Scarica la biografia ufficiale

Commenti

Transcript

Scarica la biografia ufficiale
Massimo Ranieri:
I miei 40 anni di carriera…
- 1964 a soli 13 anni con lo pseudonimo di Gianni Rock incide il suo primo
disco e sbarca a New York in tournèe come spalla di Sergio Bruni.
- 1966 la svolta che lo porterà a scegliere il nome di Massimo Ranieri.
Quell’anno Canzonissima si chiama Scala Reale ed un quindicenne Ranieri
incanta il pubblico con ‘L’amore è una cosa meravigliosa’.
- 1967 vince il Cantagiro nel girone B dedicato alle giovani promesse con
‘Pietà per chi ti ama’.
- 1968 partecipa a Sanremo con il brano ‘Da bambino’ in coppia con i
Giganti, un successo che lo riconferma al Cantagiro con il brano ‘Preghiera per
lei’.
- 1969 si ripresenta a Sanremo con 'Quando l’amore diventa poesia' in
coppia con Orietta Berti e di nuovo al Cantagiro vincendolo con ‘Rose
rosse’ che rimane anche per ben 13 settimane al primo posto in classifica.
Nell’edizione di Canzonissima ’69 arriva al secondo posto con ‘Se bruciasse la
città’. Esce il suo primo LP Massimo Ranieri.
Per la regia di Mauro Bolognini debutta accanto a Lucia Bosè ed Ottavia
Piccolo nel film “Metello” che lo porterà a vincere il David di Donatello ed il
“Premio Internazionale della Critica” nel 1970.
- 1970 partecipa a Canzonissima vincendo con ‘Vent’anni’, esce il suo
secondo LP proprio Vent’anni.
Interpreta “Incontro” di Pietro Schivazappa accanto a Florinda Bolkan; “Cerca di
capirmi” con Beba Loncar; “Il faro in capo al mondo” accanto a due star come
Kirk Douglas e Yul Brinner. Vince il premio “La maschera d’Argento” per il film
“Metello”.
.
- 1971 ritorna a Canzonissima dove presenta ‘Via del Conservatorio’, con
quest'ultimo brano arriva in finale e si posiziona al secondo posto. Partecipa anche
all’Eurofestival con ‘L’amore è un attimo’, viene pubblicato l’album ‘Via del
conservatorio’.
Interpreta “Bubù” accanto ad Ottavia Piccolo e “Imputazione di omicidio” con
Pino Colizzi e Martin Balsam sempre per la regia di Mauro Bolognini.
Realizza per la TV il film “La sciantosa” accanto alla grande Anna Magnani.
- 1972 incide il suo primo LP ’O surdato nammurato’ con canzoni del
repertorio classico napoletano, registrato dal vivo al Teatro Sistina di Roma per la
regia teatrale di Vittorio De Sica e ripreso dalle telecamere della RAI.
Partecipa nuovamente all’edizione ’72 di Canzonissima bissando la vittoria con
‘Erba di casa mia’ da cui l’omonimo album. Vince il Premio Nazionale “I numeri 1”.
Vince il Premio Radio Montecarlo della popolarità. • 1973 partecipa nuovamente
all’Eurofestival con ‘Chi sarà’ . Incide un nuovo LP ‘Album di famiglia’. Vince il
Telegatto “Vota la voce” come Miglior cantante maschile.
- 1974 per la regia teatrale di Mauro Bolognini registra al Teatro Valle di Roma uno
spettacolo ripreso dalla TV e da cui incide dal vivo l’ LP ‘Napulammore’.
Prende parte all’ultima edizione di Canzonissima ’74 posizionandosi al
secondo posto con ‘Per una donna’, ne segue l’omonimo album. Interpreta la
commedia “La cugina”. Vince il Premio “Gran simpatico”.
- 1975 arriva l’omaggio al carabiniere “Salvo D’Acquisto” per la regia di
Romolo Guerrieri accanto di Enrico Maria Salerno e Lina Polito;
Prende parte ad un telefilm in 5 puntate “Una città in fondo alla strada”.
- 1976 incide l’LP ‘Meditazione’ con gli arrangiamenti di Eumir Deodato che
contiene brani del repertorio classico. Realizza al Teatro Valle di Roma per la regia
di Mauro Bolognini, da una poesia di Raffaele Viviani, ‘Macchie ‘e culore’,
da cui viene tratto un disco live ed uno show televisivo.
Interpreta con Yul Brinner e Barbara Bouchet “Con la rabbia agli occhi” e poi
con Eleonora Giorgi “L’ultima volta”.
L’esordio alla prosa avviene con “Napoli chi resta e chi parte” di Raffaele Viviani
con la regia di Giuseppe Patroni Griffi. Il festival di Spoleto ne decreta subito il
successo, così che nello stesso anno e sempre con Patroni Griffi realizza la
pièce teatrale “In memoria di una signora amica”.
- 1977 “Il Valzer dei cani”, regia Patroni Griffi con Romolo Valli. “La
dodicesima notte” e “Il malato immaginario” entrambi con la regia di
Giorgio De Lullo.
- 1978 registra l’album dedicato all’Odissea, ‘La faccia del mare’.
- 1979 è la volta de “La patata bollente” con Renato Pozzetto ed Edwige
Fenech.
- 1980 tournée in tutta Europa con “L’anima buona di Sezuan” di Brecht per la
regia di Giorgio Strehler.
- 1981 incide un’altra antologia di canzoni napoletane ‘Passa lu tempo e lo
munno s’avota’. Interpreta “Il Carabiniere” accanto a Fabio Testi, Enrico
Maria Salerno e Valeria Valeri; “L’ultima volta insieme” sempre con Enrico
Maria Salerno, “Priest of love” e “Casta e pura” con Laura Antonelli.
- 1982 realizza per la regia di Gianfranco Mingozzi il film in due puntate “La
vela incantata”.
- 1983 Diventa funambolo e giocoliere in “Barnum”, al fianco a Ottavia
Piccolo. Esce l’album ‘Barnum’.
Interpreta “I ragazzi di celluloide” che avrà il seguito n.2 nel 1985.
.
- 1984 “Legati da tenera amicizia” e “All’ombra della quercia”. Vince il
Premio “Positano Top” per lo spettacolo “Barnum”.
- 1985 “Atto d’amore” per la regia di Alfredo Giannetti.
- 1986 l’incontro con Maurizio Scaparro lo porterà alla realizzazione dello
spettacolo teatrale “Varietà” che rievoca i fasti dell’avanspettacolo.
- 1987 “Lo scialo” e “L’ombra nera del Vesuvio” film in 4 puntate per la regia di
Steno girato a Napoli sul tema della camorra. Sempre per la regia di
Scaparro interpreta il “Pulcinella” di Mario Santarelli. Vince il Premio
Taormina Arte.
- 1988 il ritorno a Sanremo dove vince con il brano ‘Perdere l’amore’, esce
l’album che prende il nome dal successo sanremese. Reinterpreta la
commedia musicale di Garinei e Giovannini che fu di Domenico
Modugno,“Rinaldo in campo”, di cui ne esce anche l’album.
- 1989 incide l’album ‘Un giorno bellissimo’ dove interpreta la sigla del suo
Fantastico abbinato alla Lotteria Italia dello stesso anno. Conduce
“Fantastico-Cinema” con Anna Oxa e Giancarlo Magalli, Alessandra Martinez.
Fino al 1991 darà vita al film tv “Il Ricatto” (1 e 2).
- 1990-91 ripropone “Pulcinella”.
- 1991-92 sempre per la regia di Maurizio Scaparro propone “Liolà”.
Partecipa di nuovo al Festival di Sanremo con il brano ‘Ti penso’ che sarà inserito
nell’omonimo album.
- 1993 interpreta in teatro “Teatro Excelsior”.
- 1994 prende parte a “L’isola degli schiavi” di Marivaux con la regia di
Giorgio Strehler.
- 1995 è nuovamente al Festival di Sanremo con ‘La vestaglia’, che precede
l’uscita dell’album ‘Ranieri’. Esce “Il prezzo del denaro”.
- 1996 E' la voce di Quasimodo nel film d'animazione Disney, Il gobbo di Notre
Dame
Ancora per la regia di Scaparro porta in scena “Le mille e una notte”.
- 1997 ritorna a Sanremo con una canzone scritta da Gianni Togni ‘Ti parlerò
d’amore’ che anticipa la realizzazione dell’album ‘Canzoni in corso’ che
raccoglie brani di famosi cantautori italiani. Interpreta “Volare”.
Prende parte a “La casa dove abitava Corinne”, ed al film “Il prezzo del denaro” .
- 1998 è nel cast di “Angelo nero”
Racconta la storia d’amore tra John Gilbert e Greta Garbo in un musical,
“Hollywood-Ritratto di un divo” di cui esce l’album nel 1999. • 1999 partecipa ad
“Ama il tuo nemico” di Damiano Damiani ed a “Un bacio nel buio”. Vince il
Premio Flaiano per il teatro.
- 2000 propone in teatro il musical tratto dalla storia d’amore del pugile
Marcel Cerdan con Edith Piaf nel “Il grande campione”.
- 2001 torna per alcune settimane a raccontarsi sulla RAI con “Siete tutti
invitati … citofonare Calone”. Esce ‘Oggi o dimane’ed inizia la fortunata
serie di album di grandi classici napoletani arrangiati da Mauro Pagani.
Torna ad esibirsi in concerto dopo 25 anni con la tournèe teatrale dello
spettacolo-concerto ‘Oggi o dimane’.
Vince il Premio Fellini come Migliore attore per il film “Fondali notturni di Nino
Russo.
- 2002 interpreta “Fondali notturni” con Ida Di Benedetto e “Legami di
famiglia”.
Interpreta “Io ti salverò” accanto a Riccardo Scamarcio,
Cristiana Capotondi e Simone Corrente, e “Storia di guerra e di amicizia”
accanto ad Elena Sofia Ricci.
Viene nominato Ambasciatore di buona volontà della Fao.
- 2003 continua la collaborazione con Mauro Pagani con ‘Nun è acqua’ a cui fa
seguito la tournèe teatrale dello spettacolo-concerto omonimo.
- 2004 sotto la direzione di Claude Lelouch interpreta “Les Parisiens” accanto a
Mathilde Seigner, Arielle Domblase e Michel Leeb. Esce l’album dove
interpreta i brani del film scritti da Francis Lai.
- 2005 partecipa alla sit-com Camera Caffè. Esce l’album ‘Accussì
grande’sempre arrangiato da Mauro Pagani e tournèe dello spettacolo-concerto.
Firma la regia dell’opera lirica “L’Elisir d’amore” di Donizetti al “Teatro di San Carlo”
a Napoli.
Vince il Premio Barocco. Vince il Premio Sirmione Catullo come Artista dell’anno.
Vince il Premio Nuova Spoleto per L’Arte e lo Spettacolo.
- 2006 Canale 5 gli dedica una prima serata dove ripercorre la sua vita
artistica, la serata prende il nome dallo spettacolo teatrale e dall'album
"Accussì grande".
Esce “Canto perché non so nuotare...da 40 anni”, il
doppio album che festeggia i 40 anni di carriera. Firma la regia dell’opera
lirica “La Traviata” di Verdi al “Teatro Verdi” di Trieste con la
direzione del Maestro Daniel Oren.
- 2007 torna per alcune settimane in RAI a raccontarsi il venerdì sera con uno
spettacolo tutto suo “Tutte donne tranne me”, a cui farà seguito una
tournèe teatrale dallo stesso titolo. Esce il suo primo libro “Mia madre non
voleva” edito Rizzoli.
Per la RAI interpreta“Operazione Pilota”. Per CANALE
5 interpreta “Senza via d’uscita” con Anna Galiena. E’ la voce del narratore in
“Pierino e il lupo” in un concerto con i Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone.
Inizia la fortunatissima tournèe “Canto perché non so nuotare…da 40 anni!”
che continua a riscontrare forte consenso dal pubblico che lo premia con un
SOLD OUT in tutta Italia. Esce il film “Civico 0” di Citto Maselli nel quale è
protagonista con Ornella Muti.
Firma la regia de “La Traviata” al Teatro Nazionale dell’Opera di Tirana e al
“Teatro di San Carlo” a Napoli.
- 2008 continua il successo del suo spettacolo-concerto, che viene ripreso alla
Valle dei Templi di Agrigento diventando un doppio dvd “Canto perché non
so nuotare…da 40 anni! Live”. Il primo per Ranieri. E’ tuttora in classifica tra i dvd
più venduti.
Firma la regia lirica de “La Cenerentola” di Rossini al Teatro Verdi di Teramo.
E’ regista del musical “Poveri ma belli” tratto dal celebre film di Dino Risi, prodotto
dal Teatro Sistina e la Titanus con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele
Carfora.
Esce il
film “L’ultimo Pulcinella” con la regia di Maurizio Scaparro.
Esce il triplo album “Gold Edition Massimo Ranieri” che contiene un live
napoletano, il meglio del doppio album “Canto perché non so nuotare…da 40
anni!” e l’album “Canzoni in Corso”, omaggio ai cantautori contemporanei.
Vince il Premio De Sica consegnato al Palazzo del Quirinale dal Presidente della
Repubblica Giorgio Napolitano.
Ambasciatore
di Pace della Confederazione Internazionale dei Cavalieri Crociati di Malta
d’Italia. Premio alla carriera al “Capri Patroni Griffi Award 2008”.
Vince il Premio “Volere Volare, Il meglio del Made in Italy” come
Personaggio dell’anno
- 2009 continua la tournèe dello spettacolo –concerto “Canto perché non so
nuotare…da 40 anni!” che arriva alle 300 repliche dal febbraio 2007.
Vince il Premio Burlamacco d’Oro. Vince il Premio Speciale della Giuria del Festival
di Busto Arsizio con il film “L’ultimo Pulcinella” che si aggiudica anche la
palma per la miglior regia di Maurizio Scaparro.
- 2010 Va in onda a novembre “Filomena Marturano”, la prima delle quattro
commedie di Eduardo De Filippo dirette ed interpretate da Massimo Ranieri e
riadattate per Rai Uno, che vede come coprotagonista Mariangela Melato nel
suo ultimo impegno prima della sua scomparsa. Seguiranno poi, nel corso del 2011
“Napoli Milionaria” con Barbara De Rossi ed Enzo Decaro, “Questi Fantasmi” con
Donatella Finocchiaro e Gianfranco Iannuzzo. A concludere la quadrilogia
“Sabato Domenica e Lunedì”, in cui Ranieri vede al suo fianco un’inedita Monica
Guerritore. Con queste produzioni, impreziosite dalle musiche di Ennio Morricone,
Ranieri realizza finalmente il suo sogno del teatro che si fa tv e la tv che si fa teatro,
ottenendo ottimi risultati in termini di auditel e di critica.
- 2011 Il celebre spettacolo “Canto perché non so nuotare… da 40 anni”visto il
successo continua ad essere replicato, tanto da cambiare titolo e diventare
“Canto perché non so nuotare…da 500 repliche” ( anche se ormai siamo quasi a
700 e la cifra continuerà a salire grazie all’enorme richiesta del pubblico).
- 2011 interpreta il protagonista Mackie Messer ne “L’opera da tre soldi” il testo più
famoso di Bertolt Brecht, per la regia del napoletano Luca De Fusco in una nuova
traduzione curata dalla scrittrice Paola Capriolo. Nei panni del fascinoso
delinquente, Ranieri si esibisce come vero mattatore del palcoscenico, cantando,
ballando e recitando senza riposo confermando ulteriormente il suo eclettico
talento. Nello stesso anno viene alla luce un altro successo che ancora sta
sbancando i botteghini dei teatri italiani: “ Viviani Varietà” , poesie , parole e
musiche del Teatro di Raffaele Viviani, in prova sul piroscafo Duilio in viaggio da
Napoli a Buenos Aires nel 1929, con la regia di Maurizio Scaparro.
-2013 Sogno e son desto - Tra canzoni e monologhi, nel nuovo recital Massimo
Ranieri attraversa, oltre alla grande canzone napoletana, il suo amatissimo
repertorio con tutti i suoi successi, da "Perdere l'amore" a "Se bruciasse la città",
insieme ai brani dei più celebri cantautori italiani e internazionali, da Fabrizio De
Andrè a Charles Aznavour. Lo spettacolo, dal titolo giocoso e provocatorio, è
dedicato agli ultimi e ai sognatori: accanto alle sue canzoni più amate, come
"Erba di casa mia" e "Rose rosse", l'istrionico artista 'dà voce' agli uomini e le donne
cantati dalla musica di Raffaele Viviani e di Pino Daniele e dal teatro di Eduardo
De Filippo e Nino Taranto.
- 2013 Debutta al Festival Shakespeariano di Verona la celebre tragedia Riccardo
III nella versione diretta ed interpretata da Massimo Ranieri. Ambientata negli anni
40 prende forma ,sotto la direzione dell'artista, un noir dal ritmo concitato, in cui
nessuno sarà risparmiato dalle macchinazioni dell'astuto Duca di Gloucester, ma
non senza meritarselo; infatti a mietere vittime più che Riccardo sarà una malattia
di cui tutti i personaggi della tragedia sono affetti: la sete di potere. In un contesto
del tutto originale e surreale trovano perfetta collocazione le parole di
Shakespeare nel riadattamento di Masolino D'amico, scandite dalle geniali
musiche del Maestro Ennio Morricone. I costumi sono stati meticolosamente
disegnati da Nanà Cecchi e l'imponente scenografia da Lorenzo Cutuli.
- 2014 Sogno e son desto è un varietà di Massimo Ranieri, prodotto da Ballandi,
che Rai 1 trasmette per tre sabati a partire dall'11 gennaio 2014 in diretta dal
centro di produzione Dear di Roma. Lo show, basato sull'omonimo progetto
teatrale dell'eclettico attore e cantante napoletano (che lo ha scritto con
Gualtiero Peirce), mescola momenti di musica (i brani del suo repertorio ma anche
di De Andrè, Battisti, Tenco, De Gregori, Modugno e Aznavour), con altri di teatro
(da Strehler a Patroni Griffi, da Bolognini a Scaparro) e di puro intrattenimento in
compagnia di ospiti italiani e internazionali. La seconda edizione va in onda,
sempre su Rai1, a partire da sabato 13 settembre 2014.

Documenti analoghi