Novità di lunedì 10 febbraio

Commenti

Transcript

Novità di lunedì 10 febbraio
Novità di lunedì 10 febbraio
Bonvicini Caterina. Correva l'anno del nostro amore. - Garzanti, 2014.
Inv. 140086
nar 853.92 BON
Nel giardino di una villa, Olivia e Valerio giocano felici. Sono cresciuti insieme e da sempre sono amici
inseparabili. Eppure provengono da mondi molto diversi: Olivia è l'erede di una ricca famiglia di
costruttori, mentre Valerio è il figlio del giardiniere e della cameriera. Differenze profonde nell'Italia
violenta e instabile degli anni Settanta. Differenze che per due bambini come loro non significano
nulla. È in una sera speciale che, a cinque anni, Olivia e Valerio si danno il primo bacio. Ma dopo poco
sono costretti a darsi anche il primo addio: Valerio si deve trasferire in un'altra città, passando di
schianto dalla collina bolognese alla borgata romana. Da quel momento in poi la vita prova a
separarli. Senza riuscirci: quello che li lega è troppo forte. Ma è un amore difficile da difendere,
soprattutto se si prendono strade che allontanano: Olivia tende a perdersi in vite che non possono
essere la sua e Valerio rinuncia ai suoi ideali per dedicarsi a una carriera che non gli appartiene,
trascinato da un'Italia ormai pienamente berlusconiana. Eppure continuano a inseguirsi, a incrociarsi,
a pensare l'uno all'altro. Perché due persone legate nel profondo, non possono perdersi mai
Brown Teri. La ragazza che leggeva nei cuori / traduzione di Elisabetta De Medio. - Corbaccio, 2014.
Inv. 140085
nar 813.6 BRO
New York, anni Venti, i famosi Roaring Twenties: Anna ha sedici anni e fin da bambina aiuta la
madre, una famosa medium, negli spettacoli. Ma, contrariamente a sua madre che è un'abile
attrice, Anna ha veramente il dono di "sentire" le emozioni altrui e di predire il futuro. E in questo
futuro vede sua madre in pericolo: le sue visioni si fanno sempre più intense e spaventose, al punto
che Anna decide di esplorare fino in fondo questa parte di sé che aveva sempre negato. Così,
quando Cole, un ragazzo misterioso, si trasferisce in un appartamento vicino e introduce Anna a una
società segreta che studia proprio persone come lei, Anna si trova costretta a confrontarsi con il suo
passato e con le certezze della sua vita. Ma Anna è anche una sedicenne come tante altre, con i
suoi istinti ribelli, i suoi capricci e la sua rabbia esplosiva. E, come tutte le ragazze della sua età,
anche lei è alla ricerca dell'amore e dell'affermazione di se stessa. Riusciranno le sue abilità a
districare la rete di intrighi in cui, suo malgrado, è caduta? E, soprattutto, la sua sensibilità sarà in
grado di farle individuare qual è il suo vero destino? Riuscirà Anna l'illusionista, brava a liberarsi da
quasi tutto, a liberarsi dai condizionamenti e a seguire il suo cuore?
Busquets Blanca. L'ultima neve di primavera / trad. dal catalano di Giuseppe Tavani. - Piemme, 2013.
Inv. 140105
nar 863.7 BUS
"Non lasciarti scappare la vita." Tònia non riesce a togliersi dalla testa questa frase, mentre scrive a
lume di candela, terminati i mille lavori di casa. Scrive per confidare ai fogli cosa le è toccato in sorte,
con un marito che - come capita a tutte le ragazze di quel paesino sui monti della Catalogna - non si è
scelta lei, ed è già fortunata se non è violento. Così come è fortunata a saper leggere, per l'epoca e il
luogo in cui vive. Sulla carta libera pensieri cui altrimenti non potrebbe dare voce, emozioni che cerca
di soffocare. Perché è una donna. Lali è nata con un libro sotto il braccio. Divora pagine una dietro
l'altra: porte di mondi magici che le offrono un rifugio dalla realtà, quella in cui Lali, vittima dei dispetti
delle compagne di scuola, si chiude in un mutismo pieno di paura. A distanza di un secolo l'una
dall'altra, Tònia e Lali sono unite da un filo invisibile: ha i colori di un misterioso dipinto che solo loro
sembrano in grado di interpretare, la magia di un fascio di carte messe in salvo da un incendio e poi
svanite chissà dove, la forza di una passione irrefrenabile, per i libri e le parole. E sarà il bisogno di
scrivere, pari solo a quello di respirare, che aiuterà entrambe a trovare il proprio posto nel mondo
Corlazzoli Alex. Tutti in classe : un maestro di scuola racconta. - Einaudi, 2013.
Inv. 140001
nar 853.92 COR
Non conoscono Giovanni Falcone né Paolo Borsellino, e non sanno perché il 25 aprile è festa.
Ignorano chi sia il presidente della Repubblica, anche se la sua foto è appesa in tutte le aule, e sulla
seconda guerra mondiale hanno letto poche righe nei libri di testo, o al massimo visto qualche film.
In compenso sono maghi del computer, amano le storie avventurose e non si stancano mai di
riflettere, ascoltare, sperimentare, dire la loro. Sono i nostri figli. Con una scrittura appassionata e
divertente, Alex Corlazzoli traccia per la prima volta il ritratto di questa generazione. Dalla storia
imparata a ritmo di Gaber alle lezioni di democrazia, uno dei maestri più rivoluzionari d'Italia ci
trascina tra i banchi di scuola, per svelarci cosa sognano e cosa pensano i nostri bambini, cosa
sanno e cosa ignorano del mondo che li circonda. E per farci scoprire che, in fondo, abbiamo
sempre qualche cosa di nuovo da imparare. Anche su di loro.
Di Stefano Paolo. Giallo d'Avola. - Sellerio, 2013.
Inv. 140081
nar 853.914 DIS richiesta di acquisto
Vincitore Premio Viareggio 2013. Avola, 6 ottobre 1954. In una masseria di montagna, ricca di non
pochi terreni e armenti, convivono le famiglie di Salvatore e Paolo Gallo, fratelli. Si odiano
quotidianamente e metodicamente. Liti ripetute che coinvolgono mogli e figli, sedate a fatica dai
vicini, futili motivi di rancore e dispetto. È l'alba di un giorno di lavoro, quando Paolo sparisce:
restano di lui un basco e qualche macchia di sangue sul terreno. L'incriminazione è facile: la galera
pronta per Salvatore e suo figlio Sebastiano, analfabeti e in più confusi. Intervengono a loro difesa
due abilissimi avvocati, i due principi del foro di Siracusa, i quali sanno dare gambe legali alla
spontanea versione difensiva: che Paolo è scomparso volontariamente e la moglie ha inscenato un
omicidio. Si apre così un legal thriller in terra contadina che trova il suo diapason nei processi e si
articola nelle vite quasi ubriacate dalla vicenda (amori e inganni, emigrazioni e ritorni, ribellione e
mansuetudine), in centinaia di indizi raccolti e falsificati da una parte e dall'altra.
Hocking Amanda. Ascend: il regno ritrovato / traduzione di Sabina Terziani. - Fazi, 2013.
Inv. 140101
GA 813.54 HOC richiesta di acquisto
"Ascend" il capitolo conclusivo della saga dei Trylle. Wendy Everly è una ragazza come tante, fino al
giorno in cui le viene svelato che è una principessa troll scambiata alla nascita. Dopo i primi
entusiasmi e la scoperta di amori avvolgenti, Wendy comprende che essere l'erede al trono comporta
anche degli obblighi e fa di tutto per mostrarsi all'altezza. In questo periodo cruciale della sua vita,
impegnata con i preparativi per le nozze con Tove - secondo in linea di successione al trono -, che
sposerà per salvaguardare la pace tra il suo popolo, deve anche vedersela con le trame di palazzo e
con i Vittra, bellicosi come non mai. A destabilizzare un già fragile equilibrio, Loki, un misterioso Vittra
per cui Wendy prova qualcosa di più di una semplice amicizia, si presenta improvvisamente a palazzo
stremato, ridotto così dalla sua gente. Mentre la salute di Elora peggiora avvicinando velocemente il
giorno in cui la ragazza sarà regina dei Trylle, madre e figlia cominciano a conoscersi e a capirsi. Ma
l'irruzione di Oren, il padre di Wendy, nella sala delle feste durante lo sposalizio con Tove equivale a
una dichiarazione di guerra, Wendy si trova di fronte a scelte da cui dipende la sorte del suo popolo
King Stephen. Doctor Sleep / trad. Giovanni Arduino. - Sperling & Kupfer, 2014. ((Il seguito di Shining.
Inv. 140079
nar 813.54 KIN
Perseguitato dalle visioni provocate dallo shining, la luccicanza, il dono maledetto con il quale è nato,
e dai fantasmi dei vecchi ospiti dell'Overlook Hotel dove ha trascorso un terribile inverno da bambino,
Dan ha continuato a vagabondare per decenni. Una disperata vita on the road per liberarsi da
un'eredità paterna fatta di alcolismo, violenza e depressione. Oggi, finalmente, è riuscito a mettere
radici in una piccola città del New Hampshire, dove ha trovato un gruppo di amici in grado di aiutarlo
e un lavoro nell'ospizio in cui quel che resta della sua luccicanza regala agli anziani pazienti
l'indispensabile conforto finale. Aiutato da un gatto capace di prevedere il futuro, Torrance diventa
Doctor Sleep, il Dottor Sonno. Poi Dan incontra l'adolescente Abra Stone, il cui incredibile dono, la
luccicanza più abbagliante di tutti i tempi, riporta in vita i demoni di Dan e lo spinge a ingaggiare una
poderosa battaglia per salvare l'esistenza e l'anima della ragazzina. Sulle superstrade d'America,
infatti, i membri del Vero Nodo viaggiano in cerca di cibo. Hanno un aspetto inoffensivo: non più
giovani, indossano abiti dimessi e sono perennemente in viaggio sui loro camper scassati. Ma come
intuisce Dan Torrance, e come imparerà presto a sue spese la piccola Abra, si tratta in realtà di esseri
quasi immortali che si nutrono proprio del calore dello shining.
La Spina Silvana. La continentale. - Mondadori, 2014.
Inv. 140093
nar 853.914 LAS
La continentale è una donna del Nord, bella come un'attrice del cinematografo, bionda, il cui
promettente futuro si incrina il giorno disgraziato in cui sposa un siciliano. È allora che lascia Padova e
si trasferisce in Sicilia, dove vive per tutta la vita coltivando un'avversione profonda per la terra che
l'ha accolta e per tutti coloro che la abitano. A rievocare quell'ostilità, è la figlia, che si muove tra il
punto di vista consapevole della scrittrice che oggi è diventata e quello disarmante della bambina che è
stata. Una bambina divisa dunque tra Nord e Sud, tra madre e padre. Ma che, a dispetto di tutti i
pregiudizi, vive un'infanzia luminosa, tra cicale ubriache di sole e corse sfrenate, riti arcaici, feste
religiose, dissidi tra il sindaco e il parroco degni di Guareschi. Ma anche un ibrido, un'assurdità, una
sorta di mostro. Silvana La Spina trasporta un tema molto noto e molto sensibile per ogni italiano, il
rapporto Nord-Sud, dal terreno dello scontro tra fazioni a quello intimo della famiglia. Ne deriva una
narrazione scattosa, rapida, paradossale, amara, dolente e divertita. Pazza. Questo libro nel radicale
antimeridionalismo della continentale non si rivela solo una biografia accecata dall'eccesso, ma una
ferita mai cicatrizzata nel tessuto nazionale: l'eterna frattura tra Nord e Sud.
Morazzoni Marta. Il fuoco di Jeanne. - Guanda, 2014.
Inv. 140088
gua FG XIII D 24
Nata a Domremy o a Parigi? Morta sul rogo nel 1431 o nel suo letto nel 1450? Pastora o principessa,
santa o indemoniata? La vicenda di Jeanne d'Arc è un gioco di specchi, in cui ognuno può vedere ciò
che vuole: la guerriera che spezzò l'assedio di Orléans; la contadina inviata da Dio a spianare a Carlo
di Valois la strada verso il trono; la pazza di cui la Chiesa seppe neutralizzare le pericolose visioni; la
martire bruciata dagli inglesi; la bastarda reale manovrata come una pedina dalla corte di Francia
nell'epoca cupa della guerra dei cent'anni. Sono tanti i volti di Jeanne, forse troppi: è per questo che
il tempo ha fatto di lei un archetipo femminile, in bilico tra identità e stereotipi, tra dovere e
passione. Sottraendole, però, la sua umanità e schiacciandola sull'immagine suggestiva ma sterile
dell'eroina che "precedeva le fiamme cavalcando". Sulle tracce di una comprensione non meno epica,
ma più profonda, della vita e della leggenda di Jeanne si pone Marta Morazzoni, con questa vivida
ricostruzione che è anche la storia di una ricerca personale, quasi intima. Dalla corte di Chinon
all'esilio di Jaulny, da una Loira sfolgorante a una tempestosa Rouen, l'autrice e il suo personaggio
sembrano procedere affiancate in una narrazione che unisce il fascino del racconto storico e la
passione dell'indagine, componendo il romanzo moderno di una vicenda senza tempo.
Mughini Giampiero. Una casa romana racconta : libri donne amici perduti, le tracce di una vita /. Bompiani Overlook, 2013.
Inv. 140102
nar 818.914 MUG
Alla vigilia dei sessant'anni Giampiero Mughini comprò la prima casa della sua vita. Nel quartiere romano
di Monteverde, che i romani presero a sventrare a inizio secolo quando stava crescendo vertiginosamente
la popolazione della capitale d'Italia. All'apparenza un quartiere di pace, e invece ogni mattina, quando va
a comprare i giornali, Mughini passa innanzi alla palazzina tuttora intatta di viale Trastevere dove i nazi
azzannarono all'alba del 16 ottobre 1943 una famiglia ebrea di cinque persone, i Sabatello, di cui nessuno
tornò dai lager. Comincia dallo sguardo giornaliero a quella palazzina - e dunque dal racconto minuto per
minuto e casa per casa di quanto accadde ai 1020 ebrei romani deportati ad Auschwitz la saga della
memoria contenuta in questo libro. La memoria di uno che si danna da quanto l'eco dei suoi ricordi s'è
fatta maledettamente sproporzionata rispetto allo sciagurato presente che noi italiani stiamo vivendo, un
presente dove imbecilli e pagliacci di ogni risma la fanno da padroni. E tanto più che la casa di
Monteverde è stata pensata per fare da tempio di quella memoria, le migliaia e migliaia di libri amati e
collezionati che riempiono sette stanze e che raccontano copertina per copertina la storia della cultura
italiana del Novecento...
Oates Joyce Carol. Ragazza nera / ragazza bianca / traduzione di Delfina Vezzoli. - Mondadori, 2014.
Inv. 140094
nar 813.54 OAT
Filadelfia, 1975. In un campus prestigioso e progressista, una ragazza viene trovata morta in
circostanze non troppo chiare. Di Minette Swift si sa che era una studentessa dal carattere deciso,
scostante e facilmente suscettibile. Ma soprattutto era una delle poche ragazze di colore in quella
scuola all'avanguardia. Genna Hewett-Meade era la sua compagna di stanza e, all'opposto, è una
personalità tranquilla, accomodante: una ragazza dell'upper class che tenta in tutti i modi di riparare
agli involontari privilegi che la sua educazione elitaria le ha assicurato. Le due non sono propriamente
amiche, ma in qualche modo dividono una parte delle loro giornate. Così, quando a metà del loro
primo anno Minette diventa improvvisamente il bersaglio di un'ondata di offese e molestie razziste,
Genna sente il dovere di proteggere l'amica, costi quel che costi... Quindici anni dopo, tormentata dal
ricordo di quella morte, Genna proverà a ritornare indietro a quei mesi, alle settimane, fino a
ricostruire le poche ore che hanno preceduto la morte tragica di Minette. Guardando in faccia la
propria identità, chiedendosi quanto le strutture sociali in cui lei stessa era immersa abbiano avuto a
che fare con quella morte. Genna si troverà costretta a rimettere in discussione la sua famiglia, a
cominciare dal padre, un avvocato di spicco nella difesa dei diritti civili.
Osorno Diego Enrique. Z : la guerra dei narcos / trad. di Francesca Bianchi. - LaNuovafrontiera, 2013.
Inv. 140107
nar 363.450 972 OSO
La cocaina e la marijuana per arrivare nei grandi mercati nordamericani devono transitare per il Messico
che, per molti decenni, è stato un tranquillo corridoio. Nel 2006 il neopresidente Calderón ha dichiarato
guerra al narcotraffico trasformando gli stati del nord, confinanti con la frontiera statunitense, in campi
di battaglia: da allora il Paese è diventato uno dei luoghi più insicuri al mondo, con una media di 13.000
omicidi l'anno, e alcune città, come Ciudad Juàrez, ne sono divenute l'emblema. Ma c'è un altro tratto
della frontiera, quella degli stati del Tamaulipas e del Nuevo Leon, in cui questa lotta ha assunto
proporzioni inimmaginabili e dove, per la prima volta, ha fatto la sua apparizione il sanguinario gruppo
degli Zetas. Diego Osorno compie un viaggio per questi luoghi, attraversa città e paesi abbandonati a
loro stessi e raccoglie le testimonianze di chi ha deciso di resistere, tracciando un ritratto unico e
sconvolgente del Messico
Pedullà Walter. Racconta il novecento : modelli e storie della narrativa italiana del 20. secolo. - BUR
Rizzoli, 2013.
Inv. 140106
nar 853.910 9 PED
Walter Pedullà ripercorre le crisi culturali, gli smascheramenti e i cambiamenti radicali che hanno
segnato la nostra storia da D'Annunzio al postmoderno. Analizzando sia le tecniche collettive delle
avanguardie e dei realismi sia le strategie personali di Svevo, Pirandello, Gadda, Palazzeschi, Savinio,
Debenedetti, Fenoglio, Calvino, D'Arrigo e d'altri, l'autore usa anzitutto il fantastico e il comico come
grimaldelli per penetrare nelle ideologie e nelle psicologie degli italiani. Non una ma quattro storie della
narrativa, da altrettanti punti di vista: uno sguardo sulla modernità di cui il Novecento è il canto del
cigno; la descrizione dei modelli inventati o riadattati in un'epoca minacciata dalla ripetizione; i
movimenti e le correnti con cui gli innovatori e gli sperimentalisti si sono contesi il Novecento; e infine
le note in appendice nelle quali si verifica sui testi più memorabili in che modo la letteratura combatte
con la scienza per capire prima e meglio il mondo e la vita. Pedullà narra come lingua e dialetti fanno
crescere la società, come le forme generano i significati che desideriamo, come le trasgressioni
preludono a un nuovo ordine da cui ricominciare l'avventura
Pötzsch Oliver. La figlia del boia / traduzione di Alessandra Petrelli. - [BEAT, 2013
Inv. 140083
nar 833.92 POT richiesta di acquisto
Baviera, 1659. Il destino di Martha Stechlin sembra così segnato. Messa nelle mani del boia di
Schongau perché le sia estorta formale confessione, attende di essere spedita al rogo per il barbaro
omicidio di due bambini. Jakob Kuisl, il boia di Schongau, un gigante alto quasi due metri, la barba
nera e spinosa, le lunghe dita ricurve simili ad artigli, non crede però alla colpevolezza della levatrice.
E con lui non credono che la dolce Martha sia una strega anche sua figlia Magdalena, un’attraente
ragazza dalle labbra carnose, le fossette sulle guance e gli occhi ridenti, e Simon Fronwieser, il figlio
del medico cittadino, un giovane con la chioma fino alle spalle e il pizzetto spuntato sul mento così ben
visto tra il gentil sesso di Schongau.I tre indagano per cercare di ribaltare una sentenza che
sospettano sia stata scritta solo per convenienza politica e, soprattutto, per nascondere una verità
inconfessabile. Una verità che, per Jakob, Simon e Magdalena, può emergere solo nel giro di una
settimana, il tempo che resta prima che il rogo venga approntato. Il romanzo delinea una stupefacente
figura: il boia, un uomo temuto, emarginato e, ad un tempo, un esperto erborista e un illuminato.
Pötzsch Oliver. La figlia del boia e il monaco nero / trad. di Alessandra Petrelli. - Neri Pozza, 2013.
Inv. 140084
nar 833.92 POT
1660, Baviera. Avvolto in uno spesso mantello di lana, Simon Fronwieser, medico di Schongau,
cammina a testa bassa, maledicendo la sua professione. La bufera di neve che ha ricoperto i boschi,
i campi e le strade della cittadina bavarese, non ha dissuaso la perpetua della chiesa di San Lorenzo
dal chiamarlo per una visita a domicilio. Si tratterà della solita indigestione del sacerdote, pensa
Simon battendo i denti. Invece, quando scopre che il curato è morto, a pochi passi dall'abside della
chiesa, dopo essersi rimpinzato di frittelle, non ci pensa su due volte a chiamare l'unico in grado di
aiutarlo: il boia Kuisl. Alto quasi due metri, la barba nera e spinosa, le lunghe dita ricurve simili ad
artigli, il boia di Schongau è ritenuto da tutti un'autorità: non soltanto "come scorticatore" e maestro
di spada, ma anche nella scienza delle erbe medicinali e delle piante velenose. E Kuisl, difatti, non ci
mette molto a capire come è morto il parroco. Ma chi può aver ucciso quel placido e umile servitore
di Dio? Compiute le prime indagini - aiutato dalla figlia Magdalena, dall'amico medico Simon e dalla
sorella del sacerdote defunto, Benedikta - Kuisl scopre che la vittima era sulle tracce di un tesoro
nascosto in Baviera dal Maestro dei templari Friedrich Wildgraf, dopo lo scioglimento dell'ordine...
Styron William. Un letto di tenebre / trad. di Bruno Tasso ; intr. di Gigliola Nocera. - Mondadori, 2013.
Inv. 140089
nar 813.54 STY
Chi è responsabile del suicidio della giovane Peyton Loftis? Suo padre Milton, debole e alcolizzato,
legato a lei da un amore morboso? La madre Helen, incapace di affetto, gelidamente inflessibile e
chiusa nel suo sterile puritanesimo e nei suoi odi meschini? O Peyton stessa, fragile e oppressa da
oscuri sensi di colpa, che si è lasciata avvolgere da una spirale di follia autodistruttiva? Divisi da
un'insanabile discordia, i Loftis sono spinti sull'orlo del baratro, e oltre, dagli stravizi del padre. In
lotta contro se stessi, alla ricerca dell'innocenza perduta, di un qualsiasi spiraglio di autenticità e di
luce, Milton, Helen e Peyton sono al tempo stesso vittime e carnefici della medesima tragedia, la
domestic tragedy dell'uomo moderno che, in una soffocante cittadina del Sud degli Stati Uniti, può
assumere le proporzioni di una catastrofe esistenziale.
Tamaro Susanna. Illmitz. - Bompiani, 2014.
Inv. 140103
nar 853.914 TAM
Un giovane venticinquenne decide di intraprendere un viaggio a Illmitz, città al confine tra Austria e
Ungheria, in cui viveva la sua famiglia prima che i genitori si trasferissero sul Carso. E un viaggio
decisivo, che il protagonista, ora residente a Roma, ha deciso di compiere per fare i conti con se stesso,
con la propria inquietudine, la propria fragilità, e per dare un senso a uno strisciante senso di
inadeguatezza, al mondo e alle persone che lo circondano. Ma sarà, per lui, inevitabilmente, un viaggio
insieme ai fantasmi che si stagliano nella propria memoria: Agnese, sua sorella, morta bambina,
investita mentre attraversava una strada a occhi chiusi per mettere alla prova l'esistenza dell'angelo
custode; il suo amico d'infanzia, Andrea, rimasto nel paese natale, sul Carso, lui sì, in salvo, vicino alle
proprie radici; sua madre. Ma, soprattutto, Illmitz fa emergere il centro di questa inquietudine: Cecilia,
la "fidanzata" del giovane, impiegata a Roma, dotata di una fisicità possente, una sessualità
esuberante. In lei il protagonista si specchia e con lei dovrà fare i conti.
Van Straten Giorgio. Storia d'amore in tempo di guerra. - Mondadori, 2014.
Inv. 140087
nar 853.914 VAN
Il dottor Capecchi, bibliotecario e storico a tempo perso, in cerca di una passione che gli accenda la
vita, si sta dedicando alla stesura della biografia di Antonio Manca, uno dei più importanti politici
italiani della seconda metà del Novecento, un padre della Repubblica. Ormai anziano e accudito da un
infermiere, durante uno degli incontri con il suo aspirante biografo Manca pronuncia il nome di Enrico
Foà, e le antenne del bibliotecario ne captano l'importanza. Chi era Foà? E perché non compare in
nessun libro, in nessun archivio? Grazie a questo nome - e a una visita al Centro di Documentazione
Ebraica Contemporanea di Milano - Capecchi incontra Miriam, ebrea emigrata da decenni in Argentina.
Lei Enrico Foà l'ha conosciuto. Lo ha amato. E lo ha perduto. E se quando si incontrano Miriam non
confessa nulla a Capecchi, sarà proprio la sua voce registrata ad attraversare l'oceano grazie a una
chiavetta usb svelandogli infine il segreto nascosto tra le pieghe del passato, nelle vie operose del
Ghetto di Roma prima del fatidico 16 ottobre 1943, per le strade di quella città che a ogni angolo
offriva a due ragazzi ardenti uno scorcio di speranza. Un amore forte come solo da giovani, e in
guerra, lo si può provare emerge dal buio
Varesi Valerio. Ultime notizie di una fuga. - Frassinelli, 2014. ((La prima inchiesta del commissario
Soneri.
Inv. 140104
nar 853.914 VAR
Rocchetta, inghiottita nel nulla. Unica traccia, un camper abbandonato alla periferia di Milano. Uno dei
figli è un ex tossico, e la polizia comincia a indagare nel mondo della droga. Ma il commissario Franco
Soneri, schivo, taciturno, segnato dalla vita, batte da subito una pista diversa. Chi è il capofamiglia, il
grigio e anonimo ragionier Rocchetta? Si è davvero limitato a contare per anni i soldi del padrone nella
ricca azienda di provincia? E soprattutto: come ha fatto a sparire senza lasciare traccia, insieme alla
moglie e ai due figli? Con uno stile asciutto ed essenziale Varesi ci guida in un labirinto di intrighi, ricatti,
silenzi omertosi, dove i protagonisti tentano di affrancarsi dal grigiore quotidiano per ritrovarsi comunque
in un meccanismo più grande di loro, fino a rimanerne stritolati. Ispirato a un fatto di cronaca, "Ultime
notizie" di una fuga è la ricostruzione di una scomparsa rimasta misteriosa. Ed è anche il primo giallo di
Valerio Varesi, che sancisce la nascita del commissario Soneri, l'inarrestabile indagatore delle verità
nascoste
Wahlöö Per. L'epidemia / traduzione di Renato Zatti. - Einaudi, 2014.
Inv. 140080
nar 839.737 4 WAH
Un intervento chirurgico ha trattenuto Jensen all'estero per ben tre mesi. Ora che potrebbe tornare
a casa, però, glielo impediscono le condizioni sanitarie e politiche dello Stato: si è diffusa
un'epidemia inspiegabile e fatale; dopo aver tentato invano di arginarla, il governo è fuggito. Da un
Paese confinante, alcuni ministri chiedono a Jensen di indagare le cause del contagio, e il
commissario si ritrova a dover affrontare una sorta di apocalisse: la mancanza di cibo, acqua ed
elettricità ha abbrutito la popolazione, i sopravvissuti si barricano in casa, le strade sono pattugliate
da ambulanze a caccia d'infetti. Jensen ha tre giorni per risolvere il caso; tre giorni per capire che il
virus più letale si annida, sempre, nel cuore umano.
Per i ragazzi...
Appelfeld Aharon. Una bambina da un altro mondo / traduzione di Elena Loewenthal ;
illustrazioni di Vali Mintzi. - Guanda, 2014.
Inv. 140111
coll. Rag3 NR / GAB 1
Adam e Thomas hanno nove anni, frequentano la stessa classe. Adam è estroverso e
ottimista, ama la natura e gli animali, ha dentro di sé la saggezza concreta del padre
falegname. Thomas è più insicuro, goffo, ma per la sua età maturo e riflessivo; figlio
di insegnanti, è abituato a farsi molte domande, a chiedersi, per esempio, perché gli
ebrei vengono perseguitati. Il destino li fa incontrare nel bosco dove le loro madri li
hanno portati per metterli in salvo dalla deportazione degli abitanti del ghetto,
promettendo che torneranno a riprenderli. Solo facendosi forza a vicenda Adam e
Thomas potranno affrontare la fame e il freddo dell'inverno, vincere la paura della
guerra, costruirsi un rifugio, tenere viva la speranza. Fino all'incontro con una
bambina molto speciale, che non sembra essere di questo mondo...
Baccalario Pierdomenico. L'ombra di Amadeus / ill. di Matteo Piana. - Piemme, 2013.
Inv. 140112
coll. Rag3 NR / BAC
Un uomo che esce vivo dalla sua tomba, un ragazzino destinato a diventare un grande
compositore, un leggendario generale napoleonico che non si piega al suo Imperatore, un
romanziere dalla fantasia smisurata. Quattro vite immortali legate da un unico misterioso
filo... Quando Wolfgang Amadeus Mozart, braccato dagli spietati membri della Sfinge,
sparisce da Vienna, ha con sé un'unica cosa: un'antica scatola egizia di lacca nera con
sopra un occhio d'avorio intarsiato, conosciuta come lo Scrigno dell'Immortalità. Nell'arco
di un secolo quella stessa scatola passerà dalle mani del Maestro al suo giovane e
promettente allievo di nome Gioacchino Rossini. E attraverso il Diavolo Nero, il soldato
senz'anima mandato sulle loro tracce da Napoleone, arriverà a uno scrittore di talento
capace di trasformare quella storia avvincente in uno dei più grandi romanzi d'avventura
di tutti i tempi: "Il conte di Montecristo".
Tea Stilton. Il segreto delle fate delle nevi. - Piemme, 2013.
Inv. 140113
coll. Rag3 NR / STE 1
Nel meraviglioso mondo delle Fate delle Nevi sono scomparsi i preziosi fiori di
loto! Le Tea Sisters dovranno scoprire che cosa è successo e riportare la pace in
quelle terre incantate. Ma per riuscirci affronteranno un lungo viaggio, in cui
incontreranno fate bellissime e conosceranno creature leggendarie dal passato
misterioso. Un'avventura tra fantasia e realtà! Età di lettura: da 8 anni.
Geronimo Stilton. Occhio alla pelliccia, arriva il grande Bzot! - Piemme, 2013.
Inv. 140114 coll. Rag3 NR / STI
A Pietropolis tutto è pronto per festeggiare il Grande Bzob! O meglio,
quasi tutto: Geronimo deve ancora trovare un dono per suo nipote
Benjamin. La ricerca del regalo perfetto lo porterà ad affrontare i suoi
più terribili nemici, le tigri dai denti a sciabola, e rischerà di finire in
umido con contorno di lenticchie. Ma farà anche inaspettate amicizie.
Perché alla Festa del Grande Bzot sono tutti più buoni, persino i felini!
Kinney Jeff. Diario di una schiappa : guai in arrivo! - Il castoro, 2014.
Inv. 140115 coll. Rag2 NR / KIN
Povero Greg, anche questa volta sono guai, ma guai seri! La scuola ha
organizzato una grande festa, e se non vuole essere tagliato fuori, deve
affrontare un'impresa quasi impossibile. Imparare a ballare? Sì, ma non
solo: Greg deve procurarsi una ragazza. Fra i consigli dello zio Gary, un
radicale cambio di look e una serie di fiaschi colossali, le cose sembrano
mettersi male. Per fortuna che c'è Rowley! Con il suo aiuto, Greg trova il
modo di svoltare la serata, ma... siamo sicuri che non ci siano altri guai in
arrivo?
E infine i …
10.000 a.c. / directed by Roland Emmerich ; written by: Roland Emmerich... [et al.]. - Warner Bros,
c2008. - 1 DVD video (104 min.)
Inv. 140108
dvdA Film 766
Nell'epoca in cui i mammuth scuotevano la terra e gli spiriti mistici guidavano il
destino dell'uomo, il primo eroe deve affrontare un viaggio pericoloso per liberare la
donna che ama e per compiere il suo destino. Battendosi contro una tigre dai denti a
sciabola e contro altri predatori preistorici, attraverserà terre sconosciute, formerà un
esercito e scoprirà una grande civiltà perduta. Lì condurrà la lotta per la liberazione
della sua donna e diventerà il campione di un'epoca dalla quale la leggenda ha avuto
inizio.
John Rambo / regia di Sylvester Stallone ; musiche Brian Tyler ; scritto da Sylvester Stallone. - Mondo
home entertainment [distributore], [2008?]. - 1 DVD video (circa 87 min)
Inv. 140071
dvdA Film 762
Nel nuovo capitolo della saga, John Rambo è ingaggiato da un gruppo di missionari
cristiani per far loro da scorta in una difficile e rischiosa missione umanitaria:
portare aiuto ad una popolazione birmana, da lunghi anni oppressa dal regime di
Rangoon. Nel corso del viaggio alcuni dei missionari vengono catturati dall'esercito e
Rambo si troverà con un compito ai limiti dell'impossibile: reclutare sul posto un
drappello di mercenari per salvare le loro vite.
Melancholia / un film di Lars von Trier ; direttore della fotografia Manuel Alberto Claro. - BIM : Rai
Cinema : 01 Distribution, ©2012. - 1 DVD video (130 min.)
Inv. 140110
dvdA Film 767
Justine dovrebbe essere felice. Ha appena sposato Michael, il ricevimento è alle porte.
Eppure una strana depressione sembra prendere il sopravvento. E mentre gli invitati
sono pronti a festeggiare, il pianeta Melancholia si avvicina pericolosamente alla Terra,
minacciando una catastrofe.

Documenti analoghi