Nuove acquisizioni librarie Aprile 2010

Commenti

Transcript

Nuove acquisizioni librarie Aprile 2010
Nuove acquisizioni librarie
Aprile 2010
Chie-chan e io / Banana Yoshimoto ; traduzione di Giorgio Amitrano
Yoshimoto, Banana
Milano : Feltrinelli, 2008 142 p. ; 22 cm
Kaori è una quarantenne single che lavora nel settore dell'importazione di abiti, accessori
e articoli griffati dall'Italia.Viaggia spesso per lavoro, per acquistare la merce da
rivendere nel negozio di una zia. Parla molto bene la nostra lingua, avendo vissuto per un
certo periodo in Italia. Sua cugina Chie è una ragazza sui trentacinque anni,
estremamente silenziosa e introversa, che dopo la morte della madre si è trasferita a
vivere da Kaori. Fra le due si è instaurato un rapporto di amicizia molto profondo. Sarà
un segreto nella vita dell'una e un amore nella vita dell'altra a scombussolare la serenità
della loro esistenza in comune e a portare Chie a fare i conti con il proprio passato e a
mettere Kaori davanti a una scelta dolorosa. Oltre ai temi fondamentali dell'universo della
scrittrice giapponese - l'amicizia, gli affetti, la vita e la morte - in quest'ultimo romanzo
Banana Yoshimoto ha dedicato molto spazio al suo amore per l'Italia: "L'ho scritto
mettendoci dentro tutte le emozioni che provo nei confronti del vostro paese".
L' anno del giardiniere / Karel Capek ; a cura di Daniela Galdo ;
illustrazioni di Josef Capek
CAPEK, Karel
Palermo : Sellerio, 2008 193 p. : ill. ; 16 cm.
Karel Capek è uno dei più noti scrittori cechi, ma non tutti sanno della sua passione per le
piante. Nel 1929 scrisse queste "istruzioni per l'uso" per i 12 mesi dell'anno, brillanti,
ironiche, anticonformiste. Capek è guidato da una sapienza antica e istintiva per il
mondo della natura, sa come alternare fiori e arboscelli, quando e quanto innaffiare, si
destreggia tra bulbi e talee, se la prende con le erbacce invadenti e sfacciate, si stupisce,
anno dopo anno, della bellezza dell'autunno. Sa descrivere bene la delizia dell'acqua
fredda che scivola sul terreno arido, il profumo della terra umida e ristorata come un
viandante dopo un bicchier d'acqua, l'emozione della crescita. Più che il giardino è il
giardiniere il protagonista del libro, con le sue ossessioni e il lavoro che non conosce
soste; anche quando la neve ha coperto tutto il terreno il giardiniere ha sempre qualcosa
da fare, mettere in salvo qualche vaso o solo immaginare i colori delle nuove fioriture ai
primi segnali di primavera.
Hamas : che cos'è e cosa vuole il movimento radicale palestinese / Paola
Caridi
CARIDI, Paola
Milano : Feltrinelli, 2009 284 p. : ill. ; 23 cm
La storia di Hamas va oltre gli stretti confini della Striscia di Gaza: è una storia che nasce
nei campi profughi dei palestinesi in fuga dal 1948, dai loro figli e i loro nipoti. È una
vicenda che parte dai Fratelli musulmani ed è una storia che, per certi versi, nasce dalle
ceneri di un'altra guerra combattuta da Israele, quella nel Libano del 1982: quando l'Olp
fu indebolita dalla campagna militare di Ariel Sharon, gli allora ragazzi islamisti si dissero
che era ora di "entrare nella resistenza" e uscire dalle moschee dove stavano imparando a
essere dei devoti musulmani. Così nacque Hamas, spinta dai sassi della Prima Intifada. Poi
venne il massacro di Hebron a opera di un colono radicale e dopo quaranta giorni il
primo attentato suicida compiuto da Hamas dentro Israele. Cominciava la tremenda
stagione degli attentati, la stagione del terrorismo suicida, che avrebbe scosso per anni le
città israeliane. Chi c'è, cosa si nasconde dietro le parole, i proclami, gli attentati, i
programmi elettorali? Chi sono gli uomini e le donne di Hamas? Perché hanno scelto di
entrare in un movimento che è rimasto in gran parte clandestino anche quando è entrato
nella stanza dei bottoni dell'Autorità nazionale palestinese? E perché Hamas ha deciso di
concorrere per il potere? Attraverso le voci, i documenti e le impressioni di una testimone
diretta degli ultimi anni di vita di Hamas, i capitoli di una storia non detta. Oltre le
semplificazioni dell'informazione e della politica.
Cercando Schindler / Thomas Kenneally ; traduzione di Dade Fasic
Keneally, Thomas
Milano : Sperling & Kupfer, 2010 276 p., 8 c. di tav. : ill. ; 23 cm.
Manuale di grafologia e astrologia / Giuliana Ghiandelli, Mirko Calzolari
GHIANDELLI, Giuliana
Quarto Inferiore : Om edizioni, 2009 444 p. ; 24 cm
Questo testo vuole evidenziare l'analogia tra la grafologia e l'astrologia. Infatti, ogni
persona che nasce è soggetto al movimento dei pianeti fin dalla nascita e,
analogamente, la grafia si modifica nel corso della vita, permettendo così, come lo
permettono i pianeti, di capire la personalità e anche eventuali sintomi patologici che
potrebbero essere prevenuti. La scrittura è l'impronta di un movimento personale fissato
nel tempo e nello spazio. Uno scritto, lungo o breve, è sufficiente per individuare una
persona come, allo stesso modo, si può immediatamente riconoscere un amico dal volto
o semplicemente dalla voce. La firma è l'elemento più semplice ed elementare per
riconoscere chi l'ha redatta e garantisce la paternità dello scritto in tutta la sua interezza.
La grafologia è la scienza che studia la scrittura per conoscere l'intima essenza della
persona che l'ha redatta, questo si evince anche dall'astrologia in quanto con il loro
movimento gli astri confermano il DNA della persona. Conoscere l'altro vuol dire, in
senso grafologico, cercare di capirlo e rendergli meno problematica la vita sociale che
inizia a complicarsi dalla nascita.
Sulla volontà nella natura / Arthur Schopenhauer ; a cura di Sossio Giametta
Schopenhauer, Arthur
Milano : BUR, 2010 233 p. ; 18 cm.
Entrare in un testo di Schopenhauer è come fare ingresso in un magico impero, perché significa
penetrare nella trama terribile e avvincente della natura, dominata da un sovrano di potenza
sconfinata. Questo effetto si rinnova in modo particolarmente intenso quando il testo è "Sulla
volontà nella natura", perché qui il filosofo sviluppa, dei due elementi che sono alla base del suo
sistema - volontà e rappresentazione - quello che più gli appartiene, la volontà, destinato a
cambiare il corso della filosofia occidentale. Più che nelle altre sue opere, la natura irrompe in
questa con impressionante violenza, sciorinando una massa sterminata di creazioni multiformi, che
sono però sempre rapportate al principio essenziale di tutto l'esistente, la volontà di vivere.
Quando verrà la rivoluzione avremo tutti lo skateboard / Said
Sayrafiezadeh ; traduzione di Elisa Comito
Sayrafiezadeh, Said
Roma : Nottetempo, c2010 327 p. ; 20 cm
Figlio di un iraniano e di un'ebrea statunitense, Said è nato alla fine degli anni sessanta,
mangia carote e yogurt, guarda la tv di nascosto, trascorre le vacanze partecipando a
incomprensibili raduni politici. E soprattutto, al contrario dei suoi coetanei, non possiede
uno skateboard. Il motivo di tanta originalità? Said è figlio di comunisti: un padre che
sembra Che Guevara, una madre che promette gli skate solo quando il proletariato
vincerà. Con un ritmo veloce e brillante, e la capacità di cogliere gli aspetti più strambi
dell'esistenza, l'autore sorprende col racconto autobiografico di una giovinezza
irregolare, trascorsa in attesa di una rivoluzione sempre imminente e sempre rinviata.
Costa occidentale / Paula Fox ; traduzione di Silvia Castoldi
Fox, Paula
Roma : Fazi, 2010 504 p. ; 22 cm
New York, fine anni Trenta. Annie Gianfala è un'adolescente sola e squattrinata, orfana di
madre e abbandonata da un padre pittore che si dedica, da anni, unicamente alla propria
arte. Ma Annie ha un sogno, una direzione: vuole andare a Ovest, come i pionieri un
secolo prima di lei e come lei venuti dal nulla, dalla polvere delle strade, dall'aria salata
del mare. In autostop raggiunge così la California, dove viene fagocitata da una
Hollywood feroce e splendente come un miraggio nel deserto. Si sposa con un marinaio
che poche ore dopo le nozze le comunicherà la sua imminente partenza verso la
lontanissima Murmansk: passata in poche ore dal conforto di un amore all'abbandono,
Annie si lascerà allora sedurre da chiunque possa, in qualche modo, tornarle utile. Così
facendo rinasce e si reinventa, strana creatura a metà tra l'ammaliatrice consumata e la
fanciulla da cogliere in fiore: gli uomini la adorano e lei li accoglie, con un distacco che
va al di là del disprezzo. Fino a quando non farà ritorno nella Costa orientale, i sogni
ormai spenti in ricordi gualciti, da dimenticare.
Il lavoro manuale come medicina dell'anima : perchè tornare a riparare le
cose da sé può renderci felici / Matthew Crawford
Crawford, Matthew
Milano : Mondadori, 2010 89 p. ; 21 cm
Quanti di noi sarebbero capaci di rimediare a un piccolo guasto in casa propria, si tratti
di un semplice elettrodomestico o di un lavello? Quanti sarebbero in grado di riparare la
propria automobile o, molto più banalmente, la bicicletta senza dover ricorrere a un
meccanico o a qualcuno che, a pagamento, lo faccia per noi? Non sono passate
neppure due generazioni e, incredibile a dirsi, quello che per i nostri nonni o per i nostri
genitori era del tutto ovvio, è diventato per noi quasi impensabile: prendersi cura degli
oggetti quotidiani, dedicarvi del tempo, sporcarsi magari le mani di grasso, ma ripararli
da sé. Ci siamo convinti che i cosiddetti "lavori di concetto" siano più gratificanti sul
piano sociale e intellettuale. Non è quasi mai vero, e Matthew Crawford, un filosofo che
ha preso la bizzarra decisione di abbandonare il suo ben remunerato lavoro in un centro
di studi politici di Washington per fare il meccanico di motociclette, capovolge proprio
questa idea: l'evoluzione del lavoro d'ufficio, in realtà, ha trasformato i "colletti bianchi"
in un esercito di frustrati esecutori di direttive altrui. E, soprattutto, li ha privati della
possibilità di toccare con mano i benefici concreti della propria attività. All'opposto, i
mestieri manuali, come ci mostra Crawford offrono spazi di libertà e appagamento del
tutto dimenticati da molti di noi.
Ma le donne no : come si vive nel paese più maschilista d'Europa /
Caterina Soffici ; prefazione di Nadia Urbinati
Soffici, Caterina
Milano : Feltrinelli, 2010 201 p. ; 23 cm
Libere e padrone del proprio destino: era questa l'idea che le donne italiane avevano di
sé. Ma era un'illusione, perché le cose negli ultimi vent'anni sono cambiate
profondamente. In peggio. Non solo le donne italiane non hanno più fatto progressi, ma
hanno cominciato ad arretrare, svegliandosi nel paese più maschilista d'Europa. Quali
sono le radici di questo fenomeno e, soprattutto, perché le donne italiane hanno smesso di
combattere per difendere i propri diritti? Il libro racconta storie, personaggi e fenomeni
forse imprevedibili come la nascita e l'evoluzione del velinismo politico o la degenerazione
dell'immagine delle donne in televisione e nella pubblicità. O ancora il ritorno di parole
antiche, che riemergono da un passato fatto di playboy, massaie e ragazze illibate. Ma
soprattutto descrive le donne reali, che quotidianamente devono fare i conti con
discriminazioni sul lavoro, part-time negati e l'impossibilità di conciliare lavoro e vita
familiare. Il confronto tra la situazione italiana e quanto succede all'estero - dove ci si
imbatte in belle storie di donne vincenti, che reagiscono e si realizzano - sconcerta e
indigna, ma dimostra che un altro mondo meno sessista è possibile. Un mondo dove
vivrebbero meglio anche gli uomini.
La Legge dell'Attrazione e l'incredibile potere delle emozioni / Esther e
Jerry Hicks ; traduzione di Maddalena Togliani
Hicks, Esther
Milano : TEA, 2010 266 p. ; 20 cm
Con questo libro Esther e Jerry Hicks, portavoce degli insegnamenti di Abraham, vi
aiuteranno a comprendere il significato più autentico delle emozioni che sperimentate ogni
giorno della vostra vita. Collocandole in un contesto più ampio, quello regolato dalle Leggi
Universali, espressione più pura e perfetta d'amore, ne scoprirete l'intrinseco valore in
accordo con la potente Legge dell'Attrazione, e imparerete a utilizzarle in piena e
compiuta consapevolezza. Pagina dopo pagina non solo comincerete ad apprezzare ciò
che siete e ciò che state facendo nell'istante presente, ma a scoprire anche il vostro lo più
profondo, riuscendo così a dischiudere definitivamente le porte del vostro cuore ai desideri
più intimi e sentiti. E al termine della lettura potrete finalmente affermare: "L'ho sempre
saputo, ma adesso lo so per davvero".
L' etica in un mondo di consumatori / Zygmunt Bauman ; traduzione di
Fabio Galimberti
Bauman, Zygmunt
Roma ; Bari : GLF Editori Laterza, 2010 VII, 234 p. ; 21 cm
Smantellata gran parte dei limiti spazio-temporali che delimitavano le potenzialità delle
nostre azioni, non possiamo più ripararci dalla ragnatela della dipendenza globale. È
questa la situazione in cui, volenti o nolenti, portiamo avanti oggigiorno la nostra storia
comune. Anche se molto - forse tutto o quasi tutto - in questa storia in divenire dipende
dalle scelte umane, le condizioni in cui tali scelte vengono fatte non sono a loro volta
soggette a scelta. Si può essere "favorevoli" o "contrari" rispetto alla nostra
interdipendenza planetaria, ma sarebbe come dire di essere a favore o a sfavore della
prossima eclissi solare o lunare. Acconsentire od opporsi, però, alla forma squilibrata che
la globalizzazione della condizione umana ha assunto fino a questo momento, questo sì
che può fare una grande differenza. (Fonte: IBS)
The Vampire Diaries: The Awakening and The Struggle / by Lisa Jane
Smith
Smith, Lisa Jane
New York : Harper Teen, 2007 512 p. ; 21 cm
Elena: the golden girl, the leader, the one who can have any boy she wants. Stefan:
brooding and mysterious, he seems to be the only one who can resist Elena, even as he
struggles to protect her from the horrors that haunt his past. Damon: sexy, dangerous, and
driven by an urge for revenge against Stefan, the brother who betrayed him. Determined
to have Elena, he'd kill to possess her. Collected here in one volume for the first time,
volumes one and two of The Vampire Diaries, the tale of two vampire brothers and the
beautiful girl torn between them.
The Vampire Diaries: The Fury and Dark Reunion / by Lisa Jane Smith
Smith, Lisa Jane
New York : Harper Teen, 2007 520 p. ; 21 cm
Elena: transformed, the golden girl has become what she once feared and desired. Stefan:
tormented by losing Elena, he's determined to end his feud with Damon once and for all—
whatever the cost. But slowly he begins to realize that his brother is not his only enemy.
Damon: at last, he possesses Elena. But will his thirst for revenge against Stefan poison his
triumph? Or can they come together to face one final battle? Collected here in one edition
are the third and fourth volumes of The Vampire Diaries, a riveting conclusion to the tale of
two vampire brothers and the beautiful girl torn between them.
The Vampire Diaries: The Return: Nightfall / by Lisa Jane Smith
Smith, Lisa Jane
New York : Harper Teen, 2007 586 p. ; 21 cm
Elena Gilbert is alive—again. When Elena sacrificed herself to save the two vampire
brothers who love her—the handsome, brooding Stefan and the sleek and dangerous
Damon—she was consigned to a fate beyond death. Until a powerful supernatural force
pulled her back. Now Elena is not just human. She has powers and gifts that were
bestowed on her in the afterlife. What's more, her blood pulses with an overwhelming and
unique force that makes her irresistible to any vampire. Stefan wants to find a way to keep
Elena safe so that they can make a life together. Damon, however, is driven by an
insatiable desire for power, and wants Elena to rule as his princess. When Stefan is lured
away from Fell's Church, Damon seizes his chance to convince her that he is the brother
she is meant to be with. . . . But a darkness is infiltrating the town, and Damon, always the
hunter, is now the hunted; he becomes the prey of a malevolent creature that can possess
him at will, and who desires not just Elena's blood but her death.
Marked : a House of Night Novel/ P. C. and Kristin Cast
Cast, P. C.
London : Atom, 2009 349 p. ; 20 cm
"The House of Night" series is set in a world very much like our own, except in sixteen-year-old Zoey
Redbird's world, vampyres have always existed. In this first book in the series, Zoey enters the House of
Night, a school where, after having undergone the Change, she will train to become an adult vampyre -
that is, if she makes it through the Change. Not all of those who are chosen do. It's tough to begin a new
life, away from her parents and friends, and on top of that, Zoey finds she is no average fledgling. She has
been Marked as special by the vampyre Goddess, Nyx. But she is not the only fledgling at the House of
Night with special powers. When she discovers that the leader of the Dark Daughters, the school's most
elite club, is misusing her Goddess-given gifts, Zoey must look deep within herself for the courage to
embrace her destiny - with a little help from her new vampyre friends.
La Bibbia dei villani / Dario Fo ; a cura di Franca Rame
Fo, Dario
Parma : Guanda, c2010 285 p. : ill. ; 30 cm.
Esiste una Bibbia degli imperatori, splendidamente miniata, ed esiste, meno appariscente
e meno nota, anche se non meno preziosa, una Bibbia dei villani. È la Bibbia dei
contadini, degli straccioni, dei poveracci, che la tradizione orale e scritta di ogni regione
d'Italia ci ha tramandato, e che Dario Fo e Franca Rame hanno scoperto in anni di
ricerche sulle tradizioni popolari e ricreato sulla scena e, in una versione inedita e
arricchita, in questo libro. Sono tabulazioni tragiche, miste al grottesco e alla sempre
presente autoironia, inventate nei secoli dai siciliani, dai calabresi, dai napoletani e dai
contadini di tutta la valle del Po. In questa Bibbia dei villani Dio è nella brocca del vino,
nell'agnello che nasce o che stanno ammazzando. Da sempre i villani mangiano Dio, lo
amano e discutono con lui, perché sono certi che Dio sia il bene ma in parte anche il
male, la vita ma anche la morte. Dio per loro è gioia ma anche sofferenza, godimento e
pianto, sorriso e sghignazzo. Ecco perché la Bibbia dell'imperatore è solenne e spesso
ridicola, mentre quella dei villani è commossa e piena di risate. IBS
Il mio migliore amico / Tess Callahan ; traduzione di Marcella Maffi
Callahan, Tess
[s.l.] : Frassinelli, 2010 372 p. ; 21 cm
April è bella, giovane, pericolosamente sincera e avventata. Oliver, il suo migliore amico,
l'unico che sa leggerle dentro come nessun altro al mondo, è serio, affidabile, studioso.
April può contare su di lui, anche nei momenti più terribili, come quando perde i genitori
e rimane sola con la nonna e l'adorato Buddy, il fratello più piccolo. Ma poi Oliver si
allontana dalla città dove sono nati e hanno condiviso giochi, avventure, turbamenti
adolescenziali. Tutta una vita. Quando una terribile tragedia colpisce April Buddy muore,
a diciott'anni, in un incidente d'auto sulla strada ghiacciata -, al funerale del ragazzo lei
rivede Oliver. E' tornato a vivere lì, ha rinunciato al sogno di diventare musicista e sta per
laurearsi in giurisprudenza. Al suo fianco c'è la promessa sposa Bernadette, l'esatto
opposto di April. Nel momento in cui si rincontrano, le loro vite non potrebbero essere più
distanti: tanto lei sembra rotolare lungo la china dell'autodistruzione quanto lui è
controllato e responsabile, in apparenza avviato su un binario consolidato e prevedibile:
laurea, matrimonio, carriera. E invece l'impatto è devastante: la vulnerabile April, tanto
bisognosa di protezione dalle proprie scelte sbagliate, risveglia in Oliver ricordi e
sentimenti sopiti. Si riaccendono fra loro antiche tensioni, esplodono segreti inconfessati e
si scardinano le sicurezze cui entrambi credevano di appigliarsi.
Il ponte del Corno d'Oro / Emine Sevgi Özdamar ; traduzione di Umberto
Gandini
Özdamar, Emine Sevgi
Milano : Ponte alle Grazie, 2010 295 p. ; 21 cm
Questo è il viaggio coraggioso di una viandante fra due mondi, una giovane turca che
vuol fare l'attrice e non trova altro modo, per pagarsi la scuola di recitazione, che
emigrare in Germania. E' vergine, sprovveduta, non sa una parola di tedesco, ma è
curiosa, caparbia, intelligente e decisa a farcela. La sua storia, intensa, dolcissima,
divertente, è l'arguto racconto di una ragazza che rifiuta di mettere la testa a posto, della
sua passione per il teatro, il cinema, la poesia, la politica, di un periodo incredibile
vissuto tra Berlino e Istanbul alla fine degli anni sessanta. Attingendo a una grammatica
tutta interiore, che scardina le regole per dar vita a un idioma speciale, potentemente
suggestivo e cadenzato, Emine Sevgi Özdamar compone nella sua nuova lingua madre,
il tedesco, un vero e proprio inno alla tolleranza. Costruendo quel ponte ideale che
unisce culture tra loro distanti, quella occidentale e quella orientale, l'autrice sottolinea il
privilegio di poter contare su due lingue e due paesi, perché "due lingue sono due
persone".
È finita la benzina / Beppe Tosco
Tosco, Beppe
Milano : Mondadori, 2010 198 p. ; 22 cm
"Dal 2028 nei paesi civilizzati si era pagati per defecare. Nei locali pubblici e nelle case
munite di appositi contatori, il fornitore di energia veniva ricompensato, e le feci venivano
successivamente trattate per ricavarne combustibile e fertilizzanti (...). Da oltre settantanni
la gente normale non era più in grado di risparmiare, e i soldi guadagnati bastavano a
stento per la pura sopravvivenza. Così alla fine, al termine della vita di un uomo, fra il
dare e l'avere la differenza la faceva lei: la cacca prodotta. Chi lo aveva capito, aveva
costruito un futuro migliore per i figli." Il futuro raccontato in questo romanzo "sderenato e
surreale" è talmente assurdo che assomiglia al nostro presente. Negli aeroporti la gente è
costretta a girare nuda per evitare il rischio di attentati ad attendere anche per giorni
finché l'aereo non è completo, mentre sulla pista si affollano falchi, linci, alci e altri
animali della savana. Qualcosa per fortuna è migliorato, col tempo. Per esempio è
tramontata la moda dei primi anni Duemila di servire i panini roventi, di "scaldare ogni
cosa venisse infilata fra due fette di pane: salame, speck, rucola, prosciutto, lonza,
insalata russa". Immutate invece certe follie tecnologiche: "C'è un motivo valido perché i
cellulari della stessa marca abbiano i buchi di ricarica uno grosso, un altro piccolo, un
altro a rastrelliera, un altro a cornetto, uno pettine, uno a trombetta, uno a quadrilatero un
altro a raggiera e uno a cetriolo?"
Non si deve morire due volte / Francisco González Ledesma ; traduzione di
Paola Tomasinelli
Ledesma, Francisco Gonzales
[Vicenza] : Giano, 2010 359 p. ; 21 cm
La sposa ha venticinque anni ed è una ragazza bella soda. In più è alta e ha occhi quieti
e profondi. L'abito di seta è uno dei più cari perché l'occasione lo richiede, sebbene lei lo
guardi con un'ombra di tristezza. Dà un'ultima occhiata allo specchio, poi all'ora stabilita
si dirige verso il salone dell'albergo in cui si trova. Al di là della porta, ecco gli invitati: gli
uomini con il vestito grigio d'ordinanza, le signore con abiti sgargianti da primavera. Lo
sposo indossa una giacca severa. La camicia è fatta su misura e fascia impeccabilmente il
petto giovane e ampio. La cravatta è rigorosamente grigia. I pantaloni tagliati stretti, le
scarpe nere. Tutto perfetto. Peccato che la sposa regga il bouquet con una mano sola,
quando tutte lo tengono orgogliosamente con due, e l'altra la tenga nascosta dietro la
schiena. Peccato, poi, che la muova all'improvviso e che tutti guardino solo il suo volto.
Peccato, infine, che la gente non riesca nemmeno a gridare né a interrompere la musica.
Nella mano nascosta della sposa appare una pistola. Subito dopo una fiammata e, infine,
la morte, assurda, insensata, affiora sulla fronte dello sposo. Così, con queste tragiche
nozze, si apre il romanzo. Come accade sovente nelle inchieste dell'ispettore Méndez,
Ledesma muove da una rapida successione di scene, storie diverse che a poco a poco
mostrano il filo comune che le sorregge e svelano il disegno criminoso cui appartengono.
Metà del cielo / Nicholas D. Kristof, Sheryl WuDunn ; traduzione di Libero
Sosio
Kristof, Nicholas D.
Milano : Corbaccio, 2010 388 p. : ill. ; 22 cm
La storia umana è sempre stata attraversata da problemi di grande impatto morale e
sociale. Oggi la massima sfida morale che il mondo deve fronteggiare è costituita dalle
molte forme di violenza a cui sono esposte ragazze e donne di molte parti del mondo:
ragazze rapite, stuprate, forzate alla prostituzione da violenze efferate. Questo libro ci
offre una testimonianza quanto mai eloquente e toccante, di prima mano, di questa realtà.
In Metà del cielo le ingiustizie, le sofferenze indicibili, lo squallore inenarrabile, si
trasformano dalle nude statistiche e dalle fredde cronache televisive quotidiane in
esperienze vive di persone colte nel momento della più acuta sofferenza o della dignità
riconquistata. Ma la tragica condizione attuale delle donne in molti paesi in via di
sviluppo non viene vista qui solo come una condanna irrevocabile, ma anche come una
grande opportunità di opporsi all?ingiustizia e contribuire a instaurare condizioni più
eque. Aiutando le donne affinché possano istruirsi e acquisire capacità professionali;
offrendo loro microcredito per far sì che possano avviare piccole attività produttive e
contribuire in tal modo al bilancio familiare, si dà loro una maggiore autorità e
indipendenza nell?ambito della famiglia e si contribuisce al tempo stesso al miglioramento
della situazione economica mondiale.
Quello che mi spetta / Parinoush Saniee ; postfazione di Shahla Lahiji
Saniee, Parinoush
Milano : Garzanti, 2010 427 p. ; 23 cm
Teheran. A quindici anni Masumeh non ha mai conosciuto la libertà. Conosce
l'obbedienza. Al padre e ai fratelli. Conosce le percosse, di cui spesso è vittima. Conosce
i doveri che si pretendono da una ragazza d'onore come lei: portare il chador, servire
l'uomo sempre e comunque, camminare svelta con lo sguardo rigorosamente rivolto verso
il basso. Eppure, oggi. Masumeh ha disobbedito. Ha usato alzare gli occhi verso il
giovane che ogni giorno la osserva negli stretti vicoli della città. Lui è Saeid e lavora come
apprendista in una farmacia. Basta poco perché quello scambio di sguardi si trasformi in
un amore forte e appassionato. Un amore pericoloso, impossibile da nascondere. A
scoprirli è il fratello maggiore di Masumeh. La ragazza deve essere punita, si è macchiata
del peggiore dei peccati, amare. Ma le botte e la violenza non bastano. Per salvare
l'onore della famiglia si deve sposare subito, con un uomo scelto dai fratelli. Da questo
momento in poi a Masumeh non resta altra scelta che accettare il suo destino. Prima come
moglie dedita a compiacere ogni desiderio di un marito assente ed egoista, poi come
madre di tre figli. E mentre l'Iran è sconvolto dalla rivoluzione, attingendo a una forza che
non credeva di avere, la donna sacrifica sé stessa per crescerli e farli studiare. A darle
coraggio è l'amore silenzioso che coltiva dentro di sé. Perché non ha mai dimenticato
Saeid. E attende solo il giorno in cui finalmente forse avrà quello che le spetta.
Un bel giorno per rimanere da sola : romanzo / Nanae Aoyama ;
traduzione di Marcella Mariotti
Aoyama, Nanae
Milano : Salani, 2010 137 p. : ill. ; 21 cm
Chizu ha vent'anni e si è appena trasferita a Tokyo per decidere che cosa fare della sua
vita. Non ha molta voglia di continuare a studiare e trascorre le sue giornate tra lavoretti
precari e un fiacco rapporto con un coetaneo molto più interessato ai videogiochi che a
lei. A Tokyo è ospite di un'anziana amica di famiglia, Ginko, sulla quale Chizu rovescia
la sua rabbia. Tanto Chizu è cinica e sprezzante, quanto Ginko è ottimista e fiduciosa.
Ma un anno di (difficile) convivenza farà cambiare molte cose, e mentre i rapporti
sentimentali di Chizu falliranno, Ginko si aprirà a un amore che, seppur tardivo, si
rivelerà solido e felice. E Chizu imparerà a vivere proprio dalla donna che tanto
disprezzava...
Il fascista / Ignacio Martínez de Pisón ; traduzione di Bruno Arpaia
MARTINEZ DE PISON, Ignacio
Parma : Guanda, 2010 311 p. ; 22 cm
Negli anni Trenta Raffaele Cameroni, un povero contadino toscano con una moglie e una
figlia ritardata a carico, nella speranza di uscire dalle difficoltà, si arruola come volontario
sul fronte franchista e parte per la Spagna. All'inizio è attratto esclusivamente dalla
prospettiva di una paga, ma poi si lascia conquistare dagli ideali fascisti, fino a
diventarne un sostenitore convinto ed esaltato. Finita la guerra, decide di non tornare in
patria: si è innamorato infatti di Isabel, una giovane infermiera spagnola, figlia e sorella di
anarchici, al punto di sposarla e di far credere alla famiglia in Italia di essere deceduto in
battaglia. Inizia così il racconto delle vicende dei Cameroni, che si intrecciano con i
grandi eventi collettivi della storia della guerra civile spagnola e dei decenni successivi.
Raffaele, divenuto padre di tre figli, sperimenta la rivincita sulle miserie trascorse: grazie al
rilancio del pastificio artigianale del suocero, può vivere nell'agio e ingraziarsi personaggi
importanti. Ma i conti con il passato non sono chiusi e, dopo una serie di tragedie che
colpiranno la famiglia spagnola, anche quella abbandonata in Italia incrocerà di nuovo il
suo cammino. Ignacio Martínez de Pisón costruisce una grande saga famigliare attraverso
una narrazione a volte tenera e divertita, a volte aspra e appassionata.
La formula chimica del dolore / Giacomo Cardaci
Cardaci, Giacomo
Milano : Mondadori, 2010 208 p. ; 21 cm
Pazienza. Questa è la virtù di cui deve armarsi chiunque si ammala e deve curarsi,
mettersi in lista per le visite, attendere i risultati degli esami, le prognosi dei medici,
l'effetto delle medicine, sopportare i compagni di corsia - chiunque deve sperare e lottare
per guarire. Pazienza: ce ne vuole ancora di più se la malattia, con tutta la sua
ingiustizia e assurdità, ti colpisce quando sei nel fiore dell'età più impaziente di tutte, la
giovinezza affamata di vita e di futuro. Come l'autore di questo libro, così Filippo, il suo
protagonista, si trova a fare i conti con un male temuto a tal punto che spesso non si osa
nemmeno pronunciarne il nome, come per una colpa inconfessabile: il tumore. Inizia così
la sua odissea attraverso uno dei luoghi più kafkiani dei nostri tempi, l'ospedale. Pur
senza smettere per un momento di interrogarsi sulle ragioni del dolore che lo colpisce,
Filippo ci racconta la propria guerra contro la malattia con tutta la freschezza della sua
giovane età. E dà voce alla folla silenziosa dei tanti pazienti che riempiono loro
malgrado quella "prigione degli innocenti" che è l'ospedale, dove si viene rinchiusi
senza avere commesso alcun delitto.
Il sussurro della montagna proibita / Siba Shakib
Shakib, Siba
Milano : Piemme, 2010 539 p. ; 21 cm
Eskandar ha solo sei anni quando si arrampica per la prima volta sulla montagna, proibita
come molte altre cose nel suo villaggio senza nome. Proibita perché al di là di quella vetta
ci sono i kafar, gli infedeli, strani esseri dalla pelle bianca e senza barba. Il capo del
villaggio lo ammonisce: "Lo sai che Dio non ama i bugiardi e li punisce". "Ma non c'è più
alcuna punizione che Dio possa ancora infliggerci", pensa Eskandar, guardando il letto del
fiume secco da tanto, troppo tempo. E allora indica la montagna e si gode l'istante in cui
tutti gli occhi del villaggio seguono il suo dito. "È vero", dice poi, "giuro sulla mia vita che
sono stato lì!" Allora tutti fanno silenzio. "Gli stranieri hanno parole diverse dalle nostre",
dice Eskandar. "E scorte di cibo così abbondanti che persino ai cani danno da mangiare
la carne. Non coltivano i campi, non si occupano degli animali, per tutto il giorno non
fanno altro che scavare buchi nella terra." Solo quando tutti smettono di ridere, Eskandar
risponde alla domanda più importante. "Sì, hanno l'acqua", dice. "Così tanta che
addirittura ci si lavano i piedi." Da quel giorno, Eskandar tornerà molte volte sulla
montagna proibita. Fino a quando uno degli stranieri non lo accoglierà, e farà di tutto
affinché il ragazzo possa andare a scuola, e avere una nuova speranza.
Manca sempre una piccola cosa / Alessandro Defilippi
DEFILIPPI, Alessandro
Torino : Einaudi, 2010 258 p. ; 22 cm
Giorgio Aguirre ha studiato medicina, come la madre e il padre prima di lui. Ma di fare il
medico non se ne parla. Meglio diventare radiologo industriale in un'officina che produce
fiancate per elicotteri: "macchine e non uomini, rotture e non fratture". Si, perché Giorgio
ha una specie di occhio assoluto. E in grado di vedere nelle lastre, in quelle zone d'ombra
lattiginose, crepe minime che nessun altro percepisce. Il Rospo, "un tecnico magro e
lunare", gli trasmette il mestiere e molto altro. A legarli è un'amicizia trattenuta, virile,
burbera e proprio per questo affettuosissima. La forza di quel vecchio brontolone un po'
filosofo lo accompagnerà sempre, anche nella sua vita da fuggiasco. Giorgio infatti parte
per il Belgio, dove va a occuparsi del controllo qualità in uno dei centri più
all'avanguardia nel campo delle prove non distruttive. Qui incontra Anne-Marie, che
profuma "di burro e pandispagna" e gli dà lezioni di guida e di cucina. Poi si spinge fino
in Alaska, dove nuota l'halibut dal ventre bianco e ricurvo come una falce di luna, e dove
d'inverno la terra non finisce e il mare non comincia. Ma il Rospo va a cercarlo per
riportarlo a casa, perché dal dolore non si può fuggire sempre, perché occorre anche
abbandonarsi all'"infinito ondoso oscillare delle cose". Per scoprirsi alla fine mutati nel
profondo.
Il cuore dei briganti / Flavio Soriga
Soriga, Flavio
Milano : Bompiani, 2010 353 p. ; 21 cm
Cavaliere errante, brigante di passo, filosofo innamorato degli ideali di libertà che
sconvolgono il "secolo dei lumi", Aurelio Cabrè di Rosacroce è nato nobile, ma adesso
corre l'Isola di Hermosa a raddrizzare i torti e punire l'arroganza dei baroni. Tra gelosie
invincibili, amori traditi, traffici di contrabbando, attacchi dei pirati, intrighi di palazzo e
battaglie contro l'invasore, Aurelio vive, corre, lotta, desideroso di costruirsi un destino e
farsi giustiziere, sulla scorta delle attese utopiche innestate dalla Rivoluzione francese.
Flavio Soriga ripropone la magia del romanzo storico e di quello picaresco,
connettendosi all'immaginario avventuroso che si annida in tutti noi, e che viene da
lontano, dal profondo favoleggiare della narrativa moderna, e ci consegna un piccolo
gioiello narrativo, un libro tutto racchiuso in una lingua ricca e fantastica e in uno stile
nervoso e scattante. Una grande avventura fuori dal tempo, un variopinto, trascinante
atto d'amore alla forza inarrestabile della storia e della ragione.
Il mago / Lev Grossman ; traduzione di Riccardo Valla
Grossman, Lev
Milano : Rizzoli, 2010 514 p. ; 23 cm
Quentin Coldwater ha diciassette anni, la mente di un genio e molte, troppe inquietudini.
Da cui si libera solo volando a Fillory, magico mondo di libri per ragazzi tra le cui pagine
riesce a sentire il sapore sconosciuto della felicità. Come non gli succede nella vita reale almeno finché non viene scelto dalla prestigiosa università per maghi di Brakebills, che
sorge nascosta da un incantesimo sulle rive dell'Hudson. A Brakebills la magia è una cosa
seria, e tra lezioni di stregoneria, emozionanti partite al gioco del welters, primi amori e
nuove amicizie, Quentin ne impara i segreti, al punto da credere di poter cambiare la
realtà con un tocco di bacchetta. Ma la magia ha i suoi lati oscuri: e Quentin lo capirà a
sue spese ritrovandosi proprio nella "sua" Fillory, magicamente reale, per scoprire che
anche lì, come nel nostro mondo, i colori del bene e del male sono pericolosamente
sfumati. E che la magia non può più nulla quando arriva il momento di entrare nella vita
vera, e affrontare la struggente fatica di crescere.
Equazioni : le icone del sapere / Sander Bais
Bais, Sander
Bari : Dedalo, 2009 96 p. : ill. ; 18 cm
Il mistero del cosmo è scritto nel linguaggio della matematica, e le equazioni
sono le frasi che ne esprimono la bellezza e la profondità. Cercare di spiegare
la scienza senza equazioni è come cercare di spiegare l'arte senza
illustrazioni: partendo da questo presupposto, Sander Bais presenta una
galleria delle principali equazioni della fisica, vere icone della conoscenza in
cui sono racchiuse le leggi fondamentali della natura. Delle diciassette
equazioni prescelte, Bais racconta il percorso scientifico, storico e umano che
ha portato alla loro genesi. Di ognuna di esse viene sottolineato il ruolo svolto
nel plasmare la nostra comprensione della realtà fisica, nei suoi molteplici
aspetti: dalla meccanica all'elettrodinamica, dalla fluidodinamica alla relatività
e alla fisica quantistica. Dopo una breve introduzione dedicata al vocabolario
del linguaggio delle equazioni, costituito da concetti matematici e dai simboli
che li rappresentano, il lettore può decidere liberamente il proprio percorso: le
chiavi di lettura, infatti, possono essere diverse, così come i legami tra le
equazioni. Il risultato, nelle parole dell'autore, è un volo che ci permette di
contemplare la bellezza di un paesaggio montuoso senza dover faticare sui
sentieri accidentati che conducono alle vette. Ascoltiamo la natura che ci parla
nella sua lingua.
Un mondo nuovo : la storia riparte dall'Africa / Barack H. Obama ;
traduzione di Marco Pellitteri
Obama, Barack
Roma : Cooper, 2009 91 p. ; 17 cm
11 luglio 2009, Centro congressi internazionale, Accra, Ghana: il discorso pronunciato da
Obama nel suo primo viaggio in Africa da presidente. Lo riportiamo tradotto in italiano
nella sua versione integrale con testo a fronte. Con l'articolo di David Samuels "Un uomo
invisibile. Come Ralph Ellison spiega Barack Obama".
Grazie / Riccardo Staglianò
Staglianò, Riccardo
Milano : Chiarelettere, 2010 224 p. ; 21 cm
"Provate a depennare questi nomi: Ibrahimovic, Kakà, Milito, Trezeguet, Pato, Mutu,
Crespo, Zanetti, Lavezzi... Immaginate che dalla prossima partita nessuno di loro scenda
in campo. Sarebbe un disastro. Oggi su 933 calciatori della serie A ben 322 sono
stranieri. Un esempio da solo rivelatore. La realtà è che senza gli immigrati (compresi i
clandestini) tutta l'Italia andrebbe a rotoli. Quasi il IO per cento del Pil italiano arriva
dagli immigrati, una famiglia su dieci dipende da una badante straniera. Anche la
Chiesa, anche gli ospedali. In Trentino, nella Val di Non, le mele le raccolgono i
senegalesi, in Veneto i nigerini conciano le pelli per la preparazione dei giubbotti
destinati a Hollywood, a Vedelago, nel cuore del leghismo veneto, sono loro ad
assicurare il 90 per cento di riciclaggio dei rifiuti. A Reggio Emilia i facchini sono per lo
più indiani, in Campania i sikh allevano le bufale, in Sicilia, senza i pescatori tunisini, la
flotta di Mazara del Vallo non prenderebbe il mare. E i camionisti? Nel Nordest i due
terzi sono albanesi e romeni, nessun italiano è capace di fare i loro turni. E chi terrebbe i
nostri vecchi e i nostri bambini? E gli uffici chi li pulirebbe? E il pacco da consegnare? Gli
immigrati non vengono a rubarci il lavoro ma a fare i mestieri che noi rifiutiamo. Basta
raccontare una giornata di lavoro in italia per verificare che cosa realmente succede. Da
nord a sud."
Il cuore del nemico / Bijan Zarmandili
ZARMANDILI, Bijan
[Roma] : Cooper, 2009 251 p. ; 19 cm
Lui è uno shaid, un martire, deciso a sacrificare la propria vita in nome di Allah, per
riparare a un torto antico e per porre fine alla sua solitudine popolata da demoni e incubi.
È stato addestrato a colpire "il cuore del nemico" e crede che niente e nessuno potrà
distoglierlo dalla sua missione omicida. Lei è Anna, vive sull'isola dove il kamikaze è stato
mandato ad attendere che i tempi siano maturi. Anna è coraggiosa e appassionata. Ed è
determinata prendere in mano le sorti di entrambi e a cambiare il corso degli eventi. A
qualunque costo. Amore, follia e segreti di un kamikaze nella palude del terrorismo
mediorientale. Una storia di passione struggente, il ritratto intimo di un martire
contemporaneo. L'autore, giornalista ed esperto di politica mediorientale per il gruppo
Espresso-Repubblica, è nato a Teheran e vive a Roma dal 1960.
Nepal / Joe Bindloss, Trent Holden, Bradley Mayhew
Blindloss, Joe
7. ed. Torino : EDT, 2010 464 p., [4] c. di tav. : ill. ; 20 cm
Gustate il meglio del Nepal con Lonely Planet. Perdetevi tra i templi che costellano i vicoli
di Bhaktapur, la tranquilla bellezza di un panorama himalayano o l'emozione di un
pellegrinaggio allo Stupa di Bodhnath e poi mettetevi alla ricerca della prossima avventura
sfogliando la nostra edizione di questa guida indispensabile. Le guide Lonely Planet sono
scritte da viaggiatori esperti che catturano l'essenza dei paesi che visitano. Questa
edizione aggiornata è ricca di consigli accurati, pratici e obiettivi, e di tutte le
informazioni necessarie per apprezzare al meglio il vostro viaggio.
Senegal, Capo Verde, Gambia, Guinea, Guinea-Bissau, Sierra Leone,
Liberia / Anthony Ham ...[et al.]
EDT
6. ed. Torino : EDT, 2010 512 p. : ill. ; 20 cm
Gli autori Lonely Planet vi guideranno alla scoperta del Senegal, con le sue terre
desertiche, le foreste lussureggianti e la vivace Dakar; potrete vivere i colori e il
divertimento del Martedì Grasso a Mindelo e cavalcare le onde del mare delle isole di
Capo Verde; godervi un indimenticabile tramonto sull'Atlantico in Gambia; proseguire
fino agli altipiani della Guinea e alle isole della Guinea-Bissau; esplorare Tiwai Island in
Sierra Leone e rilassarvi sulla Silver Beach in Liberia. Le guide Lonely Planet sono scritte
da viaggiatori esperti che catturano l'essenza dei paesi che visitano. Questa edizione
aggiornata è ricca di consigli accurati, pratici e obiettivi, e di tutte le informazioni
necessarie per apprezzare al meglio il vostro viaggio.
Nonchalance / Cristina Guarducci
GUARDUCCI, Cristina
Roma : Fazi, 2010 174 p. ; 22 cm
Una donna senza nome, con un bambino nato da un amore ormai finito. Un musicista
nero, Jean Marie, spazzino di giorno e clarinettista jazz di notte. Due solitudini che
s'incontrano una mattina in un parco, a Parigi, prima che lei si volti e ritorni al suo
elegante quartiere, il Marais. In questo piccolo villaggio ritagliato nella metropoli, rifugio
di inguaribili romantici e agiati bohémien, la sua vita prosegue lenta e tranquilla: c'è il
piccolo Diego da accompagnare all'asilo; l'atelier che espone i suoi lavoretti in ceramica;
ci sono George e Bess, la coppia di americani ricchi e alla moda. E c'è, soprattutto,
l'imperturbabile "signore di Nation", l'amato-odiato psicanalista che in cambio delle sue
confessioni le offre soltanto frustranti silenzi. Immersi in una routine apparentemente
tranquilla, la donna e il musicista spazzino si cercano e si ritrovano in sale
cinematografiche abbandonate a metà film per la fretta di gettarsi l'uno sull'altra, o nella
penombra dei jazz club dove Jean Marie suona e coltiva altre mille relazioni parallele,
senza che i due possano però rinunciare a un legame che, inizialmente esile come il caso,
si rivela presto un nuovo, tenace motivo di speranza.
Giardini e no : manuale di sopravvivenza botanica / Umberto Pasti ;
disegni di Pierre Le-Tan
Pasti, Umberto
Milano : Bompiani, 2010 148 p. : ill. ; 21 cm
Un ironico manifesto di resistenza botanica, che offre uno spaccato della nostra società
partendo dalla polemica contro i giardini alla moda, attraverso ì ritratti pungenti e
spietati . dei loro proprietari. Dai giardini dei collezionisti fanatici, ossessionati dalle
rarità al punto da scordare il piacere dell'aspetto o del profumo dei fiori, ai giardini
delle signore per bene, finti perché viziati da un'inventiva meccanica; e ancora i giardini
miliardari, status-symbol senza passione, affidati a professionisti dai nomi inevitabilmente
inglesi, i garden-designer, o le aiuole artefatte che fanno mostra dì sé nelle rotatorie
urbane, fino ai giardini porno, in cui la natura esprime senza pudori la sua sfacciata
sensualità. Ma in questa valle degli orrori ci sono anche sorprese piacevoli, come i
giardini dei benzinai, orti selvaggi e imprevedibili, concimati dall'inquinamento, che per
qualche bizzarria della natura danno vita a creazioni toccanti. Un viaggio in punta di
foglia, che invita il lettore a riconoscersi nei vizi e virtù dei tipi umani raccontati, e
costringe a fare i conti col giardino segreto che è in ognuno di noi.
Ci chiamavano fascisti. Eravamo italiani : istriani, fiumani e dalmati: storie
di esuli e rimasti / [a cura di] Jan Bernas ; prefazione di Walter Veltroni
-Milano : Mursia, c2010 178 p., [8] p. di tav. : ill. ; 21 cm
Alla fine della Seconda guerra mondiale migliaia di italiani di Istria, Fiume e Dalmazia si
trovano senza alcuna difesa di fronte all'odio etnico-nazionalista del regime di Tito,
deciso a jugoslavizzare quei territori. In 350mila fuggono, per essere accolti in Italia tra
diffidenza e indifferenza. Altri decidono di rimanere, riscoprendosi giorno dopo giorno
stranieri a casa propria. A questi si aggiungono gli italiani del controesodo: comunisti
partiti alla volta della Jugoslavia per costruire il Sol dell'avvenire. Un sogno finito nei
campi di concentramento titini. aradossalmente, tutti subiscono la stessa accusa:
"Fascisti!". Gli esuli, perché in fuga dal paradiso socialista. I rimasti, perché italiani. In
questo libro sono raccolte le testimonianze dei protagonisti di questa odissea: le loro
parole prendono per mano il lettore e lo accompagnano lungo tutto il cammino che
condusse un popolo con lingua e tradizioni comuni a dividersi irrimediabilmente. Un cono
di luce che si accende su una pagina di storia italiana troppo spesso dimenticata o
raccontata solo attraverso gli opportunismi della politica.
Le famiglie italiane / Luigi Cannari, Giovanni D'Alessio
CANNARI, Luigi
Bologna : Il Mulino, 2010 139 p. ; 20 cm
Oggi in Italia si registra un benessere economico assai superiore al passato, nonostante la
recente crisi economica. Ma rispetto a cinquant'anni fa gli italiani non sono molto più
soddisfatti. Perché? Nel volume si analizza l'evoluzione delle condizioni di vita degli
italiani dal dopoguerra a oggi, attraverso sia gli indicatori economici sia altre misure del
benessere, come l'istruzione, le condizioni abitative, il tempo libero, la disuguaglianza, il
funzionamento delle istituzioni. E si scopre che non tutti questi fattori sono cresciuti allo
stesso modo; arranca ad esempio la nostra capacità di costituire un ambiente sociale dove
il rapporto tra cittadini, regole e istituzioni sia degno di un paese moderno.
Il capitale umano / Piero Cipollone, Paolo Sestito
Cipollone, Piero
Bologna : Il Mulino, 2010 131 p. ; 20 cm
Competenze, sapere, saper fare e capacità di imparare sono doti necessarie per
l'individuo, ma sono anche le risorse sulle quali si costruisce il futuro di un paese. Come si
possono sviluppare e favorire? Cosa può fare la scuola e qual è la situazione italiana
rispetto agli altri paesi? Il volume ci fa capire a cosa serve il capitale umano nella società
moderna, ma anche come lo si produce e valorizza. Il ruolo del sistema scolastico è
decisivo. In quello italiano si evidenziano rilardi e disuguaglianze interne, ma anche punte
di eccellenza e soprattutto una progressiva attenzione all'uso della valutazione nazionale
degli apprendimenti come possibile leva per il cambiamento.
Niente da perdere / romanzo di Lee Child ; traduzione di Adria Tissoni
Child, Lee
Milano : Longanesi, c2010 403 p. ; 23 cm
In quel posto incredibile che si chiama Stati Uniti esistono, fra le mille stranezze, due
piccole città: si trovano in Colorado e una si chiama Hope, l'altra, a pochi chilometri di
distanza, si chiama Despair. "Speranza" e "disperazione": due opposti che non
sembrano creare alcun problema a Jack Reacher, in fondo lui vuole soltanto un caffè
prima di rimettersi in viaggio. Da anni l'ex maggiore dell'esercito Jack Reacher gira
l'America; qualcuno potrebbe chiamarlo "vagabondo", lui preferisce "libero". A Despair,
però, nessuno vuole stranieri tra i piedi e Reacher si ritrova prima in cella, poi espulso.
C'è una sola cosa a cui Reacher tiene ancor più della sua libertà: la giustizia. Per vederci
chiaro, per capire che cosa nasconda di così oscuro e minaccioso quel piccolo paese nel
nulla, Reacher ha bisogno di un alleato. Lo trova in una poliziotta di Hope, Vaughan, una
donna tanto bella quanto determinata che, come lui, vuole scoprire la verità. E, forse,
riuscire così a dare un senso al dolore che la attanaglia... Jack Reacher non ha legami,
non ha una casa, non ha particolari speranze ma non è nemmeno disperato, non ha un
passato e del futuro non si preoccupa mai. Ha però una debolezza, forse l'unica che può
permettersi... Ma l'amore è un lusso, per chi non ha niente da perdere. Fonte: IBS
Incidente artico / Robert Ludlum, James H. Cobb ; traduzione di Marta
Codignola
Ludlum, Robert
Milano : Rizzoli, 2010 474 p. ; 23 cm
Isola Wednesday, arcipelago artico canadese. Dai ghiacci emerge il relitto del Misha
124, un bombardiere sovietico scomparso nel 1953. La notizia del ritrovamento viene
riportata dai media di tutto il mondo e il Cremlino fornisce la sua versione ufficiale:
un'esercitazione militare finita male. Ma le due tonnellate di antrace che l'aereo stava
trasportando in territorio americano fanno sospettare che il Misha fosse in realtà una
piattaforma strategica per l'uso di armi biologiche. E che fin dai tempi della guerra fredda
esista una verità scomoda tenuta nascosta dai servizi segreti russi e americani, che ora
rischia di venire a galla con conseguenze disastrose. Tanto più che un'organizzazione
criminale balcanica sta tentando di impadronirsi del prezioso carico dell'aereo, che i
ghiacci canadesi potrebbero aver conservato intatto e letale per oltre mezzo secolo. Il
colonnello Jon Smith di Covert-One è l'unico in grado di affrontare questa nuova minaccia
all'ordine mondiale. Ed è pronto a rischiare tutto, anche la vita, per riuscirci. Perché la
guerra fredda, forse, non è mai finita. Fonte: IBS
Storyselling : strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti,
la propria azienda / Andrea Fontana
FONTANA, Andrea
[Milano] : Etas, 2010 XVI, 136 p. : ill. ; 22 cm
Compriamo storie quando votiamo i nostri politici. Compriamo storie quando acquistiamo
prodotti. Compriamo storie quando ci lasciamo sedurre da un marchio. Così, individui,
prodotti, imprese, istituzioni si raccontano. Chiunque voglia generare attenzione, essere
ricordato, influenzare un pubblico - all'interno dei mercati saturi - deve conoscere le
tecniche della narrazione. Per cercare lavoro. Per la reputazione. Per posizionare i
prodotti. Per farsi eleggere. Per battere la crisi di fiducia. Per generare appartenenza. Per
riposizionare un'identità d'impresa "invecchiata". Per rivitalizzare un territorio o rilanciare
una città. I motivi sono molti. I tesori da raggiungere enormi. Ma come ci si deve
raccontare? Quali sono le storie che rimangono di più e di cosa parlano? Come invogliare
all'acquisto di una storia (d'impresa, di prodotto, di territorio, di carriera, di vita...)? Esiste
un modello operativo che - dallo story-telling (la storia) - passi allo story-selling (la vendita)?
L' incidente : romanzo / di Ismail Kadaré ; traduzione di Maria Laura
Vanorio
Kadaré, Ismail
Milano : Longanesi, 2010 224 p. ; 22 cm
All'alba di un 17 ottobre, al chilometro 17 di una strada che conduce a un aeroporto
austriaco, un taxi esce di strada e precipita in un burrone. I due passeggeri, un uomo e
una giovane donna, entrambi di nazionalità albanese, muoiono sul colpo. Il tassista,
sopravvissuto, non riesce a spiegarsi le cause dell'incidente: l'unico particolare che ricorda
(o crede di ricordare) è di aver notato qualcosa nello specchietto retrovisore, ma non è in
grado di precisare cosa fosse, né di dire chi fossero i due passeggeri, dove andassero e
perché, tutto essendo in loro indecifrabile. Nemmeno i testimoni oculari riescono a
spiegare la dinamica di quanto è accaduto. Dalle indagini emerge che le vittime erano
amanti. Il caso, dapprima archiviato come "incidente atipico", viene riesaminato dai
servizi segreti serbi e albanesi, che però non approdano a nulla. Si è trattato davvero di
un incidente, oppure di un omicidio a sfondo sentimentale o di un assassinio politico?
Sovrapponendo la dimensione affettiva a quella storica e politica, la narrazione lascia
aperto fino all'ultimo il dubbio sulla soluzione del mistero.
Il quarto complice / Kjell Ola Dahl ; traduzione di Giovanna Paterniti
DAHL, Kjell Ola
Venezia : Marsilio, 2010 331 p. ; 21 cm
Elisabeth ha i capelli neri e gli occhi di un blu profondo, le mani sottili avvolte in guanti di
pelle lucida. E così che la ricorda l'ispettore Frank Fralich, un'immagine che si è radicata
nel suo inconscio dal giorno in cui si è gettato su di lei per proteggerla da una sparatoria.
Ma Elisabeth ha un fratello che nel mondo della malavita della capitale norvegese tutti
conoscono, e il problema è che non gliene ha mai parlato. Accecato dalla passione,
Fralich si lascia trascinare in un gioco molto pericoloso e finisce per essere lui stesso
coinvolto in un caso di omicidio. Prima di potersi liberare dalle accuse, e dall'ossessione
per una donna che continua a sfuggirgli, dovrà vivere sulla sua pelle la violenza e la
desolazione dei bassifondi di una Oslo insolita, questa volta non solo per fare giustizia,
ma anche chiarezza dentro di sé.
Io e Kostas Charitos / Petros Markaris ; traduzione di Andrea Di Gregorio
Markaris, Petros
Milano : Bompiani, 2010 137 p., [6] c. di tav. : ill. ; 21 cm
Dopo aver lavorato come dirigente in un grande cementificio e aver fatto lo
sceneggiatore (ha lavorato molto con Theo Anghelopoulos), Markaris si trova a essere
"perseguitato" da un personaggio della sua fantasia, che gli chiede con prepotenza di
prendere corpo, di diventare "reale": Kostas Charitos, il protagonista dei suoi romanzi,
un incrocio fra la figura del padre e alcune figure della società greca contemporanea.
Markaris inizia così a riconsiderare la letteratura poliziesca da Montalbàn ad Agata
Christie, dal giallista svedese Henning Mankell a Simenon e alla Cornwell, tracciando i
confini di un "poliziesco del sud" e un "poliziesco del nord", per capire meglio come si
colloca il suo commissario. Nel frattempo lavora per il cinema, studia e mette in scena
Brecht, traduce Goethe, con una curiosità inesausta che è la stessa che aveva da
ragazzo, quando bighellonava per il mondo ed era un giramondo felice.
Tutto da capo : romanzo / Cathleen Schine ; traduzione di Stefano
Bortolussi
Schine, Cathleen
Milano : Mondadori, 2010 317 p. ; 23 cm
"Quando Joseph Weissmann divorziò da sua moglie aveva settantotto anni e lei
settantacinque". Inizia così il nuovo romanzo di Cathleen Schine: Joseph non lo ammette,
ma naturalmente c'è di mezzo una donna molto più giovane di sua moglie Betty e
quest'ultima si ritrova improvvisamente senza un soldo e senza casa: lo splendido
appartamento signorile su Central Park dove ha vissuto con il marito per più di
cinquant'anni. In seguito al generoso intervento di un ricco cugino che le offre ospitalità in
un cottage di sua proprietà a Westport, nel Connecticut, Betty è costretta a trasferirsi
seppur a malincuore. Le sue due figlie - Miranda, agente letteraria impulsiva e fascinosa, e
Annie, riservata e giudiziosa direttrice di biblioteca a New York - quasi cinquantenni, alle
prese con problemi vari, non possono certo lasciare la madre da sola! La seguono così in
quella mondana località turistica dando inaspettatamente una svolta alla loro vita
sentimentale.
Rose e cenere / James Purdy ; traduzione di Attilio Veraldi
Purdy, James
Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2010 211 p. ; 21 cm
Eustace Chisholm ha trent'anni e un matrimonio fallito alle spalle. Vorrebbe essere un
artista della parola e per diventarlo sta scrivendo un lungo poema narrativo che
scarabocchia sui ritagli di giornale. Il nutrimento della sua arte sono le vite degli altri. Il
suo appartamento è sempre pieno di sbandati, scarti di una società che sta andando
verso la catastrofe. Siamo alla metà degli anni Trenta, a Chicago, e insieme ai drammi
della crisi economica, della grande depressione, già si avvertono i miasmi della guerra
incombente. Ma il vero centro della narrazione, il cuore che fa battere tutto l'organismo
romanzesco è l'amore: omosessuale, eterosessuale, l'amore che esiste anche nei rapporti
di amicizia. I personaggi che ruotano attorno a Eustace - la sua ex moglie Carla, il
giovane e bellissimo Amos, il rude Daniel Haws, la pittrice Maureen O'Dell, il milionario
Reuben Masterson - sono tutti alla ricerca dell'amore, di quella volontà di amare e di
essere amati che renderebbe le loro vite, altrimenti inutili, degne di essere vissute. Ma il
destino - o forse loro stessi, con il loro accanimento a voler essere infelici - ha deciso
diversamente. In un crescendo di tragedia, in un parossismo di violenza, fisica e
psicologica, i loro sogni e le loro vite si sgretoleranno, anche se tutti, forse troppo tardi
per rimediare, avranno compreso molto di loro stessi: che la vita che inseguivano non era
quella che avrebbero davvero voluto vivere, che l'amore che volevano non era dove lo
avevano cercato.
Eva dorme : romanzo / Francesca Melandri
Melandri, Francesca
Milano : Mondadori, 2010 347 p. ; 23 cm
È l'alba. Anche stanotte Eva non riesce a dormire. Apre la finestra: l'aria pungente e dolce
dell'aprile altoatesino sa di neve e di resina. All'improvviso il telefono squilla, la voce
debole di un uomo che la chiama con il soprannome della sua infanzia: è Vito. E molto
malato, e vorrebbe vederla per l'ultima volta. Carabiniere calabrese in pensione, ha
prestato a lungo servizio in Alto Adige negli anni Sessanta, anni cupi, di tensione e di
attentati. Anni che non impedirono l'amore tra quello smarrito giovane carabiniere e la
bellissima Gerda Huber, cuoca in un grande albergo, sorella di un terrorista altoatesino e
soprattutto ragazza madre in un mondo ostile. Quando Vito è entrato nella sua vita, Eva,
la figlia bambina, ha provato per la prima volta il sapore di cosa sia un papà: qualcuno
che ti vuole così bene che, se necessario, perfino ti sgrida. Sul treno che porta Eva da Vito
morente, lungo i 1397 chilometri che corrono dalle guglie dolomitiche del Rosengarten
fino al mare scintillante della Calabria, compiremo anche un viaggio a ritroso nel tempo,
dentro la storia tormentata dell'Alto Adige e della famiglia Huber. La fine della Prima
guerra mondiale, quando il Sudtirolo austriaco venne assegnato all'Italia, e Hermann
Huber, futuro padre di Gerda, perse i genitori e con loro la capacità di amare.
Devozione / Antonella Lattanzi
Lattanzi, Antonella
Torino : Einaudi, 2010 372 p. ; 21 cm
Tra regolari visite al sert, sterili incontri con medici e psicologi, litri di metadone in affido,
astinenza che morde e frantuma le ossa, il rapimento di Annette, ragazza ricca, potrebbe
risolvere una volta per tutte il problema di procurarsi la roba. Svanita l'onnipotenza dello
sballo, però, il sequestro della francesina è un incubo che fa paura. Come i rapporti
indispensabili ma ormai avvelenati - la madre, la sorella, l'amica Giara - che Nikita non
ha saputo salvaguardare. Come il sogno di diventare scrittrice, sgretolato ogni giorno di
più dai buchi in vena. Come l'Epatite C: killer silente che sta decimando uno dopo l'altro i
suoi amici. E che forse anche Nikita ha contratto. Nikita non è Christine F. Nel 2006 la
tossicodipendenza non è più solo ruberie, marchette, squallore. Nel 2006 il metadone - la
droga dello Stato - libera dalla strada, dall'emarginazione coatta. Ma Nikita sa che può
incatenare a una dipendenza infinita. È difficile smettere di amare l'eroina.
Il quinto servitore : romanzo / di Kenneth Wishnia ; traduzione di
Elisabetta Valdré
Wishnia, Kenneth
Milano : Longanesi, 2010 492 p. : ill. ; 22 cm
Un grido squarcia il velo della notte. E' un nome ripetuto ossessivamente per le strade di
Praga da una voce disperata. Il nome di una vittima. E' una bambina. È cristiana. Ed è
stata sgozzata il Venerdì santo del 1592. Il suo corpo dissanguato viene rinvenuto in una
bottega ebraica. Benyamin Ben Akiva, quinto servitore del ghetto, si precipita sulla scena
del crimine per far luce sull'accaduto, ma le cose si mettono subito malissimo. La folla
reclama a gran voce una punizione esemplare che metta fine una volta per tutte alle
sordide pratiche giudaiche: "Ogni anno gli ebrei ammazzano un cristiano per mescolarne
il sangue al loro maledetto pane pasquale". Il proprietario della bottega finisce in catene
con l'accusa di omicidio rituale, mentre la moglie e la figlia vengono affidate alle "cure"
del vescovo Stempfel, l'inquisitore appena giunto in Boemia per estirpare la malapianta
della stregoneria. E questa volta nemmeno la protezione dell'imperatore Rodolfo salverà
gli ebrei dalla furia vendicatrice della popolazione cristiana. Benyamin ha solo tre giorni
di tempo per trovare il vero colpevole e consegnarlo alle autorità, altrimenti il ghetto sarà
raso al suolo. Perché salvare la vita del bottegaio vuol dire salvare tutto il suo popolo. Le
sue uniche armi sono la sottile arte del ragionamento e la millenaria sapienza creditata
dai tanti rabbini che l'hanno preceduto. Ma nei meandri del ghetto si aggira una realtà
ben più cruda dello spettro antisemita.
La lettera perduta : romanzo / Scott Mariani ; traduzione di Velia Februari
Mariani, Scott
[s.l.] : Nord, 2010 361 p. ; 21 cm
La voce cristallina di Leigh Llewellyn, la soprano più celebre del mondo, si è spezzata in
un grido di terrore e il suo viso angelico è ormai una maschera di sofferenza. La donna è
infatti convinta che qualcuno abbia assassinato Oliver, suo fratello, e abbia tentato di
rapirla e ucciderla. Ma la polizia non le crede e lei, disperata e atterrita, non può che
rivolgersi all'ex fidanzato ed ex SAS, Ben Hope, chiedendogli aiuto. Le uniche tracce del
mistero sono contenute in alcune ricerche del fratello, impegnato a dimostrare che
Wolfgang Amadeus Mozart non è andato incontro a una morte naturale, ma è stato
ucciso da una loggia massonica con dell'acqua toffana - un misto di veleni molto in voga
nel Settecento -, forse perché aveva rotto il Codice del Silenzio della massoneria, oppure
era diventato membro di un altro ordine, ancora più segreto e potente. Ma quale rapporto
ci può essere tra l'assassinio di Mozart e quello di un uomo del XXI secolo? Il primo
indizio arriva con un CD, spedito da Oliver alla sorella poco prima di morire e che
contiene il video di una brutale esecuzione. Il secondo indizio si nasconde nell'ultima
lettera scritta da Mozart prima della morte e andata perduta... almeno fino a oggi. Il terzo
indizio è un puzzle, le cui tessere sono sparse tra le guglie di Oxford e i canali di
Venezia, tra i palazzi di Vienna e le montagne della Slovenia. Un percorso mortale per
rivelare un segreto che ha attraversato i secoli.
Crociera lo cost / Paolo Villaggio
VILLAGGIO, Paolo
Milano : Mondadori, 2010 173 p. ; 23 cm
Roba da non credere, quello che può succedere in una crociera a basso costo. Coi
marinai cinici e crudeli che buttano in mare i passeggeri inopportuni, insolenti, o anche
solamente infortunati. I cuochi luridi, il cibo rivoltante, l'animazione patetica. E i
viaggiatori un branco di pecore, cafoni, conformisti, eppure ognuno mostruoso a modo
suo: vecchi decrepiti, uomini inetti, signore ignorantissime, bambini rompiballe. Che nella
noia devastante del viaggio si perdono nelle viscere della nave, e nella sala macchine
incontrano un gruppetto di persone rimaste intrappolate lì da anni... Non è una novità che
Paolo Villaggio, con la scusa di far ridere, sia uno dei più lucidi e spietati antropologi del
nostro tempo. E quando il poeta Evtushenko lo indicò come erede di Gogol', aveva visto
in lui una genialità rara nel cogliere i vizi della piccola borghesia. Questo suo nuovo libro
è una perla di umorismo grottesco e surreale, un Titanic da discount sul quale si muove
un'Italia tanto ridicola da assomigliare pericolosamente alla realtà.
Don Vito : le relazioni segrete tra Stato e mafia nel racconto di un
testimone d'eccezione / Massimo Ciancimino, Francesco La Licata ; con la
testimonianza di Giovanni Ciancimino
Ciancimino, Massimo
Milano : Feltrinelli, 2010 313 p. ; 23 cm
Un viaggio senza ritorno nei gironi infernali della storia italiana più recente. Quarant'anni
di relazioni segrete e inconfessabili, tra politica e criminalità mafiosa, tra Stato e Cosa
nostra. Perno della narrazione è la vicenda di Vito Ciancimino, "don Vito da Corleone",
uno dei protagonisti della vita pubblica siciliana e nazionale del secondo dopoguerra,
personaggio discutibile e discusso, amico personale di Bernardo Provenzano, potentissimo
assessore ai Lavori pubblici di Palermo, per una breve stagione sindaco della città, per
decenni snodo cruciale di tutte le trame nascoste a cavallo tra mafia, istituzioni, affari e
servizi segreti. A squarciare il velo sui misteri di "don Vito" è oggi un testimone
d'eccezione: Massimo, il penultimo dei suoi cinque figli, che per anni gli è stato più vicino
e lo ha accompagnato attraverso innumerevoli traversie e situazioni pericolose. Il suo
racconto riscrive pagine fondamentali della nostra storia: il "sacco di Palermo", la nascita
di Milano 2, Calvi e lo Ior, Salvo Lima e la corrente andreottiana in Sicilia, le stragi del
'92, la "Trattativa" tra pezzi dello Stato e Cosa nostra, la cattura di Totò Riina, le
protezioni godute da Provenzano, la fondazione di Forza Italia e il ruolo di Marcello
Dell'Utri. Attualmente la testimonianza di Massimo Ciancimino è vagliata con la massima
attenzione da cinque Procure italiane e non è possibile anticipare sentenze. Una vera e
propria epopea politico-criminale per troppo tempo tenuta nascosta.
Tre secondi / Anders Roslund & Börge Hellström ; traduzione di Anna
Airoldi
Roslund, Anders
Torino : Einaudi, 2010 657 p. ; 21 cm
Piet Hoffman, nome in codice Paula, è da anni un infiltrato per conto della polizia
svedese. Ma Piet è anche un uomo qualunque, che ama sua moglie e accompagna a
scuola i due bambini. Per stroncare il traffico di stupefacenti di una mafia dell'Est, è
costretto a entrare da criminale in un carcere di massima sicurezza. Ma qualcosa va
storto. A Piet, assolutamente solo, braccato a ogni passo, sembra non essere rimasta
scelta. Se vuole proteggere la sua famiglia, deve diventare criminale in tutto e per tutto.
Intorno a lui si muovono Ewert Grems, vecchio commissario cocciuto di Stoccolma,
poliziotti che si addestrano in America, killer senza frontiera, gangster polacchi all'assalto
dell'Occidente, politici spaventati che non esitano di fronte al crimine. Il lato più oscuro
della società alza un muro impenetrabile, davanti a un uomo solo, alla sua paura.
Straniero alla mia storia : viaggio di un figlio nelle terre dell'Islam / Aatish
Taseer ; traduzione di Andrea Sirotti
Taseer, Aatish
Torino : Einaudi, 2010 297 p. ; 22 cm
Un celebre giornalista anglo-indiano viaggia nelle terre dell'Islam, dalla Turchia fino alla
casa di suo padre in Pakistan, alla ricerca di un'identità che gli è estranea e nello stesso
tempo gli scorre nelle vene. Senza una storia è il racconto del viaggio che Aatish Taseer
intraprende da Istanbul alla Mecca fino all'Iran e al Pakistan, dentro la realtà islamica
attuale, alla ricerca di risposte ai quesiti che lo assillano: che cosa vuol dire essere
musulmano? perché suo padre, una figura a lungo assente e distante, noto per la propria
laicità e apertura, lo rimprovera di non rendere un buon servizio all'"Islam culturale"?
perché i musulmani si sentono così minacciati dalla modernità?... Quando giunge al
termine del suo viaggio, a Lahore, la notte dell'uccisione di Bénazir Bhutto, Aatish Taseer
ci ha raccontato la storia della propria famiglia divisa e, come molti altri musulmani alla
ricerca di un'identità, il suo destino di giovane intento nella difficile impresa di sbrogliare i
fili della propria appartenenza culturale. Un libro di viaggio, un'inchiesta giornalistica che
si legge come un romanzo, commovente ed elegante, e che, al di là degli schemi
ideologici precostituiti, permette al lettore di formarsi una nuova consapevolezza sulle
complessità e i tormenti di un intero mondo.
Mehwish parla al sole / Uzma Aslam Khan ; traduzione di Norman Gobetti
KHAN, Uzma Aslam
Vicenza : Neri Pozza, 2010 383 p. ; 22 cm
Il giorno in cui, in uno scavo archeologico in Pakistan, Amal, una bambina di otto anni,
trova un importante fossile in compagnia del nonno Zahoor, la sua sorellina Mehwish
diventa cieca, probabilmente per aver guardato troppo il sole. Zahoor, un archeologo il
cui darwinismo è sottoposto a un attacco violento da parte degli islamici radicali,
incoraggia la curiosità di Amal e la ragazzina diventa una valente studiosa e, al tempo
stesso, la protettrice di Mehwish. Il nonno è pieno di consigli e di riguardi anche per
Mehwish che, crescendo, si afferma come un'eccellente poetessa, capace di creare un
linguaggio lirico tutto suo dall'unione di inglese e urdu. Anni dopo l'incidente accorso a
Mehwish, durante una delle conferenze di Zahoor, le due ragazze si imbattono in
Noman, un giovane spedito dal padre, membro del partito islamico della creazione del
generale Zia, a spiare l'anziano e rispettabile archeologo. Il tormentato ma, ad un tempo,
deferente Noman ha abbandonato le sue ambizioni di studioso di matematica per scrivere
articoli in difesa della Sharia e della più stretta osservanza della Legge coranica, benché
ceda di tanto in tanto alla marijuana e all'alcol in compagnia dei suoi amici nichilisti.
L'incontro con il laico e illuminato Zahoor muta completamente la vita di Noman che si
ritrova combattuto tra la sua lealtà alla famiglia e il suo risveglio intellettuale. Quando
Zahoor è tratto in arresto, Noman incolpa se stesso, rompe con il padre e si dà
all'insegnamento della matematica. Benché sia poi attratto da Amal, Noman si innamora,
nella maniera più pura e spirituale, di Mehwish, un amore immediatamente corrisposto.
Con conseguenze tragiche sulla vita delle due sorelle e di Noman stesso.
Prima di morire addio / Fred Vargas ; traduzione di Margherita Botto
Vargas, Fred
Torino : Einaudi, c2010 196 p. ; 21 cm
Henri Valhubert, editore ed esperto d'arte, viene assassinato mentre è a Roma per
indagare sulla provenienza di un misterioso disegno di Michelangelo apparso sul mercato
francese. A essere sospettati il ribelle figlio Claude, studente e residente a Roma insieme
agli inseparabili amici Tibére e Néron, e la misteriosa e affascinante Laure, giovane
seconda moglie di Henri e matrigna di Claude. Ma anche se la pista di un movente legato
al disegno di Michelangelo sembra essere la più credibile... Il silente magistrato Valence e
il loquace commissario Ruggieri si ritrovano, loro malgrado, a lavorare fianco a fianco
per risolvere il caso.
I giorni nudi / Claudio Piersanti
PIERSANTI, Claudio
Milano : Feltrinelli, 2010 210 p. ; 22 cm
Alberto è uno sceneggiatore di fama, qualcuno addirittura lo definisce "un genio", e con il
collega Guido sta festeggiando i dieci anni d'attività della loro società che produce
soggetti tv. Ma allora perché prova la pungente sensazione di aver "macinato acqua" in
questi anni? Forse perché, alla soglia dei cinquant'anni, non è ancora riuscito a
conservare un legame affettivo stabile o perché il mondo della televisione, sempre più
vittima dei compromessi e degli accordi sottobanco, lo ha deluso profondamente?
Tornando verso casa, Alberto ha un incidente con la moto. Al pronto soccorso, prima di
entrare in sala operatoria, incontra Lucia, una giovane donna con la gamba ingessata,
anche lei vittima di una caduta dal motorino. Le poche e convenzionali battute che si
scambiano bastano perché Alberto faccia di tutto per rivederla. E ci riesce. Lei è
bellissima, dolce, ricettiva. Con lei trascorre il lungo periodo della riabilitazione, che ben
presto muta in una relazione appassionata e appassionante. Ogni volta che il lavoro si
impaluda in relazioni guaste e in conflitti, Alberto trova conforto tra le braccia di Lucia,
alla quale confida di volere un figlio. In verità Alberto sa che anche questo sarà un altro
amore perduto, un'altra relazione senza speranza, l'ennesimo tentativo di essere felice. Le
loro strade si dividono. Lei verso i suoi sogni - l'Africa -, lui verso la depressione.
Pazzo per la tempesta / Norman Ollestad ; traduzione di Luigi Civalleri
Ollestad, Norman
Torino : Einaudi, 2010 268 p., [8] c. di tav. : ill. ; 22 cm
Nel febbraio 1979 l'undicenne Norman Ollestad si trova coinvolto in un terribile incidente
aereo. Il piccolo Cessna su cui sta volando si schianta contro una montagna. Il pilota e il
padre di Norman muoiono sul colpo, la fidanzata del padre rimane gravemente ferita.
Norman, malconcio ma in grado di camminare, decide di scendere a valle a cercare
soccorsi. È una situazione tragica, ma Norman non è un ragazzino come gli altri. Fin
dalla più tenera infanzia, il padre l'ha spinto verso imprese estreme: a tre anni ha
imparato a sciare, a cinque già affrontava le onde del Pacifico con la tavola da surf. Sa
lanciarsi col paracadute, affrontare torrenti in canoa, scalare pareti, è un campione di sci.
Ha imparato a dominare la paura, ha acquistato capacità che gli salveranno la vita
mentre cerca una via di salvezza giù per la montagna. "Pazzo per la tempesta" non è
solo il racconto di una vita al limite e di un'impresa impossibile, è soprattutto la
descrizione di un straordinario rapporto tra un padre e un figlio e la ricostruzione di
un'epoca irripetibile: la California selvaggia e libertaria del dopo Vietnam, del surf e della
cultura psichedelica.
Il segreto del mondo : le più belle storie, storielle e leggende filosofiche di
tutti i popoli e i paesi / Jean-Claude Carrière
Carrière, Jean Claude
Milano : Garzanti, 2010 409 p. ; 22 cm
Qualcuno che racconta e qualcuno che ascolta, curioso e rapito. Un aneddoto, una
storiella, una leggenda... Forse è proprio così che la saggezza degli uomini e delle donne
si affina, si custodisce e si trasmette: attraverso le mille storie che ci raccontiamo da
sempre, sin dalla notte dei tempi. Molte, moltissime di queste storie vengono dimenticate.
Le migliori invece continuano a viaggiare, attraverso i secoli e la geografia: perché
rimangono impresse, perché hanno un segreto da comunicare, perché ci aiutano a capire
chi siamo o almeno cominciamo a chiedercelo e a farci altre domande e a raccontare
altre storie...
Cattiva ragazza / Justine Lévy ; traduzione di Antonella Viale
LEVY, Justine
[s.l.] : Frassinelli, 2010 182 p. ; 21 cm
Essere madre è semplice, essere mamma è un gesto di amore incondizionato, e per
compierlo bisogna spogliarsi dell'egoismo dell'infanzia, lasciarsi alle spalle il proprio
ruolo di figlia. Per Louise è un passaggio obbligato, perché scopre di essere incinta nello
stesso momento in cui Alice, sua madre, è in fin di vita. Di fronte a questa rivelazione, i
sensi di colpa affiorano dal passato e l'euforia per quella nuova creatura che palpita
dentro di lei si scontra con il dolore per Alice che, un tempo osannata icona di bellezza e
modella di artisti e stilisti, giace ora in una clinica parigina. E mentre assiste la madre nel
cammino della malattia, tra ospedali, cure e luminari senza umanità, Louise rivede la
propria esistenza. Ripercorre un'infanzia segnata dal divorzio dei genitori e la scelta di
vivere con il padre intellettuale affascinante conteso dalle donne e dalla popolarità perché nella vita sbalestrata di una famosa top model non c'è posto per una figlia. È una
scelta dolorosa, quella di Louise, un abbandono che le costa moltissimo e che le lascia
nello stomaco un profondo senso di vuoto. Si sente una cattiva ragazza, una cattiva figlia.
Eppure adesso, finalmente e paradossalmente, può colmarlo, accompagnando la madre
negli ultimi istanti, affrontando per lei il mondo impietoso degli ospedali e dei saloni della
medicina. E alla fine il cerchio si chiude: la fragile Alice lascia la scena e la piccola
Angele si affaccia al mondo, dando a Louise una forza dirompente.
La donna che leggeva la morte / Carol O'Connell ; traduzione di Maria
Clara Pasetti.
O’Connell, Carol
Milano : Piemme, 2010 417 p. ; 21 cm
Da vent'anni l'ex giudice Henry Hobbs attende di sapere che ne è stato di suo figlio Josh,
scomparso nel nulla a soli quindici anni, dopo essersi addentrato nei boschi una sera come
tante. Ma per quanto intensamente abbia sperato nel suo ritorno, mai si sarebbe
immaginato che avvenisse così: un osso alla volta. Nel cuore della notte, qualcuno
deposita quei resti sull'uscio di casa sua. Tuttavia, il vecchio Hobbs non vuole denunciare
l'accaduto finché lo scheletro non sarà completo: per lui è più importante dare degna
sepoltura al figlio. Il macabro rituale va avanti ormai da mesi quando Oren Hobbs, figlio
maggiore del giudice, ne viene a conoscenza. A differenza del padre, Oren non ha
intenzione di seppellire la verità: quei "doni" misteriosi potrebbero fare luce una volta per
tutte sul caso mai risolto. Non è soltanto il suo istinto di detective a spingerlo a riaprire
l'indagine. È anche il senso di colpa. Quello che da vent'anni rende la sua vita un incubo.
Perché, quella notte, Oren era entrato nel bosco insieme a Josh, e ne era uscito solo.
Perché era stato lui il primo sospettato, con tutti i suoi silenzi sulla ricostruzione dei fatti.
Adesso, Oren deve tornare a fare i conti con il suo passato e scavare tra menzogne e
omertà della città in cui è nato, dove tutti hanno qualcosa da nascondere. E dove era forse
suo fratello Josh a custodire il segreto più scomodo.
Come il mare d'inverno / Susanna Kearsley ; traduzione di Alessandra
Petrelli
Kearsley, Susanna
Milano : Sperling & Kupfer, 2010 395 p. ; 23 cm
Carolyn McClelland, autrice di romanzi storici di successo, è alle prese con il nemico più
temibile per chi fa il suo mestiere: il blocco dello scrittore. Decide quindi di andare a
trovare la propria agente in Scozia, sperando in qualche utile consiglio. Un giorno,
girovagando in cerca d'ispirazione, viene magneticamente attratta dalle rovine di un
castello a picco sul mare: è il castello di Slains, e Carolyn ne resta stregata. Quel luogo le
dà un brivido sottile, non solo per la sua rude, aspra bellezza ma soprattutto perché le è
in qualche modo, incomprensibilmente, familiare. Accantonando quella vaga
inquietudine, stabilisce di farne il teatro del suo prossimo libro, una struggente e romantica
vicenda ambientata ben tre secoli prima, ai tempi della sollevazione scozzese contro la
Corona inglese. La protagonista sarà una donna, Sophia, innamorata di un ufficiale dagli
occhi color del mare d'inverno, con cui vivrà una travolgente, tragica passione. Con
l'intento di calarsi appieno nell'atmosfera, Carolyn si stabilisce in un cottage di quel
pittoresco lembo di terra e allaccia una serie di conoscenze che si prestano volentieri a
offrirle il proprio contributo. Tra questi, il padrone di casa e, soprattutto, l'affascinante
figlio Graham. Appassionandosi sempre più alla protagonista Sophia, Carolyn si mette
all'opera e di colpo tutto le viene fin troppo facile: dialoghi, vicende, ambienti sembrano
prendere forma da soli e i personaggi paiono vivere di vita propria...
A mani nude : romanzo / Simonetta Greggio ; traduzione di Lucia
Corradini Caspani
Greggio, Simonetta
Milano : Corbaccio, c2010 171 p. ; 21 cm
Emma è un veterinario di campagna. A quarantatré anni, nel mezzo di una solitudine
ricercata e amata, irrompe nella sua vita Giovanni, un quattordicenne scappato da casa,
figlio di Micol e Raphaël, vecchi amici con cui Emma aveva interrotto ogni rapporto per
dimenticare il dolore che le avevano causato tanto tempo prima. Emma vorrebbe che
Giovanni se ne andasse, ma lui è deciso a rimanere. E a poco a poco nasce fra i due un
rapporto tenero, febbrile, pericoloso. Quando Micol arriva a casa di Emma per
riprendersi suo figlio, crede di capire tutto, e si convince che sia successo l'irreparabile.
Denuncerà Emma, ci sarà un processo, avrà la sua vendetta. Ma di cosa in realtà vuole
vendicarsi? E di chi? Di un amore proibito? O di un passato che riemerge con prepotenza
e mostra tutte le ferite ancora aperte? E cosa ne sarà di Emma, una donna che accetta
senza complessi la sua sensualità e le sue rughe, ma che viene colpita nel profondo del
cuore?
Sette piccoli sospetti / Christian Frascella
Frascella, Christian
Roma : Fazi, 2010 347 p. ; 21 cm
Cos'hanno da confabulare sette ragazzini di dodici anni, in un angolo della piazzetta del
paese? Semplice, stanno organizzando la rapina del secolo che cambierà per sempre le
loro vite. "Di rapinatori della nostra età non s'è mai sentito", osserva Ranacci, il bastian
contrario del gruppo. "È la sorpresa che sta dalla nostra, mica altro!", ribatte Billo, il
capo. Per il resto, basta mettere il sonnifero nel caffè della guardia ed è fatta. In una
primavera di fine anni Ottanta, il brancaleonesco progetto "criminale" del gruppo è però
solo un assaggio, il primo lampo della tempesta annunciata da un sussurro che corre sulla
bocca di tutti, da un pensiero che trova sbocco in una frase di paura: "È tornato il
Messicano!". Nessuno sa perché fosse sparito nel nulla, anni prima, quando era il re della
città e ogni traffico più o meno illecito passava per le sue mani. La fantasia dei sette
ragazzini e dell'intero paese si accende e trema alla ricomparsa di questa figura
leggendaria, l'Uomo Nero della cui esistenza i più giovani già iniziavano a dubitare,
quasi fosse un'evanescente presenza partorita dal folclore locale. Sul filo dei desideri e
delle paure inconsce dell'infanzia, Christian Frascella torna con un romanzo che diverte e
commuove, trasformando in favola la piccola quotidianità e in mitologia le storie da bar
di una provincia immaginaria, ancora per poco ingenua, mentre alle porte già bussa
un'adolescenza nuova e misteriosa alla quale tutti, i bambini e il paese intero, dovranno
cedere qualcosa.
All'ombra di mia sorella / Simone van der Vlugt ; traduzione di Claudia Di
Palermo
Vlugt, Simone : van der
Milano : Kowalski, c2010 357 p. ; 21 cm
Rotterdam. Due voci. Due sorelle gemelle, Marjolein e Marlieke. La prima è un'insegnante
idealista, estroversa, sensuale; la seconda una fotografa schiva e dimessa circondata da
una ristretta cerchia di amici. Nella scuola difficile dove lotta ogni giorno, Marjolein viene
minacciata e insultata da un alunno di origine maghrebina. Malgrado sia vittima di altri
atti intimidatori, decide di non sporgere denuncia e viene assassinata da un colpo di
pistola. È la sua gemella Marlieke, da sempre in ombra, che cerca dolorosamente il
movente dell'assassino. La prima indiziata è lei stessa, influenzabile e fragile,
condizionata dai giudizi implacabili di Marjolein; segue il marito Raoul, un uomo solido e
sfuggente, forse sedotto da una cara amica della cognata. A uccidere potrebbe essere
stata anche l'amica di Marlieke, Sylvie, che ha rotto i legami con la sua famiglia e rapisce
per un giorno la bambina di Marjolein e Raoul oppure, come vorrebbe la cronaca nera,
proprio lo studente Bilal. Dopo La ragazza che viene dal passato, un thriller psicologico al
femminile di Simone van der Vlugt in cui il senso di inquietudine, la gelosia e la vendetta
si intrecciano in un plot avvincente, sullo sfondo di un'Olanda tormentata - non più locus
amoenus - dove le tensioni razziali sono all'ordine del giorno.
Templari : dov'è il tesoro? / Roberto Giacobbo
GIACOBBO, Roberto
Roma : Rai Eri ; Milano : Mondadori, 2010 239 p., [8] c. di tav. : ill. ; 23 cm
"Conoscere i Templari non cambia la vita, non conoscerli rende più difficile cambiare
vita." La storia, spesso, nasconde un doppiofondo. E la storia dei Templari in particolare
suggerisce ipotesi capaci di stravolgere la nostra visione del mondo. Non è un caso che
questo mitico Ordine cavalleresco, che conquistò in poco tempo un enorme potere dopo
la Prima crociata per poi venire soppresso con la forza nel 1314, conti ancora tanti
appassionati ed eserciti tanto fascino. Il sacro Graal, la Sindone, l'Arca dell'alleanza:
sono solo alcuni, i più noti, fra i misteri che aleggiano attorno alla fantastica avventura dei
Templari. In questo libro Roberto Giacobbo ci accompagna in una vera e propria caccia
al tesoro, il leggendario tesoro dei Templari. E a ogni indizio lasciato dai Templari nel
loro lungo viaggio, si aprono scenari inauditi sul passato che abbiamo dato finora per
scontato. Le crociate, l'elezione di papa Celestino V, la fondazione della città dell'Aquila,
la nascita del santuario di Loreto, la scoperta dell'America, la rivoluzione francese,
Mozart, Goethe, Dante Alighieri... Come se la vicenda dei Templari fosse il più grande
giallo architettato dalla Storia, e la soluzione fosse proprio a un passo dall'essere
scoperta.
Gli anni d'oro di Topolino : 1936-1937 : il mistero dell'Uomo Nuvola e
altre storie / (testi e disegni di Floyd Gottfredson)
Gottfredson, Floyd
[Milano] : RCS quotidiani, 2010 158 p. ; ill : 21 cm
Intelligenza ecologica / Daniel Goleman
Goleman, Daniel
Milano : Rizzoli, 2010 314 p. ; 20 cm
L'importanza di uno sviluppo ecosostenibile si sta facendo sempre più evidente. Abbattere
le emissioni, utilizzare le energie rinnovabili, acquisire abitudini a basso impatto sono
priorità ormai entrate nell'agenda politica mondiale e nella coscienza comune. Tuttavia
l'acquisto "verde" rimane, in molti casi, un miraggio: è più dannoso per l'ambiente
stappare una bottiglia di vino arrivata dalla Francia via terra o dalla Spagna via mare?
Su ogni oggetto che compriamo è nascosto un prezzo aggiuntivo: quello che pagano il
pianeta e la nostra salute. Costi che ci è impossibile valutare correttamente, perché manca
un'informazione trasparente e ancor più una nuova abitudine all'acquisto. Abbiamo
bisogno di programmare la nostra mente per reagire ai problemi ambientali come davanti
a un pericolo. Daniel Goleman, massimo esperto di intelligenza e delle sue varietà, ci
spiega come svilupparla verso il suo prossimo gradino evolutivo: la cura per l'ambiente. Il
pensiero ecologico, da affinare come specie, è indispensabile per affrontare sfide troppo
complesse per i singoli. Perché l'uomo è un animale con una nicchia ecologica particolare
da salvaguardare: la Terra.
La follia dell'assoluto : vita di Ingeborg Bachmann / Hans Höller ;
traduzione di Silvia Albesano e Cinzia Cappelli
Höller, Hans
Parma : Guanda, 2010 223 p. ; 22 cm
Poetessa, autrice di prose narrative, critiche, giornalistiche, ma anche di testi radiofonici,
teatrali, libretti d'opera, Ingeborg Bachmann (Klagenfurt, 1926 - Roma, 1973) è
sicuramente una delle voci più significative del panorama letterario europeo novecentesco.
Hans Höller riesce in queste pagine nell'intento di rendere la complessità e la ricchezza
della vita dell'autrice senza arenarsi nei cliché. L'infanzia e l'adolescenza in Carinzia
durante l'ascesa del nazismo, la guerra, gli anni di studio tra Innsbruck, Graz e Vienna,
l'esordio letterario con il Gruppo 47, l'irriducibile nomadismo e l'amore per l'Italia, gli
incontri decisivi con Hans Werner Henze, Paul Celan, Max Frisch, la partecipazione
appassionata alla vita civile, l'acuta riflessione sul ruolo della letteratura: la parabola
umana e intellettuale della Bachmann viene tracciata nella sua interezza, con puntualità.
Un vero e proprio racconto, incalzante eppure sobrio, in cui l'elemento biografico non è
mai fine a se stesso, ma a servizio dello scandaglio e dell'interpretazione dell'opera.
Ho sognato una banca : dieci anni sulla strada di banca etica / Fabio
Salviato, in collaborazione con Mauro Meggiolaro ; prefazione di Ilvo
Diamanti ; postfazione di Stefano Zamagni
SALVIATO, Fabio
Milano : Feltrinelli, 2010 251 p. ; 22 cm
Banca Etica. Una banca unica al mondo, nata dal basso su iniziativa di movimenti pacifisti
e ambientalisti, botteghe del commercio equo e solidale e di migliaia di cittadini attivi. A
dieci anni dalla partenza, il suo presidente e fondatore Fabio Salviato ne ripercorre la
storia. Un racconto in prima persona che attraversa trent'anni di attivismo sociale, dagli
scontri del '77 all'occupazione della base americana di Comiso, dal messaggio
rivoluzionario del commercio equo agli anni novanta, con il boom del Terzo settore. Fino
ai giorni nostri, quando il modello di Banca Etica è pronto per essere esportato in altri
paesi europei. Il libro racconta anche una storia mai scritta: quella dei movimenti e delle
reti cooperative che da decenni animano la coscienza critica dei cittadini europei. Lontani
dai riflettori della politica-spettacolo e dai salotti buoni delle grandi famiglie dell'industria e
della finanza, le cooperative, le associazioni e le organizzazioni non governative hanno
saputo rispondere ai bisogni di milioni di persone, creando opportunità di lavoro e
integrazione per giovani emarginati, disabili, disoccupati dalle regioni più isolate e
depresse fino alle periferie infinite delle grandi città contemporanee. Con la prefazione di
Ilvo Diamanti.
Oltre l'abisso / Edgar Morin
Morin, Edgar
Roma : Armando, c2010 126 p. ; 22 cm
Stiamo andando verso una catastrofe simile a quella che ha provocato la scomparsa della
vita alla fine dell’era primaria? Alcune specie rare sono sopravvissute e nuove specie sono
apparse. L’umanità riuscirà ad evitare il disastro o anch’essa ne rimarrà vittima? Ci
troviamo già di fronte al caos. Il caos può essere distruttivo, può essere generativo, ma
potrebbe anche essere l’ultima occasione dentro l’ultimo rischio. La crisi che cresce e si
amplifica ci condurrà al disastro o al superamento? Queste le tematiche trattate dal filosofo
francese in questo suo breve saggio, in cui si che cerca di capire quale sarà il futuro della
nostra società e quale la sua salvezza da questa crisi planetaria.
L' arte della psicoanalisi : sognare sogni non sognati / Thomas H. Ogden
Ogden, Thomas H.
Milano : R. Cortina, 2008 IX, 174 p. ; 23 cm
Presentando un modo originale di concepire il ruolo del sogno nella psicologia umana,
Ogden offre un punto di vista unico sulla psicoanalisi. A partire dal lavoro di Sigmund
Freud, Melarne Klein, Donald Winnicott e Wilfred Bion, l'autore analizza l'idea che la
psicopatologia sia legata al fallimento della capacità dell'individuo di sognare la propria
esperienza. Con chiare esemplificazioni cliniche viene illustrato il ruolo che l'analista
svolge nel partecipare psicologicamente ai sogni del paziente.
Stati di negazione : la rimozione del dolore nella societa contemporanea /
Stanley Cohen
Cohen, Stanley
Roma : Carocci, 2002 401 p. ; 22 cm
"Stati di negazione" indaga per la prima volta in profondità il modo in cui singole
persone e intere comunità evitano di confrontarsi con realtà scomode e dolorose,
mostrando come e perché si mettono in atto meccanismi di diniego consapevoli o
inconsapevoli. La ricchissima mole di casi discussi consente di comprendere in tutta la sua
complessità un fenomeno che nel mondo dell'informazione globale ha acquisito
proporzioni inedite e preoccupanti.
Dalla tragedia alla farsa : ideologia della crisi e superamento del
capitalismo / Slavoj Zizek ; traduzione di Cinzia Arruzza
Zizek, Slavoj
Milano : Ponte alle Grazie, 2010 205 p. ; 21 cm
Per stabilizzare la finanza internazionale, dopo la crisi che ne ha travolto il folle
equilibrio, biliardi di dollari sono stati praticamente regalati dai governi alle istituzioni
bancarie di tutto il mondo. Perché non è stato mai possibile mobilitare risorse anche solo
lontanamente comparabili per affrontare la drammatica piaga della povertà e la rovinosa
crisi ecologica? In queste pagine, Slavoj Zizek tratteggia il fallimento morale della
modernità nei termini dei due eventi che hanno aperto e chiuso gli anni Zero, il micidiale
uno-due della nostra Storia, il diritto della tragedia, il gancio della farsa. Con l'11
settembre 2001 e il credit crunch globale il liberismo è morto infatti due volte: come
dottrina politica e come dottrina economica. Zizek smonta l'ingranaggio dell'ideologia
liberista individuandone il nucleo utopico e perverso, che ne ha determinato la crisi. E per
combattere l'irrazionalità del capitalismo globale, Zizek ritiene necessario imparare dai
fallimenti della sinistra novecentesca: solo così si potrà formulare una nuova ipotesi di
emancipazione dell'umanità, un'ipotesi che - in un senso, come leggerete, molto speciale il "gigante di Lubiana" non esita a ri-definire comunista.
All'ombra del campanile : storia di gioie, dolori, dubbi, speranze... /
Nuccia Lo Re
Lo Re , Nuccia
Mariano del Friuli : I libri del litorale, [2008] 172 p. : ill. ; 24 cm
Il sindaco : l'avventura politica di un medico / Paolo Cornaglia Ferraris
CORNAGLIA-FERRARIS, Paolo
Genova : F.lli Frilli, 2000 266 p. ; 21 cm.
Si tratta di un romanzo che, sebbene ambientato in tempi e luoghi precisi, non fa mai
riferimento a persone o fatti realmente accaduti. Tutti gli avvenimenti ed i personaggi
descritti sono infatti frutto di pura fantasia e qualsiasi somiglianza è da intendersi come
del tutto casuale.
Accarezzami, madre / Diego Dalla Palma ; presentazione di Lella Costa e
Ornella Vanoni
DALLA PALMA, Diego
[Milano] : Sperling & Kupfer, 2008 XVII, 173 p. ; 21 cm
In questo libro l'autore compie un percorso a ritroso nel tempo, rievocando la figura della
madre e il suo legame con lei, un misto di amore ma anche di contrasti e conflitti, spesso
scaturiti dalle carezze che lei gli ha più volte negato. Negli anni, tuttavia, Dalla Palma ne
ha rivalutato gli insegnamenti e la lezione di vita, comprendendo che una mamma può
amarti moltissimo anche se non ti accarezza. E soprattutto apprendendo da lei a cogliere,
anche dalle esperienze più dure e difficili, la capacità di guardare avanti e costruire
quella bellezza interiore che ci permette di voler bene agli altri cominciando a voler più
bene a noi stessi.

Documenti analoghi