NOVOTEL VENEZIA-MESTRE LA CASTELLANA

Commenti

Transcript

NOVOTEL VENEZIA-MESTRE LA CASTELLANA
L’Unione Europea si è posta l’obiettivo di diventare, entro il
2010, un’economia in grado di realizzare una crescita
economica sostenibile. Il traguardo, sebbene difficile, va
raggiunto e i programmi comunitari in materia di istruzione
e formazione rappresentano senz’altro uno strumento
indispensabile.
Il contributo dei Paesi dell’area sud-orientale europea in
termini di ricerca scientifica, di tecnologie educative, di
sistemi scolastici e di cultura pedagogica può costituire, fin
d’ora, un fattore nuovo di arricchimento, di cui occorrerà
tener conto sia nei processi di convergenza dei percorsi
educativi sia nell’architettura dei programmi comunitari.
Per rafforzare la cooperazione in materia di dialogo politico
e di apertura dei programmi comunitari, la Direzione
Generale degli Affari Internazionali del MIUR avvia nella
primavera 2004, nell’ambito delle iniziative del Patto di
Stabilità - Tavolo 1, in collaborazione con l’IRRE del Veneto,
un confronto tra i sistemi di istruzione e formazione dei
Paesi dell’area balcanica e le politiche europee in tali
materie, con i Ministeri dell’Educazione e Istruzione dei Paesi
dell’Europa sud-orientale coinvolti nella iniziativa (Bosnia e
Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Moldova,
Montenegro, Romania, Serbia). Nei mesi successivi, si
sviluppa, con un’ampia condivisione di intenti -ufficializzata
nel seminario di Abano Terme del 4-6 novembre 2004, la
l’attuazione di partenariati legati all’azione Comenius 1,
realizzati nell’anno scolastico 2004-05 tra scuole italiane ed
altrettante dell’area balcanica. La particolare modalità di
collaborazione vuole offrire l’opportunità di far conoscere i
programmi comunitari Socrates e Leonardo da Vinci a scuole
di Paesi che, in un futuro ormai prossimo, parteciperanno ai
programmi comunitari, sia fornendo alle scuole coinvolte la
possibilità di appropriarsi di metodologie e strumenti
adeguati, sia favorendo significativi scambi di esperienze
didattiche.
Familiarizzare con le politiche e i metodi dell'Unione,
significa soprattutto conoscersi meglio : ecco l'aspetto
innovativo di questo progetto, che parte dalla scuola, dalle
sue risorse ( docenti studenti famiglie ) cercando, attraverso
il partenariato, di sostenere un’adesione reale ai progetti di
cooperazione europea.
In fase di bilancio molte positività: dal coinvolgimento della
realtà territoriale e delle famiglie alla completa integrazione
del nuovo partner, da un ampliamento del lavoro in base al
progetto iniziale al rispetto dei tempi e delle regole stabilite,
dalla disponibilità piena degli altri partner europei a
condividere il new entry ad una informazione capillare delle
attività in svolgimento.
Il seminario di chiusura che si svolge a Venezia-Mestre il 2021 ottobre 2005, darà spazio alla illustrazione dei risultati
raggiunti dalle realtà scolastiche coinvolte e aggiornerà sulle
politiche europee in materia di istruzione e formazione.
The European Union has set itself a goal: to become by 2010
an economy capable of sustainable economic growth. To
attain this challenging objective, community education and
training programmes are an unmissable tool.
The contribution of south-east European Countries in
scientific research, education technology and systems and
pedagogic culture can be an innovative enriching factor that
should be monitored along the converging lines of education
paths as well as while drafting community programmes.
With a view to strengthening cooperation in the areas of
political dialogue and opening up to community programmes,
the Directorate General for International Relations of the
MIUR (Italian Ministry of Education, University and Research)
launched a project in spring 2004 in collaboration with the
IRRE Veneto (Regional Institute for Educational Research of
the Veneto Region). The project, which is part of the Stability
Pact initiatives – Table 1, aims to compare the education and
training systems of the Balkan Countries and the EU policies in
this area, and involves the Education Ministries of the southeast European Countries which take part is this initiatives:
Bosnia-Herzegovina, Bulgaria, Croatia, Macedonia, Moldova,
Montenegro, Romania and Serbia. In the following months,
given the large consensus obtained at the meeting held 4-6
November 2004 in Abano Terme, partnerships within the
framework of Comenius 1 were established and implemented
during the 2004-2005 school year between Italian and Balkan
schools. The peculiar cooperation procedure was an
opportunity to promote the community programmes Socrates
and Leonardo da Vinci among the schools of those Countries
which will soon join this initiative by providing the
participating schools the appropriate methodologies and
tools, and facilitating the exchange of significant educational
experiences.
Becoming familiar with the Union politics and methods means
above all getting to know each other better: this is the
innovative feature of this project which starts from the school,
from its resources (teachers, students, families) and – through
partnerships - aims to finalize an effective implementation of
the European cooperation projects.
Finally, a positive result: from the involvement of local
institutions and families to the complete integration of the
new partner, from expanding the original basic project to
respecting schedules and defined rules, from the fully
welcoming approach of the other European partners for the
new entry to the capillary dissemination of information on the
ongoing activities.
The closing meeting to be held in Venice-Mestre on 20-21
October 2005, will focus on the results achieved by the
participating schools and will provide an update on the
European education and training politics.
MIUR
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
The Ministry of Education, University and Research
Coordinatore del Progetto:
Clementina Muritano, MIUR, Direzione Generale Affari
Internazionali dell’Istruzione Scolastica, Uff.III
Componente del team
Anna Maria Attanasio
Responsabili per l’IRRE Veneto
Maddalena Carraro, Presidente
Raffaello Scattolin, Direttore
Referente del progetto per l’IRRE Veneto
Adriana Gusso
Assistenza Amministrativa
Maristella Magrin
www.elioline.com
IRRE Veneto
Via Leopardi ,19 - Venezia - Mestre
Tel. +39 041 984588
E-mail: [email protected]
http:// www.irre.veneto.it
MIUR
Viale Trastevere, 76/a - ROMA
Tel. +39 06 5849 3394
http://www.istruzione.it
Novotel Venezia-Mestre La Castellana
Tel. +39 041 5066511
E-mail: [email protected]
sito Web www.novotel.com <http://www.novotel.com>
DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE
Direzione Generale per gli Affari Internazionali dell’Istruzione Scolastica – Uff. III
IRRE VENETO
Istituto Regionale di Ricerca Educativa del Veneto
Regional Institute for Educational Research of Veneto
organizzano il Seminario
are organising a Seminar
Confronto tra i sistemi educativi
dei Paesi dell’Unione Europea
e dei Paesi del Sud-Est Europa
sulla progettazione dei programmi comunitari
in materia di istruzione e formazione.
Comparison between the education systems of
European Union Countries
and South-Eastern European Countries
on planning community programmes
in the field of education and training.
NOVOTEL
VENEZIA-MESTRE
LA CASTELLANA
20-21 Ottobre/October 2005
Intervengono:
Commissione Europea, esperti e scuole di Bosnia e Erzegovina,
Bulgaria, Croazia, Macedonia, Moldova, Montenegro, Romania,
Serbia, INDIRE, IRRE Veneto, Isfol, MIUR- Direzione Generale
Affari Internazionali, scuole italiane progetto Socrates
Partecipano:
rappresentanti degli Istituti Regionali di Ricerca Educativa,
dell’IPRASE di Trento, degli Istituti Pedagogici di Bolzano,
dell’INVALSI e degli Uffici Scolastici Regionali Italiani
Programma Seminario
Seminar Programme
Giovedì/Thursday 20 ottobre/October 2005
Ore 8.30/8.30 a.m.
Registrazione partecipanti. Registration of participants.
Ore 9.00/9.00 a.m.
Saluti Autorità Locali.
Saluti del Presidente IRRE Veneto, dott.ssa Maddalena
Carraro.
Welcome address by Local Authorities.
Welcome address by the President of IRRE Veneto, Mrs.
Maddalena Carraro.
Ore 9.30/9.30 a.m.
Illustrazione del progetto, Direttore Antonio Giunta La
Spada, MIUR.
Presentation of the project, Director Antonio Giunta La
Spada, MIUR.
Ore 10.00/10.00 a.m.
Patto di stabilità: quali sviluppi del Tavolo 1, dott.
Mihaylo Milovanovitch - Task Force Education and
Youth.
Stability Pact: developments of Table 1, Mr. Mihaylo
Milovanovitch - Task Force Education and Youth.
Ore 10.30/10.30 a.m.
Aggiornamenti sulle politiche europee per la formazione e l’educazione, dott. Sergio Corti, Commissione europea.
Updates on European policies on education and training, Mr. Sergio Corti, European Commission.
Ore 11.00/11.00 a.m.
Cittadinanza e cittadinanze: il ruolo dell’istruzione e
della formazione, prof. Antonio Papisca, Università di
Padova.
Citizenship and citizenships: the role of education and
training, prof. Antonio Papisca, University of Padua.
Ore 11.30/11.30 a.m.
Coffee break.
Ore 11.45/11.45 a.m.
Tavola Rotonda, I^ Sessione. Le scuole si raccontano:
Italia, Bosnia e Erzegovina, Moldova, Montenegro.
Coordina la dott.ssa Clementina Muritano.
Round Table, 1st Session. The schools tell their stories:
Italy, Bosnia-Herzegovina, Moldova, Montenegro.
Coordinator: Mrs. Clementina Muritano.
Ore 13.15/1.15 p.m.
Buffet. Lunch.
Ore 15.00/3.00 p.m.
Tavola Rotonda, II^ Sessione. Le scuole si raccontano:
Italia, Serbia, Croazia, Romania, Macedonia, Bulgaria.
Coordina la prof.ssa Anna Maria Attanasio.
Round Table, 2nd Session: The schools tell their stories:
Italy, Serbia, Croatia, Romania, Macedonia, Bulgaria.
Coordinator: prof. Anna Maria Attanasio.
Ore 16.30/4.30 p.m.
Analisi dei risultati della prima fase a cura della prof.ssa
Adriana Gusso.
Analysis of first phase results, by prof. Adriana Gusso.
Ore 17.00/5.00 p.m
Dibattito. Debate.
Ore 18.30-19.00/6.30-7.00 p.m.
Partenza per la località di Mira sulla Riviera del Brenta
per la visita alla villa Widmann Rezzonico Foscari (inizi
del sec.XVIII).
Departure for Mira on the Riviera del Brenta to visit villa
Widmann Rezzonico Foscari (beginning of XVIII century).
Cena in villa. Dinner at the villa.
Venerdì/Friday 21 ottobre/October 2005
Ore 9.30/9.30 a.m.
Proposte di gemellaggi ed azione e-twinning, a cura
dell’INDIRE.
Proposals for twinning and e-twinning activities, by
INDIRE.
Ore 10.00/10.00 a.m.
Europass, a cura dell’ ISFOL.
Europass, presentation by ISFOL.
Ore 10.30/10.30 a.m.
Nuovi approcci nell’implementazione di Europass in
Romania, a cura di Alexandru Mihailescu.
New approaches in the implementation of Europass in
Romania, by Alexandru Mihailescu.
Ore 11.00/11.00 a.m.
“Europa e non solo… Dialogo intorno ai confini”, l’esperienza dell’USR per le Marche a cura della dott.ssa
Gianna Prapotnich.
“Europe and not only… Dialogue around the frontiers”,
the experience of the USR of the Marche region, by Mrs.
Gianna Prapotnich.
Ore 11.30/11.30 a.m.
Coffee break.
Ore 11.45/11.45 a.m.
Iniziative di mobilità con i Paesi dell’area dei Balcani, a
cura dell’Assessorato della Provincia di Gorizia, Friuli
Venezia Giulia e dell’ISIP di Monfalcone e Grado.
Mobility initiatives with the Balkan Countries, by the
Department of the Province of Gorizia (Friuli Venezia
Giulia region) and the ISIP of Monfalcone and Grado.
Ore 12.10/12.10 a.m.
Progetto “Ischida” della Scuola media statale
“Alghero 2 + Fertiglia” di Alghero.
Project “Ischida” by the lower secondary school
“Alghero 2 Fertiglia” from Alghero.
Ore 12.30/12.30 a.m.
Progetto scambio tra l’IPC “C.Golgi” di Brescia e la
scuola “Zavidovici” della Bosnia e Erzegovina.
Exchange project between IPC “C.Golgi” from Brescia
and school “Zavidovici” from Bosnia-Herzegovina.
Ore 13.00/1.00 p.m.
Conclusioni. Conclusions.
Ore 13.15/1.15 p.m.
Buffet. Lunch.
Ore 14.30 - 16.00/2.30 - 4.00 p.m.
Incontri tra scuole (italiane e straniere) ed esperti per la
definizione degli aspetti amministrativi e gestionali della
sperimentazione.
Meetings between Italian and foreign schools and
experts to deal with the administrative and management
aspects of the project.
Ore 16.30/4.00 p.m.
Visita a Mestre alla sede degli ‘Itinerari Educativi’ (uno
dei punti di forza delle offerte pedagogiche del Comune
di Venezia). Cena in hotel.
Visit to ‘Itinerari Educativi’ in Mestre (one of the most
successful educational experiences in the municipality
of Venice). Dinner at the Hotel.
Sabato/Saturday 22 ottobre/October 2005
mattina/morning
Visita all’Istituto turistico-alberghiero Barbarigo-Sarpi
di Venezia. Pomeriggio libero.
Visit to the vocational school of hotel and tourism
management Barbarigo-Sarpi in Venice. Free afternoon.
LE SCUOLE E I LORO PROGETTI COMENIUS
SCHOOLS AND COMENIUS 1 PROJECT
Istituto Comprensivo “Soprani”
CASTELFIDARDO - Ancona Italia
Theoretic Lyceum “Mihail Sadoveanu”
CALARASHI Moldova
Tematiche:
Convivenza, dialogo interculturale, pace
Intercultural dialog, Co-existence and Peace
Istituto Comprensivo “Berti”
BAGNACAVALLO - Ravenna Italia
OS “Silvie Strahimir Kranjevich”
SARAJEVO Bosnia e Erzegovina
Tematiche:
L’isola della convivenza - The Island of Co-existence
Direzione Didattica 1 Circolo “Marconi”
MARTINA FRANCA - Taranto Italia
Elementary School “Pavle Rovinski”
PODGORICA Montenegro
Tematiche:
Conoscere se stessi e conoscere gli altri
Knowing yourself and knowing others
Scuola Media Statale “Boccardo”
NOVI LIGURE - Alessandria Italia
Peta beogradska gimnazija
BEOGRAD Serbia
Tematiche:
Calendario europeo, giornale bilingue
European Calendar, Bilingual Newspaper
Direzione Didattica 2 Circolo di Senago
SENAGO - Milano Italia
Primary School “Rivarela”
NOVIGRAD Croazia
Gen. School no. 9 “Liviu Rebreanu”
MIERCUREA CIUC Romania
Tematiche:
Bimbi, giochi e giocattoli - Children, games and toys
Direzione Didattica 5 Circolo “Cairoli”
FIRENZE Italia
OU “Said Najeni”
DEBAR Macedonia
“Vasil Levski” Primary School Level
KRUMOVGRAD Bulgaria
Tematiche:
Educazione alla pace, dimensione europea dell’educazione
Education for Peace, The European Dimension of Education
edizioni per la scuola