HMS Industrial Networks White Paper

Commenti

Transcript

HMS Industrial Networks White Paper
HMS Industrial Networks
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
Guida per il passaggio efficiente da
Profibus a Profinet
P e r c h é   c a m b i a r e ?
Certificazione
AIDA
GSD  Interfacce Profibus
Basics
Conformità
File
IRT
Profiles Classe di
Implementazione
Confronto Collegamento
White Paper
Passaggio da
Profibus a Profinet
HMS Industrial Networks Srl · Viale Colleoni 15 · 20041 Agrate Brianza (MI) · Italia
Tel: +39 039 5966227· Internet: www.anybus.it· E-Mail: [email protected]s.se
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 2
Sommario
Prefazione
3
1 Motivi del passaggio a Profinet, limitazioni e casi di utilizzo
4
2 Caratteristiche principali di Profinet
4
2.1 Tecnologia di trasmissione
4
2.2 Architettura del protocollo
5
2.3 Modalità di funzionamento di Profinet IO
5
2.4 Progettazione basata su file GSD
6
2.5 Indirizzamento dei dispositivi tramite l‘assegnazione di un nome
7
2.6 Modellazione dei dati di Profinet IO-Device
7
2.7 Accensione del sistema
8
2.8 Trasmissione dei dati
8
2.9 Comunicazione Real-time
8
3 Classi di conformità
10
3.1 Applicazioni IRT?
11
3.2 Differenze tra profili di applicazioni?
11
4 Tipica Architettura Profinet?
12
4.1 Esistono speciali cavi Profinet?
12
4.2 Cavi in fibra ottica? 12
4.3 Quali tipi di connettori vengono usati per Profinet?
13
4.4 Ridondanza
13
5 Integrazione dei componenti di un impanto basati su Profibus vs Profinet? 14
5.1 Interconnessione di due parti dell‘impianto con i rispettivi PLC ?
15
5.2 Funzioni del proxy
16
5.3 Integrazione di altri tipi di fieldbus verso Profinet?
16
6 Sviluppo di interfacce di dispositivi per Profinet
17
6.1 Progettazione hardware e software
17
6.2 Soluzioni HMS per lo sviluppo di un‘interfaccia Profinet
18
6.3 Accoppiatori esterni  Anybus Communicator
19
6.4 Moduli di comunicazione pronti per l‘installazione  Anybus-S e Anybus-CC
19
6.5 Interfaccia a singolo chip  Anybus-IC
19
6.6 Soluzioni personalizzate
19
7 Certificazione obbligatoria dei dispositivi Profinet?
20
8 Lo scopo dei Centri di Competenza Profinet? 21
9 Confronto tra Profibus e Profinet
21
10Ulteriori informazioni
22
11 Esclusione di responsabilità
22
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 3
Guida per il passaggio efficiente da Profibus a Profinet
Prefazione
Profibus si è imposto come sistema di comunicazione affidabile in molti campi della tecnologia di automazione. Nel 2009 i nuovi dispositivi Profibus installati sono stati 3,1 milioni, con una percentuale di crescita
pari all‘11%. Secondo le divisioni marketing di vari gruppi di interesse e ai media, Profibus ha raggiunto il
suo picco di diffusione ed il futuro vedrà unicamente l‘installazione di nuovi sistemi Ethernet industriali come
Profinet, EtherNet/IP e EtherCAT.
Recenti analisi di mercato, tuttavia, mostrano che la transizione dai fieldbus tradizionali ai nuovi sistemi
Ethernet industriali è molto più lenta del previsto. Ciò significa che Profibus e Profinet continueranno a coesistere in parallelo in funzione dei requisiti dell‘applicazione specifica.
E’ importante che costruttori di dispositivi, operatori di impianti e integratori di sistemi acquisiscano già oggi
familiarità con la nuova tecnologia, dal momento che coloro che l‘hanno implementata per primi, come le
grandi case automobilistiche tedesche Audi, BMW, Daimler e Volkswagen, stanno già chiedendo ai loro
fornitori l‘installazione di interfacce Profinet nelle loro apparecchiature e sistemi.
Per questo è necessario che operatori e integratori di sistemi comprendano sin d‘oggi i vantaggi offerti dalla
nuova tecnologia Profinet ai loro macchinari e impianti, senza tuttavia trascurare l‘analisi dei rischi ad essa
correlati.
Questo white paper è una breve guida introduttiva per un passaggio efficiente da Profibus a Profinet. Dopo
una descrizione delle principali differenze tra le due tecnologie e dei loro punti in comune, il white paper
fornisce una panoramica delle caratteristiche e delle funzioni più importanti della tecnologia Profinet, senza
tuttavia dilungarsi in dettagli puramente tecnici.
Il white paper contiene inoltre alcune sezioni dedicate alle best practice che serviranno agli utenti per evitare
gli errori più comuni nell‘implementazione e nell‘utilizzo della nuova tecnologia. Il white paper si basa sulla
pluriennale esperienza acquisita da HMS Industrial Networks, leader nella fornitura di tecnologie di comunicazione industriale e Centro di Competenza Profinet accreditato. HMS sarà lieta di fornirvi tutta l‘assistenza
di cui avrete bisogno nelle fasi preliminari del passaggio alla nuova tecnologia Profinet.
Vi auguro buon passaggio a Profinet
Michael Volz
General Manager
HMS Industrial Networks GmbH
Ing. Michael Volz è General Manager di HMS Industrial Networks GmbH in Germania. Precedentemente,
è stato membro dell‘Organizzazione utenti Profibus ed ha partecipato in prima persona allo sviluppo delle
tecnologie Profibus e Profinet.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 4
1 Motivi del passaggio a Profinet, limitazioni e casi di utilizzo
Profinet, come EtherNet/IP, Modbus-TCP ed EtherCAT, è uno dei principali sistemi per la comunicazione
Ethernet industriale. Le intense campagne di marketing condotte dalle organizzazioni che hanno sviluppato
questo standard hanno portato gli utenti a coltivare grandi aspettative sulla nuova tecnologia e a ritenere
che fosse in grado di un enorme numero di attività di comunicazione eterogenee. Il ruolo di pioniere l‘hanno
assunto le case automobilistiche tedesche (Audi, Daimler, BMW e Volkswagen) che si sono unite fondando
AIDA, organizzazione di categoria per l‘automazione industriale, che si è fatta promotrice della diffusione di
Profinet come nuovo standard di comunicazione da utilizzare nelle applicazioni di costruzione delle scocche
delle vetture. I motivi che hanno spinto le case automobilistiche a scegliere Profinet sono principalmente i
seguenti:
• Profinet si basa sulla rete Ethernet industriale e supporta la trasmissione dei dati Real-Time (segnali di
I/O) e dei dati IT (qualitativi e statistici) sullo stesso cavo. Se finora queste operazioni hanno richiesto
l‘impiego di due sistemi bus distinti, Profinet consente invece di trasferire i dati di entrambe le applicazioni su un‘unica rete, riducendo i costi di installazione e manutenzione.
• Profinet è in grado di scambiare alti volumi di dati di I/O ad alta velocità ed in tempo reale. Se necessario, la trasmissione dei dati può anche avvenire con sincronismo di clock tramite il protocollo Profinet
IRT, che supporta le comunicazioni tra le applicazioni di Motion Control ed i sistemi di comando.
• L‘utilizzo di ProfiSafe supporta la trasmissione di segnali di I/O sicuri tramite Profinet sullo stesso cavo
di rete. Oltre al vantaggio di un ulteriore risparmio sulle spese di installazione e manutenzione, ciò
rende del tutto superflua l‘installazione di una rete di sicurezza dedicata.
Se nelle applicazioni complesse i vantaggi offerti da Profinet si rivelano determinanti, nelle applicazioni
standard che richiedono la trasmissione semplice, sicura ed affidabile di segnali di I/O e dati aciclici di un
macchinario o di un sistema, i vantaggi funzionali ed economici offerti da Profinet sono meno rilevanti. In
questi casi, è più indicato l‘utilizzo di Reti fieldbus come Profibus, DeviceNet e CANopen.
Perché la transizione avvenga in modo efficiente è necessario acquisire familiarità con le caratteristiche di
base di Profinet. Nelle pagine seguenti viene fornita una breve presentazione descrittiva di questa nuova
tecnologia.
2 Caratteristiche principali di Profinet
La tecnologia Profinet è stata sviluppata da Siemens e PNO. La versione iniziale di Profinet-CBA (Component Based Automation) era progettata per soddisfare i requisiti di automazione distribuita, ma sul mercato
non ha mai sfondato. Più interessante è stata la versione Profinet I/O di trasmissione rapida dei dati di I/O
per le periferiche decentrate. Profinet IO si basa sui meccanismi ampiamente collaudati di Profibus-DP,
condivide una visione dell‘impianto pressoché simile e ha molte analogie a livello di progettazione. In tale
documento viene descritto solo Profinet IO, più avanti chiamato semplicemente Profinet.
Per soddisfare il massimo numero di applicazioni, Profinet IO fa distinzione fra tre tipi di comunicazione
in base ai tempi di esecuzione dello scambio dei dati. Anche le classi di conformità disponibili per l‘ampia
gamma di funzionalità sono tre.
2.1 Tecnologia di trasmissione
Per la trasmissione fisica dei dati, Profinet utilizza la connettività Fast Ethernet a 100 Mbit/s. L‘utilizzo di
switch per la configurazione della rete Profinet è obbligatorio poiché consente di prevenire totalmente le
collisioni, rischio concreto nelle implementazioni Ethernet di tipo standard. La rete fornisce la trasmissione
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 5
in tempo reale dei dati con tempi di trasferimento prevedibili. Come supporti di trasmissione si usano cavi
in fibra ottica o cavi Ethernet a 4 fili. La trasmissione wireless si basa sulla tecnologia WSAN attualmente in
fase di sviluppo.
2.2 Architettura del protocollo
Per i layer inferiori di trasmissione dati, Profinet usa il protocollo di comunicazione Ethernet standard IEEE
802.3 internazionale. Per i livelli superiori vengono invece utilizzati protocolli di trasmissione dei dati in tempo reale. La comunicazione basata su protocollo TCP/IP supporta l‘avvio della rete e anche la trasmissione
di messaggi di diagnostica e allarme. TCP/IP, inoltre, è il protocollo di comunicazione per la gestione di rete
e le funzioni di ridondanza. Profinet offre la possibilità di trasmettere i dati in tempo reale ed i dati IT virtualmente in parallelo sulla stessa rete fisica. Statistiche di produzione, dati sulla qualità, pagine Web ed altri
dati IT vengono trasferiti mediante protocolli http e ftp standard.
1
Canale standard:
• Parametrizzazione e configurazione dei dispositivi
• Lettura dei dati di diagnostica
2
Canale real-time RT:
• Trasmissione ciclica ad alte prestazioni dei dati utente
• Segnali controllati da eventi
3
Canale real-time IRT:
• Trasmissione isocrona dei dati utente
• Jitter < 1 μsec
2.3 Modalità di funzionamento di Profinet IO
Profinet IO si basa sul modello funzionale collaudato di ProfibusDP. Il sistema è progettato per la trasmissione rapida dei dati di I/O
e fornisce al contempo la possibilità di trasferire dati aciclici, parametri, allarmi e dati di diagnostica. Altre comunicazioni in tempo reale supportate sono la trasmissione di dati
IT come siti web, file e email. Le attuali conoscenze degli esperti su Profibus-DP restano certamente utili,
ma non sono sufficienti per garantire la sicurezza di utilizzo dello standard Profinet. Come in Profibus-DP, i
dispositivi Profinet IO sono classificati in base alle attività tipicamente eseguite.
IO Controller
E‘ il controller che esegue funzioni di master di comunicazione dei dati di I/O di dispositivi di campo decentrati. In genere il controller di I/O è l‘interfaccia di comunicazione di un PLC. La sua funzione è analoga a
quella di un master Profibus-DP di classe 1.
IO Device
Sono i dispositivi di campo decentrati come I/O, azionamenti, terminali operatore e blocchi valvole. La loro
funzione è analoga a quella di uno slave Profibus.
IO Supervisor
E‘ uno strumento di progettazione e diagnostica con una funzione analoga a quella di un Profibus-DP master
di classe 2. IO Supervisor ha accesso ai dati di elaborazione e parametrizzazione e supporta la gestione dei
messaggi di allarme e diagnostica.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 6
Confronto delle
funzionalità dei dispositivi
Profinet IO Controller:
Master:
Dispositivo che inizializza il traffico dei
Dispositivo che inizializza il traffico dei
dati di I/O; accesso ai segnali di I/O tra-
dati di I/O; accesso ai segnali di I/O tra-
mite immagine di processo
mite immagine di processo
Profinet IO Device:
Slave:
Dispositivo .di campo decentrato as-
Dispositivo di campo decentrato as-
segnato a un IO-Controller.
segnato a un Master.
Profinet IO Supervisor:
Master Class 2:
HMI e stazione di diagnostica
HMI e stazione di diagnostica
2.4 Progettazione basata su file GSD
Come i sistemi Profibus-DP, anche i sistemi Profinet devono essere configurati prima di poter supportare
la trasmissione dei dati. La configurazione avviene tramite un software di programmazione, come Siemens
Step7. I dispositivi di campo collegati a Profinet ( IO Device) sono integrati nella configurazione di rete
tramite il rispettivo file GSD ( General Station Description). I dati di configurazione vengono caricati nel
master Profinet ( IO Controller) dallo strumento di progettazione. Quindi viene avviata la sequenza di inizializzazione, al termine della quale ha inizio la trasmissione dei dati.
1
Importazione GSD e configurazione della
rete nello strumento di progettazione
2
Download dei dati di configurazione nel
controller (IO-Controller)
3
Trasmissione di dati ciclici tra controller e
dispositivi di campo
Il costruttore del dispositivo fornisce una descrizione delle funzioni di un dispositivo di campo (Profinet IO
Device) nel file GSD. Tramite questo file i dispositivi di campo vengono integrati nello strumento di progettazione.
Il file contiene tutti i dettagli sui parametri richiesti dall‘apparecchiatura di campo, quali informazioni sul dispositivo, parametri di comunicazione, struttura del modulo, messaggi di diagnostica e allarme. Il file GSD
Profinet è scritto in linguaggio di programmazione GSDML, simile ad XML.
Best practice
Il software di programmazione Siemens Step7 integra un catalogo GSD nel quale sono forniti file
GSD Profinet di Siemens (come per Profibus). I file GSD Profinet per i dispositivi di altri produttori
devono essere importati prima di poter essere utilizzati nella configurazione.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 7
2.5 Indirizzamento dei dispositivi tramite l‘assegnazione di un nome
Nello strumento di progettazione, viene assegnato un nome logico a ogni dispositivo di campo in base alla
funzione che assume all‘interno di un impianto. Questo nome viene quindi convertito in un indirizzo IP nella
risoluzione degli indirizzi. L‘indirizzo può essere assegnato automaticamente tramite lo strumento di progettazione oppure inserito manualmente dall‘utente. L‘indirizzo Ethernet-MAC di un dispositivo, univoco in tutto
il mondo, è preimpostato in fabbrica dal costruttore del dispositivo Profinet e non è modificabile.
2.6 Modellazione dei dati di Profinet IO-Device
I file GSD (General Station Description) degli IO-Device vengono importati nello strumento di configurazione. Quindi gli indirizzi simbolici delle periferiche (ad es. IW100 o O16.2) vengono assegnati a ciascun canale
di I/O dei dispositivi di campo decentrati. L‘indirizzamento dei dati di I/O si basa sui seguenti parametri:
Slot:
Indirizzamento di uno slot fisico in un dispositivo
modulare
Subslot:
Indirizzamento di dati
Canale:
Indirizzamento di un singolo segnale di I/O
Best practice
Per Profinet possono essere utilizzati molti dispositivi di I/O modulari semplicemente cambiando il
modulo di accoppiamento bus. I moduli di I/O esistenti, invece, non richiedono modifiche. I programmi PLC possono essere utlizzati generalmente senza variazioni.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 8
2.7 Accensione del sistema
Dal punto di vista dell‘utente, IO-Controller esegue automaticamente l‘inizializzazione del sistema dopo
l‘avvio/riavvio in base ai dati di configurazione. All‘accensione, IO-Controller si connette con i singoli IODevice, configura i dispositivi e assegna i valori dei parametri ai moduli di I/O del dispositivo corrispondente.
Durante l‘avvio del sistema vengono stabilite diverse interazioni tra IO-Controller e IO-Device. Un tipico
avvio normale (NSU) può richiedere 10 o più secondi. Si tratta di un tempo lungo, che può essere accettabile per l‘avvio iniziale, ma che in caso di riavvio o di aggiunta/rimozione dinamica di dispositivi durante le
operazioni risulta del tutto inaccettabile. Su richiesta dell‘AIDA, è stato introdotto per Profinet l‘avvio rapido
(FSU, Fast Start Up) che ha ridotto i tempi di inizializzazione dei singoli IO-Device a un massimo di 500 ms.
Best practice
Anche se la funzionalità FSU (Fast Start Up) per un rapido avvio del sistema è piuttosto utile, non
rientra nella dotazione obbligatoria. Quando si scelgono dispositivi d‘automazione è buona norma
verificare sempre se la funzione di avvio rapido è supportata.
2.8 Trasmissione dei dati
Al completamento della procedura di avvio, i segnali di I/O dei dispositivi di campo periferici vengono trasmessi ciclicamente al PLC, che elabora i dati e li ritrasmette ciclicamente ai dispositivi di campo. Tramite
lo strumento di progettazione è possibile impostare la frequenza di trasmissione dei dati in multipli del clock
del bus per ciascun dispositivo di campo e per ogni direzione di trasmissione.
Al posto del modello Master/Slave di Profibus, Profinet IO utilizza il modello di scambio dati Provider/Consumer che consente agli IO-Device (Slave) di inviare i dati a IO-Controller (Master) in modo autonomo, senza
la necessità di una richiesta esplicita.
2.9 Comunicazione Real-time
Profinet supporta tre tipi di comunicazione per la trasmissione dei dati:
• Non-Real-Time: Comunicazione via Ethernet TCP/IP senza pretesa di trasmissione dei dati in tempo
reale
• RT: Comunicazione Real-time per il traffico dei dati di I/O
• IRT: Comunicazione Real-time con sincronismo di clock per le applicazioni di Motion Control
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 9
Best practice
La comunicazione Real-Time (RT) di Profinet IO è simile alle tempistiche di Profibus-DP.
Per una maggiore scalabilità delle opzioni di comunicazione e determinismo, sono state definite classi di
comunicazione Real-Time per Profinet IO. Dal punto di vista dell‘utente si distinguono comunicazioni non
sincronizzate (RT) o con sincronismo di clock (IRT). Questi due tipi di comunicazione offrono le stesse performance, ma un diverso sincronismo di trasmissione dei dati (determinismo).
RT_CLASS_1 = comunicazione RT non sincronizzata
La comunicazione RT non sincronizzata è la modalità standard di trasmissione dei dati per Profinet IO. La
comunicazione Real-Time è paragonabile a Profibus-DP. Per questa classe di comunicazione RT possono
essere utilizzati switch standard industriali. Non è necessario che i dispositivi di campo offrano supporto
hardware Profinet specifico.
RT_CLASS_2 = IRT ad alta flessibilità
Nella modalità di comunicazione IRT sincronizzata RT_Class_2 (IRT Flex) l‘avvio del ciclo del bus è definito
per tutti i nodi ( sincronismo di clock). In questo modo vengono specificati esattamente gli intervalli di tempo ammessi per l‘attività di trasmissione dei dispositivi di campo. Per tutti i dispositivi di campo interessati
dalla comunicazione, RT_CLASS_2 è sempre l‘avvio del ciclo del bus. Nel dominio IRT possono essere
utilizzati solo gli switch Real-Time compatibili con Profinet e i dispositivi di campo Profinet con supporto
hardware dedicato. L‘utilizzo combinato con dispositivi Profinet RT è ammesso solo se questi dispositivi
sono posizionati a fine linea IRT.
RT_CLASS_3 = IRT ad alte prestazioni
Nella comunicazione RT_CLASS_3 sincronizzata, i dati di processo vengono trasmessi nella sequenza
prevista nella configurazione del sistema dello strumento di progettazione con il massimo della precisione
(deviazione massima ammessa dall‘avvio del ciclo del bus: 1 µs). Nella comunicazione RT_CLASS_3 non
vi sono tempi di attesa per i frame IRT ed il livello di prestazioni e sincronismo del clock è massimo. Questo
tipo di comunicazione, tuttavia, comporta una progettazione alquanto complessa e non offre molta flessibilità
per apportare successive modifiche o estensioni della rete. Nel dominio IRT possono essere usati solo gli
switch Real-Time compatibili con Profinet ed i dispositivi di campo Profinet con supporto hardware dedicato.
Cycle Time e.g. 1 ms
Red Interval
reserved for IRT
Green Interval
for RT and
TCP/UDP Frames
Red Interval
...
Border
open  reserved
Longest Frame shall
complete here
Border
open  reserved
RT_Class_2 Frames
and reserve
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 10
Best practice
L‘utilizzo combinato di dispositivi Profinet RT e dispositivi IRT è ammesso solo se gli apparecchi RT
sono posizionati a fine linea IRT.
3 Classi di conformità
Profinet è progettato per essere utilizzato in tutte le applicazioni di automazione. Per soddisfare i diversi requisiti di conformità sono state definite tre classi di confomità Profinet. Ciascuna di queste classi, strutturate
una sull‘altra, fornisce la funzionalità tipica della rispettiva applicazione.
Classe di conformità A (CC-A):
Utilizza l‘infrastruttura di una rete Ethernet esistente, inclusa l‘integrazione della funzionalità base di Profinet.
Tutti i servizi IT possono essere utilizzati senza restrizioni. Esempi di applicazioni tipiche sono l‘automazione
dei processi e la building automation.
Classe di confomità B (CC-B):
Oltre alle funzioni CC-A, tale classe supporta la sostituzione semplice e rapida dei dispositivi senza necessità di uno strumento di progettazione. Inoltre, i dispositivi CC-B eseguono la diagnostica avanzata come
l‘elaborazione di messaggi di stato. Per aumentare la sicurezza dei dati è usato un protocollo di ridondanza opzionale con le stesse prestazioni. I servizi IT sono eseguiti senza limiti. Esempi tipici sono i sistemi
d‘automazione con controllo macchina di livello superiore e l‘esecuzione di un ciclo dati deterministico senza
sincronismo di clock. La comunicazione real-time di un sistema Profinet CC-B è paragonabile alla temporizzazione di Profibus-DP o di altri fieldbus ampiamente diffusi come DeviceNet, CANopen e CC-Link.
Classe di conformità C (CC-C):
Oltre alle funzioni di CC-B, la classe CC-C supporta la trasmissione dei dati deterministica ad alta precisione incluse le applicazioni con sincronismo di clock. In caso di errore la ridondanza dei supporti opzionali
assicura la commutazione del traffico dei dati I/O. L‘elevata portata della banda di trasmissione complessiva
consente di usare tutti i servizi IT senza restrizioni. Le applicazioni tipiche sono le applicazioni di Motion
Control di macchinari per la stampa, fresatura e tessitura. La comunicazione in tempo reale di un sistema
Profinet CC-C non può essere supportata con Profibus. Prestazioni e sincronismo di clock equivalenti possono essere ottenuti con EtherCAT, Powerlink e Sercos III.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 11
3.1 Applicazioni IRT?
La comunicazione con sincronismo di clock basata sulla funzionalità Profinet IRT con classe di conformità C
è richiesta solo per le applicazioni nelle quali i loop di controllo sono chiusi via rete. Applicazioni tipiche sono
rettificatrici per ingranaggi o alberi a gomito, frese ad alta velocità, macchine per la lavorazione del legno,
macchinari di confezionamento e per la stampa.
Oggi la maggior parte delle applicazioni per Profinet può essere ben supportata da sistemi di classe di conformità B dotati di switch a due porte integrato, funzioni di ridondanza e avvio rapido. Oggi, le applicazioni
che richiedono la classe di conformità C sono principalmente quelle di Motion Control.
Best practice
Nella modalità IRT, Profinet può essere usato in applicazioni di Motion Control con tempi di ciclo < 1 ms e
Jitter < 1 μs. Tuttavia, oggi (II trimestre 2010) pochi dispositivi supportano la funzionalità IRT completa.
3.2 Differenze tra profili di applicazioni?
I profili di applicazioni sono specifiche di funzioni e azionamento dei dispositivi per Profinet sviluppati
congiuntamente da costruttori e utilizzatori. I profili di applicazioni sono orientati alla standardizzazione e
all‘intercambiabilità dei dispositivi con quelli equivalenti di altri produttori. Profibus ha un gran numero di
diversi profili applicativi che supportano il collegamento a Profinet definiti dai membri del PNO. L‘obiettivo
è garantire agli utenti un funzionamento identico dei dispositivi, indipendentemente dal sistema di controllo
utilizzato (Profibus o Profinet). I principali profili applicativi sono:
PROFIsafe:
• Profilo di specifiche per la trasmissione dei dati relativi alla sicurezza (Safety), disponibile
per Profibus e Profinet.
• Funzionamento identico dal punto di vista degli utenti
PROFIdrive:
• Profilo di specifiche per il controllo degli azionamenti elettrici, disponibili per Profibus e
Profinet
• Funzionamento identico dal punto di vista degli utenti
PROFIenergy
• Profilo di specifiche per il risparmio energetico dei dispositivi di campo sviluppato su
richiesta delle case automobilistiche e disponibile per Profinet
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 12
4 Tipica Architettura Profinet?
Profinet utilizza la connettività Fast Ethernet a 100 Mbit/s per la trasmissione fisica dei dati. Il collegamento
di tutti i dispositivi bus avviene esclusivamente via switch. L‘uso di hub non è consentito. L‘utilizzo consistente degli switch fornisce più flessibilità nella scelta della topologia e offre la possibilità di un‘estensione
pressoché illimitata della rete. In linea di principio, Profinet può essere installato su una topologia a stella,
lineare o ad anello. In pratica però, l‘installazione a stella o lineare viene preferita. Di norma, si opta per una
topologia lineare quando i dispositivi Profinet sono dotati di switch interno a 2 porte. Nell‘automotive, i di
spositivi con switch integrati sono lo standard e si evita il ricorso a costosi switch esterni. L‘installazione della
rete Profinet segue la linea di produzione - nella topologia lineare Profibus già nota.
4.1 Esistono speciali cavi Profinet?
I cavi Profinet sono simili ai cavi Ethernet schermati standard a 4 fili 1:1 di categoria 5. Non è consigliato
l‘utilizzo di questi cavi sulla rete per via delle loro proprietà di EMC e per l‘elevato costo di cablaggio. La
specifica Profinet prevede l‘utilizzo di un cavo Profinet specifico, destinato a soddisfare i requisiti della tecnologia d‘automazione in termini di manipolazione, resistenza, compatibilità EMC e codifica colori.
• Tipo A: cavo in rame schermato a 4 fili per l‘installazione fissa
• Tipo B: cavo in rame schermato a 4 fili per l‘installazione flessibile
• Tipo C: cavo in rame schermato a 4 fili per spostamenti continui
Best practice
Per una rapida configurazione in laboratorio è possibile usare cavi Ethernet schermati standard 1:1.
4.2 Cavi in fibra ottica?
Quando si prevedono differenze di compatibilità elettromagnetica o di potenziale rilevanti in alcune aree
dell‘impianto è consigliabile installare Profinet utilizzando cavi in fibra ottica. I cavi in fibra ottica sono obbligatori nelle installazioni Profinet del Gruppo Volkswagen.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 13
Per la comunicazione bidirezionale vengono combinate due linee ottiche in un collegamento in fibra ottica.
La porta di accesso in fibra ottica consiste di un trasmettitore e ricevitore. Un cavo in fibra ottica ha due fibre.
Per Profinet si utilizzano quattro diversi tipi di fibre e la scelta dipende dalle necessità del progetto di automazione specifico.
• Fibra di vetro, modalità singola o multipla, per distanze molto estese
• Fibra HCS (Hard Clad Silica) per medie distanze
• Fibra ottica di plastica (POF) per brevi distanze
4.3 Quali tipi di connettori vengono usati per Profinet?
Nel cabinet vengono alloggiati connettori RJ 45 con grado di protezione IP 20.
In caso di intervento, è possibile collegare un notebook in modo semplice e rapido. I connettori RJ 45 Profinet sono compatibili con le spine RJ 45 in commercio solo per quanto concerne la posizione di contatto. A
differenza delle spine comuni, le spine Profinet sono appositamente progettate per i cavi Profinet e facilitano
il cablaggio sul campo. Per velocizzare il cablaggio è possibile utilizzare gli speciali attrezzi di cablaggio
disponibili ( Profinet Stripping Tool). Gli attrezzi di cablaggio, connessione e spelatura dello stesso produttore sono perfettamente coordinati e il loro utilizzo è analogo a quello del Fast Connect System di Profibus.
Best practice
Non tutti i connettori sono adatti ad ogni dispositivo. Ad esempio, le spine RJ 45 per Profinet di
Phoenix non possono essere collegate alla porta di connessione Profinet dei dispositivi Siemens.
L‘area esterna al cabinet deve essere considerata un ambiente estremo nel quale è richiesto un connettore
push-pull con grado di protezione IP 65 o IP 67.
Il dispositivo Profinet o lo switch deve essere dotato di una porta di connessione idonea.
Per i collegamenti in fibra ottica si utilizzano connettori SCRJ. La versione base di questo connettore è
progettata per l‘installazione all‘interno dei cabinet (IP 20). Negli ambienti estremi o è richiesto un grado di
protezione IP 65 / IP 67, viene adottata la versione push-pull del connettore SCRJ.
4.4 Ridondanza
Le funzioni di ridondanza di Profinet assicurano una trasmissione dati anche in caso di interruzione della
linea di comunicazione. La funzione di ridondanza è molto importante perché interviene non solo per compensare un‘interruzione fisica della rete, ma soprattutto quando un dispositivo di un sistema con topologia
lineare viene scollegato o si guasta, con un grado di rischio maggiore. Senza la funzione di ridondanza,
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 14
anche la semplice disconnessione di un dispositivo potrebbe causare un grave disturbo di rete. Con la ridondanza tale problema non sussiste in quanto il traffico di rete viene reindirizzato su percorsi alternativi. In
base ai requisiti di comunicazione in tempo reale vengono usati tre diversi protocolli di ridondanza:
• MRP Classe 1: Media Redundancy Protocol per Profinet
Campo applicativo: tempi di commutazione NRT tipici < 200 ms
• MRRT Classe 2: Media Redundancy Protocol per Profinet in tempo reale
Campo applicativo: applicazioni in tempo reale, commutazione senza problemir
• MRPD Classe 3: Media Redundancy Protocol per Profinet con frame IRT
Campo applicativo: applicazioni di Motion Control, commutazione con sincronismo di clock
Switch Cabinet
IO Supervisor
IO Controller
with redundancy manager
Additional cable offers an
alternative transfer route for
redundancy protocols
Profinet
Switch
Machine or plant
max 100 m
IO Device
IO Device
IO Device
(turned off)
IO Device
Best practice
Oggi (II trimestre 2010) i principali dispositivi supportano la ridondanza con il protocollo MRP.
5 Integrazione dei componenti di un impianto basati su Profibus vs Profinet?
Le difficoltà dell‘attuale scenario economico richiedono necessariamente la coesistenza degli standard Profibus e Profinet: i nuovi impianti infatti non vengono più progettati da zero ma le macchine e i componenti già
esistenti vengono spesso integrati in nuove strutture senza modifiche. A seconda dell‘applicazione specifica,
Profibus e Profinet vengono accoppiati utilizzando proxy o IO-gateway.
I proxy sono il metodo di accoppiamento preferito quando tutte le parti dell‘impianto sono controllate centralmente da un PLC di livello superiore ed i componenti sottostanti non dispongono di PLC locali. Gli IOgateway vengono invece utilizzati quando il PLC rimane a livello subordinato dell‘impianto, basato su Profibus, e lo scambio tra le due parti dell‘impianto interessa solo informazioni di controllo e di sincronizzazione
selezionate.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 15
5.1 Interconnessione di due parti dell‘impianto con i rispettivi PLC?
Molto spesso il know-how della produzione è fortemente incentrato sulla codifica dei programmi PLC.
Per questo motivo è utile che l‘integrazione dei componenti esistenti di un impianto nel nuovo Profinet includa anche i relativi PLC.
E’ importante che le due parti dell‘impianto possaPLC (IO Controller)
no essere sincronizzate e si possano scambiare
informazioni di controllo e stato. Questo avviene
tramite segnali di I/O come quelli di avvio ed arresto o messaggi di errore o di sistema pronto.
Profinet
L‘interconnessione delle due parti può essere
eseguita in modo semplice e affidabile con un IOgateway come Anybus X-gateway di HMS. A livel-
IO Device
lo di rete l‘IO gateway funziona come slave sul
IO Gateway
IO Device
lato Profibus e come IO-Device sul lato Profinet.
Nel gateway la trasmissione dei dati è trasve
rsale: i dati di input del Profibus diventano dati di
Slave
output del Profinet e viceversa. Il flusso di dati è
controllato da entrambi i PLC tramite uno scam-
Profibus
PLC
(Profibus Master)
Slave
bio di dati di IO ciclici.
Slave
Best practice
Best practice: nel settore della costruzione dei macchinari gli IO-gateway sono spesso utilizzati come
interfacce ben definite tra due diverse parti dell‘impianto. Le reti interessate non sono necessariamente di tipo diverso. I gateway, infatti, possono essere utilizzati per collegare reti dello stesso tipo,
come ad esempio avviene nell‘accoppiamento Profibus-Profibus o Profinet-Profinet che sono applicazioni tipiche. La famiglia Anybus X-gateway di HMS offre anche in tal caso le soluzioni più adatte.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 16
5.2 Funzioni del proxy
Se tutti i comandi di base dell‘impianto sono eseguiti nel PLC centrale di livello superiore del Profinet, i di
spositivi di automazione Profibus possono essere integrati in Profinet tramite un proxy.
Il proxy funge da master sul lato Profibus e da IO-Device sul lato Profinet. Il proxy rappresenta i dispositivi
Profibus sul lato Profinet. Visti dal PLC Profinet, i dispositivi Profibus funzionano come se fossero direttamente collegati a Profinet. L‘intera progettazione avviene nello strumento di configurazione del PLC Profinet.
I proxy Profibus-Profinet sono offerti ad esempio da Siemens, i proxy Profinet-Interbus da Phoenix Contact.
5.3 Integrazione di altri tipi di fieldbus verso Profinet?
Per la connessione con altre parti dell‘impianto
che utilizzano fieldbus come DeviceNet, CANopen, Interbus o CC-Link è possibile utilizza-
PLC (IO Controller)
re gli IO gateway. Questi combinano entrambe
le connessioni e trasmettorno segnali selezionati di controllo e di stato come segnali di I/O
Profinet
tra le due reti. I PLC delle due reti, inoltre, eseguono l‘analisi dell‘andamento e la valutazione
dei segnali. I programmi PLC possono essere
generalmente utilizzati senza modifiche ed i
IO Device
gateway fungono da slave su entrambi i lati.
IO Devices
IO Gateway
Best practice
La famiglia Anybus X-gateway di HMS
Slave
include oltre 180 diverse soluzioni di IOgateway e supporta il collegamento di tutti
Modbus
i fieldbus e PLC più diffusi.
PLC
(Modbus Master)
Slave
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
Slave
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 17
6 Sviluppo di interfacce di dispositivi per Profinet
Ogni ciclo di progettazione di un nuovo dispositivo include una serie di operazioni specifiche. Per Profinet
questo processo è tipicamente strutturato come illustra la figura seguente.
Nelle fasi iniziali di integrazione di un‘interfaccia di comunicazione per Profinet in un dispositivo di campo
vengono raccolte informazioni sul funzionamento della rete Profinet e sui metodi di implementazione disponibili. Per un‘introduzione all‘argomento può essere utile contattare uno dei centri di competenza Profinet
accreditati, che offrono servizi di consulenza e organizzano seminari dedicati
Ogni nuovo sviluppo raggiunge più rapidamente il suo obiettivo se fa tesoro delle esperienze precedenti. Nel
caso di Profinet, i costruttori di dispositivi possono usare l‘estesa gamma di componenti di base tecnologici e
pre-certificati, nonché attingere alle solide competenze di partner tecnologici altamente qualificati.
Internal Profinet know-
Time-to-Market
how required
In-house development
Internal development
resources required
Profound
Long
Many
Cooperation with
Internal gaps in Profinet
Medium
Medium
development partner
knowledge are closed by
Development by tech-
Only little knowledge
Depending on the
Little
required
partner‘s experience
the partner
nology partner
A seconda della funzionalità richiesta (Classe di Conformità) gli sviluppatori devono scegliere il metodo di
implementazione più adatto al loro caso specifico. I principali fattori da tenere in considerazione sono le
competenze di progettazione, il know-how Profinet in house, i costi di produzione stimati per l‘interfaccia
ed il time-to-market. Inoltre, è necessario valutare attentamente se è necessario progettare un‘interfaccia
Profinet pura o un‘interfaccia generica, più adatta alle comunicazioni su Profibus e altre reti industriali
6.1 Progettazione hardware e software
L‘approccio, i tempi ed i costi di progettazione hardware e software sono strettamente dipendenti dal metodo
di implementazione scelto. Le attività di sviluppo possono essere eseguite all‘interno dell‘azienda o con il par
tner di sviluppo della tecnologia. Lo sviluppo interno richiede solide competenze su Profinet e la disponibilità
di risorse per la progettazione hardware e software. Per ridurre il carico sulle risorse di sviluppo dell‘azienda è
possibile utilizzare pacchetti di sviluppo, moduli di comunicazione pronti per l‘installazione e una serie di servizi
dedicati per agevolare i costruttori dalla concezione allo sviluppo hardware/software, fino alla certificazione.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Development cost
Manufacturing cost per item
Pagina 18
Time-to-Market
Individual design
High
Optimal
Long
Communication module
Low
Depending on quantity
Short
External coupler
None
High
Very short
Best practice
Prima di iniziare lo sviluppo dell‘interfaccia di un dispositivo per Profinet i costruttori dovrebbero tenere conto della classe di conformità da raggiungere, in quanto il metodo di implementazione scelto
influisce notevolmente sulla classe di conformità raggiunta.
6.2 Soluzioni HMS per lo sviluppo di un‘interfaccia Profinet
HMS offre un‘ampia gamma di tecnologie di base certificate e servizi di supporto dedicati che semplificano
il processo di sviluppo delle interfacce dei dispositivi per Profinet. Tutte le soluzioni hanno un aspetto in
comune: il costruttore del dispositivo non deve occuparsi dei dettagli dei protocolli Profinet e degli stack.
L‘interfaccia di comunicazione viene progettata sulla base dei componenti della comprovata tecnologia
Anybus. Grazie alla concezione modulare, l‘interfaccia di comunicazione universale progettata supporta
Integrated (embedded) Interface
External
l‘accesso a molte reti industriali in un‘unica fase di sviluppo.
•
•
•
Space?
Performance?
Resources?
•
•
•
Sales forecast?
Market price?
Number of networks?
Integration
possible?
no
Volume?
high
External Profinet
interface
Individually,
based on NP30
medium
•
•
•
Application area?
Amount of data?
Functionality?
Mechanical
aspects?
IP20
Anybus
standard modules
Single chip or
customized
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 19
6.3 Accoppiatori esterni  Anybus Communicator
Quando il dispositivo di campo è dotato di un‘interfaccia seriale e non è possibile integrare la
connessione Profinet occorre utilizzare un convertitore di protocolli esterni (Anybus Communicator). Il Communicator si collega all‘interfaccia seriale del dispositivo di campo e converte il
protocollo del dispositivo in Profinet. Nessuna modifica all‘hardware e al software del dispositivo
Communicator
6.4 Moduli di comunicazione pronti per l‘installazione  Anybus-S e Anybus-CC
Per l‘integrazione dell‘interfaccia Profinet nel dispositivo, HMS offre moduli di comunicazione pronti per l‘installazione. Tali moduli, che gestiscono il protocollo in modo autonomo
Anybus-CC
senza sovraccaricare il processore del dispositivo, integrano tutti i componenti hardware
dell‘interfaccia Profinet incluso lo switch interno a 2 porte. L‘unica attività di sviluppo è la
connessione del modulo ai circuiti del dispositivo via interfaccia RAM seriale o parallela a 2 porte. I principali
vantaggi di questa soluzione sono le spese di sviluppo contenute ed i tempi di progettazione ridotti, all‘incirca
due settimane. Inoltre si aggiunge la grande varietà di moduli funzionali compatibili.
Non solo Profinet e Profibus sono supportati, ma anche Reti fieldbus come DeviceNet, ControlNet, CANopen, CC-Link, Interbus e Modbus nonché protocolli Ethernet
Anybus-S
industriali come EtherNet/IP, EtherCAT, Modbus-TCP e Sercos III.
Best practice
Tutti i moduli di una famiglia hanno interfacce hardware e software unificate. Il software del dispositivo può essere in larga parte progettato indipendentemente dal sistema bus prescelto.
6.5 Interfaccia a singolo chip  Anybus-IC
I dispositivi di piccole dimensioni possono sfruttare i vantaggi offerti da Anybus-IC di HMS,
una soluzione completa per Profinet in un alloggiamento per chip DIL-32 a ingombro ridotto.
Anybus-IC infatti è un‘interfaccia completa di comunicazione per Profinet di soli 8 cm². Il
Anybus-IC
collegamento ai componenti elettronici del dispositivo avviene tramite un‘interfaccia UART.
Anybus-IC è compatibile anche coi dispositivi di campo sprovvisti di processori, poichè pos-
sono essere gestiti fino a 128 segnali di I/O.
6.6 Soluzioni personalizzate
Oltre ai moduli standard, HMS offre ai clienti soluzioni specifiche basate sul processore Anybus NP30. Queste soluzioni su misura si basano sulla tecnologia Anybus
Customized
ampiamente collaudata e sono ideali in tutte quelle applicazioni con requisiti che non
possono essere soddisfatti dai moduli standard, ad esempio una classe di protezione
elevata (IP 65), ingombri personalizzati, connessioni speciali o alimentazioni particolari. I moduli personalizzati sono dotati della stessa interfaccia software dei moduli standard. Basate su tecnologia comprovata,
queste soluzioni offrono il vantaggio di tempi di sviluppo più brevi con un basso rischio e costi fissi ridotti che
comprendono anche gli aggiornamenti software continui da parte di HMS.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 20
Panoramica delle soluzioni HMS dotate di interfaccia per Profinet
Product family
Achievable conformance class
Package
Recommended
for volume (pcs.)/
year
Integrated
two-port
switch
IRT hardware
support
Communicator
A
External coupler, DIN
rail mounting
Small, up to 100
No
No
Anybus-S
A, B, C
Standard module,
Credit card sized
Medium, up to 1k
Yes
Yes
Anybus-IC
A
Standard module,
DIL-32 socket
Medium, up to 2k
No
No
Anybus-CC
A, B,
(C planned)
Standard module,
CompactFlash sized
High, up to 5k
Yes
Planned
Customer
specific
A, B, C
Individual solution,
Sized to meet customer requirements
Very high, up to
20k
Yes
Yes
7 Certificazione obbligatoria dei dispositivi Profinet?
La certificazione è un‘attestazione di qualità che contribuisce a limitare i problemi di interoperabilità tra i
dispositivi Profinet di produttori diversi. La maggior parte degli operatori di impianti accetta solo dispositivi
Profinet certificati. Per Profinet, la certificazione dei dispositivi da parte di un laboratorio di test riconosciuto
è un requisito obbligatorio. I laboratori accreditati che si occupano di testare Profinet nel mondo sono sei.
Il dispositivo Profinet finito, è sottoposto ad una serie di test presso il laboratorio accreditato. Se i risultati
sono positvi, il costruttore utilizza il rapporto dei test effettuati per richiedere al PNO il rilascio di una certificazione. I test effettuati sono di solito i seguenti:
• Test Hardware
• Test di carico
• Test di macchine finite
• Risposte agli errori
• Funzionamento in rete
• Test di allarme
• Controllo del file GSD
Best practice
Data la varietà delle funzioni integrate nella tecnologia Profinet, la percentuale di errori nei test iniziali
è molto alta - in particolare in caso di sviluppo interno. Se tuttavia il costruttore del dispositivo utilizza
moduli di comunicazione pronti per l‘installazione, può avvalersi del know-how di HMS ed eseguire
prove di pre-certificazione basate sul software di test ufficiale in HMS.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 21
8 Lo scopo dei Centri di Competenza Profinet?
Rispetto a Profibus, Profinet è una tecnologia altamente innovativa e
ricca di sfaccettature. I centri di competenza Profinet accreditati offrono un prezioso supporto per entrare nel mondo Profinet e conoscere
i vantaggi di questa nuova tecnologia attraverso una serie di servizi
e attività di formazione.
HMS gestisce un Centro di Competenza accreditato per Profibus e
Profinet in Germania, le cui offerte di formazione e supporto sono
incentrate sulle esigenze dei costruttori di dispositivi. Il suo obiettivo
è assistere i costruttori in tutte le fasi del ciclo di sviluppo sviluppando
delle partnership. Il centro propone corsi introduttivi a Profinet e servizi specifici per la connessione di Profinet utilizzando la tecnologia
Anybus. Nell‘offerta sono incluse la consulenza per l‘implementazione, la formazione degli sviluppatori, il
supporto delle attività di sviluppo, gli adattamenti del file GSD ed i test di preparazione alla certificazione.
9 Confronto tra Profibus e Profinet
Per scoprire se il passaggio a Profinet è indicato per un caso applicativo specifico, è consigliabile tracciare
un confronto che analizzi sia gli aspetti tecnici che commerciali dei due standard.
Dal punto di vista tecnico, Profinet impressiona per le opzioni di comunicazione complete che è in grado di
offrire, l‘approccio modulare alla trasmissione dei dati in tempo reale, il supporto simultaneo di comunica
zioni RT e funzionalità IT ed il numero pressoché infinito di accessi supportati in una rete dall‘estensione virtualmente illimitata. Per contro, Profinet presenta una maggiore complessità e necessita di una scrupolosa
progettazione in rete, che aumenta i rischi soprattutto per i neofiti.
Confronto tecnico
Numero di stazioni
Velocità max di trasmissione
Estensione di rete alla
velocità max.
Quantità dati per telegramma
Profibus
Profinet
Max. 127
Pressoché illimitato
12 Mbit/s
100 Mbit/s,
1 Gbit/s pianificato
Circa. 1 km
(a seconda del tipo di ripetitore)
Diversi km, a seconda delle prestazioni richieste
Max. 244 byte
Max. 1.440 byte
1 k di dati di I/O e 32 Stazioni in
> 1 ms con Jitter > 10 µs
1 k di dati di I/O e 32 Stazioni in
< 1 ms con Jitter < 1 µs
Non supportata
Supportata
Alimentazione bus, sicurezza
Supportata
Pianificata
Approccio di comunicazione
Master-Slave
Provider-Consumer
Prestazioni (Best Case)
Combinazione di comunicazione RT e IT
Dal punto di vista commerciale, la base installata di entrambi i sistemi ha fatto registrare una crescita a
due cifre anche nel 2009, l‘anno della crisi economica modiale. Le percentuali di crescita di Profinet (su un
numero molto più basso di dispositivi installati) sono molto più alte di quelle di Profibus. Da queste cifre non
si può tuttavia dedurre una rapida inversione di tendenza nello standard utilizzato. Inoltre, oggi il numero
di dispositivi che supportano Profinet è puramente indicativo, mentre un‘interfaccia Profibus è standard su
quasi tutti i dispositivi di campo.
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it
GuidA PER IL PASSAGGIO EFFICIENTE DA Profibus A Profinet
Pagina 22
Confronto commerciale
Principale campo applicativo
(oggi)
Interfacce PLC
Master disponibili
Complessità
Profibus
Profinet
Produzione, processo e building
automation
Produzione, in particolare nel
settore automotive (AIDA)
PLC e
IPC dei principali costruttori
Siemens, Phoenix Contact, altri in
fase di sviluppo
Gestibile, know-how Profibus
sufficiente
Elevata, ulteriori conoscenze IT
anche a livello di sicurezza
Solo Profibus DPV2
Solo Profinet IRT
Internazionale,
il mercato principale in Europa
Internazionale,
il mercato principale in Germania
Ampia gamma di strumenti
disponibili
Solo pochi strumenti disponibili,
molto costosi
Motion Control
Diffusione sul mercato
(II trimestre 2010)
Strumenti di manutenzione e
configurazione
Certificazione dei dispositivi
Opzionale
Obbligatoria
> 2000 dispositivi
> 200 dispositivi
Circa 31 milioni di nodi,
crescita nel 2009: 11 %
Circa 2 milioni di nodi,
crescita nel 2009: 31 %
Numero di dispositivi
Base installata (IV trimestre
2009)
L‘utilizzo di Profinet è consigliato quando l‘applicazione può trarre vantaggi concreti dalle nuove funzionalità,
come la coesistenza di comunicazioni IT e RT, la maggiore quantità di dati e la possibilità di un‘estensione
ancora più ampia della rete. Per le applicazioni standard in cui il traffico è quello dei dati di I/O ciclici tra il
PLC e le periferiche, i fieldbus come Profibus, DeviceNet, CANopen e CC-Link restano i sistemi più indicati
10Ulteriori informazioni
Subject
Internet address
Official Profinet website
www.profinet.com
Profinet connectivity solutions
www.anybus.com/products/profinet.shtml
11 Esclusione di responsabilità
Le informazioni contenute in questo white paper sono state redatte con la massima scrupolosità. Tuttavia
non è possibile escludere la presenza di errori nel documento, per i quali HMS declina sin d‘ora qualsiasi
responsabilità indipendentemente dalla fondatezza dell‘eventuale reclamo. Le informazioni contenute nel
presente white paper sono verificate periodicamente Le eventuali correzioni necessarie saranno integrate
nelle versioni successive. HMS sarà lieta di ricevere suggerimenti per migliorare i contenuti del presente documento. I nomi riportati nel documento possono essere marchi di fabbrica. L‘utilizzo di marchi di fabbrica di
terzi può comportare il rischio di violazione dei diritti di proprietà e di altri diritti dei rispettivi titolari. Il presente
white paper non è in alcun modo inteso a sostituire le norme CEI 61158 o CEI 61784 o le istruzioni e linee
guida di Profinet; in caso di dubbi, fare sempre riferimento alle fonti di informazione ufficiali.
Versione 1.1 del 5 Maggio 2010, © Copyright 2010 – HMS Industrial Networks AB – Tutti i diritti riservati.
HMS Industrial Networks è leader nella fornitura di tecnologie di rete per sistemi di automazione industriale. HMS progetta e fornisce soluzioni che consentono di interfacciare i dispositivi ed i sistemi d‘automazione sulle reti industriali. Lo
sviluppo e la produzione si svolgono nella sede centrale dell‘azienda, ad Halmstad, Svezia. HMS ha uffici commerciali e
centri di assistenza in Cina, USA, Germania, Italia, Francia, Regno Unito e Giappone. HMS conta più di 160 collaboratori
e ha registrato un fatturato di €23 milioni nel 2009. HMS è quotata al NASDAQ OMX Nordic Exchange di Stoccolma nella
categoria Small Cap, Information Technology: ISIN SE0002136242.
HMS Industrial Networks Srl · Viale Colleoni 15 (Palazzo Orione 2) · 20041 Agrate Brianza (MI)· Italia
Tel: +39 039 5966227 · Internet: www.anybus.it· Email: [email protected]
Il vostro Partner per la Comunicazione Industriale
© Copyright 2010 - HMS Industrial Networks GmbH - Tutti i diritti riservati
www.anybus.it

Documenti analoghi