Giugno 2013 - CentoTorri

Commenti

Transcript

Giugno 2013 - CentoTorri
7-06-2013
15:21
Confezioni
Pagina 1
CENTOTORRI
PROGRAMMI & COMMENTI
CHIERI
Via Vittorio Emanuele, 62
Tel. 947.10.39
del Chierese, Astigiano e Moncalieri
Tel. 011/942.17.86
OMAGGIO
1 copertina
Via Massa, 2 - CHIERI
email: [email protected]
Sped. Abb. Postale 70% - Filiale di Torino To - Anno 31° - N.6 - Giugno 2013 - Redazione: Via Vittorio Emanuele, 44 - Chieri
Dir. Resp. Giuseppe Pio Marcato - Aut. Trib. Torino del 31/1/83 - R. G. n. 3340 - Impaginazione & Grafica: Francesca Moro - Stampa: SGI - Torino
A l z h e i m e r, u n g i a r d i n o a l l e O r f a n e l l e
“Centotorri”
compie
30 anni!
Viale Cappuccini, 4 CHIERI
Tel/Fax 011.947.10.35
cell. 392.51.77.369
PARTONO LE ISCRIZIONI AL
CORSO ‘ GIARDINIERE D’ARTE’
Via C. R. di Montelera 122 CHIERI (TO)
Tel. 011 9415627 /011.9415161
Fax 011.9426739
[email protected]
Strada S. Pietro 19 - Chieri (TO)
Tel. 328.1416853 - Fax 0119414146
[email protected]
Porte interne e blindate
Scale interne - Ringhiere - Serramenti
Zanzariere - Tapparelle
Grate di sicurezza- Basculanti
Via Andezeno, 18 - 10023 Chieri
Tel. 011.9470158
3
7-06-2013
15:25
Pagina 3
Sommario
Volontari, una storia
che si ripete
Attualità Chieri
6 Rifiuti, avanti così: ma quanto costerà?
7 Alzheimer, un giardino alle Orfanelle
8 Violenza sulle donne, uno sportello anche a Chieri
La scomparsa di Gaetano Oreste
“La Casetta” cresce e viaggia
9 Biblioteca Civica e storia locale – Dal Rotary un defibrillatore
per la Croce Rossa
16 Trent’anni con Centotorri
I
corsi e ricorsi della storia, a volta, passano
molto vicini a noi, e allora ci accorgiamo di
quanto avesse ragione il buon Vico nel dire che
certe situazioni, magari a distanza di decenni o addirittura secoli, si ripetono. Nello stesso giorno, lo scorIn copertina:
so 1° giugno, ne abbiamo avuto una doppia riproil giardino Alzheimer
va. Prima, l’inaugurazione del Giardino Alzheimer
alle Orfanelle
alle Orfanelle, poi la presentazione di un libro che
ricorda Paola Francone e , attraverso di lei, il suo grande padre Nicolò, fondatore e motore di quasi tutte le grandi iniziative culturali e sociali della
Chieri del primo Novecento. Il nesso tra le due situazioni? Semplice, il
ruolo fondamentale, insostituibile del volontariato. Nel primo caso, nell’istituto delle Orfanelle (che ha la sua nascita remota nella beneficenza
privata) senza Lions e Avo, non sarebbe stato e non sarebbe nemmeno pensabile dare l’avvio ad un Centro Alzheimer e completarlo poi con il giardino terapeutico. L’istituzione, sia essa comunale o sanitaria, proprio non ce
la fa. E, temiamo, sempre meno ce la farà. Nel secondo caso, senza i
Francone (padre e figlia) non esisterebbe quasi nulla dell’attuale polo culturale chierese. E i successivi, peraltro meritori, interventi istituzionali non
hanno ancora risolto il problema. Figurarsi se avessero dovuto partire da
zero. A proposito di volontariato: nel giugno 1983 un pugno di volontari,
che da sette anni tenevano in piedi la (gloriosa) radio locale, decidevano di
affiancarle un giornale, all’inizio per presentare e approfondire quel che la
radio faceva, e poi per dare voce sempre più autonoma ai fatti della politica, della cultura, della società del Chierese. Quel giornale (questo giornale) è ancora qui, ha cambiato formato e, in parte, contenuti, ma resta saldamente in pista, sempre sorretto da volontari, e con il solo supporto della
pubblicità, per ‘servire’ i lettori. Che, con gli anni, sono diventati davvero
tanti. Ne abbiamo avuto conferma in questi giorni, anche grazie ai messaggi di auguri che stiamo ricevendo. Abbiamo compiuto trent’anni, ne abbiamo viste e raccontate di tutti i colori e ci prepariamo a continuare a farlo.
Con il vostro aiuto, si capisce.
Gianni Giacone
Storia
13 Chieri com’era, Piazza Mazzini e il ‘circol di sgnor’
Dintorni
18 Castelnuovo, rivivono le Feste Medievali
Castelnuovo, Sagra della Sautissa
Marentino, a Casa Zuccala riapre il giardino
Arte e Spettacolo
27 Gandolfo-Rocca, concerto in San Domenico
Chieri nel ‘600 e nel ‘700, un libro per due documenti
Carmagnola e le corde di canapa
28 “Scrigni d’argilla” a Villanova d’Asti
“Papà, alpino e combattente”, un libro del pinese Baj
Venaria: Mattia Preti tra pennello e spada
Sport
29 A San Silvestro torna il basket
Rubriche
4 Appuntamenti
14 Riflessione – L’Edicola di ieri
19 Animali
22 Natura e benessere
30 Compra e vendi
Speciali
12 Scuola e formazione
20 Casa e condominio
24 Auto vacanze
Vuoi diventare giornalista?
Se hai tra i 18 e i 23 anni
contattaci per scrivere sulla rivista allo
www.100torri.it
3
0119421786
Centotorri - Giugno 2013
4_5 appuntamenti
7-06-2013
15:29
Pagina 4
APPUNTAMENTI- APPUNTAMENTI- APPUNTAMENT
CHIERI, MOSTRE D’ARTE E DI FOTOGRAFIA
“CHIERI SEGRETA” IL 21 E 22 GIUGNO
La Galleria Civica Palazzo Opesso (Via San Giorgio, 3 Chieri) ospita
fino al 16 giugno la Mostra del Gemellaggio Savona-Chieri, organizzata dall’Unione Artisti del Chierese e dall’Associazione Savona
Movimento Arte del XXI sec. Orari: da lun. a ven. 16-19 sab-dom.
10,30-12,30 16-19. Nella stessa sede, Mostra di fotografia “i 5 sensi”
dal 22 al 30 giugno, a cura dell’Associazione f8chieri. Inaugurazione
sabato 22 giugno ore 18. Orari: sabato e domenica 10,30-12,30
Chieri si svela al calar della sera come scenario ideale di avvenimenti,
fatti e misteri dal Medioevo ad oggi. Si inizia con un gustoso aperifreisa con degustazione di vini della “Strada Reale dei vini”e prodotti del
territorio per continuare con un percorso notturno di incredibile fascino
che si snoda dall’ingresso in esclusiva alla Chiesa Templare di San
Leonardo sino all’antico ghetto ebraico per un itinerario “al centro della
Storia” alla scoperta di una Città “nascosta” che racconta un passato
fatto di processi per eresia, magnifiche Chiese gotiche e nascosti angoli
di intatta bellezza per un “viaggio nel tempo” tutto da scoprire. In collaborazione con “Strada Reale dei Vini”. Costo con bus da Torino (ore
18.30 da Corso Bolzano 44): 22,00 euro a persona. Costo da Chieri
senza bus: 18,00 euro a persona. Info e prenotazioni: Somewhere
Tours&Events - www.somewhere.it - 011 668.05.80
Venerdì 14 giugno
A CHIERI, DANZA – Sere d’Estate, Gran Galà della Danza, concorso rivolto
a danzatori dai 6 ai 17 anni, ore 21,30 in Piazza Cavour.
Co CHIERI, SPAZIO SCRITTURA - Scrittori del territorio presentano le
loro opere - ore 17.30 Davide Masera presenta Le guide della storia. Interviene
Matteo Dalla Francesca
Sabato 15 giugno
M CHIERI. CONCERTO D’ORGANO - ore 21, Chiesa di S. Domenico
Giuseppe Gandolfo (organo) – Flavio Rocca (pianoforte) con la partecipazione
di Claudio Verardi (organo). Programma: Quirici, Introduzione-Versetto per il
Gloria-Sonata per l’Offertorio Pagani, Messa per organo in fa maggiore /
Consumazione in do maggiore Cajkovskij, Concerto n. 1 in mi bemolle maggiore op. 23 (trascr. organo-pianoforte)
A CHIERI, MODA – Sere d’Estate, Chieri incontra la moda - sfilata di moda
in collaborazione con i negozi di abbigliamento, ore 21,30 in Piazza Cavour.
Co CHIERI, NATI PER LEGGERE - Parco Giochi di Piazza Europa – ore
17 Letture per bambini da 0 a 6 anni
Co CHIERI, LA CITTA’ DI CARTA – ore 10 Visite guidate all’Archivio
Storico “Filippo Ghirardi” (massimo 20 partecipanti). Il Convento dei
Barnabiti: scuola, residenza, ambulatorio
A CHIERI, ARCHEOLOGIA - Mostra Archeologica Chieri - Municipio
(piano seminterrato – via Palazzo di Città, 10 – Chieri): sulle tracce della città,
da Carreum Potentia alla città basso medioevale, attraverso una selezione di
reperti da vecchi recuperi e da scavi recenti. Aperture ordinarie il 1° e il 3° saba-
Centotorri - Giugno 2013
to di ogni mese dalle ore 9.30 alle ore 12.30 (accesso da Piazza Dante durante
il mercato)
Domenica 16 giugno
M CHIERI, BAMBINI E CANZONI - Canta Chieri - festival della canzone
rivolto a bambini e ragazzi dai 3 ai 16 anni – serata finale, ore 21,30 in Piazza
Cavour.
Giovedì 20 giugno
Co CHIERI, NATI PER LEGGERE - Parco Area Verde di Piazza Caselli –
ore 17 Letture per bambini da 0 a 6 anni
Domenica 23 giugno
F CHIERI, MERCATINO - Mercatino dell’antiquariato e dell’usato, Centro
storico ore 8-19.
A ALBUGNANO, VEZZOLANO - Visita guidata alla Canonica di Santa
Maria di Vezzolano - ore 10.30
Giovedì 27 giugno
T CHIERI SOTTO LE STELLE - serata di intrattenimento, alle 21,30, nell’area spettacoli ex Tabasso.l
Venerdì 28 giugno
4
4_5 appuntamenti
7-06-2013
15:29
Pagina 5
ENTI- APPUNTAMENTI- APPUNTAMENTI-APPUNT
M CHIERI SOTTO LE STELLE - musical a cura della scuola di danza
Livingston Dance Studio, alle 21,30, nell’area spettacoli ex Tabasso.l
F PASSERANO MARMORITO, FESTA PATRONALE – anche sabato 29 e
domenica 30
Sabato 29 giugno
T CHIERI SOTTO LE STELLE - evento per famiglie con ospiti da Italia’s
Got Talent (dalle ore 15) nell’area spettacoli ex Tabasso.l
Co CHIERI, LA CITTA’ DI CARTA – ore 10 Visite guidate all’Archivio
Storico “Filippo Ghirardi” (massimo 20 partecipanti). L’Ospizio di carità di
Chieri: un segno della pubblica assistenza
F VILLANOVA D’ASTI - FRAZ SAVI 29/30 Festa Patronale
Domenica 30 giugno
T CHIERI, VIJA’ - serata tradizionale piemontese con la “Vijà” in collaborazione con la Filodrammatica Canonico Tosco, alle 21,30, nell’area spettacoli ex
Tabasso.l
Venerdì 5 luglio
F CASTELNUOVO, SAGRA D’LA SAUTISSA – la manifestazione prosegue sabato 6 e domenica 7 luglio, a cura della Pro LocoVenerdì 12 luglio
Tl CASTELNUOVO, RADUNO VESPA CLUB – Una tre giorni internazionale per riunire gli appassionati della Vespa. Fino a domenica 14
Sabato 13 luglio
F PINO D’ASTI, FESTA DELL’ESTATE – anche domenica 14
F ALBUGNANO- FESTA D’ESTATE – anche domenica 14
“Vijà”, un revival:
e poi?
Il 30 giugno lo spettacolo di commiato
di una parte della ‘vecchia guardia’
C
’era una volta la Vijà. E adesso? “Adesso è ora di cambiare
– dice Bruno Masera, che dal
1998, insieme ai colleghi della
Compagnia teatrale Filodrammatica
Tosco, sostiene l’onore e l’onere della
tradizionale manifestazione della Pro
Chieri – e che arrivino nuovi interpreti, tanto per i testi che per le
interpretazioni. Alcuni di noi ringraziano l’affezionato pubblico, salutano e scendono dal …carro”. Parliamo dell’autore – principe degli
stranòt, Bebi Martano, e di Piero Bosco, Mario Pavesio, Franca
Aiassa, oltre allo stesso Masera. Con loro, va in scena domenica 30
giugno lo spettacolo di commiato, un “c’era una volta…” che vuole
far rivivere al pubblico quest’ultimo capitolo di storia della Vijà, con
i più riusciti stranòt e le scenette che hanno contraddistinto gli ultimi
anni dello spettacolo, sempre popolarissimo e capace di attirare fino a
2 mila persone.
“Dopo tanti anni – chiude Masera – è proprio ora che qualcun altro ci
dia il cambio.”. Ma non sarà facile. Scrivere in piemontese è tutt’altro che facile, e di autori come il compianto Beppe Barberis o Bebi
Martano, in giro, non se ne vedono molti. Speriamo che spuntino.
(G.G.)
Presenta
‘CHIERI IN BIANCO’
ore 21,30 in Piazza Cavour
Venerdì 14 giugno
Gran Galà della Danza
Sabato 15 giugno
Chieri incontra la moda
Domenica 16 giugno
‘Canta Chieri’
Sabato 6 e venerdì 12 luglio
Bancarelle di luna
Info: 3471560043
[email protected] COMPUTER STORE!
Per promuovere il lancio del nostro nuovo negozio on-line trovate nella pagina precedente un buono sconto del 5% su qualsiasi acquisto effettuato sul sito www.kiacomputer.it. La vera
novità è che potete prenotare direttamente da casa vostra le
offerte più interessanti e ritirarle presso il nostro punto vendita
usufruendo dello sconto di benvenuto e senza nessun costo di
giacenza.
Continua inoltre fino al 30/06/2013 la promozione “Tagliando
PC” a 29,90€ invece di 39,90€, usufruendo di questo servizio
potrete pulire il vostro pc, da tutti i virus e i file temporanei che
lo appesantiscono e garantirvi così una maggior durata del computer.
Tutte le nostre offerte sono online sul sito www.kiacomputer.it,
per qualsiasi informazione contattateci allo 011-9425832.
5
Centotorri - Giugno 2013
6 rifiuti
7-06-2013
14:44
Pagina 6
ATTUALITA’ CHIERI
Rifiuti, avanti così: ma quanto costerà?
Incerto il futuro del Consorzio, certo (almeno fino al 2017) il ‘porta a porta’. Sulle tariffe, si aspetta…il Governo
he cosa succederà al
Il Consorzio è destinato a sciogenerale. In numeri raggiunti dal
Consorzio Chierese per i
gliersi perché la legge impone la
“porta a porta”: 70% di raccolta
Servizi? E’ la domanda che
creazione di una “Conferenza
differenziata (superato abbondanda mesi ci si chiede.
d’ambito” che raggruppi i vari
temente il limite di legge del
Intanto bisogna specificare che
consorzi al fine di ridurre i costi e
65%), 100 kg in meno di immonper il cittadino chierese fino al
migliorare il servizio globale. Le
dizia procapite rispetto alla media,
2017 il servizio del “porta a
tempistiche però saranno molto
a fronte di 125.000 abitanti e un
porta”, a prescindere dal futuro del
dilatate nel tempo e riguarderanno
territorio di 435 kmq. I cittadini
Consorzio, non avrà cambiamenti
esclusivamente la struttura gestiosono nel complesso soddisfatti, le
nella modalità di raccolta, in quannale ed organizzativa, mentre la
lamentele sono ridotte e principalto il contratto di appalto stipulato
macchina operativa e i vari spormente legate ad eventuali salti di
con le varie ditte coinvolte ha
telli sul territorio rimarranno.
passaggio dello svuotamento casappunto validità fino al 2017.
Il servizio chierese inoltre è seguisonetti, contenuti nell’errore fisioQuello che invece potrà cambiare
to come modello per gli ottimi
logico di 1 su 1000 prese, tanto
nel tempo è la tariffa perché in
risultati ottenuti nel tempo a fronche l’organico del Consorzio in 10
funzione delle scelte politiche
te di una tariffa puntuale sul conanni è passato da 3 a 30 dipendensulle imposte comunali (IMU,
sumo, peculiarità non adottata in
ti proprio per gestire la struttura
TARES, ecc.) e fino a settembre
altri consorzi.
molto complessa.
non si sa quale politica fiscale
Il bilancio del Consorzio Chierese
L’abbandono dei rifiuti, principalattuerà il governo.
è sano, sia a livello economico che
mente ingombranti, è costante per-
C
Centotorri - Giugno 2013
6
di Matteo Maso
ché occorre un cambio di mentalità considerando che esiste il servizio del centro di raccolta aperto
tutti i giorni al mattino e al sabato
anche al pomeriggio, dove gli
ingombranti si possono conferire
gratuitamente. Ed è praticamente
impossibile cogliere sul fatto i
soggetti incivili.
La discarica di Cambiano è stata
chiusa, ora il non recuperabile
viene conferito nella discarica di
Pinerolo e probabilmente da luglio
presso l’inceneritore di Torino del
Gerbido. Pochi lo sanno ma piatti
e bicchieri di plastica, ripuliti, si
conferiscono con la plastica, mentre le posate di plastica rimangono
non recuperabili… ogni tanto
qualche “stranezza” rimane.
www.100torri.it
7
7-06-2013
14:45
Pagina 7
ATTUALITA’ CHIERI
Alzheimer, un giardino alle Orfanelle
Inaugurato lo scorso 1° giugno. Con il contributo dei Lions, arricchisce l’offerta del Centro Alzheimer voluto 15 anni fa da Guido Barberis
di Gianni Giacone
U
n giardino terapeutico
all’interno della casa di
riposo: alle Orfanelle
l’hanno inaugurato lo scorso 1°
giugno il sindaco Lancione, presente mezza Giunta, il presidente
dell’istituto Giuseppe Manolino,
l’ASL 5 nella persona di Mario
Traina, il parroco del Duomo
Monsignor Rivella e i Lions, che
hanno contributo, anche progettualmente, all’iniziativa. Il giardino è particolarmente dedicato
ai pazienti malati di Alzheimer,
la terribile e sempre più diffusa
demenza senile contro la quale i
soli farmaci ancora a poco servo-
no. Guido Barberis, il geriatra
chierese che da tanti anni è dietro
tutte le iniziative che riguardano i
più deboli tra gli anziani, è esplicito: “Iniziative come questa –
dice – migliorano la qualità della
nostra vita, presente e soprattutto
futura. Un ambiente migliore, più
adatto all’anziano, serve assai più
di una medicina. E’ l’idea che ci
siamo portati dietro sin dal ’98,
quando è stato aperto il Centro
Alzheimer alle Orfanelle. Una
struttura che funziona grazie ai
volontari, ieri utili e oggi indispensabili. Senza di loro, non si
va da nessuna parte.” Con lui, la
giovane collega Stefania Speme,
che ha collaborato al progetto. E
i volontari? AVO in testa, fortunatamente ci sono e ci saranno. Il
giardino (il secondo nella zona:
ce n’è uno da qualche anno a
Castelnuovo) è fatto apposta per
anziani che perdono il senso del
tempo e dello spazio, che girano
dunque a vuoto e spesso tentano
di scappare. L’Alzheimer non fa
sconti, ma una soluzione come
questa, semplice quanto efficace,
è realmente una risposta, in attesa che la ricerca scientifica faccia
altri passi. “Intanto – dice il presidente Manolino, assistito dalla
direttrice, Paola De Nale, vero
motore di tutte le iniziative della
struttura – facciamo un primo
passo: quando potremo abbattere
il muro e iniziare i lavori nell’ex
sede del Consorzio Agrario, avremo un giardino terapeutico molto
più grande e un Centro
Alzheimer che potrà accogliere il
doppio degli ospiti.” Un impegno
che Francesco Lancione, più da
medico che da sindaco, sottoscrive in pieno: “Lo facciamo anche
per garantire a noi stessi un futuro migliore”, dice convinto.
Collezione
Estate 2013
UOMO
Canali, John Barrit, San Remo,
Selected/Homme,
Marina Yachting, Trussardi,
Mabrum, Bramante Maglieria
Rodrigo, Levis, Dockers,
Manuel Ritz/Paoloni,
Seventy uomo, Corneliani,
EA7Emporio Armani
DONNA
Marella, I.Blues, Dek’Her,
Persona, Diana Gallesi, Eklè,
Cristina F., Kaos, Fairly, Dekher,
e tante altre
CHIERI - Via Massa, 2 - Tel. 011.942 53 90
www.100torri.it
7
Centotorri - Giugno 2013
8
7-06-2013
14:42
Pagina 8
ATTUALITA’ CHIERI
Violenza sulle donne, uno sportello anche a Chieri
A cura dell’associazione Scambiaidee, per ora nell’area ex Tabasso
di Luisa Zarrella
U
n tema molto discusso da
giornali e tv negli ultimi
mesi è quello della violenza sulle donne. Nella maggior
parte dei casi avviene tra le mura
domestiche. Purtroppo molti casi
non vengono denunciati per vergogna o paura, così le violenze fisiche
e psicologiche (non meno pericolose) continuano, fino a quando si
decide per lo sconforto di rivolgersi ai centri antiviolenza. In Italia
sono 127 dislocati in molte regioni.
A Chieri c’è uno sportello dell’
associazione Scambiaidee: nata
nel 2000 è senza fini di lucro,
autonoma e indipendente. E’ gestita da un gruppo di donne (Carla
Napoli, Francesca Cerliani, Enrica
Mairano, Clarisse Zaccarino,
Adriana Ansaldi) ed offre accoglienza ed ascolto, percorsi di
accompagnamento e di sostegno
alle donne in difficoltà. Lo sportello riceve su appuntamento (lunedi
15.30 -16.30; venerdi 11-12.30)
nell’area ex Tabasso, ma ci sarà a
breve una nuova sede. Per saperne
di più sull’associazione e sui progetti previsti per i prossimi mesi
abbiamo fatto qualche domanda
alla presidente, la dottoressa Carla
Napoli.
- In che modo aiutate le donne
che si rivolgono alla vostra associazione ?
scrittura e fotografia danno modo
alle donne di entrare in contatto
con le proprie emozioni, di dare
voce alla sofferenza per cercare di
allontanarla. Un altro strumento
che utilizziamo è il divano delle
confidenze che viene organizzato
ogni 15 giorni. Tutti i laboratori
sono fatti in gruppo”.
-Quali sono le difficoltà che
incontrate negli ultimi tempi?
“La difficoltà maggiore è a livello
“Aiutiamo le donne che hanno
subito violenza attraverso un progetto di ascolto. Si va poi a lavorare sull’autostima per rafforzarla e
successivamente cerchiamo di
capire quali sono le loro potenzialità. Diamo soprattutto un supporto
psicoterapeutico. Abbiamo anche
seguito una cliente per la procedura del mobbing, dando consigli su
come affrontare questo tipo di violenza. Alcuni laboratori di danza,
economico perché i compensi sono
diminuiti ed in alcuni casi proprio
cessati. Lavoriamo tanto a titolo
gratuito ma continueremo a farlo
perché crediamo nella nostra associazione”.
-Cosa è necessario per combattere la violenza sulle donne?
“Si dovrebbe prima di tutto fare
prevenzione a livello scolastico sui
ragazzi. Sarebbero necessarie più
campagne di sensibilizzazione
sulla
violenza e naturalmente
maggiori fondi con i quali poter
organizzare progetti in collaborazione con enti locali, servirebbero
anche leggi più severe”.
“La Casetta” cresce e viaggia
Il Centro delle Maddalene tra gite e altri momenti di socializzazione
C
onsueto appuntamento di metà anno per fare il punto
sulle iniziative e sugli incontri del ‘Centro La Casetta’
delle Maddalene. Nei primi sei mesi del 2013 con una
campagna soci molto mirata il ‘club’ ha raggiunto e superato, in
breve tempo, il numero degli iscritti della stagione precedente a
dimostrazione di una positiva capacità di aggregazione finalizzata, soprattutto, alla realizzazione di eventi e di momenti di
ritrovo e di condivisione. Momenti che hanno visto il culmine
con il tour, nel weekend attorno al I° Maggio, che ha toccato le
località di Urbino, Ravenna, Gradara, Loreto, Gubbio ed Assisi (nella foto). Ma non soltanto la ‘gita’ ha fornito la
possibilità ai soci di stare insieme, anzi. Come ci raccontano i membri del consiglio direttivo: “ Oltre ai consueti
appuntamenti settimanali in sede il calendario ha offerto agli iscritti altri momenti di socializzazione (dall’inizio
d’anno le cene in occasione di ‘San Valentino’ e della ‘Festa della donna’, intervallate da incontri gastronomico –
dolciari in ‘Casetta’ e da eventi musicali in ‘Conceria’, buon ultimo quello in occasione della ‘Festa della mamma’con oltre cento presenze). Gli stessi momenti si ripeteranno, ancora con maggior frequenza, nel secondo semestre
con escursioni, camminate, relax alle terme e molto altro ancora”. “Tutto ciò - tengono a precisare i responsabili dell’associazione – a dimostrazione del fatto che entusiasmo e spirito di iniziativa non ci mancano e sono costantemente messi a disposizione di un gruppo sempre più coeso e capace di ‘far squadra’ ”.
*
* Presentando questo coupon
La scomparsa
di Gaetano Oreste
P
rofondo cordoglio e grande partecipazione ai funerali di Gaetano Oreste,
scomparso a 76 anni dopo grave
malattia. Presidente della sezione Chierese
dell’Associazione Nazionale Carabinieri dal
1997, presidente dal 2005 al 2011 della
sezione locale dell’Associazione Diabetici,
il maresciallo Oreste era persona di spicco
del panorama associazionistico locale, dopo
una lunga carriera nell’Arma. Di origini
pugliesi, era a Chieri dal ’65 e poi, fino alla
pensione, dal ’91. Lascia la moglie e il figlio
Pierpaolo, cui vanno le condoglianze della
redazione.
Sotto i
Portici
Festiv al del g elato tutta l’estate ...
Coni o coppette
2 gusti € 1,50
3 gusti € 2,00
4 gusti € € 3,00
Caffè cremeria
Piazza Umberto I
Chieri (TO)
tel. 0119415025
Centotorri - Giugno 2013
Senza poesie,
ma solo qualità e prezzo
8
www.100torri.it
9 biblioteca
6-06-2013
21:14
Pagina 9
ATTUALITA’ CHIERI
Biblioteca Civica e storia locale
La Sezione ha oggi circa 7 mila volumi
A
bbiamo pensato di conoscere meglio la Biblioteca
Civica di Chieri attraverso
le Sezioni che ci accolgono ogni
giorno e delle quali spesso non
conosciamo appieno i “tesori”…
Innanzitutto facciamo quattro
chiacchiere con il bibliotecario
della Sezione di Storia Locale,
Antonello Peroni (nella foto).
-Se dovessi presentare la Sezione
cosa diresti?
“Qui, al secondo piano della
Biblioteca, sono presenti gli stessi
argomenti delle altre Sezioni, ma
con un focus particolare al territorio chierese, torinese e regionale.
La Sezione ha origini lontane:
quando nel 1888 Nicolò Francone
a soli 22 anni, fondò con alcuni
amici la Biblioteca in due stanze
affittate a casa Cumino in via
Vittorio Emanuele II, 57, il patrimonio bibliografico contava una
cinquantina di testi. Va sottolineato
quanto il Comune di Chieri abbia
sempre mantenuto viva l’attenzione all’accrescimento delle pubblicazioni relative al territorio ed in
larga parte la “raccolta storica” è
confluita in quello che oggi è Il
Fondo Francone. Oggi i testi sono
circa 7000 ed in costante crescita.
Centotorri - Giugno 2013
Come possono testimoniare i tanti
studiosi ed utenti che frequentano
la Sezione, vi si trovano pubblicazioni di arte, architettura, storia,
religione, economia, scienze, geografia e mille altri argomenti, oltre
ad una vasta raccolta di periodici
locali che acquistò e lesse lo stesso
Francone.”
-E la narrativa?
“Richiede un discorso a parte.
Come in qualsiasi biblioteca civica,
assume un’ importanza del tutto
particolare, sia per quanto riguarda
il numero dei prestiti, sia per i
volumi posseduti. Certo se dovessi
fare una classifica, potrei dire che il
noir o giallo ha richieste costanti,
anche perché gli scrittori del territorio amano molto questo genere di
Dal Rotary un defibrillatore per la Croce Rossa
I
l Rotary di Chieri ha donato alla Croce Rossa un defibrillatore portatile. La consegna dell’apparecchio è avvenuta a fine maggio in Comune,
presente il sindaco Lancione, da parte di Eraldo Chicco, presidente rotariano, nelle mani di Giampiero Del Tito, presidente della CRI chierese.
Presenti anche l’assessore alle politiche sociali di Carignano e il presidente di quel club rotariano, che ha partecipato al service insieme a Chieri. Il
defibrillatore permetterà alla Croce Rossa di avere una risposta efficace
durante le manifestazioni, soprattutto sportive.
9
ambientazioni. Regina in tal senso
è senza dubbio Gianna Baltaro, una
scrittrice morta cinque anni or sono
e che ambientava i suoi romanzi
nella Torino degli anni Trenta. Le
indagini svolte dal commissario
Martini, gentiluomo sempre elegante, riescono inesorabilmente a
scoprire il colpevole. Di tutt’altro
genere, Maria Tarditi, con le sue
storie di giovinezze e nostalgie lontane che aiutano a ricordare e a
sopravvivere. Senza dubbio, una
scrittrice prediletta dal pubblico
femminile. Potrei dire di tanti altri,
ma spero di avere l’opportunità,
anche grazie a voi, di suggerirli a
coloro i quali volessero venire in
Sezione, al secondo piano, facendo
le scale o prendendo l’ascensore.
Li aspetto..
Biblioteca Civica di Chieri Sezione Storia Locale - Via
Vittorio Emanuele II, 1 Tel. 011
9428406 mar, mer, gio 9/12.3014.30/19 e-mail: [email protected]
www.100torri.it
10 scuola
7-06-2013
15:32
Pagina 10
SPECIALE SCUOLA
Dopo il diploma: università o lavoro?
di Serena Goldin
Chieri, breve indagine tra neo laureati
T
utti, o quasi, sono passati
dall’importante crocevia
che si presenta dopo la
maturità tentando di trovare la
strada “giusta”. Università o lavoro? Seguire le passioni o scegliere
razionalmente qualcosa che almeno idealmente sembra possa
garantire un futuro migliore?!
Oggi, la scelta è ancora più ardua.
Non è semplice e bisogna mettere
in conto la possibilità di spostarsi;
c’è chi, come Giorgia, sta prendendo in considerazione tale ipotesi solo ora dopo la laurea e chi,
come Benedetta, l’ha già fatto
conseguendo la laurea specialistica a Venezia.
Giorgia (nella foto a destra) si
racconta: “Io mi sono laureata ad
aprile, in una tesi sulla valorizzazione delle Residenze Sabaude.
Adesso, come si potrà immaginare, sto cercando lavoro.
Ovviamente è difficile, pensate
che non c’è nemmeno richiesta di
stagisti (gratis). Se alla fine dell’estate non si muove nulla, probabilmente proverò un’esperienza
all’estero, dove sembrano esserci
maggiori opportunità, perlomeno
stage pagati, che avrà sicuramente
percorso specialistico che ti “prepara” alla professione di storico
dell’arte. Ma sappiamo bene che è
solo sulla carta e in senso teorico.
Il concetto di pratica è proprio
quello che manca secondo me al
nostro corso: non abbiamo mai
fatto un’esperienza sul campo.I
docenti credono che sia sufficiente il lavoro di tesi per applicare in
senso pratico le conoscenze
acquisite, ma io non credo sia sufficiente. In un certo senso credo
che ciò ci penalizzi nel momento
in cui ci candidiamo per un lavoro: se dovessero chiamarci per
il vantaggio di migliorare una lingua straniera, indispensabile oggi.
Io ho scelto Storia dell’Arte per
passione e perché era strutturato
per fornire una formazione culturale, base importante. Nel corso
degli anni ho maturato però un
interesse verso l’aspetto più
gestionale e organizzativo dei
beni culturali, allontanandomi
quindi dal percorso accademico.
Pertanto credo che se tornassi
indietro cercherei un corso di
studi con un indirizzo più specifico per questi miei interessi.
A Torino purtroppo esiste solo un
una perizia, personalmente io non
mi sentirei molto sicura.. non l’ho
mai fatta! Come consiglio ai
diplomandi mi sento di dire questo: coltivate le lingue e soprattutto, se ne avete occasione, fate
esperienza sul campo fin dall’inizio perché è ciò che dopo viene
indubbiamente richiesto”.Benedetta, alla domanda “Cosa
pensi del tuo percorso universitario e della tua formazione?”
risponde: “Ritengo che purtroppo
ci sia una grande tendenza alla
dispersione ed alla creazione di
corsi di laurea o troppo settoriali o
troppo generalisti.
QUALIFICA
PROFESSIONALE
CORSI DI
PER L’ANNO SCOLASTICO 2013/14
ISCRIZIONI APERTE
OPERATORE TRASFORMAZIONE AGROALIMENTARE
PANIFICATORE - PASTICCERE
CORSO TRIENNALE PER RAGAZZI/E DI 14 E 15 ANNI
IN USCITA DALLA 3^ MEDIA
OPERATORE
AI SERVIZI DI VENDITA
CORSO BIENNALE PER RAGAZZI/E DAI 15 AI 17 ANNI
CHE HANNO GIA’ FREQUENTATO UN ANNO DI SUPERIORI
CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE
“SANTA TERESA”
VIA PALAZZO DI CITTA’ 5
10023 CHIERI - TEL. 011/9478415
FSE per il futuro
Centotorri - Giugno 2013
10
www.100torri.it
11 scuola
6-06-2013
21:19
Pagina 11
SPECIALE SCUOLA
In poco meno di tre anni diverse
riforme e modificazioni hanno
creato un grosso caos tra l’offerta
formativa e ciò che invece veniva
realmente richiesto allo studente.
Ritengo che il livello medio dei
docenti sia indiscutibilmente alto
e quindi la formazione , nonostante il percorso sia alle volte estremamente sommario, risulta infine
adeguata agli scopi di uno studente. A complicare il quadro si unisce anche la burocrazia.
Sono andata via da Torino perchè
la ricerca di nuovi stimoli è, almeno per le materie umanistiche, il
motore del rinnovamento anche a
livello di ricerca, inoltre avevo
bisogno di mettermi alla prova
uscendo dal mio stesso ambito cittadino. Per quanto mi sia trovata
bene a Torino, soprattutto con il
mio relatore della tesi triennale,
penso che comunque la specializzazione la rifarei nuovamente
altrove. Se non dovessi riuscire a
conseguire un dottorato mi auguro comunque di poter lavorare nel
mio ambito. Come consigli ai
diplomandi, Benedetta dice: “Non
importa se andrete a lavorare o
continuerete a studiare, ognuno è
portato per qualcosa. Ciò che
conta è seguire le proprie aspirazioni, passioni e ambizioni, per lo
meno provarci, armandosi di
costanza pazienza e…ottimismo!-
www.100torri.it
Scuola Media di alto livello, garantisce Holden
A Chieri, presso il Complesso San Filippo, una scuola media inferiore privata, laica, a tempo pieno, in cui si mira ad una preparazione completa
L
a Scuola PARITARIA Secondaria di
Primo Grado HOLDEN è una scuola
media inferiore privata, laica, a tempo
pieno, in cui si mira ad una preparazione completa, di alto livello. Ogni eventuale difficoltà
dell’allievo, viene superata e risolta da mirate
tecniche didattiche, classi poco numerose ed un
insegnamento attento alle caratteristiche del singolo allievo. Il tutto finalizzato a rendere più
sereno il rapporto dello studente nei confronti
della struttura scolastica. La scuola Media
Holden offre ai propri ragazzi, oltre alla normale attività didattica del mattino, il servizio
mensa, il doposcuola supportato dai docenti per i compiti e lo studio nonché numerose attività extrascolastiche quali Musica, Sport, Informatica, Terza Lingua Straniera, che garantiscono alla famiglia l’accoglienza
degli studenti presso i locali scolastici dalle 8,00 sino alle 18,00 dal lunedì al venerdì.
La Scuola Media PARITARIA HOLDEN garantisce alle famiglie il totale svolgimento dei compiti e dello studio presso la scuola, lasciando libera la famiglia di vivere il proprio tempo libero con i figli senza l’incombenza dei compiti a casa.
Presso la nostra struttura è possibile frequentare:
- HOLDEN SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PARITARIA A TEMPO PIENO
- DOPOSCUOLA ORGANIZZATO PER GLI STUDENTI ESTERNI CHE VENGANO AFFIDATI
ALLA SCUOLA PER LO SVOLGIMENTO DEI COMPITI A CASA
- LEZIONI PRIVATE DI SOSTEGNO ALLO STUDIO
- CORSO DI MEDIA INFERIORE IN FORMA INDIVIDUALE PER STUDENTI CON PARTICOLARI
NECESSITA’ DI ORARIO, DI ALTO NUMERO DI ASSENZE, O DI PARTICOLARI ESIGENZE DIDATTICHE.
- CORSI ESTIVI DI RECUPERO O APPROFONDIMENTO
11
Centotorri - Giugno 2013
12 scuola
6-06-2013
21:20
Pagina 12
SPECIALE SCUOLA
Chieri e dintorni,
la scuola ripartirà con novità
C
hiuso quest’anno scolastico
con alcuni piccoli infortuni
edilizi a causa della grandine come quelli di via Fea dove
alcune aule sono rimaste inagibili e
saranno rimesse a nuovo per settembre, per il nuovo anno ci saranno alcune importanti novità diattiche e organizzative.
NUOVE AUTONOMIE
Partono le nuove autonomie ci
saranno tre nuovi istituti comprensivi (composti da scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola
media) in Chieri ed un istituto
comprensivo che raccoglie i comuni dei dintorni (Andezeno,
Arignano, Baldissero, Pavarolo,
Moriondo,Marentino) con l’esclusione delle scuole di Riva di Chieri
che veranno aggregate all’ex terzo
circolo. Si tratta di una razionalizzazione con luci ed ombre causate
dalla dislocazione territoriale degli
edifici che vede soprattutto l’ex
terzo circolo forzato ad accorpare
le istituzioni di Riva per potersi
definire un istituto comprensivo
perdendo però le scuole di
Baldissero. Salvo trasferimenti e/o
pensionamenti avremo due dirigenti scolastici già noti Massimo
Centotorri - Giugno 2013
Chieri, un corso per giardiniere d’arte di parchi e giardini storici
Per diplomati, con uno stage di 240 ore in azienda
a Regione Piemonte, in collaborazione con il Ministero per i Beni
e le Attività Culturali – Direzione Regionale per i Beni Culturali
e Paesaggistici del Piemonte, intende promuovere un percorso
di specializzazione per “giardiniere d’arte” rivolto a giovani e adulti
diplomati disoccupati.
L
Perotti e Susanna Roglia mentre
all’ex primo circolo unito alla
media Levi ci sarà una nuova figura. A livello di personale amministrativo e ausiliario è probabile una
piccola riduzione mentre a livello
di corpo insegnante dovrebbero
rimanere le forze attuali.
Per le superiori il Vittone dovrebbe attivare l’indirizzo di agraria,
agroalimentare e agroindustria in
sostituzione del vecchio indirizzo
“servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale”
SCUOLABUS E MENSA
Novità anche per lo scuolabus : il
Comune nell’ottica di favorire e
incentivare l’uso dei mezzi pubblici per andare a scuola praticherà
una tariffa di favore per chi accederà al servizio di scuola bus al costo
di 50,00 euro per tutto l’anno scolastico. Finalmente una buona iniziativa che va nel senso di aiutare i
sempre più magri bilanci familiari
e magari ridurre anche il traffico
automobilistico.
Per la mensa si attendono gli sviluppi del nuovo bando e ci auguriamo che la qualità vada a migliorare
senza ulteriore aggravio dei costi.
La Regione Piemonte vanta un ingente patrimonio di beni artistici e culturali nel quale rivestono particolare rilievo le aree verdi monumentali la cui
manutenzione e valorizzazione richiede l’impiego professionale di risorse in
possesso di specifiche competenze. A differenza di quanto già avviene in
altri paesi europei ed in alcune regioni italiane, in Piemonte la carenza di
professionalità e di formazione specifica dedicata alla figura del “giardiniere specializzato in giardini storici” è attestata sia all’interno del personale
delle amministrazioni pubbliche competenti sia presso le società esterne cui
sono affidate parti rilevanti della manutenzione e gestione dei giardini storici. Opportunità di lavoro - Il corso si conclude con uno stage di 240 ore
in azienda. Sono possibili opportunità di occupazione in aziende del settore
(vivai, garden center, imprese di manutenzione aree verdi con particolare
riferimento alla cura e manutenzione dei parchi storici, enti di gestione dei
parchi). Al termine del corso ENGIM invierà i nominativi degli allievi alle
aziende o enti del settore.
Obiettivi del corso - Il giardiniere d’arte per giardini e parchi storici è un
professionista che opera nel settore della sistemazione di parchi, giardini e
aiuole. È in grado di realizzare gli interventi volti alla conservazione, al rinnovamento, al rifacimento di elementi, spazi, architetture vegetali del giardino, padroneggiando le tecniche, i materiali e le modalità di messa a dimora, cura, prevenzione e rigenerazione degli elementi vegetali di cui sono
composti. Realizza interventi di restauro, conservazione, manutenzione e
gestione dei giardini e parchi storici. Ha competenze nel campo delle coltivazioni ornamentali e della scelta delle essenze vegetali più adatte all’ambiente. Principali argomenti trattati - Agronomia, fitopatologia, botanica,
tecniche vivaistiche, storia e architettura dei giardini, potatura, gestione e
manutenzione aree verdi, tree-climbing, normativa di settore. E’ prevista
l’acquisizione di specifiche abilitazioni intermedie (uso della motosega,
patentino fitosanitario, abilitazione al lavoro su funi su alberi) per il rafforzamento del profilo professionale.
12
www.100torri.it
13 storia
5-06-2013
16:11
Pagina 13
STORIA
CHIERI COM’ERA-
Piazza Mazzini e il ‘Circol di sgnor”
del 1945 tra partigiani e fascisti al
momento della liberazione della città
ispirando anche lo scrittore Augusto
Monti che nel suo romanzo “Ragazza
1924”, ambientato a Chieri, racconta
così quei fatti.
“[....]Le finestre sue dàn sul cortile, le
nostre sulla strada, su Via San
Giorgio; e questa via mena alla
Piazza del Burro (piazza Mazzini
n.d.r) , e sulla Piazza del Burro sorge
Casa Littoria […]; e a Casa Littoria ci
stan le guardie nere, il loro Quartier
Generale, in permanenza […]. L’una
e un quarto […] si scatena il finimondo. Son le ‘pesanti’ dalla parte di
Casa Littoria, un fuoco d’inferno,
non però in piazza contro l’ingresso,
ma di dietro raffiche dopo raffiche. E
improvvisamente sotto le nostre finestre grida passi di corsa comandi:
tonfi, di là di bombe a mano[...].
Fazzoletti rossi fazzoletti verdi rasenti i due muri gobbi le armi in pugno –
finalmente! -: i Partigiani di corsa
diretti là”. Nel secondo dopoguerra
prima di diventare per tutti i chieresi
‘la Mutua’ il palazzo ha ancora il
tempo per ospitare la sezione locale
del P.C.I. comunemente denominata,
Casa del Popolo. In quegli spazi oltre
alla normale attività di partito gli
iscritti ed i simpatizzanti trovano il
tempo per trascorrere momenti di
svago e di socializzazione. Nel giardino interno si gioca a bocce. Una
pista da ballo diventa un luogo di
‘innocenti trasgressioni che una parte
della città, però, denuncia come scandalose e dissolute.
Dal 1923 il palazzo, fino ad oggi sede del poliambulatorio dell’Asl, ospitò il circolo dei borghesi di Chieri. Poi, la Casa Littoria e quella del Popolo…
di Valerio Maggio
o stabile di piazza Mazzini fino a pochi giorni fa sede del
poliambulatorio dell’ aslto5 –
è ritornato al Comune, in attesa di
essere posto in vendita. Raccontarne
la sua storia, il diverso uso, le diverse figure che lo hanno abitato nel
corso del Novecento è percorrere,
ancora una volta insieme, un tratto
di strada per visitare la Chieri del
passato.
“Circol di sgnor”
Forse non tutti sanno infatti che a partire dal 1923 il palazzo diventa sede
del ‘Circolo Chierese’ (circol di
sgnor) dove la borghesia cittadina
(industriali tessili, medici, avvocati)
si incontrava per partecipare a feste,
veglioni, eventi mondani e non solo.
Scrive L’Arco nel settembre del
1933: “Il Circolo Chierese ha festeggiato […] il suo sessantesimo anno di
vita ed il decimo dell’attuale sua
sede, in un’atmosfera di spirito nuovo
che ha portato […] novelle giovani
energie le quali, associate alla fedeltà
dei benemeriti soci anziani gli assicurano un rigoglioso e fecondo avvenire”. Il primo e più elegante ritrovo
cittadino – così lo definisce il giornale locale – viene vissuto da chi lo frequenta come: “ […] luogo di giudiziosa ricreazione ed, a tempo opportuno – scrive ancora il settimanale –
di assennata riflessione in cui si per-
variopinte
lampadine
elettriche di
magnifico
effetto sulla
sfondo verdeggiante del
colle”.
Ricorda
l’
industriale
Aldo Levi ora
ultranovantenne: “È proprio negli anni
Trenta che il
‘circolo’, fondato nel 1874, acquista
il palazzo di piazza Mazzini, prima la
sede era ubicata al 54 di via Vittorio.
L’ ho frequentato sia da bambino ma
anche in seguito, fino all’avvento
delle legge razziali. Seguivo mio
padre (all’epoca tesoriere dell’ associazione) in piazza Mazzini, specialmente la domenica quando i miei
amici cattolici andavano all’oratorio.
Io, di religione ebraica, trovandomi
solo, mi soffermavo in quelle sale a
leggere riviste, a giocare a ping pong
ed a boccette”.
Sulla “Piazza del Burro”
Successivamente i locali vengono
requisiti dal ‘regime’ diventando dapprima ‘Casa Littoria’ e, più tardi, sede
delle ‘Brigate Nere’. Sono testimoni
delle sparatorie avvenute nell’Aprile
L
fezionano le menti ed i cuori preparandosi a superiori mete”. Figure
importanti sono ospite del ‘Circolo
Chierese’. Tra gli altri vengono ricevuti il Principe Amedeo Duca d’
Aosta, il Duca di Pistoia, il barone
Basile, i soci conti Teofilo e Cesare
Rossi di Montelera, Ernesto di
Sambuy, il marchese Cesare Ferrero,
l’onorevole Giordano. Nel Direttivo i
soliti cognomi da sempre noti ai chieresi. Per citarne alcuni: Buschetti,
Fasano, Piovano, Giaretti, Vasino,
Ostino, Valzania. Ospiti fissi le bande
musicali ‘Regina Margherita’ e
‘Banda Cittadina’ per “[…] allietare
con applauditi concerti - precisa
L’Arco - le mense ed il levare delle
medesime, suonando nel giardino
fantasiosamente illuminato con
ORARIO:
9-12,30/15,00-19,30
(LUNEDI’ CHIUSO)
SABATO
9-12,30/15,00-18,00
AMPIO PARCHEGGIO
PORTE INTERNE E PORTE DECORATE
SCALE A CHIOCCIOLA, A GIORNO E RINGHIERE
PORTE BLINDATE E SERRAMENTI
CON RECUPERO FISCALE
IN 10 ANNI PER SOSTITUZIONI
ENTRO DICEMBRE 2013
TAPPARELLE, GRATE DI SICUREZZA, ZANZARIERE
VIA ANDEZENO, 18, CHIERI (TO)
Tel/Fax 011.9470158 web: www.edilchieri.it e-mail: [email protected]
www.100torri.it
13
Centotorri - Giugno 2013
14 riflessione
6-06-2013
21:20
Pagina 14
RIFLESSIONE
zione. Tutti gli ambiti dello sviluppo
hanno in questo contesto la giusta
ampiezza: la libertà di educazione,
l’educazione al lavoro, il prendersi
cura delle attuali e profonde fragilità
della famiglia, il ricercare il ‘benessere’ autentico e non solo di modo, il
rispetto dell’ambiente vitale necessario per la famiglia e per lo sviluppo
soprattutto economico. Queste
dimensioni della quotidianità indicano la verità delle gravi difficoltà in
cui si dibatte oggi la famiglia. La
continua manipolazione ideologica
contro la vita e la famiglia cui stiamo
assistendo non sono deriva di un lontano passato. Difendere la famiglia è
uno dei modi privilegiati per concretizzare le opzioni necessarie e ineludibili a favore di una vera promozione umana. La Chiesa del Concilio
con uno sguardo profetico aveva sollecitato una lettura sapienziale approfondita di un mondo che sembrava si
allontanasse definitivamente dal suo
sguardo. La famiglia fondata sull’amore sponsale, il lavoro, quale collaborazione al piano creativo di Dio
affidato all’uomo per la sua dignità e
il suo sviluppo, l’educazione amorevole dei figli, l’introduzione dei gio-
I grandi temi del Concilio:
famiglia e lavoro Le priorità nella vita sociale
di P. Pio G. Marcato op
“
La famiglia, speranza e futuro
per la società italiana” un titolo
davvero accattivante, e questo è
il tema della prossima 47° Settimana
Sociale che si svolgerà a Torino nel
mese di settembre proprio in continuità con i grandi temi del Concilio
nel 50° della sua celebrazione.
Libertà di educazione, il ‘giusto’
fisco, il lavoro nelle sue varie articolazioni occupazionali e imprenditoriali, lo sviluppo sociale: la difesa
dell’istituto familiare, della famiglia
in se stessa, passa proprio dal buon
vivere e convivere sociale. È necessario prepararsi adeguatamente a questo appuntamento così importante e
incisivo nel momento attuale così
carico di tensioni e di ombre sui
diversi fronti. L’analisi e la riflessione dei vari problemi legati alla famiglia, sull’enorme potenzialità che
essa rappresenta per la società e sui
pericoli che incombono e che deve
affrontare meritano quella particolare
attenzione per non incorrere in ulteriori derive cui stiamo assistendo in
modo quasi del tutto passivo. La
valorizzazione della famiglia costituisce un pilastro fondamentale per
edificare una società aperta, civile,
libera, a cominciare dalla liberta religiosa ed educativa; è condizione
basilare per una buona società che i
diritti siano riconosciuti e rispettati.
Di pregiudizi e ideologie ne abbiamo
colti parecchi in questi tempi in tutto
il territorio europeo come simboli di
una mentalità che si vuol definire
‘aperta’ e che non si ferma davanti a
‘diritti’ che minano alla base l’identità stessa di ‘famiglia’ secondo il sentire comune. Famiglia e lavoro, nella
massima estensione della comprensione nel difficile momento storico,
economico e culturale che stiamo
vivendo ‘devono’ diventare le priorità e i termini di incontro e dialogo per
costruire positivamente il bene comune. Al centro della famiglia si situa
necessariamente la dignità della persona nella sua interezza e sacralità;
nel rapporto di apertura all’esterno di
essa e che essa deve saper compiere
si riscontra la società modellata su di
essa. È proprio nello sviluppo e nel
dialogo armonico tra famiglia e
società che il lavoro, l’economia, gli
interessi trovano la loro naturale, giusta e ampia collocazione e attualizza-
L’ Edicola di ieri a cura di Valerio Maggio
Attualità di Moro
Eugenio Scalfari (L’ Espresso 29 Febbraio 2008)
“
[…] L’uccisione di Moro segnò un displuvio nella vita italiana, chiuse
alcuni sbocchi e ne aprì altri. Accelerò la deriva della corruzione pubblica che nel decennio degli anni Ottanta toccò il suo culmine e ancora oggi mantiene una pesante ipoteca sulla politica e sui suoi molteplici
derivati. Chiuse la fase di predominio che la Democrazia cristiana aveva fin
lì esercitato nel bene e nel male […].Il rapimento di Moro, le sue lettere
dalla prigionia, infine il ritrovamento del suo cadavere nel bagagliaio di
quella auto simbolicamente parcheggiata a mezza via tra Botteghe Oscure
e piazza del Gesù, rispettivamente sedi del Pci e della Dc, coinvolsero tutti
gli italiani e interpellarono la pubblica opinione con domande gravi: il valore della vita, delle leggi, dello Stato, l’impazzimento ideologico[…].
Riprendendo un’immagine di Carlo Levi scrissi allora che il corpo esanime
di Aldo Moro nel bagagliaio di quella macchina fu come un crisantemo gettato su un letamaio e questa è l’immagine che m’è rimasta nella memoria di
quei cupi e tristissimi giorni. […] Ma perché il leader democristiano aveva
così tenacemente voluto l’incontro politico con il Pci, causa di gravi contrasti nel suo partito e infine della sua morte? Moro sapeva che, a causa della
guerra fredda, il Pci non poteva costituire un’alternativa politicamente praticabile; per conseguenza la Dc era ‘costretta a governare’ e la democrazia
italiana era incompiuta. Questa situazione (così riteneva Moro) non era più
oltre accettabile perché causava una deformazione strutturale e involutiva
del nostro sistema democratico. Di qui la necessità di associare il Pci al
governo del Paese in compresenza con la Dc, affinché desse prova della sua
maturità democratica per un periodo sufficiente a dare stabilità e a consentire un’alternanza. “Siamo ora”, disse Moro, “a questo delicatissimo passaggio. Non so quanto durerà, probabilmente alcuni anni, durante i quali i
due partiti popolari faranno insieme le riforme necessarie a modernizzare il
Paese”.
Qualche giorno dopo fu rapito; due mesi dopo fu ucciso. Da allora sono
passati trent’anni. Questa storia va dunque ricordata. È remota, ma purtroppo attuale[…].
LAMELLARI
LLI
centro lavorazione legno
TAGLIO SU MISURA
BORDATURA LINEARE
FORATURA E SAGOMATURA PANNELLI
ARREDAMENTI IN “KIT SU MISURA”
L’EVOLUZIONE DEL “fai da te”
ti permette di fabbricare a costi bassi i mobili
occorrenti per la tua casa - il tuo ufficio
i tuoi amici - la tua attività - ecc...
Vieni a visitarci troverai disponibilità
consigli utili e preventivi gratuiti
TOP CUCINA
CON FORI E
TAGLIO PER
GIUNZIONE
ANGOLO
Per informazioni tel 011 9423903 www.selucre.com
via Secondo caselle n° 12 Chieri Z.I. di Fontaneto
Ingrosso e Minuto
LAMELLARI
TRUCIOLARI + LISTELLARI + COMPENSATI + MULTISTRATI
LISTE
TRUCIOLARI + LISTELLARI + COMPENSATI + MULTISTRATI +
TRUCIOLARI + LISTELLARI + COMPENSATI + MULTISTRATI + LAMELLARI + OSB + MDF
INI
RIGOL
ORI
S
S
ACCE
TRUCIOLARI + LISTELLARI + COMPENSATI + MULTISTRATI + LAMELLARI + OSB + MDF
Centotorri - Giugno 2013
vani nel mondo produttivo, l’apertura
a nuovi dettati culturali ed artistici,
orizzonti allora utopistici perché contrastati da ideologie totalitarie e oggi
in preda alla crisi globale, impediscono di fissare lo sguardo a traguardi
aperti alla speranza e all’impegno
della solidarietà e collaborazione
internazionale gestiti da sottili e spietati sfruttamenti dei più deboli, delle
famiglie. Si richiedono gesti concreti,
senza paternalismi, che aiutino i
poveri e i deboli, e oggi, l’anello
debole della catena della vita e della
società è proprio il suo nucleo originario: la famiglia. In quest’ottica si
inserisce la richiesta di un più giusto
sistema contributivo che tenga conto
del ‘quoziente familiare’: a differenza di quanto avviene negli altri paesi
europei, in Italia il sistema fiscale
sembra ritenere che la capacità contributiva delle famiglie sia influenzata in misura irrilevante dalla presenza
dei figli a carico. Il Concilio, tanto
tempo fa, aveva previsto questa svolta epocale e chiedeva che famiglia e
lavoro non perdessero il loro reciproco ruolo di sostegno per un futuro più
umano e collaborativo per un mondo
che cambiava così in fretta.
14
www.100torri.it
15 Tugnolo
6-06-2013
21:21
Pagina 15
TUGNOLO A.
•
•
•
•
s.r.l.
ASPIRAZIONE POZZI NERI, FOSSE BIOLOGICHE E
DISOTTURAZIONE FOGNATURE
TRASPORTO E RACCOLTA RIFIUTI ASSIMILABILI
AGLI URBANI, SPECIALI E PERICOLOSI
TRASPORTO E SMALTIMENTO COPERTURE IN
ETERNIT
RACCOLTA E SELEZIONE DI RESIDUI DESTINATI
AL RIUTILIZZO (CARTA, CARTONE, IMBALLAGGI,
CASCAMI DA LAVORAZIONI TESSILI, MATERIALI
IN PLASTICA) ECC.
Servizio di Videoispezione
Reti Fognarie civili e industriali
ISO 9001
N° certif.
50 100 5875
CHIERI
Tel. 011
943.68.16
Tel e Fax
943.67.16
16_17 30anni
5-06-2013
15:53
Pagina 16
I flash di un decennio
30 anni con Centotorri
Il film degli ultimi 10…
G
iugno 1983: esce in formato tabloid, otto pagine in
bianco e nero, il primo
numero di “Centotorri”. Racconta,
all’inizio, Chieri e il chierese attraverso le onde medie della radio,
che da oltre sette anni tiene compagnia a un sacco di gente di tutte le
età. La storia remota di questo giornale, dal ’98 diventato rivista a
colori,
l’abbiamo
1
di Gianni Giacone
raccontata nel 2003, festeggiando i
vent’anni. Adesso proviamo a illustrare, per immagini, gli ultimi
dieci: una scelta di eventi magari
non i più importanti, diciamo quelli che hanno creato più emozioni, o
semplicemente che ricordiamo
meglio, con più simpatia. Perché la
storia è oggi, è domani. E
Centotorri, contateci, c’è e ci sarà.
4
2
3
2003, il Rotary di Chieri compie 25 anni – Foto di gruppo con ex presi-
1 denti, alla Martini di Pessione. Qualcuno di loro (Gabriele Benedicenti,
ANDRIOLO
GIOVANNI
& C. s.n.c.
marmi - graniti - pietre
Laboratorio e Ufficio:
via A. Montù, 19 Chieri
Tel. 011.947.03.61
Fax 011.942.29.44
secondo da sinistra; Ennio Quagliotti ultimo a destra) non c’è più. E’ già
una pagina di storia locale.
2004, il Bandera – Dalla Fondazione per il Tessile una gemma preziosa,
l’Associazione Amici del Ricamo Bandera, prende forma. Michele Vasino,
2 primo presidente dell’Associazione, illustra al sindaco di Chieri Agostino
Gay le caratteristiche di un pezzo pregiato, esposto alla Fondazione Ferrero
di Alba.
2004, la nuova Biblioteca – Taglio del nastro nell’area ex Tabasso, a otto
anni dalla’acquisto dell’area il Comune inaugura il primo pezzo del polo cul3 turale, la Biblioteca Civica. Il sindaco Gay, gli assessori Benente e Picchi e
la direttrice Garnero sono i protagonisti di un evento che dovrebbe essere il
primo di una serie. Non sarà così, ma almeno ci teniamo una bella e moderna Biblioteca…
2005, il PalaMaddalene – Lo sport irrompe ai massimi livelli storici con il
volley femminile in serie A1. Il primo derby piemontese con Novara fa regi4 strare una folla record di 1400 spettatori. Il palazzetto è un salotto ma anche
una fossa dei leoni, peccato che qualche anno dopo il Chieri Volley ceda alle
lusinghe torinesi. In quel 2005, comunque, arriva una Coppa europea.
2005, il Giro d’Italia – Il 2005 è un anno di grande sport: Chieri è sede di
5 partenza di una tappa a cronometro del Giro d’Italia, e la carovana rosa
invade per 24 ore la città. Una festa. Il sindaco Gay dà il via al
primo corridore con tanto di bandierina rosa.
Depositi blocchi a:
Carrara in via Carriona
Massa in via Aurelia
Centotorri - Giugno 2013
5
16
www.100torri.it
16_17 30anni
5-06-2013
15:53
Pagina 17
6
7
2008, l’arte nelle chiese – E’ tempo di grandi restauri, e a
7 San Domenico il priore Fra Roberto Giorgis fa gli onori di casa in un
6
2005, il teatro in strada – Un festival pazzesco, un’idea geniale: gli
artisti di strada trasformano Chieri in un unico, grande teatro. Con ‘numeri’
di levatura mondiale, come quello nella foto, protagonista un gruppo australiano.
convegno con Regione (il presidente Ghigo) e comune (il sindaco Gay) sugli
ultimi restauri in San Domenico. Un momento importante, cui ne seguiranno altri. Almeno speriamo.
10
9
8
2007, ricordando Caselle – Una mostra nella sagrestia del Duomo
(nella foto) e iniziative del Rotary per ricordare i 15 anni dalla
8 scomparsa di Secondo Caselle, sindaco e grande studioso del nostro
passato. Senza di lui, probabilmente, molti ‘scrigni d’argilla’ non
sarebbero arrivati integri sino a noi…
2008, la chiesa longobarda – Affiora, dagli scavi per l’ampliamento
dell’ospedale, una traccia importante di una antica chiesa longobar9 da. Memori di passati errori con danni irreparabili, stavolta si fa la
cosa giusta: i resti vengono preservati: smontati e rimontati, a pochi
metri.
2009, la Cappella dei Gallieri – In realtà, un omaggio a Beppe
Ferrero (nella foto), decano delle guide chieresi dedicate all’arte. La
10 Cappella dei Gallieri è un gioiello gotico assoluto, il suo restauro un
vanto per la città. Che dovrebbe, forse, fare di più per renderlo fruibile.
2011, l’ultima grandezza del volley – Il Chieri Volley vince il campionato di A2 ed è promosso alla massima serie, dopo due anni.
11 Festa grande, ma anche ultima festa chierese: la squadra emigra a
Torino e, oggi, taglia gli ultimi ponti col passato. Peccato.
Confezioni
… ABBIGLIAMENTO UOMO-DONNA
11
CHIERI - Via Vittorio Emanuele,62
Tel. 011.947.10.39
www.100torri.it
17
Centotorri - Giugno 2013
18 dintorni
7-06-2013
15:14
Pagina 18
DINTORNI
Castelnuovo, rivivono le Feste Medievali
L’appuntamento 2013, sempre a cura dei Signori di Rivalba, in programma sabato 15 e domenica 16 giugno
A
cura del Gruppo “I Signori
di Rivalba”, tornano anche
quest’anno
le
Feste
Medievali a Castelnuovo don Bosco.
Sabato 15 giugno alle ore 21, da
Piazza don Bosco, parte il corteo
storico con i gruppi ospiti “Les
Seigneurs de Nus (Aosta), il gruppo
storico di Monastero Vasco, il gruppo storico svizzero di Lugano, “I
Conti di Valperga”, e i gruppi storici
di Saluzzo, Fenis, Casella (Genova)
e Ivrea., preceduto dal suono dei
tamburi. Il lungo e colorato corteo
raggiungerà la centrale piazza
Dante, dove avverrà la parte storica
della serata. Quest’anno si è voluto
rievocare l’investitura avvenuta nell’anno 1288 da parte del Marchese
di Monferrato: il marchese cede il
feudo di Castelnuovo alla signoria
dei Rivalba alla presenza del legato
pontificio e del notaio. Vengono
quindi nominati vassalli di Oberto di
Rivalba i feudi di Mondonio,
Lovencito e Moncucco. Ogni vassallo porterà un dono al signore di
Rivalba, una zolla di terra da
Mondonio, una fiasca di buon vino
da Lovencito e del miele da
Moncucco. Nella piazza Dante tro-
Castelnuovo, sagra della Sautissa
I
n Piazza Italia, da venerdì 5 a
domenica 7 luglio, a cura della Pro
Loco. Programma: venerdì 5 – alle
19 apertura stand gastronomico; 21,30
serata con Bermuda Acoustic Trio; 21
al centro culturale di Piazza Don Bosco
inaugurazione Museo della Vespa.
Sabato 6 ore 10-22 Piazza Dante, Trial
Bike Sin, acrobazie in bicicletta; 19 apertura stand gastronomico; 21,30
show musicale con i Disco Inferno. Domenica 7 – 9,30 Piazza Italia,
raduno trattori d’epoca – 16,30 sfilata delle borgate castelnovesi – corsa
dei butai; 19 sfilata trattori d’epoca e apertura stand gastronomico;
21,30 si balla con i Sani e Salvi. Info: 366-1111944.
veranno posto i Mercanti, che daranno gratuitamente un assaggio dei
loro prodotti. La scelta è vasta ed
estremamente eterogenea: si va dai
prodotti sardi, come il salame e il
formaggio, alle crepes e ai gelati, ai
menù caraibici e alle rane, alla pizza
e alla farinata, ai vini piemontesi e ai
vini veneti. Faranno da contorno alla
serata canti, suoni e danze, sino a
notte.
Domenica 16 giugno, dalle ore 16
alle 18, è invece in programma una
visita guidata alla torre e alla cappella a Madonna del Castello. Vi saranno momenti di danza e giochi per
bambini.
“Nonostante le difficoltà crescenti –
dicono gli organizzatori - si è riusciti ad organizzare anche questo anno
le Feste Medievali, grazie soprattutto agli sponsor, che hanno sempre
creduto in questa festa, e all’impegno e alla volontà dei soci del gruppo storico.” Info: 347.7183753
Marentino, a Casa Zuccala riapre il giardino
Progetto “Profumi e Sapori”: ogni domenica visite guidate alle 15 e alle 17
N
ell’ambito delle iniziative organizzate dalla Associazione “Casa
Zuccala”, a completamento del progetto di apertura al pubblico della residenza storica, si è realizzato il progetto “Profumi e Sapori”, al fine di far
conoscere il Giardino della casa, con la Collezione di oltre 700 piante aromatiche
che comprendono, oltre agli aromi per la cucina, le varie essenze interessanti la
cosmesi e l’industria dei profumi e dei liquori. Un settore particolare è dedicato
alle piante da bacca ed ai piccoli frutti, alla base di mille ricette per torte e marmellate.. E’ stato quindi ideato un percorso di visita che svelerà i segreti delle
principali varietà presenti, le loro modalità di utilizzo, i problemi legati alla coltivazione e le tradizioni culinarie e culturali che le caratterizzano. Curiosità che
raccontano di una realtà, quella del mondo vegetale, a noi vicina, ma non sempre
conosciuta e apprezzata. Il Percorso di visita, della durata di circa 1 ora e mezza,
si articola in 11 settori. E’ quindi un’occasione per vedere in natura ciò che quotidianamente si utilizza come prodotto trasformato nella pratica della cucina
domestica o nell’industria, ma anche una possibilità per trascorrere un pomeriggio in un ambiente accogliente e sereno, immersi nel verde della Collina Torinese.
Tutte le Domeniche a partire dal 12 Maggio, alle ore 15 (1° turno di visita) e alle
17 (2° turno di visita). La durata della visita è di un’ora e mezza. Ingresso: € 6.00.
Per informazioni: Associazione Culturale Casa Zuccala - Via Profonda, 0 -10020
Marentino (To)- 011-9435343
G.L.G.
Rattan Giunco Mobili
di Gionco Luciano e Gionco Mario
Costruzione mobili in giunco
su misura e affini
Via Marconi, 77 - Tel. e Fax 011.9876252
14022 Castelnuovo Don Bosco
EMPORIO DELLE
O C C A S I Odi Ortolano
N I Daniela
•ACQUISTO e VENDITA Mobili e
oggetti NUOVI e USATI in ogni stile:
classico, moderno, etnico, vecchio...
•RESTAURO con varie tecniche: tradizionale, provenzale
(anche su mobili di vostra proprietà)
•Oggettistica e Blocchi d’asta
Via Argentero, 45 - 14022 CASTELNUOVO D.B. (AT)
Tel. 011/987.63.28 cell. 3398009016 - 3498758719
www.emporiodelleoccasioni.weebly.com
Centotorri - Giugno 2013
18
www.100torri.it
19 animali
7-06-2013
14:53
Pagina 19
ANIMALI
Hanno investito un animale! Cosa devo fare?
Oggi, il Codice della Strada prevede l’obbligo di fermarsi in caso di incidente con un animale
P
urtroppo gli animali sono
imprevedibili e può capitare
a chiunque di investire un
cane, un gatto od un altro animale
che in modo improvviso attraversa
la strada. Negli ultimi mesi la legislazione a riguardo è cambiata e si è
orientata sempre più a favore degli
animali. Dalla fine del 2012 è
entrato in vigore il decreto attuativo del Ministro delle Infrastrutture
e Trasporti che identifica lo stato di
“necessità” secondo il quale è riconosciuta l’urgenza dell’intervento.
E’ stato così rafforzato il cambiamento del Codice della Strada che
ha fissato tre importanti principi
per i diritti degli animali:
•l’obbligo di fermarsi in caso di
incidente con un animale;
•l’equiparazione dello stato di
necessità di trasporto di un animale
ferito a quello di una persona;
• l’utilizzo di sirena e lampeggiante per le ambulanze veterinarie e
mezzi di vigilanza zoofila;
In base all’art. 189 comma 9 bis del
Codice della Strada chi provoca
danni con la propria auto ad uno o
più animali d’affezione, da reddito
o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e
di prestare le prime cure. Se l’investitore non si ferma le sanzioni
pecuniarie vanno dai 389 € ai 1559
€. Non solo è punibile l’investitore ma, anche se non si è coinvolti e
non si è i diretti responsabili dell’investimento, è necessario prestare soccorso agli animali feriti. Se
l’animale necessita di cure importanti, chi assiste ad un investimento adempie ad i suoi obblighi
denunciando immediatamente il
fatto alla Polizia di Stato, ai
Carabinieri od alla Polizia
Municipale del comune in cui è
avvenuto il fatto.
Se invece fosse il proprio cane o
gatto ad essere investito bisognerà
rispondere dei danni provocati. Il
principio fondamentale che regola
la materia è basato sull’obbligo di
custodia dell’animale sia che sia da
compagnia sia che sia da reddito.
La responsabilità del proprietario
trova un limite unicamente nel
“caso fortuito”, cioè nell’intervento
di un fattore esterno (imprevedibile, inevitabile ed eccezionale) alla
causa del danno. Il consiglio è
quindi di prestare molta attenzione
anche alla sicurezza del vostro animale ed eventualmente informarsi
per una copertura assicurativa che
copra eventuali danni provocati da
AMBULATORIO
VETERINARIO ASSOCIATO
ALFIERI Chieri Via Padana
Inferiore, 27 - Tel. 011 9427256
una disattenzione.
Per maggiori informazioni:
Turni settimanali dal 1° luglio alla 1^ settimana di agosto.
Il prezzo a settimana è di 380 Euro
Cell. 338 940 27 01
www.equiturismopasserano.it
Sterilizzazione cagna 0-10 kg
Sterilizzazione cagna 11-20 kg
Sterilizzazione cagna 21-30 kg
Sterilizzazione cagna 31-40 kg
160€
180€
200€
220€
Sterilizzazione cane 0-20 kg
Sterilizzazione cane 21-40 kg
Sterilizzazione gatta ..............
Sterilizzazione gatto ..............
120€
140€
110€
70€
Tariffe delle chirurgie comprensive di anestesia gassosa e monitoraggio operatorio
Tariffe promozionali anticrisi in vigore dal 01/04 al 30/06/2013
Perchè curare al meglio il vostro animale non sia un privilegio!
Centotorri - Giugno 2013
19
www.100torri.it
20 speciale condominio
6-06-2013
21:22
Pagina 20
SPECIALE CONDOMINIO
Riforma del Condominio, si parte
Dal 18 giugno 2013 entra in vigore: le principali novità
U
na vera e propria riforma
condominiale: prevista
dalla Legge 220 dell’11
dicembre 2012, non è entrata
immediatamente in vigore, ma la
sua efficacia avrà inizio dal 18
giugno prossimo. E’ composta da
32 articoli e affronta alcune
tematiche importanti proprie del
Condominio: le parti comuni dell’edificio, le tabelle millesimali,
l’amministratore, la gestione
contabile, l’assemblea e il regolamento di condominio. Tra le
novità più indicative, oltre a
quelle di carattere finanziario
relative al conto corrente condominiale per l’amministrazione
delle spese comuni le più apprezzabili sono:
•il regolamento condominiale
non potrà vietare di possedere o
detenere animali domestici;
•sarà più facile raggiungere il
numero sufficiente in assemblea
per l’eliminazione delle barriere
architettoniche dell’edificio (presenza di 1/3 dei millesimi e mag-
gioranza più uno dei favorevoli);
•obbligo per l’amministratore di
contrarre polizza di responsabilità professionale (a carico dei
condòmini);
•la nomina dell’amministratore è
obbligatoria quando ci sono più
di 8 condòmini (non 4 come precedentemente);
•l’amministratore non può ricevere mai deleghe;
•ogni condòmino potrà installare
individualmente l’antenna televisiva e/o la parabola (colpo basso
per gli amanti del “decoro architettonico”);
•sarà possibile collocare - anche
solo per alimentare una singola
abitazione – impianti di energia
da fonti rinnovabili (fotovoltaico,
ecc.) perfino sulle parti comuni
senza aver bisogno di alcuna
autorizzazione dell’assemblea
che potrà comunque dettare alcune regole.
ASCENSORI
INSTALLAZIONE - MANUTENZIONE - RIPARAZIONE - ADEGUAMENTI
LA G.I.A. ASCENSORI DA ANNI OPERANTE NEL SETTORE ASCENSORISTICO NELLA ZONA DI
Chieri, Riva di Chieri ed inoltre Andezeno, Buttigliera d’Asti, Cambiano, Carignano, Castelnuovo, Garino,
La Loggia, Moncalieri, Nichelino, Pessione, Pino T.se, Piobesi, Poirino, Rivoli, Santena,
Torino, Trofarello, Venaria, Villanova, Vinovo.
NEGLI ULTIMI ANNI HA REGISTRATO UNA CRESCITA IMPORTANTE GRAZIE ALLA SERIETA’ DIMOSTRATA ED ALLA FIDUCIA DEI GENTILISSIMI
AMMINISTRATORI E SIGG. CONDOMINI CHE HANNO ACCORDATO LA LORO PREFERENZA ALLA G.I.A. PER LA SERIETA’, CORTESIA, PRECISIONE E
PREPARAZIONE DIMOSTRATA. PER QUESTO UN PARTICOLARE RINGRAZIAMENTO A TUTTI COLORO CHE INSIEME ALL’AZIENDA HANNO DATO UN
CONTRIBUTO FONDAMENTALE AL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI
G.I.A. Ascensori - Via Menzio 3/A - 10023 Chieri (TO)
Tel. 011.943.30.71 - Fax 011.942.36.59
www.ascensorigia.it
Centotorri - Giugno 2013
20
www.100torri.it
21 condominio
6-06-2013
21:23
Pagina 21
SPECIALE CASA & GIARDINO
Giochi in cortile, sì con cautela
Invalida una delibera che li vieti, valido porre dei limiti nel regolamento
T
ra le tante telefonate che riceve l’amministratore di condominio c’è anche quella
della persona infastidita dai rumori
dei bambini nel cortile condominiale. La Convenzione sui Diritti del
Fanciullo, stipulata a New York nel
1989 e ratificata dal Parlamento italiano nel 1991, riconosce “il diritto
dei bambini al gioco e alle attività
ricreative proprie della loro età”,
ammettendo, però,che nei cortili e
nelle aree scoperte delle abitazioni
private il regolamento di condominio possa disporre limitazioni al
diritto di cui sopra solo nelle fasce
orarie stabilite dall’assemblea con
la maggioranza prevista all’art.
1136 c.c. La legge di riferimento per
le parti comuni di un condominio è
l’articolo 1102 c.c.: “Ciascun condomino può servirsi della cosa
comune, purché non alteri la destinazione e non impedisca agli altri
partecipanti di farne pari uso secondo il loro diritto”. I bambini sono
condomini al pari degli adulti, per
cui non gli può essere precluso l’uso
di aree comuni come il giardino e il
cortile. A tal proposito l’assemblea
condominiale può disciplinare l’uso
della cosa comune ma non può
escludere nei confronti di uno o più
condomini l’esercizio del loro diritto”. (Cass. n. 135/1966). Una delibera assembleare assunta a maggioranza che ponga questo divieto è
invalida, e perché una simile proibizione sia legittima e vincolante nei
confronti di tutti, deve essere contenuta in un regolamento condominiale di tipo contrattuale, allegato agli
atti di acquisto delle singole unità
immobiliari e quindi accettato da
ogni acquirente al momento del
rogito notarile. La regolamentazione, pertanto, può essere disposta
dall’assemblea con deliberazione
adottata con la maggioranza prevista dall’art. 1136 cod. civ. (Cass.
civ., sez. II, 8 luglio 1981, n. 4479).
E’ bello, quindi, che i “nostri bambini” giochino negli spazi condominiali, in alcune ore del giorno, con la
dovuta cautela e sorveglianza dei
genitori, ma è anche giusto che si
rispetti la pace e la tranquillità di
tutti gli altri.
(FM)
PRODUZIONE SERRAMENTI IN LEGNO
CERTIFICATI CE
PERSIANE- PORTE INTERNE
PORTONCINI INGRESSI
NUOVA SEDE Via Polesine, 1/1 - Tel. 011 944 02 04
10021 CAMBIANO (Torino)
Centotorri - Giugno 2013
21
www.100torri.it
22 natura
6-06-2013
21:24
Pagina 22
NATURA & BENESSERE
In forma per l’estate
Consigli pratici per presentarsi in forma alla prova costume,
programmando in tempo allenamento e alimentazione.
l’anno; bisogna cioè acquisire la
’ abbastanza comune che
concezione che l’allenamento sia
nelle palestre, all’approssiuna parte fondamentale, utile, e,
marsi della stagione estiva,
perchè no, piacevole della nostra
si presenti una categoria di persone
routine quotidiana e settimanale.
che richiede agli istruttori il miraDi conseguenza, rimanendo in uno
colo di rimetterli in splendida
stato di forma soddisfacente per
forma nel giro di pochi mesi:a tutti
tutto l’anno, ritengo che il fisico da
piace avere un fisico sano e in saluspiaggia si possa ottenere nell’arco
te, da esibire in spiaggia, possibildi circa 3 mesi. Il serio praticante
mente con gli addominali a tartarudi fitness o body building non
ga. Un risultato di questo tipo però
dovrebbe mai superare la percenrichiede tempi lunghi e non si può
tuale di grasso del 10-12% se
ottenere senza sacrifici, a meno di
maschio e del 18-20% se femmina.
no essere tra quei pochi fortunati
La prima cosa da fare è stabilire i
geneticamento dotati da madre
parametri della vostra composizionatura di molti muscoli e pochi adine corporea. Esistono vari metodi
pociti. innanzitutto bisogna conper valutare la composizione corvincersi della necessità, che non
porea, ognuno dei quali presenta
dev’essere vissuta come obbligo, di
dei margini di errore: L’imporatnte
allenarsi costantemente e per tutto
E
è affidarsi sempre allo stesso operatore, cercando di ripetere le misurazioni nelle stesse cojndizioni e
mai dopo l’allenamento. Occorre
quindi individuare gli obiettivi da
raggiungere con un allenatore e
pianificare la programmazione dell’allenamento ed alimentare (previa supervisione ed approvazione
del medico di fiducia), inserendo
dei momenti di verifica dei risultati ottenuti, con cadenza almeno
mensile. Bisogna evitare gli errori
più comuni. Ad esempio, ridurre
drasticamente le calorie.
Nella fretta di dimagrire, che si ha
specialmente, quando si è partiti
troppo in ritardo, molte persone
tagliano drasticamente la quota
calorica giornaliera pensando che
meno mangiando e più dimagriscono. Il nostro organismo però non si
fa ingannare e, soprattutto, non
funziona solo in termini di calorie,
quindi in termini matematici. Dà
invece una risposta ormonale
all’ingestione dei nutrienti, fisiologicamente uguale per tutti ma
quantitat6ivamente diversa da soggetto a soggetto. Il concetto di
caloria oggigiorno è piuttosto ridimensionato, perchè è evidente a
tutti che ci sono individui che mangiano ciò che gli pare e non ingrassano, mentre altri ingrassano pur
mangiando poco. Quando operiamo un brusco taglio calorico,
PER IL BENESSERE
DEI TUOI CAPELLI
TATIANA PRINETTO
Via Roma, 9/c - 10023 Chieri (TO)
Tel. 011/9455930
altrettanto bruscamente il nostro
organismo rallenta il metabolismo
e, come un motore, gira più lentamente per consumare di meno. Il
rallentamento del metabolismo è
assolutamente da evitare, pena la
totale mancanza di risultati. Altro
errore diffuso: ridurre la quota proteica. Riducendo troppo la quota
calorica, spesso si riducono eccessivamente le proteine e questo
determina una perdita di massa
muscolare a discapito di quella
grassa ed un notevole rallentamento del metabolismo. Ciò non significa che dovete abbuffarvi di proteine, ma che non dovete scendere
al di sotto del vostro fabbisogno
giornaliero, determinato dal peso
della massa magra e dell’attività
fisica. Altro errore molto comune,
legato all’inganno del concetto di
caloria, è quello di ridurre drasticamente la quota dei grassi alimentari. Dato che è praticamente impossibile eliminare completamente i
grassi dagli alimenti, con questa
pratica si finisce per eliminare o
ridurre quelli buoni, insaturi, come
l’olio extravergine d’oliva. In conclusione: la forma ottimale per la
prova costume non è un’utopia, ma
è ottenibile da chiunque (anche se
non tutti potranno esibire addominali a tartaruga), a condizione che
si parta da uno strato di forma già
accettabile e si sia molto motivati
PISCINA ZERO CLUB
il luogo giusto dove passare la tua estate
RIDUZIONI PER I PIU’ GIOVANI
ABBONAMENTI ESTIVI
E PAUSA PRANZO
VASCA PER I BAMBINI
CORSI ACQUA GYM
POSSIBILITA’ PER FESTE PRIVATE
Strada Baldissero, 66 - CHIERI - Tel. 011.9473170
www.z er oc lub.it
www.100torri.it
22
Cell. 347.4631160
Centotorri - Giugno 2013
23 natura e benessere
6-06-2013
21:26
Pagina 23
SALUTE & BENESSERE
Contro il caldo, una bella tisana
Tisane rinfrescanti da bere in estate per combattere il caldo, la sudorazione e la spossatezza
C
on l’arrivo dell’estate non
facciamoci trovare impreparate dal caldo! Se l’afa ci
rende spossati, ci fa sudare l’ideale
è combatterla bevendo molto.
L’acqua è certamente l’alleato
numero uno, ma talvolta alcune
erbe possono tornarci utili per rinvigorire il nostro corpo e dare ad
esso la giusta carica per combattere
la calura estiva. Anche se a primo
acchito vi sembrerà strano parlare
di tisane in piena estate, in realtà
basta scegliere quella giusta per
dissetarsi, rinfrescarsi e, perché no,
depurarsi.
Tisane rinfrescanti - Due tisane
dall’azione rimineralizzante e rinfrescante sono senz’altro quelle
all’ibisco e ai frutti di bosco.
Tisana per combattere la sudorazione eccessiva - La sudorazione
può essere rallentata bevendo una
tisana alla betulla, eucalipto e quercia, nonchè una tisana all’achillea,
betulla e timo.
Tisana dissetante e purificante Una tisana formidabile dal potere
dissetante è quella all’ortica, equiseto e salvia.
Le tisane vanne assunte preferibilmente a digiuno e mai fredde.
Infatti, un errore molto comune,
nel quale s’incorre specie d’estate,
è cercare di dissetarsi con bevande
fredde: non c’è nulla di più sbagliato specie per chi vuole combattere
la sudorazione! Le bevande, anche
l’acqua, vanno consumate a temperatura ambiente o calde
Pr eparati alla tua estate
con i fanghi d’alga Guam e
i solari de L’ERBOLARIO
Vi a Vi t t o r i o E m a n u e l e , 6 3 - C h i e r i
Te l . 0 1 1 9 4 1 4 6 2 4
Massaggi:
Linfodrenaggio - Antistress - Bamboo
Madagascar - Or iental Stone - Cr istalli
Excellence
Rituali Viso e Cor po
Macchinar i Viso e Cor po
Specialisti nel Mak e-Up
Ricostr uzione unghie
CND Or iginal Shellac
Pedicure- Manicure- Epilazione
Via Roma, 9/C - Chieri (TO) Tel. 0119455927 - Cell. 339.6774359
Centotorri - Giugno 2013
23
www.100torri.it
24 auto
7-06-2013
14:46
Pagina 24
SPECIALE AUTO VACANZE
Il decalogo del vacanziere
Se raggiungete la meta delle vostre vacanze in auto, ecco alcuni consigli sui comportamenti da adottare per assicurarsi un viaggio senza sorprese.
1. Check-up auto:
durante il viaggio:
• gomme: controllare stato e pres• allacciare le cinture sia sui sedili
sione
anteriori che su quelli posteriori ed
• livello dei liquidi
usare seggiolini per i bambini a
• funzionamento luci
norma, adatti alla loro età e al loro
2. Condizioni ottimali prima di
peso;
mettersi in viaggio:
• rispettare le distanze di sicurezza,
• partire riposati
la segnaletica e i limiti di velocità:
• se possibile, partire a metà setti130km/h sulle autostrade e
mana
110Km/h in caso di pioggia;
• evitare alcolici, stupefacenti e
• fare soste frequenti (ogni 2 ore) se
medicine che danno sonnolenza
il viaggio è lungo;
prima della partenza e durante il
• usare il cellulare solo con l’auriviaggio
colare o in modalità “viva-voce;
• caricare i bagagli in modo equili• lasciare libere le corsie di emerbrato
genza e usare le frecce nei cambi di
3. Comportamenti da adottare
corsia; • non abbandonare animali.
M.C.T.C.
n° 25
347.733.39.90
CENTRO REVISIONI AUTO
AUTORIZZAZIONE N° 25
OFFICINA RIPARAZIONI
APERTO TUTTI I GIORNI
E SABATO MATTINA
Via Riva, 35 - 14022 BUTTIGLIERA D’ASTI (AT)
Tel./Fax 011.99.21.965 - 347.733.39.90
REVISIONI
MOTORIZZAZIONE CIVILE
RITIRO A DOMICILIO DELLA
VOSTRA AUTO DA DEMOLIRE
OFFICINA AUTORIZZATA
Auto e Camper
Autocarri fino a 35 q.li
Motocicli
Ciclomotori
Noleggio Furgoni
RADIAZIONE TARGHE AL P.R.A.
VENDITA DI RICAMBI USATI
SOCCORSO STRADALE
Strada Padana Inferiore, Km 22.800
RIVA presso CHIERI (To)
Tel. 011.9468779 - Cell. 331.7675354
Strada della Rezza, 3 - 10023 Chieri (TO)
Tel/Fax 011.942.72.10
www.centrocollaudochierese.it
Centotorri - Giugno 2013
24
www.100torri.it
25 auto
7-06-2013
15:07
Pagina 25
SPECIALE AUTO VACANZE
Vacanze serene? Occhio al parabrezza…
Tempo di vacanze e di check-up per la tua auto:
Doctor Glass lo esegue per tutti i cristalli del tuo veicolo, così parti in completa sicurezza!
pesso la verifica riguarda solo motore e pneumatici, ma non tutti sanno che
con l’aumento delle temperature e il frequente sbalzo termico dovuto all’utilizzo dei condizionatori auto, anche una piccola scheggiatura dei vostri
cristalli potrebbe trasformarsi in un danno costoso e irreversibile. Gli specialisti
dei cristalli Doctor Glass realizzano un controllo completo sui cristalli del vostro
veicolo riparandoli quando possibile oppure sostituendoli. Anche a domicilio, se
necessario!
SICUREZZA - Il parabrezza è parte integrante della struttura di ogni vettura.
Sostiene il tetto e in caso di incidente trattiene l’airbag, concorrendo al sistema
di sicurezza che tutela tutti i presenti nell’abitacolo. Se non correttamente installato, il parabrezza può uscire dalla sua sede, compromettendo l’assetto statico del
veicolo, vanificando l’azione protettiva di cinture ed airbag.
Rivolgersi ad uno specialista del cristallo è quindi una condizione indispensabile per la sicurezza.
SANZIONI IN AUTOSTRADA CON IL PARABREZZA ROTTO: ART.
79/4 e 175/16
Art. 79 tratta in generale dell’efficienza dei veicoli a motore e loro rimorchi in
circolazione. In particolare il comma 1 e 4 sanziona il conducente del veicolo che
presentava un alterazione delle caratteristiche costruttive e funzionali tra i quali
rientra il vetro che presenta incrinature, lesioni o altro che limita la visibilità del
conducente. La sanzione prevista per detta violazione è pari a 71.00 e nessun
punto di decurtazione. Poiché la violazione è stata contestata in area autostradale, a detta violazione concorre quella prevista dall’ art. 175 . In particolare il
comma 2 lettera h e 16 sanziona il conducente che circola in autostrada con un
veicolo le cui condizioni d’uso erano tali da costituire pericolo per la circolazione. La sanzione prevista per detta violazione è pari a 35,00 e due punti di decurtazione.
S
VENDITA AUTOMOBILI
MULTIMARCHE
Nuovo - Km zero e Usato
FINANZIAMENTI
Viale A.Diaz, 22 - 10023 Chieri (TO)
Telefono e Fax 011-9472368
email: [email protected]
www.aposto.it
SERVIZIO A DOMICILIO
GRATUITO ENTRO I 50 KM!
CHIERI (TO)
C.so Torino, 35
Tel. 011 9405990
[email protected]
www.100torri.it
SANTENA (TO)
Via Circonvallazione, 202
Tel. 011 9456880
[email protected]
NICHELINO (TO)
Via Torino, 380
Tel. 011 7727937
[email protected]
25
Centotorri - Giugno 2013
26 auto
7-06-2013
15:16
Pagina 26
SPECIALE AUTO VACANZE
Viaggi sicuri? Un problema di …liquidi
I liquidi: olio motore, liquido freni, liquido raffreddamento motore
Olio motore
Nonostante il consumo di olio sia
quasi trascurabile nei motori di
oggi e quindi in generale non sia
necessario doverlo rabboccare fra
un cambio olio e l’altro, è sempre
opportuno verificare il livello del
lubrificante, meglio se ogni 1000
km, per escludere che vi siano state
perdite. Vettura perfettamente in
piano e non prima di 5 minuti dall’arresto del motore: sono le condizioni in cui deve essere verificato il
livello dell’olio del motore. Pulisci
sempre l’astina prima di effettuare
la verifica. La distanza fra la tacca
inferiore e quella superiore corrisponde di solito a un litro d’olio:
controlla che il livello dell’olio sia
tra le due tacche. Non metterne di
più, il lubrificante in eccesso
rischia di danneggiare il motore o il
catalizzatore.
Liquido freni
Il fluido dell’impianto idraulico
dei freni non è in realtà un vero e
proprio olio, ma un liquido speciale. L’insufficiente livello del liquido freni può essere verificato, oltre
che dalla spia luminosa, anche
attraverso il piccolo serbatoio trasparente nel cofano. Una lenta
discesa del livello del liquido dei
freni è normale (è causata dal consumo delle pastiglie). Se si verifica, invece, un rapido calo probabil-
mente si tratta di una perdita che
deve essere immediatamente eliminata prima di rabboccare il liquido
dei freni. Attenzione: se il liquido
dovesse scendere sotto il livello
minimo, l’azione dei freni potrebbe
essere gravemente compromessa.
Liquido di raffreddamento
del motore
Vettura in piano e a motore freddo
sono le condizioni necessarie per
poter controllare il livello del liquido di raffreddamento. Nel serbatoio d’espansione di plastica c’è
una tacca che indica il normale
livello: la tacca viene superata
regolarmente di uno o due centimetri quando il liquido è troppo caldo.
Conviene inoltre aprire il tappo del
circuito sempre e soltanto a motore
freddo, per evitare di ustionarsi con
il vapore che esce in pressione.
Utilizza l’acqua del rubinetto per
effettuare i rabbocchi. Quella
distillata non va bene poiché può
danneggiare alcune parti del motore. Sostituisci il liquido ogni 4 anni
(o secondo le indicazioni del libretto d’uso e manutenzione).
Comunque ogni due anni è consigliabile controllare che il liquido
non sia troppo diluito o vecchio. Il
termine liquido permanente non
vuol dire che dura per sempre:
significa in pratica che (a differenza di quelli che dovevano essere
sostituiti in inverno con l’antigelo)
il fluido va bene per tutte le stagioni.
Liquido lavavetro
Avere un lavavetro efficiente è fondamentale per la visibilità.
Rabboccare il serbatoio è importante: puoi usare le soluzioni in
vendita o semplicemente acqua (o
con l’aggiunta di alcol). E’ un’operazione da pochi secondi che spesso fanno anche i distributori mentre
stai facendo benzina.
Un avvertimento: fai attenzione a
non confondere un serbatoio per un
altro. I rischi di danno dovuto a
questo errore sono più comuni di
quanto si pensi. Non usare prodotti
che potrebbero corrodere, congelare o bloccare gli spruzzatori proprio quando più ne hai bisogno.
La corsia di emergenza
Quando e come usarla?
L
Se siete guidatori attenti, Cattolica vi riserva uno sconto del 50%
sulla polizza auto! Vi aspettiamo in agenzia per fornirvi tutte
le informazioni necessarie con preventivi personalizzati.
a corsia d’emergenza è da usare con prudenza e solo in caso di reale
necessità. Se ti fermi è obbligatorio collocare posteriormente al veicolo e alla distanza di almeno 100 metri dallo stesso, l’apposito
segnale mobile di pericolo e, durante la sosta e la fermata notturna, tenere
accese le luci di posizione, di targa e, se prescritte, le luci d’ingombro. È
vietato anche sostare per più di 3 ore. Ricordati di indossare il giubbotto
retroriflettente prima di scendere dal veicolo.
CHIERI - Via Vittorio Emanuele 10
Tel. 011.9415945 Fax 011.9415481
e-mail: [email protected]
Macchine grandinate...no problem!
RIPARAZIONE O SOSTITUZIONE RAPIDA DI
PARABREZZA, LUNOTTO, CRISTALLI
VERNICIATURA A FORNO
za
rien
e
p
s
i e
ni d r vizio
n
a
50
o se
oltre l vostr
a
RIQUADRATURA SU BANCO SCOCCA
SOCCORSO STRADALE
ESPLETA PRATICHE ASSICURATIVE
Via II Giugno, 16 - Chieri (TO) Tel. 011.942.25.32- Fax 011.941.41.53 email: [email protected]
Centotorri - Giugno 2013
26
www.100torri.it
27 arte
6-06-2013
21:13
Pagina 27
ARTE & SPETTACOLO
Gandolfo-Rocca, concerto in San Domenico
Chieri nel ‘600 e nel ‘700,
un libro per due documenti
Sabato 15 giugno, il duo organo-pianoforte in brani di Caikovskij, Quirici e Pagani
E
ra il 15 giugno 1993 quando
il duo Giuseppe GanfoldoFlavio Rocca si presentò nel
concerto conclusivo dell’ultima
edizione
di
“Chierinmusica”, rassegna organizzata dall’Assessorato alla Cultura
del Comune. Vent’anni
esatti dopo sabato 15
giugno prossimo, ricordano presso la chiesa di
San Domenico la loro
collaborazione artistica
apprezzata anche oltre i
confini nazionali. Il duo
organo-pianoforte non è
una stramberia dei due
musicisti, ben noti al
pubblico chierese: si tratta di una
forma di recital diffusa tra fine
‘800 e inizio ‘900, soprattutto in
area germanica, che consentiva la
diffusione capillare di celebri capolavori in località che risultavano
sprovviste di orchestra. Quest’anno
la scelta è caduta sul famoso
Concerto n. 1 in si bemolle maggiore op. 23 di Cajkovskij. Scritto
nel 1875, venne giudicato in modo
negativo dal celebre Anton
Rubinstejn che lo definì ineseguibile: la risposta dell’autore non
lasciò spazio ad altri
commenti in quanto
non modificò neppure
una
nota.
Cajkovskij si mostra
attento all’amalgama
tra solista e orchestra
tra cui non c’è competizione ma integrazione: celebri sono
l’incipit in fortissimo
con il pianoforte che
accompagna
con
vigorosi
accordi
oppure
l’ultimo
movimento (Allegro con fuoco)
sospeso tra tenere leggerezza e sfavillante virtuosismo. Completano il
programma pagine di Quirici e di
Pagani, ottimi musicisti dell’affollato panorama dell’organismo italiano di fine ‘800. Infine, al concerto partecipa l’organista chierese
Claudio Verardi.
I PICCOLI MUSEI DEL TERRITORIO-
Presentato “Chieri città ducale fra Torino e l’Europa” di Elena Chiri Pignocchino
di Daniela Bonino
’ appena uscito il libro di
1662 è ormai introvabile - l’unica
Elena Chiri Pignocchino
copia a stampa si trova alla
Chieri città ducale fra
Biblioteca Reale di
Torino e l’Europa Torino -, per questo
cui l’Associazione
l’autrice ha inteso porCulturale Avezzana
tarlo alla conoscenza
ha concesso l’egida
di un pubblico più
- nella quale l’autrivasto di quello degli
ce presenta due
addetti ai lavori,
importanti docuaccompagnandolo con
menti storici. Il
una traduzione e una
primo, La città di
introduzione che desse
Chieri nel 1662, di
conto della genesi e
Roberto Biscaretti,
della modernità dell’isi iscrive in un proniziativa.
gramma sabaudo
Il secondo è la Carta
rivolto a far conoTopografica 1789 e la
scere alcune città
Scursa di Chieri verso la strada
del ducato di Savoia all’Italia e
Francingena. La carta topografica
all’Europa, nel quale il conte
di Cantù-Boine del 1776-1789,
Biscaretti traccia una sintesi storica
finalizzata alla conoscenza delle
delle vicende cittadine a partire
vie di comunicazione transcollinadalle proprie ricerche e dalle sue
ri, costituisce una novità assoluta e,
motivazioni di nobile e colto giurecon il corredo di documenti che
consulto chierese, orgoglioso della
direttamente o indirettamente la
propria città. Il testo pubblicato nel
riguardano conservati negli archivi
È
Carmagnola e le corde di canapa
L’Ecomuseo della Cultura della lavorazione della canapa, inaugurato, 15 anni fa
di Bruno Bonino
l museo è stato inaugurato 15 anni fa sul sito di un’antica corderia che sino
al 1955 produceva corde di canapa di varia lunghezza e dimensione. Nelle
campagne di questa zona era molto diffusa la coltivazione della canapa e
questo borgo era sino alla metà del secolo scorso il centro piemontese più importante per la produzione, con tecniche artigianali, di cordami da parte di numerose fabbriche. L’antica manifattura che ospita il museo risale al 1905 ed è l’ultima rimasta nel borgo. Si tratta di una tettoia lunga 60 metri e larga 10 che era adibita alla lavorazione della fibra ed
alla produzione delle corde. È stata acquistata dal Comune e, dopo il restauro e alcuni adattamenti, trasformata in
sede museale per ricevere turisti, scolaresche e altri visitatori.
Catterina Longo Vaschetti (nella foto) ed altri volontari del Gruppo Storico Cordai San Bernardo accompagnano i
visitatori illustrando con perizia e passione le varie fasi di lavorazione della canapa e quelle della fabbricazione artigianale delle corde. Viene anche effettuata una dimostrazione pratica dell’antica tecnica con la ruota azionata a mano
dal voltatore e la formazione della corda con l’avvolgimento manuale della fibra. Al termine della visita si può assistere alla proiezione di un interessante video che illustra le varie fasi di lavorazione.
Anche a Chieri, sino ai primi decenni del ‘900, vi erano diversi artigiani produttori di corde di canapa che risiedevano e svolgevano il proprio lavoro in via Santo Stefano (la via era per questo chiamata giù dij cordé). I cordai, per
avere a disposizione uno spazio adeguato, sistemavano i loro attrezzi lungo la via. Un piccolo mercato della corda
si svolgeva un tempo all’angolo di via Vittorio Emanuele e via Santo Stefano.
Ecomuseo della Cultura della lavorazione della canapa - Sede: Borgo San Bernardo, via Crissolo 20 Carmagnola
(To) Aperto dal 1° aprile al 30 ottobre sabato e domenica ore 15-18 (la seconda domenica del mese anche al mattino, ore 10 - 12)
I
Spaccio Tessitura
Enzo Stella
Orario: dal lunedì al giovedì 15,00 - 20,00
Venerdì - sabato 8,30 -12,30 e 15,00 - 20,00
PRODUZIONE - VENDITA
TENDAGGI
TESSUTI D’ARREDAMENTO
TRAPUNTE (anche su misura)
BIANCHERIA PER LA CASA
SPUGNE ACCAPPATOI
CORREDI COMPLETI
SCAMPOLI MACRAMÉ
CHIERI Via Padana Inferiore 48 (SS TO-AT)
Tel. 011/9472997 - 9426232 - Fax 011/9423058
Pecetto Torine.se (TO)- Strada Virana, 42
Tel. 011 8609519- Fax 011 83431148 - e-mail: [email protected]
www.100torri.it
storici di Chieri e Torino, induce a
interessanti riflessioni. Questi due
documenti, i più antichi nel loro
genere ma cronologicamente lontani, sono qui presentati insieme
come uniti da un filo rosso perché
sulle strade del traffico internazionale, a partire dai percorsi dalle vie
transcollinari, si è costruito l’inarrestabile spirito di indipendenza
della Chieri medioevale, celebrato
da Biscaretti come elemento costitutivo dell’identità chierese, il cui
ricordo fu nel tempo per l’orgoglio
chierese ben più di un supporto
emotivo.
Il volume contiene anche
un’Appendice, nella quale l’autrice
ha ritagliato uno spazio per quelle
notizie, storiche o curiose, collaterali al testo, che difficilmente
avrebbero potuto trovare posto
nelle note o come inserti, compresi
episodi e attività di personaggi
interessanti per la storia della città,
non noti e documentati in testi non
agevolmente accessibili.
Orario apertura : lunedì/venerdì 8,30 /12.30 - 14/19 - Sabato 9/12,30
27
Centotorri - Giugno 2013
28 arte
4-06-2013
21:06
Pagina 28
ARTE & SPETTACOLO
“Scrigni d’argilla “ a Villanova d’Asti
Preziose testimonianze del Quattro-Cinquecento nella Parrocchiale di San Martino e nella Chiesa di San Pietro in Supponito. Presto restaurato un affresco
F
ra i centri del Chierese e
dell’Astigiano che si possono
con ragione definire “Scrigni
d’Argilla”, cioè prestigiosi contenitori quattrocenteschi di tesori d’arte
quattrocentesca (ma non solo), insieme a Chieri, Cambiano, Pecetto,
Marentino e Rivalba, merita di diritto un posto di rilievo anche
Villanova d’Asti, e non è senza
motivo che l’Amministra-zione
Comunale, la Parrocchia del Santi
Martino e Pietro e il Circolo
Culturale “Maria Minelli” della cittadina hanno aderito al programma
di restauri
promosso dalla
“Compagnia della Chiocciola” di
Chieri. Fondata dagli Astigiani nel
1248, diventata angioina nel 1315,
passata ai Visconti nel 1340 per poi
diventare appannaggio dei Savoia,
perfino nella sua struttura Villanova
d’Asti conserva ancora l’aspetto
medievale, di cui è simbolo soprattutto la recentemente restaurata torre
civica del XV secolo, che faceva
con il quale fu martirizzato e che si
nota in corrispondenza della sua
spalla destra. Più familiari per noi le
iconografie di Santa Lucia, che reca
il vassoio sul quale sono posati i suoi
occhi, e di Santa Maria Maddalena.
con il mano il vaso dell’unguento
con cui profumò i piedi del Signore.
Questo dipinto ha una storia curiosa,
simile a quello dell’Adorazione dei
Magi di scuola jaqueriana nel
Duomo di Chieri. Mentre tanti altri
affreschi medievali, che certamente
erano presenti, sono andati perduti,
questo si è salvato perché davanti vi
era stato deposto un grande quadro
raffigurante la Conversione di San
Paolo. Quando, nel 1865, questa
tela, bisognosa di restauro, fu rimossa, riapparve l’affresco che era stato
dimenticato dietro di essa. Alcuni lo
attribuiscono alla scuola di
Gandolfino da Roreto, o Gandolfino
di Asti, o meglio, di Gandolfino
Roreto di Asti. Figlio di Giovanni,
anche lui pittore, si tratta di un arti-
parte della cinta muraria e ne costituiva anche una delle porte. Ma al
suo interno, a conservare preziose
testimonianze
del
QuattroCinquecento sono soprattutto la
Parrocchiale di S.Martino e la
Chiesa di S. Pietro in Supponito. La
prima, antichissima, conserva una
tela forse di Macrino d’Alba raffigurante la Madonna col Bambino, alla
quale fanno compagnia opere di pittura e scultura lignea del Sei e
Settecento. La seconda, sorta nel
XIII secolo e profondamente trasformata fin dal ‘400, oltre a numerose
opere seicentesche (fra cui due
Moncalvo) conserva l’abside tardogotica e, nella prima cappella a
destra di chi guarda l’Altar
Maggiore, un bellissimo affresco del
XV secolo raffigurante San Biagio
fra le Sante Lucia e Maria
Maddalena: il Santo Martire, vescovo della città armena Sebaste, lo si
riconosce dal pettine di ferro utilizzato per cardare la lana o la canapa,
sta dal pennello finissimo, attivo
nelle province di Asti, Cuneo e
Torino dalla fine del Quattrocento
agli ultimi anni Venti del
Cinquecento. Un pittore che nelle
prime opere rivela una spiccata
dipendenza dalla pittura provenzale
per poi rivolgersi alla cultura lombarda in generale e a quella cremonese in particolare. L’affresco aveva
urgentemente bisogno di un restauro
che gli restituisse i colori originali,
che in Gandolfino sono sempre brillanti. Per questo è stato inserito fra
gli interventi previsti dal programma
“Scrigni
d’
Argilla”
della
“Compagnia della chiocciola”. Il
restauro non è di là da venire: infatti
è stato già autorizzato dalla
Soprintendenza per i Beni Storici e
Artistici del Piemonte, e già affidato
al laboratorio del restauratore chierese Michelangelo Varetto, che sta
già montando le necessarie impalcature.
“Papà, alpino e combattente”,
un libro del pinese Baj
Venaria: Mattia Preti fra pennello e spada
Una mostra dedicata al grande pittore calabrese del ‘600
di Raffaella Campagna
Sarà presentato sabato 15 giugno nel teatrino delle scuole medie di Pino
di Daniela Bonino
rgoglioso d’essere stato un alpino… Forse più
di tutti gli altri corpi militari, gli alpini sentono
profondamente il senso di comunanza con i
compagni, probabilmente perché condividono dei grandi ideali di impegno,
responsabilità, onore e sacrificio, forse perché da sempre sono uomini prima
di essere soldati. E questo sentimento permea chi sta loro vicino, a partire
dai familiari. È proprio l’affetto, e l’orgoglio d’avere avuto un padre alpino,
per lunghi anni impegnato in campi di guerra, che ha spinto Bruno Baj a
ricordarlo nel libro “Papà, alpino e combattente”. Partendo dal foglio matricolare, dove si susseguono fitte le annotazioni dei posti di guerra in cui è
stato inviato: Africa, Francia, Albania, Montenegro, alternate ai sempre
troppo brevi periodi di licenza, Bruno Baj tratteggia la figura del genitore in
un racconto che lui stesso definisce “storico e sentimentale”.
Ed è per amore filiale che nel libro Bruno Baj riporta la poesia Sono stato
un soldato, di George L. Skipeck, spesso citata dai militari italiani in missione di pace in Irak e Afghanistan, che recita “Quando giungerà la mia ora
agli altri potrò dire che sono orgoglioso per tutto quello che sono stato: un
soldato” modificando leggermente il verso finale: “un soldato” è diventato
“un alpino”. Il libro verrà presentato a Pino T.se il 15 giugno 2013, in occasione della serata organizzata dalla Associazione Nazionale Alpini – Gruppo
di Pino Torinese per la loro festa annuale, presso il teatrino delle scuole
medie, alle ore 21. L’idea della presentazione è nata e portata avanti dal
Gruppo Alpini di Pino e in particolare dal Capogruppo Giulio Grillo, che ha
anche scritto la prefazione del libro.
L
e Sale delle Arti della Reggia di Venaria ospitano, fino al 15 settembre, alcune opere del
celebre pittore calabrese Mattia Preti, uno dei
grandi artisti del Seicento italiano, nominato, come
Caravaggio, Cavaliere di Malta dal papa Urbano VIII;
la mostra, organizzata da Vittorio Sgarbi e da Keith
Sciberras, professore di storia dell’arte e grande studioso di Preti, celebra i 400 anni della nascita del “cavaliere calabrese” e
propone oltre 40 opere provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private internazionali. Le tele di Preti dialogano con quelle di Caravaggio,
Luca Giordano, Guercino e Ribera. Il ‘600 italiano, con i suoi contrasti e le
sue molteplici sfumature, è uno dei periodi più interessanti della storia dell’arte. I primi decenni sono caratterizzati dall’impatto di crudo naturalismo
di Caravaggio e, nella seconda metà, culmina nello splendore teatrale di
Luca Giordano. Mattia Preti e la sua lunga parabola artistica (morirà nel
1699) s’inserisce all’interno di questa straordinaria epopea. Preti è il pittore
di ampi cicli decorativi ed autore di centinaia di imponenti pale d’altare
fedeli allo spirito della macchina barocca trionfante. Grande ammiratore di
Caravaggio, cerca di imitarlo nello stile e nella vita: come lui si trasferirà,
nel 1661, a Malta e sarà noto come il “Cavalier Calabrese”; qui esegue opere
memorabili per la cattedrale di San Giovanni a La Valletta e, fra il 1680 ed
il 1690, invierà molte opere nella natia Taverna. Morirà all’età di 86 anni,
dopo una lunga ed attiva vita artistica che gli donò prestigio e considerazione; Preti ci ha lasciato oltre 500 tele e centinaia di metri quadrati di affreschi. Orari: dal lunedì al venerdì 9 – 17. Sabato e domenica 9 – 20. Info:
www.lavenaria.it
Centotorri - Giugno 2013
di Antonio Mignozzetti
O
28
www.100torri.it
29 sport
7-06-2013
15:12
Pagina 29
2 9 CENTOTORRI S P O R T
A San Silvestro torna il basket
Lo storico “torneo dei 3 palloni” il 22-23 giugno
di Gianluigi Ferraris
A
nche quest’anno si rinnova
l’appuntamento con il tradizionale Torneo dei 3 Palloni,
torneo di basket 3 contro 3 che arriva quest’anno alla 12^ edizione e
che per la sesta volta si disputa a
Chieri, presso i due campi polivalenti del centro Sportivo S. Silvestro:
proprio quelli oggetto del dibattito
politico, come aree candidate allo
smantellamento. Per quest’anno
tutto confermato, la data è il 22-23
Giugno e a progettare il tutto ci penserà come sempre “Never Never
Events”,organizzazione che fa capo
al noto dj nonchè coach di basket,
Andrea Lazzari. L’evento si avvale
della partnership della LILT (lega
italiana lotta ai tumori). La tradizione prevede qualificazioni al sabato
ed eliminazione diretta alla domenica, il tutto intervallato dalla possibilità di campeggiare nell’adiacente
campo da rugby e di partecipare alla
serata con grigliata e musica, senza
dimenticare anche la piscina presente nel centro sportivo, a cui i partecipanti del torneo potranno accedere
nel corso della manifestazione. Le
squadre saranno composte da 4 giocatori,3 in campo e una riserva,
divise in categorie in base ad età e
www.100torri.it
sesso. Il livello dei giocatori è piuttosto alto, l’evento è infatti molto
conosciuto da tutto l’ambiente cestistico piemontese. Il periodo dell’anno, visto che i campionati sono
fermi, consente a molti volti conosciuti di parteciparvi, con tanta
voglia di giocare e vincere, ma
soprattutto scherzare e divertirsi:
aperta e consigliata quindi la partecipazione a giocatori di qualsiasi livello ed altezza....e se proprio non ve la
sentite di giocare, un gelato nel
parco gustandosi un pò di buona e
sana pallacanestro potrebbe essere
un’esperienza interessante.
Tornando al torneo, al momento di
andare in stampa non sono noti
ancora molti dettagli, ma pare che
come novità ci sarà la possibilità per
tutti i partecipanti di usufruire di un
fisioterapista e di uno specialista nei
bendaggi sportivi (kinesio taping).
Per aggiornamenti, consigliamo di
visitare la pagina facebook :
www.facebook.com/NeverNeverEv
ents oppure visitare il sito di Sport
da Urlo
http://www.urloperlosport.it/
la
cooperativa che gestisce il centro
sportivo,dove non mancheranno
tutte le info necessarie.
Compra e Vendi
INDICE DELLE
RUBRICHE
1 - LAVORO/DOMANDE
2 - LAVORO/OFFERTE
3 - COLLAB.DOMESTICHE
4 - BABY SITTER
5 - LEZIONI/TRADUZIONI
6 - AFFITTO OFFERTE
7 - AFFITTO DOMANDE
8 - CASE/ALLOGGI VENDITA
9 - GARAGE VENDITA
10- LOCALI COMMERCIALI
AFFITTO/VENDITA
11- TERRENI VENDITA
12- IMMOBILI ACQUISTO
13- ABBIGLIAMENTO
14- SMARRIMENTI
15- ANIMALI
16- DISCHI/MUSICA/HI-FI
17- FOTO/CINE/VIDEO
18- MOBILI /CASALINGHI /ARREDI
19- ARTE/ANTIQUARIATO
20- LIBRI/GIORNALI
21- AUTO
22- MOTO
23- AUTO E MOTO ACCESSORI
24- VEICOLI COMMERCIALI
25- BICICLETTE
26- GIOCHI
27- SCAMBI/BARATTI
28- BRICOLAGE/FAI DA TE
29- INFORMATICA
30- ARTICOLI SPORTIVI
31- ARTICOLI UFFICIO
32- ARTICOLI PROFESSIONALI
33- ARTICOLI VARI
34- NAUTICA CAMPEGGIO
35- PUERICOLTURA
36- PERSONALI
1-LAVORO DOMANDE
0105 – Badante fissa, 50enne con
esperienza 10ennale cerca lavoro
in Chieri, Gassino e dintorni.
Tel.345-5658865.
0106- Eseguo pulizie tombe, lapidi, cappelle. Tel.392-2328007.
0107- Signora italiana automunita ,
solare, affettuosa, cerca lavoro
come compagnia signora anziana
autosufficiente o come baby sitter,
molta esperienza, corso per infanzia, ottime referenze. Zona lavoro
Chieri e dintorni.
Tel. 349-6845500.
0108- Signora automunita offresi
per lavori in casa al pomeriggio,
referenziata. Tel.393-4808795.
0109- Giovane signora italiana,
referenziata, cerca lavoro pulizie
ore pomeridiane 14-16, dal lunedì
al venerdì. Tel.338-4354701.
6- AFFITTO OFFERTE
0607 – Chieri affittasi alloggio di
soggiorno con angolo cottura
camera, bagno, balcone. Riscaldamento autonomo. No condominio.Tel.011/9425916.
8- ALLOGGI VENDITA
0801- Privato vende in Chierizona via Massa via C. Battisti,
alloggio di mq. 126, composto da:
ingresso, 4 camere, cucinino,
bagno, ripostiglio,2 balconi e cantina. Richiesta Euro 198.000. Tel.
339-8817406.
0802 – Poirino nuovissimo villaggio a due minuti dal centro città
Tre villette a schiera completamente autonome. Con impianti
di nuova generazione. Rispettivamente: villa A e C 215mq.
Libere su 3 lati; villa B 221,8 mq.
Libera su 4 lati. P.Int.: box doppio, tavernetta, lavanderia, cantina e centrale termica. PT.:
Soggiorno, cucina e bagno più
ampio terrazzo e giardino.
P.Piano: 3 camere e bagno.
Rifiniture di pregio, Risc.
Pavimento, impianto solare fotovoltaico. Libera scelta porte, piastrelle e sanitari. Classe energetica B. Prezzo a partire da €.
305.000. per info e appuntamenti
347.1908271
CONTINUA a PAG. 30
Centotorri - Giugno 2013
30 agri
7-06-2013
15:04
Pagina 30
Compra e Vendi
0803- Vendo ville da ultimare
zona collinare vicinanze Chieri
comode ad autostrade, varie
metrature con terreno circostante a partire da 120mila€, ottimo
affare.
Tel.348-8229172
011/9425321 ore serali.
materiale metallico previo sopralluogo. Tel. 3922328007
10- LOCALI COMMERCIALI
AFFITTO
INSERZIONI
1001- Affittasi magazzino mq.65 e
portico dintorni Chieri. Tel.
011/9422022 ore pasti.
3304- Vendo pc Acer M2 con
tastiera, monitor per Mac.
Tel. 0119421786 ore ufficio.
inserzione da pubblicare
gratuitamente nella rubrica:
(1 sola inserzione per tagliando,limite max 30 parole)
A PAGAMENTO
(Fino a 30 parole)
€ 4,00 + IVA;
1002 - Affittasi posto camper in
capannone. Tel.011/9424773.
Neretto: € 5,50 + IVA
21- AUTO VENDITA
Riquadrati: € 7,50 + IVA;
2101- Vendo a 100 € Volkswagen
Polo 1.3 benzina anno 1995 verde
metallizzato km.150.000 revisione
recente, batteria nuova, completa
tutti accessori, unico proprietario,
ottime condizioni.
Tel. 3203848675
Riquadrati + grassetto:
33- ARTICOLI VARI
CENTOTORRI
PROGRAMMI
tel.
Nome
€ 8,50 + IVA
C ENTOTORRI P ROGRAMMI
Periodico del Chierese - Direzione, Redazione, Amministrazione,
Pubblicità: Via V. Emanuele, 44 - Chieri
Tel. e fax 011/942.17.86 email: [email protected]
Aut. trib Torino del 31/01/1983 - R.G. n. 3340
Grafica: Francesca Moro - Stampa: SGI - Torino
Direttore responsabile: Pio Giuseppe Marcato
Collaborano in redazione: Alessia Arba - Bruno Bonino- Daniela Bonino Adelaide Bruno - Raffaella Campagna
Pierangelo Cauda - Rosanna Cauda - Emilio Cavalleris - Alessia Dettoni
Elisa Genesio - Giulia Giacone - Serena Goldin - Gaetano Grimaldi
Valerio Maggio - Matteo Maso - Massimo Matta
Antonio Mignozzetti - Francesca Moro - Nataliya Plyaskina - Raffaella Rochira
Viviana Terzuolo - Alberto Treleani - Paolo Vautretto
Giancarlo Vidotto - Luisa Zarrella
TARIFFE PUBBLICITARIE: a modulo (mm. 43 x 15) € 18 + IVA
posizione di rigore: + 20 %
Ripetizione annuncio
gratuito:
€ 2,50 + IVA
3301- Vendo smoking doppio petto
tg. 50 Tel. 3341846326
3302- Autolavaggio per cessata
attività vendesi struttura completa.
Tel. 0119923256- 3477333990
3303 Si svuotano alloggi, garage
cantine solai. Recupero qualsiasi
h.
Sono a pagamento le
inserzioni per vendita
di beni di valore
superiore
a € 250,00
- www.fioredecorazioni.it
www.100torri.it
30
Centotorri - Giugno 2013
31 mazzara
7-06-2013
15:09
Pagina 31
Compra e Vendi
CHIERI
ALBUGNANO
Casetta libera sui tre lati completamente ristrutturata composta da:
sala,cucina abitabile, 2 camere, 2
bagni, riscaldamento autonomo,600 mq di giardino
Prezzo €205.000,00 (Rif.C375)
C.E. ”E” ipe 201,19
Ampio cascinale libero sui 4 lati
di oltre 800 mq tra abitazione,
porticati, fienili, bassi fabbricati
per ricovero attrezzi con circostante 50.000mq di terreno coltivo in unico corpo.Prezzo
€ 240.000,00 (Rif .C373)
ACE in corso
MONTAFIA
Ottimo rustico piemontese libero sui
4 lati completamente ristrutturato di
sala, cucina abitabile, 3 camere + 2
ricavabili, doppi servizi, portico,
cantina ex stalla riscaldamento
autonomo Terreno 1000mq recintato
Prezzo € 167.000,00 si esaminano
permute dirette no spese agenzia
(Rif.C329) C.E. ”E” ipe 244,92
CHIERI
CHIERI
Rustico libero sui 3 lati di ottima
struttura da riattare composto da
ampio soggiorno/cucina , bagno
2 camere sottotetto recuperabile
con annessi locali deposito e
ampio porticato, terreno e corte
di circa 1000mq Prezzo
€ 133.000,00 (Rif.C417a)
Porzione di rustico libero sui 2
lati di circa 200mq disposto su 2
piani con giardino antistante
attualmente censito come locale
magazzino eventualmente recuperabile come abitazione
Prezzo € 48.000,00 (Rif.C417 B)
CASTELNUOVO
DON BOSCO
MONCUCCO T.SE
Centro storico, casa d’epoca finemente ristrutturata di ampia metratura, disposta su 2 livelli con corte e
giardino terrazzato
con vista panoramica.
Prezzo € 450.000,00 (Rif.C287)
C.E. “E” IPE 201,19
Casetta in centro paese totalmente e finemente ristrutturata
P.int. ampia tavernetta e locale
caldaia. P.T. soggiorno con
angolo cottura, bagno. P1° 2
camere stanza armadi bagno
ampia mansarda con cortiletto
privatoPrezzo € 215.000,00
(Rif .C413) C.E. “E”
IPE 190,26
MONTAFIA
POIRINO
(Marocchi)
CHIERI
(Zona Gialdo)
Casetta libera sui 2 lati completamente ristrutturata PT tinello cucinino
bagno cantina. P.1° 2 camere studio.
Garage/tavernett, giardinetto privato,
terreno Prezzo € 57.000,00
(Rif.C385)
C. E. “NC” ipe 532,61
Appartamenti pronta consegna di nuova
costruzione di varie metrature piano
terra con giradino privat, tavernetta
lavanderia box doppio; p.1°con mansarda, giardino privato, box auto Possibilità
scelta materiali . A partire da
€ 220.000,00 (Rif.A168)
Appartamento di ingresso living
su sala, cucina abitabile, camera,bagno,ripostiglio cantina,Box
auto Prezzo € 120.000,00
(Rif.A 157)
C.E. “F” IPE 103,08
Villetta indipendente sui 3 lati
di ingresso, ampio soggiorno,
cucina abitabile, 3 camere,
doppi servizi, veranda coperta.
Box, 600 mq giardino.
Prezzo € 175,000,00
(Rif.C387) C.E.”E”
ipe 166,51
CASTELNUOVO
DON BOSCO
CASTELNUOVO
DON BOSCO
villetta libera 4 lati con giardino circostante di 1000 mq PT
ampio garage, tavernetta, centrale termica. P1° sala cucina 2
camere bagno terrazzo.
Prezzo €189.000,00
(Rif.V119) C.E. ”F”
ipe 244,92
Villa di recente costruzione libera
4 lati composta da soggiorno con
camino, cucina abitabile,2 camere
bagno, patio, ampio locale semint.
di oltre mq. 150 altezza 3mt con
giardino 1400mq
Prezzo € 269.000,00 (Rif.V120)
C.E. “D” ipe 194,25
CHIERI
(C.so Matteotti)
C.E. “B”
ARIGNANO
Appartamento al 2° piano e ultimo
piano completamente ristrutturato di
circa 60 mq composto da: salone con
angolo cottura, bagno, ripostiglio,
camera da letto, 2 balconi, cantina,
posto auto in cortile di proprietà.
Teleriscaldamento. No spese condominiali Prezzo € 85.000,00
(Rif.A 154)
CE ‘C’ ipe 103,08
CHIERI
centrale 3° piano completamente ristrutturato di ingresso
soggiorno con angolo cottura,
camera,bagno, cantina.
Vero affare
€ 70.000,00 (Rif.A 167)
C.E. “D” IPE 166,17
IMMOBILIARE MAZZARA
Marco Mazzara
Viale Cappuccini 4 - CHIERI - Tel. e fax 011/947.10.35
cell. 392.51.77.369 - [email protected]
CHIERI – Zona centro storico alloggio al piano
terra interno cortile di 50 mq. composto di cucina camera bagno e ripostiglio. Riscaldamento
autonomo. Ideale anche come ufficio. C.E. D
€. 70.000
CHIERI – Zona Borgo Venezia alloggio di 65 mq
composto di ingresso cucina abitabile ampia camera
da letto e bagno. Cantina. Possibilità box auto a parte.
C.E. D €. 105.000
CHIERI – Via della Gualderia alloggio al 1° piano di
75 mq composto di ingresso tinello cucinino 2 camere bagno e 2 ripostigli. Cantina. Buone condizioni
interne C.E. E €. 120.000
CHIERI – Str. Baldissero alloggio di 80 mq. soggiorno con cucinotto 2 camere bagno. Box auto e cantina.
Termoautonomo RISTRUTTURATO. C.E.D
€. 135.000
CHIERI – In complesso
residenziale di recente
costruzione alloggio di
60 mq commerciali di
ingresso su soggiorno
con angolo cottura camera e bagno. Giardino privato. Portico cantina posto
auto privato. Pari al nuovo. C.E. D €. 145.000
CHIERI – Zona Annunziata alloggio al 2° piano di
85 mq composto di ingresso soggiorno cucinino 3
camere bagno e ripostiglio. Termo autonomo.
LIBERO SUBITO. C.E.E €. 159.000
www.100torri.it
CHIERI – Zona Borgo
Venezia alloggio in
palazzina di recente
costruzione di 80 mq
composto di ingresso su
soggiorno cucina a vista
camera
e
bagno.
Mansarda con zona notte e bagno. Cantina Posto
auto privato. C.E. D €. 147.000
CHIERI – Frazione Pessione alloggio in complesso di recente costruzione di 130 mq composto di
ingresso su soggiorno cucina abitabile e bagno.
Mansarda con 2 camere e bagno. Terrazzi. Box auto
di 30 mq. Cantina. Box auto di 30 mq. C.E. D
€ 155.000
CHIERI – Borgata Tetti Fasano rustico indipendente 3 lati, parte abitativa di 150 mq composta da
soggiorno e cucina al p. terra; 2 camere al p.1°.
Magazzino e fienile di 180 mq. Cantina. Giardino
privato di circa 300 mq. completamente da ristrutturare €. 135.000
CHIERI – Borgo Venezia villetta a schiera libera 3
lati di 315 mq totali composta da soggiorno cucina
abitabile 3 camere mansarda abitabile tavernetta 4
bagni box auto di 65 mq giardino privato di 300 mq.
Termoautonomo.OTTIME CONDIZIONI
INTERNE. C.E.D. €. 390.000
31
CHIERI – Via Lazzaretti a pochi minuti dal centro
comoda ai servizi casa indipendente disposta su 2
livelli per un totale di 200 mq. Giardino privato di
circa 400 mq. Possibilità di bifamiliare C.E.F €.
330.000
CHIERI – Vicinanze Piazza Europa tipica casa piemontese di fine ‘800 indipendente su 3 lati di 300 mq
totali. Giardino privato di c.a. 250 mq. L’immobile si
presta, vista l’ampia metratura, anche a diventare una
soluzione bifamiliare. C.E.G. €. 300.000
CHIERI – Immerso nel verde ma a pochi chilometri dal centro di Chieri rustico indipendente su 3 lati di
570 mq di cui 450 mq abitabili e 120 mq da ultimare
interamente. Ampio terreno privato circostante di
2800 mq. L’ampia metratura consente di ricavare 2/3
unità abitative ciascuna con giardino privato. C.E.E
€. 360.000
CHIERI – In tranquilla zona residenziale a pochi
minuti dal centro di Chieri casa indipendente disposta
su 2 livelli per un totale di 200 mq. Area esterna in
parte giardino e in parte cortile di 800 mq. Possibilità
di ampliamento. C.E.F. €. 330.000
ANDEZENO– In zona residenziale a pochi minuti
dal centro paese particolare villa costruita negli anni
‘80 di complessivi 470 mq tot. composta da 3 unità
immobiliari indipendenti. Porticato, terrazzi e giardino di circa 1200 mq. C.E.F €. 570.000
PER ULTERIORI PROPOSTE
VISITATE IL SITO
www.immobiliaremazzara.it
Centotorri - Giugno 2013
32 casetta
4-06-2013
21:00
Pagina 32
www.casettacostruzioni.it
POSSIBILITA’ MUTUI TOTALI

Documenti analoghi