Dal 2000 ad oggi hanno circumnavigato l`Italia, trovato l`Isola che

Commenti

Transcript

Dal 2000 ad oggi hanno circumnavigato l`Italia, trovato l`Isola che
Dal 2000 ad oggi hanno circumnavigato l’Italia, trovato l’Isola che
non c’è, ballato, cantato, giocato a calcetto … la lunga avventura
di Cristiana, Gaia e Petra con Mirko, Sergio e Vanessa
Sono trascorsi due anni da quando sugli schermi televisivi sono apparse per la
prima volta Gaia, Petra e Cristiana, le tre protagoniste dello spot TIM divenuto
un vero e proprio serial di successo. Nel maggio del 2000, infatti, salpavano dal
porto di Genova a bordo della Goodbye, una barca a vela di 12 metri, per
circumnavigare l’Italia; nel maggio 2001, poi, le abbiamo trovate sull’Isola che
non c’è, o meglio sull’Isola di S. Stefano con tre nuovi testimonial, Mirko, Sergio
e Vanessa.
Salpate dal porto di Genova, Gaia Bermani Amaral, Petra Loreggian e Cristiana
Monina hanno circumnavigato l’Italia percorrendo in 100 giorni di mare più di
1.400 miglia a bordo della Goodbye. Durante l’estate 2000 “l’avventura
pubblicitaria” si è trasformata in un viaggio reale. Oltre 250.000 ragazzi in tutta
Italia le hanno incontrate nelle 18 tappe del TIM TOUR. In ogni tappa fino a
ventimila ragazzi hanno ballato, giocato e festeggiato con le tre simpatiche
“marinaie”, Peppe Quintale e alcune famose band italiane come i “Neri per caso”,
i “Los Locos”, “Paolo Belli e la Big Band”. Nell’unica tappa non marinara,
quella di Milano, sul palco del TIM TOUR 2000 si sono esibiti moltissimi artisti
italiani da Nek a Gianluca Grignani, da Alexia a Paola Turci, da Niccolò Fabi a
Leandro Barsotti applauditi insieme alle tre testimonial nel parco del Castello
Sforzesco.
Alla fine di settembre, concluso il TIM TOUR 2000, Gaia, Petra e Cristiana sono
tornate alla loro vita di tutti i giorni. Ma proprio mentre la Goodbye stava per
essere tirata a secco, Cristiana ha preso il suo telefonino, per chattare con il
WAP e in rete ha contattato proprio le sue compagne di viaggio. Perché archiviare
una così bella avventura? Ed ecco che si riparte. Rimessa la barca in acqua,
durante una notte, mentre le ragazze dormono, la catena dell’ancora si sbroglia e
molla l’ormeggio. La barca in balia della corrente si allontana in mare aperto. Le
ragazze se ne accorgono solo all’alba quando la barca si insabbia su un’isola. Ma
dove si trovano? Cristiana si confronta con la capitaneria ma i dati che le
forniscono non sono utili. Secondo le carte nautiche in quello specchio di mare
non c’è nulla. Le ragazze sono sull’Isola che non c’è.
Dopo qualche giorno la scomparsa di Gaia, Cristiana e Petra viene resa pubblica e
tre aspiranti giornalisti si recano nella redazione di TV Sorrisi e Canzoni per
proporre a Rosanna Mani, il condirettore, di ritrovarle. Ma come faranno Vanessa
Incontrada, Mirko Mengozzi e Sergio Assisi a individuarle? L’impresa non è delle
più semplici e i tre ragazzi chiedono l’aiuto di tutti i telespettatori. Prende così il
via la prima pubblicità interattiva in Italia.
Grazie alle indicazioni del pubblico (espresse attraverso un SMS oppure
utilizzando un telefonino Wap o ancora collegandosi al sito di TIM) i tre ragazzi
sono riusciti a individuare l’Isola che non c’è: S. Stefano, nell’arcipelago della
Maddalena.
Sono stati due milioni gli SMS inviati a TIM da coloro che hanno partecipato al
concorso indicando la direzione da prendere per raggiungere l’Isola che non c’è.
Il pubblico che ha aiutato Mirko, Sergio e Vanessa ha contemporaneamente
partecipato ad un grande concorso. In 400 hanno vinto un soggiorno di una
settimana proprio sull’isola di S. Stefano.
Il format di TIM nel 2001 ha puntato nuovamente sulla mobilità e sulla libertà.
Uniti dal valore dell’amicizia i 6 ragazzi il 15 giugno scorso hanno iniziato un
nuovo Tour, l’i-TIM TOUR, dove la i simboleggia l’interattività che ha
contraddistinto il nuovo viaggio.Hanno fatto tappa a Cagliari, Ostia, Reggio
Calabria, Catania, Napoli, Gallipoli, Lido di Tarquinia, S. Benedetto del Tronto,
Isola d’Elba, Rimini, Palermo.
Ma che amicizia sarebbe se alla fine dell’estate ci si dicesse addio? I nostri
ragazzi non si perdono di vista nelle occasioni più importanti, nelle festività e
ogni volta che c’è la voglia di stare ancora tutti insieme… o magari soltanto in
due, come Vanessa Incontrada e Cesare Cremonini dei Lùnapop, che si ritrovano
perfino in un convento (celle separate) a cantare con un vero coro di suore. Si
tratta di suore piuttosto simpatiche ed anticonformiste, per la verità. Cantano,
suonano, ballano, partecipano alle feste e… giocano a pallone, vestite di tutto
punto. L’ultimo spot andato in onda, infatti, riprende le allegre sorelle, con un
vero asso nella manica come il campione Gabriel Batistuta, battere a calcetto la
squadra dei ragazzi sconfitti da una gragnuola di gol e dalla contagiosa euforia
delle suorine.
Roma, 10 aprile 2002

Documenti analoghi