allegato 10 Relazione tecnica dell`impianto di depurazione delle

Commenti

Transcript

allegato 10 Relazione tecnica dell`impianto di depurazione delle
OGGETTO:
Verifica di assoggettabilità a V.I.A.
(art. 8 L.R. 3/2012 e art. 20 D. Lgs. n. 152/2006)
RICHIEDENTE:
SILGA S.p.A.
stabilimento SILGA 10
Via Pigini 23, 25, 27
60022 Castelfidardo (AN)
allegato 10
TITOLO:
Relazione tecnica dell’impianto di
depurazione delle acque
rev. 0 ottobre 2011
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 1 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
SOMMARIO
1
Impianto di depurazione acque..........................................................................................................1
2
Vasche di accumulo e sollevamento..................................................................................................1
3
4
5
2.1
Vasca di accumulo e sollevamento dei lavaggi alcalini ................................................................................ 1
2.2
Vasca d’accumulo e sollevamento lavaggi acidi .......................................................................................... 2
2.3
Vasca di sollevamento dei concentrati acidi ................................................................................................. 3
2.4
Vasca di sollevamento dei concentrati alcalini ............................................................................................. 4
2.5
Vasca di stoccaggio dei controlavaggi dei filtri ............................................................................................. 4
Descrizione delle fasi e delle apparecchiature per il trattamento .......................................................5
3.1
Sollevamento lavaggi alcalini........................................................................................................................ 5
3.2
Sollevamento lavaggi acidi ........................................................................................................................... 6
3.3
Sollevamento concentrati acidi ..................................................................................................................... 7
3.4
Sollevamento concentrati alcalini al trattamento .......................................................................................... 7
3.5
Fase di riduzione dei cromati ........................................................................................................................ 8
3.6
Fase di neutralizzazione ............................................................................................................................... 9
3.7
1° alcalinizzazione (sulfurazione opzione n°2) ...........................................................................................10
3.8
2° alcalinizzazione ......................................................................................................................................12
3.9
Flocculazione ..............................................................................................................................................13
3.10
Sedimentazione ed ispessimento ...............................................................................................................14
3.11
Filtrazione finale ..........................................................................................................................................15
3.12
Disidratazione fanghi (opzione n°3) ............................................................................................................18
3.13
Equalizzazione finale ..................................................................................................................................19
3.14
Impianto di trattamento sgrassature ...........................................................................................................20
3.15
Serbatoi di stoccaggio reattivi .....................................................................................................................22
Impianti accessori............................................................................................................................ 24
4.1
Impianto idraulico ........................................................................................................................................24
4.2
Quadro elettrico ..........................................................................................................................................24
4.3
Telecontrollo ...............................................................................................................................................25
4.4
Impianto elettrico.........................................................................................................................................25
4.5
Impianto di messa a terra ...........................................................................................................................26
4.6
Docce antinfortunistiche .............................................................................................................................26
Dissalatore ad osmosi inversa PRO-M-4 ......................................................................................... 26
5.1
Caratteristiche chimiche e fisiche dell’acqua da trattare ............................................................................26
5.2
Caratteristiche chimiche dell’acqua trattata ................................................................................................27
5.3
Composizione dell’impianto proposto .........................................................................................................27
5.4
Filtrazione a quarzite ..................................................................................................................................28
5.5
Filtro a carbone attivo .................................................................................................................................28
5.6
Filtrazione di sicurezza ...............................................................................................................................29
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 2 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
5.7
Debatterizzazione a raggi uv ......................................................................................................................30
5.8
Anti-scale ....................................................................................................................................................30
5.9
Unità ad osmosi inversa .............................................................................................................................31
5.10
Strumentazione ...........................................................................................................................................36
5.11
Unita’ di lavaggio e di flussaggio automatico ..............................................................................................37
5.12
Quadro elettrico locale ................................................................................................................................38
5.13
Distribuzione acqua osmotizzata ................................................................................................................40
6
Impianto di addolcimento................................................................................................................. 41
7
Sistema per il controllo ed il monitoraggio delle condense............................................................... 41
8
Comparto elettrico ........................................................................................................................... 43
8.1
Quadro elettrico generale ...........................................................................................................................43
8.2
Impianto elettrico.........................................................................................................................................44
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 1 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
1 IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUE
L’impianto di depurazione, ha portata media di 20 mc/h e picchi di 30 mc/h; nel dettaglio:
Provenienza
Tipologia
Lavaggi a perdere acidi, provenienti dalle linee
di lavorazione
Lavaggi a perdere alcalini, provenienti dalle
linee di lavorazione
Concentrati acidi provenienti dal periodico
rinnovo dei bagni di lavorazione
Concentrati alcalini provenienti dal periodico
rinnovo dei bagni di lavorazione
Acque debolmente acide, con tracce di cromo, ferro,
8 m3/h
nichel e zinco
Acque debolmente alcaline, con tracce di ferro, zinco
3
8 m /h
e sostanze organiche
Acque fortemente acide con elevate concentrazioni
3
6 m /mese
di solfati, cloruri e metalli
Acque
fortemente
alcaline
con
elevate
30 m3/mese
concentrazioni e sostanze organiche
Controlavaggio filtri, drenaggio filtropressa, fanghi
3
3 m /h
surnatanti, ecc.
3
20 m /h
Altro
Totale:
Quantità
Limiti operativi
Le apparecchiature fornite operano all’interno di un edificio coperto, nelle seguenti condizioni climatiche
operative:
Temperatura: 5÷45 °C
Umidità relativa: < 85 %
Altitudine s.l.m.: 0 ÷ 1000 m
Caratteristiche chimiche dell’acqua trattata
L'impianto agisce sui parametri riportati di seguito, portandoli a valori conformi allo scarico in pubblica
fognatura:
pH
Solidi sospesi
Solidi sedimentabili
C. O. D.
Zinco
Ferro
Cromo esavalente
Rame
Nichel
Tensioattivi
2 VASCHE DI ACCUMULO E SOLLEVAMENTO
2.1
Vasca di accumulo e sollevamento dei lavaggi alcalini
n° 1 vasca di sollevamento ed equalizzazione, nella quale defluiscono le seguenti tipologie d’acque:
acque riportate nella lista con destinazione “lavaggi alcalini”;
acque provenienti dalla disidratazione dei fanghi e dal dilavamento dei pavimenti, ecc.;
sversamenti accidentali provenienti dal bacino di contenimento dei serbatoi della soda caustica e
dell’ipoclorito (sui quali è comunque prevista l’installazione di una valvola d’intercettazione);
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 2 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
sversamenti provenienti dalla zona di caricamento dell’ipoclorito di sodio e della soda caustica;
La vasca è dotata di un elettroagitatore, previsto per evitare fenomeni di sedimentazione e per
ottimizzare l’equalizzazione; le altre apparecchiature installate sono le seguenti:
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nella vasca di
accumulo ed equalizzazione, necessario alla gestione della partenza delle pompe di sollevamento
installate, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: Endress + Hauser;
campo di misura: 0.25 ÷ 6 m;
uscita: 4 ÷ 20 mA;
protezione: IP 65;
alimentazione: 24 VCC;
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, installato sulla passerella di servizio, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: PROTECNO;
modello: PRO 15;
materiale di costruzione: AISI 316;
tipo di pala: quadripala radiale;
lunghezza albero: 2.500 mm;
velocità di rotazione: 30 u/min.;
potenza installata: 1.1 KW;
protezione: IP 55.
2.2
Vasca d’accumulo e sollevamento lavaggi acidi
n° 1 vasca di sollevamento ed equalizzazione, esclusa dalla ns. fornitura, nella quale defluiscono le
seguenti tipologie d’acque:
acque riportate nella lista con destinazione “lavaggi acidi”;
sversamenti accidentali provenienti dal bacino di contenimento dei serbatoi dell’acido cloridrico e
del bisolfito; (sui quali è comunque prevista l’installazione di una valvola d’intercettazione);
sversamenti provenienti dalla zona di caricamento dell’acido cloridrico e del bisolfito.
La vasca è stata dotata di un elettroagitatore, previsto per evitare fenomeni di sedimentazione ed altresì
ottimizzare l’equalizzazione; le apparecchiature installate sono le seguenti:
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nella vasca di
accumulo ed equalizzazione, necessario alla gestione della partenza delle pompe di sollevamento
installate, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: Endress + Hauser;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 3 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
campo di misura: 0.25 ÷ 6 m;
uscita: 4 ÷ 20 mA;
protezione: IP 65;
alimentazione: 24 VCC.
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, installato sulla passerella di servizio, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: PROTECNO;
modello: PRO 10;
materiale di costruzione: acciaio rivestito;
tipo di pala: quadripala radiale;
lunghezza albero: 2.500 mm;
velocità di rotazione: 30 u/min;
potenza installata :0.75 KW;
protezione: IP 55
2.3
Vasca di sollevamento dei concentrati acidi
n° 1 vasca di sollevamento ed equalizzazione, del volume di 10 m³, nella quale defluiscono le
seguenti tipologie di scarichi:
bagni concentrati provenienti dal rinnovo periodico delle vasche di lavorazione;
La vasca è dotata di un elettroagitatore previsto per evitare fenomeni di sedimentazione ed altresì
ottimizzare l’equalizzazione; le apparecchiature installate sono le seguenti:
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nella vasca di
accumulo ed equalizzazione, necessario alla gestione della partenza delle pompe di sollevamento
installate, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: Endress + Hauser;
campo di misura: 0.25 ÷ 6 m;
uscita: 4 ÷ 20 mA;
protezione: IP 65;
alimentazione: 24 VCC.
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, installato sulla passerella di servizio, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: PROTECNO;
modello: PRO 10;
materiale di costruzione: acciaio rivestito;
tipo di pala: quadripala radiale;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 4 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
lunghezza albero: 2.500 mm;
velocità di rotazione: 30 u/min;
potenza installata: 0.75 KW;
protezione: IP 55.
2.4
Vasca di sollevamento dei concentrati alcalini
n° 1 vasca di sollevamento ed equalizzazione, del volume di 40 m³, nella quale defluiscono le
seguenti tipologie di scarichi:
bagni concentrati provenienti dal rinnovo periodico delle vasche di lavorazione;
La vasca è dotata di un elettroagitatore previsto per evitare fenomeni di sedimentazione ed altresì
ottimizzare l’equalizzazione; le apparecchiature installate sono le seguenti:
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nella vasca di
accumulo, necessario alla gestione della partenza delle pompe di sollevamento installate, avente le
seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: Endress + Hauser;
campo di misura: 0.25 ÷ 6 m;
uscita: 4 ÷ 20 mA;
protezione: IP 65;
alimentazione: 24 VCC.
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, installato sulla passerella di servizio, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: PROTECNO;
modello: PRO 20;
materiale di costruzione: acciaio AISI 316;
tipo di pala: quadripala radiale;
lunghezza albero: 2.000 mm;
velocità di rotazione: 30 u/min;
potenza installata: 1,5 KW;
protezione: IP 55.
2.5
Vasca di stoccaggio dei controlavaggi dei filtri
n° 1 vasca di sollevamento ed equalizzazione, del volume di 25 m³, nella quale defluiranno le
seguenti tipologie di scarichi:
acque provenienti dall’attività di controlavaggio della catena di filtrazione;
acque chiarificate provenienti dalla sezione di trattamento delle sgrassature.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 5 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nella vasca di
accumulo, necessario alla gestione della partenza delle pompe di rilancio installate, avente le
seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: Endress + Hauser;
campo di misura: 0.25 ÷ 6 m;
uscita: 4 ÷ 20 mA;
Protezione: IP 65;
alimentazione: 24 VCC.
3 DESCRIZIONE DELLE FASI E DELLE APPARECCHIATURE PER IL
TRATTAMENTO
3.1
Sollevamento lavaggi alcalini
n° 2 pompe di sollevamento, delle quali una è di riserva attiva, ad asse orizzontale, in materiale
plastico, installate sul bordo della passerella di servizio, dotate di barilotto d’adescamento, aventi
cadauna le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata oraria di progetto: 15 m³/h;
pressione di progetto: 6 m;
materiale di costruzione: polipropilene
velocità di rotazione: 1.450 u/min;
potenza elettrica installata: 0.75 KW;
tensione d’alimentazione: 380 V;
protezione motore: IP 68;
tubazioni di mandata: valvole di ritegno ed intercettazione in PVC DN 50;
sensore per la protezione contro la marcia a secco;
sistema di raffreddamento e flussaggio delle tenute meccaniche;
doppia tubazione di mandata con predisposizione della connessione elettrica per eventuale
pompa d’emergenza;
Per il controllo, la registrazione ed il monitoraggio della portata del refluo alcalino inviato al trattamento, è
stato installato un misuratore di portata del tipo elettromagnetico:
n° 1 misuratore di portata del tipo elettromagnetico, con elettronica a microprocessore, del tipo con
display per la visualizzazione della portata istantanea e della portata totalizzata, idoneo alla
misurazione di acque fortemente alcaline, avente le seguenti caratteristiche di massima:
costruttore: Endress + Hauser;
modello: PROMAG;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 6 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
campo di misura: 2 ÷ 50 m³/h
diametro nominale: DN 40;
attacchi: DN 40 PN10;
materiale del rivestimento interno: PFA;
tensione d’alimentazione: 220 V;
segnale d’uscita: 4 ÷ 20 mA;
protezione: IP 65;
corredato di raccordi per il montaggio e la posa in opera, realizzati in PVC.
3.2
Sollevamento lavaggi acidi
n° 2 pompe di sollevamento, delle quali una è di riserva attiva, identiche a quelle previste per la
sezione di sollevamento delle acque alcaline, ad asse orizzontale, in materiale plastico, installate sul
bordo della passerella di servizio, dotate di barilotto d’adescamento, aventi cadauna le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
portata oraria di progetto: 15 m³/h;
pressione di progetto: 6 m;
materiale di costruzione: polipropilene;
velocità di rotazione: 1.450 u/min;
potenza elettrica installata: 0.75 KW;
tensione d’alimentazione: 380 V;
protezione motore: IP 68;
complete di tubazioni di mandata, valvole di ritegno ed intercettazione in PVC DN 50;
Corredate di sensore per la protezione contro la marcia a secco;
Doppia tubazione di mandata con predisposizione della connessione elettrica per eventuale
pompa d’emergenza;
Dotate di sistema di raffreddamento e flussaggio delle tenute meccaniche;
Per il controllo, la registrazione ed il monitoraggio della portata del refluo acido inviato al trattamento,
abbiamo previsto l’installazione d un misuratore di portata del tipo elettromagnetico.
n° 1 misuratore di portata del tipo elettromagnetico, con elettronica a microprocessore, del tipo con
display per la visualizzazione della portata istantanea e della portata totalizzata, idoneo alla
misurazione di acque fortemente acide, avente le seguenti caratteristiche di massima:
costruttore: Endress + Hauser;
modello: PROMAG;
campo di misura: 2 ÷ 50 m³/h;
diametro nominale: DN 40;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 7 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
attacchi: DN 40 PN10;
materiale del rivestimento interno: PFA;
tensione d’alimentazione: 220 V;
segnale d’uscita: 4 ÷ 20 mA;
protezione: IP 65;
corredato di raccordi per il montaggio e la posa in opera, realizzati in PVC.
3.3
Sollevamento concentrati acidi
n° 2 pompe di sollevamento e dosaggio, del tipo peristaltico, a portata variabile, installate in
prossimità della passerella di servizio, aventi cadauna le seguenti caratteristiche tecniche di
massima:
portata oraria di progetto:0.05 ÷ 0.3 m³/h;
pressione di progetto: 10 m;
velocità di rotazione:20 ÷ 100 u/min;
potenza elettrica installata:0,75 KW;
tensione d’alimentazione:380 V;
protezione motore:IP 55;
complete di tubazioni di mandata, valvole di ritegno ed intercettazione in PVC DN 25;
corredate di flussimetro per il controllo della portata.
3.4
Sollevamento concentrati alcalini al trattamento
Per il sollevamento degli esausti di sgrassatura al trattamento specifico, si sono installate due pompe
sommergibili, fissate tramite una struttura di acciaio inossidabile, direttamente alla passerella di servizio.
n° 2 pompe di sollevamento, delle quali una è di riserva attiva, ad asse verticale, sommergibili,
estraibili dal bordo della passerella di servizio della vasca di sollevamento, aventi cadauna le
seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata oraria di progetto:15 m³/h;
pressione di progetto:10 m;
materiale di costruzione:AISI 316;
velocità di rotazione:2.850 u/min;
potenza elettrica installata:1,5 KW;
tensione d’alimentazione:380 V;
protezione motore:IP 68;
complete di tubazioni di mandata, valvole di ritegno ed intercettazione in PVC DN 50.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
3.5
Rev. 0 ottobre 2011
pag 8 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
Fase di riduzione dei cromati
Nella vasca di riduzione dei cromati, giungono le acque provenienti dalla vasca di sollevamento dei
lavaggi acidi e dalla vasca di sollevamento dei concentrati acidi.
La riduzione dei cromati, si ottiene per l’azione di agente riducente, il bisolfito di sodio, a valori di pH
compresi tra 2 ÷ 2,5, per cui sono state previste le seguenti apparecchiature:
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, necessario alla miscelazione, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:PROTECNO;
modello:PRO 10;
materiale di costruzione:acciaio al carbonio rivestito con materiale antiacido;
tipo di pala:quadripala radiale;
lunghezza albero:1.500 mm;
velocità di rotazione:30 u/min;
potenza installata:0.75 KW;
protezione:IP 55.
n° 1 Rxmetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, per la regolazione del dosaggio del
bisolfito di sodio, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:+ 400 ÷ - 400 mV;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
soglie regolabili:n° 2;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare rX platino d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo;
n° 1 pHmetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, per la regolazione del dosaggio
dell’acido cloridrico necessario all’aggiustamento del pH, avente le seguenti caratteristiche tecniche
di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:0 ÷ 14 pH;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 9 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
soglie regolabili:n°2;
sensibilità:56 mV/pH;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare pH d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo.
n° 1 valvola a membrana, per il dosaggio dell’acido cloridrico, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
modello:normalmente chiusa;
materiale di costruzione:PVC;
materiale di costruzione della membrana:EPDM;
attacchi:d20;
n° 1 valvola a membrana, per il dosaggio del bisolfito di sodio, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
modello:normalmente chiusa;
materiale di costruzione:PVC;
materiale di costruzione della membrana:EPDM;
attacchi:d20;
completa di tubazione di mandata realizzata con doppio tubo in PVC necessaria a ben
coibentare durante i periodi invernali.
3.6
Fase di neutralizzazione
Nella vasca di neutralizzazione giungono sia le acque provenienti dalla sezione di sollevamento delle
acque alcaline provenienti dalla lavorazione galvanica sia dalla riduzione dei cromati, comprese quelle
provenienti dallo stoccaggio del controlavaggio dei filtri, per cui, visti i differenti valori di pH a cui si
effettuano le reazioni di trattamento, è necessario prevedere un sistema per regolare il pH tra 8,8 ÷ 9,2,
infatti, tale intervallo rende possibile la precipitazione di tutti i metalli presenti; le apparecchiature previste
sono le seguenti:
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, necessario alla miscelazione, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:PROTECNO;
modello:PRO 10;
materiale di costruzione:AISI 316;
tipo di pala:quadripala radiale;
lunghezza albero:1.500 mm;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 10 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
velocità di rotazione:30 u/min;
potenza installata:0.75 KW;
protezione:IP 55.
n° 1 pHmetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, per la regolazione del dosaggio
dell’acido cloridrico o della soda caustica, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:0 ÷ 14;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
sensibilità:56 mV/pH;
soglie regolabili:n° 2;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare pH d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo.
n° 1 Valvola a membrana, per il dosaggio dell’acido cloridrico, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
modello:normalmente chiusa;
materiale di costruzione:PVC;
materiale di costruzione della membrana:EPDM;
attacchi:d20.
n° 1 valvola a membrana, per il dosaggio della soda caustica, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
modello:normalmente chiusa;
materiale di costruzione:PVC;
materiale di costruzione della membrana:EPDM;
attacchi:d20.
3.7
1° alcalinizzazione (sulfurazione opzione n°2)
La prima fase di alcalinizzazione è mirata alla perfetta regolazione del valore del pH di precipitazione ed
eventualmente, in futuro, per effettuare un primo dosaggio di solfuro di sodio; le apparecchiature previste
sono le seguenti:
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, necessario alla miscelazione, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 11 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
costruttore:PROTECNO;
modello:PRO 10;
materiale di costruzione:AISI 316;
tipo di pala:quadripala radiale;
lunghezza albero:1.500 mm;
velocità di rotazione:30 u/min;
potenza installata:0.75 KW;
protezione:IP 55.
n° 1 pHmetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, per la regolazione del dosaggio della
soda caustica e dell’acido cloridrico, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:0 ÷ 14 pH;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
soglie regolabili:n°2;
sensibilità:56 mV/pH;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare pH d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo.
n° 1 Rxmetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, per la regolazione del dosaggio del
solfuro di sodio, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:+ 400 ÷ - 400 mV;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
soglie regolabili:n° 2;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare rX platino d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo.
n° 2 pompa dosatrice a pistone tuffante, per il dosaggio del solfuro di sodio in soluzione, di cui una
come scorta, avente cadauna le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 12 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
portata oraria massima:50 l/h;
cadenza:54 c/min;
campo di regolazione:10 ÷ 100%;
tipo di regolazione:Manuale;
materiale di costruzione della testa:PVC;
materiale di costruzione del pistone:PTFE;
tensione d’alimentazione:380 V;
potenza elettrica installata:0,25 KW;
protezione:IP 55;
completa di valvola di sicurezza e polmone smorzatore.
n° 1 sistema di preparazione del solfuro di sodio, composto da serbatoio in materiale plastico del
volume di lt 1.000, completo di elettroagitatore per la dissoluzione
n° 1 Valvola a membrana, per il dosaggio della soda caustica, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
modello:normalmente chiusa;
materiale di costruzione:PVC;
materiale di costruzione della membrana:EPDM;
attacchi:d20.
n° 1 valvola a membrana, per il dosaggio dell’acido cloridrico, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
modello:normalmente chiusa;
materiale di costruzione:PVC;
materiale di costruzione della membrana:EPDM;
attacchi:d20.
3.8
2° alcalinizzazione
La seconda alcalinizzazione è mirata alla finale regolazione del valore del pH di precipitazione, le
apparecchiature previste sono le seguenti:
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, necessario alla miscelazione, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:PROTECNO;
modello:PRO 10;
materiale di costruzione:AISI 316;
tipo di pala:quadripala radiale;
lunghezza albero:1.500 mm;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 13 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
velocità di rotazione:30 u/min;
potenza installata:0.75 KW;
protezione:IP 55.
n° 1 pHmetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, per la regolazione del dosaggio della
soda caustica, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:0 ÷ 14 pH;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
soglie regolabili:n°2;
sensibilità:56 mV/pH;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare pH d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo.
n° 1 valvola a membrana, per il dosaggio della soda caustica, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
modello:normalmente chiusa;
materiale di costruzione:PVC;
materiale di costruzione della membrana:EPDM;
attacchi:d 20.
3.9
Flocculazione
La fase di flocculazione è finalizzata all’aggregazione di tutti i “microfiocchi” precedentemente formati
nella fase di alcalinizzazione, la flocculazione avviene su di una vasca d’acciaio, realizzata a ridosso del
decantatore, dotata d’agitatore a giri variabili necessario a determinare la migliore velocità di
funzionamento.La vasca così realizzata è posta direttamente a ridosso del decantatore, con lo scopo di
evitare che i fiocchi formati possano subire turbolenze inevitabili in caso di successivi sollevamenti; Le
apparecchiature necessarie sono le seguenti.
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, con motovariatore, avente le seguenti caratteristiche tecniche
di massima:
costruttore:PROTECNO;
modello:PRO 05/V;
materiale di costruzione:AISI 304;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 14 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
tipo di pala:quadripala assiale;
lunghezza albero:1.000 mm;
velocità di rotazione:10 ÷ 30 u/min;
potenza installata:0.37 KW;
protezione:IP 55.
n° 2 pompe dosatrici a pistone tuffante, per il dosaggio della soluzione flocculante, di cui come
scorta, avente cadauna le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata oraria massima:120 l/h;
cadenza:54 c/min;
campo di regolazione:10 ÷ 100%;
tipo di regolazione:manuale;
materiale di costruzione della testa:AISI 316;
materiale di costruzione del pistone:PTFE;
tensione d’alimentazione:380 V;
potenza elettrica installata:0,25 KW;
protezione:IP 55;
completa di valvola di sicurezza e polmone smorzatore;
corredata di sensore di flusso per segnalare l’allarme in caso di malfunzionamento.
n° 1 sistema di preparazione del flocculante, composto da serbatoio in materiale plastico del volume
di lt 1.000, completo di elettroagitatore per la dissoluzione
3.10 Sedimentazione ed ispessimento
La fase di sedimentazione, avviene su un sedimentatore statico del tipo a pianta circolare; le
apparecchiature necessarie sono le seguenti:
n° 1 sedimentatore statico a pianta circolare, realizzato in acciaio al carbonio, completo di ponte
raschiafango a trazione centrale, dotato di lama paraschiuma e profilo thompson, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
superficie equivalente:50 m²;
portata oraria di progetto:30 m³/h;
velocità di risalita:0.6 m/h;
velocità di rotazione del ponte raschiante:2 m/min;
materiale di costruzione del ponte immerso:AISI 304;
rivestimento interno:verniciatura epossidica;
completo di profilo thompson in acciaio inox AISI 304;
sistema d’estrazione delle schiume corredato di valvola automatica di drenaggio e finecorsa per
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 15 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
l’azionamento;
completo di passerella e scala d’accesso;
dotato di sistema per l’abbattimento delle schiume surnatanti;
fornito di rete parafoglie.
n° 1 misuratore di torbidità, installato all’interno del bacino di sedimentazione, per il controllo della
qualità dell’acqua in uscita dal sedimentatore, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
campo di misura:0 ÷ 300 ppm;
uscita:4 ÷ 20 mA;
protezione:IP 65;
custodia in materiale plastico, sensore in PVDF o PP;
alimentazione:220 V, 50 Hz;
completo di sistema per la pulizia continua del sensore di misura.
n° 2 pompe monovite per l’estrazione dei fanghi, comuni a quella previste per l’estrazione dei fanghi
dalla vasca di trattamento delle sgrassature, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima.
portata di progetto:5 m3/h;
pressione di progetto:1 Kg/cm²;
attacchi:DN 50;
tensione d’alimentazione:380 V 50 Hz;
materiale di costruzione del rotore:AISI 316;
velocità di rotazione:450 u/min;
protezione motore:IP 55;
potenza elettrica installata:1.1 KW.
3.11 Filtrazione finale
Dopo le fasi di trattamento e sedimentazione è stato installato un filtro a sabbia mirato alla rimozione
degli eventuali fiocchi di fango che potrebbero fuoriuscire dal sedimentatore finale; le apparecchiature
necessarie sono le seguenti:
n° 2 pompe centrifughe orizzontali, di cui una come scorta attiva, per la pressurizzazione dell’acqua
presente nella vasca di ripresa alla filtrazione, aventi cadauna le seguenti caratteristiche tecniche di
massima:
portata di progetto:25 m³/h;
pressione di progetto:2,5 Kg/cm²;
velocità di rotazione:2.850 u/min;
materiale di costruzione:AISI 316;
materiale di costruzione delle tenute:Viton;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 16 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
tensione d’alimentazione:380 V;
potenza elettrica installata:4 KW;
protezione:IP 55;
complete di valvole d’intercettazione e ritegno in PVC.
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nella vasca
d’accumulo, necessario alla gestione della partenza delle pompe di sollevamento installate, avente le
seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
campo di misura:0.25 ÷ 6 m;
uscita:4 ÷ 20 mA;
protezione:IP 65;
alimentazione:24 VCC.
n° 1 filtro a sabbia quarzifera del tipo a pressione, a controlavaggio automatico, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:PROTECNO;
modello:VALOR 1.600 QA;
portata oraria massima:25 m³/h;
portata di progetto:20 m³/h;
portata di punta per il controlavaggio:50 m3/h;
quantità d’acqua per un controlavaggio;3 ÷ 5 m3;
diametro contenitore:1.600 mm;
sezione:2 m²;
velocità di filtrazione:10 m/h;
altezza cilindrica:1.500 mm;
materiale di costruzione:acciaio elettrosaldato;
materiale di riempimento:quarzite granulare;
trattamento interno:verniciatura epossivinilica;
trattamento esterno:verniciatura epossidica;
diametro valvole di portata:DN 65;
diametro valvole di controlavaggio;DN 80;
manometri d’acciaio inox in entrata ed in uscita.
n° 1 filtro a carbone attivo granulare del tipo a pressione, a controlavaggio automatico, per
l’adsorbimento delle sostanze organiche e dei tensioattivi, avente le seguenti caratteristiche tecniche
di massima:
costruttore:PROTECNO;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 17 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
modello:VALOR 1.600 CA;
portata oraria massima:25 m³/h;
portata di progetto:20 m³/h;
portata di punta per il controlavaggio;30 m3/h;
quantità d’acqua per un controlavaggio;3 ÷ 4 m3;
diametro contenitore:1.600 mm;
sezione:2 m²;
velocità di filtrazione:10 m/h;
altezza cilindrica:2.000 mm;
materiale di costruzione:acciaio elettrosaldato;
materiale di riempimento:carbone granulare;
quantità di carbone installato:Kg 1.000;
trattamento interno:verniciatura epossivinilica;
trattamento esterno:verniciatura epossidica;
diametro valvole di portata:DN 65;
diametro valvole di controlavaggio;DN 80;
manometri d’acciaio inox in entrata ed in uscita;
by-pass per l’esclusione.
L’acqua di controlavaggio viene destinata alla vasca di stoccaggio dei controlavaggi dei filtri e in seguito
rimessa in testa al trattamento di depurazione.
n° 1 misuratore di portata del tipo elettromagnetico, con elettronica a microprocessore, per la misura
della portata dell’acqua inviata allo scarico, avente le seguenti caratteristiche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:PROMAG;
campo di misura:2 ÷ 50 m³/h;
diametro nominale:DN 40;
attacchi:DN40 PN10;
materiale del rivestimento interno:PFA;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
protezione:IP 65;
corredato di raccordi per il montaggio e la posa in opera, realizzati in PVC.
Il segnale d’uscita del misuratore di portata viene utilizzato per la stampa e la registrazione sul
telecontrollo della quantità d’acqua trattata dal sistema.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 18 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
3.12 Disidratazione fanghi (opzione n°3)
Al fine di ridurre il volume del fango prodotto ed altrettanto per permetterne il conferimento in discarica, è
stata installata una filtro pressa a piastre che, vista la semplicità operativa, è sicuramente la più indicata
all’uso. La filtropressa sarà posta in posizione soprelevata affinché i fanghi prodotti possano essere posti
direttamente all’interno di cassoni scarrabili senza ulteriori manipolazioni.
n° 1 filtropressa a piastre, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
dimensioni delle piastre:600 X 600;
spessore camere:25 mm;
piastre applicate:50;
piastre applicabili:70;
materiale di costruzione delle piastre:POLIPROPILENE;
pressione di lavoro:10 Kg/cm²;
completa di chiusura manuale;
corredata di sistema per il lavaggio delle tele;
completa di tele in polipropilene.
Il chiarificato ottenuto durante la disidratazione dei fanghi, è inviato direttamente alla vasca
d’equalizzazione dei lavaggi alcalini.
n° 1 pompa di pressurizzazione fanghi, del tipo a membrana ad azionamento meccanico, avente le
seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata oraria massima:2 m³/h;
pressione di lavoro:10 Kg/cm²;
materiale di costruzione della testa:AISI 304;
materiale di costruzione delle tenute:Viton;
tensione d’alimentazione:380 V;
potenza elettrica installata:3 KW;
polmone smorzatore d’acciaio inox AISI 304;
pressostato di servizio e valvola di sicurezza.
n° 1 ispessitore fanghi, realizzato in lamiera d’acciaio, internamente verniciato con ciclo epossidico,
avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
diametro:2.500mm;
altezza cilindrica:2.000 mm;
inclinazione:30°;
volume:12 m³;
materiale di costruzione:acciaio al carbonio;
completo di gonna di calma e profilo thompson in AISI 304;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 19 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
corredato d’attacchi laterali per lo scarico dell’acqua chiarificata;
completo di valvola per lo svuotamento dell’ispessitore durante le operazioni di pulizia;
corredato di scala d’accesso e ballatoio di servizio sulla sommità.
n° 1 struttura di soprelevazione, per installare la filtropressa in posizione soprelevata, con lo scopo di
permettere l’inserimento di un cassone scarrabile sotto alla filtropressa, che consente di smaltire il
fango residuale, senza la necessità d’ulteriori manipolazioni; la struttura è
realizzata in acciaio
verniciato, comprensiva di scala d’accesso e due corridoi paralleli allo sviluppo della filtropressa, per
consentire le operazioni di distaffamento delle piastre in completa sicurezza per gli operatori.
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nell’ispessitore
fanghi, necessario alla gestione della partenza delle pompe installate, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
campo di misura:0.25 ÷ 6 m;
uscita:4 ÷ 20 mA;
protezione:IP 65;
alimentazione:24 VCC;
completo di blocco d’emergenza in caso d’alto livello.
3.13 Equalizzazione finale
L’acqua trattata dal sistema di filtrazione finale viene immessa nella vasca d’equalizzazione finale,
mirata a smussare eventuali picchi di salinità; unita all’acqua concentrata proveniente dall’impianto ad
osmosi inversa, defluisce nella fognatura comunale. L’acqua contenuta è altresì utilizzata per
l’effettuazione del controlavaggio dei filtri a sabbia e carbone attivo del trattamento.
n° 2 pompe centrifughe orizzontali, per la pressurizzazione dell’acqua necessaria al controlavaggio
dei filtri, aventi cadauna le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata di progetto:50 m³/h;
pressione di progetto:1,5 Kg/cm²;
velocità di rotazione:2.850 u/min;
materiale di costruzione:AISI 316;
materiale di costruzione delle tenute:Viton;
tensione d’alimentazione:380 V;
potenza elettrica installata:4 KW;
protezione:IP 55;
complete di valvole d’intercettazione e ritegno in PVC.
n° 1 pompa dosatrice elettronica a membrana, per il dosaggio del prodotto antischiuma, avente le
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 20 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata massima:2 l/h;
pressione di progetto:1,5 Kg/cm²;
campo di regolazione:10 ÷ 100%;
materiale di costruzione:PP;
materiale di costruzione delle tenute:Viton;
tensione d’alimentazione:220 V;
complete di valvole d’intercettazione e ritegno in PVC;
corredata di sistema per la rilevazione della mancanza di flusso.
3.14 Impianto di trattamento sgrassature
Per il trattamento degli eluati provenienti dal rinnovo dei bagni di sgrassatura, è stata realizzato un
impianto di trattamento a “batch”, composto da un reattore del volume di lt 6.000, che prevede l’utilizzo
di una vasca con parte inferiore troncoconica, per la separazione della frazione liquida da quella solida,
che si ottiene dopo il dosaggio dell’ipoclorito e dell’acido cloridrico.L’azione combinata dell’ipoclorito,
oltre all’ossidazione dei cianuri, (eventualmente presenti), ed a una notevole riduzione del C.O.D.,
permette di “dosare” la frazione liquida direttamente nella vasca di neutralizzazione; le apparecchiature
necessarie al trattamento sono le seguenti:
n° 1 elettroagitatore trifase a giri lenti, necessario alla miscelazione, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:PROTECNO;
modello:PRO 10;
materiale di costruzione:AISI 316;
tipo di pala:quadripala radiale;
lunghezza albero:1.500 mm;
velocità di rotazione:30 u/min;
potenza installata:0.75 KW;
protezione:IP 55.
n° 1 pHmetro elettronico digitale, a microprocessore, per il dosaggio dell’acido cloridrico, avente le
seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:0 ÷ 14;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 21 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
soglie regolabili:n°2;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare pH d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC per il montaggio in linea;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo.
n° 1 Rxmetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, per la regolazione del dosaggio
dell’ipoclorito, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CPM 221;
campo di misura:+ 400 ÷ - 400 mV;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
soglie regolabili:n°2;
tensione d’alimentazione:220 V;
elettrodo monotubolare rX oro d’alta qualità;
completo di sonda portaelettrodi in PVC;
completo di cassetta di protezione per il montaggio in campo.
n° 1 pompa dosatrice a membrana, per il dosaggio dell’acido cloridrico, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
portata oraria massima:150 lt/h;
cadenza:58 c/min;
campo di regolazione:10 ÷ 100%;
tipo di regolazione:manuale;
materiale di costruzione della testa:PVC;
materiale di costruzione della membrana:PTFE;
tensione d’alimentazione:380 V;
potenza elettrica installata:0,18 KW;
protezione:IP 55;
completa di valvola di sicurezza e polmone smorzatore.
n° 1 pompa dosatrice a membrana, per il dosaggio dell’ipoclorito, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
portata oraria massima:150 lt/h;
cadenza:58 c/min;
campo di regolazione:10 ÷ 100%;
tipo di regolazione:manuale;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 22 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
materiale di costruzione della testa:PVC;
materiale di costruzione della membrana:PTFE;
tensione d’alimentazione:380 V;
potenza elettrica installata:0,18 KW;
protezione:IP 55;
completa di valvola di sicurezza e polmone smorzatore.
n° 1 misuratore di livello piezometrico, ad aria compressa, per il controllo del livello nella vasca di
trattamento delle sgrassature, necessario alla gestione della partenza delle pompe installate, avente
le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
campo di misura:0.25 ÷ 6 m;
uscita:4 ÷ 20 mA;
protezione:IP 65;
alimentazione:24 VCC.
3.15 Serbatoi di stoccaggio reattivi
Per lo stoccaggio dei reattivi necessari al funzionamento degli impianti, abbiamo previsto d’installare i
seguenti serbatoi in materiale plastico:
n° 1 serbatoio di stoccaggio dell’acido cloridrico al 33%, avente le seguenti caratteristiche:
volume utile unitario:15 m3;
diametro:2.480 mm;
materiale di costruzione:polietilene alta densità colorato nero;
dotato di passo d’uomo, attacco di riempimento e tubazione di carico in PVC;
completo d’indicatore di livello piezometrico a doppio tubo per il contenimento;
completo di galleggiante per l’indicazione del minimo livello;
corredato di tubazione d’aspirazione con filtro di sicurezza;
corredato di sistema per l’abbattimento dei fumi;
dotato di collettore di prelievo con valvola “master” del tipo normalmente chiuso;
munito di sistema locale per il prelievo di piccole quantità di prodotto, con il dispositivo “uomo
presente”;
n° 1 serbatoio di stoccaggio della soda caustica al 30%, avente le seguenti caratteristiche:
volume utile unitario:15 m3;
diametro:2.480 mm;
materiale di costruzione:polietilene alta densità colorato nero;
dotato di passo d’uomo, attacco di riempimento e tubazione di carico in PVC;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 23 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
completo d’indicatore di livello piezometrico a doppio tubo per il contenimento;
completo di galleggiante per l’indicazione del minimo livello;
corredato di tubazione d’aspirazione con filtro di sicurezza;
dotato di collettore di prelievo con valvola “master” del tipo normalmente chiuso;
munito di sistema locale per il prelievo di piccole quantità di prodotto, con il dispositivo “uomo
presente”;
n° 1 serbatoio di stoccaggio dell’ipoclorito di sodio al 15%, avente le seguenti caratteristiche:
volume utile unitario:5 m3;
diametro:1.600 mm;
materiale di costruzione:polietilene alta densità colorato nero;
dotato di passo d’uomo, attacco di riempimento e tubazione di carico in PVC;
completo d’indicatore di livello piezometrico a doppio tubo per il contenimento;
completo di galleggiante per l’indicazione del minimo livello;
corredato di tubazione d’aspirazione con filtro di sicurezza;
dotato di collettore di prelievo con valvola “master” del tipo normalmente chiuso.
n° 1 serbatoio di stoccaggio del bisolfito di sodio, avente le seguenti caratteristiche:
volume utile unitario:5 m3;
diametro:1.600 mm;
materiale di costruzione:polietilene alta densità colorato nero;
dotato di passo d’uomo, attacco di riempimento e tubazione di carico in PVC;
completo d’indicatore di livello piezometrico a doppio tubo per il contenimento;
completo di galleggiante per l’indicazione del minimo livello;
corredato di tubazione d’aspirazione con filtro di sicurezza;
dotato di collettore di prelievo con valvola “master” del tipo normalmente chiuso. Munito di
sistema locale per il prelievo di piccole quantità di prodotto, con il dispositivo “uomo presente”;
n° 4 misuratori di livello ad ultrasuoni per il controllo del livello dei singoli serbatoi e per la gestione
delle situazioni d’allarme per basso livello, aventi cadauno le seguenti caratteristiche tecniche di
massima:
campo di misura:0.25 ÷ 6 m;
uscita:4 ÷ 20 mA;
protezione:IP 65;
custodia in materiale plastico, sensore in PVDF o PP;
alimentazione:220 V, 50 Hz.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 24 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
4 IMPIANTI ACCESSORI
4.1
Impianto idraulico
n° 1 impianto idraulico, per la realizzazione di tutti i collegamenti necessari alla generazione dei flussi
necessari al funzionamento dell’impianto, esclusi i collegamenti da e per la galvanica, realizzato con
l’utilizzo di tubazioni di vario diametro, secondo le seguenti prescrizioni:
tubazioni di collegamento per la realizzazione dei collegamenti interni all’impianto di trattamento,
realizzate in PVC di diametri commerciali DN200;
tubazioni di collegamento per il convogliamento dei reattivi (flocculanti, coagulanti, acidi, basi
ecc.) realizzati in PVC, del tipo ad incollaggio, con raccordi idonei alla pressione di 16 Kg/cm²,
corredati di controtubo di sicurezza;
valvole di ritegno e saracinesche, saranno tutte in PVC con elastomeri compatibili con i fluidi da
intercettare; tutte le valvole previste saranno idonee alla pressione di 10 Kg/cm²;
bulloneria sulle flange di collegamento del tipo a norma DIN, in AISI 316;
staffe di supporto per la realizzazione degli impianti idraulici, in acciaio AISI 304 verniciato.
4.2
Quadro elettrico
n° 1 quadro elettrico generale per il comando e la protezione delle apparecchiature previste, con
alimentazione 380 V 50 Hz (con neutro a terra) in armadio in lamiera d’acciaio, spessore 20/10, con
angolari di rinforzo, verniciata a fuoco, sportello incernierato e serratura con chiave, per ogni utenza
elettrica nel quadro sono previsti:
magnetotermico e/o fusibili;
teleruttore di primaria casa costruttrice, con bobina di comando a bassa tensione;
selettore MAN-0-AUT con grado di protezione IP 55;
lampade segnalazione marcia e blocco termico con grado di protezione IP 55;
Il cablaggio del quadro inoltre comprende:
circuito di comando delle apparecchiature a B.T. (24 ÷ 48 V) con cavo unipolare con sezione
minima di 1.5 mm²;
circuito di potenza per l’alimentazione delle apparecchiature, con cavo unipolare con sezione
minima di 2.5 mm² e comunque con intensità specifica massima di 2 A/mm²;
interruttore generale magnetotermico regolabile, per la protezione ed il sezionamento di tutte le
utenze, del tipo "blocca-porta".
amperometro generale;
voltometro generale;
trasformatore di sicurezza e d’isolamento, per l’alimentazione dei circuiti di bassa tensione;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 25 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
quadri elettrici locali, realizzati in cassetta di materiale plastico con frontale trasparente, per il
comando manuale ed il sezionamento locale delle apparecchiature installate, grado di protezione
IP 55, con l’installazione di selettori con possibilità di blocco a chiave;
segnali d’allarme (es. alto livello, blocco termico, ecc.).
Il quadro elettrico, relativi cablaggi e collegamenti, saranno eseguiti secondo le vigenti normative CEIISPESL.
4.3
Telecontrollo
n° 1 impianto di telecomando e telecontrollo, per la gestione ed il controllo dell’impianto di
trattamento, composto dalle seguenti apparecchiature:
personal computer “Pentium IV”, IBM compatibile, completo di scheda video e monitor da 17
LCD” ad alta risoluzione a bassa emissione, “hard disk” > 10GB, floppy disk, porta seriale, porta
parallela;
stampante “EPSON”, tipo del tipo a getto d’inchiostro, su carta comune, per la stampa di rapporti
giornalieri e per la stampa d’allarmi e/o eventi;
software di sistema “MONITOR PRO 7.0” della ditta “Telemecanique” supportato da “WINDOWS
2000 Professional”, sul quale saranno sviluppate
ed implementate
pagine
grafiche,
gerarchicamente suddivise, richiamabili con l’ausilio del mouse, nella quale saranno evidenziate
le relative grandezze analogiche o digitali (es. valore del pH, del potenziale redox, del livello della
vasca interessata, ecc.,); è altresì possibile comandare e/o arrestare tutte le utenze installate
nell’impianto di trattamento, utilizzando il mouse seriale in dotazione;
possibilità d’archiviazione su supporto magnetico degli eventi e/o trend;
gestione degli allarmi su differenti piani di priorità;
bus di comunicazione tra la periferica installata nel quadro elettrico generale e la stazione
remota;
gruppo di continuità per garantire il funzionamento del sistema in caso di brevi interruzioni
d’energia.
4.4
Impianto elettrico
n° 1 impianto elettrico, per la realizzazione di tutti i collegamenti elettrici necessari al funzionamento
delle apparecchiature installate, realizzato con idonee canalizzazioni, completo di tutte le staffe
necessarie alla costruzione, eseguito secondo le normative vigenti, secondo le seguenti prescrizioni:
canalizzazioni a vista, realizzate utilizzando canale di varia misura d’acciaio inossidabile,
verniciate tipo “Lume”, complete di raccordi e staffe per la posa in opera;
tubazioni a vista, realizzate utilizzando tubi di varia misura in PVC autoestinguente, complete di
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 26 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
raccordi e staffe per la posa in opera;
cavidotti interrati, realizzati con l’utilizzo di tubazioni in PVC e/o polietilene, con diametri a scelta
della scrivente, con l’applicazione di punti d’ispezione a cadenza di mt 25 e comunque ogni
qualvolta vi sia un cambio di direzione, i tubi installati dovranno essere tombati con materiale a
discrezione della D.L.;
linee elettriche di potenza, realizzate con l’ausilio di cavi tipo FG07 OR, e/o FG07 R posati a
regola d’arte, con sezione minima di 2.5 mm²;
linee elettriche di comando, realizzate con l’ausilio di cavi FG07OR, e/o FG07R, posati a regola
d’arte, con sezione minima di 1.5 mm²;
scatole di derivazione, IP 55, in materiale plastico, con coperchio smontabile, aventi dimensioni
tali da garantire le operazioni di manutenzione; all’interno delle scatole è prevista la possibilità del
passaggio dei cavi esclusa la possibilità di effettuare giunte e/o connessioni con l’ausilio di
morsetti, è prevista la deroga a quanto detto, nel caso in cui le macchine da installare siano
sprovviste di morsettiera di collegamento (es. pompe sommergibili, regolatori di livello ecc.);
prese di servizio del tipo interbloccate con protezione IP 55 comunque conformi alle normative
vigenti.
4.5
Impianto di messa a terra
n° 1 impianto di messa a terra, realizzato con corda nuda di rame e bandella zincata, collegata
all’impianto di terra, conforme alle normative vigenti.
4.6
Docce antinfortunistiche
Si sono installate due docce antinfortunistiche in prossimità dell’impianto di trattamento, al fine di
rendere più tempestivi eventuali interventi d’emergenza dovuti al contatto accidentale con liquidi molto
pericolosi.
5 DISSALATORE AD OSMOSI INVERSA PRO-M-4
5.1
Caratteristiche chimiche e fisiche dell’acqua da trattare
Per il dimensionamento dell’impianto offerto, abbiamo assunto come base di progettazione l’analisi
chimica dell’acqua dei pozzi, i cui principali parametri sono riportati nella sottostante tabella:
Parametro
Unità di misura Valore
Sodio + Potassio
mg/l
10
Magnesio
mg/l
40
Calcio
mg/l
121
Stronzio
mg/l
Ass.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 27 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
Bario
mg/l
Ass.
Bicarbonati
mg/l
325
Cloruri
mg/l
87
Solfati
mg/l
60
Silice totale
mg/l
10
Salinità totale
mg/l
700
Fe totale
mg/l
< 0,1
Mn
mg/l
Ass.
pH
7,2
Per un corretto funzionamento dell’impianto ad osmosi inversa, l’acqua in ingresso ai moduli osmotici
dovrà essere, in ogni caso, trattata per rispettare i seguenti limiti:
S.D.I.: < 3;
ferro + manganese: < 0.1 mg/l;
olî e idrocarburi: assenti;
cloro libero: < 0.5 mg/l;
L’acqua da trattare dovrà, inoltre, essere messa a disposizione nelle seguenti condizioni:
pressione: 3,0 bar continui;
temperatura: 5÷40 °C.
5.2
Caratteristiche chimiche dell’acqua trattata
L’acqua prodotta dall’impianto avrà le caratteristiche chimiche riportate nelle allegate proiezioni al
computer; le principali sono qui riportate per comodità:
Salinità1 ≈ 20 mg/l
Durezza totale< 1.0 °F
Silice < 0,5 mg/l
5.3
Composizione dell’impianto proposto
L’impianto proposto sarà articolato su una linea singola, avente la seguente configurazione:
Pre trattamento:
1
o
Filtrazione a quarzite
o
Filtrazione a carbone attivo
o
Filtrazione di sicurezza a cartucce
o
Debatterizzazione con raggi UV
Escluso l’apporto dovuto alla presenza di CO2 libera
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 28 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
Permeazione ad osmosi inversa:
o
Unità ad osmosi inversa modello PRO-M-4
o
Distribuzione del permeato
A corredo delle suddette fasi, saranno realizzati i seguenti comparti:
Comparto elettrico
Comparto idraulico
L’impianto è caratterizzato da un elevato livello costruttivo generale, ottenuto sia con l’impiego delle
migliori apparecchiature oggi reperibili sul mercato, sia con la grande esperienza della ditta fornitrice
arricchita dalle numerosissime applicazioni effettuate nel settore specifico in oltre 20 anni. Grande cura è
stata posta quindi, nella disposizione ergonomica dei componenti e nello studio dei particolari.
5.4
Filtrazione a quarzite
n° 1 filtro a sabbia quarzifera del tipo a pressione, a controlavaggio automatico, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:PROTECNO;
modello:VALOR 800 QA;
portata oraria massima:8 m³/h;
portata di progetto:5 m³/h;
portata di punta per il controlavaggio:15 m3/h;
quantità d’acqua per un controlavaggio;3 ÷ 5 m3;
diametro contenitore:800 mm;
sezione:0.5 m²;
velocità di filtrazione:12 m/h;
altezza cilindrica:1.500 mm;
materiale di costruzione:PRFV;
materiale di riempimento:quarzite granulare;
diametro valvole di portata:DN 40;
diametro valvole di controlavaggio:DN 50;
manometri d’acciaio inox in entrata ed in uscita.
5.5
Filtro a carbone attivo
n° 1 filtro a carbone attivo per la rimozione delle tracce di cloro presenti nell’acqua d’alimentazione
dell’impianto osmotico, del tipo a pressione, a controlavaggio automatico, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
costruttore:PROTECNO;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 29 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
modello:VALOR 800 CA;
portata oraria massima:8 m³/h;
portata di progetto:5 m³/h;
portata di punta per il controlavaggio:15 m3/h;
quantità d’acqua per un controlavaggio:3 ÷ 5 m3;
diametro contenitore:800 mm;
sezione:0.5 m²;
velocità di filtrazione:12 m/h;
altezza cilindrica:1.500 mm;
materiale di costruzione:PRFV;
materiale di riempimento:carbone granulare;
diametro valvole di portata:DN 40;
diametro valvole di controlavaggio:DN 50;
manometri d’acciaio inox in entrata ed in uscita.
5.6
Filtrazione di sicurezza
Premessa
La filtrazione di sicurezza ha lo scopo di eliminare dall’acqua da trattare eventuali particelle o corpi
estranei che dovessero finire nel circuito; la sua funzione è pertanto prettamente d’emergenza e non va
assolutamente valutata come una filtrazione funzionale ed operativa. D’altra parte basterebbe pensare al
flusso in ingresso (6 m³/h) per rendersi conto come un tale sistema non sarebbe mai in grado di operare
una filtrazione continuativa quale l’eliminazione di solidi sospesi, di ferro insolubile, ecc.
Filtri a cartucce
n° 1filtro a cartucce in AISI 316 L, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
materiale di realizzazione: AISI 316 L;
portata in esercizio:20 m³/h;
pressione d’esercizio:4 bar;
attacchi: DN 50;
cartucce contenute: n° 7 da 40”;
grado di filtrazione delle cartucce: µ 5;
sistema di apertura rapido;
completo di valvole di intercettazione.
n° 2 manometri in AISI per la misura della pressione a monte ed a valle dei filtri, con valvola di
intercettazione;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 30 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
n° 1 pressostato di minima, completo di accessori e raccordi per il montaggio, installato a valle dei
filtri di sicurezza;
n° 1 tubazione di collegamento, nell’ambito del telaio, a monte ed a valle del filtro a cartucce sino alla
pompa di pressurizzazione realizzata in PVC.
5.7
Debatterizzazione a raggi uv
n° 1 Debatterizzatore a raggi ultravioletti, mod. SH 6L, completo di quadro elettrico di comando,
avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata nominale:10 m³/h;
materiale di costruzione:AISI 316;
pressione nominale d’esercizio:8 bar;
attacchi E/U:DN 50 PN 10.
5.8
Anti-scale
Premessa
Nell’esercizio dell’impianto, per operare secondo i parametri operativi indicati, l’acqua di alimentazione
deve essere trattata con uno specifico prodotto anti-scale che consente il raggiungimento del fattore di
recupero prefissato senza che le membrane siano interessate da fenomeni di fouling, dovuti alla
precipitazione dei sali di calcio e magnesio contenuti nell’acqua.
La configurazione ipotizzata (con acqua di alimentazione,cioè, a 15-25° e con 4 moduli in 2 contenitori
delle membrane) consente il raggiungimento di un fattore di recupero del 49% (vedi la proiezione sotto
riportata).
Esaminando le proiezioni effettuate con l’ausilio di un software specifico, si nota come il raggiungimento
di questo fattore di recupero è compatibile anche con l’azione disperdente del prodotto antiscale
Permatreat 191 (il più noto e diffuso nel settore), per cui la nostra progettazione si bsa su un valore di
recupero del 49%.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 31 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
Dosaggio anti-scale
n° 1 pompa dosatrice, del tipo elettronico ad impulsi, avente le seguenti caratteristiche tecniche di
massima:
portata oraria:1.0 l/h;
pressione di lavoro:10 bar;
materiale di costruzione:PVC;
Tensione d’alimentazione:220 V
Corredata di tubazioni di collegamento dal serbatoio di stoccaggio fino al punto di dosaggio;
n° 1 serbatoio in PE, della capacità utile di litri 100, completo di tappo di caricamento e attacco
d’aspirazione.
Il serbatoio sarà munito di vasca di contenimento contro le fuoriuscite accidentali.
n° 2
regolatori di livello antiacido per allarme-arresto dell’impianto in caso di basso livello-
mancanza del prodotto nel serbatoio.
5.9
Unità ad osmosi inversa
Configurazione
L’unità è stata dimensionata, facendo riferimento al software DOW-Filmtec (R.O.S.A.® 4.3) e le relative
proiezioni al computer sono di seguito riportate:
Analysis by: Belbusti Lorenzo
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 32 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
File Name: C:\Documenti\Rosa\Silga.rod
Feed:
Recovery:
8,16 M3/H,
49,0 Percent
699 MG/L,
15,0 Deg C
Array:
1
2
No.of PV:
1
1
Element:
BW30-400
BW30-400
No.El/PV:
2
2
El.Total:
2
2
BackP (BAR):
0,0
0,0
Fouling Factor:
0,85
Pressure(BAR)
Osmotic Pressure(BAR)
NDP(Mean)=
13,5 BAR
Average Permeate Flux=
Array El.No.
1
1
2
2
1
2
FEED
14,8
0,3
REJECT
13,6
0,7
26,9 L/M2/H, Permeate Flow=
Recovery
Permeate
(Perm/Feed) M3/D MG/L
,127
24,93
2
,143
24,50
3
,160
,188
Array:
Total
Reject (M3/H):
Reject (MG/L):
Perm (M3/D):
96
Perm (MG/L):
3
AVERAGE
14,0
0,5
23,50
23,11
Array 1
6,1
934
49
3
4
5
Array 2
4,2
1368
47
4
Permeate, (MG/L as Ion)
Array:
Total
Array 1
NH4
0,0
0,0
K
0,0
0,0
Na
0,0
0,0
Mg
0,2
0,1
Ca
0,6
0,4
Sr
0,0
0,0
Ba
0,0
0,0
HCO3
1,6
1,2
NO3
0,5
0,4
Cl
0,3
0,2
F
0,0
0,0
SO4
0,2
0,1
SiO2
0,1
0,1
Array 2
0,0
0,0
0,1
0,2
0,7
0,0
0,0
2,0
0,7
0,3
0,0
0,2
0,1
Feed/Reject, (MG/L as Ion)
Feed Reject 1
NH4
0,0
0,0
K
0,0
0,0
Na
10,1
13,6
Mg
40,5
54,1
Ca
120,6
161,2
Sr
0,0
0,0
Ba
0,0
0,0
Reject 2
0,0
0,0
19,9
79,3
236,1
0,0
0,0
4,00 M3/H
Feed
M3/H
8,2
7,1
Feed
Feed
MG/L PRESS(BAR)
699
14,5
801
14,3
6,1
5,1
934
1112
13,8
13,7
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
Rev. 0 ottobre 2011
pag 33 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
stabilimento SILGA 10
HCO3
NO3
Cl
F
SO4
SiO2
pH:
LSI:
Stiff
Ionic
TDS
HCO3
CO2
CO3
CaSO4
BaSO4
SrSO4
CaF2
SiO2
325,0
47,2
86,5
0,0
59,3
10,0
434,3
63,0
115,6
0,0
79,3
13,4
636,1
92,1
169,4
0,0
116,2
19,5
FilmTec Scaling Calculations
Feed
Adjusted Feed
Reject
7,20
7,20
7,34
-0,02
0,20
0,90
0,47
0,47
0,93
0,015
0,015
0,029
699,3
699,3
1368,4
325,0
325,0
636,1
53,9
53,9
53,9
0,2
0,2
0,4
1,4
1,4
4,2
0,0
0,0
0,0
0,0
0,0
0,0
0,0
0,0
0,0
9,5
9,5
18,6
& Davis Index:
Strength (Molal):
(Mg/L):
(Mg/L):
(Mg/L):
(Mg/L):
(% Saturation):
(% Saturation):
(% Saturation):
(% Saturation):
(% Saturation):
Estimated Permeate pH is
4,7
Feed water is Well or Softened Water (BW) SDI < 3
Le proiezioni possono essere sintetizzate nei seguenti grafici:
6
5
Permeate
MG/L
4
3
2
0,
10,
20,
30,
40,
Feed Temperature ºC
30
Feed
Pressure
BAR
20
10
0
0,
10,
20,
30,
40,
Feed Temperature ºC
La disposizione dei moduli è stata ipotizzata con 4 moduli complessivi, disposti in serie, in 2 distinti
contenitori delle membrane da 2 posti.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 34 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
Come si evince dall’esame dei grafici sopra riportati, questa disposizione è abbastanza elastica e
consente accettabili variazioni di portate e pressioni, pur sempre rispettando i limiti tecnici imposti dal
Costruttore delle membrane.
Moduli di permeazione
Data la particolarità dell’acqua di alimentazione disponibile (acqua di rete con piccola presenza di ferro e
solidi sospesi), si è preferito impiegare membrane ad alta reiezione, di ultima generazione, con
superficie di 400 feet2, al posto di membrane ad alta superficie utile in quanto una volta imbrattate da
depositi organici e inorganici, perderebbero progressivamente le loro prestazioni per cui, nel breve giro
di qualche lavaggio, potrebbe essere necessario procedere alla loro sostituzione.
Fattore di recupero
Il fattore di conversione (recupero %) è vincolato sia dalle caratteristiche chimiche dell’acqua, di
alimentazione, sia dalla configurazione dell’impianto prescelta; generalmente un maggior fattore di
recupero si traduce in un risparmio consistente nell’acquisto e nella gestione dell’impianto di pretrattamento, visto che la quantità di acqua di alimentazione è inferiore.
Anche se, quindi, progettare un impianto per un fattore di recupero elevato ha l’inconveniente di
generare un permeato con maggiore salinità, è sempre preferibile spingere il fattore di recupero ai
massimi valori possibili, pur garantendo, in ogni caso, la sicurezza di un corretto funzionamento dei
permeatori, nei limiti stabiliti dai costruttori di membrane.
Fattori di recupero troppo elevati, infatti, originerebbero portate di concentrato troppo basse e le velocità
all’interno dei moduli non sarebbero adeguate, (sarebbero cioè esterne ai ranges di lavoro indicati dal
Produttore) e i moduli sarebbero soggetti a più facili fenomeni di depositi organici “fouling organico”.
Condizioni d’esercizio
Le condizioni d’esercizio dell’unità, con l’impiego dei moduli BW-30-400, con la loro reiezione
caratteristica del 99,5%, danno, nella configurazione ipotizzata, le prestazioni riepilogate, per comodità,
nella sottostante tabella:
Parametro
Valore
Portata alimentazione
8,16 m³/h
Fattore di recupero
49 %
Pressione alimento moduli
15,0 bar
Salinità
indicativa
del
10 mg/l
permeato
N° di moduli BW-30-400
4
Permeato prodotto
4,0 m³/h
Dosaggio di antiscalant
3-5 mg/l
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 35 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
Caratteristiche costruttive generali
Tutte le apparecchiature che compongono l’impianto sono montate e collegate in maniera compatta ed
ergonomica su un unico telaio.
Tutte le tubazioni d’alta pressione sono realizzate con tubi e raccordi in AISI 316, adeguatamente saldati
in atmosfera controllata; quelle di bassa pressione saranno realizzate in PVC PN 16.
L’unità è dotata di un sistema per il flussaggio automatico che, ad ogni arresto dell’unità provvede allo
spostamento dell’acqua contenuta nei moduli con permeato.
Si evita, in tal modo, non solo lo sporcamento precoce delle membrane, ma anche che al successivo
avviamento si abbiano, per il primo permeato prodotto, valori anomali di conducibilità.
Le linee del permeato e del concentrato sono dotate di valvole di contro-pressione, di modo che, in
nessuna situazione operativa, i contenitori delle membrane non subiscono svuotamenti, nemmeno
parziali; si ridurranno così drasticamente anche le possibilità d’inquinamento batteriologico.
Tutti i contenitori delle membrane sono dotati di valvola di intercettazione in AISI 316, di modo che
l’operatore possa, a sua discrezione, isolare i moduli, in modo da adeguare l’impianto alle varie
condizioni d’esercizio (temperatura, portata, etc.)
Gruppo di spinta
n° 1 elettropompa centrifuga, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
materiale di costruzione: AISI 304;
portata: 8 m³/h;
prevalenza: 14.5 bar;
velocità di rotazione: 2.900 giri/min;
potenza nominale del motore elettrico: 5,5 KW;
tensione di alimentazione: 380/660 V 50 Hz.
n° 1 collettore di mandata, completo di valvole di intercettazione e regolazione in AISI 316, valvole di
ritegno in AISI 316, flange, raccordi, stacchi, ancoraggi e di quanto necessario per dare il tutto in
opera e funzionante.
Gruppo di permeazione
n° 2 Contenitori delle membrane ognuno dei quali ha le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
pressione massima di esercizio: 21 bar;
diametro: 8";
materiale di costruzione: PRFV;
numero di posti: 2;
ogni vessel è dotato di valvola di prelievo campioni.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 36 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
n° 4 moduli osmotici DOW Filmtec BW-30-400, in poliammide, ad alta reiezione (99,5%), di ultima
generazione, a spirale avvolta da 8", alloggiati nei sopra descritti contenitori delle membrane,
completi di canotti di giunzione, ognuno dei quali ha, nelle condizioni standard indicate dal Fornitore,
le seguenti caratteristiche:
diametro: 8";
Lunghezza: 40";
temperatura di esercizio: 5÷45°C;
pressione massima di esercizio: 40 bar;
tolleranza cloro libero: < 0.1 mg/l;
pH di esercizio: 2 ÷ 11.
n° 1 circuito di alimentazione, completo di valvola di intercettazione e regolazione in AISI 316, di
raccordi, stacchi, ancoraggi e di quanto necessario per dare il tutto in opera, funzionante;
n° 1 collettore del concentrato, completo di valvola di intercettazione e regolazione in AISI 316,
completo di raccordi, stacchi, ancoraggi e di quanto necessario per dare il tutto in opera, funzionante;
n° 1 circuito di scarico del concentrato, completo di raccordi, di ancoraggi e di quanto necessario per
dare il tutto in opera, funzionante;
n° 1 collettore del permeato, realizzato in PVC, completo di valvola di intercettazione, di raccordi,
stacchi, ancoraggi e di quanto necessario per dare il tutto in opera, funzionante;
n° 1 manometro in acciaio inossidabile, con valvola di intercettazione per il controllo della pressione
del concentrato.
5.10 Strumentazione
Misura della conducibilità
n° 1 Conducimetro elettronico con display digitale, completo di sonda per la misura della
conducibilità del permeato, avente le seguenti caratteristiche tecniche:
costruttore: Endress & Hauser;
alimentazione: 220 V 50 Hz;
scala di lettura: 1÷200 µS/cm;
contatti: ON-OFF;
uscita: 4÷20 mA.
Misura delle portate
n° 1 Misuratore di portata da pannello, di tipo elettromagnetico, con elemento di misura in PP e
rotore in PVDF, con totalizzatore e visualizzatore a cristalli liquidi da pannello, per la lettura della
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 37 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
portata del permeato avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
Costruttore: +GF+
alimentazione: 220 V
precisione: ±1% del f. s.
materiali di costruzione:PP+PVDF+Titanio
Uscita: 4÷20 mA e impulsi
I valori della portata istantanea e di quella totale saranno resi disponibili sulla porta di
comunicazione
n° 1 misuratore di portata da pannello, di tipo elettromagnetico, con elemento di misura in PP e
rotore in PVDF, con totalizzatore e visualizzatore a cristalli liquidi da pannello, per la lettura della
portata del concentrato avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
costruttore: +GF+;
alimentazione: 220 V;
precisione: ±1% del f. s.;
materiali di costruzione:PP+PVDF+Titanio;
uscita: 4÷20 mA e impulsi;
i valori della portata istantanea e di quella totale saranno resi disponibili sulla porta di
comunicazione.
Misura della temperatura
n° 1 trasmettitore di temperatura, con display a cristalli liquidi, completo di accessori e raccordi per il
montaggio, per la misura della temperatura dell’acqua di alimentazione, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
alimentazione: 220 V;
range di misura :0÷50°C;
sonda di misura : Pt 100.
5.11 Unita’ di lavaggio e di flussaggio automatico
n° 1 Serbatoio in PE avente capacità di circa m³ 0,5, con scarico di fondo e valvole di intercettazione,
completo di sonde di livello.
n° 1 Pompa centrifuga avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
portata di progetto: 11 m³/h;
prevalenza di progetto: 3,2 bar;
velocità di rotazione: 2.900 giri/minuto;
materiale di costruzione: AISI 316;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 38 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
potenza nominale del motore elettrico: 2,2 KW;
tensione di alimentazione: 380 V 50 Hz;
completa di tubazione d’aspirazione e mandata, valvole e di quanto necessario alla messa in
opera.
n° 1 filtro a cartucce in AISI 316 L, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
materiale di realizzazione: AISI 316 L;
portata in esercizio: 20 m³/h;
attacchi: DN 50;
cartucce contenute: n° 7 da 40”;
grado di filtrazione delle cartucce: µ 20;
sistema di apertura rapido;
completo di valvole di intercettazione.
n° 1 Sistema di flussaggio automatico dei permeatori, con possibilità di intervento manuale, completo
di valvola pneumatica di alimentazione, di valvole di intercettazione e di quanto necessario per il
corretto funzionamento.
5.12 Quadro elettrico locale
Generale
n° 1 Quadro elettrico locale per il comando e la protezione delle apparecchiature costituenti l’
impianto offerto, con alimentazione 380 V 50 Hz (con neutro a terra), in armadio in lamiera di acciaio
verniciata a fuoco, con angolari di rinforzo, serratura con chiave, protezione IP 55 ed alloggiato al
coperto, a bordo del telaio.
Per ogni utenza elettrica, nel quadro sono previsti:
fusibili;
teleruttore;
salvamotore;
selettore MAN-0-AUT;
lampade segnalazione marcia e blocco termico
Il cablaggio del quadro inoltre comprende:
circuito di comando delle apparecchiature a B.T. 24 V con cavo a sezione minima di 1.5 mm²;
interruttore generale magnetotermico differenziale.
Dispositivi di regolazione della portata
L’avviamento e l’arresto della pompa di pressurizzazione dell’unità RO sono comandati da un avviatore
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 39 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
del tipo “soft start”.
Visualizzatori
Sul fronte quadro saranno collocati i visualizzatori delle grandezze misurate in tutto l’impianto
Messa a terra
La morsettiera sarà collegata con l’esistente impianto di messa a terra generale dell’intero fabbricato in
cui saranno alloggiati gli impianti.
Controllo remoto
Dato che tutti i misuratori delle grandezze più significative dell’impianto sono dotati di uscita analogica
4÷20 mA, possono essere registrate, trasmesse o gestite da un impianto di tele-controllo.
L’impianto è completamente automatico, gestito da un PLC per il controllo dei parametri di
funzionamento dell’intero sistema che è alloggiato all’interno del quadro elettrico generale, dotato di
porta di comunicazione seriale, RS 485, per il collegamento al sistema di supervisione.
Il PLC è composto da un’unità centrale, dotato di memoria EEPROM interna con batteria tampone ed è
corredato delle seguenti apparecchiature:
moduli d’ingresso digitali;
moduli d’uscita digitali;
moduli d’ingresso analogici;
moduli d’uscita analogici.
Sul fronte quadro è installata una tastiera alfanumerica con display a cristalli liquidi, direttamente
collegata alla CPU del PLC installato, che consente di effettuare le operazioni necessarie alla gestione
ed al controllo dell’unità.
La tastiera consente inoltre, la visualizzazione in forma di stringhe alfabetiche, dell’effettiva natura delle
varie situazioni d’allarme che possono verificarsi in impianto: blocco termico motore, alta conducibilità
del permeato, anomalia del valore di pH in esercizio, pressione concentrato e permeato, livelli, etc..
TELAIO
n° 1 telaio in profilati di acciaio, opportunamente trattato in superficie con vernice epossivinilica,
previa sabbiatura delle parti, per il sostegno ed il contenimento sinergico dei moduli di permeazione
e del quadro elettrico di comando; l’ingombro del telaio è all’incirca il seguente: mm 4.000 x mm.
1.800, altezza: mm. 2.000
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 40 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
5.13 Distribuzione acqua osmotizzata
POMPE DI RILANCIO
In prossimità dell’impianto è necessario procedere all’installazione di un serbatoio di stoccaggio ed alla
realizzazione di una stazione di rilancio dell’acqua osmotizzata, completamente automatica, dotata di
pompe a velocità variabile, affinché sia possibile l’erogazione dell’acqua osmotizzata senza particolari
fluttuazioni di pressione.
Abbiamo pertanto previsto la fornitura e l’installazione delle seguenti apparecchiature:
n° 2 Pompe centrifughe orizzontali del tipo d’acciaio inossidabile, per la pressurizzazione dell’acqua
osmotizzata nell’anello di distribuzione, avente cadauna le seguenti caratteristiche tecniche di
massima:
portata oraria di progetto:8 m³/h;
portata oraria massima:10 m³/h;
pressione di progetto:2.5 Kg/cm²;
materiale di costruzione:AISI 316;
velocità di rotazione:2.850 u/min.;
attacchi:DN 40;
potenza elettrica installata:1.1 KW;
completo di valvole d’intercettazione in PVC e manometri di servizio.
n° 1 Trasduttore di pressione del tipo con uscita analogica continua, per il rilevamento della
pressione presente sulla tubazione di mandata, avente le seguenti caratteristiche tecniche di
massima:
campo di lavoro:0 ÷ 6 Kg/cm²;
materiale di costruzione:AISI 316;
attacchi:½” gas.
n° 1 Inverter variatore di frequenza, installato nel quadro di comando dell’impianto ad osmosi
inversa, collegato e gestito dal sistema d’automazione generale.
n° 1 Serbatoio di stoccaggio dell’acqua demineralizzata, avente le seguenti caratteristiche:
volume utile unitario:15 m3;
diametro:2.200 mm;
materiale di costruzione:polietilene alta densità colorato nero;
dotato di passo d’uomo: attacco di riempimento e tubazione di carico in PVC;
completo di galleggiante per l’indicazione del minimo livello.
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 41 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
MISURA DELLE PORTATE
n° 1 misuratore di portata del tipo a sensore rotante, a microprocessore, in materiale plastico, con
uscita analogica continua, per la misura della portata istantanea e la totalizzazione dell’acqua inviata
alle linee di produzione, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
campo di misura:0 ÷ 10 m³/h;
materiale di costruzione:PVC;
attacchi:DN40;
tensione d’alimentazione:24VCC;
il segnale proveniente dal misuratore è collegato e inserito nel sistema di telecontrollo generale.
6 IMPIANTO DI ADDOLCIMENTO
Per la fornitura dell’acqua al generatore di vapore con lo scopo di rimuovere le tracce di durezza ancora
presenti nell’acqua proveniente dall’osmosi inversa è stato previsto un impianto di addolcimento a resine
del tipo a rigenerazione automatica, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
n° 1 addolcitore a resine, a rigenerazione automatica, avente le seguenti caratteristiche:
portata oraria massima:4 m³/h;
quantità di resina installata:60 lt;
ciclo:360 m³/°F;
attacchi:DN 25;
completo di tino per la preparazione e dissoluzione della salamoia.
7 SISTEMA
PER
IL
CONTROLLO
ED
IL
MONITORAGGIO
DELLE
CONDENSE
Scopo del sistema è quello di monitorare continuamente le caratteristiche delle acque di condensa di
ritorno dalle linee di lavorazione, infatti, è possibile che alcuni dei bagni galvanici riscaldati dagli
scambiatori a serpentina, a seguito di rotture, possano infiltrarsi e conseguentemente mescolarsi
all’acqua d’alimento del produttore di vapore. Il parametro preso in considerazione per valutare l’effettiva
presenza di sostanze “indesiderabili” è la conducibilità, effettivamente, la stessa aumenterà in ogni caso,
a prescindere dalla sostanza presente. Pertanto un conducimetro elettronico, la cui cella di misura è
installata direttamente sulla tubazione d’arrivo delle condense, controlla in continuo la conducibilità e, nel
caso in cui i valori impostati come limite massimo sono oltrepassati, provvede ad inviare un segnale
d’allarme. Allo stesso tempo una valvola a farfalla installata sulla tubazione d’arrivo, devia l’acqua di
condensa allo scarico.
n° 1 vasca di contenimento, realizzata in lamiera d’acciaio inossidabile AISI 316L, elettrosaldata,
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 42 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
divisa in due sezioni, completa d’attacchi flangiati e tronchetti di collegamento, avente le seguenti
caratteristiche tecniche di massima:
volume totale:4 m³;
larghezza:1.500 mm;
lunghezza:1.500 mm;
altezza:2.300 mm;
materiale di costruzione:acciaio AISI 316L;
spessore:2.5 ÷ 3 mm;
volume della sezione d’utilizzo:3 m³;
volume della sezione di scarico:1 m³.
n° 1 conducimetro elettronico digitale, del tipo a microprocessore, avente le seguenti caratteristiche
tecniche di massima:
costruttore:Endress + Hauser;
modello:CLM 221;
campo di misura:0 ÷ 2.000 µS;
tensione d’alimentazione:220 V;
segnale d’uscita:4 ÷ 20 mA;
soglie regolabili:n°2;
tensione d’alimentazione:220 V;
completi di cella di misura in AISI 316L con compensazione automatica della temperatura, da
installare lungo la tubazione d’arrivo e in ogni caso non all’interno della vasca di sollevamento.
n° 1 valvola automatica a farfalla, asservite ad attuatore pneumatico a doppio effetto, per
l’intercettazione delle tubazioni d’arrivo dell’acqua di condensa, avente le seguenti caratteristiche di
massima:
Diametro nominale:
Flangiatura:
DN 65
PN 10
Materiale di costruzione della lente: AISI 316L
Materiale di costruzione del manicotto:
Temperatura d’esercizio:
EPDM
- 30 ÷ + 120°
Pressione dell’aria compressa:
6 Kg/cm²
complete d’elettrovalvola pilota per il comando dell’attuatore;
Le valvole descritte sono dotate di prolunga posta tra l’attuatore e la valvola, per consentire all’attuatore
di essere installato in una zona compatibile con la sua caratteristica costruttiva;
n° 1 Pompa di sollevamento, ad asse verticale, per il sollevamento all’impianto di depurazione
dell’acqua di condensa, avente le seguenti caratteristiche tecniche di massima:
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 43 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
portata oraria di progetto:5 m³/h;
pressione di progetto:10 m;
materiale di costruzione:Ghisa;
velocità di rotazione:2.850 u/min.;
potenza elettrica installata:0,55 KW;
lunghezza albero:2.000 mm;
tensione d’alimentazione:380 V;
protezione motore:IP 55;
completa di tubazione d’aspirazione, mandata, valvola di ritegno in polipropilene.
8 COMPARTO ELETTRICO
8.1
Quadro elettrico generale
Generale
n° 1 quadro elettrico locale per il comando e la protezione di tutte le apparecchiature offerte, con
alimentazione 380 V 50 Hz (con neutro a terra), in armadio in lamiera di acciaio verniciata a fuoco,
con angolari di rinforzo, serratura con chiave, protezione IP 55, alloggiato all’interno del locale.
Per ogni utenza elettrica, nel quadro sono previsti:
magnetotermico e/o fusibili;
teleruttore di primaria casa costruttrice, con bobina di comando a bassa tensione;
selettore MAN-0-AUT con grado di protezione IP 55;
lampade segnalazione marcia e blocco termico con grado di protezione IP 55.
Il cablaggio del quadro inoltre comprende:
circuito di comando delle apparecchiature a B.T. (24 ÷ 48 V) con cavo unipolare con sezione
minima di 1.5 mm²;
circuito di potenza per l’alimentazione delle apparecchiature, con cavo unipolare con sezione
minima di 2.5 mm² e comunque con intensità specifica massima di 2 A/mm²;
interruttore generale magnetotermico regolabile, per la protezione ed il sezionamento di tutte le
utenze, del tipo "blocca-porta";
il quadro elettrico, relativi cablaggi e collegamenti, saranno eseguiti secondo le vigenti normative
CEI-ISPESL.
amperometro generale;
voltometro generale;
trasformatore di sicurezza e d’isolamento, per l’alimentazione dei circuiti di bassa tensione;
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 44 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
quadri elettrici locali, realizzati in cassetta di materiale plastico con frontale trasparente, per il
comando manuale ed il sezionamento locale delle apparecchiature installate, grado di protezione
IP 55, con l’installazione di selettori con possibilità di blocco a chiave;
segnali d’allarme (es. alto livello, blocco termico, ecc.);
magnetotermico generale con bobina di sgancio per la potenza di 100 KVA;
circuito di potenza per l’alimentazione delle apparecchiature, con cavo unipolare con sezione
mirata a mantenere l’intensità specifica massima di 1 A/mm²;
amperometro generale;
voltometro generale.
8.2
Impianto elettrico
Generale
n° 1
impianto elettrico per il collegamento delle apparecchiature costituenti l’impianto ad osmosi
inversa al quadro generale di comando; è stato realizzato conformemente alle specifiche e alla
normativa vigente e comprende le canalizzazioni in AISI 304 con coperchio e le tubazioni con relative
staffature, le scatole di derivazione, le guaine e tutti gli accessorî necessari per dare il tutto in opera a
perfetta regola d'arte. La sezione minima dei conduttori utilizzati sarà di 1.5 mm² per i circuiti di
comando, 2.5 mm² per i circuiti di potenza; gli stessi sono numerati, come da schema elettrico, per una
semplice individuazione in fase di montaggio e di futura manutenzione. La sezione dei cavi è tale da
avere un valore massimo di corrente di 2A/mm²
Canalizzazioni a vista
Le canalizzazioni a vista sono state realizzate utilizzando canale di varia misura d’acciaio zincato,
verniciate tipo “Lume”, complete di raccordi e staffe per la posa in opera.
Tubazioni a vista
Le tubazioni a vista sono state realizzate utilizzando tubi di varia misura in PVC autoestinguente,
complete di raccordi e staffe per la posa in opera.
Linee elettriche di potenza
Le linee elettriche di potenza sono state realizzate con l’ausilio di cavi tipo FG07 OR, e/o FG07 R posati
a regola d’arte, con sezione minima di 2.5 mm².
Linee elettriche di comando
Le linee elettriche sono state realizzate con l’ausilio di cavi FG07OR, e/o FG07R, posati a regola d’arte,
Richiedente:
VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.
(ART. 8 L.R. 3/2012 E ART. 20 D.LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II)
stabilimento SILGA 10
Rev. 0 ottobre 2011
pag 45 di 48
Allegato 10 – Impianto di depurazione delle acque
con sezione minima di 1.5 mm².
Scatole di derivazione
Le scatole di derivazione saranno IP 55, in materiale plastico, con coperchio smontabile, aventi
dimensioni tali da garantire le operazioni di manutenzione; all’interno delle scatole è prevista la
possibilità del passaggio dei cavi esclusa la possibilità di effettuare giunte e/o connessioni con l’ausilio di
morsetti. E’ prevista la deroga a quanto detto, nel caso in cui le macchine da installare siano sprovviste
di morsettiera di collegamento (es. pompe sommergibili, regolatori di livello ecc.)
Prese di servizio
Le prese di servizio del tipo interbloccate: a bassa tensione, con protezione IP55, conformi alle
normative vigenti.
Messa a terra
Sono stati effettuati i collegamenti equipotenziali ad integrazione dell’esistente rete di terra.

Documenti analoghi