Esame e approvazione piano attuativo unitario denominato "Teorema"

Commenti

Transcript

Esame e approvazione piano attuativo unitario denominato "Teorema"
AMMINISTRAZIONE COMUNALE
GIOIA TAURO - RC
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Deliberazione
N° 22
del 29.06.2010
Oggetto: Esame e approvazione piano attuativo unitario denominato “Teorema” nel suolo di
proprietà del sig. Mazza ferro Teodoro, Muratori Domenico, Cento Maurizio.L'anno duemiladieci, il giorno ventinove del mese di giugno, alle ore 09.00, nella solita
Aula consiliare “Antonino Scopelliti”, sita in Gioia Tauro Viale Stesicoro, a seguito di
convocazione nei modi e nei termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale, in sessione
Straordinaria e in seduta pubblica e urgente di 1ª convocazione, sotto la presidenza del Sig.
Domenico Cento, Presidente del Consiglio Comunale.
All’appello nominale sono presenti i signori Consiglieri:
CONSIGLIERI
COMUNALI
PRESENTI
1. BELLOFIORE
Avv. Renato - Sindaco
SI
2. CENTO
Sig. Domenico - Presidente Consiglio C.le
SI
3. TARANTINO
Avv. Cristina
SI
4. LAURENDI
Avv. Giovanni
SI
5. OZZIMO
Sig. Pasquale
SI
6. GIOFFRE’
Geom. Vincenzo
SI
7. COFONE
Dr.ssa Patrizia
SI
8. IANNI’
Sig. Antonio
SI
9. RIOTTO
Sig. Carmelo
NO
10. SPANO’
Dott. Ivan
SI
11. AZZARA’
Sig. Salvatore
SI
12. DATO
Sig. Giuseppe
SI
13. LONGOBUCCO
Sig. Antonio Rocco
SI
14. PIRILLI
Avv. Umberto
NO
15. BENEDETTO
Dott. Rocco
NO
16. STANGANELLI
Dr.ssa Anna Maria
NO
17. BAGALA’
Sig. Santo
NO
18. RUGGIERO
Dott. Vincenzo
SI
19. RANIERI
Sig. Salvatore
NO
20. GUERRISI
Sig. Angelo - Vice Presid. Cons. C.le
NO
21. ZAGARELLA
Sig. Nicola
NO
Totale Consiglieri presenti e assenti 13
8
Consiglieri assegnati N° 20 + 1
Consiglieri in carica N° 20 + 1
Partecipa alla seduta il Segretario Generale Dr.ssa Nadia PALMA.
Il Presidente, rilevato che il precedente punto all’ordine del giorno è stato trattato e costatata
la presenza del numero legale degli intervenuti, invita il Consiglio a esaminare l’argomento in
oggetto, dopo avere preso atto che sulla proposta di deliberazione, ai sensi dell’Art. 49 del
T.U.O.E.L. - D. Lgs. 18.08.200, n. 247, ha espresso parere favorevole il Responsabile del servizio
per ciò che concerne la regolarità tecnica e che non è stato richiesto il parere di regolarità contabile
poiché la presente di per sé non comporta alcuna spesa.
1
Il Presidente, dopo avere rilevato che il precedente punto all’ordine del giorno è stato trattato,
concede la parola, per la relazione, al Dirigente comunale del 3° Servizio territorio, Arch.
Giuseppe Mezzatesta, il quale nel corso della sua esposizione, illustra i motivi per i quali
l’argomento all’Ordine del giorno è sottoposto all’esame del Consiglio, soffermandosi sugli aspetti
meritevoli di una maggiore trattazione.
In assenza d’interventi da parte dei Consiglieri Comunali, il Presidente Cento, mette ai voti, dei n°
13 (tredici) Consiglieri presenti e votanti, la proposta di deliberazione con la rettifica anzidetta.
IL CONSIGLIO COMUNALE
UDITO l’intervento del relatore e in assenza d’interventi da parte dei Consiglieri Comunali;
PREMESSO che :
• con istanza in data 3 novembre 2005, assunta al prot. dell’Ente al n. 26908 dell’8 novembre
2005, la ditta Ennio Romeo ed altri, in qualità di proprietari dell’area censita al catasto terreni al
foglio di mappa n. 28 particelle nn. 23, 551, 552, 553, 557, 558 e 559 per una superficie
territoriale pari a mq. 60.962,00, ricadenti in zona C 2 del vigente Piano Regolatore Generale, ha
chiesto l’approvazione del Piano di Lottizzazione Convenzionata denominata “Teorema”,
redatta dagli ingg. Andrea Cento e Maurizio Cento;
• sono stati acquisiti i seguenti pareri di conformità espressi da parte :
1.
del Responsabile del procedimento in data 14.11.2005 e del Dirigente III Servizio
Territorio in data 28.12.2005;
2.
del Dipartimento IX Lavori Pubblici – Settore 32 – Servizio 100 Tecnico Decentrato –
Pareri Geomorfologici di Reggio Calabria espresso con nota n.4 del 21 febbraio 2006;
3.
del Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione Calabria – Settore
Pianificazione Urbanistica e Territoriale – Servizio Istruttoria e Vigilanza Strumenti
Urbanistici espresso con nota n. 692 del 12 maggio 2006;
• con deliberazione del Consiglio Comunale n. 84 del 30 novembre 2006, è stato approvato il
suddetto Piano di Lottizzazione denominato “TEOREMA”, relativo al suolo di proprietà della
ditta Romeo Ennio ed altri ed è stato approvato lo schema di Convenzione;
• con atto notarile di compravendita Rep. 598 del 6 settembre 2006, registrato in 29 settembre
2006 al n. 1428, redatto dal notaio Stefano Poeta, i sigg.ri Ennio Romeo ed altri, hanno
proceduto alla vendita dei terreni oggetto della lottizzazione “Teorema” ai sigg. : Teodoro
Mazzaferro, nato a Gioia Tauro il 26.11.1938, Domenico Maria Muratori, nato a Gioia Tauro
l'11 settembre 1971 e Maurizio Cento nato a Vibo Valentia il 22.1.1972 ;
• in data 4 dicembre 2006, registrata in data 5 dicembre 2006 Rep. n. 5841, è stata sottoscritta tra
questa Amministrazione ed i sigg. T. Mazzaferro, D.M. Muratori e M. Cento la Convenzione
Urbanistica relativa alla predetta lottizzazione regolamentante tutte le attività autorizzate;
VISTA la Delibera del Consiglio Comunale n. 30 del 9 maggio 2006 con la quale, a seguito dell'istanza
della ditta proprietaria E. Romeo e altri, è stata adottata la Variante Urbanistica all'allora vigente Piano
Regolatore Generale, consistente nella trasformazione da zona F1 (“realizzazione attrezzature di
interesse comune”) a zona C2 (“area edificabile previo piano di lottizzazione”) di una porzione di area
pari a mq. 13.856,00 limitante con la lottizzazione “Teorema”;
VISTA la Delibera del Consiglio Comunale n. 58 del 26 settembre 2006 con la quale è stata approvata
la predetta Variante Urbanistica all'allora vigente Piano Regolatore Generale, acquisito preventivamente
il parere di conformità espresso dal Dipartimento Lavori Pubblici – Settore Programmazione e
Coordinamento Opere Pubbliche – Servizio Tecnico Decentrato di Reggio Calabria (già Ufficio del
Genio Civile), con nota n. 6543 del 25 agosto 2006 assunta al prot. dell’Ente il 30 agosto 2006 al n.
19808;
2
RILEVATO che il nuovo strumento urbanistico Piano Strutturale Comunale,
approvato
definitivamente con Delibera del Consiglio Comunale n. 15 del 26 aprile 2007, ha recepito la suindicata
trasformazione di cui alla Variante del PRG ed ha reso la stessa esecutiva;
VISTA l'istanza in data 21 giugno 2007, acquisita al prot. al n. 13993 del 22 dicembre 2007, con la
quale la ditta Mazzaferro, Muratori e Cento ha chiesto l'approvazione del progetto di Variante al Piano
di Lottizzazione “Teorema” che prevede per l'area di mq. 13.856,00 (ex zona F1 ora C2) la seguente
destinazione :
• mq. 3.000 in cessione gratuita all'Amministrazione per fini pubblici;
• mq. 10.856,00 in aggiunta alla superficie territoriale della lottizzazione;
VISTO il parere favorevole espresso con nota n. 2462 del 10 ottobre 2007, assunta al protocollo
dell’Ente al n. 26185 del 28.11.2007) dal Dipartimento Infrastrutture, Lavori Pubblici – Settore Opere
Pubbliche – Servizio Vigilanza e Controllo OOPP già Genio Civile di Reggio Calabria;
CONSIDERATO che, in merito alla presenza all’interno dell’area oggetto della lottizzazione del tratto
di acquedotto Regionale “Petrace 2”, riportato alle particelle nn. 554, 555 e 556 del foglio di mappa n.
28, sono state acquisite le seguenti note e pareri, che formano parte integrante e sostanziale della
presente deliberazione :
1. parere favorevole “per ciò che concerne le esigenze di gestione” espresso dalla SORICAL –
Ufficio di Palmi (prot. n° 031/2008-PM del 24 gennaio 2008), a seguito della richiesta di
autorizzazione prodotta il 3.12.2007 da parte dei lottizzanti, con prescrizioni di carattere
esecutivo;
2. nota n. 2465/R1 dell'11 giugno 2008 con la quale il Dipartimento Infrastrutture – Lavori
Pubblici – Settore n. 1 invita la ditta lottizzante a produrre istanza di parere per l'attraversamento
in argomento al competente Servizio n. 3 del Dipartimento Bilancio e Patrimonio della
REGIONE CALABRIA;
3. richiesta del 15 settembre 2008 di attraversamento, prodotta dalla ditta lottizzante al
Dipartimento Bilancio e Patrimonio della Regione Calabria acquisita al prot. di quell’Ente al n.
1230 del 29.09.2008;
4. nota n. 1291 del 7 ottobre 2008 con la quale il Servizio n. 3 del Dipartimento Bilancio e
Patrimonio della REGIONE CALABRIA chiede al Dipartimento LL.PP. copia del citato parere
dell'Ufficio SORICAL di Palmi;
5. nota, datata 15 ottobre 2008, della ditta lottizzante di trasmissione del richiesto parere al
Dipartimento Bilancio e Patrimonio della Regione;
6. verbale di sopralluogo redatto in data 21 novembre 2008 alla presenza dei rappresentanti della
SORICAL di Palmi, della ditta lottizzante, del Servizio Regionale Demanio e Patrimonio e del
Comune di Gioia Tauro con il quale si chiede redazione di alcune modifiche;
7. parere favorevole alla nuova soluzione planimetrica della variante (TAV. n. 11 – Codice 100705-variante.05) redatta conformemente alle indicazioni di cui al predetto sopralluogo, espresso
dalla SORICAL – Ufficio di Palmi (prot. N° 57 del 23 gennaio 2009), con prescrizioni di
carattere esecutivo;
8. richiesta di Nulla Osta all'attraversamento del 26 gennaio 2009 della ditta lottizzante al
Dipartimento Bilancio e Patrimonio della Regione acquisita agli atti al n. 85 del 28 gennaio
2009;
9. visure catastali aggiornate al 29 gennaio 2009 (n. 508888, 508989, 509075) delle particelle 554,
555 e 556 occupate dalla condotta, ricadenti nel foglio di mappa n. 28, ed intestate alla Regione
Calabria;
10. nota n. 640 dell'8 giugno 2009 con la quale il Servizio n. 3 del Dipartimento Bilancio e
Patrimonio della REGIONE CALABRIA chiede alla ditta lottizzante la documentazione
necessaria per la concessione per l'attraversamento della condotta (tra le quali le visure
ipotecarie delle suddette particelle) precisando che, in applicazione del Regolamento Regionale
n. 4 del 30 luglio 2007, la concessione ha carattere oneroso e che il provvedimento potrà essere
emesso “solo dopo l'approvazione della Lottizzazione da parte degli Enti preposti”;
11. nota, datata 19 giugno 2009, della ditta lottizzante di trasmissione al Dipartimento Bilancio e
3
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
Patrimonio della Regione della documentazione richiesta ed acquisita agli atti al n. 694 del 19
giugno 20096;
nota n. 733 del 30 giugno 2009 con la quale il Servizio n. 3 del Dipartimento Bilancio e
Patrimonio della REGIONE CALABRIA trasmette gli atti al Dipartimento LL.PP. della
Regione in quanto le particelle interessate risultano dalle ispezioni ipotecarie in testa ai privati e
richiede che lo stesso Dipartimento provveda, tra l'altro, all'iscrizione in capo alla Regione dei
suddetti beni;
nota, datata 14 luglio 2009, della ditta lottizzante diretta al Dipartimento Bilancio e Patrimonio
e al Dipartimento LL.PP. della Regione Calabria ed al Comune di Gioia Tauro, acquisita al prot.
n. 16667 del 14 luglio 2009, con la quale si sollecita l'urgente definizione della problematica al
fine dell'ottenimento del richiesto parere;
la ditta proprietaria originaria delle particelle 554, 555 e 556 (Avv. Ennio Romeo ed altri), in
data 26 ottobre 2009 acquisita agli atti al prot. comunale n° 24528 del 28.10.2009 richiede
all'Agenzia del Territorio di Reggio Calabria la rettifica dell'intestazione del titolo di proprietà
delle stesse particelle,
la ditta lottizzante con nota del 9 novembre 2009 (assunta al prot. del Comune al n.25308)
sollecita la definizione della variante, allegando copia delle nuove visure catastali dalle quali
emerge che le particelle interessate sono state intestate alla originaria ditta;
nota n. 27182 del 1° dicembre 2009 con la quale il Dirigente III Servizio Territorio del Comune
di Gioia Tauro nel rendere noto che le particelle catastali suindicate sono state definitivamente
riassegnate catastalmente alla originaria ditta (avv. E. Romeo ed altri) chiede un urgente parere
in merito alla controversa questione ai Dipartimenti regionali Bilancio-Patrimonio e
Infrastrutture-Lavori Pubblic;
nota n. 1278 del 9 dicembre 2009 (acquisita agli atti del Comune al n. 27928 del 10 dicembre
2009) con la quale il Dirigente del Servizio n. 3 del Dipartimento Bilancio e Patrimonio della
REGIONE CALABRIA rende noto al Comune di Gioia Tauro ed al Dipartimento Infrastrutture
e LL.PP. della Regione che la realizzazione e gestione di strutture acquedottistiche (compreso
espropriazioni dei terreni e relativi atti di perfezionamento e l'intestazione in capo alla Regione)
esulano dalle competenze dello stesso Dipartimento;
nota n. 6352/Serv.3/AND del 23 dicembre 2009 (acquisita agli atti del Comune al n. 124 del 4
gennaio 2010) con la quale il Dirigente del Settore 1 - Dipartimento Infrastrutture e Lavori
Pubblici della REGIONE CALABRIA comunica a questo Ente (e p.c. al Servizio 3 del
Dipartimento Bilancio e Patrimonio, alla SORICAL e alla ditta Lottizzante) che “le aree
interessate dalla condotta regionale, nelle more del completamento delle procedure di
acquisizione delle stesse, non possono essere ritenute inseribili in lotti edificatori,
pregiudicando la possibilità di accesso alle stesse ai fini della manutenzione di rito”
significando che eventuali interventi sulla condotta regionale potranno essere eseguiti a cura
della SORICAL “previa stipula di convenzione da sottoporsi al nulla osta di questi uffici” salvo
comunque il perfezionamento delle procedure in itinere;
RILEVATO che, come dichiarato dall’Avv. Ennio Romeo nella sopra richiamata nota del 28 ottobre
2009 e confermato da apposite visure catastali e successiva “Rettifica di intestazione all’attualità” in atti
dal 06.11.2009 (prot. n. RC0404126), le particelle catastali n° 554, 555 e 556, ricadenti all’interno del
territorio comunale di Gioia Tauro, Foglio di Mappa n° 28, rivedute e corrette, sono state
definitivamente riassegnate catastalmente all’originaria ditta;
RILEVATO che, alla luce dei pareri di cui sopra (in particolare : SORICAL del 24.1.2008 e 23.1.2009,
Servizio n. 1 Dipartimento Infrastrutture e LL. PP. del 23 dicembre 2009, Servizio n. 3 del Dipartimento
Bilancio e Patrimonio del 9 dicembre 2009) e del verbale di sopralluogo del 21 novembre 2008, e che :
• le particelle oggetto della interferenza, sebbene attualmente intestate catastalmente alla ditta
proprietaria originaria, risultano comunque attraversate dalla condotta dell'acquedotto “Petrace
2” di proprietà della Regione Calabria tuttora in esercizio;
• le aree interessate dalla condotta regionale non risultano nella lottizzazione in esame essere
oggetto di insediamento di unità immobiliari;
• le stesse aree non risultano pertanto avere destinazione tale da pregiudicare la possibilità di
accesso alle stesse da parte della SORICAL ai fini della manutenzione di rito;
4
EVIDENZIATO altresì che:
1. la Commissione Straordinaria, per il tramite della Prefettura di Reggio Calabria, ha richiesto
all’Avvocatura dello Stato, con nota del 09.02.2010 prot. n° 02/R (che si allega alla presente per
farne parte integrante e sostanziale), apposito parere su due quesiti, specificamente formulati, in
ordine ad altrettante questioni sorte nel corso del procedimento per l’approvazione della variante
alla lottizzazione convenzionata denominata “Teorema”;
2. sul primo quesito posto “… difformità tra la ditta proprietaria (richiedente la lottizzazione) e la
ditta effettiva proprietaria dei suoli al momento della stipula della convenzione ….”,
l’Avvocatura incontrovertibilmente e chiaramente ha espresso parere contrario alla riadozione di
ulteriori atti nella considerazione che quelli già avviati e formalizzati risultino certamente idonei
a garantire l’Ente comunale;
3. sul secondo punto “… attraversamento di un tratto di condotta dell’acquedotto regionale …”,
come nel primo caso, l’Avvocatura esprime parere favorevole affinchè si possa procedere alla “
… approvazione della lottizzazione … indipendentemente dalla definizione del procedimento
regionale per la concessione di attraversamento e la successiva convenzione fra enti regionali e
lottizzanti …”; inoltre “….. dovrà tenersi conto nei successivi procedimenti, in exsecutivis del
piano, di rilascio delle concessioni edilizie e degli ulteriori permessi concernenti le aree di che
trattasi, subordinando il rilascio di tali provvedimenti autorizza tori al previo rilascio dei
provvedimenti propedeutici di competenza regionale”.
VISTI infine i pareri favorevoli espressi con nota n. 2462 del 10 ottobre 2007 (assunta al protocollo
dell’Ente al n. 26185 del 28.11.2007) e con nota n. 2279 del 30 marzo 2009 (assunta al protocollo
dell’Ente al n. 7961 del 31.3.2009) dal Dipartimento Infrastrutture, Lavori Pubblici – Settore Opere
Pubbliche – Servizio Vigilanza e Controllo OOPP già Genio Civile di Reggio Calabria, ai sensi
dell’art.13 della Legge 02.02.1974 n° 64;
VISTI ed esaminati gli atti amministrativi e tecnici secondo i quali è stato redatto tale progetto di
variante di P.d.L. ;
VISTO che tale progetto ha ottenuto in data 16 febbraio 2009 il parere favorevole conclusivo da parte
del Dirigente del III° Servizio Territorio e sulle tavole progettuali sono state apposte le firme dei
funzionari tecnici (Geom. Pelaia Salvatore e Geom. Vincenzo Speranza) del Settore Idrico, Fognario,
Pubblica Illuminazione, Gas – Metano, per congruità delle previsioni contenute in detti elaborati
relativamente a tutti i sottoservizi, in rapporto alle reti comunali esistenti;
VISTO che l’area interessata dal P.d.L. originario, con l’aggiunta delle aree poste in essere con la
richiesta di Variante oggetto della presente, ammonta complessivamente a 80.793 mq. e, ricade in zona
TC3 del vigente P.S.C.;
CONSIDERATO che la Variante al Piano di Lottizzazione in oggetto ed i relativi allegati, che di
seguito vengono descritti dettagliatamente, è conforme alle previsioni dello strumento urbanistico
vigente, nonché alla legislazione nazionale e regionale vigente in materia urbanistica:
• (TAV. 00) - Relazione;
• (TAV. 01) - Norme tecniche d’attuazione di Lottizzazione;
• (TAV. 02) - Stato di fatto;
• (TAV. 03) - Planimetria di confronto;
• (TAV. 04) - Distribuzione delle dimensioni d’uso (dimens.to Lottizzazione);
• (TAV. 05) - Suddivisione della superficie fondiaria;
• (TAV. 06) - Massimo inviluppo delle superfici coperte e dei volumi;
• (TAV. 07) - Profili e sezioni;
• (TAV. 08) - Planimetria rete fognante;
• (TAV. 09) - Planimetria rete idrica e gas;
• (TAV. 10) - Planimetria rete elettrica e telefonica; –
• Schema di Convenzione;
5
DATO ATTO CHE gli impegni della ditta lottizzante, contenuti nello schema di convenzione allegata
alla variante del P.d.L., sono conformi ai disposti normativi vigenti;
VISTA la Legge n° 1150/’42 e s.m.i.;
VISTO il T.U.E.L. 267/2000 e s.m.i.;
VISTA la Legge Regionale n° 19/2002 e s.m.i.;
VISTO il T.U.E.L. 380/2002 e s.m.i.;
VISTO il vigente P.S.C. e R.E.U.;
VISTO il parere favorevole espresso dal Responsabile del Procedimento e dal Dirigente III° Servizio
Territorio;
Con voti unanimi e favorevoli, espressi tutti per alzata di mano dai n° 13 (tredici) Consiglieri
presenti e votanti,
D E L I B E R A
Per i motivi e le considerazioni espresse in narrativa:
1. di approvare, come approva, la Variante al Piano di Lottizzazione denominato “Teorema” ,
del suolo di proprietà dei sig.ri Mazzaferro Teodoro nato a Gioia Tauro il 26.11.1938,
Muratori Domenico Maria nato a Gioia Tauro l' 11.09.1971, Cento Maurizio nato a Vibo
Valentia il 22.01.1972, che si compone dei seguenti atti, per l’edificazione dell’area sita in
Gioia Tauro in via Madame Curiè, che allegati solo all’originale della presente deliberazione,
unitamente agli atti richiamati in premessa, ne forma parte integrante e sostanziale:
• (TAV. 00) - Relazione;
• (TAV. 01) - Norme tecniche d’attuazione di Lottizzazione;
• (TAV. 02) - Stato di fatto;
• (TAV. 03) - Planimetria di confronto;
• (TAV. 04) -Distribuzione dimensioni d’uso (dimens.to lottizzazione);
• (TAV. 05) - Suddivisione della superficie fondiaria;
• (TAV. 06) - Massimo inviluppo delle superfici coperte e dei volumi;
• (TAV. 07) - Profili e sezioni;
• (TAV. 08) - Planimetria rete fognante;
• (TAV. 09) - Planimetria rete idrica e gas;
• (TAV. 10) - Planimetria rete elettrica e telefonica;
• Schema di Convenzione;
• Atti di Proprietà;
con le seguenti prescrizioni :
a) Il rilascio delle singole concessioni edilizie e degli ulteriori permessi concernenti le aree
di che trattasi dovranno essere subordinati al previo rilascio dei provvedimenti
propedeutici di competenza regionale per come indicato nella nota dell’Avvocatura di
Stato del l rilascio delle singole concessioni edilizie e degli ulteriori permessi
concernenti le aree di che trattasi dovranno essere subordinati al previo rilascio dei
provvedimenti propedeutici di competenza regionale per come indicato nella nota
dell’Avvocatura di Stato del 14.04.2010 n° CS675/10 QUA pervenuta a questo Ente per
il tramite della Prefettura di Reggio Calabria, con nota del 20.04.2010 prot. n°
10045/Area II (prot. com.le n° 13/R del 20.04.2010;
2. Di approvare lo Schema di Convenzione (allegato alla presente) da ritenersi esclusivamente
come elaborato di massima da redigere definitivamente, a cura del Dirigente del III° Servizio
6
Territorio in accordo con il Segretario Generale, prima della finale stipulazione dell’atto, nel
quale dovranno essere riportate interamente le prescrizione di cui alla precedente lettera a);
3. di demandare, per ogni nascente e consequenziale alla presente, il Dirigente del III° Servizio
Territorio di questo Ente;
4. di autorizzare, non appena adempiuti gli obblighi normativi, la sottoscrizione della citata
Convenzione urbanistica.
5. di dare atto che i documenti richiamati ai precedenti punti verranno allegati solo
all’originale del provvedimento consiliare di approvazione, autorizzando la redazione e/o
il rilascio delle copie senza allegati.
IL CONSIGLIO COMUNALE
Udita la proposta d’immediata esecutività del presente provvedimento consiliare, avanzata dal
Presidente del Consiglio. e in assenza d’altri interventi;
Con voti unanimi e favorevoli, espressi tutti per alzata di mano dai n° 13 (tredici) Consiglieri
presenti e votanti,
D E L I B E R A
L’immediata esecutività della presente deliberazione, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D. Lgs
267/00, stante l’urgenza di provvedere alle nomine.
7