Servizio Rifiuti e Inquinamento Info rifiuti 12.556 litri in un mese

Commenti

Transcript

Servizio Rifiuti e Inquinamento Info rifiuti 12.556 litri in un mese
Servizio Rifiuti e Inquinamento
Osservatorio Provinciale Rifiuti
Info rifiuti
Mensile di informazione rivolto ai Comuni sui rifiuti e sulla raccolta differenziata
[Anno 3 Nr.26 - 16 12 2008]
In Provincia di Mantova
news
Ottimi i primi risultati del progetto detersivi alla spina
Primo mese di progetto
12.556 litri in un mese
prodotto
media di 140 litri
giorno per ipermercato
litri erogati
litri giorno
flaconi
detersivo bucato eco
detersivo lana eco
4.539
1.810
151
60
1.513
1.617
ammorbidente eco
3.027
101
1.513
detersivo piatti eco
3.180
106
3.180
12.556
418
7.823
totale
Sono 12.556 i litri di detersivi alla spina erogati nel primo mese di attività nei Centri Commerciali Il Gigante
“Quattro Venti” , Ipercoop “La Favorita” e Ipercoop “Virgilio”.
Ottimi quindi i risultati ottenuti nei 3 punti vendita che hanno aderito al progetto, il quarto Ipercoop Po ha
iniziato la distribuzione da mesi e ha una contabilità a parte. Logicamente è ancora presto per parlare di
flaconi riutilizzati, in quanto bisogna dare al fruitore il tempo di consumare il prodotto.
Soddisfatto dei risultati l’Assessore Rebuschi che sta verificando l’opportunità di estendere il progetto
anche alla media distribuzione.
Per ogni flacone(75 gr di peso) non prodotto si evita la produzione di:
1,46 kwh
energia
134 gr
CO2
239 litri
acqua
Fonte: Osservatorio Provinciale Rifiuti
Dal Rapporto rifiuti 2008, alcuni dati sul compostaggio domestico
La promozione del Compostaggio Domestico costituisce una strategia di fondamentale importanza al fine di
prevenire la produzione e lo smaltimento del rifiuto organico e verde.
Nel 2007 in provincia hanno aderito al compostaggio domestico 11.616 Utenze Domestiche (ACD), contro
le 9.635 del 2006. Costante, invece, il numero di Comuni che hanno attivato il servizio (44), pari al 63% del
bacino provinciale.
Numero di Comuni (rosso) e utenze domestiche (verde) che aderiscono al Compostaggio Domestico
Num. Comuni ACD
Num. Utenze ACD
50
14.000
44
45
12.000
40
40
34
35
11.616
30
8.000
8.317
21
20
6.000
6.249
15
10
10.000
9.635
30
25
44
4.000
4.111
2.858
2.000
5
0
0
2002
2003
2004
2005
2006
2007
In Italia
Modificato il Decreto sui Centri di Raccolta
Revocata dall'Albo gestori ambientali la propria delibera 29 luglio 2008 n. 2 recante le regole per l'iscrizione
all'Albo da parte dei gestori delle nuove isole ecologiche disegnate da Dlgs 152/2006 e Dm 8 aprile 2008.La
revoca, disposta dal Comitato Centrale in autotutela tramite propria e nuova delibera del 25 novembre
2008 n. 3, è motivata dai vizi di legittimità che hanno colpito il Dm Ambiente 8 aprile 2008, decreto che reca
(in attuazione del Dlgs 152/2006) la disciplina dei nuovi centri di raccolta dei rifiuti e sancisce l'obbligo di
iscrizione all'Albo gestori, affidando all'Albo medesimo la determinazione dei relativi criteri e condizioni.In
particolare, a sancire l'inefficacia del Dm Ambiente 8 aprile 2008, attualmente sottoposto a procedimenti di
revisione, è l'assenza dei necessari riscontri degli Organi di controllo al momento della sua pubblicazione
sulla Gazzetta ufficiale."
Fonte: www.tuttoambiente.it
Decreto 22 ottobre 2008, nuova disciplina per i Toner (GU n. 265 del 12-11-2008)
Le nuove disposizioni intendono indirizzare in una corsia preferenziale semplificata le operazioni di raccolta
e di trasporto dei rifiuti individuati come cartucce di toner per stampanti laser, cartucce di stampanti inkjet, e
cartucce di nastri per stampanti ad aghi per i quali è attribuito nel Catalogo europeo dei rifiuti (CER) il codice
080318 (toner per stampa esauriti non contenenti sostanze pericolose).
Stabilendo quindi un regime di deroga rispetto a quanto disposto dalla parte quarta del decreto legislativo 3
aprile 2006, n. 152, come modificato ed integrato dal decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4, con modalità
amministrative semplificate, a condizione che siano destinati al recupero e conferiti direttamente dagli utenti
finali dei beni che originano i rifiuti, agli specifici impianti autorizzati alle operazioni di recupero come
identificati dal Codice Ambientale.
Secondo le nuove regole il formulario di identificazione potrà essere validamente sostituito dal documento di
trasporto di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 472 del 14 agosto 1996, purché la consegna
avvenga direttamente presso il luogo dove si effettuano le operazioni di recupero e non siano previsti
depositi temporanei intermedi.
Le disposizioni però stabiliscono la tipologia di imballaggio obbligatoria per la raccolta ed il trasporto di questi
rifiuti. E prevedono modalità semplificate di iscrizione all'Albo nazionale dei gestori ambientali per i soggetti
che effettuano il trasporto di questi rifiuti destinati al recupero, qualora si tratti di imprese che esercitano
attività di trasporto conto terzi, quali corrieri e vettori ordinari di consegna, per i quali il trasporto dei rifiuti non
costituisce l'attività principale dell'impresa e non ecceda una quantità giornaliera stabilita.
Fonte: Osservatorio Provinciale Rifiuti
Settore Ambiente - Servizio Rifiuti e Inquinamento - Osservatorio provinciale rifiuti
PROVINCIA DI MANTOVA [email protected]t
Via Don Maraglio, 04 - 46100 Mantova - tel. 0376 401 433 - fax 0376 366 956