Tendenze bagno - impianti idraulici viggiano

Commenti

Transcript

Tendenze bagno - impianti idraulici viggiano
Notes
Magazine dedicato alle tendenze bagno
Maggio 2015
Geberit per l'alberghiero
L'hotel si sceglie dal bagno
Geberit CleanLine
Per la doccia del futuro
Partner oro
L'acqua è
l'origine di
tutto
Pubblicato da
Geberit Marketing e Distribuzione SA
Via Gerre 4
CH-6928 Manno/Svizzera
T +41 91 611 92 92
F +41 91 611 93 93
[email protected]
→ www.geberit.it
→ www.geberit-acquaclean.it
→ www.facebook.com/geberit
Concept e Design
Domenico Orefice Design Studio - Geberit
www.dostudio.org
Diffusione
Pubblicazione semestrale.
La riproduzione di articoli, in parte o completamente,
sottostà all’approvazione di Geberit Marketing
e Distribuzione SA.
Editoriale
“Una grande quantità di acqua può essere
salvata nelle strutture pubbliche e private
con la tecnologia sanitaria moderna.”
Questa affermazione proveniente dal sito
internet di Geberit, l’azienda per la quale
lavoro da parecchi anni, mi ha fatto riflettere.
Che il nostro pianeta potrebbe, più
appropriatamente, chiamarsi “Acqua” invece
che “Terra”, essendo per il 70% composto
dall’elemento liquido, è già stato detto.
Allo stesso modo è risaputo che questa grande massa azzurra è quasi completamente salata,
per cui l’acqua potabile mondiale si riduce drasticamente e anzi, potrebbe scarseggiare in
modo drammatico nei prossimi decenni.
Lo spreco idrico è ora un fenomeno soprattutto diffuso nei paesi industrializzati,
ma rapidamente diventerà globale, a causa della rapida crescita dei paesi in via di sviluppo,
realizzata sul modello occidentale. A lanciare l’allarme sono alcuni organismi non governativi,
i quali denunciano che fra 20 anni metà della popolazione mondiale vivrà in aree
con gravi problemi d’acqua. Inoltre dare da mangiare a tutta la popolazione mondiale nel 2050
potrebbe richiedere il 50% in più di acqua rispetto a quella necessaria ora.
Insomma, il tema è quanto mai attuale e controverso, e un’azienda come Geberit, che tratta
l’acqua e il suo utilizzo si trova sicuramente in prima linea. Per questo Geberit mette in atto
diverse strategie per la sostenibilità, con dei parametri molto rigidi, dai processi produttivi
alla logistica. Ma, secondo me, la risposta Geberit al fenomeno dello spreco idrico più efficace
e più incisiva è rappresentata proprio dai nostri sistemi e dalla filosofia che denominiamo
“Eco Design”.
Geberit applica il parametro dell’eco-design a tutti i prodotti in fase di sviluppo, al fine
di allinearli ai principi di sostenibilità. Si tratta di una procedura articolata sull'intero ciclo
di vita del prodotto. Infatti, per Geberit, soltanto i prodotti che rispondono a rigorosi criteri
di sostenibilità meritano di essere fabbricati, commercializzati e installati.
Al centro di quest'impegno si collocano materiali ecologici e principi funzionali ecocompatibili,
rischi ridotti al minimo e un'elevata efficienza nello sfruttamento delle risorse per il processo
produttivo e per il prodotto stesso.
In questo modo siamo sicuri di contribuire a migliorare le condizioni di vita attuali ma anche
delle future generazioni, grazie a dei prodotti che uniscono affidabilità, design e sostenibilità.
Fabio Sabbadini, Direttore Marketing
3
1
↑ L'hotel si sceglie dal bagno
3
6
↑ La soluzione Omega ad altezza parziale
↑ Social projects Geberit
5
4
↑ Testimonial AquaClean:
le impressioni degli
utilizzatori finali
Geberit Notes Maggio 2015
Contenuti
1
2
↓ Geberit CleanLine. Soluzioni per docce a filo pavimento.
L'hotel si sceglie
dal bagno
Tendenze 6
2
Il piatto doccia
in opera e sistemi di scarico
Prodotti 12
3
La soluzione Omega
Prodotti 18
4
Ambiente bagno:
Architectural luxure
Spa-Hotel
Renovated hotel
Interior design 22
5
Testimonial AquaClean
Testimonial 32
6
Social projects Geberit
Sostenibilità 36
Altri contenuti
Intervista
4
↑ Ambienti bagno possibili e unici
Dietro le quinte
8
30
5
L'hotel si sceglie
dal bagno
La progettazione in ambito alberghiero
è un tema specifico nel quale contano creatività,
sperimentazione, buon gusto ma soprattutto
esperienza e capacità tecnica.
I temi che si affrontano sono amplificati dall’uso pubblico: la scelta
dei vari elementi deve essere pensata sia da un punto di vista
estetico/emozionale che funzionale con un’attenzione ai tempi
di realizzazione. L’utente si deve riconoscere nella proposta
dell’interior e trovare conferme alle proprie aspettative, deve poter
vivere quel luogo e conservarne un piacevole ricordo.
Allo stesso tempo il progettista è chiamato a trovare soluzioni
tecniche che supportino un uso intensivo della struttura: durabilità
nel lungo periodo e risparmio energetico sono basilari affinché
l’investimento iniziale venga ammortizzato nel tempo. Ciascun
architetto interpreta il tema in modo personale e spesso
riconoscibile: scelta dei colori, arredi, funzioni.
Sono molti gli studi che prediligono le flessibili soluzioni Geberit
per il bagno, luogo tecnico per eccellenza dove il tema della
gestione dell’acqua non è sempre di facile interpretazione.
L'impianto di scarico deve essere realizzato con un sistema
insonorizzato, come Geberit Silent-db20 e i vari sanitari devono
essere installati con gli speciali materassini disaccoppianti, al fine
di garantire un impatto sonoro molto basso e un grado di comfort
6
elevato per gli ospiti. Non solo dunque cassette per muri
tradizionali o a secco ma scelta di placche di comando che siano
intercambiabili, a filo parete o personalizzabili.
Nella ristrutturazione alberghiera si trovano sempre più spesso
I moduli sanitari Geberit Monolith che non solo permettono
di passare da un sanitario a terra a uno a parete senza interventi
murali ma che, soprattutto, riducono fortemente i tempi
di intervento di ripristino riducendo in tal modo l’inagibilità
del bagno. La doccia, spesso al centro del progetto della camera
nel suo complesso, con i nuovi sistemi di scarico a parete
o a pavimento rappresenta per Geberit una sfida che permette
di aiutare il progettista nella proposta anche in termini funzionali
con innovazioni continue sia per le alte portate di scarico che
per la libertà di posizionamento e personalizzazione o per
la pulizia.
E come non parlare del sistema di WC bidet Acquaclean, una nuova
frontiera culturale che il nostro paese sta iniziando ad affrontare
e che il settore alberghiero, più incline alla sperimentazione,
ha già fatto proprio.
Geberit Notes Maggio 2015
Il punto di vista di Sergio Bizzarro
Architetto titolare e fondatore dell’omonimo Studio Bizzarro &
Partners
Almar Jesolo Resort & Spa
Studio Bizzarro, voi siete molto conosciuti per le realizzazioni
di strutture per l'accoglienza, dall'hotel alla SPA, e il vostro claim
recita ‘Architettura del Benessere’:
Quali sono gli accorgimenti per progettare i locali bagno in queste
strutture?
Essendo abituati a “maneggiare” l’acqua sappiamo
il valore di un buon progetto delle zone umide.
Spesso ci si trova a visitare hotel di alto livello
e scoprire con tristezza che dopo la doccia
il bagno è letteralmente allagato! L’attenzione
ai dettagli e l’esperienza ci aiutano a realizzare
luoghi umidi come macchine perfette dal punto
di vista funzionale ma meravigliose da un punto
di vista estetico. Diciamo che Geberit ci aiuta
dal punto di vista sia tecnologico che estetico
esattamente come vuole la nostra filosofia.
Nella percezione che ha il cliente della stanza di hotel
e della sua accoglienza quanto incide la stanza da bagno?
Riteniamo che incida forse oltre il 50%. La clientela
attuale si aspetta di trovare in Hotel un bagno
confortevole, con una immagine di livello
ed una funzionalità perfetta. Anche nel bagno
il cliente si aspetta di vivere un’esperienza
appagante e rilassante. E’ per questo che sempre
più negli Hotel di alto livello si tende a “svelare”
la stanza da bagno mediante l’uso del vetro;
cosa che anche noi all’Hotel Almar abbiamo fatto.
Una grande doccia panoramica rimarrà di certo
nella memoria di un cliente forse ancor
di più rispetto ad un dettaglio dell’arredo
o alla qualità della pelle di una seduta.
In che modo la tecnologia sanitaria può contribuire all'ambiente
wellness e al suo successo?
↑ Almar Jesolo Resort & Spa. Grande importanza è stata data
alla zona bagno, in alcuni casi con vista a ribalta
per poter godere del panorama anche dalla cabina doccia.
Le due Executive Suite hanno terrazza panoramica, Jacuzzi
e Spa privata.
Quello del risparmio energetico è un tema
fondamentale ormai trattato a 360° dai progettisti
e dalle aziende. Nei nostri progetti cerchiamo
di utilizzare materiali che garantiscano altissimi
livelli di sostenibilità. Il nostro contributo personale
deriva da un’attenta progettazione di tutto
ciò che sta dietro l’estetica. Gli hotels e i centri
wellness sono “macchine” molto complesse
dal punto di vista funzionale e i livelli di benessere
ambientale richiesti devono rispondere a standard
elevatissimi. Per questo motivo, un’errata
progettazione di tutto ciò che occorre a rendere
funzionale la “macchina del benessere” significa
sprecare moltissima energia. La nostra esperienza
ci porta quindi a spingere a livelli sempre più alti
la progettazione impiantistica di questi luoghi, così
da poter gestire al meglio l’energia evitando inutili
e immorali sprechi. In questo Geberit
con l’attenzione al risparmio ed alla semplificazione
di tutte le fasi di installazione dei prodotti,
è un partner perfetto per ottenere risultati di livello
altissimo. ←
7
Intervista
Intervista Arch. Roberto Ferrario, Studio tecnico Ferrario, Como
Roberto
Ferrario:
progettare l'ospitalità è una vocazione!
Architetto poliedrico, cittadino del mondo, ecco le nostre prime impressioni
sull’Architetto Roberto Ferrario, intervistato per Geberit nel suo studio in
centro a Como. Siamo stati accolti in un ambiente curato nei dettagli, innovativo
nella definizione dei sistemi di illuminazione ma al contempo rispettoso
dell’architettura del luogo, edificio del primo novecento ristrutturato
con cura scrupolosa. I vari ambienti comunicano l’amore per i viaggi di Ferrario
e le fotografie appese alle pareti del suo ufficio ci raccontano di incontri
con personaggi famosi, immersioni mozzafiato, partite di calcio con giocatori
professionisti e di un passato come pilota.
Con Ferrario abbiamo cercato di far emergere le dinamiche
che lo guidano nella progettazione sia in ambito residenziale
che alberghiero con un approfondimento sull’ambiente bagno.
Nella definizione delle scelte specificare il rapporto tra target
e articoli selezionati: solo una questione di prezzo? Quali soluzioni sono
irrinunciabili indipendentemente dalle stelle dell’albergo
o dalle possibilità del cliente finale? Nel bagno ci sono elementi
a cui non può rinunciare?
E’ molto importante aver chiaro in testa l’obiettivo
finale e il target di chi vivrà realmente in quel
contesto. Difficilmente un progetto che deve andare
bene per tutti coglie nel segno. Il progetto nasce
da un’attenta analisi del cliente che lo dovrà utilizzare
e contemporaneamente deve essere intimamente
legato al contesto in cui nasce. Non esiste un progetto
uguale all’altro semplicemente perché non esiste
una formula magica che si può reiterare all’infinito.
In generale pongo sempre un’estrema attenzione
anche al prezzo, inteso come costo dell’opera
nel suo complesso e, una volta definito il budget
8
totale, decido quali sono gli elementi sui quali
focalizzare l’attenzione. Indipendentemente
dal target, la cura dei dettagli fa sempre parte
del mio modus operandi.
Sono continuamente alla ricerca di soluzioni
tecniche innovative e amo sperimentare dopo aver
approfondito tutti gli aspetti che caratterizzano
il progetto. Viaggiando molto sin da giovane
e successivamente anche per lavoro, ho avuto
la possibilità di vedere e approfondire situazioni
che nel nostro Paese non erano ancora arrivate:
non solo materiali e/o soluzioni tecniche ma anche
dinamiche distributive o di fruizione di spazi, colori,
tessuti, tendenze, etc.
Sono stato tra i primi ad utilizzare in Italia circa
venticinque anni fa, il riscaldamento a pavimento
e la geotermia.
All’interno del bagno il sanitario sospeso
è irrinunciabile a meno che non si tratti di una
ristrutturazione di un ambiente d’epoca.
Ove possibile inserisco il piatto doccia filo pavimento.
Geberit Notes Maggio 2015
↑ Steigenberger Hotel
Nei progetti all’estero propongo anche il wc
che integra la funzione bidet, il vostro AquaClean Sela
per esempio. In Italia purtroppo è difficile proporlo
per una questione culturale, ma sta lentamente
cambiando. In generale, oggi il mio Studio ha
la possibilità di spaziare molto anche grazie
alla fiducia che ha conquistato negli anni.
Cosa rende un albergo indimenticabile? Quali sono i punti sui quali
focalizzare il progetto in modo che l’esperienza sensoriale
che il consumatore prova resti indelebile?
In primo luogo è fondamentale il progetto
illuminotecnico. La luce va gestita e deve essere
studiato il rapporto con i colori e con le varie funzioni
che si svolgono all’interno della camera/bagno
dell’albergo, quindi anche con l’arredo.
Il cliente deve sentirsi a suo agio e non deve essere
investito da fasci di luce che lo disturbano. Allo stesso
modo deve poter leggere con il grado
di illuminazione corretta, truccarsi o fare la barba
senza avere ombre sul viso. Ci sono poi tre elementi
sui quali punto nell’arredo: la testata del letto,
la poltrona e la lampada principale. Questi “oggetti”
sono anche quelli che rimangono nella memoria,
quelli che rendono il vissuto meno anonimo.
Da un punto di vista tecnico, bisogna stare molto
attenti ad inserire innovazioni di facile lettura:
il cliente non deve avere dubbi su come utilizzare
un termostatico, accendere una luce, reclinare
una poltrona. Quindi si alla novità in termini anche
di esperienza ma con un’attenzione particolare
alla facilità di utilizzo.
Parliamo dei colori. Nei suoi progetti ci sono tonalità che predilige?
Ci sono tendenze in atto anche nella scelta dei tessuti o dei materiali?
I miei progetti cercano sempre di tener conto
delle esigenze dei miei clienti e del genius loci.
In generale però utilizzo uno schema preciso che
prevede uno sfondo acromatico o neutro sul quale
inserire accenti di colore. L’uso di tonalità neutre
mi aiuta anche nella valorizzazione delle texture:
disegni o forme si valorizzano proprio perché
9
senza colore. Mi piace utilizzare materiali naturali,
che esprimono un colore poco saturo, vero. In alcuni
casi ho osato con tessuti più tecnici ma, con maggior
frequenza, per seconde case, showroom, negozi
e uffici. L’effetto generale deve essere elegante
e accogliente. La luce calda mi aiuta
nella valorizzazione delle forme e dei colori.
I miei clienti sono spesso manager che viaggiano
in tutto il mondo e per me è fondamentale l’inserimento
dei ricordi, oggetti, colori che provengono
dalle esperienze vissute. Nella progettazione
alberghiera seguo lo stesso stile. Diciamo che il target
e la location di riferimento influenza in modo più netto
il progetto e la scelta degli arredi.
Nella progettazione della camera nel suo complesso quale dovrebbe
essere il rapporto tra la zona notte e il bagno?
Il progetto della camera nasce insieme a quello
del bagno; non due cellule divise o contrapposte
ma un unico modo di approcciare. I colori, i materiali,
la luce: tutto deve essere coordinato e valutato
attentamente in modo che il cliente si senta accolto
con un’unica filosofia. Ho progettato bagni che
si affacciavano sulla camera con vetrate o che
condividevano oggetti (vasche, lavabi o docce
passanti). Per la maggior parte però i miei clienti
prediligono separare gli ambienti. Il bagno resta
il luogo del privato, della cura del corpo ma anche
dell’anima. Nella valutazione di un albergo il bagno
è un punto sul quale i clienti pongono estrema
attenzione. Negli hotel stellati si parla più di suites
con Spa incorporata.
Tecnicamente è forse il locale più difficile
da progettare perché le funzioni sono molto
articolate e vincolate dalla predisposizione degli
impianti. I dettagli nel bagno fanno la differenza:
mentre sono sdraiato in una vasca le luci devono
essere appropriate e generare rilassamento
e spesso il soffitto include un gioco di luci LED
↑ Placca di comando Geberit Sigma70
Risciacquo con stile, ultra piatta e flottante. Una placca in vetro o in acciaio inox molto sottile.
Senza pulsanti o manopole, gestisce il doppio risciacquo in modo innovativo.
10
Geberit Notes Maggio 2015
colorate; la rubinetteria deve essere a portata
di mano e comoda da gestire.
Anche la scelta delle placche di comando meritano
un approfondimento: sono particolari che il cliente
valuta e ricorda perché tende a confrontare con
quelle di casa. Di Geberit molto bella è la Sigma 70.
Quali progetti sta gestendo in questo momento?
Sto lavorando molto in Italia e all’estero.
Sono continuamente in viaggio e per mia fortuna sono
abituato a ritmi frenetici. Ora sto iniziando
a progettare dei grattacieli e delle ville negli Emirati
Arabi e i lavori di realizzazione partiranno tra un anno.
In Toscana abbiamo avuto l’incarico di progettare
la ristrutturazione di tre alberghi dotati di Spa
con acqua di fonte termale. Collaboro da diversi anni
con società primarie nel settore immobiliare e catene
di hotel e Resort per i quali ho realizzato strutture
alle Maldive, in Messico, Turk & Caicos, Senegal, Kenia
e Santo Domingo. Ho in atto realizzazioni in Sardegna,
Sicilia, Puglia, Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto,
Trentino, Val d’Aosta direi un po’ in tutta Italia,
ma anche Lugano, Miami, New York. Il segreto è
lavorare con l’entusiasmo per la propria professione:
io amo profondamente il mio lavoro e ogni giorno mi
sveglio pensando che questa è la vita che ho sempre
sognato di fare. Il mio studio è in grado
di gestire simultaneamente lavori importanti perché
ben organizzato. I miei collaboratori sono efficienti
e competenti e sono sempre al passo. Sono coinvolti
e valorizzati e ho piena fiducia nel loro operato.
Quando sono in ufficio e do indicazioni sul progetto
difficilmente disattengono le mie aspettative.
Sono divisi in gruppi di lavoro ciascuno con un capo
progetto che mi riferisce direttamente sullo stato
avanzamento della commessa. In cantiere vado
personalmente e valuto sempre ogni particolare.
Il mio è anche un lavoro di pubbliche relazioni:
spesso una cena con un potenziale cliente vale più
di un’offerta vantaggiosa. Amo stare con le persone,
mi capita anche di andare allo stadio, a concerti,
inaugurazioni ed eventi con i miei clienti,
o di trascorrere fine settimana con loro.
Non è solo lavoro, questa è la mia vita
una combinazione fantastica. ←
Susanna Citterio è architetto
ed esperta di interior, soprattutto
nel settore bagno. Dal 1996 si occupa
di progettazione di interni, negli ultimi anni
principalmente in termini di consulenza.
È docente di corsi specifici per venditori
di sala mostra, titolari di punti vendita
e progettisti.
11
Le canalette per docce
Geberit CleanLine abbinano
l'eleganza alla facilità
di montaggio. Inoltre,
il loro design innovativo
risolve i problemi igienici
comuni alle molte canalette
attualmente in commercio.
12
Prodotti
La doccia
al centro della
scena
Soluzioni per docce a filo pavimento.
Testo di Susanna Citterio
Nella mia attività quotidiana, sia come consulente agli studi di architettura
che come progettista, mi trovo sempre più spesso ad approfondire
la tematica dello spazio doccia. E’ notorio come l’attenzione
del consumatore finale sia sempre più orientata a soluzioni nelle quali tale
spazio non solo debba appagare da un punto di vista estetico ma anche
da quello tecnico/funzionale. Il mercato offre svariate possibilità di scelta
e non è sempre semplice orientarsi. In effetti la banalità e la reiterazione
di progetti già visti è molto frequente. Lo spazio doccia in sé si presta
ad approfondimenti a vari livelli: scelta di rubinetteria e soffioni, funzioni
aggiuntive quali luci colori, vapore, suoni, massaggi con acqua, sedute,
scarichi, piatti doccia, rivestimenti, vani porta oggetti… ciascuno di questi
temi meriterebbe un articolo che illustri, nel dettaglio, le dinamiche in corso.
Un tema, ostico per molti, è quello dei piatti doccia in opera, filo pavimento.
Spesso sconsigliato dagli operatori di settore, in primis dagli idraulici,
rappresenta al contrario, una risorsa preziosa all’interno della progettazione
del bagno sia esteticamente che funzionalmente. Mi sono divertita a stilare
un banalissimo elenco dei vantaggi e delle eventuali difficoltà. Alla fine la
vittoria dei fattori positivi è schiacciante.
Canalette per docce Geberit
CleanLine.
Le canalette per docce Geberit
CleanLine non hanno solo
un aspetto elegante, ma sono anche
facili come manutenzione. Apprezzate
per il loro design innovativo,
le canalette per docce Geberit offrono
numerosi vantaggi, tra cui la rapidità
d’installazione e la pulizia semplice.
13
Installare Geberit
CleanLine
Le semplici fasi d'installazione
della canaletta a filo pavimento.
1. Posizionamento del set
grezzo per canalette
Geberit CleanLine
Una volta definito il punto
esatto, si fissa il set grezzo
sulla soletta con 4 viti. Il set
è protetto da un involucro in EPS
che serve anche per
insonorizzare la canaletta.
2. Regolazione dell’altezza
della canaletta
Prendere le misure
ed eventualmente tagliare
il tubo in eccesso, innestarlo
nel sifone, verificando che sia
in bolla. Dopodiché stringere
la vite dell’anello di tenuta.
3. Collegamento del sifone
all’impianto di scarico
Collegare il sifone
con la diramazione
dello scarico. Isolare il tubo
e il pavimento grezzo.
4. Impermeabilizzazione
Sul sifone viene premontato
in fase di produzione
uno speciale foglio
impermeabilizzante che
assicura la tenuta ermetica
e deve essere steso
completamente quando viene
installato. A completamento
del lavoro si deve
impermeabilizzare l’intero
vano doccia.
5.Posizionamento della copertura Geberit CleanLine 60
La copertura in acciaio viene tagliata a misura, le estremità vengono
chiuse con i tappi in dotazione. Dopo aver steso il collante
nella parte sottostante della copertura, innestarla nel sifone.
14
Geberit Notes Maggio 2015
15
Perfetta per:
Realizzazione di piatti su misura
e con forme articolate.
Spesso, nelle ristrutturazioni del bagno
ci si trova di fronte a pareti fuori squadra
e il posizionamento di un piatto standard
(es.: in ceramica) obbliga il posatore
a raccordare con elementi di varie
dimensioni e forme. Questi piccoli
aggiustamenti comportano comunque
un’impermeabilizzazione e la posa di piastrelle
ed elementi di finitura che devono essere
tagliati ad hoc. Quando la scelta cade
sul gres porcellanato, tale operazione
non è delle più semplici per la difficoltà nel
taglio del prodotto. Altro discorso riguarda
la possibilità di sfruttare vani che si generano
nel momento in cui tolgo una vasca
e inserisco la doccia, oppure quando
nel progetto, posso utilizzare spazi più
articolati con forme particolari.
Percezione dello spazio: il bagno sembra
più grande.
Se lo spazio complessivo è poco, utilizzare
un unico elemento come rivestimento
del pavimento rappresenta un grande aiuto.
La percezione sarà del tutto e non di una
parte. L’area del piatto doccia non viene
scorporata e la prospettiva del bagno arriva
fino alla parete interna della doccia.
Perfetto per la realizzazione di bagni
per disabili o persone anziane
Su questo punto potremmo anche
non aggiungere altro. Mi sento di precisare
che spesso l’attenzione è maggiormente
posta sul disabile e ci si dimentica con
estrema facilità che anche la persona anziana
ha bisogno di un supporto progettuale.
In generale inoltre, la tendenza è quella
di affrontare il tema coniugando la funzionalità
con l’estetica: non più bagni per disabili
a norma ma brutti!!!
Facilità di pulizia
Banalmente pulirò il piatto doccia
esattamente come pulisco il resto
del pavimento. La canaletta o il sistema
di scarico a parete, offre la possibilità
di arrivare nel punto in cui si possono fermare
delle impurità e rimuoverle comodamente.
In particolare le canalette CleanLine
presentano uno speciale inserto a pettine che
blocca tutte le impurità ed è molto facile
da pulire.
Scelta di scarico con portata elevata
Vani doccia di grandi dimensioni prevedono
anche soffioni importanti che, normalmente,
erogano fino a 50 litri/minuto. La capacità
di scarico deve essere progettata insieme
alla scelta dell’impianto erogante.
La possibilità di gestire in modo puntuale
questo aspetto non può che evidenziare
16
l’importanza dei piatti doccia in opera
con sistemi di scarico a pavimento o parete
Possibilità di rispettare disegni e decori
nel vano doccia
Se il pavimento presenta dei disegni
che si ripetono e creano dei motivi, diventa
fondamentale non interrompere la geometria
dell’insieme. Il piatto doccia filo pavimento
in opera, rappresenta l’unica soluzione.
Gestione ottimale delle pendenze
in funzione del progetto
Non è detto che la pendenza debba
necessariamente essere verso il centro;
ci sono situazioni nelle quali lo scarico può
essere laterale o frontale. La libertà di poter
gestire questo aspetto che CleanLine offre
non è da sottovalutare.
Scarico a parete
Rappresenta un’innovazione di prodotto
importante. Geberit offre la possibilità
di inserire lo scarico a parete anche su tavolati
da 8 cm. La superficie orizzontale si svincola
completamente da problematiche legate
ad altezze della soletta non consone
o ottimali.
Inserimento di luci nel pavimento
La gestione della luce all’interno del piatto
doccia spesso viene messa in secondo
piano. Inutile sottolineare invece quanto
sia importante gestire questo aspetto,
soprattutto su vani di grandi dimensioni.
Anche esteticamente, la luce può esaltare
colori e forme sottolineando texture
e creando effetti scenografici.
Realizzazione di bagno turco in opera
Sempre più attuale è l’inserimento di un’area
wellness all’interno del bagno sia per uso
domestico sia nell’alberghiero (suites spa).
Nel bagno turco in opera, realizzato con
pannelli in eps, il piatto doccia è quasi
esclusivamente realizzato su misura
in funzione delle dimensioni complessive
della struttura.
Possibilità di riscaldare il piatto doccia
Si tratta di un’ulteriore possibilità, di norma
sottovalutata. Spesso il cliente chiede spazi
doccia di grandi dimensioni e con altrettanta
frequenza, la chiusura del vano prevede
solo una lastra in cristallo parallela al muro
e sorretta da due tensori. Questa situazione
genera vani molto belli esteticamente
ma che difficilmente riescono a saturarsi
di vapore in fase di utilizzo. Il risultato
è un minor comfort per l’utilizzatore per la
temperatura che si percepisce all’interno.
Poter inserire il riscaldamento sotto la doccia,
genera un caldo che sale dal basso e risolve
anche il problema del calcolo generale della
superficie radiante che, nella normalità,
non tiene conto dello spazio destinato doccia.
Geberit Notes Maggio 2015
Attenzione a:
Altezza soletta
A volte i sistemi di scarico a pavimento inseriti in piatti
doccia in opera, sono di difficile gestione per l’altezza
complessiva della soletta. IIn questi casi consigliamo il
sifone a parete Geberit.
Realizzazione ad opera d’arte
La qualifica di chi realizzerà il piatto doccia filo pavimento
è indispensabile: un installatore poco competente
o un muratore che non sa gestire la realizzazione sono
decisamente un pericolo! L’impermeabilizzazione deve
essere fatta a regola d’arte e le pendenze valutate
con attenzione. Di certo però scegliere una soluzione
alternativa solo perché si ha paura che le maestranze
non siano all’altezza è da folli. Se ci sono dubbi in tal senso,
allora preoccupiamoci anche dell’impianto in generale!
Per concludere direi che, come spesso accade, si è restii
a proporre ciò che non si conosce e soprattutto il livello
di competenza necessario per realizzare un manufatto
in opera, deve essere una condizione essenziale. Esistono
corsi di approfondimento a vari livelli per crescere
professionalmente e aziende come Geberit investono
molte risorse in tal senso.
Per chi volesse approfondire:
→ www.geberit.it
L'alternativa a parete
Sifone a parete da incasso Geberit.
Geberit ha introdotto un’innovazione
rivoluzionaria: il sifone a parete da incasso
per docce a filo pavimento. Un sistema
rivoluzionario che si è rivelato ideale
sia nelle ristrutturazioni che nelle nuove
costruzioni. Con questo nuovo modello
di sifone a parete, Geberit ha reso
il prodotto ancora più universale, riducendo
la profondità d’installazione a 8 cm
e migliorando ulteriormente le prestazioni
e la facilità di posa.
17
La soluzione
Omega
Design e tecnologia salva spazio
18
Geberit Notes Maggio 2015
Prodotti
Quando si installa un WC
sospeso sotto la finestra o in una
mansarda, l’altezza di installazione
della cassetta di risciacquo
diventa un criterio fondamentale.
I moduli d’installazione Geberit
Omega offrono soluzioni
eccezionalmente efficaci.
Sempre all'avanguardia nelle soluzioni
tecniche per il bagno Geberit presenta
Omega: una nuova linea di moduli
di installazione e placche di comando.
Pensati per semplificare l'installazione
di sanitari sospesi sia su pareti
in muratura che in cartongesso, possono
essere montati facilmente grazie
alle predisposizioni presenti sul telaio;
le nuove placche si montano senza attrezzi
con comandi dall’alto o frontali.
E' soprattutto la compattezza la caratteristica
che più salta agli occhi: l'altezza pari a 82 cm,
permette di inserire un vaso sospeso (meglio
ancora se vaso hi-tech come AquaClean)
in nicchie, sottotetto o davanti alla finestra.
Una soluzione che permette ai progettisti
di disegnare l'ambiente bagno in grande
libertà, riconvertendo spazi altrimenti
inutilizzabili o separando l'area funzionale
da quella dedicata a igiene e benessere.
La placca di comando Omega è disponibile
in 4 varianti: Omega 20 e Omega 30
(21x14 cm) con doppio tasto di risciacquo
in materiale sintetico resistente
nelle colorazioni RAL (bianco, nero,
cromosatinata lucido o opaco); l'elegante
Omega 60 in metallo con finitura lucida
o spazzolata (oppure in vetro bianco,
nero o bruno) è pensata per l'installazione
a filo parete; stessi materiali e finiture infine
per la rivoluzionaria Tipo Omega 70
(11x5 cm) per comando a distanza:
una soluzione che facilita anche la vita
di utenti in strutture di assistenza come
ospedali e case di riposo come a scuole,
ristoranti e centri commerciali. Dispone
di un comando pneumatico che
si posiziona lateralmente al WC e va abbinata
ad una placca cieca (anche in versione
personalizzabile) che va a coprire l'apertura
d'ispezione del modulo.
Il volume del risciacquo abbinato al tasto
grande può essere regolato su 7,5, 6
e 4,5 litri (impostazione di fabbrica 6 litri)
e quello piccolo su 4 e 3 litri (impostazione
di fabbrica 3 litri). ←
← il modulo Geberit
Omega ha un'altezza
di 82 centimetri fornendo
le stesse identiche prestazioni
dei moduli di altezza standard
(112 cm)
19
↑ Azionamento frontale o orizzontale
A seconda della situazione costruttiva, la placca di comando può essere montata sulla parte superiore o anteriore della cassetta.
Allacciamento idrico posteriore o laterale.
↑ Di formato piccolo ma elegante, le placche di comando Geberit Omega30 e Geberit Omega60 a filo parete sono le ultime novità in tema
di risciacquo. Un design premiato per la sua forma e la sua modernità. Materiali di alta qualità, come il vetro o il metallo assicurano un aspetto
elegante.
20
Geberit Notes Maggio 2015
Design in libertà
Dal punto di vista della comodità, ci sono tanti validi motivi
per non posizionare la placca di comando all’altezza
della cassetta di risciacquo. Tuttavia, quest’ultima
posizione presenta vantaggi molto pratici sotto l’aspetto
puramente tecnico. Infatti, quando si preme il pulsante
di risciacquo, la trasmissione della forza sulla campana
avviene in modo relativamente semplice.
Inoltre, basta rimuovere la placca di comando
per accedere direttamente alla cassetta da incasso
ed effettuare eventuali manutenzioni.
↑ Nella gamma di placche di comando
Geberit, il comando di risciacquo
a distanza Tipo70 è qualcosa di unico:
non è più grosso di un telefono cellulare
e reagisce appena lo si sfiora.
Non deve essere posizionato direttamente
davanti alla cassetta di risciacquo
e può essere applicato su pareti
in muratura o in cartongesso.
I vantaggi del comando
a distanza
→ può essere posizionato liberamente fino a 2m di distanza
→ maggiori opportunità per il design del bagno
→ molto più piccolo di un comando di risciacquo tradizionale
→ nessuno svantaggio in termini di funzionamento e manutenzione
21
Interior design
Ambienti bagno
possibili e unici
I bagni che potremmo avere ristrutturando casa,
originali, confortevoli
Architectural luxury experience
In un progetto di bagno, dove l'architettura è l'elemento distintivo e il progetto d'interni si fonde con esso, le finiture e i prodotti
hanno la massima importanza. In questo caso una finitura di piastrelle estremamente essenziale, unita ai prodotti bagno
di grande tecnologia, come Geberit AquaClean Sela e il sistema di canalette per la doccia e la sauna, creano un bagno unico per
i momenti di cura del proprio corpo. Le canalette Geberit CleanLine appaiate permettono di avere una doccia a filo pavimento,
dalle dimensioni importanti.
↓ Piastrelle Cube di Mutina.
↑ Architectural light,
sistema di luce in 30 Led
di iGuzzini.
22
Geberit Notes Maggio 2015
Spa. Natural touch
Nella creazione di un bagno per Spa-Hotel i materiali naturali,
come legno, pietra e vetro ci danno una sensazione di fusione con
la natura. Anche per questo bagno i materiali e le finiture hanno
la massima importanza nel progetto d'interni e gli arredi hanno
lo scopo di renderci la permanenza in questo spazio il più
piacevole e rilassante possibile.
↑ Pietra naturale 'Stone Touch'
di Grestec Tiles.
← Kwango Stool,
teak e acciaio.
↑ Elementi di natura
Moss Carpet di Nguyen La Chanh.
Renovated bathroom for hotel
Nel progetto d'interni di un bagno per un hotel, bisogna unire l'estetica dello spazio alla
funzionalità degli impianti e del progetto d'insieme.
Il progetto che vi presentiamo razionalizza la posizione degli impianti tecnici in una parete
leggera centrale, che serve due bagni contrapposti: minor spazio e maggior comfort!
↑ Lavabi in marmo Nabhi per Kreoo by
Decormarmi, designer Enzo Berti.
← Sen di Agape,
sistema modulare
di rubinetteria e accessori.
23
Architectural
luxure
Un ambiente contemporaneo,
che utilizza la citazione
architettonica come linguaggio.
Grandi finestre lasciano filtrare
luce naturale nello spazio bagno che
ricorda una piscina Art Noveau.
Il bagno, con un lavabo in muratura,
offre uno spazio sauna per il relax e,
grazie alla canaletta CleanLine
utilizzata nella sua massima
lunghezza e appaiata,
una doccia continua su tutta
la parete.
Spa-Hotel
Un Hotel Spa con un bagno composto
da materiali naturali e da un lucernaio-giardino.
Una soluzione estetica con giardino
interno, lucernaio da dove entra
luce naturale. I materiali usati sono
il legno, il vetro e la roccia,
dove i prodotti Geberit
si inseriscono in maniera molto
discreta e si fondono con lo spazio.
La doccia-cascata a pavimento
monta una canaletta Geberit
CleanLine mentre i moduli sanitari
Geberit Monolith e il WC bidet
Geberit AquaClean completano
la zona servizi igienici.
27
Renovated
hotel
La ristrutturazione di un hotel per ricavare
due bagni contrapposti.
28
Geberit Notes Maggio 2015
Ricavare due bagni contrapposti
nel minor spazio è possibile grazie a
Geberit Duofix Italia. In questo modo tutti
gli impianti sono localizzati nella parete
leggera e il comfort anche sotto il profilo
dell'acustica è assicurato!
29
Geberit Notes Maggio 2015
Prodotti
Dietro
le quinte
Alcune indicazioni e soluzioni tecniche
che sono inserite negli ambienti
presentati nelle precedenti pagine.
← Le canalette Geberit
CleanLine possono essere
tagliate su misura in fase
d’installazione a dipendenza
dell’ampiezza della zona doccia.
Inoltre, grazie al loro design
semplice ed elegante,
si abbinano perfettamente
a qualsiasi rivestimento
e possono essere posizionate
contro la parete
o al centro della doccia.
→ Geberit Monolith offre
una soluzione intermedia tra
la cassetta esterna
e la cassetta da incasso.
Un elegante modulo in vetro
e alluminio spazzolato racchiude
tutta la tecnologia sanitaria e funge
da supporto per il WC in ceramica.
Esteticamente supera di gran lunga
le cassette di risciacquo esterne.
I moduli sanitari Monolith sono
disponibili per WC appunto ma anche
per lavabo e per bidet così da poter
realizzare un bagno completo.
In caso di ristrutturazione Monolith
rappresenta una soluzione ottimale
sia sotto il profilo della manodopera
che dei costi. Monolith è totalmente
compatibile con i wc bidet Geberit
AquaClean.
30
↑ I WC con funzione bidet integrata
Geberit AquaClean sono la soluzione
ideale quando vogliamo ricavare maggior
spazio all'interno dell'ambiente bagno
o quando vogliamo innalzare l'indice
di comfort.
I sistemi Geberit AquaClean sono perfetti
sia in installazioni in ambiente privato
che in strutture per la ricezione.
L'assoluta garanzia d'igiene è assicurata
dall'autopulizia dell'erogatore dopo
ogni utilizzo.
Geberit Notes Maggio 2015
↑ Geberit Duofix è un innovativo sistema composto da moduli
di installazione autoportanti che permettono la realizzazione di
strutture idrosanitarie con pareti leggere, sia davanti ad una parete
esistente sia all’interno di pareti divisorie. Il rivestimento della
struttura avviene con l’applicazione di pannelli in cartongesso in
seguito si procede con la piastrellatura.
25 cm
← Duofix Italia
il modello Duofix Italia per WC, è stato creato appositamente per il mercato
italiano con una cassetta dallo spessore di soli 8 cm. Geberit Duofix Italia è dotato
di cassetta Sigma da 8 cm (UP720) isolata contro la condensa e compatibile
con tutte le placche per comando frontale Geberit. L'altezza dell'elemento
dal pavimento finito è di 112 cm e con il modulo vengono forniti gli speciali
distanziatori per il fissaggio alla parete retrostante con sistema di binari Geberit
Duofix. Il modulo è largo 59 cm e si adatta perfettamente al passo dei montanti
utilizzati per le pareti in lastre di cartongesso. Geberit Duofix Italia è inoltre
già predisposto per l'eventuale allacciamento idrico a Geberit AquaClean.
Nella soluzione che vi abbiamo presentato Duofix Italia sono stati posizionati
contrapposti e disassati, in modo da essere contenuti in una parete divisoria
di soli 25 cm, che comprende i moduli e le curve di scarico (vedi sezione).
31
Geberit Notes Maggio 2015
Testimonial
AquaClean
La parole di chi AquaClean lo usa,
lo installa, lo propone
32
Geberit Notes Maggio 2015
Fabrizio Bianchi
Partner installatore Ditta Mascagni - Casalecchio di Reno (BO)
"La nostra ditta è specializzata nelle
ristrutturazioni a 360 gradi. Certamente
il bagno è uno dei locali che prevede
un intervento di rinnovo più accurato
rispetto ad altri.
Abbiamo scelto di diventare partner
AquaClean perchè siamo certi che si tratta
di un sistema di alta qualità ed innovativo,
ideale in situazioni dove lo spazio gioca
un ruolo importante. Con Geberit AquaClean
siamo sicuri di proporre ai nostri clienti
il meglio che il mercato offre!"
Simona Carino
Consulente Showroom Geberit - Roma
"All'inizio della mia funzione
come Consulente Showroom quando
proponevo il sistema Geberit AquaClean,
già diversi anni fa, il pubblico rispondeva
con una certa diffidenza, perchè il concetto
di WC bidet è molto lontano dalla nostra
cultura. Anche il personale degli showroom
era scettico, pur essendo composto
da addetti ai lavori. Ora lo scenario
è cambiato molto: Geberit AquaClean
è un sistema conosciuto ed apprezzato,
i vantaggi che offre sono evidenti
per tutti. Un aneddoto divertente: un marito
ha regalato alla moglie per il compleanno
un sanitario AquaClean… Il venditore
showroom era molto sorpreso,
ma la signora ha gradito molto!"
Annibale Barbuto
Medico dentista - Somma Lombardo (VA)
"Ho installato Geberit AquaClean nel mio mio
studio dentistico su suggerimento del mio
architetto, per dare un'impronta di modernità
e di igiene alla struttura. Il parere dei miei
pazienti è sempre stato molto positivo: sia
per la modernità e il comfort del sistema, ma
specialmente per l'alto livello d'igiene che
offre."
33
Testimonial
Danilo Berardi
Albergatore - Viserbella (RN)
"Sono titolare di un hotel a Viserbella di Rimini da parecchi anni.
Qualche tempo fa abbiamo ristrutturato tutte le camere e abbiamo scelto,
attraverso la consulenza della ditta installatrice, di utilizzare dei sanitari
Geberit AquaClean.
All'inizio sinceramente ero scettico: ma rapidamente ho dovuto cambiare
idea rispetto a questo sistema! I clienti abituali dell'hotel sono rimasti
molto contenti, allo stesso modo quelli nuovi. Anche clienti "storici"
di una certa età, per i quali ero preoccupato del cambiamento di abitudine
che AquaClean comporta, mi hanno addirittura fatto i complimenti
il mattino dopo aver trascorso la prima notte nelle nuove camere,
per questo sistema!"
Linda Grecchi
Consulente showroom Geberit - Bologna
"Quando mi capita di andare a proporre Geberit AquaClean
ai miei interlocutori, siano essi clienti finali, personale showroom,
partner installatori o architetti, cerco di trasmettere
il mio personale entusiasmo su questo sistema.
Basta provarlo una volta per rendersi conto della sua validità
e dell'igiene che è in grado di offrire."
Luisa Saraceno
Avvocato - Milano
"Geberit AquaClean è un prodotto che trovo sia molto valido,
moderno ed anche sostenibile.
A casa siamo molto contenti della scelta. Lo abbiamo installato
prima nella casa di vacanza in montagna, per questioni di spazio,
per poi installarlo anche nella nostra casa principale, una volta
abituati a questo grande comfort.
AquaClean è diventato oggetto d'interesse e curiosità da parte
dei nostri ospiti, tanto che un amico di mio figlio l'ha fotografato
e postato su facebook come esempio di "toilette del futuro"
34
Geberit Notes Maggio 2015
Giancarlo Benuzzi
Arredatore d'interni - Codogno (LO)
"Ho conosciuto il sistema di WC bidet all'estero,
durante i miei viaggi in Estremo Oriente.
Qualche anno dopo, rifacendo casa, ho deciso di metterlo
anche da me. Devo dire che adesso AquaClean mi manca
quando sono fuori casa: è un comfort al quale è difficile
rinunciare!
Io sono interior designer e quando progetto una casa
o un appartamento spesso propongo Geberit AquaClean
ai miei clienti: una soluzione perfetta per i bagni di servizio."
Andrea Toselli
Impiegato di banca - Cattolica (RN)
"Dopo aver acquistato un appartamento su progetto mi sono reso conto
che gli spazi erano un po' stretti, soprattutto i due bagni.
Dopo una semplice ricerca sul web mi sono imbattuto nel WC bidet
Geberit AquClean. Ho cercato dunque il rivenditore di zona e l'ho fatto
installare.
Sono molto soddisfatto: è funzionale e confortevole, anzi grazie a questo
innovativo sistema risparmio tempo per la toilette mattutina!
I miei bambini non vedono l'ora di usarlo, per loro è un divertimento..."
Gian Duri Schorta
Pensionato - Farigliano (CN)
"Mia moglie ed io siamo due pensionati di origine svizzera.
Il sistema Geberit AquaClean lo conoscevamo e lo apprezzavamo
da tempo. Quando abbiamo deciso di costruire la casa dove ritirarci,
nel romantico panorama delle Langhe piemontesi, non abbiamo
voluto rinunciare a questo comfort per nulla al mondo! Nonostante
le perplessità dell'idraulico che non conosceva il sistema, una volta
montato si sono tutti ricreduti!
Quando ti abitui a questo sistema non puoi più farne a meno, ti senti
molto più pulito e a posto."
35
Progetto
Social project
Geberit:
quando sostenibilità non è solo una parola...
Geberit oltre ad un rigido programma
di sostenibilità che abbraccia tutte
le fasi aziendali, dalla produzione
alla comercializzazione, opera in modo
attivo con dei progetti concreti
di aiuto sociale. Con questi progetti
intendiamo contribuire in modo
sostenibile a migliorare la qualità
della vita - aiutando le persone
nelle regioni in via di sviluppo in modo
che possano disporre di servizi sanitari
migliori.
36
2,6 miliardi di persone in tutto
il mondo, tra cui un miliardo di bambini,
vivono senza servizi sanitari di base,
mettendo la salute di queste persone
profondamente a rischio.
Geberit si occupa della pianificazione,
la direzione e il coordinamento
dell’intero progetto di aiuto
impiegando anche dipendenti
e apprendisti Geberit. Di seguito
vi presentiamo quattro di questi
progetti.
Geberit Notes Maggio 2015
Hospice Casa Sperantei - Bucarest, Romania
paramedico che assiste i pazienti nelle proprie case. Il progetto
Oltre 60.000 persone muoiono ogni anno in Romania di cancro
Hospice è sostenuto dall’organizzazione Hospice Casa Sperantei,
e di altre gravi patologie. Le cure mediche necessarie
che gestisce già diversi centri in tutta la Romania. L’organizzazione
per il trattamento di queste malattie è inaccessibile per la stragrande
è interamente finanziata da donazioni.
maggioranza dei romeni.
Geberit ha finanziato la costruzione e l’installazione di tutti
All’inizio del 2012 sono iniziati i lavori di costruzione di una nuova
gli impianti sanitari della struttura, fornendo i propri materiali
casa di cura nel centro di Bucarest, con funzione di offrire un day
gratuitamente. Un team Geberit con otto apprendisti è stato
hospital per chi può restare a casa propria e l’ospedalizzazione
incaricato di installare tutta la tecnologia sanitaria. Terminato
residenziale per chi non è autosufficente. Inoltre la struttura serve
questo lavoro la squadra si è dedicata al volontariato, visitando
come base operativa e centro di formazione per il personale
per una settimana i malati.
37
Progetto
Isola di Guadalcanal - Isole Salomone
↑ La maggioranza della popolazione indigena
delle Isole Salomone vive tuttora senza acqua
corrente o elettricità.
Le Isole Salomone, una nazione nel sud-ovest del Pacifico,
a est della Nuova Guinea a circa tre ore di volo da Brisbane Australia,
è uno dei paesi più poveri dell’Oceania. Questa triste situazione ha
a che fare in parte con i conflitti etnici, durante i quali le infrastrutture
del paese sono state in gran parte distrutte.
La maggioranza della popolazione indigena delle Isole Salomone
vive tuttora senza acqua corrente o elettricità.
Nel 2009 Geberit ha finanziato due progetti di aiuto. Un nuovo
sistema di approvvigionamento idrico, composto
da più di due chilometri di condotte di acqua dolce e un blocco
di servizi igienici e docce sono stati installati in una scuola
elementare che si trova in riva all’oceano (Babaca Village School).
Un altro blocco di servizi igienici e un nuovo sistema di scarico
di acque reflue sono stati costruiti per un ospedale più all’interno
dell’isola (New Tenabuti Clinic).
Gli abitanti del villaggio, il personale ospedaliero e i bambini
della scuola hanno ricevuto una formazione in materia di igiene
di base e sul consumo di acqua. Inoltre una commissione “acqua
e salute” è stata istituita per monitorare e garantire la sostenibilità.
38
Geberit Notes Maggio 2015
Kiran Village - Varanasi, India
Il KIRAN Village a Varanasi è una città
fondatata nel 1990 da “Sangeeta” Judith
Keller, una suora svizzera, con 1,2 milioni
di abitanti e situata sulle rive del Gange
in Uttar Pradesh. La religiosa elevetica ha
fin da subito evidenziato l’enorme bisogno
di strutture sociali, come scuole e ospedali,
che negli anni sono state pian piano create.
La maggior parte dei servizi igienici
del KIRAN Village sono in pessime
condizioni. Il team Geberit si è posto
l’obiettivo di rinnovare il maggior numero
di impianti durante il loro soggiorno,
soprattutto nella scuola primaria che ospita
oltre 300 alunni provenienti da tutta
la regione, sostenuti da personale locale
e dal consulente tecnico Geberit indiano,
che è stato anche responsabile
per il completamento dei lavori
e la manutenzione successiva.
↑ Nel mese di Ottobre 2014, Geberit è partita per l'India con una squadra composta da dieci
giovani (otto del quali sono apprendisti Geberit) e due supervisori
Fontein Primary School - Port Elisabeth, Sud Africa
Circa 850 bambini tra i 6 ed i 16 anni frequentano la Fontein Primary
School. Solo sei WC erano utilizzabili da questi numerosi alunni
all’interno della struttura scolastica.
L’obiettivo del team Geberit è stato quello di rinnovare i servizi
igienici inutilizzabili, installare nuovi WC, orinatoi e lavabi. In aggiunta
al lavoro d’installazione, sono state proposte agli scolari
delle attività legate all’educazione sull’igiene personale
e alla coscienza ecologica.
Il team Geberit si è recato a Port Elizabeth tra ottobre e novembre
2012 per la realizzazione di questo progetto minime. Dopo i progetti
di aiuto sociale in Cambogia, Indonesia, Ecuador e nelle Isole
Salomon, il progetto in India è un ulteriore passo avanti verso
la vision di Geberit: prestare un contributo sostenibile per migliorare
la qualità della vita. ←
← In aggiunta al lavoro d’installazione,
sono state proposte agli scolari delle attività
legate all’educazione sull’igiene personale
e alla coscienza ecologica.
39

Documenti analoghi