La civiltà greca ebbe origine dagli Achei, popolazione continentale

Commenti

Transcript

La civiltà greca ebbe origine dagli Achei, popolazione continentale
La civiltà greca ebbe origine dagli Achei, popolazione continentale originaria
dall’Asia centrale, quando nel II° millennio avanti Cristo ( nel xx° secolo a.C. o nel
2000 a. C.) , raggiunsero le coste dell’Egitto, dell’Asia Minore (= Turchia) della
Britannia e il Mediterraneo fino a raggiungere il Peloponneso, uno dei territori greci.
Gli Achei fondarono grandi città come: Micene, Sparta, Tirino, Arcomero, Argo,
Tebe, Pilo. Gli Achei venivano chiamati anche “Micenei” perché la loro città più
importante fu appunto Micene. Nel 1450 a.C. gli Achei o Micenei sconfissero Creta
diventando i padroni dei commerci del Mediterraneo. Nel 1100 a.C., , per motivi
commerciali portarono la guerra sotto le mura di Troia, una città sul Mar Nero.
Come ci racconta l’Iliade, la guerra durò 10 anni con la vittoria degli Achei grazie allo
stratagemma del cavallo di legno attraverso il quale riuscirono ad entrare all’interno
incendiando la città. Però sempre nel XII° secolo ( dal 1200 al 1101 a.C. )
subentrarono i Dori, popolazione indo-europea, che, grazie alla conoscenza del
ferro, scacciarono o resero schiavi gli Achei, diventando i padroni del territorio.
Questo periodo venne denominato come “Età oscura” perché la popolazione calò, si
abbandonarono le città, le attività economiche diminuirono e si accantonò l’uso
della scrittura.
Solo verso il 700 a.C, ( ossia verso il VII secolo – VII secolo) la civiltà ritornò a fiorire
con la nascita di città indipendenti, come le poleis.