One Brevini, One solution

Commenti

Transcript

One Brevini, One solution
2016
1
NEWSLETTER FLUID POWER AND POWER TRANSMISSION
3
197
4
0
197
196
5
196
0
197
3
200
0
198
7
200
0
Numero 1 - aprile 2016 - Registrazione al tribunale di Reggio Emilia - Registro stampa 3 - 16/04/2012 - N° domanda 692/2012 R.G.V.G.
199
our
et y
Me
h
sily
s ea
eed
lic n
au
ydr
3
200
One Brevini,
One solution
A clear view of the future
2
FOCUS ON
SOMMARIO
TECNHNICAL
Ecco le nuove soluzioni integrate
Le competenze maturate in oltre 55 anni sono
alla base della nuova gamma prodotto Brevini che
integra trasmissioni meccaniche, oleodinamica
e controlli elettronici. (Pag. 4-5)
Nuovo argano per Gru Fuoristrada
Componenti più performanti e silenziosi. È
stata aggiunta la “ruota libera” in aggiunta al
freno idraulico per avere maggiore sicurezza e
maggiore controllo. (Pag. 6)
FIERE
Dal BAUMA parte
l’agenda fiere 2016
La Brevini si presenterà con le linee di prodotto
oleodinamiche e per la trasmissione di potenza
alle principali fiere in calendario in tutto il
mondo. (Pag. 7)
WORLDWIDE
Nuova filiale a Bangkok
La filiale Brevini Thailandia è la prima che nasce
dopo il lancio del progetto One Brevini con il
nuovo logo e l’operatività unificata. (Pag. 8-9)
Brevini
reagisce
alla crisi
dei mercati
Aggregando pro forma i risultati preconsuntivi che andranno a
formare i bilanci 2015 di Brevini Power Transmission e di Brevini
Fluid Power si ottiene un fatturato totale posizionato intorno ai 390
milioni di euro, realizzati per larghissima parte sui mercati esteri
CUSTOMERS
Brevini Fluid Power Distribution
lancia la vendita anche on line
Nuove modalità per raggiungere i clienti per
la filiale che serve ormai più di 800 clienti in
Italia. (Pag. 10)
Un unico team marketìng
Il marketing team che nasce da Brevini Fluid
Power e Brevini Power Transmission è la prima
delle funzioni generali che si trasforma in ottica
One Brevini. (Pag.11)
OPERATIONS
Brevini più efficiente
on il Kaizen 2.0
Anche il 2016 parte con un traguardo Kaizen
2.0 importante: il 12 febbraio è stato presentato
il nuovo layout dell’headquarter Brevini Power
Transmission e partono i canteri Kaizen anche
in Brevini Fluid Power a Reggio Emilia (Pag .12)
ONE LOGO, ONE FUTURE!
Ecco il nuovo web
formato One Brevini
Brevini ha dato il go-live al nuovo sistema di
comunicazione basato su www.brevini.com, che
diventa il portale di accesso al gruppo e unisce
tutte le informazioni corporate. (Pag .13-14)
Cav. Lav. Renato Brevini
3
I primi mesi del 2016 hanno confermato il permanere di
forti tensioni e instabilità sui mercati globali. Per alcuni
settori ove la Brevini è concentrata (estrazione, marino,
costruzioni etc) le previsioni nel medio periodo riportano
cenni di inversione di ciclo, ma la velocità del fenomeno
non è ancora all’altezza delle aspettative, rispecchiando lo
scenario che ha già caratterizzato gli scorsi 18 mesi.
Aggregando pro forma i risultati preconsuntivi che andranno
a formare i bilanci 2015 di Brevini Power Transmission e di
Brevini Fluid Power, si ottiene un fatturato totale leggermente
inferiore ai 390 milioni di euro, realizzati per larghissima parte
sui mercati esteri, come consuetudine di Brevini.
A parità di perimetro, il calo di fatturato rispetto al 2014 è
nell’intorno del 7,5%; una flessione in gran parte prevista da
Brevini, le cui azioni correttive hanno permesso una contrazione
inferiore rispetto alla media dei settori di riferimento, che
hanno visto numeri negativi anche in doppia cifra.
La capacità di diversificazione di Brevini, sia dal punto di
vista geografico grazie al network di 40 filiali nel mondo, sia
di know-how tecnico-applicativo, sia di portafoglio prodotto
che spazia dalla meccanica all’oleodinamica e all’elettronica,
si conferma un asset fondamentale nella strategia dell’azienda.
L’azione sinergica che nasce dal progetto One brevini e che
vede le 2 società Power Transmission e Fluid Power andare
verso una fusione, vuole far leva su ciò e portare benefici
già nel 2016, semplificando flussi operativi, rendendo
più efficaci i contatti con il cliente, sviluppando soluzioni
integrate. La prossimità assicurata dalle produttive, dalle
filiali e dai competence center nei prossimi anni giocherà
un ruolo sempre più centrale.
L’aggregato Brevini porta i dipendenti nel mondo a quota
2350. “Sulle risorse umane e sulle competenze la Brevini
del futuro gioca carte importanti – conclude il presidente
Renato Brevini. – Stiamo investendo risorse significative
per formare la squadra che ci farà crescere per posizionarsi
stabilmente al top mondiale tra i grandi protagonisti del
mercato delle soluzioni integrate. Brevini è già oggi uno dei
pochi player al mondo la cui offerta organica è basata su
3 portafogli prodotto capaci di combinarsi alla perfezione.
L’integrazione avviata nel 2015 procede a grandi passi e
siamo certi che l’azienda riprenderà il cammino di crescita
con rinnovato slancio cercando di anticipare il nuovo ciclo
positivo dei mercati, atteso, come tendenza, già per il fine
anno o per l’inizio del 2017. Crescere è una sfida, ma una
sfida possibile”.
4
TECHNICAL
Ideas in
Motion
Solutions
Everywhere
Easy
Le competenze maturate in oltre 55 anni da Brevini Power Transmission
nel settore delle trasmissioni di potenza e da Brevini Fluid Power
nell’oleodinamica e nei controlli elettronici unite nel segno distintivo
“One Brevini, one solution” danno vita ad un solido interlocutore
industriale nel panorama mondiale perché capace di integrare prodotti
e tecnologie complementari.
Lo sviluppo di ogni nuova applicazione è il punto d’incontro del
portafoglio prodotti Brevini e delle esperienze maturate in moltissimi
settori. Tutta la proposta Brevini ruoterà attorno a questo concetto:
non più solo componenti Power Transmission o componenti Fluid
Power, ma un pacchetto integrato capace di soddisfare maggiormente
le esigenze costruttive di ogni cliente.
Per il futuro, il vero valore aggiunto della Brevini è nella semplificazione
dei flussi con lo scopo ultimo di massimizzare il potenziale del cliente.
Brevini sarà sempre di più Smarter, Quicker, Simpler.
5
Soluzioni ancor più complete per ogni applicazione
Esempio di pacchetto per MOBILE CRANE
7
8
2
6
1
10
11
9
5
3
9
9
4
9
1
Joystick
5
Proportional valve
9
Double acting cylinder
2
Angle/Lenght transducer
6
3
Gear pump
7
Slewing drive
Winch
10
11
Piston pump
Piston pump
4
Piston motor
8
Pump drive
6
TECHNICAL
Nuove soluzioni
“su misura” per Terex
Brevini ha fornito l’argano principale e secondario per una nuova gru fuoristrada
La lunga collaborazione tra Brevini e Terex è alla base di una nuova
importante realizzazione: la gru fuoristrada presentata in anteprima al Bauma
2016 è nata anche grazie alle sinergie sviluppate da questi 2 protagonisti
del panorama mondiale. Il cuore del progetto è l’integrazione tra prodotti
Brevini Fluid Power e Brevini Power Transmission.
“Dal punto di vista meccanico – spiega Luca Spinelli – Product Manager
Gamma Winches – abbiamo utilizzato i sistemi di movimentazione
(ingranaggeria) della nuova Serie E. Si tratta di componenti più performanti
e silenziosi. Abbiamo aggiunto un sistema a ruota libera, a supporto del
freno già presente, per avere maggiore sicurezza e controllo sull’argano in
fase di sollevamento del carico. Dal punto di vista idraulico il passaggio
dal motore a 7 pistoni (mod. SH7V) al motore a 9 pistoni (mod. SH9V),
La torre di prova Brevini
oltre a migliorare le prestazioni in generale, offre un controllo altissimo a
bassissime velocità di rotazione che per l’argano si traduce in una facilità di
movimentazione e precisione nel posizionamento del carico. Caratteristiche
molto richieste da tutti gli utilizzatori finali.
La componentistica idraulica fornita a Terex è stata studiata espressamente
per la nuova applicazione e fornita direttamente da Brevini”. I plus, i
vantaggi competitivi per un cliente del calibro di Terex sono tanti: più tiro
e velocità più elevata, rumorosità limitata, ottimale controllo del carico
in ogni condizione.
Brevini, unendo tutte le sue capacità industriali, rispetto ai competitor
produce tutti i componenti principali di un argano all’interno del gruppo.
Sono pochissime le aziende a livello mondiale che possono garantire
questo tipo di supply chain. Questo vantaggio equivale a garantire un unico
interlocutore (garante del prodotto) capace di realizzare soluzioni anche
“customizzate”, con una lunga e consolidata esperienza nel settore senza
dimenticare la competitività in termini di tecnologia e prezzo e garantendo
una presenza a livello mondiale in termini di after-sales.
Caratteristiche tecniche
• Tamburo Scanalato “tipo Lebus”
• Tiro 8300 Kg al 1° strato
• Capacità fune 270 metri diametro 19 mm al 6° strato
• Motorizzazione 9 pistoni 115cc doppia velocità con sensori
di giri integrato
• Peso ca. 650 kg senza la fune
Caratteristiche della torre di prova
•
•
•
•
•
•
•
Massimo tiro = 17 Ton (37,500 Ibs)
Massima pressione olio = 450 bar (6480 psi)
Massima portata olio = 120 liter/min (32 GPM)
Potenza installata = 110 Kw (150 hp)
Altezza di sollevamento / corsa = 3500 mm (11 ft)
Gestita da PLC
Azionato idraulicamente
7
FIERE
“Bauma 2016: we are Brevini!”
Al via la 31ma edizione del Bauma! La più importante fiera mondiale dell’industria delle costruzioni,
del minerario e del movimento terra è programmata a Monaco di Baviera dall’11 al 17 aprile e sono
attesi quasi 600.000 visitatori da tutto il mondo.
In questo grande palcoscenico, anche Brevini giocherà un ruolo da protagonista con le sue linee
di prodotto oleodinamiche e per la trasmissione di potenza, organizzate per applicazioni. Brevini si
presenterà con stile e immagine rinnovata, e sotto un unico brand che mira a dare ai visitatori un
punto di riferimento unico e chiaramente identificato, con tutte le carte in regola per continuare a
creare valore nel tempo, così come fatto nei suoi 55 anni di storia. Primo rappresentante di questa
rinnovata spinta è l’argano sviluppato assieme a Terex per una nuova rough terrain crane, presente
allo stand (Padiglione A4, stand 249).
L’organizzazione della fiera Bauma sta lanciano a gran voce il claim “ il battito del cuore della nostra
industria” (the heartbeat of our industry)… e tutto il mondo confida che il battito sia quello della ripresa.
Key facts about
BAUMA 2016
• 575.000 m² di spazio espositivo
• 3.421 espositori da 57 nazioni
• 535.065 visitatori da oltre 200
nazioni
• 125.850 visitatori per il settore
mining
• 1.475 giornalisti ed operatori
media
Agenda fiere
2016
Nel corso del 2016 Brevini parteciperà alle più importanti fiere mondiali nei settori
dove opera.
Dopo il Bauma, in settembre dal 6 al 9 sarà la volta della fiera SMM, grande vetrina dedicata
alle soluzioni per il settore marino dove Brevini da anni gioca un ruolo fondamentale a livello
internazionale.
A fine settembre, dal 26 al 28, a Las Vegas sarà la volta del settore minerario: il Minexpo
2016 che, sull’onda della ripresa che gli analisti prevedono per il settore minerario, sarà un
appuntamento di grande importanza. Chiude il calendario fiere 2016 la partecipazione al
Bauma China a Shanghai dal 22 al 25 novembre.
L’anno fieristico inizia e finisce con il settore delle costruzioni ma non sono escluse partecipazioni
ad altre fiere che sono in fase di valutazione.
Anche le Filiali Brevini stanno organizzando la partecipazione a fiere e altri eventi: a Vancouver in
Canada Brevini parteciperà dal 1 al 4 maggio alla CIM Convention dedicata al settore minerario;
a Lione in Francia è prevista la partecipazione dal 29 novembre al 2 dicembre al Pollutec
2016 (27° salone dedicato alle soluzioni per l’ambiente); vicino a Glasgow in Inghilterra dal
28 al 30 giugno Brevini presenterà le soluzioni per il movimento terra alla fiera Hillhead 2016
e infine è programmata la partecipazione a Osea Asia 2016 a Singapore, 21esima edizione
della fiera dedicata al settore oil&gas, dal 29 novembre al 2 dicembre.
8
WORLDWIDE
Brevini Thailandia
“si presenta”
È il debutto della filiale unica per la trasmissione di potenza e per
l’oleodinamica. È la prima che nasce nell’ottica “One” che si estenderà
a tutta la rete mondiale
“Eccoci, siamo al lavoro sotto un unico
marchio: Brevini”. Il general manager di
Brevini Thailand Mr Chanchai (Keng)
Hanphumpanich presenta la sua squadra,
il team composto da una decina di persone
che porterà avanti il piano di sviluppo messo
a punto per la filiale di Bangkok, la prima
filiale che nasce dopo il lancio del piano
industriale e l’avvio del progetto “One
Brevini”. Dall’annuncio alla piena operatività
sono passati solo pochi mesi e questo sarà
il ritmo anche per le nuove aperture previste
e in fase di studio in giro per il mondo dove
diventano evidenti opportunità di mercato
concrete per la gamma di prodotti e per
le soluzioni customizzate Brevini. Brevini
Thailandia rende visibile la scelta di campo
che Brevini vuole portare avanti: lavorare
fianco a fianco con i clienti in tutti i Paesi
con team in grado di dare risposte in tempo
reale. I sales manager di Brevini Thailandia
sono specializzati e formati per le applicazioni
industriali e mobile e possono contare
sul dialogo costante con l’headquarters di
Reggio Emilia.
Il primo business plan di Brevini Thailand
punta per il 2016 a superare il milione di
euro fatturati per arrivare nell’arco di due
anni al raddoppio.
“Ai clienti già attivi nei settori più consolidati
9
come gli zuccherifici, le gru, le macchine
per l’industria e l’agricoltura (trebbiatrici)
delle costruzioni e i cementifici – spiega
Mr Chanchai (Keng) Hanphumpanich
– si aggiungeranno progressivamente
nuove opportunità di fornire le industrie
petrolchimiche , quelle tessili, la vasta area
del food and beverage, il material handling, il
settore minerario, la logistica e anche i mulini
che lavorano la palma”. Oggi l’economia
thailandese appare sana e meritevole di
maggiore interesse da parte della nostra
imprenditoria. Secondo le più accreditate
analisi macroeconomiche la Thailandia può
continuare ad essere considerata uno dei
mercati di principale interesse in Asia, così
come anche confermato dai fondamentali
confermato dai fondamentali economici.
Thailandia
Popolazione (milioni)
68,838
PIL nominale (miliardi USD PPP)
1.107,000
Lo sviluppo del polo industriale
dell’auto crea delle prospettive positive
per l’industria manifatturiera italiana, in
particolare la meccanica strumentale,
sebbene il Giappone sia il principale
attore del mercato e controlli gran parte
delle produzioni locali.
Ottime opportunità si intravvedono nel
settore delle tecnologie ambientali e
delle energie alternative, così come in
tutti i settori connessi alle biotecnologie.
Incremento
potenziale
dell’Export
italiano
entro il
2018 (€)
€
508,3
min
(fonte: report Sace 2016)
10
CUSTOMERS
La nuova formula
distributiva unificata
entra nella fase
di pieno sviluppo
anche con nuove
procedure online.
BFP Distribution è un nuovo polo
distributivo dove i clienti, gli OEM e
gli utilizzatori finali italiani sapranno di
poter trovare la risposta giusta in tempo
reale. E’ una sfida ambiziosa che punta
a soluzioni “ready to use”. Il prossimo
step di crescita di Brevini Fluid Power
Distribution offrirà ai clienti la possibilità
di fare ordini on line. “Non è il classico
e-commerce – spiega Paolo Martinelli
– ma una via breve per gestire richieste
urgenti in modo estremamente facile,
diretto, flessibile e rapido. Il servizio
sarà rivolto ai clienti Brevini Fluid Power
autorizzati già presenti all’interno delle
nostre anagrafiche e previo consenso della
forza vendita (non è previsto l’acquisto in
modo anonimo e al momento non sarà
possibile la registrazione via web).
I clienti autorizzati all’accesso potranno
disporre on line di un archivio dei loro
principali documenti in Pdf (conferma
d’ordine, DdT e Fattura). Inoltre sarà
possibile cercare un codice articolo per
conoscerne in tempo reale la disponibilità
in magazzino e ordinarlo immediatamente.
In caso di non disponibilità il cliente potrà
comunque inoltrare l’ordine (che verrà
elaborato attraverso i normali canali)
sempre via web. Sicuramente metteremo
a disposizione l’intera disponibilità di
kit ricambi e materiale sfuso che viene
normalmente ordinato per riparazioni,
manutenzioni e trasformazioni dei prodotti.
Per quanto riguarda i prodotti finiti saranno
sicuramente presenti tutti quei prodotti
‘standard’ (ovvero non personalizzati o
con funzioni estremamente specializzate)
che vengono normalmente acquistati
Brevini Distribution:
più canali
per fornire il cliente
il nuovo servizio di ordini on line
per la rivendita. I tempi di consegna
saranno comunque molto sfidanti: se
oggi ragioniamo in settimane per questi
ordini si ragionerà in giornate”. Il futuro
di BFP Distribution sarà in ottica “pull”,
tirato dal mercato. “Vogliamo dare più
valore all’anello della distribuzione, senza
trascurare la produzione, ma esaltando
la nostra vocazione al dialogo con i
clienti. BFP Distribution è la prima nuova
soluzione organizzativa e operativa che il
mercato potrà apprezzare nel corso del
2016”. E’ questa la strategia impostata dal
managing director di Brevini Fluid Power
Vito Bonafede. E’ un progetto di sviluppo
che muove i primi passi ma che potrà
rivelarsi utile anche in ottica One Brevini.
Il business plan BFP Distribution punta
al raddoppio del fatturato in quattro anni
e già i primi feedback fanno sembrare
questo risultato assolutamente possibile.
Da sei mesi BFP Distribution ha trasferito
la sua sede nell’area milanese. Occupa un
nuovo spazio di circa 4.250 metri quadrati
facilmente raggiungibile e localizzato nel
cuore del Nord Italia con una trentina di
persone. “La chiave del successo in un
mercato competitivo come quello attuale
sarà sempre di più il servizio – continua
Martinelli – e con Brevini Fluid Power
Distribution stiamo dimostrando che si
possono ottenere e consolidare nel tempo
vantaggi concreti: tempi di consegna ridotti
grazie ad uno stock adeguato, facilità e
velocità di personalizzazione dei prodotti
in base alle esigenze dei clienti, assistenza
tecnica tempestiva.
Fin dai primi test nel corso del 2015
Brevini Fluid Power Distribution ha
dimostrato di soddisfare tutte le esigenze
di quasi 800 clienti integrando le attività
svolte da Sam Lombardia una filiale che
proponeva con successo i prodotti Brevini
Hydraulics (distributori proporzionali )
e Samhydraulik (pompe motori assiali e
motori orbitali ). Con l’integrazione della
Sam Lombardia il Brevini Fluid Power
Distribution è oggi una realtà in grado di
11
poter assemblare minicentrali Hydrapp,
modificare unità a pistoni Samhydraulik
e assemblare distributori
l’area assemblaggio della nuova sede Brevini Fluid Power Distribution
offrire su tutto il territorio Nazionale,con
esclusione del Triveneto, tutta gamma
Brevini Fluid Power che comprende le
linee Aron, Brevini Hydraulics, Hydrapp
e Samhydraulik, ma anche le linee BPE
electron ics, OT (pompe e motori ad
ingranaggi) e VPS Brevini (distributori
monoblocco e componibili).
Brevini Fluid Power Distribution può
contare su uno stock di parti sciolte per
proporzionali Brevini Hydraulics. La nuova
sede è stata strutturata con banchi di
assemblaggio e con due banchi di collaudo
flessibili. Nei prossimi mesi Brevini Fluid
Power Distribution diventerà anche il
Centro di Distribuzione a livello globale
per i ricambi di tutta la gamma Brevini
Fluid Power.
Nel mercato attuale, sempre più
competitivo, infatti è estremamente
importante riuscire a soddisfare richieste
di ricambi in tempi estremamente rapidi.
Fare
insieme:
“è meglio”
Il nuovo team marketing è la prima funzione
centralizzata che unisce le competenze e si
mette al servizio di tutta la Brevini
Quando le aziende lanciano
programmi di sviluppo come quello
avviato da Brevini, alcune funzioni
come il marketing si trovano a
giocare d’anticipo per preparare
il terreno per i prossimi passi
dell’azienda.
Infatti l’immagine della Brevini
verso il mercato sta già cambiando
fin da queste prime fasi,
superando il concetto divisionale
e promuovendo un messaggio
chiaro e diretto “one brevini,
one solution”, alla base dello
stand del Bauma Monaco 2016.
Anche tutti gli strumenti a supporto
della comunicazione saranno
coerenti con questa filosofia: sito
web rinnovato, company profiles
unificati, soluzioni integrate
come anello di congiunzione dei
3 portafogli prodotto meccanico,
oleodinamico ed elettronico.
In questa ottica il nuovo team
marketing nasce dall’integrazione
tra risorse già presenti in Brevini
Power Transmission e in Brevini
Fluid Power e si propone di
ascoltare ed
interpretare le
esigenze delle
direzioni e delle
funzioni operative, sia
centrali che locali, per delineare
le nuove linee guida di strumenti
di lavoro utili e trasversali. La
vicinanza fra i collaboratori
gioca un ruolo fondamentale nel
velocizzare i flussi e massimizzare
l’efficacia, ecco perché il nuovo
marketing risiede sotto lo stesso
tetto negli headquarters. E’ il primo
team completamente integrato,
nei prossimi
mesi diverse altre
funzioni seguiranno
un percorso simile. La
sfida è nota: creare valore
per l’azienda e per i suoi clienti, ora
più che mai asset fondamentale
di Brevini, che fa della prossimità
il suo punto di forza da oltre 55
anni. I prossimi step di sviluppo
del progetto marketing One Brevini
saranno ben presto visibili e ci
auguriamo di avviare un dialogo
sempre più attento al rapido mutare
del mercato.
12
OPERATIONS
La nostra idea di Qualità
In giapponese alla stessa
pronuncia “ki” sono associate
due parole 危機 dal significato
molto diverso: crisi e opportunità.
E’ stata questa la chiave
dell’incontro con Maasaki Imai
come corollario del progetto
Kaizen 2.0 avviato in Brevini
Power Transmission.
Giuliano Spaggiari e Maasaki Imai
“In Brevini stiamo rivoluzionando l’azienda
con l’approccio Kaizen 2.0 – spiega Giuliano
Spaggiari, managing director di Brevini Power
Transmission – quando sono arrivato in
Brevini poco più di un anno fa ho subito capito
le enormi possibilità inespresse che aveva
l’azienda, ma ero consapevole della necessità
di un cambiamento profondo. Pur avendo ben
chiari gli obbiettivi e i percorsi da seguire,
con il prezioso supporto di Kaizen Institute
che conoscevo da precedenti esperienze di
successo, il processo di cambiamento si
sta materializzando in modo più concreto
e solido, perché ha agito sulle persone, sul
loro modo di pensare e di lavorare. Negli
ultimi 12 mesi abbiamo ridotto le scorte
di 20 milioni di Euro, migliorato il livello
qualitativo dimezzando i difetti e aumentato
la rapidità delle consegne. Sui riduttori di
maggior volume abbiamo ridotto l’intero ciclo
produttivo a meno di due settimane. Stiamo
riducendo l’uso di spazi nelle unità produttive
al punto che presto dovremo affrontare il
problema di vendere scaffalature e impianti in
eccesso. Abbiamo agito anche sui processi di
sviluppo dei nuovi prodotti, con il risultato che
siamo adesso in grado di sviluppare progetti
complessi, costruire prototipi e validarli con
prove di laboratorio in meno di tre mesi,
cioè meno della metà rispetto al passato. Ho
la certezza che in Brevini c’è una ricchezza
di competenze e opportunità inespresse
così grande che estendendo i metodi e la
filosofia Kaizen potremo arrivare a livelli
dieccellenza che oggi non riusciamo nemmeno
ad immaginare. Certamente per ottenere un
cambiamento duraturo è necessario fare un
lavoro in profondità che richiederà almeno due
o tre anni. Poi si ripartirà daccapo perché il
miglioramento continuo non finirà mai”. Anche
il 2016 parte con un traguardo Kaizen 2.0
importante: il 12 febbraio è stato presentato il
nuovo layout dell’headquarter Brevini Power
Transmission che concretizza e rende ben
visibili le nuove logiche di organizzazione
funzionale frutto dal progetto Kaizen 2.0.
L’orizzonte non è limitato alle operations del
quartier generale Brevini Power Transmission,
ma coinvolge, in questa prima fase, tutti gli
stabilimenti dell’area reggiana visto che la
localizzazione geografica impone un urgente
processo di ottimizzazione delle lavorazioni
e dei flussi. Da gennaio il “Kaizen Steering
Commitee” è condiviso fra Brevini Power
Transmission e Brevini Fluid Power con
l’attivazione proprio nello stabilimento Brevini
Fluid Power in Via Natta a Reggio Emilia di
un team dedicato formato da 12 persone
coordinate dal Direttore Operations di Brevini
Fluid Power Valerio Marchi che sta ristudiando
i flussi logistici all’interno delle strutture e sta
già operando i primi cambiamenti a livelli di
layout di linee di assemblaggio. E’ solo il primo
passo: il progetto si articolerà in tre step con
l’orizzonte temporale fissato al 2017, e correrà
parallelamente all’introduzione del sistema
informatico gestionale SAP anche in Brevini
Fluid Power (omogeneo con quello attivo
in Brevini Power Transmission da qualche
anno), elemento fondamentale per permettere
in un futuro prossimo una chiara integrazione
delle informazioni tra Power Transmission e
Fluid Power.
13
WE BREVINI
Le nostre radici
Raccolte in una mostra storica le testimonianze di imprese come la Brevini che sono nate
dalla “scuola” che le Officine Reggiane hanno rappresentato per il made in Reggio Emilia
Il 2016 è iniziato nel segno della memoria,
punto di partenza irrinunciabile per guardare al
futuro. Brevini ha collaborato alla realizzazione
della mostra “Reggiane” archivio storico –
capitolo 1 allestita nello Spazio Gerra, nel
cuore di Reggio Emilia. Gli studenti di ITS
MAKER guidati dallo staff dello Spazio Gerra
hanno seguito le fasi di allestimento della
mostra dedicata all’Archivio Storico delle
Officine Reggiane e intrapreso un percorso
di studio volto alla scoperta e alla presa di
coscienza della storia industriale del territorio
e delle soluzioni più efficaci per raccontarla
con gli oggetti di carattere storico e i prodotti
più tecnologici in un naturale processo di
continuità con la storia delle Officine Reggiane.
Le aziende, come Brevini, socie della
Fondazione ITS MAKER hanno aperto i propri
archivi agli studenti, offrendo materiali e
interviste per arricchire i loro progetti
espositivi. Gli studenti hanno così potuto
toccare con mano il significato ricoperto
dalle Reggiane nel dare avvio a quello che
oggi è un tessuto imprenditoriale diffuso e
radicato nella nostra provincia, raccogliendo
le interviste ad alcuni dei fondatori delle
aziende. Brevini ha messo a disposizione del
epicicloidale italiano. Un link tra passato e
futuro che la mostra allestita allo Spazio Gerra
finalmente rende visibile a tutti.
progetto “The Exibition” e degli studenti un
pezzo storico: la prima motozappa a marchio
Brevini, una macchina che ha aperto la strada
alla successiva creazione del primo riduttore
Brevini con AIDAF
Aidaf, l’Associazione Italiana delle Aziende
Familiari, fondata nel 1997 da Alberto Falck
insieme ad un gruppo di imprenditori legati
dagli stessi principi raggruppa oggi più di
150 aziende familiari, rappresentando il
13% circa del PIL italiano unendo più di
600 mila collaboratori. Aidaf ha raccolto
i pensieri dei fondatori delle principali
aziende di famiglia italiane nel portale www.
aidaf e sul canale Facbook di Aidaf.
Questo è il contributo del Cavaliere del
Lavoro Renato Brevini.
Guarda
la video intervista
a Renato Brevini
14
ONE LOGO, ONE FUTURE!
La nostra “Logo Evolution”
Innovare nel segno di una
tradizione che porta Brevini in
giro per il mondo da oltre mezzo
secolo.
Dalla logo evolution che ha
portato a Brevini Fluid Power e a
Brevini Power Transmission non
poteva che nascere ”Brevini”.
Vito Bonafede e il nuovo Logo
Il 2016, partendo dallo stand allestito
per la fiera Bauma in Germania, sarà
l’anno del lancio e della progressiva
diffusione del nuovo logo Brevini che
unifica la visione “di insieme”. Un nome
riconosciuto e rispettato nel mondo che
d’ora in poi caratterizzerà un’offerta di
prodotti e soluzioni ancora più completa.
Presto il nuovo logo Brevini diventerà
di uso comune, ma il lavoro di sviluppo
della nuova corporate identity non è
un semplice “ridisegno del logo”.
Saranno presto affinate e rilasciate la
nuova mission e vision e ogni livello di
comunicazione si uniformerà alle linee
guida che ne nasceranno.
Il logo infatti è “solo” il primo
rappresentante della strategia aziendale,
ma la sua connotazione e riconoscibilità
sono fondamentali. Ecco il perchè di un
nome unico, corredato di un messaggio
forte e chiaro.
“Oggi celebriamo una tappa importante
del percorso di rinnovamento della
nostra identità aziendale – sottolinea
Vito Bonafede. – Abbiamo deciso da
tempo di far convergere tutte le offerte
commerciali dei nostri segmenti di
mercato verso One Brevini, costruendo
una brand experience capace di unire la
solidità e la grandezza di Brevini Power
Transmission e la personalità innovativa
di Brevini Fluid Power. Un’operazione di
sintesi che riflette un fenomeno concreto:
la convergenza su soluzioni integrate e
studiate su misura per i nostri clienti”.
Le “persone al centro”: la nuova intranet Brevini
Al rinnovamento della
comunicazione esterna con i
siti internet corporate e di quelli
dedicati alle linee di prodotto
(Fluid e Power Transmission)
si abbina il forte potenziamento
della comunicazione interna
con un nuovo accesso alla
rete intranet aziendale che sarà
progressivamente arricchito
con contenuti di servizio e di
informazione.
Il primo test parte nell’area power
transmission ma sarà esteso
progressivamente all’intero team
Brevini nel mondo. L’intranet è uno
degli ambienti più importanti per
il coinvolgimento delle persone,
la gestione dei flussi di lavoro,
della comunicazione istituzionale
e di molte attività organizzative.
La nuova Intranet Brevini è una
rete di Persone, non solo un
deposito di informazioni. I flussi
della comunicazione saranno
organizzati e gestiti in modo da
ottimizzarne i processi, ridurre
sprechi ed eccessi, incidere nelle
relazioni interne in modo orientato
e orientante al raggiungimento
degli obiettivi aziendali. Questo
scopo di rendere tutta la struttura
favorirà lo scambio di competenze e
ancor più reattiva verso il mercato
informazioni a livello mondiale, allo
semplificando il back-end.
15
Il nuovo portale www.brevini.com
L’11 Aprile, in occasione dell’apertura ufficiale di Bauma Monaco
2016, la Brevini ha dato il go-live al nuovo sistema di comunicazione
web, basato sull’evoluzione dei propri siti internet:
www.brevini.com diventa il portale di accesso al gruppo e
unisce tutte le informazioni corporate.
www.brevinifluidpower.com viene ampiamente rinnovato e
rimane lo strumento operativo dedicato ai prodotti dell’area fluid
e controlli elettronici.
www.brevinipowertrasmission.com seguirà le stesse
logiche di rinnovamento, con focus sui prodotti della linea power
transmission.
I nuovi sottositi di prodotto Fluid Power e Power Transmission
sono in lavorazione per essere on line nel mese di maggio.
Progressivamente verranno potenziati anche i siti internet delle
filiali diffuse nel mondo, sempre seguendo la filosofia della
massima prossimità al cliente.
Brevini offrirà ai suoi visitatori virtuali una esperienza di navigazione
semplice e intuitiva, ma completa e volta al raggiungimento delle
informazioni tecniche e operative in pochi clic.
Potenziata anche l’area riservata a servizio dei clienti, che avranno
accesso non solo alle informazioni tecniche di dettaglio ma anche
monitorare ordini e flussi logistici. Il nuovo web system Brevini
si muove nella logica dell’interlocutore unico verso il mercato.
Coerentemente anche i principali strumenti di comunicazione
cambieranno, tenendo il cliente sempre aggiornato sulle evoluzioni
in corso. Cambierano tutti i tools di comunicazione Brevini
(company profile, annual report, who we are ecce cc.) e saranno
introdotte nuove soluzioni per facilitare il lavoro di chi utilizza
questi strumenti di comunicazione. L’era della comunicazione
digitale impone di riservare particolare attenzione ai canali web ma
senza dimenticare gli altri supporti più tradizionali come cataloghi
cartacei e manuali, che rimangono importanti strumenti di lavoro.
Our future at a glance
1
st
In Italy to manufacture
planetary gearboxes
in the early ’60
40
Sales
subsidiaries
worldwide
390
Mio € Turnover
%
80Export
11
2.350
1.2
150.000
Manufacturing plants
Milion pieces production capacity of
hydraulic components per year
Employees
Production capacity
of gearboxes per year

Documenti analoghi

Page 1 SMISSION >FLUID POWER >POWER TRANSMISSION

Page 1 SMISSION >FLUID POWER >POWER TRANSMISSION e sistemi idraulici per la trasmissione del moto. Presente da oltre 40 anni in entrambi i settori, il Brevini Group ha ora un giro d'affari consolidato di 240 milioni di euro, con 1.300 addetti. Co...

Dettagli