comunicato stampa Chagall e la musica

Commenti

Transcript

comunicato stampa Chagall e la musica
comunicato stampa
Chagall e la musica
5 marzo – 13 giugno 2016
Musée national Marc Chagall
avenue Docteur Ménard
06 000 Nizza
La mostra è organizzata dal museo nazionale Marc Chagall
e dalla Réunion des musées nationaux- Grand Palais
in partenariato con il Museo della musica-Filarmonica di
Parigi e la Piscine-Museo dell’arte e dell’industria André
Diligent, Roubaix.
Sintesi delle due mostre presentate nell’autunno 2015 a Parigi (Il trionfo della musica presso
il Museo della musica – Filarmonica di Parigi) e a Roubaix (Le sorgenti della musica presso la
Piscine - Museo dell’arte e dell’industria André Diligent), la mostra si arricchisce di nuove opere
visibili unicamente a Nizza: l’auditorium voluto da Marc Chagall per il suo museo, il clavicembalo
dipinto dall’artista nel 1980 e una sala consacrata al re David, figura principale del ciclo del
Messaggio biblico.
Marc Chagall amava la musica; la musica tradizionale ebraica della sua infanzia, la musica
popolare russa delle feste e dei circhi e anche la musica erudita di Bach o di Mozart che lo
accompagnavano nella creazione.
Da Vitebsk a Vence, i quadri di Chagall sono popolati di musicisti. Vi si accalca una folla
di violinisti, suonatori di piatti, acrobati musicisti e suonatori di flauto con verve e poesia e
accompagnati naturalmente da figure religiose come quella del suonatore di shofar, dell’angelo
con la tromba o di David, figura tutelare per Chagall, quella del re musico la cui lira e il cui canto
sanno consolare o arringare gli uomini. I musicisti rievocano una vita semplice nella quale la
musica conforta, esalta e dà voce all’animo umano.
Osservando i suoi quadri si comprende infine che Marc Chagall prediligeva la musica come
portatrice dei sentimenti umani: il lamento, la gioia, la consolazione e l’esaltazione. Nel corso
della sua lunga carriera, scandita da importanti progetti per il teatro, il balletto o l’opera, Chagall
ha realizzato i costumi e le scenografie per il Teatro di arte ebraica di Mosca (1919-1920), poi
per Aleko (1942), L’Uccello di fuoco (1945), Dafne e Cloe (1958), o il Flauto magico (1967).
Spettacoli che furono per l’artista occasioni perfette per far dialogare la sua arte con la musica.
Negli anni ’60 due commissioni prestigiose (la decorazione del soffitto dell’Opéra di Parigi e i
dipinti del Lincoln Center di New York) fanno di Chagall un melomane, un cantore moderno di
Euterpe.
Auditorium del museo nazionale Marc Chagall con il clavicembalo dipinto da Marc Chagall nel 1980 e le vetrate della Creazione
del mondo (dettaglio), 1971-1972 © museo nazionale Marc Chagall / Catherine Weil © Adagp, Parigi 2015
Tutte queste opere sono una superba testimonianza delle sue profonde affinità con la musica.
La migliore testimonianza di questo amore risiede tuttavia in un luogo che egli ha creato a Nizza
per farvi vivere la musica: la sala concerti del museo nazionale Marc Chagall che ogni anno
ospita una nutrita programmazione musicale. Per il museo Marc Chagall ha anche dipinto un
clavicembalo, offerto dall’Associazione degli amici americani del museo Marc Chagall.
.......................................
commissariato: Anne Dopffer, conservatore generale del patrimonio, direttrice dei musei nazionali delle
Alpes-Maritimes e Johanne Lindskog, conservatore del patrimonio nel museo nazionale Marc Chagall
con il prezioso contributo di Ambre Gauthier, storica dell’arte.
.......................................
apertura:
tutti i giorni tranne il martedì e il 1
maggio dalle 10:00 alle 17:00 e fino
alle 18:00 a partire dal 2 maggio
tariffe:
10 €, 8 € tariffa ridotta, gruppi 8,50 €
(a partire da 10 persone) collezioni
incluse
Biglietto gemellato con il museo Léger
valido 30 giorni: 13 €
Gratis per i minori di anni 18, per
i minori di anni 26 (per i membri
dell’Unione europea), i portatori di
handicap (carta MDPH o Cotorep), gli
insegnanti (pass educazione valido), i
beneficiari di alcuni minimi sociali e la
prima domenica del mese
come arrivare:
in aereo: aeroporto di Nice Côte
d’Azur
in treno : Gare SNCF Nice Ville
in autobus : n° 15 fermata Marc
Chagall e bus Nice Le Grand Tour,
fermata Marc Chagall
parcheggio gratuito per pullman e
autovetture
accesso persone con handicap,
toilette persone con handicap
prenotazioni:
visite di gruppo libere e guidate:
04 93 53 87 28
[email protected]
contatti stampa:
Réunion des musées nationaux Grand Palais
254-256 rue de Bercy
75577 Paris cedex 12
Florence Le Moing
[email protected]
01 40 13 47 62
Sandrine Mahaut
[email protected]
01 40 13 48 51

Documenti analoghi

Chagall allo specchio autoritratti, coppie e apparizioni

Chagall allo specchio autoritratti, coppie e apparizioni dipartimento Alpi Marittime, ed Elisabeth Pacoud-Rème, storica dell'arte, responsabile delle collezioni presso il museo nazionale Marc Chagall.

Dettagli

Dispensa marc chagall - Associazione culturale E. Levi

Dispensa marc chagall - Associazione culturale E. Levi russo e affascinato dall'arte occidentale di Cézanne e Matisse, nel 1910 decide di trasferirsi a Parigi e vi rimane fino al 1914. In questo periodo domicilia in un atelier detto La Ruche, dove vivo...

Dettagli