Pompei(con la mostra sui calchi e la Villa dei Misteri) E

Commenti

Transcript

Pompei(con la mostra sui calchi e la Villa dei Misteri) E
Ass. culturale Sinopie – Pompei e Oplontis
Domenica 18 ottobre 2015
Pompei(con la mostra sui calchi e la Villa dei
Misteri)
E Oplontis
Visita dedicata alla città di Pompei,che ospita la mostra evento
dedicata ai calchi delle vittime dell’eruzione, ed alla Villa dei Misteri,
riaperta al pubblico dopo una straordinario restauro dell’ intero
apparato decorativo. La giornata sarà conclusa dalla bellissima Villa di
Oplontis, celebre residenza di Poppea Sabina
Ecco il Vesuvio, che ieri ancora era verde delle ombre di pampini:
qui celebre uva spremuta dal torchio aveva colmato i tini.
Questa giogaia Bacco amò più dei colli di Nisa:
su questo monte ieri ancora i Satiri eseguirono il girotondo.
Qui c'era la città di Venere, a lei più gradita di Sparta;
qui c'era la città che ripeteva nel nome la gloria di Ercole.
Tutto giace sommerso dalle fiamme e dall'oscura cenere:
gli dei avrebbero voluto che un tale scempio non fosse stato loro permesso
Marziale, Ep. IV, 44
www.sinopie.it – [email protected]
3883531375 - 0689767030
Ass. culturale Sinopie – Pompei e Oplontis
Appuntamento ore 7,00 a Piazzale Ostiense (angolo via Marco Polo – lato Palazzo Acea)
Ore 10,00 visita all’area archeologica. Con i suoi 44 ettari di area scavata e con il notevole stato di
conservazione dei suoi edifici, dovuto al particolare seppellimento (sotto una coltre di lapilli e ceneri
alta circa 6 metri) causato dall'eruzione del 79 d.C., Pompei può dirsi l'unico sito archeologico al mondo
che ci restituisce l'immagine di una città romana nella sua interezza. Straordinario è lo stato di
conservazione degli oggetti rinvenuti, che costituiscono spesso preziose testimonianze della vita
quotidiana: dal pane appena sfornato ai graffiti sui muri, alle pitture che fungevano da manifesti
elettorali. La cenere e i lapilli che caddero abbondantissimi formarono una sorta di protezione ermetica
che mantenne pressoché intatti gli edifici coperti (palazzi pubblici, templi, teatri, terme, botteghe,
abitazioni private) insieme ai resti delle circa duemila vittime: uomini e donne in fuga, bambini,
gladiatori, cani. Proprio a questi ultimi è dedicata la mostra evento “Pompei e l’Europa. 1748-1943”
ospitata nell’anfiteatro della città: ben20 calchi, tra quelli restaurati nell’ambito del Grande Progetto
Pompei, sono esposti in un padiglione a forma di piramide, realizzato in metallo e legno per
un’altezza di 12 m. L'interno è come un antro, una sorta di vulcano al negativo, con un sistema
di vista che permetterà di ammirare i venti calchi da vari punti “È impossibile vedere quelle tre sformate
figure, e non sentirsi commosso. Sono morti da diciotto secoli, ma sono creature umane che si vedono nella loro agonia. Lì
non è arte, non è imitazione; ma sono le loro ossa, le reliquie della loro carne e de' loro panni mescolati col gesso: è il dolore
della morte che riacquista corpo e figura... Finora si è scoverto templi, case ed altri oggetti che interessano la curiosità delle
persone colte, degliartisti e degli archeologi; ma ora tu, o mio Fiorelli, hai scoverto il dolore umano, e chiunque è uomo lo
sente”. (Luigi Settembrini).
Pranzo libero nella caffetteria degli scavi
Nel pomeriggio visita alla Villa dei Misteri. La Villa dei Misteri era una villa suburbana di Pompei che
prende nome dalle raffinate pittureche decoravano uno dei triclini dell’abitazione: l’interpretazione della
scena raffigurata, assai dibattuta, ha fatto versare fiumi d’inchiostro; tra le tante, prevale oggi l’ipotesi
che si tratti dell'iniziazione di una donna al culto dionisiaco, un culto misterico che richiedeva riti e
rituali specifici per diventarne membro. Riaperta al pubblico dopo una chiusura di 2 anni, si mostra in
tutto il suo splendore grazie al restauro dell’intero apparato decorativo della Villa, uno dei siti più
importanti per la storia della pittura romana.
www.sinopie.it – [email protected]
3883531375 - 0689767030
Ass. culturale Sinopie – Pompei e Oplontis
A seguire, la Villa di Oplontis, una delle più significative testimonianze archeologiche dell’area
vesuviana. Gli scavi hanno avuto luogo tra il1964 e il 1984 e hanno portato alla luce una lussuosa villa,
considerata dagli archeologi la residenza estiva dell’imperatrice Poppea Sabina. Costruita a partire dal I
sec. a. C., la villa presenta numerosi ambienti con portici, terrazze, sale residenziali e locali adibiti a
terme, molti dei quali decorati da affreschi in magnifico stato di conservazione che rappresentano
animali (tra i quali magnifici pavoni) maschere teatrali, architetture ricche e articolate, nature morte e
paesaggi…
QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
49 euro a persona
Tutti coloro che si iscriveranno entro, e non oltre, il 2 ottobre 2015 avranno diritto a uno sconto pari al 10
%sull’intera quota (la cifra verrà detratta dal saldo finale).
In tal caso il costo a persona sarà di 45 euro
NUMERO MINIMO PARTECIPANTI: 30 persone
La quota comprende:
•
Pullman GT per l’intera giornata
www.sinopie.it – [email protected]
3883531375 - 0689767030
Ass. culturale Sinopie – Pompei e Oplontis
•
•
Guida e accompagnatore al seguito per l’intera giornata
Guida autorizzata della Regione Campania per l’intera giornata
La quota NON comprende:
•
•
Tutto quanto non espressamente indicato in “la quota comprende”
Biglietti d’ingresso alle aree archeologiche:
 biglietto per gli scavi di Pompei
intero: 13 euro – ridotto (valido per giovani tra 18 e 25 anni e per docenti delle scuole statali
dell’Unione Europea): 7, 50 euro – gratuito (per under 18 )
 biglietto per la villa di Oplontis
intero: 5, 50 euro – ridotto (valido per giovani tra 18 e 25 anni e per docenti delle scuole
statali dell’Unione Europea): 2, 75 euro – gratuito (per under 18)
ATTENZIONE: La pausa pranzo si effettuerà all’interno dell’area archeologica di Pompei (presso la
caffetteria degli scavi).
Per questa escursione è necessario versare un anticipo di 20 euro tramite Bonifico Bancario o in
contanti presso il nostro ufficio entro il 3 ottobre 2015.
Le persone che non siano in possesso della tessera dovranno bonificare anche i 12 euro relativi ad essa.
ATTENZIONE: Nella mail di prenotazione sarà necessario scrivere i propri dati anagrafici (Nome,
cognome, luogo e data di nascita) e l’indirizzo di residenza, poiché la tessera prevede una copertura
assicurativa che dovrà essere registrata prima dell’escursione.
Il saldo verrà effettuato direttamente il giorno della visita!
Per info e iscrizioni contattare 06 89767030 oppure 3883531375
oppure scrivere una mail all’indirizzo [email protected]
Le nostre attività sono rivolte esclusivamente ai soci.
Per partecipare è obbligatoria la tessera associativa di durata annuale del costo di 12 euro.
Il programma potrà subire variazioni indipendenti dalla nostra volontà
www.sinopie.it – [email protected]
3883531375 - 0689767030

Documenti analoghi

Le Ville Romane ai piedi del Golfo. Stabia e Oplontis

Le Ville Romane ai piedi del Golfo. Stabia e Oplontis Inizieremo dalla Villa di Oplontis a Torre Annunziata, dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Il monumento principale è la Villa di Poppea, grandiosa costruzione residenziale della metà de...

Dettagli