- Io Lavoro Liguria

Commenti

Transcript

- Io Lavoro Liguria
ARSEL Liguria
Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro
O.M.L. – Osservatorio Mercato del Lavoro
I Quaderni dell’OML
Popolazione
Scuola
Lavoro
Imprese
A cura di Adriana Rossato
Con la collaborazione di Monica Fiorentino, Lia Orzati e Valeria Pastore
Idea grafica a cura di Federico Corsi
ARSEL Liguria
OSSERVATORIO MERCATO LAVORO
Il rapporto è stato chiuso redazionalmente nel mese di Ottobre 2016
Finito di stampare nel mese di Novembre 2016
Indice
Presentazione
pag. V
Prefazione
“
VII
DEMOGRAFIA
“
1
“
“
1
15
1. La popolazione residente
2. Un approfondimento sulla fecondità
SCOLARITÀ
1. La scuola dell’obbligo e la secondaria di secondo grado
2. Gli studenti stranieri in Liguria
3. L’Università
MERCATO DEL LAVORO
1.
2.
3.
4.
5.
Il mercato del lavoro regionale (media 2008 - 2015)
Il mercato del lavoro provinciale (media 2008 - 2015)
La dinamica tendenziale (2° trimestre 2015 – 2° trimestre 2016)
Le Comunicazioni Obbligatorie (dal 2008 al 2015)
Le dinamiche più recenti (2° trimestre 2015 – 2° trimestre 2016)
AMMORTIZZATORI SOCIALI
1. La Cassa Integrazione Guadagni
2. I percettori di ammortizzatori sociali: la situazione a Settembre 2016
3. La Mobilità attiva
“
19
“
“
“
19
22
27
“
35
“
“
“
“
“
35
50
57
65
86
“
95
“
“
“
95
129
131
IMPRESE
1.
2.
3.
4.
5.
Le Imprese nel periodo 2009/2015
Le Imprese nel 2°trimestre 2016
Le Imprese femminili – anno 2015
Le imprese straniere – anno 2015
Le imprese giovanili – anno 2015
NOTE CONCLUSIVE
“
133
“
“
133
142
153
177
190
“
203
Presentazione
Il Rapporto sul mercato del lavoro 2016 dell’Osservatorio Regionale Mercato Lavoro presenta una “fotografia” dell’assetto economicosociale della Liguria che, a fronte di un andamento positivo nel 2015, anno nel quale si è registrata una buona performance
dell’occupazione contestuale ad una robusta contrazione della disoccupazione, già nel primo semestre 2016 mostra segni di
indebolimento che si manifestano in una flessione dell’occupazione ed in una repentina crescita della disoccupazione, fenomeni
peraltro da ascriversi quasi esclusivamente alla componente femminile.
Anche altri indicatori che l’OML tiene sotto osservazione confermano tali difficoltà, sia per quanto riguarda i flussi di ingresso nel
mercato del lavoro, sia per quanto riguarda la tenuta del tessuto economico. Da un confronto tra i dati sugli avviati al lavoro nel
secondo trimestre 2016 si registra una complessiva flessione dei nuovi assunti del 3,4% concentrata prevalentemente tra chi nel
periodo di riferimento ha firmato un contratto a tempo indeterminato, mentre per quanto riguarda la dinamica delle imprese,
soprattutto quelle di minori dimensioni, le prospettive di ripresa appaiono ancora abbastanza fragili.
Ad ulteriore conferma della precarietà dello stato del mercato del lavoro ligure si può aggiungere la forte crescita dell’utilizzo del
lavoro accessorio: nel 2015 in Liguria sono 48.333 i lavoratori che hanno usufruito dei buoni lavoro, in crescita del 52,7% rispetto al
2014.
In questo contesto risulta evidente che soltanto scelte coraggiose in materia di formazione, lavoro e supporto alle realtà produttive
possono produrre risultati e condurre ad una inversione delle tendenze in atto.
La Regione Liguria, a partire dalla “Legge sulla crescita e gli investimenti” (Grow Act Liguria, novembre 2015), si è fortemente
impegnata per creare condizioni tali da favorire la crescita economica della regione attraverso iniziative di supporto alle imprese, una
rivisitazione delle politiche attive del lavoro e della formazione, una semplificazione della normativa regionale che contribuisca ad
avvicinare impresa, formazione e lavoro, l’attuazione di politiche di riorganizzazione di tutto il sistema regionale al fine di “renderne
l’azione più efficiente ed incisiva”.
V
Per quanto riguarda il ruolo della formazione e le politiche del lavoro, il tema cruciale è quello della corrispondenza tra
programmazione dell’offerta formativa e domanda di lavoro espressa dal territorio che sempre più costituisce la chiave di volta per
favorire la crescita economica ed il rilancio occupazionale. In questo percorso la Regione Liguria è particolarmente impegnata su
alcuni assi principali: il rafforzamento dei servizi per l’Impiego e la rivisitazione del sistema di accreditamento dei servizi al lavoro
nell’ambito dei quali, pur mantenendosi la centralità del servizio pubblico, si crei al contempo complementarietà e concorrenza tra i
servizi pubblici per l’impiego e gli operatori pubblici e privati accreditati; la promozione di politiche attive del lavoro che mettano al
centro i soggetti più deboli presenti sul mercato del lavoro ligure: i giovani ed i disoccupati in età matura.
Infine, anche la lettura di questo nuovo numero dei “Quaderni dell’Osservatorio“ suggerisce l’importanza di promuovere e coltivare
nella nostra Regione le esperienze dalle quali può scaturire la scintilla della conoscenza scientifica e della riflessione critica elementi
anch’essi altrettanto fondamentali per lo sviluppo armonico ed equilibrato della società civile.
Assessore alla Comunicazione, Formazione,
Politiche giovanili e Culturali
Ilaria Cavo
VI
Assessore alle Politiche dell’Occupazione,
Trasporti, Turismo e Personale
Giovanni Berrino
Prefazione
Il nuovo Rapporto sul mercato del lavoro elaborato dall’Osservatorio Mercato Lavoro di ARSEL esce in un momento nel quale è
particolarmente difficile formulare giudizi ed avanzare previsioni sul futuro andamento dell’economia e dell’occupazione non soltanto in
Liguria, ma anche nel più generale contesto nazionale. Nel 2015 si sono infatti verificati eventi di carattere internazionale che hanno
condizionato fortemente le dinamiche economiche, anche locali, e in conseguenza, quelle del mercato del lavoro.
Anche sul nostro territorio regionale si sono registrati andamenti frammentati quando non addirittura contrastanti, soprattutto nel breve
periodo, a fronte .di una conferma di dinamiche in flessione se analizzate in serie storica. Appare evidente come ci si trovi di fronte ad
andamenti tipici delle situazioni di transizione, situazioni in cui la crisi non è ancora finita e la ripresa appare ancora molto fragile.
In queste circostanze è particolarmente necessario un forte rigore metodologico ed una capacità di “ leggere i numeri” in modo non
distaccato dalla realtà, ma in questa profondamente radicato. Ed è precisamente questo l’obiettivo che l’OML si è posto nella
realizzazione delle proprie attività.
In questo rapporto, come anche negli altri approfondimenti tematici che l’Osservatorio conduce,
l’ impegno quotidiano è quello di individuare indicatori che aiutino a capire le cause, seguire i percorsi, collegare i fenomeni per fornire
alle Istituzioni liguri, ma anche alla società civile nel suo complesso, gli strumenti per comprendere e per decidere nell’interesse
generale.
Un ringraziamento all’ Osservatorio Mercato Lavoro ed in particolare ad Adriana Rossato che ha coordinato il lavoro ed all’intero
gruppo di ricercatori e collaboratori dell’ OML: Monica Fiorentino, Lia Orzati, Valeria Pastore.
Un ringraziamento all’Osservatorio Mercato Lavoro di ARSEL: ad Adriana Rossato che ha coordinato il lavoro ed all’intero gruppo di
ricercatori e collaboratori: Monica Fiorentino, Lia Orzati e Valeria Pastore.
Il Direttore Generale
ARSEL Liguria
Dott. Roberto Dasso
VII
1. La popolazione residente1
Le analisi contenute nel Bilancio Demografico Nazionale pubblicato dall’ISTAT per l’anno 2015 evidenziano un numero di residenti in Italia
pari a 60.665.551 unità, di cui 5.026.153 (pari all’8,3% del complesso dei residenti) sono cittadini di nazionalità straniera.
In Liguria la maggiore concentrazione demografica si registra in provincia di Genova (54,4% pari a 854.099 unità).
Tab. 1 - POPOLAZIONE RESIDENTE
Anno 2015
(valori assoluti e percentuali)
PROVINCE E
REGIONE
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
Popolazione al 31/12/15
v.a.
v.%
215.244
13,7%
280.707
17,9%
854.099
54,4%
221.003
14,1%
1.571.053
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L.
Elaborazioni su dati ISTAT
1
Le operazioni di revisione delle anagrafi svolte dai comuni a seguito del Censimento della popolazione residente del 2011 hanno determinato, nel bilancio dell’anno
2013, un saldo positivo molto elevato a causa degli aggiustamenti intervenuti. I valori riportati per il 2013 possono, in alcuni casi, interferire su una lettura coerente
dell’andamento del fenomeno demografico.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
1
A seguito degli incrementi registrati nel biennio precedente (dovuti in ampia parte alle operazioni di revisione svolte dalle anagrafi comunali
a seguito del Censimento della popolazione residente del 2011), tra il 2014 e il 2015 si conferma la battuta d’arresto dell’incremento
demografico (già registrata tra il 2013 e il 2014).
A livello nazionale, infatti, si passa da 60.795.612 unità a 60.665.551 unità con una flessione di 130.061 unità pari allo 0,2%.
Tale flessione si riscontra in Liguria in ciascuna area territoriale, con valori percentuali superiori al dato medio nazionale (Liguria: -0,8%).
I residenti liguri passano infatti da 1.583.263 del 2014 a 1.571.053 del 2015, con una flessione pari a 12.210 unità. A livello provinciale il
calo più elevato si registra nella provincia di Genova (-0,9%).
Seguono le province di Savona e Imperia con una flessione dello 0,7% (con valori assoluti rispettivamente pari a –1.900 e -1.574 unità). Il
calo demografico più contenuto si registra in provincia di La Spezia (-0,3% pari a –660 unità).
Tab. 2 - POPOLAZIONE RESIDENTE
2014-2015
(valori assoluti e percentuali)
PROVINCE E
REGIONE
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
ITALIA
Popolazione al 31/12/14
Popolazione al 31/12/15
v.a.
216.818
282.607
862.175
221.663
1.583.263
60.795.612
v.a.
215.244
280.707
854.099
221.003
1.571.053
60.665.551
v.%
13,7%
17,8%
54,5%
14,0%
100,0%
v.%
13,7%
17,9%
54,4%
14,1%
100,0%
Variazioni 2014/2015
v.a.
-1.574
-1.900
-8.076
-660
-12.210
-130.061
v.%
-0,7%
-0,7%
-0,9%
-0,3%
-0,8%
-0,2%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L.. - Elaborazioni su dati ISTAT
2
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Conseguentemente alla crisi socio-economica che ha continuato a incidere sulle condizioni della popolazione residente si assiste, anche
per il 2015, ad una tendenza in flessione del tasso di crescita naturale. L’andamento meno favorevole è registrato dalla Liguria che
conferma uno scarso incremento demografico della popolazione residente. Osservando i dati di dettaglio si evidenzia come, a fronte di un
contenuto tasso di natalità (6,4‰, valore decisamente al di sotto del dato medio nazionale: 8‰), si osserva un elevato tasso di mortalità
(14,2‰, valore decisamente superiore al dato medio nazionale: 10,7‰). Il rapporto tra queste variabili, porta ad un saldo della crescita
naturale negativo (-7,8‰, a fronte del dato medio nazionale che appare più contenuto –2,7‰).
Per quanto riguarda le regioni contermini si evidenzia come le tendenze siano coerenti ai trend liguri, con valori di crescita decisamente più
elevati per la mortalità, rispetto ai tassi di natalità che portano ad un saldo della crescita naturale negativa con valori superiori al dato
medio nazionale. Si segnala l’unica eccezione per la regione Lombardia che con un tasso di natalità del 8,4‰ e un tasso di mortalità del
9,9‰, mostra il saldo negativo più contenuto (-1,5‰) delle aree territoriali prese in esame e minore al dato medio nazionale.
Dal 2008 ad oggi tale indicatore appare sempre negativo ma, nell’ultimo anno preso in esame, si registra la flessione più elevata del
periodo considerato, sia a livello nazionale, sia nelle aree territoriali prese in esame.
Nel 2013 si registrava, a livello nazionale un calo dell’1,4‰, con un picco del –6,8‰ per la Liguria ma con il 2015 i dati appaiono ancora
meno favorevoli.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
3
Tab. 3 - TASSI DI NATALITA'/MORTALITA'/CRESCITA NATURALE PER REGIONE
Anni 2008-2015
(valori percentuali e crescita naturale calcolata su 1000 residenti)
2008
Natalità
Piemonte
Lombardia
Emilia-Romagna
Toscana
Liguria
ITALIA
9,0
10,2
9,7
9,1
7,7
9,6
Natalità
Piemonte
Lombardia
Emilia-Romagna
Toscana
Liguria
ITALIA
8,5
9,4
9,0
8,5
7,4
9,0
Mortalità
11,2
9,3
11,1
11,4
13,4
9,8
2012
Mortalità
11,6
9,6
11,3
11,8
13,9
10,3
2009
Crescita
Naturale
-2,2
0,9
-1,3
-2,3
-5,7
-0,1
Crescita
Naturale
-3,1
-0,2
-2,3
-3,4
-6,5
-1,3
Natalità
8,8
10,1
9,7
8,7
7,6
9,5
Natalità
8,1
8,9
8,6
7,9
7,0
8,5
Mortalità
11,2
9,2
11,0
11,3
13,5
9,8
2013
Mortalità
11,4
9,2
10,8
11,3
13,7
10,0
2010
Crescita
Naturale
-2,4
0,9
-1,3
-2,6
-5,9
-0,3
Crescita
Naturale
-3,3
-0,3
-2,2
-3,4
-6,8
-1,4
Natalità
8,6
9,9
9,5
8,7
7,4
9,3
Natalità
7,8
8,6
8,2
7,8
6,8
8,3
Mortalità
11,0
9,1
10,7
11,1
13,3
9,7
2014
Mortalità
11,2
9,1
10,7
11,1
13,0
9,8
2011
Crescita
Naturale
-2,3
0,8
-1,3
-2,4
-5,9
-0,4
Crescita
Naturale
-3,4
-0,5
-2,5
-3,3
-6,2
-1,5
Natalità
8,5
9,7
9,4
8,5
7,3
9,1
Natalità
7,5
8,4
8,0
7,3
6,4
8,0
Mortalità
10,9
9,0
10,7
11,0
13,3
9,7
2015
Mortalità
12,3
9,9
11,6
12,1
14,2
10,7
Crescita
Naturale
-2,4
0,7
-1,3
-2,5
-6,0
-0,6
Crescita
Naturale
-4,8
-1,5
-3,5
-4,8
-7,8
-2,7
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
Per quanto riguarda i dati relativi alle quattro province liguri si segnalano, per il 2015, valori in linea con la tendenza regionale con lievi
scostamenti. Mentre le province di Genova e Savona fanno registrare valori lievemente al di sopra al dato medio regionale, Imperia e La
Spezia mostrano valori sensibilmente più contenuti; tale tendenza è confermata per i tassi di mortalità e di crescita naturale. Un fenomeno
differente si evidenzia per i tassi di natalità per cui ciascuna area territoriale ligure registra il medesimo tasso (6,4‰) con la sola eccezione
della provincia di Imperia che mostra un valore sensibilmente più elevato (6,6‰).
Dall’analisi della serie storica si evidenzia come il 2015 sia l’anno con il più basso indice di natalità dei sette anni presi in esame e da
questo, unitamente alla crescita del tasso di mortalità, dipende il saldo negativo del tasso di crescita naturale.
4
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 3a - TASSI DI NATALITA'/MORTALITA'/CRESCITA NATURALE PER PROVINCIA
Anni 2008-2015
(valori percentuali e crescita naturale calcolata su 1000 residenti)
2008
Natalità
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
ITALIA
7,8
7,6
7,8
7,5
7,7
9,6
Natalità
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
ITALIA
7,1
7,3
7,5
7,4
7,4
9,0
Mortalità
13,4
13,2
13,6
13,1
13,4
9,8
2012
Mortalità
12,6
14,0
14,2
13,6
13,9
10,3
2010
2009
Crescita
Naturale
-5,6
-5,6
-5,8
-5,6
-5,7
-0,2
Crescita
Naturale
-5,5
-6,7
-6,7
-6,2
-6,5
-1,3
Natalità
7,6
7,4
7,7
7,6
7,6
9,5
Natalità
Mortalità
12,8
13,2
13,7
13,8
13,5
9,8
2013
Mortalità
6,9
6,7
7,0
7,1
7,0
12,9
14,2
13,8
13,6
13,7
8,5
10,0
Crescita
Naturale
-5,3
-5,8
-6,0
-6,2
-5,9
-0,3
Crescita
Naturale
-6,0
-7,4
-6,8
-6,5
-6,8
-1,4
Natalità
7,2
7,1
7,4
7,2
7,4
9,3
Natalità
Mortalità
12,5
12,5
13,8
13,6
13,3
9,7
2014
Mortalità
6,6
6,8
6,8
6,7
6,8
12,9
13,0
13,0
13,0
13,0
8,3
9,8
2011
Crescita
Naturale
-5,3
-5,4
-6,4
-6,4
-5,9
-0,4
Crescita
Naturale
-6,3
-6,2
-6,2
-6,3
-6,2
-1,5
Natalità
Mortalità
7,0
7,0
7,5
7,1
7,3
12,5
13,1
13,6
13,2
13,3
9,1
9,7
2015
Natalità
Mortalità
6,6
6,4
6,4
6,4
6,4
13,6
14,5
14,4
13,9
14,2
8,0
10,7
Crescita
Naturale
-5,5
-6,1
-6,1
-6,1
-6,0
-0,6
Crescita
Naturale
-7,0
-8,1
-8,0
-7,5
-7,8
-2,7
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L.. - Elaborazioni su dati ISTAT
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
5
6
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Prima di procedere con la lettura dei dati relativi al movimento migratorio si ricorda che l’operazione di revisione delle anagrafi effettuata
dai comuni italiani tra il 2012 e il 2013 mostra la sua influenza anche nella discrepanza con i dati relativi al 2014. Come già indicato negli
aggiornamenti dell’Osservatorio degli anni passati, infatti, tale operazione, successiva al Censimento generale della Popolazione del 9
ottobre 2011 (e che si è conclusa il 30 giugno 2014), ha comportato disallineamenti tra iscrizioni e cancellazioni che hanno condotto ad un
incremento considerevole soprattutto degli iscritti alle anagrafi comunali per “altri motivi”.2
Nel biennio 2012/2013 si evidenziavano valori in flessione per gli iscritti provenienti da altro comune e quelli provenienti dall’estero sia in
Italia che in Liguria, mentre crescevano moltissimo gli iscritti per altri motivi. Ed è proprio questa voce che determinava una impennata dei
nuovi iscritti nel 2013. Analogo fenomeno riguardava anche i cancellati, seppure su valori meno significativi. Conseguentemente anche il
saldo migratorio subiva, sia a livello nazionale che regionale, un repentino innalzamento tra 2012 e 2013. Tale innalzamento, che avrebbe
dovuto evidenziare un notevole dinamismo migratorio, in realtà, era frutto delle operazioni di “aggiustamento” anagrafico. Osservando le
singole voci, infatti, si evidenziava come nel biennio diminuissero sia la mobilità interna che gli ingressi dall’estero, mentre dalle
cancellazioni si registrava una ripresa dei movimenti in uscita sia a livello nazionale che ligure. Questo aspetto rende complessa un’analisi
sull’andamento delle dinamiche migratorie territoriali negli anni.
Soffermandosi sul saldo relativo al 2015, si evidenzia un trend complessivamente positivo per cui le iscrizioni superano le cancellazioni
lasciando presupporre un incremento dei residenti, sia a livello nazionale (+31.730 unità), sia per le aree territoriali prese in esame (Nord
Ovest: +21.654 unità; Nord Est: 14.276 unità; Liguria: +103 unità).
In realtà, se ci si sofferma sul dettaglio delle voci si evidenziano i segnali del crescente fenomeno emigratorio, non solo degli stranieri che
abbandonano l’Italia per far ritorno nel Paese d’origine o per nuovi progetti migratori, ma anche dei giovani italiani che emigrano alla
ricerca di migliori opportunità occupazionali. Osservando dati relativi ai cancellati per l’estero, si evidenzia, in primo luogo, l’incremento
registrato tra il 2014 (136.328 unità) e il 2015 (146.955 unità). Si segnala, inoltre, che, dei circa 147mila cancellati per l’estero nell’ultimo
anno preso in esame, circa l’80% (si calcola oltre 100mila unità3) sia rappresentato da italiani.
Valori di rilievo anche per il saldo migratorio da altro comune che registra una flessione a livello nazionale di 14.761 unità. I cancellati per
altro comune sono più numerosi rispetto agli iscritti, aspetto che lascia presupporre un maggiore flusso in uscita.
Anche il saldo per altri motivi registra un saldo negativo sia a livello nazionale sia a livello territoriale. Anche questo dato sembra, pertanto
confermare un calo della presenza sul territorio nazionale.
2
Tra gli “altri motivi” di iscrizione o cancellazione i casi più frequenti sono determinati da: ricomparsa di persone già cancellate per irreperibilità, ripristini di
persone cancellate in base alla nuova legge sull’iscrizione in tempo reale, cancellazione di stranieri per scadenza del permesso di soggiorno ecc.
3
Cfr: Istat, Bilancio demografico, Anno 2015, Comunicato Stampa del 10 giugno 2016.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
7
Tab. 4 - ISCRIZIONI PER AREA TERRITORIALE E REGIONE
2014-2015
(valori assoluti)
2014
Iscritti da
altro comune
Nord-Ovest
Nord-Est
Liguria
ITALIA
441.351
288.402
35.879
1.313.840
Iscritti
dall'estero
2015
Iscritti per
altri motivi
83.958
57.484
6.822
277.631
55.208
26.486
5.854
176.508
Totale iscritti
Iscritti da
altro comune
580.517
372.372
48.555
1.767.979
435.789
287.770
35.775
1.284.099
Iscritti
dall'estero
80.485
58.142
6.986
280.078
Iscritti per
altri motivi
32.974
21.196
4.596
102.736
Totale iscritti
549.248
367.108
47.357
1.666.913
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
Tab. 4a - CANCELLAZIONI PER AREA TERRITORIALE E REGIONE
2014-2015
(valori assoluti)
Nord-Ovest
Nord-Est
Liguria
ITALIA
2014
Cancellati
Cancellati
Cancellati
per altro
per altri
per l'estero
comune
motivi
424.001
42.927
76.598
274.323
32.494
39.413
35.008
3.878
8.439
1.312.316
136.328
210.623
Totale
cancellati
543.526
346.230
47.325
1.659.267
2015
Cancellati
Cancellati
Cancellati
per altro
per altri
per l'estero
comune
motivi
420.951
46.088
60.555
274.492
34.756
43.584
34.619
3.864
8.771
1.298.860
146.955
189.368
Totale
cancellati
527.594
352.832
47.254
1.635.183
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
8
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 4b - SALDO MIGRATORIO PER AREA TERRITORIALE E REGIONE
2014-2015
(valori assoluti)
2014
Saldo
migratorio da
altro comune
Nord-Ovest
Nord-Est
Liguria
ITALIA
17.350
14.079
871
1.524
Saldo
migratorio
dall'estero
41.031
24.990
2.944
141.303
Saldo
Saldo
migratorio Totale saldo
migratorio da
per altri
migratorio
altro comune
motivi
-21.390
36.991
14.838
-12.927
26.142
13.278
-2.585
1.230
1.156
-34.115
108.712
-14.761
2015
Saldo
migratorio
dall'estero
34.397
23.386
3.122
133.123
Saldo
migratorio Totale saldo
per altri
migratorio
motivi
-27.581
21.654
-22.388
14.276
-4.175
103
-86.632
31.730
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
Dall’esame delle dinamiche a livello provinciale degli iscritti e dei cancellati emergono le medesime difficoltà rilevate a livello nazionale e
regionale. Osservando tuttavia i valori registrati per il 2015 si evidenzia: una mobilità tra comuni poco vivace (in provincia di Genova il
saldo appare negativo, sono più le persone che lasciano il comune rispetto alle nuove registrazioni); un movimento di flussi provenenti
dall’estero in attivo (per quanto con valori contenuti) e un saldo per altri motivi negativo secondo quanto già segnalato.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
9
Tab. 5 - ISCRIZIONI PER AREA TERRITORIALE E PROVINCIA
2014-2015
(valori assoluti)
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
ITALIA
Iscritti da
altro comune
6.103
8.802
14.709
6.265
35.879
1.313.840
2014
Iscritti
Iscritti per
Iscritti da
Totale iscritti
dall'estero
altri motivi
altro comune
1.319
554
7.976
5.948
1.296
645
10.743
8.697
3.321
3.955
21.985
14.789
886
700
7.851
6.341
6.822
5.854
48.555
35.775
277.631
176.508
1.767.979
1.284.099
2015
Iscritti
Iscritti per
Totale iscritti
dall'estero
altri motivi
1.355
538
7.841
1.216
613
10.526
3.346
3.009
21.144
1.069
436
7.846
6.986
4.596
47.357
280.078
102.736
1.666.913
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
Tab. 5a - CANCELLATI PER AREA TERRITORIALE E PROVINCIA
2014-2015
(valori assoluti)
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
ITALIA
2014
Cancellati
Cancellati
Cancellati
per altro
per altri
per l'estero
comune
motivi
5.795
973
722
8.285
648
1.247
15.072
1.942
5.476
5.856
315
994
35.008
3.878
8.439
1.312.316
136.328
210.623
Totale
cancellati
7.490
10.180
22.490
7.165
47.325
1.659.267
2015
Cancellati
Cancellati
Cancellati
per altro
per altri
per l'estero
comune
motivi
5.886
1.037
986
8.338
654
1.169
14.634
1.817
5.887
5.761
356
729
34.619
3.864
8.771
1.298.860
146.955
189.368
Totale
cancellati
7.909
10.161
22.338
6.846
47.254
1.635.183
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
10
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 5b - SALDO MIGRATORIO PER AREA TERRITORIALE E PROVINCIA
2014-2015
(valori assoluti)
2014
Saldo
migratorio da
altro comune
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
ITALIA
308
517
-363
409
871
1.524
Saldo
migratorio
dall'estero
346
648
1.379
571
2.944
141.303
Saldo
Saldo
migratorio Totale saldo
migratorio da
per altri
migratorio
altro comune
motivi
-168
486
62
-602
563
359
-1.521
-505
155
-294
686
580
-2.585
1.230
1.156
-34.115
108.712
-14.761
2015
Saldo
migratorio
dall'estero
318
562
1.529
713
3.122
133.123
Saldo
migratorio Totale saldo
per altri
migratorio
motivi
-448
-68
-556
365
-2.878
-1.194
-293
1.000
-4.175
103
-86.632
31.730
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
Per quanto riguarda la composizione per età, si confermano le tendenze già emerse nel corso degli anni di un consolidamento della
componente anziana nel tessuto sociale sia nazionale che regionale e quindi il progressivo invecchiamento della popolazione.
In particolare la Liguria, si conferma come una regione dallo scarso ricambio generazionale:
-
gli over 65 in Liguria, nel 2015, sono il 28,2% del complesso della popolazione a fronte del dato medio nazionale che si attesta sul
22%. Tra le regioni contermini, il dato ligure appare il più elevato; segue la Toscana che raggiunge una presenza del 24,9%;
-
gli under 14, rappresentano per la Liguria l’11,5% del complesso della popolazione residente (il dato nazionale raggiunge invece il
13,7%), il valore più contenuto tra le regioni contermini che oscillano tra il 12,8% (registrato in Toscana) ed il 14,1% (registrato in
Lombardia);
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
11
-
anche il dato relativo all’età media conferma la Liguria come una regione tendenzialmente matura. In Liguria l’età media risulta,
infatti, di 48,5 anni, contro i 44,7 del dato medio nazionale; le regioni contermini alla Liguria registrano valori compresi tra i 46,5
anni (età media in Toscana) e i 44,6 (età media in Lombardia);
-
l’indice di vecchia (inteso come il rapporto tra vecchie e nuove generazioni) per la Liguria appare decisamente più elevato del
dato nazionale (161,4%) attestandosi sul 246,5%. Si tratta di un indice notevolmente superiore non solo al dato nazionale, ma
anche a quello di tutte le regioni circostanti; si segnala la crescita dell’incidenza percentuale degli anziani sulla popolazione
complessiva che, a livello nazionale, aumenta di quasi 5 punti percentuali, passando dal 151,7% del 2014 al 161,4% del 2015.
-
l’indice di dipendenza strutturale (ovvero il rapporto tra generazioni in età non attiva – minori fino a 14 anni e over 65 – e
generazioni in età attiva – 15-64 anni) in Liguria si attesta al 65,8%, oltre 10 punti percentuali in più rispetto al dato medio
nazionale (55,5%);
-
l’indice di dipendenza anziani (inteso come il rapporto tra la popolazione di 65 anni e la popolazione in età attiva – 15-64 anni)
rispecchia la realtà descritta dagli altri indicatori, esso infatti risulta pari al 46,8% a fronte del 34,3% registrato sul piano nazionale.
Ai fini di una migliore integrazione nella lettura dei dati demografici e di quelli sul mercato del lavoro è interessante considerare anche
l’indice di struttura della popolazione attiva (costituito dal rapporto percentuale tra la popolazione in età 40-64 anni e la popolazione in
età 15-39 anni). Questo indicatore offre un quadro sintetico del livello di invecchiamento della popolazione in età lavorativa. Indica il grado
di invecchiamento della popolazione attiva rapportando le generazioni più vecchie (ancora attive) alle generazioni più giovani che saranno
destinate a sostituirle. Un valore più contenuto dell’indice evidenzia una struttura per età più giovane della popolazione potenzialmente
lavorativa e quindi maggiori possibilità di dinamismo e di adattamento al lavoro. In Liguria tale indice risulta pari nel 2015 a 211,6, un
valore particolarmente elevato soprattutto se confrontato con il dato medio nazionale (129, 27) e quello delle altre regioni contermini:
Piemonte 143,68, Lombardia 134,52, Toscana 142,45, Emilia Romagna 140,65.
A livello provinciale i valori rispecchiano la tendenza regionale.
12
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 6 - INDICATORI DEMOGRAFICI A LIVELLO NAZIONALE E REGIONALE
Anni 2014-2015
valori percentuali
2014
Piemonte
Lombardia
Emilia-Romagna
Toscana
Liguria
ITALIA
2015
Piemonte
Lombardia
Emilia-Romagna
Toscana
Liguria
ITALIA
Over 65
anni
Under 14
anni
Età media
Indice
Indice
Indice
dipendenza dipendenza
vecchiaia
strutturale
anziani
24,5
21,6
23,5
24,8
28,0
12,9
14,2
13,5
12,8
11,5
46,2
44,4
45,6
46,3
48,3
189,6
152,6
173,6
192,9
242,7
21,7
13,8
44,4
157,7
Over 65
anni
Under 14
anni
Età media
59,7
55,8
58,6
60,2
65,4
55,1
39,1
33,7
37,2
39,7
46,3
33,7
Indice
Indice
Indice
dipendenza dipendenza
vecchiaia
strutturale
anziani
24,8
21,9
23,6
24,9
28,2
12,8
14,1
13,4
12,8
11,5
46,4
44,6
45,7
46,5
48,5
193,7
155,7
175,6
195,4
246,5
22,0
13,7
44,7
161,4
60,2
56,2
58,8
60,4
65,8
55,5
39,7
34,2
37,5
40,0
46,8
34,3
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
13
Tab. 7 - INIDICATORI DEMOGRAFICI A LIVELLO PROVINCIALE
Anni 2014-2015
valori percentuali
2014
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
ITALIA
2015
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
ITALIA
Over 65
anni
Under 14
anni
Età media
Indice
Indice
Indice
dipendenza dipendenza
vecchiaia
strutturale
anziani
27,5
28,5
28,1
27,5
28,0
11,4
11,5
11,6
11,5
11,5
48,0
48,6
48,4
48,1
48,3
240,2
247,5
242,7
239,4
242,7
21,7
13,8
44,4
157,7
Over 65
anni
Under 14
anni
Età media
63,7
66,9
65,8
63,8
65,4
55,1
45,0
47,6
46,6
45,0
46,3
33,7
Indice
Indice
Indice
dipendenza dipendenza
vecchiaia
strutturale
anziani
27,7
28,7
28,4
27,6
28,2
11,3
11,5
11,5
11,4
11,5
48,2
48,8
48,6
48,2
48,5
244,6
251,0
246,7
241,7
246,5
22,0
13,7
44,7
161,4
63,9
67,2
66,3
63,8
65,8
55,5
45,4
48,0
47,2
45,1
46,8
34,3
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
14
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
2. Un approfondimento sulla fecondità
Per quanto riguarda il tasso di fecondità (o numero medio di figli per donna) si osserva come nel 2015 secondo le stime dell’Istat in Liguria
esso risulti pari a 1,31, mostrando una sensibile flessione rispetto all’anno precedente (1,33). Da osservare come il tasso abbia
ricominciato a crescere dal 2008 per poi scendere nel 2011 all’1,34 mostrando quindi sensibili oscillazioni che indicano una stazionarietà
del fenomeno nonché il valore più contenuto dell’ultimo quinquennio.
Analogamente agli altri indicatori demografici il tasso ligure risulta più basso sia in riferimento al dato medio nazionale (1,35), sia a quelli
del Nord Est e del Nord Ovest (con valori rispettivamente pari all’1,42 e 1,41). Il trend del dato nazionale e quello delle aree del Nord Est e
del Nord Ovest mostrano un andamento più regolare rispetto al dato ligure con una costante crescita fino al 2010, anno a cui segue una
flessione generalizzata.
Come osservato dall’Istat la fase di “recupero della fecondità” sembra ormai conclusa. L’interruzione, a partire dal 2008 del processo di
recupero della riproduttività nazionale nasconde significative trasformazioni demografiche che la crisi del contesto socio economico ha
senz’altro contribuito ad accentuare.4 Il recupero di fecondità verificatosi nel periodo 1995-2008 (da attribuirsi in buona misura alla
transizione nelle età più feconde delle donne appartenenti alle generazioni nate nel baby boom), nonostante gli spostamenti in avanti
dell’età media del parto, sconta - nel periodo 2009-2015 - una contrazione complessiva delle donne in età riproduttiva.
4
Cfr. ISTAT “ Indicatori demografici. Stime per l’anno 2015
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
15
Tab.7- TASSI DI FECONDITA' - CONFRONTO RIPARTIZIONALE
Anni 1991/2015
(valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
ITALIA
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
ITALIA
1991
1,01
1,11
1,09
1,33
2003
1,10
1,24
1,26
1,29
1992
1,03
1,10
1,10
1,32
2004
1,17
1,32
1,35
1,34
1993
0,97
1,07
1,06
1,26
2005
1,19
1,33
1,36
1,34
1994
0,94
1,04
1,04
1,22
2006
1,24
1,39
1,41
1,37
1995
0,94
1,05
1,05
1,19
2007
1,28
1,43
1,45
1,40
1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002
0,97
0,98
0,99
0,99
1,04
1,06
1,09
1,08
1,11
1,11
1,13
1,18
1,19
1,22
1,09
1,11
1,13
1,15
1,21
1,21
1,24
1,22
1,23
1,21
1,23
1,26
1,25
1,27
2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015*
1,35
1,36
1,37
1,34
1,38
1,34
1,33
1,31
1,49
1,51
1,52
1,49
1,48
1,45
1,43
1,41
1,50
1,50
1,52
1,49
1,47
1,45
1,43
1,42
1,45
1,45
1,46
1,44
1,42
1,39
1,37
1,35
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati ISTAT
* stima
16
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
17
18
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
1. La scuola dell’obbligo e la secondaria di secondo grado1
Gli studenti iscritti alla scuola primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado (statali e non statali) nell’anno scolastico
2015/16 sono aumentati dal 1995/96 da 152.907 a 160.851, registrando un incremento del +5,2% (pari a +7.944 unità). Rispetto all’anno
scorso si registra invece un decremento del -0,2% (pari a -382 unità).
Gli studenti iscritti agli ordini di scuola presi in esame nell’anno scolastico 2015/16 risultano così distribuiti:
- il 38,2% nella scuola primaria (pari a 61.453 unità),
- il 38% nelle scuole secondarie di secondo grado (pari a 61.097 unità),
- mentre il restante 23,8% frequenta le scuole secondarie di primo grado (pari a 38.301 unità).
Iscritti in Liguria
a scuola primaria e secondaria di I e II grado
anni scolastici 1995/96 e dal 2007/08 al 2015/16
162.707 163.086
158.566
160.122 159.338
158.706
Studenti iscritti in Liguria - a.s. 2015/16
160.963 161.233 160.851
Scuola
secondaria
di II grado
38,0%
Scuola
primaria
38,2%
152.907
1995/96 2007/08 08/09
09/10
10/11
11/12
12/13
13/14
14/15
15/16
Scuola
secondaria
di I grado
23,8%
1
I dati utilizzati sono quelli forniti dall’Ufficio Scolastico Regionale della Regione Liguria, tranne che per l’anno scolastico 2010/11 per il quale è stata utilizzata banca dati
regionale SIDDIF – Sistema Informativo Diritto Dovere Istruzione e Formazione e per gli ultimi anni, 2013/14, 2014/15 e 2015/16 per i quali si è fatto riferimento ai dati
forniti dall’Ufficio di Statistica nazionale del MIUR.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
19
Confrontando l’anno scolastico 2015/2016 con quello del 1995/1996, la variazione complessiva maggiore si nota nelle scuole primarie che
registrano un aumento del +10,4% di iscrizioni (+5.711 unità), seguita dalle scuole secondarie di primo grado che segnano un incremento
del +5,7% (pari a +2.075 unità) e dalle secondarie di secondo grado con un +0,2% (pari a +98 unità).
Rispetto all’anno scolastico precedente gli scostamenti sono di poca entità: nelle secondarie di secondo grado si registra un lieve aumento
del +0,1% (pari a +40 unità), mentre calano le primarie del -0,3% (pari a -205 unità) e le secondarie di primo grado (-0,6%, pari a -217
unità).
Tab. 1 - STUDENTI ISCRITTI IN LIGURIA E NELLE PROVINCE
1995/96 – 2015/16
(valori assoluti - variazioni percentuali)
Province
scuole primarie
1995/96
2015/16
secondarie di I grado
Variaz.%
1995/96
2015/16
secondarie di II grado
Variaz.%
1995/96
2015/16
Variaz.%
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
30.748
7.823
7.861
9.250
33.563
8.250
8.709
10.931
9,2
5,5
10,8
18,2
20.002
4.983
5.120
6.121
20.713
5.181
5.430
6.977
3,6
4,0
6,1
14,0
34.326
7.449
8.698
10.526
33.343
8.185
8.711
10.858
-2,9
9,9
0,1
3,2
LIGURIA
55.682
61.453
10,4
36.226
38.301
5,7
60.999
61.097
0,2
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati Ufficio Scolastico Regionale Liguria e Ufficio Statistica - MIUR
20
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Osservando i dati per provincia, quella di Genova conta ovviamente le presenze più rilevanti in termini di valori assoluti:
-
33.563 alunni iscritti nelle scuole primarie con una variazione del +9,2% (pari a +2.815 unità) rispetto all’ anno scolastico 1995/96;
20.713 alunni iscritti nelle scuole secondarie di primo grado, con una variazione del +3,6% (pari a +711 unità);
33.343 alunni iscritti nelle scuole secondarie di secondo grado, con una variazione complessiva delle iscrizioni del -2,9% (pari a -983
unità).
La provincia Imperia nel 2015/16 registra, rispetto all’anno scolastico 1995/96, le seguenti variazioni:
-
+5,5% nelle scuole primarie (pari a +427 unità);
+4% nelle scuole secondarie di primo grado (pari a +198 unità);
+9,9% nelle scuole secondarie di secondo grado (pari a +736 unità).
La provincia di La Spezia registra le seguenti variazioni:
-
+10,8% nelle scuole primarie (pari a +848 unità);
+6,1% nelle scuole secondarie di primo grado (pari a +310 unità);
+0,1% nelle scuole secondarie di secondo grado (pari a +13 unità).
La provincia di Savona segnala la percentuale di aumento più significativa nelle iscrizioni alle scuole primarie, sia in termini percentuali che
assoluti, con un +18,2% (pari a +1.681 unità). Valori positivi anche per le iscrizioni alle scuole secondarie di primo grado che mostrano una
crescita del +14% (pari a +856 unità) e per quelle alle scuole secondarie di secondo grado con un +3,2% (pari a +332 unità).
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
21
2. Gli studenti stranieri in Liguria
In Liguria le scuole dell’obbligo e le secondarie di secondo grado, statali e non statali, nell’anno scolastico 2015/16, contano 18.795
studenti stranieri e rappresentano l’11,7% della popolazione studentesca, popolazione che si attesta a 160.851 unità. Negli anni il numero
di studenti stranieri è progressivamente e costantemente aumentato: dal 2004/05 sono l’86,8% in più (+8.731 unità).
Osservando la distribuzione degli studenti sul territorio ligure si evidenzia una simile ripartizione della presenza di studenti complessivi e
stranieri nelle quattro province, seppure con qualche differenza: gli studenti si concentrano, infatti, nella provincia del capoluogo ligure che
raccoglie il 54,5% del complesso della popolazione scolastica e il 55% degli alunni stranieri. Savona registra il 17,9% degli alunni totali e il
16,3% degli studenti stranieri; Imperia il 13,4% degli alunni totali e il 14,5% degli studenti stranieri; infine, La Spezia il 14,2% degli alunni
totali e il 9% degli studenti stranieri.
Stranieri iscritti in Liguria
a scuola primaria e secondaria di I e II grado
anni scolastici dal 2004/05 al 2015/16
14.435
16.610
15.613 16.112
18.584 18.743 18.795
17.657 18.265
Tab. 1 - ALUNNI TOTALI E STRANIERI ISCRITTI NELLE
SCUOLE LIGURI PER PROVINCIA
Anno scolastico 2015/16
(valori assoluti - valori percentuali)
12.699
10.064
11.038
2004/05 05/06
Province
06/07
07/08
08/09
09/10
10/11
11/12
12/13
13/14
14/15
15/16
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
LIGURIA
Alunni totali
v.a.
v.%
87.619
54,5%
21.616
13,4%
22.850
14,2%
28.766
17,9%
160.851
100,0%
Alunni Stranieri
v.a.
v.%
10.341
55,0%
2.727
14,5%
1.697
9,0%
3.066
16,3%
18.795
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria- O.M.L. - Elaborazioni su dati Ufficio Statistica MIUR
22
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
ALUNNI TOTALI e di cui STRANIERI
NELLE SCUOLE LIGURI - a.s. 2015/16
alunni totali
alunni stranieri
87.619
Tab. 2 - ALUNNI TOTALI E STRANIERI ISCRITTI IN LIGURIA
PER ORDINE DI SCUOLA
Anno scolastico 2015/16
(valori assoluti - valori percentuali)
Scuola
Primaria
Secondaria di I grado
Secondaria di II grado
Totale
Alunni totali
v.a
v.%
61.453
38,2%
38.301
23,8%
61.097
38,0%
160.851
100,0%
Alunni stranieri
v.a
v.%
7.662
40,8%
4.651
24,7%
6.482
34,5%
18.795 100,0%
10.341
Genova
28.766
22.850
21.616
2.727
Imperia
1.697
La Spezia
3.066
Savona
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati Ufficio Statistica - MIUR
ALUNNI TOTALI di cui STRANIERI ISCRITTI IN
LIGURIA PER ORDINE DI SCUOLA - a.s. 2015/16
alunni totali
alunni stranieri
61.453
61.097
38.301
7.662
Primaria
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
4.651
6.482
Secondaria di I grado Secondaria di II grado
23
Nel 2015/16 l’ordine di scuola che registra in termini percentuali le presenze più significative di alunni stranieri è la scuola primaria con un
40,8%, seguita dalla secondaria di II grado e dalla secondaria di I grado. In particolare, nell’ultimo anno scolastico preso in esame, gli
alunni totali e quelli stranieri risultano rispettivamente così ripartiti:
- il 38,2% e il 40,8% nella scuola primaria;
- il 23,8% e il 24,7% nella scuola secondaria di primo grado;
- il 38% e il 34,5% nella scuola secondaria di secondo grado.
Soffermandosi sul peso percentuale degli studenti stranieri sul totale della popolazione scolastica considerata emerge che il valore più
alto, nel 2015/16, è registrato dalla scuola primaria con un 12,5%, seguito dalla scuola secondaria di primo grado dove gli stranieri sono il
12,1% degli studenti e dalla scuola secondaria di secondo grado con un 10,6%.
Passando all’analisi della variazione delle iscrizioni tra gli anni scolastici 2004/05 e 2015/16 si osserva che gli studenti stranieri sono in
totale aumentati del +86,8% in Liguria. Gli stranieri registrano la crescita più significativa nelle scuole secondarie di secondo grado
(+156,2% pari a +3.952 unità) seguiti dalla scuola primaria (+68,4% pari a +3.112 unità) e dalla scuola secondaria di primo grado (+55,9%
pari a +1.667 unità). Dall’anno scorso si registra un aumento complessivo contenuto, dello 0,4%, dato in particolare dall’aumento del
+3,3% di stranieri nella scuola primaria, mentre si registra un calo del -0,8% nella secondaria di primo grado e del -2,5% nella secondaria
di secondo grado.
Gli alunni complessivi dal 2004/05 hanno avuto un aumento decisamente più contenuto, pari al 4%: un +2,5% nella primaria, un +9,2%
nella secondaria di secondo grado ed un calo del -1% nella secondaria di primo grado. Rispetto all’anno scolastico precedente (2014/15)
diminuiscono leggermente invece gli alunni complessivi nella primaria -0,3%, nella secondaria di primo grado -0,6% e restano stabili in
quella di secondo grado con un +0,1%.
24
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab 3 - ALUNNI TOTALI E STRANIERI ISCRITTI IN LIGURIA PER ORDINE DI SCUOLA
Anni scolastici dal 2004/05 al 2015/16
(valori assoluti - valori percentuali - peso percentuale)
2004/05
Scuola
Primaria
Second. di I grado
Second. di II grado
Totale
Scuola
Primaria
Second. di I grado
Second. di II grado
Totale
Scuola
Primaria
Second. di I grado
Second. di II grado
Totale
Alunni
totali
Alunni
stranieri
59.979
38.677
55.950
154.606
4.550
2.984
2.530
10.064
2008/09
Alunni
totali
Alunni
stranieri
61.739
38.617
59.766
160.122
6.452
4.379
4.782
15.613
2012/13
Alunni
totali
Alunni
stranieri
62.098
39.798
61.190
163.086
6.842
4.939
6.484
18.265
2005/06
% Alunni
Alunni
stranieri
totali
su tot.
7,6% 60.438
7,7% 38.057
4,5% 56.963
6,5% 155.458
% Alunni
stranieri
su tot.
10,5%
11,3%
8,0%
9,8%
Alunni
totali
61.740
39.362
58.236
159.338
% Alunni
Alunni
stranieri
totali
su tot.
61.566
11,0%
39.213
12,4%
60.184
10,6%
11,2% 160.963
% Alunni
Alunni
Alunni
stranieri
stranieri
totali
su tot.
4.673
7,7% 61.387
3.164
8,3% 37.572
3.201
5,6% 58.754
11.038
7,1% 157.713
2009/10
% Alunni
Alunni
Alunni
stranieri
stranieri
totali
su tot.
6.360
10,3% 62.103
4.523
11,5% 38.722
5.229
9,0% 57.881
16.112
10,1% 158.706
2013/14
% Alunni
Alunni
Alunni
stranieri
stranieri
totali
su tot.
7.240
61.658
11,8%
4.915
38.518
12,5%
6.429
61.057
10,7%
11,5% 161.233
18.584
2006/07
Alunni
stranieri
5.248
3.617
3.834
12.699
2010/11
Alunni
stranieri
6.360
4.648
5.602
16.610
2014/15
Alunni
stranieri
7.488
4.679
6.576
18.743
% Alunni
Alunni
stranieri
totali
su tot.
8,5% 61.609
9,6% 37.850
6,5% 59.107
8,1% 158.566
% Alunni
Alunni
stranieri
totali
su tot.
62.030
10,2%
39.834
12,0%
60.843
9,7%
10,5% 162.707
% Alunni
Alunni
stranieri
totali
su tot.
61.453
12,1%
38.301
12,1%
61.097
10,8%
11,6% 160.851
Fonte: Elaboraz.OML - ARSEL Liguria su dati Uff. Scolastico Regionale Liguria - MIUR; A.S. 2010/11 su dati SIDDIF - Regione Liguria; A.S. 2013/14, 2014/15 e 2015/16 su dati Ufficio di
Statistica MIUR
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
25
Alunni totali iscritti in Liguria per ordine di scuola
aa.ss. dal 2004/05 al 2015/16
65.000
Tab 3a - VARIAZIONI ALUNNI TOTALI E STRANIERI ISCRITTI
IN LIGURIA PER ORDINE DI SCUOLA
Anni scolastici 2004/2005 - 2015/16
(valori assoluti - valori percentuali)
60.000
55.000
50.000
45.000
Scuola
Primaria
Secondaria di I grado
Secondaria di II grado
Totale
Variazioni 2004/05 - 2015/16
Alunni totali
Alunni Stranieri
v.a.
v.%
v.a.
v.%
1.587
2,6%
2.690
59,1%
536
1,4%
1.931
64,7%
4.234
7,6%
3.899 154,1%
6.357
4,1%
8.520
84,7%
40.000
35.000
2004/0505/06 06/07 07/08 08/09 09/10 10/11 11/12 12/13 13/14 14/15 15/16
Primaria
Fonte: Elaborazione OML -ARSEL Liguria su dati Ufficio Scolastico Regionale
Liguria - MIUR e Ufficio Statistica MIUR
Secondaria di I grado
Secondaria di II grado
Alunni stranieri iscritti in Liguria per ordine di scuola
aa.ss. dal 2004/05 al 2015/16
9.000
8.000
7.000
6.000
5.000
4.000
3.000
2.000
1.000
2004/0505/06 06/07 07/08 08/09 09/10 10/11 11/12 12/13 13/14 14/15 15/16
Primaria
26
Secondaria di I grado
Secondaria di II grado
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
3. L’università
La riorganizzazione dell’Università di Genova, come sintetizzato nello schema seguente, vede la suddivisione in 5 Scuole e 11 Aree,
queste ultime riconducibili alle precedenti Facoltà.
Rispetto alle analisi precedenti ed in linea con i cambiamenti e le semplificazioni organizzative realizzate, i dati forniti dall’Ufficio statistico
dell’Università degli Studi di Genova, sui quali si basa questa sezione, hanno subito modifiche negli anni: gli iscritti ed i laureati dei corsi
Interfacoltà sono stati accorpati alle rispettive Aree di riferimento e non più forniti come elemento distinto, così come i Diplomi universitari in
esaurimento. Per mantenere quindi una corretta comparabilità dei dati delle serie storiche di dettaglio, si è adottata nelle ultime analisi la
nuova ripartizione, resa disponibile dall’anno accademico 2011/12.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
27
Nell’anno accademico 2015/16 gli iscritti complessivi all’Università degli Studi di Genova sono 31.399. Si registra quindi una ulteriore
diminuzione di 869 iscritti rispetto all’anno precedente (-2,7%), e dal 2010/2011 si perdono ben 5.998 studenti universitari in Liguria
(-13,7%).
La serie storica complessiva a partire dal 2001/02 degli iscritti presso l’Università di Genova ai Corsi di Laurea, ai Diplomi Universitari e
ai corsi Interfacoltà, evidenzia che il calo è iniziato dall’anno 2011/12, quando gli effetti della crisi hanno iniziato a manifestarsi in modo più
evidente e ad avere risonanza anche su settori come l’istruzione.
Si tratta di una tendenza nazionale, non solo ligure: secondo i dati del MIUR negli ultimi anni si sono registrati circa trentamila
immatricolati in meno e negli ultimi dieci anni oltre 78mila. Secondo diversi studi a livello nazionale, tra i fattori che possono avere inciso
sul tracollo nelle iscrizioni si possono annoverare l’aumento delle tasse universitarie, l’estensione del numero chiuso a molti corsi di
Laurea oltre a quelli a numero programmato e la riduzione delle borse di studio. Su questo pesa anche un probabile calo della fiducia
rispetto alla possibilità di trovare un lavoro adeguato all’impegno richiesto da un’istruzione accademica, visti i dati sulla disoccupazione
giovanile e non, fatto che può aver pesato anche sulla possibilità e la disponibilità delle famiglie italiane di mantenere o sostenere in parte
un figlio all'università. Sebbene infatti gli studi di Istat e Ocse ribadiscano che la laurea serva sia a trovare lavoro sia a ottenere uno
stipendio più alto rispetto a un diplomato, i tempi per ottenere tali risultati sono piuttosto lunghi; inoltre la differenza tra il salario di un
laureato e di un diplomato si è assottigliata, e spesso i laureati hanno contratti di lavoro più precari, o se si preferisce più flessibili, rispetto
ai diplomati.
28
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected]ia.it- sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
29
L’Area con il maggior numero di iscritti resta anche per quest’anno Medicina e Chirurgia (17,3%), seguita sempre da Ingegneria (17,1%),
Economia (12,3%), Giurisprudenza (10,1%). Si continua con Scienze della Formazione (8,6%), Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
(7,7%) Lingue e Letterature Straniere (7,4%), Architettura (6,5%), Lettere e Filosofia (6,2%), per concludere con Scienze Politiche (4,2%) e
Farmacia (2,6%).
30
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Rispetto all’Anno Accademico 2011/2012, tutte le Aree registrano una flessione delle immatricolazioni con un complessivo -13,7% di iscritti
negli ultimi quattro anni accademici. Le variazioni percentuali maggiori le registrano l’Area di Lettere e Filosofia con il -28,4% (-770 iscritti),
seguita da Architettura -27,1% (-758 iscritti) e Scienze Politiche -24,8% (-436 iscritti). Le tre Aree con la diminuzione minore di iscritti sono
Ingegneria che resta stabile con un -0,02% (-1 iscritto), Scienze Matematiche Fisiche e Naturali con il -6,8% (-176 iscritti) e Medicina e
Chirurgia (-545).
Dal confronto con l’anno accademico precedente, nel 2015/2016 si osserva un calo generale del -2,7%. Si hanno incrementi di iscritti per
le Aree di Scienze della Formazione +2% (+53 iscritti), di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali +1,4% (+34 iscritti), di Economia +1,1%
(+42 iscritti) e di Farmacia +0,6% (+5iscritti ). Perdono il maggior numero di iscritti rispetto al 2014/15 l’Area di Lettere e Filosofia -7,3% (153 iscritti), Architettura (-153 iscritti) e Giurisprudenza -5,7% (-191 iscritti).
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
31
I laureati complessivi dell’Università degli Studi di Genova nell’anno accademico 2014/15 sono 5.8363, 137 in meno rispetto al precedente
(-2,3%) e 454 in meno rispetto al 2011/12 (-7,2%) un ulteriore calo dopo la serie positiva che si è avuta dal 2009/10.
La ricostruzione della serie storica dal 2000/01 dei laureati complessivi, comprendente chi ha terminato i Corsi di Laurea, i Diplomi
Universitari e i Corsi Interfacoltà, evidenzia un generale aumento del numero di laureati: dal 2000/01 se ne contano 1.326 in più.
L’incremento iniziale, dal 2000/01 al 2004/05, è con probabilità attribuibile anche all’introduzione del cosiddetto 3+2, che permette di
ottenere già il titolo di dottore dopo tre anni. Su quello registrato invece dal 2009 al 2012, secondo quanto affermato da alcuni studi a livello
nazionale, può aver inciso positivamente accelerando il percorso di studi l’aumento generale delle tasse universitarie, in particolare per gli
studenti fuori corso e che potrebbe adesso avere esaurito il suo effetto.
32
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Le Aree che presentano il più alto numero di laureati nel 2014/15 sono: Medicina e Chirurgia (19,8%), Ingegneria (18,6%), Economia
(11,2%), Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali che supera Architettura e Scienze della Formazione (9%). Seguono con percentuali
ravvicinate Architettura (8,2%), Scienze della Formazione (8,1%), Giurisprudenza (7,7%), Lingue e Letterature straniere (6,6%) e Lettere e
Filosofia (6,3%) . Chiudono Scienze Politiche (4,2%), e Farmacia (1,3%).
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
33
Aumentano in termini percentuali dal 2011/2012 i laureati nell'Area di Medicina e Chirurgia (+8,8%), di Ingegneria (+6,3%) e di Scienze
Matematiche, Fisiche e Naturali (+3%). Dal 2013/2014 registrano una tendenza positiva sempre Ingegneria (+9,2%), Medicina e Chirurgia
(+8,7%) e Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali (+5,5%%) e troviamo inoltre Architettura (+6,3%) e Giurisprudenza (+0,9%).
A occupare gli ultimi tre posti come riduzione di numero di laureati rispetto al 2011/12 ci sono le Aree di Lettere e Filosofia (-28,1%),
Scienze Politiche (-25,7%) e Scienze della Formazione (-23,3%); rispetto al 2013/14 troviamo invece Economia (-21%), Farmacia (-19,6%)
e Lettere e Filosofia (-15,9%).
34
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
1. Il mercato del lavoro regionale (media 2008-2015)
1.1 L’occupazione
In Italia, secondo i dati diffusi dall’ISTAT1 tra il 2008 e il 2015 l’occupazione è scesa di 625mila unità (-2,7%) attestandosi sulle
22.465.000 unità. In termini percentuali il Nord Est ha avuto una contrazione vicina a quella della media italiana, mentre nel Nord Ovest
la flessione è stata dell’1,6%. L’occupazione ligure è passata dalle 636mila unità del 2008 alle 612mila del 2015 (-3,8%), una flessione
più marcata non solo rispetto al Nord Ovest ma anche se paragonata al dato di media nazionale.
Tab. 1a - ANDAMENTO
DELL'OCCUPAZIONE CONFRONTO RIPARTIZIONALE
2008 -2015
Tab. 1 - ANDAMENTO DELL'OCCUPAZIONE CONFRONTO RIPARTIZIONALE
Anni 2008 - 2015
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
(variazioni assolute e percentuali)
2008
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
v.a.
636
6.828
5.068
23.090
2015
v.%
2,7%
29,5%
21,5%
100,0%
v.a.
612
6.721
4.943
22.465
v.%
2,7%
29,9%
22,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2008/Media 2015)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
Variazioni
2008/2015
v.a.
v.%
-24
-3,8%
-107
-1,6%
-125
-2,5%
-625
-2,7%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su
dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media
2008/Media 2015)
1
In data 2 Marzo 2015 l’ISTAT ha comunicato che, a seguito della ricostruzione statistica delle serie regionali di popolazione del periodo 1/1/2002-1/1/2014 diffusa il 14
Gennaio 2015, sono stati ricalcolati i dati trimestrali sugli occupati, disoccupati e forze lavoro dal secondo trimestre 2002 al terzo trimestre 2014 e conseguentemente
anche i dati annuali dal 2002 al 2013. Pertanto i dati relativi all’anno 2008 riportati sono quelli ricalcolati sulla base della ricostruzione effettuata.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
35
Il tasso di occupazione è in diminuzione in tutte le aree considerate. In Italia scende dal 58,6% al 56,3%, nel Nord Ovest la contrazione
è meno marcata (-1,6%) e l’indicatore si attesta sul 64,5%, mentre la Liguria fa registrare una flessione più contenuta (-1,2%),
nonostante il tasso (62,4%) sia comunque inferiore a quello del Nord Ovest (-2,1 punti percentuali).
TASSI DI OCCUPAZIONE CONFRONTO RIPARTIZIONALE
ANNI 2008 - 2015
Tab. 2 - DINAMICA DEL TASSO
DI OCCUPAZIONE 15- 64 ANNI CONFRONTO RIPARTIZIONALE
Anni 2008 - 2015
2015
56,3%
(valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
Italia
2008
63,6%
66,1%
67,9%
58,6%
2015
62,4%
64,5%
65,3%
56,3%
2008
58,6%
65,3%
Nord Est
67,9%
64,5%
Nord Ovest
Fonte: Istat - Rilevazione sulle Forze di
Lavoro (Media 2008/Media 2015)
Liguria
66,1%
62,4%
63,6%
36
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tra gli occupati continuano a prevalere gli uomini (55,1%), anche se rispetto al 2008 diminuiscono di 24mila unità (-6,6%), mentre
l’occupazione femminile rimane stabile sui livelli del 2008 (circa 275mila unità).
Tab. 3 - OCCUPATI PER GENERE IN LIGURIA
Anni 2008 - 2015(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
2008
M
F
Totale
v.a.
361
275
636
2015
v.%
56,8%
43,2%
100,0%
v.a.
337
275
612
v.%
55,1%
44,9%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2008/ Media 2015)
(*) Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono
risultare discordanti di un range di 1/3 punti
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
37
Il 78,6% dei liguri ha un impiego nel terziario (-1,6% rispetto al 2008), l’industria invece che comunque rappresenta il 19,4%
dell’occupazione in 7 anni ha perso il 10,5% degli occupati, con il manifatturiero in calo del 16,5%.
Tab. 4 - OCCUPATI PER RAMO DI ATTIVITA'
ECONOMICA IN LIGURIA
Anni 2008 - 2015(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
2008
v.a.
Agricoltura
Industria
Industria in
senso stretto
Servizi
Totale
2015
14
133
v.%
2,2%
20,9%
v.a.
12
119
v.%
2,0%
19,4%
85
489
636
13,4%
76,9%
100,0%
71
481
612
11,6%
78,6%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2008/ Media 2015)
(*) Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono
risultare discordanti di un range di 1/3 punti
38
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Gli occupati si concentrano prevalentemente tra i 45-54 anni (32,5% in Liguria e 30,2% in Italia) mentre le maggiori difficoltà si riscontrano
tra i 15-24 anni soprattutto in Liguria dove gli occupati sono il 3,3% rispetto al 4,1% nazionale. Anche la coorte immediatamente
successiva, 25-34 anni, ha qualche difficoltà con il 15,7% di occupati liguri rispetto al 18,2% italiano.
Tab. 5 - OCCUPATI PER CLASSE DI ETA' E GENERE
Anno 2015
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
LIGURIA
Maschi
v.a.
15-24 anni
25-34 anni
35-44 anni
45-54 anni
55-64 anni
15-64 anni
65 anni e oltre
Totale
11
51
92
109
61
324
13
337
15-24 anni
25-34 anni
35-44 anni
45-54 anni
55-64 anni
15-64 anni
65 anni e oltre
Totale
569
2.332
3.725
3.901
2.192
12.718
367
13.085
Femmine
v.%
v.a.
3,3%
8
15,1%
45
27,3%
78
32,3%
91
18,1%
49
96,1%
270
3,9%
5
100,0%
275
ITALIA
4,3%
359
17,8%
1.748
28,5%
2.777
29,8%
2.874
16,8%
1.497
97,2%
9.255
2,8%
125
100,0%
9.380
Totale
v.%
2,9%
16,3%
28,3%
33,0%
17,8%
98,2%
1,8%
100,0%
v.a.
20
96
170
199
109
594
18
612
v.%
3,3%
15,7%
27,8%
32,5%
17,8%
97,1%
2,9%
100,0%
3,8%
18,6%
29,6%
30,6%
16,0%
98,7%
1,3%
100,0%
928
4.080
6.501
6.775
3.689
21.973
492
22.465
4,1%
18,2%
28,9%
30,2%
16,4%
97,8%
2,2%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
39
Sia a livello ligure che nazionale prevalgono gli occupati con il
diploma, seguiti dai laureati e dai possessori di licenza media.
La quota di donne laureate occupate è comunque superiore a
quella degli uomini (il 27,4% contro il 19% in Liguria e il 26,6%
rispetto al 17% in Italia). Lo stesso fenomeno si verifica anche
nel caso di chi possiede un diploma nonostante le differenze di
genere siano più ridotte.
Tab. 6 - OCCUPATI PER TITOLO DI STUDIO E GENERE
Anno 2015
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
LIGURIA
Maschi
v.a.
Licenza
elementare,
nessun titolo
Licenza media
Diploma
Laurea e postlaurea
Totale
Licenza
elementare,
nessun titolo
Licenza media
Diploma
Laurea e postlaurea
Totale
18
103
152
64
337
Femmine
v.%
5,3%
30,6%
45,1%
v.a.
v.%
Totale
v.a.
v.%
9
59
131
3,3%
21,5%
47,8%
27
162
283
4,4%
26,5%
46,3%
19,0%
75
100,0%
275
ITALIA
27,4%
100,0%
139
612
22,7%
100,0%
572
4.273
6.012
4,4%
32,7%
45,9%
248
2.142
4.492
2,6%
22,8%
47,9%
820
6.415
10.505
3,7%
28,6%
46,8%
2.227
13.085
17,0%
100,0%
2.498
9.380
26,6%
100,0%
4.725
22.465
21,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
40
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 6a - OCCUPATI PER TITOLO DI STUDIO E GENERE
Anno 2015
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
LIGURIA
Maschi
v.a.
Licenza
elementare,
nessun titolo
Licenza media
Diploma
Laurea e postlaurea
Totale
Licenza
elementare,
nessun titolo
Licenza media
Diploma
Laurea e postlaurea
Totale
Femmine
v.%
v.a.
v.%
Totale
v.a.
v.%
18
103
152
66,7%
63,6%
53,7%
9
59
131
33,3%
36,4%
46,3%
27
162
283
100,0%
100,0%
100,0%
64
337
46,0%
75
55,1%
275
ITALIA
54,0%
44,9%
139
612
100,0%
100,0%
572
4.273
6.012
69,8%
66,6%
57,2%
248
2.142
4.492
30,2%
33,4%
42,8%
820
6.415
10.505
100,0%
100,0%
100,0%
2.227
13.085
47,1%
58,2%
2.498
9.380
52,9%
41,8%
4.725
22.465
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
41
In Liguria il lavoro a tempo parziale ha un’incidenza maggiore (20,6%) rispetto all’Italia (18,5%), indipendentemente dalla componente
di genere, sebbene i part time femminili siano comunque più elevati rispetto a quelli maschili in entrambe le realtà territoriali.
Tab. 7- OCCUPATI A TEMPO PARZIALE E OCCUPATI DIPENDENTI A TEMPO DETERMINATO
PER GENERE
Anno 2015(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
LIGURIA
Maschi
v.a.
Tempo parziale
% tempo parziale su tot occ
Tempo parziale
% tempo parziale su tot occ
v.%
23,8%
30
8,9%
ITALIA
26,8%
1.118
8,5%
Femmine
v.a.
Totale
v.%
76,2%
96
34,9%
v.a.
v.%
100,0%
126
20,6%
73,2%
3.049
32,5%
100,0%
4.166
18,5%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di un range di 1/3 punti
42
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
1.2 La disoccupazione
Tra il 2008 e il 2015 la disoccupazione ha subito consistenti aumenti in tutte le aree territoriali. In Italia si è passati da 1.664.000 disoccupati
agli oltre 3milioni del 2015, mentre nel Nord Est e nel Nord Ovest le persone in cerca di lavoro sono più che raddoppiate. La Liguria,
nonostante la disoccupazione sia salita da 36mila a 62mila unità, fa registrare un incremento percentuale meno elevato rispetto alla media
del Nord Ovest (+72,2% contro il 110,6%).
Tab. 8 - PERSONE IN CERCA
DI OCCUPAZIONE IN LIGURIA
2008-2015
(valori assoluti in migliaia)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
2008
36
302
177
1.664
2015
62
636
387
3.033
Fonte: Istat - Rilevazione sulle Forze di
Lavoro (Media 2008/Media 2015)
Tab. 8a- PERSONE IN CERCA
DI OCCUPAZIONE IN LIGURIA
2008-2015
(valori assoluti in migliaia)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
Variazioni
2008/2015
v.a.
v.%
26
72,2%
334
110,6%
210
118,6%
1.369
82,3%
Fonte: Istat - Rilevazione sulle Forze di
Lavoro (Media 2008/Media 2015)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
43
Coerentemente con quanto scritto sopra circa l’andamento della disoccupazione il corrispettivo tasso è in aumento in tutte le aree
territoriali. In Italia sale dal 6,7% all’11,9%, nel Nord Ovest dal 4,2% all’8,6%, +1,3 punti percentuali rispetto all’indicatore del Nord Est
(7,3%).
Tab. 9 - DINAMICA DEL TASSO
DI DISOCCUPAZIONE CONFRONTO
2008-2015
TASSI DI DISOCCUPAZIONE. CONFRONTO
RIPARTIZIONALE
Anni 2008 - 2015
(valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
2008
5,4%
4,2%
3,4%
6,7%
2015
9,2%
8,6%
7,3%
11,9%
Fonte: Istat - Rilevazione sulle Forze di
Lavoro (Media 2008/Media 2015)
11,9%
Italia
6,7%
7,3%
Nord Est
3,4%
8,6%
Nord Ovest
4,2%
9,2%
Liguria
5,4%
2015
44
2008
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Nel 2015 prevalgono gli uomini in cerca di un’occupazione (33mila unità), che dal 2008 sono più che raddoppiati, mentre le disoccupate che
salgono a 29mila unità sono cresciute solo di 8mila unità (+38,1%).
Tab. 10 - ANDAMENTO DELLA
DISOCCUPAZIONE PER
GENERE IN LIGURIA
2008-2015(*)
Tab. 10a - ANDAMENTO
DELLA DISOCCUPAZIONE
PER
GENERE IN LIGURIA
2008-2015(*)
(valori assoluti in migliaia - valori
percentuali)
(variazioni assolute e percentuali)
2008
Maschi
Femmine
Totale
15
21
36
2015
33
29
62
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L.
Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media
2008/Media 2015)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle
migliaia i totali possono risultare
discordanti di un range di 1/3 punti
Maschi
Femmine
Totale
Variazioni
2008/2015
v.a.
v.%
18
120,0%
8
38,1%
26
72,2%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L.
Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media
2008/Media 2015)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle
migliaia i totali possono risultare
discordanti di un range di 1/3 punti
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
45
Il tasso di disoccupazione femminile rimane sempre più elevato (9,5%) rispetto a quello maschile (8,9%), anche se il divario tra i due
indicatori è andato assottigliandosi nel corso degli anni (0,6 punti percentuali nel 2015).
Tab. 11 - DINAMICA DEL
TASSO DI DISOCCUPAZIONE
PER GENERE IN LIGURIA
2008-2015
(valori percentuali)
Maschi
Femmine
Totale
2008
4,0%
7,1%
5,4%
2015
8,9%
9,5%
9,2%
Fonte: Istat - Rilevazione sulle Forze di
Lavoro (Media 2008/Media 2015)
46
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Rispetto al titolo di studio è possibile affermare che quanto più è elevato tanto più diminuisce il tasso di disoccupazione. Questo trend è più
accentuato in Liguria rispetto alla media nazionale anche se si segnala come le donne detentrici di laurea siano caratterizzate da un tasso
di disoccupazione maggiore rispetto a quello dei laureati, invece nel caso del diploma di maturità in Liguria la situazione si inverte, con il
tasso femminile al 7,9% e quello maschile all’8,9%.
Tab. 12 - TASSI DI DISOCCUPAZIONE PER TITOLO DI STUDIO E GENERE
Anno 2015
(valori percentuali)
Maschi
LIGURIA
Femmine
Totale
Maschi
ITALIA
Femmine
Totale
Licenza elementare,
nessun titolo
13,6%
12,3% 13,2%
17,7%
20,0%
18,4%
Licenza media
Diploma
11,6%
8,9%
16,3% 13,4%
7,9% 8,5%
14,4%
10,5%
16,6%
12,6%
15,1%
11,4%
5,4%
11,3%
8,5%
12,7%
7,1%
11,9%
Laurea e post-laurea
Totale
2,8%
8,9%
5,8%
9,5%
4,4%
9,2%
Fonte: dati ISTAT - Rilevazioni sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
47
Nel 2015 in tutte le ripartizioni territoriali tra i disoccupati continuano a prevalere coloro che sono stati espulsi dal ciclo produttivo che in
Liguria rappresentano il 79%. I lavoratori con esperienza sono in maggioranza uomini ad eccezione del Nord Est dove prevalgono le donne
(51,9%); ad essere in cerca di una prima occupazione invece sono soprattutto donne a livello nazionale (51,1%) e nel Nord Est (57,7%)
mentre nel Nord Ovest (50,4%) ma soprattutto in Liguria prevalgono gli uomini (61,5%).
Tab. 13 - PERSONE IN CERCA DI OCCUPAZIONE CON O SENZA ESPERIENZA LAVORATIVA PER GENERE IN
LIGURIA
Anno 2015(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
Con esperienza
Maschi Femmine Totale
25
24
49
269
236
504
152
164
316
1266
942
2208
51,0%
49,0% 100,0%
53,3%
46,7% 100,0%
48,1%
51,9% 100,0%
57,3%
42,7% 100,0%
Senza esperienza
Totale
Maschi
Femmine
Totale
Maschi Femmine
8
5
13
33
29
66
65
131
335
301
30
41
71
183
205
404
422
825
1.669
1.364
61,5%
38,5%
100,0% 53,2%
46,8%
50,4%
49,6%
100,0% 52,7%
47,3%
42,3%
57,7%
100,0% 47,2%
52,8%
48,9%
51,1%
100,0% 55,0%
45,0%
Totale
62
636
387
3.033
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di un range di 1/3 punti
48
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il tasso di disoccupazione di lunga durata (più di 12 mesi) in Italia è del 7,4%, 7,1% per gli uomini e sale al 7,8% se si considera la sola
componente femminile. In Liguria il tasso è del 4,5% e ci sono meno differenze di genere, con l’indicatore maschile che sale al 4,6% e
quello femminile che scende al 4,3%.
Tab. 14 - TASSI DI
DISOCCUPAZIONE DI LUNGA
DURATA -LIGURIA E ITALIAAnno 2015
(valori percentuali)
Maschi
Femmine
Totale
Liguria
4,6
4,3
4,5
Italia
7,1
7,8
7,4
Fonte: dati ISTAT - Rilevazioni sulle Forze di
Lavoro (Media 2015)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
49
2. Il mercato del lavoro provinciale (2008-2015)
2.1 L’occupazione
La distribuzione dell’occupazione a livello provinciale rimane sostanzialmente stabile rispetto al 2008, Genova continua ad assorbire il
54,7% dei lavoratori, seguita da Savona (17,5%), La Spezia (14,2%) e Imperia (13,6%).
La contrazione maggiore è quella di Imperia (-5,7% pari a 5mila unità) e di Savona (-5,3% corrispondente a 6mila unità), mentre Genova ha
una caduta del 3,7% (-13mila unità).
Sul fronte dell’occupazione femminile Savona rimane stabile rispetto al 2008, a Imperia e La Spezia le occupate aumentano di mille unità e
a Genova diminuiscono di 2mila.
Tab. 1 - OCCUPATI IN LIGURIA E NELLE QUATTRO PROVINCE
LIGURI
Anni 2008 - 2015
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali) (*)
Occupazione
Occupazione
femminile
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
2008
v. a.
v. %
88
13,8%
113
17,8%
348
54,7%
87
13,7%
636 100,0%
36
13,1%
48
17,5%
154
56,0%
36
13,1%
275 100,0%
2015
v. a.
v. %
83
13,6%
107
17,5%
335
54,7%
87
14,2%
612 100,0%
37
13,5%
48
17,5%
152
55,5%
37
13,5%
275 100,0%
Tab. 1a - OCCUPATI IN LIGURIA E NELLE
QUATTRO PROVINCE LIGURI
Anni 2008 - 2015
(variazioni assolute e percentuali)
Occupazione
Occupazione
femminile
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
Variazioni
2008/2015
v.a.
v.%
-5
-5,7%
-6
-5,3%
-13
-3,7%
0
0,0%
-24
-3,8%
1
2,8%
0
0,0%
-2
-1,3%
1
2,8%
0
0,0%
Fonte: Istat - Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2008/Media 2015)
Fonte: Istat - Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media
2008/Media 2015)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di
un range di 1/3 punti
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono
risultare discordanti di un range di 1/3 punti
50
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il tasso di occupazione è in flessione in tutte le province liguri, con la diminuzione più pesante a Imperia dove l’indicatore passa dal 65%
al 60,9% del 2015, seguita da Savona (-2,2 punti percentuali), mentre Genova e soprattutto La Spezia hanno una maggiore capacità di
tenuta (rispettivamente -0,5 e -0,2 punti percentuali).
Cresce invece il peso percentuale dell’occupazione femminile in tutte le province liguri e in particolar modo a Imperia (+0,7 punti
percentuali) e Savona (+2,4 punti percentuali), anche se Genova continua a detenere il primato di provincia con maggiore incidenza delle
donne sul totale degli occupati (45,4%).
Tab. 2 - TASSI DI OCCUPAZIONE NELLE QUATTRO
PROVINCE LIGURI E PESO PERCENTUALE
DELL'OCCUPAZIONE FEMMINILE
Anni 2008 - 2015
(valori percentuali)
TASSO DI
OCCUPAZIONE
PESO %
OCCUPAZIONE
FEMMINILE SU
OCCUP. TOTALE
PROVINCE
E REGIONE
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
2008
2015
65,0%
63,7%
63,5%
62,9%
63,6%
40,9%
42,5%
44,3%
41,4%
43,2%
60,9%
61,5%
63,0%
62,7%
62,4%
44,6%
44,9%
45,4%
42,5%
44,9%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (Media 2008/Media 2015)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
51
Considerando le classi di età, in tutte le province la situazione più critica è quella tra i 15-24 anni, con il minimo di Imperia dove
l’indicatore arriva solo al 10%, e il picco massimo di La Spezia dove raggiunge il 23%. Se si estende la fascia giovanile fino ai 29 anni i
tassi salgono in maniera generalizzata raggiungendo il massimo a Savona (34,4%), sebbene i valori più elevati siano quelli delle classi di
età più mature.
Tab. 3 - TASSI DI OCCUPAZIONE PER CLASSE DI ETA' NELLE QUATTRO
PROVINCE LIGURI
Anno 2015
(valori percentuali)
Classi di età
15 - 24 anni
15 - 29 anni
25 - 34 anni
35 - 44 anni
45 - 54 anni
55 - 64 anni
15 - 64 anni
Imperia
10,0%
25,1%
62,6%
78,2%
76,6%
57,7%
60,9%
Savona
21,7%
34,4%
64,1%
78,8%
76,3%
48,5%
61,5%
Genova
La Spezia
12,4%
23,0%
28,4%
35,9%
66,4%
70,2%
81,6%
77,4%
79,6%
74,3%
52,8%
50,0%
63,0%
62,7%
Liguria
17,0%
31,2%
70,1%
87,6%
86,4%
60,3%
68,7%
Fonte: dati ISTAT - Rilevazioni sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
52
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Se in Italia cresce il lavoro dipendente e diminuisce quello indipendente, in Liguria il lavoro alle dipendenze rimane stabile sulle 438mila
unità mentre sale dell’8% quello alle dipendenze concentrandosi soprattutto a Savona (35,5%) e ad Imperia (34,9%).
Tab. 4 - OCCUPATI PER POSIZIONE NELLA PROFESSIONE NELLE
QUATTRO PROVINCE LIGURI
Anno 2015
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali) (*)
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
Dipendenti
v. a.
v. %
54 65,1%
69 64,5%
249 74,3%
66 75,9%
438 71,6%
2015
Indipendenti
v. a.
v. %
29 34,9%
38 35,5%
86 25,7%
21 24,1%
174 28,4%
Totale
v. a.
v. %
83 100,0%
107 100,0%
335 100,0%
87 100,0%
612 100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazioni sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
(*) Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di un
range di 1/3 punti
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
53
A livello di settori di attività, rispetto al 2014, le differenze più significative sono quelle che si registrano nell’industria in senso stretto e nei
servizi. A Savona e a La Spezia infatti l’occupazione nel manifatturiero diminuisce di 2mila unità, a Imperia di mille unità mentre a Genova c’è
una crescita di mille occupati. I servizi rimangono invece stabili a Savona e in generalizzato aumento nelle altre province, con il più +7,7% di
La Spezia.
Tab. 5 - OCCUPATI PER RAMO DI ATTIVITA' ECONOMICA IN LIGURIA E NELLE QUATTRO
PROVINCE LIGURI
Anno 2015
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali) (*)
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
Agricoltura
v. a.
v. %
6
7,1%
4
3,7%
1
0,3%
1
1,1%
12
2,0%
Industria
v. a.
v. %
16 19,0%
21 19,6%
67 20,0%
16 18,4%
119 19,4%
Industria in senso
stretto
v. a.
v. %
7
11
43
8,3%
10,3%
12,8%
11
12,6%
71
11,6%
Servizi
v. a.
v. %
62 73,8%
82 76,6%
267 79,7%
70 80,5%
481 78,6%
Totale
v. %
83 100,0%
107 100,0%
335 100,0%
87 100,0%
612 100,0%
Fonte: ARSEL Liguria- O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazioni sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di un range di 1/3 punti
54
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
2.2 La disoccupazione
L’aumento della disoccupazione sia a livello complessivo, sia a livello femminile, riguarda tutte le province. A Genova i disoccupati
passano da 20mila a 30mila unità, con le donne che da 12mila salgono a 15mila unità rappresentando così la metà dei genovesi in cerca
di occupazione.
A Imperia i disoccupati crescono da 6mila a 10mila unità per effetto della sola componente maschile, mentre le donne rimangono stabili
sulle 4mila unità.
A Savona i disoccupati salgono da 7mila a 11mila unità , con le donne che da 3mila unità passano a 5mila unità. A La Spezia in 7 anni i
disoccupati crescono in misura più che doppia, da 4 mila a 10mila unità, e la metà è composta da donne.
Nel 2015 il tasso di disoccupazione più elevato è quello di Imperia (11%), mentre sul fronte femminile l’indicatore più elevato è quello di
La Spezia (11,8%) che invece nel 2008 aveva il tasso più basso (4,2%). Il capoluogo ligure ha i tassi di disoccupazione più bassi: 8,3%
quello complessivo e 8,8% quello femminile.
Tab. 6 - DISOCCUPAZIONE NELLE QUATTRO PROVINCE LIGURI
Anni 2008 - 2015
(valori assoluti in migliaia - tassi in valore percentuale)
Province
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
LIGURIA
2008
Disoccupati
Tasso di disoccupazione
Totale
Femmine
Totale
Femmine
6
4
6,4
10,0
7
3
5,5
6,6
20
12
5,4
7,2
4
2
4,0
4,2
36
21
5,4
7,1
2015
Disoccupati
Tasso di disoccupazione
Totale Femmine
Totale
Femmine
10
4
11,0%
10,7%
11
5
9,4%
9,0%
30
15
8,3%
8,8%
10
5
10,6%
11,8%
62
29
9,2%
9,5%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazioni sulle Forze di Lavoro (Media 2008/Media 2015)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
55
Il tasso di disoccupazione dei giovani liguri tra i 15-24 anni è il più elevato (34,5%) anche se rispetto al 2014 si verifica una diminuzione di
10,5 punti percentuali. La flessione del tasso di disoccupazione riguarda tutte le classi di età ma coinvolge in particolar modo i più giovani,
infatti anche tra i 18-29 (26,3%) la contrazione è di 6,3 punti percentuali, mentre tra i 25-34 anni e per gli over 35 la variazione è di pochi
decimi di punto percentuale.
Tab. 7 - TASSI DI DISOCCUPAZIONE PER CLASSE DI ETA' NELLE
QUATTRO PROVINCE LIGURI
Anno 2015
(valori percentuali)
Province
Imperia
Savona
Genova
La Spezia
Liguria
15-24
anni
53,9%
22,0%
36,2%
29,4%
34,5%
Maschi e Femmine
25-34
18-29 anni
35 e più
anni
34,7%
14,4%
8,0%
21,0%
16,3%
7,1%
25,5%
16,0%
5,3%
27,6%
17,1%
7,5%
26,3%
16,0%
6,3%
Totale
11,0%
9,4%
8,3%
10,6%
9,2%
Fonte: ISTAT - Rilevazioni sulle Forze di Lavoro (Media 2015)
56
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
3. La dinamica tendenziale (2°trimestre 2015 -2°trimestre 2016)
3.1 L’occupazione
In Italia, nel II trimestre 2016, secondo i dati diffusi dall’ISTAT gli occupati aumentano del 2% (+439mila unità). Crescono gli occupati
giovani tra i 15-34 anni (+223mila unità) e continua anche l’aumento degli over 50. A crescere sono sia i lavoratori dipendenti a tempo
indeterminato (+308mila unità) sia quelli a termine (+72mila unità).
Nel Nord Est e nel Nord Ovest l’incremento dell’occupazione è di circa il 2%, anche se nel Nord Ovest la Liguria ha una diminuzione degli
occupati di 4mila unità (-0,7%), che scendono dalle 611mila unità del II trimestre 2015 alle 607mila del II trimestre 2016.
Tab. 1 - ANDAMENTO DELL'OCCUPAZIONE CONFRONTO RIPARTIZIONALE
2° Trimestre 2015 - 2° Trimestre 2016(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
2°
Trimestre
2015
2°
Trimestre
2016
611
6.709
4.966
22.497
607
6.841
5.062
22.936
Variazioni
2°Trim-15/2°Trim-16
v.a.
-4
132
96
439
v.%
-0,7%
2,0%
1,9%
2,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2° Trimestre 201 5/2° Trimestre 2016)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare
discordanti di un range di 1/3 punti
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
57
Se a livello nazionale cresce l’occupazione femminile (+180mila unità), concentrata soprattutto al Nord, in Liguria invece questa subisce
una contrazione del 4,3% (circa 12mila unità) mentre l’occupazione maschile sale del 2,7% (pari a circa 9mila unità).
Tab. 2 - ANDAMENTO DELL'OCCUPAZIONE PER GENERE IN LIGURIA
2° Trimestre 2015 - 2° Trimestre 2016(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
2° Trimestre 2015
Maschi
Femmine
Totale
v.a.
334
276
611
v.%
54,8%
45,2%
100,0%
Variazioni
2°Trim-15/2°Trim-16
v.%
v.a.
v.%
56,5%
9
2,7%
43,5%
-12
-4,3%
100,0%
-4
-0,7%
2° Trimestre 2016
v.a.
343
264
607
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2° Trimestre 201 5/2° Trimestre 2016)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di un range
di 1/3 punti
58
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il tasso di occupazione è in generalizzato aumento. In Italia sale dal 56,3% al 57,7%, al Nord Est dal 65,5% al 67% e al Nord Ovest dal 64,3%
al 65,8%. La crescita riguarda entrambe le componenti di genere. Anche in Liguria l’indicatore totale sale dal 62,1% al 62,6% per effetto della
diminuzione della popolazione residente in età attiva, infatti effettuando un’analisi di genere, coerentemente con il dato sul numero degli
occupati, il tasso femminile è in flessione (-2 punti percentuali) e quello maschile in aumento (+3,1 punti percentuali).
Tab. 3 - DINAMICA DEL TASSO
DI OCCUPAZIONE 15-64 ANNI
CONFRONTO RIPARTIZIONALE
2° Trimestre 2015 - 2° Trimestre
(valori percentuali)
2°Trim15 2°Trim16
Maschi
Liguria
68,1%
71,2%
Nord Ovest
71,7%
73,5%
Nord Est
73,8%
74,2%
Italia
65,3%
66,9%
Femmine
Liguria
56,2%
54,2%
Nord Ovest
56,9%
58,1%
Nord Est
57,3%
59,8%
Italia
47,4%
48,5%
Totale
Liguria
62,1%
62,6%
Nord Ovest
64,3%
65,8%
Nord Est
65,5%
67,0%
Italia
56,3%
57,7%
Fonte:
ARSEL
Liguria
Elaborazioni su dati ISTAT.
-
TASSI DI OCCUPAZIONE 15-64 ANNI - CONFRONTO RIPARTIZIONALE
2°TRIMESTRE 2015-2°TRIMESTRE 2016
56,3%
Italia
57,7%
65,5%
Nord Est
67,0%
64,3%
Nord Ovest
65,8%
62,1%
Liguria
O.M.L.
62,6%
2°Trim15
2°Trim16
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2°
Trimestre 2015/2° Trimestre 2016)
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
59
In Liguria la crescita dell’occupazione maschile si traduce in un aumento degli occupati nell’industria (+3,5% pari a circa 4mila unità)
mentre l’agricoltura scende del 23,1% (circa 3mila unità) e i servizi, settore che storicamente assorbe la quasi totalità dell’occupazione
femminile, è in calo dello 0,8% (circa 3mila unità).
Tab. 4 - OCCUPATI PER RAMO DI ATTIVITA' ECONOMICA IN LIGURIA
2° Trimestre 2015- 2° Trimestre 2016(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
2° Trimestre 2015
v.a.
Agricoltura
Industria
Servizi
Totale
13
115
482
611
v.%
2,1%
18,9%
79,0%
100,0%
2° Trimestre 2016
v.a.
10
119
478
607
v.%
1,6%
19,6%
78,7%
100,0%
Variazioni
2°Trim-15/2°Trim-16
v.a.
v.%
-3
-23,1%
4
3,5%
-4
-0,8%
-4
-0,7%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2° Trimestre 201 5/2° Trimestre 2016)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di un range di
1/3 punti
60
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
3.2 La disoccupazione
In Italia anche nel II trimestre 2016, prosegue per il quarto trimestre consecutivo, il calo dei disoccupati che scendono 109mila unità (-3,5%)
rispetto al II trimestre 2015, attestandosi così sui 2milioni 993mila unità. La flessione è il risultato di due andamenti di segno contrapposto: da
un lato si riduce la disoccupazione maschile (-132mila unità) mentre dall’altro sale quella femminile (+23mila unità).
La diminuzione delle persone in cerca di occupazione riguarda anche il Nord e in particolare il Nord Ovest (-6,8% pari a circa -43mila unità),la
Liguria però è in controtendenza, con una crescita della disoccupazione del 14,3% e il numero dei disoccupati che passa da 63mila a 72mila
unità.
Tab. 5 - PERSONE IN CERCA DI OCCUPAZIONE IN
2° Trimestre 2015 - 2° Trimestre 2016(*)
(valori assoluti in migliaia - variazioni assolute e
percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Nord Est
Italia
2°
2°
Variazioni
Trimestre Trimestre 2°Trim-15/2°Trim-16
2015
2016
v.a.
v.%
63
72
9
14,3%
629
586
-43
-6,8%
378
371
-7
-1,9%
3.101
2.993
-109
-3,5%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2° Trimestre 201 5/2° Trimestre 2016)
(*)Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare
discordanti di un range di 1/3 punti
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
61
In Liguria a salire è soprattutto la disoccupazione femminile (+26,7% pari a 8mila unità) mentre quella maschile cresce solo di circa mille
unità. Rispetto al II trimestre 2015, quando i maschi rappresentavano poco più della metà di chi è in cerca di occupazione, nel II
trimestre 2016 la tendenza si inverte con le donne che incidono per il 52,8% della disoccupazione totale contro il 47,2% degli uomini.
Tab. 6 - ANDAMENTO DELLA DISOCCUPAZIONE PER GENERE IN
2° Trimestre 2015 - 2° Trimestre 2016(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
2° Trimestre 2015
v.a.
Maschi
Femmine
Totale
33
30
63
v.%
52,4%
47,6%
100,0%
Variazioni
2°Trim-15/2°Trim-16
v.%
v.a.
v.%
47,2%
1
3,0%
52,8%
8
26,7%
100,0%
9
14,3%
2° Trimestre 2016
v.a.
34
38
72
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati ISTAT.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2° Trimestre 201 5/2° Trimestre 2016)
*Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali possono risultare discordanti di un range di
1/3 punti
62
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il tasso di disoccupazione è in diminuzione a livello nazionale e nel Nord. In Italia
scende dal 12,1% all’11,5% e nel Nord Ovest dall’8,6% al 7,9%. Riguardo alla
componente femminile sottolineiamo come il Nord Est abbia non solo il tasso più
basso (8,1%) ma sia anche l’area dove l’indicatore in un anno ha subito la contrazione
più consistente (-0,4 punti percentuali) a fronte di una sostanziale stabilità nazionale e
del Nord Ovest.
Il tasso di disoccupazione ligure non solo cresce di 1,2 punti percentuali, ma
attestandosi sul 10,6% si avvicina di più al dato nazionale piuttosto che a quello del
Nord Ovest. Il tasso maschile rimane fermo sul 9% mentre quello femminile (12,6%)
supera di soli due decimi di punto percentuale quello italiano, ed è in crescita di 2,8
punti percentuali rispetto al II trimestre 2015.
Tab. 7 - DINAMICA DEL TASSO
DI DISOCCUPAZIONE 15-64
CONFRONTO RIPARTIZIONALE
2° Trimestre 2015- 2° Trimestre
(valori percentuali)
2°Trim15 2°Trim16
Maschi
Liguria
9,0
9,0
Nord Ovest
8,1
7,0
Nord Est
5,9
5,8
Italia
11,6
10,6
Femmine
Liguria
9,8
12,6
Nord Ovest
9,1
9,0
Nord Est
8,5
8,1
Italia
12,8
12,8
Totale
Liguria
9,4
10,6
Nord Ovest
8,6
7,9
Nord Est
7,1
6,8
Italia
12,1
11,5
Fonte:
ARSEL
Liguria
Elaborazioni su dati ISTAT.
-
O.M.L.
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2°
Trimestre 2015/2° Trimestre 2016)
*Per effetto degli arrotondamenti sulle
migliaia
i
totali
possono risultare
discordanti di un range di 1/3 punti
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
63
Tra i disoccupati liguri continuano a prevalere gli espulsi dal
ciclo produttivo (75%), mentre è interessante segnalare come
alla ricerca di una prima occupazione siano soprattutto donne
(12mila unità contro le 6mila degli uomini) e come il loro
numero sia aumentato considerevolmente (+5mila unità) tra il II
trimestre 2015 e il II trimestre 2016, mentre tra gli uomini coloro
che non hanno mai lavorato sono in calo di 2mila unità.
Tab. 8 - PERSONE IN CERCA DI
OCCUPAZIONE IN LIGURIA
2° Trimestre 2015- 2° Trimestre 2016(*)
(valori assoluti in migliaia - valori percentuali)
2°Trim15
2°Trim16
v.a.
v.%
Maschi
Con precedenti
esperienze
Senza precedenti
esperienze
Totale Maschi
Con precedenti
esperienze
Senza precedenti
esperienze
Totale Femmine
26
28
8
6
33
34
Femmine
23
26
7
12
30
38
Totale
Con precedenti
esperienze
Senza precedenti
esperienze
Totale
49
54
14
18
63
72
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati
ISTAT
Rilevazione sulle Forze di Lavoro (2° Trimestre
2015/2° Trimestre 2016)
*Per effetto degli arrotondamenti sulle migliaia i totali
possono risultare discordanti di un range di 1/3 punti
64
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
4. Le Comunicazioni Obbligatorie (dal 2008 al 2015)1
4.1 Gli avviati
Nel 2015 i domiciliati in Liguria che hanno almeno un contratto di lavoro sono 146.666. Gli uomini rappresentano il 51,3% degli avviati e le
donne il 48,7%. Rispetto al 2014 gli avviati sono aumentati del 9,4% (+12.604 unità). Considerando la serie storica a partire dal 2008,
anno in cui sono entrate in vigore le Comunicazioni Obbligatorie, è la seconda volta che ci troviamo davanti alla crescita degli assunti:
solo nel biennio 2010/2011 si era assistito ad un fenomeno analogo anche se di entità più modesta (+1,1%).
In questi 7 anni la composizione degli assunti è rimasta stabile e anche nel 2015 i lavoratori under 40 si avvicinano al 60%.
Dal confronto con il 2014 emerge un aumento generalizzato dell’occupazione in tutte le classi di età, con il picco tra i 50-54 anni (+14,5%)
e tra i 30-34 anni (+12,5%)2.
1
I dati sulle Comunicazioni Obbligatorie vengono costantemente aggiornati sulla base delle comunicazioni inviate dai datori di lavoro al Sistema Informativo del Lavoro;
proprio per questo motivo, in riferimento ad uno stesso arco temporale –es. l’anno- ci possono essere delle variazioni nel numero complessivo dei lavoratori, a seconda
della settimana in cui i dati vengono estratti. Questo spiega il motivo per cui il numero degli avviati che riportiamo nelle tabelle del presente capitolo, può non essere
perfettamente allineato con quanto riportato in precedenti pubblicazioni dell’OML riferite al medesimo arco temporale.
Le estrazioni sono state effettuate nelle seguenti date:
• anni 2008 e 2009 settimana dal 19 al 23 aprile 2010;
• anno 2010 settimana dal 16 al 20 agosto 2011;
• anno 2011 settimana dal 2 al 6 aprile 2012;
• anno 2012 settimana dall’8 al 12 luglio 2013;
• anno 2013 settimana dal 30 giugno al 4 luglio 2014
• anno 2014 settimana dal 13 luglio al 17 luglio 2015
• anno 2015 settimana dal 25 luglio al 29 luglio 2016
• II trimestre 2015 settimana dal 3 agosto al 7 agosto 2015
• II trimestre 2016 settimana dal 15 agosto al 19 agosto 2016
2
Per gli under 16 la crescita è del 57,2% ma si tratta solo di 26 persone.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
65
Tab. 1a Avviati domiciliati in Liguria per genere e
fasce di età
Anno 2015
(valori percentuali)
Fasce di età
<16
16-19
20-24
25-29
30-34
35-39
40-44
45-49
50-54
55 e oltre
non definita
Totale
Femmine
v%
0,0%
3,3%
13,9%
15,3%
12,1%
12,0%
12,7%
11,8%
9,4%
9,5%
0,0%
100,0%
Maschi
v%
0,1%
4,6%
14,9%
15,3%
12,8%
11,7%
11,6%
10,5%
8,1%
10,4%
Totale
v%
0,0%
4,0%
14,4%
15,3%
12,5%
11,8%
12,1%
11,2%
8,7%
10,0%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
66
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab.1b Avviati domiciliati in Liguria per fasce d'età
Serie storica 2008-2015
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
Fasce di età
<16
16-19
20-24
25-29
30-34
35-39
40-44
45-49
50-54
55 e oltre
Non definito
Totale
Fasce di età
2008
v.a
60
11.027
24.019
24.775
24.069
22.169
19.476
14.464
9.778
12.182
35
162.055
Variazioni 2008/2009
v.a.
<16
16-19
20-24
25-29
30-34
35-39
40-44
45-49
50-54
55 e oltre
Non definito
Totale
2009
v%
0,0%
6,8%
14,8%
15,3%
14,9%
13,7%
12,0%
8,9%
6,0%
7,5%
0,0%
100,0%
-11
-1.502
-1.222
-1.964
-2.646
-1.660
-821
125
159
423
45
-9.075
v%
-18,3%
-13,6%
-5,1%
-7,9%
-11,0%
-7,5%
-4,2%
0,9%
1,6%
3,5%
125,9%
-5,6%
v.a
49
9.525
22.797
22.811
21.423
20.509
18.654
14.589
9.937
12.606
80
152.980
2010
v%
0,0%
6,2%
14,9%
14,9%
14,0%
13,4%
12,2%
9,5%
6,5%
8,2%
0,1%
100,0%
Variazioni 2009/2010
v.a.
22
-325
658
499
-1.228
-663
-798
152
-65
59
-80
-1.769
v%
45,7%
-3,4%
2,9%
2,2%
-5,7%
-3,2%
-4,3%
1,0%
-0,7%
0,5%
-100,0%
-1,2%
v.a
2011
72
9.200
23.455
23.310
20.196
19.846
17.856
14.741
9.872
12.665
v%
0,0%
6,1%
15,5%
15,4%
13,4%
13,1%
11,8%
9,7%
6,5%
8,4%
151.211
100,0%
Variazioni 2010/2011
v.a.
-19
-294
791
-127
-481
-243
196
618
462
752
2
1.658
v%
-26,3%
-3,2%
3,4%
-0,5%
-2,4%
-1,2%
1,1%
4,2%
4,7%
5,9%
1,1%
v.a
53
8.906
24.245
23.182
19.715
19.603
18.052
15.360
10.334
13.417
2
152.869
2012
v%
0,0%
5,8%
15,9%
15,2%
12,9%
12,8%
11,8%
10,0%
6,8%
8,8%
0,0%
100,0%
Variazioni 2011/2012
v.a.
v%
-2
-3,9%
-1.304
-17,1%
-1.196
-5,2%
-1.113
-5,0%
-1.030
-5,5%
-1.013
-5,4%
-509
-2,9%
-103
-0,7%
457
4,2%
1.050
7,3%
-1 -100,0%
-4.763
-3,2%
v.a
51
7.603
23.049
22.069
18.685
18.590
17.543
15.256
10.791
14.467
1
148.106
2013
v%
0,0%
5,1%
15,6%
14,9%
12,6%
12,6%
11,8%
10,3%
7,3%
9,8%
0,0%
100,0%
Variazioni 2012/2013
v.a.
-6
-1.711
-2.373
-1.136
-1.586
-1.744
-1.182
-780
-360
-1.602
0
-12.482
v%
-11,4%
-22,5%
-10,3%
-5,1%
-8,5%
-9,4%
-6,7%
-5,1%
-3,3%
-11,1%
0,0%
-8,4%
v.a
45
5.892
20.677
20.933
17.099
16.846
16.361
14.476
10.430
12.865
1
135.624
2014
v%
0,0%
4,3%
15,2%
15,4%
12,6%
12,4%
12,1%
10,7%
7,7%
9,5%
0,0%
100,0%
v.a
2015
46
5.427
19.780
20.326
16.262
16.439
16.522
14.879
11.169
13.211
v%
0,0%
4,0%
14,8%
15,2%
12,1%
12,3%
12,3%
11,1%
8,3%
9,9%
134.062
100,0%
v.a
72
5.811
21.115
22.430
18.288
17.357
17.792
16.367
12.786
14.631
17
146.666
v%
0,0%
4,0%
14,4%
15,3%
12,5%
11,8%
12,1%
11,2%
8,7%
10,0%
0,0%
100,0%
Variazioni 2013/2014 Variazioni 2014/2015
v.a.
v%
1
2,2%
-465
-7,9%
-896
-4,3%
-608
-2,9%
-836
-4,9%
-407
-2,4%
161
1,0%
403
2,8%
739
7,1%
347
2,7%
-1 -100,0%
-1.562
-1,2%
v.a.
26
384
1.335
2.104
2.026
918
1.270
1.488
1.617
1.420
17
12.604
v%
57,2%
7,1%
6,7%
10,4%
12,5%
5,6%
7,7%
10,0%
14,5%
10,7%
9,4%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
67
Nel 2015 gli assunti nel terziario sono l’80,1% che salgono al 92,1% se si considera la sola componente femminile mentre gli uomini
impiegati in questo settore sono il 68,8%. Tra i due rami più importanti del terziario, commercio e turismo, non si segnalano particolari
differenze di genere.
Gli uomini avviati nell’industria sono il 25,9%, di cui il 44,8% nelle costruzioni, mentre le donne rappresentano il 5,3%, di cui il 16,2% nelle
costruzioni.
Tab.2 Avviati domiciliati in Liguria per genere e settore di attività(*)
Anno 2015
(valori assoluti)
Settore di attività
Agricoltura
Industria
di cui costruzioni
Terziario
di cui commercio
di cui turismo
Non definito
Totale
Femmine
v.a
1.264
3.813
619
65.658
9.000
14.839
532
71.266
Maschi
v.a
3.199
19.489
8.732
51.865
7.661
12.585
832
75.385
non definito
v.a
6
9
15
Totale
v.a
4.463
23.302
9.351
117.529
16.662
27.424
1.373
146.666
Fonte: ARSEL Liguria- O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività presenti nel S.I.L.
68
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab.2a Avviati domiciliati in Liguria per genere e settore di
attività(*)
Anno 2015
(valori percentuali)
Settore di attività
Agricoltura
Industria
di cui costruzioni
Terziario
di cui commercio
di cui turismo
Non definito
Totale
Femmine
v%
1,8%
5,3%
16,2%
92,1%
13,7%
22,6%
0,7%
100,0%
Maschi
v%
4,2%
25,9%
44,8%
68,8%
14,8%
24,3%
1,1%
100,0%
Totale
v%
3,0%
15,9%
40,1%
80,1%
14,2%
23,3%
0,9%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
(*)I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività
presenti nel S.I.L.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
69
Dal raffronto con il 2008 segnaliamo gli incrementi di nuovi occupati soprattutto nell’agricoltura (+55,4%), e nel terziario (+19,7%), mentre
l’industria cresce solo 2,4% per effetto della contrazione degli occupati nelle costruzioni (-6,8%).
Tab.2b Avviati domiciliati in Liguria per settore di attività(*)
Anni 2008-2015
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Settore di attività
Agricoltura
Industria
di cui costruzioni
Terziario
di cui commercio
di cui turismo
Non definito
Totale
Settore di attività
Agricoltura
Industria
di cui costruzioni
Terziario
di cui commercio
di cui turismo
Non definito
Totale
2008
v.a
v%
2.872
1,8%
22.766
14,0%
10.036
44,1%
98.152
60,6%
14.798
15,1%
22.492
22,9%
38.266
23,6%
162.055
100,0%
Variazioni 2008/2015
v.a.
v%
1.590
55,4%
536
2,4%
-685
-6,8%
19.377
19,7%
1.864
12,6%
4.932
21,9%
-36.893
-96,4%
-15.389
-9,5%
2015
v.a
v%
4.463
3,0%
23.302
15,9%
9.351
40,1%
117.529
80,1%
16.662
14,2%
27.424
23,3%
1.373
0,9%
146.666
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
(*)I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività presenti nel S.I.L.
70
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il tempo determinato continua ad essere il contratto maggiormente utilizzato (44,6%), seguito dal tempo indeterminato (30%). Il lavoro
flessibile scende al terzo posto (16,1%), con un distacco di circa 14 punti percentuali dal tempo determinato. Ricordiamo come a partire
dal 2010 il lavoro flessibile abbia sempre occupato saldamente il secondo posto dopo il tempo determinato, solo nel 2014 è stato
raggiunto dal tempo indeterminato prima dello storico sorpasso del 2015, favorito anche dagli incentivi previsti dal Job Act.
Tra il 2014 e il 2015 il contratto a tempo indeterminato aumenta del 65,5% mentre il lavoro non standard diminuisce dell’11,5% e
l’apprendistato del 19,6%.
Tab.3 Avviati domiciliati in Liguria per tipo di contratto(*)
Serie storica 2008-2015
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Apprendistato
Lavoro flessibile
2008
v.a
v%
11.978
7,4%
28.119
17,4%
2009
v.a
9.857
31.620
Tempo indeterminato
46.493
28,7%
40.140
26,2%
Tempo determinato
69.726
43,0%
64.768
2.103
1,3%
2.257
Tipologia contrattuale
Altre tipologie contrattuali
Tirocinio
Non definito
Totale
Tipologia contrattuale
Apprendistato
Lavoro flessibile
3.617
2,2%
20
0,0%
162.055
100,0%
Variazioni 2008/2009
v.a.
v%
-2.121
-17,7%
3.501
12,5%
v%
6,6%
23,5%
2011
v.a.
9.342
40.423
v%
6,1%
26,4%
2012
v.a.
8.384
37.385
v%
5,7%
25,2%
2013
v.a.
v%
8.084
5,9%
26.374
19,4%
2014
v.a.
v%
7.933
5,9%
26.750
20,0%
2015
v.a.
v%
6.377
4,3%
23.684
16,1%
34.137
22,6%
33.134
21,7%
31.724
21,4%
28.919
21,2%
26.601
19,8%
44.030
30,0%
42,3%
64.053
42,4%
63.226
41,4%
63.916
43,2%
64.999
47,7%
64.896
48,4%
65.477
44,6%
1,5%
2.361
1,6%
2.212
1,4%
2.247
1,5%
2.901
2,1%
2.690
2,0%
1.672
1,1%
5.175
3,4%
4.532
3,0%
4.451
3,0%
5.013
3,7%
5.175
3,9%
0
0,0%
0
0,0%
0
0,0%
0
0,0%
17
0,0%
151.211
100,0%
152.869 100,0%
148.106
100,0%
136.290 100,0% 134.062
100,0%
Variazioni 2010/2011
Variazioni 2011/2012 Variazioni 2012/2013 Variazioni 2013/2014 Variazioni 2014/2015
v.a
v%
v.a
v%
v.a
v%
v.a
v%
v.a
v%
-583
-5,9%
-958
-10,3%
-300
-3,6%
-151
-1,9%
-1.556
-19,6%
4.863
13,7%
-3.038
-7,5%
-11.011
-29,5%
376
1,4%
-3.066
-11,5%
5.426
3,7%
146.666
100,0%
v%
6,4%
20,7%
4.328
2,8%
10
0,0%
152.980
100,0%
Variazioni 2009/2010
v.a
v%
68
0,7%
3.940
12,5%
2010
v.a.
9.925
35.560
Tempo indeterminato
-6.353
-13,7%
-6.002
-15,0%
-1.003
-2,9%
-1.410
Tempo determinato
-4.957
-7,1%
-715
-1,1%
-827
-1,3%
154
7,3%
104
4,6%
-149
-6,3%
711
-9
-9.075
19,6%
-47,2%
-5,6%
847
-10
-1.769
19,6%
-100,0%
-1,2%
-643
0
1.658
-12,4%
1,1%
Altre tipologie contrattuali
Tirocinio
Non definito
Totale
-4,3%
-2.804
-8,8%
-2.319
-8,0%
17.429
65,5%
690
1,1%
1.083
1,7%
-103
-0,2%
581
0,9%
35
1,6%
654
29,1%
-211
-7,3%
-1.018
-37,8%
-81
0
-4.763
-1,8%
-3,1%
562
0
-11.816
12,6%
-8,0%
162
17
-2.228
3,2%
-1,6%
251
-17
12.604
4,9%
-100,0%
9,4%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
(*)I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività presenti nel S.I.L. -si veda la tabella tipologie contrattuali-
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
71
E’ interessante segnalare come rispetto al 2008 il tempo indeterminato subisca una contrazione del 5,3%, il tempo determinato del 6,1%, il
lavoro flessibile del 15,8% e l’apprendistato si sia quasi dimezzato, mentre solo il tirocinio è in crescita (+50%).
Tab. 3a Avviati domiciliati in Liguria per tipo di contratto(*)
Anni 2008-2015
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Tipologia contrattuale
Apprendistato
Lavoro flessibile
Tempo indeterminato
Tempo determinato
Altre tipologie contrattuali
Tirocinio
Non definito
Totale
2008
v.a
v%
11.978
7,4%
28.119
17,4%
46.493
28,7%
69.726
43,0%
2.103
1,3%
3.617
2,2%
20
0,0%
162.055
100,0%
2015
v.a.
6.377
23.684
44.030
65.477
1.672
5.426
146.666
v%
4,3%
16,1%
30,0%
44,6%
1,1%
3,7%
0,0%
100,0%
Variazioni 2008/2015
v.a.
v%
-5.601
-46,8%
-4.435
-15,8%
-2.463
-5,3%
-4.249
-6,1%
-431
-20,5%
1.809
50,0%
-20
-100,0%
-15.389
-9,5%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività presenti nel S.I.L. -si veda la tabella tipologie
contrattuali-
72
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il 33,2% ha stipulato un contratto nelle professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi, di seguito troviamo le professioni non
qualificate (20,6%) e quasi a pari merito gli artigiani, operai specializzati e agricoltori (10,9%) e gli impiegati, professioni esecutive nei lavori
d’ufficio (10,7%).
Tab.4 Avviati domiciliati in Liguria per qualifica professionale
Anni 2008-2015
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2008
v.a
Legislatori, Dirigenti e
Imprenditori
Professioni Intellettuali,
Scientifiche e di Elevata
Specializzazione
Professioni Tecniche
Impiegati professioni
esecutive nel lavoro di ufficio
Professioni Qualificate nelle
Attività Commerciali e nei
Servizi
Artigiani, Operai Specializzati
e Agricoltori
Conduttori di Impianti e
Operai Semiqualificati Addetti
a Macchinari Fissi e Mobili,
conducenti di veicoli
Professioni Non Qualificate
Forze Armate
Non definita
Totale
2015
v%
v.a
v%
1.119
0,7%
597
0,4%
10.762
6,6%
14.501
9,9%
18.872
11,6%
11.139
7,6%
16.030
9,9%
15.737
10,7%
41.728
25,7%
48.760
33,2%
19.770
12,2%
16.030
10,9%
8.840
5,5%
8.810
6,0%
30.540
8
14.385
162.055
18,8%
0,0%
8,9%
100,0%
30.172
3
916
146.667
20,6%
0,0%
0,6%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
73
Rispetto al 2008 gli incrementi più rilevanti sono quelli delle professioni intellettuali, scientifiche e ad elevata specializzazione (+34,7%)
seguiti dalle professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi (+16,9%) che testimoniano come in anni di crisi chi ha una
professionalità molto specifica e ad elevato contenuto intellettuale possa essere più appetibile per il mercato del lavoro. Sottolineiamo
invece la caduta di legislatori, dirigenti e imprenditori (-46,6%) e delle professioni tecniche (-41%).
74
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab.4a Avviati domiciliati in Liguria per qualifica
professionale
Anni 2008-2015
(variazioni assolute e percentuali)
Variazioni 2008/2015
v.a.
v%
Legislatori, Dirigenti e
Imprenditori
Professioni Intellettuali,
Scientifiche e di Elevata
Specializzazione
Professioni Tecniche
Impiegati professioni
esecutive nel lavoro di ufficio
Professioni Qualificate nelle
Attività Commerciali e nei
Servizi
Artigiani, Operai Specializzati
e Agricoltori
Conduttori di Impianti e
Operai Semiqualificati Addetti
a Macchinari Fissi e Mobili,
conducenti di veicoli
Professioni Non Qualificate
Forze Armate
Non definita
Totale
-521
-46,6%
3.739
34,7%
-7.733
-41,0%
-293
-1,8%
7.032
16,9%
-3.740
-18,9%
-30
-0,3%
-368
-5
-13.469
-15.388
-1,2%
-61,7%
-93,6%
-9,5%
Top ten dei lavoratori avviati nel 2015 per
qualifica professionale
Commessi delle vendite al minuto
Camerieri e professioni assimilate
Addetti all'assistenza personale
Addetti agli affari generali
10.711
10.283
6.911
5.390
Cuochi in alberghi e ristoranti
Baristi e professioni assimilate
Collaboratori domestici e professioni
assimilate
Personale non qualificato addetto ai
servizi di pulizia di uffici ed esercizi
commerciali
Braccianti agricoli
5.329
4.808
Facchini, addetti allo spostamento
merci ed assimilati
4.538
3.731
3.681
3.272
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L.
regionale
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
75
Nel 2015 i lavoratori avviati con contratti che prevedono l’indicazione di un orario sono 135.640, di questi il 45,2% ha un contratto part time,
il 17% in più rispetto al 2014.
Le maggiori fruitrici dell’orario ridotto sono le donne che costituiscono il 63,3% dei part time complessivi, nonostante siano in aumento
anche i part time maschili (+20,9% tra il 2014 e il 2015 contro il +14,9% di quelli femminili).
Tab.5 Avviati domiciliati in Liguria per genere, tipologia di orario e
contratto
Anno 2015
(valori assoluti)
Femmine
Apprendistato
Lavoro a scopo di somministrazione
Lavoro a tempo determinato
Lavoro a Tempo Determinato per
Sostituzione
Lavoro a tempo indeterminato
Totale
Full time
Part time
v.a
v.a
1.463
1.492
1.726
2.757
14.801
17.451
Totale
v.a
2.955
4.483
32.252
1.794
1.820
3.614
8.432
28.216
15.285
38.805
23.717
67.021
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
76
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab.5a Avviati domiciliati in Liguria per genere, tipologia di orario e
contratto
Anno 2015
(valori assoluti)
Maschi
Apprendistato
Lavoro a scopo di somministrazione
Lavoro a tempo determinato
Lavoro a Tempo Determinato per
Sostituzione
Lavoro a tempo indeterminato
Totale
Full time
Part time
v.a
v.a
2.592
1.204
3.861
1.800
24.064
11.226
Totale
v.a
3.796
5.661
35.290
651
459
1.110
14.993
46.161
7.769
22.458
22.762
68.619
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
77
Tab.5b Avviati domiciliati in Liguria per genere, tipologia di orario e
contratto
Anno 2015
(valori assoluti)
Totale
Full time
Part time
Totale
v.a
v.a
v.a
4.055
2.696
6.751
Apprendistato
5.587
4.557
10.144
Lavoro a scopo di somministrazione
38.865
28.677
67.542
Lavoro a tempo determinato
Lavoro a Tempo Determinato per
2.445
2.279
4.724
Sostituzione
23.425
23.054
46.479
Lavoro a tempo indeterminato
74.377
61.263
135.640
Totale
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
78
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
In tutti i contratti firmati nel 2015 dalle donne il part time è la modalità oraria più usata (57,9%), con la punta massima nel tempo
indeterminato (64,4%) e quella minima nel lavoro a tempo determinato per sostituzione e nell’apprendistato, dove comunque il tempo
parziale riguarda ben la metà degli assunti.
Tab.5c Avviati domiciliati in Liguria per genere, tipologia di orario e
contratto(*)
Anno 2015
(valori percentuali)
Apprendistato
Lavoro a scopo di somministrazione
Lavoro a tempo determinato
Lavoro a Tempo Determinato per
Sostituzione
Lavoro a tempo indeterminato
Totale
Femmine
Full time
Part time
v%
v%
49,5%
50,5%
38,5%
61,5%
45,9%
54,1%
49,6%
35,6%
42,1%
50,4%
64,4%
57,9%
Totale
v%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
79
Per gli uomini il lavoro a tempo pieno continua ad essere la modalità prevalente, con la punta massima di apprendistato, somministrazione
e tempo determinato, tutti intorno al 68%. Il tempo determinato per sostituzione è il contratto con la più bassa incidenza di full time (58,6%)
ma in questo caso è lecito supporre che non si tratti di part time volontario.
Tab.5d Avviati domiciliati in Liguria per genere, tipologia di orario e
contratto
Anno 2015
(valori percentuali)
Apprendistato
Lavoro a scopo di somministrazione
Lavoro a tempo determinato
Lavoro a Tempo Determinato per
Sostituzione
Lavoro a tempo indeterminato
Totale
Maschi
Full time
Part time
v%
v%
68,3%
31,7%
68,2%
31,8%
68,2%
31,8%
58,6%
65,9%
67,3%
41,4%
34,1%
32,7%
Totale
v%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
80
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab.5e Avviati domiciliati in Liguria per tipologia di orario e contratto(*)
Anno 2015
(valori percentuali)
Apprendistato
Lavoro a scopo di somministrazione
Lavoro a tempo determinato
Lavoro a Tempo Determinato per
Sostituzione
Lavoro a tempo indeterminato
Totale
Totale
Full time
Part time
v%
v%
60,1%
39,9%
55,1%
44,9%
57,5%
42,5%
51,8%
50,4%
54,8%
48,2%
49,6%
45,2%
Totale
v%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
81
La maggior parte delle assunzioni con contratti part time riguarda giovani lavoratori tra i 20-24 anni (15,1%) e i 25-29 anni (14,6%), rimane
comunque intorno al 12% anche nelle coorti di età successive per poi scendere sotto il 10% dopo i 50 anni.
Tra gli under 35 gli uomini con contratto a tempo ridotto superano le donne, mentre la situazione si inverte dai 35 anni in su quando il part
time sembra diventare uno strumento per conciliare lavoro e vita familiare.
Tab.6 Avviati domiciliati in Liguria con contratto part
time per genere e età
Anno 2015
(valori assoluti)
Femmine
v.a
<16
16-19
20-24
25-29
30-34
35-39
40-44
45-49
50-54
55 e oltre
non definita
Totale
1
1.219
5.082
5.401
4.671
4.824
5.225
4.919
3.870
3.594
1
38.805
Totale
Maschi
v.a
5
1.359
4.188
3.572
2.883
2.456
2.345
2.110
1.575
1.966
22.458
Totale
v.a
6
2.578
9.270
8.973
7.554
7.279
7.570
7.029
5.444
5.560
1
61.263
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
82
Tab.6a Avviati domiciliati in Liguria con contratto part
time per genere e età
Anno 2015
(valori percentuali)
<16
16-19
20-24
25-29
30-34
35-39
40-44
45-49
50-54
55 e oltre
Totale
Femmine
v.a
0,0%
3,1%
13,1%
13,9%
12,0%
12,4%
13,5%
12,7%
10,0%
9,3%
100,0%
Totale
Maschi
v.a
0,0%
6,1%
18,6%
15,9%
12,8%
10,9%
10,4%
9,4%
7,0%
8,8%
100,0%
Totale
v.a
0,0%
4,2%
15,1%
14,6%
12,3%
11,9%
12,4%
11,5%
8,9%
9,1%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il terziario è l’ambito che nel 2015 è ricorso maggiormente al part time (93,2%) soprattutto nel turismo che incide per il 26,3% del part time
nei servizi. Il 95,2% delle donne con contratto part time lavora nei servizi contro l’89,6% degli uomini che però rispetto alle donne hanno un
peso maggiore nel turismo e nel commercio (rispettivamente 29,6% e 16%).
Tab.7 Avviati domiciliati in Liguria con contratto part
time per genere e settore di attività
Anno 2015
(valori assoluti)
Anno 2015
(valori percentuali)
Femmine
v.a
98
1.690
Totale
Maschi
v.a
137
2.160
349
769
36.960
20.122
di cui commercio
5.565
3.221
di cui turismo
9.048
5.960
57
38.805
39
22.458
Agricoltura
Industria
di cui costruzioni
Terziario
Non definito
Totale
Tab.7a Avviati domiciliati in Liguria con contratto part
time per genere e settore di attività
Totale
v.a
235
3.850
1.118
57.082
8.786
15.008
96
61.263
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
Agricoltura
Industria
di cui costruzioni
Terziario
di cui commercio
di cui turismo
Non definito
Totale
Femmine
v.a
0,3%
4,4%
20,7%
95,2%
15,1%
24,5%
0,1%
100,0%
Totale
Maschi
v.a
0,6%
9,6%
35,6%
89,6%
16,0%
29,6%
0,2%
100,0%
Totale
v.a
0,4%
6,3%
29,0%
93,2%
15,4%
26,3%
0,2%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
83
Dall’analisi degli avviati per settori di attività e tipologia contrattuale si evidenzia come il tempo determinato riscuota il maggior successo
raggiungendo addirittura il 94,4% in agricoltura e il 50,4% nel turismo. Tuttavia segnaliamo come nel caso delle costruzioni nel 2015 il
contratto più diffuso sia il tempo indeterminato (42,8%). Il turismo, il commercio e l’industria sono i rami economici che utilizzano
maggiormente l’apprendistato, mentre soprattutto nell’industria il lavoro flessibile ha la più alta incidenza (24,5%).
Tab.8 Avviati domiciliati in Liguria per settore di attività e tipologia contrattuale(*)
Anno 2015
(valori percentuali)
Agricoltura
Apprendistato
Lavoro flessibile
Tempo
indeterminato
Tempo
determinato
Altre tipologie
contrattuali
Tirocinio
Totale
0,3%
0,8%
di cui
Industria
costruzioni
5,9%
6,3%
8,1%
24,5%
Settore di attività
di cui
di
Terziario
commercio cui turismo
6,0%
7,8%
4,1%
14,8%
17,4%
16,7%
Non
definito
0,5%
12,2%
Totale
4,3%
16,1%
3,1%
21,8%
42,8%
28,5%
29,0%
22,0%
15,1%
30,0%
94,4%
42,9%
40,7%
46,1%
40,9%
50,4%
43,0%
44,6%
0,2%
1,1%
100,0%
0,4%
4,1%
100,0%
0,4%
2,0%
100,0%
1,0%
3,7%
100,0%
1,0%
8,3%
100,0%
0,4%
1,9%
100,0%
28,6%
0,6%
100,0%
1,1%
3,7%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
(*) I settori di attività e le diverse tipologie contrattuali sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività e delle tipologie contrattuali
presenti nel S.I.L. -si veda la tabella tipologie contrattuali-
84
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
4.2 I cessati
Nel 2015 sono 148.713 i domiciliati in Liguria che hanno concluso un rapporto di lavoro, con una crescita del 4,7% (+6.612 unità) rispetto al
2014.
Tra chi ha terminato un rapporto di lavoro il 44,4% ha un contratto a tempo determinato (+1,5 punti percentuali rispetto al 2014, il 29,7% a
tempo indeterminato (+2,2 punti percentuali) e il 15,8% un contratto atipico (-3,4 punti percentuali).
Tab.9 Cessati domiciliati in Liguria per genere e tipologia contrattuale(*)
Anno 2015
(valori assoluti e valori percentuali)
Tipologia contrattuale
Apprendistato
Lavoro flessibile
Tempo indeterminato
Tempo determinato
Altre tipologie
contrattuali
Tirocinio
Non definito
Totale
Femmine
v.a
2.858
13.240
Maschi
v.a
3.466
10.294
Totale
v.a
6.325
23.533
Totale
v%
4,3%
15,8%
21.962
31.958
22.218
34.092
44.180
66.050
29,7%
44,4%
1.118
2.677
6
73.820
1.860
2.959
5
74.893
2.978
5.636
11
148.713
2,0%
3,8%
0,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
(*) I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività presenti nel
S.I.L. -si veda la tabella tipologie contrattuali-
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
85
5. Le dinamiche più recenti (2°trimestre 2015 – 2°trimestre 2016)
Nel II trimestre 2016 i domiciliati in Liguria che hanno firmato almeno un contratto di lavoro sono 51.002, il 3,4% in meno rispetto al II
trimestre 2015.
In linea con quanto rilevato gli scorsi anni, circa il 60% degli avviati ha meno di 40 anni e la classe più numerosa è quella tra i 20-24
anni (17,2%), seguita dai 25-29 anni (16%). Rispetto a quanto avveniva nel biennio 2013/2014, quando l’unica contrazione degli
avviati riguardava i più giovani, tra il 2015 e il 2016 diminuiscono i lavoratori assunti tra i 30 e i 50 anni, con il punta minima tra i 35-39
anni (-11,3%), mentre tra i più giovani abbiamo solo una leggera flessione tra i 25-29 anni (-1,2%).
Tab.1 Avviati domiciliati in Liguria per fasce d'età (*)
II trimestre 2015 - II trimestre 2016
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
Fasce di età
<16
16-19
20-24
25-29
30-34
35-39
40-44
45-49
50-54
55 e oltre
Non definito
Totale
II trim 2015
v.a
v%
43
0,1%
2.178
4,1%
8.669
16,4%
8.239
15,6%
6.531
12,4%
6.120
11,6%
6.329
12,0%
5.669
10,7%
4.315
8,2%
4.694
8,9%
1
0,0%
52.788
100,0%
II trim 2016
Variazioni 2015/2016
v.a
v%
v.a.
v%
50
0,1%
7
16,3%
2.294
4,5%
116
5,3%
8.756
17,2%
87
1,0%
8.140
16,0%
-99
-1,2%
6.118
12,0%
-413
-6,3%
5.426
10,6%
-694
-11,3%
5.790
11,4%
-539
-8,5%
5.329
10,4%
-340
-6,0%
4.344
8,5%
29
0,7%
4.749
9,3%
55
1,2%
6
0,0%
5
51.002
100,0%
-1.786
-3,4%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
86
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab.1a Avviati domiciliati in Liguria per
fasce d'età (*)
II trimestre 2016
(valori assoluti e valori percentuali)
v.a
<16
16-19
20-24
25-29
30-34
35-39
40-44
45-49
50-54
55 e oltre
Non definito
Totale
50
2.294
8.756
8.140
6.118
5.426
5.790
5.329
4.344
4.749
6
51.002
v%
0,1%
4,5%
17,2%
16,0%
12,0%
10,6%
11,4%
10,4%
8,5%
9,3%
0,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati
S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
87
Gli avviati diminuiscono sia nell’industria (-4,1% e -6,5% nelle costruzioni) che nel terziario (-3,2%). All’interno di questo settore
segnaliamo le contrazioni del turismo (-8,4%) e del commercio (-7,3%).
Tab.2 Avviati domiciliati in Liguria per settore di attività(*)
II trimestre 2015 - II trimestre 2016
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Settore di attività
Agricoltura
Industria
di cui costruzioni
Terziario
di cui commercio
di cui turismo
Non definito
Totale
II trim 2015
v.a
v%
1.141
2,2%
7.597
14,4%
2.836
37,3%
43.904
83,2%
5.823
13,3%
13.936
31,7%
146
0,3%
52.788
100,0%
II trim 2016
Variazioni 2015/2016
v.a
v%
v.a.
v%
1.156
2,3%
15
1,3%
7.283
14,3%
-314
-4,1%
2.652
36,4%
-184
-6,5%
42.497
83,3%
-1.407
-3,2%
5.400
12,7%
-423
-7,3%
12.763
30,0%
-1.173
-8,4%
66
0,1%
-80
-54,8%
51.002
100,0%
-1.786
-3,4%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività presenti nel S.I.L.
88
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Nel II trimestre 2016 il tempo determinato riguarda oltre la metà (56,3%) dei nuovi assunti, a seguire troviamo a pari merito il tempo
indeterminato e il lavoro non standard (16,7%). La flessione più consistente, anche a causa della riduzione degli incentivi economici del
Job Act, è quella del tempo indeterminato (-28,4%). Il lavoro flessibile fa registrare un -10,1% mentre crescono i tirocini (+16,6%) e
l’apprendistato (+10%). La risalita dell’apprendistato sembrerebbe un segnale positivo, visto lo scarso appeal che questo contratto ha
esercitato negli ultimi anni e considerando come nello stesso periodo 2013/2014 gli apprendisti fossero in calo del 21%.
Tab.3 Avviati domiciliati in Liguria per tipo di contratto(*)
II trimestre 2015 - II trimestre 2016
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Apprendistato
Lavoro flessibile
Tempo indeterminato
Tempo determinato
II trim 2015
v.a
v%
2.559
4,8%
9.488
18,0%
11.923
22,6%
26.572
50,3%
II trim 2016
Variazioni 2015/2016
v.a
v%
v.a.
v%
2.816
5,5%
257
10,0%
8.533
16,7%
-955
-10,1%
8.427
16,7%
-3.390
-28,4%
28.704
56,3%
2.132
8,0%
Altre tipologie contrattuali
Tirocinio
Non definito
Totale
395
1.845
7
52.789
370
2.152
51.002
Tipologia contrattuale
0,7%
3,5%
0,0%
100,0%
0,7%
4,2%
100,2%
-25
307
7
-1.787
-6,3%
16,6%
-3,4%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati S.I.L. regionale
I settori di attività sono il risultato dell'aggregazione dei singoli settori di attività presenti nel S.I.L. -si veda la tabella
tipologie contrattuali-
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
89
51.002 Lavoratori avviati per tipo di contratto
II trimestre 2016
Altre tipologie
contrattuali
0,7%
Tirocinio
4,2%
Apprendistato
5,5%
Lavoro flessibile
16,7%
Tempo
indeterminato
16,5%
Tempo determinato
56,3%
90
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Legende
Tipologie contrattuali
Apprendistato
Apprendistato
Borsa lavoro
Collaborazione coordinata e continuativa
Contratto di Formazione lavoro
Contratto di inserimento lavorativo
Lavoro a scopo di somministrazione
Lavoro a progetto
Lavoro intermittente
Lavoro flessibile
Lavoro o attività Socialmente Utile (LSU - ASU)
Contratto di Agenzia a Tempo Determinato
Lavoro occasionale
Contratto di Agenzia a Tempo Indeterminato
Lavoro ripartito
Lavoro Autonomo
Mini Co.co.Co
Lavoro Occasionale
Lavoro Dipendente nella P.A. a Tempo Indeterminato
Associazione in partecipazione
Tempo indeterminato
Lavoro a Domicilio
Lavoro a tempo indeterminato
Lavoro stagionale
Lavoro a tempo determinato
Lavoro marittimo
Lavoro a Tempo Determinato per Sostituzione
Lavoro Dipendente nella P.A. a Tempo Determinato
Altro
Lavoro Autonomo nello spettacolo
Tempo determinato
Tirocinio
Non Definito
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
di cui lavoro a domicilio
di cui lavoro stagionale
di cui lavoro marittimo
Tirocinio
Non definito
91
Settori di attività
A - AGRICOLTURA, CACCIA E SILVICOLTURA ateco 2002
A - AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA ateco 2007
Agricoltura
B - PESCA, PISCICOLTURA E SERVIZI CONNESSI ateco 2002
C - ATTIVITÀ MANIFATTURIERE ateco 2007
C - ESTRAZIONE DI MINERALI ateco 2002
Industria
D - ATTIVITÀ MANIFATTURIERE ateco 2002
E - PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA, GAS E ACQUA ateco 2002-2007
di cui costruzioni
F - COSTRUZIONI ateco 2002-2007
H - TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO ateco 2007
I - TRASPORTI, MAGAZZINAGGIO E COMUNICAZIONI ateco 2002
J - ATTIVITÀ FINANZIARIE ateco 2002
J - SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ateco 2007
K - ATTIVITÀ IMMOBILIARI, NOLEGGIO, INFORMATICA, RICERCA, SERVIZI ALLE IMPRESE ateco 2002
L - ATTIVITA' IMMOBILIARI ateco 2007
M - ATTIVITÀ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE ateco 2007
M - ISTRUZIONE ateco 2002
N - NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE ateco 2007
N - SANITÀ E ASSISTENZA SOCIALE ateco 2002
Terziario
O - ALTRI SERVIZI PUBBLICI, SOCIALI E PERSONALI ateco 2002
P - ATTIVITÀ SVOLTE DA FAMIGLIE E CONVIVENZE ateco 2002
P - ISTRUZIONE ateco 2007
Q - ORGANIZZAZIONI ED ORGANISMI EXTRATERRITORIALI ateco 2002
Q - SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ateco 2007
R - ATTIVITÀ ARTISTICHE, SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO ateco 2007
S - ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI ateco 2007
T - ATTIVITÀ DI FAMIGLIE E CONVIVENZE COME DATORI DI LAVORO PER PERSONALE DOMESTICO;
PRODUZIONE DI BENI E SERVIZI INDIFFERENZIATI PER USO PROPRIO DA PARTE DI FAMIGLIE E
CONVIVENZE ateco 2007
92
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
H - ALBERGHI E RISTORANTI ateco 2002
I - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE ateco 2007
L - AMMINISTRAZIONE PUBBLICA ateco 2002
O - AMMINISTRAZIONE PUBBLICA E DIFESA; ASSICURAZIONE SOCIALE OBBLIGATORIA ateco 2007
di cui turismo
di cui pubblica amministrazione
(escluse sanità e istruzione)
G - COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI ateco
2002
G - COMMERCIO ALL`INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI
BENI PERSONALI E PER LA CASA ateco 2007
di cui commercio
NON DEFINITO
Non definito
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
93
94
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
1.La Cassa Integrazione Guadagni
1.1 Il trend (2008-2015)1
Dal 2008 al 2015 in Italia le ore autorizzate di Cassa Integrazione Guadagni sono passate da 227.660.255 a 682.657.415, mentre in
Liguria sono salite da 4.675.594 a 12.088.786, sebbene per effetto delle riforme legislative che hanno coinvolto questo istituto, sia a livello
nazionale che regionale, rispetto al 2014 ci sia stata una diminuzione delle ore richieste.
In Italia tra il 2008 e il 2015 l’incremento più consistente è stato quello degli interventi straordinari, in Liguria invece sono cresciuti
maggiormente quelli in deroga, mentre gli interventi ordinari hanno subito un aumento più contenuto (di circa il 63% come in Italia).
1
I dati sono stati estratti dal dwh dell’INPS nei seguenti periodi:
• anno 2008 in data 7 Luglio 2011
• anno 2015 in data 12 Agosto 2016
• Gennaio-Agosto 2015 in data 18 Settembre 2015
• Gennaio-Agosto 2016 in data 15 Settembre 2016
Si ricorda che il sito dell’INPS fornisce i dati sulla Cassa Integrazione Guadagni a partire dall’anno 2005
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
95
Tab. 1a - ANDAMENTO DELLA CASSA INTEGRAZIONE
GUADAGNI IN LIGURIA E IN ITALIA 2008-2015
(valori assoluti e variazioni percentuali)
Tab. 1 - ANDAMENTO DELLA CASSA INTEGRAZIONE
GUADAGNI IN LIGURIA E ITALIA 2008-2015
(valori assoluti)
LIGURIA
LIGURIA
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
2008
2.142.569
2.393.578
139.447
4.675.594
ITALIA
2008
113.024.235
86.688.660
27.947.360
227.660.255
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
96
Tipologia di intervento
2015
3.486.710
7.523.025
1.079.051
12.088.786
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Tipologia di intervento
2015
183.823.279
400.365.404
98.468.732
682.657.415
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Variazioni 2008/15
V.A.
V%
1.344.141
62,7%
5.129.447
214,3%
939.604
673,8%
7.413.192
158,6%
ITALIA
Variazioni 2008/15
V.A.
V%
70.799.044
62,6%
313.676.744
361,8%
70.521.372
252,3%
454.997.160
199,9%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
In Liguria anche nel 2015 gli interventi straordinari continuano ad assorbire il maggior numero di ore (62,2%); in Italia rappresentano il
58,6% ma nel 2008 la misura più utilizzata era quella ordinaria (49,6%) che 7 anni dopo è scesa al 26,9%.
In Liguria cresce il peso degli interventi in deroga (+5,9 punti percentuali) che si attestano all’8,9% mentre gli interventi ordinari scendono
dal 45,8% al 28,8%.
Tab. 2 - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - INCIDENZA
PERCENTUALE PER TIPO DI INTERVENTO IN LIGURIA E IN
ITALIA 2008-2015
(valori percentuali)
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
2008
Liguria
45,8%
51,2%
3,0%
100,0%
Italia
49,6%
38,1%
12,3%
100,0%
TIPOLOGIA DI INTERVENTO IN LIGURIA
ANNO 2015
Interventi in
deroga
8,9%
Interventi
ordinari
28,8%
2015
Liguria
Italia
28,8% 26,9%
62,2% 58,6%
8,9% 14,4%
100,0% 100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
Interventi
straordinari
62,2%
97
DISTRIBUZIONE % DEGLI INTERVENTI PER TIPOLOGIA
2008-2015
100%
90%
80%
70%
60%
50%
40%
30%
20%
10%
0%
Liguria 2008
Interventi ordinari
98
Liguria 2015
Interventi straordinari
Interventi in deroga
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Di seguito un focus sui singoli tipi di intervento e sui settori che ne hanno maggiormente beneficiato:
•
•
•
CIG ordinaria: il 64,1% degli interventi è in favore dell’industria e il 35,9% dell’edilizia. All’interno dell’industria il comparto
prevalente è quello del meccanico metallurgico (56,8%), seguito dalla chimica (12,5%) e dall’installazione degli impianti per
l’edilizia (9,3%). Da segnalare come rispetto al 2008 le ore ordinarie autorizzate nell’industria siano quasi quadruplicate mentre si
è verificata una contrazione in edilizia;
CIG straordinaria: rispetto al 2008 cresce il numero delle ore in tutti i macro settori ma diminuisce l’incidenza dell’industria che
passa dal 94,9% al 79,8%. Rimane stabile il peso del meccanico metallurgico, diminuisce quello della chimica (dal 26,4% al 4,7%)
e sale quello dell’installazione degli impianti per l’edilizia. Nell’edilizia le ore aumentano da 67.696 a 526.606, il commercio passa
da circa 39mila ore alle oltre 990mila mentre nel 2015 non sono state richieste ore straordinarie per l’artigianato;
CIG in deroga: le ore nell’industria salgono da 77.847 a 577.464 anche se il peso del comparto rimane grosso modo stabile
(55,8% nel 2008 e 53,5% nel 2015). Nel 2015 però il meccanico metallurgico è preponderante mentre 7 anni prima il 70,1% delle
ore era in favore di trasporti e comunicazioni. Se nel 2008 non venivano richieste ore per l’edilizia, nel 2015 invece arrivano quasi
a 47mila, così come nell’artigianato da 344 salgono a 102mila. Nel commercio, nonostante la crescita delle ore autorizzate, il loro
peso percentuale scende di 6,1 punti percentuali, dal 38,6% al 32,5%.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
99
Tab. 3- CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - INTERVENTI ORDINARI, STRAORDINARI E IN DEROGA IN LIGURIA PER RAMO
DI ATTIVITA' 2008
(valori assoluti - valori percentuali)
Ramo di attività
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
626.889
V.%
29,3%
5.842
470.447
18.766
620
71.285
4.617
3.736
33.111
18.112
353
1.515.680
2.142.569
0,9%
75,0%
3,0%
0,1%
11,4%
0,7%
0,6%
5,3%
2,9%
0,1%
70,7%
100,0%
2008
Straordinaria
V.A.
V.%
2.271.410
94,9%
1.505.600
600.096
117.056
26.896
21.762
67.696
15.508
38.964
2.393.578
66,3%
26,4%
5,2%
1,2%
1,0%
2,8%
0,6%
1,6%
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
77.847
55,8%
18.504
54.601
4.742
344
53.774
7.482
139.447
23,8%
70,1%
6,1%
0,2%
38,6%
5,4%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
100
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 3a - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - INTERVENTI ORDINARI, STRAORDINARI E IN DEROGA IN LIGURIA PER
RAMO DI ATTIVITA' 2015
(valori assoluti - valori percentuali)
Ramo di attività
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
2.233.930
V.%
64,1%
82.603
1.268.123
114.786
63.440
279.109
43.734
36.816
208.759
88.386
48.174
1.252.780
3.486.710
3,7%
56,8%
5,1%
2,8%
12,5%
2,0%
1,6%
9,3%
4,0%
2,2%
35,9%
100,0%
2015
Straordinaria
V.A.
V.%
6.003.271
79,8%
188.154
4.078.266
95.380
6.916
281.129
62.584
121.282
211.206
868.045
90.309
526.606
993.148
7.523.025
In deroga
V.A.
V.%
577.464
53,5%
3,1%
11.839
67,9% 432.835
1,6%
5.702
0,1%
4,7%
1.032
1,0%
2.060
2,0%
1.449
3,5%
3.024
14,5%
77.308
1,5%
42.215
7,0%
47.617
102.832
13,2% 350.687
451
100,0% 1.079.051
2,1%
75,0%
1,0%
0,2%
0,4%
0,3%
0,5%
13,4%
7,3%
4,4%
9,5%
32,5%
0,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
101
INTERVENTI ORDINARI INDUSTRIA LIGURIA 2015
Impianti edilizia
9,3%
Trasporti
4,0%
Carta, stampa ed
editoria
1,6%
Lavoraz. minerali non
metal.
2,0%
Altro
2,2%
Alimentare
3,7%
Chimica,
petrolchimica…
12,5%
Meccanicometallurgico
56,8%
Tessile
2,8%
Legno
5,1%
102
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
INTERVENTI STRAORDINARI INDUSTRIA LIGURIA 2015
Carta, stampa ed
editoria
2,0%
Impianti edilizia
3,5%
Trasporti
14,5%
Alimentare
3,1%
Lavoraz. minerali
non metal.
1,0%
Chimica,
petrolchimica…
4,7%
Tessile
0,1%
Legno
1,6%
Meccanicometallurgico
67,9%
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
103
INTERVENTI DEROGA INDUSTRIA LIGURIA 2015
Impianti edilizia
0,5%
Trasporti
13,4%
Lavoraz. minerali
non metal.
0,4%
Altro
7,3%
Alimentare
2,1%
Carta, stampa ed
editoria
0,3%
Chimica,
petrolchimica…
0,2%
104
Legno
1,0%
Meccanicometallurgico
75,0%
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
La maggior parte delle ore autorizzare per gli impiegati (72,7%) e per gli operai (57,9%) è nell’ambito degli interventi straordinari. Nel 2008
per gli operai venivano richiesti soprattutto interventi ordinari (52,6%) e per gli impiegati interventi straordinari (72,7%).
Tab. 4 - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - PER TIPOLOGIA DI INTERVENTO E CATEGORIA
PROFESSIONALE IN LIGURIA
2008-2015
(valori assoluti- valori percentuali)
2008
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Operai
V.A.
2.084.176
1.764.556
110.425
3.959.157
V.%
52,6%
44,6%
2,8%
100,0%
2015
Operai
V.A.
2.766.047
4.946.764
834.633
8.547.444
V.%
32,4%
57,9%
9,8%
100,0%
Impiegati
V.A.
V.%
58.393
8,2%
629.022
87,8%
29.022
4,1%
716.437
100,0%
Totale
V.A.
2.142.569
2.393.578
139.447
4.675.594
V.%
45,8%
51,2%
3,0%
100,0%
Impiegati
Totale
V.A.
V.%
V.A.
V.%
720.663
20,3% 3.486.710
28,8%
2.576.261
72,7% 7.523.025
62,2%
244.418
6,9% 1.079.051
8,9%
3.541.342
100,0% 12.088.786
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
105
ORE AUTORIZZATE - OPERAI
2008/2015
6.000.000
4.946.764
5.000.000
4.000.000
2.766.047
3.000.000
2.084.176
2.000.000
1.764.556
834.633
1.000.000
110.425
ORE AUTORIZZATE - IMPIEGATI
2008/2015
0
Interventi ordinari
Interventi straordinari
2008
2015
Interventi in edilizia
3.000.000
2.576.261
2.500.000
2.000.000
1.500.000
1.000.000
720.663
629.022
500.000
244.418
58.393
29.022
0
Interventi ordinari
Interventi straordinari
2008
106
Interventi in edilizia
2015
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
DISTRIBUZIONE % DEGLI INTERVENTI PER
CATEGORIA PROFESSIONALE
LIGURIA 2015
100%
90%
80%
70%
Impiegati
60%
50%
Operai
40%
30%
20%
10%
0%
Interventi ordinari
Interventi
straordinari
Interventi in
deroga
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
107
Tra il 2008 e il 2015 le ore di CIG aumentano notevolmente in tutte le province liguri:
• a Genova gli interventi in deroga salgono da 19.198 ore a 791.192 ore, quelli straordinari da 1.724.474 ore passano a 4.131.019
ore. Le ore ordinarie invece sono quelle che crescono meno (+48,2%);
• Imperia è la provincia dove salgono maggiormente gli interventi straordinari: da circa 15.000 ore a 342.190 ore, gli interventi in
deroga da 25.305 ore a 61.604 ore, mentre quelli ordinari diminuiscono del 17,5%. Da segnalare come tra il 2008 e il 2015 questa
sia l’unica flessione registrata a livello provinciale;
• a La Spezia crescono gli interventi in deroga (da 4.901 ore a 128.330 ore) e quelli straordinari (52.454 ore a 503.298 ore) mentre
gli ordinari fanno segnare “solo” un +31,4%;
• Savona complessivamente ha il maggior incremento provinciale in termini di ore autorizzate. Gli interventi straordinari
quadruplicano, quelli ordinari e in deroga arrivano quasi a triplicare.
108
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 5 - ANDAMENTO DELLA CASSA INTEGRAZIONE
GUADAGNI NELLE 4 PROVINCE LIGURI -2008-2015(valori assoluti)
Genova
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
2008
922.927
1.724.474
79.198
2.726.599
2015
1.368.004
4.131.019
791.192
6.290.215
Imperia
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
2008
2015
247.603
15.423
25.305
288.331
204.231
342.190
61.604
608.025
2008
2015
La Spezia
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
412.691
52.454
4.901
470.046
542.295
503.298
128.330
1.173.923
Savona
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
2008
559.348
601.227
30.043
1.190.618
2015
1.372.180
2.546.518
97.925
4.016.623
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
109
Tab. 5a - ANDAMENTO DELLA CASSA INTEGRAZIONE
GUADAGNI NELLE 4 PROVINCE LIGURI -2008-2015(variazioni in valore assoluto e in valore percentuale)
Genova
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Variazioni 2008/15
V.A.
V%
445.077
48,2%
2.406.545
139,6%
711.994
899,0%
3.563.616
130,7%
Imperia
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Variazioni 2008/15
V.A.
V%
-43.372
-17,5%
326.767
2118,7%
36.299
143,4%
319.694
110,9%
La Spezia
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Variazioni 2008/15
V.A.
129.604
450.844
123.429
703.877
V%
31,4%
859,5%
2518,4%
149,7%
Savona
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Variazioni 2008/15
V.A.
V%
812.832
145,3%
1.945.291
323,6%
67.882
225,9%
2.826.005
237,4%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
110
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Se osserviamo la distribuzione di ore per intervento all’interno delle province segnaliamo come Genova assorba la maggior parte delle ore
in deroga (73,3%) e straordinarie (54,9%), mentre per soli 2 decimi di punto percentuale è Savona la provincia che incide maggiormente
sulle ore ordinarie (39,4%), seguita però sempre da Genova (39,2%).
Tra il 2008 e il 2015:
• gli interventi ordinari aumentano la loro incidenza soprattutto a Savona (dal 26,1% al 39,4%) mentre la diminuiscono ad Imperia e
La Spezia;
• gli interventi straordinari diminuiscono la loro incidenza a Savona e Genova mentre la accrescono a Imperia (dallo 0,6% al 4,5%) e
a La Spezia (dal 2,2% al 6,7%);
• gli interventi in deroga aumentano il loro peso solo a Genova e a La Spezia mentre lo diminuiscono soprattutto a Savona (dal
21,5% al 9,1%) e a Imperia (dal 18,1% al 5,7%).
Tab. 6 - DISTRIBUZIONE DELLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI NELLE 4 PROVINCE
LIGURI 2008-2015
(valori percentuali)
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Interventi ordinari
2008
2015
43,1%
39,2%
11,6%
5,9%
19,3%
15,6%
26,1%
39,4%
100,0%
100,0%
Interventi straordinari
2008
2015
72,0%
54,9%
0,6%
4,5%
2,2%
6,7%
25,1%
33,8%
100,0%
100,0%
Interventi in deroga
2008
2015
56,8%
73,3%
18,1%
5,7%
3,5%
11,9%
21,5%
9,1%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
111
Approfondiamo la situazione delle singole province liguri:
Genova
Interventi ordinari: nel 2015 sale l’incidenza dell’industria che passa dal 23,4% al 60,9%, mentre scende dal 76,6% al 39,1% quella
dell’edilizia. Il meccanico metallurgico nel 2015 assorbe poco più della metà delle ore.
Interventi straordinari: nel 2015 il peso dell’industria scende di 22,2 punti percentuali attestandosi sul 73,7%, mentre il commercio passa
dall’1,5% al 17,2%. All’interno dell’industria diminuisce il peso del meccanico metallurgico che è comunque il comparto preponderante
(73,5% nel 2015), nonostante nel 2015 ci sia una maggiore distribuzione delle ore anche in altri settori, tra cui sottolineiamo il 19,6% di
trasporti e comunicazioni.
Interventi in deroga: l’industria passa dal 35,8% del 2008 al 66,5% del 2015 per effetto del meccanico metallurgico per cui nel 2008 non
venivano richieste ore e che sette anni dopo passa a quota 430.535 ore, arrivando a rappresentare l’81,8% dell’industria. Il commercio
nonostante un aumento delle ore incide per il 21,5% degli interventi in deroga mentre nel 2008 assorbiva il 54% delle ore.
112
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 7a - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - GENOVA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA' 2008
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
216.220
23,4%
2008
Straordinaria
V.A.
V.%
1.654.553
95,9%
222
188.445
2.658
123
15.984
8.600
188
706.707
922.927
1.505.600
117.056
26.896
5.001
29.120
15.100
25.701
1.724.474
0,1%
87,2%
1,2%
0,1%
7,4%
4,0%
0,1%
76,6%
100,0%
91,0%
7,1%
1,6%
0,3%
1,7%
0,9%
1,5%
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
28.316
35,8%
14.792
8.782
4.742
344
43.056
7.482
79.198
52,2%
31,0%
16,7%
0,4%
54,4%
9,4%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
113
Tab. 7aa - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - GENOVA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA' 2015
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
833.560
60,9%
41.672
446.835
4.015
159.335
16.864
32.656
60.780
25.005
46.398
534.444
1.368.004
5,0%
53,6%
0,5%
19,1%
2,0%
3,9%
7,3%
3,0%
5,6%
39,1%
100,0%
2015
Straordinaria
V.A.
V.%
3.045.946
73,7%
In deroga
V.A.
V.%
526.151
66,5%
63.308
2.239.486
4.000
42.120
79.253
21.154
596.593
32
374.807
710.266
4.131.019
1.983
430.535
2.070
2.060
1.449
3.024
67.486
17.544
36.333
58.564
170.060
84
791.192
2,1%
73,5%
0,1%
1,4%
2,6%
0,7%
19,6%
0,0%
9,1%
17,2%
100,0%
0,4%
81,8%
0,4%
0,4%
0,3%
12,8%
3,3%
4,6%
7,4%
21,5%
0,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
114
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Savona
Interventi ordinari: rispetto alla situazione più equilibrata del 2008 dove le ore si distribuivano tra industria e edilizia, nel 2015 abbiamo
uno sbilanciamento in favore dell’industria (76%), l’edilizia scende al 24%, sale l’incidenza del meccanico metallurgico, dal 58,6% al
66,7%, così come quella dell’installazione di impianti per l’edilizia che si attestano all’11,4%, in flessione invece la chimica che dal 26%
scende al 7,4%.
Interventi straordinari: nel 2008 la richiesta di ore era esclusivamente per la chimica –e un residuale 0,2% per il commercio-, invece nel
2015 la situazione è più composita. L’industria nel suo complesso sale all’88,9% ed il settore più in difficoltà diventa il meccanico
metallurgico (73,5%), seguito dai trasporti e comunicazioni (7,8%).
Interventi in deroga: anche in questo caso nel 2015 abbiamo una situazione più composita rispetto al 2008, anno in cui le ore si
ripartivano tra l’industria (64,7%) -al suo interno tutte in favore di trasporti e comunicazioni- e nel commercio (35,7%).
Nel 2015 il commercio incide per ben il 60% delle ore autorizzate, l’artigianato per il 17,8% e l’industria per il 17,3%; all’interno di essa la
voce più consistente è rappresentata dall’alimentare (58,1%).
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
115
Tab. 7b - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - SAVONA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA'2008
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
258.135
46,1%
2008
Straordinaria
V.A.
V.%
600.096
99,8%
151.358
18.766
67.107
3.176
3.736
6.286
7.541
165
301.213
559.348
600.096
1.131
601.227
58,6%
7,3%
26,0%
1,2%
1,4%
2,4%
2,9%
0,1%
53,9%
100,0%
100,0%
0,2%
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
19.325
64,3%
19.325
10.718
30.043
100,0%
35,7%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
116
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 7ba - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - SAVONA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA'2015
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
1.042.612
76,0%
22.174
695.134
56.099
77.465
17.022
4.160
118.937
51.621
329.568
1.372.180
2,1%
66,7%
5,4%
7,4%
1,6%
0,4%
11,4%
5,0%
24,0%
100,0%
2015
Straordinaria
V.A.
V.%
2.263.629
88,9%
1.664.680
44.980
2.916
92.534
62.584
2.496
127.232
175.930
90.277
88.591
194.298
2.546.518
73,5%
2,0%
0,1%
4,1%
2,8%
5,6%
7,8%
4,0%
3,5%
7,6%
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
16.962
17,3%
9.856
776
1.680
4.650
4.428
17.387
58.781
367
97.925
58,1%
4,6%
9,9%
27,4%
4,5%
17,8%
60,0%
0,4%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
117
Imperia
Interventi ordinari: nel 2015 l’edilizia è il ramo di attività che richiede il maggior numero di ore ma la sua incidenza è in diminuzione, dal
94,4% al 71,5%, contestualmente l’industria sale dal 5,6% al 28,5%. Se 7 anni prima il chimico non presentava problemi, nel 2015 è pari
alla metà degli interventi nell’industria, seguito dal 25% del meccanico metallurgico e dal 16,4% dell’alimentare.
Interventi straordinari: nel 2008 erano richiesti solo per i trasporti e comunicazioni mentre nel 2015 la situazione è più diversificata.
L’86% di ore è autorizzato per l’industria -soprattutto alimentare (42,4%) e trasporti e comunicazioni (28,4%)-, a seguire troviamo il 9,7%
dell’edilizia e il 4,2% del commercio.
Interventi in deroga: anche in questo caso in 7 anni la situazione è cambiata profondamente. Nel 2008 le ore si distribuivano solo tra
trasporti e comunicazioni (85,3%) e installazione di impianti per l’edilizia, mentre nel 2015 la parte del leone la fa il commercio (75,1%),
seguito dall’industria (21%) dove prevale la somma di diverse voci che vanno a confluire nella categoria altro (65%) e di seguito i trasporti
e comunicazioni (35%).
118
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 7c - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - IMPERIA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA'2008
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
13.911
5,6%
2008
Straordinaria
V.A.
V.%
15.423
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
25.305
100,0%
5.620
5.384
922
1.767
218
233.692
247.603
15.423
15.423
3.712
21.593
25.305
40,4%
38,7%
6,6%
12,7%
1,6%
94,4%
100,0%
100,0%
100,0%
14,7%
85,3%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
119
Tab. 7ca - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - IMPERIA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA'2015
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
58.155
28,5%
2015
Straordinaria
V.A.
V.%
294.417
86,0%
9.527
14.512
29.093
690
4.333
146.076
204.231
124.846
75.140
9.893
872
83.666
33.280
.
14.493
342.190
16,4%
25,0%
50,0%
1,2%
7,5%
71,5%
100,0%
42,4%
0,3%
28,4%
9,7%
4,2%
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
12.911
21,0%
4.519
8.392
328
2.129
46.236
61.604
35,0%
65,0%
0,5%
3,5%
75,1%
0,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
120
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
La Spezia
Interventi ordinari: nel 2008 il 66,4% delle ore erano in favore dell’edilizia e il restante 33,6% per l’industria, nel 2015 l’edilizia passa al
44,8% e l’industria sale al 55,2%; con prevalenza del meccanico metallurgico (37,3%) e del tessile (21,2%) anche se le ore si ripartiscono
tra tutte le categorie, mentre 7 anni prima lo sbilanciamento era in favore del meccanico metallurgico (90,4%).
Interventi straordinari: nel 2008 le ore erano assorbite per il 73,5% dall’edilizia e per il 23,1% dal commercio, con un residuale 2,6%
dell’industria che riguardava esclusivamente i trasporti e le comunicazioni. Nel 2015 l’edilizia incide per il 5,9%, il commercio scende al
14,7% e il restante 79,3% riguarda l’industria e in particolar modo il meccanico metallurgico, la chimica e l’installazione di impianti per
l’edilizia.
Interventi in deroga: nel 2008 erano autorizzati solo per i trasporti e le comunicazioni (industria). Nel 2015 il 58,9% delle ore viene
richiesto dal commercio, il 16,7% dall’industria, di cui oltre la metà sotto la voce altro, e il 19,3% dall’artigianato.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
121
Tab. 7d - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - LA SPEZIA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA'2008
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
138.623
33,6%
125.260
620
1.520
396
9.074
1.753
274.068
412.691
90,4%
0,4%
1,1%
0,3%
6,5%
1,3%
66,4%
100,0%
2008
Straordinaria
V.A.
V.%
1.338
2,6%
1.338
38.576
408
12.132
52.454
100,0%
73,5%
0,8%
23,1%
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
4.901
100,0%
4.901
4.901
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
122
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 7da - CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI - LA SPEZIA: TIPO DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA'2015
(valori assoluti - valori percentuali)
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
Ordinaria
V.A.
V.%
299.603
55,2%
2015
Straordinaria
V.A.
V.%
399.279
79,3%
9.230
111.642
54.672
63.440
13.216
9.158
24.709
11.760
1.776
242.692
542.295
174.100
50.400
71.335
29.640
61.948
11.856
29.928
.
74.091
503.298
3,1%
37,3%
18,2%
21,2%
4,4%
3,1%
8,2%
3,9%
0,6%
44,8%
100,0%
43,6%
12,6%
17,9%
7,4%
15,5%
3,0%
5,9%
14,7%
100,0%
In deroga
V.A.
V.%
21.440
16,7%
1.524
1.952
1.032
5.303
11.629
6.528
24.752
75.610
128.330
7,1%
9,1%
4,8%
0,0%
0,0%
24,7%
54,2%
5,1%
19,3%
58,9%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
123
1.2 Le dinamiche più recenti (Gennaio Agosto 2015- Gennaio Agosto 2016)
Confrontando le ore di Cassa Integrazione Guadagni di Gennaio-Agosto 2016 con quelle del corrispondente periodo 2015, sia in Italia che
in Liguria abbiamo una diminuzione di tutti i tipi di intervento, ad eccezione di quelli straordinari che in in Italia salgono del 6,1% e in
Liguria del +2,1%.
Tab. 1 - ANDAMENTO DELLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI IN LIGURIA E
ITALIA GENNAIO-AGOSTO 2015/2016
(Valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
LIGURIA
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Gen-Ago 2015
2.684.338
4.591.607
964.478
8.240.423
Gen-Ago 2015
136.426.031
266.524.222
58.985.722
461.935.975
Gen-Ago 2016
1.359.097
4.686.286
379.188
6.424.571
ITALIA
Gen-Ago 2016
98.586.444
282.906.801
40.450.916
421.944.161
Variazioni Gen-Ago 2015/16
V.A.
V. %
-1.325.241
-49,4%
94.679
2,1%
-585.290
-60,7%
-1.815.852
-22,0%
Variazioni Gen-Ago 2015/16
V.A.
V. %
-37.839.587
-27,7%
16.382.579
6,1%
-18.534.806
-31,4%
-39.991.814
-8,7%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
124
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Ore autorizzate Cassa Integrazione Guadagni
Liguria - Gennaio/Agosto 2016
Interventi in
deroga
5,9%
Interventi
ordinari
21,2%
Interventi
straordinari
72,9%
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
125
All’interno delle ore ordinarie continua a diminuire l’edilizia la cui incidenza scende dal 40,4% al 37,1% mentre l’industria sale dal 59,6% al
62,9%, con il meccanico metallurgico che nei primi 8 mesi del 2016 arriva pesare per l’80,8% delle ore del settore.
Nel caso delle ore straordinarie l’industria aumenta dal 77,1% all’88,4%, l‘edilizia scende dal 7,4% all’1,8%, così come il commercio che
dal 15,5% cala al 9,8%.
Nei primi 8 mesi del 2016 cambia la distribuzione delle ore in deroga, se nel 2015 il 57,5% era autorizzato nell’industria, un anno dopo la
percentuale scende al 40,5%, mentre il commercio è il settore per cui vengono autorizzate più ore (46,8%).
Tab. 2- CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI -TIPI DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA' IN LIGURIA
GENNAIO - AGOSTO 2015
(valori assoluti - valori percentuali)
Ramo di attività
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
GENNAIO - AGOSTO 2015
Ordinario
Straordinario
In deroga
V.A.
V.%
V.A.
V.%
V.A.
V.%
1.598.935
59,6% 3.541.498
77,1%
554.249
57,5%
31.889
808.808
82.785
47.580
271.906
43.090
10.412
190.239
73.387
38.839
1.085.403
2.684.338
2,0%
181.694
50,6% 2.420.064
5,2%
44.980
3,0%
4.836
17,0%
112.078
2,7%
6.264
0,7%
58.242
11,9%
87.756
4,6%
625.552
2,4%
32
40,4%
338.373
711.736
100,0% 4.591.607
5,1%
68,3%
1,3%
0,1%
3,2%
0,2%
1,6%
2,5%
17,7%
0,0%
7,4%
15,5%
100,0%
11.839
432.148
5.702
1.032
2.060
1.449
3.024
65.545
31.450
42.437
82.474
284.867
451
964.478
2,1%
78,0%
1,0%
0,2%
0,4%
0,3%
0,5%
11,8%
5,7%
4,4%
8,6%
29,5%
0,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
126
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 2a- CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI -TIPI DI INTERVENTO PER RAMO DI ATTIVITA' IN LIGURIA
GENNAIO - AGOSTO 2016
(valori assoluti - valori percentuali)
Ramo di attività
Industria
di cui
Alimentare
Meccanico e metallurgico
Legno
Tessile e abbigliamento
Chimica, petrolchimica, gomma e materie plastiche
Lavorazione minerali non metalliferi
Carta, stampa ed editoria
Installazione impianti per l'edilizia
Trasporti e comunicazioni
Altro
Edilizia
Artigianato
Commercio
Settori vari
Totale
GENNAIO - AGOSTO 2016
Ordinario
Straordinario
In deroga
V.A.
V.%
V.A.
V.%
V.%
855.407
62,9% 4.142.272
88,4%
153.539
40,5%
21.298
691.574
40.518
28.168
18.321
9.360
3.608
17.466
21.480
3.614
503.690
1.359.097
2,5%
171.532
80,8% 2.777.665
4,7%
176.432
3,3%
3.068
2,1%
164.203
1,1%
0,4%
105.393
2,0%
39.980
2,5%
505.269
0,4%
198.730
37,1%
83.281
460.733
100,0% 4.686.286
4,1%
67,1%
4,3%
4,0%
2,5%
1,0%
12,2%
4,8%
1,8%
9,8%
100,0%
740
93.489
1.780
3.724
6.389
33.009
14.408
5.935
41.447
177.627
640
379.188
0,5%
60,9%
1,2%
2,4%
4,2%
21,5%
9,4%
1,6%
10,9%
46,8%
0,2%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
127
In tutte le province liguri le ore di CIG sono in diminuzione
ad eccezione di Savona dove crescono del 18,2% per
effetto del raddoppio degli interventi straordinari.
Tab. 3 - ANDAMENTO DELLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI NELLE 4
PROVINCE LIGURI GENNAIO - AGOSTO 2015/2016
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
IMPERIA
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Tipologia di intervento
Interventi ordinari
Interventi straordinari
Interventi in deroga
Totale generale
Gen-Ago 2015
Gen-Ago 2016
173.239
232.727
42.443
448.409
SAVONA
Gen-Ago 2015
31.968
217.701
33.168
282.837
Gen-Ago 2016
937.978
574.081
692.988
1.410.425
92.515
52.195
1.723.481
2.036.701
GENOVA
Gen-Ago 2015
Gen-Ago 2016
V.A
-141.271
-15.026
-9.275
-165.572
V.A
-363.897
717.437
-40.320
313.220
V.A
1.131.733
379.967
-751.766
3.327.601
2.761.769
-565.832
738.981
276.145
-462.836
5.198.315
3.417.881 -1.780.434
LA SPEZIA
Gen-Ago 2015
Gen-Ago 2016
441.388
338.291
90.539
870.218
373.081
296.391
17.680
687.152
V.A
-68.307
-41.900
-72.859
-183.066
V%
-81,5%
-6,5%
-21,9%
-36,9%
V%
-38,8%
103,5%
-43,6%
18,2%
V%
-66,4%
-17,0%
-62,6%
-34,3%
V%
-15,5%
-12,4%
-80,5%
-21,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. - Elaborazioni su dati INPS
128
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
2. I percettori di ammortizzatori sociali: la situazione a Settembre 2016
L’INPS fornisce i dati mensili riferiti ai percettori di ammortizzatori sociali che comprendono non solo i nuovi beneficiari ma anche quelli
“attivi” alla data di estrazione delle informazioni. Al 12 Settembre 2016 in Liguria i percettori risultano 52.566, il 30% in più rispetto allo
scorso anno (+12.146 unità). Poco più della metà (51%) percepisce la NASpI che dal 1 Maggio 2015 ha sostituito l’ASPI, seguita dal
20,3% dei fruitori dell’ASPI e dal 9,2% di lavoratori che ancora percepiscono la vecchia disoccupazione ordinaria con requisiti normali.
Tab. 1 PERCETTORI DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN LIGURIA AL 12
SETTEMBRE 2016*
(valori assoluti e valori percentuali)
Tipo Prestazione
Mobilità ordinaria
Mobilità in deroga
Mini ASPI
Disoccupazione ordinaria e trattamento speciale
edilizia L.427/1975
Disoccupazione ordinaria con requisiti normali
Dis-coll
NASpI
ASPI
Altro
Totale Percettori
v.a
3207
7
2.363
86
4.821
104
26.809
10.684
4.475
52.556
v%
6,1%
0,0%
4,5%
0,2%
9,2%
0,2%
51,0%
20,3%
8,5%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML elaborazione su dati INPS
*L'INPS effettua un monitoraggio statistico su base mensile dei nuovi percettori, dei
percettori attivi e delle dichiarazioni giornaliere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
129
Tab. 2 PERCETTORI DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN LIGURIA
LUGLIO- SETTEMBRE 2016*
(valori assoluti e valori percentuali)
Tipo Prestazione
Mobilità ordinaria
Mobilità in deroga
Mini ASPI
Disoccupazione ordinaria e trattamento speciale
edilizia L.427/1975
Disoccupazione ordinaria con requisiti normali
Dis-coll
NASpI
ASPI
Altro
Totale Percettori
Tipo Prestazione
Luglio
2016
3.549
5
2.504
3.207
7
2.363
Rispetto a Luglio 2016 i percettori di ammortizzatori sociali diminuiscono
del 2,6% (-1.407 unità) per effetto della contrazione dei beneficiari della
mobilità ordinaria (-9,6%), dell’ASPI (-7%) e della Mini ASPI (-5,6%). Da
segnalare come il numero di percettori della nuova indennità di
disoccupazione (NASpI) sia rimasto stabile.
87
86
4.876
4.821
104
104
26.809
26.809
11.493
10.684
4.536
4.475
53.963
52.556
variazioni
Luglio/Settembre
v.a
Mobilità ordinaria
Mobilità in deroga
Mini ASPI
Disoccupazione ordinaria e trattamento speciale
edilizia L.427/1975
Disoccupazione ordinaria con requisiti normali
Dis-coll
NASpI
ASPI
Altro
Totale Percettori
Settembre
2016
v%
-342
2
-141
-9,6%
40,0%
-5,6%
-1
-55
0
0
-809
-61
-1.407
-1,1%
-1,1%
0,0%
0,0%
-7,0%
-1,3%
-2,6%
Fonte: ARSEL Liguria - OML elaborazione su dati INPS
*L'INPS effettua un monitoraggio statistico su base mensile dei nuovi percettori, dei
percettori attivi e delle dichiarazioni giornaliere
Le estrazioni sono state effettuate il giorno 12 di ogni mese
130
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
3. La mobilità attiva
3.1 Anno 2014-2015
Sulla base dei dati ricavabili dal Sistema Informativo del Lavoro, al 31/12/2015 i lavoratori in mobilità per l’ex L.233/91 sono 4.664, il
20% in meno (-1.165 unità) rispetto al 2014. La diminuzione riguarda entrambe le componenti di genere con un calo delle donne del
23,2% e del 18,8% per gli uomini.
Tab.1 Lavoratori in mobilità attiva (Ex
L.223/91)
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
F
M
Totale
F
M
Totale
Ex L. 223/91 al Ex L. 223/91 al
31/12/2014
31/12/2015
v.a
v.a
1.609
1.236
4.220
3.428
5.829
4.664
Variazioni
v.a
v%
-373
-23,2%
-792
-18,8%
-1.165
-20,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L . Elaborazione su dati
S.I.L. regionale
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
131
3.2 Le dinamiche più recenti (Agosto 2015-Agosto 2016)
Ad Agosto 2016 i lavoratori in mobilità attiva sono 4.092, il 15,3% in meno (-738 unità) rispetto ad Agosto 2015. Tale flessione è
indipendente dal genere, ed infatti è del -15,7% per le donne e del -15,1% per gli uomini.
Tab. 2 Lavoratori residenti in Liguria in mobilità attiva Ex L.223/91
Agosto 2015-Agosto 2016
(valori assoluti e variazioni assolute percentuali)
ago-15
F
M
Totale
v.a
1.297
3.533
4.830
ago-16
v.a
1.094
2.998
4.092
Variazioni
Variazioni
assolute
percentuali
v.a
v%
-203
-15,7%
-535
-15,1%
-738
-15,3%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L . Elaborazione su dati S.I.L. regionale
132
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
1. Le imprese nel periodo 2009/2015
Al 31 Dicembre 2015 in Italia le imprese registrate sono 6.057.647, in diminuzione dello 0,5% rispetto al 2009. Iscrizioni e cessazioni hanno un
decremento ma le cessazioni si riducono in maniera più consistente (-11,3%) rispetto alle aperture (-3,6%).
In Liguria le imprese registrate al 31 Dicembre 2015 sono 163.418, con una contrazione dell’1,9% rispetto a 6 anni prima. Analogamente a
quanto avviene a livello nazionale aperture e chiusure subiscono una flessione ma nel caso ligure il calo delle cessazioni (-10,3%) compensa la
caduta delle nuove aperture (-9,9%).
A livello provinciale iscrizioni e cessazioni sono in generalizzata diminuzione anche se gli esiti di questi movimenti anagrafici non sono i
medesimi in tutte le aree. A Imperia e Savona infatti le chiusure diminuiscono meno delle aperture mentre a La Spezia e soprattutto a Genova
la flessione delle chiusure è più consistente rispetto a quella delle nuove aperture.
Tab. 1 - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE
2009 - 2015(*)
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
2009
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
ITALIA
Imprese
registrate
85.334
28.107
20.708
32.315
166.464
6.085.105
Iscrizioni
5.146
1.706
1.517
2.145
10.514
385.512
2015
Cessazioni
5.139
1.687
1.398
2.148
10.372
368.127
Imprese
registrate
86.533
25.735
20.555
30.595
163.418
6.057.647
Iscrizioni
4.927
1.396
1.358
1.789
9.470
371.705
Cessazioni
4.568
1.539
1.223
1.977
9.307
326.524
Variazioni assolute
Variazioni %
Imprese
Imprese
Iscrizioni Cessazioni
Iscrizioni Cessazioni
registrate
registrate
1.199
-219
-571
1,4%
-4,3%
-11,1%
-2.372
-310
-148
-8,4%
-18,2%
-8,8%
-153
-159
-175
-0,7%
-10,5%
-12,5%
-1.720
-356
-171
-5,3%
-16,6%
-8,0%
-3.046
-1.044
-1.065
-1,8%
-9,9%
-10,3%
-27.458
-13.807
-41.603
-0,5%
-3,6%
-11,3%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio nel 2009 e nel 2015
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
133
DISTRIBUZIONE PER PROVINCIA DELLE IMPRESE REGISTRATE
NEL 2015 IN LIGURIA
La Spezia
12,6%
Savona
18,7%
Genova
53,0%
Imperia
15,7%
IMPRESE ISCRITTE E CESSATE IN LIGURIA
ANNO 2015
7.000
6.000
5.000
4.927
4.568
4.000
3.000
2.000
1.396 1.539
1.789
1.977
1.358 1.223
1.000
0
Genova
Imperia
Iscrizioni
134
La Spezia
Savona
Cessazioni
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Dall’analisi della nati-mortalità delle imprese nel periodo 2009/2015 i settori maggiormente in crisi sembrano essere:
• attività dei servizi di alloggio e ristorazione;
• costruzioni;
• trasporto e magazzinaggio;
• commercio;
• attività professionali, scientifiche e tecniche;
• sanità e assistenza sociale.
I settori citati infatti subiscono un crollo delle iscrizioni più pesante rispetto alla caduta delle chiusure. Vale la pena sottolineare come nel
trasporto e magazzinaggio le aperture abbiano subito una riduzione del 46,9%, le attività dei servizi di alloggio e ristorazione del 27,2% e
le costruzioni del 25,7%. Ciò indica come da un lato le imprese esistenti abbiano retto bene sul mercato ma dall’altro come la crisi abbia
soffocato le ambizioni degli aspiranti imprenditori che hanno rimandato l’apertura di una nuova attività.
Nel caso della sanità e dell’assistenza sociale invece abbiamo un vero e proprio boom delle nuove iscrizioni che però non riesce a
compensare l’incremento delle chiusure.
Sembrano invece cavarsela meglio:
• istruzione;
• noleggio, agenzie di viaggio, attività di supporto alle imprese;
• attività finanziarie e assicurative;
• attività manifatturiere.
L’istruzione ha un raddoppio delle iscrizioni con le chiusure che crescono in misura inferiore. Stesso fenomeno si verifica anche nel caso
del noleggio nonostante le variazioni siano più contenute.
Le attività finanziarie e assicurative hanno una contrazione delle chiusure del 4,5% ma allo stesso tempo fanno registrare un +2,3% tra le
aperture. La attività manifatturiere hanno un andamento complessivamente positivo solo grazie ad una sorta di compensazione
anagrafica benché sia iscrizioni che cessazioni siano di segno negativo.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
135
Tab. 2 - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE PER SETTORE IN LIGURIA
2009 - 2015 (*)
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2009
Imprese
registrate
Agricoltura, silvicoltura
pesca
Estrazione di minerali da
cave e miniere
Attività manifatturiere
Fornitura di energia
elettrica, gas, vapore e
aria condiz..
Fornitura di acqua; reti
fognarie, attività di
gestione d..
Costruzioni
Commercio all'ingrosso e
al dettaglio; riparazione di
aut..
Trasporto e
magazzinaggio
Attività dei servizi alloggio
e ristorazione
Servizi di informazione e
comunicazione
13.279
2015
Iscrizioni
Cessazioni
454
811
Imprese
registrate
10.384
Iscrizioni
Cessazioni
244
571
Variazioni assolute
Imprese
Iscrizioni Cessazioni
registrate
-2.895
-210
Variazioni %
Imprese
registrate
Iscrizioni
-240
-21,8
-46,3
Cessazioni
-29,6
117
1
5
105
0
2
-12
-1
-3
-10,3
-100,0
-60,0
13.241
429
686
12.133
362
557
-1.108
-67
-129
-8,4
-15,6
-18,8
77
2
5
153
9
4
76
7
-1
98,7
350,0
-20,0
285
1
5
308
4
9
23
3
4
8,1
300,0
80,0
29.226
2.114
1.954
29.750
1570
1863
524
-544
-91
1,8
-25,7
-4,7
44.570
2.155
2.959
43.150
1839
2687
-1.420
-316
-272
-3,2
-14,7
-9,2
6.498
145
353
5.884
77
250
-614
-68
-103
-9,4
-46,9
-29,2
15.351
853
1.044
16.621
621
1016
1.270
-232
-28
8,3
-27,2
-2,7
2.983
161
220
3.024
133
175
41
-28
-45
1,4
-17,4
-20,5
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio nel 2009 e nel 2015
136
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 2a - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE PER SETTORE IN LIGURIA
2009 - 2015 (*)
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2009
Imprese
registrate
Attività finanziarie e
assicurative
Attivita' immobiliari
Attività professionali,
scientifiche e tecniche
Noleggio, agenzie di
viaggio, servizi di supporto
alle im..
Amministrazione pubblica
e difesa; assicurazione
sociale ..
Istruzione
Sanita' e assistenza
sociale
Attività artistiche, sportive,
di intrattenimento e diver..
Altre attività di servizi
Attività di famiglie e
convivenze come datori di
lavoro p..
Organizzazioni ed
organismi extraterritoriali
Imprese non classificate
TOTALE
2.015
Iscrizioni
Cessazioni
Imprese
registrate
Iscrizioni
Cessazioni
Variazioni assolute
Imprese
Iscrizioni Cessazioni
registrate
Variazioni %
Imprese
registrate
Iscrizioni
Cessazioni
3.583
8.647
213
226
244
387
3.648
9.095
218
168
233
304
65
448
5
-58
-11
-83
1,8
5,2
2,3
-25,7
-4,5
-21,4
4.954
265
280
4.918
203
268
-36
-62
-12
-0,7
-23,4
-4,3
4.630
341
321
5.236
385
331
606
44
10
13,1
12,9
3,1
5
546
0
13
0
25
4
649
0
29
0
36
-1
103
0
16
0
11
-20,0
18,9
123,1
44,0
787
7
20
868
14
46
81
7
26
10,3
100,0
130,0
2.225
6.432
94
325
114
367
2.409
6.484
74
300
124
372
184
52
-20
-25
10
5
8,3
0,8
-21,3
-7,7
8,8
1,4
3
0
1
0
0
-2
0
0
-66,7
0
9.025
166.464
0
2.715
10.514
0
8.594
163.418
0
3.220
9.470
0
459
9.307
0
-431
-3.046
0
505
-1.044
0
-113
-1.065
-4,8
-1,8
572
10.372
18,6
-9,9
-19,8
-10,3
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio nel 2009 e nel 2015
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
137
1.2 Le imprese artigiane
In Italia tra il 2009 e il 2015 le imprese artigiane diminuiscono del 7,9% attestandosi su 1.361.014 unità, il loro peso sul complesso
delle imprese dal 22,9% del 2014 scende al 22,5% del 2015.
In Liguria le artigiane registrate al 31 Dicembre 2015 sono 45.000 con una flessione del 4,6%, anche in questo caso l’incidenza delle
artigiane liguri sul complesso delle imprese è in diminuzione, passando dal 27,8% al 27,5%. L’unica provincia dove l’incidenza delle
artigiane non subisce variazioni è Imperia che rimane stabile sul 27,8%.
L’andamento demografico ligure è analogo a quello nazionale, con la contrazione delle aperture che supera quella delle chiusure,
sebbene la flessione ligure (-6,3%) sia più contenuta rispetto a quella nazionale (-14,1%).
A livello provinciale troviamo alcune peculiarità:
• Genova ha il miglior andamento con la contrazione delle aperture dell’8% a fronte di una diminuzione del 9% delle chiusure;
• a Imperia si verifica una caduta delle iscrizioni (-28%) che supera la diminuzione delle chiusure (-15,3%);
• La Spezia e Savona hanno una flessione delle aperture (addirittura -28,7% nel caso di Savona) a aumenti delle chiusure
(+4,4% a La Spezia e +1,2% a Savona).
Tab. 1/Art. - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE 2009-2015
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
2009
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
ITALIA
Imprese
registrate
23.263
8.123
5.906
9.858
47.150
1.478.224
Iscrizioni
1.584
672
451
864
3.571
108.542
2015
Cessazioni
1.772
642
481
733
3.628
124.456
Imprese
registrate
23.159
7.144
5.406
9.291
45.000
1.361.014
Iscrizioni
Cessazioni
1.457
484
420
616
2.977
87.929
1.612
544
502
742
3.400
106.867
Variazioni assolute
Variazioni %
Imprese
Imprese
Iscrizioni Cessazioni
Iscrizioni Cessazioni
registrate
registrate
-104
-127
-160
-0,4
-8,0
-9,0
-979
-188
-98
-12,1
-28,0
-15,3
-500
-31
21
-8,5
-6,9
4,4
-567
-248
9
-5,8
-28,7
1,2
-2.150
-594
-228
-4,6
-16,6
-6,3
-117.210
-20.613
-17.589
-7,9
-19,0
-14,1
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio nel 2009 e nel 2015
138
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 2/Art. - IMPRESE ARTIGIANE IN LIGURIA E IN ITALIA
2009-2015
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
ITALIA
Imprese
totali
85.334
28.107
20.708
32.315
166.464
6.085.105
2009
Imprese
artigiane
23.263
8.123
5.906
9.858
47.150
1.478.224
Stock
27,3%
28,9%
28,5%
30,5%
28,3%
24,3%
Imprese
totali
86.533
25.735
20.555
30.595
163.418
6.057.647
2015
Imprese
artigiane
23.159
7.144
5.406
9.291
45.000
1.361.014
Stock
26,8%
27,8%
26,3%
30,4%
27,5%
22,5%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
E’ interessante segnalare come tra il 2009 e il 2015 la crisi delle attività dei servizi di alloggio e ristorazione e delle costruzioni abbia
riguardato non solo le imprese nel loro complesso ma anche le artigiane, con una caduta delle iscrizioni, così come allo stesso tempo
anche le attività manifatturiere artigiane si siano caratterizzate per un andamento demografico migliore a causa di una flessione delle
chiusure più elevata di quella delle iscrizioni.
Le artigiane che operano nel commercio contrariamente al complesso del settore hanno invece realizzato una buona performance,
con le iscrizioni in aumento del 32,1% e le chiusure in flessione del 12,9%. Stesso andamento anche per le attività professionali
scientifiche e tecniche (+11,9% le aperture e -24,1% le chiusure). Le artigiane che operano nel noleggio, agenzia di viaggio, servizi di
supporto alle imprese invece in controtendenza al dato complessivo mostrano segni di difficoltà a causa di un incremento delle
cessazioni (+26%) superiore a quello delle nuove nate (+12,1%).
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
139
Tab. 3/Art. - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE PER SETTORE IN LIGURIA
2009-2015
Valori assoluti e variazioni assolute e percentuali
2009
Imprese
registrate
Agricoltura, silvicoltura
pesca
Estrazione di minerali da
cave e miniere
Attività manifatturiere
Fornitura di energia
elettrica, gas, vapore e
aria condiz..
Fornitura di acqua; reti
fognarie, attività di
gestione d..
Costruzioni
Commercio all'ingrosso e
al dettaglio; riparazione di
aut..
Trasporto e
magazzinaggio
Attività dei servizi alloggio
e ristorazione
Servizi di informazione e
comunicazione
2015
Iscrizioni
Cessazioni
Imprese
registrate
Iscrizioni
Cessazioni
Variazioni assolute
Imprese
Iscrizioni Cessazioni
registrate
Variazioni %
Imprese
registrate
Iscrizioni
Cessazioni
389
13
29
315
17
24
-74
4
-5
-19,0
30,8
-17,2
26
8.577
0
461
1
581
26
7.543
0
415
0
487
0
-1.034
0
-46
-1
-94
0,0
-12,1
-10,0
-100,0
-16,2
2
1
1
3
0
0
1
-1
-1
50,0
-100,0
-100,0
66
22.265
1
2.065
1
1.771
65
21.793
2
1.558
2
1.777
-1
-472
1
-507
1
6
-1,5
-2,1
100,0
-24,6
100,0
0,3
2.333
78
201
2.195
103
175
-138
25
-26
-5,9
32,1
-12,9
3.477
118
254
2.977
88
163
-500
-30
-91
-14,4
-25,4
-35,8
1.539
183
169
1.601
157
161
62
-26
-8
4,0
-14,2
-4,7
313
33
29
348
41
34
35
8
5
11,2
24,2
17,2
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio nel 2009 e nel 2015
140
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 3a/Art. - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE PER SETTORE IN LIGURIA
2009-2015
Valori assoluti e variazioni assolute e percentuali
2009
Imprese
registrate
Attività finanziarie e
assicurative
Attivita' immobiliari
Attività professionali,
scientifiche e tecniche
Noleggio, agenzie di
viaggio, servizi di supporto
alle im..
Amministrazione pubblica
e difesa; assicurazione
sociale ..
Istruzione
Sanita' e assistenza
sociale
Attività artistiche, sportive,
di intrattenimento e diver..
Altre attività di servizi
Attività di famiglie e
convivenze come datori di
lavoro p..
Organizzazioni ed
organismi extraterritoriali
Imprese non classificate
TOTALE
2015
Iscrizioni
Cessazioni
Imprese
registrate
Iscrizioni
Cessazioni
Variazioni assolute
Imprese
Iscrizioni Cessazioni
registrate
Variazioni %
Imprese
registrate
Iscrizioni
Cessazioni
0
4
0
0
0
14
0
6
0
1
2
24
0
2
0
1
2
10
50,0
-
71,4
562
42
54
521
47
41
-41
5
-13
-7,3
11,9
-24,1
1.707
199
131
2.112
223
165
405
24
34
23,7
12,1
26,0
0
52
0
4
0
0
0
57
0
3
0
3
0
5
0
-1
0
3
9,6
-25,0
-
11
1
1
11
3
0
0
2
-1
0,0
200,0
-100,0
266
5.461
21
338
27
327
214
5.174
10
285
18
316
-52
-287
-11
-53
-9
-11
-19,5
-5,3
-52,4
-15,7
-33,3
-3,4
0
0
0
0
0
0
0
0
0
-
-
-
0
100
47.150
0
13
3.571
0
37
3.628
0
39
45.000
0
24
2.977
0
8
3.400
0
-61
-2.150
0
11
-594
0
-29
-228
-61,0
-4,6
84,6
-16,6
-78,4
-6,3
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio nel 2009 e nel 2015
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
141
2. Le imprese nel 2°trimestre 2016
Dai dati diffusi da Unioncamere relativamente al II trimestre 2016, in Italia le imprese registrate tra Aprile e Giugno 2016 hanno fatto
registrare un aumento dello 0,4% (pari a 683mila unità) e si sono attestate su 6.070.045 unità. Sempre a livello nazionale si è verifica una
crescita delle iscrizioni (+0,7%, circa 98mila unità) inferiore rispetto a quella della cessazioni (+1%, circa 60mila unità) benché il saldo tra
iscrizioni e cessazioni sia positivo (+38.081 unità) anche per effetto del buon andamento delle imprese del Sud.
In Liguria le imprese registrate al 30 Giugno 2016 raggiungono le 162.704 unità con una contrazione dello 0,5% rispetto allo stesso
trimestre del 2015. Il saldo tra iscrizioni e cessazioni è positivo e pari a +842 unità con una diminuzione delle iscrizioni dello 0,5% (-13
unità) contestualmente ad una flessione del 4,9% (-84 unità) delle chiusure.
A livello provinciale la situazione è complessivamente positiva per tutte le aree anche se ci sono alcune peculiarità da sottolineare:
• a Genova e Savona diminuiscono aperture e chiusure, con variazioni più consistenti nel savonese dove le cessazioni scendono
del 19,4% contestualmente ad un -15,2% delle aperture. A Genova invece le chiusure calano del 2,6% a fronte di un -0,7% delle
aperture;
•
142
a Imperia e La Spezia invece abbiamo l’andamento opposto, con una crescita sia delle iscrizioni, sia delle cessazioni, anche se di
diverso volume -tra le due province-, a Imperia infatti le cessazioni crescono maggiormente rispetto alle altre province liguri
(+4,7%) ma allo stesso tempo salgono di ben il 18,2% le nuove aperture, mentre a La Spezia le iscrizioni fanno registrare un più
contenuto 3,3% a fronte di un +0,4% delle chiusure.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 1 - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE
2° trimestre 2015 - 2° trimestre 2016(*)
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
LIGURIA
ITALIA
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
LIGURIA
ITALIA
II TRIMESTRE ANNO
2015
2016
Iscrizioni Cessazioni
Iscrizioni Cessazioni
Imprese
Imprese
86.387
1.235
832
85.853
1.226
810
25.770
352
258
25.798
416
270
20.585
362
227
20.588
374
228
30.750
526
387
30.465
446
312
163.492
2.475
1.704
162.704
2.462
1.620
6.045.771
97.811
59.831 6.070.045
98.494
60.413
Variazioni assolute
Variazioni %
Iscrizioni Cessazioni
Iscrizioni Cessazioni
Imprese
Imprese
-534
-9
-22
-0,6%
-0,7%
-2,6%
28
64
12
0,1%
18,2%
4,7%
3
12
1
0,0%
3,3%
0,4%
-285
-80
-75
-0,9%
-15,2%
-19,4%
-788
-13
-84
-0,5%
-0,5%
-4,9%
24.274
683
582
0,4%
0,7%
1,0%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
(*) I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalla Camere di Commercio
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
143
Rispetto ai settori di attività, quelli maggiormente in salute sembrano essere l’agricoltura, le attività manifatturiere, il commercio, i servizi di
informazione e comunicazione, le attività immobiliari e il noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese.
L’agricoltura a fronte di una forte crescita delle chiusure (+30,3%) vede più che raddoppiare le iscrizioni, le attività manifatturiere, i servizi
di informazione e comunicazione, le attività immobiliari e il noleggio sono caratterizzate da una contrazione delle chiusure e da una
risalita delle aperture, benché il saldo demografico positivo del commercio in realtà nasconda un atteggiamento difensivo, con una
flessione delle chiusure
(-10,6%) contestualmente ad una più contenuta contrazione delle iscrizioni (-3,1%).
Sembrano navigare in acque più agitate le costruzioni, il trasporto e magazzinaggio, le attività dei servizi di alloggio e ristorazione, le
attività finanziarie e assicurative e le attività professionali, scientifiche e tecniche.
Le costruzioni si caratterizzano per una crescita del 3,3% delle cessazioni accompagnata da una diminuzione del 3,8% delle iscrizioni. Il
trasporto e magazzinaggio a fronte di una crescita del 25,5% delle imprese che chiudono i battenti è stabile sotto il profilo delle iscrizioni,
le attività dei servizi di alloggio e ristorazione subiscono una contrazione delle chiusure del 6,4% ma al contempo una caduta del 13%
delle iscrizioni, mentre le attività finanziarie e assicurative e le attività professionali, scientifiche e tecniche hanno una certa vivacità
imprenditoriale (rispettivamente +23,4% e +10,7% nelle aperture) ma anche un significativo incremento delle cessazioni (rispettivamente
il 31% e il 22,9%).
144
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 2 - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE PER SETTORE IN LIGURIA
2° trimestre 2015 - 2° trimestre 2016(*)
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
II TRIMESTRE ANNO
2015
Imprese
registrate
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
Nc
Totale
10.496
106
12.186
150
302
29.819
43.165
5.941
16.582
3.044
3.610
9.094
4.914
5.187
4
639
864
2.400
6.459
2
0
8.528
163.492
Iscrizioni
50
0
99
5
1
416
455
18
215
26
47
52
56
103
0
6
2
27
77
0
0
820
2.475
2016
Cessazioni
76
0
107
0
0
335
519
47
204
31
29
62
35
58
0
5
11
21
69
0
0
95
1.704
Imprese
registrate
10.298
103
11.997
153
304
29.548
42.908
5.785
16.762
2.993
3.665
9.160
4.857
5.319
4
653
869
2.441
6.496
1
0
8.388
162.704
Iscrizioni
Cessazioni
114
0
101
0
1
400
441
18
187
28
58
73
62
109
0
8
3
31
67
0
0
761
2.462
99
0
94
1
1
346
464
59
191
24
38
50
43
46
0
6
8
15
64
0
0
71
1.620
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
(*) I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalla Camere di
Commercio
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
145
Tab. 2a - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE PER SETTORE IN LIGURIA
2° trimestre 2015 - 2° trimestre 2016(*)
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
Variazioni assolute
Variazioni %
Imprese
Imprese
Iscrizioni Cessazioni
Iscrizioni Cessazioni
registrate
registrate
A
-198
64
23
-1,9%
128,0%
30,3%
B
-3
0
0
-2,8%
C
-189
2
-13
-1,6%
2,0%
-12,1%
D
3
-5
1
2,0% -100,0%
E
2
0
1
0,7%
0,0%
F
-271
-16
11
-0,9%
-3,8%
3,3%
G
-257
-14
-55
-0,6%
-3,1%
-10,6%
H
-156
0
12
-2,6%
0,0%
25,5%
I
180
-28
-13
1,1%
-13,0%
-6,4%
J
-51
2
-7
-1,7%
7,7%
-22,6%
K
55
11
9
1,5%
23,4%
31,0%
L
66
21
-12
0,7%
40,4%
-19,4%
M
-57
6
8
-1,2%
10,7%
22,9%
N
132
6
-12
2,5%
5,8%
-20,7%
O
0
0
0
0,0%
P
14
2
1
2,2%
33,3%
20,0%
Q
5
1
-3
0,6%
50,0%
-27,3%
R
41
4
-6
1,7%
14,8%
-28,6%
S
37
-10
-5
0,6%
-13,0%
-7,2%
T
-1
0
0
-50,0%
U
0
0
0
Nc
-140
-59
-24
-1,6%
-7,2%
-25,3%
Totale
-788
-13
-84
-0,5%
-0,5%
-4,9%
Legenda
Settore
Descrizione
A
Agricoltura, silvicoltura pesca
B
C
D
E
F
G
H
I
Estrazione di minerali da cave e miniere
Attività manifatturiere
Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condiz...
Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione d...
Costruzioni
Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di aut...
Trasporto e magazzinaggio
Attività dei servizi alloggio e ristorazione
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
Nc
Servizi di informazione e comunicazione
Attività finanziarie e assicurative
Attivita' immobiliari
Attività professionali, scientifiche e tecniche
Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle im...
Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale ...
Istruzione
Sanita' e assistenza sociale
Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e diver...
Altre attività di servizi
Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro p...
Organizzazioni ed organismi extraterritoriali
Imprese non classificate
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
(*) I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalla Camere di
Commercio
146
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Il tasso di crescita in Italia rimane fermo allo 0,63%, mentre tra le Regioni del Nord la Liguria è l’unica con l’indicatore in aumento, se si
esclude l’incremento di un centesimo di punto percentuale del Piemonte, che sale dallo 0,47% del II trimestre 2015 allo 0,52% del II
trimestre 2016.
Tab. 3 - TASSO DI CRESCITA DELLE
IMPRESE
2° trimestre 2015 - 2° trimestre 2016(*)
REGIONI
Piemonte
Valle d'Aosta
Lombardia
Trentino A.A
Veneto
Friuli V.G.
Liguria
Emilia Romagna
Toscana
Italia
2°trim 2015 2°trim 2016
0,53%
0,73%
0,64%
0,62%
0,53%
0,54%
0,47%
0,52%
0,56%
0,63%
0,54%
0,53%
0,60%
0,62%
0,47%
0,44%
0,52%
0,46%
0,54%
0,63%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati
Infocamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
147
2.1 Le imprese artigiane
In Italia al 30 Giugno 2016 le imprese artigiane hanno raggiunto quota 1.349.597 unità, l’1,4% in meno rispetto al II trimestre 2015; anche
le iscrizioni e le cessazioni hanno subito una contrazione, rispettivamente del 5,5% e dell’8,4%.
In Liguria le artigiane registrate si attestano sulle 44.745 unità (-1,2%), una flessione in linea con il dato nazionale sebbene il bilancio
demografico regionale sia migliore, con una diminuzione delle aperture dello 0,8% e le chiusure in negativo del 3,3%.
A livello provinciale Genova e La Spezia sono i territori più in salute, con crescita delle iscrizioni (+8% nel caso di Genova) e contrazione
delle cessazioni (-10,5% nel caso di La Spezia).
Savona e Imperia invece sembrano in affanno; con le nuove aperture che a Savona calano maggiormente (-17,3%) rispetto ad una
diminuzione delle cessazioni vicina all’1%, mentre ad Imperia le aperture fanno segnare un -5,1% a fronte di un +4,4% delle chiusure.
148
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 4art - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE
2° trimestre 2015- 2° trimestre 2016(*)
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
II TRIMESTRE ANNO
2015
GE
IM
SP
SV
LIG
ITALIA
Imprese
registrate
23.240
7.175
5.467
9.384
45.266
1.368.904
2016
377
138
128
185
828
341
91
105
132
669
Imprese
registrate
23.027
7.150
5.364
9.204
44.745
23.992
22.003
1.349.597
Iscrizioni
Cessazioni
Variazioni assolute
GE
IM
SP
SV
LIG
ITALIA
Imprese
registrate
-213
-25
-103
-180
-521
-19.307
Iscrizioni
30
-7
2
-32
-7
-1.315
Iscrizioni
Cessazioni
407
131
130
153
821
333
95
94
131
647
22.677
20.157
Variazioni %
Cessazioni
-8
4
-11
-1
-22
-1.846
Imprese
registrate
-0,9%
-0,3%
-1,9%
-1,9%
-1,2%
-1,4%
Iscrizioni
Cessazioni
8,0%
-5,1%
1,6%
-17,3%
-0,8%
-5,5%
-2,3%
4,4%
-10,5%
-0,8%
-3,3%
-8,4%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
(*) I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
149
A livello ligure le imprese artigiane pesano per il 27,5% delle imprese complessive, con la punta massima di Savona (30,2%) e quella
minima di La Spezia (26,1%).
Tab. 5art - IMPRESE ARTIGIANE REGISTRATE
PER PROVINCIA
2° trimestre 2016
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Stock
imprese
artigiane
23.027
7.150
5.364
9.204
44.745
Totale
imprese
85.853
25.798
20.588
30.465
162.704
Imprese
artigiane/Tot.
Imprese
26,8%
27,7%
26,1%
30,2%
27,5%
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
150
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Rispetto ai settori di attività quelli con andamento migliore
sembrano essere le attività manifatturiere, il commercio, i
servizi di informazione e comunicazione e il noleggio le
agenzie di viaggio e i servizi di supporto alle imprese.
Le attività manifatturiere subiscono una diminuzione delle
chiusure (-5,9%) e una crescita delle iscrizioni (+2,7%),
nel commercio aumentano le chiusure dell’11,1% ma al
contempo le iscrizioni compiono un balzo del +21,9%, il
noleggio le agenzie di viaggio, servizi di supporto alle
imprese hanno una caduta delle chiusure (-36,1%) e una
crescita del 4,9% delle aperture.
Le costruzioni mantengono invece un andamento
sostanzialmente stabile, in quanto abbiamo solo una
crescita delle nuove attività dello 0,2%.
Decisamente in affanno le attività professionali,
scientifiche e tecniche con una flessione delle iscrizioni ed
un incremento delle chiusure, così come il trasporto e
magazzinaggio caratterizzato da crescita delle cessazioni
(+33,3%) e flessione delle aperture (-37,9%). Situazione
più complessa per le attività dei servizi di alloggio e
ristorazione dove le imprese esistenti resistono (chiusure
ferme sulle 38 unità come nel II trimestre 2015) mentre si
riducono gli imprenditori disposti ad aprire attività artigiane
in questo settore (-20%).
Tab. 6art - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE PER SETTORE IN
LIGURIA
2° trimestre 2015 - 2° trimestre 2016(*)
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
II TRIMESTRE ANNO
2015
Imprese
registrate
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
Nc
Totale
325
26
7.589
3
64
21.909
2.215
3.034
1.615
346
0
5
530
2.103
0
57
9
219
5.178
0
0
39
45.266
2016
Iscrizioni
Cessazioni
8
0
113
0
0
421
32
29
60
7
0
0
13
61
0
2
1
1
77
0
0
3
828
2
0
102
0
0
339
36
27
38
9
0
8
2
36
0
0
0
3
63
0
0
4
669
Imprese
registrate
316
25
7.471
2
65
21.638
2.202
2.912
1.589
338
1
5
511
2.160
0
58
11
217
5.180
0
0
44
44.745
Iscrizioni
Cessazioni
4
0
116
0
1
422
39
18
48
7
1
0
9
64
0
1
0
1
82
0
0
8
821
4
0
96
0
1
339
40
36
38
8
0
1
9
23
0
0
0
2
54
0
0
2
653
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
151
Tab. 6a/art - MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE PER SETTORE
IN LIGURIA
2° trimestre 2015 - 2° trimestre 2016(*)
(valori assoluti e variazioni assolute e percentuali)
Variazioni assolute
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
Nc
Totale
Imprese
registrate
-9
-1
-118
-1
1
-271
-13
-122
-26
-8
1
0
-19
57
0
1
2
-2
2
0
0
5
-521
Iscrizioni
Variazioni %
Cessazioni
-4
0
3
0
1
1
7
-11
-12
0
1
0
-4
3
0
-1
-1
0
5
0
0
5
-7
2
0
-6
0
1
0
4
9
0
-1
0
-7
7
-13
0
0
0
-1
-9
0
0
-2
-16
Imprese
registrate
-2,8%
-3,8%
-1,6%
-33,3%
1,6%
-1,2%
-0,6%
-4,0%
-1,6%
-2,3%
0,0%
-3,6%
2,7%
1,8%
22,2%
-0,9%
0,0%
12,8%
-1,2%
Legenda
Iscrizioni
-50,0%
2,7%
0,2%
21,9%
-37,9%
-20,0%
0,0%
-30,8%
4,9%
-100,0%
0,0%
6,5%
166,7%
-0,8%
Cessazioni
100,0%
-5,9%
0,0%
11,1%
33,3%
0,0%
-11,1%
350,0%
-36,1%
-33,3%
-14,3%
-50,0%
-2,4%
Settore
Descrizione
A
Agricoltura, silvicoltura pesca
B
C
D
E
F
G
H
I
Estrazione di minerali da cave e miniere
Attività manifatturiere
Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condiz...
Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione d...
Costruzioni
Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di aut...
Trasporto e magazzinaggio
Attività dei servizi alloggio e ristorazione
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
Nc
Servizi di informazione e comunicazione
Attività finanziarie e assicurative
Attivita' immobiliari
Attività professionali, scientifiche e tecniche
Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle im...
Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale ...
Istruzione
Sanita' e assistenza sociale
Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e diver...
Altre attività di servizi
Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro p...
Organizzazioni ed organismi extraterritoriali
Imprese non classificate
Fonte: ARSEL Liguria - O.M.L. Elaborazioni su dati Infocamere
* I valori delle cessazioni risultano depurati dal numero di aziende cancellate d'ufficio dalle Camere di Commercio
152
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
3. Le imprese femminili – anno 2015
Nel 2015 le imprese femminili registrate in Italia sono 1.312.451; 312.638 nell’area del Nord Ovest e 36.132 in Liguria.
Raffrontando i dati relativi al 2015, con il numero delle imprese registrate nell’anno precedente si osserva una situazione tendenzialmente
stazionaria, con lievi incrementi complessivi (Italia +0,8% e Nord Ovest +0,6%) e una flessione in Liguria (-0,1%).
Tali tendenze, nonostante non si possano considerare indicatori di ripresa economica, mostrano un arresto della forte diminuzione
registrata nel biennio precedente. Tra il 2013 e il 2014, infatti, si osservano le flessioni più critiche delle aree prese in esame (Italia: 8,9%; Nord Ovest: -10,7%; Liguria: -10,2%).
Se si osserva l’andamento degli otto anni presi in esame si evidenzia come gli effetti incessanti della crisi abbiano pesato gradualmente
ma costantemente anche sull’imprenditorialità femminile che culmina con il calo drastico del biennio 2013-2014.
Nonostante la battuta d’arresto dell’andamento in flessione registrata nell’ultimo anno, complessivamente, tra il 2008 e il 2015 si
evidenzia una tendenza in calo: -8,2% (pari a –116.816 unità) in Italia; -11,3% (pari a –40.006 unità) nell’area del Nord Ovest; -13,3%
(pari a-5.531 unità) in Liguria.
Tra il 2009 e il 2012, si osservavano segnali di una sensibile ripresa che, nelle aree prese in esame, non superavano comunque il +0,8%
(la variazione più elevata registrata tra il 2009 e il 2010 a livello nazionale).
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
153
Tab. 1 – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE IN LIGURIA, NORD OVEST E
TOTALE NAZIONALE
Anni 2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015
(valori assoluti e valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Italia
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
41.663
41.206
41.304
41.276
41.144
40.272
36.170
36.132
352.644 346.052 348.316 350.224 350.310 348.078 310.708 312.638
1.429.267 1.415.287 1.427.056 1.433.863 1.434.743 1.429.897 1.302.054 1.312.451
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile,
Unioncamere-InfoCamere
Tab. 1a – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE IN LIGURIA, NORD OVEST E TOTALE
NAZIONALE
Anni 2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015
(variazioni assolute e percentuali)
2008-2009
Liguria
Nord Ovest
Italia
Liguria
Nord Ovest
Italia
2009-2010
v.a.
v.%
v.a.
v.%
-457
-1,1%
98
0,2%
-6.592
-1,9%
2.264
0,7%
-13.980
-1,0%
11.769
0,8%
2012-2013
2013-2014
v.a.
v.%
v.a.
v.%
-872
-2,1%
-4.102
-10,2%
-2.232
-0,6% -37.370
-10,7%
-4.846
-0,3% -127.843
-8,9%
2010-2011
v.a.
v.%
-28
-0,1%
1.908
0,5%
6.807
0,5%
2014-2015
v.a.
v.%
-38
-0,1%
1.930
0,6%
10.397
0,8%
2011-2012
v.a.
-132
86
880
v.%
-0,3%
0,0%
0,1%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile,
Unioncamere-InfoCamere
154
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Andamento delle imprese femminili in Liguria
Anni 2008-2015
Andamento delle imprese femminili in Italia
Anni 2008-2015
43.000
42.000
41.000
40.000
39.000
38.000
37.000
36.000
35.000
34.000
33.000
1.450.000
1.400.000
1.350.000
1.300.000
1.250.000
1.200.000
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
Soffermandosi sull’andamento delle imprese per natura giuridica, si evidenzia per il 2015 un andamento coerente tra le aree territoriali
prese in esame, seppure con lievi differenze per le società di capitale e le società di persone.
In primo luogo, appare evidente il dato relativo alle imprese individuali che rappresentano oltre il 60% delle imprese femminili nelle aree
territoriali prese in esame. Nel 2015 l’incidenza percentuale si conferma superiore al 60% sia a livello nazionale (64,5%), sia nell’area del
Nord Ovest (60,5%) sia in Liguria (64,4%).
Qualche differenza invece si evidenzia per le società di capitale e le società di persone. La Liguria appare, infatti, l’unica regione a
mantenere un andamento constante in favore di una maggiore presenza di società di persone che, nel 2015, rappresentano il 20,2%
delle imprese femminili liguri, superando così le società di capitale che mostrano un’incidenza percentuale del 13,4%. Tendenza opposta
per il dato nazionale e per l’area del Nord Ovest dove l’incidenza maggiore è registrata per le società di capitale (con valori
rispettivamente pari al 19,5% e 19,9%) mentre appaiono più contenuti i dati relativi alle società di persone (con valori rispettivamente pari
a 13,1% e 17,4%).
Seguono le cooperative, le altre forme giuridiche e i consorzi con valori coerenti nelle aree territoriali prese in esame.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
155
Osservando la serie storica dal 2008 al 2015 si evidenziano andamenti coerenti sia nel tempo sia nelle aree territoriali prese in esame.
Come già accennato l’unica differenza è rappresentata dagli andamenti registrati per società di capitale e società di persone che negli
ultimi due anni (2014 e 2015) mostrano tendenze differenziate in relazione alle aree osservate, con un’inversione di tendenza a livello
nazionale e nell’area del Nord Ovest mentre si mantengono costanti in Liguria.
Tab. 2 – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE PER NATURA GIURIDICA IN LIGURIA NORD OVEST E TOTALE NAZIONALE
Anni 2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015
(valori assoluti e valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Italia
2008
4.145
56.184
200.638
2009
3.964
51.497
196.191
2010
4.087
53.088
204.215
Liguria
Nord Ovest
Italia
2008
25.136
189.903
872.969
2009
24.823
188.246
862.844
2010
24.903
190.671
866.600
2008
2009
2010
Liguria
Nord Ovest
Italia
Liguria
Nord Ovest
Italia
68
229
993
68
248
1.057
70
260
1.116
2008
2009
2010
41.663
41.206
41.304
352.644 346.052 348.316
1.429.267 1.415.287 1.427.056
Società di capitale
2011
2012
2013
2014
2015
4.218
4.312
4.462
4.625
4.838
54.469
55.476
56.860
59.924
62.304
211.971 218.405 226.787 242.441 256.079
Imprese individuali
2011
2012
2013
2014
2015
24.791
24.495
23.627
23.411
23.271
191.905 191.252 188.789 188.620 189.209
867.144 862.688 852.773 846.729 846.438
Consorzi
2011
2012
2013
2014
2015
74
76
85
87
96
269
287
307
302
311
1.177
1.220
1.270
1.283
1.301
Totale
2011
2012
2013
2014
2015
41.276
41.144
40.272
36.170
36.132
350.224 350.310 348.078 310.708 312.638
1.433.863 1.434.743 1.429.897 1.302.054 1.312.451
2008
11.784
100.923
323.862
2009
11.819
100.432
323.151
2010
11.700
98.427
321.843
2008
468
4.503
27.223
2009
468
4.639
28.089
2010
478
4.814
29.012
2008
2009
2010
62
902
3.582
64
990
3.955
66
1.056
4.270
Società di persone
2011
2012
11.634
11.685
97.631
97.142
319.853 317.848
Cooperative
2011
2012
489
497
4.837
4.940
29.198
29.740
Altre forme
2011
2012
70
79
1.113
1.213
4.520
4.842
2013
11.504
95.737
314.050
2014
7.447
55.603
176.549
2015
7.301
54.287
172.453
2013
508
5.082
29.877
2014
501
4.843
29.571
2015
510
4.967
30.312
2013
2014
2015
116
1.560
5.868
86
1.303
5.140
99
1.416
5.481
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
156
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 2a – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE PER NATURA GIURIDICA IN LIGURIA NORD OVEST E TOTALE NAZIONALE
Anni 2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015
(valori percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Italia
2008
9,9%
15,9%
14,0%
2009
9,6%
14,9%
13,9%
Liguria
Nord Ovest
Italia
2008
60,3%
53,9%
61,1%
2009
60,2%
54,4%
61,0%
Liguria
Nord Ovest
Italia
2008
0,2%
0,1%
0,1%
2009
0,2%
0,1%
0,1%
Liguria
Nord Ovest
Italia
2008
2009
100,0% 100,0%
100,0% 100,0%
100,0% 100,0%
Società di capitale
2010
2011
2012
2013
2014
2015
9,9% 10,2% 10,5% 11,1% 12,8% 13,4%
15,2% 15,6% 15,8% 16,3% 19,3% 19,9%
14,3% 14,8% 15,2% 15,9% 18,6% 19,5%
Imprese individuali
2010
2011
2012
2013
2014
2015
60,3% 60,1% 59,5% 58,7% 64,7% 64,4%
54,7% 54,8% 54,6% 54,2% 60,7% 60,5%
60,7% 60,5% 60,1% 59,6% 65,0% 64,5%
Consorzi
2010
2011
2012
2013
2014
2015
0,2%
0,2%
0,2%
0,2%
0,2%
0,3%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
0,1%
Totale
2010
2011
2012
2013
2014
2015
100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%
100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%
100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%
2008
28,3%
28,6%
22,7%
2009
28,7%
29,0%
22,8%
2008
1,1%
1,3%
1,9%
2009
1,1%
1,3%
2,0%
2008
0,1%
0,3%
0,3%
2009
0,2%
0,3%
0,3%
Società di persone
2010
2011
2012
28,3% 28,2% 28,4%
28,3% 27,9% 27,7%
22,6% 22,3% 22,2%
Cooperative
2010
2011
2012
1,2%
1,2%
1,2%
1,4%
1,4%
1,4%
2,0%
2,0%
2,1%
Altre forme
2010
2011
2012
0,2%
0,2%
0,2%
0,3%
0,3%
0,3%
0,3%
0,3%
0,3%
2013
28,6%
27,5%
22,0%
2014
20,6%
17,9%
13,6%
2015
20,2%
17,4%
13,1%
2013
1,3%
1,5%
2,1%
2014
1,4%
1,6%
2,3%
2015
1,4%
1,6%
2,3%
2013
0,2%
0,4%
0,4%
2014
0,3%
0,5%
0,4%
2015
0,3%
0,5%
0,4%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile, UnioncamereInfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
157
Soffermandosi sulle variazioni intervenute tra il 2008 e il 2015 si
osserva una flessione tale da lasciare trasparire un tessuto
economico in forte difficoltà. La sensibile ripresa dell’ultimo
biennio (2014-2015) non è sufficiente a recuperare la
significativa sofferenza imprenditoriale del biennio precedente.
Negli otto anni presi in esame, infatti, la flessione registrata è
dell’8,2% (pari a –116.816 unità) a livello nazionale e dell’11,3%
sia per il Nord Ovest (pari a –40.006 unità) sia per la Liguria (pari
a –5.531 unità).
Dall’analisi di dettaglio per natura giuridica delle imprese, si
scopre che, in realtà, la flessione è dovuta sostanzialmente a
forti cali registrati dalle società di persone e dalle imprese
individuali che mostrano flessioni significative in ciascuna area
territoriale presa in esame. In particolare, le società di persone
registrano una maggiore flessione a livello nazionale (-46,8%)
mentre le imprese individuali registrano il calo più elevato in
Liguria (-7,4%).
Tendenze piuttosto favorevoli sono registrate dalle altre forme
giuridiche che segnano un trend in crescita generalizzata
soprattutto per cooperative e consorzi nonché per le società di
capitale (sebbene non compensino la flessione complessiva).
Tuttavia i valori in crescita di consorzi, cooperative e società di
capitale, purtroppo, non sono sufficienti a compensare la
situazione di profonda crisi vissuta dalle società di persone e
dalle imprese individuali.
158
Tab. 2b – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE PER NATURA GIURIDICA IN
LIGURIA NORD OVEST E TOTALE NAZIONALE
Anni 2008-2015
(variaizoni assolute e percentuali)
Liguria
Nord Ovest
Italia
Liguria
Nord Ovest
Italia
Liguria
Nord Ovest
Italia
Società di capitale
Società di persone
v.a.
v.%
693
16,7%
6.120
10,9%
55.441
27,6%
Cooperative
v.a.
v.%
42
9,0%
464
10,3%
3.089
11,3%
Totale
v.a.
v.%
-5.531
-13,3%
-40.006
-11,3%
-116.816
-8,2%
v.a.
v.%
-4.483
-38,0%
-46.636
-46,2%
-151.409
-46,8%
Consorzi
v.a.
v.%
28
41,2%
82
35,8%
308
31,0%
Imprese individuali
v.a.
v.%
-1.865
-7,4%
-694
-0,4%
-26.531
-3,0%
Altre forme
v.a.
v.%
54
87,1%
658
72,9%
2.286
63,8%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio
dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Per quanto riguarda le province liguri si evidenzia un andamento in linea con le tendenze già descritte con flessioni generalizzate. Tra
il 2008 e il 2015 si conferma un calo consistente delle imprese femminili in ciascuna area territoriale. In termini di valori percentuali è la
provincia di Imperia a mostrare la maggiore sofferenza, con una flessione del 17,1% (pari a –1.259 unità), valore superiore al dato
medio regionale (-13,3%), mentre la provincia che registra la flessione più contenuta è La Spezia dove il calo si ferma al 5,8% (pari a –
322 unità).
Tab. 3 - IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE E TASSI DI VARIAZIONE - LIGURIA
Anni 2008-2015
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali anni 2008-2015)
2008
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
20.004
7.361
5.584
8.714
41.663
2009
19.627
7.286
5.619
8.674
41.206
2010
19.639
7.284
5.725
8.656
41.304
2011
19.754
7.234
5.734
8.554
41.276
2012
19.844
7.165
5.732
8.403
41.144
2013
19.656
6.747
5.644
8.225
40.272
2014
17.164
6.173
5.198
7.635
36.170
2015
17.200
6.102
5.262
7.568
36.132
Variazioni Variazioni
assolute
%
-2.804
-1.259
-322
-1.146
-5.531
-14,0%
-17,1%
-5,8%
-13,2%
-13,3%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
159
Soffermandosi sull’ultimo biennio si evidenzia una battuta d’arresto rispetto al forte calo del biennio precedente. Si osserva inoltre un
andamento differente tra le province del ponente ligure che continuano a registrare segno negativo per le imprese in rosa (Imperia
–1,2%, pari a –71 unità; Savona –0,9%, pari a –67 unità) e le province del levante che mostrano un ripresa (La Spezia +1,2%, pari a
+64 unità; Genova +0,2%, pari a +36 unità)
Tuttavia, le flessioni contenute sommate ai deboli cenni di ripresa, non sono sufficienti a compensare la significativa diminuzione delle
imprese femminili degli anni precedenti.
Tab. 3a - IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE
Anni 2014-2015
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali anni 2008-2015)
2014
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
17.164
6.173
5.198
7.635
36.170
2015
17.200
6.102
5.262
7.568
36.132
Variazioni Variazioni
assolute
%
36
0,2%
-71
-1,2%
64
1,2%
-67
-0,9%
-38
-0,1%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
160
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Osservazioni interessanti emergono dall’analisi dell’incidenza percentuale delle imprese femminili sul complesso delle imprese
registrate nel 2015.
Nell’ultimo anno preso in esame le imprese femminili registrate in Liguria sono 36.132 a fronte delle 163.418 imprese complessive
regionali, mostrando un peso percentuale del 22,1%.
Raffrontando il dato regionale con le tendenze nazionali e del Nord Ovest si evidenzia come l’incidenza delle imprese femminili sul
complesso delle imprese registrate sia maggiore in Liguria (Nord Ovest 19,9%; Italia 21,7%).
La Liguria sembra offrire maggiori opportunità alle imprese in rosa soprattutto dall’analisi dei dati provinciali che mostrano un’incidenza
percentuale superiore alla media regionale in tre delle quattro province (La Spezia 25,6%; Savona 24,7%; Imperia 23,7%; Genova
19,9%).
Tab. 4 – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE FEMMINILI
PER REGIONI E PROVINCIA
Anno 2015
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2015
Imprese
registrate
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
86.533
25.735
20.555
30.595
163.418
1.573.182
6.057.647
% impr.
di cui imprese femminili su
femminili
totale impr.
registrate
17.200
19,9
6.102
23,7
5.262
25,6
7.568
24,7
36.132
22,1
312.638
19,9
1.312.451
21,7
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
161
Raffrontando i dati con gli anni precedenti si confermano le stesse tendenze; il calo del peso percentuale delle imprese femminili sul
complesso delle imprese registrate appare graduale e contenuto ma costante negli anni con una battuta d’arresto nel 2015.
Tab. 4a – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE
FEMMINILI PER REGIONI E PROVINCIA
Tab. 4b – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE
FEMMINILI PER REGIONI E PROVINCIA
Anno 2014
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Anno 2013
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2013
2014
Imprese
registrate
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
86.252
25.874
20.585
30.813
163.524
1.573.652
6.041.187
di cui imprese
femminili
17.164
6.173
5.198
7.635
36.170
310.708
1.302.054
% impr.
femminili su
totale impr.
registrate
19,9
23,9
25,3
24,8
22,1
19,7
21,6
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
162
Imprese
registrate
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
86.574
26.420
20.770
31.137
164.901
1.582.689
6.061.960
% impr.
di cui imprese femminili su
femminili
totale impr.
registrate
19.656
22,7
6.747
25,5
5.644
27,2
8.225
26,4
40.272
24,4
348.078
22,0
1.429.897
23,6
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 4c – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE
FEMMINILI PER REGIONI E PROVINCIA
Anno 2012
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Tab. 4d – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE
FEMMINILI PER REGIONI E PROVINCIA
Anno 2011
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2011
2012
Imprese
registrate
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
di cui imprese
femminili
86.764
27.864
20.994
31.603
167.225
1.594.698
6.093.158
19.844
7.165
5.732
8.403
41.144
350.310
1.434.743
% impr.
femminili su
totale impr.
registrate
22,9
25,7
27,3
26,6
24,6
22,0
23,5
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
Tab. 4e – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE
FEMMINILI PER REGIONI E PROVINCIA
Anno 2010
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
Imprese
registrate
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
Tab. 4f – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE FEMMINILI
PER REGIONI E PROVINCIA
Anno 2009
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2010
Imprese
registrate
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
85.644
28.179
20.994
32.244
167.061
1.606.704
6.109.217
% impr.
di cui imprese femminili su
femminili
totale impr.
registrate
19.639
22,9
7.284
25,8
5.725
27,3
8.656
26,8
41.304
24,7
348.316
21,7
1.427.056
23,4
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
86.420
28.038
21.059
32.062
167.579
1.604.266
6.110.074
% impr.
di cui imprese femminili su
femminili
totale impr.
registrate
19.754
22,9
7.234
25,8
5.734
27,2
8.554
26,7
41.276
24,6
350.224
21,8
1.433.863
23,5
Tab. 4g – IMPRESE REGISTRATE E IMPRESE
FEMMINILI PER REGIONI E PROVINCIA
Anno 2008
(valori assoluti - variazioni assolute e percentuali)
2008
2009
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
% impr.
Imprese
di cui imprese femminili su
registrate
femminili
totale impr.
registrate
85.334
19.627
23,0
28.107
7.286
25,9
20.708
5.619
27,1
32.315
8.674
26,8
166.464
41.206
24,8
1.608.074
346.052
21,5
6.085.105
1.415.287
23,3
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
Imprese
registrate
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Nord Ovest
Italia
85.348
28.101
20.705
32.384
166.538
1.608.074
6.104.067
% impr.
di cui imprese femminili su
femminili
totale impr.
registrate
20.004
23,4
7.361
26,2
5.584
27,0
8.714
26,9
41.663
25,0
352.644
21,9
1.429.267
23,4
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
163
Per quanto riguarda la presenza delle imprese per natura giuridica, nelle province liguri si evidenziano tendenze coerenti con quelle
già descritte. Si osserva, infatti, una maggiore concentrazione di imprese individuali (con un peso percentuale in un range compreso
tra il 70,7% registrato nella provincia di Imperia e il 60,6% di Genova) seguite da società di persone (con valori compresi tra 22% di
Genova e il 17,4% di La Spezia), società di capitale (valori compresi tra il 16,7% di La Spezia e il 9,4% di Imperia), cooperative (tra il
2,5% di La Spezia e l’1% di Imperia) e consorzi (tra lo 0,4% di La Spezia e lo 0,1% di Imperia).
Tab. 5 – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE PER NATURA GIURIDICA E PROVINCE
Anno 2015
(valori assoluti e valori percentuali)
Società di capitale
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
Imprese individuali
v.a.
2.657
572
881
728
v.%
15,4%
9,4%
16,7%
9,6%
v.a.
3.776
1.138
917
1.470
v.%
22,0%
18,6%
17,4%
19,4%
v.a.
10.417
4.313
3.301
5.240
v.%
60,6%
70,7%
62,7%
69,2%
4.838
13,4%
7.301
20,2%
23.271
256.079
19,5%
Consorzi
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
v.a.
57
7
19
13
v.%
0,3%
0,1%
0,4%
0,2%
Liguria
96
1.301
Italia
Società di persone
172.453
13,1%
Altre forme
v.a.
846.438
Totale
Cooperative
227
59
131
93
v.%
1,3%
1,0%
2,5%
1,2%
64,4%
510
1,4%
64,5%
30.312
2,3%
66
13
13
24
v.%
0,4%
0,2%
0,2%
0,3%
v.a.
17.200
6.102
5.262
7.568
v.%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
0,3%
116
0,3%
36.132
100,0%
0,1%
5.868
0,4%
1.312.451
100,0%
v.a.
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
164
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Confrontando i dati relativi al 2015 con il 2008 non si evidenziano cambiamenti significativi per quanto riguarda il peso percentuale delle
differenti forme giuridiche sul complesso delle imprese femminili registrate.
Anche le variazioni avvenute al livello provinciale, nello stesso arco temporale, rispecchiano le tendenze già descritte. In particolare si
segnala:
-
Società di capitale: si evidenziano andamenti in crescita in tutte le province liguri con un maggiore significatività nel territorio di
La Spezia (+42,6%) che, insieme a Savona (+25,3%), registra un incremento superiore al dato medio sia regionale sia nazionale
(+16,7%).
-
Società di persone: in ciascuna delle province liguri si registra una flessione significativa sia in termini di valori assoluti che
percentuali. La flessione appare compreso in un range tra il 40,5% (pari a –2.568 unità) registrato in provincia di Genova e il
33,8% (pari a –750 unità) della provincia di Savona.
-
Imprese individuali: anche in questo caso la flessione colpisce le quattro province liguri e l’area territoriale che sembra risentire
maggiormente di tale tendenza è l’imperiese che mostra un calo del 13,2% pari a –655 unità. Seguono le province di Savona (9,9% pari
–578 unità), Genova (-4,7% pari a –519 unità) e La Spezia (-3,3% pari a –113 unità).
-
Cooperative: in termini sia assoluti sia percentuali le variazioni registrate per le cooperative sono quantificate in poche unità (e
punti percentuali) ma registrano segno positivo in ciascuna provincia (Genova +22 unità; Savona +12; Imperia +8) con la sola
eccezione di La Spezia che non mostra alcuna variazione.
-
Consorzi: anche le variazioni registrate dai consorzi appaiono piuttosto contenute. L’incremento più elevato in termini di valori
assoluti è registrato in provincia di Genova (+20 unità) seguita da Savona (+6 unità) e La Spezia (+3 unità). Ad Imperia la
flessione per 1 unità.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
165
Tab. 6 – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE PER NATURA GIURIDICA E PROVINCE
Anno 2008-2015
(valori assoluti)
Società di capitale
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
Società di persone
Imprese individuali
Cooperative
2008
2.446
500
618
581
2015
2.657
572
881
728
2008
6.344
1.825
1.395
2.220
2015
3.776
1.138
917
1.470
2008
10.936
4.968
3.414
5.818
2015
10.417
4.313
3.301
5.240
2008
205
51
131
81
2015
227
59
131
93
4.145
4.838
11.784
7.301
25.136
23.271
468
510
872.969
846.438
Totale
27.223
30.312
200.638
256.079
Consorzi
323.862
172.453
Altre forme
2008
2008
2015
37
8
16
7
57
7
19
13
2015
36
9
10
7
66
13
13
24
68
96
62
116
993
1.301
3.582
5.868
2008
20.004
7.361
5.584
8.714
2015
17.200
6.102
5.262
7.568
41.663
36.132
1.429.267 1.312.451
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
166
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 6a – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE PER NATURA GIURIDICA E PROVINCE
Anno 2008-2015
(valori percentuali)
Società di capitale
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
2008
12,2%
6,8%
11,1%
6,7%
2015
15,4%
9,4%
16,7%
9,6%
9,9%
13,4%
14,0%
19,5%
Consorzi
2008
0,2%
0,1%
0,3%
0,1%
2015
0,3%
0,1%
0,4%
0,2%
Società di persone
2008
31,7%
24,8%
25,0%
25,5%
2015
22,0%
18,6%
17,4%
19,4%
28,3%
20,2%
22,7%
13,1%
Altre forme
2008
0,2%
0,1%
0,2%
0,1%
2015
0,4%
0,2%
0,2%
0,3%
Imprese individuali
2008
54,7%
67,5%
61,1%
66,8%
2015
60,6%
70,7%
62,7%
69,2%
Cooperative
2008
1,0%
0,7%
2,3%
0,9%
2015
1,3%
1,0%
2,5%
1,2%
60,3%
64,4%
1,1%
1,4%
61,1%
Totale
64,5%
1,9%
2,3%
2008
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
2015
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
Liguria
0,2%
0,3%
0,1%
0,3%
100,0%
100,0%
Italia
0,1%
0,1%
0,3%
0,4%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
167
Tab. 6b – IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE PER NATURA GIURIDICA E PROVINCE
Anno 2008-2015
(variazioni assolute e percentuali)
Società di capitale
v.a.
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
211
72
263
147
v.%
8,6%
14,4%
42,6%
25,3%
693
16,7%
55.441
27,6%
Consorzi
v.a.
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
20
-1
3
6
v.%
54,1%
-12,5%
18,8%
85,7%
28
41,2%
308
31,0%
Società di persone
v.a.
-2.568
-687
-478
-750
v.%
-40,5%
-37,6%
-34,3%
-33,8%
-4.483
-38,0%
-151.409
-46,8%
Altre forme
v.a.
30
4
3
17
v.%
83,3%
44,4%
30,0%
242,9%
54
2.286
Imprese individuali
v.a.
-519
-655
-113
-578
-1.865
-26.531
Totale
v.%
-4,7%
-13,2%
-3,3%
-9,9%
Cooperative
v.a.
22
8
0
12
v.%
10,7%
15,7%
0,0%
14,8%
-7,4%
42
9,0%
-3,0%
3.089
11,3%
v.a.
-2.804
-1.259
-322
-1.146
v.%
-14,0%
-17,1%
-5,8%
-13,2%
87,1%
-5.531
-13,3%
63,8%
-116.816
-8,2%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
168
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
3.1 La dinamica delle imprese
Da un primo esame dei dati relativi al 2015, si evidenzia per la Liguria un saldo1 negativo di 123 unità, a fronte di 2.597 imprese iscritte,
se ne registrano 2.720 cessate.
Per quanto il dato relativo all’ultimo anno preso in esame mostri un trend in calo, se lo si confronta con i valori registrati negli anni
precedenti, il saldo del 2015 appare “il più favorevole” degli ultimi quattro anni.
Dall’analisi del dettaglio provinciale, in ciascuna area territoriale si evidenzia, anche per il 2015, una saldo negativo con la sola
eccezione di La Spezia che mostra un saldo positivo di 54 unità (il primo segnale positivo negli ultimi 4 anni). Il valore più sfavorevole è
registrato in provincia di Savona con un saldo pari a –98 unità. Seguono le province di Imperia (-70 unità) e Genova (-9 unità).
Osservando le tendenze degli otto anni presi in esame, non si delinea una situazione favorevole. I saldi delle imprese femminili
appaiono tendenzialmente in flessione e anche laddove si registrano valori in attivo, appaiono positivi per poche unità. Nel 2015,
quantomeno, si assiste ad una frenata rispetto alla consistenza dei valori in negativo registrati negli ultimi anni. Tale tendenza comunque
non è sufficiente per ipotizzare un rilancio dell’economia territoriale.
Soffermandosi sui valori assoluti registrati negli otto anni presi in esame si evidenzia (soprattutto dall’analisi delle imprese attive) un
andamento sostanzialmente stazionario. Questo aspetto conferma le caratteristiche di un mercato economico locale che da un lato
fatica a trovare stimoli per un rilancio produttivo e dall’altro, cerca di resistere agli effetti più insidiosi della crisi economica.
1
Saldo = differenza tra imprese iscritte e imprese cessate
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
169
Tab. 7 - IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE, ATTIVE, ISCRITTE E CESSATE
Anni 2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015
(valori assoluti)
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Registrate
20.004
7.361
5.584
8.714
41.663
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Registrate
19.639
7.284
5.725
8.656
41.304
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Registrate
19.844
7.165
5.732
8.403
41.144
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Registrate
17.164
6.173
5.198
7.635
36.170
2008
Attive
Iscritte
17.290
1.465
6.591
463
5.021
504
7.965
626
36.867
3.058
2010
Attive
Iscritte
17.071
1.430
6.522
513
5.094
514
7.941
598
36.628
3.055
2012
Attive
Iscritte
17.091
1.419
6.354
430
5.036
444
7.654
540
36.135
2.833
2014
Attive
Iscritte
14.748
1.247
5.513
422
4.572
399
6.934
544
31.767
2.612
Cessate Registrate
1.741
19.627
599
7.286
508
5.619
677
8.674
3.525
41.206
Cessate Registrate
1.423
19.754
505
7.234
403
5.734
631
8.554
2.962
41.276
Cessate Registrate
1.427
19.656
516
6.747
469
5.644
720
8.225
3.132
40.272
Cessate Registrate
1.311
17.200
518
6.102
445
5.262
613
7.568
2.887
36.132
2009
Attive
Iscritte
17.114
1.349
6.547
471
5.042
483
7.956
579
36.659
2.882
2011
Attive
Iscritte
17.090
1.430
6.450
451
5.037
461
7.815
593
36.392
2.935
2013
Attive
Iscritte
16.826
1.314
5.979
386
4.931
430
7.446
556
35.182
2.686
2015
Attive
Iscritte
14.662
1.259
5.424
403
4.586
423
6.858
512
31.530
2.597
Cessate
1.428
493
441
630
2.992
Cessate
1.309
494
440
686
2.929
Cessate
1.523
797
516
761
3.597
Cessate
1.268
473
369
610
2.720
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile,
Unioncamere-InfoCamere
170
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 7a - SALDO IMPRESE FEMMINILI ISCRITTE E CESSATE
Anni 2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015
(Valori assoluti)
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
2008
-276
-136
-4
-51
-467
2009
-79
-22
42
-51
-110
2010
7
8
111
-33
93
2011
121
-43
21
-93
6
2012
-8
-86
-25
-180
-299
2013
-209
-411
-86
-205
-911
2014
-64
-96
-46
-69
-275
2015
-9
-70
54
-98
-123
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio
dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
Soffermandosi sulle variazioni intervenute negli anni compresi tra il 2008 e il 2015 s evidenziano flessioni generalizzate senza alcuna
eccezione. In particolare si segnala la flessione delle imprese femminili attive che raggiunge il 14,5% (pari a –5.337 unità).
Tab. 7b - IMPRESE FEMMINILI REGISTRATE, ATTIVE, ISCRITTE E CESSATE
Anni 2008-2015
(Variazioni assolute e percentuali)
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Registrate
-2.804
-1.259
-322
-1.146
-5.531
Variaizoni assolute
Variazioni percentuali
Attive
Iscritte
Cessate Registrate Attive
Iscritte
Cessate
-2.628
-206
-473
-14,0%
-15,2%
-14,1%
-27,2%
-1.167
-60
-126
-17,1%
-17,7%
-13,0%
-21,0%
-435
-81
-139
-5,8%
-8,7%
-16,1%
-27,4%
-1.107
-114
-67
-13,2%
-13,9%
-18,2%
-9,9%
-5.337
-461
-805
-13,3%
-14,5%
-15,1%
-22,8%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria femminile,
Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
171
Per quanto riguarda il dettaglio del settore di produzione si evidenzia come, il saldo negativo delle imprese in rosa, sia dovuto a flessioni
generalizzate. Gli unici settori che registrano un segno positivo (per quanto contenuto) sono: Costruzioni (+30 unità), Attività finanziere e
assicurative (K: +6), Forniture di energie elettriche e gas, (D:+1), Forniture di acqua (E: +1) e Noleggio, Agenzie di viaggio (N: +1); anche
le Imprese non classificate registrano il saldo positivo significativo (X: +825).
Il comparto delle Estrazioni minerarie (B), (anche nel 2015), pareggiano iscrizioni e cessazioni e registrano un saldo pari a zero.
Il calo più elevato è registrato dal settore commercio (G: -453 imprese), seguito da agricoltura, silvicoltura e pesca (A: -178 unità), attività
di servizi alloggio e ristorazione (I: -158 unità), altre attività di servizi (S: -46 unità) e attività manifatturiera (C: -37 unità). I restanti settori
mostrano flessioni inferiori alle 30 unità.
Appaiono pertanto evidenti i forti segnali di crisi che si confermano per il 2015, con la loro incisività anche su quei settori che
tradizionalmente hanno trainato l’economia ligure.
172
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 8 - IMPRESE REGISTRATE, ATTIVE, ISCRITTE,
CANCELLATE IN LIGURIA PER SETTORE
Anno 2015
(valori assoluti)
Settore
impresa Registrate
A
3.726
B
9
C
1.841
D
14
E
37
F
1.343
G
11.315
H
442
I
5.081
J
579
K
786
L
2.063
M
850
N
1.589
P
154
Q
319
R
619
S
3.621
T
0
X
1.744
Totale
36.132
LIGURIA
Attive
3.710
8
1.633
12
33
1.132
10.372
373
4.421
522
763
1.831
766
1.466
138
270
555
3.522
0
3
31.530
Iscritte
Cessate
78
256
0
0
88
125
1
0
1
0
103
73
570
1.023
13
21
272
430
29
35
88
82
51
77
46
68
120
119
9
19
4
27
22
41
173
219
0
1
929
104
2.597
2.720
Saldo
-178
0
-37
1
1
30
-453
-8
-158
-6
6
-26
-22
1
-10
-23
-19
-46
-1
825
-123
Settore
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
P
Q
R
S
T
X
Descrizione
Agricoltura, silvicoltura e pesca
Estrazione di minerali da cave e miniere
Attività manifatturiere
Fornitura di energia elettrica, gas, vapore
Fornitura di acqua; reti fognarie
Costruzioni
Commercio
Trasporto e magazzinaggio
Attività dei servizi alloggio e ristorazione
Servizi di informazione e comunicazione
Attività finanziarie e assicurative
Attivita' immobiliari
Attività professionali, scientifiche e tecniche
Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese
Istruzione
Sanita' e assistenza sociale
Attività artistiche, sportive, di intrattenimento
Altre attività di servizi
Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro
Imprese non classificate
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
173
Soffermandosi sul dettaglio provinciale non si evidenzia una dinamica particolarmente vivace in nessuna area territoriale.
I settori che tradizionalmente rappresentano l’economia in rosa registrano saldi in passivo:
-
Commercio (G): Genova –247
o Imperia –58
o La Spezia –58
o Savona –90
-
Attività di servizi e alloggio (I): Genova –72
o Imperia -38
o La Spezia –25
o Savona –23
-
Sanità e assistenza sociale (Q): Genova -17
o Imperia -2
o La Spezia 0
o Savona -4
-
Altre attività di servizi (S): Genova –17
o Imperia –1
o La Spezia –14
o Savona –14
Si segnala inoltre in ciascuna provincia una flessione significativa del settore agricoltura, silvicoltura e pesca (Genova: -25 unità; Imperia: -84
unità; La Spezia: -11 unità; Savona: -58 unità).
174
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 8a - IMPRESE REGISTRATE, ATTIVE, ISCRITTE,
CANCELLATE IN PROVINCIA DI GENOVA PER SETTORE
Anno 2015
(valori assoluti)
Settore
impresa Registrate
A
741
B
5
C
1.024
D
9
E
11
F
595
G
5.953
H
277
I
2.115
J
349
K
417
L
1.125
M
560
N
874
P
91
Q
191
R
266
S
1.738
T
0
X
859
Totale
17.200
GENOVA
Attive
732
5
895
9
11
489
5.364
233
1.785
314
404
950
501
804
83
164
237
1.682
0
0
14.662
Iscritte
Cessate
13
38
0
0
45
69
1
0
1
0
39
32
289
536
7
14
99
171
15
19
44
41
29
39
25
42
64
62
3
12
3
20
6
22
89
106
0
0
487
45
1.259
1.268
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
Saldo
-25
0
-24
1
1
7
-247
-7
-72
-4
3
-10
-17
2
-9
-17
-16
-17
0
442
-9
Tab. 8b - IMPRESE REGISTRATE, ATTIVE, ISCRITTE,
CANCELLATE IN PROVINCIA DI IMPERIA PER SETTORE
Anno 2015
Tab. 8c - IMPRESE REGISTRATE, ATTIVE, ISCRITTE,
CANCELLATE IN PROVINCIA DI LA SPEZIA PER SETTORE
Anno 2015
(valori assoluti)
(valori assoluti)
Settore
impresa Registrate
A
1.333
B
0
C
205
D
0
E
5
F
260
G
1.643
H
55
I
810
J
66
K
99
L
324
M
80
N
216
P
16
Q
34
R
92
S
586
T
0
X
278
Totale
6.102
Attive
1.331
0
187
0
4
222
1.513
48
691
59
96
300
76
202
13
25
81
573
0
3
5.424
IMPERIA
Iscritte
Cessate
19
103
0
0
12
14
0
0
0
0
30
8
86
144
3
2
38
76
4
7
15
5
8
15
3
11
15
22
0
3
1
3
6
6
37
38
0
0
126
16
403
473
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
Saldo
-84
0
-2
0
0
22
-58
1
-38
-3
10
-7
-8
-7
-3
-2
0
-1
0
110
-70
Settore
impresa Registrate
A
462
B
3
C
295
D
1
E
13
F
237
G
1.625
H
68
I
856
J
69
K
117
L
220
M
103
N
221
P
24
Q
56
R
70
S
539
T
0
X
283
Totale
5.262
Attive
459
2
256
1
11
206
1.518
56
757
62
112
204
89
200
20
50
59
524
0
0
4.586
LA SPEZIA
Iscritte
Cessate
17
28
0
0
17
17
0
0
0
0
19
17
84
142
1
2
40
65
1
6
14
13
5
10
9
2
15
13
5
2
0
0
3
3
18
32
0
1
175
16
423
369
Saldo
-11
0
0
0
0
2
-58
-1
-25
-5
1
-5
7
2
3
0
0
-14
-1
159
54
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
175
Tab. 8d - IMPRESE REGISTRATE, ATTIVE, ISCRITTE,
CANCELLATE IN PROVINCIA DI SAVONA PER SETTORE
Anno 2015
(valori assoluti)
Settore
impresa Registrate
A
1.190
B
1
C
317
D
4
E
8
F
251
G
2.094
H
42
I
1.300
J
95
K
153
L
394
M
107
N
278
P
23
Q
38
R
191
S
758
T
0
X
324
Totale
7.568
Attive
1.188
1
295
2
7
215
1.977
36
1.188
87
151
377
100
260
22
31
178
743
0
0
6.858
SAVONA
Iscritte
Cessate
29
87
0
0
14
25
0
0
0
0
15
16
111
201
2
3
95
118
9
3
15
23
9
13
9
13
26
22
1
2
0
4
7
10
29
43
0
0
141
27
512
610
Saldo
-58
0
-11
0
0
-1
-90
-1
-23
6
-8
-4
-4
4
-1
-4
-3
-14
0
114
-98
Settore
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
P
Q
R
S
X
Descrizione
Agricoltura, silvicoltura e pesca
Estrazione di minerali da cave e miniere
Attività manifatturiere
Fornitura di energia elettrica, gas, vapore
Fornitura di acqua; reti fognarie
Costruzioni
Commercio
Trasporto e magazzinaggio
Attività dei servizi alloggio e ristorazione
Servizi di informazione e comunicazione
Attività finanziarie e assicurative
Attivita' immobiliari
Attività professionali, scientifiche e tecniche
Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese
Istruzione
Sanita' e assistenza sociale
Attività artistiche, sportive, di intrattenimento
Altre attività di servizi
Imprese non classificate
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dai Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria femminile, Unioncamere-InfoCamere
176
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
4. Le imprese straniere – anno 2015
Al 31/12/2015, le imprese con titolare straniero registrate in Italia sono 449.213 e, di queste, il 22,5% (pari a 101.225 unità) è rappresentato
da imprese straniere femminili.
Soffermandosi sulla distribuzione tra le regioni prese in esame, si evidenzia come la Lombardia offre le maggiori possibilità imprenditoriali
per gli immigrati. In Lombardia si concentra, infatti, il 17,7% (pari a 79.455 unità) del complesso delle imprese con titolare straniero,
distribuito su tutto il territorio nazionale.
Seguono Toscana (9,6% pari a 43.311 unità), Emilia Romagna (8,6% pari a 38.598 unità), Piemonte (7,6% pari a 34.291 unità) e Liguria con
un contenuto 3,6% (pari a 16.245 unità).
Per quanto riguarda l’imprenditoria straniera femminile, la Toscana si conferma, anche per il 2015, come la regione che offre le maggiori
possibilità di sviluppo per le attività autonome delle donne immigrate. Qui, infatti, le donne immigrate titolari d’impresa sono il 25,9% del
complesso delle imprese straniere, l’unico valore (tra le regioni prese in esame) superiore al dato medio nazionale (22,5%). La regione
Piemonte mostra invece un peso del 22,4% seguita da Emilia Romagna (21,5%), Lombardia (20,1%) e Liguria (17,9%).
Tab. 1 - STRANIERI TITOLARI DI IMPRESE PER GENERE E REGIONE
Anno 2015
valori assoluti e peso percentuale
Uomini
Piemonte
Lombardia
Emilia Romagna
Toscana
Liguria
Italia
26.483
63.431
30.295
32.065
13.320
345.076
Donne
7.689
16.000
8.295
11.233
2.915
101.255
n.c.
119
24
8
13
10
2.882
Totale
34.291
79.455
38.598
43.311
16.245
449.213
peso % delle
% impr.
imprese per femminili su
regione
totale
7,6%
17,7%
8,6%
9,6%
3,6%
100,0%
22,4%
20,1%
21,5%
25,9%
17,9%
22,5%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria straniera,
Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
177
Aspetti interessanti emergono dall’analisi del peso percentuale delle imprese straniere sul
complesso delle imprese registrate nel 2015.
Il dato medio nazionale mostra come le imprese straniere rappresentano il 7,4% del
complesso delle attività registrate, un dato che mostra una sensibile ma costante crescita
negli anni. Nel 2014, infatti, tale valore si attestava sul 7,1%, mentre nel 2013 rappresentava
6,8% e nel 2012 il 6,5%. L’incremento registrato negli ultimi anni acquisisce rilievo se
raffrontato al periodo precedente quando l’incidenza percentuale delle imprese straniere sul
complesso delle aziende subiva una brusca battuta d’arresto, passando dal 10,3% del 2010
al 6% del 2011.
Tab. 1a - PESO % DELLE IMPRESE CON
TITOLARI STRANIERO SUL TOTALE DELLE
IMPRESE PER GENERE E REGIONE
Anno 2015
valori assoluti e peso percentuale
In particolare le aziende con titolari uomini stranieri rappresentano il 7,3% (mentre nel
2014 erano il 7%, nel 2013 il 6,8%; nel 2012 il 6,6%, nel 2011 il 6,1% e nel 2010 il 10,9%)
del complesso delle aziende italiane, mentre le imprese con titolari donne straniere
rappresentano il 7,7% (a fronte del 7,4% del 2014, del 6,4% del 2013, del 6,1% registrato nel
2012, del 5,7% del 2011 e dell’8,8% del 2010) del complesso delle imprese femminili liguri.
Piemonte
Lombardia
Emilia Romagna
Toscana
Liguria
Italia
Soffermandosi sui totali, si evidenzia come tutte le regioni prese in esame mostrino un peso
percentuale (delle imprese straniere sul complesso dei titolari d’impresa) superiore al dato
medio nazionale.
Anche per il 2015 la Toscana si conferma la regione con maggiore vivacità imprenditoriale
per gli stranieri con un’incidenza percentuale del 10,4%. Seguono Liguria (9,9%), Emilia
Romagna (8,3%), Lombardia (8,3%) e Piemonte (7,7%).
Soffermandosi sul dettaglio delle imprese con titolari uomini stranieri la graduatoria mostra
tendenze in linea con i valori complessivi con la sola differenza che, in questo caso, è la
Liguria a mostrare l’incidenza più elevata: Liguria 10,5%; Toscana 10%, Emilia Romagna
8,2%, Lombardia 8,1% e Piemonte 7,7%.
I dati relativi all’imprenditoria straniera femminile, prospettano un quadro ancora differente.
Il primato spetta sempre alla regione Toscana con un’incidenza percentuale del 11,8%
seguita da: Emilia Romagna (8,8%), Lombardia (9,1%), Liguria (8,1%) e Piemonte (7,8%).
178
Uomini
7,7%
8,1%
8,2%
10,0%
10,5%
7,3%
Donne
7,8%
9,1%
8,8%
11,8%
8,1%
7,7%
Totale
7,7%
8,3%
8,3%
10,4%
9,9%
7,4%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati
Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria straniera,
Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Confrontando i dati relativi al 2015 con i valori rilevati nell’anno precedente, si evidenzia una tendenza in crescita. L’incremento medio a
livello nazionale è del 4,4% (pari a 18.998 unità). Le variazioni relative al dettaglio di genere mostrano una maggiore crescita percentuale
delle imprese femminili (+5,1% pari a +4.876 unità) mentre in termini di valori assoluti sono le imprese maschili a registrare la variazione più
elevata (+14.231 unità pari a +4,3%).
In termini di variazioni percentuali, si conferma un trend generalizzato più favorevole per l’imprenditoria in rosa che, in tutte le regioni prese
in esame, mostra crescite decisamente più elevate rispetto ai dati relativi all’imprenditoria maschile.
Tab. 1b - TITOLARI DI IMPRESE INDIVIDUALI IMMIGRATI DA PAESI NON-UE
Anni 2014-2015
Variazioni assolute e percentuali
Piemonte
Lombardia
Emilia Romagna
Toscana
Liguria
Italia
Uomini
551
3.130
598
981
561
14.231
Variazioni anni 2014-2015*
Assolute
Percentuali
Donne
n.c.
Totale
Uomini
Donne
n.c.
470
-3
1.018
2,1%
6,5%
-2,5%
1.027
-2
4.155
5,2%
6,9%
-7,7%
481
0
1.079
2,0%
6,2%
0,0%
615
0
1.596
3,2%
5,8%
0,0%
178
-1
738
4,4%
6,5%
-9,1%
4.876
-109
18.998
4,3%
5,1%
-3,6%
Totale
3,1%
5,5%
2,9%
3,8%
4,8%
4,4%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria straniera,
Unioncamere-InfoCamere
* Al lordo delle cancellazioni d’ufficio disposte dalle Camere di Commercio nel periodo
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
179
Passando all’analisi dei dati provinciali, si evidenzia, in primo luogo, come le imprese straniere siano concentrate in provincia di Genova
(54,8% del complesso delle imprese straniere in Liguria). Nelle province di Imperia e Savona sono presenti rispettivamente il 18,6% e il
16,2% delle imprese straniere liguri. In provincia di La Spezia le possibilità imprenditoriali per gli stranieri appaiono più contenute (10,4%).
Per quanto riguarda il peso percentuale delle imprese femminili straniere si evidenzia come i valori più favorevoli siano registrati in provincia
di La Spezia dove le donne sono titolari del 22,8% del complesso delle imprese straniere locali. L’area territoriale con la minore
concentrazione di attività con titolare straniero è, pertanto, la medesima che mostra anche la maggiore concentrazione di imprenditrici
straniere.
Tab. 2 - STRANIERI TITOLARI DI IMPRESE INDIVIDUALI PER GENERE E PROVINCIA
Anno 2015
valori assoluti e peso percentuale
Uomini
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
7.352
2.474
1.299
2.195
13.320
345.076
Donne
1.547
546
383
439
2.915
101.255
n.c.
2
7
0
1
10
2.882
Totale
8.901
3.027
1.682
2.635
16.245
449.213
peso %
% impr.
imprese per femminili su
prov
totale
54,8%
17,4%
18,6%
18,0%
10,4%
22,8%
16,2%
16,7%
100,0%
17,9%
22,5%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria straniera,
Unioncamere-InfoCamere
180
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Per quanto riguarda il peso percentuale delle imprese con titolare straniero sul complesso delle imprese per provincia, si evidenzia come i
valori provinciali risultano superiori al dato medio nazionale come accade anche per il dettaglio delle imprese con titolari uomini stranieri.
A livello provinciale, i dati più significativi sono registrati nelle aree territoriali di Imperia e Genova (con valori rispettivamente pari a 11,8% e
10,3%). Nelle restanti province i valori scendono al di sotto del dato medio regionale (9,9%): Savona 8,6% e La Spezia 8,2%.
Per quanto riguarda l’imprenditoria maschile l’incidenza percentuale mostra valori significativi superiori al dato medio nazionale in un range
di valori compresi tra il 29% della provincia di Imperia e il 9% di Genova e Savona.
In riferimento alle imprese femminili si osserva una maggiore concentrazione in provincia di Genova (29,4%, valore superiore al dato medio
sia regionale sia nazionale) mentre Imperia registra l’incidenza più contenuta (3,2%, valore inferiore al dato medio sia regionale sia
nazionale).
Tab. 2a - PESO % DELLE IMPRESE CON
TITOLARI STRANIERI SUL TOTALE DELLE
IMPRESE PER GENERE E PROVINCIA
Anno 2015
valori assoluti e peso percentuale
Uomini
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
9,0%
29,0%
10,0%
9,0%
10,5%
7,3%
Donne
29,4%
3,2%
5,1%
7,2%
8,1%
7,7%
Totale
10,3%
11,8%
8,2%
8,6%
9,9%
7,4%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati
Retecamere su Osservatorio dell’imprenditoria straniera,
Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
181
Confrontando i dati relativi al 2015 con i valori dell’anno precedente a livello provinciale si registrano variazioni piuttosto contenute. In termini
percentuali, l’incremento più significativo si registra in provincia di Genova con una crescita del 5,8%, mentre il dato più contenuto proviene
dalla provincia di La Spezia con un incremento del 2,5%.
Tali tendenze si confermano anche nel dettaglio di genere dell’imprenditoria straniera.
Tab. 2b - TITOLARI DI IMPRESE INDIVIDUALI IMMIGRATI DA PAESI NON-UE
Anni 2014-2015
Variazioni assolute e percentuali
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Liguria
Italia
Uomini
414
72
19
56
561
14.231
Variazioni anni 2014-2015*
Assolute
Percentuali
Donne
n.c.
Totale
Uomini
Donne
n.c.
75
-1
488
6,0%
5,1%
-33,3%
42
0
114
3,0%
8,3%
0,0%
22
0
41
1,5%
6,1%
39
0
95
2,6%
9,8%
0,0%
178
-1
738
4,4%
6,5%
-9,1%
4.876
-109
18.998
4,3%
5,1%
-3,6%
Totale
5,8%
3,9%
2,5%
3,7%
4,8%
4,4%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su Osservatorio
dell’imprenditoria straniera, Unioncamere-InfoCamere
* Al lordo delle cancellazioni d’ufficio disposte dalle Camere di Commercio nel periodo
182
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
4.1 Le nazionalità di provenienza degli imprenditori stranieri
Per quanto riguarda le nazionalità di provenienza degli imprenditori stranieri, si conferma come nei primi 10 posti della graduatoria sono
rappresentati i paesi di provenienza che maggiormente caratterizzano il fenomeno migratorio ligure. In particolare nelle prime due posizioni
sono concentrati il 36,4% degli imprenditori stranieri che provengono da Albania e Marocco con valori assoluti rispettivamente pari a 3.015 e
2.904 unità.
Seguono gli imprenditori provenenti da Romania (1.460 unità), Ecuador (1.051 unità), Cina (890 unità), Senegal (876 unità), Tunisia (818
unità), Bangladesh (638 unità) e Turchia (553 unità) e che sono anche le nazionalità di provenienza che negli anni hanno connotato la realtà
migratoria ligure.
Le restanti nazionalità mostrano frequenze inferiori alle 400 unità.
Dall’analisi complessiva sulle nazionalità di provenienza degli imprenditori stranieri residenti in Liguria, si osserva una maggiore distribuzione
rispetto agli anni precedenti quando si evidenziava una forte concentrazione per le prime due nazionalità con un significativo distacco per le
posizioni successive in graduatoria (ad esempio nel 2010 Albania e Marocco registravano frequenze superiori alle 2.000 unità mentre la
terza nazionalità in graduatoria, quella rumena, passava direttamente a 900 unità).
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
183
Tab. 3 - STRANIERI TITOLARI DI IMPRESA PER
NAZIONALITA' DI PROVENIENZA IN LIGURIA
Anno 2015
Valori assoluti e percentuali
NAZIONALTA' DI
PROVENIENZA*
Albania
Marocco
Romania
Ecuador
Cina
Senegal
Tunisia
Bangladesh
Turchia
Egitto
Francia
Nigeria
Germania
Pakistan
Perù
Argentina
Svizzera
Rep. Dominicana
Moldavia
Brasile
Cile
Serbia e Montenegro
Ucraina
Polonia
Gran Bretagna
Algeria
Colombia
Fed. Russa
Belgio
India
Altro
TOTALE
LIGURIA
v.a.
3.015
2.904
1.460
1.051
890
876
818
638
553
324
311
212
203
201
194
183
172
115
114
113
111
108
107
91
90
77
70
70
63
53
1.058
16.245
v.%
18,6%
17,9%
9,0%
6,5%
5,5%
5,4%
5,0%
3,9%
3,4%
2,0%
1,9%
1,3%
1,2%
1,2%
1,2%
1,1%
1,1%
0,7%
0,7%
0,7%
0,7%
0,7%
0,7%
0,6%
0,6%
0,5%
0,4%
0,4%
0,4%
0,3%
6,5%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria straniera, Unioncamere-InfoCamere
* Stranieri presenti in Liguria con f requenza superiore alle 50 unità
184
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
A livello provinciale si confermano anche per il 2015, nelle prime posizioni delle top ten, imprenditori provenenti sostanzialmente da Albania,
Marocco e Romania e una presenza significativa anche di stranieri provenenti dalla Cina. L’unica eccezione è data dalla provincia di
Imperia che negli anni sta manifestando un consolidamento della presenza di stranieri provenenti dalla Turchia1 che, oltre a caratterizzare
gli aspetti demografici dell’area provinciale, si segnalano nel panorama imprenditoriale.
Come per la provincia di Imperia, anche se con minore intensità, si conferma un fenomeno locale di stranieri provenienti da specifiche
nazionalità che testimoniano lo strutturarsi negli anni di canali migratori preferenziali.
In particolare si segnala:
-
-
-
-
Genova:
o
o
Ecuador (10,8% pari a 959 unità)
Senegal (8,5% pari a 760 unità)
o
o
o
Turchia (17,5% pari a 538 unità);
Tunisia (14% pari a 429 unità);
Turchia e Tunisia raccolgono anche la maggiore frequenza di imprenditori stranieri rappresentando i primi due posti
della top ten provinciale
Imperia:
La Spezia:
o
Repubblica Dominicana (3,5% pari a 59 unità)
Savona:
o
Bangladesh (5,2% pari a 136 unità)
1
Secondo la testimonianza della CGIL di Imperia, nell’area dell’imperiese (in particolare nella città di Imperia Porto Maurizio) gli stranieri provenenti dalla Turchia si sono
specializzati nella realizzazione di muretti a secco per cui sono rimasti gli unici professionisti in grado di realizzare questo tipo di opera edilizia molto richiesta per la
salvaguardia del paesaggio.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
185
Tab. 3a - STRANIERI TITOLARI DI IMPRESA PER
NAZIONALITA' DI PROVENIENZA IN PROVINCIA DI
GENOVA
Anno 2015
Valori assoluti e percentuali
NAZIONALTA' DI
PROVENIENZA*
Marocco
Albania
Ecuador
Senegal
Romani
Cina
Bangladesh
Tunisia
Nigeria
Pakistan
Perù
Egitto
Cile
Argentina
Francia
Serbia e Montenegro
Svizzera
Germania
Ucraina
Colombia
Brasile
Rep. Dominicana
Polonia
Moldavia
India
Iran
Fed. Russa
Sri Lanka
Gran Bretagna
Altro
TOTALE
GENOVA
v.a.
1.801
1.320
959
760
747
566
359
296
169
161
153
128
99
89
81
63
63
62
57
53
49
47
44
43
41
37
36
35
31
552
8.901
v.%
20,2%
14,8%
10,8%
8,5%
8,4%
6,4%
4,0%
3,3%
1,9%
1,8%
1,7%
1,4%
1,1%
1,0%
0,9%
0,7%
0,7%
0,7%
0,6%
0,6%
0,6%
0,5%
0,5%
0,5%
0,5%
0,4%
0,4%
0,4%
0,3%
6,2%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria straniera, Unioncamere-InfoCamere
* Stranieri presenti a Genova con frequenza superiore alle 30 unità
186
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 3b - STRANIERI TITOLARI DI IMPRESA PER
NAZIONALITA' DI PROVENIENZA IN PROVINCIA DI
IMPERIA
Anno 2015
Valori assoluti e percentuali
NAZIONALTA' DI
PROVENIENZA*
Turchia
Tunisia
Albania
Marocco
Romani
Francia
Bangladesh
Cina
Germania
Moldavia
Egitto
Svizzera
Senegal
Ecuador
Algeria
Gran Bretagna
Argentina
Ucraina
Fed. Russa
Paesi Bassi
Altro
TOTALE
IMPERIA
v.a.
538
429
378
355
271
139
99
94
69
44
42
39
36
34
29
29
28
23
22
21
353
3.072
v.%
17,5%
14,0%
12,3%
11,6%
8,8%
4,5%
3,2%
3,1%
2,2%
1,4%
1,4%
1,3%
1,2%
1,1%
0,9%
0,9%
0,9%
0,7%
0,7%
0,7%
11,5%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria straniera, Unioncamere-InfoCamere
* Stranieri presenti ad Imperia con frequenza superiore alle 20 unità
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
187
Tab. 3c - STRANIERI TITOLARI DI IMPRESA PER
NAZIONALITA' DI PROVENIENZA IN PROVINCIA DI
LA SPEZIA
Anno 2015
Valori assoluti e percentuali
NAZIONALTA' DI
PROVENIENZA*
Marocco
Albania
Romania
Cina
Rep. Dominicana
Senegal
Tunisia
Bangladesh
Egitto
Svizzera
Francia
Nigeria
Germania
Ecuador
Argentina
Belgio
Gran Bretagna
Pakistan
Ucraina
Polonia
Moldavia
Algeria
Kossovo
Brasile
Serbia e Montenegro
U.S.A.
Altro
TOTALE
LA SPEZIA
v.a.
v.%
410
24,4%
292
17,4%
165
9,8%
121
7,2%
59
3,5%
56
3,3%
45
2,7%
44
2,6%
39
2,3%
38
2,3%
37
2,2%
32
1,9%
27
1,6%
23
1,4%
21
1,2%
20
1,2%
19
1,1%
18
1,1%
15
0,9%
14
0,8%
13
0,8%
11
11
10
10
10
122
1.682
0,7%
0,7%
0,6%
0,6%
0,6%
7,3%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria straniera, Unioncamere-InfoCamere
* Stranieri presenti a La Spezia con frequenza superiore alle 10 unità
188
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 3d - STRANIERI TITOLARI DI IMPRESA PER
NAZIONALITA' DI PROVENIENZA IN PROVINCIA DI
SAVONA
Anno 2015
Valori assoluti e percentuali
NAZIONALTA' DI
PROVENIENZA*
Albania
Marocco
Romania
Bangladesh
Egitto
Cina
Francia
Tunisia
Argentina
Germania
Brasile
Ecuador
Svizzera
Senegal
Serbia e Montenegro
Polonia
Algeria
Perù
Moldavia
Paesi Bassi
Ucraina
Gran Bretagna
Pakistan
Altro
TOTALE
SAVONA
v.a.
v.%
1.025
38,9%
338
12,8%
277
10,5%
136
5,2%
115
4,4%
109
4,1%
54
2,0%
48
1,8%
45
1,7%
45
1,7%
36
1,4%
35
1,3%
32
1,2%
24
0,9%
24
0,9%
18
0,7%
17
0,6%
16
0,6%
14
0,5%
12
0,5%
12
0,5%
11
0,4%
10
0,4%
182
6,9%
2.635
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazione su dati Retecamere su
Osservatorio dell’imprenditoria straniera, Unioncamere-InfoCamere
* Stranieri presenti a Savona con frequenza superiore alle 10 unità
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
189
5. Le imprese giovanili1
Al 31-12-2015 le imprese giovanili registrate in Italia sono 623.755. Di queste, il 23,1% (pari a 144.377 unità) è concentrato nel Nord
Ovest del Paese e il 2,3% (pari a14.436 unità) in Liguria.
La forma giuridica più diffusa si conferma quella dell’impresa individuale che rappresenta oltre il 70% (in Liguria quasi l’80%) delle
imprese registrate in ciascuna delle aree territoriali prese in esame. Per quanto riguarda la distribuzione delle società di capitale e delle
società di persone, per il 2015 si evidenziano tendenze interessanti. Nell’ultimo anno preso in esame, la Liguria si allinea alle tendenze
complessive registrando una percentuale (sensibilmente) più elevata di società di capitale (10,2%) rispetto alle società di persone (9,7%).
Nell’area del Nord Ovest e il dato medio nazionale mostrano un’incidenza più significativa delle imprese giovanili registrate come società
di capitale (rispettivamente 14,2% e 17,5%) rispetto alle società di persone (9,3% e 8,4%).
Si confermano le tendenze per cooperative e consorzi la cui incidenza percentuale si conferma inferiore al 2%.
Tab. 1 - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER AREE TERRITORIALE E
FORME GIURIDICHE
Anno 2015
Valori assoluti
Società di capitale
Società di persone
Imprese individuali
Cooperative
Consorzi
Altre forme
Totale
Liguria
v.a
v.%
1.470
10,2%
1.407
9,7%
11.413
79,1%
115
0,8%
3
0,0%
28
0,2%
14.436 100,0%
Nord Ovest
v.a
v.%
20.503
14,2%
13.456
9,3%
108.249
75,0%
1.695
1,2%
70
0,0%
404
0,3%
144.377 100,0%
Italia
v.a
v.%
109.407
17,5%
52.475
8,4%
447.774
71,8%
12.051
1,9%
318
0,1%
1.730
0,3%
623.755 100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
1
Secondo la definizione di Unioncamere, per imprese giovanili si intendono le imprese in cui la partecipazione di persone con età fino a 35 anni risulta
complessivamente superiore al 50%, mediando le composizioni di quote di partecipazione e cariche attribuite.
190
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
L’analisi delle variazioni conferma, anche per il biennio 2014-2015, andamenti in flessione per le imprese giovanili (tendenza, peraltro,
coerente con l’andamento complessivo delle imprese). In termini percentuali il calo più rilevante si registra per l’area del Nord Ovest, con
una flessione del 2,8%.
Soffermandosi sulle diverse forme giuridiche la flessione più significativa si registra per le società di persone (Italia: -10%; Nord Ovest: 9,4%; Liguria: -9,2%) mentre mostrano una tendenza in crescita le società di capitale (Italia: +4,6%; Nord Ovest: +3,8%; Liguria: +6,8%).
Deboli segnali in crescita anche per le cooperative in Liguria (+4,5%).
Tab. 1a - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER AREE TERRITORIALE E
FORME GIURIDICHE
Anno 2014
Valori assoluti
Società di capitale
Società di persone
Imprese individuali
Cooperative
Consorzi
Altre forme
Totale
Liguria
v.a
v.%
1.377
9,4%
1.549
10,6%
11.602
79,1%
110
0,8%
3
0,0%
19
0,1%
14.660 100,0%
Nord Ovest
v.a
v.%
19.756
13,3%
14.854
10,0%
111.724
75,2%
1.741
1,2%
76
0,1%
370
0,2%
148.521 100,0%
Italia
v.a
v.%
104.629
16,4%
58.287
9,1%
462.230
72,3%
12.463
1,9%
343
0,1%
1.659
0,3%
639.611 100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
191
Tab. 1b - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER AREE TERRITORIALE E
FORME GIURIDICHE
Anni 2014-2015
Variazioni assolute e percentuali
Liguria
v.a
Società di capitale
Società di persone
Imprese individuali
Cooperative
Consorzi
Altre forme
Totale
93
-142
-189
5
0
9
-224
v.%
6,8%
-9,2%
-1,6%
4,5%
0,0%
47,4%
-1,5%
Nord Ovest
v.a
v.%
747
3,8%
-1.398
-9,4%
-3.475
-3,1%
-46
-2,6%
-6
-7,9%
34
9,2%
-4.144
-2,8%
Italia
v.a
4.778
-5.812
-14.456
-412
-25
71
-15.856
v.%
4,6%
-10,0%
-3,1%
-3,3%
-7,3%
4,3%
-2,5%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
Passando all’analisi dei settori produttivi, si evidenzia come, in Liguria il 50% delle imprese registrate provengano dai comparti commercio
(G) e costruzioni (F) con valori rispettivamente pari a 25,9% e 25,7%; i due settori confermano la loro importanza per l’economia regionale
anche per l’imprenditorialità giovanile. Si segnalano anche le attività di servizi di alloggio e ristorazione (I) e l’agricoltura, silvicoltura e
pesca (A) che rappresentano rispettivamente l’11,8% e il 4,8% delle imprese giovanili registrate in Liguria nel 2013. I restanti settori
mostrano incidenze percentuali inferiori al 5%.
192
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 2 - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE IN LIGURIA PER SETTORE
Anni 2012-2013-2014-2015
Valori assoluti e percentuali
A Agricoltura, silvicoltura e pesca
B Estrazione di minerali da cave e miniere
C Attività manifatturiere
D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore
E Fornitura di acqua; reti fognarie
F Costruzioni
G Commercio
H Trasporto e magazzinaggio
I Attività dei servizi alloggio e ristorazione
J Servizi di informazione e comunicazione
K Attività finanziarie e assicurative
L Attivita' immobiliari
M Attività professionali, scientifiche e tecniche
N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese
P Istruzione
Q Sanita' e assistenza sociale
R Attività artistiche, sportive, di intrattenimento
S Altre attività di servizi
X Imprese non classificate
Totale
2012
v.a
v%
946
6,3%
2
0,0%
743
5,0%
3
0,0%
7
0,0%
4.510 30,3%
3.860 25,9%
264
1,8%
1.635 11,0%
291
2,0%
375
2,5%
402
2,7%
336
2,3%
559
3,8%
25
0,2%
33
0,2%
170
1,1%
714
4,8%
813
5,5%
14.903 100,0%
2013
v.a
v%
852
5,7%
3
0,0%
677
4,5%
1
0,0%
9
0,1%
4.174 28,0%
3.699 24,8%
246
1,7%
1.645 11,0%
266
1,8%
418
2,8%
352
2,4%
308
2,1%
567
3,8%
21
0,1%
43
0,3%
162
1,1%
692
4,6%
768
5,2%
14.903 100,0%
2014
v.a
v%
753
5,1%
3
0,0%
651
4,4%
2
0,0%
13
0,1%
3.960 27,0%
3.708 25,3%
247
1,7%
1.681 11,5%
256
1,7%
428
2,9%
353
2,4%
275
1,9%
588
4,0%
27
0,2%
44
0,3%
170
1,2%
678
4,6%
823
5,6%
14.660 100,0%
2015
v.a
v%
691
4,8%
4
0,0%
646
4,5%
2
0,0%
12
0,1%
3.703 25,7%
3.741 25,9%
216
1,5%
1.698 11,8%
254
1,8%
437
3,0%
332
2,3%
277
1,9%
607
4,2%
33
0,2%
48
0,3%
184
1,3%
694
4,8%
857
5,9%
14.436 100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
193
IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER SETTORE IN LIGURIA VARIAZIONI 2012-2015
5.000
4.000
3.000
2012
2013
2.000
2014
1.000
2015
0
194
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Per quanto riguarda le variazioni registrate dai settori negli anni 2014-2015, a fronte della complessiva flessione (-1,5% pari a –224 unità),
si segnalano tendenze differenziate.
Le flessioni più consistenti si registrano anche in alcuni dei settori che rappresentano il motore dell’imprenditoria giovanile ovvero
costruzioni (–6,5% pari a –257 unità), agricoltura (-8,2% pari a -62 unità). Tendenze in flessione anche per i settori: trasporto e
magazzinaggio (-12,6% pari a-31 unità), fornitura di acqua (-7,7% pari a –1 unità) attività immobiliari (-5,9% pari a -21 unità).
Il settore del commercio registra una sensibile crescita (+0,9% pari a +33 unità).
Tab. 2a - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE IN LIGURIA PER
SETTORE
Anni 2014-2015
Variazioni assolute e percentuali
A Agricoltura, silvicoltura e pesca
B Estrazione di minerali da cave e miniere
C Attività manifatturiere
D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore
E Fornitura di acqua; reti fognarie
F Costruzioni
G Commercio
H Trasporto e magazzinaggio
I Attività dei servizi alloggio e ristorazione
J Servizi di informazione e comunicazione
K Attività finanziarie e assicurative
L Attivita' immobiliari
M Attività professionali, scientifiche e tecniche
N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese
P Istruzione
Q Sanita' e assistenza sociale
R Attività artistiche, sportive, di intrattenimento
S Altre attività di servizi
X Imprese non classificate
Totale
v.a
v%
-62
-8,2%
1 33,3%
-5
-0,8%
0
0,0%
-1
-7,7%
-257
-6,5%
33
0,9%
-31 -12,6%
17
1,0%
-2
-0,8%
9
2,1%
-21
-5,9%
2
0,7%
19
3,2%
6 22,2%
4
9,1%
14
8,2%
16
2,4%
34
4,1%
-224
-1,5%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
195
Elementi di rilievo emergono dal raffronto delle
imprese giovanili sul complesso delle imprese liguri.
I giovani rappresentano l’8,8% del complesso degli
imprese liguri. I settori che mostrano l’incidenza più
significativa sull’apparato produttivo ligure, con
valori superiori al dato medio regionale sono:
- costruzioni: 12,4%
- attività finanziarie e assicurative: 12%
- noleggio, agenzie di viaggio: 11,6%
- altre attività di servizi: 10,7%
- attività di servizi alloggio e ristorazione:
10,2%
I restanti settori mostrano un’incidenza percentuale
dei giovani sul complesso degli imprenditori liguri
inferiore al 8,8% (e quindi alla media regionale).
Tab. 3 DISTRIBUZIONE SETTORIALE DELLE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA
Anno 2015
Valori assoluti e percentuali e incidenza percentuale
Imprese giovanili
2015
v.a
Agricoltura, silvicoltura pesca
691
Estrazione di minerali da cave e miniere
4
Attività manifatturiere
646
Fornitura di energia elettrica, gas, vapore
2
Fornitura di acqua; reti fognarie
12
Costruzioni
3.703
Commercio
3.741
Trasporto e magazzinaggio
216
Attività dei servizi alloggio e ristorazione
1.698
Servizi di informazione e comunicazione
254
Attività finanziarie e assicurative
437
Attivita' immobiliari
332
Attività professionali, scientifiche e tecniche
277
Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese
607
Amministrazione pubblica e difesa
0
Istruzione
33
Sanita' e assistenza sociale
48
Attività artistiche, sportive, di intrattenimento
184
Altre attività di servizi
694
Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro
0
Organizzazioni ed organismi extraterritoriali
0
Imprese non classificate
857
Totale
14.436
v%
4,8%
0,0%
4,5%
0,0%
0,1%
25,7%
25,9%
1,5%
11,8%
1,8%
3,0%
2,3%
1,9%
4,2%
0,0%
0,2%
0,3%
1,3%
4,8%
0,0%
0,0%
5,9%
100,0%
Totale imprese
2015
v.a
10.384
105
12.133
153
308
29.750
43.150
5.884
16.621
3.024
3.648
9.095
4.918
5.236
4
649
868
2.409
6.484
1
0
8.594
163.418
v%
6,4%
0,1%
7,4%
0,1%
0,2%
18,2%
26,4%
3,6%
10,2%
1,9%
2,2%
5,6%
3,0%
3,2%
0,0%
0,4%
0,5%
1,5%
4,0%
0,0%
0,0%
5,3%
100,0%
Incidenza
% giovanili
su totale
v%
6,7%
3,8%
5,3%
1,3%
3,9%
12,4%
8,7%
3,7%
10,2%
8,4%
12,0%
3,7%
5,6%
11,6%
0,0%
5,1%
5,5%
7,6%
10,7%
0,0%
10,0%
8,8%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
196
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Un ultimo dato regionale di rilievo è quello relativo alle
dinamiche delle imprese.
Il saldo complessivo (ovvero la differenza tra imprese
iscritte e cessate nel corso dell’anno 2015) appare in
attivo (pari a 1.550 unità) e dall’analisi dei diversi
settori si registra lo stesso andamento positivo per
ciascun comparto produttivo con la sola eccezione di
trasporto e magazzinaggio (-4).
I valori più favorevoli sono registrati dai settori in cui i
giovani risultano più attivi, ovvero commercio e
costruzioni con un saldo rispettivamente pari a +277 e
+241 unità. Anche le attività di noleggio, agenzie di
viaggio registrano valori di rilievo con un saldo in attivo
di 59 unità.
Gli altri comparti produttivi pur registrando un saldo
attivo mostrano valori inferiori alle 50 unità.
Tab. 4 - IMPRESE GIOVANILI ISCRITTE, CESSATE E SALDO IN LIGURIA PER SETTORE
Anno 2015
Valori assoluti e percentuali
A Agricoltura, silvicoltura e pesca
B Estrazione di minerali da cave e miniere
C Attività manifatturiere
D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore
E Fornitura di acqua; reti fognarie
F Costruzioni
G Commercio
H Trasporto e magazzinaggio
I Attività dei servizi alloggio e ristorazione
J Servizi di informazione e comunicazione
K Attività finanziarie e assicurative
L Attivita' immobiliari
M Attività professionali, scientifiche e tecniche
N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese
P Istruzione
Q Sanita' e assistenza sociale
R Attività artistiche, sportive, di intrattenimento
S Altre attività di servizi
X Imprese non classificate
Totale Imprese
Iscrizioni
v.a
v%
57
2,0%
0
0,0%
94
3,2%
0
0,0%
0
0,0%
575
19,9%
673
23,3%
11
0,4%
192
6,6%
36
1,2%
98
3,4%
33
1,1%
54
1,9%
113
3,9%
5
0,2%
6
0,2%
25
0,9%
110
3,8%
811
28,0%
2.893
100,0%
Cessazioni
v.a
v%
33
2,5%
0
0,0%
65
4,8%
0
0,0%
1
0,1%
334
24,9%
396
29,5%
15
1,1%
171
12,7%
26
1,9%
67
5,0%
26
1,9%
21
1,6%
54
4,0%
2
0,1%
3
0,2%
13
1,0%
60
4,5%
56
4,2%
1.343
100,0%
Saldo
v.a
24
0
29
0
-1
241
277
-4
21
10
31
7
33
59
3
3
12
50
755
1.550
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
197
5.1 Le tendenze provinciali
Dall’analisi dei dati provinciali si evidenzia, come di consueto, la concentrazione delle imprese giovanili in provincia di Genova, che
raccoglie il 49,8% del complesso delle imprese giovanili liguri.
Il restante 50,2% è suddiviso come segue: il 19,6% in provincia di Savona, il 16,2% Imperia e il 14,4% in provincia di La Spezia.
Queste proporzioni si riscontrano anche nell’analisi delle singole forme giuridiche.
Soffermandosi sulle forme giuridiche si osservano tendenze in linea con l’andamento regionale con una maggiore concentrazione nelle
imprese individuali e nelle società di persone seguite dalle società di capitale e da una cifra residuale di consorzi e cooperative.
Tab. 5 - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER PROVINCIA E FORMA
GIURIDICA
Anno 2015
Valori assoluti
Società di capitale
Società di persone
Imprese individuali
Cooperative
Consorzi
Altre forme
Totale
Ù
Genova
783
717
5.639
43
3
10
7.195
Imperia
La Spezia
164
333
212
183
1.941
1.519
14
38
0
0
5
5
2.336
2.078
Savona
190
295
2.314
20
0
8
2.827
Liguria
1.470
1.407
11.413
115
3
28
14.436
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
198
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 5a - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER PROVINCIA E FORMA
GIURIDICA
Anno 2015
Valori assoluti
Società di capitale
Società di persone
Imprese individuali
Cooperative
Consorzi
Altre forme
Totale
Genova
53,3%
51,0%
49,4%
37,4%
100,0%
35,7%
49,8%
Imperia
La Spezia
11,2%
22,7%
15,1%
13,0%
17,0%
13,3%
12,2%
33,0%
0,0%
0,0%
17,9%
17,9%
16,2%
14,4%
Savona
12,9%
21,0%
20,3%
17,4%
0,0%
28,6%
19,6%
Liguria
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
Tab. 5b - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER PROVINCIA E FORMA
GIURIDICA
Anno 2015
Valori assoluti
Società di capitale
Società di persone
Imprese individuali
Cooperative
Consorzi
Altre forme
Totale
Genova
10,9%
10,0%
78,4%
0,6%
0,0%
0,1%
100,0%
Imperia
La Spezia
7,0%
16,0%
9,1%
8,8%
83,1%
73,1%
0,6%
1,8%
0,0%
0,0%
0,2%
0,2%
100,0%
100,0%
Savona
6,7%
10,4%
81,9%
0,7%
0,0%
0,3%
100,0%
Liguria
10,2%
9,7%
79,1%
0,8%
0,0%
0,2%
100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
199
In riferimento ai settori per area provinciale si evidenziano movimenti e tendenze in linea con quelli già descritti a livello regionale.
Ciascuna delle province mostra un saldo positivo ma il valore più favorevole è registrato in provincia di Genova (+850); seguita da
Savona (+261), Imperia (+231) e La Spezia (+208).
I dettagli dei comparti produttivi per area provinciale mostrano trend tendenzialmente positivi con rare e contenute eccezioni.
Tab. 6a - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER SETTORE IN PROVINCIA
DI GENOVA
Anno 2015
Valori assoluti - valori percentuali
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
P
Q
R
S
X
Totale
Registrate
v.a
v%
114
1,6%
3
0,0%
354
4,9%
1
0,0%
5
0,1%
1.723
23,9%
2.133
29,6%
139
1,9%
752
10,5%
148
2,1%
237
3,3%
169
2,3%
175
2,4%
332
4,6%
21
0,3%
23
0,3%
68
0,9%
321
4,5%
477
6,6%
7.195 100,0%
Iscrizioni
v.a
v%
11
0,7%
0
0,0%
48
3,2%
0
0,0%
0
0,0%
288
19,3%
373
25,1%
8
0,5%
73
4,9%
19
1,3%
47
3,2%
15
1,0%
32
2,1%
70
4,7%
3
0,2%
4
0,3%
7
0,5%
57
3,8%
434
29,1%
1.489 100,0%
Cessazioni
v.a
v%
4
0,6%
0
0,0%
32
5,0%
0
0,0%
0
0,0%
133
20,8%
212
33,2%
9
1,4%
69
10,8%
16
2,5%
32
5,0%
12
1,9%
16
2,5%
26
4,1%
2
0,3%
1
0,2%
6
0,9%
36
5,6%
33
5,2%
639 100,0%
Saldo
v.a
7
0
16
0
0
155
161
-1
4
3
15
3
16
44
1
3
1
21
401
850
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
200
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Tab. 6b - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER SETTORE IN PROVINCIA
DI IMPERIA
Anno 2015
Valori assoluti - valori percentuali
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
P
Q
R
S
X
Totale
Registrate
v.a
v%
244
10,4%
0,0%
70
3,0%
1
0,0%
0
0,0%
752
32,2%
462
19,8%
18
0,8%
237
10,1%
37
1,6%
51
2,2%
61
2,6%
40
1,7%
85
3,6%
7
0,3%
6
0,3%
31
1,3%
117
5,0%
117
5,0%
2.336 100,0%
Iscrizioni
v.a
v%
25
5,8%
0,0%
17
4,0%
0
0,0%
0
0,0%
103
24,0%
82
19,1%
3
0,7%
22
5,1%
3
0,7%
17
4,0%
11
2,6%
7
1,6%
10
2,3%
0
0,0%
1
0,2%
5
1,2%
19
4,4%
105
24,4%
430 100,0%
Cessazioni
v.a
v%
13
6,5%
0,0%
9
4,5%
0
0,0%
1
0,5%
71
35,7%
51
25,6%
2
1,0%
18
9,0%
4
2,0%
6
3,0%
4
2,0%
1
0,5%
7
3,5%
0
0,0%
0
0,0%
1
0,5%
7
3,5%
4
2,0%
199 100,0%
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
Saldo
v.a
12
0
8
0
-1
32
31
1
4
-1
11
7
6
3
0
1
4
12
101
231
Tab. 6c - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER SETTORE IN PROVINCIA
DI SAVONA
Anno 2015
Valori assoluti - valori percentuali
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
P
Q
R
S
X
Totale
Registrate
v.a
v%
196
6,9%
0,0%
111
3,9%
0,0%
3
0,1%
819
29,0%
614
21,7%
26
0,9%
400
14,1%
45
1,6%
71
2,5%
64
2,3%
36
1,3%
102
3,6%
5
0,2%
10
0,4%
57
2,0%
146
5,2%
122
4,3%
2.827 100,0%
Iscrizioni
v.a
v%
15
2,7%
0,0%
15
2,7%
0,0%
0
0,0%
126
22,7%
122
22,0%
0
0,0%
65
11,7%
11
2,0%
15
2,7%
5
0,9%
9
1,6%
21
3,8%
2
0,4%
0
0,0%
10
1,8%
17
3,1%
121
21,8%
554 100,0%
Cessazioni
v.a
v%
10
3,4%
0,0%
13
4,4%
0,0%
0
0,0%
81
27,6%
72
24,6%
2
0,7%
52
17,7%
1
0,3%
19
6,5%
5
1,7%
1
0,3%
15
5,1%
0
0,0%
2
0,7%
4
1,4%
7
2,4%
9
3,1%
293 100,0%
Saldo
v.a
5
0
2
0
0
45
50
-2
13
10
-4
0
8
6
2
-2
6
10
112
261
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
201
Tab. 6d - IMPRESE GIOVANILI REGISTRATE PER SETTORE IN PROVINCIA
DI LA SPEZIA
Anno 2015
Valori assoluti - valori percentuali
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
P
Q
R
S
X
Totale
Registrate
v.a
v%
137
6,6%
1
0,0%
111
5,3%
0,0%
4
0,2%
409
19,7%
532
25,6%
33
1,6%
309
14,9%
24
1,2%
78
3,8%
38
1,8%
26
1,3%
88
4,2%
0,0%
9
0,4%
28
1,3%
110
5,3%
141
6,8%
2.078 100,0%
Iscrizioni
v.a
v%
6
1,4%
0
0,0%
14
3,3%
0,0%
0
0,0%
58
13,8%
96
22,9%
0
0,0%
32
7,6%
3
0,7%
19
4,5%
2
0,5%
6
1,4%
12
2,9%
0,0%
1
0,2%
3
0,7%
17
4,0%
151
36,0%
420 100,0%
Cessazioni
v.a
v%
6
2,8%
0
0,0%
11
5,2%
0,0%
0
0,0%
49
23,1%
61
28,8%
2
0,9%
32
15,1%
5
2,4%
10
4,7%
5
2,4%
3
1,4%
6
2,8%
0,0%
0
0,0%
2
0,9%
10
4,7%
10
4,7%
212 100,0%
Saldo
v.a
0
0
3
0
0
9
35
-2
0
-2
9
-3
3
6
0
1
1
7
141
208
Fonte: ARSEL Liguria - OML - Elaborazioni su dati Unioncamere-InfoCamere
202
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Nel 2015 il complessivo andamento dell’economia mondiale è stato meno favorevole delle attese: la crescita è infatti scesa al 3,1% dal
3,4% del 2014. I paesi emergenti e in via di sviluppo hanno rallentato in misura maggiore di quanto previsto. Stati Uniti e Regno Unito
hanno mantenuto una dinamica positiva, mentre in Giappone la crescita è apparsa molto discontinua. La decelerazione dell’economia
cinese è proseguita. Le incertezze sugli sviluppi in Cina e sulle prospettive dell’economia mondiale hanno provocato turbolenze sui
mercati finanziari globali e le condizioni finanziarie dei paesi emergenti sono complessivamente peggiorate. La crescita del commercio
mondiale è stata frenata dalla debolezza della domanda su scala globale e dal forte ridimensionamento dell’interscambio cinese.
In questo contesto nell’area dell’euro la ripresa è proseguita, grazie al rafforzamento delle componenti interne della domanda che ha
compensato la decelerazione del commercio internazionale. Tra i fattori di principali criticità che hanno caratterizzato il 2015 sono da
ricordare il problema greco, le preoccupazioni relative al settore bancario e l’accentuata incertezza geo-politica. L’economia italiana è
tornata a crescere, dopo tre anni, seppure a ritmi ancora moderati (0,8%), anche se il PIL resta inferiore, per circa otto punti percentuali,
ai livelli precedenti la crisi globale. La domanda nazionale, grazie allo stimolo espansivo della politica monetaria, ha fornito il principale
contributo alla crescita. Si è riavviata l’accumulazione del capitale produttivo, la produzione industriale ha ripreso a crescere anche se è
ancora inferiore di oltre 20 punti percentuali rispetto al livello del primo trimestre 2008. Si è rafforzata anche la spesa delle famiglie: per la
prima volta dal 2008 è tornato a crescere il potere di acquisto e la fiducia delle famiglie è decisamente migliorata. L’incidenza della
povertà resta elevata ma se ne è arrestato l’aumento.
I primi, seppur timidi segnali di ritorno alla crescita ed alcuni provvedimenti governativi quali gli sgravi contributivi per le assunzioni a
tempo indeterminato e le misure previste dal Job Act hanno consentito il complessivo aumento del’occupazione.1
1
Cfr.”Relazione Annuale” Banca D’Italia, Roma 31 maggio 2016
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
203
L’esito del referendum consultivo del 23 giugno nel Regno Unito, che ha visto la prevalenza dei voti a favore del’uscita del Paese
dall’Unione Europea ha effetti difficili da valutare sul quadro macroeconomico e per quanto riguarda l’Italia essi potrebbero
riguardare l’interscambio commerciale o una revisione dei piani di investimento delle imprese italiane attive sul mercato britannico.
La Banca d’Italia sottolinea come “l’esperienza degli anni della crisi globale indica che i rischi potrebbero aumentare in modo rapido
e considerevoli, con effetti rilevanti sull’economia europea e su quella italiana […]. Tali rischi potrebbero essere contrastati da una
decisa risposta delle politiche monetarie, macroprudenziali e di bilancio e dal successo delle autorità europee nel dissolvere i timori
sulla coesione dell’Unione”2
Anche per quanto riguarda la Liguria il 2015 può essere considerato un anno nel quale l’economia ha ripreso a crescere,
soprattutto grazie ad un leggero incremento delle esportazioni e ad un recupero della domanda interna, anche se le incertezze
determinate dal contesto macroeconomico hanno evidentemente condizionato lo sviluppo del sistema economico nel suo
complesso, soprattutto quello delle imprese. Tuttavia la spesa delle famiglie in beni durevoli è cresciuta. I flussi turistici sono
aumentati sia per quanto riguarda la componente italiana che per quella straniera, mentre il traffico commerciale complessivo in
transito nei porti liguri è rimasto invariato, ma nel suo ambito è cresciuto il movimento container che costituisce la componente più
dinamica dell’attività portuale3. Tuttavia l’analisi degli indicatori occupazionali evidenzia, sotto il profilo strutturale, una dinamica in
flessione: tra il 2008 ed il 2015 si perdono infatti in Liguria 24.000 posti di lavoro (-3,8%) un flessione più marcata non solo rispetto
al Nord Ovest (-1,6%), ma anche al dato medio nazionale (-2,7%), Anche i dati del primo semestre del 2016 evidenziano la fragilità
occupazionale della Liguria che, a fronte di una leggera crescita nel 1° trimestre, torna a flettere n el 2°trimestre 2016. Da osservare
come nel 2° trimestre 2016 si arresti la perdita di posti di lavoro nell’industria (dove si registra un incremento del 3,5%, pari a 4.000
unità), mentre flessioni si registrano nell’agricoltura ( -3.000 unità) e nel terziario (-4.000 unità). La classe di età più numerosa è
quella tra i 45 ed i 54 anni che presenta valori più elevati rispetto alla media nazionale (32,5% in Liguria, 30,2% in Italia, mentre
l’occupazione giovanile (15-24 anni) si presenta su valori più bassi (3,3% rispetto al 4,1% del dato nazionale). Rispetto al titolo di
studio prevalgono gli occupati con diploma. Gli occupati a tempo parziale presentano un’incidenza maggiore in Liguria (20,6%)
rispetto all’Italia (18,5%). Il tasso di occupazione passa dal 63,6% del 2008 al 62,4% del 2015, mentre nel 2° trimestre 2016 risale
al 62,6%.
2
3
Cfr”Bollettino Economico” Banca D’Italia , n.3 luglio 2016
Cfr” Banca D’Italia “L’economia della Liguria” giugno 2016
204
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Per quanto riguarda la disoccupazione, sia l’analisi dei dati relativi alla serie storica 2008-2015 ,sia l’aggiornamento al 2° trimestre 2016
evidenziano una tendenza del fenomeno alla crescita: dal 5,4% (nel 2008) al 9,2% (nel 2015), al 10,6% (nel 2° trimestre 2016). Tali
andamenti si attestano su valori superiori a quelli del Nord Est e del Nord Ovest, ma più bassi rispetto alla media nazionale. Da segnalare
come il tasso di disoccupazione femminile sia rimasto, in tutti i periodi considerati, superiore al tasso di disoccupazione maschile.
Osservando la disoccupazione per condizione in Liguria si conferma la elevata presenza delle persone che hanno perso una precedente
occupazione (79%), mentre i “senza esperienza” si attestano al 21,%. Il tasso di disoccupazione di lunga durata è pari al 4,5% in Liguria -a
fronte del 6,1% dell’anno precedente-, un dato inferiore a quello medio nazionale (pari al 7,7%). Osservando i tassi di disoccupazione per
classi di età si evidenzia come le percentuali più elevate vengano registrate tra i 15 ed i 24 anni ( 34,5%) e tra i 18-29 anni ( 26,3%), mentre
calano i giovani Neet tra i 15 ed i 29 anni, che passano dai 43.089 del 2014 ai 40.881 del 2015.
L’analisi dei dati disponibili sulle Comunicazioni Obbligatorie, dati che consentono di leggere le dinamiche di ingresso (assunzioni) e di
uscita (cessazioni) dal mercato del lavoro evidenziano una flessione degli assunti tra il 2008 ed il 2015 (-15.388 unità, pari al 9,5%), ma una
crescita rispetto al 2014 (+12.604 unità, pari al +9,4%), fenomeno in buona misura certamente da attribuirsi alle misure di sostegno
all’occupazione adottate nell’anno. A fronte tuttavia dei 146.666 nuovi assunti nel 2015, nella stesso anno si devono registrare 148.713
cessati, dato quest’ultimo che evidenzia un bilancio occupazionale in rosso di 2.047 unità. Anche i dati relativi agli avviati nel 2° trimestre
2016 confermano la flessione del volume occupazionale: gli assunti diminuiscono infatti, rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente,
di 1.786 unità (pari al -3,4%).
In merito alla dinamica degli ammortizzatori sociali, in Liguria l’analisi della serie storica 2008-2015 fa registrare un incremento del ricorso
alla Cassa Integrazione Guadagni soprattutto in riferimento agli interventi straordinari ed in deroga. Considerando i dati più recenti, quelli
cioè relativi al biennio 2014-2015 emerge una generale contrazione dell’utilizzo della Cassa Integrazione Guadagni, confermato anche dalle
dinamiche più recenti (gennaio –agosto 2016). Nella suddivisione tra le diverse tipologie di interventi in Liguria la parte più consistente
risulta quella degli interventi straordinari. Da osservare tuttavia come tali trend trovino anche spiegazione nei mutamenti intervenuti nella
normativa. Diminuiscono anche i lavoratori in mobilità attiva (ex legge 223/91) che da 5.829 di fine 2014 passano a 4.664 a fine 2015. Si
incrementa invece il numero dei percettori di ammortizzatori sociali: a settembre 2016 essi risultano infatti pari a 52.566, il 30% in più ( pari
a +12.146 unità) rispetto allo scorso anno. Poco più della metà( 51%) percepisce la NASpI che da maggio 2015 ha sostituito l’ASPI.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
205
Dall’analisi dei dati relativi alla dinamica delle imprese presenti in Liguria nel 2015 è ancora evidente, il persistere di una situazione di
difficoltà del tessuto economico ligure. Maggiormente in crisi sono soprattutto le costruzioni ed i servizi di alloggio e ristorazione dove
diminuiscono soprattutto le iscrizioni, mentre nel trasporto e magazzinaggio e nel commercio sono le cessazioni a crescere in maniera più
sostenuta rispetto alla nascita di nuove attività. Peggiora anche il trend delle imprese artigiane (che costituiscono il 27,5% delle imprese
complessive) che flettono dell’1,6% rispetto all’anno precedente. Qualche segno di miglioramento si coglie osservando la situazione
aggiornata al II° trimestre 2016 a confronto con l’ analogo periodo dell’anno precedente: il saldo tra iscrizioni e cessazioni appare infatti
positivo (+842 unità) e il tasso di crescita è in aumento dallo 0,47% allo 0,57%.
In conclusione, il tessuto socio economico ligure continua a mostrare, soprattutto per quanto riguarda le dinamiche occupazionali, segnali di
sofferenza. La leggera ripresa dell’economia regionale segnalata da Banca D’Italia non è ancora riuscita a trainare l’occupazione e ciò
rende problematico avanzare ipotesi di inversione di tendenza.
Un messaggio utile anche per la Liguria potrebbe venire anche da quanto osservato dal Censis:” […] Da qualche tempo gli indicatori
macroeconomici segnalano l’avvio della ripresa del nostro Paese e tuttavia resta un interrogativo sulla intenzionalità sociale, sulla forza reale della spinta
soggettiva che sola è in grado di attivare un ciclo condiviso, di popolo della crescita. Su questo aspetto i giovani si differenziano nettamente e in positivo
rispetto al resto dei cittadini: infatti, il 59 % degli italiani ritiene che i giorni migliori siano rintracciabili nel passato, per i Millenials essi invece sono
decisamente nel futuro e lo pensa per il 42,1% contro un dati medio del 20,9% .I giovani sono anche più convinti che il futuro va costruito nel quotidiano, a
4
livello minuto con una spinta al cambiamento ”.
4
206
Cfr. CENSIS “ Vita da Millenials: web, new media, start up e molto altro . Nuovi soggetti della ripresa italiana alla prova” Milano, ottobre 2015
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
207
Via San Vincenzo 4, 16121 Genova 01024911 - 0102491246
E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
208
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Nel 2015 il complessivo andamento dell’economia mondiale è stato meno favorevole delle attese: la crescita è infatti scesa al 3,1% dal
3,4% del 2014. I paesi emergenti e in via di sviluppo hanno rallentato in misura maggiore di quanto previsto. Stati Uniti e Regno Unito
hanno mantenuto una dinamica positiva, mentre in Giappone la crescita è apparsa molto discontinua. La decelerazione dell’economia
cinese è proseguita. Le incertezze sugli sviluppi in Cina e sulle prospettive dell’economia mondiale hanno provocato turbolenze sui
mercati finanziari globali e le condizioni finanziarie dei paesi emergenti sono complessivamente peggiorate. La crescita del commercio
mondiale è stata frenata dalla debolezza della domanda su scala globale e dal forte ridimensionamento dell’interscambio cinese.
In questo contesto nell’area dell’euro la ripresa è proseguita, grazie al rafforzamento delle componenti interne della domanda che ha
compensato la decelerazione del commercio internazionale. Tra i fattori di principali criticità che hanno caratterizzato il 2015 sono da
ricordare il problema greco, le preoccupazioni relative al settore bancario e l’accentuata incertezza geo-politica. L’economia italiana è
tornata a crescere, dopo tre anni, seppure a ritmi ancora moderati (0,8%), anche se il PIL resta inferiore, per circa otto punti percentuali,
ai livelli precedenti la crisi globale. La domanda nazionale, grazie allo stimolo espansivo della politica monetaria, ha fornito il principale
contributo alla crescita. Si è riavviata l’accumulazione del capitale produttivo, la produzione industriale ha ripreso a crescere anche se è
ancora inferiore di oltre 20 punti percentuali rispetto al livello del primo trimestre 2008. Si è rafforzata anche la spesa delle famiglie: per la
prima volta dal 2008 è tornato a crescere il potere di acquisto e la fiducia delle famiglie è decisamente migliorata. L’incidenza della
povertà resta elevata ma se ne è arrestato l’aumento.
I primi, seppur timidi segnali di ritorno alla crescita ed alcuni provvedimenti governativi quali gli sgravi contributivi per le assunzioni a
tempo indeterminato e le misure previste dal Job Act hanno consentito il complessivo aumento del’occupazione.1
1
Cfr.”Relazione Annuale” Banca D’Italia, Roma 31 maggio 2016
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
203
L’esito del referendum consultivo del 23 giugno nel Regno Unito, che ha visto la prevalenza dei voti a favore del’uscita del Paese
dall’Unione Europea ha effetti difficili da valutare sul quadro macroeconomico e per quanto riguarda l’Italia essi potrebbero
riguardare l’interscambio commerciale o una revisione dei piani di investimento delle imprese italiane attive sul mercato britannico.
La Banca d’Italia sottolinea come “l’esperienza degli anni della crisi globale indica che i rischi potrebbero aumentare in modo rapido
e considerevoli, con effetti rilevanti sull’economia europea e su quella italiana […]. Tali rischi potrebbero essere contrastati da una
decisa risposta delle politiche monetarie, macroprudenziali e di bilancio e dal successo delle autorità europee nel dissolvere i timori
sulla coesione dell’Unione”2
Anche per quanto riguarda la Liguria il 2015 può essere considerato un anno nel quale l’economia ha ripreso a crescere,
soprattutto grazie ad un leggero incremento delle esportazioni e ad un recupero della domanda interna, anche se le incertezze
determinate dal contesto macroeconomico hanno evidentemente condizionato lo sviluppo del sistema economico nel suo
complesso, soprattutto quello delle imprese. Tuttavia la spesa delle famiglie in beni durevoli è cresciuta. I flussi turistici sono
aumentati sia per quanto riguarda la componente italiana che per quella straniera, mentre il traffico commerciale complessivo in
transito nei porti liguri è rimasto invariato, ma nel suo ambito è cresciuto il movimento container che costituisce la componente più
dinamica dell’attività portuale3. Tuttavia l’analisi degli indicatori occupazionali evidenzia, sotto il profilo strutturale, una dinamica in
flessione: tra il 2008 ed il 2015 si perdono infatti in Liguria 24.000 posti di lavoro (-3,8%) un flessione più marcata non solo rispetto
al Nord Ovest (-1,6%), ma anche al dato medio nazionale (-2,7%), Anche i dati del primo semestre del 2016 evidenziano la fragilità
occupazionale della Liguria che, a fronte di una leggera crescita nel 1° trimestre, torna a flettere n el 2°trimestre 2016. Da osservare
come nel 2° trimestre 2016 si arresti la perdita di posti di lavoro nell’industria (dove si registra un incremento del 3,5%, pari a 4.000
unità), mentre flessioni si registrano nell’agricoltura ( -3.000 unità) e nel terziario (-4.000 unità). La classe di età più numerosa è
quella tra i 45 ed i 54 anni che presenta valori più elevati rispetto alla media nazionale (32,5% in Liguria, 30,2% in Italia, mentre
l’occupazione giovanile (15-24 anni) si presenta su valori più bassi (3,3% rispetto al 4,1% del dato nazionale). Rispetto al titolo di
studio prevalgono gli occupati con diploma. Gli occupati a tempo parziale presentano un’incidenza maggiore in Liguria (20,6%)
rispetto all’Italia (18,5%). Il tasso di occupazione passa dal 63,6% del 2008 al 62,4% del 2015, mentre nel 2° trimestre 2016 risale
al 62,6%.
2
3
Cfr”Bollettino Economico” Banca D’Italia , n.3 luglio 2016
Cfr” Banca D’Italia “L’economia della Liguria” giugno 2016
204
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
Per quanto riguarda la disoccupazione, sia l’analisi dei dati relativi alla serie storica 2008-2015 ,sia l’aggiornamento al 2° trimestre 2016
evidenziano una tendenza del fenomeno alla crescita: dal 5,4% (nel 2008) al 9,2% (nel 2015), al 10,6% (nel 2° trimestre 2016). Tali
andamenti si attestano su valori superiori a quelli del Nord Est e del Nord Ovest, ma più bassi rispetto alla media nazionale. Da segnalare
come il tasso di disoccupazione femminile sia rimasto, in tutti i periodi considerati, superiore al tasso di disoccupazione maschile.
Osservando la disoccupazione per condizione in Liguria si conferma la elevata presenza delle persone che hanno perso una precedente
occupazione (79%), mentre i “senza esperienza” si attestano al 21,%. Il tasso di disoccupazione di lunga durata è pari al 4,5% in Liguria -a
fronte del 6,1% dell’anno precedente-, un dato inferiore a quello medio nazionale (pari al 7,7%). Osservando i tassi di disoccupazione per
classi di età si evidenzia come le percentuali più elevate vengano registrate tra i 15 ed i 24 anni ( 34,5%) e tra i 18-29 anni ( 26,3%), mentre
calano i giovani Neet tra i 15 ed i 29 anni, che passano dai 43.089 del 2014 ai 40.881 del 2015.
L’analisi dei dati disponibili sulle Comunicazioni Obbligatorie, dati che consentono di leggere le dinamiche di ingresso (assunzioni) e di
uscita (cessazioni) dal mercato del lavoro evidenziano una flessione degli assunti tra il 2008 ed il 2015 (-15.388 unità, pari al 9,5%), ma una
crescita rispetto al 2014 (+12.604 unità, pari al +9,4%), fenomeno in buona misura certamente da attribuirsi alle misure di sostegno
all’occupazione adottate nell’anno. A fronte tuttavia dei 146.666 nuovi assunti nel 2015, nella stesso anno si devono registrare 148.713
cessati, dato quest’ultimo che evidenzia un bilancio occupazionale in rosso di 2.047 unità. Anche i dati relativi agli avviati nel 2° trimestre
2016 confermano la flessione del volume occupazionale: gli assunti diminuiscono infatti, rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente,
di 1.786 unità (pari al -3,4%).
In merito alla dinamica degli ammortizzatori sociali, in Liguria l’analisi della serie storica 2008-2015 fa registrare un incremento del ricorso
alla Cassa Integrazione Guadagni soprattutto in riferimento agli interventi straordinari ed in deroga. Considerando i dati più recenti, quelli
cioè relativi al biennio 2014-2015 emerge una generale contrazione dell’utilizzo della Cassa Integrazione Guadagni, confermato anche dalle
dinamiche più recenti (gennaio –agosto 2016). Nella suddivisione tra le diverse tipologie di interventi in Liguria la parte più consistente
risulta quella degli interventi straordinari. Da osservare tuttavia come tali trend trovino anche spiegazione nei mutamenti intervenuti nella
normativa. Diminuiscono anche i lavoratori in mobilità attiva (ex legge 223/91) che da 5.829 di fine 2014 passano a 4.664 a fine 2015. Si
incrementa invece il numero dei percettori di ammortizzatori sociali: a settembre 2016 essi risultano infatti pari a 52.566, il 30% in più ( pari
a +12.146 unità) rispetto allo scorso anno. Poco più della metà( 51%) percepisce la NASpI che da maggio 2015 ha sostituito l’ASPI.
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
205
Dall’analisi dei dati relativi alla dinamica delle imprese presenti in Liguria nel 2015 è ancora evidente, il persistere di una situazione di
difficoltà del tessuto economico ligure. Maggiormente in crisi sono soprattutto le costruzioni ed i servizi di alloggio e ristorazione dove
diminuiscono soprattutto le iscrizioni, mentre nel trasporto e magazzinaggio e nel commercio sono le cessazioni a crescere in maniera più
sostenuta rispetto alla nascita di nuove attività. Peggiora anche il trend delle imprese artigiane (che costituiscono il 27,5% delle imprese
complessive) che flettono dell’1,6% rispetto all’anno precedente. Qualche segno di miglioramento si coglie osservando la situazione
aggiornata al II° trimestre 2016 a confronto con l’ analogo periodo dell’anno precedente: il saldo tra iscrizioni e cessazioni appare infatti
positivo (+842 unità) e il tasso di crescita è in aumento dallo 0,47% allo 0,57%.
In conclusione, il tessuto socio economico ligure continua a mostrare, soprattutto per quanto riguarda le dinamiche occupazionali, segnali di
sofferenza. La leggera ripresa dell’economia regionale segnalata da Banca D’Italia non è ancora riuscita a trainare l’occupazione e ciò
rende problematico avanzare ipotesi di inversione di tendenza.
Un messaggio utile anche per la Liguria potrebbe venire anche da quanto osservato dal Censis:” […] Da qualche tempo gli indicatori
macroeconomici segnalano l’avvio della ripresa del nostro Paese e tuttavia resta un interrogativo sulla intenzionalità sociale, sulla forza reale della spinta
soggettiva che sola è in grado di attivare un ciclo condiviso, di popolo della crescita. Su questo aspetto i giovani si differenziano nettamente e in positivo
rispetto al resto dei cittadini: infatti, il 59 % degli italiani ritiene che i giorni migliori siano rintracciabili nel passato, per i Millenials essi invece sono
decisamente nel futuro e lo pensa per il 42,1% contro un dati medio del 20,9% .I giovani sono anche più convinti che il futuro va costruito nel quotidiano, a
4
livello minuto con una spinta al cambiamento ”.
4
206
Cfr. CENSIS “ Vita da Millenials: web, new media, start up e molto altro . Nuovi soggetti della ripresa italiana alla prova” Milano, ottobre 2015
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro- Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] - Portale: http://www.iolavoroliguria.it
207
Via San Vincenzo 4, 16121 Genova 01024911 - 0102491246
E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it
208
ARSEL Liguria – Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro – Via San Vincenzo 4 – 16121 Genova
01024911 - 0102491246 E-Mail: [email protected] sito WEB: http://www.iolavoroliguria.it