News | Economia e Borsa MEDITERRANEO: CNR: ANCORA

Commenti

Transcript

News | Economia e Borsa MEDITERRANEO: CNR: ANCORA
VIRGILIO Economia | News | Economia e Borsa
Pagina 1 di 2
Pagine Gialle
Pagine Bianche
Tutto Città
Cerca in Economia | cerca nel Web
Martedì 30 Maggio
:: News :: Sport :: Economia :: Shopping :: Community :: Adsl :: Internet Gratis
Home > Economia e Borsa > notizia
News | Economia e Borsa
News
Economia e Borsa
Ultimissime
PMI
News settori
Aziende
Lavoro
Salvadanaio
Finanza
Strumenti
Estratto conto
Cambiavalute
Portfolio
Bollo Auto
Busta Paga
Scadenze Fiscali
Trova lavoro
Codice Fiscale
Concorsi Pubblici
Glossario
Calcola il tuo Mutuo
Richiedi un Prestito
Assicurazione Viaggi
Trova Master
Offro/Cerco Lavoro
MEDITERRANEO: CNR: ANCORA DIVARIO
TRA PAESI DEL SUD E DEL NORD
29/05/2006 21:35
Roma, 29 mag. (Apcom) - Il processo di integrazione prevedeva
innanzitutto la nascita e il consolidamento di una collaborazione
economica e finanziaria per estendere a sud la prosperità del nord e
favorire la crescita delle economie più deboli mediante investimenti da
parte dei paesi europei e, soprattutto, attraverso l'incremento degli scambi
e delle relazioni economiche.
Erano questi gli obiettivi del trattato di Barcellona firmato nel 1995 tra i 15
paesi europei (UE) e i 12 paesi terzi che si affacciano sul bacino
meridionale ed orientale del Mediterraneo. Un trattato ideato per aprire la
strada ad una nuova politica di partenariato fondata sulla collaborazione
economica, politica e sociale.
A 10 anni di distanza, appena pubblicato, arriva il "Rapporto sulle
economie del Mediterraneo", realizzato dall'Istituto di Studi sulle società
del Mediterraneo (Issm) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di
Napoli per fare il punto della situazione.
S&P/MIB +0,13
A grandi linee, viene confermato il forte divario fra le due sponde del
Mediterraneo, pur registrando trasformazioni in atto che potranno
produrre, in un prossimo futuro, un miglioramento del tenore di vita nei
paesi mediterranei extraeuropei. A preoccupare è la divergenza
economica, tutt'ora, esistente tra le due sponde, in particolare, il Prodotto
Interno Lordo (PIL) che continua a segnare un incremento maggiore nei
paesi dell'arco latino (Italia, Spagna, Francia e Portogallo) rispetto al resto
dell'area mediterranea.
Ma vediamo nel dettaglio quali sono i cambiamenti più significativi. Dal
punto di vista strettamente sociale c'è l'incremento della speranza di vita
alla nascita. "Paesi come Libia e Tunisia - spiega Paolo Malanima,
direttore dell'Issm-Cnr presentando il rapporto - sono passati dai 54 anni
del 1970 ai 75 attuali, riducendo molto le distanze con i fratelli d'oltremare,
che comunque hanno un'aspettativa di vita vicina agli 83 anni". A
raggiungere gli 83 anni sono per lo più le donne in Spagna, Francia e
Italia. Nella scala europea della longevità, ad avere il valore più basso è la
Turchia con una speranza di vita di 66,3 per gli uomini e 70,9 per le
donne. Un altro punto di sviluppo lento, ma continuo è quello dei flussi di
lavoro e cioè dell'emigrazione. "Pur se ritenuto un problema per i paesi
sviluppati - spiega ancora Malanima - l'aumento dei flussi di emigrati
risulterà necessario per controbilanciare le conseguenza negative
provocate dal rapido invecchiamento della popolazione europea".
Infatti, secondo recenti proiezioni dell'ONU sulla crescita della
popolazione per il periodo 2005-2030, risulta che solo la Gran Bretagna
(+7,7%) e la Francia (+6,4%) non avranno una diminuzione della
popolazione; mentre la Spagna (-3%), la Grecia (-3,7%) e soprattutto
l'Italia (-10%) assisteranno ad una diminuzione significativa della
http://economia.virgilio.it/news/foglia.html?t=2&id=2&codNotizia=11936802
TechStar +0,42
Dow Jones +0,60 Nasdaq +0,55
Milano
Apri ora Conto Arancio!
3,50% di interessi sul 2006
a cura di Ing Direct
Mutuo Arancio al 3,67%
Il mutuo è Woolwich.
Prestiti convenienti!
Risparmia su RC auto
Confronta e acquista le
polizze auto e moto
online
Quando viaggi
assicurati con Linear!
30/05/2006
VIRGILIO Economia | News | Economia e Borsa
Pagina 2 di 2
popolazione. In questo quadro, dice il Rapporto, si modificherà la
relazione fra lavoro, da una parte, e capitale dall'altra, favorendo quella
convergenza fra le economie tanto auspicata.
Scopri la polizza auto
Zuritel
Finanziaria 2006
Se, poi, si arriverà alla realizzazione della zona di libero scambio entro il
2010, un progetto di cooperazione economica voluto dall'UE,
l'abbattimento di vincoli doganali e l'introduzione di regole comuni, porterà
nuovo slancio nei processi produttivi dei paesi interessati.
Viaggia con Hertz
copyright @ 2006 APCOM
Virgilio Toolbar
C6 Messenger
Virgilio Screensaver
Asta Online | Lastminute | Innamorati | Carta Virgilio | Mutui | Trovaricette | Prestiti
PRIVACY © 1997 - 2006 MATRIX S.P.A. TUTTI I DIRITTI RISERVATI
http://economia.virgilio.it/news/foglia.html?t=2&id=2&codNotizia=11936802
RSS Reader
Segnala un Sito
Adsl | Internet Gratis
NOTE LEGALI WEBSITE INFO
30/05/2006

Documenti analoghi