ANAGOOR vince il premio per l`innovazione teatrale

Commenti

Transcript

ANAGOOR vince il premio per l`innovazione teatrale
COMUNICATO STAMPA
Un ottobre ricco di doni per Anagoor:
un premio per l’innovazione teatrale, una nomination per Socrate il
sopravvissuto come miglior spettacolo dell’anno, l’uscita di un libro sul
lavoro della compagnia.
Mentre debutta venerdì 7 ottobre al CRT Teatro dell’Arte / Triennale di Milano GO.GO.GO
diretto da Alexandr Sokurov per il quale il regista russo, Leone d’Oro alla Mostra del Cinema
di Venezia (Faust, 2011), ha chiamato al suo fianco come assistenti alla regia Simone Derai e
Marco Menegoni, e riprende la tournée di Virgilio Brucia (Potenza 11 ottobre, Piacenza
14 ottobre), Anagoor riceve due importanti comunicazioni: quella del Premio
dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e la nomination di Socrate il
sopravvissuto come miglior spettacolo dell’anno da parte di ReteCritica. Infine nel mese
di ottobre esce la prima pubblicazione sul lavoro della compagnia: Decapitare la
Gorgone di Silvia DeMin, ed. Titivillus, contenente anche una lunga intervista di Paolo
Puppa alla compagnia sulla Bellezza e sul Male.
PREMIO
PER LA SUA “INNOVATIVA RICERCA TEATRALE”
IL GRUPPO VENETO ANAGOOR PREMIATO DALL’ANCT
ASSOCIAZIONE NAZIONALE CRITICI DI TEATRO
Appuntamento sabato 8 ottobre al Teatro “Mandanici”
di Barcellona Pozzo di Gotto
Barcellona Pozzo di Gotto – Sabato 8 ottobre al Teatro “Mandanici” di Barcellona Pozzo di Gotto (ME)
appuntamento con gli annuali Premi della Critica, assegnati dall'ANCT (Associazione Nazionale Critici di
Teatro). Al gruppo veneto “Anagoor” il premio per la sua “innovativa ricerca teatrale”. Oltre al gruppo
veneto Anagoor, premiati anche il CollettivO CineticO per il teatro-danza, l'attrice Orietta Notari per le
sue interpretazioni in "Ivanov" di Cechov con la regia di Filippo Dini e "Gyula - Una piccola storia
d'amore" di Fulvio Pepe, il giovane attore Angelo Di Genio, protagonista di "Geppetto & Geppetto" di
Tindaro Granata, il drammaturgo Rosario Palazzolo, Michele Sinisi, attore e regista di "Miseria e
nobiltà". Premiati anche due spettacoli che hanno segnato la stagione scorsa, la "Fedra" con la regia
di Andrea De Rosa , e "Santa Estasi", kolossal sugli Atridi ideato e diretto da Antonio Latella. Premiati
anche Antonio Calbi, direttore del Teatro di Roma, per il complesso dei progetti presentati nella
stagione appena trascorsa che hanno prodotto un significativo incremento di pubblico, Editoria &
Spettacolo per la sua coraggiosa attività di promozione del teatro in campo editoriale. A questi
riconsocimenti vanno aggiunti il Premio Anct - Hystrio all'attore e regista Oscar De Summa e quello
all'artista visivo Fabrizio Crisafulli cui è andato il Premio Anct - Catarsi - Teatri delle diversità. A Isa
Danieli il premio "Paolo Emilio Poesio”.
NOMINATION
La giuria del Premio Rete Critica, il prestigioso riconoscimento assegnato dai siti e dai blog di
informazione e di critica teatrale, si è riunita domenica 2 ottobre 2016 sulla terrazza della
Basilica Palladiana di Vicenza.
Al termine di una discussione aperta e partecipata, sono state scelte le terne dei finalisti
nelle diverse categorie in cui si articola l’edizione 2016.
Miglior spettacolo / compagnia
Socrate. Il sopravvissuto (Anagoor)
Trilogia della provincia (Oscar De Summa)
ed ex-aequo
Esilio (Piccola Compagnia Dammacco)
Fa’afafine (Giuliano Scarpinato)
PUBBLICAZIONE
DECAPITARE LA GORGONE
Ostensione dell’immagine e della parola nel teatro di Anagoor
Silvia De Min
Edizioni Titivillus
Data di pubblicazione: ottobre 2016
Anagoor nasce come progetto teatrale che porta in scena interrogativi profondi sull’etica
corrente. Lo fa immettendo forme memoriali nel flusso del pensiero contemporaneo; lo fa
interrogando maschere, icone, opere. Questo libro non ripercorre la storia di Anagoor, ma
insegue il filo di un pensiero teatrale che è poetico e politico: le riflessioni, entrando nei lavori
della compagnia, tessono una tela di respiri intrecciati. Questo, infatti, è anche uno studio
sull’“Eneide”: il grande poema di Virgilio – protagonista di uno dei lavori di Anagoor –
suggerisce le questioni che fondano le teorie accolte in questo libro.
La scena contemporanea guarda al classico per interrogare maschere di potere – esibito o
subito – che occultano e che, allo stesso tempo, rivelano. Questo libro è infine una possibilità
di riflessione sul compito accolto dal teatro di Anagoor: mostrare la fragilità degli idoli a cui
ogni uomo aderisce, la fragilità di certezze ritenute inscalfibili. La tradizione e le sue immagini
non sono mai qualcosa di definito o definitivo, imposto o imponibile. Scrutare il divenire del
mondo, anche nelle icone che provengono da un passato lontano, significa sfuggire allo
sguardo pietrificante della Gorgone, decapitandola.
Il saggio è preceduto dall’“Intervista sulla Bellezza e sul Male” condotta alla compagnia da
Paolo PupSOCRATE IL SOPRAVVISSUTO co-produzione | FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESI | CENTRALE
FIES | e in collaborazione con OPERAESTATE FESTIVAL VENETO
Progetto realizzato con il sostegno di
La compagnia Anagoor nasce nel 2000 a Castelfranco Veneto, su iniziativa di Simone Derai e
Paola Dallan, ai quali si aggiungeranno successivamente Marco Menegoni, Moreno Callegari,
Mauro Martinuz, Giulio Favotto e molti altri, facendo dell’esperienza un progetto di
collettività. Nel 2008 la compagnia è finalista al Premio Extra con Jeug.
Nel 2009 con Tempesta riceve una Segnalazione Speciale al Premio Scenario ed è finalista al
Premio Off promosso dal Teatro Stabile del Veneto.
Nel 2010 entra a far parte del progetto Fies Factory di Centrale Fies e del network
internazionale Apap.
Nel 2011 lo spettacolo Fortuny è invitato alla Biennale di Venezia diretta da Alex Rigola.
Contemporaneamente Anagoor avvia una tournée internazionale che la conduce in Inghilterra,
Danimarca, Portogallo e Francia.
Nel 2012 debuttano a MiTo il film-concerto Et manchi pietà sulla vita della pittrice Artemisia
Gentileschi, e lo spettacolo L.I. Lingua Imperii insignito del premio "Jurislav Korenić“ a Simone
Derai come miglior giovane regista per lo spettacolo al GRAND-PRIX del 53mo Festival MESS di
Sarajevo.
Nel 2013 Anagoor riceve il Premio HYSTRIO – Castel dei Mondi e debutta con la prima regia di
un’opera: Il Palazzo di Atlante di Luigi Rossi (1642), libretto di Giulio Rospigliosi, alla 63°
edizione della Sagra Musicale Malatestiana di Rimini.
Nel 2014 al Festival delle Colline Torinesi debutta Virgilio Brucia presentato anche al
Romaeuropa Festival.
Nel 2015 il Napoli Teatro Festival Italia presenta un focus interamente dedicato ad Anagoor
ospitando L.I. Lingua Imperii e Virgilio Brucia. Lingua Imperii è presentato alla Biennale Teatro
di Venezia ed è tra gli spettacoli vincitori del Music Theatre NOW 2015 - Worldwide
Competition for new Opera and Music Theatre. Debutta Santa Impresa, produzione del Teatro
Stabile di Torino | Teatro Nazionale, progetto di Laura Curino e Anagoor con la regia di Simone
Derai.
Nel 2016 Virgilio Brucia è ospitato nella stagione del Piccolo Teatro di Milano - Teatro
d'Europa. Debuttano L’Italiano è ladro / una transizione imperfetta di Pier Paolo Pasolini e
Socrate il sopravvissuto / come le foglie dal romanzo “Il Sopravvissuto” di Antonio Scurati. Nel
2016 Simone Derai è vincitore del Premio Hystrio alla Regia, e Alexandr Sokurov (Leone d’Oro a
Venezia) lo chiama, insieme a Marco Menegoni, per assisterlo alla direzione della sua prima
opera teatrale Go.Go.Go (tratta da Marmi di Iosif Brodskij) allestita per il Teatro Olimpico di
Vicenza.
organizzazione: [email protected] / [email protected] / [email protected]
+39 347 5180387
Anagoor is part of the project Fies Factory

Documenti analoghi