indice - Brebemi

Commenti

Transcript

indice - Brebemi
Collegamento autostradale
di Connessione tra le Città di Brescia e Milano
(Brebemi)
NOTE INFORMATIVE
London,
February 5, 2014
London,
February 20, 2014
0
1
INDICE
1. INFORMAZIONI GENERALI ......................................................................... 3
2. COMPOSIZIONE SOCIETARIA ..................................................................... 5
3. IL TRACCIATO ............................................................................................ 6
4. PRINCIPALI DATI TECNICI DELL’OPERA ....................................................... 7
5. STATO DI ATTUAZIONE DELL’OPERA .......................................................... 8
PROCEDURE .................................................................................................. 8
ITER AUTORIZZATIVO....................................................................................... 8
FINANZIAMENTI ............................................................................................. 8
AFFIDAMENTI ................................................................................................ 9
INVESTIMENTI................................................................................................ 9
SINTESI AVANZAMENTO DEI LAVORI ...................................................... 10
Cantiere 1: Urago D’Oglio, Provincia di Brescia ............................................. 10
Cantiere 2: Fara Olivana con Sola, Provincia di Bergamo .............................. 10
Cantiere 3: Cassano D’Adda, Provincia di Milano .......................................... 11
Cantiere 4.1: Provincia di Brescia ................................................................... 12
LOTTO 0A - RACCORDO TANGENZIALE SUD DI BRESCIA LOTTO 0B RIQUALIFICAZIONE DELLA TANGENZIALE SUD DI BRESCIA - LOTTO 0C RIQUALIFICAZIONE EX SS 510 - LOTTO 0D - VARIANTE EX SS 11 E
MANDOLOSSA............................................................................................. 12
LOTTO 0E - VARIANTE SP17 DALLA SP SS11 ALLA SP573 ............................ 12
LOTTO OF - TANGENZIALE EST DI URAGO D’OGLIO .................................... 12
Cantiere 4.2: Provincia di Bergamo ................................................................ 13
LOTTO 0G - COLLEGAMENTO CASELLO ROMANO DI L. CON CAMISANO LOTTO 0H - COLLEGAMENTO CASELLO BARIANO - SP129 - LOTTO 0I COLLEGAMENTO CASELLO DI TREVIGLIO – SS11......................................... 13
Cantiere 4.3: Provincia di Milano ................................................................... 13
LOTTO 0L – RIQUALIFICAZIONE S.P . 103 CASSANESE ................................. 13
LOTTO 0N - VARIANTE DI LISCATE............................................................... 14
TABELLE AVANZAMENTO LAVORI ....................................................... 15
Appendice 1 Il Centro di Manutenzione Controllo di Fara Olivana
Appendice 2 Documentazione fotografica
2
1. Informazioni generali
COSTO COMPLESSIVO DELL’OPERA
INVESTIMENTO INCLUSO ONERI
FINANZIARI
TIPOLOGIA DI INVESTIMENTO
Denominazione dell’opera: Collegamento Autostradale di Connessione tra le Città
di Brescia e Milano
Data di sottoscrizione della Convenzione unica di concessione per l’affidamento
REMUNERAZIONE
DELL’INVESTIMENTO
FINANZIAMENTO PUBBLICO
della progettazione, costruzione e gestione (ex art. 2, comma 82, del D.L. 3 ottobre
2006, n. 262, convertito con Legge 24 Novembre 2006, n. 286 e s.m.i.):

1,611 Miliardi di euro
2,338 Miliardi di euro
 Finanziamento project: 1,918 Meuro
 Mezzi propri: 520 Meuro
CONCESSIONE
ZERO euro
1 agosto 2007
Concedente:
Il
CAL (Concessioni Autostradali Lombarde) SpA
infrastruttura autostradale italiana ad essere realizzata in project financing, ovvero
Concessionaria:
in completo autofinanziamento senza oneri per i contribuenti e per lo Stato, per
Società di Progetto Brebemi SpA
un costo di 1,611 miliardi di euro.
Consorzio BBM di Parma (Impresa Pizzarotti & C.
SpA di Parma e Consorzio Cooperative Costruzioni–
Brescia-Bergamo-Milano
(Brebemi)
è
la
prima
con mezzi propri messi a disposizione dai soci. L’investimento verrà ripagato
esclusivamente attraverso i ricavi dei pedaggi autostradali ed attraverso l’incasso
di un indennizzo finale da parte del nuovo concessionario che subentrerà nella
CCC Società Cooperativa di Bologna
gestione, attraverso una procedura ad evidenza pubblica, a fine concessione.
Società di gestione:
Gestioni
Collegamento
L’investimento è finanziato per circa il 79% con prestiti bancari e per circa il 21%
Contraente Generale:
Argentea
nuovo
SCPA
(Autostrade
Lombarde SpA e altri Soci industriali)
La funzionalità di questa nuova importantissima arteria, lunga 62,1 km, è
determinata dall’alto livello di interconnessione del tracciato con la rete viaria
locale attraverso ben 15 svincoli (dei quali 6 presidiati da caselli), oltre a numerosi
ed importanti interventi di miglioramento della viabilità provinciale, in buona
parte destinati a migliorare le condizioni del traffico in entrata e in uscita da
Brescia e da Milano.
3
2. Composizione societaria
AUTOSTRADE LOMBARDE SPA
Intesa Sanpaolo S.p.A.
SATAP-Società Autostrada Torino-Alessandria-Piacenza
Impresa Pizzarotti SpA
UNIECO Soc. Coop.
S.p.A.Autostrade Centro Padane
Mattioda Pierino & Figli Autostrade S.r.l.
S.p.A. Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova
Parcam Srl
Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.A.
Camera di Commercio IAA Brescia
Tecnoinvestimenti S.r.l.
Provincia di Bergamo
Provincia di Brescia
Camera di Commercio IAA Bergamo
Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi - C.M.B. soc. coop.
Provincia di Milano
Unione di Banche italiane S.C.p.A.(UBI BANCA)
Cassa Rurale - Banca di Credito Cooperativo di Treviglio Soc. Coop.
Associazione Industriale Bresciana
Comune di Brescia
Camera di Commercio IAA Cremona
Comune di Treviglio
Banco di Brescia S.p.A.
Credito Bergamasco S.p.A.
Confindustria Bergamo - Unione degli Industriali della Provincia
Assolombarda
Comune di Caravaggio
Comune di Travagliato
Camera di Commercio IAA Milano
SOCIETÀ DI PROGETTO BREBEMI S.P.A.
Autostrade Lombarde (78,9752%)
Impresa Pizzarotti & C. S.p.A.
Unieco Società cooperativa
Itinera Spa
CCC Società cooperativa
Mattioda Pierino e Figli SpA
Società per Azioni Autostrade Centro‐Padane
Società per Azioni Autostrada Brescia Padova
CMB Soc. Coop. Muratori e Braccianti di Carpi
Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A.
Intesa Sanpaolo SpA
SPEA Ingegneria Europea S.p.A.
Technital S.p.A.
Milano Serravalle Engineering S.r.l.
Alpina SpA
Idroesse Infrastrutture Srl
Aegis Srl Cantarelli & Partners
Silvano Buzzi & Associati Srl
Cremonesi Workshop Srl
A.B.M. Azienda Bergamasca Multiservizi Sp.A
Grandi Lavori Fincosit S.p.A
Mattioda Pierino e Figli Autostrade srl
5
3. Il tracciato della A35
Da Brescia l’accesso alla Brebemi avviene attraverso lo svincolo con la SP 19
situato a ovest di Travagliato, oppure dall’attuale Tangenziale Sud di Brescia
(ex SS 11) attraverso una bretella di collegamento, oggi prevista a carreggiata
singola ma già predisposta per l’ampliamento a doppia carreggiata con due
corsie per senso di marcia. Il raccordo ha due svincoli intermedi a più livelli
(Travagliato Est/Castegnato e Ospitaletto/Travagliato Ovest) a servizio dei
vicini centri urbani.
Dalla SP 19 alla Barriera di esazione di Chiari Est, la A35 Brebemi è a
circolazione libera e collegata alla principale viabilità provinciale mediante due
svincoli a rotatoria a livelli sfalsati (con SP 16 in Comune di Rovato e con la SP
62 nei Comuni di Rovato/Castrezzato) ed un terzo svincolo con rampe dirette
sulla ex SS 11 ad est di Chiari.
Superata la barriera di esazione, si prosegue verso ovest attraversando le
province di Brescia, Bergamo e Milano viaggiando su una nuova e moderna
autostrada dotata di tutte le più evolute tecnologie a servizio della sicurezza e
del confort di guida.
Sei caselli completamente automatizzati (Chiari, Calcio, Romano di L., Bariano,
Caravaggio, Treviglio), permettono all’autostrada di integrarsi con il territorio
circostante e con i numerosi centri abitati e le realtà produttive ivi presenti.
Lungo l’asse autostradale sono previste quattro aree di servizio (“Oglio Nord”
e “Oglio Sud” in Comune di Chiari, e “Adda Nord e Adda Sud” in Comune di
Caravaggio), oltre ad un centro di manutenzione ed un centro operativo
necessari per la gestione ed i servizi all’utenza.
Percorsi circa 49 km si arriva sullo svincolo di interconnessione con la
Tangenziale Est Esterna di Milano (TEM), poco ad est di Melzo, da dove si
prosegue per Milano potendo scegliere tra due distinti percorsi, entrambi
ugualmente efficienti: percorrendo in direzione nord un tratto di Tangenziale
Est Esterna fino allo svincolo di Pozzuolo Martesana si imboccherà la nuova SP
103 Cassanese, riqualificata a due corsie per senso di marcia; oppure
scendendo in direzione sud lungo la Tangenziale fino allo svincolo di Liscate e
imboccando la rampa di uscita per Milano, superando la Barriera di esazione di
Liscate ed il breve raccordo autostradale, ci si immetterà infine sulla SP 14
“Rivoltana”, anch’essa riqualificata a due corsie per senso di marcia.
“della Cerca” attraverso uno svincolo a rotatoria su due livelli e raggiungendo
poi la SP 14 Rivoltana, anch’essa interamente riqualificata a due corsie per
senso di marcia fino a Milano.
6
4. Principali dati tecnici dell’opera
 Lunghezza complessiva dell’asse autostradale: 62,1 Km
 Piattaforma autostradale:
a) dallo svincolo con la SP 19 (BS) alla TEM tre corsie da 3,75 m per senso
di marcia e corsia di emergenza da 3,50 m;
b) dalla TEM alla SP 14 Rivoltana (MI) due corsie per senso di marcia da
3,75 m e corsia di emergenza da 3,50 m
 4 Viadotti principali:
- Viadotto Oglio (lunghezza 690 m, 10 coppie di pile con fondazioni alte
2,5 m sorrette ciascuna da 11 pali in calcestruzzo di lunghezza fino a 23
m)
- Viadotto Serio (lunghezza di 930 m, 15 coppie di pile)
- Viadotto Adda (lunghezza di 1.260 m, 19 coppie di pile)
- Viadotto della Muzza
 2 Gallerie artificiali principali: Galleria artificiale di Treviglio, Galleria
interconnessione Treviglio Est
 2 Barriere di esazione: Chiari Est (BS), Liscate (MI)
 6 Caselli: Chiari Ovest, Calcio, Romano di L., Bariano, Caravaggio, Treviglio
 9 Svincoli diretti con la viabilità locale: ex SS 11/ex SS 510 (loc.
Roncadelle-BS);
Travagliato
Est/Castegnato
(BS);
Travagliato
Ovest/Ospitaletto (BS); SP 19 (Raccordo Autostradale Ospitaletto
Montichiari); SP 16 (Rovato-BS); SP 62 (Rovato/Castrezzato-BS); ex SS 11
(Chiari-BS); SP 39 (Melzo/Liscate-MI); SP 14 (Liscate-MI)
 4 Aree di servizio: due aree di servizio “Oglio” in Comune di Chiari (BS),
due aree di servizio “Adda” in Comune di Caravaggio (BG)
 1 Centro di manutenzione: Fara Olivana (BG)
 52 km di rilevato
 6 km di trincea
 17,5 km di viabilità di connessione:
- Riqualificazione Tangenziale Sud di Brescia (ex SS 11) (BS)
- Riqualificazione della ex SS 510 (BS)
- Variante ex SS 11 e Mandolossa (BS)
- Riqualificazione della SP 103 “Cassanese” (MI)
- Riqualificazione della SP 14 “Rivoltana” (MI)
 17,1 km di viabilità compensativa:
- Variante alla SP 17 tra gli abitati di Chiari e Cologne (BS)
- Collegamento tra il Casello di Romano di L. e Camisano – Ricengo (BG)
- Collegamento tra il Casello di Bariano e la SP 129 (BG)
- Collegamento tra il Casello di Treviglio e la ex SS 11 (BG)
 Principali impianti per il controllo e la sicurezza
DESCRIZIONE
QUANTITA'
1. Pannelli a Messaggio Variabile in itinere
16
2. Pannelli a messaggio variabile in accesso
all'autostrada
10
3. Sistema di delimitazione ottico della
carreggiata antinebbia
1/50 m
4. Stazioni di rilevazione dati meteo
(posizionate in corrispondenza dei punti
critici, viadotti svincoli)
16
5. Colonnine di richiesta soccorso presso le
piazzole di emergenza
54 (1/2 km)
6. Sensori conteggio traffico montati presso le
postazioni PMV
16
7. Sistema di videosorveglianza autostradale,
postazioni di ripresa con 2 telecamere
orientate lungo l'asse che eseguono
l'analisi del traffico e una DOME per
monitoraggio piazzole
174
7
5. Stato di attuazione dell’opera
Procedure
L’opera rientra nell’elenco del 1° Programma delle Infrastrutture Strategiche
approvato dal CIPE con delibera n° 121 del 21.12.2001 e ss.mm.ii. ai sensi dell’1
della legge 21 dicembre 2001, n. 443 (c.d. “legge obiettivo”) e pertanto la
procedura autorizzativa è quella del Capo IV-art. 161 e segg. del D.Lgs 163/2006
(ex D.Lgs. 190/2002).
Iter autorizzativo
Il Progetto definitivo è stato approvato con delibera CIPE n° 42 del 26 giugno 2009
(GU SG 185 del 11 agosto 2009); il Progetto Esecutivo è stato approvato dalla
Concedente CAL SpA ai sensi di legge e della Convenzione unica di concessione.
Finanziamenti
In data 25/03/2013 la Società di Progetto Brebemi SpA, e un pool di finanziatori
composto da Cassa Depositi e Prestiti SpA, Banca Europea per gli Investimenti,
SACE SpA, Intesa Sanpaolo SpA, Unicredit SpA, Centrobanca SpA (Gruppo UBI
Banca), MPS Capital Services Banca per le Imprese SpA, Credito Bergamasco SpA
hanno sottoscritto il contratto di finanziamento a lungo termine in regime di
project financing dell’importo di Euro 1,818 miliardi di Euro.
Associato ai 520 milioni di Euro di mezzi propri conferiti dai soci della Società, il
finanziamento copre interamente il fabbisogno finanziario di oltre 2,3 miliardi di
Euro, necessario alla realizzazione dell’autostrada.
Il finanziamento, della durata complessiva di circa 21 anni ha condizioni
economiche di mercato e si articola sulle seguenti linee di credito:
Costi di costruzione e di investimento (linee di credito bullet ed amortising) – 1.520 milioni di Euro
Tranche
A1
Tipologia
Importo
398,3
(Meuro)
Ente
Banche
erogatore Comm.li
(provvista
BEI)
Ente
SACE
garante
A2
A3
Amortising
40,2
70,7
Banche
Bei
Comm.li
(provvista
C.DD.PP.)
SACE
B
C1
C2
C3
D
34,8
509,2
Bullet
250,8
C.DD.PP.
196,2
Banche
Comm.li
(provvista
Bei)
SACE
19,8
Banche
BEI
Comm.li
(provvista
C.DD.PP.)
SACE
C.DD.PP.
Linea di credito Iva per complessivi Euro 200 milioni destinata alla copertura del
fabbisogno Iva durante il periodo di costruzione ed interamente messa a
disposizione dalle Banche Commerciali
Linea di credito Standby per complessivi Euro 50 milioni destinata a copertura di
fabbisogni finanziari non prevedibili ed interamente messa a disposizione dalle
Banche Commerciali
Linea di credito Performance Bond per complessivi Euro 48,5 milioni destinata al
rilascio delle garanzie fideiussorie richieste in base alla Convenzione Unica
stipulata con CAL ed interamente messa a disposizione dalle Banche Commerciali
Le Linee di credito IVA, Standby e Performance Bond sono state garantite per 41,3
milioni di Euro da SACE, che nel progetto ha complessivamente garantito 741,3
milioni di Euro di finanziamenti.
Di seguito l’elenco degli Advisors che hanno assistito i Finanziatori e la Società
Brebemi:
Advisors
Legali
Norton Rose
Ashurst LLP
Legance
Chiomenti
Assicurativi
Marsh
AON
Tecnici
Protos SpA
Finanziari
Deloitte Financial Advisory
Del Traffico
TRT Trasporti e Territorio
Steer Davis Gleave e Leigh
Fisher
Enti assistiti
Brebemi SpA
Banche Intesa Sanpaolo SpA, Unicredit SpA,
Centrobanca SpA (Gruppo UBI Banca), MPS Capital
Services SpA e Credito Bergamasco SpA
Cassa Depositi e Prestiti SpA
Banca Europea per gli Investimenti
Brebemi SpA
Finanziatori
Finanziatori
Finanziatori
Brebemi SpA
Finanziatori
8
Affidamenti
Con contratto in data 16 ottobre 2009 la Concessionaria, ai sensi degli artt. 166 e
segg. Del D.Lgs. 163/2006, ha affidato al Contraente Generale (Consorzio BBM di
Parma, formato da Impresa Pizzarotti & C. SpA di Parma e da Consorzio
Cooperative Costruzioni – CCC Società Cooperativa di Bologna) la progettazione
esecutiva e la costruzione dell’opera per l’importo complessivo di 1.462.950.000
Euro.
Nell’ambito di tale contratto, secondo quanto previsto dalla Convenzione unica di
concessione (art. 3, comma 12), il Contraente Generale provvede a realizzare
direttamente il 70% dei lavori e la restante quota del 30% mediante terzi
appaltatori da individuare mediante procedura di gara ad evidenza pubblica. Di
seguito sono evidenziati i lavori già affidati a terzi appaltatori dal Contraente
Generale:
LOTTO
DENOMINAZIONE DELL’OPERA
RACCORDO TANGENZIALE SUD
DI BRESCIA
RIQUALIFICAZIONE DELLA
0B
TANGENZIALE SUD DI BRESCIA
0C
RIQUALIFICAZIONE EX SS 510
VARIANTE EX SS 11 E
0D
MANDOLOSSA
COLLEGAMENTO CASELLO
0G
ROMANO DI L. CON CAMISANO
LOTTO - COLLEGAMENTO
0H
CASELLO BARIANO - SP129
COLLEGAMENTO CASELLO DI
0I
TREVIGLIO – SS 11
(*) al netto degli oneri per la sicurezza
IMPRESA
AFFIDATARIA
IMPORTO
(*)
LAVORI
Meuro
Data
contratto
CO.IN.E.
57,2
5.01.2012
RTI Lis S.r.L. –
Allara S.p.A.
27,3
27.01.2012
0A
Investimenti
Al 30 giugno 2013 gli investimenti complessivamente realizzati e contabilizzati
dalla Società per la realizzazione dell’autostrada ammontano a circa 1.2 milioni di
cui 300 realizzati nel corso del 2013. Attualmente il programma di investimenti è
stato completato per circa il 60%.
9
SINTESI AVANZAMENTO DEI LAVORI
Cantiere 1: Urago D’Oglio, Provincia di Brescia




ID031; IDO032; ID034; ID038; ID039; ID040; ID041; ID042; ID043; ID046;
ID233; ID239; IDX01; IDX02; IDX03)
Sottopassi: n. 16 (SO001; SO002; SO003; SOX01; SOX02; SOX03; SOX05;
SOX08; SOX09; SOX10; SOX11; SOX12; SOX15; SOX16; SOX17; SOX25)
Barriere antirumore: n. 11 (BA001; BA005; BA007; BA008; BA013; BA018;
BA019; BA020; BA021; BA022; BA023)
Ponte canale (PNA01)
Trattamento acque: n. 2 (TAA01; TA002)
Cantiere 2: Fara Olivana con Sola, Provincia di Bergamo
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:
 Nessuna
Elenco delle opere in corso:
 Sottovia: n. 5 (SOA01; SOX04; SOX07; SOX13; SOX14)
 Gallerie: GAA01 e GAAW1
 Rilevati: km 11,061
 Trincee: km 4,295
 Viadotti: n. 2 (Viadotto Rotatoria S16: VIX01; Viadotto Rotatoria SP62:
VIX02)
 Interferenze idrauliche
 Impianti: km 14,880
 Caselli: n. 2 (BR001 E CS001)
 Svincoli: n. 3 (SV001; SV002; SV003)
 Mitigazioni ambientali: n. 2 (MA001; MA002)
 Finiture-Segnaletica: n. 2 (FS001; FS001)
Elenco delle opere terminate:
 Interferenze idrauliche: n. 41 (ID001; ID003; ID004; ID005; ID006; ID007;
ID008; ID009; ID010; ID011; ID012; ID0013; ID014; ID015; ID018; ID020;
ID021 ID022; ID023; ID024; ID025; ID026; ID027; ID028; ID029; ID030;
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:
 Nessuna
Elenco delle opere in corso:
 Sottovia: n. 7 (SO008; SO018; SO020; SO021; SO028; SO030; SOX21)
 Caselli: N.4 - CS002 (Calcio);CS003 (Fara O/Romano di Lombardia);CS004
(Bariano); CS005 (Caravaggio)
 Centro manutenzione di Fara Olivana/Romano di Lombardia CM001
 Interferenze idrauliche: n. 9
Elenco delle opere terminate:
 Rilevati: km 18,048
 Trincee: km 0,432
 Viadotti: n.3 - Viadotto Oglio (VI001); Viadotto Serio (VI002); Viadotto
Naviglio Vecchio (VIX03)
 Trattamento Acque: km 17,071
10




Interferenze idrauliche: n.48 (ID048; ID049; ID050; ID051; ID053; ID056;
ID057; ID058; ID061; ID062; ID063; ID064; ID065; ID066; ID069; ID073;
ID074; ID075; ID076; ID077; ID082; ID083; ID084; ID085; ID086; ID087;
ID088; ID090; ID091; ID092; ID094; ID095; ID096; ID097; ID098; ID099;
ID100; ID103; ID113; ID114; ID118; ID119; ID121; ID122; ID123; ID124;
ID127; ID209)
Passaggi fauna: n.1 (PF005)
Sottopassi: n. 13 (SO005; SO007; SO009; SO012; SO015; SO017; SO023;
SO026; SO027; SO029; SO031; SO033; SO035)
Barriere antirumore:
n.12(BA024;BA025;BA026;BA027;BA028;BA029;BA032;BA033;BA034;BA0
35;BA036;BA037)
Cantiere 3: Cassano D’Adda, Provincia di Milano







Cavalcavia: n. 2 (CV015; CV016)
Dune: n. 1 (DU001)
Finiture-Segnaletica: n. 2 (FS006; FS007)
Impianti: km 14,200
Passaggi faunistici: n. 1 (PF018)
Ponti: n. 2 (PO006; PO007)
Mitigazioni ambientali: n. 2 (MA006; MA007)
Elenco delle opere terminate:
 Barriere antirumore: n. 9 (BA039; BA040; BA041; BA042; BA043; BA046;
BA047; BA050; BA055)
 Interferenze idrauliche: n. 37 (ID135; ID138; ID139; ID142; ID143; ID144;
ID146; ID147; ID148; ID154; ID157; ID163; ID164; ID165; ID166; ID170;
ID171; ID172; ID175; ID178; ID179; ID180; ID183; ID195; ID196; ID197;
ID198; ID200; ID201; ID203; ID237; ID238; IDX06; IDN26; IDN27; IDN28;
IDN300)
 Passaggi faunistici: n. 2 (PF014; PFW01)
 Ponti: n. 4 (PO002; PO003; PO004; POX03)
 Rilevati: km 11.523
 Sottovia: n. 9 (SO040; SO041; SO043; SO045; SO046; SO048; SO050 ;
SO052; SO053)
 Trincee: n. 3 (TR018;TR020; TR021)
 Gallerie: n. 1 GAX01
 Trattamento Acque: km 14,200
 Viadotti: n. 3 (Viad. Linea FFSS Treviglio-Cremona VIX04; viadotto roggia
rivoltana VIX05; Viadotto Tangenziale Est VIN08);
 Svincoli: n. 1 (SV005);
 Caselli: n. 2 (CS006; BRN01).
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:
 Nessuna
Elenco delle opere in corso:
 Sottovia: n. 2 (SO039; SO042)
 Gallerie: n.1 (Galleria artificiale di Treviglio: GA018)
 Viadotti: n. 2 (Viadotto Adda VI003; Viadotto Muzza VI004)
 Interferenze idrauliche: n. 16
 Barriere antirumore: n. 3 (BA051; BA052; BA053)
 Caselli: n. 1CSN01
11
Cantiere 4.1: Provincia di Brescia
LOTTO 0A - RACCORDO TANGENZIALE SUD DI BRESCIA LOTTO 0B RIQUALIFICAZIONE DELLA TANGENZIALE SUD DI BRESCIA - LOTTO 0C RIQUALIFICAZIONE EX SS 510 - LOTTO 0D - VARIANTE EX SS 11 E MANDOLOSSA



SOTTOPASSI: SOAW1
PONTE CANALE: PNA02
BARRIERE ANTIRUMORE: BAA01; BAA02
LOTTO 0E - VARIANTE SP17 DALLA SP SS11 ALLA SP573
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:

Nessuna
Elenco delle opere in corso:
 Sottovia e svincoli: N.8 (SOA04; SOA05; SOA06; SOA07; SOC01;SVA02;
SVA03; SVA04)
 Rilevati: km 2,800
 Trincee: km 0,920
 Interferenze idrauliche: n. 3 (IDA05; IDA23; IDA26)
 Cavalcavia: N.7 (CVA01; CVA02; CVA03; CVA04; CVA06; CVB01; CVC01)
 Gallerie: GAA03
 Ponti Canale: : PND00
 Trattamento Acque: TAA01
 Finiture E Segnaletica: FSA01
 Barriere Antirumore: BAD01
Elenco delle opere terminate:
 Interferenze idrauliche: N°21 (IDA05; IDA06; IDA07; IDA08; IDA09; IDA10;
IDA11; IDA12; IDA13; IDA 14; IDA15; IDA16; IDA17; IDA18; IDA19; IDA20 ;
IDA21; IDA22; IDA24; IDA25; IDA27)
Opera ultimata e messa in esercizio l’11 aprile 2014.
LOTTO OF - TANGENZIALE EST DI URAGO D’OGLIO
Opera ultimata e aperta al transito in data 6 aprile 2013.
12
Cantiere 4.2: Provincia di Bergamo
Cantiere 4.3: Provincia di Milano
LOTTO 0G - COLLEGAMENTO CASELLO ROMANO DI L. CON CAMISANO - LOTTO
0H - COLLEGAMENTO CASELLO BARIANO - SP129 - LOTTO 0I - COLLEGAMENTO
CASELLO DI TREVIGLIO – SS11
LOTTO 0L – RIQUALIFICAZIONE S.P . 103 CASSANESE
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:
 Rilevati: RIG04
Elenco delle opere in corso:
 Interferenze idrauliche: n. 33 (IDG06; IDG07; IDG08; IDG09; IDG10; IDG11;
IDG12; IDG13; IDG14; IDG15; IDG16; IDG17; IDG18; IDG20; IDG21; IDG22;
IDG23; IDG25; IDG26; IDG27; IDG29; IDG36; IDG37; IDG38; IDG44; IDG45;
IDG46; IDG47; IDH09; IDH10; IDH04; IDI01; IDI02;)
 Rilevati: km 7+858
 Trincee: TRH01
 Cavalcavia: n. 2 (CVG03;CVG04)
 Rotatoria: n. 3 (SVH02; SVH06; SVI01)
 Sottopassi: SOH01 (sottopasso a spinta)
 Trattamenti acqua: n. 2 (TAG01; TAH01)
Elenco delle opere terminate:
• Interferenze idrauliche: n. 7 (IDI03; IDI04; IDI05; IDI06; IDI07; IDI08; IDI09)
• Barriere antirumore: n. 1 (BAI01)
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:
 Nessuna
Elenco delle opere in corso:
 Trincee: TRL01
 Interferenze idrauliche: n. 12 (IDL01; IDL07; IDL08; IDL10; IDL11; IDL19;
IDL24; IDL26; IDL28; IDL31; IDL32 IDL33)
 Galleria artificiale di Pioltello (GAL01)
 Rilevati: n. 6 (RIL01; RIL02; RIL03; RIL04; RIL05; RIL06)
 Svincoli: n.4 (SVL01, SVL02, SVL03, SVL04)
 Viabilità Secondarie: N.6 (VLL02; VLL05; VLL06; VLL07; VLL08; VLL09)
 Viadotti: n.3 (VIL01, VIL02, VIL03)
 Trattamento acque: TAL01
 Finiture e Segnaletica: n. 2 (FSL01; FSL02)
 Mitigazioni Ambientali: MAL01
 Impianti d’Illuminazione: n. 5 (ILL01; ILL02; ILL03; ILL04; ILL05)
 DEMOLIZIONI: DML01
 PONTI: POL01; POL02
 PISTE DI CANTIERE: PSL00
Elenco delle opere terminate:
• Interferenze Idrauliche: n. 14 (IDL06; IDLL09; IDL12; IDL14; IDL15; IDL16;
IDL17; IDL18; IDL20; IDL21; IDL22; IDL23; IDL27; IDL29)
13
•
•
•
BARRIERE ACUSTICHE: n. 3 (BAL01A; BAL01B; BAL01C)
RILEVATI: RIL02
VIABILITà SECONDARIE: VLL08
Elenco delle opere terminate:
• Interferenze Idrauliche: N. 7 (IDM03, IDM04, IDM08, IDM32, IDM37,
IDM43, IDM44)
• Barriere Antirumore: n. 6 (BAM01, BAM02, BAM03, BAM04, BAM05,
BAM06)
LOTTO 0M - RIQUALIFICAZIONE S.P. 14 RIVOLTANA
LOTTO 0N - VARIANTE DI LISCATE
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:
 Nessuna
Elenco delle opere in corso:
 Viadotti: n.5 (VIM01, VIM02, VIM03, VIM04, VIM05)
 Cavalcavia: n.4 (POM01; POM02, POMW3, POMW4)
 Viabilità secondarie: n.8 (VLM01, VLM02, VLM03, VLM04; VLM05;
VLM06, VLM07, VLMW8)
 Svincoli: n.3 (SVM01, SVM02, SVM03)
 Interferenze Idrauliche: n.28 (IDM06, IDM09, IDM10, IDM11, IDM13,
IDM15, IDM17, IDM19, IDM20, IDM21, IDM22, IDM23, IDM24, IDM25,
IDM27, IDM28, IDM29, IDM31, IDM33, IDM34, IDM35, IDM36, IDM38,
IDM39, IDM40, IDM41, IDM45, IDM46)
 Rilevati: KM 6,700
 Trattamento acque: TAM01
 Finiture/Barriere di sicurezza: n. 2 (FSM01; FSM02)
 Impianti di illuminazione: n. 3 (ILM03; ILM04; ILM05)
 Barriere Antirumore: N.2 (BAM06 bis, BAM07)
 MITIGAZIONI AMBIENTALI: MAM01
Elenco delle opere iniziate nel mese di Giugno:
 Nessuna
Elenco delle opere in corso:
 Viadotti: n.2 (VIN06, VIN07)
 Cavalcavia: n.2 (RIN11 MIBICI 10/11; RIN13 MIBICI 9/10)
 Sottopassi: RIN10 sottopasso scatolare Vignate
 Svincoli: n.2 (SVN04; SVN05)
 Viabilità secondarie: VLN08
 Interferenze Idrauliche: n.23 (IDN02; IDN04; IDN06; IDN07; IDN08; IDN09;
IDN10; IDN11; IDN13; IDN14; IDN15; IDN16; IDN17; IDN18; IDN20; IDN21;
IDN22; IDN23; IDN24; IDN 31; IDN32; IDN33; IDN38)
 Rilevati: KM 4,640
 Mitigazioni ambientali: MAN02
 Trattamento acque: TAN01
 Impianti di Illuminazione: ILN06
 Finiture e segnaletica: n. 2 (FSN03; FSN04)
Elenco delle opere terminate:
• Interferenze Idrauliche: IDN34; IDN35; IDN12
• Impianti di Illuminazione: ILN07
14
TABELLE AVANZAMENTO LAVORI
L’avanzamento progressivo lavori al 30 Maggio 2014 è evidenziato nelle tabelle
1.1, 1.2, 2.1.
Tab. 1.1: OPERE IN ESECUZIONE DIRETTA PER CANTIERE
% AVANZ.TO
Tab. 2.1: OPERE IN APPALTO PER CANTIERE
% AVANZ.TO
CANTIERE 01 (URAGO D’OGLIO) e LOTTI 0E, 0F e 0P
97,8%
C4.1 (LOTTI 0A, 0B, 0C E 0D)
51,9%
CANTIERE 02 (FARA OLIVANA CON SOLA)
98,5%
C4.2 (LOTTI 0G, 0H E 0I)
38,3%
CANTIERE 03 (CASSANO D’ADDA)
99,3%
C4.3 (LOTTO 0L)
C4.4 (LOTTI 0M E 0N)
80,0%
86,7%
C4.5 (Conglomerati Bituminosi)
99,1%
74,0%
TOTALE
98,6%
TOTALE
Tab. 1.2: OPERE IN ESECUZIONE DIRETTA PER TIPOLOGIA
% AVANZ.TO
VIADOTTI FLUVIALI (OGLIO, ADDA, SERIO) E DI LINEA
99,9%
SOTTOVIA STRADALI E PASSAGGI IDRAULICI
98,7%
TRINCEE, RILEVATI, AREE DI SERVIZIO E VIABILITA’ LOCALI
99,8%
ALTRE OPERE
96,5%
TOTALE
98,6%
15
Collegamento Autostradale di
Connessione tra le Città di
Brescia e Milano
(Brebemi – A35)
NOTE INFORMATIVE
APPENDICE 1
IL CENTRO DI MANUTENZIONE E
CONTROLLO DI FARA OLIVANA
0 Completata la costruzione dell’opera l’attenzione si concentra ora sulla sua e di altre informazioni di origine interna (apertura/chiusura cantieri, gestione. Per questa la Concessionaria SdP Brebemi S.p.A. si avvale della previsioni meteorologiche, ecc.). Società Argentea Gestioni S.C.p.A., attraverso un contratto di “Global Qui un apposito sistema informatico (SINCRO.net di Sinelec), predisposto Service” sottoscritto il 23 marzo 2013, soluzione adottata in coerenza al per gestire in entrata ed in uscita le notizie relative alla gestione di ogni modello del project financing. evento all’infrastruttura, all’utenza o agli impianti possa accadere. Per effetto di tale contratto Argentea Gestioni S.C.p.A. ha il compito di Inoltre un “videowall” consente inoltre di visualizzare all’unisono le provvedere alle attività di Esazione, Gestione dei pedaggi, Traffico e immagini provenienti dalle 174 telecamere distribuite lungo l’autostrada, Sicurezza e Manutenzione dell’autostrada A35 e relative pertinenze della fornendo una visione complessiva delle condizioni del traffico e di ogni viabilità di accesso degli svincoli di competenza. evento rilevante. Le principali funzionalità implementate dal sistema sono le seguenti: Il Centro di Manutenzione e Controllo (CM&C) di Fara Olivana concentra le 
Gestione degli impianti di visualizzazione e di controllo traffico; funzioni vitali relative alla gestione dell’A35. All’interno del Centro, oltre 
Coordinamento delle attività di soccorso meccanico; agli uffici del personale addetto alla gestione, ai laboratori e ai magazzini 
Coordinamento degli Ausiliari Viabilità; per le attività manutentive ed ai locali per il ricovero dei mezzi d’opera, ha 
Gestione delle informazioni meteorologiche rilevate lungo la tratta sede la Centrale Operativa (C.O.). autostradale; La funzione principale della C.O., che svolge 365 gg. all’anno 24h su 24h, è il 
Gestione dei PMV; controllo del flusso di traffico in A35 e in tutte le pertinenze stradali che 
Gestione di eventi relativi alla viabilità; sono in gestione alla Società Argentea Gestioni S.C.p.A. 
Supporto decisionale per gli operatori durante le fasi di gestione Alla Centrale Operativa vengono segnalati tutti i guasti e le informazioni degli eventi; provenienti da una rete capillare di dispositivi distribuiti lungo l’asse 
Correlazione fra gli eventi gestiti; autostradale (colonnine SOS, centraline meteorologiche, telecamere, ecc.) 
Gestione di attività complementari; 1 
Gestione dei flussi di scambio con eventuali altri sistemi informativi LE DOTAZIONI IMPIANTISTICHE aziendali della Concessionaria; Videosorveglianza 
Gestione dei flussi di scambio con enti esterni alla Concessionaria; Il sistema di videosorveglianza, attuato 
Integrazione dei sistemi periferici, con lo svolgimento delle attività attraverso 58 punti di controllo per un seguenti: totale di 174 telecamere, è dotato di - acquisizione dei dati rilevati; un software di analisi delle immagini in - elaborazione dei dati ricevuti e trasformazione in informazioni grado di rilevare eventuali anomalie strutturate; - segnalazione all’operatore di allarmi relativi ad eventi o anomalie; di funzionamento degli apparati; - invio di dati e comandi di gestione o diagnostica. quali ad esempio code, rallentamenti improvvisi e incidenti. Le postazioni lungo l’asse autostradale sono posizionate in corrispondenza Il costante monitoraggio dell’A35 24 h su 24 da parte del personale delle piazzole di emergenza (ved. Foto presente in Centrale Operativa e del personale addetto al pronto intervento 1). Le immagini rilevate dai posti di garantisce agli utenti un servizio di alta qualità e affidabilità. ripresa Autostradale vengono riprodotte con diverse modalità sul “videowall” collocato all’interno della Centrale Operativa. Per le zone più sensibili (interconnessioni e caselli) gli operatori della Centrale Operativa disporranno di immagini in continuo, mentre per i posizionati lungo l’asse Foto 1 – Gruppo tecnologico situato presso le piazzole di emergenza
tratti autostradali non sensibili riceveranno immagini a rotazione provenienti da ciascun sito di ripresa. 2 Ciascuna anomalia rilevata dal sistema di analisi viene segnalata mediante 
fornire dati statistici sul traffico; la comparsa di un avviso sullo schermo dell’operatore. 
individuare veicoli fermi; 
individuare veicoli contromano. Il sistema è in grado di elaborare ed inviare le segnalazioni di pericolo in Soccorso agli utenti tempo reale alla Centrale Operativa. Inoltre può fornire ad intervalli Le eventuali richieste di soccorso attivate mediante le predeterminati informazioni sullo stato del traffico (regolare, rallentato, 54 colonnine SOS (una ogni 0,5 km – Fig. 2) vengono intenso, fermo), la velocità media di percorrenza per ciascun tratto in un ricevute direttamente dagli operatori della Centrale dato arco temporale, sulla presenza di materiali dispersi aventi ingombro Operativa (C.O.) che, oltre al collegamento audio, minimo prefissato, ecc. potranno verificare le immagine video proveniente dal sistema di telecamere “DOME” posizionate presso le piazzole SOS. La A35 è dotata altresì di sensori di conteggio traffico montati presso le Foto 2 – Colonnina SOS
postazioni dei PMV in itinere. Informazione agli utenti Sistema di monitoraggio della viabilità Una piattaforma software per l’acquisizione e l’analisi di immagini video applicata alla rilevazione automatica in tempo reale di eventi che influiscono sullo stato del traffico veicolare. Il sistema si basa sulla rilevazione effettuata da una telecamera che inquadra il tratto autostradale di interesse e mediante le successive elaborazioni delle immagini consente ad esempio di: 
classificare le condizioni di traffico; Per l’informazione in tempo reale agli utenti in transito sono presenti 16 Pannelli Messaggio Variabile (PMV) in itinere (Foto corrispondenza 3), dei 10 in punti d’accesso all’autostrada e 26 Foto 3 – PMV in itinere con messaggio di prova 3 maxi display posizionati alle porte di ingresso delle stazioni. Tutti i messaggi attrezzate per l’attuazione delle attività atte a garantire la piena agibilità (tempi di percorrenza, segnalazione di incidenti, code, lavori, percorsi dell’autostrada (spargimento soluzioni saline, sali). alternativi ecc.) vengono inseriti dalla Centrale Operativa grazie ad un Lungo l’asse autostradale inoltre è presente un sistema antinebbia di apposito software. delimitazione ottico della carreggiata, in un rapporto di un elemento ogni 50 m. Impianto radio A35 è dotata di un sistema di comunicazione radio dedicato che copre tutta Monitoraggio dei Cantieri la tratta di competenza Brebemi il collegamento tra gli Ausiliari Viabilità, le Il monitoraggio dei cantieri è anch’essa una attività importante in capo alla squadre di manutenzione e gli operatori presso la C.O. Centrale Operativa al fine di gestire e supervisionare eventuali situazioni di È attraverso tale collegamento che viene garantita la copertura radio a rallentamento dovute alle lavorazioni, coordinando l’eventuale intervento servizio della Polizia Stradale e il coordinamento tra le stesse pattuglie e il degli Ausiliari Viabilità per garantire la massima scorrevolezza e la sicurezza C.O.A. (Centro Operativo Autostradale) di Novate Milanese gestito dalla del traffico. Polizia Stradale. Nella figura 3 è riportato lo schema planimetrico delle dotazioni Monitoraggio delle condizioni meteo impiantistiche (telecamere, stazione meteo, sensori per il rilevamento della Lungo la A35 sono collocate 16 centraline meteo in grado di rilevare i dati temperatura dell’asfalto, colonnine SOS) collocate in corrispondenza delle meteorologici puntuali (temperatura e umidità dell’aria, nebbia, pioggia, piazzole di sosta di emergenza/sosta tecnica. condizioni ambientali) e rendere disponibile mediante opportuno software di elaborazione dati l’insorgere di condizioni pericolose per il traffico, quali verreglass, ghiaccio sulla carreggiata. I dati elaborati forniscono le informazioni utili per il pronto intervento delle squadre appositamente 4 Di seguito l’elenco dei principali impianti per il controllo e la sicurezza dell’Autostrada: Fig. 3 – Schema planimetrico delle dotazioni impiantistiche collocate in corrispondenza alle piazzole di sosta di emergenza/sosta tecnica. Principali impianti per il controllo e la sicurezza DESCRIZIONE QUANTITA' 1. Pannelli a messaggio variabile in itinere 16 2. Pannelli a messaggio variabile nei punti di accesso all'autostrada 10 3. Sistema di delimitazione ottico della carreggiata antinebbia 1/50 m 4. Stazioni di rilevazione dati meteo (posizionate in corrispondenza dei punti critici, viadotti svincoli) 16 5. Colonnine di richiesta soccorso presso le piazzole di emergenza 54 (1/2 km) 6. Sensori conteggio traffico montati presso le postazioni PMV 16 7. Sistema di videosorveglianza autostradale, postazioni di ripresa con 2 telecamere orientate lungo l'asse che eseguono l'analisi del traffico e una DOME per monitoraggio piazzole 174 5 I SERVIZI INVERNALI Tra le attività di gestione in carico alla Società Argentea SCpA figurano 7. Definizione delle condizioni meteo e del rischio di formazione di ghiaccio; anche i cosiddetti “Servizi invernali”, ovvero quell’insieme di procedure ed 8. Controllo della pavimentazione da parte del personale addetto; azioni il cui scopo è di assicurare la regolare funzionalità dell’autostrada al 9. Eventuale trattamento di salatura preventiva; presentarsi di condizioni atmosferiche avverse quale la formazione di ghiaccio sulla piattaforma stradale e le precipitazioni nevose. Si tratta di un compito che richiede innanzitutto una serie di rilevanti misure organizzative, di seguito richiamate in estrema sintesi: 10. Operatività dei mezzi d’opera. Un accurato sistema previsionale e di monitoraggio delle condizioni meteorologiche (attraverso la raccolta e l’analisi dei dati provenienti dai 1. Attività di preparazione: inizia in primavera e consiste in Centri Meteo e dalle rilevazioni strumentali in situ) consente di attivare in un’accurata diagnosi di ogni singola attrezzatura e/o impianto; caso di neve innanzitutto gli intervenire preventivi, consistenti nello 2. Controlli, manutenzioni ed ispezioni dei mezzi e dei materiali con spargimento di sale sulla piattaforma stradale, in modo da rendere più adeguato anticipo rispetto alla stagione autunnale (in genere prima difficile il congelamento della neve. Nel caso di progressivo intensificarsi di luglio); della nevicata, viene disposta l’operatività su strada dei mezzi per lo 3. Rilascio delle autorizzazioni per il personale ed i mezzi esterni (entro la data di inizio attività); sgombero della neve. Questa operazione è compiuta attivando lungo l’autostrada contemporaneamente fino a 7 batterie composte ognuna da 4 4. Formazione del Personale addetto (interno ed esterno); mezzi sgombraneve (camion con lama frontale in acciaio da 4,5 m di 5. Informazione agli utenti (attraverso i Pannelli a Messaggio Variabile larghezza), seguiti ciascuno da uno spargisale che provvede a spandere posti all’ingresso e lungo tutto l’A35 e sul sito internet si comunicano agli utenti eventuali situazioni critiche). nuovamente il sale immediatamente a tergo dello sgombero. Questi mezzi operativi si muovono con velocità di 40‐50 km/h. 6. Verifica delle previsioni e delle allerta meteo; 6 Nelle aree dei piazzali, sulle rampe degli svincoli vengono invece utilizzati mezzi sgombraneve più leggeri con lame frontali in acciaio da 3.00 m di larghezza. Le dotazioni di mezzi per le operazioni invernali presenti presso il Centro di Fara Olivana comprendono: -
2 miscelatori per le soluzioni saline protetti da tettoia; -
4 cisterne in vetroresina da 70.000 litri complete di impianti elettrici e di approvvigionamento acqua, una coclea per il caricamento dei miscelatori); -
44 lame (28 da 4,5 m e 16 da 3,00); -
7 spargisale con attivatore di reazione; -
2 spandiliquido per soluzione di saline. 7 Collegamento autostradale di
Connessione tra le Città di
Brescia e Milano
(Brebemi – A35)
NOTE INFORMATIVE
APPENDICE 2
DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA 0 Barriera di esazione di Chiari Est (BS) Pannello a messaggio variabile in itinere Casello di esazione 1 Viadotto sul Serio (BG) – Fondazione di una pila Viadotto sull’Oglio (BS/BG) – Veduta delle pile e sistemazione delle sponde lato BS. Estate 2011
I VIADOTTI FLUVIALI Immagini a confronto Sezione trasversale dei conci degli impalcati dei viadotti fluviali. Viadotto sull’Adda (BG/MI) – Carro varo per la posa dei conci dell’impalcato. 2 Primavera 2014
Ponte sul Canale della Muzza (Trucazzano ‐
Viadotto sull’Adda (BG/MI) – Vista da valle 3 Viadotto sull’Adda (BG/MI) – Vista da valle Viadotto sull’Adda (BG/MI) – Vista da valle Estate 2011
LA GALLERIA DI TREVIGLIO Immagini a confronto Primavera 2014
4 Delineatori luminosi per la nebbia Innesto allo svincolo sulla SP 62 (BS) e pannello a messaggio variabile
SOX13‐sottovia S.P.72 prog.10+048 all’uscita del casello di Chiari Ovest Svincolo sulla SP 62 (BS) – Rotatoria inferiore
5 Svincolo sulla SP 62 (BS) – Rotatoria inferiore
Barriere antirumore – vista esterna
Interconnessione Nord con la TEM (Pozzuolo Martesana‐Melzo) 6 

Documenti analoghi