"Forma personale", strumenti di selezione, stile

Commenti

Transcript

"Forma personale", strumenti di selezione, stile
Lezione 2
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Creare un documento nuovo
Lavorare con lo strumento “Forma personale”
Strumenti di selezione
Stile livello (opzioni di fusione)
Lezione bis per ripetizione
Pixel ed RGB
Selettore colore
Seconda lezione
Creare un documento nuovo (Ctrl+N). Le misure in pixel 200x200, trasparente.
Selezionare il colore di primo piano con il contagocce sulla palette colori.
Colorare l’immagine con il secchiello (tasto G).
Sulla palette livelli creare un nuovo livello per la forma che
ci appresteremo a disegnare e modificare il colore di primo
piano per far risaltare la forma sullo sfondo rosso.
Scegliamo nella palette Strumenti lo Strumento rettangolo
(tasto U), portiamoci sull’immagine a disegnare tale
rettangolo delle dimensioni desiderate. Una volta lasciato il
mouse vedremo la forma colorata del colore di primo piano
come appare nella figura a sinistra.
Cambiare il colore per fare la scritta.
Pulsante Testo (tasto T)
Scrivere il testo, poi uscire
dalla modalità testo premendo
il pulsante “Sposta”.
A questo testo si può
applicare un’ombra nel
modo seguente:
Duplicare il livello Testo
trascinandolo dalla palette
Livelli sopra l’icona “Crea
un nuovo livello”, in modo
da creare due livelli di testo
uguali. Selezionare il livello
testo più basso ed anche il
testo vero e proprio; cambiare il colore di primo piano. Ora
per poter vedere il testo dovremo spostarlo leggermente più
in basso e più di lato (con le freccette) in modo che emerga
sotto il testo superiore, come si vede a destra.
1/4
Lavorare con lo strumento forma personale
Dopo aver creato uno sfondo colorato, è possibile disegnare delle forme creative di vario
tipo, Photoshop ne possiede a volontà. Con il tasto U aprire la schermatina degli strumenti
forma e scegliere forma personale. Si apre subito in alto la barra Opzioni:
Alla voce “Forma” possiamo cliccare il
pulsantino e scegliere la forma che
desideriamo disegnare tra molte altre.
Posizionarsi quindi sopra lo sfondo colorato in
precedenza e, senza creare nuovi livelli dato
che le forme se li creano automaticamente,
disegnare la forma come appare in figura.
Abituarsi a controllare sempre il colore di primo
piano perchè sarà sempre con quello che si
riempiranno le forme.
Nella figura a lato vi sono tanti livelli quante sono le
forme (note) più il livello di sfondo.
Per inclinare le note rosse dopo averle create, digitare
Ctrl+T. Si formerà un rettangolo di selezione che
circonderà la forma. Vedremo apparire agli angoli del
rettangolo delle freccine che potremo inclinare a
piacere.
2/4
Strumenti di selezione (tasto M)
Con molto meno fastidio e più libertà di movimento si possono creare forme geometriche
anche con i tasti di selezione: rettangolare, ovale, rotonda.
Nuovo documento (Ctrl+N), versarvi il colore, creare un nuovo livello.
Cambiare il colore di primo piano. Prendere lo strumento
selezione ellittica e, sul nuovo livello, disegnare un ovale.
Attenzione! Questo tipo di disegno non si riempie
automaticamente di colore ma rimane come sospeso e
fluttuante sul livello inferiore.
Ora bisognerà riempirlo. Questa volta sceglieremo lo
strumento Sfumatura che si trova assieme al secchiello. La
barra delle opzioni è ben visibile in alto e possiamo
decidere il tipo di sfumatura:
opteremo per quella lineare che è la prima a sinistra. Tracciare sull’ovale disegnato in
precedenza una linea retta a partire da qualsivoglia punto.
Vedremo l’ovale riempirsi di una sfumatura a due colori,
come quella in figura. Anche uscendo fuori dal tracciato
con il mouse non c’è pericolo alcuno che il colore si
spanda oltre la selezione ovale!
Possiamo anche qui inserire un testo e poi con le
meravigliose potenzialità di
Photoshop contornarlo con
un bordo colorato come
quello in figura. Per farlo selezionare il livello testo, cliccare
sul menu Livello>Stile livello>smusso ed effetto rilievo. Nella finestra che si apre
selezionare “Traccia” come si vede dalla figura più sotto. Ovviamente tutto è
personalizzabile, dalla posizione “esterno-interno-centro”, al colore, all’opacità ecc.
3/4
Questa finestra va tenuta in grande considerazione. Provare, quando si può, tutte le opzioni
e le possibilità che si dimostreranno utilissime in seguito. Ognuna di quelle voci a sinistra
cambia completamente la panoramica della schermata e offre molte possibilità di azione sui
livelli, sia di testo che di forme. Ottima ad esempio per creare pulsanti in rilievo con effetto
ombra esterna o interna o
bagliori vari.
Quando si seleziona “Traccia”
come in questo caso, il colore
predefinito è il rosso, ciò non
significa che non si possano
scegliere altri colori. Basta
cliccare sul rosso per aprire il
selettore colore con tutte le
tonalità possibili.
4/4
Lezione BIS
Quando si crea un nuovo file immagine, dopo aver stabilito le misure, l’attenzione
principale va data alla risoluzione, dato che da quella dipenderà sia la dimensione reale che
la qualità dell’immagine. A questo proposito va detto che per le foto la risoluzione deve
essere alta (300 dpi) ma questa risoluzione viene stabilita a monte, ancor prima che
Photoshop apra i suoi battenti. La risoluzione viene determinata o durante la
scannerizzazione della foto, impostando il valore desiderato o prima dello scatto fatto con la
macchina digitale. Dopodichè Photoshop potrà di ben poco aumentarne la risoluzione. Potrà
invece ridurla con un buon risultato. Potrà schiarirla, creare contrasto, migliorare il colore,
le tonalità, dare luce o creare ombre dove necessarie. Questo per quanto riguarda le foto.
Quando invece trattiamo immagini create in ambito Photoshop, partiamo da zero e quindi ci
riferiremo alla destinazione finale dell’immagine.
Tornando sugli argomenti trattati finora, inizieremo dalla creazione di un nuovo fileimmagine che ci servirà per capire meglio l’uso di due strumenti abbinati al colore:
lo strumento Testo e lo strumento selezione.
1. Creare un’immagine di 500 px per 500 px, 150 di risoluzione, trasparente.
2. I colori base saranno il blu sopra e il giallo sotto
3. Con il secchiello colorare lo sfondo (vedi figura)
4. Scambiare i colori base in modo che il
giallo stia sopra.
5. Creare un nuovo livello
6. Con lo strumento selezione
rettangolare disegnare un rettangolo.
7. Con il secchiello riempirlo di giallo
8. Prendere lo strumento testo, scegliere un colore appropriato e con un click iniziare a
scrivere dentro l’immagine. Duplicare il livello testo.
9. Togliere l’occhio dal livello testo superiore e posizionarsi sul livello testo inferiore.
10. Prendere lo strumento Testo
11. selezionare il testo presente sull’immagine
1/3
12. con il testo selezionato spostare il mouse sulla palette campioni e selezionare il nuovo
colore da dare al testo. Il testo assumerà automaticamente il nuovo colore.
13. deselezionarlo, rimettere l’occhio al livello testo superiore
14. sempre posizionati sul livello testo inferiore cliccare sullo strumento Sposta
15. con le freccette spostare il testo inferiore in modo da creare un effetto “ombra”.
16. Per spostare assieme i tre livelli “incatenarli” come si vede in figura
________________________________________________
PIXEL ED RGB
Ingrandimento
Sono visibili i pixel, o celle
quadrate, disposti su una
Originale
griglia
2/3
Un computer elabora un'immagine suddividendola in una griglia di celle quadrate, chiamate
px o pixel, dalla contrazione di picture element.
In un PC, un pollice corrisponde a 72 px e, un centimetro, a 30 px.
Gli scanner e gli schermi determinano i colori combinando tra loro il rosso, il verde e il blu
(Red-Green-Blue, abbreviati con la sigla RGB). Ad esempio, il pixel rosa, posto lungo il
naso del Bambino (si veda l'ingrandimento), ha un valore RGB di 235 - 170 - 198.
In un'immagine, il valore RGB di ogni pixel è unico o, in parole semplici, un pixel può
essere di un solo colore.
3/3

Documenti analoghi