RELAZIONE ANNUALE 2012 FEDERAZIoNE SVIZZERA DEL

Commenti

Transcript

RELAZIONE ANNUALE 2012 FEDERAZIoNE SVIZZERA DEL
Relazione annuale 2012
FEDERAZIONE SVIZZERA DEL TURISMO
PARTENARIATo. POLITICA. QUALITÀ.
Federazione svizzera del turismo (FST) | Finkenhubelweg 11 | Casella postale 8275 | 3001 Berna
Tel 031 307 47 47 | Fax 031 307 47 48 | [email protected] | www.swisstourfed.ch
Conduttura: Mila Trombitas | Redazione: Chantal Beck, Sonja Thomann, Nadja Matthey-Doret, Mario Lütolf | Lettorato: Renate Dubach, Berna
Stampa: Länggass Druck AG, Berna | Foto: Yoshiko Kusano, Berna | Design: Grünig Corporate Design, Berna e Béatrice Herrmann, FST
Tutte le foto contenute in questa Relazione annuale raffigurano l’aeroporto di Zurigo.
Ringraziamo per il sostegno durante le riprese; un ringraziamento particolare va a Robert Beck (SWISS), a Monica Ezquerra (skyguide) e a Claudia Wilden
(aeroporto di Zurigo).
3
SOMMARIO
Prefazione5
Turismo7
Turismo internazionale
8
Turismo nazionale
11
Paralberghiero nazionale
15
Politica ed economia17
Politica del turismo
18
Prese di posizione
20
Economia turistica
24
Sviluppo sostenibile
25
Promozione della qualità27
Programma qualità del turismo svizzero
28
Classificazione degli appartamenti di vacanza e delle camere per ospiti
29
Marchi di qualità «Famiglie benvenute» e «Destinazioni benessere» 30
formazione32
Federazione33
Allegato34
Commento al conto annuale
34
Bilancio
36
Conto economico
37
Rapporto dell’ufficio di revisione statutario
38
Organi 39
Membri
41
5
Prefazione
Turismo 2012: un successo o un fiasco?
Prospettive
L’anno in esame 2012 è contrassegnato dal dibattito riguardante le conseguenze della persistente forza del franco svizzero. I fornitori di servizi turistici richiamano l’attenzione
sulle difficili circostanze economiche, raccontando anche di
periodi stagionali estivi e invernali estremamente critici,
nonché dell’intensificazione delle attività d’investimento e
dei molteplici sforzi finalizzati allo sviluppo dell’offerta sul
fronte sia promozionale che commerciale. A livello di politica federale il turismo reclama invano un supplemento
d’investimenti nella pubblicità nazionale o a favore di una
politica economica sia interna che estera che rafforzi la concorrenzialità. Votazioni popolari preparano il terreno per
questioni importanti che vanno dalla costruzione di abitazioni secondarie e dall’utilizzo di appartamenti di vacanza
fino alla pianificazione del territorio e alla normativa in
materia di aree edificabili su scala nazionale. Vi è inoltre il
deciso rifiuto di nuovi modelli di tassazione destinati alla
promozione turistica.
È indubbio che la Svizzera debba essere partecipe della costante crescita del turismo a livello mondiale, ma per riuscirvi dovrà finalmente uscire dalla stagnazione degli scorsi decenni. I principali motori necessari a tale scopo sono noti:
strategie intelligenti di acquisizione ospiti sui mercati mondiali, unite a un lavoro continuo su condizioni quadro adeguate e sulle debolezze accertate.
La Svizzera è il paese turistico più competitivo
Nel «Travel & Tourism Competitiveness Report» pubblicato
dal World Economic Forum, la Svizzera figura ancora una
volta al 1° posto. Il rapporto evidenzia però anche delle notevoli debolezze per quanto riguarda la concorrenzialità dei
prezzi, il quadro legislativo e la «Affinity for Travel & Tourism», proprio i tre elementi che vengono identificati come i
principali motori della crescita nelle economie turistiche
evolute. Il nostro settore, così importante per la nostra economia nazionale e regionale, farebbe quindi bene a definire
mezzi e modalità che gli consentano di soddisfare questi requisiti. Se il rapporto del Consiglio federale inerente alla
«Strategia di crescita 2012 – 2015 per la piazza turistica svizzera» sia più o meno idoneo a fornire il sostegno necessario
a tale scopo, lo dovrà dimostrare la realizzazione degli oltre
30 progetti chiave contenuti nel programma di attuazione
del 2012.
Di fondamentale importanza per rappresentare i suoi interessi a livello nazionale è l’immagine unitaria dell’economia
turistica. Il team della FST continuerà quindi a impegnarsi
come «voce del turismo a Berna», non senza ringraziarvi per
la vostra fiducia.
Dominique de Buman Mario Lütolf
Presidente Direttore
7
Turismo
Meteo aeronautico globale
Nel 2012 il numero
degli arrivi internazionali
ha superato per la prima
volta il miliardo di unità,
con una crescita del 4 %.
Visto nel suo complesso, il
turismo è quindi una realtà
economica che, nonostante
i ricorrenti periodi di
ristagno economico, il
tuttora basso corso
dell’euro e i conflitti armati,
sta vivendo una stabile
crescita. Per contro,
il numero dei
pernottamenti alberghieri
in Svizzera sta segnando
una stagnazione che
perdura dagli anni Novanta.
Rispetto al 2011, i
pernottamenti alberghieri
sono infatti calati del 2 %
attestandosi su 34,8 milioni.
8
TURISMO  Turismo INTERNAZIONALE
Turismo INTERNAZIONALE
Il turismo internazionale continua a crescere
Nel 2012 gli arrivi internazionali sono aumentati del 4 %,
portandosi a un totale di 1,035 miliardi (980 milioni nel
2011). I paesi emergenti (+4,1 %) ora precedono nuovamente
le aree economiche più sviluppate (+3,6 %), i cui migliori
risultati sono stati conseguiti nella regione Asia / Pacifico.
Nel 2013 la tendenza alla crescita dovrebbe consolidarsi con
un progresso atteso del 3 – 4 % rientrante nel quadro della
prognosi a lungo termine dell’OMT 1.
Un risultato storico
Tenendo conto dei 39 milioni di spostamenti turistici in più
(2011: 996 milioni), nel 2012 il numero di viaggiatori internazionali ha superato, per la prima volta nella storia, la barriera
del miliardo di unità (1,035 miliardi). La persistente forte
domanda avutasi nel corso dell’intero anno ha trovato il suo
apice in un sorprendente 4° trimestre.
Nella classifica per regioni ha prevalso l’area Asia / Pacifico
con un incremento del 7 %, mentre in testa alla classifica per
subregioni figurano Asia meridionale e Sudest asiatico, Africa
del nord (entrambi con un +9 %), Europa centrale e orientale
(+8 %).
«Sebbene a livello planetario il 2012 sia stato caratterizzato
da un’economia dall’andamento instabile, specialmente
nell’eurozona, il turismo internazionale ha saputo tenere la
rotta.», ha affermato Taleb Rifai, segretario generale
dell’OMT. «Il settore ha dimostrato di sapersi adeguare alla
variabilità della situazione di mercato e, sia pure con una
leggera tendenza all’appiattimento, crescerà ulteriormente. Ne consegue che i governi mondiali devono guardare
all’industria del turismo come a un fattore chiave dell’ulteriore crescita economica.»
Arrivi internazionali 2011 – 2012
2011
DATI assolutI (in mio.)
2012
518 | 535 +3,3%
102 | 106 +3,9%
218 | 233 +6,9%
55 | 53 –3,6%
49 | 52 +6,1%
54 | 56 +3,7%
1
2
Le cifre per il 2012 sono stime della Organizzazione Mondiale del Turismo OMT
Definizione di regioni e subregioni secondo l’OMT
9
TURISMO  Turismo INTERNAZIONALE
L’OMT prevede per il 2013 una crescita costante del 3 – 4 %, il
che riflette le prognosi a lungo termine di qui al 2030. Tra il
2010 e il 2020 ci si attende una quota attorno al 3,8 %, un andamento tendenziale che trova conferma anche nell’indice
di fiducia OMT basato sulle valutazioni degli esperti.
Nel 2013, la graduatoria per regioni dovrebbe veder prevalere i paesi asiatici e dell’area del Pacifico (dal +5 al +6 %),
seguiti dall’Africa (dal +4 al +6 %), continenti americani (dal
+3 al +4 %), Europa (dal +2 al +3 %) e Vicino Oriente (da 0 a
+5 %).
Arrivi internazionali (in MIO.)
Per continente
2000
2005
2010
2011
2012
Europa
389
447
488
518
535
Asia / Oceano Pacifico
110
154
205
218
233
America del Nord
92
90
99
102
106
America del Sud, del Centro, Caraibi
37
43
51
54
56
Africa
26
35
50
49
52
Vicino Oriente
24
36
59
55
53
678
805
952
996
1035
Totale
Evoluzione 1996 – 2012
I paesi emergenti nuovamente al comando
Anche nel 2012, la crescita tendenziale dei paesi emergenti
(+4,1 %) si è rivelata più marcata rispetto ad altre aree economiche più sviluppate (+3,6 %), una tendenza che ormai perdura già da alcuni anni.
1035
1000
996
952
900
898
L’Asia e area del Pacifico (+7 %) hanno segnato un incremento pari a 15 milioni di arrivi, attestandosi su un totale di 233
milioni. Il Sudest asiatico (+9 %) è la subregione con il tasso
di crescita più elevato, un risultato riconducibile a nuovi
criteri di cooperazione interregionale e di coordinamento
delle attività turistiche. Una forte crescita ha conseguito
anche il Nordest asiatico (+6 %) grazie alla ripresa del traffico
turistico da e verso il Giappone. Relativamente più modesti
sono stati gli incrementi registrati in Asia meridionale e
Oceania (+4 %).
882
842
800
805
753
700
Gli arrivi di ospiti internazionali in Europa, la regione più visitata al mondo, sono saliti del 3 %; un risultato molto positivo
se si guarda alla situazione economica e alla già forte crescita
registratasi nel 2011 (+6 %). L’incremento di 17 milioni di unità rispetto all’esercizio precedente eleva il volume turistico a
535 milioni di viaggiatori. A livello di subregioni, i migliori
risultati appartengono all’Europa centrale e orientale (+8 %),
seguite dall’Europa occidentale (+3 %), mentre i paesi dell’Europa mediterranea hanno consolidato gli eccellenti valori del
2011 riportandosi sui loro abituali tassi di crescita.
917
678
600
561
586
603
673
693
682
625
500
400
1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012
Fonte: Organizzazione Mondiale del Turismo OMT
10
TURISMO  Turismo INTERNAZIONALE
I continenti americani (+4 %) hanno fatto registrare un incremento di 6 milioni di arrivi, raggiungendo un totale di 162
milioni. Un ruolo trainante hanno avuto i paesi dell’America
centrale (+6 %), mentre le destinazioni sudamericane (+4 %),
dopo i tassi di crescita a due cifre del 2010 e 2011, hanno
nuovamente accusato un rallentamento. Il maggior tasso di
crescita appartiene alle destinazioni caraibiche (+4 %), mentre il Nordamerica ha consolidato con un +3 % le cifre del
2011.
Il continente africano (+6 %) si è ripreso dalle perdite subite
dai paesi nordafricani nel 2011. Grazie alla costante crescita
di cui hanno beneficiato le regioni subsahariane, gli arrivi
hanno segnato nuovi valori record (52 milioni). Nel 2012, nonostante il leggero recupero rispetto al 2011 e i chiari segnali
di ripresa in Egitto, le destinazioni del Vicino Oriente hanno
invece dovuto registrare una flessione di circa 3 milioni di
ospiti internazionali.
I tradizionali mercati di provenienza danno prova di
nuovo dinamismo
Sebbene il maggior incremento della spesa provenga dai
mercati in crescita (Cina +42 % e Russia +31 %), buoni risultati hanno generato anche gli importanti mercati tradizionali. Nonostante la generale pressione economica in Europa, la
Germania ha mantenuto una posizione molto forte (+3 %).
Dopo due anni abbastanza fiacchi, anche la Gran Bretagna
ha guadagnato posizioni (+5 %), allo stesso modo di USA e
Canada (+7 %), mentre Francia (−7 %) e Italia (−2 %) hanno
segnato un deciso regresso. Tra i mercati minori ma con notevoli tassi di crescita figurano Venezuela (+31 %), Polonia
(+19 %), Filippine (+17 %), Malaysia (+15 %), Arabia Saudita
(+14 %), Belgio (+13 %), Norvegia e Argentina (entrambe
+12 %), Svizzera e Indonesia (entrambe +10 %).
11
TURISMO  Turismo nazionale
Turismo nazionale
Analogamente al 2011, nello scorso esercizio i pernottamenti alberghieri in Svizzera hanno nuovamente segnato un
regresso, portandosi a 34,8 milioni (−720 000). Gli ospiti svizzeri hanno generato 15,7 milioni di pernottamenti, una cifra
pari a una flessione dello 0,4 per cento (−62 000), mentre i
pernottamenti degli ospiti esteri sono diminuiti del 3,3 per
cento (−658 000), scendendo a 19,1 milioni. Tuttavia, questo
calo ha riguardato solo gli ospiti provenienti dal continente
europeo (Svizzera esclusa) (−7,7 % = −1,1 milioni di unità),
essendo invece aumentato, sia pure in diversa misura, il
numero dei pernottamenti di ospiti provenienti dall’Africa,
America, Asia e Oceania. Nel 2012 si è quindi verificata per il
turismo nazionale una situazione analoga a quella del 2011.
che l’anno precedente erano ancora in leggero regresso. Un
buon 3 per cento di ospiti in più sono arrivati dall’India, paese che nel 2011 aveva segnato una crescita di oltre il 17 per
cento. Dopo la flessione conseguente allo tsunami che lo
aveva colpito nel 2011, il Giappone si è riportato ai valori
del 2010 segnando un incremento di 30 000 pernottamenti
(+6,3 %).
lessione più forte nel 1° semestre
Arrivi
Dai dati della statistica della ricettività turistica dell’Ufficio
federale di statistica (UFS) risulta che nel primo semestre i
pernottamenti alberghieri hanno segnato un più netto regresso rispetto al 2° semestre. Nel confronto con i medesimi
periodi dell’esercizio precedente, nei primi sei mesi del 2012
sono infatti diminuiti di 597 000 unità (−3,4 %) contro le
123 000 (−0,7 %) del periodo da luglio a dicembre.
Indigeni
7,7 mio.
+0,5 %
Stranieri
8,6 mio.
+0,4 %
16,3 mio.
+0,4 %
Pernottamenti e arrivi
Pernottamenti
Indigeni
15,7 mio.
−0,4 %
Stranieri
19,1 mio.
−3,3 %
Totale
34,8 mio.
−2,0 %
Totale
Pernottamenti per paesi di provenienza
Europa
Germania
4,6 mio.
−11,2 %
Gran Bretagna
1,5 mio.
−9,1 %
Paesi europei in negativo, Russia con segno più
Francia
1,3 mio.
−5,4 %
È persistita la tendenza manifestatasi negli ultimi anni:
particolarmente regressivo è infatti stato l’andamento della
domanda in Germania (−583 000 pernottamenti, pari a
−11 %), Gran Bretagna (−156 000, pari a −9,1 %), Paesi Bassi
(−121 000, pari a −14 %) e Francia (−76 000, pari a −5,4 %). Gli
ospiti russi hanno invece segnato, come nel 2011, un incremento di oltre il 9 per cento (+48 000).
Italia
1,0 mio.
−3,5 %
Paesi Bassi
0,7 mio.
−14,3 %
Russia
0,8 mio.
+9,3 %
Belgio
0,6 mio.
−8,5 %
Spagna
0,4 mio.
−3,7 %
Austria
0,4 mio.
−5,5 %
Oltreoceano
Ulteriore aumento di ospiti dai paesi asiatici
USA
1,5 mio.
+2,2 %
Fatta eccezione per l’Europa, da tutti i continenti è aumentata l’affluenza di ospiti in Svizzera. Valori di crescita particolarmente elevati sono quelli derivanti dai paesi asiatici
(+349 000 pernottamenti, pari a +12 %). Ma l’incremento più
forte in assoluto tra tutti i paesi di provenienza è rappresentato dai pernottamenti di ospiti cinesi: 148 000 (+25 %). Seguono con 100 000 pernottamenti (+24 %) gli Stati del Golfo
Cina senza Hong Kong
0,8 mio.
+24,9 %
Stati del Golfo
0,5 mio.
+23,9 %
Giappone
0,5 mio.
+6,3 %
India
0,5 mio.
+3,1 %
Fonte: Ufficio federale di statistica
14
TURISMO  Turismo nazionale
Pernottamenti in calo nella maggior parte delle
Pernottamenti per regione
regioni turistiche
Zurigo Regione
5,3 mio.
+1,8 %
Lo scorso anno, nove regioni turistiche su tredici hanno registrato risultati inferiori a quelli dell’anno precedente. Come
nel 2011, la maggiore contrazione l’hanno subìta i Grigioni
(−301 000, pari a −5,6 %). Seguono l’Oberland Bernese con
155 000 pernottamenti in meno (−4,2 %) e la Regione del Lemano con una flessione di 109 000 unità (−4,3 %). Vallese e
Ticino hanno dovuto subire una contrazione rispettivamente di 92 000 (−2,2 %) e di 72 000 pernottamenti (−3 %).
I Grigioni
5,1 mio.
−5,6 %
Vallese
4,0 mio.
−2,2 %
Oberland Bernese
3,5 mio.
−4,2 %
Lucerna / Lago di Lucerna
3,3 mio.
−1,6 %
Ginevra
2,8 mio.
−0,9 %
Regione del Lemano
2,5 mio.
−4,3 %
Ticino
2,3 mio.
−3,0 %
Svizzera orientale
1,9 mio.
−1,7 %
Basilea Regione
1,5 mio.
0 %
Zurigo e Friburgo nuovamente con il segno più
Berna Regione
1,4 mio.
−0,4 %
Come negli anni precedenti, Zurigo Regione ha incrementato i suoi pernottamenti alberghieri, questa volta di 94 000
unità (+1,8 %). Un progresso di oltre il 6 per cento (+26 000)
ha ottenuto anche Friburgo Regione, che con 1,7 notti pro
capite batte tutte le altre regioni per brevità dei soggiorni. Si
è invece mantenuta stabile Basilea Regione, avendo registrato solo 550 pernottamenti alberghieri in meno rispetto al
2011.
Jura & Tre Laghi
0,7 mio.
+1,1 %
0,5 mio.
+6,1 %
34,8 mio.
−2,0 %
Notevole differenza nel tasso di occupazione netto
delle camere
Nel 2012 il tasso di occupazione netto delle camere ha
raggiunto il 50,5 per cento, equivalente a un regresso dell’1,1
per cento rispetto all’esercizio precedente. Il maggior tasso
di occupazione appartiene a Ginevra (63,6 %), che precede
Zurigo Regione (61,7 %). Il minor tasso di occupazione
(36,4 %) spetta invece alla regione del Giura e dei Tre Laghi.
Friburgo Regione
Totale
Fonte: Ufficio federale di statistica
15
TURISMO  Settore paralberghiero
Settore paralberghiero
Ostelli della Gioventù
Campeggio
Malgrado la crisi dell’euro e la forza del franco, gli ostelli della gioventù svizzeri sono riusciti a migliorare il già positivo
risultato dell’anno precedente. Nell’anno d’esercizio 2012 il
fatturato è infatti aumentato del 3,6 per cento, attestandosi
su 43 milioni di franchi, mentre il numero dei pernottamenti
è salito dell’1,2 per cento fino a un totale di 920 000. Il maggior volume d’affari è da ascriversi da un lato all’incremento
delle vendite per le voci «ski ticket» e vitto, dall’altro a un miglior grado di sfruttamento unitario delle camere più piccole.
Nel 2012 i campeggi hanno registrato 3 milioni di pernottamenti, una cifra corrispondente a una flessione del 3,0 %
rispetto all’anno precedente. Gli ospiti svizzeri hanno totalizzato 1,8 milioni di pernottamenti , segnando quindi un
incremento del 3,2 %, mentre gli ospiti esteri hanno registrato 1,2 milioni di pernottamenti, equivalenti a un calo
dell’11 %. I turisti tedeschi hanno generato 456 000 pernottamenti (−7,9 % rispetto al 2011), conquistando così il primato
in termini numerici su tutti i paesi di provenienza esteri. Seguono gli ospiti olandesi con 328 000 pernottamenti (−21 %),
francesi con 84 000 unità (−3,8 %) e britannici con 64 000
unità (−26 %).
È stato altresì confermato il buon volume di pernottamenti
di ospiti svizzeri registrato nel 2011, mentre la forza del franco ha ulteriormente depresso la quota di ospiti tedeschi. Tale
flessione è stata però ampiamente compensata dall’incremento del numero di visitatori provenienti da Corea del Sud
(+103 %), Cina (+73 %), Tailandia (+32 %) e India (+27 %). La
durata media dei pernottamenti è stata di 1,99 notti. Quella
più lunga spetta agli ospiti statunitensi con una media di 2,4
notti, mentre la permanenza degli ospiti cinesi negli ostelli
della gioventù svizzeri è stata di 1,5 notti.
Cassa Svizzera di Viaggio (Reka): occupazione di 212 giorni
Gli appartamenti di vacanza Reka in Svizzera hanno registrato una flessione dei pernottamenti pari all’8,0 per cento, imputabile per due terzi alla minore capacità di letti rispetto
all’anno precedente (ristrutturazione di due villaggi turistici
Reka, minore collocazione di appartamenti di vacanza) e per
un terzo al calo della domanda. Nonostante i lavori di rinnovo, gli appartamenti dei villaggi turistici di proprietà della
Reka hanno segnato un’occupazione media di 212 giorni.
Valori di punta sono stati conseguiti dalle strutture turistiche
di Lenk, Hasliberg, Urnäsch e Montfaucon con un grado di
occupazione medio di 240 – 260 giorni. Le strutture Reka
sono tradizionalmente meta di famiglie provenienti dalla
Svizzera, il gruppo target che con il suo 86 per cento ha generato la maggior parte delle prenotazioni.
Agriturismo
I circa 260 000 pernottamenti registrati rendono positiva la
statistica riguardante l’agriturismo. Dal 1° giugno 2011 è operativa la sede amministrativa dell’organizzazione mantello
Agriturismo Svizzera, i cui obiettivi sono il coordinamento
delle iniziative delle tre associazioni fondatrici «Vacanze in
fattoria», «Avventure sulla paglia» e «turismo-rurale.ch» e il
miglioramento delle condizioni quadro per i fornitori di
servizi turistici del settore in tutta la Svizzera.
17
PolitiCA ED ECONOMIA
Euro, Euro, euro
Nelle regioni di
montagna la Svizzera
propone offerte di
turismo invernale ed
estivo analoghe a
quelle di altri paesi dello
spazio alpino, ma più
costose. La debolezza
dell’euro comporta
la mancata affluenza
di turisti dai paesi
limitrofi. Nel 2012 la
Federazione si è quindi
impegnata a favore di
misure che dovrebbero
ridurre la pressione
sui costi delle imprese
turistiche svizzere.
18
POLITICA ED ECONOMIA  Politica del turismo
Politica del turismo
PROGRAMMA DI STABILIZZAZIONE 2011/12 PER IL TURISMO
ESENZIONE TEMPORANEA DALL’IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO
La Federazione svizzera del turismo si è impegnata a favore
del programma e ha accolto con favore la decisione del Consiglio federale di sostenere il marketing turistico, anche nel
2012, con uno stanziamento supplementare di 12 milioni di
franchi. L’economia del turismo sta risentendo molto degli
effetti negativi dell’apprezzamento del franco svizzero, il cui
valore nei confronti dell’euro, della lira sterlina e del dollaro
si è drasticamente accresciuto. Per esempio, il solo euro ha
perso circa il 23 % del suo valore rispetto al franco. Con il programma d’impulso lanciato nel 2009, Svizzera Turismo (ST)
aveva dimostrato quanto potessero essere efficaci gli investimenti supplementari effettuati in stretta collaborazione con
i partner dell’economia privata. Viste le positive esperienze
fatte nel 2011, anche nel 2012 ci si attende ulteriori impulsi in
mercati selezionati.
DELLE PRESTAZIONI NEL SETTORE ALBERGHIERO
PROGRAMMA SPECIALE 2013 – 2015 PER IL TURISMO ALPINO E
RURALE
Nell’estate 2012, Svizzera Turismo ha chiesto che il credito
quadro ordinario 2013 (pari a 52,17 milioni di franchi) venga
aumentato di 12 milioni, fino a un totale di 64,17 milioni di
franchi. Questa somma dovrà essere impiegata per l’ulteriore sviluppo del turismo alpino e rurale. Il programma speciale per il rafforzamento della capacità competitiva è distribuito su tre anni (2013 – 15) e richiede un supplemento di
finanziamento federale per un totale di 36 milioni di franchi.
La FST vedeva in questo programma speciale uno strumento
applicabile nel breve periodo e in grado di attenuare le conseguenze dello svantaggio concorrenziale per il turismo
svizzero sotto l’aspetto dei prezzi. Il programma è complementare alle attività di marketing di ST ed è volto ad accelerare l’internazionalizzazione delle regioni montane e lacustri a carattere stagionale. In sede di dibattito parlamentare è
però mancata per un soffio l’approvazione a maggioranza e,
tra l’altro, il programma è stato respinto con la motivazione
che si dovevano attendere i rapporti di valutazione su fondi
federali straordinari già impiegati.
All’ordine del giorno della sessione primaverile delle Camere federali era stato posto, come misura contro l’attuale
apprezzamento del franco, l’abbattimento per un anno
dell’aliquota IVA sulle prestazioni alberghiere dal 3,8 allo
zero per cento. Assieme alle associazioni dell’industria alberghiera e della ristorazione, la FST aveva addotto come
argomentazione l’eccezionale situazione economica in cui il
settore alberghiero si trovava, nonché il fatto che esso aveva
adempiuto alle proprie incombenze e investito in qualità e
infrastrutture. L’esenzione temporanea dall’imposta sul valore aggiunto avrebbe liberato, rapidamente e senza problemi, le risorse finanziarie necessarie per creare un margine di
manovra sul fronte dei prezzi oppure da impiegare per investimenti manutentivi e attività di marketing. Ma una risicata
maggioranza dei consiglieri ha ritenuto di non accogliere
tale richiesta.
19
POLITICA ED ECONOMIA  Politica del turismo
«SVILUPPO DELLE CONOSCENZE», NUOVO PUNTO FERMO DEL
STRATEGIA DI CRESCITA PER LA PIAZZA TURISTICA SVIZZERA,
PROGRAMMA DI PROMOZIONE INNOTOUR
PROGRAMMA DI ATTUAZIONE 2012 – 2015
Dal 2012 è in vigore la revisione totale della legge federale sul
programma Innotour che, oltre all’innovazione e alla collaborazione, include come nuovo punto fermo la promozione
e la diffusione delle conoscenze nel turismo. Ciò è inteso ad
attribuire alle tematiche dello sviluppo delle conoscenze e
della loro diffusione l’importanza che esse meritano nel contesto dei processi d’innovazione. Nella promozione di progetti turistici, Innotour si assume solo i costi direttamente
connessi con l’innovazione, la collaborazione o lo sviluppo
delle conoscenze. Inoltre, i progetti devono perseguire almeno uno dei quattro obiettivi prefissati:
– sviluppo e introduzione di nuovi prodotti, apparecchiature e canali di distribuzione;
– miglioramento della qualità delle prestazioni attuali;
– creazione di strutture competitive che permettano di
accrescere l’efficienza;
– miglioramento della formazione e del perfezionamento
professionale.
A questo riguardo, l’istituto di ricerca BAKBASEL sta sviluppando ulteriormente anche il programma di benchmarking
per il turismo svizzero. Esempi di «best practice» e nuove
fonti informative rafforzano lo sviluppo delle conoscenze e
l’intensificazione delle attività di comunicazione ne promuove la diffusione. Inoltre, il regolare aggiornamento e
ampliamento della banca dati garantisce il costante monitoraggio delle misure di ottimizzazione introdotte.
La FST ha collaborato alla formulazione delle misure federali per l’attuazione della strategia di crescita per la piazza turistica Svizzera. Nel suo complesso, il programma di attuazione comprende 30 progetti chiave in 8 diversi campi d’azione 1,
due terzi dei quali sono dedicati al miglioramento delle condizioni quadro per le aziende turistiche, mentre un terzo è
dedicato alla promozione delle piazze turistiche. Viene
quindi concentrata l’attenzione sulle problematiche più
scottanti in materia di politica del turismo. Verso la fine della
legislatura 2012 – 2015, il Consiglio federale si baserà su tale
programma di attuazione per fare un bilancio della situazione del turismo svizzero.
1
Fonte di riferimento: www.seco.admin.ch
20
POLITICA ED ECONOMIA  PRESE DI POSIZIONE
PRESE DI POSIZIONE
ORDINANZA SULL’ATTIVITÀ DI GUIDA ALPINA E SULL’OFFERTA DI
INDAGINE CONOSCITIVA INERENTE ALLA CANDIDATURA DELLA
ALTRE ATTIVITÀ A RISCHIO
SVIZZERA COME SEDE DEI GIOCHI OLIMPICI INVERNALI 2022
Nella sua presa di posizione del 26.3.2012, la FST ha chiesto
la revisione di tale ordinanza. In particolare, essa deve sancire con maggiore incisività che la sicurezza del cliente ha
priorità assoluta e non deve limitarsi all’autorizzazione
obbligatoria per i profili professionali, bensì includere anche
le imprese certificate offerenti di attività outdoor. È infatti
necessario accertare il contenuto di rischio di nuove attività
sportive e di tendenza, ed eventualmente inserirle nell’ambito di validità dell’ordinanza. Gli oneri amministrativi e costi
supplementari per i prestatori di servizi devono essere mantenuti entro limiti accettabili. Inoltre, al fine di assicurarne
l’applicazione professionale nel rispettivo territorio, le norme di qualificazione devono essere chiare e comprensibili.
La Federazione svizzera del turismo ha apprezzato il contributo dato dalla Confederazione alla candidatura della Svizzera come sede per l’organizzazione e lo svolgimento dei
Giochi olimpici invernali 2022. Nella sua presa di posizione
essa suggerisce che i previsti effetti dei Giochi vengano valutati con ancor maggiore trasparenza e concretezza anche al
di là dell’orizzonte temporale 2013 – 2022. Ha anche richiamato l’attenzione sul fatto che la FST è impegnata in vari progetti e nello scambio di esperienze in armonia con la «Carta
dello sviluppo sostenibile del turismo svizzero» elaborata
nel 2009, e che quindi essa dev’essere coinvolta nei lavori
inerenti al progetto Sostenibilità, Innovazione ed Eredità
(SIE). È altresì necessario che i programmi d’attuazione
sostenuti dalla «Strategia di crescita per la piazza turistica
svizzera» vengano armonizzati con gli obiettivi SIE prefissati.
ATTUAZIONE DELL’INIZIATIVA SULLE ABITAZIONI SECONDARIE:
INDAGINE CONOSCITIVA INERENTE AL PROGETTO DI ORDINANZA
La FST ha ribadito nell’audizione come le destinazioni turistiche possano esprimere la propria attrattiva solo se inserite
in paesaggi attraenti. La sostenibilità basata su un equilibrato rapporto tra attività economiche, esigenze sociali e aspetti
ambientali è di fondamentale importanza per il turismo.
L’attuale progetto di «Ordinanza sulla costruzione di abitazioni secondarie» tiene conto delle finalità dell’iniziativa
popolare dell’11 marzo 2012, ma deve anche essere armonizzato con le esigenze di locazione degli appartamenti di
vacanza. Le associazioni turistiche hanno chiesto una modifica migliorativa dell’ordinanza, tra l’altro per quanto riguarda il cambio di destinazione di aziende alberghiere non
rimunerative in abitazioni secondarie. Affinché la «Strategia
di crescita per la piazza turistica svizzera» e il relativo programma d’attuazione possano avere buon esito, è indispensabile un’adeguata formulazione delle disposizioni legislative di esecuzione.
Segnaletica turistica su autostrade e semiautostrade
Ormai da tempo, la proliferazione della segnaletica su autostrade e semiautostrade è vista come fumo negli occhi dalle
organizzazioni turistiche. Nelle sedute preparatorie con
l’Ufficio federale delle strade (USTRA), la FST si è impegnata
a favore di un’omogeneizzazione della segnaletica turistica.
L’USTRA ha quindi elaborato due diversi progetti di legge,
ponendo poi in consultazione la più leggera versione
federalistica. La FST ha accolto con favore la possibilità per
i Cantoni di fissare delle proprie priorità nella segnalazione
di destinazioni e regioni turistiche. In aggiunta ai punti
cardine sanciti nell’ordinanza, come per esempio le disposizioni inerenti a colore di fondo, dimensioni e contenuti, essa
aveva richiesto prescrizioni più incisive al fine di una veste
grafica più unitaria, ma non poteva indurre l’USTRA a
contrapporsi alla volontà dei Cantoni.
21
POLITICA ED ECONOMIA  PRESE DI POSIZIONE
Trattato bilaterale Svizzera – Germania
Anh Indagine conoscitiva inerente al marchio «Parco
Per poter offrire dei collegamenti aerei attraenti, il turismo
svizzero deve poter contare su hub aeroportuali efficienti. Se
ratificato dalla Repubblica Federale Tedesca, il trattato bilaterale relativo al traffico aereo all’aeroporto di Zurigo potrebbe porre fine a una controversia ormai decennale. La FST ha
dato il proprio sostegno all’accordo che consentirebbe all’aeroporto di Zurigo un moderato aumento dei suoi movimenti. Essa ha condiviso la valutazione che un eventuale diniego
potrebbe comportare ulteriori sanzioni unilaterali della
Germania e che va quindi bocciato.
nazionale»
Abrogazione dello statuto di ballerina di cabaret
La FST si è pronunciata decisamente a sfavore dell’abrogazione dello statuto di ballerina di cabaret. La cosiddetta autorizzazione L permette infatti alle ballerine provenienti da
Stati che non fanno parte né dell’UE né dell’EFTA di beneficiare di un minimo di diritti giuridici, proteggendole dalla
prostituzione e dalla violenza. Invece di abrogare l’autorizzazione, meglio sarebbe garantire loro la corretta attuazione e
il rigoroso rispetto delle prescrizioni minime.
Dal 1° gennaio 2013 le imprese ricettive e della ristorazione
possono richiedere il marchio «Parco nazionale» per i loro
prodotti e servizi. Finora nei «Parchi d’importanza nazionale» potevano aspirare ad ottenere questo marchio solo i
prodotti e servizi rientranti nelle categorie «Prodotti alimentari», «Prodotti artigianali non alimentari» e «Prestazioni di
animazione». In un’indagine conoscitiva, la FST ha approvato le direttive rivedute dall’Ufficio federale dell’ambiente
(UFAM), con qualche piccola correzione. Essa ha nuovamente criticato la macchinosità della procedura di certificazione. Nella nuova categoria «Imprese ricettive e della ristorazione» i requisiti sono formulati in modo da poter essere
soddisfatti con un onere ragionevole. La direttiva raccomanda alle imprese di ottenere un riconoscimento nell’ambito
del Programma qualità del turismo svizzero. In alternativa,
esse devono elaborare un progetto che contempli delle
misure per il miglioramento della qualità dei loro servizi.
24
POLITICA ED ECONOMIA  ECONOMIA TURISTICA
ECONOMIA TURISTICA
Analisi del potenziale turistico: le fondazioni della
Statistica della ricettività turistica
Svizzera
(settori alberghiero e paralberghiero)
La Svizzera viene spesso definita come il paradiso delle fondazioni. La maggior parte delle circa 12 500 fondazioni sono
impegnate sia in Svizzera che oltre i confini nazionali per
scopi di pubblica utilità. Per ampliare le risorse di base, si è
dato corpo all’idea di identificare le istituzioni che, data la
loro destinazione a scopi specifici e a finalità di sviluppo,
potessero sostenere e garantire «i fondi necessari per progetti di importanza turistica». Rifacendosi alla piramide magica
pentagonale dello sviluppo turistico sostenibile (Müller
1993), la ricerca si è concentrata su tematiche come tutela
della natura e dell’ambiente, varietà culturale, formazione e
sviluppo professionale, garanzia della qualità e sostenibilità
ecologica, economica e sociale in generale. La FST ha commissionato al Verbandsmanagement Institut (VMI) dell’Università di Friburgo / Svizzera un’analisi della potenzialità
delle fondazioni svizzere. Su circa 4 200 fondazioni, è stata
effettuata una dettagliata analisi di quelle che offrivano le
maggiori probabilità di successo. I particolari criteri che
definivano i requisiti sono stati soddisfatti da ben 2 000 fondazioni. I risultati chiave dell’analisi di potenzialità formano
ora una base dati comprendente circa 360 fondazioni da
considerare per il turismo come partner cooperativi nel
senso più ampio.
La statistica della ricettività turistica (HESTA) è una Publicprivate Partnership (PPP) tra Confederazione ed economia
turistica. La statistica costa circa 1,6 milioni di franchi all’anno, di cui una quota del 50 % è assunta dall’Ufficio federale di
statistica (UFS). Un aspetto tuttora controverso è se e in quale misura l’intero finanziamento debba essere a carico della
Confederazione. A questo proposito, il Consiglio federale
argomenta che esso deve semplicemente soddisfare delle
esigenze statistiche di base compatibili a livello europeo,
mentre il settore richiede una maggiore esaustività dei dati.
La statistica deve quindi essere cofinanziata dall’economia
privata. In base ai nuovi requisiti della legislazione sulle
abitazioni secondarie e sulla pianificazione del territorio
potrebbero semmai emergere nuove esigenze federali in
merito alla trasparenza dei dati, il che dovrebbe comportare
ulteriori sgravi per i fornitori di servizi turistici. I criteri elaborati nel 2012 prevedono ora, come già era previsto nel
2011, una fase contrattuale HESTA di due anni (2013 – 2014)
con un’opzione di proroga per altri due anni. Lo studio di
fattibilità dell’UFS inerente a una statistica del settore paralberghiero (PASTA) è in corso di realizzazione e dovrà sostituire la soluzione «PASTA light» sviluppata dal settore stesso
nel 2011. Dal 2015, una statistica federale rappresentativa,
ufficiale e metodologicamente comprovata potrebbe quindi
includere per la prima volta, al di là della classica ricettività
alberghiera, ostelli della gioventù e campeggi. Essa renderà
finalmente trasparenti anche le cifre, da anni presenti solo
nelle stime ufficiose, inerenti a volume dei pernottamenti e
provenienza degli ospiti degli appartamenti di vacanza
svizzeri.
25
POLITICA ED ECONOMIA  Sviluppo sostenibile
Sviluppo sostenibile
Sviluppo sostenibile
Progetti Innotour
La Federazione svizzera del turismo ha attivamente interpretato il proprio ruolo nell’attuazione della «Carta dello
sviluppo sostenibile del turismo svizzero» collaborando ai
seguenti progetti:
– Pubblicazione «Tourismus und Nachhaltige
Entwicklung, gute Beispiele und Aktionsmöglichkeiten».
In collaborazione con la Scuola tecnica superiore di
Rapperswil 1. Editore: Ufficio federale dello sviluppo
territoriale ARE.
– Opuscolo «Mobil & ökologisch» (Mobilità ed ecologia),
in collaborazione con l’Associazione Traffico e Ambiente
ATA.
– Workshop al Congresso NATUR 2012 sul tema energia,
turismo e paesaggio. Discussione del riassunto
schematico di una relazione. In collaborazione con la
Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio.
– Collaborazione al progetto di un «Certificate of
Advanced Studies CAS in Gestione turistica sostenibile»
della Scuola superiore di Lucerna. Data la scarsità di
partecipanti, nel 2012 questo corso non ha potuto essere
organizzato.
– Studio preliminare «Nachhaltigkeitsmanagement in den
Destinationen». Condotto in collaborazione con la
Scuola superiore di Lucerna in veste di partner scientifico. Nel 2013 questo progetto dovrà essere ripreso come
progetto centrale.
– «Mobilität in alpinen Destinationen». Partecipazione
alla gestione in collaborazione con l’Unione dei trasporti
pubblici e con l’Ufficio federale dello sviluppo
territoriale.
– «Protezione del clima – qui e ora». Un’iniziativa per un
turismo sostenibile nelle regioni di montagna della
Svizzera. Partecipazione in seno al comitato consultivo.
In collaborazione con Alleanza nelle Alpi e con il
Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB).
1
Fonte: www.bundespublikationen.admin.ch, Art.Nr. 812.084.d
A fine 2012 è scaduto il mandato a cui la Carta dello sviluppo
sostenibile aveva vincolato la FST con l’incarico di monitorare lo stato di messa in atto delle misure di sostenibilità delle
26 organizzazioni e di stendere periodicamente una relazione. Essendo destinato lo sviluppo sostenibile a restare un
argomento centrale del turismo, la direzione ha discusso
intensamente su come la federazione debba interpretare il
proprio ruolo in questo contesto. Ha quindi scelto di adottare una strategia espansiva e chiesto al consiglio direttivo la
creazione di un settore operativo dedito alla sostenibilità. Il
consiglio direttivo ha declinato la proposta argomentando
che la federazione deve concentrarsi maggiormente sulla
propria attività primaria, ovvero sulla politica del turismo.
27
PROMOZIONE DELLA QualitÀ
Cambiamento continuo
La qualità non è una
condizione di staticità.
Le esigenze dei
consumatori cambiano e le
aziende si trasformano.
I marchi di qualità del
turismo devono quindi
essere costantemente
verificati e adeguati alle
nuove situazioni di
mercato. Nel 2012 si è
rimesso mano in senso
evolutivo ai regolamenti del
Programma qualità per il
turismo svizzero, alla
classificazione degli
appartamenti di vacanza e
al marchio per le
destinazioni «Famiglie
benvenute».
28
PROMOZIONE DELLA QUALITÀ  Programma qualità del turismo svizzero
Programma qualità del turismo svizzero
Nel 2012 il Programma qualità del turismo svizzero ha assegnato oltre 500 marchi di qualità. Quindici anni dopo il suo
lancio, il programma si è ulteriormente attestato su un buon
livello. Dal 2013 sono in vigore nuove condizioni d’accesso.
Certificazioni 2012
Nel 2012 si sono certificate 518 aziende. Rispetto al 2011, il
numero di certificazioni di livello I è rimasto pressoché invariato (356), mentre le QII (69) e QIII (93) hanno segnato un
leggero calo. Le regioni Zurigo, Berna e Giura sono quelle
che hanno registrato il maggior incremento di marchi Q validi. Tra i settori si sono soprattutto distinti la ristorazione
(+19 %), il tempo libero e la cultura (+18 %). Dal 1998 ad oggi
le aziende turistiche che si sono viste conferire il marchio di
qualità hanno raggiunto un totale di 6 549 unità, di cui circa
il 75 % a livello I, il 14 % a livello II e l’11 % a livello III.
Nuovi marchi di qualità assegnati nel 2012
19
19
20
1
39
10
42
72
42
24
8
37
6
6
20
84
62
0 – 15
16 – 30
31 – 45
46 – 60
61 – 95
Fonte: Federazione svizzera del turismo
Formazione
Nel 2012 sono state 563 le persone che hanno frequentato un
corso per Quality-Coach o Trainer, un risultato che riflette
una leggera flessione del 6 %. Grandi clienti e organizzazioni
promotrici hanno inoltre prenotato otto corsi speciali.
15 anni di Programma Q: novità in arrivo
Procedure snelle e condizioni d’accesso trasparenti: nella ricorrenza del 15° anniversario, i fautori del programma hanno provveduto a una revisione dei regolamenti. A decorrere
dal 2013 le aziende turistiche potranno accedere più facilmente al livello di programma desiderato, non essendo ora
più necessario disporre di una distinzione QI valida per
iscriversi al livello II e non essendo più obbligatoria la
frequenza della sessione informativa per il livello III. Con
questi adeguamenti il Programma Q ha tenuto conto dei
generalmente più elevati standard qualitativi e delle richieste del settore.
Portale Q: intuitivo ed efficiente
Nel giugno 2012, dopo un anno di attività di sviluppo, il portale Quality ha sostituito l’ormai vetusta Extranet Q. Il portale
è finalizzato alla certificazione delle aziende turistiche, mentre il comparto strategico del Programma è ora localizzato
nell’Extranet della FST. Concentrazione, grafica snella e impostazione orientata al processo consentono ora di orientarsi con estrema facilità. Alcune nuove funzioni servono ad
alleggerire il lavoro dell’ente di controllo a livello amministrativo. Questo portale ha consentito di organizzare la procedura di controllo in modo più ecologico, più amichevole e
più efficiente.
Nuovo manuale di categoria «Settore alberghiero e
ristorazione»
Il «Manuale di categoria – Settore alberghiero e ristorazione»
del Programma Q è di aiuto alle aziende turistiche, in quanto
alternativa conveniente e specificamente orientata al settore, nell’implementazione di un completo sistema di gestione
della qualità. Nella primavera 2012, un gruppo di progetto ha
adeguato il manuale alla nuova norma ISO 9001:2008, ha
integrato i capitoli inerenti alla gestione ambientale e alla
Balanced Scorecard, e potenziato la raccolta di esempi. La
nuova edizione in formato elettronico è stata generalmente
accolta con molto favore.
PROMOZIONE DELLA QUALITÀ  Classificazione degli appartamenti di vacanza e delle camere per ospiti
29
Classificazione degli appartamenti di vacanza
e delle camere per ospiti
conclusione Positiva del periodo di classificazione
Nuovo pieghevole Fewo
2008 – 2012
Nel mese di novembre la FST ha pubblicato il nuovo pieghevole, disponibile in quattro lingue e inteso a convincere locatori e proprietari a far classificare le proprie abitazioni di
vacanza e camere per ospiti.
Dopo cinque anni, si è conclusa la classificazione riguardante il periodo 2008 – 2012, durante il quale i 120 enti preposti
hanno classificato un totale di 22 000 appartamenti di vacanza e camere per ospiti (+68 % rispetto al periodo 2003 – 2007).
Al vertice della classifica figura il Vallese con 8 008 immobili
registrati, seguito dai Grigioni con 6 171.
Appartamenti di vacanza e camere per ospiti per regione
2013 – 2017
Un totale di 157 persone hanno frequentato un corso di
controllore o Refresher e verificato la qualità del 25 % degli
appartamenti di vacanza.
1
Evoluzione delle classificazioni nell’ultimo decennio
17 099
13 689
15 000
10 000
14 878
14 476
14 728
7950
15 195
8 500
2002
1115
6
Fonte: Federazione svizzera del turismo
5 000
0
4501
2181
21 663
18 705
827
80
434
25 000
18 102
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
Momenti di gloria per 18 000 appartamenti di vacanza
Nel 2012 gli enti di classificazione hanno già iniziato ad occuparsi di buona lena delle nuove classifiche 2013 – 2017.
Grazie al grande impegno generale, alla fine dell’anno la FST
ha potuto assegnare le stelle al 18 000° appartamento di vacanza. La novità più importante del nuovo periodo è il livello
intermedio «Superior» in tutte le categorie. Il 60 % degli immobili sono stati premiati con 3 stelle e 3 stelle Superior.
Nel 2012 la FST ha organizzato due corsi di controllore e
quattro corsi Refresher, formando o perfezionando un totale
di 52 controllori.
492
317
45
20 000
78
0– 100
101– 1000
10 01 – 3000
3001– 9000
30
PROMOZIONE DELLA QUALITÀ  Marchio di qualità «Famiglie benvenute» e «DeSTinazioni beneSSeRe»
Marchio di qualità «Famiglie benvenute»
e «DeSTinazioni beneSSeRe»
Famiglie benvenute
Nel 2012 la maggior parte delle destinazioni già insignite e
alcune altre di nuova nomina hanno provveduto alle rispettive ricertificazioni. Per il periodo di certificazione 2013 – 2015,
i criteri per l’assegnazione del marchio di qualità sono stati
perfezionati e adeguati alle esigenze degli ospiti. Un controllore esterno ha verificato sul posto le candidature presentate
e la Commissione di garanzia della qualità ha infine potuto
certificare 23 destinazioni per il periodo 2013 – 2015:
DeSTinazioni beneSSeRe
Dal 2008, la FST assegna il marchio di qualità «Destinazione
benessere» a località turistiche svizzere che si sono specializzate in proposte wellness. Nel 2012 sono state insignite del
marchio 7 destinazioni. Nel 2013, la Commissione per il controllo della qualità sta rivedendo i criteri per il periodo di
certificazione 2015 – 2017.
DeSTinazioni inSigniTe 2012 – 2014
30 Friburgo Regione
A Charmey Tourisme
loCaliTà / DeSTinazioni inSigniTe 2013 – 2015
Oberland Bernese
B Gstaad Saanenland Tourismus
Regione del Lemano
1 Villars, Gryon, Bex
Vallese
C Leukerbad Tourismus
Oberland Bernese
2 Diemtigtal  3 Lenk Simmental
Berna Regione
D Bad Zurzach, Bad Schinznach, Rheinfelden
4 Haslital con Hasliberg e Meiringen
5 Nendaz  6 Leukerbad  7 nuovo: Zermatt-
Lucerna / Lago di Lucerna
E Weggis Vitznau Rigi Tourismus
Vallese
Matterhorn  8 Aletsch Arena con Riederalp,
Zurigo Regione
F Città di Baden
I Grigioni
G Tourismus Engadin Scuol Samnaun Val
Bettmeralp, Eggishorn  9 Saas-Fee / Saastal
10 Bellwald  11 Grächen
Müstair AG
Fonte: Federazione svizzera del turismo
Lucerna / Lago di Lucerna 12 Engelberg-Titlis
13 nuovo: UNESCO Biosfera Entlebuch
Svizzera orientale e
14 Sonnenecke Bodensee  15 Toggenburg
Liechtenstein
16 Braunwald-Klausenpass
I Grigioni
17 Triesenberg Malbun Steg
18 Flims, Laax, Falera con Trin e Sagogn
19 Arosa  20 Davos Klosters
Ticino
21 Savognin  22 Lenzerheide
23 nuovo: Ascona Locarno
Altre destinazioni insignite entro fine 2012:
Friburgo Regione Schwarzsee
Vallese Crans-Montana
20
F
I Grigioni Brigels  Maloja
D
12
14
E
13
22
10
3
15
19
5
A
2
B
7
1
4
16
17
18
G
19
C6
11
10
23
8
21 9
Famiglie benvenute
Destinazioni benessere
32
FORMAZIONE
FORMAZIONE
Corso di guida turistica
La Federazione svizzera del turismo ha portato avanti i lavori finalizzati
all’approvazione di un nuovo esame professionale per guide turistiche, al fine
di poter offrire nel 2014 un primo corso di formazione.
La Federazione svizzera del turismo è impegnata a favore di
offerte di qualità in materia di formazione e perfezionamento professionale nel turismo:
Esame professionale Assistente di turismo (APF)
Nel 2012, 26 candidati hanno superato l’esame con una notazione media di 4,8. I periti d’esame hanno constatato un confortante miglioramento qualitativo nel grado di formazione.
Nel quadro della revisione dell’esame professionale, si è proceduto a una modifica del profilo professionale e di competenza, e sottoposto i documenti aggiornati ad ampie consultazioni. A fine 2012 la documentazione è stata presentata
all’Ufficio federale della formazione professionale e della
tecnologia (UFFT) 1 per la verifica giuridica.
Nuovo esame professionale per guide turistiche
Lo scorso anno, un gruppo di lavoro formato da guide turistiche e da rappresentanti di organizzazioni turistiche ha
elaborato il profilo di competenza e professionale per il preannunciato esame professionale. Con la collaborazione di
specialisti del ramo, ne sono emanati il relativo regolamento
d’esame e le direttive con l’obiettivo di strutturare l’attività
formativa nel corso del 2013 e di organizzare un primo esame nel 2014.
1
al 2013 UFFT = SEFRI (Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e
D
l’innovazione)
Esame professionale superiore Manager in turismo
della salute e dell’attività fisica con diploma federale
A fine novembre 2012, il diploma federale di «Manager in
turismo della salute e dell’attività fisica» è stato consegnato a
undici candidati/e. Tale diploma certifica il possesso di
nozioni e capacità di economia aziendale per la gestione di
imprese di servizi operanti nei settori del turismo della salute e della promozione sanitaria.
33
FEDERAZIONE
FEDERAZIONE
Perfetta sintonia con asmt
La gestione della sede amministrativa dell’Associazione svizzera dei manager del
turismo (ASMT) è un colpo di fortuna per la Federazione svizzera del turismo,
grazie a una rapidità nella scelta di modi e mezzi che rende possibile un intelligente coordinamento delle iniziative e una fattiva collaborazione.
Associazione svizzera dei manager del turismo ASMT
Un punto chiave: formazione commerciale di base nel
La FST gestisce l’amministrazione dell’ASMT su mandato,
traendone preziose sinergie soprattutto nel settore della
formazione.
settore Alberghiero – Gastronomico – T uristico (AGT)
La crescente domanda di operatrici e operatori turistici, e le
conseguenti maggiori esigenze formulate nei confronti dei
comitati strategici di associazioni turistiche, hanno indotto
l’ASMT a creare un’offerta di aggiornamento professionale
per i membri dei consigli direttivi di organizzazioni turistiche e di gestione delle destinazioni (OGD).
Nel mese di novembre 2012 ha avuto luogo il primo evento
per quadri direttivi secondo il modello, affermatosi ormai da
anni, del «Seminario di management». Il medesimo team ha
organizzato un seminario di 2 giorni sui seguenti temi:
– Gestione efficiente di una OGD
– Di cosa necessita il consiglio direttivo di una OGD?
– Autovalutazione della propria OGD e dell’attività
direttiva
– Tematiche e approcci risolutivi nell’amministrazione di
una OGD: «Consiglio direttivo» e «Gestione del direttore
turistico»
Quasi 40 partecipanti hanno così potuto cogliere l’occasione
per informarsi sugli attuali compiti dei loro dirigenti e per discutere su temi strategici. Molto apprezzato è stato anche lo
scambio di opinioni e di esperienze con i membri dei
consigli direttivi di organizzazioni turistiche provenienti da
altre regioni della Svizzera. Il seminario per quadri direttivi
costituirà una presenza fissa nel calendario degli eventi
dell’ASMT.
Per molte imprese turistiche l’onere legato all’istruzione
professionale degli apprendisti risulta eccessivo oppure, per
semplificare, essi assicurano la formazione nel settore
«Servizi e amministrazione» (S&A) invece che in quello
«Alberghiero – Gastronomico – Turistico» (AGT). L’ASMT si è
quindi posta l’obiettivo di coinvolgere due terzi delle sue
associate come aziende di tirocinio. Si punta a ottenere l’adesione di almeno 100 aziende di tirocinio (180 posti di apprendista). Inoltre, con la rappresentanza nell’Associazione
AGT è stata rafforzata l’incisività del settore «Turismo» in
modo che la formazione possa rispondere anche alle esigenze di quest’ultimo. A sostegno degli sforzi da compiere in tal
senso, la ASMT ha corrisposto dei sussidi a organizzazioni
turistiche che intendevano provvedere all’istruzione di nuovi apprendisti e ad aziende presso le quali era necessario
sostituire del personale formativo.
Commento al
Il conto economico 2012 si chiude con un
previsione era stato inserito un risultato e
Indicatori finanziari
– Contributi dei membri in % del reddito complessivo
– Spese per il personale in % della spesa complessiva
– Risultato Federazione in % del reddito complessivo
– Cash flow in % del reddito complessivo
– Capitale proprio, fondi e accantonamenti inclusi, in
conto annuale
avanzo di CHF 23 771.–. Nel bilancio di
conomico di CHF 10 895.–.
% dell’apporto dei membri
2012
2011
30,6 %
22,8 %
53,2 %
39,1 %
1,0 %
0,7 %
2,0 %
1,6 %
229,6 %
200,1 %
Allegato  Bilancio
36
Bilancio
PER IL 31.12.2012
Attivo
Attivo circolante
Liquidità
Crediti
Ratei e risconti attivi
31.12.2012
31.12.2011
1 890 935
2 530 202
211 863
197 362
32 610
47 025
2 135 408
2 774 589
Totale
Attivo fisso
Mobilia, arredamenti, informatica
2 200
24 900
90 977
86 927
93 177
111 827
2 228 585
2 886 416
Passività a breve termine
185 400
888 219
Ratei e risconti passivi
359 142
525 316
Accantonamenti
1 194 550
1 007 160
Progetti Innotour
0
0
Investimenti finanziari
Totale
Totale Attivi
Passivo
Capitale di terzi
Progetti di formazione
Fondo turismo e salute
Totale
0
0
16 300
16 300
1 755 392
2 436 995
473 192
449 421
2 228 585
2 886 416
Fondi propri
Saldo per 1.1.2012
Risultato annuale 2012
Totale
Totale Passivi
449 421
23 771
37
Allegato  CONTO Economico
CONTO Economico
PER IL 31.12.2012
Budget 2012
Consuntivo 2012
Consuntivo 2011
Contributi dei membri
735 000
733 387
736 090
Convenzione sulle prestazioni SECO
120 000
128 400
100 000
Contributi federali Innotour / UFFT
155 000
46 760
612 600
Utile lordo Servizi
735 800
952 075
451 517
Utile lordo 1
1 745 800
1 860 622
1 900 207
−1 270 905
−1 268 490
−1 252 708
Organi della Federazione
−60 000
−44 374
−38 032
Utile lordo 2
414 895
547 758
609 467
−391 500
−504 958
−607 583
23 395
42 800
1 884
−28 500
−27 221
−29 566
−5 105
15 579
−27 682
Spese per il personale
Costi d’esercizio
EBITDA *
Rettifiche di valore
EBIT **
Risultato finanziario
17 000
9 455
7 498
Imposte
−1 000
−1 864
−1 076
Risultato d’esercizio
10 895
23 170
−21 260
0
601
42 624
10 895
23 771
21 364
Risultato str.
Risultato Federazione
* EBITDA: utile prima di interessi, imposte e ammortamenti
** EBIT: utile prima di interessi e imposte
Allegato al conto annuale
2012
2011
Valori assicurati beni mobili
230 000
230 000
Riserva per contributi dei datori di lavoro presso Publica
199 596
198 603
13 952
13 132
Obbligazioni verso istituti di previdenza
38
Allegato  Rapporto dell’Ufficio di revisione
Rapporto dell’Ufficio di revisione
all’Assemblea generale della
Federazione svizzera del turismo FST, Berna
In qualità di Ufficio di revisione statutario abbiamo verificato il conto annuale (bilancio, conto d’esercizio e appendice) della
Federazione svizzera del turismo FST, Berna, per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2012.
Il Consiglio direttivo è responsabile dell’allestimento del conto annuale, mentre il nostro compito consiste nella redazione di
un rapporto sul conto annuale basato sulla nostra verifica limitata.
La nostra verifica limitata è stata effettuata conformemente alle disposizioni dello standard svizzero di revisione 910, il
quale impone che la stessa debba essere pianificata ed eseguita in modo da identificare eventuali anomalie significative
nel conto annuale, sebbene non con la stessa sicurezza di una revisione. Una verifica limitata consiste essenzialmente
nell’interrogazione di collaboratrici e collaboratori, nonché in operazioni analitiche che si richiamano ai dati sottostanti al
conto annuale. Avendo effettuato una verifica limitata, e non una revisione, non esprimiamo alcuna opinione di revisione.
Sulla base della nostra verifica non abbiamo rilevato fatti che ci possano far ritenere che il conto annuale non sia conforme
alle disposizioni legali e statutarie.
Gastroconsult AG
Bruno Faulhaber Martin Huwiler
vicedirettore capo revisore
perito revisore abilitato
Zurigo, 22 marzo 2013
39
Allegato  OrganI
OrganI
CONSIGLIO DIRETTIVO Fino al 31.08.2012
Direktor Kommunikation, Politik und Wirtschaft, Touring Club Suisse TCS,
Presidente de Buman Dominique, Consigliere Nazionale, Friburgo
Bern  Zürcher Niklaus, Geschäftsführer Automobil Club Schweiz ACS, Bern
Vicepresidente Beindorff Gerhard W., Direttore generale Credit Suisse, Berna
 Schweizer Reisebüro-Verband (Sede vacante)
Balmer Florian, Zentralpräsident swisscamps VCS, Matten  Barras Char-
CONSIGLIO DIRETTIVO A partire dal 01.09.2012
les V. Dr., Vicedirettore Ticino Turismo, Bellinzona  Bernet Werner, Di-
Presidente de Buman Dominique, Consigliere Nazionale, Friburgo
rektor Schweizer Reisekasse Reka, Bern  Brentel Guglielmo L., Präsident
hotelleriesuisse, Bern  Campell Riet R., Direktor Swiss Snowsports, Belp  Ca-
Gmür Fredi, Geschäftsleiter Schweizer Jugendherbergen, Zürich  Juen Chri-
thomas Sep, Nationalrat, Brigels  Cina Jean-Michel, Staatsrat, Volkswirtschaf-
stoph Dr., CEO hotelleriesuisse, Bern  Kämpf Richard, Leiter Ressort Tou-
tsdirektor, Sitten  Domenig Jürg Dr. jur., Mitglied der Verbandsleitung ho-
rismus Staatssekretariat für Wirtschaft SECO, Bern  Kuster Bernhard Dr.,
telleriesuisse, Bern  Egloff Daniel, Direktor Basel Tourismus, Basel  Favre
Direktor GastroSuisse, Zürich  Perren Marcel, Direktor Luzern Tourismus
Charles, Conseiller national, Echallens  Frei Daniel, Präsident Schweizer
AG, Luzern  Schmid Jürg, Direktor Schweiz Tourismus, Zürich  Stückel-
Casino Verband, Bern  Gehrken Michael Dr., Direktor ASTAG, Bern  Ger-
berger Ueli, Direktor Verband öffentlicher Verkehr / Seilbahnen Schweiz, Bern
manier Jean-René, Conseiller national, Vétroz  Gmür Fredi, Geschäftsleiter
Schweizer Jugendherbergen, Zürich  Höhener Hans, Präsident Seilbahnen
COMITATO ESECUTIVO Fino al 31.08.2012
Schweiz, Bern  Huber Roland, Direktor Adelboden Tourismus, Adelboden 
Presidente de Buman Dominique, Consigliere Nazionale, Friburgo
Jeker Leo, Vizepräsident Handelskammer und Arbeitgeberverband Graubün-
Vicepresidente Beindorff Gerhard W., Direttore generale Credit Suisse, Berna
den, Savognin  Jobin Jean-Pierre, Président Genève Tourisme & Bureau des
congrès, Genève  Juen Christoph Dr., CEO hotelleriesuisse, Bern  Kämpf
Favre Charles, Conseiller national, Echallens  Gmür Fredi, Geschäftsleiter
Richard, Leiter Ressort Tourismus Staatssekretariat für Wirtschaft SECO,
Schweizer Jugendherbergen, Zürich  Juen Christoph Dr., CEO hotellerie-
Bern  Künzli Klaus, Zentralpräsident GastroSuisse, Ostermundigen  Kuster
suisse, Bern  Kämpf Richard, Leiter Ressort Tourismus Staatssekretariat
Bernhard Dr., Direktor GastroSuisse, Zürich  Laesser Christian Prof. Dr.,
für Wirtschaft SECO, Bern  Kuster Bernhard, Direktor GastroSuisse, Zürich
Stellvertrender Direktor IDTHSG Institut für Öffentliche Dienstleistungen
 Perren Marcel, Direktor Luzern Tourismus AG, Luzern  Schmid Jürg, Di-
und Tourismus, St. Gallen  Lareida Sven, Swiss International Air Lines Ltd,
rektor Schweiz Tourismus, Zürich  Stückelberger Ueli, Direktor Verband
Zürich  Lergier Markus, Direktor Bern Tourismus, Bern  Lombardi Filippo,
öffentlicher Verkehr / Seilbahnen Schweiz, Bern  Zumbühl Rudolf, Direktor
Consigliere degli Stati, Massagno  Marti Jean-Jacques, Président Union
Kommunikation, Politik und Wirtschaft, Touring Club Suisse TCS, Bern
fribourgeoise du tourisme, Fribourg  Masshardt Urs, Geschäftsleiter Hotel
& Gastro Union, Luzern  Meier Bernhard, Delegierter Public & Governe-
Ente DI Revisione
ment Affairs SBB, Bern  Müller Hansruedi Prof. Dr., Direktor Forschungsin-
Gastroconsult AG, Zurigo
stitut für Freizeit und Tourismus, Universität Bern, Bern  Niedermann Beat,
Branchenverantwortlicher Tourismus, UBS, Zürich  Otz Stefan, Präsident
Verband Schweizer Tourismusmanager VSTM, Interlaken  Pasche Philippe,
Direktor Schweizerische Gesellschaft für Hotelkredit, Zürich  Perren Marcel, Direktor Luzern Tourismus AG, Luzern  Rychener Kistler Hanna E.,
Direktorin Internationale Schule für Touristik AG, Zürich  Schmid Jürg,
Direktor Schweiz Tourismus, Zürich  Stückelberger Ueli, Direktor Verband
öffentlicher Verkehr / Seilbahnen Schweiz, Bern  Trachsel Hansjörg, Regie-
Annotazione
rungsrat, Volkswirtschaftsdirektor, Chur  Tschirky Boris, Direktor St. Gallen-
Nel quadro della riforma organica della FST, dal 1° gennaio 2013 vengono
Bodensee Tourismus, St. Gallen  Wüthrich Daniel, Ressortleiter Tourismus
istituiti un Comitato consultivo e tre Commissioni permanenti. Il Comitato
und Regionalentwicklung, beco Berner Wirtschaft, Bern  Zumbühl Rudolf,
esecutivo è stato sciolto in data 1.9.2012.
40
Allegato  Organi
Organi
AMMINISTRAZIONE
Mandati
Amministrazione Associazione svizzera dei manager del turismo (ASMT) 
Direzione
Lütolf Mario, Direttore
Trombitas Mila lic. phil., Vicedirettrice
Collaboratori
Beck Chantal, Responsabile Programma qualità  Giagnorio Lorenzo, Apprendista 1° anno (dal 01.08.2012)  Herrmann Béatrice, Direzione progetti communicazione / web  Hurter Lea, Apprendista 3° anno (fino al 31.08.2012) 
Känel Fabienne, Product Manager Famiglie benvenuto, Responsabile formazione, Segretario ASTM (fino al 31.07.2012)  Mäder Erika, Contabilità  MattheyDoret Nadja, Product Manager classificazione appartamenti di vacanza e Destinazione benessere  Müller Dominic, Product Manager QI  Pinto Noemi,
Responsabile amministrativa Programma qualità  Thomann Sonja, Product
Manager Famiglie benvenuto, Responsabile formazione, Segretario ASTM
(dal 06.08.2012)  Thüler Daniela, Responsabile progetto PASTA light  Weber
Melanie, Amministrazione  Wolff Kirstin, Product Manager QII & QIII, Responsabile qualità
Rappresentanza della FST
Associazione svizzera per Sistemi di qualità e di Management (SQS)  Cassa
svizzera di viaggio Reka (Amministrazione)  Center for Regional Economic
Development (CRED) dell’Università di Berna (Comitato consultivo)  Commissione del turismo del Canton Berna (Comitato consultivo)  Comunità
d’interessi Neve  Conferenza dei direttori degli enti regionali svizzeri del
turismo (Consiglio direttivo)  Fondazione Safety in Adventures (Consiglio di
fondazione)  Fondazione «SvizzeraMobile» (Consiglio di fondazione)  Fondazione svizzera tutela paesaggio (Consiglio di fondazione)  Fondazione vacanze in edifici storici (Comitato consultivo)  Gruppo consultivo nazionale
label prodotti  Gruppo parlamentare per il turismo e i trasporti (Consiglio
direttivo)  Gruppo svizzero per le regioni di montagna (Consiglio direttivo) 
Istituto superiore di Lucerna – economia, gruppo di lavoro turismo e mobilità
(Comitato consultivo)  Scuola internazionale del turismo (Comitato tecnico)
 stradasvizzera (Comitato centrale)  Svizzera Turismo (Consiglio del turismo)  Società promotrice dell’Istituto per il Management sistemico e la Public
Governance IMP-HSG (Consiglio direttivo)  Institut Universitaire Kurt Boesch
Sitten (Consiglio direttivo)  Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio
(Consiglio di fondazione)  Associazione svizzera per la pianificazione nazionale
VLP-ASPAN (Comitato consultivo)
Segretariato del Gruppo parlamentare per il turismo e i trasporti
41
Allegato  MeMbRi
MeMbRi
Numero dei membri: 580
 Association hôtelière du Valais, Sion  Association Romande
aSSoCiazioni TuRiSTiChe Di CaTegoRia PRoFeSSionali,
Heiden
iMPReSe TuRiSTiChe aTTiVe a liVello nazionale
des Hôteliers (ARH), Lausanne
Agrotourismus Schweiz, Bern
ASTAG, Bern
 Association suisse de Golf, Epalinges 
 Automobil-Club der Schweiz, Bern  Bed and Breakfast
Switzerland GmbH, Arlesheim
 Beratungsstelle für Unfallverhütung bfu,
Bern  cafetiersuisse, Zürich  caravaningsuisse, Thun  CONTACT groups.
ch, Liestal
 Flughafen Zürich AG, Zürich  GastroSuisse, Zürich
 Hotel
 Association Touristique Aigle-Leysin-Col
 Basel Tourismus, Basel
des Mosses, Leysin
(Gen.), Davos Platz
 Engadin St. Moritz, St. Moritz
AG, Flims Dorf
Schweiz, Zürich  Netzwerk Schweizer Pärke, Bern
 PostAuto Schweiz
Gambarogno Turismo, Vira Gambarogno
 Förderverein Region Gantrisch, Schwarzenburg 
 Schweizer Alpen-Club SAC,
Genève Tourisme & Congrès, Genève
Bern  Schweizer Bergführerverband, Zürich  Schweizer Casino Verband,
Gstaad Saanenland Tourismus, Gstaad
Bern  Schweizer Jugendherbergen, Zürich
Reka, Bern
 Schweizer Reisekasse
 Schweizer Wanderwege SAW, Bern  Schweizerische Ar-
beitsgemeinschaft für die Berggebiete, Bern  Schweizerische Bundesbahnen SBB, Bern
 Schweizerische Gesellschaft für Hotelkredit SGH,
 Jura Région Pays des Trois-Lacs, Moutier  Jura Tourisme,
Moutier
Gruyère Tourisme, Bulle


 Haslital Tourismus, Meiringen
 Jungfrau Region Marketing AG, Grindelwald  Jura bernois Tourisme,
Reisebüro-Verband, Zürich  SIAA Swiss International Airport Association,
ner für den Gruppentourismus, Nottwil  Swiss Snowsports, Belp

 Hotelier-Verein Berner Oberland, Thun  Hotelierverein Graubünden,
Saignelégier
SWISS CITIES, Zürich  Swiss International Air Lines AG, Basel  Swiss Part-
 GastroTicino, Lugano
 Graubünden Ferien, Chur
Chur  hotelleriesuisse Ticino, Chiasso  Interlaken Tourismus, Interlaken
Zürich  Schweizerischer Hängegleiter-Verband, Zürich  Schweizerischer
Zürich-Flughafen  Stiftung SchweizMobil, Bern  Swiss-Ski, Muri b. Bern 
 Ente Turistico
 Ferienregion Heidiland, Bad Ragaz  Flims Laax Falera Management
 IG Parahotellerie
 Schweiz Tourismus, Zürich
 Ente Turistico Lago Maggiore, Locarno
di Tenero e Valle Verzasca, Tenero
& Gastro Union, Luzern  hotelleriesuisse, Bern
AG, Bern
 Baselland Tourismus,
 Basler Hotelier-Verein, Basel  Davos Destinations-Organisation
Liestal
 Kantonaler Verkehrsverband Luzern KVVL, Weggis  La
 Lenk-Simmental Tourismus AG, Lenk i. S.
 Liechtenstein Marketing, Vaduz
 Luzern Tourismus AG, Luzern
 Morges Région Tourisme, Morges
 Obwalden Tourismus AG,
Sarnen  Office du Tourisme du Canton de Vaud, Lausanne
 Organisme
Swiss Travel Association of Retailers, Birmensdorf  swissApartments,
Intercantonal
Gross swisscamps, Matten-Interlaken  Switzerland Convention & Incentive
Oberaargau, Langenthal  Regionales Verkehrsbüro Willisau, Willisau
Bureau, Zürich  TOUREX Schweiz. Vereinigung dipl. Tourismus-Experten,
Regionalkonferenz Oberland-Ost, Interlaken  Schaffhauserland Tourismus,
Gstaad  Touring Club Suisse TCS, Bern  VDH Vereinigung dipl. Hoteliers
Schaffhausen
SHV, Pfaffhausen  Verband historischer Eisenbahnen Schweiz, Dürnten 
Genève, Genève  St. Gallen-Bodensee Tourismus, St. Gallen
Verband öffentlicher Verkehr + Seilbahnen Schweiz, Bern
 Verband
Schweizer Bergsportschulen, Flims-Dorf  Verband Schweizer Tourismusmanager VSTM – ASMT, Bern
 Verband Schweizerischer Schifffahrtsunter-
de
Développement
du
Chablais,
Monthey
 Region

 Schwyz Tourismus, Schwyz  Société des Hôteliers de
 Surselva
Tourismus AG, Obersaxen Meierhof  Swiss Knife Valley AG, Brunnen 
 Thurgau Tourismus, Amriswil
Thun-Thunersee Tourismus, Thun
 Toggenburg Tourismus, Wildhaus
Ticino Turismo, Bellinzona


nehmungen, Zürich  Verkehrs-Club der Schweiz VCS, Bern  Wohlbefinden
Tourisme neuchâtelois, Neuchâtel
Schweiz, Herisau
Tourismus Emmental, Burgdorf
CanToni
Services Ostschweiz AG, St. Gallen  Union fribourgeoise du tourisme,
Aargau  Appenzell Ausserrhoden  Basel-Land  Basel-Stadt  Bern 
Fribourg
Fribourg  Genève  Glarus  Graubünden  Jura  Luzern  Neuchâtel 
Verbier-St-Bernard, Verbier  Volkswirtschaft Berner Oberland, Interlaken 
Müstair AG, Scuol
 Tourismus Biel Seeland, Biel 
 Tourismus Engadin Scuol Samnaun Val
 Tourismus Region Laupen, Laupen  Tourismus
 Valais Tourisme, Sion
 Vallemaggia Turismo, Maggia
Nidwalden  Obwalden  Schwyz  Solothurn  St. Gallen  Ticino  Thurgau
Yverdon-les-Bains Région Jura / Lac, Yverdon-les-Bains
 Uri  Vaud  Wallis  Zug  Zürich
Tourismus, Zermatt
Zürich

 Zermatt
 Zürcher Hotelier-Verein, Zürich  Zürich Tourismus,
 Zürichsee Tourismus, Rapperswil
CoMuni
Adelboden  Agno  Ascona  Baden
 Bern  Bissone  Blenio  Charmey
enTi TuRiSTiCi loCali
 Chermignon  Davos  Erlach  Flühli  Grächen  Grindelwald  Gryon 
Adelboden Tourismus, Adelboden
Interlaken  Klosters-Serneus  Lausanne  Lenk  Leysin  Locarno 
 Amden & Wesen Tourismus, Amden  Andermatt-Urserntal Tourismus
 Aeschi Tourismus, Aeschi b. Spiez
Lugano  Lumino  Luzern  Montreux  Morcote  Paradiso  Pontresina 
GmbH, Andermatt  Anniviers Tourisme, Vissoie  Anzère Tourisme, Anzère
Schaffhausen  Scuol  Sion  Solothurn  St. Gallen  St. Moritz  Surselva
 Arosa Tourismus, Arosa
 Thun  Vaz / Obervaz  Weggis  Zermatt  Zofingen  Zug  Zürich
Zurzach Tourismus AG, Zurzach
oRganizzazioni, DeSTinazioni TuRiSTiChe Regionali
Bergün Filisur Tourismus, Bergün / Bravuogn  Bern Tourismus, Bern
 Avenches Tourisme, Avenches
 Bellinzona Turismo, Bellinzona
Appenzellerland Tourismus AI, Appenzell
 Appenzellerland Tourismus AR,
 Bad
 Beatenberg Tourismus, Beatenberg
 Bellwald Tourismus, Bellwald
Bettmeralp Tourismus, Bettmeralp / Betten


 Binntal Tourismus, Binn 
Allegato  MeMbRi
43
Verkehrsverein Lichtensteig, Lichtensteig  Verkehrsverein Thusis, Thusis 
Bönigen Tourismus, Bönigen  Braunwald-Klausenpass Tourismus AG,
Brunnen
 Brig Belalp Tourismus, Brig
Braunwald
 Brunnen Tourismus,
 Bürchen-Unterbäch Tourismus, Bürchen
SA, Charmey
 Chur Tourismus, Chur
Tourismus, Oey
 Einsiedeln Tourismus, Einsiedeln
Tourismus AG, Engelberg
 Ente Turistico del Luganese, Lugano

 Gampel-Bratsch Tourismus,
 Gryon Tourisme, Gryon
Gampel  Grächen Tourismus, Grächen
Zweisimmen
AG GRAND HOTELS ENGADINERKULM – Kulm Hotel, St. Moritz
Agence Immobilière Barras, Crans-sur-Sierre

Lugano  Albergo Eden Roc, Ascona
Arosa Kulm Hotel, Arosa
Badrutt‘s Palace Hotel, St. Moritz
 Lötschental Tourismus,
Wiler  Montreux-Vevey Tourisme, Montreux
 Morgins Tourisme,
 Bellaval Hotel & Restaurant, Laax  Best Western Swiss Hotels, Bern

Zürich

 Grand Hôtel des Bains, Lavey-les-Bains
Office de Tourisme de Martigny, Martigny
 Office du Tourisme, Zinal 
Saillon
 Pays-d‘Enhaut Tourisme, Château-d‘Oex
 Saas-Fee / Saastal Tourismus, Saas-Fee
Tourismus im Surses, Savognin
Hôtel Beau-Rivage SA Genève, Genève
 San Bernardino
 Savognin
 Hôtel International et Terminus, Genève  Hotel International
Zürich GmbH, Zürich  Hotel Kreuz, Bern
 Sedrun Disentis Tourismus,
 Sempachersee Tourismus, Sursee  Sierre-Anniviers
 Hôtel Richemond, Genève
Hotel Schiff am See, Murten
Sörenberg Flühli Tourismus, Sörenberg
Tourismus Emmetten, Emmetten
Val Müstair AG, Samnaun Dorf
 Spiez Tourismus, Spiez 
 Tourismus Rheinfelden, Rheinfelden
 Hotel Savoy Baur en Ville, Zürich

Tourismusverein St. Niklaus & Region, St. Niklaus  Tourist Info Werdenberg,
Luzern, Luzern
Inn, Valbella
Bern

 Hotel Schützen Lauterbrunnen AG,
Lauterbrunnen  Hotel Schweizerhof, St. Moritz
 Tourismus Engadin Scuol Samnaun
 Tourismusverein Melchsee-Frutt – Melchtal – Kerns, Kerns
 Hotel Piz Mitgel, Savognin 
Hotel Rebstock Luzern AG, Luzern  Hotel Restaurant Sternen, Guggisberg
Marketing, Sierre  Société de développement Veysonnaz, Veysonnaz 
Disentis / Mustér

 Hôtel des
 Hotel Giardino AG, Ascona  Hotel Hilton Basel,
Bergues, Genève
Basel
 Hotel Bernerhof, Gstaad
 Hotel Cristal, Braunwald
Hotel Carlton, St. Moritz
 Schanfigg Tourismus, Tschiertschen
 Schwarzsee Tourismus, Schwarzsee

 Hôtel Beau-Rivage Palace, Lausanne 
SG  Hotel Baur au Lac, Zürich
 Riederalp Mörel Tourismus, Riederalp
Vacanze, San Bernardino  Sattel-Hochstuckli AG, Sattel
 Gstaad Palace, Gstaad
Hapimag, Baar  Hilton Zurich Airport, Opfikon-Glattbrugg  Hofstadl, Gossau

Prättigau Tourismus GmbH, Grüsch  Promotion Pully Paudex, Pully  Region
Solothurn Tourismus, Solothurn
 Grand Hotel Eden, Lugano 
 Grand Hotel Zermatterhof, Zermatt
Grand Resort Bad Ragaz AG, Bad Ragaz
 Office du Tourisme Salvan-Les Marécottes, Les Marécottes 
Olten Tourismus, Olten

 Eurotel Riviera, Montreux  Ferienart Resort & Spa, Saas-Fee
Grand Hotel Park SA, Gstaad
Office du tourisme d’Ovronnaz, Ovronnaz  Office du tourisme de Saillon,

Boldern Tagungszentrum, Männedorf  Dulac AG, Luzern  e-domizil AG,
 Nyon Région Tourisme, Nyon

 Bed & Breakfast Auf dem Wolf, Basel
Morgins  Municipalité Moudon, Moudon  Murten Tourismus, Murten
Nendaz Tourisme, Haute-Nendaz
 Albergo Federale, Lugano 
 Art Deco Hotel Montana, Luzern
Reichenbach  Kur- und Verkehrsverein Heiden, Heiden  Kurverein
 Leukerbad Tourismus, Leukerbad
 Agence immobilière
Albergo Losone, Losone  Albergo Villa Castagnola au Lac, Lugano
Kehrsiten, Kehrsiten  Lenzerheide Marketing und Support AG, Lenzerheide

Trachsel SA, Anzère  Albergo Castello del Sole, Ascona  Albergo Ceresio,
 Kiental+Reichenbach Tourismus,
Kandersteg Tourismus, Kandersteg
 Visp Tourismus,
 Zweisimmen Tourismus,
albeRghi, RiSToRazione
 Ernen
Tourismus, Ernen  Evolène Région Tourisme, Evolène  Fribourg Tourisme,
 Frutigen Tourismus, Frutigen
 Visit Vals, Vals

 Engelberg-Titlis
Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio, Mendrisio
Fribourg
Villars Tourisme, Villars-sur-Ollon
Visp  Winterthur Tourismus, Winterthur
 Diablerets Tourisme, Les Diablerets  Diemtigtal
Crans-Montana
 Charmey Tourisme
 Crans-Montana Tourisme,
 Viamala Tourismus, Splügen
Verkehrsverein Wettingen, Wettingen
 Hotel Schweizerhof
 Hotel Splendide Royal SA, Lugano
 Hotel Valbella
 Hotel Wildstrubel, Lenk im Simmental  HOTELBERN,
 Hotelier-Verein St. Moritz, St. Moritz  Interhome AG, Glattbrugg
 KidsHotels, Braunwald  Landgasthof Sternen Muri, Muri b. Bern

Buchs Tourist Information Ringgenberg-Goldswil-Niederried, Ringgenberg
Le Mirador Kempinski Lake Geneva, Le Mont-Pèlerin  Lenkerhof alpine
 Tourist Office Visperterminen, Visperterminen  Tourist Service Regio
resort, Lenk i.S.  LES TROIS ROIS, Basel
Frauenfeld, Frauenfeld
Unterbäch Tourismus, Unterbäch VS  Val-d‘Illiez
Tourisme, Val-d‘Illiez  Vallée de Joux Tourisme, Le Sentier
Standortmarketing, Aarau
 Verein Aarau
 Verkehrsverein Ebnat-Kappel, Ebnat-Kappel 
 LINDNER HOTELS
(SCHWEIZ) AG – Lindner Hotel Beau Rivage, Interlaken
Luzern
 Luzern Hotels,
 McDonald‘s Suisse Restaurants Sàrl, Crissier Mercure Hotel
Europe Basel, Basel
 MINOTEL, Lausanne  Mövenpick Hotels &
Allegato  MeMbRi
44
Resorts AG, Glattbrugg  Park Hotel Vitznau AG, Vitznau  Park Plaza Hotel
 Parkhotel du Sauvage, Meiringen Parkhotel Zug AG &
AG, Zürich
CCMZ Zug, Zug
 Ramada-Treff La Palma au Lac, Locarno-Muralto
Restaurant Kreuz, Gerolfingen

 Restaurant Park am Rheinfall, Neuhausen
Belp  Stanserhorn-Bahn-Gesellschaft, Stans
Erlenbach i. S.
 Stockhornbahn AG,
 Télé Leysin-Col des Mosses-La Lécherette SA, Leysin 
Téléverbier SA, Verbier  TMR SA, Martigny
 zb Zentralbahn AG,
Stansstad
 Robinson Club (Schweiz) AG, Tarasp, Vulpera  Romantik Hotel
Schweizerhof, Flims Waldhaus  Seedamm Plaza, Pfäffikon SZ
 Seehotel
 Seiler
Academia Engiadina, Samedan  Association pour la formation de Guide-

interprète du patrimoine (AFGIP), La Chaux-de-Fonds  Association Suisse
 SOLALP SA, Crans-Montana
des Guides Touristiques (ASGT), Luzern  Centre interrégional de
PILATUS AG, Hergiswil NW  Seehotel Waldstätterhof, Brunnen
Hotels Zermatt AG, Zermatt  Seminarhotel Sempachersee, Nottwil
Société Montreux-Palace S.A., Montreux
Istituti di formazione
 Feusi Bildungszentrum AG, Bern 
 Steigenberger Hotels AG, Thalwil  Sunstar Hotels Management AG,
perfectionnement CIP, Tramelan
Liestal  Swiss Budget Hotels, Bern  swiss historic hotels, Muri b. Bern 
HES-SO Valais / Wallis, Sierre
Swiss International Hotels, Zürich  Swiss Quality Hotels SQHI, Stäfa  The
HTW Chur, Chur  Hochschule Luzern – Wirtschaft, Luzern  Hochschule
 Hochschule für Technik und Wirtschaft
 Turicum
Wädenswil, Wädenswil  Hotelfachschule Thun, Thun  HSR Hochschule für
Hotel Management Group, Zürich  Victoria-Jungfrau Collection AG,
Technik Rapperswil, Rapperswil  IHTTI SA, Neuchâtel  Institut für
Interlaken  Waldhaus Flims, Flims Waldhaus
Systemisches Management und Public Governance IMP-HSG, St. Gallen 
Angels Lodge, Engelberg  Tschuggen Hotel Group AG, Arosa
Institut Universitaire Kurt Bösch IUKB, Sion  Internationale Schule für
Aare Seeland mobil AG, Langenthal
Belp
 KV Luzern Berufsakademie, Luzern  Passion for
Touristik, Zürich
Trasporti
 Alpar Flug- und Flugplatzgesellschaft,
 Andermatt Gotthard Sportbahnen AG, Andermatt
 Arosa
 Belalp Bahnen AG, Blatten b. Naters
Bergbahnen AG, Arosa

Bergbahnen Adelboden AG, Adelboden  Bergbahnen Beckenried-Emmetten
People, Apples  Scuola superiore alberghiera e del turismo, Bellinzona
 Swiss School of Tourism and Hospitality, Chur
 U.C. César Ritz
Colleges AG, Montreux  Universität Bern – Zentrum für Regionalentwicklung
(CRED), Bern
AG, Beckenried  Bergbahnen Destination Gstaad AG, Gstaad  Bergbahnen
 Bergbahnen Hohsaas AG, Saas
Engelberg-Trübsee Titlis AG, Engelberg
Grund
 Bergbahnen Meiringen-Hasliberg AG, Hasliberg Wasserwendi
 Bettmeralp Bahnen AG, Bettmeralp  Bielersee-Schifffahrts-Gesellschaft
AG, Biel-Bienne
 BLS AG, Bern
 Brienz Rothorn Bahn AG, Brienz BE
Altri fornitori di prestazioni turistiche
Andermatt Swiss Alps AG, Altdorf UR  Berner Wanderwege, Bern

Biketec AG, Huttwil  C.I.T.I., Martigny  CAI Management AG, Zug  Center
da sport e cultura, Disentis / Mustér
 Christoffel Ferienwohnungen AG,
 Emmentaler Schaukäserei AG, Affoltern i.E.
 Bürgenstockbahn AG, Bürgenstock  Centre Touristique Gruyères Moléson
Davos-Platz
Vudalla SA, Gruyères  Ecotaxi Sagl, Losone  Engadin St. Moritz Mountain
Erlebnisplan GmbH, Luzern  Ernst Marti AG, Kallnach

 Exposition
Pool, St. Moritz  Flims Laax Falera Reservation, Laax – Murschetg 
Swissminiatur SA, Melide  Ferien- und Sportzentrum, Hoch-Ybrig  Golf-
GoldenPass Services (MOB), Montreux  Gondelbahn Grindelwald-
Club Crans-sur-Sierre, Crans-sur-Sierre  Grand Casino Luzern AG, Luzern
 Jungfraubahnen
 Grischconsulta AG, Chur  Hergiswiler Glas AG, Hergiswil NW  Herold
 Lenk Bergbahnen, Lenk i.S.  Luftseilbahn
Fahrzeugvermietung GmbH, Schlieren  Hotelcard AG, Thun  Kongress- und
Engelberg-Brunni AG, Engelberg  Luftseilbahn Kandersteg-Sunnbüel AG,
Kursaal Bern AG, Bern  Kuoni Travel Ltd., Zürich  My Guide GmbH, Saas-
Männlichen AG, Grindelwald  Gornergrat Bahn AG, Brig
Management AG, Interlaken
 Luftseilbahn Wengen-Männlichen AG, Wengen  Matterhorn
Kandersteg
Gotthard Bahn, Brig
Mülenen
 Niederhornbahn AG, Thun  Niesenbahn AG,
 PILATUS-BAHNEN, Kriens
 Rhätische Bahn, Chur
 Pizolbahnen AG, Bad Ragaz
 Rigi Bahnen AG, Vitznau
 Saas-Fee
Bergbahnen AG, Saas-Fee  Savognin Bergbahnen AG, Savognin
Schifffahrtsgesellschaft des Vierwaldstättersees, Luzern
AG, Interlaken

 Schilthornbahn
 Sedrun Bergbahnen AG, Rueras  SkyWork Airlines AG,
Balen
 RailAway AG, Luzern  Railtour Suisse SA, Zollikofen  Reisecenter
Plus AG, Urdorf  Rolf Metz Fürsprecher, Brissago  SALADINO
Umweltprojekte, Trin  Schweizerisches Freilichtmuseum Ballenberg,
Hofstetten b. Brienz
 Sixt rent-a-car AG, Zürich  Spielbank Baden AG,
Baden  Sport- und Feriencenter, Fiesch
AG, Zürich
 STC Switzerland Travel Centre
 Swiss Travel System AG, Zürich  TicinoInfo SA, Bellinzona 
UNESCO Biosphäre Entlebuch, Schüpfheim
 Union suisse des
45
Allegato  MeMbRi
professionnels de l‘immobilier USPI Valais, Sion  Verkehrshaus der Schweiz,
Luzern
 ViaStoria AG, Bern  Viva Trail, Eigenthal
Polyquest AG, Bern  Procede, Goldiwil  ProCert Safety AG, Bern  Regionsund Wirtschaftszentrum Oberwallis AG, Naters  RITZ AG Print und Media,
Bern  RVM Consulting GmbH, Faoug  SAQ Swiss Association for Quality,
Banche e Assicurazioni
Bern  Sauter+Heiniger AG, Belp  Schamser Heilbad Andeer AG, Andeer
Banca dello Stato del Canton Ticino, Bellinzona  Banque Cantonale
 Schweiz. Vereinigung für Qualitäts- und Management-Systeme SQS,
de Fribourg, Fribourg  Banque Cantonale du Valais, Sion  Banque
Zollikofen  Schweizer Milchproduzenten SMP, Bern  Schweizerischer
Cantonale Vaudoise, Lausanne  BEKB / BCBE, Bern  Credit Suisse,
Verband von Comestibles Importeuren und -Händlern, Pratteln  SGS
Zürich  ELVIA Reiseversicherungs-Gesellschaft, Wallisellen  Europäische
Société Générale de Surveillance SA, Zürich  Sharp Electronics (Schweiz)
Reiseversicherungs AG, Basel  Graubündner Kantonalbank, Chur 
AG, Liebefeld  Signal AG, Büren an der Aare  Steiner Sarnen Schweiz AG,
Luzerner Kantonalbank, Luzern  Raiffeisen Schweiz, St. Gallen  Schwyzer
Sarnen  Swiss Brand Experts AG, Zürich  Swiss Media House AG, St.
Kantonalbank, Schwyz  Swiss Life, Zürich  UBS AG, Zürich  Urner
Gallen
Kantonalbank, Altdorf UR  Verband Schweizerischer Kantonalbanken, Basel
Interlaken
 Swisscom AG, Bern  SwissTS Technical Services AG, Bönigen b.
 THEMATIS SA, Vevey  Treuhandbüro Rischatsch,
Lenzerheide / Lai  tune management & training ag, Muri b. Bern
 Zürich Schweiz, Zürich

Übersetzungs-Service USG AG, Ittigen  USP Storrer & Partner, Rüschlikon
Aziende del settore di servizi e altri membri
 V.I.P. SWISS Flückiger, Oberbözberg  Velobüro, Olten  Victorinox, Ibach-
APG|SGA Mountain, Zürich  Beaulieu Exploitation SA, Lausanne 
Schwyz  Walter Kuhn GmbH, Langrickenbach  wellswiss ag, Udligenswil 
BEGASOFT Informatik AG, Bern  Bloom Identity GmbH, Bern  Bucherer
WeServe AG, Bern-Liebefeld  widmer + partner managementberatung
AG, Luzern  Bumann Management GmBH, Herrliberg  Büro Wirtschafts-,
gmbh, Winterthur
Raum- und Umweltplanung, Grächen  CFB network AG, Zürich  Cobbex
Consulting AG, Wohlen AG
 CoText Übersetzungs Service GmbH,
Zürich  CreaCon GmbH, Hünenberg  Dr. Schenker Kommunikationszeuntrum
für Wirtschaft und Politik AG, Bern  DUBLER Hotel- und Tourismusberatung,
Münsingen  Ecobion SA, Carouge GE  Ecolab GmbH, Muttenz  ecoLive,
Bellevue  event-ex ag, Uster  F.E.E. Consult AG, Oberengstringen

Feldschlösschen Getränke AG, Rheinfelden  feratel Schweiz AG, Rotkreuz 
Frei Managementsystem-Beratungen AG, Wettswil  FRY & Partner, Zürich 
Garaventa AG, Goldau  Global Blue Currency Choice Schweiz AG,
Brüttisellen  H+M Media, Zürich  Hallwag Kümmerly+Frey AG, Schönbühl
 Handwerker- und Gewerbeverein Adelboden, Adelboden  Heineken
Switzerland AG, Winterthur  Inema GmbH, Winterthur  info-werkstatt,
Bern  Ingenieurbüro Schönholzer AG, Thun  Inter-Translations SA, Bern 
Intersoc Bruxelles, Bruxelles  Kappler Management AG, Hedingen 
KATHARINA MÜLLENER – quality management and coaching, Sempach 
Kirchgessner Consulting GmbH, Stans  Kohl & Partner (Schweiz) AG, Zürich
 Konzeptchuchi GmbH, Gümligen  Kraftwerke Oberhasli AG, Innertkirchen
 Länggass Druck AG, Bern  Leinenweberei Bern AG, Bern  Marketing
Dynamics AG, Zürich  Marti Media AG, Hinterkappelen  Metron
Verkehrsplanung AG, Brugg  Naville S.A., Carouge  Nestlé Waters (Suisse)
Certificato con
/ / Programma qualità del turismo svizzero, livello I / II / III
Marchio di qualità «Famiglie benvenute»
Marchio di qualità «Destinazioni benessere»
SA, Henniez  Olma-Messen St. Gallen, St. Gallen  Panta Rhei PR, Zürich 
Ulteriori informazioni riguardanti i nostri marchi di qualità le trovate su
pfaffCONSULTING GmbH, Luzern  Planval Oekonomie-Oekologie, Brig 
www.swisstourfed.ch/labels
FSC-Logo

Documenti analoghi

Relazione annuale 2007

Relazione annuale 2007 è prevalentemente imputabile agli ospiti stranieri che hanno generato una quota di pernottamenti pari al 58%. Per il 17% del totale, la Svizzera risulta essere la meta di vacanza preferita dai tede...

Dettagli

Relazione annuale 2005

Relazione annuale 2005 Conto annuale 2005 Relazione sulla revisione dei conti Organi Consiglio direttivo Comitato esecutivo Amministrazione Membri Marchio di qualità per il turismo svizzero

Dettagli

Relazione annuale 2004

Relazione annuale 2004 Presidente ASMT, e Rudolf Zumbühl, TCS. L’inaspettata scomparsa di Raymond Gertschen, direttore di Bern Tourismus, ha determinato il subentro nel consiglio direttivo del suo successore Markus Lergi...

Dettagli

Relazione annuale 2006

Relazione annuale 2006 clientela tedesca che ha consentito di interrompere il trend negativo. Permane invece la situazione di ristagno turistico nel Vallese, sia pure a un livello elevato, mentre Svizzera centrale e ­Tic...

Dettagli