata dall’arch. Marianna Accerboni, la creatività
del grande architetto-pittore-illustratore-scrittore e soldato
in rapporto alle esperienze artistiche coeve. Visitata finora da
più di 3000 persone, dato il successo di pubblico, la rassegna
è prorogata fino al 26 settembre. In mostra più di 600 pezzi
per lo più inediti e rari tra disegni, documenti, dipinti, libri e
oggetti, esposti anche da Spaziocavana Zinelli&Perizzi e alla
Caserma Guastatori Berghinz di Udine. L’evento si svolge con
il patrocino del Comune di Trieste e di Fondazione Carigo,
con il contributo di Fondazione CRTrieste, Associazioni
Giuliani nel Mondo e Sentieri di Pace-Redipuglia, gruppo sanitario regionale Health Care Group, Il Piccolo e il
Messaggero Veneto media partner.
INFO> 335.6750946
ph Umberto Vittori
Dopo due fortunate edizioni, torna a Trieste la mostra organizzata dall’Associazione culturale Typos, in memoria
del grafico triestino Marco Stulle.
E questa volta si tratterà di una grande,
metaforica tavolata di creativi per rendere
la grafica più commestibile. Otto chef
stellati o di altissimo livello hanno partecipato regalando una delle loro ricette
originali, testo e foto illustrativa.
Ad ogni ricetta sono stati abbinati due, o in
qualche caso tre, creativi scelti da mondi
diversi, dalla grafica alla scrittura, dal design di gioielli alla videoarte. Ognuno di loro
aveva il compito di interpretare con i propri
strumenti la ricetta assegnata. E per farlo,
nessuna regola imposta. Totale libertà.
Philippe Daverio e Marianna Accerboni
11
12
arte
TRIESTE / MAGAZZINO DELLE IDEE /FINO AL 12 SETTEMBRE
La genesi del sogno
Un mix sinestesico tra arte visiva e musicale,
letteratura e storia
“La Genesi del Sogno” è composto da un
gruppo di iniziative che si svolgono presso il
Magazzino delle Idee fino al 12 settembre.
Si apre con l’esposizione delle opere di
Oleg Kudrjashov, importante autore
russo di livello internazionale, rappresentato dal London Collectors Club che - in
collaborazione con la locale Lux Art Gallery ne ha curato selezione e fornitura delle
opere sulla base del catalogo della mostra
antologica svoltasi a Londra nel 2012.
Si prosegue con la Mostra storica del
materiale biblio-fotografico dell’ ”archivio Crismani” dedicato in particolare alla
figura di Boris Pasternak illustrata nel
libro “20.00 facce di Pasternak” integrato
da edizioni storiche fornite dalla Libreria
Antiquaria “Drogheria 28”. Seguiranno la
Mostra fotografica “Prometheus back
stage” di Federico Fumolo e l’Omaggio
a Skrjabin con opere di Franko Vecchiet
e Delphi Morpurgo. Il ciclo si concluderà
il 12 settembre con il “Prometheus Day”,
strutturato su una serie di incontri culturali aperti al pubblico su temi quali:
• Cultura e sviluppo sociale russo nel
primo ‘900: Patrick Karlsen, storico,
Claudio Crismani, pianista.
• Il valore attuale dell’interazione
arte-scienza a cento anni dal pensiero
sinestesico di Aleksander Skrjabin: Maria
Campitelli, storico dell’arte con Serena
Mizzan, direttore del Laboratorio Immaginario Scientifico e la partecipazione del
Laboratorio FabLab dell’ICTP.
• L’estetica ed il pensiero, confronto fra
espressione visiva e scritta: Ivan Gergolet, regista cinematografico, Patrizia
Rigoni scrittrice.
• Il linguaggio della danza secondo Maria
Fux: performance finale di Martina
Serban.
INFO> www.provincia.trieste.it
GORIZIA / PALAZZO ATTEMS PETZENSTEIN / FINO AL 20 SETTEMBRE
Giovanni Zangrando
L’atelier e gli allievi dell’artista triestino
“Mia madre, consapevole del fatto che
amavo disegnare, mi fece seguire delle
lezioni private da Zangrando. Egli era
considerato uno degli artisti giuliani più
autorevoli, aveva talento e tecnica da…
elargire!”. Così il pittore Gianni Brumatti
ricordava Giovanni Zangrando e le sue
lezioni di pittura, tenute presso la villa
di quest’ultimo a Scorcola, “nel giardino
antistante dal quale si spaziava con la vista sul golfo”.L’esposizione nasce dalla
recentissima pubblicazione della monografia completa dell’artista curata
dallo studioso triestino Daniele D’Anza,
pubblicata per Franco Rosso editore,
ma anche dalla volontà di valorizzare le
collezioni della Pinacoteca dei Musei Provinciali di Gorizia, soprattutto per quanto
concerne la pittura goriziana e triestina
tra Otto e Novecento. La mostra prevede
sei sezioni, tra cui una sala dedicata ai
nudi realizzati da Zangrando e affiancati
dalle foto in bianco e nero scattate dallo
stesso pittore, e la sezione della Pinacoteca con le opere degli allievi. Le opere di
Zangrando sono esclusivamente di proprietà privata perché si è inteso valorizzare la produzione meno nota e, allo stesso
tempo, dare un’idea del lavoro articolato
di questo pittore di vaglia, finora poco
studiato, decisamente interessante sotto
l’aspetto formativo per altri pittori, in
particolar modo nello studio del nudo.
INFO> 0481.547541
edizione, propone un percorso espositivo che intreccia esperienze diverse
per formazione artistica e tradizioni
culturali. Un’occasione per mettere al
centro una forma d’arte come le illustra-
zioni per l’infanzia che sanno mettere in
suggestiva e fantastica relazione testi
e parole. “Le immagini che interpretano
le fiabe – spiega il critico d’arte Angelo
Bertani - costituiscono soprattutto un
atto creativo che sa accompagnare per
mano la fantasia del lettore e condurla
in un mondo nuovo, là dove le parole si
materializzano in forme e colori. Le illustrazioni sono tanto più riuscite quanto
più riescono a liberare dalla sua prigione
un mondo che altrimenti non avrebbe
espressione”.
INFO> www.centroculturapordenone.it/cicp
Sentieri
illustrati
L’annuale percorso espositivo
che il Centro Iniziative Culturali di
Pordenone dedica all’illustrazione
per l’infanzia, festeggia i 50 anni del
Centro Culturale Casa Zanussi,
con una mostra che per la prima volta
vedrà assieme tre illustratori italiani
e 14 autori ungheresi. In programma
alla Galleria Sagittaria dal 4 settembre al 25 ottobre, la rassegna
internazionale, giunta alla settima
arte
Rubrica a cura di Roberto Vidali
Galerija Murska Sobota
ph Nataša Kos
Intervista a Robert Inhof
Robert Inhof
Incontriamo il dr. Robert Inhof, 49 anni, direttore della Galerija
Murska Sobota, un museo supportato dal Ministero della Cultura
Slovena e dai comuni di Murska Sobota e da Moravske Toplice, in
veste di fondatori.
Quale è stata la sua formazione professionale?
Mi sono laureato in storia dell’arte presso la facoltà di filosofia
dell’Università di Lubiana e ho ottenuto il dottorato presso la
Alma Mater Europea - Institutum Studiorum Humanitatis con la
tesi dal titolo “La riforma di Lutero nello specchio retorico dell’immagine. Teologia, folclore, immagine”.
Quali sono i suoi progetti futuri per la Galerija Murska
Sobota?
Sto lavorando per poter presentare il lavoro dell’artista italiano
Carlo Fontana, mentre nel 2016 le personali si soffermeranno
sul lavoro degli artisti Mojca Fo, Saša Bezjak, Matej Čepin ed
Elisabetta Bacci. Le opere di Elisabetta Bacci esprimono un sentimento altro rispetto alle suggestioni malinconiche proprie della
cultura slava, e ciò mi rende particolarmente felice, perché mi
permette di lavorare nel confronto e nel dialogo, su articolazioni
diverse e non sempre conciliabili. Intendo inoltre esporre i lavori
presenti nella nostra collezione permanente del gruppo DHLM,
attivo negli anni 1970-74 e che ha introdotto la pop art, l’iperrealismo e il realismo magico nella nostra regione.
Un’ultima considerazione?
Murska Sobota è una piccola città di circa quindicimila abitanti,
eppure il suo museo è uno dei poli culturali più importanti e
meglio conosciuti anche al di fuori della Slovenia, e sebbene il
nostro staff sia composto da poche persone, è multidisciplinare
e molto efficiente. Le nostre mostre, le conferenze e i laboratori
sono sempre frequentati da un pubblico giovane e molto attento.
Nella nostra galleria abbiamo esposto opere di Marcel Duchamp,
Josef Albers, Max Bill, Bridget Rilley, Aleksander Rodčenko e
altri. Desidero inoltre ricordare la personale di Ludwig Wilding,
artista tedesco, che ha partecipato alla leggendaria “The Responsive Eye” al MOMA di New York nel 1965.
In Slovenia è possibile trovare sponsor a favore dell’arte
contemporanea?
Nel passato si è molto investito nell’arte e diverse aziende hanno
costituito le proprie collezioni private mentre acquistavano
opere d’arte a sostegno di diverse collezioni pubbliche. La crisi
economica ha interrotto questo rapporto virtuoso tra aziende,
artisti e gallerie statali, e oggi i musei e le gallerie pubbliche
dipendono soprattutto dai fondi che ricevono dal Ministero della
Cultura e dai Comuni fondatori.
Attualmente, in Slovenia, lei crede sia possibile una collaborazione tra gallerie private e istituzioni pubbliche?
Nell’ambito della “Triennale europea della piccola scultura”
abbiamo spesso collaborato con gallerie private. La difficoltà
di questa collaborazione è che i privati impongono condizioni
in merito al prestito delle opere esposte. Tali condizioni sono
spesso insostenibili dal punto di vista economico per una piccola
realtà come la nostra.
Quali sono i maggiori ostacoli che incontra un giovane artista sloveno che voglia proporsi sulla scena internazionale?
Le cause sono molteplici, dal numero eccessivo di artisti all’assenza di chi dovrebbe promuoverli. La causa principale è, però,
un certo disprezzo per l’arte che deprime e rende passivi gli
artisti fin dall’inizio. L’epoca attuale è dominata dall’immagine:
siamo bombardati costantemente da immagini accattivanti, ma
prive di vero significato. E invertire la rotta non è per nulla facile.
Copertina del n. 0 della rivista Juliet
(progetto di Oreste Zevola, 1980)
Nell’ambito della collaborazione tra l’Associazione Juliet e il Museo di Murska Sobota, al MiniMu di Trieste sono state ospitate le mostre di Dominik
Fras e Matjaž Geder. Inoltre, venerdì 4 settembre, al Museo di Murska Sobota verrà ospitata una serata di celebrazione della rivista Juliet, in occasione
dei suoi 35 anni di attività, con proiezione di filmati e documenti.
13
14
schermi
TRIESTE / TEATRO MIELA / DAL 18 AL 23 SETTEMBRE
CON ANTEPRIMA A ROMA CINEMA TREVI IL 15 E IL 16 SETTEMBRE
“I Mille Occhi”,
sguardi fuori dal tempo
Festival internazionale del cinema e delle arti,
con incontri e proiezioni a ingresso libero
La XIV edizione de “I Mille Occhi”
torna a proporre un denso programma
di proiezioni e incontri, tutti a ingresso
gratuito, secondo una forma-festival che
mira a instaurare profondi intrecci tra il
cinema del presente e del passato.
Ospite della prossima edizione sarà il
cineasta portoghese Vítor Gonçalves,
a cui verrà assegnato il Premio Anno
Uno per il suo secondo e ultimo
lungometraggio A vida invisível, girato
a 27 anni di distanza dal debutto di culto
Uma rapariga no Verão, pietra miliare del
cinema portoghese.
Tra i molti sconfinamenti proposti dal
festival dentro e oltre la settima arte,
verrà proposto un omaggio al cinema
della artista francese Niki De Saint
Phalle, con la proiezione delle sue
due uniche regie: Daddy (1973) e Un
rêve plus long que la nuit (1976),
in un percorso curato dalla cineasta
sperimentale Jackie Raynal.
Saranno invece alcuni documenti mai
visti a inaugurare il festival la sera del
18: l’anteprima dell’appena ritrovato
e restaurato Il Duce a Trieste, sulla
visita di Mussolini nel capoluogo
giuliano, e la rara versione integrale di
Vivere da anarchici, film-intervista
sull’anarchico triestino Umberto
Tommasini, realizzato da Paolo Gobetti
nel 1976, di cui si vedrà anche Racconto
interrotto (1992), il film dedicato al
padre antifascista Piero. I filmati storici
saranno presentati da Paola Olivetti,
compagna di Paolo Gobetti e direttrice
dell’Archivio cinematografico della
Resistenza di Torino (responsabile del
ritrovamento di Il Duce a Trieste).
All’insegna degli incubi della Storia si
svolgerà un percorso tra cinema, teatro e
letteratura sui fantasmi apocalittici delle
due guerre mondiali, con alcuni preziosi
recuperi dal periodo del muto e un doppio
incontro tra arti: quello di Luca Ronconi
con la piéce Gli ultimi giorni dell’umanità
di Karl Kraus (accompagnato da un
film-testimonianza di Miklós Jancsó sul
grande regista teatrale), e di Ermanno
Olmi con l’opera di Mario Rigoni Stern,
dal corto Ritorno al paese (1967) al film
tv I recuperanti (1970).
Il festival prosegue inoltre la sua opera
di approfondimento di tre figure poco
esplorate del cinema italiano (Oreste
Palella, Raffaele Andreassi e
Emanuele Caracciolo, cineasta ucciso
a 31 anni nel massacro delle Fosse
Ardeatine), e propone una selezione di
rarissimi film provenienti da altre zone
d’ombra del nostro cinema, con - tra
gli altri - recuperi mai visti di Vittorio
Cottafavi (Fiamme sul mare) e Edgar
A vida invisível di Vítor Gonçalves
Niki de Saint Phalle
G. Ulmer (L’amante di Paride).
Seguiranno anche percorsi dedicati allo
scenografo russo Boris Bilinsky e al
regista tedesco Frank Wysbar, con un
ricordo dell’attore Richard Harrison
e del caratterista triestino Livio
Lorenzon, culminando infine in un
percorso sulla flagranza della pellicola,
che si accompagnerà, insieme a molte
ricognizioni documentarie e poetiche
sulla fisicità del cinema, al ricordo del
grande cinefilo Ciro Giorgini, storico
programmatore di Fuori Orario e tra i
fondatori dell’Officina Film Club.
Il festival, diretto da Sergio M. Germani
con la collaborazione di critici e
ricercatori, italiani e internazionali, è
realizzato con il contributo di Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia,
Provincia di Trieste, Comune di
Trieste, Fondazione Kathleen
Foreman Casali.
Segui I MILLE OCCHI su
Facebook, Twitter e su Tumblr
(milleocchisulfestival.tumblr.com).
INFO> www.imilleocchi.com
Mädchen in Uniform
16
schermi
PORDENONE / TEATRO VERDI / DAL 3 AL 10 OTTOBRE
Le giornate del cinema muto
Una settimana di fitte proiezioni dedicate al grande cinema di un tempo
Ritorna, puntualissimo, l’evento
pordenonese dedicato al cinema
muto. Le Giornate di quest’anno
si svolgeranno dal 3 al 10 ottobre, come sempre organizzate
dalla Cineteca del Friuli. Solo
qualche anticipo, in attesa del
calendario ufficiale. Il fantasma
dell’opera, “pietra miliare sul
cammino della cinematografia
verso la perfezione”, come scriveva nel 1927 la Rivista CinemaIl fantasma dell’opera
tografica, è l’evento orchestrale
di chiusura della manifestazione,
la sera di sabato 10 ottobre (con replica nel pomeriggio di domenica 11). Il film sarà presentato nell’edizione restaurata a colori
da Photoplay con la partitura di Carl Davis eseguita dall’Orchestra San Marco di Pordenone diretta da Mark Fitz-Gerald.
I miserabili, il monumentale film del 1925 di Henri Fescourt
restaurato dalla Cinémathèque de Toulouse con il Centre National du Cinéma et de l’Image Animée (CNC) e con la Fondation
Seydoux-Pathé e presentato in anteprima mondiale a Tolosa lo
scorso dicembre, sarà un altro evento clou delle Giornate 2015.
INFO> www.giornatedelcinemamuto.it
Cervignano Film Festival
Il cinema del confine e del limite nasce da un’idea del Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San
Michele e dalla volontà di supportare la creatività giovanile
con l’intento di valorizzare le forme “minori” della narrazione
audiovisiva e cinematografica come forme espressive particolarmente efficaci ed attuali a livello mediatico, sociale e culturale. Perché il tema “del confine e del limite”? Il Friuli Venezia
Giulia è, per definizione, terra di confine e crocevia di popoli e
di culture. Cervignano del Friuli, la cittadina che ospiterà la manifestazione, fino al 1915 era l’ultimo avamposto dell’impero
asburgico. Queste elementari constatazioni ci hanno suggerito
di approfondire questo tema decisivo attraverso il filtro di un
festival cinematografico che provi a raccogliere i migliori cortometraggi e documentari di giovanifilmaker sul tema e organizzando, parallelamente alla competizione, incontri di approfondimento, seminari, workshop e tavole rotonde.
23 al 27 settembre.
INFO> www.cervignanofilmfestival.it
VENEZIA / HOTEL EXCELSIOR / 4 SETTEMBRE
Premio Mattador
Protagonisti anche alla Mostra
del Cinema di Venezia
Continuano gli appuntamenti veneziani di Mattador. Dopo la Premiazione del 6° Concorso lo scorso 17 luglio nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice, il Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador
dedicato a Matteo Caenazzo sarà ospite anche quest’anno della
72.Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia.
Venerdì 4 settembre alle 12.30 nello Spazio della Regione del Veneto - Hotel Excelsior del Lido, in un incontro coordinato dal giornalista Pierluigi Sabatti, saranno illustrate le sezioni del Premio con
il nuovo progetto DOLLY “Illustrare storie per il cinema” ed
anticipati i contenuti del quarto libro della collana Scrivere le immagini. Quaderni di Sceneggiatura. Ampio spazio sarà dedicato
alla sezione CORTO86 2014 con la proiezione del cortometraggio
di Mariachiara Manci Bagaglio in Eccesso, prodotto da Mattador
in coproduzione con Fantastificio, Pianeta Zero, Pilgrim, con il
supporto di FVG Film Commission e in collaborazione con Officine
Artistiche di Roma. Interverranno: Decimo Poloniato (Film Commission Regione Veneto), Guido Abbattista (EUT-Università Trieste),
Gianluca Novel (FVG Film Commission), Giulio Kirchmayr (Corto86),
Laura Modolo (Mattador).
Il CORTO86 per il 2015, vinto dalla sceneggiatura Consigli
pre-appuntamento dal futuro di Giacomo Caceffo di Schio (VI),
vedrà a breve la sua realizzazione a Trieste. Durante la cerimonia
di luglio sono stati inoltre premiati: Riccardo Marchetto di Ferrara
con Haifai (migliore sceneggiatura), Claudia De Angelis di Caserta
con King of the road, Camilla Buizza di Brescia con Parla in silenzio,
Sara Cavosi di Roma e Fabio Marson di Trieste con L’amor fu (Borsa
di formazione Mattador), Chiara Ionta di Roma con Noa Noa e Pedro
Dias di Trieste con Doppelgänger (Borsa di formazione Dolly), Pier
Lorenzo Pisano di Napoli con Timelapse (menzione speciale per la
sceneggiatura).
INFO> www.premiomattador.it
17 luglio, Premiazione Mattador
La scuola privata per le Superiori
Il Ferraris di Trieste è tra i migliori preparatori a livello nazionale
L’Istituto Galileo Ferraris, presente
a Trieste dal 1972, è riconosciuto
a livello nazionale come Ente
preparatore al conseguimento
del diploma di maturità per licei
e istituti tecnici.
Premiato per due anni come miglior
operatore del settore, l’Istituto si
è specializzato nell’ organizzazione
di corsi legati all’ insegnamento
e al recupero degli anni scolastici.
La serietà, l'attenzione per lo
studente e la nostra metodologia
d'insegnamento sono gli strumenti
che rendono positiva l'esperienza di
chi ci ha scelto in tutti questi anni.
L’Istituto intende proseguire la
propria mission, affiancando alla
tradizionale formazione scolastica
e parascolastica percorsi didattici
progettati secondo le esplicite
richieste del cliente. Nel farlo, si
avvale di docenti e professionisti
che, oltre alla competenza
d’insegnamento, possono offrire
le proprie esperienze professionali
e il know-how acquisito in diversi
settori di mercato.
Visitate il nostro sito dove troverete
ulteriori informazioni disponibili sui
nostri servizi a vostra disposizione.
Restiamo anche a vostra
disposizione per un appuntamento
presso la sede dell’Istituto Galileo
Ferraris in via S. Caterina 7,
raggiungibile facilmente anche
da chi arriva fuori città.
La strutture sono ampie e dotate
di strumenti didattici informatici
specifici e di supporto tecnico per
gli allievi. Le lezioni sono supportate
dall’uso di videoproiettori e lavagne
mobili, ma anche dalla possibilità di
confezionare un percorso didattico
personalizzato sulle specifiche
necessità dell’allievo.
musica
NORD EST / LUOGHI VARI / A SETTEMBRE
Elisa e De Gregori protagonisti
ph Fabio Lovino
Amici a Cividale il 27 settembre. Eros esordisce all’Arena di Verona
Parco della Lesa
Eros Ramazzotti
ph Daniele Barraco
18
De Gregori
Sono iniziati i preparativi per il September Fest 2015, in programma il 18 e il
19 settembre. La seconda edizione del
September Fest sarà organizzata in collaborazione col PnBox e la Pro Cordenons.
Anche quest’anno il festival proporrà due
giornate non solo di musica ma anche performance di teatro, proiezioni cinematografiche e installazioni artistiche sempre
nel parco Parareit di Cordenons.
Venerdì 18 vedrà esibirsi sul palco del
September band dalla personalità rock
con influenze wave o psych come Be
Forest (shoegaze, rock, wave), Sonic Jesus
(psych-rock) e Pozdam (wave, post punk).
Sabato invece la serata sarà dedicata a
ritmi più caldi con una atmosfera da festa
con artisti come Jahcoustix (roots, reggae,
world), E.B.M. (reggae, soul, hip-hop) e
Rusty Rockerz (reggae dancehall).
Una grande festa in musica, danza, arte
e cultura che richiamerà su un unico
palco alcuni fra i più grandi artisti italiani
assieme alle migliori nuove proposte
della musica e dell’arte del nostro paese,
chiamati a raccolta dalla meravigliosa
Elisa: “Amici a Cividale”, questo il
titolo del grande evento a che animerà il
Parco della Lesa di Cividale del Friuli,
domenica 27 settembre, con l’inizio
dello spettacolo fissato alle 21.00. Protagonisti sul palco, oltre alla cantautrice
di Monfalcone, anche il crooner che il
mondo ci invidia Mario Biondi, i prodigiosi The Kolors, il nuovo volto del rap
Briga, assieme alle promesse dell’ultima
edizione del talent show Amici Di Maria
De Filippi: Virginia, Giorgio, Paola,
Luca, Michele, e ancora Il Piccolo Coro
Artemìa di Torviscosa, composto da
Elisa
giovani coriste e coristi dai 10 ai 19 anni,
il dj Franz Contadini, che ha firmato il
remix della fortunata “L’Estate Addosso”
di Jovanotti, gli artisti Pier Luigi De
Lutti e Gianni Cej, una grande squadra
unita per una serata di grande spettacolo
e solidarietà.
Un’occhiata fuori regione. Il 22 settembre un concerto evento con Francesco
De Gregori come protagonista: si tratta
del ‘Rimmel 2015‘, live in cui per la
prima volta il cantautore canterà integralmente il suo disco più apprezzato,
a 40 anni esatti dal rilascio dell’album
(‘Rimmel‘, dato alle stampe nel 1975). La
serata sarà ricca di ospiti illustri, come,
tra gli altri, Caparezza, Malika Ayane,
Elisa, Fedez, Checco Zalone, Giuliano Sangiorgi e Fausto Leali.
Ai nomi già confermati va ora ad aggiungersi anche il collega e amico Luciano
Ligabue: il rocker di Correggio parteciperà al concerto dopo aver collaborato
anche nell’ultimo lavoro rilasciato da De
Gregori – ‘Vivavoce‘ – prestando la voce
sulle note di ‘Alice‘.
Ben tre le date veronesi di Eros Ramazzotti, il 16, il 18 e il 19 settembre.
Sono passati due anni dal Noi Tour di
Eros Ramazzotti, e ora l’artista romano
è pronto a tornare sulle scene per il suo
World Tour che conta già 23 concerti già
confermati in Europa, tra cui ovviamente
ampio spazio dedicato alle date italiane.
Dopo una breve escursione in Slovenia,
Serbia, Bulgaria, Svizzera e Polonia, Eros
Ramazzotti sarà di nuovo in Italia con
due date a Milano, il 7 e il 9 ottobre, a
Firenze il 12, a Roma il 14 e il 16 ottobre e
a Bologna il 20 ottobre.
musica
Rubrica a cura di Cristiano Pellizzaro
Parola di Geco / Tutta un’altra musica
Soundreef: società per il controllo
dei diritti d’autore. Musicisti, gestori
di locali e organizzatori di eventi, se
ancora non siete a conoscenza di questa
realtà con base nel Regno Unito creata
da due italiani, vi consiglio di visitare il
sito soundreef.com e leggervi qualche
articolo non tanto difficile da reperire
in internet, a riguardo della sentenza di
alcuni mesi fa che sulla base di normative
europee sulla circolazione libera dei
servizi, rende superata una legge del
1941 che consegnava direttamente nelle
mani della Siae il controllo dei diritti
d’autore. Ora potrà esserci concorrenza o
più semplicemente scelta nellaffidamento
delle proprie produzioni da diffondere
pubblicamente. Soundreef, già in attività
in svariati paesi in tutto il mondo,
fornisce la musica dei propri associati a
locali commerciali e promoter di serate
musicali, e garantisce semplicità nelle
regole e nei rimborsi agli autori iscritti nei
suoi registri. Lo so di aver stuzzicato la
vostra curiosità.
è un argomento che approfondirete.
Woodstock quarantasei anni dopo
la storia di Nick e Bobbi Ercoline.
I nomi di questi due signori non diranno
nulla ai più, ma i soggetti dell’immagine
simbolo dello storico concerto che si
tenne nell’agosto del 1969, e che ritraeva
due giovani abbracciati e avvolti in una
coperta, sono proprio loro.
E stanno ancora assieme.
Per gli amanti delle grandi emozioni
proiettate sugli schermi giganti, un doppio
appuntamento al cinema questo mese.
Si parte martedì 15 e per tre giorni il
documentario Amy-The girl behind the
name, ci racconterà gli aspetti meno noti
della vita di Amy Winehouse mediante
filmati e immagini inedite. Diretto dal
regista angloindiano Asif Kapadia, e già
presentato fuori concorso allo scorso
Festival di Cannes, il film viene proiettato in
occasione dell’anniversario di nascita della
cantante, nata il 14 settembre del 1983.
A fine mese invece, e più precisamente
martedì 29 e mercoledì 30 (la terza
giornata di programmazione è prevista
per il primo ottobre), sarà la volta di
Roger Waters-The Wall. Dopo il
successo planetario di 219 repliche in
quattro anni, tutte sold out, lo spettacolo
viene riproposto al cinema. Al termine
del film, prodotto dalla stesso Waters e
diretto assieme a Sean Evans, direttore
creativo del tour, per la prima volta
assieme, Nick Mason e Roger Waters
risponderanno ad una selezione di
domande dei fan, pervenute al sito
rogerwatersthewall.com. Buona visione.
INFO> www.facebook.com/latanadeigechi / latanadeigechi.blogspot.com
MUGGIA / PIAZZA MARCONI / 5 E 6 SETTEMBRE
Fvg a ritmo di jazz
Dopo il week end muggesano,
a ottobre le iniziative di Controtempo
Anche nel 2015 per due giorni Muggia tornerà ad essere la
capitale italiana del jazz. Il 5 e 6 settembre Piazza Marconi
dalle 21 alle 23.30 ospita la nona edizione del Festival a ingresso libero organizzato dall’Associazione B.B.C. e dal Comune di
Muggia e con il sostegno della Samer & Co. Shipping. La manifestazione vede in cartellone, anche nel 2015, grossi nomi internazionali: per la prima volta in regione, la jazz singer Denise King,
votata come “migliore cantante jazz” dalla francese Accademie
du Jazz nel 2011, accompagnata dal trio del “più nero tra i pianisti
italiani”, Massimo Faraò. Ancora una premiere regionale sarà
quella rappresentata dalla presenza del duo composto dai virtuosi
della chitarra Frank Vignola, definito dal New York Times “una
delle più brillanti stelle della chitarra” e da Vinny Raniolo, protagonista di alcuni episodi della serie tv cult “Boardwalk Empire”. Il
programma della rassegna jazzistica internazionale riservata ad
esclusive assolute, com’è consuetudine, presenterà non solo jazz,
ma anche swing, boogie woogie e soul/blues con artisti di fama
internazionale.
Dianne Reeves
Qualche anticipo targato Controtempo. Sarà Dianne Reeves,
la voce del jazz per eccellenza, la protagonista dell’anteprima
dell’undicesima edizione di Il Volo del Jazz. In concerto al
Teatro Verdi di Pordenone martedì 20 ottobre. Subito dopo, Jazz
& Wine of Peace Festival, dal 22 al 25 ottobre 2015, per quattro giorni e quattro notti trasforma Cormòns, cuore del Collio, in
uno straordinario strumento musicale che risuona delle armonie
di tutto il mondo.
INFO> www.muggiajazz.com
www.controtempo.org
19
20
ZAPPING
TRIESTE / SEDE ACTIS / LA STAGIONE
Actis, attività molteplice
Festa d’apertura il 18 settembre, riaprono tutti i corsi
Da metà settembre riprendono le attività
dell’Associazione Culturale Teatro
Immagine Suono - ACTIS con i corsi di
teatro e danza tenuti nella sua sede a
Trieste di via corti 3/A. Le attività si rivolgono a tutte le fasce di età, ai bambini
sono rivolti sia i corsi di teatro e teatro
circo che quelli di gioco danza e danza moderna. Per gli adulti e i ragazzi più grandi
si propongono i corsi annuali di teatro,
dizione, danza contemporanea e modern jazz. Gli insegnanti collaborano con
l’Associazione ormai da anni e costituiscono un team di affiatati professionisti
nei loro rispettivi settori. Finalità principale di tutti i corsi è l’espressione della
parte creativa sia nei piccoli che negli
adulti, quella parte che permette di crescere e trovare l’armonia in tutte le età.
Prosegue inoltre anche l’attesissimo
laboratorio di scrittura drammaturgica, che prevede, nel momento finale, la
lettura scenica dei testi scritti da parte dei
partecipanti ai laboratori teatrali: un’in-
teressante opportunità per condividere e
mettere a frutto i vari percorsi espressivi.
I corsi di teatro e danza dell’altro anno
sociale hanno prodotto saggi e spettacoli
che sono stati messi in scena presso il
Teatro Franco e Franca Basaglia a Trieste
e presso il Teatro di Sesana in Slovenia.
Il laboratorio teatrale e quello di danza
a livello avanzato producono inoltre
spettacoli e performance che vengono
presentati al pubblico in varie occasioni e
manifestazioni.
Nell’ambito formativo, un’altra interessante proposta viene data dal laboratorio di
Playback Theatre, una forma di improvvisazione teatrale interattiva che interseca
sul palco gli strumenti artistici del teatro,
della danza e della musica, dando vita alle
storie che il pubblico racconta; in programma tre appuntamenti: il 24 e 25 ottobre,
21 e 22 novembre e 12 e 13 dicembre. Il
laboratorio è rivolto a formatori, insegnanti, educatori, operatori sanitari, psicologi,
operatori teatrali, artisti e curiosi.
Nell’ambito dell’immagine proseguono
anche i seminari di fotografia con
l’artista polacca Izabela Jaroszewska.
Per quanto riguarda il settore Benessere
l’ACTIS propone un percorso di Mindfulness con Daniela Riggio e degli incontri di
meditazione di tradizione Zen seguendo
gli insegnamenti del Maestro vietnamita
Thich Nhat Hanh.
Gli spazi dell’ACTIS si aprono anche a
molteplici attività: da ottobre ricomincia
la manifestazione di corti di teatro, danza
e video ArTeatro Corti con nuovi e
ghiottissimi appuntamenti e con dicembre
i primi appuntamenti della XIII edizione
della manifestazione di danza contemporanea, teatro danza e arti performative
Dancproject Festival, che si avvale del
sostegno della Regione Friuli Venezia
Giulia. Nella scorsa edizione vi sono stati
importanti appuntamenti con compagnie
di danza di altissimo livello presso il teatro “Il Rossetti” di Trieste, il Teatro Stabile
Sloveno e il Teatro comunale di Gradisca.
Il Festival è ormai un appuntamento importante, dove agli spettacoli si alternano
happening, installazioni e momenti di
incontro con il pubblico sul tema che la
manifestazione vuole affrontare. Nella XII
edizione il filo conduttore era rappresentato dall’eticità e i valori in un mondo che
mostra profonde ferite; quest’anno il tema
è l’incontro tra culture e il superamento
dei limiti, intesi sia in senso geografico
che mentale. La festa d’inaugurazione si
terrà venerdì 18 settembre dalle 19.00
presso la sede di via Corti a Trieste.
INFO> www.actistrieste.org
email [email protected]
tel. +39 040 3480225
ZAPPING
PORDENONE / LUOGHI VARI / DAL 16 AL 20 SETTEMBRE
Crisi vs futuro
La nuova edizione di Pordenonelegge, con grandi ospiti da tutto il mondo
Eloquente il manifesto di Pordenonelegge edizione 2015,
curato da Alberto Garlini, Valentina Gasparet, Gian
Mario Villalta. Niente di meglio che esporlo ai nostri
lettori.
“C’è una parola che abbiamo incontrato spesso, in
quest’ultimo anno, nei libri che abbiamo incrociato o che ci
sono stati proposti. Non è difficile indovinare: è la parola
“crisi”. Una parola declinata in tutti gli accostamenti possibili,
dall’economia alle istituzioni, dalla famiglia all’impresa,
e poi fin dentro lo specifico di cui ci occupiamo: crisi
dell’editoria, crisi del libro. Crisi, ovvero, necessariamente:
cambiamento. Il momento della crisi è quello di un
passaggio, di cui avvertiamo gli effetti, e di solito generano
segnali di disagio, peggioramento, allarme. E’ necessario
cercare di capire che cosa sta accadendo, durante una crisi.
E oggi più di sempre è proprio nei libri che si trovano, se non
le risposte, le domande giuste. E poi nei libri di quest’anno
ricorre, senza che vi sia paradosso, un’altra parola: “futuro”.
Solo il futuro, il futuro che è già qui e che dobbiamo imparare
a vedere sarà non la soluzione, ma la conseguenza della crisi.
Ci appare chiaro, oramai, che quello che è stato il mondo
della crisi, è il mondo di ieri, e il suo tempo non avrà più
corso. Mentre il mondo dove le conseguenze della crisi sono
già all’opera si lascia intravedere, soprattutto attraverso
Michel Faber
i libri, nell’avvento di nuove dimensioni di esistenza, di
produzione e di relazione comunicativa. Abbiamo cinque
lunghi giorni, meravigliosamente intensi, per imparare a
leggerle meglio e per parlarne insieme”.
INFO> www.pordenonelegge.it
GRADO / ISOLA DEL SOLE / DAL 2 AL 4 OTTOBRE
Grado Giallo
Il potere e i generi del mistero
Nato come occasione di incontro e confronto fra studenti, scrittori e appassionati
del genere, il Festival Grado Giallo si è ampliato di anno in anno, estendendosi
a cinema e teatro, con attenzione alla cronaca e all’attualità, coinvolgendo
esperti di vari settori, da scrittori e critici letterari, a giornalisti fino a poliziotti
e magistrati.
Non solo, il tema del giallo è stato declinato in ogni possibile contesto per farne
occasione di spettacolo, gioco e intrattenimento. Vengono così proposti laboratori
e animazione per bambini e ragazzi, aperitivi in giallo, le appassionanti cene con
delitto, fino a concorsi per aspiranti giallisti o per stimolare la creatività di negozianti, gestori e ristoratori di tutta l’isola.
Sono 64 gli autori che hanno partecipato alla IV edizione del “Premio
letterario Grado Giallo” per il miglior racconto giallo, thriller e noir, indetta dal
Comune di Grado - in qualità di orgaGrado Giallo
nizzatore del Festival Letterario Grado
Giallo - con “Il Giallo Mondadori”.
La premiazione del vincitore (che
sarà scelto nella rosa dei finalisti) si
terrà in concomitanza con la prossima
rassegna. L’opera vincitrice sarà pubblicata in contemporanea su uno dei
volumi della collana Il Giallo Mondadori in edicola a ottobre 2015.
INFO> www.gradogiallo.it
James Joyce
Triestiners
La mostra si può vedere al museo Joyce
fino al 16 dicembre. C’è un James Joyce
triestino dentro quello dublinese. E’ un
fatto ormai noto e ben approfondito.
Un Joyce che parla e scrive un ottimo e
disinvolto dialetto triestino, che prende
parte alla vita culturale cittadina non
solo in qualità di insegnante di inglese
della buona borghesia, ma anche tenendo
conferenze sulla sua Irlanda e su Amleto,
Defoe e Blake e scrivendo per il “Piccolo
della Sera”. Una mostra su questa sua
“seconda patria” - come Joyce definì
Trieste secondo una testimonianza di
Nino Frank – affollata di personaggi con
cui entra in contatto, da cui verrà ispirato
e che ispirerà. Primo fra tutti, come si sa,
Italo Svevo.
INFO> www.museojoycetrieste.it
21
22
Sistema Network Caffè
Ad ottobre pubblichiamo gratuitamente le date che riceviamo entro il 21 settembre 2015
pordenone
musica
Fino al 30/9
Musae
Percorsi culturali in provincia
Il volano culturale per promuovere il
meglio della produzione artistica realizzata dall’associazionismo locale
Pordenone, luoghi vari
Info: www.provincia.pordenone.it
Domenica 13
Quartetto di Udine
Musiche di: A. Dvorák, G. Fauré
Ore 21 - Chiesa di S. Gregorio, via
Garibaldi, Sacile, Pordenone
Info: www.neisuonideiluoghi.it
Venerdì 18
Zari Percussion Duo
Fotografia e ritratto
A vent’anni dalla mostra
L’Io e il suo doppio
Galleria Civica d’Arte Celso e Giovanni
Costantini, Castions di Zoppola,
Pordenone
Info: 0434.577526
Fino al 27/9
La fotografia francese
del Novecento
A cura di Jean Marc Lacabe, Walter
Liva, Claude Nori, Roberto Salbitani
Spazi Espositivi della Provincia, Corso
Garibaldi, Pordenone
Info: www.craf-fvg.it
Fino al 9/10
Kusterle. Il corpo
eretico
Musiche di: S. Ottomano, T. Golinski,
Galleria Harry Bertoia, Pordenone
A. Dorman, E. Sejournè, N. Martynciow, Info: www.comune.pordenone.it
A. Morag, R. Marino
Ore 21 - Palazzo Tadea, via
Sottocastello, Spilimbergo, Pordenone Fino al 11/10
Info: www.neisuonideiluoghi.it
Guido Guidi.
18 e 19/9
Guardando a Est
Ex Essiccatoio bozzoli, San Vito
al Tagliamento, Pordenone
Parco Parareit, Cordenons, Pordenone Info: www.craf-fvg.it
Info: www.kact-us.com
September fest
teatro
Domenica 20
Pordenone
Effettivamentelegge
Dal 4/9 al 25/10
Sentieri Illustrati
Centro Culturale Casa Zanussi,
Pordenone
Info: centroculturapordenone.it
Fiori d’equinozio
Ore 21.30 - Cinemazero, Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Dal 3 al 10/10
>>articolo a pag. 16
arte
Fino al 20/9
Virgilio Guidi
Il destino della figura
Galleria A. Pizzinato, viale Dante 33,
Pordenone
Info: artemodernapordenone.it
Luigi Vettori
Un’eredità spezzata
Galleria A. Pizzinato, viale Dante 33,
Pordenone
Info: artemodernapordenone.it
Mercoledì 16
L’officina del
romanziere
Ospite d’onore Daniel Pennac.
Intervista di Fabio Gambaro
Ore 18.30 - Teatro Comunale G. Verdi,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Parole. Ascoltarsi,
amarsi, agire
Incontro con Rosanna Virgili e Lidia
Maggi. Modera Renato De Zan.
Ore 20.30 - Palaprovincia Largo
San Giorgio, Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Le ultime diciotto ore
di Gesù
Incontro con Corrado Augias
Ore 21 - Teatro Comunale G. Verdi,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
La poesia secondo
Marcos y Marcos
Con Umberto Piersanti, Stelvio Di Spigno,
Mariagiorgia Ulbar, Gabriele Belletti
e Claudia Tarolo
Ore 21 - Loggia del Municipio,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Dal 16 al 18/9
Happy buisness to
you
Giovedì 17
Dal 12/9 al 17/1
Pordenone Montanari.
Assedio alla forma
Galleria Harry Bertoia, Pordenone
Info: 0434.392916
varie
Le giornate del cinema
muto
Fino all’11/9
Teatro Comunale G. Verdi, Pordenone
Info: giornatedelcinemamuto.it
delle manifestazioni
Valvasone, Pordenone
Info: www.medioevoavalvasone.it
L’evento B2B dedicato agli
imprenditori e operatori del Contract
Fiera di Pordenone
Info: www.fierapordenone.it
Una lettura popolare di alcuni classici
della letteratura comica, dove il
pubblico non è solo il pubblico…
Di e con i Papu (aspettiamoci di tutto!)
Ore 15 - Piazza Cavour, Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
cinema
Venerdì 18
luglio
Terraè
ecoNOmia: modelli, esperienze, idee,
proposte, trasparenza, etica
Sala Degan della Biblioteca Civica,
Pordenone
Info: www.terra-e.it
Dal 6 al 27/9
Curiosi del territorio
Pordenone e provincia
Info: centroculturapordenone.it
Dall’11 al 13/9
Medioevo a Valvasone
Ritorna uno degli appuntamenti
più attesi nel panorama regionale
Effetto domino:
raccontare la crisi
Incontro con Romolo Bugaro e Ilvo
Diamanti. Modera Paolo Possamai
Ore 18.30 - Palazzo Montereale
Mantica, Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
La politica come
“essere con”
Serata in onore del
Premio Campiello
Incontro con il vincitore del Premio
Campiello 2015. Intervengono Piero
Luxardo e Ilvo Diamanti. Presenta
Gian Mario Villalta
Ore 21 - Convento di San Francesco,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Parole. Vivere. Corpo,
psiche, spirito
Ore 21 - Teatro Comunale G. Verdi,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Carnediromanzo
Rave letterario con Natalino Balasso e
Massimo Cirri
Ore 22 - Palaprovincia Largo San
Giorgio, Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
19 e 20/9
Incontro con Vito Mancuso. Presenta
Franco Fusaro. Introduce Stefano
La giostra dei castelli
Bortolus
Nasce per ricordare l’invasione dei
Ore 21 - Piazza della Motta, Pordenone turchi nelle nostre terre, avvenuta
Info: www.pordenonelegge.it
alla fine di settembre del 1499
Via Vittorio Veneto, Pordenone
Venerdì 18
Info: www.giostradeicastelli.it
Viaggio a Tokyo
Incontro con Vincenzo Filosa.
Presenta Sabrina Baraccetti
Ore 19.30 - Biblioteca Civica, Chiostro,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Cari mostri
Incontro con Stefano Benni
Ore 21 - Teatro Comunale G. Verdi,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
“Se la notte ha un
sapore di notti
future”…
Omaggio a Pier Paolo Pasolini
Letture e canzoni di Alice. Con Marco
Guarnerio alla chitarra
Ore 21.30 - Convento di San Francesco,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Sabato 19
Tecnologia e
mobilitazione totale
Incontro con Maurizio Ferraris e
Stefano Moriggi
Ore 19 - Palazzo Montereale Mantica,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
La repubblica
dell’immaginazione
Incontro con Azar Nafisi. Intervista di
Loredana Lipperini
Ore 19 - Palaprovincia Largo San
Incontro con Jean-Luc Nancy.
Introduce Antonella Silvestrini
Giorgio, Pordenone
Ore 18.30 - Convento di San Francesco, Info: www.pordenonelegge.it
Pordenone
L’età del caos
Info: www.pordenonelegge.it
Incontro con Federico Rampini
Non dire gatto
Ore 19.30 - Piazza della Motta,
Incontro con Giovanni Trapattoni
Pordenone
Ore 19 - Piazza della Motta, Pordenone Info: www.pordenonelegge.it
Info: www.pordenonelegge.it
Domenica 20
Raccontare il mondo,
commentare la
politica
per un buon uso pubblico della
storia
Incontro con Ferruccio De Bortoli e
Ernesto Galli Della Loggia. Presenta
Giulio Giustiniani
Ore 11 - Piazza San Marco, Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Storia del Vaticano
Incontro con Paolo Scandaletti.
Presenta Luciano Padovese
Ore 15 - Palazzo Montereale Mantica,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Santa degli impossibili
Incontro con Daria Bignardi. Presenta
Valentina Gasparet
Ore 18.30 - Teatro Comunale G. Verdi,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
L’infermiera inglese
Incontro con Masolino D’Amico
Ore 18.30 - Palazzo Gregoris,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Possa il mio sangue
servire
Uomini e donne della
Resistenza
Incontro con Aldo Cazzullo. Letture di
Alessandra Marc
Ore 19 - Piazza della Motta, Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Avrò cura di te
Il libro nero del
califfato
Incontro con Massimo Gramellini e
Chiara Gamberale
Ore 21 - Teatro Comunale G. Verdi,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
Le mani della madre
Coiltech
Incontro con Carlo Panella. Intervista
di Michelangelo Agrusti
Ore 21 - Palazzo Montereale Mantica,
Pordenone
Info: www.pordenonelegge.it
23 e 24/9
Desiderio, fantasmi ed eredità Fiera internazionale del Coil Winding
Fiera di Pordenone
del materno
Incontro con Massimo Recalcati
Info: www.fierapordenone.it
udine
SETTEMBRE
musica
Giovedì 3
Trio
Danelon-Corsini-Santin
Nei suoni dei luoghi 2015. Musiche di:
J. Brahms, R. Kahn, F. N. Duvernoy
Ore 21 - Sagrato della Chiesa di San
Martino Vescovo, piazza Libertà,
Campolongo Tapogliano, Udine
Info: www.neisuonideiluoghi.it
Dal 4 al 6/9
Danzando tra i Popoli…
Il Mediterraneo: mare, ponte, confine
tra mondi. Parteciperanno gruppi
folcloristici da Turchia, Spagna e
Croazia
Basiliano, Udine
Info: www.danzeriniudinesi.it
Dal 4 al 7/9
Perdon di Sant’Antoni
Lavariano, Mortegliano, Udine
Info: www.turismofvg.it
Sabato 5
Misa de Indios
Nel libro Los hijos de los días, lo
scrittore uruguayano Eduardo
Galeano, in riferimento alla data del
12 ottobre 1492, scrive che in quel
giorno gli Indios scoprirono che erano
indigeni, che vivevano in America,
che erano nudi, peccatori, sudditi di
un re ed una regina lontani e di un dio
che stava in un altro cielo, che quel dio
aveva inventato la colpa e i vestiti e
avrebbe ordinato di mettere al rogo
chi adorava il sole, la luna, la terra
e la pioggia. Partendo da questa
considerazione, è possibile dire che,
in quel giorno, gli Indios scoprirono
anche che la musica e la cultura delle
Americhe sarebbero state poi divise in
pre e post colombiane. Da qui, la Misa
de Indios si presenta invece come un
vasto e articolato percorso attraverso
la storia dell’altipiano andino e delle
sue melodie - ancestrali, coloniali e
moderne – in cui risalta l’immensa
ricchezza del sincretismo religioso
latinoamericano
Ore 21 – Chiesetta di Santa Maria,
Castions di Strada, Udine
Info: www.picmediofriuli.it
a eventi specifici per detto strumento
in contesti dove solo qualche anno fa
non ci si sarebbe mai immaginati di
ascoltare jigs e reels
Ore 17.30 - Villa Dragoni, Lovaria,
Udine
Info: www.folkclubbuttrio.it
Sabato 3/10
Festival della Canzone
Friulana
La selezione dei brani ha impegnato
la Giuria per l’intera giornata nel
corso della quale si sono valutate le
67 proposte pervenute alla segreteria
Giovedì 10
del concorso. Di queste, 5 domande
non sono state ammesse a causa
Maja Gombac
Musiche di: J.S. Bach, L. v. Beethoven, della documentazione carente o
non conforme a quanto richiesto dal
L.M. Škerjanc, S. Prokofiev, F. Chopin
bando di concorso; le restanti sono
Ore 21 - Chiesa di S. Lorenzo,
state esaminate attentamente in più
Fiumicello, Udine
turni di ascolto. La giuria ha udito
Info: www.neisuonideiluoghi.it
i brani, valutato gli aspetti tecnici
e interpretativi, letto i testi delle
Dall’11 al 13/9
canzoni per poi giungere dopo diversi
turni di ascolto al verdetto finale che
Seminari musicali
La Scuola di Musica “Città di Codroipo” ha permesso di stilare la classifica
organizza un seminario unico nel suo con le 16 canzoni finaliste. Queste
ora avranno la possibilità di accedere
genere. Tre giorni di condivisione,
alla serata clou del 3 ottobre al Teatro
apprendimento ed esperienza con
Giovanni da Udine
alcuni tra i più importanti didatti in
campo musicale a livello nazionale
festivaldellacanzonefriulana.it
Scuola di Musica “Città di Codroipo”,
via IV Novembre 35, Codroipo, Udine
Info: www.scuolamusicacodroipo.it
Sabato 19
Mater amabilis
Voci e strumenti nei luoghi della
devozione mariana
Ore 20.45 - Chiesa della Beata Vergine
del suffragio, Palazzolo dello Stella,
Udine
Info: 0431.584911
Dal 25 al 27/9
Madame Guitar
Serata per John Renbourn con alcuni
chitarristi con i quali ha suonato
in tour (25 settembre). A 10 anni
dalla morte di Sergio Endrigo, la
figlia Claudia canta i successi del
padre (27 settembre. Ritorna in duo
il migliore chitarrista portoghese
di fado (25 settembre). Anche il
flamenco nell’edizione di quest’anno
(27 settembre). Dopo quasi 30
anni di inattività torna in Friuli un
cantautore neozelandese allora
amatissimo (26 settembre). Il top
della world music con il formidabile
quartetto internazionale di Antonio
Forcione (26 settembre). Il maestro
assoluto della chitarra jazz italiana
con un partner di classe: Franco Cerri
e Antonio Onorato (27 settembre).
Le più ‘belle speranze’ della chitarra
acustica italiana (26 e 27 settembre)...
e tanto altro ancora!
Tricesimo, Udine
Info: www.folkclubbuttrio.it
teatro
Sabato 5
Teo Teocoli in ...
faccio tutto io
Lo show di Teo Teocoli si chiama
“Restyling Faccio Tutto IO”: un
susseguirsi di monologhi, gag e
divertenti momenti musicali. La
miriade di sue imitazioni e le parodie
più celebri che hanno reso popolare
l’artista entrando nella storia della
televisione. In una parola, uno show
dove si ride molto!! Uno spettacolo di
puro divertimento, di improvvisazione
come solo Teo è capace, dove, in
una sorta di “lanx satura”, porta
in scena il suo smisurato talento
artistico. Il repertorio senza una
scaletta ma affidandosi alle emozioni
e all’ispirazione del momento, in un
“viaggio a ritroso” nella sua carriera
di attore, cantante, ballerino, uscendo
ed entrando nei tanti personaggi che
ha reso famosi (dal surreale “Felice
Caccamo” al “Celentano”, fino a
“Balotelli”, il suo più recente cavallo
di battaglia). Un nuovo one man show
cucito sulle migliori doti di Teo Teocoli,
un ritorno alle origini e all’essenzialità
della comicità
Ore 21 - Pavia di Udine
Info: www.propavia.it
Tony McManus
Definito da John Renbourn (che lo
ha portato al Folk Club a Buttrio nei
primi ‘90) come “il miglioir chitarrista
celtico al mondo” e dalla BBC come
“il più raffinato chitarrista che la
Scozia abbia mai prodotto, è un
autodidatta sin dai primi passi, grazie
all’ascolto della collezione di dischi
di famiglia: Abbandona gli studi a
vent’anni per dedicarsi alla musica.
La scena di Glasgow e Edinburgo fa
da sfondo ai primi concerti, mentre
una registrazione radio per la BBC
frequentemente riproposta, fa
girare la voce delle sue qualità. In
breve McManus definisce un nuovo
ruolo per la chitarra nella musica
celtica, e ne fa uno dei più importanti
chitarristico, con regolari apparizioni
>>articolo a pag. 18
arte
Fino al 6/9
Molti modi
di Emanuele Bertossi
Disegni illustrazioni, oggetti, sculture
Castello Savorgnan di Artegna, Udine
Info: www.comune.artegna.ud.it
Si tratta del primo Simposio
Internazionale d’arte “ l’Europa
Sogno...” con artisti provenienti da
Italia, Austria e Slovenia
Galleria Grid-O, Cividale del Friuli,
Udine
Info: www.grid-o.it
Amici a Cividale
Domenica 6
>>articolo a pag. 16
sono patrimonio della casa editrice
pordenonese Biblioteca dell’Immagine
che ha dato vita a una collana
editoriale dedicata al cosiddetto
Grand Tour. Il viaggio virtuale parte
da Venezia con il suo Canal Grande
per raggiungere Trieste, la costa e
l’entroterra dell’Istria, la Dalmazia
e il Montenegro fino ai confini con
l’Albania...
Villa Manin, Passariano, Codroipo,
Udine
Info: www.villamanin.it
Opere//Works
Domenica 27
Ci sono artisti che, nonostante il
grande successo internazionale,
mantengono un fortissimo legame
con la propria terra d’origine, un
legame fatto di orgoglio e di senso
di appartenenza ai luoghi nei quali
sono nati e ai quali riconoscono con
gratitudine la sostanza di quello che
sono diventati: fra questi va di certo
annoverata Elisa Toffoli. Proprio dalla
cantautrice nasce l’idea di chiamare
a raccolta alcuni fra i suoi più stimati
colleghi tra cui, in qualità di super
ospite, il crooner catanese con la
voce black, Mario Biondi, e i tanti
eccellenti protagonisti dell’ultima
edizione del talent “Amici di Maria De
Filippi”, tra cui i vincitori The Kolors,
autori della hit “Everytime”, e il
secondo classificato Briga, dichiaratisi
all’unisono onorati di partecipare
all’evento del 27 settembre a Cividale
Parco della Lesa, Cividale del Friuli,
Udine
Info: www.azalea.it
la propria attenzione sui linguaggi
liminari ed ibridati, in bilico tra finzione e documentario, che si muovono
sul labilissimo confine che separa
il cinema codificato, commerciale e
“mainstream” da quello di ricerca e di
sperimentazione
Cervignano del Friuli, Udine
Info: cervignanofilmfestival.it
Fino al 12/9
Intrusioni
cinema
Dal 23 al 27/9
Cervignano Film
Festival
Il cinema del confine e del limite nasce
da un’idea del Centro Giovanile di
Cultura e Ricreazione Ricreatorio San
Michele e dalla volontà di supportare
la creatività giovanile con l’intento di
valorizzare, promuovere e divulgare le
forme “minori” della narrazione audiovisiva e cinematografica come forme
espressive particolarmente efficaci
ed attuali a livello mediatico, sociale e
culturale, focalizzando in particolare
Il Museo ospita una nuova mostra
di arte contemporanea dedicata
alle opere di Barbara Pelizzon,
intitolata ‘Intrusioni’, organizzata
in collaborazione con l’Associazione
Culturale Lavinia
Museo Archeologico Nazionale,
Aquileia, Udine
Info: 0431.91035
Fino al 13/9
Il Grand Tour
Da Venezia alle Bocche di
Cattaro
Il fascino del Grand Tour di fine
Ottocento in mostra a Villa Manin
di Passariano. Più di 700 fra disegni
e incisioni in mostra nell’Esedra
di Villa Manin. Le opere esposte
Mario Giacomelli.
I Paesaggi
Mario Giacomelli è stato uno dei
grandi maestri della fotografia del
Novecento, l’artista espressionista
che con i suoi contrasti, le forme ed i
segni ha capovolto il punto di vista del
neorealismo realizzando dei racconti
fotografici privi di dettagli inutili
e ricchi di emotività. I paesaggi per
Mario Giacomelli rappresentano un
capitolo a sé e sono stati fondamentali
nella sua opera. Li realizzò sempre,
sin dall’inizio della sua attività di
fotografo, per raccontare il dramma
dell’esistenza: le pieghe della terra
fanno da contrappunto alle rughe
delle mani e della fronte e sono
un’eccellente chiave di lettura delle
sue intime convinzioni. I paesaggi
hanno costituito la struttura portante
della sua visione della realtà. Tra
il 1954 e il 1979 sono stati spesso
inseriti nei suoi racconti, e tra il
1980 e il 1994 hanno costituito
la serie Presa di coscienza sulla
23
24
udine
SETTEMBRE
Attimi sospesi
Germana Snaidero
“Attimi sospesi”: fermare il momento
perfetto, l’attimo in cui ci sembra
di intuire il senso della nostra
esistenza. Sono sensazioni fugaci,
di sospensione dal brusio della vita
contemporanea. Il contatto con la
natura, attraverso la sua struggente
bellezza, consente di partire per un
viaggio ideale nello spazio infinito.
Negli acquerelli di Germana Snaidero,
come dice la curatrice e critico
d’arte Raffaella Ferrari, “l’armonia
della forma e la morbidezza del
tocco cromatico sono inserite
in una prospettiva equilibrata,
intimistica, quasi a voler incorniciare
e proteggere un’emozione profonda
e interiorizzata dell’artista. Le
vibrazioni e i palpiti del cuore si
traducono e si decodificano così in
abbracci, fiori, paesaggi e ci invitano
con gioia e serenità a condividere la
loro genuina essenza.”
Germana Snaidero è stata
selezionata recentemente alla
Biennale d’Arte Contemporanea di
Genova e ha esposto al Galata Museo
del Mare
Palazzo Elti, Gemona del Friuli, Udine
Info: www.gemonaturismo.it
Fino all’11/10
Il grano. Storia di una
pianta rivoluzionaria
La scelta del frumento quale
argomento per una mostra non è
casuale viste le enormi implicazioni
che questo cereale (insieme all’orzo
e, in misura minore ad avena
e segale) ha avuto sulla storia
dell’uomo e dunque sulla storia
del paesaggio. Si tratta di una
coltura che circa diecimila anni fa,
in Medio Oriente, ha determinato
modificazioni che avrebbero
condotto poi nel tempo allo sviluppo
dell’agricoltura in tutto l’Occidente
Museo Etnografico del Friuli, Udine
Info: www.udinecultura.it
natura. La mostra è curata da
Silvia Bianco e presenta una
selezione tratta della collezione
di fotografie dell’archivio di Luigi
Crocenzi acquisito dal CRAF; è
una retrospettiva che propone
l’opera di Giacomelli attraverso le
immagini dei paesaggi che lo hanno
accompagnato in tutta la sua vita
Galleria Tina Modotti, Udine
Info: www.craf-fvg.it
Fino al 19/9
Incontri di Pittura
Libera in Rifugio
Una proposta rivolta a chiunque,
non vincolata dalla capacità di
saper utilizzare pennelli e colori,
non vincolata dal disegno e neppure
sottesa al risultato possibile. Una
pittura per mettersi in ascolto,
giocando con i colori e lasciandoli
fluire come fluiscono le nuvole.
L’intento è quello di riprendersi
quel tempo sospeso, troppo spesso
dimenticato, dove riconcigliarci
con noi stessi. Gli incontri, a cura di
Luisa Tomasetig, potranno avere
una scadenza periodica della durata
di due ore, oppure svolgersi lungo
un’intera giornata tra mattina e
pomeriggio
Rifugio Pelizzo, Matajur, Savogna,
Udine
Info: rifugiopelizzo.blogspot.it
entrate a far parte delle raccolte
di Casa Cavazzini. Casa Cavazzini,
Udine
Info: www.udinecultura.it
Fino al 22/9
Incontri... tradizione e
innovazione
nelle fotografie di Emmanuil
Evzerikhin
L’esposizione dedicata a Emmanuil
Evzerichin, fotografo russo famoso
per i suoi reportage e conosciuto
nel mondo per alcuni celebri scatti
durante la difesa di Stalingrado, tra
il 1942 e il 1943
Centro Informazione
Documentazione, piazzale Marinotti,
Torviscosa, Udine
Info: 0431.929589
Questo il titolo che avrà la
presentazione presso la Vetrina del
Rojale dello stilista Rojalese che
durerà fino al 22 settembre
Vetrina del Rojale, in Via Municipio11,
Reana del Rojale, Udine
Info: [email protected]
Fino al 27/9
Montagne di luce
L’opera di Marco Davanzo
Con la mostra Montagne di
luce. L’opera di Marco Davanzo,
la Soprintendenza Belle arti e
paesaggio del Friuli Venezia Giulia
in collaborazione con i Comuni di
Tolmezzo e di Ampezzo, rendono
omaggio ad uno degli artisti più
significativi della prima metà
del Novecento: Marco Davanzo,
nato ad Ampezzo nel 1872 ed ivi
morto nel 1955.Il pittore formatosi
all’Accademia di Belle Arti di Venezia
e all’Accademia di Francia di Roma,
una volta rientrato al paese d’origine
si dedicò per oltre sessant’anni ad
immortalare con suggestivi ed inediti
scorci paesaggistici la sua terra
natale. L’esposizione tolmezzina,
Fino al 20/9
comprendente oltre settanta opere
Neorealismo,
selezionate dalla raccolta di proprietà
statale conservata ad Ampezzo, mette
astrazione e oltre...
in evidenza soprattutto i paesaggi
La mostra Neorealismo,
montani da lui immortalati in anni e
astrattismo e oltre è curata da
anni di studi e bozzetti dal vero. Le
Vania Gransinigh e raccoglie
opere scelte, seppur a volte di ridotte
un nutrito gruppo di opere
dimensioni, sono dei veri capolavori
appartenenti alle collezioni
che ritraggono con stupefacente
museali focalizzando l’attenzione
bravura il variare delle ore e delle
sui mutamenti e sugli sviluppi
avvenuti nella pittura italiana dal stagioni, nel suggestivo scenario delle
Alpi Carniche
secondo dopoguerra alla fine del
Novecento attraverso le opere che, Palazzo Frisacco, Tolmezzo, Udine
in tempi e modalità differenti, sono Info: 0433.487961
L’ultima Creatura
L’idea Divina del Femminile
Si intitola ‘L’ultima creatura.
L’idea divina del femminile’ la
mostra proposta dall’Associazione
culturale ‘Comitato di San Floriano’,
presieduto da mons. Angelo Zanello,
per un progetto di incontro tra
cultura, fede, promozione sociale e
turismo, che si tiene a Illegio e che
resta aperta fino al 4 ottobre. La
mostra ospita la rappresentazione
su tela e sculture di dodici donne
che dai testi della Sacra Scrittura
sono entrate nell’iconografia della
storia dell’arte: una raccolta di
opere che va dal XV al XX secolo. Tra
quelle più conosciute, sicuramente
quella di Giuditta che taglia la
testa di Oloferne del Caravaggio,
in prestito da Palazzo Barberini,
sede della Galleria nazionale di arte
antica di Roma
Casa delle Esposizioni, Illeggio,
Tolmezzo, Udine
Info: www.comitatosanfloriano.it
[email protected]
varie
Dal 3 al 6/9
Festa di settembre
Tradizionale festa popolare, dove
le specialità gastronomiche sono
preparate direttamente dalle mani
delle donne della Comunità, ma anche
dagli uomini del paese: ormai famosi
per i macarons ed il frico friabile.
La giornata del 3 settembre sarà
dedicata ad uno spettacolo teatrale
serale, mentre dal pomeriggio
del 4 settembre fino alla sera del
6 settembre si svolgerà la festa
vera e propria con intrattenimenti
folkloristici e musicali. L’evento si
tiene a Collerumiz, in Piazza del Pozzo
al coperto e si svolge anche in caso di
mal tempo
Collerumiz di Tarcento, Udine
Info: [email protected]
Venerdì 4
Festival Internazionale
degli Artisti di strada
Fino al 4/10
La Russia ai tempi di
Stalin
“dalla spirale al mare”
PalaPineta, Lignano, Udine
Fino al 31/10
«Lâ a tindi» nelle foto
di Carlo Innocenti
Storia e denuncia di una tradizione venatoria
L’esposizione proporrà alcuni
oggetti legati alla tradizione
venatoria e una ricca selezione
di istantanee di Carlo Innocenti,
fotografo che fin dagli anni ‘60 ha
indagato gli aspetti etnografici e
sociali dell’antica cultura rurale
friulana. Si tratta di immagini
che testimoniano una pratica un
tempo estremamente radicata in
regione, tanto da costituire una
vera e propria attività economica
integrativa dell’agricoltura. Vietata
dalla Legge n. 157 del 1992, il ricordo
di tale tradizione permane tuttavia
anche a Fontanabona, sia in ciò
che rimane degli antichi impianti
arborei per roccoli e bressane, sia
nella toponomastica di alcune
vie del compendio. Partendo
dall’analisi del passato, le fotografie
accompagneranno il visitatore in una
riflessione incentrata sull’evolversi
degli usi, della sensibilità e sul
tema della ricerca di un armonico
equilibrio tra uomo e natura
Museo di Storia Contadina, Pagnacco,
Udine
Info: [email protected]
Quest’anno la Compagnia del Carro,
assieme ed in sinergia con i partner
che credono in questo progetto,
renderà questo festival “itinerante” e
toccherà diverse città e province del
Friuli Venezia Giulia, rendendo quindi
questo festival il più grande della
Regione e tutto il Nord Italia
Udine
Info: www.turismofvg.it
Dal 4 al 6/9
Sagra di Cadunea
Cadunea, Tolmezzo, Udine
Info: www.turismofvg.it
Settembre D.O.C.
Settembre D.O.C. Latisana è l’evento
di fine estate che ormai da più di
20 anni coniuga enogastronomia,
cultura, musica, sport e spettacolo in
una tre giorni ricca di appuntamenti
che coinvolge tutto il Centro Storico
di Latisana. I protagonisti della
kermesse sono i piatti tipici del Friuli
Venezia Giulia e non solo: un vero e
proprio itinerario enogastronomico
che attraversa tutto il centro città, tra
piatti a base di pesce come i gamberi
di fiume, le sarde in saòr e i calamari
e piatti più tradizionali come il frico
con gli asparagi, il salame all’aceto,
gli gnocchi, la pitina, il prosciutto e lo
speck di Sauris e molto altro ancora
Latisana, Udine
Info: www.prolatisana.it
Fino al 31/1
Alpi Carniche
Una geologia da tutelare
Museo Geologico della Carnia,piazza
Carnia Libera, Ampezzo, Udine
Info: 0433.487779
5 e 6/9
Ex-tempore Renzo
Ardito
Concorso di pittura Renzo Ardito.
L’iniziativa ha lo scopo di celebrare
uno dei fondatori della Lignano
moderna e di mettere in risalto i
luoghi del territorio. Il concorso si
aprirà sabato 5 e la premiazione
avverrà sabato 6 settembre. La
rassegna prevede un concorso di
pittura a tecnica libera con tema :
Festa Folk
Rassegna Internazionale del folklore
Piazza Libertà, Pagnacco, Udine
Info: www.folklorica.it
Fieste in pais
Dietro ogni buona mangiate e bevuta
c’è sempre chi ha lavorato per
preparare, così in ogni “Fieste in
udine
SETTEMBRE
Paîs” ci sono state e ci sono persone
che lavorano, faticano, sudano
per preparare, celebrare e riporre
tutto ciò che concorre a far festa.
Cento anni di una simile attività!
Come non esserne orgogliosi? Come
non ringraziare sinceramente
e sentitamente persone oramai
passate alla storia e altre ancora
attive nel presente? Lavorare
perché altri si divertano questo
è altruismo spicciolo, concreto,
amore alla comunità, al paese e non
chiacchiera, fantasia. Grazie, grazie,
grazie. A proposito, anche tu puoi
essere tra questi. Ci rivedremo fra
cento anni e ci dirai che ne valeva la
pena ed avevamo ragione.
Ad multos annos Fieste in Pais!
Passons, Pasian di Prato, Udine
Info: www.parrocchiapassons.it
Domenica 6
Magia del legno
Nei borghi del paese viene
rappresentata la lavorazione del
legno in tutte le sue forme e curiosità.
Si mangia nei cortili e nelle vecchie
case
Sutrio, Udine
Info: www.turismofvg.it
Festa del Refosco a
Villa Chiozza
Un evento per celebrare il
Refosco dal peduncolo rosso, nel
corso del quale verrà sancita la
riscoperta di un vitigno le cui origni
risalgono agli antichi romani.
La manifestazione, organizzata
dal Comune di Cervignano del
Friuli e fortemente voluta dal
Sindaco Gianluigi Savino, intende
valorizzare il suo prodotto più tipico
e il territorio da cui proviene.
L’incantevole ambiente in cui si
terrà l’evento è quello naturalistico
del Parco di Villa Chiozza, dimora
memorabile del famoso scienziato
L. Chiozza il quale trasformò gli
Dal 12 al 20/9
appezzamenti propsicienti lo storico
caseggiato in un parco all’inglese
Mostra mercato
tuttora unico nelle tre venezie
del formaggio e
Villa Chiozza, Scodovacca,
della ricotta di malga
Cervignano, Udine
Concorso per il miglior formaggio e la
Info: [email protected] migliore ricotta prodotta nelle malghe
carniche. Dopo la stagionatura,
avvenuta durante i mesi estivi nelle
Dal 10 al 13/9
malghe, in settembre i formaggi
vengono portati a valle e venduti nei
Friuli Doc
Cultura, tradizioni ed enogastronomia caseifici. Settembre è anche il periodo
in cui ci si prepara alla transumanza,
accendono l’autunno a Udine
ovvero il ritorno a valle delle mandrie
Info: www.friuli-doc.it
che, dopo aver passato i mesi caldi
negli alpeggi di alta montagna,
Sabato 12
trascorreranno i mesi invernali nelle
stalle dei paesi
Acque di acqua
Leture: Margherita Trusgnach, Marko Enemonzo, Udine
Info: www.carnia.it
Kravos, Massimiliano Lanceroto,
Renzo Furlano. Musica: Davide
Tomaseig polistrumenista
Azienda Brez Mej Senza Confini
Taipana, Prossenicco, Udine
festivalinternazionalepoesia.it
12 e 13/9
Nel giardino del doge
Manin
L’iniziativa dedicata alla florovivaistica, propone una vasta esposizione
di piante, fiori, oggetti e arredi per il
verde. I circa ottanta espositori provenienti dall’Italia, dalla Croazia e
dalla Slovenia sono stati selezionati
in base alle qualità, alla competenza e alla varietà dell’offerta. Le due
giornate saranno arricchite da una
serie di incontri a carattere culturale, tra questi segnaliamo un corso di
potatura dell’ulivo e per i più piccoli
un mini corso di cucina, gratuito su
prenotazione
Villa Manin, Passariano, Codroipo,
Udine
Info: www.villamanin.it
un carattere ancora più ampio dal
punto di vista culturale e della
promozione turistica
Tricesimo, Udine
Info: www.ornitologicatricesimo.it
Dal 13 al 20/9
Grande Festa della
Birra Bavarese
In concomitanza con l’apertura
dell’Oktoberfest di Monaco
di Baviera. Verrà servita
birra bavarese allietata da
intrattenimenti musicali. Chioschi
enogastronomici con le tipiche
specialità friulane e dei comuni
gemellati con Tarcento: Arnoldstein
(Austria), Bovec (Slovenia),
Unterföhring (Germania).
Festeggiamenti al coperto in piazza
Libertà
Tarcento, Udine
Info: www.protarcentoud.com
Domenica 20
Festa dell’equinozio
Un piacevole tuffo nel passato
cercando di ricreare il vecchio
mercato di Piazza dove i contadins
(agricoltori) nell’abituale e
Domenica 13
tradizionale abbigliamento
propongono i prodotti delle loro
Mostra Ornitologica
terre. Rivivranno anche gli antichi
e Avicunicola
mestieri attraverso l’esposizione di
Oggi è un evento di respiro
attrezzi ed oggetti di lavoro della
interregionale (e transfrontaliero)
tradizione rurale ed artigianale
a cui partecipano, ogni anno, più
friulana.
di cento espositori con circa 500
Un folto gruppo di artigiani animerà
uccelli canori, oltre a quelli esotici
la manifestazione con lavorazioni
e agli ibridi. Accanto all’esposizione
del ferro e del legno, del vetro, della
aviaria, negli anni, si sono aggiunte
innumerevoli altre esposizioni, come ceramica, dello scus e del vimini;
scultura della pietra e del marmo;
la mostra-mercato dei conigli e degli
animali da cortile, la mostra cinofila e mosaico, pittura, uncinetto, ricamo,
cucito e svariate altre creazioni con
felina, ma anche la mostra-concorso
materiali poveri e riciclati
di pittura e l’esposizione dei prodotti
Palmanova, Udine
tipici della Mitteleuropa, che hanno
contribuito a dare alla manifestazione Info: 0432.924815
Domenica 27
Amici a Cividale
Una grande festa in musica, danza,
arte e cultura che richiamerà su un
unico palco alcuni fra i più grandi
artisti italiani assieme alle migliori
nuove proposte della musica e
dell’arte del nostro paese, chiamati
a raccolta dalla meravigliosa Elisa.
“Amici a Cividale”, questo il titolo
del grande evento a che animerà il
Parco della Lesa di Cividale del Friuli,
domenica 27 settembre, con l’inizio
dello spettacolo fissato alle 21.00.
Protagonisti sul palco, oltre alla
cantautrice di Monfalcone, anche il
crooner che il mondo ci invidia Mario
Biondi, i prodigiosi The Kolors, il
nuovo volto del rap Briga, assieme
alle promesse dell’ultima edizione
del talent show Amici Di Maria De
Filippi: Virginia, Giorgio, Paola, Luca,
Michele, e ancora Il Piccolo Coro
Artemìa di Torviscosa, composto
da giovani coriste e coristi dai 10 ai
19 anni, il dj Franz Contadini, che
ha firmato il remix della fortunata
“L’Estate Addosso” di Jovanotti, gli
artisti Pier Luigi De Lutti e Gianni
Cej, una grande squadra unita per
una serata di grande spettacolo e
solidarietà
Ore 21 - Parco della Lesa di Cividale
del Friuli, Udine
Info: www.azalea.it
25
26
trieste
SETTEMBRE
musica
da un altro grande esponente
della sei corde, Vinny Raniolo.
Vignola è considerato uno dei più
Dal 3 al 6/9
straordinari chitarristi del panorama
Trieste Tango Festival internazionale. E’ stato scelto da
Ringo Starr, Madonna, Donald Fagen,
Le 3 orchestre protagoniste delle
Wynton Marsalis, Tommy Emmanuel,
serate saranno: Beltango, una delle
Boston Pops e New York Pops. Per il
giovani orchestre più in voga del
New York Times si tratta di “uno dei
momento con la loro caratteristica
più brillanti astri della chitarra” e
e contagiosa energia balcanica
la leggenda della chitarra, Les Paul,
fondata dal maestro compositore e
lo ha inserito tra i cinque migliori
bandoneonista Aleksandar Nikolic.
chitarristi per il Wall Street Journal.
Tango Spleen, una delle orchestre
di tango più acclamate dell’ultimo
Il suo stile dinamico lo ha portato a
periodo, diretta dal maestro argentino esibirsi in 14 paesi e a tenere corsi di
Mariano Speranza che ritorna al
perfezionamento e workshop nelle
nostro festival per la terza volta
scuole di musica in tutto il mondo.
consecutiva. Solo Tango, una delle
Raniolo è un chitarrista ritmico molto
orchestre più ambite dai festivals di
richiesto, noto in particolare per la
tango di tutto il mondo, caratterizzata sua dote di accompagnatore. Spesso
da una pulizia del suono e una
in duo con Vignola, ha collaborato
precisione che rasenta la perfezione, con artisti come Leon Redbone, Vince
guidati dal gran bandoneonista Ivan
Giordano, Deana Martin e Olli Soikkeli
Talanin, chiamato il “Troilo russo”. I
e appare in alcune puntante della
ballerini scelti e presenti alla terza
serie tv culto “Boardwalk Empire”
edizione del TriesTango saranno:
Piazza Marconi, Muggia, Trieste
Miguel Angel Zotto, autentico mito
Info: www.muggiajazz.com
del tango, riconosciuto come uno dei
migliori ballerini di tutti i tempi, che
si esibirà con la sua sensualissima
ballerina e compagna Daiana Guspero.
Della stessa fama è la seconda coppia
presente al festival, formata da
Geraldin Rojas, leggendaria icona
del tango, riconosciuta come la più
grande e famosa ballerina di tango in
tutto il mondo e dall’elegantissimo ed
energico Ezequiel Paludi
Molo IV, Trieste
Info: triestetangofestival.com
Venerdì 4
Marco Pandolfi e
Franco Toro
Lunedì 7
Il canto dell’anima
Claudio Noliani
etnomusicologo
Blues Blue Muggia Festival
Questo il titolo dell’appuntamento
Taverna Cigui, Santa Barbara, Muggia, in programma lunedì 7 settembre,
Trieste
affidato alle parole di Luciano Santin
Info: 040.273363
ed alle esecuzioni della pianista
Cristina Santin e della soprano Ilaria
Sabato 5
Zanetti. Ingresso libero
Ore 17.30 - Civico Museo Teatrale
Muggia Jazz festival
“Carlo Schmidl” a Palazzo Gopcevich,
Il palco muggesano ospiterà,
via Rossini 4, Trieste
direttamente da Filadelfia, Denise
Info: www.museoschmidl.it
King che sarà accompagnata dal trio
di Massimo Faraò (piano), Aldo Zunino
Dall’8/9
(basso) e Marco Tolotti (batteria).
Denise King è una jazz singer che
Corsi di danza africana
ha lavorato con tutti i più grandi,
e danza con tamburi
da Archie Shepp a Mickey Roker,
bassi
Shirley Scott, Byron Landham, Jerry
Con Patricia Lauvergnac coreografa,
Weldon e trascorre parte dell’anno a
Parigi dove svolge attività didattica e ballerina,percussionista e cantante.
Dal ‘92 insegna danza africana in
concertistica. Paragonata nello stile
Europa. Per 10 anni ha insegnato a
swing vellutato, sofisticato e a tratti
romantico a una delle sue muse, Sarah Parigi. Mar/20.30-Gio/20.00-int/av,
Vaughan, interpreta standard jazz
Mer/20.00-princ. Percussioni dal vivo
con un tocco di blues, soul e gospel e
Casa della Musica, via Capitelli 3,
nel 2011 è stata nominata “miglior
Trieste
cantante jazz” dalla Accademie du
Info: 348.5967145
Jazz francese. Il pianista genovese
Massimo Faraò vanta collaborazioni
Dal 9/9
con Nat Adderley, Archie Shepp,
Red Holloway, Albert Tootie Heath,
Danza con tamburi
Benny Golson, Jimmy Cobb e Jack Mc
bassi
Duff. Direttore musicale del gruppo
Danza spettacolare dove si balla
di Shawnn Monteiro, è ideatore e
suonando i “doundoum”
direttore dei seminari internazionali Ogni mercoledì alle 21.30 - Palestra
“We love Jazz e Gospel” che si tengono Emme Gym-ass. Forma mentis, via
a Genova dal ‘93. Il bassista genovese
Pastrovich 1, Trieste
Aldo Zunino con Faraò forma un
Info: 348.5967145
sodalizio che dura da oltre vent’anni.
Il batterista bresciano Marco Tolotti,
11 e 12/9
scoperto da Faraò, da qualche anno
svolge attività concertistica e
Felix
Mendelssohn
didattica non solo in ambito jazz, ma
Bartholdy
anche funk e fusion
Quinta Sinfonia in re maggiore Op. 107
Piazza Marconi, Muggia, Trieste
Reformation (La Riforma); Seconda
Info: www.muggiajazz.com
Sinfonia in si bemolle maggiore Op. 52
per soli, coro e orchestra Lobgesang
Domenica 6
(Canto di lode)
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1,
Muggia Jazz festival
Trieste
Il duo composto dal grande virtuoso
della chitarra Frank Vignola e
Info: www.teatroverdi-trieste.com
Sabato 12
Mother Island + Acid
Frog
Ci siamo: ecco l’apertura ufficiale
della stagione! E che apertura!
Un’accoppiata di band micidiale:
Mother Island da Vicenza, Acid
Frog da Trieste. Una serata di rock,
psichedelia, hammond e distorsori
belli grezzi. Si comincia senza indugi:
insomma, anche quest’anno facciamo
sul serio!
Tetris, via della Rotonda 3, Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Miss JRS
Bar Harry’s, via Carducci 2C, Trieste
Info: 347.8301226
Lunedì 14
Musa tergestina
Claudio Noliani studioso
del dialetto
Il testimone passa a Nereo Zeper e
Sergio Zorzon, con Hiromi Arai al
pianoforte, per un focus su «Claudio
Noliani studioso del dialetto».
Ingresso libero
Ore 17.30 - Civico Museo Teatrale
“Carlo Schmidl” a Palazzo Gopcevich,
via Rossini 4, Trieste
Info: www.museoschmidl.it
Danilo Rea
Danilo Rea nato a Vicenza, quasi per
caso, è romano ma non d’adozione: è
romano perché la sua storia in musica
nasce a Roma tra le pareti della sua
casa dove l’incanto per i vecchi vinili
di Modugno è più forte, a sei anni,
di qualsiasi gioco. Il vero gioco è
suonare il piano, il vero incanto è la
musica, il vero sogno è la melodia,
il vero abbandono è nell’armonia.
Oltre al jazz prosegue anche un
intenso rapporto con la musica
classica: ha già pubblicato diversi
dischi di improvvisazione su arie
liriche, grazie ai quali è arrivato ad
aprire il “Festival del bel canto” con il
concerto “Belcanto Improvisations”.
Recentemente ha inciso “Tributo
a Fabrizio De André”, album
pluripremiato ed eletto dalla critica
disco dell’anno di solo piano
Ore 20.30 - Ridotto De Sabata del
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1,
Trieste
Info: www.acmtrioditrieste.it
>>articolo a pag. 7
dal Portogallo i Gorgasmico
Pornoblastoma e da Trieste gli
Shapeless Sphere. There will be
blood
Tetris, via della Rotonda 3, Trieste
Info: www.gruppotetris.org
18 e 19/9
Ludwig van
Beethoven
Seconda Sinfonia in re maggiore
Op. 36. Terzo Concerto in do minore
per pianoforte e orchestra Op. 37.
Fantasia in do minore per pianoforte,
soli e coro Op. 80
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1,
Trieste
Info: www.teatroverdi-trieste.com
Sabato 19
Tango Oktoberfest
Bar Harry’s, via Carducci 2C, Trieste
Info: 347.8301226
A Claudio Noliani letterato e
compositore sono quindi dedicati
gli interventi di Gabriella Norio,
Claudio Grisancich e Fulvio Marion,
accanto alle esecuzioni di Diana
Perez Tedesco al violino e Carolina
Perez Tedesco al pianoforte, in
programma lunedì 21 settembre.
Ingresso libero
Ore 17.30 - Civico Museo Teatrale
“Carlo Schmidl” a Palazzo Gopcevich,
via Rossini 4, Trieste
Info: www.museoschmidl.it
25 e 26/9
Ludwig van
Beethoven
Franz Joseph Haydn, Die Schöpfung
(La Creazione), Oratorio per soli, coro
e orchestra
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1,
Trieste
Info: www.teatroverdi-trieste.com
26 e 27/9
Tetris
Mercoledì siamo andati pesanti?
Bene, venerdì si fa il bis! Dalla
Repubblica Ceca arriva un’ondata
goregrind chiamata Chocked
By Own Vomits. Prima di loro,
Con Gianni Lauvergnac maestro e
musicista di fama internazionale..
Presentazione corsi 21 settembre
alle 19
Casa della Musica, via Capitelli 3,
Trieste
Info: 347.3152590
Omaggio a Claudio
Noliani
Bar Harry’s, via Carducci 2C, Trieste
Info: 347.8301226
Venerdì 18
Corsi di percussioni
africane
Musiche di Janácek, Debussy e
Skrjabin
Ore 20.30 - Ridotto De Sabata del
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1,
Trieste
Info: www.acmtrioditrieste.it
Tango
Infrasettimanale da cuori forti!
Portland è da sempre patria di band
punk/hardcore di tutto rispetto,
tra le quali i Warcry, un dream team
formato da membri di gruppi culto
come His Hero is Gone, Tragedy e
Remains of the day e dedito al d-beat.
Mercoledì di coppa? No, di violenza
sonica!
Tetris, via della Rotonda 3, Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Dal 28/9
Benedetto Lupo
Sabato 26
Warcry
Questo il titolo dell’ultimo
appuntamento, in calendario lunedì
28 settembre ed al quale prendono
parte Giuliana Stecchina, Bruno
Rossi, Pier Paolo Sancin, Valter Colle
e Roberto Frisano, con Llambi Cano al
pianoforte. Ingresso libero
Ore 17.30 - Civico Museo Teatrale
“Carlo Schmidl” a Palazzo Gopcevich,
via Rossini 4, Trieste
Info: www.museoschmidl.it
Lunedì 21
>>articolo a pag. 7
Mercoledì 16
L’eredità di Claudio
Noliani
Red Army Choir
Orchestra and Ballet
“Un autentico tesoro dell’arte
mondiale”, così il Daily Telegraph,
una delle più importanti testate
giornalistiche mondiali, ha definito il
Red Army Choir Orchestra and Ballet,
il coro ufficiale dell’Armata Rossa
diretto dal Generale Viktor Eliseev
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste
Info: www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 6
Lunedì 28
Alexander Gadjiev
Musiche di Liszt, Rachmaninov e
Stravinskij
Ore 20.30 - Ridotto De Sabata del
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1,
Trieste
Info: www.acmtrioditrieste.it
Mercoledì 30
Universitrip
Serata inaugurale
Viale XX settembre, Trieste
Info: [email protected]
2 e 3/10
Anton Bruckner
Anton Bruckner, Tre Pezzi per
orchestra, Quinta Sinfonia in si
bemolle maggiore
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1,
Trieste
Info: www.teatroverdi-trieste.com
teatro
Venerdì 18
Actis, festa
d’inaugurazione
La festa si terrà il 18 settembre alle
ore 19
Via corti 3/A, Trieste
Info: www.actistrieste.org
>>articolo a pag. 20
19 e 20/9
Peter Pan
Non tutti i bambini vogliono
crescere: ce lo insegna Peter Pan, lo
straordinario personaggio letterario
che ha fatto sognare generazioni
e continua a incantare con le sue
divertenti avventure. Peter Pan è
un bimbo mai nato che ha trascorso
una parte iniziale della sua eterna
infanzia a Londra, nei Giardini di
Kensington, ma si è poi trasferito
nel meraviglioso Paese che non c’è.
Lì passa il tempo svolazzando di
avventura in avventura assieme a
un gruppo di amici, i Bimbi Sperduti,
incontrando pirati, sirene, indiani
e creature curiose. E a volte entra
in contatto con i bambini del mondo
reale, spesso per aiutarli. Produzione
Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
– Il Rossetti e Associazione Culturale
StarTs Lab
Teatrino Franco e Franca Basaglia,
parco di San Giovanni, Trieste
Info: www.provincia.trieste.it
Trieste
SETTEMBRE
cinema
su tavola, i “Templi”, olio su foto, e
2 installazioni pensate per il Museo
Carà: un’installazione pittorica, gli
“Omuncoli”, realizzati a olio e acrilico
su policarbonato, e la suggestiva
installazione di una trentina di piccoli
tarbenacoli realizzati con materiali
di recupero
Museo d’Arte Moderna “Ugo Carà”,
Muggia, Trieste
Info: www.benvenutiamuggia.eu
Fino al 20/11
Voci dal silenzio
La Rassegna Cinematografica è
stato denominata “Voci dal Silenzio”
con l’intento simbolico di dar
voce a realtà silenziose, ignorate,
non conosciute, non sentite. Il
destinatario è il pubblico e lo scopo
è di trattare questioni ambientali,
etiche e sociali dei nostri tempi.
Prossimi appuntamenti il 12 e il 26
giugno
Cinema Teatro dei Fabbri, via dei
Fabbri 2a, Trieste
Info: www.naica.it
La Genesi del Sogno
Cento anni dopo ancora, e siamo
a Trieste nel 2015, L’Associazione
Culturale WOLAND in collaborazione
con la Provincia di Trieste, prendendo
spunto dal messaggio contenuto nelle
composizioni del musicista russo
e simbolicamente rappresentato
dall’opera “Prometheus”, dà avvio
ad una nuova lettura del sogno, che
Fino all’11/9
non è più solo quello di Skrjabin, ma
Espansioni 2015
diventa un mix sinestesico realizzato
Rassegna d’Arte
in questo percorso espositivo dove
- negli incontri fra arte visiva, e
Contemporanea
musicale, letteratura e storia - si
Internazionale | Percorsi
intrecciano Pasternak e Kudryashov,
di creatività delle donne
sulla traccia di una casualità mai
Le artiste partecipanti:
descritta fnora, fatta di momenti
Franca Batich, Gabry Benci,
vissuti (dalla Russia a Trieste) e di
Alida Cartagine, Anna Cevallos,
relazioni interpersonali presenti
Manuela Cerebuch, Bruna Daus,
e future (da Trieste a Londra), che,
Patrizia de Angelini, Eulalia de Vega
evidentemente, avevano bisogno
Masana, Barbara Della Polla,
proprio di questa nostra “diffcile” città
Fabiola Faidiga, Donatella Ferrante, per uscire dal loro sogno
Paola Giorgini, Liberia Gracco,
Magazzino delle Idee, Trieste
Gabriella Giurovich, Estella Levi,
Info: www.provincia.trieste.it
Cristina Lombardo, Elettra Metallinò,
>>articolo a pag. 12
Olga Micol, Nivea Mislei, Antonella
Oliana, Barbara Pansa, Megi Pepeu,
Fino al 15/9
Laura Poretti, Melita Richter,
Barbara Romani, Rina Rossetto,
Un’artista in piccolo
Graziella Valeria Rota, Mima Semec, formato
Matilde Semerani, Olivia Siauss,
Mostra di Nadja Moncheri
Gigetta Tamaro Semerani,
In questa mostra Nadja Moncheri che
Anna Valle
manifesta la propria arte realizzata
Biblioteca statale Stelio Crise, largo
su opere di piccolo formato, si ispira
papa Giovanni XXIII, Trieste
alla natura contemplando il cosmo
Info: www.retecivica.trieste.it
tutto,dal sottosuolo con i suoi vulcani,
fino a risalire, alle meteore e nebulose.
Con tecniche di pastelli , acrilici e
Fino al 12/9
polveri di marmo, in un percorso di
Linee/Lines
evoluzione anche spirituale.
La rassegna propone opere realizzate
Lorenzo Taini
dal 2000 al 2015
Nella sua prima mostra triestina
Sala Arturo Fittke, piazza Piccola 3,
Taini rappresenta un insieme di
Trieste
opere che parlano di arte astratta
Info: www.retecivica.trieste.it
con leggerezza e incisività, frutto
di un unico segno, la linea. Opere
Dieci anni di ripresa
nelle quali la filosofia geometrica si
dello scoutismo G.E.I.
esprime attraverso linee regolari
Lungo un percorso tra fotografie e
e non, tra solchi e rilievi, tra fili e
reperti dell’epoca, avrete la possibilità
segni, tra colore e la sua assenza.
di rivivere l’atmosfera del mondo
Un gesto ripetuto che diventa un
scout tra il 1945 e il 1955.
segno nuovo, verso un infinito che
Sono anni pionieristici, vissuti
trova però la sua fine. L’elemento
semplicemente con grande
pittorico principe di queste opere è
entusiasmo, gioia e serietà
il filo e l’artista stesso afferma che
Sala “Umberto Veruda” di Palazzo
la sua arte è “idea di contrasto tra
Costanzi in Piazza Piccola 2, Trieste
segno che si scava e segno che si fa
Info: www.retecivica.trieste.it
rilievo, tra linea irregolare dipinta a
mano e linea regolare tesa tirando
Fino al 20/9
il filo sul telaio, tra cucitura e segno
grafico, tra graffio e cicatrice... “. Fili
Innesti
tesi da paziente mano certosina che Mostra personale della
li lega alle tele stratificate di colore
pittrice triestina Raffaella
in cui la linea ottenuta a volte viene
Busdon
strappata lasciando una altrettanto L’esposizione, organizzata
sorprendente linea di colore
dall’Assessorato alla Cultura del
determinando una netta divisione
Comune di Muggia e curata da
sulla tela grezza. Come cita Grazia
Maria Campitelli, presidente del
Varisco l’artista Lorenzo Taini pone
Gruppo78, propone una trentina
“un’attenzione vivace e controllata
di lavori recenti dell’artista, fra
all’intuizione di fenomeni che
opere pittoriche e installazioni site
traduce con disinvolta sicurezza,
specific, che confermano la rigorosa
sempre vigile, in esperienze visive
ricerca pittorica della Busdon tutto
bidimensionali, tridimensionali e
tesa alla sperimentazione di nuove
spesso ambientali, che trasmettono tecniche e materiali. In mostra,
il piacere dello stupore.”
nello specifico, una decina di opere
Spazio espositivo “EContemporary” ,
di grande dimensione del ciclo
via Crispi 28, Trieste
“Innesti”, olio su policarbonato e
Info: www.elenacantori.com
collage, la serie “Tabernacoli”, olio
arte
Fino al 26/9
Un artista sul fronte
di guerra
Paolo Caccia Dominioni
Biblioteca Statale Stelio Crise, largo
papa Giovanni XXIII, Trieste
Info: 335.6750946
>>articolo a pag. 11
Fino al 28/9
Memorie dal fronte
Spomini s fronte 1914-1918
La mostra della Casa Pangerc propone
un “diario di guerra” del comune di
S. Dorligo della Valle- Dolina, del
Litorale Austriaco e della famiglia
Pangerc raccontato attraverso antichi
documenti d´archivio, fotografie
ed oggetti. Il percorso espositivo
ricompone, in un mosaico di lettere,
il volto straniato di coloro che si
trovavano sul fronte e di coloro che
rimasero a casa. L’archivio della
casa Pangerc conserva una vasta
raccolta di documenti, anche relativi
alla prima guerra mondiale: fondi
e archivi di persone della famiglia ,
una consistente raccolta di materiale
iconografico (manifesti, cartoline,
volantini,…), un’ampia sezione
cartografica (cartine e planimetrie)
ecc. L’archivio possiede inoltre un’
emeroteca, all’interno della quale
spicca una straordinaria raccolta
di giornali dell’epoca 1914-1918. La
biblioteca contiene vari volumi di
storia militare. La raccolta epistolare
di lettere della famiglia che vanta
più di 700 lettere è stata molto utile
per ricostruire la storia dei Pangherz
durante il primo conflitto mondiale
Casa Pangerc, S. Dorligo della Valle,
Trieste
Info: mitteleuropa-institute.org
Fino al 30/9
Trieste > Parigi
Mostra del fotografo Luigi
Tolotti
Una mostra del fotografo Luigi Tolotti,
composta da quattordici fotografie
appositamente realizzate per
l’occasione; titolo: “Trieste > Parigi”.
Si tratta di foto stenopeiche che
l’autore, a dispetto della tecnologia
più avanzata, realizza senza obiettivo
e senza computer: è sufficiente
una scatola con un buco, un tempo
sufficiente di posa, della pellicola da
impressionare e il gusto di inquadrare
l’immagine che si vuole riprendere,
prendendosi carico di un eventuale
fluttuare del soggetto inquadrato.
Si ottengono immagini dal sapore
antico, un po’ sfocate, ovviamente
in bianco e nero: forme evanescenti
(quasi dei fantasmi provenienti dal
mondo reale) che ricordano il fluire
del tempo. Si tratta di fotografie
dedicate all’uomo e al suo ambiente,
senza alcun artificio, senza nessuna
voglia di modificare il reale, di
celare per abbellire, essenziali
già al momento della ripresa. Non
riprendono eventi eccezionali,
né catastrofi, ma solo emozioni e
sentimenti, su dettagli quotidiani, e
proprio perché si soffermano sui
INVIATECI LE VOSTRE DATE
[email protected]
27
28
trieste
SETTEMBRE
piccoli eventi ci parlano in modo
immediato del nostro eterno divenire
Trattoria ai Fiori, piazza Hortis 7,
Trieste
Info: 329.2229124
Fino all’8/11
Il gusto di una città
Trieste capitale del caffè
Dal 1719 porto franco dell’Impero
Asburgico sul Mediterraneo, dalle
Elegie duinesi
cui banchine sono transitati milioni
Immagini dalle Falesie
di sacchi destinati ad alimentare i
Le Falesie di Duino / Devinske stene,
famosi storici caffè della Mitteleuropa,
scogliere che scendono a strapiombo
Trieste esprime, oggi come ieri, una
sul mare anche da 90 metri di altezza, profonda e radicata cultura del caffè
si snodano per quasi due chilometri
fondata sul lavoro, sull’imprenditoria,
dal porticciolo di Sistiana fino a quello sulla ricerca, sul “gusto” e assume, in
di Duino offrendo un ambiente e un
questo settore, un ruolo di riferimento
paesaggio sorprendenti. Il ciglione
internazionale. L’esposizione è
carsico che sovrasta le Falesie è
costituita da una pluralità di elementi
attraversato dal sentiero Rilke, che il innovativi: mostre e percorsi
National Geographic definisce come
interattivi, apparati multimediali,
una delle dieci più belle passeggiate
fotografie, “blob” filmici, ma anche
a mare del pianeta. Un’area di 107
musica e concerti per evocare le
ettari che dal 1996 è Riserva naturale atmosfere storiche di questa bevanda,
Regionale. La Riserva, gestita dal
incontri e laboratori didattici curati
Comune di Duino Aurisina/Devin
dall’Università del Caffè, un bookshop
Nabrežina che ne regola la fruizione, a tema e, naturalmente, un bar dove
degustare il meglio delle preparazioni
valorizzazione e tutela, contempla
una serie di ambienti naturali, marini a base di caffè
Salone degli Incanti, Trieste
e terrestri, di grande interesse,
Info: triestecapitaledelcaffe.it
risultato dell’incontro tra gli aspetti
mediterranei dell’Alto Adriatico con
quelli più continentali dell’entroterra
Fino all’8/12
carsico. Si assiste così alla presenza
Ippolito Caffi
contemporanea di animali e piante
Dipinti di viaggio tra Italia
che normalmente frequentano siti
lontani tra loro, oltre di organismi
e Oriente
endemici, ovvero esclusivi di questa
Castello di Miramare, Trieste
Info: www.castello-miramare.it
zona
>>articolo a pag. 10
Centro di Promozione Territoriale
della Provincia di Trieste, Sistiana,
Trieste
[email protected]
Fino all’11/10
L’alfabeto essenziale
di Ugo Guarino
Museo Revoltella, via Diaz 27, Trieste
Info: www.museorevoltella.it
>>articolo a pag. 10
La mostra prosegue prosegue
all’ex Lavatoio di San Giacomo
nello spazio dove generazioni
di donne sangiacomine hanno
lavato i panni delle proprie
famiglie. La mostra è compresa
nel programma di manifestazioni
“Primavera di donne” organizzata
dalla Provincia di Trieste. I diversi
documenti allestiti nella suggestiva
ambientazione rimandano a
vicende e percorsi dove l’elemento
femminile si trova a dover gestire
delle comunità dove gli uomini
risultavano assenti, costretti a far
la guerra su fronti insanguinati,
lontano dai propri effetti e dalle
proprie attività. In questi contesti
inusitati, le donna sono non solo
mogli, ma ora muri portanti delle
proprie case. Donne che continuano
a crescere i figli, a improvvisarsi
in tanti mestieri per sbarcare il
lunario, crocerossine e angeli
custodi per tanti uomini devastati
dall’orribile mestiere della guerra.
Nella rassegna che originariamente
era stata allestita nel Museo
Postale di piazza Vittorio Veneto
sono tanti i punti di vista sul ruolo
femminile in un periodo bellico che
avrebbe portato alla distruzione
degli antichi equilibri continentali
preparando il terreno a un nuovo
conflitto mondiale. La mostra
sarà visibile sino a tutto il mese di
ottobre
Ex Lavatoio di via San Giacomo in
Monte 9, Trieste
Info: [email protected]
Se in passato il ruolo della donna
nello sviluppo della scienza
e della ricerca è sempre stato
sottovalutato, bisogna purtroppo
riconoscere che ancora oggi
non trova sempre adeguato
riconoscimento nella società.
Quando Max Planck (allora Direttore
dell’Istituto di Fisica Teorica
dell’Università di Berlino) nel 1897
affermava che “in generale non
sarà mai ribadito a sufficienza che
la natura stessa delle donne le ha
predestinate al mestiere di madre
e di casalinga”, il suo pensiero non
si scostava di molto da quello di
chi tuttora sostiene che le donne
sarebbero “meno portate” per gli
studi scientifici. Questa mostra,
organizzata dalla Fachhochschule
Lübeck (Politecnico di Lubecca),
è nata dall’esigenza di restituire
la meritata visibilità a quelle
donne che, affrontando le ostilità
famigliari e i pregiudizi sociali per
inseguire con determinazione la
loro passione scientifica, hanno
dato un contributo fondamentale
alla ricerca e allo sviluppo della
scienza. 23 biografie, spesso
sorprendenti, di scienziate
vissute tra il XVII e la metà degli
anni novanta del XX secolo, che
rappresentano modelli esemplari ed
offrono uno spunto straordinario di
riflessione e uno stimolo per quelle
giovani donne che, attratte dalla
carriera scientifica o da professioni
tecniche, non sempre hanno il
coraggio di intraprenderle
Biblioteca Comunale Stelio Mattioni,
via Petracco 10, Trieste
Info: bibliotecasteliomattioni.it
Dal 3 al 17/9
Fino al 31/10
Storie di donne
durante la Grande
Guerra
Fino al 31/1
Storie di donne,
scienza e tecnologia
Fino al 16/12
Triestiners
Gente di Trieste James Joyce e
la sua “Seconda Patria”
Un Joyce che parla e scrive un – ottimo
e disinvolto – dialetto triestino,
che prende parte alla vita culturale
cittadina non solo in qualità di
insegnante di inglese della buona
borghesia, ma anche tenendo
conferenze sulla sua Irlanda e su
Amleto, Defoe e Blake e scrivendo
per il “Piccolo della Sera”. Una mostra
su questa sua “seconda patria” –
come Joyce definì Trieste secondo
una testimonianza di Nino Frank –
affollata di personaggi con cui entra
in contatto, da cui verrà ispirato e
che ispirerà. Primo fra tutti, come si
sa, Ettore Schmitz, lo scrittore Italo
Svevo
Museo sveviano, via Madonna del
Mare 13, Trieste
Info: www.museosveviano.it
>>articolo a pag. 21
Flavio Girolomini
Opere grafiche
Espone i propri lavori dal 1962 in
collettive ed estemporanee in
regione ed in altre città (Lecce,
Caserta, Fabriano, Firenze,
Piacenza) ricevendo diversi
riconoscimenti (premi, coppe,
medaglie, premi acquisto e
segnalazioni di merito, tra cui il
sigillo trecentesco del Comune
di Trieste ed un premio ad un
concorso di design). In occasione
di una ricorrenza centenaria,
ha creato un manifesto per un
Convegno, conservato presso una
raccolta nazionale. Ha realizzato
diverse personali a Trieste ed una a
Mogliano Veneto
Vetrina, via Udine 22, Trieste
Info: [email protected]
Dal 5/9 al 4/11
Dipped worlds
Breda Beban, Dario Belic, Emma
Ciceri, Fabrizio Giraldi, G.R.A.M., Borut
Krajnc, Paula Muhr, Adrian Paci,
Eva Petric & Laurent Ziegler, Metka
Zupanic
Studio Tommaseo, via del Monte 2/1,
Trieste
Info: www.triestecontemporanea.it
Dal 2 al 23/10
La grande Bellezza
Mostra di pittura di Donatella
Bartoli
L’Arte dialoga con la Bellezza già dai
tempi dell’antica statuaria greca,
la ricerca di una armonia tra corpo,
psiche, mente dell’uomo e della donna
è continuata inesausta
Trieste
SETTEMBRE
fino ad oggi. Con questa mostra
Donatella Bartoli, pittrice triestina,
vuole stimolare questo dialogo e
continuare la ricerca di un ideale
che unisca il benessere, la vitalità
alla virtù. Una mostra in un centro
Estetico come provocazione ad
uscire dagli schematismi e dai soliti
binari che accoppiano l’Arte alla sua
musealizzazione. In questa mostra
di pittura si potranno vedere opere
pittoriche incentrate sul corpo e sul
paesaggio in tutti i vari spazi del
Centro. Orario continuato dalle 9 alle
20, chiuso la domenica
Centro Estetico e parrucchieri
“Abbronzatissimi” di Trieste, via Roma
20/a e via Macchiavelli 16/a, Trieste
Info: 040.636633
varie
Fino al 12/9
Spazi urbani in gioco
Più di 100 appuntamenti in 10
giardini e luoghi pubblici. Una
linea fantastica unirà idealmente
l’area verde del laghetto di
Basovizza, la Villa Revoltella, il
giardino Muzio de Tommasini, la
Villa Engelmann, il Parco di San
Giovanni, i giardini di Via San
Michele, di piazzale Rosmini, di via
Orlandini, lo stabilimento balneare
di La Lanterna, l’area verde del
centro civico Altipiano Est, fino
alla novità di quest’anno con l’orto
sociale “Le Piane” di via Grego. Da
luglio a settembre, questi luoghi si
animeranno favorendo momenti di
aggregazione e cultura, dal lunedì
al sabato, e i genitori potranno
scegliere dove portare i propri
figli a divertirsi in mezzo al verde
della natura. I giardini d’estate
si caratterizzano per una serie di
valori da trasmettere ai bambini,
attraverso lo scambio di esperienze
e attività di laboratorio che non
possono che fungere da stimolo e
arricchimento alla crescita e allo
sviluppo dei piccoli
Trieste, luoghi vari
Info: www.retecivica.trieste.it
Fino al 27/9
Nani giganteschi
Insetti e invertebrati taglia
XXL
Piccolo come un insetto?
Insignificante come un mollusco?
Microscopico come una cellula?
Sbagliare e prendere un granchio?
La Sala Didattica del Civico Museo
di Storia Naturale, diventa una
“Camera delle Meraviglie” popolata
di nani giganteschi, dove animali
creduti normalmente piccoli si
rivelano giganti. Tra preparazioni
museali inedite, esemplari
ottocenteschi, moderni modelli in
3D, fossili preistorici e animali vivi
in scheletro e antenne, il visitatore
scoprirà l’insospettabile grandezza
dei piccoli che poi, a volte, piccoli
proprio non sono. Da rilevare che lo
staff del Museo di Storia Naturale
ha deciso di dedicare questa nuova
iniziativa al giovane naturalista
recentemente scomparso Thomas
De Marchi, collaboratore del Museo
che, tra i primi, condivise anche il
progetto di questa esposizione
Civico Museo di Storia Naturale,
Trieste
Info: 040.6754603
Fino all’1/11
Il mare (al tempo) dei
dinosauri,
I dinosauri erano animali
esclusivamente terrestri. Non
frequentavano gli ambienti
acquatici se non per particolari e
contingenti motivi. E’ errato quindi
parlare di “dinosauri marini”. I mari
e gli oceani dell’Era Mesozoica o
Era Secondaria, detta anche l’Era
dei Dinosauri, erano tuttavia
popolati da una moltitudine di
rettili che occupavano le nicchie
ecologiche dominate al giorno
d’oggi principalmente da grandi
mammiferi quali delfini, orche,
balene e capodogli. Gli squali erano
presenti oggi come allora, e sono
cambiati ben poco nel corso dei
milioni di anni. Una serie di repliche,
modelli e campioni originali,
esemplari lunghi fino otto metri
illustreranno il mare dei dinosauri.
Mosasauri, pliosauri, plesiosauri,
elasmosauri, ittiosauri, tartarughe
e coccodrilli giganti: una passerella
di predatori dei mari giurassici e
cretacei, animali che Antonio e i
suoi simili, dinosauri del Villaggio
del Pescatore, forse avevano
imparato a conoscere e i cui resti
forse un giorno verranno alla luce
anche nel giacimento triestino
Sito Paleontologico, Villaggio del
Pescatore Duino Aurisina, Trieste
Info: www.cooperativagemina.it
Venerdì 4
Presentazione
Monica di Sisto presenta Nelle mani
dei mercati. Perchè il TTIP va fermato
(Emi, 2015)
Ore 18 - Libreria Lovat, viale XX
settembre 20, Trieste
Info: 040.637399
Dal 4 al 6/9
Festival Fin da Piccoli
L’iniziativa si articola in incontri con
esperti, dialoghi tra protagonisti,
laboratori, plenarie e momenti di
spettacolo ed è rivolta agli operatori
dei settori socio-educativi, sociosanitari e culturali, ai genitori e i
loro bambini. L’edizione 2015 del
festival si svolgerà a Trieste dal 4 al
6 settembre 2015, in spazi messi a
disposizione dall’amministrazione
comunale e da altri Enti. Il tema
2015, “Nutrire le menti” | Il festival
si propone di avere cadenza annuale
e di promuovere un tema diverso
ogni edizione, sempre in riferimento
all’infanzia e ai servizi dedicati.
“Nutrire le menti: incontri e dialoghi
sui primi tre anni di vita” è il tema
scelto per questa prima edizione e
vedrà come temi principali quelli
dei servizi socio educativi, della
genitorialità e delle buone pratiche
- come lettura, musica, gioco - che
possono, se attuate sin dai primi
anni e con continuità, influenzare
positivamente lo sviluppo dei
bambini e la relazione genitoriale
Trieste
Info: www.csbonlus.org
Dal 4 al 13/9
Typos 2015
Otto chef hanno regalato una loro
ricetta e 21 artisti visionari le
hanno interpretate attraverso
la grafica, il suono, l’arte, la
fotografia, la scrittura, il design,
il video... Così abbiamo dato vita a
Typos 2015 - Convivio, una grande
“tavolata” di artisti. Quello di
quest’anno è un progetto folle in una
folle location: 5 container sulle rive
di Trieste
[email protected]
>>articolo a pag. 11
Mercoledì 9
Nutri-mente
rinnovamento
educativo
e responsabilità familiare
Dalle 17 alle 19 - Biblioteca Comunale
Stelio Mattioni, via Petracco 10,
Trieste
Info: bibliotecasteliomattioni.it
Differenziare
Carel van der Burg
Ogni insegnante fa esperienza a
lezione delle grandi differenze
esistenti tra i singoli allievi e
allieve di una classe. Queste
differenze sono riscontrabili
su diversi piani: motivazione,
stile di apprendimento, livello di
padronanza linguistica, specificità
di genere o relativa ai tempi di
apprendimento e di svolgimento
del lavoro.
Dopo la presentazione delle diverse
forme di differenziazione, il
workshop propone alcuni esempi
pratici per il lavoro differenziato
nella lezione di tedesco
Dalle 9.30 - Goethe-Institut Triest, via
Beccaria 6, Trieste
Info: [email protected]
Venerdì 11
Itinerari palestinesi
Incontro promosso dal gruppo IBRIQ
Ore 18 - Libreria Lçovat, viale XX
settembre 20, Trieste
Info: 040.637399
Sabato 12
Cartaccia laboratorio
In collaborazione con l’Associazione
il Ponte
Ore 11.30 - Libreria Lovat, viale XX
settembre 20, Trieste
Info: 040.637399
Domenica 13
Invasati, tutti pazzi
per i fiori
L’interessante e curiosa iniziativa,
promossa dal Servizio Musei
Scientifici del Comune di Trieste, per
chi vuole partecipare come espositore
è riservata esclusivamente a privati
e associazioni Onlus. Mentre il
mercatino e le attività collaterali
sono aperte a tutti. Ideata per essere
soprattutto un momento di incontro,
confronto e scambio di esperienze
e di materiali fra giardinieri non
professionisti, appassionati e
dilettanti. In tal senso, all’interno
dell’Orto Botanico ogni partecipante
potrà esporre e proporre in scambio
o in vendita piante o parti di esse,
talee, semi, bulbi, rizomi, terricci, vasi
nonché libri di giardinaggio
Civico Orto Botanico di via
Marchesetti 2, Trieste
Info: www.ortobotanicotrieste.it
Martedì 15
Un Mondo di Storie
dall’Europa
In collaborazione con Europe Direct
nell’ambito delle manifestazioni della
Giornata Europea delle Lingue
Ore 17 - Biblioteca Quarantotti
Gambini, Trieste
Info: 040.0649556
Mercoledì 16
Spontanea-mente in
cucina
aromi e sapori in orto e
giardino
Dalle 17 alle 19 - Biblioteca Comunale
Stelio Mattioni, via Petracco 10,
Trieste
Info: bibliotecasteliomattioni.it
Marco Ferrini
Presenta Leadership del benessere
(Centro Studi Bhaktivedanta,2015)
Ore 18 - Libreria Lovat, viale XX
settembre 20, Trieste
Info: 040.637399
Mercoledì 23
Pappamundi
giochiamo con gli alimenti (e
impariamo)
Dalle 17 alle 19 - Biblioteca Comunale
Stelio Mattioni, via Petracco 10,
Trieste
Info: bibliotecasteliomattioni.it
Venerdì 25
Non sprechiamoci!
”laboratorio” di idee concrete e
soluzioni pratiche per accrescere
il benessere delle comunità e la
competitività delle aziende. La
quarta edizione di Trieste Next sarà
intitolata BIOlogos, per suggerire,
sia dal punto di vista filosofico che da
quello scientifico, il concetto che la
scelta più logica per la sopravvivenza
della specie e del nostro pianeta sia
la ricerca di soluzioni bio-compatibili.
Biomedicina, biotecnologie,
bioinformatica, alimentazione e
cura della persona: sono questi
alcuni dei settori cui fa riferimento
il sottotitolo - The Future of Life
- e alcuni dei formidabili ambiti
di crescita e sviluppo scientifico e
imprenditoriale
Trieste
Info: triestenext.veneziepost.it
>>articolo a pag. 4-5
Mercoledì 30
Autonoma-mente
autoproduzione del cibo e
acquisti a Km 0
Dalle 17 alle 19 - Biblioteca Comunale
Stelio Mattioni, via Petracco 10,
Trieste
Info: bibliotecasteliomattioni.it
Dal 3 all’11/10
Barcolana
Trieste
Riduco Riuso Riciclo: le tre R che
fanno bene all’ambiente nell’ambito Info: www.barcolana.it
della quarta edizione di Trieste
Next Salone Europeo della Ricerca
Scientifica
Dalle 17 alle 19 - Biblioteca Comunale
Stelio Mattioni, via Petracco 10,
Trieste
Info: bibliotecasteliomattioni.it
Dal 25 al 27/9
Trieste Next
BIOlogos - The Future of Life
Trieste Next è un “osservatorio”
dove trovano visibilità ricerca
applicata e nuove tecnologie, un
29
30
gorizia
musica
Fino all’8/10
Musica Cortese
Nova carmina
Il programma di quest’anno è
costituito da una serie di concerti
organizzati intorno al titolo “Nova
carmina. L’evo medio tra devozione
e goliardia”. Se il carattere sacro ha
determinato l’intera produzione
musicale durante il corso dell’Alto
Medioevo, con l’avvento del secondo
millennio il profano ha iniziato ad
“invadere” spazi musicali sempre più
ampi, proponendo forme poetiche
legate a temi diversi - spesso a
carattere amoroso - e quindi non più
solo devozionali o legati alla liturgia.
“Nova Carmina”, i nuovi canti,
vogliono includere entrambi i temi,
quello religioso/devozionale, sempre
molto presente, indispensabile
compendio alla vita dell’uomo
medievale, ma anche quello profano
che accompagna i momenti ludici, di
festa o legati a composizioni di ambito
cortese
Luoghi vari, Gorizia e provincia
Info: www.dramsam.org
Dal 5 al 13/9
SETTEMBRE
le testimonianze storiche relative
alla vita di trincea presenti nelle
collezioni dei Musei e i lavori dei
ragazzi del Fabiani che hanno
cercato di rivivere e riconsiderare
la tragica esperienza della guerra
attraverso la loro sensibilità.
Pitture, sculture e installazioni
vengono a tradurre visivamente
le loro riflessioni sulle tematiche
legate al primo conflitto mondiale
e al nostro territorio che è stato
teatro di quel medesimo conflitto,
recandone ancora ben visibili i
segni. Gli alunni attraverso i loro
colori vivaci e le loro interpretazioni
plastiche traducono i loro pensieri
su ciò che c’è stato e ciò che c’è
ancora; su quello che significa
morire o uccidere per un ideale, ma
anche su ciò che significa la guerra,
l’odio, la violenza e l’indifferenza, la
discriminazione, il pregiudizio, ieri
come oggi
Musei Provinciali di Borgo Castello,
Gorizia
Info: www3.comune.gorizia.it
Fino al 20/9
Mostra su Giovani
Zangrando
La più ampia esposizione antologica
sinora dedicata al pittore triestino
e al suo magistero, che conta 99
tra dipinti e disegni, ai quali vanno
sommati due taccuini di disegni e
nove fotografie in bianco e nero
Premio Rodolfo Lipizer
realizzate dallo stesso Zangrando.
Dal 1982 nel nome di Rodolfo Lipizer
In parallelo, nel contesto della
si svolge annualmente a Gorizia,
Pinacoteca, sono esposte le opere
organizzato dall’Associazione
dei suoi allievi conservate presso
Culturale “Maestro Rodolfo Lipizer”
i Musei Provinciali di Gorizia: dai
ONLUS, il Concorso Internazionale di
più noti Adolfo Levier, Giannino
Violino “Premio Rodolfo Lipizer”
Teatro “L. Bratuž”, viale XX settembre, Marchig, Arturo Nathan sino a
Gianni Brumatti ed Emma Galli.
Gorizia
A questi vanno aggiunti gli studi
Info: www.lipizer.it
anatomici realizzati da Mario Di
Iorio durante gli anni trascorsi
Domenica 6
all’Accademia di Venezia: un
Zorika Novakovic
controcanto ai nudi di Zangrando
Musiche di: J. Haydn, F. Chopin, S.
restio ad accettare qualsiasi
Prokofiev, C. Debussy, R. Schumann
avanguardia novecentesca Musei
Ore 21 - Chiesa di San Gottardo,
Provinciali di Gorizia, Palazzo Attems
Mariano del Friuli, Gorizia
Petzenstein, Gorizia
Info: www.neisuonideiluoghi.it
Info: www.provincia.gorizia.it
Concorso
Internazionale di
Violino
>>articolo a pag. 7
teatro
Sabato 26
La Locandiera
>>articolo a pag. 12
Fino al 4/10
Dalla penna d’oca alla
macchina da scrivere
Calamai, scrittoi e diari in moSala Palestra Scuole Elementari,
stra alla Fondazione Coronini
Sagrado, Gorizia
In un’epoca in cui l’uso generalizzato
Info: [email protected]
di computer, tablet e smartphone,
la digitalizzazione dei testi e la
scrittura vocale fanno apparire quasi
obsoleta l’abitudine di scrivere a
mano su un foglio di carta, può essere
Fino al 6/9
utile e interessante, soprattutto per le
Pubblicità come Arte nuove generazioni, fermarsi a
riflettere su quelli che erano Manifesti e bozzetti
ancora in un passato non troppo
dal Liberty al Ventennio
lontano - gli strumenti e gli accessori
Si tratta di manifesti e bozzetti
utilizzati per la scrittura. Nasce
dedicati prevalentemente al territorio
da questi presupposti la mostra
di Gorizia con un’interessante sezione
“Dalla penna d’oca alla macchina
di carte geografiche, numerose
da scrivere. Guglielmo Coronini e la
delle quali stampate dal celebre
bella scrittura”, organizzata dalla
stabilimento Passero - Chiesa da cui
Fondazione Coronini Cronberg e
provengono anche la maggior parte
ospitata proprio nelle scuderie e nella
dei manifesti e bozzetti esposti
storica dimora goriziana. L’iniziativa
Leg Antiqua, Corso Giuseppe Verdi
ricade nell’anno in cui ricorre il
73, Gorizia
venticinquesimo anniversario della
Info: www.legantiqua.it
morte del conte Guglielmo Coronini,
e seguendo quella vocazione di
War in progress
dimora storica e di museo delle
Già allestita negli spazi di
arti decorative che proprio l’ultimo
Palazzo Attems lo scorso mese di
proprietario aveva evocato nel
maggio, per espresso desiderio
dell’amministrazione provinciale la suo testamento, la Fondazione
intende riprendere il programma
mostra viene ora riproposta negli
di valorizzazione, conoscenza e
ambienti attigui al Museo della
Grande Guerra, offrendo al pubblico divulgazione delle proprie collezioni,
già iniziato con le esposizioni dedicate
la possibilità di un confronto tra
arte
ai merletti, alle miniature e ai gioielli Museo di S. Chiara, corso Verdi,
Fondazione Coronini Cronberg, Gorizia Gorizia
Info: 342.1323125
Info: www3.comune.gorizia.it
varie
Dal 4 al 6/9
Festa dell’Uva
Fino all’1/11
I gioielli della
secessione Viennese
Inaugurerà il prossimo 19 giugno a
Grado (GO) la mostra “Wiener Bijoux”
tutta dedicata ad uno dei protagonisti
indiscussi della Secessione Viennese,
Josef Maria Auchentaller (Vienna
1865 – Grado 1949)
Grado, Gorizia
Info: www.bonvivre.ch
Fino all’8/11
L’esercito marciava
L’avanzata verso Gorizia
La mostra allestita nel Castello
di Gorizia, che durerà fino all’
8 novembre 2015, si propone di
illustrare la Grande Guerra a Gorizia,
mediante un percorso espositivo
costituito da pannelli esplicativi
corredati da riproduzioni di foto,
molte delle quali assolutamente
inedite, cimeli, documenti, uniformi
originali dell’epoca, e completato
da alcune opere d’arte del pittore,
scultore e scrittore Aristide Giulio
Sartorio (Roma 1860-1932), autore
del grande fregio a contenuto
simbolista-idealista che decora
l’aula della camera di Palazzo
Montecitorio
Castello di Gorizia
Info: www3.comune.gorizia.it
Fino al 30/11
L’Ara Pacis di Valentin
Oman
e i volti della Grande Guerra
La mostra dell’artista sloveno
carinziano Valentin Oman dal titolo
“L’Ara Pacis di Valentin Oman e i volti
della Grande Guerra”
Azienda agricola Komjanc, San
Floriano del Collio, Gorizia
Info: [email protected]
Dal 19 al 25/9
Sguardi su Gorizia e...
dintorni
Nei Milleduecento metri quadri del
prestigioso palazzo seicentesco,
appartenuto all’ordine delle
Clarisse, ora Museo di S. Chiara,
saranno esposte circa 500
immagini fra cartoline storiche,
dipinti ed emozionanti fotografie
della città. Tema centrale “la
gorizianità”, argomento che il
gruppo vuole proporre in chiave
romantica e popolare. Novità, verrà
presentata una mostra arricchita
dalla presenza di rievocatori storici
ed artisti che accompagneranno
il visitatore, interagendo con
esso in un percorso virtuale. Tutti
possono dare un contributo, in
termini di immagini descrittive
di eventi ed emozioni tipiche
goriziane, ma anche assistenza
in termini di volontariato ed aiuti
esclusivamente logistici
La manifestazione si dipana su
più giorni comprendendo varie
attrazioni collaterali quali la mostra
del miele e la smielatura, i chioschi
enogastronomici e la pesca di
beneficienza. Da non dimenticare
le degustazioni dei vini locali!!!! Ed
ancora: esibizione di bande, balli con
orchestre, ecc.
Cormons, Gorizia
Info: www.comune.cormons.go.it
Scuderia Gorizia Corse a diffondere
contemporaneamente la cultura della
sicurezza stradale e la diffusione della
pratica sportiva nei luoghi idonei.
Per partecipare serve la patente, un
certificato medico di buona salute,
un casco e la tessera Aci che si può
ottenere il giorno stesso della gara
Gorizia
Info: www.goriziacorse.it
Domenica 6
Festival Internazionale
degli Artisti di strada
Quest’anno la Compagnia del
Carro, assieme ed in sinergia con
i partner che credono in questo
progetto, renderà questo festival
“itinerante” e toccherà diverse
città e province del Friuli Venezia
Giulia, rendendo quindi questo
festival il più grande della Regione
e tutto il Nord Italia
Staranzano, Gorizia
Info: www.turismofvg.it
12 e 13/9
Settembre in vita
Iniziativa promossa da un gruppo
facente parte del personale
dell’Arma dei Carabinieri in servizio
presso il Comando Provinciale
di Gorizia, che sta attualmente
portando avanti un progetto per
offrire all’ospedale ‘San Giovanni –
San Polo’ di Monfalcone un costoso
strumento (la TEM: Microchirurgia
Endoscopica transanale) per la
chirurgia mini invasiva delle
neoplasie del retto, unitamente
all’acquisto di complementi ed
arredi per cinque stanze riservate
ai pazienti terminali. Un’attività
di sensibilizzazione di nove mesi
di intenso lavoro da parte degli
organizzatori che assieme ad
una testimonial della malattia si
adoperano per divulgare questo
importante progetto di raccolta
fondi già in atto e che culminerà nel
week-end del 12 e del 13 settembre
con 48 ore di eventi in scena nel
centro di Monfalcone
Monfalcone, Gorizia
Info: www.settembreinvita.it
Dal 24 al 27/9
Gusti di Frontiera
Piazza Vittoria “colonizzata” dagli
stand del Borgo Britannia, con
l’ormai leggendario bus rosso a
due piani posizionato all’ombra
di Sant’Ignazio. E la mappa che si
allarga ancora, abbracciando corte
Sant’Ilario, ulteriore propaggine di
un sempre più ricco Borgo Slovenia,
ma anche le vie che circondano il
castello. Sono alcune delle novità
della dodicesima edizione di Gusti
di Frontiera.
La manifestazione
enogastronomica, che lo scorso
anno portò a Gorizia oltre mezzo
milione di persone, tornerà da
giovedì 24 a domenica 27 settembre,
innestando su un format già
collaudato una serie di golose
novità, tra le quali anche uno
spazio, in piazza Sant’Antonio,
dedicato alla cultura del cibo: sarà
un autentico Salotto del Gusto, con
conferenze e approfondimenti
Gorizia
Info: www3.comune.gorizia.it
Dal 2 al 4/10
Grado giallo
Nato come occasione di incontro e
confronto fra studenti, scrittori e
appassionati del genere, il Festival
Grado Giallo si è ampliato di anno
in anno, estendendosi a cinema e
teatro, con attenzione alla cronaca
e all’attualità, coinvolgendo
esperti di vari settori, da scrittori e
critici letterari, a giornalisti fino a
poliziotti e magistrati.
Non solo, il tema del giallo è
stato declinato in ogni possibile
contesto per farne occasione di
Mercoledì 16
spettacolo, gioco e intrattenimento.
Carte e inchiostri.
Vengono così proposti laboratori e
animazione per bambini e ragazzi,
Problematiche
aperitivi in giallo, le appassionanti
di restauro
cene con delitto, fino a concorsi per
A cura del Centro Studi e Restauro
aspiranti giallisti o per stimolare la
di Gorizia
Ore 15.30 - Archivio di Stato di Gorizia, creatività di negozianti, gestori e
ristoratori di tutta l’isola
via dell’Ospitale 2, Gorizia
Grado, Gorizia
Info: www.coronini.it
Info: www.gradogiallo.it
Domenica 20
Gimkana di Gorizia
Assolutamente inedita la formula
della gara con due vetture
contemporaneamente in pista in
sfide uno contro uno nelle batterie
di qualificazione e nelle finali a
cui accederanno i migliori otto
concorrenti. Aumentano quindi
spettacolo e divertimento e per
incentivare i piloti diminuisce
l’iscrizione! Lo slogan “non correre
in strada, vieni a correre in gara con
noi!” rende evidente lo sforzo della
>>articolo a pag. 21

Documenti analoghi