Reflection 2014 R1 New Features and Release Notes

Commenti

Transcript

Reflection 2014 R1 New Features and Release Notes
Reflection 2014 e Reflection Pro 2014 – Nuove funzionalità e
note sulla versione
Ultima revisione: 20 febbraio 2014
Il documento è valido per i prodotti elencati di seguito
Reflection 2014
Reflection Pro 2014
Reflection X 2014
Reflection for IBM 2014
Reflection for UNIX and OpenVMS 2014
Reflection Enterprise Suite 2014
Contenuti
Questa nota tecnica presenta le nuove funzionalità disponibili in Reflection 2014 e Reflection Pro
2014, nonché le note sulla versione del prodotto.
Prodotti Reflection 2014
Reflection Pro 2014 (64 bit)
X
X
X
Reflection X 2014 (32 bit)
X
X
X
Reflection X 2014 (64 bit)
X
X
X
Reflection for IBM 2014
X
Client FTP di Reflection 2014
X
Reflection PKI Services Manager 1.3 ****
X
Reflection Security Gateway 2014 LE ***
X
Reflection for the Web 2014 LE **
Reflection Pro 2014 (32 bit)
Reflection for HP with NS/VT 14.1 SP3 *
X
Reflection X 14.1 SP3 *
X
Reflection X Advantage 5.0
Emulazione host UNIX e OpenVMS
Reflection 2014
Contenuto
Emulazione host IBM
La tabella seguente presenta un elenco del contenuto di ogni prodotto Reflection 2014:
In questo prodotto ▼
Reflection for UNIX and OpenVMS 2014
Reflection Enterprise Suite 2014
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
* Le nuove funzionalità di Reflection X e di Reflection for HP with NS/VT sono presentate nella
Nota tecnica 2553 (in inglese).
** Le nuove funzionalità di Reflection for the Web 2014 Limited Edition sono presentate nella
Nota tecnica 2671.
*** Le nuove funzionalità di Reflection Security Gateway 2014 Limited Edition sono presentate
nella Nota tecnica 2672.
**** Le nuove funzionalità di Reflection PKI Services Manager sono presentate nella Nota tecnica
2688 (in inglese).
Le nuove funzionalità di Reflection for NonStop 2014 Add-On sono presentate nella Nota tecnica
2707 (in inglese).
Le nuove funzionalità di Reflection 2014, Reflection X Advantage 5.0 e Reflection FTP Client
2014 sono presentate di seguito.
Reflection 2014
Reflection 2014 offre emulazioni per host IBM, UNIX, OpenVMS e HP. Le nuove funzionalità e i
problemi risolti in Reflection 2014 sono validi anche per Reflection for UNIX and OpenVMS 2014
e per Reflection for IBM 2014.
Reflection Pro 2014 offre tutto il supporto di emulazione fornito da Reflection 2014 e la tecnologia
X server.
Nuove funzionalità
Miglioramenti ad API e macro
* Le prestazioni delle macro in Reflection sono state migliorate notevolmente,
specialmente quando si utilizza l’interfaccia COM di EXTRA! da altre applicazioni come
Microsoft Word o Excel oppure quando si eseguono macro VBA legacy. Quando si
invoca una macro, inoltre, le funzioni di produttività di Reflection (come Cronologia
schermi, Completamento automatico e Controllo ortografico) vengono ora disattivate
automaticamente per diminuire il tempo di esecuzione delle macro.
*
Sono stati aggiunti nuovi metodi delle API per definire dinamicamente nuove aree
sensibili per gli host IBM e VT. I metodi consentono di accedere alle opzioni per creare
aree sensibili predefinite, per aggiungere, rimuovere ed enumerare le aree sensibili nel
file delle aree sensibili corrente e per salvare i file delle aree sensibili.
*
È stata aggiunta un’azione per aprire un documento della sessione esistente.
*
Il Terminal User Control (TUC) di Reflection viene ora aggiunto automaticamente agli
Strumenti di Microsoft Visual Studio 2008.
*
API .NET e VBA migliorati per il metodo IBMScreen per fornire un evento MouseClick
con parametri per riga e colonna.
*
Ora è possibile passare il parametro di tipo MouseEventArgsEx al gestore di eventi
MouseClick per convertire una posizione di clic del mouse in un valore riga e colonna.
*
È possibile importare ed eseguire con Reflection le macro «VB Script» registrate con
PComm.
*
Le API VBA hanno la capacità di associare una InputActionMapSequence a un controllo
SmartUx.
Miglioramenti al programma di installazione
* L’installazione di Reflection 2014 è notevolmente più veloce rispetto alle versioni
precedenti.
*
Le dimensioni del supporto di installazione di Reflection 2014 sono più piccole delle
versioni precedenti.
*
L’applicazione dei Service Pack a Reflection 2014 è molto più veloce rispetto alle versioni
precedenti.
*
La funzione di compatibilità con «Legacy EXTRA!» ora viene installata per impostazione
predefinita.
*
La Guida di Reflection viene fornita con un proprio pacchetto di Windows Installer e i file
della Guida locali non vengono installati se non specificato dall’amministratore.
L’impostazione predefinita prevede l’uso della Guida sul Web.
*
I file delle autorizzazioni di Reflection (*.ACCESS) ora funzionano indipendentemente dal
Controllo dell’account utente (UAC) di Windows. Nel Gestore autorizzazioni di Reflection,
è disponibile una nuova opzione «Sola lettura» per cui l’azione associata verrà disattivata
indipendentemente dal tipo di utente o dalle autorizzazioni; non vi saranno richieste di
elevazione UAC. L’amministratore del sistema può ancora impostare determinate azioni
come «Riservate», per cui all’utente verrà presentata la richiesta UAC come sempre.
*
L’esperienza utente dell’amministratore è stata cambiata in modo che, se il Controllo
dell’account utente (UAC) di Windows è disattivato nel sistema operativo Windows, tutte
le limitazioni e le indicazioni di limitazione vengano rimosse per l’amministratore del
sistema.
*
Nello Strumento di personalizzazione di Attachmate:
-
In Tipo d’installazione, l’impostazione predefinita è ora «Installa soltanto per l’utente
che esegue l’installazione».
-
La cartella [UserProfile] è ora un’opzione nell’opzione «Tutti i file» sotto «Crea
pacchetto di file aggiuntivi».
Miglioramenti a Reflection Security Gateway
* Aggiunto il supporto per la tecnologia autorizzazione secure token di Reflection Security
Gateway tramite il proxy di protezione di Reflection Security Gateway, che rende sicuri i
dati in transito sulla rete e libera il sistema host dal peso dell’elaborazione della
crittografia SSL/TLS.
*
Aggiornamento di Setup.exe per attivare il supporto delle versioni per i pacchetti MSI
realizzati utilizzando lo Strumento di personalizzazione di Attachmate. Questo consente
agli amministratori di gestire i dati di configurazione degli utenti finali utilizzando
Reflection Security Gateway. Gli amministratori possono creare pacchetti con dati di
configurazione per il prodotto e fornire periodicamente aggiornamenti dei pacchetti per
apportare modifiche alla configurazione delle workstation da una postazione centrale.
Miglioramenti alla sicurezza
* Aggiunto il supporto di TLS 1.2. TLS 1.2 fornisce una migliore sicurezza dei dati in
transito, con maggiore riservatezza e integrità, utilizzando la modalità AES GCM, funzioni
di hash SHA256 e protezioni dei protocolli aggiuntive.
*
Aggiunto il supporto delle firme digitali SHA-256/RSA-2048 per fornire un’autenticazione
più sicura e soddisfare entrambe le raccomandazioni DoD e NIST 800-131A.
*
Implementata la crittografia end-to-end del proxy di protezione Reflection per 3270.
Consente la connessione Reflection TN3270 su un collegamento TLS sicuro che utilizza
la crittografia convalidata FIPS 140-2 attraverso il proxy di protezione Attachmate
Reflection con token-passing, consentendo in ultima analisi l’Express Login Feature
(ELF) sugli host IBM e applicando il controllo degli accessi con Reflection Security
Gateway.
-
Sicurezza: Crittografia dei dati lungo tutto il percorso verso l’host (nota: normalmente,
nella seconda metà della connessione da Reflection Security Gateway all’host è in
chiaro), fornendo allo stesso tempo il controllo degli accessi ai sistemi host.
L’autenticazione a due fattori (2FA) con certificati e doppia crittografia protegge i dati
in transito molto meglio che non nelle versioni precedenti.
Miglioramenti agli aggiornamenti
* Ora è possibile caricare i file di mappa della tastiera di versioni precedenti di EXTRA! e di
Reflection dalla finestra di dialogo «Gestisci la mappa della tastiera».
*
Ora è possibile migrare le impostazioni della sessione VT per «KeepAlive» e
«WordDelimiters» da un file .EDP di versioni precedenti di EXTRA!
*
Aggiornamento della compatibilità delle sessioni Rumba per supportare i file della
sessione versione 8.0 e superiori.
Miglioramenti all’interfaccia utente
* È possibile eliminare la riga «Per la Guida premere F1», in fondo a una descrizione
comandi della modalità Barra multifunzione, impostando la nuova impostazione «Elimina
piè di pagina descrizione comandi della barra multifunzione».
*
È possibile modificare i pulsanti della Barra di accesso rapido dopo che sono stati creati.
*
La capacità di nascondere la barra degli strumenti che contiene la Barra di accesso
rapido, il campo Cerca e il pulsante Cerca in modalità Browser può essere realizzata con
la nuova impostazione «Mostra/Nascondi barra di spostamento».
*
L’elenco dei caratteri disponibili per una sessione host si basa ora sulla pagina codici
dell’host selezionata.
*
È stata aggiunta una nuova casella di controllo di impostazione denominata «Selezione
rettangolare» che consente di selezionare la modalità di selezione predefinita (blocco vs.
flusso).
Miglioramenti a VT
* Reflection può ora migrare i file di configurazione Attachmate KEA! 340 e 420 in formato
.KTC.
*
Nelle sessioni VT è ora possibile «Selezionare un carattere speciale» direttamente
quando si utilizza l’azione Invia testo in Gestisci la mappa della tastiera.
*
Le funzionalità «Formato copia» e «Copia tabella» sono state aggiunte alle sessioni
UNIX e OpenVMS nonché alle sessioni grafiche ReGIS:
-
L’impostazione Formato copia ha tre opzioni: Riga per riga (righe con CR/LF), Dati
non formattati (dati senza CR/LF) e Paragrafo (dati formattati per un programma di
elaborazione testi).
-
L’impostazione Metodo di copia tabella ha due opzioni: Rileva colonne utilizzando
spazi verticali (metodo predefinito in Reflection for UNIX and OpenVMS) e Sostituisci
spazi multipli o tabulazioni (metodo di EXTRA! e KEA, noto in Reflection for UNIX
and OpenVMS come Copia flusso tabella).
*
Aggiunto supporto per i caratteri cinesi Hong Kong Supplementary Characters Set
(HKSCS) nelle sessioni VT su Windows 7.
*
L’impostazione «Consenti uscita quando connesso» è ora disponibile. Quando questa
impostazione è disattivata, non è possibile uscire da una sessione connessa a un host
VT finché non viene disconnessa dall’host stesso.
*
La nuova impostazione «Gestisci autenticazione utente SSH nella finestra terminale»
consente di richiedere nome utente e password e di visualizzare banner all’interno della
finestra terminale invece che in finestre di dialogo separate.
Altri miglioramenti
* Migliorate le prestazioni delle sessioni TN3270 e TN5250 ottimizzando la connessione
TCP/IP di Reflection.
*
Le prestazioni delle sessioni TN5250 sono migliorate notevolmente anche quando si
visualizzano i risultati di query su database di grandi dimensioni.
*
Le funzioni di integrazione di Reflection con Office sono state testate e sono supportate
con Microsoft Office 2013, a 32 e 64 bit.
*
Superato il test delle specifiche dell’applicazione per ottenere il logo VMware Ready.
*
Superato il test delle specifiche per ottenere il logo Citrix Ready.
*
Ottenuto il diritto a utilizzare il logo «Compatibile con Windows 7».
*
Aggiunto il supporto per la piattaforma Windows Server 2012 R2.
*
Ottenuto il diritto a utilizzare il logo «Windows 8» in seguito ai test sulle piattaforme
Windows 8 e Windows 8.1.
*
Aggiunto il tag di identificazione del software ISO 19770-2 per installare il programma.
Problemi risolti
Problemi di API, automazione e macro
* Il messaggio Presentation Space Updated di WinHLLAPIAsync viene ora inviato per ogni
battuta, con prestazioni migliori quando si utilizzano applicazioni OpenSpan.
*
Risolto un problema casuale per cui il metodo WaitHostQuiet in una macro Basic legacy
di EXTRA! sarebbe stato chiuso troppo rapidamente.
*
Risolto un errore InvalidCastException che avrebbe potuto verificarsi durante la lettura da
programma di una voce di menu di scelta rapida assegnata a un’azione «mappata».
*
Verificato che le regole di alterazione PCI/DSS siano rispettate in tutte le circostanze
quando si utilizza una delle interfacce di Automazione o API (incluse VBA e .NET) di
Reflection.
*
Reflection ora esegue la convalida dei parametri per il metodo .AddMenuItem per la
InputMapActionSequence.
*
Il metodo VBA FindField3 ora produce i valori corretti per la riga e la colonna finali.
*
I componenti delle macro Basic di versioni precedenti di EXTRA! ora vengono eseguiti
correttamente se le impostazioni internazionali di input di Windows non corrispondono
alla lingua installata di Reflection.
*
Risolti i problemi di compilazione con alcune macro Rumba che contenevano più prompt
dei comandi.
*
Le macro Rumba migrate che utilizzano nomi di variabili localizzati nel codice della
macro ora vengono compilate correttamente.
*
Ora non è più possibile tentare la registrazione di macro VBA nelle sessioni VT quando
VBA non è installato sul PC.
*
Corretto un errore «Il server ha sollevato un’eccezione. Eccezione da
HRESULT:0x80010105 (RPC_E_SERVERFAULT)» che potrebbe verificarsi quando si
eseguono macro registrate in versioni precedenti che accedono all’host in una sessione
VT.
*
Le macro di avvio registrate per sessioni UNIX e OpenVMS ora eseguono correttamente
l’accesso.
*
Corretto un arresto anomalo casuale in Attachmate.Emulation.Frame.exe che potrebbe
verificarsi quando si esegue una macro .RMA di versioni precedenti di Reflection che
avvia una copia di Internet Explorer.
*
Corretti i valori di ritorno dal metodo GetElement**** dell’oggetto VBA WebDocument
quando l’elemento non viene trovato.
*
Il metodo PutString di Reflection chiamato utilizzando l’interfaccia COM di EXTRA! ora si
estende sui campi di input nello stesso modo delle versioni precedenti di EXTRA!.
*
VBA IbmScreen.WaitForControlKey ora restituisce correttamente l’evento chiave ogni
volta che viene chiamato.
*
Risolto un arresto anomalo che può verificarsi in R2win.exe se una macro VBA chiama il
metodo RemoveEvent() su un evento che non è stato preventivamente attivato.
*
Gli oggetti IbmHosts «IbmTerminal» e «PrintOptions» ora contengono una proprietà
«printDest».
*
Le macro Rumba convertite ora utilizzano «SendControlKeySync» per i tasti AID e
«SendControlKey» per gli altri tasti di controllo.
*
Le impostazioni per VT TerminalType nell’interfaccia utente ora vengono aggiornate
quando vengono cambiate da programma utilizzando le API .NET.
*
Il cursore viene ora posizionato correttamente tramite le API di versioni precedenti di
Reflection API per i metodi SetMousePos, TerminalMouse e GraphicMouse.
*
Risolto un errore di eccezione in DevComponents DotNetBar che potrebbe verificarsi
quando viene utilizzato Attachmate.Reflection.UserInterface.IView.Focus() per passare
tra sessioni a schede.
*
Ora il metodo VBA GetField() restituisce valori validi per sessioni 3270 e 5250 quando
viene chiamato a fronte di un attributo posizione byte.
*
Aggiornata l’interfaccia VBA per consentire la creazione da programma di tutti gli
ActionIDs.
Problemi della documentazione
* Aggiornata la documentazione di VBA e .NET per chiarire le unità di misura utilizzate per
i valori di timeout sui metodi Wait.
*
Aggiornata la Guida delle API .NET per la proprietà IbmTerminal per spiegare i valori
predefiniti.
*
Aggiornata la documentazione VBA relativa alla creazione di ActionIDs.
*
Chiarita la documentazione VBA e .NET per la proprietà IbmScreen.MoveCursor.
*
Migliorata la documentazione VBA per l’enumerazione InputMapActionID per indicare
quali parametri sono richiesti.
Problemi di trasferimento di file
* Il client FTP integrato ora funziona correttamente in modalità di visualizzazione Classica.
*
L’upload di un file 5250 avviene ora correttamente quando il campo host è definito con 4
posizioni decimali.
*
L’impostazione del tipo di trasferimento WRQ per ASCII/Binario ora può essere cambiata
e salvata correttamente in una sessione VT.
*
Il numero effettivo di record in upload o download durante il trasferimento di file 5250
viene ora visualizzato nella finestra di dialogo «Avanzamento trasferimento file».
*
Non si verificano più errori nella visualizzazione dei caratteri nella finestra di
trasferimento file quando le Opzioni internazionali e della lingua di Windows vengono
cambiate da Giapponese a Inglese.
Problemi di installazione
* Sono stati affrontati i seguenti problemi dello Strumento di personalizzazione di
Attachmate (ACT):
*
-
Le cartelle di installazione e dei collegamenti in un file di installazione complementare
non vengono più riportate ai valori predefiniti dopo il salvataggio.
-
La funzionalità «Aggiungere installazioni ed eseguire programmi» in ACT è
disattivata a meno che l’installazione non debba essere utilizzata con Setup.exe.
-
L’opzione «Rimuovere installazioni precedenti» non è più supportata ed è stata
rimossa da ACT.
-
Ora è possibile visualizzare la finestra di dialogo «Altre impostazioni» per le sessioni
UNIX e OpenVMS prima di compilare il campo Nome host.
I file di autorizzazioni (*.ACCESS) di Reflection vengono ora copiati dalla cartella Dati
applicazioni comuni per sostituire i file esistenti nella cartella Dati applicazioni personale
dell’utente.
Problemi della tastiera
* L’indicatore a forma di triangolo nero rivolto verso destra impostato da un clic del mouse
nella finestra di dialogo mappa della tastiera ora si sposta anche con l’input da tastiera.
*
La mappatura del tasto virgola in una mappa di tastiera VT ora funziona correttamente.
*
La mappatura di una qualsiasi combinazione CTRL+tasto viene ora salvata con
l’impostazione corretta.
*
L’indicatore Bloc Num e la spia sulla tastiera ora riflettono accuratamente lo stato Bloc
Num di una sessione VT.
*
Il messaggio di avviso «Il tasto <combinazione> è già mappato...» viene visualizzato solo
una volta quando si utilizza l’opzione «Seleziona azione» nelle finestre di dialogo di
mappa della tastiera.
*
La combinazione di tasti Maiusc+Bloc Num ora attiva/disattiva correttamente lo stato Bloc
Num per una sessione VT.
*
La selezione del testo con il mouse seguita dal tasto MAIUSC ora funziona correttamente
nelle sessioni VT.
Problemi di Secure Shell
* È stata aggiunta la proprietà CacheSecureShellUserName per salvare in memoria il
nome utente immesso per una sessione SSH, affinché sia possibile utilizzarlo per
sessioni host successive finché l’area di lavoro di Reflection non viene chiusa.
*
La barra di stato di una sessione SSH ora indicherà sempre «Connesso» o «Non
connesso», visualizzando lo stato corretto a seconda dei casi.
*
Il messaggio «Password troppo corta…» del server SSH viene ora passato
correttamente all’utente quando l’autenticazione viene eseguita tramite la finestra del
terminale.
*
Un documento della sessione VT di Reflection configurato per SSH viene salvato
correttamente per Reflection Security Gateway.
Problemi di protezione
* OpenSSL ha segnalato che correzioni delle vulnerabilità per CVE-2013-4353 sono
incluse nel supporto di TLS 1.2.
*
Risolto un arresto anomalo in R2win.exe che può verificarsi quando si sceglie un provider
PKCS#11 non valido in Gestore certificati Reflection.
Problemi di aggiornamento
* Risolto un errore «Impossibile leggere il file…» che può verificarsi quando si salva o si
esce da una sessione host 3270 se esiste una sezione <Host di backup> quando viene
caricato un file .RD3X della vecchia versione Reflection 2007.
*
Un errore «Impossibile leggere il file…» quando si tenta di aprire determinati file .EDP di
versioni precedenti di EXTRA! non si verifica più e le sessioni host vengono aperte
correttamente.
*
Le sessioni host che utilizzano la compatibilità «Legacy EXTRA!» ora convertono per
impostazione predefinita le stringhe WordBoundary in spazi in modo che facendo doppio
clic sul testo sullo schermo sia possibile selezionarlo.
*
Le mappature di tastiera 5250 nei file di sessione IBM .RSF di versioni precedenti di
Reflection per le operazioni «Campo +» e «Campo -» ora vengono mantenute.
*
Le impostazioni 5250 nei file di sessione .EDP di versioni precedenti di EXTRA! per
FontName e CursorShape ora vengono migrate correttamente.
*
I tasti mappati sull’azione «Esegui lo script di RCL» nelle versioni precedenti di Reflection
for UNIX and OpenVMS ora vengono importati correttamente.
*
I tasti mappati sull’azione «Esegui la macro esterna di una versione precedente di
Reflection» per macro di tipo .RMA ora funzionano correttamente.
*
L’impostazione della casella di controllo «Stampa su file» delle sessioni VT di EXTRA!
viene ora migrata sulle sessioni VT di Reflection.
*
L’opzione «Sposta il cursore dopo incolla» viene ora mantenuta quando si esegue una
sessione 3270 o 5250 di EXTRA!.
Problemi dell’interfaccia utente
* Quando si mappa un’azione, Reflection ora mostra solo le azioni valide per il tipo di
sessione corrente.
*
In una sessione 3270, l’operazione incolla nei campi di input dell’host va a capo
correttamente e non divide più le parole tra più righe.
*
Il titolo della finestra della sessione host viene visualizzato correttamente sulla barra delle
applicazioni di Windows in modalità di visualizzazione Classica.
*
I file delle sessioni di Reflection salvati in caratteri maiuscoli possono ora essere
trascinati nell’area di lavoro di Reflection.
*
I pulsanti Avvia/Interrompi per la registrazione delle macro sono ora di più facile utilizzo.
*
L’etichetta Disponi finestre ora viene sempre visualizzata correttamente quando si
utilizzano le azioni Affianca in orizzontale, Affianca in verticale o Sovrapponi per le
finestre.
*
La funzionalità Aero Snap di Windows 7 ora funziona correttamente e coerentemente in
modalità di visualizzazione Barra multifunzione.
*
Le sessioni host organizzate come «finestre» mantengono la visualizzazione ingrandita
quando vengono riaperte in modalità di visualizzazione Barra multifunzione.
*
Le aree sensibili sullo stesso schermo e con lo stesso testo, ma su righe diverse,
funzionano correttamente.
*
Risolti problemi con la funzionalità A capo automatico nelle sessioni SSH per risolvere
circostanze specifiche nella gestione di caratteri a doppio byte.
*
Il controllo ortografico non viene più eseguito senza necessità sui dati generati da host
IBM in campi SNA non protetti.
*
Se l’opzione «Mantieni selezione» è selezionata, l’area di lavoro di Reflection funziona
correttamente quando si preme CTRL+V per incollare.
*
Premendo Alt+Shift+X (dove X è un qualunque tasto alfanumerico) non viene più
prodotto un carattere.
*
I fine riga nell’output sono gestiti correttamente quando si stampa una schermata
catturata da un sistema host Giapponese UTF-8.
*
Cronologia schermi cattura correttamente l’intera schermata del terminale quando il set di
caratteri dell’host è Giapponese UTF-8.
*
Utilizzando il puntatore del mouse e il pulsante sinistro del mouse è possibile evidenziare
più righe di testo.
*
Risolto un problema in una sessione 3270 per cui il tentativo di incollare dopo la colonna
60 in un campo SNA protetto potrebbe potenzialmente causare il blocco della sessione
host e dell’area di lavoro di Reflection.
*
I colori dei contorni dei campi per le sessioni 3270 e 5250 ora sono visualizzati
correttamente.
*
Tasti di scelta rapida sono stati aggiunti per tutti gli elementi di impostazione dell’area di
lavoro di Reflection.
*
Le sessioni di terminale non perdono più lo stato attivo dopo avere avviato e chiuso
Guida > «Informazioni sull’Area di lavoro di Reflection».
*
L’impostazione del controllo ortografico «Ignora parole con numeri» ora ignora
correttamente parole composte da lettere maiuscole e numeri.
*
Quando si passa da «Stampa su file» a «Stampante», lo stato su «Chiudi file» diventa
ora «Chiudi stampante» per coerenza.
Problemi VT
* I colori ANSI delle sessioni VT vengono ora migrati correttamente da un file .EDP di
versioni precedenti di EXTRA!
*
È possibile creare nuove sessioni con la proprietà GraphicsTerminal impostata su
«Con restrizioni» in una sessione VT.
*
All’utente non viene più richiesto di salvare una sessione VT dopo avere aperto e chiuso
determinate finestre di dialogo di impostazione senza avere in pratica cambiato niente.
*
Non vi sono più prompt imprevisti per salvare le modifiche dopo avere visitato
determinate finestre di dialogo di impostazione VT e aver quindi chiuso la sessione
quando «Chiedi conferma per salvare le impostazioni del documento» è stata impostata
come azione alla chiusura del documento.
*
Quando si salva una sessione VT, non viene più creato un file di tema personalizzato,
a meno che non vengano effettivamente apportate modifiche a un tema.
*
Mentre viene eseguito l’effettivo processo per incollare dati in una sessione VT, qualsiasi
pressione di tasti viene accodata fino al termine del processo.
*
Le dimensioni della finestra vengono ora inviate all’host in una sessione VT o SSH
quando la finestra viene ridimensionata con le opzioni «Imposta dimensioni finestra host»
e «Aggiornamento dinamico dimensioni terminale» attive.
*
Le tabelle di conversione personalizzate vengono salvate correttamente quando vengono
caricate da sessioni di versioni precedenti di Reflection for UNIX and OpenVMS.
*
I file .EDP delle sessioni VT creati in versioni precedenti di EXTRA! che contengono un
riferimento a un file di tastiera .EKM di EXTRA! vengono convertiti automaticamente in
una sessione .RDOX di Reflection e in un file di tastiera .XKB al momento del
salvataggio.
*
L’apertura di un file .EDP di EXTRA! imposta il parametro SaveOnPartialClear su False
per le sessioni compatibili con EXTRA!.
*
La registrazione delle sessioni VT è stata cambiata in modo da consentire la stampa
dall’host, dove un’applicazione attiva la registrazione e inizia a inviare dati a una
stampante, a un file o a entrambi.
*
Le tastiere delle sessioni VT sono state aggiornate in modo che premendo F1 non venga
visualizzata la Guida dell’area di lavoro di Reflection per impostazione predefinita.
*
I pulsanti Traccia ora visualizzano lo stato corretto di «traccia in corso» quando la
sessione VT viene avviata con l’impostazione per TraceSessionStart attivata.
*
È stata aggiunta la possibilità di avviare o arrestare la registrazione in modalità di
visualizzazione Classica o Browser.
*
Sono state chiarite le azioni di ripristino in una sessione VT, ridenominando «Soft Reset»
come «Reimpostazione terminale» e «Hard Reset» come «Richiama ultima
configurazione» nelle finestre di dialogo di mappatura della tastiera e del mouse. Inoltre,
«Cancella terminale» è stato ridenominato come «Terminale» nel sottomenu Ripristina
della modalità di visualizzazione VT Classica.
*
Un «Hard reset», <ESC>c, ora ripristina correttamente le impostazioni salvate di tutte le
funzionalità.
*
«NumPad1» è stato aggiunto all’elenco dei tasti mappati quando si utilizza il tipo di
terminale «VT-UTF8».
*
Facendo doppio clic su un elemento del riquadro «Risultati della ricerca», i risultati della
ricerca vengono visualizzati nella cronologia degli schermi. La vista «Risultati della
ricerca», inoltre, ora viene visualizzata se vi sono dei risultati nella cronologia degli
schermi.
*
Aggiunta un’opzione «LineFeed» all’elenco della mappa dei tasti per le sessioni VT e per
tutti gli altri tipi di terminali.
*
Quando un file .EDP di EXTRA! viene aperto, il campo di negoziazione del tipo di
terminale «Use only the following type» viene ora migrato correttamente per le sessioni
VT.
*
Il menu di scelta rapida non viene più visualizzato in una sessione VT quando è attiva
l’impostazione «Clic con pulsante destro per incollare il testo degli Appunti».
*
Facendo doppio clic su una parola per selezionarla in una sessione VT ora copia la
parola negli Appunti di Windows.
*
Dei nomi univoci sono stati associati ai modem elencati per le connessioni VT.
*
Le 16 opzioni di mappa dei colori degli attributi del testo VT sono state ridenominate e
riordinate in modo che corrispondano ai nomi e all’ordine degli attributi del testo nelle
versioni precedenti di Reflection.
*
Una macro avviata dall’host di una sessione VT che utilizza la proprietà Session.Caption
ora può cambiare correttamente il titolo della sessione.
*
Dopo avere aumentato le colonne da visualizzare, una barra di scorrimento orizzontale
viene ora visualizzata in una sessione VT.
*
La funzionalità Copia ora funziona quando la sessione UNIX e OpenVMS è disconnessa
dal sistema host.
*
Aggiunta la funzionalità «Chiudi stampante» a una sessione VT per arrestare i processi
di stampa.
*
Tutti i 16 elementi dello schermo possono essere ora mappati con colori ANSI per le
sessioni VT.
Altri problemi
* Risolto un problema che può generare un errore PROG752 quando la sessione
TN3270E rileva un errore in uno dei blocchi di dati dall’host che non sia l’ultimo.
*
Corretto un problema di posizione non valida del cursore nelle sessioni Demo 3270 in
lingua giapponese che simulano il menu principale ISPF.
*
Un file di impostazioni di Reflection viene ora salvato correttamente sul server di gestione
di Reflection Security Gateway quando viene aperto utilizzando la Workstation
amministrativa e viene eseguito il comando «Salva con nome».
*
Il Modified Data Tag (MDT) SNA viene ora impostato correttamente su «off» quando si
attiva/disattiva un campo selezionabile della penna ottica.
*
Risolto un problema che può causare arresti anomali o output confuso con alcuni
processi di stampa nelle sessioni VT e ReGIS quando l’output viene inviato a stampanti
PostScript.
*
Ora è possibile stampare più file 5250 in spooler su singoli file in un ambiente di stampa
DBCS (Double-Byte Character Set).
*
Non si verifica più un arresto anomalo di R2win.exe quando vengono visualizzati i
contenuti di un file UTF-8 in giapponese che presenta righe lunghe senza a capo
automatico.
*
Corretti i problemi di formattazione con l’allineamento delle colonne nelle sessioni
stampante 5250 per processi di stampa DBCS.
*
Una sessione di Reflection for IBM ora funziona correttamente quando si cambia
l’impostazione «Modalità di risposta Telnet».
*
Lo Strumento di raccolta ambiente di Reflection visualizza correttamente le finestre di
dialogo in tutte le lingue supportate.
Funzionalità non più supportate In Reflection 2014
* La tastiera DEC LK450 non è supportata in Reflection 2014.
Reflection X Advantage 5.0
Reflection X Advantage è disponibile con Reflection X 2014 e Reflection Pro 2014.
Se si esegue Reflection X Advantage su una piattaforma Windows, Reflection X Advantage è
incluso come funzionalità in Windows Installer.
Se si esegue Reflection X Advantage su una piattaforma non basata su Windows, scaricare e
installare il file appropriato per il sistema operativo in uso.
Nuove funzionalità
Reflection X Advantage 5.0 include molti cambiamenti che ne semplificano l’utilizzo e
l’amministrazione rispetto alle versioni precedenti.
Avvio più semplice dei client
* Per connettersi, è sufficiente fare doppio clic su qualsiasi definizione in Client X,
Connessioni XDMCP o Gruppi avvio. I client ora avviano le sessioni automaticamente,
per cui non è più necessario avviarli lanciando prima una sessione.
*
Nuove opzioni di «Avvio automatico» sono disponibili per tutti i tipi di definizioni. Queste
consentono di creare configurazioni che si avviano automaticamente quando Reflection
X Advantage viene avviato.
*
La nuova opzione Gruppi avvio consente di avviare più client insieme.
Configurazione più semplice
* Sono state incluse nuove definizioni campione che semplificano la realizzazione delle
prime connessioni.
*
Nuovi modelli forniscono definizioni di esempio per la connessione a diversi tipi di host.
*
Non vi è più una categoria di definizioni dei server X separata. Tutte le impostazioni del
server sono integrate nella definizione della sessione.
*
Le definizioni delle sessioni utilizzano un’interfaccia a schede che semplifica
l’individuazione delle impostazioni necessarie.
*
La nuova categoria Connessioni XDMCP semplifica la configurazione di questo tipo di
sessioni.
Organizzazione più semplice
* Sono disponibili nuove opzioni che aiutano a organizzare gli elenchi di definizioni.
È possibile trascinare le definizioni all’interno degli elenchi. Oppure utilizzare il nuovo
pulsante di ordinamento per sistemare l’elenco in ordine alfabetico.
Aggiornamento più semplice da versioni precedenti di Reflection X
* Le impostazioni di Reflection X 13.x e 14.x vengono importate automaticamente e ora
funzionano come nelle versioni precedenti. Per connettersi è sufficiente fare doppio clic
sul client X importato e sulle definizioni XDMCP.
*
Il server Reflection X, denominato config nelle versioni 13.x e 14.x, viene migrato su una
sessione denominata config. Come nelle versioni precedenti, questo server viene
eseguito automaticamente quando si avvia Reflection X Advantage.
Amministrazione più semplice
* Creare modelli personalizzati automaticamente disponibili per gli utenti quando avviano X
Manager o X Manager for Domains per la prima volta.
*
La nuova opzione della riga di comando -execOnly avvia Reflection X Advantage in
modalità ridotta che consente agli utenti di vedere e utilizzare le definizioni fornite senza
permettere di modificarne le impostazioni.
Funzionalità aggiuntive nella versione 5.0
* I componenti del nodo del dominio utilizzano l’algoritmo RSA SHA-256 più sicuro per
l’autenticazione.
*
Le connessioni di client Secure Shell supportano gli algoritmi SHA256 per
l’autenticazione dell’host.
*
Nella scheda Generale della definizione della sessione è disponibile una nuova opzione
per disattivare la condivisione della sessione.
*
Nella scheda Generale della definizione della sessione è disponibile una nuova opzione
per limitare il numero di istanze della sessione.
*
Le nuove definizioni delle sessioni non consentono più l’autenticazione basata sull’utente
per impostazione predefinita.
*
Le impostazioni del mouse nella definizione della sessione includono opzioni per
configurare e disattivare la rotellina di scorrimento.
*
La mappatura della tastiera ora supporta la mappatura personalizzata dei tasti
modificatori.
*
Le utilità della riga di comando rxmgr e rxmgrdomains non richiedono più di specificare
-session prima di -client. Ora il client specificato con l’opzione -client avvia la sessione
configurata o richiede una sessione.
*
Nella scheda Registrazione della definizione della sessione è disponibile una nuova
opzione per registrare l’output del debug SSH.
Per impostazione predefinita, le definizioni della connessione XDMCP appena creata
utilizzano l’opzione «Diretta».
*
I client GLX possono essere eseguiti su qualunque piattaforma, non solo Windows,
e possono essere eseguiti in una sessione distribuita.
*
Una nuova opzione della sessione «On last client» (Sull’ultimo client) è disponibile per
arrestare automaticamente la sessione e uscire da X Manager quando viene chiuso
l’ultimo client.
*
Reflection X Advantage utilizza la Guida disponibile sul sito Web per impostazione
predefinita. Se si preferisce utilizzare la Guida installata in locale, è necessario installarla
separatamente. Dopo avere installato i file della Guida locale, è necessario configurare
ogni applicazione di Reflection X Advantage installata in modo che utilizzi la Guida
locale.
*
È possibile eseguire il backup del database del dominio Reflection X Advantage in
qualsiasi momento; non è più necessario arrestare prima il servizio Reflection X
Advantage.
*
Il simbolo dell’Euro è supportato per impostazione predefinita nella mappe della tastiera
predefinite.
*
L’autenticazione dell’utente con smart card compatibili PKCS#11 ora supporta l’utilizzo
della chiave pubblica contenuta nel certificato.
*
Il modulo di crittografia BSAFE di RSA (ora EMC) utilizzato da Reflection X Advantage è
stato aggiornato a Crypto-J 6.1 in questa release.
*
Aggiunto il supporto delle tastiere LK450.
*
Sui sistemi Windows, il programma di installazione include ora una funzionalità «Java
Runtime Environment (JRE)» separata. Quando questa funzionalità viene selezionata, un
programma di installazione associato installa JRE configurato correttamente. Attachmate
fornirà pacchetti di installazione Java aggiornati per fornire gli aggiornamenti della
sicurezza Java. È possibile scaricare e applicare questi pacchetti indipendentemente da
qualsiasi altro aggiornamento applicato al pacchetto di installazione principale. Quando
questa funzionalità non è installata, è possibile configurare Reflection X Advantage in
modo da utilizzare un JRE alternativo installato.
*
Le utilità della riga di comando rxmgr e rxmgrdomains includono una nuova opzione
(-xdmcp) che supporta l’avvio di sessioni XDMCP utilizzando una definizione di
connessione XDMCP esistente o specificando tutte le informazioni di connessione
richieste direttamente sulla riga di comando.
Funzionalità non più supportate nella versione 5.0
* Reflection X Advantage non è più supportato su sistemi operativi Mac.
*
La distribuzione di Reflection X Advantage utilizzando Java Web Start non è più
supportata.
Problemi risolti
* La resa dei colori in PseudoColor è ora corretta quando «Backing store» è impostato su
«When mapped.»
*
Quando l’esecuzione avviene in modalità FIPS, i componenti del nodo del dominio
vengono autenticati utilizzando TLS 1.2.
*
Risolti vari problemi di visualizzazione dei menu segnalati quando si utilizza
l’applicazione di menu TCL/Tk. Problemi risolti: risposta lenta dopo l’esecuzione di
applicazioni non X, lampeggio, problemi di visualizzazione dei menu a discesa e menu
visualizzati dietro la finestra principale.
*
La gestione dei caratteri in Reflection X Advantage viene eseguita come in Reflection
X 14, per conformità trai due prodotti.
*
Grandi quantità di dati (260 KB) copiati da client X negli Appunti di Windows non risultano
più troncati o danneggiati.
*
Il client HP Debugger X ora viene visualizzato correttamente quando il tipo di
visualizzazione della finestra è «Show clients on my desktop» (Mostra client sul desktop).
*
L’opzione -import della riga di comando rxmgr elimina la creazione di definizioni
predefinite e mantiene l’ordine delle definizioni importate.
*
Risolto un problema che causava la visualizzazione dell’errore seguente nel file node.log:
«[ERROR]: Caught exception while running: java.awt.HeadlessException» ([ERRORE]:
Eccezione generata durante l’esecuzione: java.awt.HeadlessException).
*
Il tentativo di entrare in una sessione condivisa generata su un sistema giapponese non
fallisce più con il messaggio di errore «Joined Peer Session An unexpected error
occurred» (Joined Peer Session Si è verificato un errore imprevisto).
*
Risolto un problema di disegno di poligoni che causava l’arresto imprevisto di Reflection
X Advantage con un errore ArrayIndexOutOfBoundsException.
*
Risolto il lampeggio della finestra segnalato quando si utilizza un’applicazione client GLX
(LsPrePost).
*
Supporto migliorato per l’estensione MIT Shared Memory.
Client FTP di Reflection 2014
Il client FTP di Reflection 2014 (15 SP6) include nuove funzionalità e soluzioni ai problemi
seguenti.
Nuove funzionalità del client FTP
*
Le connessioni SSL/TLS ora supportano TLS versione 1.2.
Problemi del client FTP risolti
*
Il client FTP visualizza gli attributi di proprietario e gruppo se il server FTP o SFTP li
supporta.
*
Tutti i file sono visualizzati correttamente nell’elenco dei file dell’host quando si è
connessi a un server FTP Tandem/NonStop Guardian.
*
I nomi dei file che contengono un punto e virgola non vengono più troncati dopo il
download tramite «drag-and-drop».
*
Aggiunta protezione per una vulnerabilità di overflow dell’heap nel client FTP. Per ulteriori
informazioni, vedere la Nota tecnica 1708, Security Updates and Reflection (in inglese).
*
La proprietà LastError dell’API del client FTP viene impostata correttamente quando un
trasferimento viene interrotto a causa, ad esempio, di errore di rete.
*
È possibile eseguire contemporaneamente numerosi trasferimenti di file da più
applicazioni.
Aggiornamenti di Secure Shell
Gli aggiornamenti di Secure Shell seguenti sono validi per Reflection for UNIX and OpenVMS e
per il client FTP di Reflection.
Nuove funzionalità di Secure Shell
*
Le connessioni Secure Shell supportano SHA256. Il supporto di questo algoritmo più
recente e sicuro è configurato per impostazione predefinita. È possibile esaminare e
modificare le impostazioni nella scheda Crittografia della finestra di dialogo Impostazioni
Secure Shell di Reflection e/o modificare le impostazioni utilizzando le parole chiave del
file di configurazione. Gli aggiornamenti introdotti per questo supporto includono
modifiche a:
-
Codici di autenticazione del messaggio hash (HMAC)
Scheda Crittografia: Quando «SHA256» e «SHA512» sono selezionate, il client invia
valori aggiuntivi durante lo scambio delle chiavi per supportare i server OpenSSH più
recenti.
Nuovi valori delle parole chiave Macs: hmac-sha2-256, hmac-sha2-512
-
Algoritmi di firma
Scheda Crittografia: L’elenco delle firme RSA ora comprende «SHA256»
Nuovo valore della parola chiave x509rsasigtype: sha256
-
Algoritmi di scambio delle chiavi
Scheda Crittografia: L’elenco Algoritmo per lo scambio delle chiavi ora comprende
«DH Group Ex SHA 256».
Nuovi valori delle parole chiave HostKeyAlgorithms: x509v3-rsa2048-sha256, [email protected]
*
L’utilità della riga di comando scp supporta una nuova opzione (-z) per scaricare file da
server Windows. Per impostazione predefinita, nella corrispondenza dei nomi dei file si fa
distinzione tra maiuscole/minuscole per tutti i download. Quando si utilizza l’opzione -z,
per i download che includono caratteri jolly nella specifica del nome file del server non si
fa distinzione tra maiuscole/minuscole.
*
Il menu Agente di gestione chiavi di Reflection include una nuova opzione «Usa solo
firme SHA1». Quando questa opzione è attivata (impostazione predefinita), l’agente
utilizza solo firme SHA1. Per attivare il supporto per firme SHA256, deselezionare questa
opzione di menu. Nota: L’inoltro da parte dell’agente ad alcuni server potrebbe non
essere supportato quando questa opzione è deselezionata a causa della lunghezza della
risposta alla richiesta dell’elenco del server.
*
Per connettersi a vecchi server che non supportano SHA1, è necessario impostare
esplicitamente il tipo di firma RSA su MD5. In precedenza, il client cambiava
automaticamente il tipo di firma da SHA1 a MD5 quando eseguiva la connessione a
server versione 2.1 - 2.4 (incluse). Poiché attualmente MD5 è considerato insicuro, il
client non esegue più automaticamente questo cambiamento. Questo aggiornamento
può causare un errore di connessione se l’impostazione della firma corrente è SHA1
(impostazione predefinita). Per connettersi a server che non supportano SHA1, utilizzare
la scheda Crittografia della finestra di dialogo Impostazioni Secure Shell per cambiare il
tipo di firma RSA in MD5.
Problemi di Secure Shell risolti
*
L’utilità di caricamento della chiave pubblica gestisce ora correttamente le strutture disco
ODS-2 e ODS-5 su server OpenVMS.
*
È stato risolto un problema che causava errore di convalida del certificato casuali con
certificati configurati per utilizzare OCSP senza utilizzare NextUpdate.
*
L’esecuzione di determinati comandi remoti non causa più arresti anomali casuali in
RSSH15.EXE.
*
Gli algoritmi delle chiavi host Secure Shell (SSH) sono stati riordinati per conformità con
le specifiche dei server Reflection for Secure IT.
*
Il client SSH è ora in grado di leggere e convalidare un certificato intermedio dallo store
dei certificati del sistema.
Come ottenere il prodotto
I clienti con contratto di manutenzione possono scaricare le versioni più recenti del prodotto dalla
Download Library Attachmate: https://download.attachmate.com/Upgrades/.
Per poter selezionare e scaricare un file sarà necessario eseguire l’accesso e accettare il
Contratto di licenza software. Per maggiori informazioni sull’utilizzo del sito Web della Download
Library, vedere la Nota tecnica 0200 (in inglese).
Per informazioni sull’acquisto di Reflection 2014, inviare un’e-mail a:
[email protected]
Piattaforme supportate
Per informazioni sulle piattaforme supportate in Reflection 2014, Reflection for IBM 2014 e
Reflection for UNIX and OpenVMS 2014, vedere la Nota tecnica 2698 (in inglese).
Per informazioni sulle piattaforme supportate in Reflection Pro 2014 e Reflection X 2014, vedere
la Nota tecnica 2704 (in inglese).
Riferimenti per l’installazione o l’aggiornamento a
Reflection 2014
Installazione
* Reflection 2014, Reflection for IBM 2014 e Reflection for UNIX and OpenVMS 2014:
Vedere la Guida all’installazione e alla distribuzione, disponibile sulla pagina della
documentazione di Reflection 2014:
http://support.attachmate.com/manuals/reflection2014.html.
*
Reflection Pro 2014 e Reflection X 2014:
Vedere il manuale Reflection X Advantage Planning and Installation Guide disponibile in
http://support.attachmate.com/manuals/reflection2014.html?prod=RXA.
Aggiornamento
Il programma di installazione di Reflection 2014, a seconda del prodotto, provvederà ad
aggiornare e rimuovere i prodotti Attachmate oppure richiederà la rimozione manuale dei prodotti
Attachmate prima di completare l’installazione.
Per informazioni dettagliate sull’aggiornamento a Reflection 2014, vedere la Nota tecnica 2702
(in inglese).
Note per l’installazione
Notare i seguenti requisiti relativi a .NET in Reflection 2014.
Utilizzo del programma di installazione di Attachmate in Windows 8, Windows 7 o
Windows Vista
Per impostazione predefinita, Windows 8, Windows 7 o Windows Vista dispongono del livello di
base necessario di .NET Framework richiesto per l’installazione. Se si utilizza il Programma di
installazione di Attachmate (setup.exe) per installare 2014 su queste piattaforme, il programma
verifica che il sistema disponga di .NET Framework e se necessario lo installa. (Si applica solo
per le installazioni che utilizzano il Programma di installazione di Attachmate. Non si applica
quando Reflection 2014 viene installato direttamente con MSI.)
Reflection 2014 è dotato di numerose funzionalità aggiuntive che richiedono Microsoft .NET
Framework 4.0. Se queste funzionalità sono selezionate per l’installazione principale di Reflection
2014 e questo framework non è ancora installato, il Programma di installazione di Attachmate lo
installa automaticamente dopo che è stata completata l’installazione principale. Sia la versione a
32 bit che quella a 64 bit di questo software sono distribuite con Reflection 2014.
Nota: Se si utilizza Microsoft Windows Server 2008 R1 ed è richiesto .NET Framework 4.0, è
necessario assicurarsi che sia installato sul server. Il Programma di installazione di Attachmate
non installa .NET su questo server.
Installazione diretta con MSI
Se si installa Reflection 2014 direttamente con MSI e il programma .NET 4 Framework completo
non è installato, Windows Installer visualizzerà una finestra di dialogo di avviso e verrà terminato.
Se le funzionalità del prodotto che si stanno installando non richiedono .NET 4, è possibile
aggiungere la proprietà SKIPDOTNET=1 alla riga di comando per ignorare questa condizione di
test.
Installazione su Windows XP
Se si installa Reflection 2014 su Windows XP, prima di installare Reflection è necessario
assicurarsi che sia installato Microsoft .NET Framework 2.0 SP1 (o successive). Questo si
applica alle installazioni eseguite con MSI o setup.exe, indipendentemente dalle funzionalità del
prodotto che si stanno installando. Se questo requisito minimo non viene soddisfatto quando si
installa in Windows XP, verrà visualizzata una finestra di avviso e l’installazione verrà terminata.
(Il programma setup.exe si basa sul presupposto che il programma .NET Framework richiesto
esista in Vista e Windows 7 o versioni successive). La sezione precedente «Installazione diretta
con MSI» e la gestione dei requisiti .NET 4 si applicano anche a Windows XP.
Valutazione di Reflection 2014
Il programma di installazione della versione di valutazione di Reflection 2014, a seconda del
prodotto, provvederà ad aggiornare e rimuovere i prodotti Attachmate oppure richiederà la
rimozione manuale dei prodotti Attachmate prima di completare l’installazione di valutazione.
Per mantenere le installazioni Attachmate esistenti, si consiglia di installare la versione di
valutazione di Reflection 2014 su un computer in cui non sono installati altri prodotti Attachmate.
Dopo avere ricevuto la versione di valutazione di Reflection 2014, Reflection for IBM 2014 o
Reflection for UNIX and OpenVMS 2014, vedere la Guida alla valutazione disponibile sulla
pagina della documentazione di Reflection 2014:
http://support.attachmate.com/manuals/reflection2014.html
Dopo avere ricevuto la versione di valutazione di Reflection Pro 2014, vedere la Guida alla
valutazione precedente per le funzionalità dell’area di lavoro. Per valutare le funzionalità di
Reflection X Advantage, vedere la Guida alla valutazione di Reflection X Advantage disponibile
sulla pagina della documentazione:
http://support.attachmate.com/manuals/reflection2014.html?prod=RXA
Per valutare Reflection for NonStop 2014 Add-On, compilare il modulo di valutazione:
http://www.attachmate.com/Evals/terminal-emulation/rnonstop/eval-form.htm
Documentazione
La documentazione di prodotto per Reflection 2014 è disponibile all’indirizzo
http://support.attachmate.com/manuals/reflection2014.html.
AVVISO SULLA PRIVACY: Comportamento della Guida del prodotto. Quando si fa clic su
«?» in un prodotto Attachmate, è possibile che il prodotti tenti di aprire una connessione diretta al
sito Web del supporto di Attachmate per accedere alla documentazione aggiornata o estesa del
prodotto. Questo comportamento del prodotto richiede l’utilizzo di cookie, ma non implica la
raccolta di informazioni di identificazione personale. Attachmate può utilizzare sia strumenti
interni, sia servizi di aggregazione di dati esterni (come Google Analytics) nella valutazione del
ruolo che il nostro materiale della Guida svolge nel supporto dei clienti e tali informazioni possono
aiutarci a migliorare il prodotto. È possibile rivedere l’intera Informativa sulla privacy di
Attachmate seguendo il collegamento «Privacy and Legal» in fondo a tutte le pagine Web di
Attachmate.com. È possibile impedire l’azione di connessione diretta descritta in precedenza
mediante le impostazioni del desktop oppure è possibile che i criteri di rete IT blocchino
automaticamente tali connessioni.
Nota: La versione inglese del documento (http://support.attachmate.com/techdocs/2699.html)
potrebbe contenere informazioni aggiornate.

Documenti analoghi