Celebrare le nozze cristiane riflettere progettare celebrare

Commenti

Transcript

Celebrare le nozze cristiane riflettere progettare celebrare
Autori Vari - A cura di Gianfranco Venturi
Celebrare
le nozze cristiane
Riflettere progettare celebrare
Contenuto
Il volume entra nel bazar delle “parole d’amore” cercando
di scoprirne il tesoro nascosto da portare alla luce.
L’opera si presenta come un seguito di tante “parole”
(schede) isolate e nello stesso tempo raccolte come temi
di un particolare campo.
Tutte le “parole” si trovano a loro volta raccolte sotto tre
grandi “parole” che indicano i momenti chiave di un cammino: riflettere, progettare, celebrare.
Chi ha curato le singole “parole” si è preoccupato di cercare che cosa dice il vocabolario, di interrogare gli usi, le
tradizioni, l’esperienza, i sentimenti e, non ultima, la
Scrittura, per arrivare a delinearne il significato antropologico, biblico e liturgico.
Al volume è allegato un cd-rom con approfondimenti dei
vari temi.
Destinatari
I fidanzati e gli sposi, i sacerdoti e gli animatori degli incontri prematrimoniali, gli operatori della pastorale familiare.
Autore
Collana: Materiali e strumenti per la celebrazione
GIANFRANCO VENTURI, sacerdote salesiano, professore di
liturgia presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma e
pubblicista, membro del “Servizio Nazionale del Catecumenato - CEI”, ha elaborato questo progetto, verificato i
contenuti delle singole parole-schede e scelto gli allegati.
Tempo: GENERICO
Argomento: MATRIMONIO E FAMIGLIA
Pagine: 448 + CD-Rom
Formato: cm. 17 x 24
Tipo articolo: Libro
Tipo copertina: Brossura
€ 26,00
Prezzo:
Un originale e utile sussidio
per scoprire o riscoprire
il significato dell’amore
e del matrimonio.
Coedizione Elledici - Isg - Velar
ISBN 978-88-01-03754-8
9vzzybdGclxroAF
Editrice Elledici - 10098 Cascine Vica TO - Tel. 011-95.52.111 - Fax 011-95.74.048
126 PAROLE PER DIRE
Ti amo
a
R35
R36
R37
R38
Ricevere il sigillo dello Spirito (RM 67)
Sposarsi nel Signore (RM 72)
Sposarsi davanti alla Chiesa (RM 70)
Salvarsi insieme
CELEBRARE
LE PAROLE DELLA CELEBRAZIONE
C01 Celebrare
C02 Fare festa
C03 Dare tempo
I MOMENTI DELLA CELEBRAZIONE
C04
C05
C06
C07
C08
C09
C10
Entrare nella celebrazione
Fare memoria del Battesimo
Ascoltare il progetto di Dio sull’amore
Preparare la mensa
Pregare e ringraziare
Fare la comunione
Concludere la celebrazione
I GESTI DELLA CELEBRAZIONE
LE PAROLE DELLA FAMIGLIA
R39
R40
R41
R42
R43
R44
R45
RIFLETTERE
LE PAROLE DELL’INIZIO
R01
R02
R03
R04
R05
R06
Incontrarsi
Vincere la paura
Farsi conoscere
Scoprire di volersi bene
Fidanzarsi
Sentirsi chiamati
LE PAROLE DELL’AMORE
R07
R08
R09
R10
R11
R12
R13
R14
R15
R16
R17
Amarsi
Imparare ad amare
Donarsi
Ascoltare
Dialogare
Perdonarsi
Pazientare
Correggersi
Educarsi, formarsi
Condividere
Sacrificarsi
LE PAROLE DELLA SCELTA
R18
R19
R20
R21
R22
R23
Mettere su casa
Convivere
Lavorare entrambi
Sposarsi
Sposarsi in comune
Sposarsi in chiesa
Diventare padre
Diventare madre
Diventare genitori
Essere figli
Essere nonni e parenti
Dare la vita
Condividere i beni
I GESTI DELL’AMORE
R46
R47
R48
R49
R50
R51
R52
Tenersi per mano
Baciarsi
Abbracciarsi
Vivere la tenerezza
Accogliersi nell'amplesso coniugale
Rivelare Dio
Guardarsi
P R O G E T TA R E
LE PAROLE DEL PROGETTO
P01
P02
P03
P04
Avere dei sogni
Il “nostro” sogno
Avere un progetto
Costruire un amore per sempre
PROGETTARE LA COPPIA
P05
P06
P07
P08
P09
P10
P11
P12
P13
P14
P15
Fidarsi - affidarsi
Prepararsi al matrimonio
Educarsi ad essere coppia
Educarsi all'ospitalità
Trovare tempo per ascoltare e dialogare
Confrontarsi sui valori
Procreare
Vivere l’imprevedibile
Affrontare la crisi
Pregare insieme
Fare festa insieme
LE PAROLE DEL MATRIMONIO
PROGETTARE LA CELEBRAZIONE
R24
R25
R26
R27
R28
R29
R30
R31
R32
R33
R34
P16
P17
P18
P19
P20
P21
P22
P23
Diventare coppia
Diventare sposo - sposa
Diventare sposo - sposa (trad. ebraica)
Unirsi nel Signore (RM 72)
Accogliersi (RM 71)
Promettere (RM 71)
Amarsi (RM 71)
Onorarsi (RM 71)
Essere fedeli (RM 71)
Essere fecondi (RM 68-69)
Essere liberi (RM 69)
Preparare la celebrazione
Preparare i documenti
Progettare la celebrazione in comune
Progettare la celebrazione in chiesa
Fare gli inviti
Disporre il luogo
Preparare il pranzo o il ricevimento
Progettare la liturgia della Parola.
Mettersi in ascolto del Signore
P24 Cantare e suonare
P25 Preparare il viaggio
C11
C12
C13
C14
C15
C16
C17
C18
C19
C20
C21
C22
C23
C24
Essere in comunione con i santi (RM 81)
Dire il progetto (RM 66-69)
Darsi la mano (RM 70-75)
Scambiarsi gli anelli (RM 76-77)
Accogliere la benedizione (RM 79.85-88)
Ricevere il Vangelo (o la Bibbia) (RM 95)
Pregare (RM 81 e parte III)
Offrire doni simbolici
Firmare i registri (RM 94)
Gettare il riso
Fare gli auguri
Fare i regali
Il viaggio di nozze. Simbologia
Fare le foto
GLI ATTORI DELLA CELEBRAZIONE
C25
C26
C27
C28
C29
Gli sposi
I testimoni
Il sacerdote
Gli invitati
La comunità
I SIMBOLI DELLO SPOSALIZIO
C30a
C30b
C31
C32
C33
C34
C35
C36
C37
C38
C39
C40
I simboli della celebrazione nuziale
L’abito nuziale
Il velo
Gli anelli
Il bouquet
I fiori
L’incoronazione degli sposi (RM 78)
La velazione (RM 84)
La casa
Il pranzo di nozze
I confetti e le bomboniere
Il viaggio di nozze
LE CELEBRAZIONI
C41 Celebrare il fidanzamento
C42 Celibato e nubilato “Ad-Dio”
C43 La celebrazione del sacramento
della riconciliazione (RM 18)
C44 Celebrare il matrimonio in comune
C45 Celebrare in chiesa
C46 Benedire la casa
C47 Benedire la mensa
C48 Celebrare le nozze in una liturgia
della Parola
Con la collaborazione delle
Il volume è una realizzazione a cura del
CEC - Centro Evangelizzazione e Catechesi «Don Bosco»
di Cascine Vica - Rivoli per l’Editrice ELLEDICI che ne ha curato la coedizione.
Alla realizzazione delle 126 PAROLE-SCHEDE hanno collaborato 38 autori
coordinati per le rispettive competenze da:
• GIANFRANCO VENTURI
professore di liturgia presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma e pubblicista, membro del «Servizio
Nazionale del Catecumenato - CEI», che ha elaborato il progetto, verificato i contenuti delle singole paroleschede e scelto gli allegati;
• MARINO GOBBIN
referente per il CEC e per l’ELLEDICI e redattore del volume,
ha curato la realizzazione del CD-Rom;
• LUIGI GHIA
dell’«Associazione Italiana dei Centri di Preparazione al Matrimonio» (CPM) e responsabile di redazione
con la moglie Anna della rivista «Famiglia Domani» (Elledici), che ha coordinato i 19 autori per le 40 schede redatte dai gruppi CPM;
• FRANCO QUARTA
presidente pro-tempore con la moglie Annamaria dei CPM;
• MARIO TENNA
membro responsabile con la moglie Annamaria di «Incontro Matrimoniale - Italia» (IM) e dell’esperienza
«Retrouvaille - Italia», che ha coordinato i 4 autori per le 19 schede redatte da membri IM;
• GIACOMO GARINO
consulente ecclesiastico di IM.
© 2007 Editrice ELLEDICI - 10093 Leumann TO
Internet: www.elledici.org
E-mail: [email protected]
ISBN 978-88-01-03754-6
Edizioni Istituto San Gaetano
Via Mora, 57 - 36100 Vicenza
Internet: www.isgedizioni.com
E-mail: [email protected]
ISBN 978-88-7477-134-9
2007 Editrice VELAR
24020 Gorle, Bg
www.velar.it
ISBN 978-88-7135-283-1
P ROGETTO M ATRIMONIO
Celebrare le nozze cristiane. Riflettere progettare celebrare – a cura di Gianfranco
Venturi
È il volume che stai sfogliando. Esso entra nel bazar delle «parole d’amore» cercando di
scoprirne il tesoro nascosto da portare alla luce. Cerca di delinearne l’identità e di collocarle nel loro campo di gioco. Ogni parola ha suggerito una preghiera. L’opera si presenta
come un seguito di tante parole (schede) isolate e nello stesso tempo raccolte come parti
di un particolare campo. Tutte le parole si trovano raccolte sotto tre parole che indicano
i grandi momenti di un cammino: riflettere, progettare, celebrare. È stato pensato per fidanzati, ma può servire anche a quanti (sacerdoti e animatori laici) sono impegnati nella
preparazione dei fidanzati al matrimonio. Anche coloro che sono già sposati possono trovarvi molti spunti per vivere sempre meglio il loro matrimonio.
Lezionario degli sposi – a cura di Patrizio Rota Scalabrini e Gianfranco Venturi
Il volume è pensato per i fidanzati che preparano il loro matrimonio, per gli sposi che desiderano meditare sulla Parola per approfondire quanto stanno vivendo, per i parroci e quanti preparano i fidanzati al matrimonio. È la Parola di Dio che traccia il progetto, rivela «il mistero grande» del matrimonio e ci indica la via per realizzarlo. Un’appendice presenta delle
proposte per l’utilizzo delle letture e per costruire la celebrazione attorno ad alcuni temi.
Il giorno che il Signore ha fatto per noi. Rito del Matrimonio – a cura di Marino Gobbin e Gianfranco Venturi
I fidanzati che preparano la celebrazione del loro matrimonio trovano in questo libretto
tutti i testi della Messa e del Rito del Matrimonio, senza dover ricorrere a pubblicazioni diverse. Vengono così facilitate la scelta tra le varie proposte del rito e la realizzazione di una
celebrazione che i fidanzati potranno sentire come quella del «giorno che il Signore ha fatto per loro». Una scheda permette di sintetizzare le scelte in accordo con chi presiederà la
celebrazione.
365 parole d’amore. Meditazioni e preghiere per ogni giorno dell’anno per fidanzati
e coppie – a cura di Gianfranco Venturi e Marino Gobbin
Come l’ape passa di fiore in fiore per cogliere il meglio del nettare, così gli autori di questo libro si avvicinano alla vasta letteratura di ieri e di oggi per trascrivere le «parole dell’amore» testimoniate da canti, preghiere, poesie, pensieri e riflessioni. Chi leggerà ogni
giorno una pagina di questo libro si accorgerà di essere in cammino sulla via dell’amore.
Libro della famiglia – a cura di Gianfranco Venturi e Marino Gobbin
Sullo stile del volume che apre queste pubblicazioni, vengono scelti e meditati le «parole», i gesti, le feste, le celebrazioni che entrano in gioco quando vogliamo parlare della famiglia e della sua vita. Essi saranno la guida per la vita di una famiglia che voglia vivere in
profondità la sua appartenenza a Cristo.
3
A BBREVIAZIONI E BIBLIOGRAFIA
SULL’ AMO RE
Abbreviazioni
CMGA Celebrare «il mistero grande» dell’amore. Indicazioni per la valorizzazione pastorale del
nuovo Rito del matrimonio. Sussidio Pastorale di CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA UFFICIO LITURGICO NAZIONALE - UFFICIO CATECHISTICO NAZIONALE - UFFICIO NAZIONALE PER LA PASTORALE DELLA FAMIGLIA - SERVIZIO NAZIONALE PER LA PASTORALE
GIOVANILE (14 febbraio 2006).
FD «Famiglia domani». Periodico trimestrale dei Centri di Preparazione al Matrimonio,
Elledici, Leumann.
OM Omelie per il matrimonio di D. SONET, Elledici, Leumann 2006.
RM Rito del matrimonio di CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, Libreria Editrice Vaticana,
Roma 2004.
Bibliografia
BAIONETTA A. - RUSSOTTO M. - TADDEI R. - UGATTI SGARAVATTO R., Navigheremo insieme la vita se... Percorso di animazione per fidanzati. Quaderno a schede, Elledici, Leumann 3 2000.
BARDELLI R., Il volto dell’amore. Manifestazioni affettive nel fidanzamento, Elledici, Leumann
2000.
BARDELLI R., L’amore sponsale vita vera di Dio e degli uomini. Tracce per un percorso di realizzazione, cioè di santità, per gli sposi, Elledici, Leumann 2005.
BONETTI R. - ROTA SCALABRINI P. - ZATTONI M. - GILLINI G., Innamorati e fidanzati. Cammini di autoformazione, San Paolo, Cinisello Balsamo 2003.
CHAPMAN G., I cinque segni dell’amore familiare, Elledici, Leumann 2006.
DALLA ROSA S., Camminare nell’amore. Itinerario di preparazione al matrimonio, secondo lo
spirito del «Direttorio di pastorale familiare per la Chiesa in Italia». • Schede per i fidanzati,
a
Elledici, Leumann 1995, 4 ristampa 2005 • Guida per gli animatori, Elledici, Leumann
a
1996, 1 ristampa 2005.
DIOCESI DI LOMBARDIA, Itinerario per i fidanzati in cammino verso il matrimonio, Centro Ambrosiano, Milano 2000.
ÉQUIPES NOTRE-DAME - ITALIA, L’amore e il matrimonio, Elledici, Leumann 1997.
GHIDELLI C., Non hanno più vino. La spiritualità del matrimonio e della famiglia oggi, Elledici,
Leumann 2005.
GIURA M., In cammino verso l’amore. Scopri il tuo fidanzamento. • Guida per gli animatori degli incontri di preparazione al matrimonio. • Nella preghiera, un percorso di riflessione per i
fidanzati, Effatà, Cantalupa 2001.
MARELLI P., Dio li creò e li benedisse. Traccia di incontri per fidanzati. Percorso in preparazione
al matrimonio cristiano, Velar - Elledici, Gorle - Leumann 2004.
SALVOLDI V., I riti dell’amore e dell’Eucaristia, Elledici - Velar, Leumann - Gorle 2004.
TADDEI R., Cammini di relazione. Percorsi di animazione per giovani coppie e gruppi famiglia.
Guida, Elledici, Leumann 2006.
VENTURI G. (ed.), Sposarsi in chiesa secondo il nuovo rito, Messaggero, Padova 2005.
4
ntroduzione
P AROLE DA RITROVARE
C’è qualcosa che stiamo perdendo?
«Una signora in carrozza dice al suo vetturino:
“Ma che cosa succede, dove corre tutta questa gente? È forse gente di un circo?”.
Ci troviamo infatti in una valle sterminata dove una folla sbigottita fugge come presa dal panico.
“No, bella Signora, noi non siamo gente del circo”, risponde un giovane che corre al fianco della carrozza.
“Ma allora chi siete, da dove venite, dove andate e perché correte?”.
“Signora, il giovane non sa – subentra un uomo attempato, – lui è troppo giovane, noi veniamo da lontano, da molto lontano, là dove vivevamo felicemente facendo un concerto ininterrotto”.
“Un concerto ininterrotto? Ma per chi e perché?”.
“Signora, facevamo un concerto alla vita, al cielo, ai monti, alle stelle, a tutto ciò che esiste e a chi lo sostenta”.
“E poi?”.
“E poi, bella Signora, è successa una catastrofe, abbiamo smarrita la parola e il concerto è stato bruscamente interrotto”.
“Ma è possibile – ribadisce la signora –, che la perdita di una parola possa diventare catastrofe?”.
“Signora, lei non ha inteso bene. Non ho detto che abbiamo perso una parola; la catastrofe sta nell’aver
perso la parola, quella per la quale tutte le cose stanno insieme e sussistono. Senza di essa tutto si dissolve e cade nel nulla. Perché è proprio per essa che cominciamo a vivere. Guardatevi attorno e osservate se
non è dappertutto così: la catastrofe circonda già anche le vostre case perché manca la parola”.
“E voi la state cercando e avete speranza di trovarla?”, dice la signora con ansietà. E dall’uomo che continua la sua corsa si percepisce appena la risposta:
“Lo speriamo, ma non lo sappiamo ancora ed è questa la ragione della nostra paura”».1
Anche in quel mondo che chiamiamo «matrimonio» forse si sta perdendo «la parola»,
l’unica che dà significato a tutte le altre: quale significato infatti ha oggi la parola «amore», «ti amo» nella bocca di tante persone? Possiamo anche chiederci: quale significato hanno le altre parole ad essa correlate, i gesti che l’accompagnano e dovrebbero esaltarla, i riti che si compiono e i simboli che si usano per manifestarla, le canzoni che la
esaltano? Sembra che quando pronunciamo queste parole 2 non intendiamo più la stessa cosa.
Parole nel bazar
Nel settembre del 2006 «La Biennale di Musica», nel corso del «50 mo Festival Internazionale di Musica moderna», ha ospitato al «Teatro Piccolo dell’Arsenale» di Venezia l’anteprima europea di Celestial Excursions, l’ultima opera di Robert Ashley, il compositore
americano d’avanguardia inventore della Lovely Music. Pietro Valle 3 ha colto l’occasione
per esplorare l’universo semantico di questo geniale ingegnere delle parole perdute e ha presentato in modo sintetico quest’opera scrivendo:
1
Da: M. ENDE, Lo specchio nello specchio, Editori Associati, Milano 1989.
Per «parola-parole» intendiamo d’ora innanzi anche i gesti, i simboli, i riti, le canzoni... e ogni segno che interviene nella comunicazione verbale e non verbale nel campo della significazione del matrimonio.
3
P. VALLE, Ingegnere delle parole perdute, http://architettura.supereva.com/artland/20061102/index.htm.
2
7
CELEBRARE LE NOZZE CRISTIANE
«Su uno scarno palcoscenico, cinque figure sedute a dei tavoli parlano assorte a dei microfoni, una sesta
accenna alcune note su un pianoforte, due di loro operano su dei nastri preregistrati. Dagli amplificatori
esce un fiume di parole, sia singole sia corali, cui fanno contrappunto grappoli di brani musicali. Sono racconti, impressioni, accenni di dialoghi, frasi senza senso o finalità che formano dei paesaggi sonori stratificati. La sovrapposizione di suoni e di sensi diversi fa gradatamente perdere da dove essi provengano.
Chi parla? Un singolo o il gruppo? Una persona sul palco o un nastro? Impossibile distinguerlo. Il suono
è fortemente filtrato e accenna a momenti di coesione collettiva che vengono subito sciolti in infinite dissonanze. L’opera, Celestial Excursions (se di opera si può parlare), tratta del linguaggio degli anziani, di quel
chiacchiericcio infinitesimale, tipico della terza età, segnato dalla graduale perdita della ragione in cui si
mischiano memorie personali e frasi fatte».
Questo lavoro, che appare come uno straordinario oratorio del subconscio collettivo del mondo degli anziani, forse è anche un paradigma di quello che avviene nel mondo dei cosiddetti «innamorati» di oggi, dove parole, canzoni, gesti, riti, simboli sono disposti alla rinfusa come la merce di un bazar, dove ciascuno di essi assume forme e significati cangianti
nelle varie bancarelle, tutte ugualmente appetibili, senza che nessuno escluda l’altro o
entri in contraddizione.
Parole in libertà
Oggi le parole – ogni segno dell’amore sponsale – acquistano di volta in volta significati diversi e a volte contraddittori, a seconda delle persone che le usano, delle situazioni in cui
vengono formulate, delle consuetudini che le tramandano, della cultura che le riformula.
Hanno abbandonato la loro rigidità semantica; sono come capre che non vogliono più stare in cattività; rimesse in libertà vanno ora di qua, ora di là, perdendo la loro originaria
identità, con la conseguenza che non si sa più se si sta parlando della stessa realtà. Ogni
tentativo di recupero sembra destinato al fallimento.
Eppure questo libro vorrebbe addentrarsi in questo bazar delle «parole d’amore», tra queste «capre in libertà», imprevedibili nei loro movimenti capricciosi.
Come?
Parole da addomesticare
Forse ci può aiutare la piccola storia narrata ne «Il piccolo principe».
«In quel momento apparve la volpe.
“Buon giorno”, disse la volpe.
“Buon giorno”, rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno.
“Sono qui”, disse la voce, «sotto al melo...».
“Chi sei?” domandò il piccolo principe, «sei molto carino...».
“Sono una volpe”, disse la volpe.
“Vieni a giocare con me”, le propose il piccolo principe, “sono così triste...”.
“Non posso giocare con te”, disse la volpe, “non sono addomesticata”.
“Ah! scusa”, fece il piccolo principe.
Ma dopo un momento di riflessione soggiunse:
“Che cosa vuol dire addomesticare?”.
“Non sei di queste parti, tu”, disse la volpe, “che cosa cerchi?”.
“Cerco gli uomini”, disse il piccolo principe. “Che cosa vuol dire addomesticare?”.
“Gli uomini”, disse la volpe, “hanno dei fucili e cacciano. È molto noioso! Allevano anche delle galline.
È il loro solo interesse. Tu cerchi delle galline?”.
“No”, disse il piccolo principe. “Cerco degli amici. Che cosa vuol dire addomesticare?”.
8
PA R O L E D A R I T R O VA R E
“È una cosa da molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami...”.
“Creare dei legami?”.
“Certo”, disse la volpe. “Tu, fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E
non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l’uno dell’altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo”».4
Le parole sono simili alla volpe o a capre selvagge: hanno bisogno di «essere addomesticate».
Per riuscire in quest’impresa bisogna imparare ad avvicinarsi ad esse come un buon domatore, con delicatezza, accettandole come sono, con pazienza; oppure come un esploratore che è sicuro che in esse vi è un tesoro nascosto da portare alla luce.
Sì, proprio così, perché le parole non vogliono essere bistrattate, stiracchiate di qua e di là,
cosa forse che sta avvenendo oggi nel bazar dell’amore, del matrimonio. Solo a chi sa bussare alla loro porta, delicatamente e rispettosamente, esse si aprono, tolgono dal viso il velo e mostrano tutti i tratti del loro volto.
Esse desiderano – e lo vogliono fermamente – essere considerate ciascuna come «unica»,
non uguale ad un’altra, anche se non amano vivere solitarie, anzi continuamente stabiliscono nuove relazioni, più o meno forti. Prediligono muoversi in campi loro propri dove
giocare insieme ad altre sorelle e fratelli.
Sono gelose della loro storia e ne portano i segni fin nel loro DNA. Non la possiamo ignorare o togliere. Sarebbe come ammazzarle.
Hanno la capacità di dormire a lungo dentro recinti ben protetti, pronte ad uscire. Quando si svegliano ci sollecitano a fare loro attenzione, pena non capire più nulla di loro.
Addomesticare le parole
Con questo spirito abbiamo intrapreso l’avventura di questo libro e abbiamo scoperto che
le parole sono davvero creature stupende che non finiscono mai di stupirci. Per me e per
quanti hanno collaborato insieme in questo lavoro è stato dapprima come entrare in un
bazar, trovarci davanti a tante capre dispettose, ma la volontà di addomesticarle, nata da
una precedente esperienza5, ci ha portati ad entusiasmarci e stupirci. Forse non siamo
riusciti a dire tutto, qualche volta non abbiamo sostato a lungo accanto alle singole parole, per cui l’immagine di qualcuna è riuscita un po’ sbiadita, ma certo, alla fine del cammino, ci sentiamo soddisfatti.
Il nostro lavoro è consistito nel
– delineare l’identità delle parole
– e collocarle nel loro campo di gioco.
• L’identità delle parole
Nel grande bazar delle parole spesso non si vede o si ignora che ognuna di esse ha una sua
storia e non tutte sono «appena nate». Quei compratori che non badano a questo e alla loro origine, finiscono per non capirne il valore e l’unicità. Proprio scoprendo e rispettando
l’identità di ciascuna e la loro storia, le parole finiscono di essere capricciose, raminghe or
4
5
A. DE SAINT-EXUPÉRY, Il piccolo principe = Tascabili Bompiani Ragazzi, 1, Torino 1978, cap. XXI.
Cf G. VENTURI (ed.), Avvento Natale. Riflettere Progettare Celebrare, Elledici, Leumann 1986.
9
CELEBRARE LE NOZZE CRISTIANE
qua or là. Chi ha curato le singole parole (schede) si è preoccupato di cercare che cosa dice il vocabolario o il dizionario, di interrogare gli usi, le tradizioni, l’esperienza, i sentimenti e, non ultimo, la Bibbia per arrivare a delinearne il significato antropologico, biblico
e liturgico.
Ogni parola ha suggerito una preghiera, quasi come apertura e inizio di un dialogo che parte dal proprio mistero per andare verso ciò che la trascende ed è la fonte e la pienezza del
suo significato.
• La parola (scheda) nel suo campo di gioco
Dopo aver delineato un primo identikit di ciascuna parola, l’altra attenzione è stata quella di scoprire che ciascuna di esse ha legami di parentela e di amicizia da cui non può essere staccata.
Questo spiega perché il volume si presenta come un seguito di tante parole (schede) isolate e nello stesso tempo raccolte come parti di un particolare campo (ad esempio: le parole dell’inizio, dell’amore, della scelta...). All’interno di ogni parola-scheda poi ci sono dei
rimandi (➔) ad altre parole. Così si instaura un gioco tra identità e relazione e ogni parola dà e riceve senso dalle altre. In questo modo è possibile completare il valore delle singole parole.
Poiché ogni parola è come un palazzo dalle molte stanze, «per saperne di più» e conoscerle
più a fondo, sono state aggiunte alcune indicazioni di letture, di approfondimenti, molte
delle quali sono reperibili nel CD-Rom allegato al volume.
Le tre parole del cammino celebrativo
Tutte le parole a loro volta si trovano raccolte sotto tre parole che indicano altrettanti
grandi fasi o momenti di un cammino: riflettere, progettare, celebrare.
L’intento è quello di
– invitare i fidanzati a riflettere su quello che stanno vivendo e sul futuro di coppia che li
attende e vogliono costruire insieme;
– progettare con cura la celebrazione e ciò che la segue;
– guidare nella preparazione della celebrazione.
• Riflettere (schede R)
Sposarsi è un rito che coinvolge tutta la vita di due persone, al presente e per il futuro. Con
le sue cinquantadue parole questa parte del libro vuole aiutare i fidanzati a riflettere su
quello che Dio ha seminato nel cuore fin dal giorno in cui hanno scoperto di volersi bene
e sulle prospettive che si aprono davanti a loro.
Riflettere non significa semplicemente leggere, ma «ri-flettere», «ri-tornarci» sopra
con attenzione, con l’apertura a cogliere ciò che ogni parola, a poco a poco, vuole dirci di sé.
Non vanno lette necessariamente una di seguito all’altra, ma distanziate nel tempo, così
come capita, secondo quello che in quel momento ci sembra più interessante. Dobbiamo
però avere l’avvertenza di non lasciarne da parte nessuna; le parole infatti sono fatte così:
vogliono che si faccia loro attenzione altrimenti le sorelle, per la solidarietà che le lega,
non svelano tutto ciò che esse racchiudono; esse sono come tessere di un mosaico e solo
insieme ci danno l’immagine vera e completa della celebrazione nuziale.
10
PA R O L E D A R I T R O VA R E
• Progettare (schede P)
Il riflettere fonda il progettare. Il progetto si imparenta con il sogno, avendo però la pretesa di fare dei sogni una realtà. Questa parte del volume aiuta i fidanzati
– a scoprire che sposarsi è farsi collaboratori per costruire un progetto d’amore,
– a progettarsi come coppia
– e a progettare i singoli momenti della celebrazione del matrimonio.
• Celebrare (schede C)
La celebrazione del matrimonio non è un adempiere una formalità, ma il compiersi di un
«mistero grande» come dice san Paolo. Qui le singole parole guidano a scoprire il senso e
a mettere in atto, nel modo migliore e più espressivo, i vari momenti della celebrazione,
le frasi e le preghiere che si dicono, i gesti che si fanno, gli attori che intervengono, i simboli che testimoniano e rivelano significati reconditi, le sequenze celebrative che si succedono.
Tutto mira a fare della celebrazione un momento consapevole di grazia, coinvolgente,
espressivo, indimenticabile. Solo se tutte le parole sono state ben «addomesticate», la celebrazione rivela a quanti partecipano al rito, spesso anche non cristiani o indifferenti, il
significato più profondo e vero del matrimonio cristiano.
Solo per i fidanzati?
Per chi è questo libro? Mentre lavoravamo pensavamo in modo particolare ai fidanzati, alle domande che hanno, anche a quelle che non vengono espresse.
Man mano che procedevamo ci siamo accorti che le varie parole si rivolgevano anche a
noi... per addomesticarci.
Pensiamo che il lavoro qui presentato possa servire anche a quanti (sacerdoti e animatori laici) sono impegnati nella preparazione dei fidanzati al matrimonio.
Non è da escludere che anche coloro che sono già sposati non possano trovarvi molti
spunti per vivere sempre meglio il loro matrimonio. Si può anche dire che la lettura li
può guidare a fare nuove scoperte fino a dire: «è proprio così, non ci avevo mai pensato prima».
Ringraziamenti...
Prima di concludere, ringrazio tutti i singoli collaboratori che hanno messo a disposizione la loro sensibilità e competenza e hanno arricchito questo volume, il cui lungo elenco
è posto nell’indice. Mi permetto solo di citare qui don Marino Gobbin, redattore attento
e sollecitatore delicato, e i gruppi «CPM - Centri di Preparazione al Matrimonio» con la
redazione della rivista «Famiglia Domani» (Elledici), e i gruppi «IM - Incontro Matrimoniale» con l’esperienza «Retrouvaille».
GIANFRANCO VENTURI
Università Pontificia Salesiana - Roma
11
I L CD-R OM :
PICCOLA BIBLIOTECA DELL’ AMO RE
Il CD-Rom si presenta come supporto integrativo per sviscerare le 126 parole delle schede.
Chi avrà il piacere di viaggiare dentro al CD troverà risposte e materiali che amplificano,
integrano, sviluppano i ricchi contenuti delle schede. Ciò rende il CD una biblioteca digitale da cui estrarre «cose vecchie e cose nuove»: testimonianze, fatti, studi, approfondimenti... di cui si ha sempre bisogno e che spesso si trovano su sussidi non immediatamente a portata di mano. Qui li trovi riuniti, indicati al momento opportuno...
Dunque, un supporto digitale apprezzato per i contenuti e originale per la «navigazione».
È accessibile a tutti. In più si sarà aiutati da un originale...
Motore di ricerca...
Siamo abituati a muoverci con i motori di ricerca entro il grande contenitore web. Anche
all’interno di questo sussidio ci si potrà muovere con un appropriato motore di ricerca.
Basta fatiche inutili. Si memorizzi una parola fondamentale, un tema... lo si digiti e con
un clic si potrà velocemente rintracciarlo all’interno di tutto il materiale. Ma in più si
potranno trovare altri suggerimenti correlati per risolvere dubbi e apprensioni.
Il libro in digitale
Il menu di destra è semplice: oltre la parte introduttiva, si troverà la ricerca sull’intero
volume in formato digitale «PDF» (Portable Document Format) e poi le parti fondamentali del volume: «riflettere, progettare, celebrare». Infine come «bonus» dei disegni che potranno essere utilizzati nella realizzazione di materiali «domestici». Nella parte finale del
menù le tradizionali indicazioni relative all’aiuto e alle informazioni, alla Elledici, i link dei
gruppi CPM, IM e END che hanno collaborato a quest’opera, e alcune informazioni sull’editrice che opera alla diffusione del prodotto.
«Cerca nel volume digitale»: è il volume in digitale nel formato «PDF». Non si può stampare. Si può solo consultare. È per una ricerca veloce nel solo testo cartaceo di cui è specchio fedele. Dopo averlo aperto si prema «CTRL+F» oppure si clicchi sul «cannocchiale»
che è possibile avere comodamente nella barra degli strumenti; quindi si scriva la voce che
si vuol cercare.
I link di «Per saperne di più»
Entrati nella sezione schede attraverso le pagine «riflettere, progettare, celebrare», e scelta la parola-scheda che fa al proprio caso, si clicchi su «vai» e si apre la videata word.
Aperta la scheda che corrisponde al testo cartaceo, nel «Per saperne di più» si troveranno
delle parole sottolineate e in blu. Ad esse corrispondono dei link. Sarà sufficiente posizionarsi sopra con il mouse e fare un clic per accedere al collegamento. A questo punto si
aprirà una nuova videata con il testo segnalato in bibliografia.
12
I L C D - R O M : P I C C O L A B I B L I O T E C A D E L L’ A M O R E
Una notazione su questa parte delle schede. È un materiale vario, molto ricco, di diversa
provenienza (libri, riviste, siti internet...). È una documentazione iniziale, certamente
non esaustiva. È frutto di una ricerca personale prolungata. Per quanto è stato possibile si
è cercato sempre di indicare la fonte. Ci scusiamo se qualche volta ci potrà essere qualche
incertezza. È un materiale offerto per illuminare, per aiutare nell’approfondimento, per incoraggiare ad andare oltre... Potrà servire a mille usi: sia nella pastorale, sia nella predicazione, sia in forma personale. Può essere messo direttamente in mano ai partecipanti di un
gruppo o di una riunione, ecc. Non potendo rinviare di qua e di là, si è cercato di semplificare il più possibile, per cui alcuni testi possono essere riportati più volte.
«Vedere»: una risposta dalla tecnologia...
Un’esigenza molto sentita oggi grazie anche ai mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione, è poter «vedere» soprattutto – liturgicamente parlando – come possono essere eseguiti i gesti del rinnovato «Rito del Matrimonio» (2004). Si è cercato di poter avere sia
delle fotografie (raccolte per comodità in un file «PDF») sia delle esemplificazioni filmiche
delle celebrazioni (queste sono ridotte secondo la modalità internet e solo per quel tratto
specifico della celebrazione in cui sono inserite). Per vedere questi filmati il computer deve essere dotato dei relativi programmi.
I testi delle schede sono in formato «RTF» (Rich Text Format) proprio perché è il formato
leggibile dai sistemi operativi, di nuova o di vecchia generazione. I file allegati possono essere in formato «PDF» (Portable Document Format). Per accedere a questi file si può scaricare gratuitamente «Adobe Acrobat Reader» dal sito www.adobe.com/it.
Le immagini in formato «JPG» sono a 150 dpi e in dimensioni da permettere buone stampe.
I contenuti sono accessibili con i browser standard e con piattaforma Macintosh.
Permessi e diritti...
Tutti i materiali sono protetti dal diritto d’autore, e quindi dal copyright Elledici là dove
non è espresso diversamente.
Si possono usare liberamente per realizzare proposte di animazione nella propria parrocchia, nei diversi gruppi, ma senza fini di lucro.
Non possono essere pubblicati né diffusi senza aver richiesto il consenso scritto dell’Editrice Elledici che detiene tutti i diritti.
MARINO GOBBIN
redazione «liturgia» Elledici
13
CPM - F AMIGLIA D OMANI
I «CPM - Centri di Preparazione al Matrimonio» sono una realtà ecclesiale che da molti anni si dedica alla preparazione religiosa ed umana dei fidanzati alla vita matrimoniale.
Fanno parte della Chiesa locale in cui vivono e svolgono il servizio su mandato del Vescovo.
Mettono a disposizione delle coppie di sposi e di fidanzati la propria esperienza di animazione di gruppi ecclesiali e la propria specifica metodologia orientata all’accompagnamento dei fidanzati al Sacramento del Matrimonio.
L’associazione dei CPM
È nata in Francia agli inizi degli anni ’50. I gruppi CPM (équipes) si sono rapidamente diffusi in vari paesi europei e d’oltremare. Oggi i gruppi sono circa 8000 e sono circa 400.000
i giovani che ogni anno vengono in contatto con loro e rinnovano così un rapporto vitale con la comunità cristiana.
In Italia il primo gruppo è nato nel 1964. I vari gruppi sono coordinati da un Segretariato
Diocesano (in Italia sono attualmente sei: Torino, Genova, Savona, Pisa, Siena e Cagliari); i segretariati diocesani sono a loro volta coordinati da un Segretariato Nazionale. Oltre ad esso, gli organi del CPM nazionale sono la Presidenza, l’Assemblea, il Consiglio
Centrale.
La pedagogia dei CPM
È basata sulla partecipazione attiva dei fidanzati: si tratta di un annuncio di fede e di una
catechesi per adulti basata sul dialogo e sulla possibilità di arricchimento reciproco, propria, del lavoro in piccoli gruppi.
Per diventare comunità il gruppo CPM (composto in genere da 5-6 coppie di sposi e da un
sacerdote (o religioso/a o diacono) utilizza la revisione di vita, intesa come riflessione profonda, personale e di coppia, sulla propria vita coniugale; confronto con la Parola di Dio;
scambio sincero e aperto dei frutti della riflessione sia all’interno della coppia che del
gruppo. Anche il presbitero partecipa attivamente alla revisione di vita.
Un periodico: «Famiglia Domani»
I CPM italiani hanno un proprio periodico «Famiglia Domani» edito dalla Elledici di
Leumann (Torino) e curano la pubblicazione sia di sussidi per i fidanzati che di libri di approfondimento teologico, morale, pedagogico, di scienze umane.
«Famiglia Domani» è una rivista trimestrale (quattro numeri monografici l’anno). Ogni
anno viene fissato un tema che viene trattato da varie prospettive. Ogni numero è arricchito da tracce per la revisione di vita, testimonianze, varie rubriche e un dossier. Alcune
pagine autogestite possono venire utilizzate dagli Uffici famiglia e da altre realtà familiari di tutte le Diocesi interessate, consentendo così un raccordo con le varie realtà ecclesiali.
14
CPM
-
FAMIGLIA DOMANI
L’ottica della rivista è formativa e segue il metodo del «vedere - giudicare - agire» tipica
della revisione di vita. Propone motivazioni e suggerimenti, indica cammini di fede, di ricerca e di preghiera, oltre che approfondimenti sul piano sociologico, psicologico, antropologico, etico.
Le pubblicazioni di CPM - Famiglia Domani
6
*Benigno SCARPAZZA (ed.), Questo ministero è grande, Elledici, Leumann 1990, 104 pp.
*Maria e Sergio RICCARDI (edd.), La coppia cristiana si interroga, Elledici, Leumann 1991,
119 pp.
*Jacques GAUTHIER, Le sfide della giovane coppia [trad. dal francese di L. Ghia], Elledici,
Leumann 1994, 142 pp.
*Gaspar MORA - Ignasi SALVAT, In cammino con le coppie 1. Gli incontri di preparazione al matrimonio [trad. dallo spagnolo di L. Ghia], Elledici, Leumann 1995, 311 pp.
*Gaspar MORA - Ignasi SALVAT, In cammino con le coppie 2. Materiali e documentazione per
gli incontri con i fidanzati [trad. dallo spagnolo di L. Ghia], Elledici, Leumann 1996, 102
pp.
CPM - CENTRI DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO, Dio ci chiama all’amore. Guida di riflessione e di dialogo per prepararsi insieme al matrimonio, Elledici, Leumann 1997, 112 pp.
*Giovanni SCALERA, Incontrarsi e poi... Come ascoltarsi, amarsi e crescere in coppia, Elledici, Leumann 1997, 124 pp.
*Luigi GHIA, L’alfabeto della coppia. Per un discernimento spirituale nella vita di coppia e di famiglia, Elledici, Leumann 1997, 176 pp.
*Tina e Michele COLELLA, Per un progetto di coppia. Un cammino di fede con i fidanzati, Elledici, Leumann 1997, 239 pp.
Giacomino PIANA, Se tu conoscessi il dono di Dio. In ascolto della Parola con le coppie di fidanzati e di sposi, Elledici, Leumann 1998, 208 pp.
*Paolo ZAMENGO, Le ore della parola. Breve itinerario per una lettura spirituale di alcune pagine della Bibbia, Elledici, Leumann 1999, 120 pp.
Benigno SCARPAZZA, Coppia immagine di Dio. Lettere al Padre sul matrimonio = Collana
Vivifamiglia, Editrice Monti, Saronno 2000, 122 pp.
CPM - CENTRI DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO (edd.), Chiamati all’amore. Schede per
coppie = Collana Vivifamiglia, Editrice Monti, Saronno 2000, 175 pp.
Luigi GHIA, Lo Spirito in famiglia = Collana Stop, Editrice Monti, Saronno 2000, 47 pp.
Jean-Marc LESSARD, Le tappe della vita di coppia. Romanticismo, lotta, stabilità, impegno nel
matrimonio = Collana Vivifamiglia [trad. dal francese di G. Porcellana], Editrice Monti, Saronno 2000, 175 pp.
*Elena e Uberto BIANCIARDI, Alla sorgente della tenerezza. Una coppia narra il suo cammino
di fede, Elledici, Leumann 2001, 135 pp.
Giorgio GHIA - Luigi GHIA, Cambio di stagione. Trasformazioni, sfide e risorse della famiglia
= Collana Vivifamiglia, Editrice Monti, Saronno 2001, 150 pp.
Jacques GAUTHIER, La crisi dei 40 anni. L’età delle scelte definitive, Elledici, Leumann 2001,
159 pp.
6
L’asterisco (*) che precede qualche opera indica che il volume è esaurito e fuori commercio. L’elenco è fatto in ordine cronologico e volutamente i nomi non sono stati siglati.
15
CELEBRARE LE NOZZE CRISTIANE
Tina e Michele COLELLA, Ed è subito festa. Momenti di conversione in coppia e in famiglia. Sussidio per gruppi sposi = Collana Vivifamiglia, Editrice Monti, Saronno 2001, 133 pp.
Antonia FANTINI, (Anche) i genitori vanno a scuola. Per-corsi da progettare = Collana Vivifamiglia, Editrice Monti, Saronno 2005, 126 pp.
Luigi GHIA, Fiammelle nelle stoppie. Per un alfabeto della famiglia = Collana Vivifamiglia,
Editrice Monti, Saronno 2005, 179 pp.
Per informazioni
Sito: www.cpm-italia.it
e-mail: [email protected]
ANNA e LUIGI GHIA
CPM - Famiglia Domani
16
I NCONTRO M ATRIMONIALE
Come movimento nella Chiesa, «IM - Incontro Matrimoniale» si propone l’obiettivo di riscoprire i sacramenti del Matrimonio e dell’Ordine, i due sacramenti aperti all’altro (cf Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 1534), attraverso un richiamo ed un sostegno a viverli con uno
stile di relazione fatta di apertura e responsabilità. In questa missione Incontro Matrimoniale investe il suo specifico carisma che fa vivere alle persone una quadruplice esperienza:
– di essere accolto e rispettato e quindi amato,
– di conversione nei confronti di se stesso, degli altri e di Dio,
– di entrare in contatto con il proprio sogno più profondo, che anche è il progetto di Dio
per noi,
– dell’importanza degli altri nella propria vita.
Per questo Incontro Matrimoniale non si rivolge soltanto alle coppie, ma anche a sacerdoti, religiosi e religiose e quindi vuole essere un segno di unità per la Chiesa. L’esperienza è stata
preparata anche per i fidanzati che si preparano per vivere il Sacramento del Matrimonio.
La storia del movimento
Incontro Matrimoniale è un movimento nato in Spagna nel 1962, ad opera di padre Calvo, un sacerdote di Barcellona. Dopo essersi esteso attraverso padre Gallagher nell’America del nord e del sud, è ritornato in Europa nel 1972. È stato portato in Italia nel 1978
grazie all’interessamento della comunità degli Stati Uniti. Attualmente è diffuso in più di
86 paesi nel mondo.
Incontro Matrimoniale è presente nel Pontificio Consiglio per la Famiglia a Roma.
«Fine settimana»
Al punto di partenza dell’esperienza c’è un fine settimana (weekend) durante il quale i partecipanti sperimentano concretamente un metodo di comunicazione che permette loro di iniziare a scoprire la ricchezza di una profonda relazione di coppia o con la propria comunità.
Possono partecipare tutte le coppie di qualsiasi età e cultura, le coppie che hanno a cuore la loro relazione.
Il fine settimana è un tipo di incontro al quale sono calorosamente invitati anche sacerdoti e religiosi/e, che desiderano rinnovare il proprio impegno verso la comunità.
È un’esperienza cattolica, ma viene proposta anche a non-credenti e a coppie non sposate religiosamente. Costoro parteciperanno sulla base dei propri ideali e convinzioni e non
verranno forzati in alcun modo. Non è invece consigliato a coppie di divorziati o coppie
affette da patologie (psicosi, tossicodipendenze...). Per coppie in grave crisi o separati in
attesa di divorzio che vogliono riprovare ancora a ricostruire la loro unione c’è il programma di «Retrouvaille».
L’esperienza del «fine settimana» è completa ed in genere vi si partecipa una volta sola. A
chi lo desidera, viene però offerta la possibilità di incontrarsi ancora, in piccoli gruppi.
Per informazioni: www.incontromatrimoniale.it
ANNAMARIA e MARIO TENNA
Incontro Matrimoniale
17
R ETROUVAILLE
Il salvagente per matrimoni in difficoltà
Retrouvaille
– aiuta le coppie a rimettere insieme i pezzi per ricostruire una relazione d’amore;
– è una parola francese che significa «ritrovarsi». Se il vostro matrimonio sta deteriorandosi, se non esiste tra di voi comunicazione significativa, se state considerando la separazione o il divorzio, Retrouvaille può aiutarvi;
– è di origine e orientazione cattolica, ma è aperta a tutte le coppie sposate, senza differenza
di affiliazione religiosa;
– offre un messaggio diverso dai temi attuali di autogratificazione e autonomia. Il week-end
di Retrouvaille aiuta a scoprire come il processo di ascolto, perdono, comunicazione e
dialogo sono strumenti potenti nella costruzione di un rapporto d’amore duraturo.
Un denominatore comune
Partecipano a Retrouvaille coppie di tutte le età, provenienti da tutte le classi sociali, razze, affiliazione religiosa. Alcune sono già separate o divorziate (ma non risposate), col desiderio però di ricostruire la loro relazione. Molte lottano per restare insieme. Tutte queste coppie hanno in comune il desiderio sincero di ricostruire un matrimonio amoroso e
stabile.
Il programma
Questo programma consiste in un weekend e di un post-weekend, cioè una serie di 15
presentazioni offerte entro il periodo di tre mesi dopo il fine settimana.
Il weekend
Retrouvaille usa l’esperienza del weekend per aiutare le coppie a ristabilire la comunicazione
e ad arricchirsi con una nuova percezione di se stessi sia come individui che come coppia.
Questa parte del programma è presentata da tre coppie e un sacerdote. Queste coppie,
che hanno sperimentato la delusione, il dolore, la rabbia e il conflitto offrono speranza
condividendo le loro storie personali di lotta, riconciliazione e ripresa. I partecipanti ritrovano coraggio e forza nel rendersi conto che non sono soli in questa lotta. Il weekend
non è una convivenza spirituale, un ritiro, un seminario, una sessione di counseling. Non
è richiesto di condividere i propri problemi con gli altri. Però si chiede ai partecipanti di
non fermarsi sul passato per poter vedere al di là del loro dolore e delle loro offese per potersi «ritrovare/riscoprire» in una forma nuova e positiva.
18
R E T R O U VA I L L E
Post-weekend
È una serie di presentazioni e di accompagnamento che prevede tempo e luogo per lavorare a migliorare la relazione di coppia. È una fase importante del processo di guarigione offerto da Retrouvaille. Il dolore e le ferite per aver perduto l’amore non possono essere curati solo in un weekend. Questa fase del programma di Retrouvaille offre un ambiente più
comodo e rilassato per affrontare altri temi riguardanti la vita matrimoniale e l’amore, per
poter così rinnovare l’impegno e sviluppare nuova comprensione e nuove capacità.
Storia
Retrouvaille nasce in Canada nella provincia del Quebec. Nel 1977 il primo weekend viene presentato a coppie di lingua francese. Poco dopo viene tradotto in inglese dalla comunità di Retrouvaille di Toronto che rimpolpa il contenuto e sviluppa la fase del postweekend. Nel 1982 la comunità di Toronto comincia a condividere il programma con altre comunità del Canada e degli Stati Uniti. Le comunità di Retrouvaille stanno oggi lavorando attivamente in quasi tutte le parti degli Stati Uniti, nelle province canadesi e anche in Australia, Costa Rica, Irlanda, Messico, Nuova Zelanda, Filippine, Singapore, Sud
Africa, Trinidad, Zimbabwe e ora anche in Italia.
Per informazioni: www.retrouvaille.it
ANNAMARIA e MARIO TENNA
Incontro Matrimoniale
19
L E É QUIPES N OTRE D AME
Un cammino di formazione permanente per la coppia di oggi
Le ÉQUIPES NOTRE DAME (END) sono un movimento laicale di spiritualità coniugale, nato in Francia nel 1939. Suo scopo fondamentale è rispondere all’esigenza delle coppie di sposi di vivere in pienezza il proprio sacramento. È sorretto da una propria metodologia, aperto ad interrogarsi sulla complessa realtà della coppia di oggi.
La specificità del Movimento è d’essere formato da coppie cristiane che si aiutano a vivere
il matrimonio «nel Signore», a crescere nell’amore di Lui, del coniuge, dei figli, di tutti.
Le END sono una comunità di «équipes» posta sotto la protezione di Maria. Ogni «équipe» è
formata da 5-6 coppie e da un sacerdote consigliere spirituale che cammina con loro e instaura con loro un rapporto ricco e fecondo. Ogni équipe si incontra di regola una volta al mese.
Le END hanno scelto di essere un Movimento di formazione. Loro scopo è aiutare le coppie cristiane nel loro cammino di conversione permanente e nel prendere coscienza che
il loro matrimonio è un sacramento da vivere e testimoniare nella realtà di ogni giorno.
Le END si sentono impegnate ad offrire alla comunità ecclesiale tutta intera la formazione continua di coppie che vivono in modo attivo e consapevole la quotidianità.
La storia del Movimento
Le END sono nate in Francia nel 1939. L’8 dicembre 1947, per la grande espansione del
Movimento, venne promulgata la «Carta delle Équipes Notre Dame».
Le END si sono poi date uno statuto e sono state riconosciute dal Pontificio Consiglio per
i Laici come «associazione di fedeli di diritto privato».
Il Movimento è presente in 67 paesi del mondo, con circa 50.000 coppie (3.500 in Italia)
e più di 7.000 sacerdoti consiglieri spirituali (700 in Italia).
Il metodo
Il metodo END è costituito da un insieme di strumenti che aiutano il singolo, la coppia,
l’équipe nel proprio cammino di conversione.
Questi strumenti hanno ambiti diversi: alcuni per la persona (la preghiera personale, la regola di vita), altri per la coppia (la preghiera coniugale, il dovere di sedersi, il tema di studio, il ritiro spirituale), altri per l’équipe (la preghiera comunitaria, la messa in comune, la
compartecipazione), ma tutti hanno in comune la caratteristica di porsi degli obiettivi
proponibili e di verificarne l’attuazione.
La vita del Movimento
Oltre agli incontri mensili nella propria équipe, il Movimento propone incontri di formazione a livello regionale, nazionale e mondiale. Nel settembre del 2006 sono convenute a Lourdes per una settimana circa 8.000 équipiers (di cui 700 dall’Italia) da 53 differenti paesi.
Riferimenti
ÉQUIPES NOTRE DAME
Segreteria Super Regione Italia – Via San Domenico, 45 - 10122 Torino
e-mail: [email protected]
internet: www.equipes-notre-dame.it
CARLA e ROBERTO VIO
Coppia Responsabile Super Regione Italia Équipes Notre Dame
20
IFLETTERE
RIFLETTERE
Le parole dell’inizio
Le parole del matrimonio
R01 Incontrarsi
R02 Vincere la paura
R03 Farsi conoscere
R04 Scoprire di volersi bene
R05 Fidanzarsi
R06 Sentirsi chiamati
R24 Diventare coppia
R25 Diventare sposo - sposa
R26 Diventare sposo - sposa (tradizione ebraica)
R27 Unirsi nel Signore (RM 72)
R28 Accogliersi (RM 71)
R29 Promettere (RM 71)
R30 Amarsi (RM 71)
R31 Onorarsi (RM 71)
R32 Essere fedeli (RM 71)
R33 Essere fecondi (RM 68-69)
R34 Essere liberi (RM 69)
R35 Ricevere il sigillo dello Spirito (RM 67)
R36 Sposarsi nel Signore (RM 72)
R37 Sposarsi davanti alla Chiesa (RM 70)
R38 Salvarsi insieme
Le parole dell’amore
R07 Amarsi
R08 Imparare ad amare
R09 Donarsi
R10 Ascoltare
R11 Dialogare
R12 Perdonarsi
R13 Pazientare
R14 Correggersi
R15 Educarsi, formarsi
R16 Condividere
R17 Sacrificarsi
Le parole della scelta
R18 Mettere su casa
R19 Convivere
R20 Lavorare entrambi
R21 Sposarsi
R22 Sposarsi in comune
R23 Sposarsi in chiesa
22
Le parole della famiglia
R39 Diventare padre
R40 Diventare madre
R41 Diventare genitori
R42 Essere figli
R43 Essere nonni e parenti
R44 Dare la vita
R45 Condividere i beni
I gesti dell’amore
R46 Tenersi per mano
R47 Baciarsi
R48 Abbracciarsi
R49 Vivere la tenerezza
R50 Accogliersi nell’amplesso coniugale
R51 Rivelare Dio
R52 Guardarsi
Le parole dell’inizio R01
«E Dio disse: “Facciamo l’uomo
a nostra immagine,
a nostra somiglianza...”.
Dio creò l’uomo a sua immagine;
a immagine di Dio lo creò;
maschio e femmina li creò.
Dio li benedisse e disse loro:
“Siate fecondi e moltiplicatevi...”»
(Gn 1,26-28)
Forse tutto è incominciato con un incontro che è sembrato casuale, con una istintiva simpatia. Poi siamo «usciti» assieme, abbiamo scoperto che assieme si stava bene. Abbiamo
capito di «volerci bene» (➔ R04). È maturata in noi la scelta di sposarci. L’incontro fa parte di quel mistero grande che è la vita. E del misterioso progetto che Dio ha su ognuno di
noi.
Un incontro a cui Dio non è estraneo
Il nostro incontro, il nostro amarci, ci «parla di Dio» perché Dio ci ha creati mettendo in
noi una «scintilla» di sé.
Come ci dice il primo capitolo della Genesi, l’amore è il dono di sé che, fin dal principio,
Dio fa all’uomo.
La gioia e la pienezza che viviamo nel nostro rapporto di amore, è la gioia di chi sente che
– in questa esperienza – ciascuno si sta progressivamente realizzando, come uomo o come
donna.
Siamo stati creati così, con questo desiderio/necessità di aprirci all’amore... di vivere nella bellezza e nella gioia del dono d’amore... (➔ R09).
Dio ci ha fatto un regalo grande: ci ha creati «iscrivendo» in noi il desiderio e la capacità
di amare (➔ R07). Ci fa partecipare così, fin da ora, alla sua stessa vita.
L’incontro, il nostro incontro, ci apre a questa prospettiva.
23
R01
ncontrarsi
RIFLETTERE
L’apertura ad una ricchezza
Dobbiamo educarci tutti (➔ P07; R15) a riscoprire il matrimonio e la famiglia come una
ricchezza.
Nel messaggio alle famiglie, nell’incontro a Rio de Janeiro, Giovanni Paolo II sottolineava
che questa ricchezza va colta proprio «a partire dal dato naturale creaturale: “maschio e femmina li creò, ad immagine di Dio li creò”; la riscoperta del matrimonio come ricchezza, come il vertice della creazione umana. Potete mettere insieme tutte le bellezze della terra – diceva il Papa – ma
esse non vi diranno mai come vive Dio. Ciò che parla di Dio, ciò che dice come vive Dio è solo la famiglia, la coppia. Un maschio e una femmina che vivono come li ha fatti la natura mi dicono come
vive Dio. Io non posso spiegare, con tutte le mie prediche, l’amore come è spiegato dentro questa costruzione, questa architettura naturale-divina che è la coppia maschio - femmina» (➔ R51).
R01
Un incontro d’amore che deve essere curato
Ma noi sappiamo bene che esistono «alti» e «bassi» nella relazione d’amore; momenti
idilliaci e momenti di aridità... (➔ P12). E forse sono proprio questi momenti di aridità che
ci rendono difficile riferire a Dio l’esperienza d’amore che stiamo vivendo.
I momenti di fragilità della relazione d’amore possono contribuire ad appannare la nostra
fiducia nell’amore stesso, e non considerarlo una «chiamata» di Dio a partecipare alla sua
stessa vita (➔ P13).
Ma il problema non è nell’amore che sembra – inevitabilmente – destinato a finire. Niente di tutto questo!
Il problema nasce dal fatto che ci siamo allontanati dalla fonte dell’amore: il peccato ci ha
allontanato da Dio ed ha sconvolto il suo piano, originariamente senza turbamenti.
La spiegazione di tutto ciò (chi è l’uomo e la sua chiamata all’amore... il dono di un amore «puro» ricevuto direttamente dalle mani di Dio... la «caduta» a causa della «malizia» del
peccato...) è contenuta nel racconto biblico della creazione, nei primi tre capitoli del libro della Genesi, a cui non possiamo fare a meno di riferirci continuamente.
Anche Gesù, interrogato dai giudei, si riferisce direttamente al racconto della creazione
della Genesi, a ciò che era in principio, conferendo così ad esso tutta l’autorità della rivelazione definitiva del piano d’amore di Dio per l’uomo (cf Mc 10,5-8; Mt 19,4-8).
L’uomo allora scopre in se stesso, nel suo rifiuto di Dio, la causa delle «fatiche» necessarie
a far vivere e fiorire l’amore.
Come una pianta, l’amore dovrà essere continuamente curato ed innaffiato, altrimenti
un periodo di siccità lo ucciderà.
Aver fatto memoria dell’incontro e dello stupore suscitato dalla «bellezza» dell’altro, ci aiuta nella comprensione dell’IO che scopre un potente centro di interesse e di attrazione al
di fuori di sé e si pone in «viaggio» verso il TU.
Un incontro tra due pienezze, non tra due solitudini
Leggiamo ancora nel libro della Genesi (2,18): «Dio disse: “Non è bene che l’uomo sia solo:
gli voglio fare un aiuto che gli sia simile”».
C’è una cosa giudicata da Dio come non buona: che l’uomo sia solo; che viva cioè in una
situazione di solitudine, di mancanza di relazioni.
24
L E P A R O L E D E L L’ I N I Z I O
Questo sta ad indicare, ancora una volta, la natura relazionale dell’uomo, creato cioè adatto per la relazione; creato col desiderio e la capacità di entrare in relazione.
L’aiuto simile rimanda invece alla qualità della relazione: una relazione paritetica (come si
capisce dal contesto e dal seguito del racconto) da instaurare con la donna, che è condotta
all’uomo direttamente da Dio.
Così, la relazione uomo-donna diventa l’emblema, il punto di riferimento e di comprensione di ogni relazione umana.
Anche questo ci dice il nostro incontrarsi.
Preghiera
R01
O Dio,
tu ci hai fatto a tua immagine,
uomo e donna ci hai creato:
diversi,
perché il nostro amore fosse più ricco;
uguali,
perché nella diversità ci rispettassimo l’un l’altro.
Padre santo,
concedi che nell’amore che ci unisce
come uomo e come donna,
siamo capaci di scoprire il tuo volto,
impresso in ogni persona. Amen.
PER SAPERNE DI PIÙ...
B. BORSATO, Vita di coppia, EDB, Bologna 1993.
G. SCALERA, Incontrarsi e poi... Come ascoltarsi, amarsi e crescere in coppia, Elledici, Leumann 1997.
L. GHIA, L’alfabeto della coppia. Per un discernimento spirituale nella vita di coppia e di famiglia,
Elledici, Leumann 1997, 63-68: L’incontro.
CENTRI DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO, Dio ci chiama all’amore, Elledici, Leumann
2004.
G. SCALERA, Un amore, una storia, in FD 2004/2, 16-20.
G. SCALERA, Un segnale piccolo piccolo, in FD 2005/1, 12-17.
M. GIURA, In cammino verso l’amore. Scopri il tuo fidanzamento. Guida per gli animatori degli incontri di preparazione al matrimonio, Effatà, Cantalupa 2005, 36-55: La relazione
d’amore è generata dalla scelta del partner.
END, Tra rito celebrato e sacramento permanente. A cura di Renata e Daniele Rocchetti.
OM 39.
CPM - Siena
25
Celebrare le nozze cristiane
riflettere progettare celebrare
a cura di
GIANFRANCO VENTURI
Cerca e troverai…
Una biblioteca sull'amore facile da utilizzare…
«Un matrimonio è come la creazione del mondo»
Pinchas di Koretz, chassid
«Ho notato che lo sposo ha cambiato idea.
È entrato in chiesa sotto braccio a una donna anziana,
e ne è uscito con una giovane»
Pierino
La presa di contatto con questo libro ha manifestato in tutta la sua realtà la
ricchezza e la varietà di contenuti.
Con una certa curiosità ora ti accosti anche al CD-Rom, un sussidio
multimediale variegato. Non è una ripetizione di contenuti, ma un vero e
proprio supplemento di idee, di proposte e di materiali.
Ma entriamo dentro questi prodotti. Conosciamoli anche dal punto di vista di
realizzazione. Solo così si comprenderà, in parte, la quantità di lavoro che ha
richiesto quest'opera. E se ne conoscerà anche l'anima.
Il volume, alcuni dati…
L'insieme dei contenuti del volume ha uno stile sobrio e giornalistico.
Accattivante e piacevole. Immediato e non certamente noioso. Non spreca
parole. Offre sempre appunti e spunti. Ad esempio, la vivacità e la ricchezza
della preghiera conclusiva delle parole-schede sarà riconosciuta ed apprezzata
solo nel tempo e, soprattutto, avendone una necessità concreta. Non ci sono
fronzoli di riempimento. Tutto è a servizio ed ha una collocazione appropriata.
È scritto da persone che vivono la realtà e il sacramento del Matrimonio. Di
esso parlano partendo dal vissuto quotidiano, dal di dentro. E quindi solo di ciò
che ogni giorno vivono concretamente. Fuori da questo contesto certe
affermazioni sarebbero impossibili: si legga, ad esempio, la parola-scheda sul
bacio (Î R47)!
Questi i dati:
• 20 coppie di sposi per un totale di 53 parole-schede,
• 5 autori che vivono, hanno vissuto o sono prossimi al matrimonio ma hanno
firmato singolarmente altre 15 parole-schede,
Presentazione del CD-Rom
1
Celebrare le nozze cristiane
riflettere progettare celebrare
a cura di
GIANFRANCO VENTURI
• vanno inoltre aggiunte 8 parole-schede elaborate e firmate da tre gruppi CPM
che operano nell'ambito della preparazione al sacramento del Matrimonio o
nella problematica via delle coppie di sposi,
• 10 preti hanno scritto 51 parole-schede: sono ministri che o accompagnano
gruppi di sposi o sono impegnati in modo professionale nello studio e nella
pastorale liturgica.
Molteplici sono le mani che hanno elaborato le parole-schede. Un lavoro
complesso che ha richiesto:
• 2 anni di lavoro con incontri di progettazione e confronto, per
• 126 schede distribuite in 447 pagine,
• 3 gruppi di autori coordinati da don Gianfranco Venturi (progetto e revisione
dei testi) e don Marino Gobbin (redazione):
- CPM - Centri di Preparazione al Matrimonio: 40 parole-schede
elaborate da 19 autori diversi coordinati da Luigi Ghia e Franco Quarta
con le rispettive mogli,
- IM - Incontro Matrimoniale: 19 parole-schede elaborate da 4 autori
scelti e contattati attraverso i referenti Mario Tenna e signora e padre
Giacomo Garino,
- altri professionisti: 67 parole-schede elaborate da 15 autori diversi.
• 3 editrici: editrice Elledici promotrice del progetto nella sua totalità e
depositaria del copyright, le Edizioni Istituto San Gaetano di Vicenza e
l'Editrice Velar di Gorle (Bergamo) che partecipano alla fase finale e di
diffusione per un investimento impegnativo e, speriamo, promettente che cioè
sappia raggiungere le persone e i luoghi dove avviene la preparazione alla
celebrazione delle nozze. Costoro ci hanno creduto in anticipo!
Il CD-Rom, una biblioteca digitale…
È stato preso in consegna sin dalla stesura del progetto.
È andato maturando nel tempo accogliendo proposte e suggerimenti
provenienti da più parti.
In particolare, da una battuta-suggerimento raccolta a margine di una
Consulta dell'Ufficio Nazionale per la Liturgia della CEI prende corpo la
possibilità di inserire alcuni filmati dimostrativi di come può essere progettata
la celebrazione. Purtroppo, in considerazione all'attuale maggiore diffusione
dei CD-Rom, per il momento sono state inserite solo alcune proposte. Esse
coprono la limitata capacità di contenuto del disco. Ma in future edizioni,
accogliendo eventualmente anche altri materiali filmici che potranno pervenire
in redazione, sarà certamente possibile utilizzare i DVD ed offrire i filmati in
dimensioni maggiori. Un grazie sentito e anticipato a quanti vorranno
collaborare fornendo proposte significative a livello celebrativo.
Presentazione del CD-Rom
2
Celebrare le nozze cristiane
riflettere progettare celebrare
a cura di
GIANFRANCO VENTURI
Non tutti gli attuali materiali sono a livello professionale, forse si poteva fare
qualcosa di più… Si ricordi che non è stato facile acquisire questi video. Essi
sono comunque proposte esemplificative e dimostrative in ambito di corsi e
attività prematrimoniali a cui ispirarsi anche visivamente per preparare la
celebrazione matrimoniale. Un avvio, dunque, per un futuro promettente.
È doveroso un grazie agli sposi che ci hanno concesso questi video e agli
operatori, professionali o meno, che li hanno resi disponibili. Ci fa piacere
ricordare i nomi, anche perché non tutti compaiono nei video: Alessia ed
Alessandro di Schio, Monica e Stefano, Giuliana e Andrea tutte e due le coppie
sposi a S. Michele delle Badesse (PD), Emanuela e Paolo di Muzzano (BI). È
doveroso ricordare e ringraziare anche Daniela e Giorgio per il rito
dell'incoronazione secondo il rito italo-albanese (Î C35).
Il CD-Rom è «altro» dal volume
Parte da esso, in particolare dalla parola-scheda, ma sviluppa solo la parte
finale «PER SAPERNE DI PIÙ…».
Oggi un elenco bibliografico che si trova solitamente a conclusione di capitoli,
è spesso sterile per la irreperibilità immediata dei testi. Le biblioteche
brulicano di libri impolverati e nuovi. Con i mezzi digitali moderni, potendolo
fare senza con questo danneggiare il lavoro delle persone, il presente CD-Rom
rende disponibile una vasta raccolta di materiali che si trovano disseminati in
produzioni diverse a volte non facilmente raggiungibili e le unifica
sull'argomento per un servizio unico nel suo genere.
Suo fine non è di bruciare la produzione ma farla rivivere e facilitarne
l'accostamento e la diffusione. Sono materiali da non prendere in blocco ma
da digerire, da cui spulciare idee, suggerimenti, indicazioni, metodi di
comunicazione…
Il CD-Rom è nato prima della concretizzazione del progetto. Ma si era in quel
momento a livello personale, meglio amatoriale. Senza pretesa alcuna. Sono
due archivi confluiti a formare quanto hai tra mano con le ovvie difficoltà di
rintracciare autori ed editrici. Poi, al momento della realizzazione, l'editrice
Elledici ha messo a disposizione i suoi materiali. Altre editrici hanno dato la
loro disponibilità di collaborazione, ma sarà per il prossimo futuro quando ci si
accingerà – senza più scadenze e a partire da un dato assodato, il testo
stampato – ad approntare una nuova edizione. Per qualche scheda il «Per
saperne di più…» che ci si troverà davanti a video sarà molto più ampio del
testo stampato. Non si poteva smontare l'impianto. Nello stesso tempo non si
è voluto impoverire il CD-Rom. Ecco la differenza.
Del materiale reperito un po' ovunque e soprattutto nel web in questi anni si è
cercato di offrire sempre tutti i riferimenti possibili e di citarne gli autori. Del
materiale trovato in internet si è tentato di contattare dei referenti, non
Presentazione del CD-Rom
3
Celebrare le nozze cristiane
riflettere progettare celebrare
a cura di
GIANFRANCO VENTURI
sempre con successo. Pertanto, qualora qualche autore riconoscesse proprio
materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul CD-Rom, è
pregato di farlo presente e si provvederà alla precisazione dei dati o
all'eliminazione di detto materiale alla prima ristampa possibile.
Forse c'è un'attesa che non è esaudita: i testi del magistero pontificio e rituali.
Gli impedimenti messi e la tempistica nelle risposte hanno fatto difetto e
impedito l'inserimento avendo l'urgenza d'essere in libreria. Il danno può
essere facilmente superato sia scaricando dal sito www.vatican.va sia
visitando per la parte rituale siti delle diocesi o www.maranatha.it.
Un grazie a tutti, ma anche un'occasione in più per far conoscere, apprezzare
e per far navigare con profitto in quei siti che si dedicano al sacramento del
Matrimonio e alla famiglia. In particolare, un grazie lo riserviamo alle END Équipes Notre-Dame di cui si trova una presentazione nell'introduzione del
volume e del Cd-Rom. Un grazie riconoscente perché attraverso la «Coppia
Responsabile Super Regione Italia», signori Carla e Roberto Vio, ci è stato
indicato e reso disponibile diverso materiale digitale che ora arricchisce il CDRom.
Il CD-Rom, alcuni dati…
Il presente CD-Rom è una miniera di materiali e di soluzioni…
Innanzi tutto ti rende possibile la ricerca sul testo «PDF» del volume
cartaceo. È solo consultabile. Ti permette di muoverti sulla carta con più
celerità e di ritrovare quanto hai dimenticato o cerchi nel poco tempo a tua
disposizione.
La ricerca nel CD-Rom. È preziosa, svelta, comoda, dinamica… È come una
comune ricerca sul web. Semplice e pratica.
In questo modo il tuo lavoro viene semplificato e alleggerito.
Il CD-Rom ti offre:
• 1071 file…
- 609 file in «RTF»,
- 372 file in «PDF»,
- 11 filmati in «MPG» per un totale di 276 MB,
- 3 file «PPS» (PowerPoint) per un totale di 31,4 MB,
- 76 disegni in «JPG» per un totale di 21 MB.
• per circa 500 MB di materiali a tua disposizione…
A tutto ciò sono da aggiungere il volume cartaceo in digitale (1,30 MB) e tutta
la lavorazione grafica e il programma di ricerca testuale nel CD-Rom con il suo
mini-server pronto all'uso senza necessità d'esser installato nel computer
personale.
Presentazione del CD-Rom
4
Celebrare le nozze cristiane
riflettere progettare celebrare
a cura di
GIANFRANCO VENTURI
«Vedere»: una risposta dalla tecnologia…
Un'esigenza molto sentita è poter «vedere» soprattutto – liturgicamente
parlando – come possono essere eseguiti i gesti del rinnovato «Rito del
Matrimonio» (2004); oggi grazie anche ai mezzi che la tecnologia ci mette a
disposizione, è possibile farlo. Si è cercato di poter avere sia delle fotografie
(raccolte per comodità in un file «PDF») sia delle esemplificazioni filmiche
delle celebrazioni (queste sono ridotte secondo la modalità «Media Player» e
solo per quel tratto specifico della celebrazione in cui sono inserite). Per
vedere questi filmati il computer deve essere dotato degli opportuni
programmi.
I testi delle schede sono in formato «RTF» (Rich Text Format) perché è il
formato leggibile dai sistemi operativi, di nuova o di vecchia generazione.
I file allegati possono essere in formato «PDF» (Portable Document Format).
Per accedere a questi file si può scaricare gratuitamente «Adobe Acrobat
Reader» dal sito www.adobe.com/it.
Le immagini in formato «JPG» sono a 150 dpi e in dimensioni da permettere
buone stampe.
I file «PPS» sono visionabili con il programma Microsoft PowerPoint.
I filmati «MPG» (mpeg) sono visibili con gli opportuni visualizzatori di «Media
Player» (ad esempio: VLC media player scaricabile gratuitamente presso:
www.videolan.org). Sono leggeri e quindi di limitate proporzioni ma anche di
minore qualità.
I contenuti sono accessibili con i browser standard e con piattaforma
Macintosh.
Permessi e diritti…
Tutti i materiali sono protetti dal diritto d’autore, e quindi dal copyright
Elledici là dove non è espresso diversamente.
Si possono usare liberamente per realizzare proposte di animazione nella
propria parrocchia, nei diversi gruppi, ma senza fini di lucro.
Non possono essere pubblicati né diffusi senza aver richiesto il consenso
scritto dell’Editrice Elledici che detiene tutti i diritti.
«Non duplicarmi, ma fa' scoprire le mie proprietà agli amici perché possano
anche loro utilizzarmi al meglio… Grazie!».
Marino Gobbin
redazione «liturgia» Elledici
Con la collaborazione delle
Presentazione del CD-Rom
5
ndice tematico
Con la collaborazione delle
pag.
Progetto Matrimonio
Abbreviazioni e bibliografia sull’amore
3
4
INTRODUZIONE
Parole da ritrovare
Il CD-Rom: piccola biblioteca dell’amore
CPM - Famiglia Domani
Incontro Matrimoniale
Retrouvaille:
Il salvagente per matrimoni in difficoltà
Le Équipes Notre Dame.
Un cammino di formazione permanente
per la coppia di oggi
Gianfranco Venturi
Marino Gobbin
Anna e Luigi Ghia
Annamaria e Mario Tenna
7
12
14
17
Annamaria e Mario Tenna
18
Carla e Roberto Vio
20
R RIFLETTERE
pag.
LE PAROLE DELL’INIZIO
R01
R02
R03
R04
R05
R06
Incontrarsi
Vincere la paura
Farsi conoscere
Scoprire di volersi bene
Fidanzarsi
Sentirsi chiamati
CPM - Siena
CPM - Siena
CPM - Siena
CPM - Siena
CPM - Siena
CPM - Siena
23
26
29
32
35
38
Carla e Marco Calderan • CPM - Torino
Silvana e Luca Molinero • CPM - Torino
Giuliana e Giacomo Mussino•CPM-Torino
Rita e Carlo Stroppiana • CPM - Torino
41
44
47
50
LE PAROLE DELL’AMORE
R07
R08
R09
R10
Amarsi
Imparare ad amare
Donarsi
Ascoltare
443
CELEBRARE LE NOZZE CRISTIANE
R RIFLETTERE
R11
R12
R13
R14
R15
R16
R17
Dialogare
Perdonarsi
Pazientare
Correggersi
Educarsi, formarsi
Condividere
Sacrificarsi
pag.
Carla e Teresio Bosco • CPM - Torino
Brunetta e Stefano Zerbini•«Famiglia Domani»
Anna e Carlo Beltramo • CPM - Torino
Giuliana e Giacomo Mussino•CPM - Torino
Elena e Uberto Bianciardi • CPM - Torino
Marinella e Enrico Gualchi • CPM - Torino
Gruppo CPM giovani • Parr. La Pentecoste Torino
53
57
61
64
67
70
73
Annamaria e Franco Quarta•CPM - Genova
Annamaria e Franco Quarta•CPM - Genova
Luigi Ghia • «Famiglia Domani»
Annamaria e Franco Quarta•CPM - Genova
Annamaria e Franco Quarta•CPM - Genova
Annamaria e Franco Quarta•CPM - Genova
76
79
82
86
89
92
LE PAROLE DELLA SCELTA
R18
R19
R20
R21
R22
R23
Mettere su casa
Convivere
Lavorare entrambi
Sposarsi
Sposarsi in comune
Sposarsi in chiesa
LE PAROLE DEL MATRIMONIO
R24 Diventare coppia
R25 Diventare sposo - sposa
R26 Diventare sposo - sposa
(tradizione ebraica)
R27 Unirsi nel Signore (RM 72)
R28 Accogliersi (RM 71)
R29 Promettere (RM 71)
R30 Amarsi (RM 71)
R31 Onorarsi (RM 71)
R32 Essere fedeli (RM 71)
R33 Essere fecondi (RM 68-69)
R34 Essere liberi (RM 69)
R35 Ricevere il sigillo dello Spirito (RM 67)
R36 Sposarsi nel Signore (RM 72)
R37 Sposarsi davanti alla Chiesa (RM 70)
R38 Salvarsi insieme
Carla e Marco Calderan • CPM - Torino
Giovanni Battista Borsato
Elena Lea Bartolini
95
98
103
Giovanni Battista Borsato
Giovanni Battista Borsato
Giovanni Battista Borsato
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
Giovanni Battista Borsato
Giovanni Battista Borsato
Giacomo Garino • IM
Giovanni Battista Borsato
Giovanni Battista Borsato
Luigi Ghia • «Famiglia Domani»
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
Giovanni Battista Borsato
109
112
115
118
121
124
127
130
133
137
140
143
Giovanna e Gino Lorenzon • IM
Giovanna e Gino Lorenzon • IM
Giovanna e Gino Lorenzon • IM
146
149
152
LE PAROLE DELLA FAMIGLIA
R39 Diventare padre
R40 Diventare madre
R41 Diventare genitori
444
I N D I C E T E M AT I C O
R RIFLETTERE
R42
R43
R44
R45
Essere figli
Essere nonni e parenti
Dare la vita
Condividere i beni
pag.
Giovanna e Gino Lorenzon • IM
Giovanna e Gino Lorenzon • IM
Antonietta e Sante Mondardini • IM
Giacomo Garino • IM
155
158
161
164
Gianna e Aldo Sartore • CPM - Genova
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
Gruppo S. Margherita di Marassi • CPM Genova
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
Michele Colella • CPM - Genova
Roberta e Ivo Palaoro
168
171
174
I GESTI DELL’AMORE
R46
R47
R48
R49
Tenersi per mano
Baciarsi
Abbracciarsi
Vivere la tenerezza
R50 Accogliersi nell’amplesso coniugale
R51 Rivelare Dio
R52 Guardarsi
P PROGETTARE
LE PAROLE DEL PROGETTO
P01 Avere dei sogni
P02 Il «nostro» sogno
P03 Avere un progetto
P04 Costruire un amore per sempre
177
181
185
188
pag.
Amata e Tito Dodero • CPM - Genova
Giovanna e Gino Lorenzon • IM
Marina e Riccardo Napoli • CPM - Genova
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
193
196
199
202
Antonietta e Sante Mondardini • IM
Sandra e Andrea Bacchetta • IM
Giovanna e Gino Lorenzon • IM
Guido Tallone
Giacomo Garino • IM
Giacomo Garino • IM
Giacomo Garino • IM
Antonietta e Sante Mondardini • IM
Antonietta e Sante Mondardini • IM
Giacomo Garino • IM
Antonietta e Sante Mondardini • IM
205
209
212
216
220
223
226
230
233
237
241
PROGETTARE LA COPPIA
P05
P06
P07
P08
P09
P10
P11
P12
P13
P14
P15
Fidarsi - affidarsi
Prepararsi al matrimonio
Educarsi ad essere coppia
Educarsi all’ospitalità
Trovare tempo per ascoltare e dialogare
Confrontarsi sui valori
Procreare
Vivere l’imprevedibile
Affrontare la crisi
Pregare insieme
Fare festa insieme
445
CELEBRARE LE NOZZE CRISTIANE
P PROGETTARE
pag.
PROGETTARE LA CELEBRAZIONE
P16
P17
P18
P19
P20
P21
P22
P23
Preparare la celebrazione
Preparare i documenti
Progettare la celebrazione in comune
Progettare la celebrazione in chiesa
Fare gli inviti
Disporre il luogo
Preparare il pranzo o il ricevimento
Progettare la liturgia della Parola.
Mettersi in ascolto del Signore
P24 Cantare e suonare
P25 Preparare il viaggio
Guido Novella
Maurizio Marchis
Guido Tallone
Silvano Sirboni
Danila e Gianluca Battistoni
Silvano Sirboni
Danila e Gianluca Battistoni
244
247
250
253
256
259
262
Gianfranco Venturi
Pierangelo Ruaro
Danila e Gianluca Battistoni
267
274
281
C CELEBRARE
pag.
LE PAROLE DELLA CELEBRAZIONE
C01 Celebrare
C02 Fare festa
C03 Dare tempo
Guido Novella
Guido Novella
Guido Novella
287
291
294
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
297
300
303
306
309
312
316
Gianni Cavagnoli
Gianni Cavagnoli
Gianni Cavagnoli
Gianni Cavagnoli
Gianni Cavagnoli
Gianni Cavagnoli
Gianni Cavagnoli
Gianfranco Venturi
319
322
325
328
331
334
337
340
I MOMENTI DELLA CELEBRAZIONE
C04
C05
C06
C07
C08
C09
C10
Entrare nella celebrazione
Fare memoria del Battesimo
Ascoltare il progetto di Dio sull’amore
Preparare la mensa
Pregare e ringraziare
Fare la comunione
Concludere la celebrazione
I GESTI DELLA CELEBRAZIONE
C11
C12
C13
C14
C15
C16
C17
C18
446
Essere in comunione con i santi - RM 81
Dire il progetto - RM 66-69
Darsi la mano - RM 70-75
Scambiarsi gli anelli - RM 76-77
Accogliere la benedizione - RM 79.85-88
Ricevere il Vangelo (o la Bibbia) - RM 95
Pregare - RM 81 e parte III
Offrire doni simbolici
I N D I C E T E M AT I C O
C CELEBRARE
C19
C20
C21
C22
C23
C24
Firmare i registri - RM 94
Gettare il riso
Fare gli auguri
Fare i regali
Il viaggio di nozze. Simbologia
Fare le foto
pag.
Maurizio Marchis
Danila e Gianluca Battistoni
Danila e Gianluca Battistoni
Danila e Gianluca Battistoni
Danila e Gianluca Battistoni
Danila e Gianluca Battistoni
343
346
349
352
355
358
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
Gianfranco Venturi
361
364
367
370
373
Caterina Arduin
Caterina Arduin
Caterina Arduin
Caterina Arduin
Caterina Arduin
Caterina Arduin
Pietro Sorci
Pietro Sorci
Luigi Ghia • «Famiglia Domani»
Danila e Gianluca Battistoni
Danila e Gianluca Battistoni
Danila e Gianluca Battistoni
376
379
384
387
390
393
396
401
404
407
410
414
Luigi Ghia • «Famiglia Domani»
Stefania e Michele Pasqualetto
417
420
Pietro Sorci
Guido Tallone
Daniele Piazzi
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
Annamaria e Franco Quarta•CPM - Genova
423
426
429
433
436
Gianfranco Venturi
440
GLI ATTORI DELLA CELEBRAZIONE
C25
C26
C27
C28
C29
Gli sposi
I testimoni
Il sacerdote
Gli invitati
La comunità
I SIMBOLI DELLO SPOSALIZIO
C30a I simboli della celebrazione nuziale
C30b L’abito nuziale
C31 Il velo
C32 Gli anelli
C33 Il bouquet
C34 I fiori
C35 L’incoronazione degli sposi - RM 78
C36 La velazione - RM 84
C37 La casa
C38 Il pranzo di nozze
C39 I confetti e le bomboniere
C40 Il viaggio di nozze
LE CELEBRAZIONI
C41 Celebrare il fidanzamento
C42 Celibato e nubilato «Ad-Dio»
C43 La celebrazione del sacramento
della riconciliazione - RM 18
C44 Celebrare il matrimonio in comune
C45 Celebrare in chiesa
C46 Benedire la casa
C47 Benedire la mensa
C48 Celebrare le nozze in una liturgia
della parola - RM 96-146
447
* In alcuni documenti riportati qui di seguito è stato inserito un video in formato
mpeg: in caso di difficoltà per il download, è possibile scaricarli direttamente da
e
questa pagina cliccando con il tasto destro del mouse sull'icona
selezionare "Salva oggetto con nome". Una volta salvato il file sul proprio pc è
sufficiente utilizzare il proprio programma di visualizzazione video.
C
Le parole della celebrazione
File
C01 Celebrare
Guido Novella
© 2007 Editrice Elledici
10093 Leumann (Torino)
Internet: www.elledici.org
E-mail: [email protected]
ISBN 978-88-01-03754-6
C02 Fare festa
Guido Novella
C03 Dare tempo
Guido Novella
C
I momenti della celebrazione
File
C04 Entrare nella celebrazione
Gianfranco Venturi
*
Editrice Velar
Via T. Tasso, 10
24020 Gorle (Bergamo)
Internet: www.velar.it
ISBN 978-88-7135-283-1
Celebrazione (video)
C05 Fare memoria del Battesimo
Gianfranco Venturi
*
Celebrazione (video)
C06 Ascoltare il progetto di Dio sull'amore
Gianfranco Venturi
Presentazione del CD-Rom
C07 Preparare la mensa
Gianfranco Venturi
*
Celebrazione (video)
C08 Pregare e ringraziare
Gianfranco Venturi
*
Celebrazione (video)
C09 Fare la comunione
Gianfranco Venturi
C10 Concludere la celebrazione
Gianfranco Venturi
*
Celebrazione (video)
C
I gesti della celebrazione
C11 Essere in comunione con i santi (RM 81)
Gianni Cavagnoli
*
Edizioni Istituto San Gaetano
Via Mora 57 - 36100 Vicenza
Internet: www.isgedizioni.com
E-mail: [email protected]
ISBN 978-88-7477-134-9
Celebrazione (video)
File
C12 Dire il progetto (RM 66-69)
Gianni Cavagnoli
C13 Darsi la mano (RM 70-75)
Gianni Cavagnoli
*
Celebrazione (video)
C14 Scambiarsi gli anelli (RM 76-77)
Gianni Cavagnoli
*
Celebrazione (video)
C15 Accogliere la benedizione (RM 79.85-88)
Gianni Cavagnoli
*
Celebrazione (video)
C16 Ricevere il Vangelo (o la Bibbia) (RM 95)
Gianni Cavagnoli
*
Celebrazione (video)
C17 Pregare (RM 81 e parte III)
Gianni Cavagnoli
*
Celebrazione (video)
C18 Offrire doni simbolici
Gianfranco Venturi
C19 Firmare i registri (RM 94)
Maurizio Marchis
C20 Gettare il riso
Danila e Gianluca Battistoni
C21 Fare gli auguri
Danila e Gianluca Battistoni
C22 Fare i regali
Danila e Gianluca Battistoni
C23 Il viaggio di nozze. Simbologia
Danila e Gianluca Battistoni
C24 Fare le foto
Danila e Gianluca Battistoni
C
Gli attori della celebrazione
Presentazione del CD-Rom
File
C25 Gli sposi
Gianfranco Venturi
C26 I testimoni
Gianfranco Venturi
C27 Il sacerdote
Gianfranco Venturi
C28 Gli invitati
Gianfranco Venturi
C29 La comunità
Gianfranco Venturi
C
I simboli dello sposalizio
C30a I simboli della celebrazione nuziale
Caterina Arduin
C30b Abito nuziale
Caterina Arduin
C31 Il velo
Caterina Arduin
C32 Anelli
Caterina Arduin
C33 Bouquet
Caterina Arduin
C34 Fiori
Caterina Arduin
C35 L'incoronazione degli sposi (RM 78)
Pietro Sorci
File
C36 La velazione (RM 84)
Pietro Sorci
C37 La casa
Luigi Ghia • Famiglia Domani
C38 Il pranzo di nozze
Danila e Gianluca Battistoni
C39 I confetti e le bomboniere
Danila e Gianluca Battistoni
C40 Viaggio di nozze
Danila e Gianluca Battistoni
C
Le celebrazioni
C41 Celebrare il fidanzamento
Luigi Ghia • Famiglia Domani
File
Presentazione del CD-Rom
C42 Celibato e nubilato «Ad-Dio»
Stefania e Michele Pasqualetto
C43 La celebrazione del sacramento della riconciliazione (RM 18)
Pietro Sorci
C44 Celebrare il matrimonio in Comune
Guido Tallone
C45 Celebrare in chiesa
Daniele Piazzi
C46 Benedire la casa
Gloria e Riccardo Revello • CPM - Genova
C47 Benedire la mensa
Annamaria e Franco Quarta • CPM - Genova
C48 Celebrare le nozze in una liturgia della parola (RM 96-146)
Gianfranco Venturi
Con la collaborazione delle