VIESMANN

Commenti

Transcript

VIESMANN
VIESMANN
Indicazioni per la progettazione
VITOCAL 161-A
Tipo WWK
■ Pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda
sanitaria per funzionamento ad aria ricircolata.
■ Capacità del bollitore 308 l, con smaltatura Ceraprotect
Tipo WWKS
■ Stessa dotazione del tipo WWK, con in aggiunta scambia-
tore di calore solare e regolazione per impianti solari integrati
■ Capacità del bollitore 300 l, con smaltatura Ceraprotect
Funzionamento con aria canalizzata
■ Possibile con accessorio "coperchio aria canalizzata", abbinabile ai modelli WWK e WWKS
■ Portata aria fino a 300 m3/h
■ Utilizzabile per la ventilazione dei locali abitativi
Attenzione!
Aspirazione aria interna ai locali abitativi.
5793 885 IT
5/2015
VITOCAL 161-A
Pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
Indice
Indice
1.
Vitocal 161-A
1. 1 Descrizione del prodotto .............................................................................................
■ Varianti ....................................................................................................................
■ Vantaggi ..................................................................................................................
■ Stato di fornitura tipo WWK .....................................................................................
■ Stato di fornitura tipo WWKS ..................................................................................
1. 2 Dati tecnici ..................................................................................................................
■ Dati tecnici ..............................................................................................................
■ Dimensioni d'ingombro ...........................................................................................
■ Curve caratteristiche ventilatore .............................................................................
■ Perdite di carico ......................................................................................................
■ Dati di resa acqua sanitaria in abbinamento a un generatore esterno di calore .....
4
4
5
6
6
7
7
8
10
11
11
2.
Sistema di distribuzione dell'aria
per aria di ripresa e da espellere
2. 1 Pompa di calore ..........................................................................................................
■ Coperchio aria canalizzata ......................................................................................
2. 2 Sistema di distribuzione dell'aria ................................................................................
2. 3 Terminali di mandata e ripresa aria (circolari) .............................................................
■ Elemento di adduzione aria per montaggio su parete esterna DN 100 ..................
■ Filtro di adduzione aria (G3) ...................................................................................
12
12
12
12
12
13
3.
Accessori per l'installazione
3. 1 Bollitori ........................................................................................................................
■ Resistenza elettrica EHE ........................................................................................
■ Anodo alimentato da energia esterna .....................................................................
■ Gruppo di sicurezza secondo DIN 1988 .................................................................
3. 2 Funzionamento con collettori solari (tipo WWKS) ......................................................
■ Collettori solari ........................................................................................................
■ Termostato di sicurezza a riarmo manuale per impianto solare ..............................
3. 3 Sistema fotovoltaico ....................................................................................................
■ Contatore di energia monofase ...............................................................................
■ Contatore di energia trifase .....................................................................................
14
14
14
14
14
14
14
15
15
15
4.
Indicazioni per la progettazione
4.
4.
4.
4.
4.
4.
4.
Introduzione ................................................................................................................
Requisiti per l'installazione .........................................................................................
Disaccoppiamento acustico e delle vibrazioni ............................................................
Allacciamento elettrico ................................................................................................
Scarico condensa .......................................................................................................
Attacchi lato sanitario ..................................................................................................
Programma di ventilazione (solo apparecchio ad aria canalizzata) ............................
■ Ricambio d'aria .......................................................................................................
■ Rivestimento edificio a tenuta d'aria .......................................................................
■ Protezione antincendio ...........................................................................................
■ Campo di applicazione ............................................................................................
■ Caldaia a camera aperta e dispositivo ad aria canalizzata .....................................
■ Portata volumetrica dell'aria canalizzata .................................................................
■ Sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa/aria da espellere (accessorio)
■ Isolamento termico per sistema di distribuzione dell'aria ........................................
■ Passaggio dell'aria tra locali ...................................................................................
4. 8 Determinazione della perdita di carico per il sistema di distribuzione dell'aria per
aria di ripresa/aria da espellere (solo apparecchio ad aria canalizzata) .....................
4. 9 Allacciamento circuito solare (tipo WWKS) ................................................................
■ Integrazione idraulica ..............................................................................................
■ Allacciamento di collettori solari ..............................................................................
■ Dimensionamento del vaso ad espansione per impianto solare .............................
4.10 Impiego conforme alla norma .....................................................................................
16
16
17
18
18
19
20
20
20
20
20
20
20
21
22
23
1
2
3
4
5
6
7
23
24
24
24
25
25
Regolazione della pompa di
calore
............................................................................................................................................
26
6.
Indice analitico
............................................................................................................................................
27
2
VIESMANN
5793 885 IT
5.
VITOCAL 161-A
5793 885 IT
VITOCAL 161-A
VIESMANN
3
Vitocal 161-A
1.1 Descrizione del prodotto
Vitocal 161-A è una pompa di calore ad aria per produzione di acqua
calda sanitaria con bollitore integrato.
La capacità del bollitore è di 308 l, sufficiente per una famiglia di più
componenti (fino a 5 persone).
Grazie alle pratiche tubazioni d'allacciamento e al cablaggio elettrico
mediante spine ad innesto, Vitocal 161-A è semplice da installare,
ad es. in cantina, nel locale tecnico o ad uso domestico.
Con il funzionamento esclusivo della pompa di calore la temperatura
acqua calda sanitaria è di max 65 °C, per assicurare un'elevata
igiene dell'acqua sanitaria.
In caso di fabbisogno di acqua calda elevato è possibile installare
una resistenza elettrica (1,5 kW).
Durante la produzione di acqua calda si sottrae calore e umidità al
locale d'installazione.
Lo sfruttamento dell'energia contenuta nell'aria all'interno dell'edificio
avviene in modo molto efficiente e quindi economico. Con una temperatura dell'aria di 15 °C e un riscaldamento dell'acqua sanitaria da
15 °C a 45 °C la pompa di calore raggiunge un coefficiente di rendimento (COP) di 3,7 (procedimento di misurazione secondo EN 255).
Varianti
■ Vitocal 161-A, tipo WWK è concepita specialmente per la produzione d'acqua calda sanitaria senza un ulteriore generatore di
calore esterno (funzionamento monovalente).
■ Vitocal 161-A, tipo WWKS è concepita per la produzione d'acqua
calda sanitaria in abbinamento a impianto solare.
Lo scambiatore di calore solare integrato consente il collegamento
di collettori solari piani fino a 5 m2 o di collettori solari a tubi fino a
3 m2 di superficie del collettore. Una regolazione elettronica a temperatura differenziale è integrata nella Vitocal 161-A.
■ Vitocal 161-A, tipo WWK e WWKS viene fornita come apparecchio ad aria ricircolata:
Produzione d'acqua calda sanitaria con l'aria ambiente del locale
d'installazione.
■ La commutazione in apparecchio ad aria canalizzata avviene sul
posto, sostituendo il coperchio aria ricircolata con il coperchio aria
canalizzata (accessori).
Produzione d'acqua calda sanitaria con aria di ripresa proveniente
da diversi ambienti.
Vitocal 161-A, tipo WWK/WWKS sfrutta la temperatura ambiente
(aria ambiente del locale d'installazione) per la produzione d'acqua
calda sanitaria.
Con il tipo WWKS la regolazione elettronica a temperatura differenziale inserisce o disinserisce la pompa del circuito solare in funzione
della differenza di temperatura impostata tra bollitore e collettore
solare. Con pompa del circuito solare inserita non ha luogo la produzione d'acqua calda sanitaria mediante pompa di calore.
Raffigurazione sistema apparecchio ad aria ricircolata con
coperchio aria canalizzata (apparecchio ad aria canalizzata)
Raffigurazione sistema apparecchio ad aria ricircolata
D
C
A
B
D
Raffigurazione con tipo WWK
C
A
B
Raffigurazione con tipo WWK
A Scarico condensa
B Vitocal 161-A
C Attacco acqua fredda
A
B
C
D
Scarico condensa
Vitocal 161-A con coperchio aria canalizzata
Attacco acqua fredda
Elemento di adduzione aria
Per la produzione d'acqua calda sanitaria, è possibile convogliare
l'aria di ripresa (calda) alla Vitocal 161-A, tipo WWK/WWKS da
diversi ambienti, ad es. WC, bagno, cucina, attraverso un sistema di
distribuzione dell'aria. L'aria di ripresa, raffreddata durante la produzione di acqua calda, viene espulsa all'esterno dalla Vitocal 161-A.
5793 885 IT
1
4
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Vitocal 161-A (continua)
Per evitare una depressione nell'edificio, è necessario convogliare
aria esterna negli ambienti tramite elementi di adduzione aria separati. In questo modo di funzionamento, oltre alla produzione d'acqua
calda sanitaria, è possibile anche effettuare l'aerazione e lo sfiato
dell'edificio. Il dimensionamento del sistema di distribuzione dell'aria
per aria di ripresa e aria da espellere avviene come per un sistema
di ventilazione per abitazioni.
Il ventilatore incorporato consente una portata volumetrica dell'aria
fino a 300 m3/h. Vitocal 161-A si presta dunque all'aerazione e allo
sfiato controllati di case monofamiliari, fino a una superficie totale di
ca. 180 m2.
Il programma di ventilazione è possibile anche senza produzione
d'acqua calda sanitaria.
Mediante la programmazione delle fasce orarie della ventilazione e
scegliendo complessivamente 3 velocità di ventilazione si garantisce
una ventilazione continua.
La programmazione delle fasce orarie è possibile in modo indipendente per ventilazione e produzione d'acqua calda sanitaria.
Con il tipo WWKS la regolazione elettronica a temperatura differenziale inserisce o disinserisce la pompa del circuito solare in funzione
della differenza di temperatura impostata tra bollitore e collettore
solare. Con pompa del circuito solare inserita non ha luogo la produzione d'acqua calda sanitaria mediante pompa di calore.
Vantaggi
Compressore
Evaporatore
Regolazione della pompa di calore
Bollitore con 300 l di capacità (tipo WWKS) o 308 l di capacità
(tipo WWK)
E Anodo di magnesio
F Solo tipo WWKS:
Scambiatore di calore solare
G Condensatore
5793 885 IT
A
B
C
D
VITOCAL 161-A
VIESMANN
5
1
Vitocal 161-A (continua)
■ Riscaldamento dell'acqua sanitaria a 65 °C mediante modulo
pompa di calore
■ Funzione di riscaldamento rapido con resistenza elettrica opzionale
■ Predisposto per il consumo ottimizzato di energia autoprodotta
mediante sistemi fotovoltaici
■ Integrabile nelle soluzioni Smart-Grid
Stato di fornitura tipo WWK
■ Pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
provvista di spina ad innesto con regolazione integrata
■ Coperchio aria ricircolata
■ Bollitore integrato con 308 l di capacità
Stato di fornitura tipo WWKS
■ Pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
provvista di spina ad innesto con regolazione integrata e scambiatore di calore solare
■ Coperchio aria ricircolata
■ Bollitore integrato con 300 l di capacità e scambiatore di calore
solare incorporato (tubo liscio)
■ Funzione di regolazione per impianti solari, sensore temperatura
bollitore
Avvertenza
Per il buon funzionamento di Vitocal 161-A devono essere garantite
le seguenti temperature dell'aria aspirata:
■ Funzionamento ad aria ricircolata (stato di fornitura): temperatura
aria ambiente compresa tra 5 °C e 35 °C
■ Funzionamento ad aria canalizzata (con accessori): temperatura
aria canalizzata da 15 °C a 35 °C (vedi pag. 16).
5793 885 IT
1
■ Pompa di calore ad aria per funzionamento ad aria ricircolata o
canalizzata. A scelta con scambiatore di calore integrato e regolazione per impianti solari per il collegamento di collettori solari piani
e collettori solari a tubi o generatori di calore esterni
■ COP più elevato di 3,1 con A15/W10-55 (XL) secondo EN 16147.
■ Messa in funzione semplice grazie a cablaggio mediante spine ad
innesto e regolazione preimpostata
6
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Vitocal 161-A (continua)
1.2 Dati tecnici
Dati tecnici
Vitocal 161-A, tipo
Dati di resa secondo EN 255-3:1997 con A15/W45
potenzialità utile
Potenza elettrica assorbita
Coefficiente di rendimento ∊ (COP)
Dati di resa secondo EN 16147:2011 con A15/W10-55 e profilo di
prelievo XL
Coefficiente di rendimento ∊ (COPdhw)
Tempo di messa a regime
Dispersione in stand-by (Pes)
Max. volume utile
Valori elettrici
Max. potenza elettrica assorbita
Potenza elettrica assorbita della resistenza elettrica (accessorio)
Tensione nominale (senza resistenza elettrica)
Corrente nominale (senza resistenza elettrica)
Protezione
Circuito frigorifero
Fluido di lavoro
– Volume di riempimento
– Potenziale di riscaldamento globale (GWP)
– Equivalente di CO2
Pressione max. d'esercizio
Programma di riscaldamento
Portata volumetrica max. dell'aria
Bollitore integrato
Materiale
Indice
Capacità della serpentina inferiore
Temperatura massima acqua calda sanitaria ammessa
Temperatura massima acqua calda sanitaria ammessa con resistenza elettrica.
Pressione max. d'esercizio
5793 885 IT
Dispersioni per mantenimento in funzione qBS
Dispersione di calore secondo EnV c
Coefficiente di resa NL alla temperatura acqua calda sanitaria max.
(come previsto da DIN 4708)
– Senza resistenza elettrica
– Con resistenza elettrica
Portata acqua erogabile alla temperatura acqua calda sanitaria max.
(temperatura acqua miscelata 45 °C, portata erogabile 15 l/min)
Funzionamento ad aria canalizzata
Portata volumetrica dell'aria ventilazione di base
Portata volumetrica dell'aria ventilazione ridotta
Portata volumetrica dell'aria ventilazione nominale (ventilazione normale)
Portata volumetrica dell'aria ventilazione massima (durante la produzione d'acqua calda sanitaria)
Perdita max. di carico ammessa Δptotale (con portata complessiva dell'aria 300 m3/h)
Scambiatore di calore solare
Superficie di scambio termico
Capacità della serpentina inferiore
Pressione max. d'esercizio
Temperatura max. ammessa
Superficie max. collegabile collettori solari piani
Superficie max. collegabile collettori solari a tubi
Dimensioni d'ingombro
– Lunghezza
– Larghezza (7)
– Altezza
Diagonale
VITOCAL 161-A
WWK 161.A02
WWKS 161.A02
1,67
0,51
3,7
1,67
0,51
3,7
3,11
10:42
37
425
3,11
10:42
37
425
0,85
1,5
1/N/PE 230 V/50 Hz
2,22
T 10 A
0,85
1,5
1/N/PE 230 V/50 Hz
2,22
T 10 A
t
bar
MPa
R134a
1
1430
1,430
25
2,5
R134a
1
1430
1,430
25
2,5
m3/h
425
425
Acciaio smaltato
308
—
65
65
Acciaio smaltato
300
6,5
80
70
bar
MPa
kWh/24 h
kWh/24 h
10
1
2,3
2,5
10
1
2,3
2,5
l
1,5
1,9
380
1,5
1,9
380
m3/h
m3/h
m3/h
50
50 - 300
50 - 300
50
50 - 300
50 - 300
m3/h
160 - 300
160 - 300
150
150
—
—
—
—
—
—
1
6,5
6
0,6
80
5
3
761
666
1812
1917
761
666
1812
1917
kW
kW
h:min
W
l
kW
kW
A
A
kg
l
l
°C
°C
Pa
m2
l
bar
MPa
°C
m2
m2
mm
mm
mm
mm
VIESMANN
7
1
Vitocal 161-A (continua)
WWK 161.A02
145
WWKS 161.A02
160
Ra
Ra
Ra
mm
1
1
1
19
1
1
1
19
dB(A)
56
56
A+
A+
kg
Livello di potenza sonora nel funzionamento ad aria ricircolata con produzione d'acqua calda sanitaria da 15 a 60 °C e temperatura
d'ingresso aria 15 °C
Livello di potenza sonora LW [dB (A)]
con frequenza media della banda di ottave [Hz]
Totale
63
125
250
500
1000
2000
4000
8000
Nel locale d'installazione
16
41
46
50
52
49
46
34
56
Dimensioni d'ingombro
Con coperchio aria ricircolata
761
735
Ø 666
AB
C
M
D
F
1701
1665
1374
1193
1177
1500
E
1812
G
N
O
P
913
H
K
L
75
277
R
536
Apertura per cavo di allacciamento da 230 V~
Cavo rete completo di spina Schuko (allacciato in fabbrica)
Apertura per cavo di allacciamento bassa tensione
Acqua calda R 1
Solo tipo WWKS:
Guaina ad immersione per il termostato di sicurezza a riarmo
manuale del circuito solare
F Acqua di condensa 7 19 mm
G Ricircolo R 1
H Solo tipo WWKS:
Mandata circuito solare R 1
A
B
C
D
E
8
VIESMANN
K Solo tipo WWKS:
Ritorno circuito solare R 1
L Acqua fredda/scarico R 1
M Unità di servizio
N Sensore temperatura bollitore superiore
O Resistenza elettrica (accessorio)
P Apertura d'ispezione e anodo di magnesio
R Sensore temperatura bollitore inferiore
5793 885 IT
1
Vitocal 161-A, tipo
Peso
Allacciamenti
Acqua fredda, acqua calda
Ricircolo di acqua sanitaria
Mandata/ritorno circuito solare
Scarico condensa (7)
Livello di potenza sonora L W
(misurazione in base a EN 12102/EN ISO 9614-2, classe di precisione 2)
Max. spettro di potenza sonora ponderato A nel locale d'installazione
Classe energetica secondo la direttiva EU n. 811/2013
produzione d'acqua calda sanitaria
– Profilo di prelievo XL
VITOCAL 161-A
Vitocal 161-A (continua)
Con coperchio aria canalizzata (accessorio)
761
735
Ø 666
1
DN160
AB
C
M
D
1500
N
O
G
H
K
L
75
277
R
536
913
P
F
1701
1665
1374
1193
1177
1857
E
B
F
A
D,E,G - L
T
S
370
Apertura per cavo di allacciamento da 230 V~
Cavo rete completo di spina Schuko (allacciato in fabbrica)
Apertura per cavo di allacciamento bassa tensione
Acqua calda R 1
Solo tipo WWKS:
Guaina ad immersione per il termostato di sicurezza a riarmo
manuale del circuito solare
F Acqua di condensa 7 19 mm
G Ricircolo R 1
H Solo tipo WWKS:
Mandata circuito solare R 1
K Solo tipo WWKS:
Ritorno circuito solare R 1
L Acqua fredda/scarico R 1
M Unità di servizio
N Sensore temperatura bollitore superiore
O Resistenza elettrica (accessorio)
P Apertura d'ispezione e anodo di magnesio
R Sensore temperatura bollitore inferiore
S Espulsione aria DN 160
T Ripresa aria DN 160
5793 885 IT
A
B
C
D
E
VITOCAL 161-A
VIESMANN
9
Vitocal 161-A (continua)
Curve caratteristiche ventilatore
1
500
B
100 %
450 90 %
400 80%
350
300
Perdita di carico esterna in Pa
250
70 %
A
60 %
50 %
200 40 %
150
30 %
100
50
0
20 %
0
50
100 150 200 250
Portata volumetrica dell'aria in
m³/h
C
300
350
400
450
500
550
5793 885 IT
A Famiglia di curve caratteristiche dell'impianto
B Famiglia di curve caratteristiche del ventilatore
C Campo consigliato per il punto di dimensionamento (portata
volumetrica nominale)
10
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Vitocal 161-A (continua)
Perdite di carico
1000 100,0
800 80,0
1,0
0,8
6
5
4
0,6
0,5
0,4
0,6
0,5
0,4
3
0,3
Portata volumetrica acqua sanitaria
in l/h
Perdita di carico lato sanitario
0,3
500
600
3
kPa
10
8
6
5
4
8000
2,0
1,0
0,8
4000
5000
6000
20
10
8
3000
3,0
2,0
2000
30
20
800
1000
6,0
5,0
4,0
3,0
500
600
60
50
40
30
kPa
10,0
8,0
6,0
5,0
4,0
Perdita di carico in
mbar
100
80
60
50
40
1
Portata volum. acqua di riscald.
in l/h
8000
10000
20,0
4000
5000
6000
200
3000
30,0
2000
300
800
1000
60,0
50,0
40,0
Perdita di carico in
mbar
600
500
400
100 10,0
80 8,0
Perdita di carico lato riscaldamento serpentina superiore
Dati di resa acqua sanitaria in abbinamento a un generatore esterno di calore
16
18
19
22
24
25
32
45
60
16
390
1,3
159
18
440
1,4
164
19
465
1,4
164
22
540
1,4
164
24
590
1,4
164
25
614
1,4
164
26
638
1,4
164
26
638
1,5
168
26
638
1,5
168
5793 885 IT
Potenzialità utile del generatore esterno di calore kW
Resa continua lato sanitario per produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 45 °C e per una temperatura media acqua di caldaia pari a 78 °C
kW
l/h
Coefficiente di resa NL conformemente a DIN 4708
Resa istantanea in 10 min
l/10 min
VITOCAL 161-A
VIESMANN
11
Sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa e da espellere
2.1 Pompa di calore
Coperchio aria canalizzata
Articolo 7596 129
■ Per l'utilizzo della pompa di calore ad aria per produzione di acqua
calda sanitaria come apparecchio ad aria canalizzata
■ Compatibile con il tipo WWK e WWKS
■ Per sistema di distribuzione dell'aria DN 160
2.2 Sistema di distribuzione dell'aria
Vedere la documentazione per la progettazione “Sistemi di ventilazione con recupero del calore„
2.3 Terminali di mandata e ripresa aria (circolari)
Elemento di adduzione aria per montaggio su parete esterna DN 100
Articolo 7299 302
Portata volumetrica fino a 35 m3/h, con bussola di montaggio.
27
□1
Ø130
25
5-
40
0
40
5793 885 IT
2
12
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa e da espellere (continua)
Perdita di carico Elemento di adduzione aria attacco a parete/esterno DN 100
60
B
50
40
2
Perdita di carico in Pa
30
A
20
10
0
10
20
30
Portata complessiva dell'aria in m³/h
40
50
60
A senza filtro
B con filtro
Filtro di adduzione aria (G3)
5793 885 IT
Articolo 7299 301
■ Adatto all'elemento di adduzione aria, articolo 7299 302.
■ Confezione da 10 pezzi.
VITOCAL 161-A
VIESMANN
13
Accessori per l'installazione
3.1 Bollitori
Resistenza elettrica EHE
Articolo: 7509 841
■ Potenzialità 1,5 kW.
■ Resistenza elettrica per l'installazione nel bollitore.
■ Termostato di sicurezza a riarmo manuale con capillare e sonda
temperatura.
■ Modulo elettrico di comando per installazione nella regolazione.
Dati tecnici
Resistenza elettrica
Potenzialità utile
Tensione nominale
W
Resistenza fredda
Pressione max. d'esercizio
Ω
bar
MPa
Lunghezza di montaggio
mm
Lunghezza tubo di protezione della son- mm
da
Raccordo filettato
G
Chiave
Termostato di sicurezza a riarmo manuale
Temperatura di disinserimento
°C
3
1500
1/N/PE 230 V/
50 Hz
33,0 - 38,5
10
1
473
279
1½
60
70
Anodo alimentato da energia esterna
Articolo 7182 008
■ Esente da manutenzione
■ Al posto dell'anodo di magnesio fornito a corredo
Gruppo di sicurezza secondo DIN 1988
■ 10 bar (1 MPa): articolo 7180 662
■ DN 20/R 1
■ Potenza max. di riscaldamento: 150 kW
Componenti:
■ valvola d'intercettazione
■ valvola di ritegno e attacchi di prova
■ attacchi allacciamento manometro
■ valvola di sicurezza a membrana
3.2 Funzionamento con collettori solari (tipo WWKS)
Collettori solari
Vedi listino prezzi Viessmann
Avvertenza
La regolazione della Vitocal 161-A non supporta pompe di circolazione con segnale PWM.
Consigliamo il pacchetto impianto solare che offriamo come accessorio nel listino prezzi Viessmann (articolo: SK04 468).
Termostato di sicurezza a riarmo manuale per impianto solare
5793 885 IT
Articolo: 7172 825
Temperatura di intervento max. 95 °C.
14
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Accessori per l'installazione (continua)
3.3 Sistema fotovoltaico
Contatore di energia monofase
Articolo 7506 156
■ Con interfaccia Modbus seriale
■ Per lo sfruttamento ottimale da parte della pompa di calore della
corrente generata dagli impianti fotovoltaici
■ Solo in abbinamento a impianti fotovoltaici monofase con una
potenza massima di 4,6 kWp
Attacco:
■ Montaggio su listello guida 35 mm (come da norma
EN 60715 TH35)
■ Sezione del conduttore del circuito elettrico principale: max. 6 mm2
■ Sezione del conduttore del circuito di comando: max. 2,5 mm2
Dati tecnici
Contatore di energia monofase
Tensione nominale
Frequenza nominale
Elettricità
– Corrente di riferimento
– Corrente di misura max.
– Corrente di avvio
– Corrente min.
Potenza assorbita
Visualizzazione
– Potenza attiva, tensione, corrente
– Campo di conteggio
– Impulsi
– Classi di precisione
63
Temperatura ambiente ammessa
– Funzionamento
– Deposito e trasporto
230 V~ da −20 a +15 %
50 Hz−20 fino a +15 %
5A
32 A
20 mA
0,25 A
0,4 W potenza attiva
LCD, a 7 cifre
0 - 999999,9
2000/kWh
B secondo EN 50470-3
1 secondo IEC 62053-21
da −10 a +55 °C
da −30 a +85 °C
89
18
Contatore di energia trifase
Articolo 7506 157
■ Con interfaccia Modbus seriale
■ Per lo sfruttamento ottimale da parte della pompa di calore della
corrente generata dagli impianti fotovoltaici
62
Allacciamento:
■ Montaggio su listello guida 35 mm (come da norma EN 60715
TH35)
■ Sezione del conduttore del circuito elettrico principale: da 1,5 a
16 mm2
■ Sezione del conduttore del circuito di comando: max. 2,5 mm2
3 x 230 V~/400 V~da −20 a +15%
50 Hzda −20 a +15%
10 A
65 A
40 mA
0,5 A
0,4 W potenza attiva per fase
LCD, a 7 cifre, per 1 o 2 tariffe
0 - 999999,9
100/kWh
B secondo EN 50470-3
1 secondo IEC 62053-21
Temperatura ambiente ammessa
– durante il funzionamen- da −10 a +55 °C
to
– durante il deposito e il
da −30 a +85 °C
trasporto
82
5793 885 IT
70
Dati tecnici
Tensione nominale
Frequenza nominale
Corrente elettrica
– Corrente di riferimento
– Corrente max. di misurazione
– Corrente di avvio
– Corrente min.
Potenza assorbita
Indicazione
– Per fase: potenza attiva,
tensione, corrente
– Campo di conteggio
– Impulsi
– Classi di precisione
VITOCAL 161-A
VIESMANN
15
3
Indicazioni per la progettazione
4.1 Introduzione
La pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
può essere trasportata in posizione verticale o orizzontale.
Avvertenza per il trasporto in orizzontale
Installare la pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda
sanitaria e lasciarla in questa posizione per ameno 30 min prima
della messa in funzione.
4.2 Requisiti per l'installazione
V
20 m³
5 °C
35 °C
b
a
b
4
500 kg
B
A
Pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda
sanitaria
Tubazione per lo scarico dell'acqua di condensa
B
Misura a ■ Con coperchio aria ricircolata:
2100 mm
■ Con coperchio aria canalizzata:
2200 mm
Misura b ■ In caso di installazione ad angolo:
≥ 650 mm
■ In caso di installazione su parete dritta:
≥ 150 mm
A
Avvertenza
In caso di installazione ad angolo si deve mantenere la distanza
minima. Una distanza inferiore dalla parete può causare un corto circuito delle portate volumetriche dell'aria.
Attenzione!
Garantire le seguenti temperature dell'aria ambiente e aria canalizzata:
■ Per la produzione d'acqua calda sanitaria con apparecchio ad aria
canalizzata:
da 15 °C a 35 °C
■ Per la produzione d'acqua calda sanitaria con apparecchio ad aria
ricircolata e per il programma di ventilazione con apparecchio ad
aria canalizzata:
da 5 °C a 35 °C
Ulteriori requisiti per l'apparecchio ad aria canalizzata:(vedi
pagina 21)
■ Scegliere la posa delle tubazioni per le zone di ripresa dell'aria, in
modo che la perdita di carico nel sistema di distribuzione dell'aria
sia il più ridotta possibile.
■ Le tubazioni di ripresa dell'aria, che attraversano le zone non
riscaldate dell'abitazione, devono essere isolate termicamente con
materiali a tenuta di vapore (non necessario in caso di impiego di
tubo o curve in EPP). Eseguire l'isolamento termico secondo
DIN 1946-6.
Possibili locali d'installazione:
■ Vano tecnico separato, ripostiglio o locale ad uso domestico
■ Cantina
5793 885 IT
Installare la pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda
sanitaria preferibilmente all'interno del rivestimento coibentato e a
tenuta d'aria dell'edificio:
■ Provvedere a una posa più corta possibile delle tubazioni per l'aria
espulsa.
■ Quando la pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda
sanitaria non è in funzione, in inverno dall'esterno potrebbe penetrare aria fredda nel locale d'installazione attraverso il passante di
espulsione aria. Per evitare che ciò si verifichi, installare sul posto
valvole di ritegno a bassa resistenza.
■ Per evitare la formazione di acqua di condensa isolare le tubazioni
per l'aria di smaltimento e gli attacchi del coperchio aria di scarico
con un rivestimento termico a tenuta di vapore spesso almeno
50 mm.
■ Lo scarico condensa deve essere allacciato ad una tubazione per
lo scarico dell'acqua.
■ Per evitare la propagazione delle vibrazioni meccaniche, non
installare l'apparecchio su solai con travi di legno (ad es. in soffitta).
■ Dotare le tubazioni, i passanti parete e gli allacciamenti alla pompa
di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria con
sistemi di smorzamento delle vibrazioni.
■ Deve esserci una presa Schuko con messa a terra e protezione
separata.
■ Il locale d'installazione deve essere asciutto e protetto dal gelo.
■ L'aria di aspirazione deve essere priva di polveri, grassi e idrocarburi alogeni (ad es. quelli contenuti in spray, vernici, solventi e
detergenti).
■ Rispettare assolutamente le distanze minime previste per le operazioni di assistenza e manutenzione.
16
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Indicazioni per la progettazione (continua)
4.3 Disaccoppiamento acustico e delle vibrazioni
E
F
H
G
C
D
K
B
A
L
M
A Pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
B Collegamenti flessibili per attacchi idraulici
C Tubo flessibile per sistema di distribuzione dell'aria per aria di
ripresa/aria da espellere
D Isolamento dalle vibrazioni per passante parete
E Attacco per fissaggio della tubazione di ripresa aria con smorzatore di vibrazioni
F Silenziatore ripresa aria
G Silenziatore espulsione aria
H Attacco per fissaggio della tubazione di espulsione aria con
smorzatore di vibrazioni
K Isolamento dalle vibrazioni del passante per l'espulsione aria
L Isolamento dalle vibrazioni per pavimento
M Piedini regolabili
Devono essere evitati i picchi di rumorosità di breve durata che
superano il valore orientativo di più di 10 dB (A).
Per ridurre la propagazione del suono e la trasmissione di vibrazioni
del ventilatore incorporato all'edificio, occorre attenersi a quanto
segue:
■ Utilizzare i piedini regolabili forniti in dotazione (M).
■ Per evitare rumori dovuti al flusso e un consumo di energia elevato
dovuto alle perdite di carico ridurre le sezioni dei tubi solo dopo
aver ripartito la portata volumetrica (ad es. mediante raccordi a T).
■ Osservare sull'uscita aria espulsione i valori di emissione acustica.
Per attenersi ai valori (di emissioni inquinanti) limite, prevedere un
silenziatore (adeguato all'installazione).
■ Disaccoppiamento acustico:
– Dal pavimento del locale d'installazione alla parete e basamento
(L).
– Dal sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa/aria da
espellere alla Vitocal 161-A (in caso di funzionamento ad aria
canalizzata).
A tale scopo, le tubazioni di ripresa e di espulsione aria devono
essere dotate di silenziatore (F e G).
■ Silenziatore:
– Per prevenire i rumori dovuti al flusso montare silenziatori.
– Per soddisfare requisiti maggiori, prevedere ulteriori silenziatori
tra soggiorno, camere da letto e toilettes adiacenti.
■ Disaccoppiamento delle vibrazioni:
– Mediante raccordi flessibili (B) con raccordi idraulici.
– Da utilizzare per l'allacciamento al sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa/aria da espellere (C).
– Prevedere un isolamento dalle vibrazioni per i passanti parete
(D e K).
– Fissare le tubazioni per l'aria di mandata e da espellere con
smorzamento delle vibrazioni (E e H).
5793 885 IT
Per quanto riguarda i valori orientativi per le emissioni sonore e la
relativa misurazione, vale la direttiva VDI 2058, foglio 1.
Per la trasmissione dei rumori all'interno degli edifici e la propagazione delle vibrazioni meccaniche, valgono i seguenti valori orientativi per i locali abitativi, indipendentemente dalla posizione dell'edificio:
■ Di giorno 35 dB (A)
■ Di notte 25 dB (A)
VITOCAL 161-A
VIESMANN
17
4
Indicazioni per la progettazione (continua)
4.4 Allacciamento elettrico
La pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
viene fornita con una spina di alimentazione montata in fabbrica.
Per l'allacciamento rete è richiesta una presa Schuko con messa a
terra e protezione separata:
■ 230 V/50 Hz
■ Fusibile di protezione max. 10 A
Eseguire l'allacciamento rete e prendere le misure di protezione conformemente alle normative seguenti:
■ IEC 60 364-4-41
■ Normative in vigore
■ Prescrizioni di allacciamento dell'azienda erogatrice di energia
elettrica locale (EVU)
≥ 1500
B
A
A Pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
B Presa Schuko con messa a terra
4.5 Scarico condensa
All'interno del modulo pompa di calore si forma acqua di condensa
sia con la produzione d'acqua calda sanitaria mediante l'aria
ambiente che con l'aerazione. L'acqua di condensa deve essere
condotta tramite scarico condensa nella rete fognaria.
■ A causa del pericolo di intasamento non è ammesso il collegamento dello scarico condensa ai tubi per acqua piovana.
■ Le parti dello scarico dell'acqua di condensa che passano attraverso locali non riscaldati devono essere protette dal gelo (ad es.
isolamento termico o cavo scaldante).
Scarico condensa mediante sifone con intercettatore acqua
Ø 19
5793 885 IT
Ø 19
≥ 60
Scarico condensa mediante sifone
60
4
18
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Indicazioni per la progettazione (continua)
4.6 Attacchi lato sanitario
Per l'attacco lato sanitario attenersi alle norme vigenti.
F
B
A
C
T
D
E
Inoltre occorre attenersi a quanto segue:
■ Collegare tutte le tubazioni mediante raccordi staccabili.
■ Dotare la tubazione di ricircolo di pompa di ricircolo, valvola di ritegno e orologio programmatore. La circolazione naturale è possibile
solo limitatamente.
N
G HK L M G
G M O P G RN
S
M
A Acqua calda
B Tubazione di ricircolo
Se non si allaccia il ricircolo sigillarne l'apertura prevista.
C Pompa di ricircolo
D Valvola di ritegno a molla
E Estremità ispezionabile della tubazione di scarico
F Valvola di sicurezza
G Valvola d'intercettazione
H Valvola di regolazione portata
K Attacco manometro
L
M
N
O
P
R
S
T
Come accessorio è disponibile il gruppo di sicurezza secondo
DIN 1988 che comprende i seguenti componenti:
■ Valvola d'intercettazione
■ Valvola di sicurezza a membrana
■ Valvola di ritegno e attacchi di prova
■ Attacchi allacciamento manometro
■ La tubazione di scarico della valvola di sicurezza non deve essere
chiusa. L'acqua in uscita deve essere condotta senza pericolo e in
modo visibile in un imbuto di scarico. In prossimità della tubazione
di scarico della valvola di sicurezza, o eventualmente sulla valvola
stessa, applicare una targhetta che riporti quanto segue: “Per
motivi di sicurezza, durante il riscaldamento può fuoriuscire acqua
dalla tubazione di scarico! Non tappare!„
■ Montare la valvola di sicurezza al di sopra dello spigolo superiore
della pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria.
Avvertenza sul dispositivo termostatico di miscelazione automatico
La pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria è
in grado di riscaldare l'acqua sanitaria ad oltre 60 °C. Per questo
motivo, come protezione da ustioni, si deve installare un dispositivo
termostatico di miscelazione automatico nella tubazione acqua
calda.
Avvertenze relative alla valvola di sicurezza (salvo diverse prescrizioni e/o normative)
Se non è installato il gruppo di sicurezza come da DIN 1988, per
proteggere l'impianto da sovrappressione dotarlo di valvola di sicurezza a membrana omologata.
Valvola di ritegno
Rubinetto di scarico
Acqua fredda
Filtro impurità
Riduttore di pressione
Valvola di ritegno/disconnettore
Vaso di espansione, per acqua sanitaria (non c)
Dispositivo termostatico di miscelazione automatico (da predisporre sul posto)
Requisiti tecnici
■ Temperatura massima acqua calda sanitaria:
Tipo WWK: 65 °C
Tipo WWKS:
– Con integrazione solare, senza resistenza elettrica: 80 °C
– Con resistenza elettrica: 70 °C
■ Max. temperatura bollitore: 95 °C
■ Pressione max. d'esercizio: 10 bar (1 MPa),
■ Pressione di collaudo: 13 bar (1,3 MPa)
■ Diametro dell'attacco: R 1
5793 885 IT
Avvertenze per il montaggio:
■ La valvola di sicurezza deve essere disposta sull'alimentazione
acqua fredda. Tra valvola di sicurezza e bollitore non devono
esserci dispositivi d'intercettazione.
■ Non sono consentite strozzature nella tubazione fra la valvola di
sicurezza e il bollitore.
VITOCAL 161-A
VIESMANN
19
4
Indicazioni per la progettazione (continua)
4.7 Programma di ventilazione (solo apparecchio ad aria canalizzata)
Ricambio d'aria
Il valore orientativo per il ricambio d'aria per edifici abitativi è di 0,5.
Ciò significa che l'intera portata d'aria dell'edificio viene cambiata
ogni 2 ore.
Il calcolo esatto delle portate volumetriche dell'aria necessarie deve
essere effettuato secondo DIN 1946-6.
Rivestimento edificio a tenuta d'aria
Per garantire il ricambio d'aria definito mediante il ventilatore della
pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria, il
rivestimento dell'edificio deve essere il più possibile a tenuta.
La tenuta di un rivestimento edificio può essere accertato con l'aiuto
del “Blower Door Test„. Durante questo test un ventilatore genera
una differenza di pressione di 50 Pa (0,5 mbar) tra l'interno e l'esterno dell'edificio.
Protezione antincendio
In Germania, per le case monofamiliari non sono necessari requisiti
particolari per la protezione antincendio (altezza fino al soffitto del
piano superiore < 7 m).
In caso di perforazioni di muratura di protezione antincendio e pareti
tagliafuoco in edifici con più di 2 piani, attenersi alla norma DIN 4102
(serrande di protezione antincendio, costruzione cavedi).
Per la protezione antincendio attenersi alle direttive del regolamento
edilizio vigente.
Campo di applicazione
Il sistema di espulsione dell'aria non è concepito per l'impiego in
locali ad uso commerciale (ad es. ristoranti, negozi ecc.). Non è consentito inoltre il suo utilizzo per la ventilazione di piscine, garage
oppure locali speciali.
Caldaia a camera aperta e dispositivo ad aria canalizzata
Il funzionamento contemporaneo di un focolare a camera aperta (ad
es. caminetto aperto) e della pompa di calore ad aria per produzione
di acqua calda sanitaria provoca una pericolosa depressione nell'ambiente. La depressione può provocare il riflusso dei gas di scarico nell'ambiente.
■ Non mettere in funzione la pompa di calore ad aria per produzione
di acqua calda sanitaria insieme ad un focolare a camera aperta
(ad es. camino aperto).
■ Mettere in funzione solo i focolari a camera stagna con adduzione
separata dell'aria di combustione. Consigliamo caldaie dotate di
omologazione generale come caldaie a camera stagna.
■ Mantenere a tenuta e chiuse le porte dei locali caldaia che non
abbiano l'afflusso di aria di combustione in comune con i locali abitativi.
Portata volumetrica dell'aria canalizzata
Avvertenza
Il sistema ad aria canalizzata installato deve funzionare continuamente a ventilazione di base min. per proteggerlo da umidità.
Se si spegne l'apparecchio di ventilazione, sussiste il rischio che si
formi condensa nell'apparecchio e sul corpo dell'edificio (danni
dovuti a umidità).
Il valore minimo della portata volumetrica complessiva dell'aria canalizzata per spazi di utenza è regolato dalla norma DIN 1946-6 e
riportato nella tabella seguente. Il dimensionamento dell'apparecchio
ad aria canalizzata è realizzato per ventilazione normale (ventilazione nominale).
Ulteriori spiegazioni sul dimensionamento della ventilazione
mediante ventilatori sono riportate nelle indicazioni per la progettazione “Vitovent„.
Valori minimi delle portate volumetriche complessive dell'aria canalizzata per spazi di utenza (NE) secondo DIN 1946-6
Superficie dello spazio di
≤ 30
50
70
90
110
130
150
170
190
m2
utenza
Ventilazione di base (ventila15
25
30
35
40
45
50
55
60
m3
zione a protezione dall'umidità)
Isolamento termico elevato
Ventilazione di base (ventila20
30
40
45
55
60
70
75
80
m3
zione a protezione dall'umidità)
Isolamento termico basso
Ventilazione ridotta
40
55
65
80
95
105
120
130
140
m3
Ventilazione normale
55
75
95
115
135
155
170
185
200
m3
(Ventilazione nominale)
Ventilazione massima
70
100
125
150
175
200
220
245
265
m3
20
VIESMANN
210
65
85
150
215
285
VITOCAL 161-A
5793 885 IT
4
Il sistema centrale di espulsione dell'aria può essere utilizzato solo in
uno spazio di utenza chiuso (ad es. casa monofamiliare o abitazione). In base alle normative relative all'isolamento termico non è
consentita la ventilazione di più appartamenti di piccole dimensioni o
monolocali, date le scarse possibilità di intervento da parte dell'utente.
Indicazioni per la progettazione (continua)
Avvertenza
Assicurare una ventilazione intensiva secondo DIN 1946-6 mediante
una ventilazione via finestra.
Sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa/aria da espellere (accessorio)
Elementi di adduzione aria
Per evitare una depressione nei locali, utilizzare gli elementi di adduzione aria (vedi pagina 5 e 12) per l'aerazione controllata dei suddetti locali.
Terminali di ripresa aria
I terminali di ripresa aria sono regolabili per diverse portate volumetriche. La somma delle portate volumetriche di tutti i terminali di
ripresa aria deve essere pari a 300 m3/h.
Posizionamento nel locale:
■ Per evitare correnti d'aria, non posizionare elementi di adduzione
aria nelle immediate vicinanze di posti a sedere e camere da letto.
■ Per il preriscaldamento dell'aria esterna nella stagione invernale,
installare gli elementi di adduzione aria nel campo di convezione
d'aria dei radiatori.
Tubazioni di ripresa e di espulsione aria
■ Per evitare una posa complicata delle tubazioni, la posa del
sistema di distribuzione dell'aria deve essere realizzata prima di
eseguire la rete di canalizzazione.
■ Posare le tubazioni di ripresa e di espulsione aria nelle immediate
vicinanze della pompa di calore orizzontalmente o con una leggera
pendenza rispetto agli attacchi per l'aria del coperchio aria canalizzata. In questo modo l'acqua di condensa viene convogliata
mediante la pompa di calore nell'acqua di scarico (vedi pagina 18).
■ Per evitare rumori dovuti al flusso e un consumo di energia elevato
dovuto alle perdite di carico ridurre le sezioni dei tubi solo dopo
aver ripartito la portata volumetrica (ad es. mediante raccordi a T).
■ Non è ammesso l'allacciamento di cappe da cucina con tubo di
ventilazione al sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa.
■ La max. perdita di carico complessiva consigliata Δpcompless. per
tutti i componenti incl. passanti per parete esterna nel sistema di
distribuzione dell'aria è 100 Pa.
Dimensionamento:
■ Dimensionare gli elementi di adduzione aria in modo corrispondente alla portata volumetrica nominale dell'aria (secondo
DIN 1946).
Indicazioni per la progettazione Vitovent 300
4
5793 885 IT
■ La portata volumetrica dell'aria max. (durante la produzione d'acqua calda sanitaria) deve poter scorrere attraverso gli elementi di
adduzione aria.
Campo ammesso per la portata volumetrica massima dell'aria: tra
160 m3/h e 300 m3/h
■ Lo squilibrio di pressione tra portata volumetrica dell'aria di mandata e portata volumetrica dell'aria di ripresa deve essere pari a
max. 8 Pa.
Si raccomanda quanto segue: dimensionamento degli elementi di
adduzione aria per una perdita di carico di max. 8 Pa con una
massima portata volumetrica dell'aria
VITOCAL 161-A
VIESMANN
21
Indicazioni per la progettazione (continua)
Δp Totale
Isolamento termico per sistema di distribuzione dell'aria
■ Per evitare la formazione di acqua di condensa, isolare le tubazioni di espulsione d'aria e gli attacchi del coperchio aria canalizzata con un rivestimento termico a tenuta di vapore spesso
almeno 50 mm.
■ Isolare termicamente a tenuta di vapore tutte le tubazioni di ripresa
aria secondo DIN 1946-6.
Attenersi agli spessori degli isolamenti previsti da DIN 1946-6, vedi
tabella seguente.
■ Per un'ottimale produzione di calore nell'apparecchio ad aria canalizzata devono essere mantenute al minimo le dispersioni di calore
del sistema di distribuzione dell'aria:
Isolare termicamente a tenuta di vapore tutte le tubazioni nelle
zone non riscaldate secondo DIN 1946-6, vedi tabella seguente.
Provvedimenti per l'isolamento:
■ Eseguire l'isolamento secondo le norme tecniche in vigore.
■ Coprire bene i giunti con nastro adesivo.
■ Evitare fessure.
■ Disaccoppiare i passanti tetto e parete mediante strisce isolanti.
■ Come materiale isolante consigliamo ad es. Armaflex.
Avvertenza
Per tubi o curve in EPP non è necessario alcun isolamento termico
aggiuntivo.
Spessori dell'isolamento del sistema di distribuzione dell'aria secondo DIN 1946-6
Tipo e temperatura dell'aria
Posa delle tubazioni all'esterno dell'iPosa delle tubazioni all'interno dell'isolamento termico
nella tubazione
solamento termico, all'interno dell'edificio
ϑUL < 18 °C
ϑUL ≥ 18 °C
Spessore dell'isolamento in mm
Spessore dell'isolamento in mm
minimo
minimo
Aria di ripresaϑAr. ripr.
≥ 25
Aria espulsa ϑFL (a tenuta di
50
vapore)
0
50
ϑUL
Temperatura dell'aria ambiente
ϑFL
Temperatura dell'aria nella tubazione di espulsione aria
ϑAr. ripr. Temperatura dell'aria nella tubazione di ripresa aria
5793 885 IT
4
22
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Indicazioni per la progettazione (continua)
Passaggio dell'aria tra locali
Diffusione tramite traferro d'aria sotto la porta
Accertarsi che vi sia possibilità di passaggio per il flusso dell'aria
dalle zone di mandata aria alle zone di ripresa aria.
È sufficiente una fessura sotto il battente della porta. Regolare l'altezza della fessura in base alla portata volumetrica dell'aria come
indicato nella tabella seguente.
Se le porte interne sono a tenuta d'aria prevedere sul posto delle
aperture fonoassorbenti nella parete divisoria o nel battente della
porta. In questo caso, la perdita di carico a ventilazione nominale
deve essere inferiore a 1,5 Pa. Per l'apertura, osservare le indicazioni sulla perdita di carico del costruttore.
Superfici della fessura secondo DIN 1946-6
Portata volumetrica dell'aria in m3/h
10
20
30
40
Porta con guarnizione
Superficie necessaria per fessu- cm2
25
50
75
100
ra
Altezza fessura per porta larga
mm
3
6
8
11
89 cm
Porta senza guarnizione
Superficie necessaria per fessu- cm2
0
25
50
75
ra
Altezza fessura per porta larga
mm
0
3
6
8
89 cm
50
60
70
80
90
100
125
150
175
200
225
250
14
17
20
22
25
28
100
125
150
175
200
225
11
14
17
20
22
25
4.8 Determinazione della perdita di carico per il sistema di distribuzione dell'aria per
aria di ripresa/aria da espellere (solo apparecchio ad aria canalizzata)
La pompa di calore ad aria per produzione di acqua calda sanitaria
raggiunge la portata volumetrica max. di 300 m3/h solo se la perdita
di carico totale Δptotale nel sistema di distribuzione dell'aria è inferiore
a 100 Pa (vedi curva caratteristica portate volumetriche dell'aria a
pagina 10).
Esempio di calcolo
Indicazioni per la progettazione Vitovent
5793 885 IT
Per il calcolo della perdita di carico totale nel sistema di tubazioni si
consiglia la procedura seguente:
1. Calcolo delle portate complessive dell'aria necessarie per i locali
di ripresa aria e confronto con le portate volumetriche minime dell'aria di ripresa secondo DIN 1946-6 (vedi pagina 20).
2. Progettazione del sistema di distribuzione dell'aria nella pianta
(vedi figura seguente).
3. Suddivisione del sistema di distribuzione dell'aria in singoli segmenti (tratti di percorso) e compilazione del formulario. Le perdite
di carico dei singoli segmenti risultano dalle perdite di carico dei
singoli componenti.
4. Calcolo della perdita di carico totale secondo formulario.
VITOCAL 161-A
VIESMANN
23
4
Indicazioni per la progettazione (continua)
4.9 Allacciamento circuito solare (tipo WWKS)
In abbinamento a un impianto solare i costi, comunque bassi, per la
produzione d'acqua calda sanitaria possono essere ulteriormente
ridotti.
La Vitocal 160-A, tipo WWKS dispone di uno scambiatore di calore
solare integrato e di una regolazione differenziale della temperatura.
La mandata e il ritorno del circuito solare vengono collegati agli
attacchi (R 1) dello scambiatore di calore solare.
Integrazione idraulica
C
D
E
F
G
H
K
L
M
H
G
K
Modulo pompa di calore
Pompa ricircolo acqua calda sanitaria (da predisporre sul posto)
Solar-Divicon
Pompa circuito solare
Sensore temperatura collettore
Collettori solari
Valvola di sicurezza
vaso di espansione
Sensore temperatura bollitore in basso (solare)
P
F
4
E
L
WW
D
C
B
M
A
A Vitocal 161-A, tipo WWKS
B Bollitore integrato con scambiatore di calore solare
Allacciamento di collettori solari
Alla Vitocal 161-A, tipo WWKS è possibile allacciare max. 5 m2 di
collettori solari piani oppure 3 m2 di collettori solari a tubi. Le tubazioni dai collettori alla Vitocal 161-A devono essere realizzate sul
posto. Nel circuito solare deve essere montato anche un gruppo
pompa.
5793 885 IT
Avvertenza
La regolazione della Vitocal 161-A non supporta pompe di circolazione con segnale PWM.
Consigliamo il pacchetto impianto solare che offriamo come accessorio nel listino prezzi Viessmann.
L'isolamento termico delle tubazioni deve essere realizzato in materiale termoresistente fino a 185 °C. Questo requisito vale anche per
le fascette per fissaggio a parete da utilizzare.
Al sistema di tubazioni da installare deve essere allacciato un vaso
di espansione dimensionato in modo appropriato.
Per ottenere le portate necessarie, tener conto, in fase di calcolo,
della perdita di carico del sistema di tubazioni inclusa la superficie
del collettore solare. Per quanto riguarda la versione, il montaggio, il
calcolo e i limiti d'impiego dell'impianto solare valgono le indicazioni
per la progettazione, le istruzioni di servizio e di montaggio dei
sistemi solari nell'edizione aggiornata.
24
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Indicazioni per la progettazione (continua)
Dimensionamento del vaso ad espansione per impianto solare
Vaso di espansione per impianto solare
Il vaso ad espansione per impianto solare è un vaso chiuso il cui
vano gas (riempito d'azoto) è separato da quello del fluido (fluido termovettore) mediante una membrana e la cui pressione di precarica
dipende dall'altezza dell'impianto.
Struttura e funzioni
Con valvola d'intercettazione e fissaggio
Dati tecnici
a
b
b
a
A
B
C
D
E
F
G
H
Fluido termovettore
Riempimento d'azoto
Cuscinetto d'azoto
Riserva di sicurezza min. 3 l
Riserva di sicurezza
Stato di fornitura (pressione di precarica 3 bar, 0,3 MPa)
Impianto solare riempito senza influenza termica
Sotto la massima pressione alla temperatura massima del fluido
termovettore
Vaso di espansione
A
B
Articolo
4
Capacità
7248 241
7248 242
7248 243
7248 244
7248 245
Avvertenza
Nel caso dei pacchetti solari compreso nella fornitura
Øa
l
18
25
40
50
80
b
mm
280
280
354
409
480
Attacco
mm
370
490
520
505
566
Peso
kg
7,5
9,1
9,9
12,3
18,4
R¾
R¾
R¾
R1
R1
Per i dati relativi al calcolo del volume necessario vedi indicazioni
per la progettazione “Vitosol„.
4.10 Impiego conforme alla norma
È consentito installare e far funzionare l'apparecchio in modo conforme alle norme solo in sistemi di riscaldamento chiusi a norma
EN 12828 e attenendosi a quanto riportato nelle rispettive istruzioni
di montaggio, di servizio e d'uso.
A seconda del modello, l'apparecchio può essere impiegato solo per
i seguenti scopi:
■ Riscaldamento
■ Raffreddamento
■ Produzione d'acqua calda sanitaria
L'aggiunta di componenti e di accessori consente di ampliare la
gamma delle funzioni.
L'impiego commerciale o industriale per scopi diversi dal riscaldamento o il raffreddamento o dalla produzione d'acqua calda sanitaria
è considerato non conforme alla norma.
Un uso errato o improprio dell'apparecchio (ad es. l'apertura dell'apparecchio da parte del conduttore dell'impianto) è vietato e comporta
l'esclusione della responsabilità. Per uso errato s'intendono anche
modifiche della funzionalità conforme alla norma di componenti del
sistema di riscaldamento.
Avvertenza
L'apparecchio è previsto esclusivamente per l'utilizzo di tipo domestico, quindi può essere utilizzato in sicurezza anche da persone non
esperte.
5793 885 IT
L'impiego conforme alla norma presuppone che sia stata eseguita
un'installazione fissa in abbinamento a componenti omologati specifici per l'impianto.
VITOCAL 161-A
VIESMANN
25
Regolazione della pompa di calore
5.1 Regolazione della pompa di calore
Struttura
Scheda:
■ Allacciamenti per pompa del circuito solare 230 V~
■ Attacchi per sensori temperatura, contatore energia, Smart-Grid
Unità di servizio
■ Indicatore a segmenti facilmente leggibile
■ 3 tasti di comando
■ Impostazione valore nominale temperatura
■ Impostazione di una programmazione delle fasce orarie per la produzione d'acqua calda sanitaria:
programmazione giornaliera o settimanale
■ Impostazione di una programmazione delle fasce orarie per la
ventilazione
– Programmazione giornaliera o settimanale
– 3 Velocità di ventilazione per la realizzazione conforme alle
norme di un sistema di ventilazione
■ Impostazione di data e ora
■ Commutazione automatica ora legale/ora solare.
■ Attivazione della resistenza elettrica (accessori)
– Per protezione antigelo
– Per riscaldamento rapido
5793 885 IT
5
26
VIESMANN
VITOCAL 161-A
Indice analitico
A
Allacciamento circuito solare............................................................24
Allacciamento del circuito solare......................................................24
Allacciamento elettrico..................................................................... 18
Anodo alimentato da energia esterna.............................................. 14
Apertura........................................................................................... 23
Aria ambiente continua.................................................................... 23
Aria di aspirazione............................................................................16
Attacchi lato sanitario....................................................................... 19
Avvertenze per la posa delle tubazioni di ripresa e di espulsione aria
......................................................................................................... 21
B
Blower Door Test..............................................................................20
C
Calcolo della perdita di carico.......................................................... 23
Caldaia............................................................................................. 20
Caminetto.........................................................................................20
Cappa con tubo di ventilazione........................................................ 21
Cappa da cucina con tubo di ventilazione........................................21
Collettori solari................................................................................. 14
Commutazione ora legale/ora solare............................................... 26
Contatore energia............................................................................ 15
Coperchio aria canalizzata...............................................................12
Curva caratteristica portata volumetrica dell'aria....................... 10, 23
D
Dati tecnici..........................................................................................7
Determinazione della perdita di carico............................................. 23
Dimensioni d'ingombro.......................................................................8
DIN 1946-6.......................................................................................20
Disaccoppiamento acustico............................................................. 17
Disaccoppiamento delle vibrazioni...................................................17
Dispersione di calore........................................................................22
Distanze minime...............................................................................16
P
Passaggio dell'aria tra locali.............................................................23
Perdita di carico............................................................................... 21
– Elemento di adduzione aria attacco a parete/esterno...................13
Perdita di carico complessiva...........................................................21
Perdita di carico totale......................................................................23
Perdite di carico................................................................................11
Piedini di appoggio...........................................................................17
Portata volumetrica dell'aria.......................................................10, 23
Portata volumetrica dell'aria canalizzata secondo DIN 1946-6........20
Portate volumetriche complessive dell'aria canalizzata secondo DIN
1946-6.............................................................................................. 20
Posa delle tubazioni................................................................... 16, 21
Presa Schuko con messa a terra..................................................... 18
Prescrizioni di allacciamento............................................................18
Progettazione sistema di distribuzione dell'aria............................... 23
Programma d'esercizio.................................................................... 26
Propagazione delle vibrazioni meccaniche...................................... 16
Protezione antincendio.....................................................................20
Protezione dall'umidità..................................................................... 20
Provvedimenti per l'isolamento........................................................ 22
R
Regolazione della pompa di calore
– Schede..........................................................................................26
– unità di servizio............................................................................. 26
Regolazione differenziale della temperatura......................................4
Regolazione solare............................................................................ 4
Ricambio d'aria................................................................................ 20
Rivestimento edificio.................................................................. 16, 20
Rivestimento edificio a tenuta d'aria................................................ 20
Rumori dovuti al flusso.....................................................................17
G
Gruppo pompa................................................................................. 24
S
Scambiatore di calore solare..............................................................4
Scarico condensa.............................................................................18
– mediante sifone.............................................................................18
Scarico condensa mediante sifone
– con intercettatore acqua............................................................... 18
Segmento sistema di distribuzione dell'aria..................................... 23
Silenziatori........................................................................................17
Sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa/aria da espellere
......................................................................................................... 21
Sistema di distribuzione dell'aria per aria di ripresa e da espellere. 12
Sistema fotovoltaico......................................................................... 15
Solar-Divicon....................................................................................24
Spessore dell'isolamento................................................................. 22
Spina di alimentazione..................................................................... 18
Stato di fornitura.................................................................................6
Superficie del collettore....................................................................24
I
Impiego............................................................................................ 25
Impiego conforme alla norma...........................................................25
Impostazioni..................................................................................... 26
Installazione..................................................................................... 16
Isolamento termico sistema di distribuzione dell'aria....................... 22
Isolamento termico tubazioni solari..................................................24
T
Terminale di ripresa aria...................................................................21
Tubazione di espulsione aria........................................................... 21
Tubazione di ricircolo....................................................................... 19
Tubazione di ripresa aria..................................................................21
Tubo flessibile.................................................................................. 17
Tubo per acqua piovana.................................................................. 18
E
Elemento di adduzione aria........................................................12, 13
– dimensionamento..........................................................................21
– Posizionamento............................................................................ 21
F
Fascette per fissaggio a parete........................................................24
Filtro di adduzione aria.....................................................................13
Funzionamento monoenergetico........................................................4
Funzionamento monovalente.............................................................4
L
Locale d'installazione....................................................................... 16
M
Misure di protezione.........................................................................18
5793 885 IT
N
Normative in vigore.......................................................................... 18
VITOCAL 161-A
VIESMANN
27
Indice analitico
V
Valvola di ritegno..............................................................................16
Valvola di sicurezza..........................................................................19
Vaso ad espansione per impianto solare......................................... 25
Vaso di espansione.......................................................................... 19
– calcolo del volume........................................................................ 25
– Struttura, funzione, dati tecnici......................................................25
Ventilazione di base......................................................................... 20
Ventilazione intensiva.......................................................................21
Ventilazione massima...................................................................... 20
Ventilazione nominale...................................................................... 20
Ventilazione normale........................................................................20
Ventilazione ridotta...........................................................................20
Viessmann S.r.l.
Via Brennero 56
37026 Balconi di Pescantina (VR)
Tel. 045 6768999
Fax 045 6700412
www.viessmann.com
28
VIESMANN
VITOCAL 161-A
5793 885 IT
Salvo modifiche tecniche!

Documenti analoghi