arranca, le produzioni estere in ambito dance arrivano a traguardi di

Commenti

Transcript

arranca, le produzioni estere in ambito dance arrivano a traguardi di
..:: ANNATA 1993 ::..
Mentre il “Made in Italy” arranca, le produzioni estere in ambito dance arrivano a traguardi di
tutto rispetto, esplodendo a livello commerciale come forse mai finora, sapendo unire
sapientemente elementi della canzone pop e contaminazioni prettamente dance, se non
propriamente techno. Tra i maggiori protagonisti dell’anno va senz’altro annoverato Nester
Alexander Haddaway, in arte più semplicemente
Haddaway, cantante
originario di Trinidad e Tobago; il suo mix di pop e dance e la sua voce potente lo portano in
vetta alle classifiche di mezzo mondo sopratutto con “What Is Love”: n.1 in Italia ( quinto pezzo
più venduto dell’anno ), in Austria, Belgio, Danimarca, Irlanda, Finlandia, Olanda, Norvegia,
Spagna, Israele, n.2 in Inghilterra ( fra i 10 dischi dell’anno ), in Francia, Germania e Svizzera,
n.4 negli Stati Uniti e top 10 in Canada; ottimi riscontri anche con la successiva “Life”, uscita
durante l’estate: n.1 in Spagna, Svezia, Finlandia e Israele, n.2 in Austria, Germania,
Danimarca e Svizzera, n.3 in Italia, Belgio, Irlanda e Norvegia; l’album omonimo, “Haddaway”,
si comporta altrettanto bene, raggiungendo il primo posto in Finlandia e la top 5 in Italia,
Germania, Francia, Norvegia e Svizzera; in totale nella sua carriera, fra album e singoli,
Haddaway raggiunge l’invidiabile cifra di 28 milioni di dischi venduti.
Dalla Germania invadono le discoteche e il mercato europeo anche i
Culture Beat
( che già in precedenza avevano piazzato importanti successi come “Der Erdbeermund” - 1989
- o “I Like You” - 1990 ), fondendo ritmi al limite della techno ( con echi di rinnovato zanzarismo
) e pop; la vocalist Tania Evans è affiancata dal rapper Jay Supreme, prodotti da Peter Gabrer e
Torsten Fenslau: quest’ultimo morirà proprio nel 1993 per un incidente stradale, ma non prima
di aver partorita la mega-hit “Mr.Vain”: quattro settimane di permanenza in vetta alla chart
inglese ( top 10 dell’anno ), n.1 in Italia ( fra i 20 singoli del 1993 ), in Germania ( per 9
settimane ) e in Olanda, n.2 in Australia e Svizzera e nella top 20 dei singoli in Usa, e oltre 125
mile copie in Francia ( disco d'argento ); bene anche il successivo “Got To Get It” ( n.4 nel
nostro paese, in Germania e in Inghilterra ) e “Anything” ( top 5 in Uk e Germania ). Dello stesso
anno il loro fortunato remix di “Comin’On” degli
Shamen
, riempipista dell’autunno ( e top 20 nei singoli ).
Tornano alla ribalta anche i belgi 2 Unlimited, raggiungendo il picco massimo della loro
fortunata e longeva carriera col techno-anthem “No Limit” ( anche in questo caso con una
marcata presenza di zanzarismo ), che raggiunge la n.1 in ben 42 paesi, fra cui 5 settimane in
vetta in Inghilterra e Olanda, n.2 in Germania e top 10 in Italia, arrivando a vendere
complessivamente quasi 3 milioni di esemplari del singolo ( di cui 250 mila solo in Francia ); altri
fortunati estratti dall’album “No Limits!” ( 200 mila copie solo in Francia ) sono, nell’ordine,
“Tribal Dance” ( top 20 in Italia, n.4 e fra i 50 singoli più venduti dell’anno in Gran Bretagna, n.2
in Germania ), “Faces” ( di nuovo nella top 20 da noi e in top 10 in Germania e Gran Bretagna )
e, nel 1994, “Maximum Overdrive” ( n.1 in Francia, top 20 in Germania e Uk ).
Altro grande esponente della nuova Euro-Dance ( caratterizzata ormai quasi completamente da
una strofa rappata e un ritornello melodico cantato da una voce femminile e una massiccia
presenza di giri di tastiera ) è il teutonico Tony Dawson-Harrison, in arte
Captain Hollywood
, già rapper dei celebri Twenty 4 Seven: la sua “More and More” è il quarto disco più venduto
dell’anno in Germania ( dove era uscito nel 1992 ), arrivando a quota un milione di copie, e
conquistando successivamente l’intera Europa, fra cui l’Italia ( dove raggiunge la n.5 ) e anche
l'America ( top 20 della singles Billboard Chart ); la sua carriera proseguirà a gonfie vele fino al
1 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
1995 coi successivi “Only With You” e "Impossible" ( n.4 e top 20 in Germania ), fino “Flying
High” e “Find Another Way”.
Regina della dance per quest’anno è invece
Leila K
: la svedese di origini marocchine Leila El Khalifi, prodotta da Denniz Pop ( Dag Volle,
produttore svedese di Ace Of Base, Backstreet Boys, Doctor Alban, 5ive, e morto di cancro nel
1998 a 35 anni ), scala le classifiche di tutta europa con l’energica “Open Sesame”, n.3 anche
in Italia e top 5 in Germania; con l’album “Carousel” e coi successivi estratti “Ca Plane Pour
Moi” ( cover del pezzo omonimo di Plastic Bertrand del 1978 ) e “Slow Motion” Leila è l’artista
donna più venduta in Europa dell’intero 1993. Successivamente la sua carriera tenderà al
ribasso, piazzando però un discreto ritorno nel 1995 con “Electric”.
Il pop domina massicciamente anche nelle discoteche grazie al remix di “Living On My Own” di
Freddie Mercury
, ex leader degli indimenticati Queen, morto di AIDS il 24 novembre 1991. La rivisitazione in
chiave dance di questo pezzo, a opera del belga Serge Ramaekers, diventa il secondo singolo
dell’anno in Italia, il terzo in Germania e resta 2 settimane in vetta alla classifica inglese.
Stratosferico esordio in chiave pop misto a ritmiche raggae downtempo per gli svedesi di
Goteborg
Ace of Base
( Jenny Berggren, Malin Berggren, Jonas Peter Berggren, Ulf Ekberg ), prodotti anche loro da
Denniz Pop: la loro “All That She Wants” conquista il mondo intero ( di cui si segnalano le 3
settimane alla n.1 in Gran Bretagna e terzo disco dell’anno, fra i 10 più venduti in Australia del
1993, n.1 in Italia e terzo singolo dell’anno ) e permette all’album “Happy Nation” di conquistare
il record di disco di debutto più venduto di sempre, con ben 23 milioni di copie ( giunto alla n.1
anche negli Stati Uniti ) e vincendo 6 world music awards, 3 billboard awards, 3 America music
awars e svariati european grammy: niente male per un gruppo che non riusciva a trovare una
casa discografica disposta a pubblicare i loro pezzi, considerati “troppo banali”! Il singolo
successivo, “The Sign”, diventa la terza hit di sempre in America, dietro solo a “Will Always
Love You” di Whitney Houston e “End of the Road” dei Boyz 2 Men. Anche le discoteche non
vengono risparmiate da questa band, già ribattezzata degna erede dei mitici Abba.
Un altro fenomeno pop totalmente nostrano che conquista i dancefloor sono gli
883
prodotti da Claudio Cecchetto: Max Pezzali e Mauro Repetto, già arrivati al successo nel 1992
con “Hanno Ucciso l’Uomo Ragno”, pubblicano ora l’album “Nord Sud Ovest Est” che, forte di 1
milione e 300 mila copie vendute, si aggiudica il Festivalbar e disco più venduto dell’anno in
Italia. Primo estratto è la fortunata “6 1 Mito” ( n.1 nei singoli ), seguito da altri grandi successi
come l’omonimo “Nord Sud Ovest Est”, “Rotta x Casa di Dio”, “Come Mai” e “Nella Notte”, tutti
impreziositi di fortunati remix anche per gli amanti del ballo, rispettivamente di Stefano Secchi,
Datura, Bliss Team, Molella ( che riesce a rendere “Nella Notte” una sorte di versione cantata
della sua “Confusion” ).
Da segnalare anche il grande successo del cantante-intrattenitore
Fiorello
: dall’album “Spiagge e Lune” ( 500 mila copie ) verranno estratti i singoli di successo “San
Martino” ( rivisitazione in chiave pop-dance della poesia di Giosuè Carducci ), “Sì o No” ( n.2 nei
singoli, versione italiana della mega-hit “Please Don’t Go di Double You ), "Spiagge" e “Words (
Puoi )”.
2 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
Altri successi a metà strada fra dance e pop sono la romantica “Sweet Harmony” dei
The Beloved
( in pista già dagli anni ‘80 con la voce di Jon Marsh ), la raggaeggiante “Summer Summer” dei
Loft
( il tedesco Nosie Katzmann che nello stesso anno produce “Piece Of My Heart” degli
Intermission
- entrambi i progetti nella top 10 tedesca ), “Dreams” dell’inglesina
Gabrielle
( successo mondiale forte di alcuni curati remix in chiave garage ), “Informer” di
Snow
( il rapper canadese Darrin O’Brien ) e “Tocca Qui!” degli italianissimi
Articolo 31
: J. Ax ( Alessandro Aleotti ) e Dj Jad ( Luca Perrini ) sfornano un brano rap carico di ironia e
doppisensi ( soprannominato “il disco del pennello" ) che spopola in estate anche in disco. Bene
anche la pop-dance firmata
M People
: con “Moving On Up” e “One Night in Heaven” gli inglesi Michael Duncan Pickering, Paul Heard
e la voce inconfondibile di Heater Small ( già in pista nel 1991 con “How Can I Love You More” )
vincono il Best British Dance Act sia nel 1994 che nel 1995; il fortunato album è “Elegant
Slumming”; l'eterea artista islandese
Bjork
esordisce da solista con dischi da club di successo come "Big Time Sensuality" e "Violently
Happy" ( sospesi fra ambient, house, pop e acid-jazz ).
Si districa bene anche la multi-milionaria boy-band britannica dei
Take That
che conquistano le discoteche con “Relight My Fire” ( n.1 in Uk e in mezzo mondo ), prodotta da
Joey Negro ( Dave Lee ) e da Andrew Livingstone ( alias Bamboo ). Riconquistano le charts
anche i
Pet Shop Boys
( il duo britannico Neil Tennat e Chris Lowe ) con l’inno gay “Go West” ( n.2 in uk e top 5 in Italia
), cover dei Village People in chiave pop-dance co-prodotta coi Brothers In Rhythm ( Dave
Seaman e Steve Anderson, già alla ribalta con “Such A Good Feeling” del 1991 ). Efficaci
anche i remix di “Lemon” della rock-band
U2
ad opera dell’attivissimo David Morales e di Perfecto ( Oakenfold e Osborne ).Menzione anche
per la drag queen californiana
Ru Paul
( all’anagrafe Ru Paul Andre Charles ), prodotta da Eric Kupper, e che spopola in discoteca
prima con “Supermodel ( You Better Work )” e poi con “Back To My Roots” ( n.1 nei club Usa,
anche con un remix di Stefano Secchi ).
Nei club si registrano importanti successi house come “Brighter Days” di
Cajmere
( Curtis Jones, dj di Chicago )
feat. Dajae
( la vocalist Karen Gordon ), “Been A Long Time” di
The Fog
3 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
( il dj e remixer Ralph Falcon ), l’ossessiva “Problem No.13” di
Johnny Dangerous
, la vocal-garage di “Push The Feeling On” di
Nightcrawlers
( John Raid da Glasgow ), uno dei pezzi house di maggior successo dei primi anni ‘90 ( n.3 in
Uk, top 10 in Germania ), "I Got My Education" degli statunitensi
Uncanny Alliance
( Orville Brinsley Evans e la vocalist E.V.Mystique ), la raffinata “Caught in the Middle” di
Juliet Roberts
( top 20 nei singoli inglesi e n.1 nella USA Billboard club chart ), l’esplicita “Fuk That” di
Sagat
; intanto David Morales valorizza appieno coi suoi remix “Back In My Life” di
Joe Roberts
e “Dreamlover” di
Mariah Carey
( n.1 nella USA club chart ).
La garage-house ( fra le tendenze predominanti dell’anno ) conquista un ampio spazio a livello
internazionale grazie alla vocalist di New York Robin S. ( ossia Robin Slamhammer ) che affida
le sue “Show Me Love” e “Luv 4 Luv” nelle capaci mani di Stonebridge ( il remixer svedese Sten
Hallstrom ), rendendole delle vere e proprie hit internazionali sia nel nuovo che nel vecchio
continente ( top 10 in Uk e anche in Italia, top 20 in Germania, n.5 nei singoli in America per
Show Me Love ) e vincendo un award come “Best Dance Single”.
Sempre del 1993 un altro dei più grandi classici da club di sempre, “Plastic Dreams” di Jaydee:
il belga Robin Albers sforna un brano strumentale di 11 minuti ricco di sonorità house miste a
influenze jazz e conquista il mondo intero, raggiungendo la n.1 in Belgio, Francia, Spagna,
Brasile, Giappone e conquistando la n.1 della USA Billboard club chart. Svariati saranno i remix
che riprenderanno questo pezzo, di cui il più riuscito è senz’altro quello del 1997 ad opera
dell’onnipresente Morales ( inoltre nel 2004 verrà ripreso anche dalla mega-hit “Cha Cha Slide”
di Dj Casper ).
L’argentino
Dj Dero
invece riprende con la sua “Batucada” uno dei classici della musica latina, portandola in top 10
in Germania, Spagna, Francia, Messico, Colombia e Portogallo, seguito a ruota da altri artisti
come
Good Men
( due dj da Amsterdam ) con “Give It Up”( n.5 e tra i 40 dischi più venduti dell’anno in Uk e n.1
nei club in America ),
Q&Q
con “Batuca Gum” e
Capricorn
( il tedesco Hans Weekhout ) con l’ipnotica marcia “20 HZ” ( in chart in Gran Bretagna, Olanda,
Belgio, Francia ). Nel 1994 la batucada verrà ripresa anche dai nostrani G.E.M., alla quale
aggiungeranno anche una struttura vocale.
Tra le produzioni italiane di maggior successo molte sono legate al nome del produttore Walter
Cremonini: dalla sua mente escono hits come
4 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
Usura
con “Sweat” ( n.4 in Italia e degno successore di “Open Your Mind” del 1992 ),
Jinny
con l’energica “Feel The Rhythm”,
Deadly Sins
con “We Are Going On Down” ( detto anche “disco dell’otto volante, e che sbanca anche in
Inghilterra ),
Silvia Coleman
con “Alright” e
Infinity
con “Dirty Love” ( che riprende la famosa chitarra dei Guns’n’Roses ). Celebre anche la
versione remix ad opera degli stessi Usura di “Delusa” del rocker
Vasco Rossi
, uno dei 10 singoli più venduti dell’anno.
Un’altra produzione italiana di primo piano sono i Cappella di Gianfranco Bortolotti che tornano
al successo con “U Got 2 Know” ( col sample di “You Used To Hold Me” di Ralphi Rosario ) e
sopratutto con “U Got 2 Let The Music” ( che sfrutta un sample da "Let The Music Take Control"
di JM Silk, 1987 ), dove il gruppo assume una formazione tipica della Euro-Dance in voga nel
periodo, col rapper Rodney Bishop e la vocalist Kelly Overett: il brano è fra i 40 singoli dell’anno
nel Regno Unito ( dove raggiunge la seconda posizione ), la top 10 in Italia, la n.1 in Svizzera e
in Spagna, la n.2 in Inghilterra, Austria e Finlandia e la n.3 in Israele e Germania. Dall’album di
successo “U Got 2 Know” ( top 10 in Germania ) verranno estratti altri singoli di successo che
prolifereranno anche nel 1994 ( “Move On Baby”, “U&Me”, “Move It Up” ).
Bene anche i Clubhouse con la voce di Carl Fanini che raggiungono la posizione numero 7 in
Inghilterra con "Light My Fire". Ritorna al successo anche il rapper inglese Ian Campbell e il suo
sodalizio col produttore italiano Roberto Zanetti ( in arte Robyx, cantante e autore dei Savage ):
il progetto
Ice Mc, dopo i grandi risultati di “Easy” del 1989 ( n.3 in
Germania e riscontri in Russia, Sud America e Nord Africa ), infila anche la hit “Take Away The
Colour” ( con la voce di Simone Jay a supportarlo ). Molto bene anche i
Datura
di Dj Ricci, che dopo i fasti di “Yerba Del Diablo” dell’anno precedente, producono l’ipnotica
“Devotion” ( top 10 in Italia, con la voce di Billie Ray Martin ) e sopratutto “Eternity”, che
raggiunge la vetta della classifica italiana; lo stesso Ricci produrrà
Dance Or Die
con “Satisfy”, insieme a Ricky Persi ( già Sueno Latino nel 1989 ) e Davide Rizzati ( del progetto
Glam, “Hell’s Party” dell’anno precedente ); altre sue produzioni sono
Masoko
con “Masoko Solo”, questa volta insieme a Stefano Mango e Lino Lodi; questi ultimi ( già attivi
l’anno precedente con Face The Bass, “Dance 2 The House” e “Time Time” ), sotto lo
pseudonimo di
Pan Position,
conquistano i dancefloors con “Baby We’re Gonna Love Tonite” ( col sample del pezzo
omonimo di Lime del 1982 ) e con “Elephant Paw” ( quest’ultima famosa per il suono del flauto
). Altre produzioni nostrane di successo ( anche all’estero ) sono
5 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
Alex Party
( Alex Natale coi fratelli Visnadi, Paolo e Gianni ) con l’omonimo disco ( ribattezzato anche
“Saturday Night Party” ), che spopola nei club londinesi,
C.Y.B.
con “Now” ( prodotto dallo stesso Gianni Visnadi ),
Fishbone Beat
( ossia Massimo Zennaro e Paolo Martini, dj molto accredito all’estero coi futuri progetti con
Gianni Bini, Eclipse, House Of Glass ) con la psichedelica “Always” e le successive "Feel It" e
“Je Le Fais Express ( Satisfy )”, questa con una struttura più simile a una classica canzone, la
Trance Orchestra
( Maurizio Sacchi, Gibo Rosin e Paolo Verlanzi, già Outdance nel 1992, prodotti ancora da
Martini ) con "House Pumpin" prima e "Check It Out" poi,
Mephisto
( Maurizio D’Ambrosio ) con la ballatissima e intrigante “State Of Mind” ( seguito di “Euphemia”,
1992 ),
Steam System
( Claudio Collino, già Atahualpa, Sueno Latino e Einstein Doctor Dj ) con la suggestiva “Barraca
Destroy” ( il battito di mani è ripreso velocizzato da “We Will Rock You” dei Queen ),
Z100
( Filippo Carmeni, ossia Phil Jay ) con “Testa Don’t Stop/On The Low” e “Gengennarugenge”,
Dirty Mind
( Andrea Puntillo, Silvio Perrone e Roby Arduini, già Antico e Sharada House Gang ) con “Back
To Future” e “Mamamelo”,
Dj Cerla
( Gabriele Cerlini ) con “Rotterdam’93” e “Mi Boca”, i
Virtualmismo
( Mr Marvin Sasha e Christian Hornbostel, all’opera anche come
V.F.R.
- “Tranceillusions” e “Subliminal” ) con “Mismoplastico” e “Cosmonautica”,
KK
( Kikko e Kenneth, campioni di scratch ) con “Talkin’About” ( che utilizza un sample da "Ain't
Nobody Better" degli Inner City, 1989 ),
Ronny Money
( Ronny Lee, a.k.a. Mc Rage ) con "Ula La"
FR Connection
( Roberto Ferrante, col rap di Master Freez, ossia Davide Bucci ) con “Listen Up”,
Trancex
con "It's Gonna Be Alright",
Allarme Psm
con "Lonely Times" ( entrambi i progetti a opera di Pieradis Rossini, l'ultimo anche con
Domenico Gallotti e Silvio Pozzoli ), la raffinata "Love Me The Right Way" di
Rapination
( ossia i produttori e remixers Rapino Brothers - Marco Sabiu e Grazia Mallozi ) con la voce
della vocalist
Kym Mazelle
( top 20 in Uk ). Grandi riempipista dell’anno sono
6 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
Moratto
( nome completo Elvio Moratto, già Glam e in futuro col fortunato progetto Floorfilla insieme a Dj
Cerla ) con “La Pastilla Del Fuego” ( top 10 in Italia ),
Dj Miko
con “What’s Up” ( n.5 in Italia e cover della famosa e omonima canzone delle 4 Non Blondes ),
Aladino
( Diego Abaribi ) con “Make It Right Now” ( nella top 20 italiana ) e “Brothers In The Space” ( n.1
nei singoli e hit anche in Francia, Germania e Spagna ), con la potente voce di Taleesa ( già
frontwoman dei Co.Ro ). La stessa
Taleesa
( Emanuela Gubinelli ), canta, prodotta da
Stefano Secchi,
“A Brighter Day”, cover in inglese di “Una Storia Importante” di Eros Ramazzotti, e raggiunge la
top 10 ( oltre a perpetrare il successo coi
Co.Ro
, grazie a “There’s Something Going On” - cover di un pezzo di Frida del 1982 - e con “4 Your
Love” ); sempre Secchi produce insieme ad altri dj ( Presutti, Massimo Gabutti e Gabry Ponte,
futuro progetto del 1994 con lo pseudonimo Da Blitz ) i
Bliss Team
con “People Have The Power”, cover della celebre canzone di Patti Smith: la voce potente di
Jeffrey Jay ( Gianfranco Randone, in futuro Eiffel 65 insieme allo stesso Gabry Ponte ) permette
loro di assestarsi nella top 10 italiana e a renderlo uno dei pezzi più ballati dell’anno. Graditi ( e
felici ) ritorni anche per
Ramirez
( Alex Quiroz Buelvas ), che spopola prima con “Terapia” ( top 10 da noi ) e poi con “El
Gallinero” ( top 20 ),
Fargetta
con “Music” ( cover riuscita del pezzo del 1976 di John Miles e ricantata dalla voce potente di
Ann Marie Smith, già 49ers, e che raggiunge la top 10 in Italia ) e “Your Love” ( n.3 e tra i 20
singoli dell’anno ),
Joy Salinas
con “Bip Bip” ( con un efficacissimo remix a firma proprio dello stesso Fargetta ) e “Hands Off” (
entrambe in top 20 ),
Digital Boy
con “Crossover” ( anche lui nella top 20 dei singoli),
DJ H.Feat.Stefy
con “We Love It”,
FPI Project
con “Come On And Do It” ( top 10 ),
Pin-Occhio
con “Tutatutatutata” e
Molella
con la ballatissima “Confusion” ( n.3 nei singoli ).
Altri successi dell’anno, di matrice però estera, sono da annoverare gli
Urban Cookie Collective
( un progetto dell’inglese Rohan Heat ) con “The Key:The Secret” ( n.2 e fra i 30 dischi dell’anno
7 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
in Inghilterra e in Australia, n.1 in Olanda, quarto più venduto del 1993 in Germania e top 20 da
noi ) e “Feels like Heaven” ( entrambi “rubano” il basso rotolante di “Hell’s Party” di Glam del
1992 ), gli
Hocus Pocus
( i tedeschi Ferry Ridderhof e Peter Garnefski, produttori nell’anno successivo anche della hit
“Doop” e in quello precedente di Waxxattack ) col singolo omonimo ( celebre anche come
“Bow-Chi-Bow” ) e il successivo “Here’s Johnny” ( nel 1995 sarà l’ottavo disco più venduto
dell’anno in Australia ), entrambi vicini alla techno più estrema, i teutonici
House Pimps
con la caratteristica “Zulu Rhythm” e “Get The Hook”,
Tambourines
( Javi Golo ) con “Hello Daddy”,
Zeta 3
( il produttore Bruno Sanchioni, che nel 1996 insieme ad Emmanuel Top e Bruno Quartier
partorirà il successone "Seven Days & One Week" con lo speudonimo di B.B.E. ) con
"Excalibur" ( dopo il discreto riscontro del disco omonimo del 1991 ),
Fluxland
( il tedesco Charly Lownoise, ossia Ramon Roelofs ) col brano omonimo strumentale, i tedeschi
Atlantic Ocean
con “Waterfall” ( nel 1994 ne uscirà anche la versione cantata, “Body In Motion” ),
Dance 2 Trance
( Dag Lerner e Jam El Mar, quest’ultimo nelle charts europee anche con Mark Spoon con
“Stella”, la loro prima hit come
Jam&Spoon
) con “Power of American Natives” ( top 10 in Germania, brano d’atmosfera caratterizzato dalla
presenza di un flauto, ripreso con successo anche nel 1998 da Dj Quicksilver ). Tra i ritorni si
segnalano
B.G.The Prince of Rap
( Stefan Benz, dallo stesso Jam El Mar ) con “Can’t We Get Enough” ( top 10 anche in Italia ),
gli
Snap
con l’ipnotica “Exterminate” ( n.2 in Uk e n.4 in Italia ), i
Bass Bumpers
( i produttori e remixers tedeschi Caba Kroll, CJ Stone, Henning Reith - già Twenty 4 Seven - e
Reinhard Raith - nel 2005 partorirà la fortunata “Axel f” di Crazy Frog ) con “Runnin” ( nel 1992
erano uscite con successo “The Music’s Got Me” e “Move To The Rhythm” ), gli
U96
con “Love Sees No Colour” ( top 10 in Germania, remixati felicemente proprio dagli stessi Bass
Bumpers che già avevano messo le mani anche su “Life” di Haddaway ), i
General Base
di Thomas Kukula con “Apache” e “Poison” ( mentre esce sul mercato il fortunato album “First”
),
THK
( lo stesso Kukula ) con l’energica “Feel So Good”,
Lionrock
8 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
( gli inglesi Justin Robertson e Roger Lyons, col rapper di Mc Buzz B ) con “Packet Of Peace”,
Daisy Project
( Edward Madi e Richard Van Dongen, con la voce di Daisy Dee ) con "Do It Better",
Illusive
( l'inglese Ian Anthony Stephens ) con "U Know It's Good", e infine i
Transformer 2
con la raffinata “Just Can’t Get Enough” e "Sleeping With An Angel" ( in coppia col dj inglese
Adamski ); sempre loro, sotto il nome di
Voodoo Suite
e con la voce graffiante di
Carol Bailey
, producono anche “The Spirit Of Life”.
Da segnalare il successo europeo ( ma non italiano ) del Dj Bobo, lo svizzero Peter Renè
Baumann, che sforna in quest'anno due hits prettamente eurodance come "Somebody Dance
With Me" ( n.4 in Germania, n.1 in Svizzera, disco d'oro in Austria, Israele e Australia ) e "Keep
On Dancing" ( n.5 in Germania, n.1 in Finlandia ); la sua carriera continuerà con successo
anche negli anni successivi ( "Take Control", "Everybody", "Let The Dream Come True", "Love
Is All Around", "Freedom", "Pray" ), mentre in Italia per conoscerlo dovremo aspettare il 2003
per la grande hit estiva "Chihuahua".
LA TOP 30 DELL'ANNO:30)FISHBONE BEAT(ALWAYS)
29)CAPRICORN(20 HZ)
28)JOY SALINAS(BIP BIP)
27)HOCUS POCUS(HOCUS POCUS)
26)DEADLY SINS(WE ARE GOIN’ON DOWN)
25)URBAN COOKIE COLLECTIVE(THE KEY:THE SECRET)
24)U.S.U.R.A.(SWEAT)
23)DANCE 2 TRANCE(POWER OF AMERICAN NATIVES)
22)JAYDEE(PLASTIC DREAMS)
21)MEPHISTO(STATE OF MIND)
20)LEILA K(OPEN SESAME)
19)STEAM SYSTEM(BARRACA DESTROY)
18)DJ MIKO(WHAT'S UP)
17)FARGETTA(MUSIC/YOUR LOVE)
16)RAMIREZ(TERAPIA/EL GALLINERO)
15)B.G. THE PRINCE OF RAP(CAN WE GET ENOUGH)
14)ALADINO(MAKE IT RIGHT NOW/BROTHERS IN THE SPACE)
13)BLISS TEAM(PEOPLE HAVE THE POWER)
12)CAPPELLA(U GOT 2 LET THE MUSIC)
11)MOLELLA(CONFUSION)
10)DATURA(ETERNITY)
9)883(NORD SUD OVEST EST - LP)
8)VASCO ROSSI(DELUSA-Usura remix)
7)CAPTAIN HOLLYWOOD(MORE & MORE)
6)ROBIN S(SHOW ME LOVE/LUV 4 LUV)
9 / 10
..:: ANNATA 1993 ::..
5)FREDDY MERCURY(LIVING ON MY OWN-remix)
4)2 UNLIMITED(NO LIMIT)
3)CULTURE BEAT(MR VAIN-GOT TO GET IT)
2)ACE OF BASE(ALL THAT SHE WANTS)
1)HADDAWAY(WHAT IS LOVE-LIFE)
LA TOP 20 INTERNATIONAL:
20)WEST END FEAT.SYBIL(THE LOVE I LOST)
19)D:REAM(THINGS CAN ONLY GET BETTER/U R THE BEST THING)
18)SNOW(INFORMER)
17)GABRIELLE(DREAMS)
16)CAPRICORN(20 HZ)
15)M PEOPLE(MOVIN’ON UP/ONE NIGHT IN HEAVEN)
14)JAYDEE(PLASTIC DREAMS)
13)GOODMEN(GIVE IT UP)
12)CAPPELLA(U GOT 2 LET THE MUSIC)
11)CAPTAIN HOLLYWOOD(MORE&MORE/ONLY WITH YOU)
10)DANCE 2 TRANCE(POWER OF AMERICAN NATIVES)
9)USURA(OPEN YOUR MIND)
8)LEILA K(OPEN SESAME)
7)URBAN COOKIE COLLECTIVE(THE KEY:THE SECRET)
6)2 UNLIMITED(NO LIMIT/TRIBAL DANCE/FACES)
5)FREDDY MERCURY(LIVING ON MY OWN)
4)CULTURE BEAT(MR VAIN/GOT TO GET IT)
3)ROBIN S(SHOW ME LOVE/LUV 4 LUV)
2)HADDAWAY(WHAT IS LOVE/LIFE)
1)ACE OF BASE(ALL THAT SHE WANTS/THE SIGN)
10 / 10

Documenti analoghi

L`anno è caratterizzato dall`esplosione del genere techno e dalla

L`anno è caratterizzato dall`esplosione del genere techno e dalla L’anno è caratterizzato dall’esplosione del genere techno e dalla moda delle cosidette cover. Ma il maggior successo in ambito dance è forse il primo esempio di musica da ballo veramente commercial...

Dettagli

Come per il 1998, anche nel 1999 non c`è un genere predominante

Come per il 1998, anche nel 1999 non c`è un genere predominante trio formato da Gianfranco Randone ( in arte Jeffrey Jey, già voce dei Bliss Team ), dal dj Gabry Ponte e dal musicista Maurizio Lobina, prodotti da Massimo Gabutti ( ideatore della Bliss Corporati...

Dettagli

Il successo dell`anno ( e non solo in ambito dance ) è sicuramente

Il successo dell`anno ( e non solo in ambito dance ) è sicuramente padre militare nella martoriata Jugoslavia ) diventa presto il disco più ballato in Italia e raggiunge la n.1 nella classifica dei singoli, e fra i più venduti dell’anno; il successo all’estero si ...

Dettagli

Il 1990 vede proseguire le tendenze musicali già in atto alla fine

Il 1990 vede proseguire le tendenze musicali già in atto alla fine The Night Is Over )” ( arricchita anche da remix di David Morales, e che arriva alla n.2 in Germania e Gran Bretagna, n.3 in Australia, n.7 in Usa e in top 10 da noi ), “This Beat Is Technotronic” ...

Dettagli

L`euro-dance domina l`intero anno, lasciando poco spazio

L`euro-dance domina l`intero anno, lasciando poco spazio : “The Rhythm Of The Night”, tormentone dell’estate ( sebbene uscita a fine 1993 ), raggiunge la n.2 in UK ( dietro solo a Whigfield, e classificandosi fra i 20 dischi dell’anno con 400 mila copie ...

Dettagli