Progetto linguistico grandi - Istituto Statale Comprensivo B. Lorenzi

Commenti

Transcript

Progetto linguistico grandi - Istituto Statale Comprensivo B. Lorenzi
Istituto Comprensivo B. Lorenzi
Scuola dell’infanzia “Torre Incantata”
Fumane
PROGETTI DI LABORATORIO - GRUPPO GRANDI
ANNO SCOLASTICO 2015/2016
UN CASTELLO….DAVVERO FANTASTICO !
Il castello, nell’immaginario infantile, rappresenta un ambiente suggestivo nel quale possono
accadere le cose più incredibili, le più belle o le più spaventose.
Tutte le attività sono finalizzate ad entrare liberamente in contatto con la dimensione reale e
insieme fantastica legata al mondo delle storie di Re, Cavalieri e Dame, ma anche alla magia che
tutti noi sappiamo racchiusa nell’atmosfera a cui questi personaggi appartengono.
Consapevoli del fatto che nell’ immaginario dei bambini/e c’è un castello molto diverso da
quello reale, senza anticipare niente e partendo dalla loro idea di castello, abbiamo avviato un
percorso che li ha portati a conoscere una nuova realtà.
Le attività di laboratorio proposte, sono un insieme di percorsi intrecciati, spesso connesse con
il tema del castello, tali da stimolare l’interesse e la motivazione dei bambini/e.
Sono percorsi aperti e flessibili in grado di modularsi sui tempi, gli stili e le strategie di
apprendimento dei bambini e di sfruttare, se opportuno, il nuovo e l’ imprevisto come
occasione di creazione di nuovi interessi.
L’argomento è stato introdotto con una conversazione con tema IL CASTELLO
Cos’è per voi un castello ?
Secondo voi chi ci abita?
Come è fatto un castello ?
A ciò e seguita l’uscita didattica a CASTELVECCHIO A VERONA
I bambini/e sono stati opportunamente divisi in tre gruppi per le attività di laboratorio:
Dame e Cavalieri -Principi e Principesse -Re e Regine
PROGETTAZIONE PER COMPETENZE
TITOLO
IL LABORATORIO LINGUISTICO E LA BIBLIOTECA
ETA’
Bambini/e di cinque anni suddivisi in tre gruppi di 10/11 b per gruppo
INSEGNANTI
Banali Anna, Corsi Katia, Ietro Carmela,
Martini Maria Angela (sostegno)
TEMPI
SPAZI
MATERIALI
MOTIVAZIONE
In biblioteca da novembre a maggio: il giovedì e nel laboratorio
linguistico da gennaio a maggio una mattina a settimana.
Biblioteca ed aula
Libri, albi illustrati, immagini, giochi strutturati per il potenziamento
linguistico, fogli, pennarelli, scatole contenenti famiglie di parole…
Il linguaggio verbale è il mediatore di tutte le esperienze del bambino
e si integra con gli altri ambiti del fare e del sapere. All’interno del
laboratorio si opera in modo intenzionale,specifico e mirato per lo
sviluppo delle competenze espressive, comunicative e cognitive della
lingua.
In particolare l’attenzione verrà focalizzata sulla sollecitazione
all’ascolto, l’animazione di storie e testi,e l’attenzione agli aspetti
metacognitivi del linguaggio, stimolando la riflessione sui giochi e
sulle attività linguistiche.
Le storie e le attività saranno collegate al tema del castello che
fungerà da sfondo integratore. In biblioteca da novembre è attivo il
prestito del libro che avviene con cadenza settimanale
METODOLOGIA
Il laboratorio-sezione viene predisposto dalle insegnanti con i
materiali che i bambini/e dovranno utilizzare per i giochi proposti.
Solitamente l’attività inizia con la lettura di una storia a cui seguono
dei giochi e delle attività che potenziano l’aspetto semantico e/o
sintattico della lingua. Il laboratorio si chiude con alcuni giochi
dedicati al rinforzo fonologico e meta cognitivo del linguaggio
CAMPI DI ESPERIENZA
I discorsi e le parole
COMPITI SIGNIFICATIVI
(DESCRIZIONE
DELL’ATTIVITA’)
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO
DELLE COMPETENZE
 Ascolta, comprende e
interviene adeguatamente
 Sa formulare frasi articolate e
corrette
 Racconta, descrive,
memorizza ed inventa
 Apprezza i libri e mostra verso
essi curiosità e interesse
 Cerca somiglianze e analogie
tra suoni e significati
 Arricchisce il linguaggio con
nuovi termini ed espressioni
linguistiche
 Produce grafismi e scritture
spontanee
COMPETENZE SPECIFICHE
(OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
CONOSCENZE E ABILITA’)
 Prestare attenzione e
concentrarsi
 Mettersi in gioco raccontando
e raccontandosi
 Partecipare ed interagire in
modo collaborativo e nel
rispetto delle regole.
RACCONTO DI STORIE DEL CASTELLO
 La storia di Cangrande della Scala
 I personaggi del castello
 Un cavaliere coraggioso
 Raperonzolo
 La bella addormentata nel bosco
 Il castello sulla montagna di cristallo…
LE SCATOLE DELLE PAROLE FANTASTICHE
 Prepariamo insieme ai bambini alcune scatole contenenti:
 Personaggi del castello e delle favole proposte
 Elementi magici incontrati nelle storie (ago,capelli, anello,
griffone,bacchetta magica, pozione, mela…)
 Ambienti diversi sia interni al castello che esterni
 Animali ( cavallo, drago,pipistrello,ragno,uccello…)
 Giochiamo a pescare, a turno, gli elementi e a proporre come
potrebbe articolarsi una piccola storia unendo gli elementi
estratti…(chi è? Che cosa fa? Dove va? Chi incontra?...)
STORIE A FISARMONICA
 Disegnamo o ricomponiamo in sequenze le storie ascoltate o
inventate in modo da ricordarle e poterle raccontare ai nostri amici.
 Creiamo man mano che procediamo nel laboratorio il cartellone
delle storie a fisarmonica, ricordando sempre che ad ogni storia
dobbiamo dare un titolo
GIOCHI CON I SUONI DELLE PAROLE
 Giochiamo con le rime cercando le corrispondenze ( il mago è
caduto nel lago…)
 Attenti al suono: ricerchiamo tutte le parole che iniziano con lo
stesso suono ( MA/SO/LA…)
 Giochiamo ad accrescere o diminuire una parola …Come diventerà
? (strega,stregona, streghina…) Proviamo a disegnarla
 Con il battito delle mani misuriamo la lunghezza delle
parole…giochiamo con i bollini, per ogni battuta un
bollino…facciamo il gioco all’incontrario:due bollini…quale
potrebbe essere la parola?
NELLA NOSTRA BIBLIOTECA…
 Manteniamo un tono di voce basso.
 Scopriamo come è fatto un libro (titolo, copertina, pagine…).
 Sfogliamo i libri, facciamo lettura di immagini, impariamo a riporli al
loro posto.
 Scegliamo ogni settimana un libro da portare a casa e da leggere
insieme a mamma e papà.
 Registriamo il libro scelto sulla scheda che abbiamo predisposto sul
nostro quadernone.
 Ascoltiamo le storie che ci legge la maestra.
PROVE DI COMPETENZA
(VERIFICA E
VALUTAZIONE)
Le prove di competenza vengono svolte in itinere durante lo
svolgimento delle attività.