Fondazione di cultura politica

Commenti

Transcript

Fondazione di cultura politica
Fondazione di cultura politica
Fondazione di cultura politica
GLI ORGANI DELLA FONDAZIONE ITALIANIEUROPEI
Presidente
Massimo D’Alema
Vicepresidente
Alfredo Reichlin
Presidente del Comitato scientifico
Giuliano Amato
Direttore
Andrea Peruzy
Uffici
Roma
Piazza Farnese 101
00186 Roma
Tel. 06.68301648 06/6876431
Fax 06.6875539
Milano
Corso Italia 6
20122 Milano
tel. 02.92870980
fax 02.92870985
Responsabile ufficio di Milano
Carlo Cerami
Staff Italianieuropei
Antonella Carciofa
Laura Caroli
Marta De Cinti
Fiorella Favino
Hedi Giusto
Marta Leonori
Lia Quartapelle
Sito internet
www.italianieuropei.it
Consiglio di Amministrazione
Massimo D’Alema
Silvano Andriani
Ivano Barberini
Antonio Landolfi
Luigi Manconi
Andrea Manzella
Alfio Marchini
Alfredo Reichlin
Giorgio Ruffolo
Ersilia Salvato
Giuseppe Vacca
Riccardo Viale
Vincenzo Visco
Rodolfo Zich
Revisori dei Conti
Maria Cristina Dastoli
Gennaro Mariconda
Maria Cristina Pallotta
Comitato scientifico
Laura Balbo
Augusto Barbera
Mirella Barraco
Remo Bodei
Massimo Cacciari
Luciano Cafagna
Luciano Canfora
Sabino Cassese
Marco Causi
Franca Chiaromonte
Biagio De Giovanni
Gabrile De Rosa
Luciano Gallino
Emanuele Galossi
Fiorella Kostoris
Miriam Mafai
Mauro Magatti
Enrico Menduni
Pietro Marcenaro
Marcello Messori
Antonio Missiroli
Giorgio Napolitano
Gian Giacomo Nardozzi
Massimo Paci
Pier Carlo Padoan
Leonardo Paggi
Alessandro Pizzorno
Silvio Pons
Giuliano Procacci
Andrea Ranieri
Nicola Rossi
Mariuccia Salvati
Giulio Sapelli
Chiara Saraceno
Gennaro Sasso
Salvatore Settis
Domenico Siniscalco
Giuseppe Tamburrano
Salvatore Veca
Gianfranco Viesti
Maurizio Viroli
Vincenzo Visco
Comitato redazionale
Fabrizio Battistelli
Salvatore Biasco
Vittorio Campione
Roberto Cerreto
Marta Dassù
Biagio De Giovanni
Mario Del Pero
Claudia Mancina
Ignazio R. Marino
Paolo Onofri
Cesare Pinelli
Carlo Pinzani
Mario Pirani
Silvio Pons
Alfredo Reichlin
Federico Romero
Nicola Rossi
Giulio Sapelli
Paolo Segatti
Giuseppe Vacca
Salvatore Veca
Comitato editoriale
Andrew Adonis
Ronald Asmus
Sidney Blumenthal
Remo Bodei
Colin Crouch
Patrick Diamond
Fabrizio Forquet
Charles Grant
Ian Hargreaves
John Ikenberry
Charles Kupchan
Marc Lazar
Andrea Manzella
Will Marshall
Enrico Menduni
David Miliband
Antonio Missiroli
Geoff Mulgan
D. Mario Nuti
Massimo Paci
John Podesta
Fiorella Kostoris
Alessandro Pizzorno
Federico Rampini
Martin Rhodes
Giorgio Ruffolo
Michele Salvati
Chiara Saraceno
Giorgio Tonini
Franck Vandenbroucke
Gianfranco Viesti
Vincenzo Visco
INDICE
Presentazione
1. Convegni .........................................................................
2. Seminari ..........................................................................
3. Iniziative internazionali ................................................
4. Formazione ....................................................................
5. Ricerca .............................................................................
6. Italianieuropei. Bimestrale del riformismo italiano...
7. Altre pubblicazioni ........................................................
8. Web .................................................................................
9. Bilancio della Fondazione (al 31/12/2007) ..............
INDICE
p. 7
p. 9
p. 26
p. 37
p. 43
p. 47
p. 48
p. 70
p. 72
p. 74
5
PRESENTAZIONE
Il 6 febbraio 1998 un gruppo di personalità della cultura riformista italiana
convocava a Roma, nei locali dell’Istituto San Michele, un seminario pubblico al quale
prendevano parte esponenti del mondo della politica, della cultura, dell’impresa e del
lavoro. Scopo della giornata era approfondire natura e finalità di una nuova fondazione
di cultura politica orientata a costruire una comune coscienza europea e ad alimentare la
discussione sui principali nodi dell’innovazione politica ed economica della società
italiana. Una istituzione di ricerca in grado di fornire contributi utili al paese per
ridefinire i propri fondamenti politico-culturali sul piano dell’identità nazionale, del
modello di sviluppo e del sistema complessivo di regole e istituzioni. Uno strumento di
riflessione pubblica in grado di produrre idee adeguate agli scenari nazionale ed
internazionale, cercando di rendere compatibili nei loro nuovi termini le esigenze della
competizione, dell’occupazione, dello sviluppo e della solidarietà.
Insomma, un luogo di incontro tra le diverse tradizioni culturali del riformismo
italiano.
Questi complessi e ambiziosi obiettivi hanno implicato un’attività rivolta
contemporaneamente alla ricerca teorico-politica sugli scenari futuri del processo di
integrazione europeo, all’approfondimento programmatico dell’agenda del paese, con
particolare attenzione alle dinamiche economico-sociali e all’investimento permanente
sul capitale umano e sulle risorse di sistema (aggiornamento, formazione, ricerca), senza
le quali non esiste competizione.
Su queste linee di lavoro la Fondazione Italianieuropei — che nel 2000 ha ottenuto il
decreto di riconoscimento giuridico — ha caratterizzato la propria iniziativa.
In dieci anni di attività abbiamo organizzato oltre cento tra convegni, seminari,
eventi internazionali e cicli di formazione.
Abbiamo diffuso i risultati delle nostre attività attraverso strumenti editoriali
tradizionali: la rivista bimestrale “Italianieuropei” e pubblicazioni di ricerche e
documenti di analisi su specifici temi di riflessione e di attualità politica.
Abbiamo creato il sito internet www.italianieuropei.it e nel 2007 abbiamo aperto uno
spazio su Second Life, che ha ospitato eventi adatti alla comunità che frequenta la
piattaforma.
Nel corso di questi anni la Fondazione ha attivato collaborazioni con altre istituzioni
nazionali e internazionali nel convincimento che solo dando vita ad una “rete di ricerca
e approfondimento” globale si possa integrare la conoscenza, sviluppare il confronto,
affrontare le sfide e le opportunità di un processo di integrazione mondiale.
La Fondazione ha svolto il proprio programma in condizioni di indipendenza e
autonomia grazie a donazioni private e contributi di imprese e associazioni. Non
avremmo potuto realizzare le nostre attività senza il decisivo ausilio dei nostri sponsor,
ai quali va tutta la nostra riconoscenza.
PRESENTAZIONE
7
1. CONVEGNI
2007
•
26 novembre 2007
Milano, Sala Bracco, Circolo della Stampa
Cos’è la sussidiarietà
Presentazione del libro “Cos’è la sussidiarietà. Un altro nome della libertà”,
organizzata dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con la Fondazione
per la Sussidiarietà e il Centro Culturale di Milano. Sono intervenuti Giorgio
Vittadini, Filippo Penati, Roberto Formigoni, Alberto Quadrio Curzio.
•
16 novembre 2007
Roma, Sala delle conferenze, Piazza Montecitorio 123/A
Riforma elettorale: una sfida per la politica
Un’iniziativa pubblica che si è aperta con le riflessioni di esperti costituzionalisti
sulle peculiarità dei diversi sistemi elettorali presi a riferimento nel dibattito
politico attuale, seguite da una tavola rotonda di confronto tra esponenti politici
dei due schieramenti. Relazioni introduttive di Giovanni Sartori e Stefano
Ceccanti. Sono intervenuti Giuliano Amato, Pier Ferdinando Casini, Fabrizio
Cicchitto, Massimo D’Alema, Ignazio La Russa, Nicola Latorre, Roberto Maroni,
Giovanni Russo Spena, Francesco Rutelli, Walter Veltroni. Ha moderato i lavori
Mario Orfeo.
CONVEGNI
9
10
•
21 settembre 2007
Roma, Palazzo Rospigliosi
Sistema salute. Analisi e prospettive per il futuro della sanità italiana
Presentazione
del
documento del Gruppo
sanità della Fondazione
Italianieuropei “Sistema
salute.
Analisi
e
prospettive per il futuro
della sanità italiana”,
curato
da
Ignazio
Marino, coordinatore del
Gruppo, frutto del
lavoro che ha coinvolto
politici, amministratori,
esponenti del sindacato,
medici,
professori
universitari. Il documento è il risultato del confronto su alcune delle
problematiche che riguardano il buon funzionamento del Servizio Sanitario
Nazionale, con particolare attenzione alla programmazione sanitaria, alla rete
ospedaliera, alla medicina del territorio e alla partecipazione dei cittadini nelle
politiche di promozione della salute. Sono intervenuti Massimo D’Alema,
Giuliano Amato, Livia Turco, Ignazio Marino, Andrea Peruzy, Sabina Nuti,
Giuseppe Benagiano, Federico Spandonaro Marinella D’Innocenzo, Lorenzo
Sommella, Claudio Cricelli, Roberto Bertollini, Bianca Berlinguer.
•
24 agosto 2007
Rimini, Fiera di Rimini
Strano ma vero! Tappe di un cammino comune. Incontro con
l’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà
La Fondazione Italianieuropei ha partecipato ad una tavola rotonda delle
associazioni afferenti all’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà al Meeting
di Rimini. Alla tavola rotonda, introdotta da Enrico Letta e Maurizio Lupi, hanno
partecipato Giovanni Cànepa, Giuliano Cazzola, Stefano Fassina, Giuseppe
Lanzillotta, Dario Nardella, Andrea Peruzy, Ivano Russo, Alex Voglino.
•
9 luglio 2007
Milano, Spazio Chiossetto
Per lo sviluppo delle infrastrutture in Italia: tra opportunità per la finanza
privata e ruolo dell’azione pubblica
Una discussione con rappresentanti di governo, imprese, fondi e operatori del
settore sul tema dei fondi infrastrutturali. Un’analisi del panorama internazionale
e delle condizioni macroeconomiche che rendono sostenibile il coinvolgimento
dei fondi infrastrutturali. Una riflessione sulle barriere all’ingresso in Italia e sulle
CONVEGNI
diverse soluzioni internazionali poste a confronto. Sono intervenuti Andrea
Peruzy, Carlo Cerami, Luigi A. Bianchi, Francesco Lorenzetti, Claudio Sposito,
Eugenio Bruti Liberati, Simone Dragone, Vito Gamberale, Maurizio Basile,
Cesare De Piccoli, Maurizio Lupi, Filippo Penati, Stefano Parisi, Francesco
Mengozzi, Enrico Letta.
•
19 giugno 2007
Roma, Sala del Mappamondo, Camera dei Deputati
Sussidiarietà e Cooperazione Internazionale
Un seminario di approfondimento sulle proposte di riforma della cooperazione
internazionale promosso dall’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà e
patrocinato dalla Presidenza del Senato della Repubblica, in collaborazione con
AREL, Associazione Centro Studi Augusto del Noce, Associazione Eunomia,
Associazione Giovine Italia, Associazione Glocus, Fondazione Italianieuropei,
Fondazione Magna Carta, Fondazione Mezzogiorno Europa, Nuova Economia
Nuova Società, Fondazione Nuova Italia, Fondazione per la Sussidiarietà. Hanno
aperto i lavori Stefano Zamagni e il Cardinale Martino.
•
5 aprile 2007
Roma, Sala Stampa, Camera dei Deputati
Legge elettorale: riformare anche il Titolo V
Una conferenza stampa organizzata dalla Fondazione Italianieuropei e dalla
rivista Formiche per rilanciare il processo di riforma istituzionale al di là della pur
necessaria modifica della legge elettorale. Sono intervenuti Nicola Latorre, Bruno
Tabacci, Andrea Peruzy, Paolo Messa.
•
2 aprile 2007
Roma, Sala Igea, Istituto della Enciclopedia Italiana
L’Italia, le riforme economiche e la Strategia di Lisbona
Un
convegno
organizzato
dalla
Fondazione
Italianieuropei in collaborazione con la Fondazione Ugo
La Malfa, l’Istituto Bruno Leoni e Nuova Economia
Nuova Società. Una riflessione sul tema del futuro
dell’Italia all’interno dell’Unione europea, sui benefici
apportati alla nostra economia dall’introduzione
dell’euro, sulla necessità di riforme che, seppur difficili,
sono necessarie per garantire al nostro paese un ruolo di
primo piano nel sistema globale di domani. Sono
intervenuti Emma Bonino, Giuliano Amato, Pier Luigi
Bersani, Renato Brunetta, Giorgio La Malfa, Pier Carlo
Padoan, Melina Decaro, Mercedes Bresso, Stefan
Collignon, Paolo Savona, Vincenzo Visco, Stefano Fassina, Paolo Guerrieri,
Marco Giorello, Fredrik Erixon, Alberto Mingardi, Fiorella Kostoris, Maria João
Rodrigues, Oscar Giannino, Marco De Andreis.
CONVEGNI
11
•
2 aprile 2007
Fiesole (FI), Sala convegni FiesoleArte
Territorio, Cultura, Sviluppo
Un incontro promosso dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con il
Comune di Fiesole per riflettere sulla necessità di conciliare le politiche di
sviluppo con la conservazione attiva del patrimonio territoriale. Una riflessione
approfondita sulle politiche in atto in una regione d’eccellenza. Sono intervenuti
Piero Fassino, Claudio Martini, Vittoria Franco, Leonardo Domenici, Daniele
Mazzonis, Patrizia Colletta, Fabio Incatasciato, Rita Borioni, Silvia Viviani,
Franco Ceccuzzi, Amerigo Restucci, Mariella Zoppi, Cesare Peruzzi, Massimo
Morisi, Andrea Manciulli, Riccardo Varaldo, Riccardo Conti.
•
29 marzo 2007
Roma, Sala Zuccari, Senato della Repubblica
Bipolarismo mite e sussidiarietà
Un incontro promosso dall’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà e
patrocinato dalla Presidenza del Senato della Repubblica, in collaborazione con
AREL, Centro Studi Augusto del Noce, Eunomia, Giovine Italia, Glocus,
Fondazione Italianieuropei, Magna Carta, Mezzogiorno Europa, Nuova
Economia Nuova Società, Fondazione Nuova Italia, Fondazione per la
Sussidiarietà. Una discussione sul bipolarismo che non si soffermi solo sulla
struttura del sistema elettorale, ma che si ponga come scopo quello di contribuire
al dibattito, tentando di trovare su questi temi una comunanza di obiettivi. Sono
intervenuti Franco Marini, Augusto Barbera, Gabriele Albonetti, Algerino Alfano,
Gianni Alemanno, Giuliano Amato, Luigi Bobba, Gianpiero Cantoni, Luigi
Casero, Stefano Ceccanti, Lorenzo Cesa, Stefania Craxi, Biagio De Giovanni,
Linda Lanzillotta, Enrico Letta, Maurizio Lupi, Alfredo Mantovano, Nicodemo
Oliviero, Antonio Polito, Gaetano Quaglieriello, Andrea Ranieri, Ermete
Realacci, Nicola Rossi, Maurizio Sacconi, Stefano Saglia, Andrea Simoncini, Ugo
Sposetti, Tiziano Treu, Vincenzo Visco, Luca Volonté.
2006
•
12
1-3 dicembre 2006
Sesto S. Giovanni (MI), Hotel Villa Torretta
Il sistema industriale e finanziario italiano nella sfida internazionale
Un workshop con esponenti del mondo finanziario e industriale, imprenditori,
esperti, leader politici e amministratori per discutere dei mutamenti e delle
prospettive del sistema economico e finanziario italiano in un contesto in cui il
mercato globale manifesta una sostenuta dinamicità, con la quale l’Europa non
sembra tenere il passo. Vi hanno partecipato Mauro Agostini, Alberto Alberini,
Giuliano Amato, Stefano Battista, Pier Luigi Bersani, Luigi A. Bianchi, Michele
Calzolari, Guido Cammarano, Massimo Capuano, Innocenzo Cipolletta, Pietro
Ciucci, Matteo Colaninno, Fulvio Conti, Luca Cordero di Montezemolo,
CONVEGNI
Alessandro Cremona, Massimo
D’Alema, Ferruccio De Bortoli,
Cesare De Piccoli, Piero Fassino,
Giovanni Ferri, Alberto Foà, Paolo
Garimberti, Mattia Granata, Gian
Maria Gros-Pietro, Pier Francesco
Guarguaglini, Giuseppe Guazzetti,
Andrea Guerra, Paolo Guerrieri,
Nicola Latorre, Enrico Letta, Daniele
Manca, Luigi Marino, Roberto
Mazzotta, Marcello Messori, Mauro Moretti, Massimo Mucchetti, Marco Onado,
Tommaso Padoa Schioppa, Pier Carlo Padoan, Fabrizio Palenzona, Stefano
Parisi, Alessandro Penati, Filippo Penati, Roberto Pinza, Giuliano Poletti,
Alessandro Profumo, Giulio Sapelli, Paolo Scaroni, Bruno Tabacci, Edoardo
Ugolini, Francesco Vella, Michele Ventura, Raffaello Vignali, Vincenzo Visco,
Alberto Zevi.
•
15 novembre 2006
Roma, Sala delle Colonne, Camera dei Deputati
India and Italy on the Global Stage
Un incontro promosso dalla Fondazione Italianieuropei e dall’Ambasciata indiana
a Roma. Una discussione ad ampio raggio sugli aspetti economici, politici e di
sicurezza dei nuovi scenari globali, con particolare attenzione all’esperienza
indiana. Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Andrea Peruzy, Anand Sharma,
Stefano Silvestri, Gianni Vernetti.
• 14 luglio 2006
Roma, Hotel Minerva
Dall’Ulivo al Partito Democratico
In occasione della presentazione pubblica del n. 3/2006 di
“Italianieuropei. Bimestrale del riformismo italiano”, una
discussione sull’editoriale di Piero Fassino “Dall’Ulivo al Partito
Democratico”. Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Piero
Fassino, Alfredo Reichlin.
•
17 maggio 2006
Roma, Sala del Refettorio, Camera dei Deputati
L’India e il sistema globale
Un incontro, organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con
Ismeri Europa, per discutere dello sviluppo economico indiano nell’ultimo
decennio e analizzare il crescente ruolo dell’India come uno dei principali attori in
un’epoca di integrazione dei mercati e della globalizzazione. Vi hanno partecipato
C. P. Chandrasekhar, Rajiv Dogra, Jayati Ghosh, Pier Carlo Padoan, Federico
Rampini, Michelguglielmo Torri, Enrico Wolleb.
CONVEGNI
13
14
•
19 aprile 2006
Piombino (LI), Teatro Metropolitan
Le città e l’industria nel futuro dell’Italia
Un convegno che, partendo dall’analisi del contesto toscano, si è proposto di
offrire un momento di riflessione e di approfondimento delle politiche
economiche e industriali in Italia in rapporto al panorama internazionale. Vi
hanno partecipato Giuliano Amato, Gianni Anselmi, Pier Luigi Bersani, Sonia
Cantoni, Riccardo Conti, Luca Cordero di Montezemolo, Vezio De Lucia,
Guglielmo Epifani, Giovanni Gillerio, Mauro Grassi, Luciano Guerrieri, Yann
Inghilesi, Giorgio Kutufà, Enrico Letta, Bruno Manfellotto, Pier Carlo Padoan,
Giovanni Piazza, Cesare Ricceri, Edoardo Zanchini.
•
8 marzo 2006
Roma, Hotel Exedra
Il laborioso mondo delle PMI e lo Stato
In occasione della presentazione del dossier “Il mondo
laborioso e creativo delle piccole e medie imprese e lo Stato.
Insieme per vincere la sfida della competitività”, curato da
Salvatore Biasco e risultato del Gruppo di lavoro sull’economia
della Fondazione Italianieuropei, si è svolta un’iniziativa
pubblica per un confronto di idee sul tema delle piccole e
medie imprese fra esponenti del mondo imprenditoriale, delle
associazioni di categoria, dei media e della politica. Vi hanno
partecipato Salvatore Biasco, Pier Luigi Bersani, Duccio
Campagnoli, Innocenzo Cipolletta, Massimo D’Alema, Francesco De Angelis,
Flavio Favilli, Paolo Galassi, Claudio Giovine, Enrico Letta, Ivan Malavasi, Luigi
Nicolais, Pier Carlo Padoan, Andrea Peruzy, Vincenzo Petrone, Luca Rossi, Carlo
Sangalli, Tullio Uez, Vincenzo Visco, Massimo Vivoli.
•
2 marzo 2006
Roma, Palazzo Altemps
Il modello Roma
Presentazione pubblica della rubrica “Il modello
Roma” pubblicata sul n. 1/2006 del bimestrale
“Italianieuropei”.
Sono
intervenuti
Massimo
D’Alema, Pier Carlo Padoan e gli autori Rita Borioni,
Guido Fabiani, Umberto Marroni, Walter Veltroni.
•
16 gennaio 2006
Milano, Centro Congressi “Palazzo delle Stelline”
Più Europa sociale per fare l’Europa
Un incontro organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con il
Gruppo Socialista al Parlamento europeo-Delegazione italiana e la Federazione
dei Democratici di Sinistra di Milano per discutere del modello sociale come
fondamento del futuro dell’Europa. Vi hanno partecipato Renzo Bellini, Susanna
CONVEGNI
Camuso, Gianprimo Cella, Walter Cerfeda, Mimmo Carrieri, Massimo D’Alema,
Cesare Damiano, Bruno Ferrante, Emilio Gabaglio, Fausta Guarriello, Donata
Gottardi, Reiner Hoffmann, Agostino Megale, Franco Mirabelli, Adriano Musi,
Claudio Negro, Massimo Paci, Antonio Panzeri, Gian Paolo Patta, Luciano
Pizzetti, Marino Regini, Giorgio Roilo, Onorio Rosati, Valerio Speziale, Bruno
Trentin, Luciano Vecchi, Luigi Vimercati, Jelle Visser.
2005
•
12 dicembre 2005
Firenze, Auditorium del Consiglio regionale della Toscana
Governo del territorio, impresa e modelli regionali
Un incontro promosso da Italianieuropei e dal Gruppo consiliare dei Democratici
di Sinistra della Regione Toscana nell’ambito del quale studiosi, amministratori e
leader politici nazionali hanno confrontato analisi, proposte e linee di azione per
collegare all’interno di un disegno organico la tutela e l’innovazione territoriale e
le politiche nazionali e regionali per la piccola e media impresa. Vi hanno
partecipato Paolo Cocchi, Marco Filippeschi, Pier Carlo Padoan, Giuliano Amato,
Riccardo Conti, Leonardo Domenica, Massimo Ghiloni, Walter Tocci, Piero
Marrazzo, Massimo Morisi, Vannino Chiti, Andrea Manciulli, Salvatore Biasco,
Claudio Martini, Paolo Fontanelli, Riccardo Nencini, Riccardo Varaldo, Giovanni
Doddoli, Paolo Sorrentino, Matteo Colaninno, Moreno Carloni, Vincenzo Visco,
Massimo D’Alema.
•
28 ottobre 2005
Roma, Palazzo Valentini, Via IV Novembre
Giustizia e politica: appunti per un programma di
governo
Un incontro con l’obiettivo di contribuire alla
definizione del programma di governo dell’Unione,
partendo dal documento elaborato dal Gruppo
giustizia della Fondazione Italianieuropei, curato da
Massimo Brutti e Giovanni Di Cagno, sui temi
connessi all’esercizio della funzione giurisdizionale, al
rapporto tra potere politico e poteri neutri e alle forme
di legittimazione, responsabilità e governo della
magistratura e dell’avvocatura. Il documento è stato successivamente pubblicato
sul n. 5/2005 di “Italianieuropei. Bimestrale del riformismo italiano”. Dopo
l’introduzione di Giovanni Di Cagno sono intervenuti all’incontro Enrico
Gasbarra, Giuliano Amato, Pier Carlo Padoan, Giudo Alpa, Guido Calvi,
Guglielmo Epifani, Piero Fassino, Anna Finocchiaro, Carlo Federico Grosso,
Ugo Intini, Nicola Mancino, Elena Paciotti, Giuliano Pisapia, Alessandro
Pizzorno, Ciro Riviezzo, Eugenio Scalfari, Giancarlo Valori, Luciano Violante,
Massimo Brutti, Massimo D’Alema.
CONVEGNI
15
•
3 maggio 2005
Roma, Cinema Adriano, Piazza Cavour
Contributo per un programma riformista
Un convegno promosso dalla Fondazione
Italianieuropei per contribuire alla
costruzione di un programma riformista in
vista delle vicine elezioni politiche.
Durante la giornata, che si è articolata in
due sessioni dedicate ad approfondire i
principali nodi della politica estera e
dell’economia, si sono susseguiti gli
interventi di numerosi esperti e
rappresentanti del mondo politico italiano.
Alla giornata, che si è conclusa con una
tavola rotonda con Giuliano Amato,
Massimo D’Alema e Romano Prodi
moderata da Ezio Mauro, sono intervenuti
Pier Carlo Padoan, Filippo Andreatta,
Fabrizio Battistelli, Marta Dassù, Renzo
Guolo, Silvio Pons, Federico Romero, Pier
Luigi Bersani, Salvatore Biasco, Enrico
Letta, Nicola Rossi, Enrico Boselli, Piero
Fassino, Francesco Rutelli, Luciana Sbarbati.
2004
•
16
1 Marzo 2004
Assisi, Sacro Convento di San Francesco
L’Italia di fronte al conflitto arabo-israeliano. Le identità, le
rappresentazioni, le politiche
Una riflessione sulle implicazioni politiche, culturali e religiose che il conflitto tra
arabi e israeliani solleva in Italia, promossa dalla Fondazione Italianieuropei in
collaborazione con il Sacro Convento di San Francesco e con la Giulio Einaudi
editore. Un dialogo tra laici e credenti sulle rappresentazioni simboliche che la
prosecuzione dello scontro suscita nelle diverse comunità politiche, religiose e
culturali italiane: semitismo-antisemitismo, sionismo-antisionismo, sicurezzaliberazione, pace-guerra. Hanno partecipato Padre Vincenzo Coli, Antonio
Montella, Gian Arturo Ferrari, Massimo D’Alema, Gianfranco Fini, Marco
Follini, Enrico Letta, Rita Lorenzetti, Amos Luzzatto, Mario Scialoja, David
Meghnagi, Daniele Garrone, Joseph Levi, Paolo Naso, Sergio Pallavicini, Padre
Pier Battista Pizzaballa, Magdi Allam, Daniele Del Giudice, Mahdi Abdul Hadi,
Mario Luzi, Meir Shalev, Bassam Tibi, Lucia Annunziata.
CONVEGNI
2003
•
17 novembre 2003
Roma, Palazzo Marini, Camera dei Deputati
Riformismo socialista e Italia repubblicana. Storia e politica
Un convegno organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con
la Fondazione Giuseppe Emanuele e Vera Modigliani, la Fondazione Kuliscioff,
la Fondazione Saragat, la Fondazione Craxi e MondOperaio sull’esperienza
politica del socialismo italiano, sui successi e sui fallimenti di una storia che ha
attraversato la vicenda repubblicana e che ancora oggi interroga il riformismo.
Hanno partecipato Marc Lazar, Maurizio Punzo, Luciano Cafagna, Marco
Gervasoni, Leopoldo Nuti, Giovanni Sabbatucci, Simona Colarizi, Luciano
Pellicani, Rino Formica, Ugo Intini, Umberto Ranieri, Paolo Franchi, Giuliano
Amato, Giorgio Benvenuto, Enrico Boselli, Stefania Craxi, Massimo D’Alema,
Gianni De Michelis, Piero Fassino e Carlo Tognoli.
•
29 gennaio 2003
Assisi, Sacro Convento di San Francesco
Dialogo sulla vita umana. Un seminario bioetico tra laici e credenti
Un confronto tra laici e
credenti sul delicato tema della
bioetica, tra scienza, morale e
religione, promosso dalla
Fondazione Italianieuropei in
collaborazione con il Sacro
Convento di San Francesco e
con la Giulio Einaudi editore.
L’iniziativa è stata inoltre
oggetto di una puntata speciale del Maurizio Costanzo Show, per la prima volta in
onda dal Sacro Convento. Hanno partecipato ai lavori Massimo D’Alema, Padre
Vincenzo Coli, Gian Arturo Ferrari, Paola Binetti, Massimiliano Boccolini,
Edoardo Boncinelli, Cinzia Caporale, Gilberto Corbellini, Roberto Defez,
Gianfranco Di Segni, Silvestro Dupré, Carlo Flamigni, Giovanni Jervis, Anna
Meldolesi, Ignazio R. Marino, Lorena Preta, Carlo Alberto Redi, Don Victor
Tambone, Don Giuseppe Tanzella Nitti, Angelo Vescovi, Monsignor Ignazio
Carrasco de Paula, Franca Chiaromonte, Riccardo Di Segni, Domenico Di
Virgilio, Pierpaolo Donati, Khaled Fouad Allam, Eugenio Lecaldano, Claudia
Mancina, Vito Mancuso, Roberto Mordacci, Maurizio Mori, Paola Naso,
Demetrio Neri, Adriano Pessina, Sergio Rostagno, Monsignor Elio Sgreccia, Don
Andrea Vicini S. J., Giuliano Amato, Giovanni Berlinguer, Rosy Bindi, Sandro
Bondi, Pier Ferdinando Casini, Amos Luzzatto, Stefania Prestigiacomo, Laura
Ronchi De Michelis, Mario Scialoja, Livia Turco e Ferruccio De Bortoli.
CONVEGNI
17
2002
18
•
19 marzo 2002
Roma, Teatro Eliseo
La sinistra e il futuro dell’Italia. Lavoro, economia, Europa, democrazia
Una discussione, organizzata in
collaborazione con Nuova economia
Nuova società, Mondoperaio, Le
ragioni del socialismo, Futura e
Ambiente e Diritti, sulle risorse
politiche e culturali della sinistra e su
come solo le culture del riformismo
possano offrire al paese una proposta per il futuro dell’Italia alternativa a quella
del centrodestra. Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Andrea Manzella,
Augusto Barbera, Antonio Cantaro, Luigi Manconi, Claudia Mancina, Luciano
Pellicani, Andrea Ranieri, Beniamino Lapadula, Bruno Trentin, Rodolfo Zich,
Romano Benini, Giorgio Tonini, Vincenzo Visco, Tommaso Nannicini, Nicola
Rossi, Ruggiero Paladini, Luigi Bianchi, Gianfranco Viesti, Vincenzo Visco,
Umberto Ranieri, Ugo Intini, Giorgio Napolitano, Emanuele Macaluso, Pierluigi
Bersani, Marco Boato, Piero Fassino, Enrico Boselli, Massimo D’Alema.
•
28 febbraio 2002
Assisi, Sacro Convento di San Francesco
La riconciliazione oggi: fede, convivenza, solidarietà. Per un dialogo tra
culture religiose e culture laiche
Il primo di una serie di seminari promossi dalla Fondazione Italianieuropei in
collaborazione con il Sacro Convento di Assisi e la Giulio Einaudi editore, con
l’obiettivo di promuovere una riflessione sul fatto che il dialogo tra culture laiche
e culture religiose costituisce una delle frontiere più impegnative per chiunque
abbia a cuore i destini delle società contemporanee. Le nuove sfide della
convivenza civile ripropongono con forza gli interrogativi etici e morali che
accomunano le culture laiche e le grandi religioni monoteiste. E il tema della
riconciliazione, in particolare, coinvolge credenti e non credenti nella ricerca di
soluzioni praticabili e condivise per le molte linee di frattura e ingiustizia da cui
sono attraversate le nostre comunità. Vi hanno partecipato Massimo D’Alema,
Padre Vincenzo Coli, Gian Arturo Ferrari, il Cardinale Francis Arinze, Amos
Luzzatto, Khaled Fouad Allam, Eugenio Scalfari, Laura Ronchi De Michelis,
Monsignor Vincenzo Paglia, Riccardo Di Segni, Remo Bodei, Stefano Allievi,
Walter Barberis, Don Elio Bromuri, Riccardo Calimani, Vittorio Campione,
Daniele Garrone, Agostino Giovagnoli, Giuseppe Giulietti, Renzo Guolo, Padre
Franco Imoda, Maria Rita Lorenzetti, Zouhir Louassini, Mauro Magatti, Victor
Magiar, Padre Jose’ Antonio Merino, Anna Morisi Guerra, Paolo Naso, Salvatore
Natoli, Monsignor Vittorio Peri, Mario Pirani, Alfredo Reichlin, Paolo Ruffini,
Giorgio Tonini, Padre Orlando Todisco, Padre Piersandro Vanzan.
CONVEGNI
2001
•
1 febbraio 2001
Roma, Residenza di Ripetta
L’imprenditorialità femminile. Innovazione sociale e mercato del lavoro
Un convegno, realizzato in collaborazione con la Lega delle Cooperative, sulle
mutazioni del welfare e del mercato del lavoro, per comprendere quali siano le
caratteristiche della partecipazione femminile alla nuova imprenditorialità e quali
interventi normativi siano necessari per agevolarla. Vi hanno partecipato Giorgio
Gemelli, Vanda Giuliano, Chiara Saraceno, Gabriella Seazzu, Marina Piazza,
Alberto Zevi. Il convegno si è concluso con una tavola rotonda a cui sono
intervenuti Ivano Barberini, Katia Belillo, Sergio Cofferati, Guidalberto Guidi,
Livia Turco, Enrico Letta, Massimo D’Alema.
2000
•
11 dicembre 2000
Roma, Centro conferenze Adnkronos
Europa della difesa e interesse nazionale. Istituzioni, politiche, industria
Una tavola rotonda aperta al pubblico, organizzata dalla Fondazione
Italianieuropei in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della
Commissione Europea, in occasione dell’uscita del numero 4/5-2000 della rivista
bimestrale “Europa Europe”, con la monografia “Le politiche di difesa e di
sicurezza comune” a cura di Stefano Silvestri. Ne hanno discusso Stefano
Silvestri, Guido Venturoni, Sergio Mattarella, Enrico Jacchia, Alberto Lina e
Massimo D’Alema.
•
26 ottobre 2000
Roma, Sala del Refettorio, Camera dei Deputati
Lavoro, sapere, innovazione. La società della conoscenza e i nuovi diritti
Una tavola rotonda sul presente e sul futuro del lavoro, sulle continuità e le
rotture nel campo dei diritti, sul ruolo della politica nella nuova società del sapere.
Vi hanno partecipato Massimo D’Alema, Sergio Cofferati, Antonio D’Amato,
Vittorio Foa, Andrea Ranieri e Maurizio Decina.
•
7 ottobre 2000
Trieste, Auditorium Sasa, Palazzo della Marineria
Europa o “piccole patrie”. La sfida della nuova destra europea
Una riflessione pubblica sulla nuova destra europea e sulla figura di Jorg Haider
promossa dalla Fondazione Italianieuropei a Trieste, luogo simbolo per la vicenda
dei nazionalismi nel Novecento, partendo dal libro di Bruno Luverà. Vi hanno
partecipato Massimo D’Alema, Paolo Rumiz, Paolo Segatti, Alberto Statera e
Bruno Luverà.
CONVEGNI
19
20
•
29 settembre 2000
Roma, Confindustria, Viale dell’Astronomia
L’Italia e le organizzazioni internazionali
Un primo forum di dialogo con i funzionari italiani nelle organizzazioni
internazionali. La Fondazione Italianieuropei, in collaborazione con il Centro
Studi di Politica Internazionale e con l’Istituto per gli Studi di Politica
Internazionale, ha promosso presso la sede nazionale di Confindustria un
convegno su quella che costituisce una dimensione fondamentale dell’impegno
internazionale e multilateralistico dell’Italia. I tre centri studi hanno chiamato il
mondo politico ed economico ad una riflessione sui funzionari italiani nelle
organizzazioni internazionali come risorsa per il paese, insieme ad una valutazione
delle cose fatte e di quelle da fare (sul piano diplomatico come su quello delle
politiche formative e del lavoro) per rendere questa risorsa pienamente
disponibile all’Italia.
•
10 luglio 2000
Roma, Centro Stampa dell’Agenzia Romana per la Preparazione del Giubileo
Sull’ineguaglianza
La Fondazione Italianieuropei ha organizzato con l’Agenzia Romana per la
Preparazione del Giubileo una discussione tra il premio Nobel per l’economia
Amartya Sen, Don Vincenzo Paglia, Giulio Tremonti e Massimo D’Alema,
coordinata da Erich Kusch. La tavola rotonda ha costituito l’occasione per una
riflessione tra politica, economia e filosofia politica sui significati del concetto di
“diseguaglianza” e sulle opzioni per l’intervento sugli squilibri e sulle differenze di
accesso ai beni fondamentali.
•
29-30 giugno 2000
Frascati, Villa Tuscolana
Un progetto per l’Italia
Un incontro con lo scopo di avviare un confronto tra intellettuali, politici ed
esponenti dell’economia e delle istituzioni sulle grandi scelte che attendono l’Italia
nel campo del sistema politico, dello sviluppo economico, della formazione. Sullo
sfondo di un bilancio della stagione di governo riformista e di una analisi delle
mutazioni che sono intervenute nel profilo economico e sociale del paese, la
Fondazione ha avviato un lavoro di ricerca, anche in vista delle vicine scadenze
politiche e istituzionali, per contribuire alla definizione di una proposta per il
paese. Il seminario si è aperto con l’introduzione di Massimo D’Alema e con gli
interventi di Bruno Manghi, Andrea Ranieri, Mauro Magatti, Maurizio Ferrera,
Giovanni Sartori. I lavori sono proseguiti il giorno successivo con gli interventi di
Agostino Giovagnoli, Michele Prospero, Piero Ignazi, Gavino Angius, Bruno
Luverà, Salvatore Settis, Rodolfo Zich, Rosi Bindi, Augusto Barbera, Roberto
D’Alimonte, Remo Bodei, Giulio Sapelli, Gennaro Sasso, Walter Veltroni, Nicola
Cacace, Ivano Barberini, Massimo Paci, Dario Franceschini, Donatella Piazza,
Pier Carlo Padoan, Franco Debenedetti, Livia Turco, Leopoldo Elia, Stefano
CONVEGNI
Passigli, Agazio Loiero, Franca Chiaromonte. Intervento conclusivo di Giuliano
Amato.
•
26 giugno 2000
Roma, Sala Zuccari, Senato della Repubblica
L’interesse nazionale. Quali opzioni per la politica estera italiana?
Una discussione sui modi di rappresentare l’interesse nazionale a fronte delle
sempre maggiori responsabilità assunte dall’Italia sulla scena internazionale. Un
confronto nuovo per l’Italia, e in particolare per la cultura politica del riformismo,
che ha permesso di chiarire una volta per tutte come l’interesse nazionale non sia
un dato immutabile nel tempo, ma uno dei campi nei quali si esercita la
responsabilità politica. Contro la tentazione dell’isolamento e dell’astensione,
anche nei momenti più difficili della vita internazionale degli ultimi anni l’Italia si
è fatta carico di una formulazione degli interessi nazionali di segno cooperativo e
improntata alla responsabilità multilaterale. Quali altre strade ha avuto di fronte a
sé il nostro paese in questi anni? Quali sono le opzioni per il futuro? Qual è il
grado di responsabilità che ci verrà chiesto dall’Europa nella politica estera e di
sicurezza comune? Su questi temi sono intervenuti Massimo D’Alema, Lamberto
Dini, Javier Solana, Gianni Riotta e Maurizio Molinari.
•
10 aprile 2000
Milano, Aula E. Rogers, Politecnico di Milano
L’Italia e la new economy
L’economia della conoscenza si diffonde in Europa con modi rapidi e pervasivi,
lasciando intravedere uno scenario di radicale incremento della produttività ma
richiedendo alla politica un’azione altrettanto forte per il governo
dell’innovazione. Quali sono le implicazioni di questo passaggio sugli assetti
economici e sociali del nostro paese? Quali le conseguenze sulle strategie di
CONVEGNI
21
sviluppo, sulle politiche per la formazione, sull’esclusione sociale? Esiste in Italia
un circuito virtuoso tra innovazione tecnologica, iniziativa d’impresa e strumenti
finanziari che possa permetterci di cogliere al meglio questa opportunità di
innovazione? Quali passi può compiere la politica per favorirne il radicamento?
La Fondazione Italianieuropei su questi temi ha chiamato a discutere economisti,
imprenditori e operatori della finanza. Dopo l’apertura dei lavori di Adriano De
Maio, è seguita l’introduzione Giuliano Amato. Vi hanno partecipato Marco
Bellacci, Carlo Borgomeo, Giampio Bracchi, Massimo Capuano, Massimo
Colomban, Davide Croff, Aldo Livolsi, Francesco Micheli, Pier Carlo Padoan,
Elserino Piol, Pasquale Pistorio, Andrea Ranieri, Alfredo Reichlin, Gilberto Ricci,
Giovanni Rinaldi, Alberto Sangiovanni Vincentelli, Domenico Siniscalco, Marina
Taglialavore, Vincenzo Visco. Intervento conclusivo di Massimo D’Alema.
•
7 febbraio 2000
Roma, Jolly Hotel Vittorio Veneto
Missione Italia
Un’iniziativa dedicata ad una riflessione sull’azione di leadership necessaria per
dare al nostro paese uno stabile orizzonte di nuove politiche espansive e di
sviluppo. Sono state riunite intorno a un tavolo personalità dell’imprenditoria, del
pensiero economico e della politica, per un confronto informale ma serrato sulle
cose da fare per una coraggiosa azione innovatrice, che abbia al centro l’impresa e
che miri alla sua dinamica nel contesto italiano ed europeo. Il tutto con l’obiettivo
di arrivare a tracciare i contorni di un telaio per l’azione convergente delle
istituzioni e delle imprese, dove la ricognizione delle cose fatte e delle opportunità
esistenti è solo lo sfondo sul quale mettere a fuoco i modi per rendere l’Italia
stabilmente partecipe del “nuovo mondo” internazionale, attraversato da potenti
correnti di innovazione e sviluppo. Vi hanno partecipato Marco Tronchetti
Provera, Vittorio Merloni, Gian Maria Gros Pietro, Guidalberto Guidi, Renato
Soru, Carlo Castellano, Alessandro Profumo, Luciano Benetton, Franco Tatò,
Salvatore Bragantini, Luigi Spaventa, Fabrizio Barca, Nicola Rossi, Arnaldo
Bagnasco, Michele Salvati, Pier Carlo Padoan, Gianfranco Viesti, Domenico
Siniscalco, Patrizio Bianchi, Enrico Letta, Enzo Bianco, Grazia Francescato,
Giorgio La Malfa, Nerio Nesi, Walter Veltroni e Giuliano Amato.
1999
•
22
6 dicembre 1999
Roma
La scelta del manager nelle Public Utilities
Sono intervenuti Giuliano Amato, Leonardo Frezza, Nina L. Gardner, Robert
Graham, Paolo Glisenti, Pietro Barrera, Paolo Cuccia, Marc Fornaciari, Robert
Harvey, Lorenzo Pallesi, Corrado Passera, Chicco Testa, Massimo D’Alema.
CONVEGNI
•
12-13 novembre 1999
Roma
I giovani e il futuro dell’Italia
Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Paolo Garonna, Roberto Gualtieri,
Giancarlo Schirru, Pietro Marcenaro, Guido Martinotti, Vinicio Peluffo, Gian
Enrico Rusconi, Chiara Saraceno, Domenico Siniscalco, Salvatore Veca, Carlo
Callieri, Elio Catania, Sergio Cofferati, Gian Maria Gros Pietro, Guidalberto
Guidi, Enrico Letta, Marco Tronchetti Provera, Walter Veltroni, Massimo
D’Alema.
•
25 giugno 1999
Roma, Sala del Refettorio, Camera dei Deputati
L’industria della comunicazione e il futuro dell’Italia
L’industria della comunicazione, per la sua centralità nell’evoluzione del ciclo
tecnologico e nella competizione globale tra imprese e tra sistemi territoriali, è il
terreno cruciale sul quale si misura la forza e la qualità del progetto europeo e
dove si mette alla prova una nuova visione dello sviluppo italiano. Su questi temi
si sono confrontati Alfredo Reichlin, Nicola Rossi, Enrico Menduni, Giovanna
Melandri, Vincenzo Vita, Marco Minniti, Giuseppe Giulietti, Stefano Balassone,
Roberto Zaccaria, Alberto Contri, Roberto Morrione, Luca Balestrieri, Giuliano
Amato.
•
9 marzo 1999
Roma
Gli strumenti del riformismo nella dimensione europea: concertazione e
nuova programmazione
Vi hanno partecipato Giorgio Napolitano, Carlo Azeglio Ciampi, Sergio
Cofferati.
CONVEGNI
23
•
19 febbraio 1999
Roma, Sala del Refettorio, Camera dei Deputati
L’Italia in Eurolandia: riflessioni sul futuro
Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Alfredo Reichlin, Nicola Rossi, Salvatore
Viesti, Pier Carlo Padoan, Vincenzo Visco, Carlo Azeglio Ciampi, Massimo
D’Alema.
1998
24
•
10 dicembre 1998
Roma, Sala Igea, Istituto dell’Enciclopedia Italiana
Storia d’Italia
Presentazione del volume di Paul Ginsborg, in collaborazione con la casa editrice
Einaudi.
•
4 dicembre 1998
Roma, Sala del Cenacolo
Se tre milioni vi sembran pochi
Presentazione del libro di Luciano Gallino con Franco Bassanini, Sergio Cofferati
e Franco Tatò.
•
31 ottobre-1 novembre 1998
Orvieto, Palazzo Capitano del Popolo
I riformisti al governo dell’Europa
Convegno pubblico.
CONVEGNI
•
18 maggio 1998
Milano, Circolo della Stampa
Ricerca scientifica, problemi e prospettive
Una discussione pubblica con il premio Nobel Renato Dulbecco, Luigi Berlinguer
e Umberto Rosa.
•
13 maggio 1998
Ferrara, Ridotto del Teatro Comunale
Musica, investire sulla creatività
Incontro pubblico. Hanno partecipato tra gli altri Claudio Abbado, Walter
Veltroni ed Enzo Siciliano.
•
11 maggio 1998
Roma, Sala Igea dell’Enciclopedia Italiana
Il futuro della scienza
Anna Finocchiaro intervista il Premio Nobel Rita Levi Montalcini.
• 6 febbraio 1998
Roma, Sala dello Stenditoio, Istituto San Michele a Ripa
La Fondazione Italianieuropei
Seminario pubblico di presentazione del progetto
Italianieuropei.
CONVEGNI
della
Fondazione
25
2. SEMINARI
2007
•
10 dicembre 2007
Roma, Fondazione Italianieuropei
Le relazioni fra Unione europea e Turchia: prospettive, interessi, difficoltà
Un seminario sui rapporti tra l’Unione europea e la Turchia, che affrontano un
periodo ricco di sfide interne ed esterne. Mentre l’UE è stata negli ultimi mesi
impegnata a risolvere i suoi dilemmi politici e istituzionali, da parte sua la Turchia
ha dovuto affrontare alcuni decisivi incontri elettorali che secondo alcuni
potrebbero segnare una svolta politica per il paese e per le sue relazioni con
l’Unione. Qual è dunque il futuro delle relazioni fra l’Unione europea e la Turchia?
Quali opportunità offrirebbe l’integrazione della Turchia nell’UE? E quali nodi
sarà necessario sciogliere affinché la Turchia si unisca alla famiglia europea? Su
questi temi sono intervenuti Giuliano Amato, Yaşar Yakiş, Ettore Greco, Mario
Zucconi, Andrea Manzella, Andrea Peruzy.
•
27 novembre 2007
Roma, Sala San Claudio, Camera dei Deputati
Politica sanitaria tra equità e cambiamento
Una tavola rotonda, organizzata in collaborazione con la rivista Formiche, per
fornire un quadro d’insieme dei rapporti tra pubblico e privato nel sistema
sanitario italiano. Sono stati esaminati tre aspetti: la spesa sanitaria come
investimento, i sistemi di accreditamento e controllo e la sperimentazione
gestionale. Un momento di analisi, approfondimento e confronto, alla presenza di
politici, imprenditori, amministratori e docenti universitari.
•
24 ottobre 2007
Roma, Fondazione Italianieuropei
La quarta libertà. Come padroneggiare la Pubblica Amministrazione
Presentazione del libro di Luca Meldolesi. Hanno partecipato tra gli altri Giuliano
Amato, Linda Lanzillotta, Mario Orfeo.
2006
•
26
31 ottobre 2006
Roma, Fondazione Italianieuropei
Dove va la Russia? Mosca fra dimensione economica e ambizioni
geostrategiche
Un incontro fra politici, esperti e docenti di politica estera, geopolitica ed
economia per discutere della rinascita economica russa, della crescita della sua
SEMINARI
influenza internazionale e delle conseguenze che tali sviluppi potrebbero avere
per l’Italia. Vi hanno partecipato Ignazio Angeloni, Gianni Bardini, Paolo Calzini,
Lucio Caracciolo, Alfredo Conte, Famiano Crucianelli, Massimo D’Alema,
Donato di Gaetano, Paolo Garimberti, Giorgia Giovanetti, Carlo Jean, Luigi
Paganetto, Vincenzo Petrone, Beniamino Quintieri, Cesare Ragaglini, Ferdinando
Salleo, Paolo Serpi, Valeria Termini.
•
25 ottobre 2006
Roma, Fondazione Italianieuropei
Mezzogiorno e Mediterraneo. Sviluppo locale, lavoro emersione e
integrazione
Un incontro organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in cooperazione con il
Comitato per l’emersione per discutere di politica estera nazionale delle regioni
meridionali frontaliere e di politiche di sviluppo locale e di emersione. Vi hanno
partecipato Rosaria Amantea, Liliana Baculo, Danilo Ballanti, Maria Baroni, Vito
Belladonna, Piero Brunello, Nicola Campoli, Roberto Cementano, Francesco
Cicione, Franco Ciuffi, Cosimo Cuomo, Vincenzo De Bernardo, Elena Girasela,
Silvia Godelli, Marisa Ianniello, Susanna Florio, Alex La Grassa, Massimo Lucidi,
Onofrio Maragò, Vinni Marino, Patrizia Massano, Luca Meldolesi, Francesco
Messina, Lino Motta, Andrea Paci, Pier Carlo Padoan, Vito Pertosa, Simone
Perillo, Nicoletta Stame.
•
17 luglio 2006
Roma, Sala Belvedere, Hotel Baglioni
Il difficile equilibrio tra pubblico e privato nella politica per i beni culturali
In occasione del dossier “Beni di tutti e di ciascuno. Il
difficile equilibrio tra pubblico e privato nella politica per
i beni culturali”, curato da Rita Borioni e risultato del
Gruppo di lavoro sui Beni culturali della Fondazione
Italianieuropei, esponenti del governo, politici, tecnici,
esponenti del mondo imprenditoriale, delle associazioni di
categoria e del mondo associativo sono stati coinvolti in
una discussione sul tema dei beni culturali, sui bisogni di
questo settore e sulle azioni di governo che possono
essere intraprese su target specifici. Vi hanno partecipato
Marcello Barbanera, Irene Berlingò, Rita Borioni, Emilio
Cabasino, Paola Carucci, Lauretta Colonnelli, Marisa
Dalai Emiliani, Vittorio Emiliani, Fabio Fagella, Carlo Federici, Angelo Ferrari,
Oberdan Forlenza, Vittoria Franco, Romano Galossi, Manuela Ghizzoni, Renato
Giallombardo, Linda Giuva, Angelo Guarino, Pietro Giovanni Guzzo, Daniele
Jallà, Giorgia Leoni, Luigi Malnati, Andrea Marcucci, Ruggero Martines, Franco
Martini, Massimo Montella, Dario Nardella, Matteo Orfini, Pier Carlo Padoan,
Andrea Peruzy, Michele Porcari, Livia Potolicchio, Libero Rossi, Vincenzo
Santoro, Marina Sapelli, Alessandra Untolini.
SEMINARI
27
•
3 marzo 2006
Roma, Fondazione Italianieuropei
La strategia di comunicazione dell’Unione per le elezioni del 2006
Un’iniziativa per analizzare, alla vigilia delle elezioni politiche 2006, la strategia
politica dell’Unione insieme a esperti internazionali di comunicazione politica. Vi
hanno partecipato Mark Fullbrook, Paolo Guarino, Frank Luntz, Pier Carlo
Padoan, Joe Trippi.
2005
•
Gennaio-dicembre 2005
Roma, Fondazione Italianieuropei
Seminari programmatici
Durante l’intero 2005 la Fondazione Italianieuropei, in vista delle elezioni della
primavera del 2006, ha organizzato una serie di seminari programmatici sui
principali temi dell’agenda politica italiana, allo scopo di contribuire alla
costruzione di un programma riformista.
Economia, coordinato da Salvatore Biasco, Pier Carlo Padoan, Nicola Rossi, Carlo
Trigilia.
Giustizia, coordinato da Massimo Brutti e Giovanni Di Cagno.
Identità nazionale e immigrazione, coordinato da Paolo Segatti.
Sanità, coordinato da Ignazio R. Marino.
Scuola e università, coordinato da Vittorio Campione e Luciano Modica.
Politica estera, coordinato da Marta Dassù e Stefano Silvestri.
•
16 giugno 2005
Roma, AREL
Situazione e prospettive dell’università italiana
Un incontro organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con
AREL (Agenzia di Ricerche e Legislazione) per discutere con politici ed
esponenti del mondo accademico del futuro dell’università italiana. Hanno
partecipato fra gli altri Giuliano Amato, Massimo D’Alema ed Enrico Letta.
2004
•
28
14 settembre 2004
Roma, Fondazione Italianieuropei
I rapporti tra Italia e Cina da un punto di vista strategico
Un seminario dedicato alla nuova mappa politica della Repubblica popolare
cinese e agli intrecci con i mutamenti del mercato finanziario cinese. Sono
intervenuti Jean Philippe Beja, Renzo Cavalieri, Pier Carlo Padoan e Luigi
Tomba.
SEMINARI
•
29 novembre 2004
Roma, Fondazione Italianieuropei
Il problema del centro nella
competizione bipolare
Una discussione con alcuni
studiosi
di
comportamenti
elettorali e di opinione pubblica
sull’identità di coloro che si
autocollocano al centro dello
spazio
ideologico
italiano,
guardando anche alle possibili
strategie elettorali del centrosinistra. Sono intervenuti tra gli altri Giacomo Sani,
Paolo Segatti, Piergiorgio Corbetta, Paolo Natale, Renato Mannheimer, Nando
Pagnoncelli, Roberto Weber, Ilvo Diamanti, Massimo D’Alema e Giuliano
Amato.
2003
•
13 dicembre 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
Sistema di governo della giustizia, poteri neutri e funzioni giurisdizionali
Una riflessione sulla riforma della giustizia, per approfondire i temi relativi al
binomio garanzie-responsabilità per i poteri che esercitano in tutto o in parte
funzioni giurisdizionali, riflettendo anche sull’opportunità di un superamento
totale o parziale di tale pluralità. Relazioni introduttive di Massimo Brutti,
Massimo Cammelli, Giovanni Pellegrino e Gianni Di Cagno. Sono intervenuti
Massimo D’Alema, Giuliano Amato, Anna Finocchiaro, Guido Calvi, Francesco
Bonito, Giuseppe Caldarola, Antonio Soda, Sandro Battisti, Gavino Angius,
Carlo Federico Grosso, Alessandro Pizzorno, Maria Paola Monaco, Marco
Olivetti, Carlo Guarnieri, Marco Cammelli, Mauro Bussani, Adolfo Di Majo,
Giovanni Salvi, Paolo Mancuso, Giovanni Melillo, Margherita Cassano, Nello
Rossi, Giuseppe Gennaro, Paolo De Ioanna, Giancarlo Caselli, Giancarlo
Montedoro, Michele Vietti, Francesca Loy, Linda Sandulli e Luca Petrucci.
•
11 novembre 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
Un’altra strada è possibile
Un seminario a porte chiuse di riflessione sul sistema pensionistico italiano, per
l’elaborazione di proposte finanziariamente sostenibili per un risanamento del
bilancio pubblico e per un’efficiente riallocazione della spesa sociale. Hanno
partecipato Massimo D’Alema, Giuliano Amato, Nicola Rossi, Vincenzo Visco,
Tiziano Treu, Pier Luigi Bersani, Enrico Letta e Piero Fassino.
SEMINARI
29
30
•
16 ottobre 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
L’emergenza educativa, le responsabilità della politica. Una discussione
sulla scuola italiana
Un seminario a porte chiuse sulla scuola italiana, alla luce del confronto politico
apertosi intorno alla Legge Moratti. Vi hanno partecipato Annamaria Ajello,
Emanuele Barbieri, Giuseppe Bertagna, Luigi Bobba, Franca Bimbi, Vittorio
Campione, Daniele Checchi, Domenico Chiesa, Massimo D’Alema, Michele De
Beni, Fiorella Farinelli, Claudio Gentili, Jacopo Greco, Roberto Maragliano,
Mauro Palma, Roberto Persico, Mario Pirani, Andrea Ranieri, Bruno Roscani,
Flaminia Saccà, Giorgio Sciotto, Albertina Soliani e Antonio Zucaro.
•
13 ottobre 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
Lo stato delle finanze pubbliche: fiscalità generale e fiscalità degli enti
territoriali e locali
Un seminario economico organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in
collaborazione con Nuova Economia Nuova Società sullo stato attuale delle
finanze pubbliche e sui diversi regimi fiscali applicati in Italia. Hanno partecipato
Massimo D’Alema, Giuliano Amato, Vincenzo Visco, Salvatore Biasco, Laura
Pennacchi, Riccardo Faini, Gianni Guerrieri, Vieri Ceriani, Roberto Pinza,
Claudio De Vincenti, Ruggero Paladini, Natale D’Amico, Mattia Granata, Silvano
Andriani, Antonio Landolfi, Giorgio Ruffolo, Cesare Pinelli e Mario Pirani.
•
29 settembre 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
Le tendenze elettorali
Un seminario sulle tendenze dell’elettorato italiano, focalizzato in particolare sui
segnali di indebolimento del blocco di consenso del centrodestra; durante
l’incontro sono stati presentati i risultati del lavoro di ricerca del gruppo Itanes.
Sono intervenuti per Itanes Giacomo Sani, Paolo Bellucci, Hans Schadee, Guido
Legnante, Paolo Segatti e Marco Maraffi. Hanno inoltre partecipato Silvano
Andriani, Antonio Landolfi, Vincenzo Visco, Luigi Manconi, Giuseppe Vacca,
Biagio De Giovanni, Cesare Pinelli, Mario Pirani, Nicola Rossi, Antonello Cabras,
Gianni Cuperlo, Piero Fassino, Gavino Angius, Luciano Violante, Paolo
Gentiloni, Dario Franceschini, Gianni Sernicola, Roberta Alisi, Roberto Villetti,
Roberto Weber, Maurizio Pessato e Nando Pagnoncelli.
•
14 giugno 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
La riforma della giustizia
Un seminario per avviare una riflessione sulla giustizia, il più possibile svincolata
dalle contingenze politiche ma comunque capace di definire una prospettiva di
innovazione e riforma, anche nel contesto della costruzione dello spazio giuridico
europeo. Hanno partecipato Anna Finocchiaro, Guido Calvi, Francesco Bonito,
SEMINARI
Carlo Leoni, Carlo Federico Grosso, Massimo Luciani, Mario Dogliani,
Alessandro Pizzorno, Maria Paola Monaco, Marco Olivetti, Giovanni Guzzetta,
Giovanni Salvi, Paolo Mancuso, Giovanni Melillo, Roberta Barberini, Margherita
Cassano, Gerardo D’Ambrosio, Stefano Dambruoso, Elena Paciotti, Paolo De
Ioanna, Giovanni Pellegrino, Enzo Saponara e Antonio Landolfi.
•
30 maggio 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
Alla vigilia del semestre di presidenza italiano, l’Unione europea ha ancora
una politica economica?
Presentazione di un position paper sullo stato dell’economia europea, con
particolare riguardo agli strumenti di politica economica a disposizione
dell’Unione europea e al confronto tra le prospettive di crescita negli Stati Uniti e
sul nostro continente. Alla discussione hanno preso parte Salvatore Biasco, Vieri
Ceriani, Marta Dassù, Marcello De Cecco, Antonio Landolfi, Andrea Pezzoli,
Mario Pirani, Giorgio Ruffolo e Vincenzo Visco.
•
13 marzo 2003
Roma, Sala del Cenacolo
Quale governo del premier?
Un seminario organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con
la Fondazione Magna Carta, introdotto da relazioni di Augusto Barbera e Angelo
Panebianco. Sono inoltre intervenuti Peppino Calderisi, Stefano Ceccanti,
Giuseppe De Vergottini, Sergio Fabbrini, Tommaso Frosini, Giovanni Guzzetta,
Stelio Mangiameli, Stefano Mannoni, Stefano Merlini, Cesare Pinelli, Giovanni
Pitruzzella e Gaetano Quagliariello.
•
24 febbraio 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
No global
Un seminario a porte chiuse di approfondimento su alcuni dei temi emersi nel
corso del Forum sociale di Firenze, con il coordinamento italiano del Forum
sociale europeo e della Tavola della pace, per un confronto di merito su temi
quali il funzionamento delle istituzioni finanziarie internazionali, le minacce alla
pace e alla convivenza civile, il governo della globalizzazione. Vi hanno preso
parte Vittorio Agnoletto, Gino Barsella, Raffaella Bolini, Salvatore Cannavò, Luca
Casarini, Luca De Fraia, Maurizio Gubbiotti, Martin Koehler, Flavio Lotti,
Federica Mogherini, Luciano Muhlbauer, Giampiero Rasimelli, Raffaele Salinari,
Pierluigi Sullo, Antonio Tricarico, Luigi Bobba, Gian Franco Benzi, Raffaela
Chiodo, Giuseppe Iuliano, Sergio Marelli, Fabio Protasoni, Nicola Porro, Ermete
Realacci, Massimo D’Alema, Antonio Landolfi, Vincenzo Visco, Andrea
Manzella, Giorgio Ruffolo, Silvano Andriani, Luigi Manconi, Marta Dassù,
Alfredo Reichlin, Nicola Rossi, Pier Carlo Padoan, Umberto Ranieri, Lapo
Pistelli, Marina Sereni, Eva Catizone, Claudio Bernabucci, Fabio Nicolucci e
Vincenzo Vita.
SEMINARI
31
32
•
14 gennaio 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
Nuovi scenari per la Turchia
Un seminario a porte chiuse sugli scenari politici della Turchia alla luce delle
recenti elezioni legislative e sulle prospettive della sua entrata nell’Unione
Europea. Hanno partecipato Khaled Fouad Allam, Antonello Biagini, Renzo
Guolo, Massimo D’Alema, Giuliano Amato, Mario Pirani, Silvio Pons, Silvano
Andriani, Antonio Landolfi, Piero Fassino, Alfredo Reichlin, Lapo Pistelli, Marina
Sereni, Umberto Ranieri, Paolo Matthiae e Jasemin Taskin.
•
9 gennaio 2003
Roma, Fondazione Italianieuropei
Un’agenda per le riforme? Il centrosinistra e la transizione istituzionale
Un confronto tra esperti e interlocutori politici per mettere a fuoco alcuni dei
possibili nodi di un’agenda del centrosinistra in tema di riforme istituzionali, con
relazioni introduttive di Sergio Fabbrini, Stefano Ceccanti, Antonio Soda,
Roberto D’Alimonte e Franco Bassanini. Vi hanno inoltre partecipato Andrea
Manzella, Nicola Rossi, Antonio Landolfi, Cesare Pinelli, Rodolfo Zich, Claudia
Mancina, Augusto Barbera, Oreste Massari, Francesco Clementi, Tania Groppi,
Melina Decaro, Fulco Lanchester, Carlo Fusaro, Franco Pizzetti, Antonio Agosta,
Giovanni Tizzoni, Sergio Mattarella, Leopoldo Elia, Arturo Parisi, Maurizio
Fistarol, Antonio Maccanico, Natale D’Amico, Dario Franceschini, Ciriaco De
Mita, Francesco Rutelli, Iole Tammaro, Patrizia Devita, Marco Bernardini,
Roberto Traversa, Piero Fassino, Elena Montecchi, Giorgio Tonini, Anna
Finocchiaro, Luciano Violante, Franca Chiaromonte, Iginio Ariemma, Gavino
Angius, Vincenzo Vita, Stefano Passigli, Roberta Pinotti, Giuseppe Caldarola,
Antonello Cabras, Carlo Antonini, Cesare Salvi, Roberto Villetti, Ugo Intini,
Marco Boato, Armando Cossutta, Marida Dentamaro, Rino Pisicchio e Paolo
Nerozzi.
SEMINARI
2002
•
11 dicembre 2002
Roma, Fondazione Italianieuropei
Quale governo per l’economia finanziaria internazionale?
Una riunione dedicata al tema delle responsabilità della politica di fronte al
governo dell’economia finanziaria internazionale. Vi hanno partecipato Pier Carlo
Padoan, Vieri Ceriani, Salvatore Biasco, Efisio Espa, Paolo Guerrieri, Fabrizio
Saccomanni, Sandro Trento, Nicola Rossi, Marcello De Cecco, Massimo
D’Alema, Piero Fassino, Enrico Letta.
•
16 aprile 2002
Roma, Fondazione Italianieuropei
Il nuovo terrorismo brigatista
Un seminario per discutere delle vicende legate al nuovo terrorismo brigatista. Vi
hanno partecipato Massimo D’Alema, Massimo Brutti, Luigi Manconi, Cesare
Pinelli, Luciano Cafagna, Giovanni Pellegrino.
2001
•
23 novembre 2001
Roma, Fondazione Italianieuropei
Gli scenari dell’economia mondiale
Un seminario per discutere degli scenari economici nazionali e internazionali di
fronte all’emergenza seguita all’attacco terroristico dell’11 settembre. Vi hanno
partecipato Massimo D’Alema, Giuliano Amato, Piero Fassino, Paolo Onofri,
Vincenzo Visco, Giorgio Ruffolo, Giancarlo Bosetti, Silvano Andriani, Alfredo
Reichlin, Cesare Pinelli, Ivano Barberini, Salvatore Biasco, Giuseppe Vacca,
Nicola Rossi, Marcello De Cecco.
SEMINARI
33
34
•
26 ottobre 2001
Roma, Fondazione Italianieuropei
L’emergenza terroristica e la sfida del fondamentalismo islamico
Un seminario sugli scenari politici e culturali aperti dalla crisi internazionale
successiva all’11 settembre, per tentare di comprendere le implicazioni di quanto
accade all’interno del mondo islamico. Vi hanno partecipato Massimo D’Alema,
Alfio Marchini, Marta Dassù, Silvio Pons, Umberto Ranieri, Roberto Toscano,
Cesare Pinelli, Andrea Manzella, Adriano Rossi, Alfredo Reichlin, Flavio Lotti,
Tom Benettollo, Giampiero Rasimelli, Federico Romero, Renzo Guolo, Giorgio
Napolitano.
•
18 giugno 2001
Roma, Fondazione Italianieuropei
La sinistra, il lavoro e i temi della rappresentanza politica
Un seminario sui temi del lavoro e della rappresentanza politica, guardando in
particolare all’innovazione della cultura politica riformista e alla discussione
all’interno del centrosinistra Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Ivano
Barberini, Pierpaolo Baretta, Federico Bonzanga, Giancarlo Bosetti, Antonio
Cantaro, Massimo D’Alema, Edoardo Guarini, Giovanni Guerisoli, Michele
Magno, Andrea Manzella, Pietro Marcenaro, Patrizia Mattioli, Agostino Megale,
Cesare Minghini, Dario Missaglia, Paolo Onofri, Massimo Paci, Donatella Piazza,
Cesare Pinelli, Andrea Ranieri, Alfredo Reichlin, Nicola Rossi, Giorgio Ruffolo,
Francesco Sinopoli, Riccardo Terzi, Bruno Trentin, Tiziano Treu, Giuseppe
Vacca.
•
26 marzo 2001
Roma, Fondazione Italianieuropei
L’economia italiana e il nuovo modello di sviluppo
Una riunione di approfondimento, organizzata in collaborazione con il CESPE,
per discutere della politica economica e della competitività del sistema italiano. Vi
hanno partecipato Alfredo Reichlin, Pier Carlo Padoan, Giorgio Ruffolo,
Salvatore Biasco, Cesare Pinelli, Michele Magno, Vincenzo Visco, Nicola Rossi,
Claudio De Vincenti.
•
6 marzo 2001
Roma, Palazzo Altemps
La destra, le destre. Identità e culture politiche delle destre in Europa, in
Italia, a Roma
Un seminario a porte chiuse, organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in
collaborazione con la Federazione dei Democratici di sinistra di Roma e rivolto ai
quadri politici del centrosinistra romano, con lo scopo di effettuare una
riflessione sul fatto che non sia facile evitare le scorciatoie semplicistiche nel
confronto politico, soprattutto in prossimità di una prova elettorale. Una efficace
pratica riformista richiede che la fisionomia politico-culturale della destra venga
SEMINARI
compresa anche nei suoi elementi di novità: per conoscere meglio le ragioni del
suo radicamento, per comprendere i meccanismi della sua rappresentatività e
anche per coglierne i punti di debolezza. Su questi temi si sono confrontati Nicola
Zingaretti, Bruno Luverà, Piero Ignazi, Mario Marazziti, Goffredo Bettini,
Massimo D’Alema.
•
26 febbraio 2001
Roma, Fondazione Italianieuropei
Seminario su “Note sul decennio” di Alfredo Reichlin
In occasione della pubblicazione del saggio di Alfredo Reichlin “Note sul
decennio: la sinistra e il problema della nazione italiana”, la Fondazione
Italianieuropei ha ospitato un seminario, nel corso del quale, partendo dai temi
posti dall’autore, si è svolta una discussione sugli scenari del riformismo italiano.
Vi hanno partecipato Alfredo Reichlin, Massimo D’Alema, Andrea Margheri,
Silvano Andriani, Giorgio Ruffolo, Riccardo Terzi, Enzo Siciliano, Cesare Pinelli,
Michele Prospero, Emanuele Macaluso, Riccardo Perissich, Lorenzo Pallesi,
Giancarlo Bosetti, Pier Carlo Padoan, Giuseppe Vacca, Roberto Gualtieri, Ivano
Barberini, Umberto Ranieri, Giorgio Napolitano, Luciano Cafagna, Antonio
Cantaro.
•
Gennaio 2001
Roma, Fondazione Italianieuropei
Seminari programmatici per l’Ulivo
Una serie di seminari sui principali temi dell’agenda politica organizzati dalla
Fondazione Italianieuropei come contributo programmatico per affrontare alcuni
nodi tematici nella prospettiva del lavoro di stesura del programma del
centrosinistra per le vicine elezioni politiche.
11 gennaio: Fisco, con Vieri Ceriani, Paolo Onofri, Nicola Rossi, Beniamino
Lapadula, Raffaello Lupi, Paolo Bosi, Vincenzo Visco, Salvatore Biasco, Fabrizio
Carotti, Marcello De Cecco, Paolo Leon, Chiara Saraceno.
16 gennaio: Politiche del lavoro e riforma del welfare, con Andrea Ranieri,
Giuseppe Casadio, Beniamino Lapadula, Marco Causi, Efisio Espa, Tito Boeri,
Massimo Paci, Chiara Saraceno, Paolo Onofri, Paolo Leon, Giorgio Santini.
18 gennaio: Innovazione economica e mercati finanziari, con Maurizio Decina,
Marco Bellacci, Francesco Micheli, Marcello Messori, Alessandro Ovi, Massimo
Bergami, Andrea Ranieri, Beppe Rao, Stefano Passigli, Gianfilippo Cuneo,
Pierluigi Crudele.
23 gennaio: Pubblica Amministrazione e riforma dello Stato, con Franco
Bassanini, Paolo Nerozzi, Luciano Gallino, Gianpaolo Fabris, Mario Rusciano,
Mimmo Carrieri, Alessandro Pajno, Sabino Cassese, Tiziano Treu, Paolo De
Ioanna, Luciano Vandelli, Filippo Patroni Griffi, Luisa Torchia.
25 gennaio: Agenda internazionale, con Roberto Toscano, Pier Carlo Padoan,
Roberto Menotti, Guglielmo Epifani, Umberto Ranieri, Marta Dassù, Stefano
Silvestri, Rocco Cangelosi, Luigi Colajanni, Giorgio Napolitano.
SEMINARI
35
2000
36
•
21 luglio 2000
Roma, Fondazione Italianieuropei
Sul futuro dell’Unione Europea
Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Giancarlo Bosetti, Rocco Cangelosi, Marta
Dassù, Biagio De Giovanni, Enrico Letta, Andrea Manzella, Giorgio Napolitano,
Cesare Pinelli, Umberto Ranieri, Alfredo Reichlin, Giorgio Ruffolo, Gian Enrico
Rusconi, Massimo D’Alema.
•
21 giugno 2000
Roma, Fondazione Italianieuropei
L’astensionismo elettorale
Vi hanno partecipato Giacomo Sani, Mauro Calise, Piergiorgio Corbetta, Paolo
Segatti, Roberto D’Alimonte, Paolo Feltrin, Ferdinando Pagnoncelli, Paolo
Natale, Maurizio Pessato, Guido Legnante, Massimo D’Alema.
•
1 giugno 2000
Roma, Fondazione Italianieuropei
Legge elettorale: quali prospettive di riforma?
Vi hanno partecipato Antonio Agosta, Roberto D’Alimonte, Giovanni Sartori,
Massimo Villone, Augusto Barbera, Antonio Maccanico, Cesare Pinelli, Alfredo
Reichlin, Andrea Manzella, Michele Salvati, Giorgio Ruffolo, Sergio Mattarella,
Walter Veltroni, Giuliano Amato, Massimo D’Alema.
•
10 maggio 2000
Roma, Fondazione Italianieuropei
La Russia e l’Europa: i dilemmi della sicurezza
Vi hanno partecipato Giancarlo Bosetti, Guido Lenzi, Anne Bazin, Giovanni
Gasparini, Chiara Catania, Rosa Balfour, Paolo Calzini, Lorena Di Placido, Fabio
Nicolucci, Ludovica Rizzotti, Ettore Greco, Rocco Cangelosi, Francesca Gori,
Margareth Bliss, Silvio Pons.
•
19 aprile 2000
Roma, Fondazione Italianieuropei
L’allargamento dell’Unione Europea come politica di sicurezza
Vi hanno partecipato Rosa Balfour, Anne Bazin, Rocco Cangelosi, Nicola Manca,
Roberto Menotti, Ferruccio Pastore, Alfredo Reichlin, Roberto Toscano,
Giuseppe Vacca, Marta Dassù, Guido Lenzi, Margareth Bliss, José Rhi-Sausi,
Antonio Missiroli.
SEMINARI
3. INIZIATIVE INTERNAZIONALI
2007
•
23 ottobre 2007
Belgrado, Fiera internazionale del libro
Riflessioni sull’Europa. Due anni di integrazione sulle pagine di
Italianieuropei
Presentazione del volume edito dalla Fondazione Italianieuropei in lingua serba e
in lingua italiana “Riflessioni sull’Europa. Due anni di integrazione sulle pagine di
Italianieuropei” alla Fiera internazionale del libro di Belgrado, organizzata in
collaborazione con l’Ambasciata italiana a Belgrado. Sono intervenuti Massimo
D’Alema e Vojislav Voja Brajovic.
•
5 luglio 2007
Bruxelles, Parlamento Europeo
Brasile ed Europa: frontiere del futuro
Una discussione organizzata in cooperazione con EuBrasil fra il ministro degli
esteri italiano Massimo D’Alema e il presidente brasiliano Luis Inácio Lula Da
Silva sul futuro delle relazioni fra Unione Europea e Brasile. I lavori sono stati
trasmessi il giorno successivo sull’isola della Fondazione Italianieuropei su
Second Life. Sono intervenuti Massimo D’Alema, Luiz Inácio Lula da Silva,
Andrea Peruzy, Luigi Gambardella, Roberto Vecchi, Armando Monteiro Neto,
Matteo Colaninno, Miguel Jorge, Jose María Alvarez Pallete, Carlos Brito,
Roberto Colaninno, Dilma Rousseff, Marco Aurélio Garcia.
•
16 aprile 2007
Bruxelles, Parlamento europeo
How to revive the European Process. Contributions to a Constitutional
Project
Un simposio organizzato presso il Parlamento Europeo dallo European Network
of Socialdemocratic Foundations (ENSoF), un’organizzazione formata da alcuni
INIZIATIVE INTERNAZIONALI
37
prestigiosi think tank europei, la cui costituzione è stata promossa e incoraggiata
dalla Commissione Europea. Il simposio mirava a fornire uno stimolo e a
produrre valide proposte al processo costituzionale europeo, interrotto nel 2005
dalla mancata ratifica del trattato da parte di Francia e Paesi Bassi. Vi hanno preso
parte rappresentanti dei think tank membri dell’ENSoF ed esponenti politici
europei, fra i quali Paul Nyrup Rasmussen.
•
15-16 febbraio 2007
Roma, Hotel Cicerone
Europe and the Prospects of Enlargement
Una riflessione fra analisti ed esponenti
del mondo politico provenienti da
numerosi paesi dell’area balcanica e
centroeuropea sul futuro dell’Unione
europea a ventisette, sulle sfide poste
dall’allargamento ad Est e sulle politiche
da attuare per fare dell’allargamento un
passo vantaggioso sia per i vecchi che per
i nuovi membri. L’iniziativa si è aperta
con una tavola rotonda intitolata “Che
tipo di Europa, allargamento della UE e riforme istituzionali”. Il secondo giorno
è stato dedicato ai temi: “Come rendere il futuro allargamento della UE un
successo – Ruolo dei governi e delle istituzioni” e “Allargamento e cittadini
europei”. Sono intervenuti Massimo D’Alema, Giuliano Amato, Pier Carlo
Padoan, Mehmet Dülger, Caspar Einem, Ivan Krastev, Michael Leigh, Lucio
Caracciolo, Vladimir Drobnjak, Tanja Mišcevic, Radmila Sekerinska, Ernst
Stetter, Famiano Crucianelli, Marilena Koppa, Adrian Severin, Gerald Knaus,
Mensur Akgün, Umberto Ranieri.
2006
•
38
2 giugno 2006
Atene, Centro Culturale “Kostis Palamas”, Università di Atene
Europe and the Prospects of Enlargement to the East
Un incontro organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con il
think tank greco ISTAME per discutere delle prospettive di allargamento
dell’Unione europea in vista di un più ampio evento tenutosi nel febbraio 2007.
Vi hanno partecipato Florin Abraham, Nora Ananieva, Costas Cartalis, Aydýn
Cingi, Erich Fröschl, Hedi Giusto, Takis Hadjidimitriou, Panayotis Ioakimides,
Pavle Jankovic, Anne Juganaru, Gerald Knaus, Marilena Koppa, Paulina Lampsa,
Marta Leonori, Ivelin Nikolov, Pier Carlo Padoan, Markos Papaconstantis,
Yiannis Papanicolaou, Ivo Hristov Petkov, Elias Plaskovitis, Philippos Savvides,
Costas Theos.
INIZIATIVE INTERNAZIONALI
•
1 febbraio 2006
Bruxelles, Palazzo del Comitato delle Regioni Europee
Cioccolato o vaniglia? Building the Creative Economy in a Flat World.
Dopo Lisbona una nuova visione per l’Europa, l’Italia e le Regioni
Un’iniziativa organizzata dalla Fondazione Italianieuropei, in collaborazione con
Puntoit e lo European-American Business Council, per discutere di come
l’economia europea e quella italiana debbano trovare il loro posto nelle economie
di successo, attraverso alti livelli di competenza e di conoscenza che esistono, ma
che devono essere rafforzati. Vi hanno partecipato Peter Alexiadis, Michael
Bartholomew, Pier Luigi Bersani, Mercedes Bresso, Fabio Colasanti, Stephen
Collins, Stephen Crisp, Massimo D’Alema, Maurizio Decina, Mario Filippini,
Luigi Gambardella, Pierfrancesco Guarguaglini, Carlo Mario Guerci, Patrick
Guter, Bruno Lamborghini, Enrico Letta, Philippe Kern, Matteo Maggiore,
Michael Maibach, Stefano Manservisi, Frances Moore, Josiane Morel, Claudio
Murri, Alessandro Ovi, Pier Carlo Padoan, Luigi Paganetto, Luigi Prosperetti,
Maria João Rodrigues, Ted Shapiro, Luc Soete.
2005
•
4 novembre 2005
Roma, Fondazione Italianieuropei
Rethinking Security — or how to deal with insecurity
Un confronto fra leader politici del centrosinistra italiano e personalità di spicco
del Partito Democratico americano sui principali temi di sicurezza dell’agenda
transatlantica. Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Lucia Annunziata, Fabrizio
Battistelli, Sidney Blumenthal, Milos Budin, Massimo Brutti, Gianni Cuperlo,
Massimo D’Alema, Marta Dassù, Piero Fassino, Dario Franceschini, Massimo
Giannini, Ulrike Guerot, Renzo Guolo, Ugo Intini, Daniel Keohane, Charles
Kupchan, Enrico Letta, John Lloyd, Angel Lossada Torres-Quevedo, Marco
Minniti, Antonio Missiroli, Nicole Mlade, Leopoldo Nuti, Pier Carlo Padoan,
Carlo Pinzani, John Podesta, Ilaria Poggiolini, Umberto Ranieri, Luciano Vecchi.
INIZIATIVE INTERNAZIONALI
39
•
22 ottobre 2005
Roma, Fondazione Italianieuropei
European Social Model national debate. A single European Social Model?
Un incontro organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con
Policy Network che ha affrontato in particolare i temi dell’immigrazione e
dell’integrazione delle minoranze etniche nelle società europee. L’incontro,
introdotto da Patrick Weil, autore del paper “A Flexible Framework for a Plural
Europe”, ha costituito la prima tappa di un percorso internazionale di analisi e
riflessioni sullo European Social Model. Vi hanno partecipato tra gli altri Matt
Browne, Anthony Giddens, Maria João Rodrigues, Wolfgang Merkel, Massimo
D’Alema, Pier Carlo Padoan, Roger Liddle, Loukas Tsoukalis, Bernard
Kouchner, Jürgen Kocka, Giuliano Amato
2004
40
•
30 giugno 2004
Roma, Fondazione Italianieuropei
I progressisti e il futuro delle relazioni transatlantiche. Un dialogo tra
sinistra statunitense e sinistra europea
Un dialogo promosso dalla Fondazione
Italianieuropei in collaborazione con
Policy Network tra alcuni consiglieri del
candidato democratico John Kerry e
personalità della sinistra europea, con
l’obiettivo di definire quale sarebbe
potuto essere lo scenario di una
possibile collaborazione tra la sinistra
europea e la Casa Bianca nel caso di
una vittoria dei Democratici alle elezioni di novembre 2004. Vi hanno partecipato
Ronald D. Asmus, Tony Blinken, Gregg Craig, John Ikenberry, Will Marshall,
Nicole Mlade, John Podesta, Urban Ahlin, Giuliano Amato, Matt Browne,
Massimo D’Alema, Patrick Diamond, Piero Fassino, Olivier Ferrand, Antonio
Guterres, Eric Joyce, Roger Liddle, Pierre Moscovici, Alan Richard, Andrea
Romano, Francesco Rutelli, Dominique Strauss-Kahn.
•
15 maggio 2004
Roma, Fondazione Italianieuropei
Politica e mass media. Il dibattito riformista europeo
Un seminario a porte chiuse tra esponenti italiani ed europei della politica e del
mondo dell’informazione promosso dalla Fondazione Italianieuropei e da Policy
Network sul tema del rapporto fra mass media e politica e su come la vicenda
pubblica possa essere narrata. Vi hanno partecipato Giuliano Amato, Lucia
Annunziata, Stéphane Boujnah, Matt Browne, Hans Anker, Antony Beumer,
Massimo D’Alema, Tobias Durr, Enrique Guerrero, David Halpern, Michiel van
INIZIATIVE INTERNAZIONALI
Hulten, Jürgen Krönig, François D. Lafond, Olivier Lavinal, John Lloyd, Peter
Mandelson, Antonio Polito, Greg Power, Guido Rampoldi, Francesca Sainsbury,
Tibor Szanyi, Franco Venturini.
•
19 febbraio 2004
Roma, Fondazione Italianieuropei
Le sfide dell’Europa. Il punto di vista britannico
Un seminario di discussione sull’agenda internazionale, con particolare attenzione
alla posizione della Gran Bretagna in tema di Unione europea. Sono intervenuti
Roger Liddle, Giuliano Amato, Piero Fassino, Umberto Ranieri, Marina Sereni,
Vincenzo Visco, Lapo Pistelli, Franco Venturini, Antonio Polito, Marta Dassù,
Pier Carlo Padoan.
2003
•
4 giugno 2003
Roma, Palazzo Marini
Dopo la guerra, la sinistra tra Nord e Sud. La sfida dell’interdipendenza
Un confronto tra la sinistra europea e la sinistra
brasiliana sui nodi di un’agenda condivisa
organizzato dalla Fondazione Italianieuropei in
collaborazione con Policy Network e A Gauche,
en Europe. Una riflessione su quali sfide comuni
attendono la sinistra europea dopo le divisioni
sulla guerra in Iraq, su quali risposte vengono dal riformismo mondiale, al
governo o all’opposizione, di fronte alla sfida dei neoconservatori e su come
reagire al bisogno di politica e di equità che viene dagli squilibri della
globalizzazione. Antonio Polito ha intervistato Massimo D’Alema, Tarso Genro,
Peter Mandelson e Dominique Strauss-Kahn.
2002
•
22 novembre 2002
Roma, Teatro Piccolo Eliseo
Quale futuro per la sinistra europea? Il riformismo alla prova del
cambiamento
Una discussione pubblica, organizzata dalla
Fondazione Italianieuropei in collaborazione con il
Policy Network e con la Friedrich Ebert Stiftung,
fra i protagonisti del socialismo europeo, promossa
da una rete internazionale di think tank riformisti, sul
passato e il futuro della sinistra. Vi hanno partecipato Umberto Ranieri, Frederic
Michel, Joaquin Almunia, Wolfang Merkel, Piero Fassino, Philip Gould, Franz-
INIZIATIVE INTERNAZIONALI
41
Josef Lersch-Mense, Pierre Moscovici, José Luis Rodriguez Zapatero, Paolo
Franchi, Antonio Polito, Paolo Garimberti, Giuliano Amato, Massimo D’Alema,
Peter Mandelson, Dominque Strauss-Kahn.
2001
19 ottobre 2001
Roma, Sala del Refettorio, Camera dei Deputati
Strategie del socialismo europeo. Le culture politiche del riformismo in
Italia, Germania e Gran Bretagna
Una giornata di riflessione, organizzata dalla Fondazione Italianieuropei in
collaborazione con il Policy Network e con la Friedrich Ebert Stiftung, dedicata
alle trasformazioni avvenute nei riformismi nazionali in Italia, Germania e Gran
Bretagna lungo gli anni Novanta e alle prospettive della sinistra europea all’inizio
del XXI secolo. Vi hanno partecipato Matthew Taylor, Matthias Machnig, Michele
Prospero, Frederic Michel, Franz-Joseph Lersch-Mense, Joachim Post, Roger
Liddle, John Lloyd, Michael Braun, Peter Mandelson, Ezio Mauro, Giuliano
Amato.
•
2000
•
42
27 novembre 2000
Roma, Hotel Westin Excelsior
Pensare la politica. Think tank e fondazioni tra Italia e Stati Uniti
Un primo confronto tra think tank statunitensi e fondazioni italiane, di
orientamento riformista e conservatore. Il mutamento dei soggetti politici si è
accompagnato, anche nel nostro paese, alla nascita di nuovi luoghi di
elaborazione programmatica e di analisi delle politiche pubbliche. Accanto ai
tradizionali centri di ricerca, forti di specializzazioni anche decennali, sono nate
istituzioni che si pongono esplicitamente l’obiettivo di contribuire all’innovazione
delle diverse culture politiche attraverso il dialogo con il mondo della ricerca e la
partecipazione di competenze anche esterne alla politica. L’esperienza
statunitense dei think tank costituisce in questo senso un valido esempio di
intreccio tra ricerca e innovazione politica, sia in campo democratico che in
campo conservatore. Una tavola rotonda tra fondazioni italiane di diversa
specializzazione e di diverso orientamento politico e due tra i principali think tank
statunitensi, alla presenza di Giuliano Amato, Massimo D’Alema, Domenico
Mennitti-Fondazione Ideazione, Becky Norton Dunlop-The Heritage
Foundation, Marcello Pacini-Fondazione Giovanni Agnelli, Giuseppe VaccaFondazione Istituto Gramsci, R. Kent Weaver-The Brookings Institution.
INIZIATIVE INTERNAZIONALI
4. FORMAZIONE
2005
•
7-10 dicembre 2005
Monte Sant’Angelo (FG)
Mezzogiorno. Risorsa per l’Italia, il Mediterraneo, l’Europa. Winter school
di formazione politica
Una winter school di formazione politica promossa dalla
Fondazione Italianieuropei che ha coinvolto personalità della
politica, del mondo dell’impresa e delle istituzioni in una
riflessione approfondita articolata in tre giornate sui possibili
scenari per la ripresa del Mezzogiorno e del paese. L’incontro
si è rivolto ad un pubblico di professionisti, quadri politici,
amministratori locali e a tutti coloro che si interrogano sul
ruolo della politica nella vita pubblica. Vi hanno partecipato
Pier Carlo Padoan, Nicola Rossi, Giuseppe Vacca, Nichi
Vendola, Roberto Cingolani, Giuseppe De Tomaso, Paolo
De Castro, Giuseppe Digiacomo, Gianni Pittella, Nicola
Adamo, Francesco Nerli, Ciro Romano, Livia Turco, Alberto Tedesco, Vito De
Filippo, Renzo Guolo, Ali Baba Faye, Michele Bordo, Pietro Giovanni Guzzo,
Silvana Luppino, Francesco Prosperetti, Carmine Donzelli, Sergio Blasi, Enrico
Paolini, Rita Borioni, Filippo Bubbico, Ivan Lobello, Giovanni Monelli, Vito
Pertosa, Nicola Latorre, Sandro Frisullo, Marco Minniti, Anna Finoccharo,
Luciano D’Alfonso, Michele Emiliano, Carmine Stallone, Alberto Stancanelli,
Massimo D’Alema, Remo Bodei, Mario Orfeo.
•
30 giugno-3 luglio 2005
Camporlecchio (SI), Borgo della Conoscenza
Ripartire dal territorio. Summer school di formazione politica. Economia,
istituzioni e cultura
Nella summer school promossa insieme al Borgo della Conoscenza, della durata
di tre giorni, si sono svolti seminari e conversazioni con personalità della politica,
del mondo dell’impresa e delle istituzioni. Gli incontri si sono concentrati
sull’individuazione degli scenari sui quali si decide la partita per l’innovazione dei
sistemi-paese. Si è trattato di un confronto approfondito con i protagonisti
dell’economia e della politica italiane, rivolto ad un pubblico di professionisti,
quadri politici, amministratori locali e a tutti coloro che si interrogano sul ruolo
della politica nella vita pubblica. Vi hanno partecipato Pier Luigi Bersani, Marco
Causi, Riccardo Faini, Pietro Modiano, Nicola Rossi, Pier Carlo Padoan, Gian
Arturo Ferrari, Paolo Galluzzi, Pietro Giovanni Guzzo, Andrea Ranieri, Enrico
Rizzarelli, Vittorio Campione, Franco Bassanini, Mercedes Bresso, Ignazio
Marino, Claudio Martini, Nichi Vendola, Paolo De Ioanna, Massimo D’Alema,
Giuliano Amato, Danuta Hübner.
FORMAZIONE
43
2004
•
8-11 luglio 2004
Camporlecchio (SI), Borgo della Conoscenza
L’Europa e il futuro dell’Italia. Summer school di
formazione politica L’impresa, la sicurezza, la ricerca
Una summer school promossa insieme al Borgo della
Conoscenza, articolata in tre giorni di seminari e discussioni sul
tema “Europa e futuro dell’Italia”, con particolare attenzione ai
temi della concorrenza, delle politiche di sicurezza e del nodo
formazione/ricerca. Vi hanno partecipato Massimo D’Alema,
Maurizio Beretta, Massimo Franco, Pietro Modiano, Antonio
Calabrò, Natale Forlani, Gianni De Michelis, Andrea Manzella, Gen. Fabio Mini,
Pier Carlo Padoan, Adriano De Majo, Luciano Modica, Gian Arturo Ferrari,
Giuliano Amato.
2003
•
4-6 luglio 2003
San Miniato (PI), Centro Studi I Cappuccini
Rispondere al declino. Economia, sviluppo e governo locale
Una summer school promossa insieme a Nuova Economia Nuova Società e a
Legautonomie. Tre giorni di seminari e discussioni con studiosi e personalità della
politica e delle istituzioni sugli scenari dello sviluppo nazionale e locale. Una
discussione approfondita sui rischi di declino che coinvolgono l’Italia e sulle sfide
del governo territoriale, rivolta ad amministratori locali, quadri politici e a tutti
coloro che si interrogano sul ruolo della politica nella vita pubblica. Vi hanno
partecipato Vincenzo Visco, Massimo D’Alema, Gianni Toniolo, Francesco
Giordano, Pier Luigi Bersani, Nicola Rossi, Sergio Chiamparino, Oriano
Giovannelli e Claudio Martini.
2002
•
44
12-14 luglio 2002
San Miniato (PI), Centro Studi I Cappuccini
La sfida riformista. Summer school di formazione politica. L’opposizione
al centrodestra, il governo degli enti locali
Una summer school organizzata dalla Fondazione Italianieuropei,
dall’Associazione Nuova economia Nuova società e da Legautonomie. Nei tre
giorni di seminari con studiosi e personalità della politica si è riflettuto sulle
responsabilità nazionali e locali del centrosinistra e sulla dimensione nazionale del
lavoro politico e le conseguenti sfide del governo locale. La scuola di formazione
FORMAZIONE
è stata rivolta ad un pubblico di amministratori locali e di dirigenti politici. Vi
hanno partecipato Massimo D’Alema, Vincenzo Visco, Pier Luigi Bersani, Enzo
Rustichini, Enrico Letta, Oriano Giovanelli, Marco Causi, Paolo De Ioanna, Ugo
Intini.
•
26 aprile-5 giugno 2002
Roma, Palazzo Marini, Camera dei Deputati
A cosa servono i partiti? Otto incontri di formazione
politica
Otto incontri con personalità della ricerca e della politica
sui mutamenti avvenuti nella forma e nelle funzioni delle
organizzazioni di partito nel corso degli anni Novanta.
Una riflessione articolata, rivolta ai giovani e a chi si
interroga sul ruolo della politica nella vita pubblica,
intorno ad uno dei principali strumenti dell’agire politico
e ai suoi nuovi profili. Vi hanno partecipato Giuliano
Amato, Massimo D’Alema, Mauro Calise, Alessandro
Pizzorno, Emanuela Poli, Paolo Segatti, Annick Magnier,
Rosy Bindi.
2001
•
12 ottobre-10 dicembre 2001
Milano, Casa della Cultura
I riformismi al passaggio di secolo. Italia, Europa, America
Una serie di incontri con personalità della politica e della ricerca, italiana ed
europea, organizzati dalla Fondazione Italianieuropei in collaborazione con la
Casa della Cultura di Milano, sulle principali tradizioni nazionali del riformismo.
Una riflessione articolata intorno ai mutamenti avvenuti nell’ultimo decennio
negli strumenti e nelle culture politiche riformiste in Italia, in Europa occidentale
e orientale, negli Stati Uniti e in America Latina. Vi hanno partecipato Giuliano
Amato, Pasqualina Napoletano, Marc Lazar, José Rhi-Sausi, Mario Telò, Federico
Romero, Donald Sassoon, Piero Fassino, Massimo D’Alema.
•
23 aprile-28 maggio 2001
Finale Emilia, Modena, Ravenna, Ferrara, Bologna
La città reticolare. Imprenditoria, cooperazione e amministrazione
pubblica nelle reti di città
Una discussione sulle “reti di città”, assi territoriali di localizzazione economica e
di servizi che vedono collegati una molteplicità di attori sia economici che
amministrativi. Governo e sviluppo delle reti di città, imprenditoria, cooperazione
e amministrazione pubblica nella città reticolare emiliana. Vi hanno partecipato
Marco Cremaschi, Angelo Pichierri, Fabio Rugge, Matteo Bolocan, Paolo Perulli.
FORMAZIONE
45
2000
•
23 ottobre-21 dicembre 2000
Roma-Milano
La politica, perché? Quattordici incontri sull’agire politico
Il primo ciclo di formazione organizzato dalla
Fondazione Italianieuropei: quattordici incontri
sull’agire politico tenuti tra Roma e Milano con
l’obiettivo di rispondere a domande quali: Quali sono
le ragioni della politica? Con quali motivazioni e con
quali strumenti l’agire politico si misura oggi con i
temi della modernità, dell’etica, del lavoro o della
sovranità nazionale? Sono domande non rituali, in un
tempo nel quale la tentazione non nuova
dell’antipolitica sembra farsi più forte di fronte ai
mutamenti delle identità sociali e alle difficoltà
dell’innovazione. La Fondazione Italianieuropei, in
collaborazione con la Fondazione Giangiacomo
Feltrinelli, ha chiesto a quattordici personalità delle istituzioni e della ricerca di
rispondere a questi interrogativi, in un percorso di formazione e riflessione
rivolto prima di tutto ai giovani e a chi si interroga sul ruolo della politica nella
vita pubblica. Vi hanno partecipato Massimo D’Alema, Roberto Toscano,
Agostino Giovagnoli, Andrea Ranieri, Giuseppe Vacca, Mauro Magatti, Biagio
De Giovanni, Enrico Menduni, Remo Bodei, Pier Carlo Padoan, Leonardo Paggi,
Livia Turco, Salvatore Veca e Giuliano Amato. Gli interventi sono stati
successivamente pubblicati nel testo “La politica, perché? Riflessioni
sull’agire politico”, pubblicato da Donzelli, con prefazione di Giuliano Amato.
46
FORMAZIONE
5. RICERCA
L’attività di ricerca condotta dalla Fondazione Italianieuropei, con l’obiettivo di far
dialogare ricerca e politica, sapere e responsabilità pubblica, è stata perseguita negli anni
chiamando a collaborare ai singoli progetti competenze esterne individuate di volta in
volta. Tale attività è stata perseguita negli anni anche attraverso l’aggregazione di
competenze e professionalità esterne individuate di volta in volta e chiamate a
collaborare ai singoli progetti.
L’apporto della Fondazione si è realizzato con l’organizzazione di seminari di
discussione e di gruppi di lavoro e di studio, incentrati su singole questioni di agenda
politica o economica, interna e internazionale, animati da personalità del mondo
accademico, della ricerca, della politica e delle istituzioni.
Fin dal 2001 si sono riuniti all’interno della Fondazione gruppi di lavoro
programmatici, che hanno realizzato documenti di analisi e approfondimento
successivamente diffusi sul bimestrale “Italianieuropei” e in specifiche pubblicazioni
curate dalla Fondazione.
In particolare, gli argomenti trattati hanno riguardato la sanità, i beni culturali,
l’economia, con particolare riferimento al mondo delle piccole e medie imprese,
l’istruzione e la ricerca, la giustizia, la politica estera.
La Fondazione collabora inoltre con centri di eccellenza e prestigiose università e
istituti di ricerca, anche attraverso la promozione di borse di studio per la realizzazione
di lavori di analisi imperniati su questioni di rilevanza politica interna e internazionale.
RICERCA
47
6. ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
2007
48
•
1/2007
EDITORIALE – “Interessi e valori: la politica
estera italiana” di Massimo D’Alema; RIFORME
ISTITUZIONALI – “Vi ricordate le riforme?” di
R. C., “Riforme istituzionali: perché servirebbe
un approccio diverso” di Cesare Pinelli, “Le
vicende finanziarie della Regione Sardegna e il
federalismo fiscale” di Francesco Pigliaru;
AMERICANA – “È finita l’epoca del dopo 11
settembre? Gli Stati Uniti e le elezioni di metà
mandato del 2006” di Sergio Fabbrini, “I
democratici americani e la risposta alla
globafobia” di Will Marshall, “Anatre zoppe e
aquile imperiali” di Carlo Pinzani, “I repubblicani
si preparano al dopo Bush” di Maurizio Molinari,
“Il realismo etico e la battaglia per l’anima
dell’America” di John C. Hulsman; ENERGIA –
“A quando una politica energetica di largo
respiro?” di Fabio Gobbo, “Le prospettive
energetiche mondiali secondo il World Energy Outlook 2006” di Giuseppe Surdi,
“L’offerta di gas in Europa in una prospettiva di lungo termine” di Manfred
Hafner, “I nuovi orizzonti della politica europea dell’energia” di Giacomo
Luciani, “Energia nucleare. La promessa dell’elettrificazione dei bilanci
energetici” Anne Gaudard intervista Pierre-René Bauquis; EUROPA/EUROPE
– “La sovranità in mezzo al guado: il dilemma europeo” di Giulio Sapelli,
“Democratizzare l’Europa” di Stefan Collignon; MEZZOGIORNO –
“Mezzogiorno e Mediterraneo. Integrazione, sviluppo ed emersione” a cura di
Daniela Ferrazza, Luca Meldolesi e Nicoletta Stame, “Mezzogiorno senza mafie.
Un’altra idea di sviluppo economico e sociale” di Orfeo Notaristefano; LE IDEE
– “Introduzione all’Afghanistan” di Nicola Minasi.
•
2/2007
EDITORIALE – “Partito Democratico - il tempo della scelta è ormai arrivato”
di Franco Marini, “Un bipolarismo con standard europei” di Stefano Ceccanti;
LAICITA’ – “Laicità e Partito Democratico” Dialogo tra Giuliano Amato e
Ignazio R. Marino, “Omogeneità e divergenze nel Partito Democratico” di
Luciano Cafagna, “Sia benedetto il Partito Democratico” di Stefano Menichini;
LIBERALIZZAZIONI – “La political economy delle liberalizzazioni” di Andrea
Pezzoli, “Le privatizzazioni in Italia: qualche utile lezione” di Stefano Micossi,
“La ripresa di un’agenda per le liberalizzazioni” di Michele Grillo, “Dallo Stato al
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
mercato - un trend o un ciclo storico?” di Giuseppe Coco, “Assetti di mercato e
concorrenza nelle public utilities in Europa” di Laura Cavallo, “Riformismo
mancato e ‘libertà di mercato’. Sulle vicende della Commissione d’inchiesta
antitrust” di Mattia Granata, “Riforme economiche nell’area euro: esiste
un’agenda comune?” di Xavier Debrun e Jean Pisani-Ferry; EUROPA/EUROPE
– “L’evoluzione del Trattato costituzionale europeo e le prospettive future
dell’Unione” di Ernst Stetter, “Il miracolo bulgaro e il futuro della politica
europea nei Balcani” di Gerald Knaus e Kristof Bender, “L’adesione di Bulgaria e
Romani all’Unione europea: rischi e opportunità” di Salvatore Monni e
Alessandro Spaventa; INDIA – “India e Unione europea: partner naturali per la
pace e lo sviluppo” di Malcon Subhan, “Le relazioni triangolari fra India, Cina e
Russia” di Abdusamat Khaydarov, “Le relazioni tra India, Stati Uniti e Cina. Il
loro impatto sullo sviluppo e la pace in Asia” di Ouyang Liping; LE IDEE – “Il
federalismo fiscale. Un diverso modo di governare unitariamente il paese” di
Vasco Errani; ARCHIVI DEL RIFORMISMO – “Il dialogo come valore.
Norberto Bobbio e i dilemmi della democrazia” di Giuseppe Abbracciamento,
“La famiglia Schucht” di Antonio Gramsci jr.
•
3/2007
EDITORIALE - “PD, identità delle coalizioni e sistema elettorale” dialogo tra
Giuliano Amato e Gianfranco Fini; WELFARE - “Famiglia e famiglie.
Transizioni demografiche, migrazioni culturali, nodi delle politiche” di Franca
Bimbi; “L'uguaglianza di genere deve essere al centro di ogni modello sociale
europeo” di Jane Jenson; “L'occupazione femminile tra cambiamen ti recenti e
sfide future” di Alessandra Casarico e Paola Profeta; “Le scelte difficili di lavoro e
fertilità in Italia” di Daniela Del Boca; “Riforma previdenziale: completare la
strada intrapresa” di Elsa Foriero; “Immigrazione e welfare State in Italia” di
Luca Einaudi ; “Democrazia, consenso e Stato sociale” di Valentino Larcinese;
STRATEGIA DI LISBONA - “Dall'economia della conoscenza ad una società
della conoscenza” di Melina Decaro; “Con o senza Lisbona: le riforme difficili” di
Maria João Rodrigues; “Perché l'economia europea non riesce a essere la più
dinamica del mondo” di Stefan Collignon; “Commercio, globalizzazione e
Agenda di Lisbona” di Fredrik Erixon; “La direttiva sui servizi nel mercato
interno” di Marco Giorello; FRANCIA - “Dopo le elezioni presidenziali francesi:
che cosa c'è in serbo per l'Europa?” di Pierre Moscovici; “Breve introduzione
all'economia politica del sarkozysmo” di Benjamin Coriat; PROLIFERAZIONE
NUCLEARE - “Intenti originari e difficoltà attuali del tnp” di Marilena Gala; “Il
tnp è ancora in vigore?” di Ferdinando Salleo; “Contenimento e confronto: come
affrontare l'Iran” di Joseph Cirincione e Andrew Grotto ; “Proliferazione
nucleare: l'Europa e il rapporto transatlantico” di Giovanni Gasparini e Raffaello
Matarazzo; “Proli ferazione nucleare: il caso della Corea del Nord” di Sandro
Sideri; LOMBARDIA - “Italianieuropei a Milano” di Carlo Cerami; “Ripensare
Milano e il suo governo” di Mauro Magatti; “Milano capitale del design italiano”
di Arturo Dell'Acqua Bellavitis; “La questione settentrionale, un'occasione
mancata per la sinistra italiana” di Luciano Pizzetti; LE IDEE - “Le
privatizzazioni in Italia e il ruolo dello Stato. Un bilancio e qualche prospettiva”
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
49
di Emilio Barucci; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “In memoria di Juan Carlos
Portantiero. Note sulla diffusione del pensiero di Gramsci in America Latina” di
Alberto Filippi.
50
•
4/2007
PENSARE LA POLITICA - “Giovani, lavoro, previdenza” di Tiziano Treu;
“Protocollo su welfare e giovani: la sfida riformista dei sindacati” di Agostino
Megale; “I rischi dell’Italia nell’era dell’economia dell’uomo” di Matteo
Colaninno; “Le istituzioni europee alla prova del lavoro e delle sue riforme” di
Donata Gottardi; “Un diritto preso sul serio. Massimo D’Antona tra crisi e
modernizzazione del diritto del lavoro” di Giuseppe Abbracciavento;
UNIVERSITA’ E RICERCA - “Quale politica universitaria? Perché il
centrosinistra sta perdendo la sfida della riforma” di Sergio Fabbrini; “L’agonia
dell’università italiana” di Ennio Di Nolfo; “Un anno di governo per ricerca e
università” di Walter Tocci; “Università e ricerca: non basta parlarne” di Marta
Rapallini; SCUOLA - “Education, education, education” di Luigi Berlinguer;
“Una scuola senza qualità?” di Luisa Ribolzi; “Autonomia e qualità” di Vittorio
Campione; EUROPA/EUROPE - “Dalla Costituzione europea al Trattato di
riforma. Rilancio o restaurazione?” di Nicola Verola; “Gordon Brown e l’Unione
europea” di Charles Grant; TURCHIA - “Il
futuro della Turchia con l’AKP” di Mustafa
Akyol; “La Turchia post secolarista e l’Unione
europea” di Mario Zucconi; AMBIENTE “Cambiamenti climatici: tra consapevolezza,
lobbismo e accidia” di Daniel Franco; “Il
Protocollo di Kyoto e la rivoluzione energetica”
di Gianni Silvestrini; “L’Italia, l’ambiente e lo
sviluppo” di Edo Ronchi; “Le grandi sfide
dell’energia: non solo costi ma anche
opportunità di sviluppo” di Paolo Guerrieri e
Ludovica Rizzotti; “Cambiamento climatico,
disuguaglianze e sviluppo” di Glauco Arbix;
MEDIO ORIENTE - “Palestina: quale
futuro?” di Carlo Pinzani, “Nuovi equilibri di
potere a Teheran” di Renzo Guolo; ARCHIVI
DEL RIFORMISMO - “Visto dall’Italia. Il
comunismo sovietico e la storia del
Novecento” di Giuseppe Vacca.
•
5/2007
IMMIGRAZIONE - “Come e perché l’Europa deve valorizzare l’immigrazione e
la sua diversità culturale” di Giuliano Amato; “Se un delitto fa tremare l’Italia.
Come si affronta una security crisis?” di Ferruccio Pastore; “Immigrazione e
convivenza” di Luca Einaudi; “Islam italiano e Islam europeo” di Massimo
Campanini; UNIVERSITA’ E RICERCA - “Scenari e scelte per l’università
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
italiana” di Luciano Modica; “Università e ricerca: dove stiamo andando?” di
Roberto Battiston; “Per una autonomia responsabile: cambiare la governance” di
Giliberto Capano; “Mettiamo un po’ d’Europa nelle nostre università” di Fulvio
Esposito; “Un patto per l’università” di Marta Rapallini; “Università e ricerca: il
Partito Democratico al bivio” di Alessandro Schiesaro; “L’università dall’utopia
alla scienza” di Giancarlo Schirru; AMERICANA - “Le primarie repubblicane” di
Mario Del Pero; “Revival democratico” di John B. Judis; “La politica estera
protagonista delle primarie USA” di Ettore Greco; INFRASTRUTTURE - “La
questione delle infrastrutture in Italia oggi” di Uberto Siola; “Vizi e virtù delle
infrastrutture lombarde” di Filippo Penati; “Le infrastrutture della rete portuale
italiana” di Francesco Nerli; LE IDEE - “Un’amicizia pericolosa: la lobby
israeliana e gli Stati Uniti” di Carlo Pinzani; “Dal vecchio al nuovo allargamento:
una nuova agenda per l’Occidente” di Maurizio Massari; ARCHIVI DEL
RIFORMISMO - “Togliatti e Stalin. Il comunismo sovietico e la storia del
Novecento” di Giuseppe Vacca; “Il mito di Garibaldi nelle Americhe” di Alberto
Filippi.
2006
•
1/2006
EDITORIALE - “Le grandi scelte per un governo di centrosinistra”
Italianieuropei intervista Romano Prodi; AMERICANA - “Una strategia contro il
terrorismo” di Carlo Pinzani; “Combattere il terrorismo: una strategia di sicurezza
per gli Stati Uniti”; “Ripensare la sicurezza internazionale” a cura di Federica
Caciagli; POLICY NETWORK - “Perché all’Europa serve più giustizia sociale”
di Roger Liddle; “Il futuro del Modello sociale europeo?” di Anthony Giddens;
“Bilancio, commercio, servizi. L’Europa delle occasioni perdute?” di Pier Carlo
Padoan; “Europa: un bilancio deludente” di Gianni Pittella; “Rilanciare l’Europa
dei cittadini: per un’iniziativa della sinistra progressista europea”; ECONOMIA “La politica industriale non è bipartisan” di Alessandro Aronica e Andrea
Vecchia; “Riformismo e impresa” di Giulio Sapelli; LE CITTÀ - “Il «modello
Roma»” di Walter Veltroni; “Roma, città molteplice e multiforme” di Rita
Borioni; “Roma: una capitale per la nuova Italia” di Umberto Marroni; “Roma e il
sistema delle sue università” di Guido Fabiani; FLAT/BIT WORLD - “Monsieur
Travet nel cyberspazio” di Antonio Cordella e Fabio Scacciavillani; “Società delle
reti, governance e qualità intrinseca del lavoro” di Paolo Botta; ESTERI “Bolivia: la lunga transizione dall’utopia armata al socialismo comunitario” di
Alberto Filippi; “Le prospettive di sviluppo in India” di Mountolive;
COMUNICAZIONE E POLITICA - “Vista da un altro punto di vista. La
lezione delle primarie” di Sara Bentivegna; “Le novità sociali per la politica” di
Carlo Carboni; LE STORIE - “Diario americano7” di Giulio Sapelli; ARCHIVI
DEL RIFORMISMO - “L’esperienza riformista del New Deal nella Banca
mondiale (1949-1954)” di Michele Alacevich.
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
51
52
•
2/2006
UNO SPARTIACQUE - “Un partito per il riformismo in Italia e in Europa” di
Alfredo Reichlin; “Unire e governare. Un’interpretazione del voto del 9 e 10
aprile 2006” di Roberto Gualtieri; “Un’Italia spaccata in due?” di Paolo Segatti; “I
due quinquenni di centrosinistra e di centrodestra. Un confronto con l’economia
europea” di Ferdinando Targetti; G8 - “Il G8 del 2006 in Russia. Continuità e
innovazione per il successo del vertice” di John Kirton e Laura Sunderland; “La
Russia e il G8” di Joseph S. Nye Jr; “Verso il vertice G8 di San Pietroburgo” di
Cesare M. Ragaglini; “L’Unione europea e la Russia: principi o pragmatismo?” di
Katinka Barysch; MEDIO ORIENTE - “L’Iran e il rischio di una nuova trappola
ideologica” di Lilli Gruber; “Israele e Palestina: nuovi governi verso una
coabitazione pacifica?” di Rula Jebreal; “Vecchi e nuovi islamisti nel Medio
Oriente di Bush” di Fabio Nicolucci; “L’Iraq oggi: tentativi di ricostruzione e
crescente incertezza” di Samy Femia; “Il vespaio iracheno” di Carlo Pinzani; LA
SANITÀ - “La sanità tra aziendalizzazione e diritto alla salute” di Mario Pirani;
“Il valore innovativo dell’investimento in sanità” di Ignazio R. Marino;
“Sostenibilità, efficacia ed efficienza del sistema sanitario” di Claudio De
Vincenti; LA SICILIA - “La Sicilia: potenzialità e difficoltà di una regione che
può cambiare” di Rita Borsellino; “Il futuro siciliano” di Roberto Tagliavia;
“Aeroporto di Comiso: una bella storia” di Giuseppe Digiacomo; POLITICHE
PER LA CULTURA - “Idee per un New Deal della bellezza italiana” di
Giovanna Melandri; “Politiche pubbliche e governance per il settore culturale” di
Vittoria Franco; “Promemoria per un’analisi dei beni culturali in Italia oggi” di
Pietro Giovanni Guzzo; “Beni culturali e occupazione in Italia: binomio
(im)possibile?” di Emilio Cabasino; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “«Un
viaggio nel Mezzogiorno». Paolo Sylos Labini tra economia e storia” di Giuseppe
Abbracciavento.
•
3/2006
EDITORIALE - “Dall’Ulivo al Partito democratico” di Piero Fassino; ANALISI
DEL VOTO - “Basi sociali e tendenze territoriali alle elezioni politiche” di Paolo
Feltrin; “Perché il Nord Italia vota centrodestra? Alcune riflessioni da
economista” di Marcello Messori; “Riforma elettorale e riassetti delle coalizioni”
di Cesare Pinelli; ESTERI - “L’Italia e il rilancio delle relazioni transatlantiche” di
Federico Romero; “La promozione della democrazia e il ruolo dell’Italia” di
Maurizio Massari; “L’Italia e la sua sicurezza: gli obiettivi e le risorse” di Fabrizio
Battistelli; EUROPA/EUROPE - “Protezionismo, populismo e futuro
dell’Europa” di Roger Liddle; “La democrazia in Europa. Come l’Unione europea
potrà sopravvivere nell’era dei referendum” di Mark Leonard; “I ‘Tre grandi’ e la
scommessa europea” di Franco Venturini; “Failed idealism”? La politica estera
britannica alla fine dell’era Blair” di Ilaria Poggiolini; RICERCA E
INNOVAZIONE - “Il non profit della ricerca italiana: cause e rimedi” di Rita
Levi-Montalcini e Ignazio R. Marino; “L’innovazione tecnologica e le sfide per
l’industria delle comunicazioni” di Andrea Camanzi; INDIA - “L’india e il
sistema globale” di C. P. Chandrasekhar; “L’India e la sfida di una crescita
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
economica più inclusiva” di Jayati Ghosh; “L’economia indiana: un mercato
emergente anomalo” di Stefano Chiarlone; LE IDEE - “La governance della
percezione dei rischi” di Giuseppe Veltri; “Il rapporto tra pubblica
amministrazione e identità nazionale in Italia e in Europa” di Andrea Silvestri;
“Le disparità di genere in Italia: un’analisi di sviluppo umano” di Salvatore Monni
e Valeria Costantini; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Berlinguer ti voglio
bene” di Carlo Pinzani.
•
4/2006
EDITORIALE — “Il Partito Democratico fra problematiche nazionali e sfide
globali” di Alfredo Reichlin; RADICI STORICHE — “Religione e politica:
l’esperienza storica del PCI” di Giuseppe Vacca; “Partito Democratico e nuova
laicità” di Agostino Giovagnoli; “L’impervio cammino verso il Partito
Democratico” di Luciano Cafagna; CULTURA — “Appunti per una discussione
sulla cultura politica del partito dell’Ulivo” di Roberto Gualtieri; “Quale
formazione politica per il Partito Democratico” di Vittorio Campione; VERSUS
— “La sinistra postcomunista e gli intellettuali” di Salvatore Biasco; “Politica,
cultura e industria culturale nella seconda Repubblica” di Giancarlo Schirru;
SOCIETÀ E PARTITO — “Il partito che ancora non c’è, ma che è già al
governo” di Innocenzo Cipolletta; “Gulliver e i lillipuziani. Ovvero il Partito
Democratico e le possibili riforme della legge elettorale” di Antonio Floridia; “La
necessità del Partito Democratico” di Sergio Chiamparino; MODELLO DI
PARTITO — “Il Partito Democratico e la sua forma partito” di Filippo
Andreatta; “Un nuovo soggetto politico per la sinistra riformista” di Andrea
Orlando; “Il contributo ‘repubblicano’ alla nascita del Partito Democratico” di
Luciana Sbarbati e Fabio Basagni; ETICA E POLITICA — “Il Partito
Democratico come occasione per ripensare la laicità” di Claudia Mancina; “La
politica e la bioetica” di Ignazio R. Marino; “La responsabilità verso il mondo
comune” di Vittoria Franco; “Dimensione etica e nuovi diritti nella cultura
riformista” di Barbara Pollastrini e Gianni Cuperlo; “Un partito ‘post-secolare’”
di Giorgio Tonini; “Per il pluralismo etico del Partito Democratico” di Giancarlo
Schirru; VISTI DA FUORI — “La questione democratica, una questione per la
sinistra” di Tarso Genro; “Il Partito Democratico e le famiglie politiche europee”
di Denis Mc Shane; “Il nuovo ruolo dell’Italia in Europa” di Martin Schulz;
“Costruire un futuro progressista per il XXI secolo” di George A. Papandreou;
MEDIO ORIENTE — “Du Déjà-vu in Libano” di Carlo Pinzani; “La guerra in
Libano e il fattore tempo” di Renzo Guolo; “Il Medio Oriente dopo la guerra
libanese” di Fabio Nicolucci.
•
5/2006
EDITORIALE — “Ha un futuro la Costituzione europea?” di Giuliano Amato;
ECONOMIA E FINANZA — “L’Europa e l’Italia negli scenari globali. Il
declino non è inevitabile” di Pier Carlo Padoan; “Cina: crescita, squilibri,
opportunità” di Ferdinando Targetti; “Squilibri e disuguaglianze nell’economia
globalizzata” di Silvano Andriani; “Gli ostacoli sulla via di Lisbona” di Marco De
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
53
Andreis; “Come evitare la fine di Eurolandia” di Simon Tilford; “Il sistema
bancario italiano in Europa” Italianieuropei intervista Marcello Messori;
“«Industria 2015» e mercato dell’innovazione” di Renato Giallombardo; GRAN
BRETAGNA — “Il futuro del Partito Laburista” di Patrick Diamond; “Quale
futuro per il New Labour britannico?” di Colin Crouch; AMERICA LATINA —
“I paradossi e le sfide istituzionali del presidenzialismo latinoamericano” di
Alberto Filippi; “I poveri del Brasile garantiscono la vittoria di Lula” di Giancarlo
Summa; “In Cile tira aria nuova” di Marcelo Contreras; “Linee della nuova
politica estera dell’Italia verso l’America Latina” di Donato Di Santo; “Il
Mercosur: economia e istituzioni nelle politiche dell’integrazione “ intervista a
Carlos A. Alvarez; EUROPA/EUROPE — “Un’Europa a più dimensioni per
rilanciare il progetto europeo” di Antonio Armellini; “Multilateralismo, una strada
obbligata. Per una politica europea dell’energia” di Valeria Termini; “I paesi
scandinavi e la «tavola imbandita»” di Paolo Borioni; “I confini «civici»
dell’Europa unita” di Mario Zucconi; LE IDEE — “Rischio e merito” di Nicola
Rossi; “La necessaria evoluzione della militanza politica” di Giuseppe Di Caterino
e Giuseppe A. Veltri; “Un tentativo di aggregazione regionale nell’Africa australe.
La Southern African Development Community” di Luca Bussotti; “La
rivoluzione digitale. Motore primario della riforma del sistema radiotelevisivo” di
Luigi Vimercati; “Breve commento alla SiTP” di Ignazio R. Marino; “La salute in
tutte le politiche” di Roberto Bertollini; ARCHIVI DEL RIFORMISMO —
“John Kennedy, la presidenza e il Partito Democratico” di Leopoldo Nuti.
2005
•
54
1/2005
LE COSE DA FARE - “L’agenda di una sinistra
nuova” di Massimo D’Alema PENSARE LA
POLITICA - “All’origine del cattivo funzionamento del
bipolarismo italiano” di Paolo Segatti e Hans Schadee;
“Quale legge elettorale per la Terza Repubblica?” di
Andrea Pinto; “Leggi elettorali e rendimento dei
governi” di Stefano Passigli; “Sul soggetto politico
riformista” di Roberto Gualtieri ARCHIVI DEL
RIFORMISMO/1 - “I novant’anni di Antonio Giolitti,
lungimirante e impolitico” di Giuliano Amato; “Antonio
Giolitti, un intellettuale illuminista” di Luciano Cafagna;
“Antonio Giolitti: novanta ma non li dimostra” di
Giorgio Ruffolo, “Riforme e rivoluzione” di economica
cinese e il ruolo del credito” di Luigi Tomba; “Cina:
dietro il ‘miracolo’, il regime resta dittatoriale” di Jean
Philippe Béja; “L’aggiustamento degli squilibri globali e il ruolo della Cina” di Pier
Carlo Padoan; “Reagire alla sfida cinese. Rischi di declino e prospettive di rilancio
della manifattura italiana” di Stefano Chiarlone; L’ECONOMIA - “Europa e Stati
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
Uniti e la governance dell’economia” di Ferdinando Targetti; “Ricetta
imprenditoriale per un salto di qualità dell’Unione europea e dell’Italia” di Ugo
Andrea Poletti; “Dal paradigma della ricerca agli obiettivi per il nuovo millennio”
di Valeria Costantini e Salvatore Monni; “Il sistema produttivo italiano è alla
deriva?” di Gianfranco Viesti; LE IDEE - “Costruire ponti tra la Chiesa e il
centrosinistra: eliminare i pregiudizi, affrontare i problemi” di Stefano Ceccanti;
Municipalizzazione e interesse pubblico” di Alfredo De Girolamo; LE STORIE “Ritorno in Italia 1” di Glauco Della Sciucca; ARCHIVI DEL RIFORMISMO/2
- “Quell’America liberal che ci piace tanto. A proposito di Richard Rorty e del
glorioso progressismo statunitense” di Massimiliano Pananari.
•
2/2005
EDITORIALE - Elezioni regionali, l’Unione verso il 2006” di Giuliano Amato;
PENSARE LA POLITICA - Elezioni regionali: analisi e promesse del voto” di
Paolo Segatti; WELFARE STATE – “La disuguaglianza salariale: insegnamenti
dagli Stati Uniti” di Francesco Avvisati, “Una modesta proposta contro scelte
scandalose” di Franco Botta, “Una riforma socialdemocratica per un’Europa che
invecchia” di Wolfgang Merkel, “Ricominciando da Tre. Riflessioni per il welfare
del futuro” di Claudio De Vincenti, “Lo sviluppo delle donne conviene a tutti” di
Alessandro Magnoli; L’ECONOMIA - “Mercato del lavoro e fiscalità nelle
politiche occupazionali. Inquadramento delle politiche e appunti per il
programma” di Salvatore Biasco, “Mezzogiorno: uno sguardo dall’alto” di Nicola
Rossi, “L’identità della politica industriale” di Alessandro Aronica e Stefano
Fantacone; EUROPA/EUROPE-1 - “Lisbona: promesse, ritardi, rinvii” di Pier
Carlo Padoan, “L’Agenda di Lisbona e il mercato del lavoro” di Alfonso Arpaia,
“Per una nuova Strategia di Lisbona” di Stefan Collignon; EUROPA/EUROPE2
- “Terra Santa o dannata?” di Carlo Pinzani, “Israele e Unione europea: realtà e
illusioni” di Maria Grazia Enardu; L’AMBIENTE - “Protocollo di Kyoto e
sviluppo energetico sostenibile” di Luigi De Paoli, “Dopo Kyoto: inquinamento,
politica dei trasporti e industria dell’auto” di Andrea Boitani e Marco Ponti, “Il
Protocollo di Kyoto: quali effetti sul sistema sociale internazionale?” di Luca
Bussotti; LE IDEE - “Il futuro della democrazia in Europa: tendenze, analisi e
riforme” di Philippe C. Schmitter; LE STORIE - “Ritorno in Italia2” di Glauco
Della Sciucca; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Quel nesso inestricabile tra
scienza e politica. A proposito di Marcel Mauss e del «riformismo» delle scienze
sociali della Terza Repubblica” di Massimiliano Pananari.
•
3/2005
EDITORIALE - “L’Europa dopo i referendum” di Giuliano Amato; PENSARE
LA POLITICA - “L’ascendente declino della leadership personale” di Andrea
Pinto; “Sindacati e welfare state: il sistema Ghent” di Salvo Leopardi;
“Democrazia ed elezioni: un rapporto da migliorare” di Gianpaolo Rossini;
EUROPA/EUROPE- “«Non? Non! Non...»: il referendum sulla Costituzione in
Antonio Giolitti; EUROPA/EUROPE - “Israele e il dilemma dei laburisti” di
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
55
Colette Avital; “Il velo islamico e la spada di Dreyfus” di Massimo Nava; “La
pelle dell’orso” di Carlo Pinzani; LA CINA - “La riforma
Francia” di Gilles Finchelstein; “Una politica estera à la Blair” di John Lloyd;
“L’Europe après (le) coup?” di Giorgio Ruffolo; LE IDEE-Idee sulla politica
estera - “Quale politica estera per l’Italia?” di Massimo D’Alema; “Impegno
globale e lotta al terrorismo Tre proposte concrete per la politica estera italiana”
di Filippo Andreatta; “La difesa europea e la nato” di Fabrizio Battistelli; “Risorse
e obiettivi: alla ricerca di coerenza” di Marta Dassù e Stefano Silvestri; “L’Italia:
ponte tra UE e islam?” di Renzo Guolo; “La Russia di Putin: amore e odio per
l’UE” di Silvio Pons; “Le nuove priorità della politica estera di USA e UE” di
Federico
Romero;
LE
IDEE-Idee
su
immigrazione e identità nazionale - “Politiche
migratorie: bilanci, sfide e proposte” di Marzio
Barbagli, Asher Colombo, Ferruccio Pastore,
Giuseppe Sciortino e Paolo Segatti; VERSUS
“Benedetto XVI e le sfide del XXI secolo” di
Alceste Santini; “L’agenda di Papa Ratzinger:
«italianità», politica estera e protagonismo
cristiano” di Gennaro Acquaviva; LA RIFORMA
DELL’ONU - “Una proposta di riforma delle
Nazioni Unite” di Cesare Pinelli; “Le Nazioni
Unite: un «machin»?” di Carlo Pinzani; “La
responsabilità di protezione dell’onu” di John D.
Podesta; IL CASO - “Da Sigonella a Baghdad
passando per il Cermis” di Domenico Cacopardo;
ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Che cos’è la
Costituzione.
Riflessioni
sulla
«pedagogia
costituente» di Arturo Carlo Jemolo” di Giuseppe
Abbracciavento
•
56
4/2005
IL CASO - “Dialogo sul capitalismo italiano” Massimo D’Alema e Alessandro
Profumo intervistati da Massimo Giannini; PENSARE L’ECONOMIA “Sviluppo del Mezzogiorno: qualche riflessione e scenario di intervento” di Ciro
Romano; “Per non reinventare la ruota” di Fabrizio Ghisellini; “Liberalizzazioni,
regolazione e politica industriale. Appunti per l’agenda di un governo riformista”
di Claudio De Vincenti; LE IDEE/1-Idee su scuola e università - “Per un nuovo
sistema educativo” di Vittorio Campione; “Innovazione, ricerca, università; di
Luciano Modica; LE IDEE/2-Idee sulla sanità - “I cittadini al centro della
sanità”; MEDIO ORIENTE - “Dopo Gaza” di Renzo Guolo; “Iran: ritorno al
passato?” di Diego Gilardoni; G8: DEBITO E CRESCITA - “Come garantire
l’efficacia degli aiuti. Problematiche ed effetti dell’aumento degli aiuti” di Peter S.
Heller; “Aiuti e crescita. Nuove speranze per l’efficacia degli aiuti” di Steve
Radelet, Michael Clemens e Rikhil Bhavnani; “Per rendere efficiente
l’autogestione a livello nazionale. Un punto di vista britannico” di Sam Sharpe,
Adrian Wood e Ellen Wratten; IL TERRORISMO - “Sul terrorismo” di Alfredo
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
Reichlin; “Perché Washington ha bisogno dell’integrazione europea” di Ron
Asmus; “Le frontiere simboliche dell’islam in Italia e in Europa” di Khaled Fouad
Allam; “Il coordinamento delle indagini giudiziarie sui delitti di terrorismo” di
Piero Luigi Vigna; EUROPA/EUROPE - “Union bonds e rilancio della crescita
europea” di Alberto Majocchi; LE STORIE - “Diario americano 5” di Giulio
Sapelli; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Chivambo filho de chefe. Il sogno
riformista di Eduardo Mondane” di Luca Bussotti.
•
5/2005
EDITORIALE - “I guasti della nuova legge
elettorale” di Giuliano Amato, “Verso il
partito democratico” di Dario Franceschini;
PENSARE LA POLITICA - “Sui risultati
delle elezioni primarie dell’Unione di
centrosinistra” di Salvatore Vassallo, “La
controriforma elettorale: logiche partigiane,
disastri sistemici, riduzione del danno” di
Stefano Ceccanti; IL CASO - “L’euro, lo
shock asimmetrico e la clemenza dei
mercati” di Luigi Spaventa, “I figli di
Alessandro Rossi” di Gianni Toniolo, “Un
capitalismo in cerca di nuovi padroni. Perché
le imprese italiane non crescono?” di Sandro
Trento, “Il rilancio della competitività
dell’industria italiana” di Stefano Chiarlone,
“Cooperazione e politica: un modello
interpretativo” di Mattia Granata, “La
cooperazione nell’economia italiana” di
Alberto Zevi, “Dai cento giorni ai cinque
anni: il ‘senso di una direzione’” di Nicola
Rossi; POLICY NETWORK - “Gli europei e le élite” di Rene Cuperus, “Una
cornice flessibile per un’Europa plurale” di Patrick Weil; EUROPA/EUROPE “Europa in crisi. E adesso? Che fare?” di Günter Schmid, “Il lavoro nella
Costituzione europea” di Giampiero Golisano; LE IDEE - “Giustizia: appunti
per un programma di governo”; CHIESA E POLITICA - “Cattolica ma
secolarizzata? I paradossi del voto religioso in Spagna” di José Ramòn Montero e
E. Kerman Calvo, “Religiosità e voto negli anni del maggioritario” di Paolo
Segatti e Cristiano Vezzoni, “Un nuovo incontro tra fede e ragione” di Piero
Fassino; LE CITTA’ - “Che cosa manca a Milano?” di Pietro Modiano,
“Governance e sviluppo economico dell’area metropolitana milanese” di Luigi
Vimercati, “La cultura come motore di sviluppo” di Emanuele Fiano, “Milano e
la sfida del governo. Cinque domande per un nuovo riformismo” di Carlo
Cerami; LE STORIE - “Diario Americano 6” di Giulio Sapelli; ARCHIVI DEL
RIFORMISMO - “Luigi Einaudi e la bellezza della lotta” di Giuseppe
Abbracciavento; NEMICI DEL RIFORMISMO “Alle radici del pregiudizio
antiriformista” di Federico Fornaro.
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
57
2004
•
1/2004
LE COSE DA FARE - “Una squadra di leader per l’Ulivo” di Mauro Calise;
PENSARE LA POLITICA - “L’orgoglio (pre-politico) di sentirsi italiani” di
Paolo Segatti, “Non basta il patriottismo umanitario” di Gian Enrico Rusconi,
“La nazione condivisa” di Gennaro Malgieri; VERSUS - “Elogio della
manipolazione politica” di Massimiliano Panarari, “Perché la sinistra deve dire no
allo spin” di Franco Motta; IL CASO ITALIANO - “L'università italiana:
autonomia o decadenza” di Nicola Rossi e Gianni Toniolo, “Piccole imprese,
ricerca e innovazione” di Philip Moschetti e Saveria Sechi, “Dal 2004 alle elezioni
politiche, tra voto locale e voto nazionale” di Guido Legnante; EUROPA
EUROPE - “Un’agenda per far crescere l’Europa” di Pier Carlo Padoan, “Dopo
Berlusconi: la presidenza italiana e l’Europa” di Antonio Missiroli, “L’Europa
divisa” di Carlo Pinzani, “Europa, Oriente, Islam” di Maria Grazia Enardu;
POLICY NETWORK - “I media e la politica negli Stati Uniti: una minaccia per
la democrazia?” di Amy Rosenthal, “Un nuovo protagonismo latinoamericano”
di Donato Di Santo e Marina Sereni; LE STORIE - “Lo strano caso delle Hawaii.
Diario dall’America più lontana” di Alessandro Agostinelli; LE IDEE - “Siamo
davvero alle «invasioni barbariche»? In tema di fecondazione assistita” di Paola
Marion, “I modelli di politica economica dei politici italiani” di Ferdinando
Targetti; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Dall’altro al pubblico.
Considerazioni critiche sulla filosofia di Martin Buber” di Alessandro Marini,
“Una nuova saggezza per una nuova era. A proposito Francesco Saverio Nitti” di
Giuseppe Abbracciavento.
•
2/2004
LE COSE DA FARE - “Un programma che
parli agli europei” di Giuliano Amato, “Una
politica forte per un’Italia smarrita” di Massimo
D’Alema; 11 SETTEMBRE/11 MARZO - “Il
martello e il nemico. Il nuovo profilo delle
minacce e i rischi delle decisioni politiche” di
Fabrizio Battistelli, “Tecnologia e industria di
fronte al terrorismo globale” di Michele Nones;
IL CASO ITALIANO - “Sviluppo di un sistema
di
autonomie,
non
parcellizzazione
dell’università” di Guido Fabiani, “Autonomia,
responsabilità e merito per la qualità
universitaria” di Vittoria Franco, “Accelerazioni
necessarie e scorciatoie pericolose per l’università
italiana” di Franca Bimbi, “Riforma e
manutenzione del sistema universitario” di
Eugenio Mazzarella; AMERICANA - “Il buon
58
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
esempio delle primarie democratiche” di Gianfranco Pasquino, “Bush vs Kerry”
di Federico Romero, “Burro e fucili? Le prospettive economiche e la politica
estera degli Stati Uniti” di Stefano Fassina, “L’Argentina tra ristrutturazione del
debito e tentazioni isolazioniste” di Pier Carlo Padoan; EUROPA EUROPE “Medio Oriente, il realismo contro la politica di potenza” di Gian Arturo Ferrari,
“Vecchio e nuovo antisemitismo” di David Meghnagi, “Israele e Palestina: la
soglia del non rinunciabile” di Daniele Del Giudice, “Per la desantificazione di
Gerusalemme” di Meir Shalev, “Oltre il terrore, oltre la riconciliazione” di Mahdi
Abdul Hadi; LE IDEE - “La morte non si vive. Medico e paziente di fronte al
testamento biologico” di Ignazio R. Marino, “Primato della politica o primato
della Costituzione?” di Sergio Fabbrini, “Riflessioni sulle riforme del mercato
finanziario italiano” di Gianluca Galletto; LE STORIE - “Diario americano 3” di
Giulio Sapelli; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “10 giugno 1924. A proposito
di Giacomo Matteotti e della nascita di una dittatura” di Gianni Carino,
“Riformismo e welfare. A proposito di Ezio Vigorelli e di un «piano Beveridge
italiano»” di Mattia Granata, “Solidarietà e Stato di diritto nel pensiero di Luigi
Einaudi” di Enzo Di Nuoscio.
•
3/2004
LE COSE DA FARE – “Prepararsi a governare. La crisi del berlusconismo e il
futuro della lista unitaria” una discussione tra Giuliano Amato, Enrico Boselli,
Massimo D’Alema, Piero Fassino e Francesco Rutelli; PENSARE LA
POLITICA/1 – “Europee 2004: un punto di svolta?” di Paolo Natale e Paolo
Segatti, “Europee 2004: sempre meno europee, sempre più nazionali?” di Paolo
Feltrin; PENSARE LA POLITICA/2 – “Al mondo serve un'alleanza paritaria tra
Europa e USA” di Giuliano Amato, “Oltre i fallimenti di Bush. Una nuova
architettura transatlantica” di Ronald D. Asmus, “Europa-Stati Uniti: una nuova
partita” di Laurent Fabius; LA SCUOLA/LE SCUOLE – “L’opposizione e la
scuola che cambia” di Claudia Mancina, “Di quale scuola ha bisogno il paese?” di
Dario Missaglia, “Cambiare per governare” di Vittorio Campione, “Liberare le
intelligenze, cambiare l'apprendimento” di Andrea Ranieri, “Un nuovo patto per
la scuola” di Pietro Lucisano, “Una riforma insufficiente” di Luigi Bobba; LE
IDEE – “Le due sfide alla democrazia” di Domenico Fisichella, “Democrazia
come religione politica” di Vittorio Emanuele Parsi, “Democrazia, partiti e
campagne elettorali: quali cambiamenti?” di Oreste Massari; IL CASO
ITALIANO - “Corporativi e democratici. Le organizzazioni di interesse e il
processo decisionale” di Salvatore Biasco, “Tutti i danni della delega fiscale” di
Claudio De Vincenti, “Par condicio locale, par condicio più debole” di Pierluigi
Mazzella; POLICY NETWORK - “«Doppie maggioranze» e «ponderazioni». Le
implicazioni del sistema di voto sul funzionamento del Consiglio dell’Unione” di
Nicola Verola, “L’America divisa” di Carlo Pinzani; NOVECENTO - “Enrico
Berlinguer e la riforma del comunismo. Il PCI, l’Europa e l’Unione Sovietica nella
tarda guerra fredda” di Silvio Pons, “Berlinguer, un comunista italiano” di
Goffredo Bettini; LE STORIE - “Diario americano 4” di Giulio Sapelli;
ARCHIVI DEL CONSERVATORISMO - “Lavoro intellettuale come passione
politica. A proposito di Pierre Rosanvallon” di Massimiliano Panarari.
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
59
60
•
4/2004
LE COSE DA FARE - “Fecondazione assistita: una breve premessa” di Giuliano
Amato, “Oltre la furia ideologica” di Natale D’Amico, “Una legge da cancellare”
di Livia Turco; PENSARE LA POLITICA - “Le ragioni per una leadership” di
Salvatore Vassallo, “Uniti nell’Ulivo in una Italia divisa?” di Roberto D’Alimonte;
PER UNA SANITA’ SOSTENIBILE - “Sanità italiana sotto esame: quale
terapia?” di Ignazio R. Marino, “La centralità del cittadino in un sistema sanitario
moderno” di Giuseppe Benagiano, “Lo stato della sanità italiana. Ageing Society e
sistema sanitario” di Ubaldo Montaguti, “Sanità, università e ricerca” di Carlo
Croce, “Un debole settore farmaceutico” di Vincenzo Atella, “L’esperienza
toscana” di Enrico Rossi; IL CASO ITALIANO - “Quale programma politico
per una società attiva?” di Romano Benini, “Giustizia: sussurri e grida” di
Giovanni Di Cagno e Massimo Brutti; AMERICANA - “Kerry e la potenza
americana” di Tony Blinken, “Una strategia progressista contro la proliferazione
nucleare” di Madeleine K. Albright e Robin Cook, “Quale uso della forza?
Percezioni europee e americane a confronto” di Ronald Asmus, Philip P. Everts e
Pierangelo Isernia; POLICY NETWORK - “Da Prodi a Barroso: la
Commissione nell’UE a 25” di Antonio Missiroli; IL FUTURO
DELL’ARGENTINA - “Il justicialismo di Kirchner e le alleanze di governo e di
opposizione” di Alberto Filippi, “Dall’inferno al purgatorio” di Juan Carlos
Portantiero, “La sinistra democratica e il governo Kirchner” di Eduardo Sigal;
NOVECENTO - “Saragat e la legittimità socialista" di David Bidussa; ARCHIVI
DEL RIFORMISMO - “Modernizzazione e fedeltà ai valori: a proposito di
François Mitterand” di Marco Gervasoni, “In memoria di Maria de Lourdes
Pintasilgo. Donna, ingegnere, primo ministro, cattolica e socialista” di Stefano
Ceccanti; LE IDEE - “Il declino non basta” di Giulio Sapelli “Le vie della
municipalizzazione” di Fabio Merusi.
•
5/2004
LE COSE DA FARE - “L’impasse delle regioni e
del federalismo” di Marco Cammelli, “La
questione pugliese. Cinque punti per un dibattito”
di Franco Botta, “Il caso toscano. Oltre il modello
dei distretti” di Riccardo Conti; AMERICANA “Un mandato per la continuità... con ostacoli
crescenti” di Federico Romero, “Dove va
l’America? Interpretazioni e conseguenze delle
elezioni del novembre 2004” di Sergio Fabbrini,
“God bless America, comunque” di Carlo Pinzani,
“Una rivoluzione conservatrice e religiosa” di
Pierangelo Giovanetti, “La fragile egemonia dei
repubblicani, il futuro dei democratici” di Stefano
Fassina; L’ECONOMIA - “Solo la crescita può
salvare il modello sociale europeo” di Salvatore
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
Biasco, “Riformare la Banca Mondiale?” di Alessandro Magnoli, “Risparmio,
conflitto di interessi, capitalismo: abbiamo delle prospettive?” di Philip G. P.
Moschetti, “Conoscenza, mercato, solidarietà” di Enzo Di Nuoscio; “Lifelong
learning in Italia: il miraggio dell’educazione continua” di Francesco Florenzano,
“L’Europa e il lavoro” di Carmelo Scaramuzzino; POLICY NETWORK “Laurent Fabius tra l’Europa e le carote grattugiate” di J. P. de Lisle; IL PSI E
GLI ANNI OTTANTA - “L’esperienza del governo” di Giovanni Sabbatucci, “I
socialisti e la società italiana” di Simona Colarizi, “PSI-PCI: l’ultimo duello” di
Umberto Ranieri, “Dagli euromissili alla fine della guerra fredda. La politica estera
italiana negli anni Ottanta” di Leopoldo Nuti, “Metamorfosi della cultura
socialista? Il PSI e gli intellettuali” di Marco Gervasoni; ARCHIVI DEL
RIFORMISMO - “Giuseppe Emanuele Modigliani. A proposito del pacifismo
riformista” di Federico Fornaro, “La solitudine del riformista. A proposito di
Federico Caffè” di Giuseppe Abbracciavento; LE IDEE - “Il dolore non
necessario” di Domenico Gioffrè e Mario Luzi, “Fecondazione assistita:
un’occasione per ripensare ai valori” di Eugenio Mazzarella.
2003
•
1/2003
EDITORIALE - Cinque idee per mobilitare l’Italia; LE COSE DA FARE “Ridefinire l’agenda del paese” di Alfredo Reichlin, “Le disuguaglianze di genere.
Un problema di equità e di vincoli allo sviluppo” di Chiara Saraceno, “Cultura e
ricerca: l’Italia in ritirata?” di Salvatore Settis, “Abolire il Mezzogiorno?” di
Gianfranco Viesti, “La modernizzazione ecologica” di Edo Ronchi; PENSARE
LA POLITICA - “Cambiare il PSE? Uniamo prima i riformisti italiani” di
Claudio Martelli, “Una proposta da condividere, per un nuovo soggetto riformista
europeo” di Arturo Parisi; IL CASO ITALIANO - “I danni del bipolarismo
sindacale, il valore dell’autonomia” di Antonio Panzeri, “Quanto ci conviene
elettoralmente un Berlusconi demonizzato?” di Paolo Segatti e Hans M. A.
Schadee; DUE MESI DI POLITICA - “Vino nuovo in botti vecchie. Il
semiparlamentismo per chiudere la transizione italiana” di Sergio Fabbrini, “Il
premierato è utile all’Italia e all’Ulivo” di Giorgio Tonini, “Riforme istituzionali e
transizione repubblicana” di Cesare Pinelli; DOPO L’11 SETTEMBRE - “Perché
Washington va alla guerra?” di Massimo Brutti, “Contro l’estremismo islamico, gli
Stati Uniti scelgano la forza della democrazia” di Steven J. Nider; POLICY
NETWORK - “L’Unione europea deve agire in Medio Oriente” di Steven
Everts, “Cos’è davvero la devolution britannica?” di Davide Gianluca Bianchi;
VERSUS - “Governare il mercato globale si può. Il ruolo delle istituzioni
finanziarie” di Maria Grazia Reitano, “Opporsi al mercato globale si deve. Le
ragioni dei no global” di Giampiero Rasimelli; EUROPA EUROPE/Le vie del
calcio - “Il calcio in un paese solo non basta più” di Giorgio Tosatti, “Giochi di
guerra? Calcio, Europa, integrazione” di Antonio Missiroli, “La grande bolla
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
61
speculativa del pallone” di Gianfranco Teotino; LE STORIE - “La fonte
dell’attenzione” di Riccardo Rita.
62
•
2/2003
EDITORIALE - “Oltre la guerra, le domande che rimangono”; LE COSE DA
FARE - “La forza e i valori Europa, Islam e Stati Uniti nel dopoguerrra” una
discussione tra Giuliano Amato, Massimo D’Alema, Sergio Fabbrini, Khaled
Fouad Allam, Renzo Guolo e Federico Romero; PENSARE LA POLITICA “Perché la Gran Bretagna è intervenuta contro Saddam” di Tony Blair, “La
Germania si assumerà le proprie responsabilità” di Gerhard Schröder, “Una
guerra sbagliata” di José Luis Rodriguez Zapatero; DOPO L’11 SETTEMBRE “Uniti attorno alla bandiera? Le opinioni pubbliche di Europa e Stati Uniti di
fronte alla guerra” di Pierangelo Isernia e Philip Everts; IL CASO ITALIANO “La leadership come pedagogia. La sinistra italiana tra Parigi e Roccacannuccia”
di Luciano Cafagna, “L’illusione delle primarie” di Stefano Passigli; DUE MESI
DI POLITICA - “Scuola, misuriamoci con l’innovazione. Da un brutto
confronto parlamentare una legge modesta” di Vittorio Campione, “La scuola
italiana serve a qualcosa?” di Daniele Checchi; EUROPA EUROPE/1 - I
dilemmi della politica estera - “L’Europa e la guerra” di Biagio De Giovanni, “La
carta americana nella politica estera italiana. Ovvero, il padrone più ricco e più
lontano è sempre il migliore” di Leopoldo Nuti, “Per una riforma delle istituzioni
finanziarie internazionali” di Riccardo Faini, “L’Unione europea come risposta
alla globalizzazione” di Nicola Verola; EUROPA EUROPE/2 - Scienza, bioetica
e politica - “L’insostenibile leggerezza delle astrazioni” di Anna Meldolesi, “Etica
della ricerca biomedica: per una visione cristiana” di Ignazio R. Marino, “Etica
della ricerca biomedica: per una visione ebraica” di Gianfranco Di Segni, “Per
una bioetica non difensiva” di Gilberto Corbellini, “Etica laica della scienza e falsi
argomenti” di Carlo Flamigni; LE STORIE - “Voglio una casa” di Sara Beltrame;
NOVECENTO - “Oltre il revisionismo. Emilio Gentile e il fascismo preso sul
serio” di Marco Gervasoni; LE IDEE - “Declino o sviluppo per l’economia
italiana?” di Vincenzo Visco; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Solo in missioni
di pace… A proposito di Bettino Craxi e della politica estera italiana” di Giorgio
Napolitano, “Un governo di legislatura stabile ed efficiente. A proposito di
Costantino Mortati e di premierato” di Francesco Clementi, “L’ascensione del
proletariato. A proposito di Claudio Treves e del socialismo riformista” di
Federico Fornaro.
•
3/2003
LE COSE DA FARE – “L’Ulivo come soggetto politico del riformismo italiano”
di Massimo D ‘Alema, “Il peggio è passato, ma l’Ulivo deve crescere” di Enrico
Letta, “I simili con i simili, per la casa comune dei riformisti” di Ugo Intini;
“DUE MESI DI POLITICA – “Un semestre a rischio per l’Italia e per l’Europa”
di Umberto Ranieri, “Il «metodo Illy». Le ragioni del voto in Friuli Venezia
Giulia” di Paolo Segatti; IL CASO ITALIANO – “Il programma e il «popolo
indistinto»” di Salvatore Biasco, “La frustrazione del parlamentare. La
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
rappresentanza politica vista dagli eletti” di Guido Legnante, “Movimenti e
partiti: l’esperienza toscana” di Marco Filippeschi; OSSERVATORIO
ECONOMICO – “Imposta negativa, universalismo e incentivo al lavoro. Le
linee di una riforma” di Claudio De Vincenti e Corrado Pollastri, “Le cause del
declino italiano” di Ferdinando Targetti; EUROPA/EUROPE /Israele-Palestina:
la mappa e la pace “Israele: quale pace nella terra dei miracoli?” di Manuela Dviri
Vitali Norsa, “Palestina: tutte le debolezze della Road Map” di Zakaria Al Qaq,
“Un percorso a ostacoli per la pace. Il testo completo della Road Map”; DOPO
L’11 SETTEMBRE – “Le Nazioni Unite tra potenza e consenso” di Ennio Di
Nolfo, “Quo vadis ONU?” di Giandomenico Picco; LE STORIE - “Diario
americano” di Giulio Sapelli; VERSUS – “Istruzione, formazione, Costituzione”
di Giuseppe Bertagna, “Una scuola palindroma” di Roberto Maragliano, “Ma la
legge Moratti è regressiva” di Andrea Ranieri;
POLICY NETWORK/Progressive Governance
Conference - “Diritti e responsabilità. Come
approfondire e democratizzare i regimi
progressisti” di Tom Bentley, “Investire nei
bambini per combattere il peso dell’eredità sociale”
di Gosta Esping-Andersen, “Immigrazione ed
integrazione sociale” di Nicola Rossi, “Il
fondamentalismo del libero mercato e l’American
Business Model” di John Kay; NOVECENTO –
“Confini orientali: le foibe e i tabù della storia” di
Marco Coslovich; LE IDEE – “Grandi Fratelli.
Narrazioni e individui oltre il libero arbitrio” di
Alessandro
Agostinelli;
ARCHIVI
DEL
CONSERVATORISMO – “Il sapiente e il
gentiluomo. A proposito di Leo Strauss e di
Neocons” di Edoardo Camurri.
•
4/2003
EDITORIALE – “Per un nuovo soggetto politico, riformista ed europeo”;
PENSARE LA POLITICA – “La Germania si rimette in movimento”
Italianieuropei intervista Gerhard Schröder; “L’Europa ha bisogno di un nuovo
paradigma di crescita” di Pier Carlo Padoan; “Emulazione e innovazione sociale.
Lisbona e il metodo di coordinamento aperto” di Maria João Rodrigues; LE
COSE DA FARE – “Berlusconi e il consenso infedele” di Paolo Natale,
“Riforma del welfare: una legislatura persa” di Paolo Onofri e Stefano Toso; IL
CASO ITALIANO – “Il caso Torino, o della centralità della politica” di Sergio
Chiamparino, “La fatica più grande. Torino e la rappresentazione di sé” di
Fiorenzo Alfieri, “Un ruolo per le fondazioni nell’innovazione e nello sviluppo
locale” di Giovanni Ferrero, “Torino e la sfida demografica” di Federico Fornaro;
EUROPA EUROPE/Gerusalemme, la cruna dell’ago “Due popoli e tre religioni.
Il futuro di Gerusalemme in una prospettiva cristiana” di Monsignor Michel
Sabbah, “Raggiungere Gerusalemme” di Mustafa Barghouthi, “I nuovi laboratori
di idee per una soluzione permanente” di Simonetta Della Seta, “Il crocevia della
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
63
pace più difficile” di Luigi Sandri, “Palestinesi: il peso di leadership deboli” di
Carlo Pinzani, “L’impossibile spartizione della Terra santa” di Mahdi Abdul Hadi;
DOPO L’11 SETTEMBRE – “Potere, guerra e opinione pubblica. Falchi e
colombe in Europa e Stati Uniti dopo l’Iraq” di Ronald Asmus, Philip P. Everts e
Pierangelo Isernia, “Dopo la light war: Bush e l’Iraq” di Renzo Guolo, “Iraq, il
fallimento e la svolta” di Vojtech Mastny, “Quasi gol? Convenzione e politica
estera” di Antonio Missiroli; LE STORIE – “Diario americano 2”, di Giulio
Sapelli; LE IDEE – “La tentazione del perdono. Cinema e terrorismo” di Aldo
Torchiaro, “Il declino del G8” di Paolo Guerrieri, “Femminismo e giovani
donne. C’è ancora bisogno di un movimento?” di Marina Cacace;
NOVECENTO – “Venezuela-Cuba, dalla fratellanza all’odio” di Marisa Bafile;
ARCHIVI DEL RIFORMISMO - Un riformismo di tutto il popolo. A proposito
di Palmiro Togliatti e di “Ceto medio ed Emilia Rossa” di Roberto Gualtieri.
•
5/2003
LE COSE DA FARE – “Il post-Berlusconi” di
Edmondo Berselli; PENSARE LA POLITICA –
“Come cambiare il PSE?”, una conversazione con
Enrique Barón Crespo e Jacques Delors, “Ad est
del PSE. Il socialismo europeo dopo l’allargamento”
di Marco Piantini; AMERICANA – “Il futuro del
Partito democratico” di Robert B. Reich; “Sidney
Blumenthal e il fantasma di Bill Clinton” di Amy
Rosenthal; “Lo show del Far West” di Lewis
H.Lapham; DUE MESI DI POLITICA – “La
sinistra a Trento: solo un caso locale?” di Pierangelo
Giovanetti, “Procreazione assistita e mediazione
bioetica” di Giorgio Tonini, “Il puzzle delle
autonomie territoriali” di Cesare Pinelli, “L’Ulivo
dia all’Italia una tregua normativa. Il caso della
tassazione delle imprese” di Salvatore Biasco;
DOPO L’11 SETTEMBRE – “I volti del
terrorismo islamico” di Aldo Torchiaro; “Il dilemma transatlantico. Perché
l’Unione europea e gli Stati Uniti faticano a intendersi?” di Sergio Fabbrini, “Noi
e la Francomània” di Massimo Nava; IL CASO ITALIANO – “Le sfide di una
sperimentazione” di Giuseppe Bertagna, “L’obbligo scolastico, nonostante la
legge Moratti” di Jacopo Greco; POLICY NETWORK – “Alle fonti
dell’euroscetticismo scandinavo” di Paolo Borioni; LE IDEE – “Crescita
americana, declino europeo?” di Pietro Reichlin e Aldo Rustichini, “Il mito della
scarsità” di Nino Galloni, “La debole resurrezione del sindacato” di Lucio
Baccaro, Mimmo Carrieri e Cesare Damiano; NOVECENTO – “De Gaulle, il
suo e il nostro tempo” di Marco Gervasoni; ARCHIVI DEL RIFORMISMO –
“Le origini del New Labour e il futuro del socialismo. A proposito di Anthony
Crosland” di Patrick Diamond, “Partito cattolico e democrazia prudente. A
proposito di Alcide De Gasperi” di Enzo Roggi.
64
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
2002
•
1/2002
LE COSE DA FARE - “Una sinistra più grande per il
cambiamento” di Piero Fassino, “Ripartire dall'unità”
di Ugo Intini, “Ego-logia e diritti individuali” di Luigi
Manconi, “Domande ancora senza risposta” di
Alfredo Reichlin; PENSARE LA POLITICA “L’identità del socialismo europeo” una discussione
tra Giuliano Amato e Anthony Giddens, “Le
responsabilità sovranazionali del riformismo” di
Massimo D’Alema, “Il sindacato alla prova del
centrodestra” una discussione tra Paolo Nerozzi,
Andrea Ranieri, Alfredo Reichlin e Bruno Trentin;
VERSUS - “Ritratto di una destra non liberale” di
Piero Ignazi, “Ma è una destra che viene da lontano”
di Mario Pirani; DUE MESI DI POLITICA - “Una
controriforma economica” di Nicola Rossi, “Quale
interesse nazionale?” di Andrea Romano; LE STORIE - “Domani di Carlo
Lucarelli; POLICY NETWORK - “Il Forum sociale mondiale di Porto Alegre”
di Giampiero Rasimelli, “Porto Alegre e le vie locali della cittadinanza” di Tarso
Genro; EUROPA EUROPE/I confini dell’Occidente - “L’Europa di nuovo
occidentale?” di Marta Dassù, Antonio Missiroli, “Ma l’unilateralismo di Bush è
davvero superato?” di Mario Del Pero, “Putin il Grande e il ritorno della Russia”
di Mauro Martini, “Israele. La crisi di una democrazia etnica” di David Bidussa;
NOVECENTO - “Le trappole della memoria: totalitarismo e comunismo nel XX
secolo” di Silvio Pons; LE IDEE - “Un’utopia ragionevole” di Salvatore Veca,
“Euro e riformismo sovranazionale: lo strumento e il braccio?” di Mario Telò;
ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Psicologia dell’ex comunista A proposito di
Isaac Deutscher e della “più grande illusione” di Sergio Luzzatto, “Un riformista
integrale. A proposito di Camillo Prampolini e del socialismo cooperativistico
emiliano” di Massimiliano Panarari.
•
2/2002
LE COSE DA FARE/1 — “Televisione: chi ha paura del cittadinoconsumatore? di Gad Lerner, “Come riformare la rai” di Claudio Petruccioli,
“Sinistra e media” di Stefano Balassone; LE COSE DA FARE/2 — “I diritti del
lavoro. Principi e indirizzi sui nuovi diritti e le nuove tutele”; PENSARE LA
POLITICA — “Un programma riformista per la società delle libertà e dei diritti”
di Giuliano Amato, “I rischi dell’assolutismo maggioritario” di Andrea Manzella,
“I diritti alla frontiera dell’innovazione” di Andrea Ranieri, “Per un nuovo
europeismo italiano” di Umberto Ranieri, “Un’agenda riformista per l’economia”
di Nicola Rossi; IL CASO ITALIANO — “Ripensando a Montesquieu” di Ralf
Dahrendorf, “Berlusconi partigiano di se stesso” di Jean-Marie Colombani;
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
65
VERSUS — “L’indignazione come mestiere” di Pierluigi Battista, “Ma su
informazione e giustizia si rischia il regime” di Nicola Tranfaglia”; POLICY
NETWORK — “Il malessere francese” di Pascal Lamy e Jean Pisani-Ferry,
“Stoiber: un bavarese alla conquista della Germania” di Martin E. Süskind; LE
STORIE — “Di nessuna importanza” di Diego De Silva; EUROPA
EUROPE/La riconciliazione oggi. Per un dialogo tra culture laiche e culture
religiose - “Riconciliazione come convivenza” di Massimo D’Alema,
“Riconciliazione come umiltà” di Padre Vincenzo Coli, “Riconciliarsi con Dio per
riconciliarsi con gli uomini” del Cardinale Francis Arinze, “Un’agenda comune
per laici e credenti” di Amos Luzzatto, “Religioni e fondamentalismi” di Agostino
Giovagnoli, “L’immigrazione, l’Islam e noi” di Khaled Fouad Allam, “Una laicità
incompiuta” di Paolo Naso, “Fede, religione, laicità” di Laura Ronchi De
Michelis, “L’hilaritas di Francesco” di Padre Orlando Todisco, “Comunanza di
terra e sacralità” di Mario Pirani; NOVECENTO — “Di fronte all’orrore, una
moralità umanizzata” di Remo Bodei; LE IDEE — “Sulla crisi della
rappresentanza socialista del lavoro” di Giulio Sapelli, “Il mito della
globalizzazione linguistica” di Giancarlo Schirru; ARCHIVI DEL
RIFORMISMO — “Socialismo e società aperta. A proposito di Helmut Schmidt
e Karl Popper” di Paolo Borioni.
•
66
3/2002
LE COSE DA FARE/1 - “Una sinistra che parla a tutti” una discussione tra
Giuliano Amato, Sergio Cofferati e Massimo D’Alema LE COSE DA FARE/2 “Governare l’immigrazione, sconfiggere la paura” di Livia Turco, “Europa allargata,
immigrazione e Stato sociale” di Tito Boeri, “La sinistra, l’Islam e il «complesso di
Kurtz»” di Renzo Guolo; PENSARE LA POLITICA - “La forza delle idee è la
chiave del successo laburista” di David Miliband, “Modernizzarsi o morire:
destino del Partito socialista francese” di Frederic Michel, “I sentieri del
socialismo spagnolo” di Joaquín Almunia, “L’Olanda e la fragilità della società
aperta” di Paul Scheffer; VERSUS - “Europa e Stati Uniti: l’alleanza inevitabile” di
Timothy Garton Ash, “Europa e Stati Uniti: la contrapposizione necessaria” di
Daniel Cohn-Bendit; DUE MESI DI POLITICA - “Le molte facce di un’elezione
amministrativa di successo” di Giacomo Sani e Paolo Segatti; POLICY
NETWORK - “L’America latina tra speranze e delusioni” di Gianpaolo Rossini e
Vicente Donato, “L’Internazionale socialista e la pace in Medio Oriente” IL
CASO ITALIANO - “L’Italia vista dalla Francia: anomalia o laboratorio?” di
Massimo Nava, “La pregiudiziale antropologica e l’opposizione parlamentare” di
Cesare Pinelli; LE STORIE - “Quella tipografia di Via Merulana” di Roberto
Cotroneo; EUROPA EUROPE – “La scuola e le scuole” di Claudia Mancina,
Vittorio Campione, Norberto Bottani, Roberto Cerreto; LE IDEE - “Guerra
giusta o guerra utile? Le norme, l’esperienza, gli interessi” di Massimo Brutti,
“Sanità ad ogni costo” di Ignazio R. Marino, “Giovani cittadini europei: attori o
spettatori?” di Federica Caciagli; ARCHIVI DEL RIFORMISMO - “Nuovi diritti
e nuova subordinazione. A proposito di Massimo D’Antona” di Andrea Ranieri,
“La passione per la libertà. A proposito di socialismo, totalitarismo e Giuseppe
Saragat” di Federico Fornaro.
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
•
4/2002
EDITORIALE – Dopo la Germania; LE COSE DA FARE – “E l’Ulivo? Sei
domande ai segretari dei partiti del centrosinistra” l’ulivo secondo Enrico Boselli,
Oliviero Diliberto, Piero Fassino, Alfonso Pecoraro Scanio, Francesco Rutelli,
Artemide; PENSARE LA POLITICA – “Una casa per tutti i riformisti europei.
Lettera aperta al PSE” di Giuliano Amato e Massimo D’Alema; IL CASO
ITALIANO/I CONTI – “I conti che non tornano” di Paolo Onofri, “Il nuovo
inizio è già finito” di Pierluigi Bersani; IL CASO ITALIANO/I SONDAGGI –
“La concentrazione demoscopica” di Alessandro Amadori; LO SPECCHIO –
“Osservatorio sul centrosinistra” di Giacomo Sani e Paolo Segatti; DOPO L’11
SETTEMBRE – “Lontani ma vicini. Le opinioni pubbliche di Europa e Stati
Uniti sulla politica internazionale” di Pierangelo Isernia; POLICY NETWORK –
“Nuovi elettorati, nuove strategie” di Philip Gould; DUE MESI DI POLITICA
– “Governare (bene) l’immigrazione per sconfiggere il razzismo” di Giovanna
Zincone, “Il riformismo all’opposizione” di Nicola Rossi; VERSUS – “Una
riforma per la giustizia: puntare sull’efficienza” di Gian Carlo Caselli; “Una
riforma per la giustizia: separare le carriere” di Antonio Landolfi; LE STORIE –
“Attacco angloamericano alle forze dell’Asse” di Giosuè Calaciura; EUROPA
EUROPE/1 – “La destra al governo in Europa occidentale. Come abbiamo
cambiato il Partito popolare europeo” Italianieuropei intervista Karl Lamers, “Dal
partito popolare al partito conservatore europeo” di Mario Caciagli, “Il Partido
Popular spagnolo. Dal neofranchismo al centrismo riformista” di Francesco
Raniolo, “Dal neofascismo al nazionalpopulismo. La parabola dell’estrema destra
europea” di Marco Tarchi; EUROPA EUROPE/2 – “La sinistra al governo in
Europa centrorientale. Perché la sinistra vince in Europa centrorientale?” di
Marco Piantini, “L’esempio di Praga” di Vladimir Spidla, “La Polonia e la nuova
Europa” di Leszek Miller; NOVECENTO – “Pensare l’Europa” di Salvatore
Veca; LE IDEE – “Lo Stato spongiforme e il vuoto del capitalismo europeo” di
Giulio Sapelli, “Il grano di Liberaterra. Dai beni confiscati alla mafia una risorsa
per lo sviluppo” di Giovanni Colussi e Rosa La Plena; ARCHIVI DEL
RIFORMISMO – “La conquista di ogni giorno. A proposito di Fernando Santi e
dei socialisti nella CGIL” di Marco Gervasoni.
•
5/2002
EDITORIALE – “Le primarie infinite”; LE COSE DA FARE - “Primarie per
l’Ulivo (e non solo) di Augusto Barbera e Stefano Ceccanti, “Che cosa sono le
primarie americane?” di Sergio Fabbrini, “Le primarie nelle democrazie
occidentali” di Oreste Massari; PENSARE LA POLITICA - “Il PSE sappia
cambiare” di Peter Mandelson, “Ma prima costruiamo un vero partito dei
socialisti europei” di Pierre Moscovici, “Una proposta non realistica” di Giorgio
Napolitano; POLICY NETWORK - “Il coraggio della convinzione. La riforma
dei servizi pubblici e la strada verso la giustizia sociale” di Tony Blair, “Dove
sbaglia Blair” di Laura Pennacchi, “Perché Blair ha ragione” di Nicola Rossi, “A
che punto è la Convenzione europea?” di Giuliano Amato; IL CASO ITALIANO
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
67
– “Il buio oltre la FIAT?” di Gianni Toniolo, “Crisi
della FIAT o crisi del capitalismo italiano?” di
Patrizio Bianchi; DUE MESI DI POLITICA – “La
fiducia, gli animal spirits e la crisi di Berlusconi” di
Salvatore Biasco, “Per un nuovo spazio pubblico del
sapere” di Andrea Ranieri; VERSUS – “Non solo
unilateralismo. La nuova strategia di sicurezza e il
senso della potenza americana” di Federico Romero,
“Una strategia neoimperiale” di Stefano Fassina;
DOPO L’11 SETTEMBRE – “Una risposta europea
al terrorismo” di Javier Solana, “L’Iran e la guerra
americana”
di
Renzo
Guolo;
EUROPA
EUROPE/La povertà in Occidente – “Cittadini a
metà. Le nuove forme della povertà e dell’esclusione
sociale” di Chiara Saraceno, “L’Unione europea
contro la povertà. Coordinamento aperto e processo
di inclusione sociale” di Maurizio Ferrera, Manos
Matsaganis e Stefano Sacchi, “Come comprendere la povertà?” di Giancarlo
Quaranta; LE STORIE – “Persone, idee, cose d’Italia” di Ugo Pipitone;
NOVECENTO – “Riformare il riformismo?” di Emilio Russo; LE IDEE –
“Flexicurity. Un nuovo equilibrio tra crescita, flessibilità e protezione sociale” di
Thorsten Braun, “Democrazie bellicose” di Gabriele Patrizio; ARCHIVI DEL
RIFORMISMO – “Massimalismo senza popolo. A proposito di Giacinto Menotti
Serrati” di Federico Fornaro.
2001
•
1/2001
LE COSE DA FARE —
“Caro Massimo, misuriamoci
insieme con la novità del
futuro” di Giuliano Amato,
“Caro Giuliano, ci unisce il
legame con il socialismo
europeo”
di
Massimo
D’Alema; PENSARE LA
POLITICA — “La Gran
Bretagna protagonista in
Europa”
Italianieuropei
intervista Tony Blair, “Contro
il terrore, più Europa e più
sviluppo”
Italianieuropei
intervista Antonio Guterres;
DOPO L’11 SETTEMBRE
68
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
— “L’economia della paura” di Federico Rampini, “Il fondamentalismo contro
l’Islam” di Renzo Guolo, “La guerra come metafora: la costruzione di una
strategia internazionale per gli Stati Uniti” di Federico Romero; DUE MESI DI
POLITICA — “Il partito ritrovato: il dibattito precongressuale dei Democratici
di Sinistra” di Pasquale Cascella; VERSUS — “Procreazione e libertà femminile:
una questione di cittadinanza” di Claudia Mancina, “Procreazione e libertà
femminile: una questione di autodeterminazione” di Grazia Zuffa; POLICY
NETWORK — “La piena occupazione: una prospettiva francese” di Jean PisaniFerry; EUROPA EUROPE/Perché oggi l’Unione europea? — Presentazione di
Giuliano Amato, “La sovranità politica” di Biagio De Giovanni, “L’Europa
giusta” di Peter Mandelson, “Le nuove istituzioni” di Giorgio Napolitano, “La
globalizzazione” di Yves Mény; LE IDEE — “Organismi geneticamente
modificati: i pregiudizi e i bisogni” di Anna Meldolesi, “Tre tesi sul riformismo del
nuovo secolo” di Giulio Sapelli; ARCHIVI DEL RIFORMISMO — “Storici
come baby sitter? A proposito di Georges Lefebvre e dell’uso pubblico della
storia” di David Bidussa, “Il coraggio della concretezza. A proposito di Gino
Giugni e Selig Perlman” di Cesare Pinelli.
Modalità di abbonamento al bimestrale Italianieuropei
Costo dell’abbonamento
Ordinario
Sostenitore
Benemerito
Estero
40 euro
80 euro
250 euro
80 euro
Fascicoli arretrati
20 euro
Modalità di pagamento
- Conto corrente postale nr.60386034 intestato a Solaris Srl, Piazza Farnese 101,
00186 Roma.
- Bonifico bancario sul conto corrente n. 2053/40 abi 5696 cab 03227, intestato a
Solaris Srl, presso la Banca Popolare di Sondrio, agenzia 27 di Roma.
- Carta di credito, direttamente online sul sito www.italianieuropei.it. Pagamento
sicuro tramite protocollo crittografato SSL 128bit di Banca Sella.
L’abbonamento comprende 5 numeri e decorre dal numero successivo alla data di
pagamento.
Per ogni altra informazione: [email protected]
ITALIANIEUROPEI. BIMESTRALE DEL RIFORMISMO ITALIANO
69
7. ALTRE PUBBLICAZIONI
2007
• Sistema salute. Analisi e prospettive per il futuro
della sanità italiana, a cura di Ignazio R. Marino,
Solaris, Roma 2007. Documento del Gruppo sanità della
Fondazione Italianieuropei, frutto del lavoro che ha
coinvolto politici, amministratori, esponenti del
sindacato, medici, professori universitari. Il contributo è
il risultato del confronto su alcune delle problematiche
che riguardano il buon funzionamento del Servizio
Sanitario Nazionale, con particolare attenzione alla
programmazione sanitaria, alla rete ospedaliera, alla
medicina del territorio e alla partecipazione dei cittadini
nelle politiche di promozione della salute.
• Riflessioni sull’Europa. Due anni di integrazione sulle pagine di
Italianieuropei, Solaris, Roma 2007. Pubblicazione di una selezione di articoli
pubblicati sulle pagine della rivista “Italianieuropei. Bimestrale del riformismo
italiano” sui temi dell’Europa e dell’integrazione. Il libro, con testo a fronte in
serbo, è stato presentato alla Fiera internazionale del libro di Belgrado.
2006
70
•
Il mondo laborioso e creativo di piccole e medie imprese e lo Stato.
Insieme per vincere la sfida della competitività, Solaris, Roma 2006.
Documento del Gruppo economia della Fondazione Italianieuropei, curato da
Salvatore Biasco, frutto del lavoro che ha coinvolto un gruppo di studiosi ed
esperti allo scopo di curare una raccolta di idee di governo su temi della politica
economica, per fornire un contributo al programma dell’Unione su un aspetto
specifico quanto assai rilevante. Una riflessione sulle piccole e medie imprese
avviata attraverso audizioni tematiche di rappresentanti di categorie produttive,
studiosi, esperti, operatori in strutture pubbliche e private, imprenditori.
•
Beni di tutti e di ciascuno. Il difficile equilibrio tra pubblico e privato nella
politica per i beni culturali, a cura di Rita Borioni, Solaris, Roma 2006.
Documento del Gruppo sui beni culturali della Fondazione Italianieuropei, frutto
del lavoro che ha coinvolto esponenti nazionali e locali del mondo dei beni
culturali, delle imprese, della finanza, della pubblica amministrazione,
dell’università e della ricerca. Una riflessione per offrire una serie di
considerazioni e proposte su alcuni aspetti che dovrebbero comporre una politica
articolata ed efficace per i beni culturali.
ALTRE PUBBLICAZIONI
2005
•
Territorio e sviluppo nel governo locale. Appunti sul “modello” toscano,
Alinea Editrice, Firenze 2005. Dossier pubblicato in occasione di un incontro
promosso dalla Fondazione Italianieuropei e dal Gruppo consiliare dei
Democratici di Sinistra della Regione Toscana tenutosi nel dicembre 2005.
2001
•
La politica, perché? Riflessioni sull’agire politico, Donzelli, Roma 2001.
Pubblicazione degli interventi del ciclo di seminari “La politica, perché?”
promosso dalla Fondazione Italianieuropei, in collaborazione con la Fondazione
Giangiacomo Feltrinelli. Prefazione di Giuliano Amato. Scritti di Massimo
D’Alema, Remo Bodei, Roberto Toscano, Agostino Giovagnoli, Andrea Ranieri,
Giuseppe Vacca, Mauro Magatti, Biagio De Giovanni, Enrico Menduni, Livia
Turco, Salvatore Veca.
1998
•
Italiani ed Europei. Sinistra e Riformismo per una nuova Fondazione di
cultura politica, Roma 1998. Il documento raccoglie gli atti della riunione
preparatoria del febbraio 1998, avente in oggetto la costituzione della Fondazione
Italianieuropei. Con interventi di: Luigi Abete, Elisabetta Addis, Giuliano Amato,
Stefano Balassone, Antonio Bassolino, Mercedes Bresso, Carlo Azeglio Ciampi,
Furio Colombo, Massimo D’Alema, Gianfranco Dioguardi, Stefano Fassina, Vito
Gamberale, Guidalberto Guidi, Alex Iriondo, Francesca Izzo, Archiebald
Kleingartner, Rita Levi Montalcini, Anna Maria Mammuccini, Paola Manacorda,
Andrea Manzella, Giovanna Melandri, Leonardo Paggi, Barbara Pollastrini,
Giorgio Ruffolo, Marina Salomon, Umberto Sulpasso, Anna Maria Testa,
Giuseppe Vacca, Walter Veltroni.
•
I riformisti al governo dell’Europa. Sfide, scelte, attori, Editoriale Il Ponte,
Milano 1998. Pubblicazione degli interventi al convegno tenuto a Orvieto
nell’autunno 1998. Introduzione di Giuseppe Vacca e Giuliano Amato. Interventi
di Cristiano Antonelli, Marta Dassù, Biagio De Giovanni, Antonio Lettieri,
Andrea Manzella, Giacinto Militello, Antonio Missiroli, Massimo Paci, Pier Carlo
Padoan, Leonardo Paggi, Alfredo Reichlin, Giorgio Ruffolo. Conclusioni di
Massimo D’Alema.
ALTRE PUBBLICAZIONI
71
8. WEB
SITO INTERNET: WWW.ITALIANIEUROPEI.IT
Il sito della Fondazione Italianieuropei è presente online fin dal 2000. In questi anni
ha messo a disposizione degli utenti informazioni sulla Fondazione e sulle sue attività,
annunciando di volta in volta i convegni, i seminari e le attività di formazione che erano
in programma.
Il canale del sito è stato inoltre utilizzato dalla Fondazione per permetterle una
maggiore diffusione dei position paper, dei documenti e delle pubblicazioni prodotte nel
corso degli anni, che sono spesso scaricabili.
Il sito ha rappresentato inoltre un mezzo importante per la promozione della rivista
“Italianieuropei. Bimestrale del riformismo italiano”, alla quale è possibile abbonarsi
anche online, e dei suoi numeri, che vengono regolarmente segnalati.
SECOND LIFE
Nel 2007 la Fondazione ha aperto uno spazio su Second Life (www.secondlife.com),
che ha ospitato eventi che fossero adatti alla comunità che frequenta la piattaforma. Di
conseguenza è stata aggiunta al sito la sezione “Second Life”.
•
72
11-12 ottobre 2007
Le primarie virtuali del PD
È stato allestito sull’isola di Italianieuropei un seggio elettorale elettronico. Gli
avatar si sono recati a votare per i reali candidati del PD. Le urne sono rimaste
aperte per 12 ore. L’iniziativa ha risposto alla domanda di partecipazione degli
utenti di Second Life al dibattito politico italiano.
WEB
•
31 luglio 2007
Second Life, il contributo di un nuovo mondo alla politica
Discussione aperta a tutti sul contributo innovativo che Second Life può portare
alla politica. La discussione si è sviluppata attorno al tema sollevato in un
contributo pubblicato su “Il Mattino” da Massimo Adinolfi, che ha partecipato
all’evento con il suo avatar esponendo e approfondendo i temi trattati
nell’articolo.
•
6 luglio 2007
Inaugurazione della sede Fondazione
Italianieuropei su Second Life
Durante l’inaugurazione della sede di
Italianieuropei su Second Life è stata
proiettata la conferenza “Brasile ed
Europa: frontiere del futuro”, registrata a
Bruxelles il 5 luglio 2007. Alla conferenza
sono intervenuti tra gli altri Massimo
D’Alema e il presidente brasiliano Luis
Inácio Lula Da Silva.
WEB
73
9. BILANCIO DELLA FONDAZIONE AL 31/12/2007
STATO PATRIMONIALE
ATTIVITÀ
PASSIVITÀ
Conto
Strumentazione elettronica
Impianti e macchinari
Importo
12.485,37
12.485,37
Mobili ed arredi
Attrezzature industriali
11.913,15
11.913,15
Fondo associativo millen.
Partecipazione Solaris
Partecipazioni immobilizzate
516,46
25.863,58
26.380,04
Altri titoli d’investimento
Titoli di investimento ed azio
598.022,48
598.022,48
Ratei attivi
Ratei e risconti attivi
Anticipi cov. telecom
Anticipi a fornitori
Erario c/liquidazione IVA
Erario c/IVA
Ritenute subite su interessi
Erario c/rit. subite e credit
Erario c/IRPEG
Erario c/IRAP
Erario c/IRPEG acconto
Erario c/imposte
Banca di Sondrio 76/0004700
Banca di Sondrio 76/0005004
Banca di Sondrio c/c 440/0002
Banca di Sondrio c/c 440/0002
Banche c/c
Cassa contanti
Cassa
74
10.305,38
10.305,38
206,58
206,58
73.987,51
73.987,51
4.497,43
4.497,43
0,60
359,49
313,00
673,09
560.126,73
433,95
1.174,53
360,88
562.096,09
283,78
283,78
Conto
Asea Brown Boveri Spa
Legacoop Imola
Coop. Cons. Accda Bo Lega
Assoc. Naz. Delle Cooperative
Claudio Cavazza
Costruzioni Italiane
Guido Roncali
Coop Estense Scrl
Lombardini Fabbrica Ital
F.G.F. Fin Gen Felsina
Ericcson Spa
Pirelli Spa
Tecnotel Carburante Srl
Leonello G. Clementi
Lega Naz Coop E Mutue
Lega Prov Coop E Mutue M
Alfio Marchini
Andrea Manzella
Alfredo Reichlin
Andrea Peruzy
Gianni Cuperlo
Giuliano Amato
Ivano Barberini
Patrimonio Iniziale
Importo
26.822,84
25.822,84
51.645,69
51.645,69
25.822,84
4.131,66
10.329,14
103.291,38
15.493,71
10.329,14
25.822,84
25.822,84
5.164,57
28.405,13
25.822,84
51.645,69
25.822,84
516,46
516,46
516,46
1.032,91
516,46
516,46
517.456,89
Alfredo Reichlin
516,46
Lega Coop Rimini
5.164,57
Pharmacia e Up John Spa
25.822,84
Glaxo
25.822,84
Lega Ligure Delle Coop
25.822,84
Lega Coop.ve Della Prov
5.164,57
Vittorio Valieri
4.000,00
Fondazione Cesar
51.645,69
Romed Spa
77.468,53
Elettrodomestici Merloni
38.734,27
Philip Morris
25.822,84
Gianfranco Dioguardi
25.822,84
Due Net Spa
25.822,84
E.Biscom Spa
25.822,84
Waste Management
25.822,84
Paolo Marzotto
25.822,84
Pirelli Spa
12.911,42
Fiat Geva Spa
25.822,84
Consorzio Cooperativo Finanzi
50.000,00
Tosinvest
50.000,00
IL BILANCIO DELLA FONDAZIONE
Vittorio Valieri
PATRIMONIO NUOVI
VERS.
1.000,00
554.833,91
Utili portati a nuovo
RISULTATI PORTATI A
NUOVO
160.240,48
160.240,48
Fondo amm.to strumentazione e
FONDI AMMORTAMENTO
IMPIANTI E
Fondo amm.to mobili e a
FONDI AMMORT.
ATTREZZ. INDUSTR.
9.972,97
9.972,97
Ratei passivi
RATEI E RISCONTI
PASSIVI
1.206,60
1.206,60
SOLARIS SRL
FORNITORI
TOTALE ATTIVITA’
IL BILANCIO DELLA FONDAZIONE
1.300.850,90
12.485,36
12.485,36
0,80
0,80
TOTALE PASSIVITA’
Utile del periodo
1.256.197,01
44.653,89
TOTALE A PAREGGIO
1.300.850,90
75
CONTO ECONOMICO
COSTI
Conto
Contributi Cassa Previdenza
Servizi di Terzi
Consulenze Cont. e Fiscali
Costi per Servizi e Consulenze
Contributi Associativi
Borsa di Studio
Spese Generali
RICAVI
Importo
83,60
270.184,40
1.570,00
271.838,00
5.500,00
22.450,00
27.950,00
Imposta di Bollo
Sopratt. Da Ravvedimento
Imposta Sostitutiva
Oneri Tributari
295,20
7,51
3,291,94
3.594,65
Spese e Perdite Indeducibili
Altri Costi di Esercizio
4.659,28
4.659,28
Sopravvenienze Passive
Oneri Straordinari
600,00
600,00
Interessi passivi Bancari
Commissioni e Spese Bancarie
Oneri Finanziari Verso Banche
0,99
427,18
428,57
TOTALE COSTI
Utile del periodo
309.070,50
44.653,89
TOTALE A PAREGGIO
353.724,39
76
Conto
Contributi alle Attività
Proventi Diversi
Importo
310.000,00
310.000,00
Sopravvenienze Attive
Proventi Straordinari
642,00
642,00
Interessi Att. Su Titoli
Proventi Da Titoli
26.335,31
26.335,31
Interessi Attivi Bancari
Proventi Finanziari Vari
16.747,08
16.747,08
TOTALE RICAVI
353.724,39
IL BILANCIO DELLA FONDAZIONE
Finito di stampare nel Gennaio 2008
Stampa: Italpaghe Toscana - Viareggio
Coordinamento:
Piazza Farnese, 101 - 00186 Roma
Tel. 06 68301648 - Fax 06 6875539
www.italianieuropei.it

Documenti analoghi

G.Perna - Il Giornale - 29-03-08 Per Italianieuropei D`Alema dice

G.Perna - Il Giornale - 29-03-08 Per Italianieuropei D`Alema dice col direttore, Andrea Peruzy. Irraggiungibile. Contrariamente ai responsabili degli altri think tank, pronti e cortesi. Alla fine, Peruzy ha fatto sapere che non vuole l’articolo sotto elezioni. «F...

Dettagli