Rassegna Stampa 9 gennaio 2017

Commenti

Transcript

Rassegna Stampa 9 gennaio 2017
CSV FC ­ ASSIPROV
Lunedì, 09 gennaio 2017
CSV FC ­ ASSIPROV
Lunedì, 09 gennaio 2017
Prime Pagine
09/01/2017 Prima Pagina
1
Corriere di Romagna (ed. Forli)
09/01/2017 Prima Pagina
2
Il Resto del Carlino (ed. Forli)
csv e scenario locale
09/01/2017 Corriere di Romagna (ed. Forlì­Cesena) Pagina 11
PIERO GHETTI
Il mio Natale da missionario in Africa
09/01/2017 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Pagina 5
5
Pronti nuovi volontari specialisti in...
09/01/2017 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 5
3
ROSANNA RICCI
Così aiutiamo le persone affette da Parkinson e Alzheimer
09/01/2017 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 5
6
8
Mostra 'Migranti': parla il curatore
09/01/2017 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 7
9
Attrezzature donate a Pediatria
09/01/2017 La Voce di Romagna Pagina 29
10
Aspettando l' Art Decò
09/01/2017 La Voce di Romagna Pagina 30
11
La sera del 21 gennaio in parrocchia la cena di beneficenza per completare...
volontariato
09/01/2017 Corriere della Sera Pagina 26
ENRICO MARRO
LOTTA ALLA POVERTÀ, È IL MOMENTO DI AGIRE
09/01/2017 Il Sole 24 Ore Pagina 8
13
Fondazione Vodafone per sport e disabilità
09/01/2017 Il Sole 24 Ore Pagina 12
FR. BA
Più di mille opportunità nel servizio civile
09/01/2017 Italia Oggi Sette Pagina 44
Lavori al servizio delle persone
12
SABRINA IADAROLA
14
15
9 gennaio 2017
Corriere di Romagna
(ed. Forli)
Prima Pagina
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
1
9 gennaio 2017
Il Resto del Carlino (ed.
Forli)
Prima Pagina
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
2
9 gennaio 2017
Pagina 11
Corriere di Romagna
(ed. Forlì­Cesena)
csv e scenario locale
FORLIMPOPOLI, LA STORIA
Il mio Natale da missionario in Africa
Il racconto di padre Marco Canarecci Qui tutti condividono con gioia
FORLIMPOPOLI. Il mio primo Natale in Costa
d' Avorio è stato un' esplosione di gioia, il
toccare con mano la felicità delle persone per
la nascita del Salvatore. L' emozione di padre
Marco Canarecci, sacerdote forlimpopolese
della Comunità di Villaregia, in missione dal 28
maggio scorso, è in sintonia con il suo
impegno apostolico ad Abidjan.
Tutti i bambini ­ scrive il missionario sul
proprio profilo "facebook" ­ erano vestiti con l'
abito della festa. La precarietà delle situazioni
in cui vivono non toglie la dignità e il desiderio
di vivere il Natale con un abito grazioso.
Presente sul "social" fondato dall' aprile 2016,
padre Marco affida periodicamente proprio a
questo strumento il racconto della sua
esperienza fra i poveri di Yopougon­Koutè,
località a pochi chilometri dalla capitale
ivoriana. Dopo un po' ­ continua il giovane
missionario ­ mi accorgo che una bambina ha
un vestitino grazioso e ben lavato, ma così
vecchio da essere bucato per l' usura. Per un
attimo, ho provato ad immaginare come
possono essere le giornate di questa bambina,
poi mi sono dovuto fermare per non no stato
io: i miei piccoli amici mi hanno mostrato
concretamente cosa significa la condivisione.
Nato 35 anni fa a Forlimpopoli, Marco
Canarecci ha conseguito la maturità scientifica al Liceo "Righi" di Cesena. Cresciuto negli Scout della
parrocchia artusiana di San Pietro, è poi entrato nella Comunità Missionaria di Villaregia nel 1999, sino
ad essere ordinato presbitero nel 2008.
L' amicizia con alcuni fratelli della Comunità spiega proseguendo il piangere... Proprio lei, nel prosieguo
del pranzo, si è accorta che ero senza qualcosa da bere e mi ha dato uno dei due sacchetti d' acqua
che lei stessa aveva ricevuto. Un altro benefattore che ha reso speciale il mio pranzo di Natale.... Poi, la
festa è proseguita con musica, giochi e l' immancabile regalo per ciascun bambino.
Probabilmente, però, chi ha ricevuto più di tutti so racconto ­ mi ha portato poi a conoscere più da vicino
la comunità e lentamente è nato in me il desiderio di donare tutta la mia vita al Signore e ai fratelli".
Villaregia è una comunità cattolica plurivocazionale sorta nel 1981 in provincia di Venezia e composta
da consacrati, consacrate, chierici, coppie di sposi e laici di diverse nazionalità, uniti da una stessa
spiritualità e da una medesima missione: costruire comunità e vivere la comunione fraterna per la
missione "ad gentes". Padre Marco opera in una delle 12 case della Comunità (7, infatti, sono quelle
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
3
9 gennaio 2017
Pagina 11
<­­ Segue
Corriere di Romagna
(ed. Forlì­Cesena)
csv e scenario locale
che si trovano all' estero) e si occupa dell' animazione cristiana della parrocchia di Yopougon­Koutè,
che si trova in Costa D' Avorio.
Il nostro stile ­ conclude il missionario ­ comporta l' assoluta condivisione della realtà in cui operiamo, a
cominciare dalla povertà della gente.
Tutto ciò che possediamo noi stessi è frutto della carità altrui.
PIERO GHETTI
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
4
9 gennaio 2017
Pagina 5
Il Resto del Carlino (ed.
Cesena)
csv e scenario locale
SAVIGNANO CONCLUSI I CORSI DI SOCCORSO DELLA BANCA DEL TEMPO
Pronti nuovi volontari specialisti in emergenza
NUOVI soccorritori all' opera (nella foto). Si è
concluso di recente con la consegna degli
attestati di partecipazione il corso di primo
soccorso organizzato dalla 'Banca del Tempo
del Rubicone' con il patrocinio dell' Unione dei
Comuni del Rubicone.
Le serate del corso sono state organizzate
nelle sede della Banca del Tempo a
S a v i g n a n o c h e h a promosso q u e s t a
importante iniziativa per informare e formare i
soci e i cittadini sulle modalità corrette da
adottare in caso di emergenze sanitarie. Gli
argomenti teorici sono stati trattati dalla
dottoressa Daria Rinnovi, medico del 118, che
ha mostrato i comportamenti in caso di perdita
di coscienza, ostruzione da corpo estraneo e
chiamata al 118 per il soccorso.
La parte pratica del corso ha impegnato i
partecipanti con le manovre respiratorie nella
sequenza di supporto alla vita attraverso l'
utilizzo del manichino adulto e pediatrico.
A QUESTA fase così importante ha contribuito
la Pubblica Assistenza del Rubicone con tre
volontari che hanno seguito i corsisti nella
parte pratica della rianimazione in attesa dell' arrivo del 118, ossia degli specialisti del primo soccroso.
IMPORTANTE argomento (e non così scontato) trattato durante i corsi per una gestione corretta dell'
emergenza è stata la chiamata del 118, le indicazioni da fornire per far sì che il soccorso sia il più
tempestivo possibile e, non da ultimo, come posizionare l' infortunato in attesa dei soccorsi e soprattutto
cosa assolutamente non bisogna fare proprio per evitare di complicare la situazione. La Banca del
Tempo del Rubicone ha in programma una successiva serata di manovre respiratorie. Le serate sono
state possibili grazie alla disponibilità del direttore generale dell' Ausl della Romagna che ha raccolto la
richiesta della Banca del Tempo e ha messo a disposizione il medico del 118.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
5
9 gennaio 2017
Pagina 5
Il Resto del Carlino (ed.
Forlì)
csv e scenario locale
ASSOCIAZIONE 'LA RETE MAGICA' RIPRENDONO OGGI LE ATTIVITÀ DEI VOLONTARI
Così aiutiamo le persone affette da Parkinson e
Alzheimer
RIPRENDONO oggi, dopo la pausa natalizia,
l e n u m e r o s e attività o r g a n i z z a t e d a l l '
associazione d i volontariato ' L a rete magica'
onlus, in via Curiel 51 (piano 1 fronte Coop,
entrata accanto Vigili Urbani), per i pazienti
affetti da Parkinson e Alzheimer. Creare
aggregazione, cercare di sorridere alla vita,
frequentare corsi di ginnastica o di memoria
sono alcune forme di terapia che 'La rete
magica' propone con la presenza specialistica
di medici e di esperti. Il Parkinson ­ spiega il
professor Alfredo Berardelli ­ è una patologia
d e g e n e r a t i v a c r o n i c a e progressiva d e l
sistema nervoso centrale. Le caratteristiche
sono: rallentamento motorio, rigidità
muscolare, tremore e instabilità posturale.
La causa è determinata dalla carenza di
dopamina nel cervello.
LE ATTIVITÀ possono essere frequentate
anche dai familiari che acquistano maggiore
consapevolezza sui percorsi da seguire. Il
ruolo della famiglia è fondamentale ­ aggiunge
Eugenia Danti, presidente dell' associazione ­
in quanto il familiare può collaborare affinché
la persona abbia una sua piccola o grande autonomia.
Non bisogna soffocare, per eccesso di aiuto, la libertà di movimento o di azione, ma stimolare per far
conservare il più a lungo possibile le proprie capacità cognitive. Altro aspetto di primaria importanza
viene sottolineato da Stefano Castelluzzo, che da 4 anni è affetto da Parkinson. Mi sto impegnando a
fondo per mantenere i centri cognitivi e le attività motorie in efficienza. Seguo i corsi di logopedia,
allenamento alla memoria, attività fisica, visite mediche e tanto altro. So che la mia malattia è
progressiva, per questo seguo tutto ciò che di nuovo si scopre su questa patologia e sugli eventuali
farmaci, ma sono anche positivo: non mi abbatto, mi piace usare l' ironia e, soprattutto, non voglio
condizionare gli altri.
Per tutte queste attività, come si è detto aperte anche ai familiari, ­ conclude Eugenia Danti ­ sarebbe
opportuno poter avere una sede con spazi più ampi che possano contenere anche altri servizi come, ad
esempio, il progetto Scuola Permanente della Memoria che prevede corsi di prevenzione, formazione
ed informazione.
Info: www.laretemagica.it.
Rosanna Ricci.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
6
9 gennaio 2017
Pagina 5
<­­ Segue
Il Resto del Carlino (ed.
Forlì)
csv e scenario locale
ROSANNA RICCI
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
7
9 gennaio 2017
Pagina 5
Il Resto del Carlino (ed.
Forlì)
csv e scenario locale
L' INCONTRO
Mostra 'Migranti': parla il curatore
ALLE 21 nel salone comunale in piazza Saffi
sarà presentata la mostra 'Migranti, la sfida
dell' incontro', allestita dal 14 al 22 gennaio a
Palazzo Albertini in occasione della Giornata
mondiale del migrante e del rifugiato, che si
celebra domenica 15.
Interverrà all' incontro il curatore, il giornalista
Giorgio Paolucci, insieme all' assessore Raoul
Mosconi e al direttore della Caritas della
diocesi di Forlì­Bertinoro, Sauro Bandi.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
8
9 gennaio 2017
Pagina 7
Il Resto del Carlino (ed.
Forlì)
csv e scenario locale
SOLIDARIETÀ DALL'ASSOCIAZIONE CORRI FORREST'
Attrezzature donate a Pediatria
UNA BEFANA davvero generosa ha fatto
visita sabato ai piccoli degenti dell' ospedale
M o r g a g n i . G l i s p o r t i v i e i volontari d e l l '
associazione Corri Forrest hanno donato al
reparto di Pediatria le attrezzature acquistate
con la raccolta fondi effettuata in occasione
della gara podistica del 23 ottobre scorso. L'
evento sportivo ­ spiegano gli organizzatori ­
ha permesso la raccolta di 5.800 euro ricavati
dagli sponsor e dalle donazioni dei 950
partecipanti. Con questi fondi abbiamo
acquistato attrezzature utili alle attività del
reparto, sei camere di espansione con relative
mascherine, un saturimetro, un tiralatte e una
bilancia pesapersone, nove televisori per le
camere dei piccoli degenti e un lettore dvd. Ma
il reparto di Pediatria non e' stato l' unico a
beneficiare della befana della Corri Forrest.
Con i fondi raccolti ­ aggiungono ­ abbiamo
pensato di sostenere anche il progetto 'Letture
a voce alta' nell' ospedale di Forlì della scuola
primaria Peroni di Vecchiazzano. Il progetto,
proposto dall' insegnante Lara Verni, inizierà
nel 2017 e prevederà letture di brani, da parte
dei piccoli studenti, nella piazza dell' ospedale.
Corri Forrest ha donato un piccolo impianto di amplificazione che i bambini potranno utilizzare durante
tali letture. Tale attrezzatura sarà lasciata in eredità a Pediatria.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
9
9 gennaio 2017
Pagina 29
La Voce di Romagna
csv e scenario locale
APPUNTAMENTI
Aspettando l' Art Decò
Mercoledì alle 16, nella sala assemblee d e l
Foro Boario, piazzale Foro Boario 7, Forlì,
Serena Togni terrà una conversazione, con
proiezioni, sulla mostra "Art Decò.
Gli anni ruggenti in Italia" in programma a i
Musei San Domenico dall' 11 febbraio al 18
giugno.
L' iniziativa è promossa dall' Auser. Ingresso
libero.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
10
9 gennaio 2017
Pagina 30
La Voce di Romagna
csv e scenario locale
SANT' ANGELO DI GATTEO
La sera del 21 gennaio in parrocchia la cena di
beneficenza per completare la scuola di Kinshasa
nel Congo africano
Il gruppo famiglie della parrocchia di Sant'
Angelo di Gatteo, in collaborazione con l'
associazione "I bambini al primo posto",
organizza ­ sabato 21 gennaio (ore 20) alla
parrocchia di Sant' Angelo ­ una cena benefica
il cui ricavato sarà consegnato direttamente
nelle mani di Padre Francesco Giuliani e
Padre Mathieu che lo impiegheranno per
completare una scuola a Kinshasa, una delle
zone più povere del Congo. La serata sarà
accompagnata dall' acustic duo di Denise
Battaglia (voce) e Thomas Lisi (pianoforte). Il
menù (costo 22 euro) prevede Cozze alla
marinara, passatelli in brodo di pesce, risotto
del pescatore, fritto di pesce, dolce, acqua e
vino. Il menù bimbo (costo 8 euro) propone
invece pasta al pomodoro, crocchete di pollo e
pa tate, acqua e dolce. Le iscrizioni si
raccolgono fino a domenica 15 gennaio
direttamente nella sede del Circolo Acli d i
Sant' Angelo di Gatteo oppure telefonando al
numero 339 ­ 1816272.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
11
9 gennaio 2017
Pagina 26
Corriere della Sera
volontariato
LOTTA ALLA POVERTÀ, È IL MOMENTO DI AGIRE
Il governo Gentiloni ha definito la lotta alla
povertà una priorità.
Questa scelta è giustificata dal fatto che l'
Italia, nonostante i richiami degli organismi
internazionali, è rimasta unica in Europa a non
avere uno strumento nazionale contro l'
indigenza mentre il problema si è aggravato:
le persone in condizioni di povertà assoluta
sono quasi triplicate in dieci anni, passando da
1,6 milioni nel 2006 a 4.6 milioni nel 2015, pari
al 7,6% della popolazione. I poveri assoluti
sono quelli, secondo la definizione Istat, non in
grado di acquistare un paniere di beni e
servizi necessari a uno standard di vita
minimo accettabile.
Insomma, la crisi ha aumentato le
diseguaglianze e non è affatto vero che
nessuno sia rimasto indietro. Ad aiutare le
famiglie povere (quasi 1,6 milioni) sono stati
finora soprattutto gli enti locali, le parrocchie, il
volontariato. Tutte queste azioni non vanno
disperse ma messe a sistema con quello che
sarà il reddito di inclusione. Un assegno,
accompagnato da un servizio di reinserimento
sociale e lavorativo, che dovrebbe sollevare le
famiglie più povere, partendo da quelle con
figli minori. Questo prevede il disegno di legge
delega approvato dal governo Renzi. Solo che
è passato ormai un anno e il provvedimento
non è stato ancora approvato dal Parlamento. Ora governo e maggioranza discutono di come
accelerare: se sia meglio trasformare la delega in un disegno di legge immediatamente dispositivo o
approvare un decreto legge. Se il tema è una priorità, il governo non deve far altro che sciogliere in
pochi giorni questo nodo e magari trovare qualche finanziamento in più.
Perché con il miliardo e mezzo a disposizione quest' anno si potrà dare un sostegno, ha spiegato il
ministro del Lavoro Giuliano Poletti, a circa 400 mila famiglie, cioè solo una su quattro di quelle in
povertà assoluta.
ENRICO MARRO
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
12
9 gennaio 2017
Pagina 8
Il Sole 24 Ore
volontariato
Il bando. Con Call for Ideas fondi per 1,6 milioni
Fondazione Vodafone per sport e disabilità
Fondazione Vodafone Italia lancia Call for
Ideas, bando da 1,6 milioni per progetti di
diffusione della pratica sportiva tra i disabili.
All' iniziativa ­ realizzata con la consulenza del
Comitato Italiano Paralimpico (Cip) e il
supporto della Unit Education & Services del
Gruppo 24ORE ­ possono partecipare enti e
associazioni no profit presenti sul territorio
nazionale, quali: società e associazioni
sportive senza scopo di lucro, federazioni
sportive paralimpiche, federazioni sportive
riconosciute dal Cip come discipline sportive
paralimpiche, enti di promozione sportiva
paralimpica, organizzazioni di volontariato,
cooperative sociali o consorzi di cooperative
sociali, associazioni di promozione sociale
(Aps), associazioni, fondazioni e imprese
sociali riconosciute e iscritte presso il Registro
Imprese.
Le tipologie di idee ricercate sono: progetti a
elevato impatto sociale con dimensione
nazionale, che favoriscano l' inclusione
sportiva, anche attraverso innovazioni
sistemiche e/o azioni capaci di coinvolgere
ampi gruppi di disabili, famiglie, allenatori,
volontari ecc.Íž progetti a elevato impatto
sociale a dimensione locale, sviluppati nell' ambito della comunità di riferimento dell' associazione
proponente.
Le candidature vanno presentate online entro il 31 gennaio.
www.fondazionevodafone.it Per info e iscrizioni a Call for Ideas.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
13
9 gennaio 2017
Pagina 12
Il Sole 24 Ore
volontariato
GIOVANI
Più di mille opportunità nel servizio civile
Tre nuovi bandi per i giovani che nel 2017
vogliono fare un' esperienza nel mondo del
volontariato, con un totale di 1.262 posti in
palio e assegni mensili da 433,80 euro netti.
Il più corposo riguarda il servizio civile
nazionale, che quest' anno permetterà a 1.050
ragazzi di partecipare a un progetto di 12 mesi
in Italia. Mille di questi giovani saranno inseriti
in 116 progetti autofinanziati dal ministero dei
Beni culturali e del turismo, mentre i restanti
50 saranno coinvolti in diverse iniziative, come
quella finanziata dalla Fondazione Monte dei
Paschi di Siena e quelle di Puglia e Sicilia.
Ecco i requisiti per candidarsi: età tra i 18 e i
28 anni, essere cittadini dell' Unione europea o
non comunitari regolarmente soggiornanti, non
aver riportato condanne per particolari tipi di
reati.
La maggior parte dei progetti si svolgerà nell'
ambito della tutela del patrimonio artistico e
culturale, ma in alcune regioni ci sarà anche la
possibilità di prestare servizio nel settore
ambientale o in quello educativo.
Un secondo bando riguarda la selezione di
102 volontari da impiegare in progetti per i
Corpi civili di pace in Italia (24 volontari) e all'
estero (78 volontari). La domanda di ammissione e la relativa documentazione vanno presentate all'
ente che realizza il progetto.
Infine, è aperto il bando per 110 volontari da impiegare nei progetti di servizio civile del programma
Garanzia giovani, per realizzare le finalità istituzionali individuate da un tris di ministeri: Ambiente,
Interno e Beni culturali. In questo caso i pagamenti degli assegni mensili da 433,80 euro saranno
effettuati a partire dalla fine del terzo mese.
La deadline per candidarsi è fissata, da tutti e tre i bandi, alle ore 14 del 10 febbraio 2017.
Per informazioni sulle modalità per presentare le domande è possibile consultare il sito Internet
www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it. RIPRODUZIONE RISERVATA.
FR. BA
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
14
9 gennaio 2017
Pagina 44
Italia Oggi Sette
volontariato
La mappa dei profili professionali (e dei percorsi formativi) in crescita nella white economy
Lavori al servizio delle persone
I servizi di cura e assistenza creano nuova occupazione
Occorre una badante a un nostro familiare, ma
il costo è troppo alto? La soluzione ideale
potrebbe essere la badante di condominio: un'
operatrice specializzata che accudisca e curi
contemporaneamente più persone di uno
stesso palazzo. Le famiglie condivideranno
costi e servizio. Con un risparmio notevole
sulla spesa complessiva. È una delle nuove
professioni figlie della white economy che
comprende la filiera delle attività rivolte alla
salute, sia le cure in senso stretto che i servizi
per il benessere delle persone e delle famiglie.
Un settore che nell' ultimo Rapporto Censis­
Unipol è stato stimato in 290 miliardi di euro
(oltre il 9% del pil nazionale). Al di là del valore
economico, c' è quello occupazionale: gli
occupati diretti nei diversi comparti sono 2,8
milioni, ai quali si aggiunge un altro milione di
lavoratori grazie all' indotto e ai settori
trasversali. Attività economiche in crescita, che
hanno continuato a espandersi anche negli
anni della crisi, sia pure a un ritmo rallentato e
in aumento anche nel prossimo futuro, dato il
nostro andamento demografico e la
conseguente necessità di gestire le cronicità di
una popolazione sempre più anziana. Di fatto
siamo il paese più vecchio in Europa, con il
21,4% di cittadini over 65 e il 6,4% over 80,
secondi al mondo dopo il Giappone.
E quindi, dal settore della white economy, sembrano nascere interessanti novità e prospettive, per i
giovani e i lavoratori in cerca di nuova occupazione, non sempre note. A confermarlo è lo studio recente
condotto dal Progetto EQuIPE 2020 di Italia Lavoro in collaborazione con l' Istituto per la ricerca sociale,
nel quale sono identificati 28 profili innovativi nell' ambito dei principali rami di attività presenti nella
white economy (servizi sanitari e sociali, biotecnologie, bioscienze e industria farmaceutica, attività
riconducibili all' informatica, alla digitalizzazione e all' e­health, industria del benessere e silver
economy, settore no­profit e agricoltura sociale). Undici riguardano la white economy in senso stretto e
sono, oltre alla citata badante di condominio, il care manager (Coordinatore Operativo dell' Assistenza),
il case manager (Medico Supervisore), il consulente finanziario e assicurativo per il welfare integrato, l'
educatore finanziario, l' esperto di welfare aziendale, il facilitatore digitale, l' infermiere di famiglia, il
manager di struttura complessa, il medico di genere, il welfare platform designer.
La tecnologia e le opportunità dell' innovazione, le linee di indirizzo della industria 4.0, l' aumento della
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
15
9 gennaio 2017
Pagina 44
<­­ Segue
Italia Oggi Sette
volontariato
domanda di salute e il decentramento socio­sanitario, spiega Antonella Marsala di Italia Lavoro,
responsabile del progetto, stanno determinando alcuni importanti cambiamenti sulla domanda di lavoro
e sulle caratteristiche dei profili professionali di questo ampio settore. In questo panorama, le aziende
hanno sempre più bisogno, sia di lavoratori che dispongano di nuove competenze, sia di alcuni profili
inediti, meno noti al grande pubblico. Ci serviva capire, aggiunge Marsala, come stanno cambiando le
professioni delle persone occupate nel settore sanitario e assistenziale, con un duplice obiettivo:
mettere a disposizione di tutte le imprese sanitarie uno strumento utile di orientamento e indirizzare i
giovani a intraprendere con consapevolezza percorsi formativi e professionali in settori in crescita come
quelli riconducibili alla cosiddetta white economy. Si tratta in sostanza di profili professionali talvolta
completamente nuovi, altre volte di profili tradizionali con competenze rinnovate nell' Ict, nella capacità
organizzativa, negli aspetti di comunicazione e relazionali, nella capacità di gestione economica o nelle
conoscenze giuridiche. Nella tabella compiti, competenze e iter formativo degli undici profili citati.
SABRINA IADAROLA
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
16

Documenti analoghi