Il G1 arriva in Italia

Commenti

Transcript

Il G1 arriva in Italia
CONFRONTO:
le migliori tariffe web per il
vostro Android
TESLA MOTORS &
GOOGLE
la prima auto con android?
APPLICAZIONI:
modifica le tue foto con
PicSay
MOST WANTED
gli SmartPhone Android
più attesi
Il G1 arriva
in Italia
RECENSIONE DELL'HTC DREAM
AndroidWorld Magazine
L'Italia sta per essere invasa da androidi. Noi siamo pronti.
Il nostro progetto è giovane, ma ha delle basi molto solide, e cosa più
importante, tantissima voglia di fare da parte di chi ci lavora.
DIRETTORE EDITORIALE
Emanuele Cisotti
PROGETTO GRAFICO
Sara Burresi
RINGRAZIAMENTI
Carmine Cirillo
Keisuke85
Master4user
Diego di Tecnophone.it
Andrea di Androidiani.com
AleXit
Siamo partiti da poco con il nostro sito (www.androidworld.it se non si
fosse capito), e adesso partiamo anche con un magazine virtuale, per
poter dare anche a chi ha meno tempo a disposizione il modo per
informarsi su tutto ciò che accade intorno a questo nuovo sistema
operativo.
Android è solo l'ultimo nato nel mondo dei sistemi operativi per cellulari
e smartphone, un mondo che poteva apparire già saturo e poco
disponibile ad accogliere rivoluzioni di qualunque tipo.
Google è stata invece capace (in poco tempo) di farsi spazio e di creare
come suo solito un grandissimo interesse intorno al suo prodotto. Oltre a
gruppi di smanettoni e geek di vario tipo, anche le aziende si sono subito
molto interessate alla possibilità di utilizzare un sistema operativo
gratuito e molto adattabile a tutte le più diverse esigenze.
L'Open Handset Alliance, sviluppatrice di Android, annovera tra le sue
fila nomi imponenti: Vodafone, Telecom Italia, Intel, Nvidia, Asus, HTC,
LG, Motorola, Samsung, Sony Ericsson, Garmin, Toshiba, eBay e
ovviamente Google. Questi sono solo alcuni delle tantissime aziende che
hanno visto in Android una fonte di innovazione e guadagno.
Ci prepariamo ad anni molto “caldi” per la telefonia mobile. E noi
saremo qua per raccontarveli.
Questo magazine virtuale non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica regolare, non può quindi essere considerato “periodico” ai sensi della
legge 62/2001. L’aggiornamento avviene secondo disponibilità e necessità, non quantificabili temporalmente e non scadenzabili.
Le immagini e i testi presenti negli articoli sono stati realizzati in proprio oppure sono state prelevati da siti web che non riportavano alcuna nota relativa all’eventuale esistenza
di copyright o altri diritti. Qualora, involontariamente, avessimo violato diritti d’autore rimuoveremo immediatamente il materiale su semplice segnalazione degli interessati
all’indirizzo email della Redazione. [email protected]
2
AndroidWorld.it
index
pag. 4
pag. 11
android news
carriers
NOVITA'
DALL'UNIVER TARIFFE
SO ANDROID WEB A
CONFRONTO
pag. 6
pag. 12
focus on
UNA
SCOMMESSA
CHIAMATA
ANDROID
pag. 8
howto
CONTATTI
DA
BLACKBERR
Y A ANDROID
pag. 13
review
HTC G1
DREAM
pag. 10
applications
STEEL /
PICSAY
answers
DOMANDE E
RISPOSTE
DAGLI
UTENTI
AndroidWorld.it
3
android news
LE AUTO TESLA MOTORS CON
ANDROID
MULTITOUCH SU ANDROID
http://www.androidworld.it/2009/04/12/videodimostr
IN ARRIVO
ANDROID
http://www.androidworld.it/2009/04/13/le-auto-tesla-
azione-del-multitouch-su-android/
http://www.androidworld.it/2009/04/12/in-arrivo-htc-
motors-con-android/
I ragazzi della Elan Microelectronics
hanno creato un video con una
piccola
dimostrazione
delle
potenzialità multitouch su Android.
Forse
saprete
che
alcune
applicazioni già sfruttano il multitouch
(es. il browser del firmware JFv1.43),
e molti forse si saranno anche
domandati il perchè questo non sia
implementato di default in Android.
Multitouch significherebbe avere
molte comodità nell’utilizzo di visione
foto, web e per applicazioni di vario
tipo. L’unico problema a questo
punto rimane soltanto il brevetto di
Apple sul multitouch.
fiesta-con-android/
Se pensate che Android nei portatili
potrebbe essere una mossa troppo
azzardata,
potreste
rimanere
sconvolti dall’idea di avere Android in
auto.
E’ quello che però potrebbe
accadere, nel nuovo modello (Model
S) della casa Tesla Motors. E non ci
sarebbe da stupirsi. L’azienda infatti
produce solo veicoli elettrici (questo
sarebbe il secondo modello), ed è
anche stata finanziata da Google
stessa. Tutto sembrerebbe quadrare,
un’auto
sportiva
che
rispetti
l’ambiente potrebbe verosimilmente
anche
montare
un
software
OpenSource nel suo computer di
bordo.
Senza
contare
che
Android,
ovviamente, controllerebbe sia un
eventuale telefono di bordo che il
navigatore, basato su Google Maps,
con tanto di street view, punti di
interesse, Google Latitude, e bla bla
bla…
Il solo pensiero di cosa potrebbe fare
un sistema del genere puo’ causare
le vertigini.
Le voci poi parlano di uno schermo
da 17″ integrato, che renderebbe il
tutto decisamente “lussurioso”.
Non ci resta che aspettare, e se
proprio non potete resistere potete
sempre comprare una Fiat 500 con
Windows… si si, è proprio la stessa
cosa.
4
AndroidWorld.it
HTC-FIESTA
CON
Il sito bluetooth.org si fa sfuggire il
nome di un terminale HTC che
monterà l’OS Android.
Il telefono si chiama HTC Fiesta, che
però non sappiamo se questo sia il
nome in codice o il nome reale
(come accade HTC Sapphire e HTC
Magic).
Non abbiamo nessun dato su questo
telefono, se non che verrà venduto in
Asia, in Europa e nel nord America.
LENOVO OPHONE CON ANDROID
http://www.androidworld.it/2009/04/09/lenovoophone-con-android-in-un-video/
Per quanto trovi assolutamente
insensato brevettare una tecnologia
del genere, per ora dovremmo
attenerci
a
questa
“dittatura”.
Sperando di vedere presto questo
tipo di applicazione anche sui nostri
terminali Android.
E’ stato ripreso in un video un
prototipo di smartphone con Android
di Lenovo. Il telefono si chiama
OPhone.
Si nota come l’interfaccia non
assomigli a quella che conosciamo
noi di Android su HTC. Purtroppo
notiamo anche come le icone siano
HOT & COLD DI MAGGIO
HTC
TIM
Tanti nuovi modelli in arrivo.
HTC Magic, HTC Fiesta, HTC
Hero...
Fiasco iniziale di TIM con il
suo firmware castrato che ha
montato sull'HTC Dream
una spudorata
quelle Apple.
scopiazzatura
di
Le funzioni base dell’OS si possono
ben riconoscere: browser, area di
notifica, ecc…
Vediamo
però
che
il
resto
dell’interfaccia è creata su un cubo
ruotante. Notiamo poi la possibilità di
aggiungere widget ai nostri schermi
(cosa già presente in Android, ma
non nell’iPhone, a cui questo
telefono si ispira).
Presente anche la scrittura a mano,
cosa però molto più scontata visto
che il prototipo è giapponese.
Tantissime le applicazioni installate,
tutte modificate esteticamente per
potersi adattare al meglio a questo
Android di Lenovo.
Le applicazioni già installate sono
tante. Troviamo il registratore vocale,
il file manager e anche un
programma di Borsa, molto simile a
quello di Apple.
Trovo che la bellezza di questo video
sia nell’adattabilità enorme di questo
sistema operativo, tanto da poter
sembrarne uno nuovo ogni volta.
Caratteristica questa che di sicuro
non hanno iPhone, Symbian e WM.
dare al nostrano Vodafone HTC
Magic.
L’azienda sta conducendo una
ricerca di mercato per “testare” alcuni
nomi. Le possibilità sono davvero
oscene:
- G3
- myTouch 3G with Google
- Genius 3G with Google
con Android.
Non stiamo però parlando dei “soliti”
smartphone, ma di un mini-tablet
(per esempio 7″) e un telefono fisso.
Android quindi si ricava una nicchia
interessante nel campo dei dispositivi
internet per la casa. Anche Telecom
si era avventurata in questa
direzione ma senza successo.
L’OS di Google però potrebbe fare la
differenza. Un applauso a T-Mobile
per il coraggio
MOST WANTED
I terminali Android più attesi
- Prism 3G with Google
Gli ultimi 3 sono decisamente poco
personali. myTouch sembra un
cellulare da adolescenti, Prism
ricorda troppo Diamond, e Genius…
non dice nulla.
La cosa che stupisce è: HTC G3?
Non abbiamo parlato fin’ora di HTC
G2?
Il
motivo
potrebbe
essere
semplicemente un gioco di parole
con 3G, ovvero UMTS. Ma se così
non fosse, che fine ha fatto l’HTC
G2?
PRESTO UN TABLET E UN
TELEFONO FISSO CON ANDROID
http://www.androidworld.it/2009/04/06/presto-untablet-e-un-telefono-fisso-con-android/
Il New York Times, ha rivelato una
delle novità dei futuri piani di TMobile. L’azienda pare in procinto di
commercializzare due nuovi prodotti
1
HTC Magic
2
Sony Ericcson CS8
3
Lenovo Ophone
4
Huawei (?)
5
TMOBILE CERCA UN NOME PER
HTC-DREAM
http://www.androidworld.it/2009/04/08/t-mobilecerca-un-nome-per-lhtc-magic/
A quanto pare T-Mobile non è
assolutamente certa del nome dal
Amico Brava
AndroidWorld.it
5
focus on
UNA SCOMMESSA
CHIAMATA ANDROID
Android, delizia per gli smanettoni ma forse
ancora poco alla mano per gli utenti che vogliono
un
terminale
semplice
da
utilizzare
e
completamente
pronto
all’uso
una
volta
spacchettato.
Lo stesso Andy Rubin, direttore per le piattaforme
mobili di Google, ha ammesso che l’uscita di
Android è stata forse troppo frettolosa, ed è stato
6
AndroidWorld.it
messo sul mercato un prodotto non da
considerarsi già una release candidate ma
ancora una beta.
Adesso, dopo diversi mesi dall’uscita possiamo
affermare che lo sviluppo di Android è andato
avanti per la sua strada fino ad arrivare a versioni
considerabili ormai delle vere e proprie finale
release.
Condiderato questo però dobbiamo dire che
Google non può fermarsi, ogni mese i più grandi
produttori di dispositivi mobili, nokia e apple,
sfornano innovazioni e miglioramenti per i
rispettivi sistemi operativi, symbian e l’iPhone’s
osx.
Google ha puntato e sta puntando molto sulla
connettività e sull’integrazione di maggior parte
dei suoi servizi con la piattaforma Android
trasformando il per ora unico terminale in
commercio, l’HTC G1 Dream, in un prodotto atto
a ritagliarsi una fetta di mercato forse troppo
piccola per le potenzialità che può offrire,
andando a incontrare il consenso quasi
esclusivamente dei Google-Fans.
La piattaforma in quanto open source ha le
potenzialità per poter fare praticamente qualsiasi
cosa
la
fervida
immaginazione
di
un
programmatore può concepire.
Questo da la possibilità anche alle case
produttrici di poter modellare il sistema operativo
in base alle loro esigenze e non dover
adattare/sottolimitare i propri dispositivi a causa di
paletti imposti dal sistema operativo chiuso e non
editabile.
All’orizzonte vediamo un futuro roseo per il
neonato Android, e vediamo anche decine di
dispositivi pronti a far capolino con il nostro amato
sistema a bordo.
Ma Google non sembra volersi fermare al
mercato dei mobile devices, si prevedono l’uscita
di notebook, tablet, telefoni casalinghi motorizzati
Android.
Ma forse il problema principale che affligge
Android, come preannunciato nell’apertura
dell’articolo è quella mancanza di funzioni
principali che oramai troviamo anche in
dispositivo di fascia bassa e che l’utente è
abituato a ritrovarsi su un cellulare/palmare,
soprattutto se deve spendere cifre che si
aggirano tra i 300 ed i 400 euro.
La mancanza di un software per la fotocamera
degno di questo nome, con la possiblità di
registrazione video, un software di navigazione
satellitare completo e non google maps che in
situazioni di navigazione non è la cosa più
comoda del mondo da usare. Un riproduttore
video, per la visualizzazione di formati mp4, avi,
wmv, ecc, un semplicissimo noterai per la
registrazioni di note veloci.
Una sveglia che ci dia la possibilità di non dover
tenere il cellulare acceso anche di notte visto che
se no a cellulare spento non parte.
In conclusione Il Grande G. deve prendere un po’
di spunto dagli altri produttori per poter creare un
sistema già pronto all’uso sotto tutti gli aspetti e
che non porti l’utente più neofita a scoraggarsi e
pensare addirittura di voler buttare il piccolo
Android fuori da una finestra.
Creare un qualcosa di user-Friendly per poter far
avvicinare un bacino d’utenza sempre più ampio
a questo mondo.
Questa visione futura vedrebbe una connettività
totale dei dispositivi ai nostri account Google e
uno scambio di informazioni colossali.
AndroidWorld.it
7
review
HTC G1 Dream
L'HTC Dream che ci apprestiamo a recensire è,
al momento, l'unico punto di riferimento del
mondo Android, ed è stato analizzato in modo
molto completo per quanto riguarda il suo lato
software.
La TRACKBALL funziona egregiamente, ed ha
un ottima sensibilità, utile specialmente nei
menu testuali.
Come tutti i telefoni però, quello che
effettivamente distingue un modello vincente da
uno destinato al baratro è la componente
hardware, ovvero il telefono stesso.
Abbiamo provato sia la versione nostrana che
quella USA, e possiamo quindi fare una
recensione totalitaria sul telefono.
Partiamo
dal
DISPLAY,
molto luminoso, tanto da
bastare poco più di metà
della sua luminosità per
non avere problemi di
visibilità anche al sole
diretto.
I TASTI FUNZIONE si
premono bene in entrambe
le versioni (con una leggera
comodità
in
più
nella
versione italiana, avendo i tasti in rilievo), un po'
più difficile è invece premere il tasto Menu, un
po'
troppo
incassato
per
la
funzione
fondamentale che a volte ha in alcuni momenti.
8
AndroidWorld.it
La TASTIERA INTERNA, è disposta su ben 5
file, rendendo facile la digitazione, nonostante la
forma la parte sporgente del telefono non
ostacola particolarmente la scrittura. Non si
rischia di non premere i tasti, ma l'unico vero
ostacolo è la retroilluminazione dei tasti sempre
attiva, che
rende
impossibile
leggere
i
caratteri a
luce
diretta.
Meglio averli imparati a memoria (cosa
comunque semplice, a parte alcuni tasti
funzione).
Il MECCANISMO DI SLIDE è molto solido, e
aprire con una piccola spinta lo sportello è
sempre una grande soddisfazione. L'unico
segno di incertezza lo da soltanto a schermo
chiuso, quando si preme il touchscreen nella
parte destra inferiore, dove fa un po' di gioco.
Niente di fastidioso, ma di sicuro potrebbe
accentuarsi con il tempo.
Sul retro è posto lo SPEAKER MONO e la
FOTOCAMERA. Entrambi sono punti deboli del
telefono. La fotocamera è a rischio graffi (anche
se la plastichina faticherà a staccarsi), e lo
speaker ha un volume decisamente sotto la
(consigliamo la lettura del post a riguardo, sul
blog) e la BATTERIA da 1150mAh che assicura
un'autonomia appena sufficiente per quello che
è il telefono. Buona la RICEZIONE del segnale
telefonico. Il PESO è un po' eccessivo, ma non
troppo da essere un problema.
La CONFEZIONE è un po' scarna, ma oltre ai
soliti manuali, cavo USB, auricolare stereo e
caricabatteria, ci omaggia di una custodia in
tessuto sintetico che assicura una buona
protezione e anche una buona pulizia del display.
ESTETICA e
MATERIALI
PRATICITA' e
MANEGEVOLEZZA
CARATTERISTICHE
TECNICHE
AUTONOMIA
media. Per chi viene da un telefono Nokia (o
qualsiasi altro direi), tenendo il telefono in una
custodia rischia di non sentire la suoneria
(specialmente in auto, o in situazioni di rumore).
E' infelice anche la scelta della posizione dello
speaker, che appoggiato su un tavolo attutisce
QUALITA' /
PREZZO
GIUDIZIO
COMPLESSIVO
7
7
7
5
6
6,4
tantissimo il volume. L'ERGONOMIA generale
del telefono è molto buona, e la forma a
“banana” non si fa notare. Tutta la parte frontale
è di plastica rigida di buona qualità, mentre la
scocca anteriore è leggermente gommata, che
puo' rivelarsi un po' scomodo con le mani
sudate, ma assicura un'ottima presa. Altre
componenti hardware degne di nota sono:
l'antenna WIFI di buon tipo, ma non all'altezza di
un iPhone, l'antenna GPS di ottima fattura
AndroidWorld.it
9
applications & games
STEEL
http://www.androidworld.it/2009/04/09/steel-un-ottimo-browser-alternativo-per-android/
Se il browser Chrome Lite presente su Android vi va un po’ stretto potreste provare Steel.
Probabilmente il browser di serie, non vi andrà mai stretto, ma Steel vale davvero una prova.
L’interfaccia è semplice: la pagina è caricata a tutta pagina, tutte le opzioni si raggiungono
premendo il quarto di cerchio in basso a destra. E’ allora possibile scrivere l’indirizzo del sito,
salvare nei preferiti, navigare i preferiti o le pagine aperte.
Grandissimo punto a suo favore è: la tastiera virtuale.
Ottima in attesa di Cupcake. Per il resto risulta molto innovativa la funzione di zoom. Premendo
sulla pagina si apre un popup che permette di zoomare, copiare e incollare il testo. Scorrendo il
dito sulla funzione scelta (senza staccarlo) si puo’ quindi ingrandire la pagina con comodità.
Nome: Steel
Prezzo: Gratis
Fonte: Market
Categoria: Browser
http://www.androidworld.it/2009/03/31/picsay-modificare-in-tutti-i-modi-le-proprie-foto-su-android/
PICSAY
Se cercavate una applicazione per modificare le foto scattate con il vostro terminale Android
(magari l’HTC G1 Dream), PicSay è quello che cercavate. L’applicazione è gratis e offre
veramente tantissime opzioni.
All’apertura vi farà scegliere una foto da modificare, e poi vi chiederà a quale qualità lavorare
sulla foto.
Ci troviamo poi di fronte a alcune possibilità: aggiungere un fumetto, aggiungere scritte,
aggiungere disegni/forme/simboli, modificare con degli effetti, esportare la foto o trasformarla.
Ognuna di queste opzioni offre veramente una moltitudine di possibilità, permettendo di editare,
forme colori, caratteri di quasliasi cosa vogliate aggiungere. E’ poi possibile applicare degli
effetti, sia alla foto che a forme che avete aggiunto voi successivamente. Potete poi salvare la
foto su microSD, oppure inviarla per mail o per MMS.
Possiamo infine aggiungere direttamente le foto a un contatto oppure impostarla come sfondo.
Per rendervi conto delle potenzialità di questo programma guardate le immagini.
Nome: PicSay
Prezzo: Gratis
Fonte: Market
Categoria: Editing foto
10
AndroidWorld.it
carriers
TARIFFE WEB A
CONFRONTO
Visto che Android sta arrivando in tutte le nostre case abbiamo pensato di fare una
comparazione fra le offerte disponibili per Internet Mobile.
Alcune considerazioni sono d'obbligo. Prima fra tutte è che se si ha un cellulare Android, si deve
anche (quasi) obbligatoriamente avere anche un’offerta dati, in quanto il telefono sarà connesso
Always On (“sempre” in parole povere). Un'altra considerazione importante è che TIM e
Vodafone hanno dei piani dedicati ad Android, in quanto vendono già di loro dispositivi Android
(Vodafone lo farà a breve). I piani “non dedicati” di TIM e Vodafone sono (come forse risaputo)
decisamente non all'altezza.
Operatore Nome offerta
Dedicata
Costo / mese MB / Giorno
Tim
Maxxi Dream 10
Si
12€
50MB
Tim
Maxxi Dream Daily
Si
30€
30MB
Vodafone
Mobile Internet
Si
12€
71MB
Wind
Mega 1500
No
8€
16MB
Wind
Mega No Limits
No
20€
83MB
3
Naviga 3
No
12€
100MB
3
Naviga 3
No
9€
50MB
Da questa tabella paiono chiare alcune cose:
- TIM e Vodafone offrono tariffe mediamente convenienti.
- Wind non offre una tariffa equilibrata per un dispositivo come Android
- 3 offre in assoluto le offerte migliori.
Detto questo c'è da notare che offerte non dedicate all'HTC, non pregiudicano il funzionamento
fuori da questo dispositivo e ANZI possono funzionare anche su dispositivi non HTC. Questo
invece non vale per le offerte dedicate.
Invitiamo tutti a iscrivervi al nostro forum per qualsiasi domanda inerente a questi piani, sempre
in continua evoluzione.
AndroidWorld.it
11
howto
contatti: da Blackberry ad
Android
Uno dei vantaggi del Dream con Google è che i
contatti sono sincronizzati senzza problemi fra il
Dream e il suo account Gmail associato.
Questo significa che i contatti sono disponibili sia
sul cellulare che virtualmente su ogni computer
connesso a internet.
Questo puo’ porre il problema di cambiare cellulare,
da un Blackberry a un HTC Dream.
Una delle soluzioni sarebbe quella di utilizzare una
delle utility di sincronizzazione disponibili, come
gSyncit o GoodSync.
Ma se si vuole invece un metodo semplice per
migrare definitivamente da Outlook a GMail, eccolo
qua:
1. ESPORTARE UN FILE .CSV
DA OUTLOOK
1.Fate click sul tab Contatti in
Outlook.
2.Andate nel menù Importa e
Esporta sotto il menù File
3.Fate click su Outlook…
4.Selezionate Esporta in un file
nella finestra che si è aperta
5.Fate click su Avanti
6.Fate
attenzione
che
sia
selezionata la voce “Valori
separati da virgola (DOS)”
7.Fate click su Avanti
8.Fate attenzione che “Contatti”
sia selezionato nella vista ad
albero
9.Fate click su Avanti
10.Scegliete dove salvare il
vostro file .csv
11.Fate click su Avanti
12.Fate click su Finito per
esportare il file .csv
2. DECIDERE SE
CANCELLARE I CONTATTI DI
GMAIL
Una volta che avete il file .csv,
12
AndroidWorld.it
dovete decidere se cancellare o
no i contatti di GMail.
Una considerazione è il numero
di contatti che già avete su GMail.
Un’altra è la quantità di duplicati
fra GMail e Outlook. Se sei un
nuovo
utente
di
GMail,
probabilmente non avrai molti
contatti, quindi puoi saltare
queste considerazioni.
Non c’è un modo semplice di
rispondere a questa domanda.
Se fai un uso intenso dei contatti
in entrambi i sistemi, importare i
contatti da Outlook, farà si che ti
ritroverai con molti contatti. Se
non t’interessa perdere i contatti
di GMail, puoi cancellare tutti i
contatti da GMail prima di
importare quelli di Outlook.
Questo funziona bene se Outlook
era il tuo contenitore principale di
contatti.
Se vuoi cancellare tutti i contatti
da GMail segui queste operazioni
priam di importare i contatti di
Outlook:
1.Fai click su Contatti sul lato
destro di GMail
2.GMail non ti permetterà di
cancellare più di 500 contatti alla
volta; se ne hai molti di più, fai
click sul primo contatto e poi
scrolla giù di un po’, se fai shiftclick su un contatto. Il numero di
contatti selezionati e mostrato sul
pannello a sinistra.
3.Per eliminare contatti fai click
su “Elimina Contatti”
4.Ripeti finchè non saranno stati
tutti eliminati
3. IMPORTARE IL FILE .CSV IN
GMAIL
1.Fai click sul pannello Contatti
sul lato destro di GMail
2.Fai click su Importa nella parte
alta a sinistra del pannello dei
contatti
3.Seleziona il file .csv esportato in
precedenza
4.Fai click su importa.
A questo punto dovreste avere
tutta la vostra rubrica in GMail
answers
* Volevo sapere da
qualche altro utilizzatore di
HTC G1, se sono l'unico ad
avere problemi di invio SMS
in caso di scarso segnale.
* Ciao, il problema è noto,
riguarda alcuni firmware
moddati. Abbiamo risolto il
problema installando il
firmware JFv1.43 (che però
ha il layout tastiera USA).
* Qualcuno sa qualcosa di
una sveglia che funziona
anche a telefono spento?
* Attualmente non esistono
applicazioni che permettano
di attivare la sveglia anche a
cellulare spento, l'unica
soluzione è mettere il
cellulare in fly-mode in modo
che la parte "telefonica" sia
disattivata ma il terminale
ancora acceso.
* Ciao, ma il cellulare deve
essere sempre connesso,
cioè tutte le attività che fa
sono connesse ad internet?
Quindi c'è per forza bisogno
di una connettività
GPRS/UMTS sempre attiva?
* Il cellulare di suo sta
sempre connesso, in quanto
il 90% delle sue applicazioni
richiede internet. Non è
possibile disabilitare la rete,
senza disabilitare anche la
parte telefonica. Quindi sì, è
necessaria la connessione
sempre attiva. se uno vuole
farne a meno l'applicazione
giusta si chiama APNdroid,
che in pratica modifica per te
l'APN ogni volta che vuoi con
un semplice tocco.
* Mettendo caso di potersi
collegare ad internet sia con
una normale Sim che con un
collegamento a una rete wi-fi,
un terminale Android con tutti
i suoi programmi dà la priorità
di connessione alla rete wi-fi,
sfruttando cioè il
collegamento wireless
sempre per primo ove
presente?
* Il telefono se trova una
rete WiFi si connette
automaticamente a quella se
è già stata configurata dal
gestore reti WiFi, altrimenti
alla connessione
GPRS/UMTS. Quindi si, da
priorità alla WiFi.
* Ciao, come faccio ad
attivare la tastiera virtuale sul
mio HTC G1? Per scrivere i
messaggi devo per forza
aprire la tastiera fisica?
* Per ora non esiste una
tastiera viruale implementata
nel sistema operativo,
bisognerà aspettare la
versione Cupcake 1.5 che
sarà fornita anche di una
tastiera virtuale per quando il
cellulare è in modalità
portrait. Per ora ci sono
applicazioni come
ChompSMS che abilitano una
tastiera virtuale per poter
mandare i messaggi anche a
tastiera fisica chiusa
* Ho appena comprato un
HTC G1, ma non capisco
come fare per chiudere le
applicazioni che mi
rimangono aperte in
background e che non voglio
più usare.
* E' tutto gestito in
automatico. Quando esci da
una applicazione, questa
viene chiusa, ma il telefono
tiene i dati nella RAM per far
si di velocizzarne il riavvio.
Quelle 6 (max) applicazioni
che vedi premendo il tasto
home, solo le ultime 6
applicazioni usate (di solito).
Quando il telefono avrà
bisogno di più risorse libererà
la memoria di applicazioni più
vecchie. Se l'applicazione
che hai chiuso funziona in
background (es. chat o altro),
queste genereranno anche
delle notifiche.
* Ciao, è normale che il
mio HTC G1 nel giro di una
giornata di utilizzo sia già con
la batteria a terra? E quando
lo uso un po' più
intensamente per navigare e
chattare non arriva nemmeno
a fine giornata.
* Ebbene sì, è normale,
l'autonomia è scarsa già di
suo. Con internet sempre
collegato direi che fa 1
giorno, ma a volte si rischia di
non farcela. Ci sono in
commercio batterie sostitutive
che garantiscono
un'autonomia più alta, ma la
maggior parte sono anche
fisicamente più grandi e
quindi hanno bisogno di una
cover posteriore apposita che
ingrossa ancora di più il
terminale.
AndroidWorld.it
13