Bando - Autorita` portuale di Gioia Tauro

Commenti

Transcript

Bando - Autorita` portuale di Gioia Tauro
BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA
DEL GIORNO 15.12.2011
CIG
3
4
7
0
8
4
0
3
C
6
CUP
F
5
3
I
1
1
0
0
0
0
2
0
0
0
5
Oggetto: Appalto di esecuzione lavori e progettazione esecutiva dei Lavori di “Adeguamento strutturale banchine
e realizzazione terza via di Corsa tratto”D” banchina di levante”
1.1 DENOMINAZIONE
AGGIUDICATRICE
E
INDIRIZZO
UFFICIALE
DELL’AMMINISTRAZIONE
Denominazione: Autorità Portuale di Gioia
Tauro
Settore: Area Tecnica
Indirizzo: Contrada Lamia
CAP: 89013
Località/Città: Gioia Tauro
Stato: Italia
Telefono: + 39 0966 5886-
Fax: + 39 0966 588617
Posta elettronica:
Indirizzo internet: www.portodigioiatauro.it
[email protected]
Punti di contatto per informazione di carattere tecnico: 0966 588644
1.2 INDIRIZZO AL QUALE INVIARE LE OFFERTE E LE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
Denominazione: Autorità Portuale di Gioia Tauro
Servizio Responsabile: Area tecnica
Indirizzo: contrada Lamia
CAP: 89013
Località/Città: Gioia Tauro
Stato: Italia
Telefono: 0966 5886
Fax: + 39 0966 588617
Posta elettronica: [email protected]
Indirizzo internet:
www.portodigioiatauro.it
Pagina 1 di 12
Punti di contatto per informazioni in ordine alla gara: 0966 588644
1.3 INDIRIZZO PRESSO IL QUALE E’ POSSIBILE OTTENERE LA DOCUMENTAZIONE
Come punto 1.2)
1.4 INDIRIZZO PRESSO IL QUALE E’ POSSIBILE OTTENERE ULTERIORI INFORMAZIONI
Come punto 1.2)
2.
PROCEDURA DI GARA: P rocedura a perta ai sens i de ll'art. 55 d el D .Lgs. 163/ 2006 c on i l c riterio
dell’offerta eco nomicamente pi ù vantaggiosa a i sen si de ll’art. 83 del D .Lgs. 163/ 2006 g iusto decreto
presidenziale dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro. n. 77 del 25.10.2011.
3.
OGGETTO DELL’APPALTO
C.I.G.:
34708403C6
C.U.P.:
F53I11000020005
Luogo di esecuzione dei lavori
Gioia Tauro (RC)
Oggetto dell’Affidamento
Appalto di esecuzione lavori e progettazione esecutiva dei Lavori
di “Adeguamento strutturale banchine e realizzazione terza via di
Corsa tratto”D” banchina d i l evante” prevede l ’adeguamento
strutturale d egli el ementi d ella b anchina d i l evante al le n uove
prestazioni r ichieste a ll’infrastruttura di b anchina che d erivano
dall’approfondimento de l f ondale e da ll’aumento de lle
sollecitazioni d i c arattere s tatico e s ismico. L ’intervento sarà
realizzato n el p orto di G ioia T auro. I l tr atto in teressato
dall’intervento r icade ne l c omune di Gioia T auro e S an
Ferdinando.
L’appalto c omprende q uanto o ccorre, a pa rtire da l progetto
definitivo posto a base d i g ara p er l ’esecuzione del p rogetto
esecutivo e di t utte l e o pere e q uant’altro necessario p er
realizzare l’opera e r enderla f inita a p erfetta r egola d ’arte,
funzionale, del tutto rispondente alle finalità dell’Ente appaltante
e d a q uesto immediatamente e pienamente fruibile s enza al cun
ulteriore onere.
Importo complessivo dell’appalto
€ 32.653.128,29
Importo lavori soggetti a ribasso
€ 31.370.820,41
Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso
€ 477.728,23
Ulteriori oneri per la sicurezza non soggetti a
ribasso
€ 336.153,51
Importo progettazione, esecutiva e sicurezza in
fase di progettazione - servizi soggetti a ribasso
€ 468.426,14
Cauzione provvisoria 2%
€ 653.062,57
3.1 Importo per la qualificazione
Categoria prevalente OG7 con classifica VIII (illimitato) ai sensi art. 61 del DPR n. 207/2010.
Lavorazioni di cui si compone l’intervento
Pagina 2 di 12
CATEGORIE DI LAVORAZIONI
Lavorazioni, categorie e classifica (art. 61
importo
del del DPR n. 207/2010e s.m.i.)
Descrizione
Categoria Classifica
Opere marittime
VIII
OG7
€ 24.611.709,58
e di dragaggio
(illimitato)
Opere strutturali
OS21
V € 5.109.768,67
speciali
Acquedotti ecc.
OG6
IV € 2.127.070,39
%
Prevalente o
Scorporabile
77%
Prevalente
16%
Scorporabile
7%
Scorporabile
TOTALE complessivo lavori compresi oneri di sicurezza
TOTALE complessivo lavori soggetto a ribasso
€. 32.184.702,15
€ 31.370.820,41
TOTALE importo per progettazione
€
Subappaltabili
SI/NO
NO/SI Nei limiti
del 30%
NO/SI Nei limiti
del 30%
SI per intero
468.426,14
Per i lavori oggetto dell’appalto l’IVA non dovuta ai sensi dell’art. 9 comma 6, del D.P.R. 633/73.
Tra le categorie dell’appalto rientrano le lavorazioni appartenenti alla categoria OS 21 classe V che possono
essere eseguite dall’impresa aggiudicataria solo se in possesso di qualificazione, possono essere scorporate ai
fini d el R aggruppamento Temporaneo d i tipo v erticale, pos sono es sere subappaltate nei limiti de l 3 0% ad
impresa qualificata.
Classi e categorie della progettazione
classe VII Cat c – Opere di navigazione interna e portuali
€.
16.798.660,67
classe IX Cat c – Gallerie, opere sotterranee e subacquee, fondazioni speciali €.
5.109.768,67
classe III Cat a – Impianti idraulici
€.
2.127.070,39
classe I
Cat g – Strutture o parti di strutture in cemento armato ecc.
€.
7.813.048,91
Sono da intendersi quali prestazioni principali quelle appartenenti alla classe di progettazione VIIc e prestazioni
secondarie quelle appartenenti alla classe Ig, alla classe IXc ed alla classe IIIa.
4. DURATA DELL’APPALTO E TERMINE DI ESECUZIONE:
Il termine per la consegna del progetto esecutivo è fissato in giorni 30 naturali.
Il termine per l'esecuzione dei lavori è stabilito in mesi 26 naturali e consecutivi, decorrenti dalla data del verbale
di consegna dei lavori, salvo il minor tempo indicato in sede di offerta, che non potrà essere inferiori a mesi 18
dalla data del verbale di consegna dei lavori, art. 28 Capitolato Speciale di Appalto Norme Generali.
5. DOCUMENTAZIONE:
Documenti a pagamento:
x si
Prezzo: € 200,00
Condizioni e modalità di pagamento:
a) Il pr esente ba ndo di gara, tutti gli elaborati tecnici sono visionabili presso la sede de ll’Autorità P ortuale di
Gioia Tauro, ne i g iorni f eriali da l l unedì a l v enerdì da lle o re 9,00 a lle o re 1 2,00, pr evia a ppuntamento
prenotato v ia f ax a l n° 0966 5886 17 o via e -mail: [email protected] e c oncordato c on il
personale tecnico dell’Ufficio;
b) é obbl igatoria, a pena di esclusione, la presa visione della documentazione di gara (elaborati gr afici,
relazioni, computi, capitolato speciale di appalto, schema di contratto, ecc) ed il sopralluogo sulle aree e sugli
immobili interessati dai lavori.
Il presente bando di gara, il disciplinare con la domanda di ammissione, il computo metrico e l’elenco prezzi e gli
elaborati progettuali sono altresì disponibili sul sito www.portodigioiatauro.it.
6.
TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITÀ DI PRESENTAZIONE, DATA DI
APERTURA DELLE OFFERTE E PUBBLICAZIONI
Pagina 3 di 12
6.1 TERMINE PER IL RICEVIMENTO DELLE RICHIESTE DI DOCUMENTI O PER L’ACCESSO
AI DOCUMENTI: entro e non o ltre il termine di giorni 10 antecedenti il termine fissato per la ricezione
delle offerte.
6.2 TERMINE DI SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: entro e non oltre l e ore 12,00 del gi orno
13.12.2011
Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio dei concorrenti ove, per qualsiasi motivo,
lo stesso non giunga a destinazione in tempo utile.
Oltre il t ermine s tabilito n el b ando d i g ara n on s arà ritenuta v alida a lcun’altra o fferta a nche se
sostitutiva o aggiuntiva di offerta precedente.
6.3 INDIRIZZO A CUI FAR PERVENIRE LE OFFERTE:
Autorità Portuale di Gioia Tauro – Contrada Lamia – 89013 Gioia Tauro (RC).
6.4 APERTURA DELLE OFFERTE:
In seduta pubblica il giorno 15.12.2011 alle ore 11:00 Autorità Portuale di Gioia Tauro – Contrada
Lamia – 89013 Gioia Tauro (RC).
6.5 PUBBLICAZIONI
Tipo di pubblicazione
G.U.C.E.
Riferimenti
trasmesso on line in data 27.10.2011
G.U.R.I.
V^ Serie serie Speciale 04.11.2011
Due quotidiani a diffusione nazionale
La Repubblica e Il Sole 24 Ore
Due quotidiani a diffusione locale
Calabria Ora e Il Quotidiano della Calabria
Sito internet del ministero delle infrastrutture
www.serviziocontrattipubblici.it
Sito internet Regione Calabria
www.regione.calabria.it
Profilo del Committente
www.portodigioiatauro.it
7.
SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE:
Rappresentanti dei concorrenti e professionisti associati al concorrente, in numero massimo di due persone
ciascuno. I s oggetti m uniti di de lega o pr ocura, o dot ati d i r appresentanza le gale o direttori tecnici de i
concorrenti, c ome r isultanti da lla documentazione pr esentata, po ssono chiedere di v erbalizzare le p roprie
osservazioni
8.
CAUZIONE:
L'offerta dei c oncorrenti d eve essere corredata d a una ca uzione provvisoria pari al 2% dell’importo complessivo
dell’appalto, ai sensi dell'art. 75 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. ( Si applicano le disposizioni relative al beneficio
della riduzione del 50%, prevista dal comma 7 del medesimo articolo di legge).
9.
FINANZIAMENTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO:
Finanziamento: PON Reti e Mobilità e MIT
Corrispettivo: a corpo ai sensi degli articoli 53 del D.Lgs. n. 163/2006;
Modalità di pagamento: come previsto all’art. 87 del Capitolato Speciale di Appalto.
10. CONTRIBUZIONE A FAVORE DELL’AUTORITA’ DI VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI:
E’ fatto obb ligo a i concorrenti, a pena di esclusione, di p rovvedere a l v ersamento de lla c ontribuzione
prevista dall’art. 1, commi 65 e 67 de lla Legge 266/2005, da effettuarsi secondo le modalità previste dalla
Deliberazione dell’Autorità di Vigilanza del 03/11/2010.
Pagina 4 di 12
11. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
Sono ammessi alla gara i concorrenti di cui agli artt. 34, 35, 36, 37 del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i., costituiti da
imprese singole, riunite o consorziate ai sensi degli artt. 92 (commi 1 , 2, 3 e 4), 93 e 94 del DPR 207 del
2010 e s .m.i., ovvero da imprese c he i ntendano riunirsi o c onsorziarsi ai sensi dell’art. 37 (comma 8) de l
D.Lgs. 163/2006, nonché concorrenti con sede in altri Stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di
cui all’art. 47 del D.Lgs. 163/206, che non si trovino nelle cause di esclusione di cui all’art. 38 del D.Lgs. n.
163/2006 e s.m.i.
Sono altresì ammessi raggruppamenti temporanei con progettisti secondo quanto di seguito specificato.
12. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE PER LA
PARTECIPAZIONE – Requisiti per le imprese di costruzione e per i progettisti :
Essendo l ’importo a ba se di g ara superiore a euro 20.658.000,00 si applica il comma 6 de ll’art. 61 d el
D.P.R. 207/ 2010 pe r c ui l’impresa oltre a lla qua lificazione c onseguita n ella classifica VIII, deve av er
realizzato, nel quinquennio antecedente la pubblicazione del bando, una cifra di affari, ottenuta con i
lavori svolti mediante attività diretta e indiretta, non inferiore a 2,5 l’importo a base di gara;
Possono partecipare alla procedura di gara le imprese di costruzione in possesso di attestazione rilasciata da
società d i a ttestazione ( SOA) di cui al DPR 207 de l 2010 e s. m. regolarmente aut orizzata, in corso di
validità, c he doc umenti la qualificazione per costruzione e progettazione per cat egoria e c lassifica non
inferiore a ll'importo complessivo dell'appalto. Le s tesse imprese d evono, altresì, possedere i r equisiti d i
progettazione previsti dall’art. 263 e dall’art. 261 del DPR 207/2010, per come specificato alla lett. a, b, c e
d del successivo punto ”Requisiti generali e speciali per il servizio di progettazione”.
Le i mprese di costruzione in possesso dell’attestazione per progettazione e costruzione ma in carenza
dei requisiti richiesti di cui all’art. 263 del DPR 207/2010, devono indicare, o associare per mezzo di un
raggruppamento temporaneo di imprese uno o più progettisti di cui all’art. 90 comma 1 l ettere d), e), f), f
bis), g) e h) de l Codice dei contratti che siano in possesso dei requisiti indicati nel presente bando di gara,
alla lett. b) dei “Requisiti generali e speciali per il servizio di progettazione”.
Possono, altresì, partecipare le imprese di costruzione con qualificazione per sola costruzione . In tal
caso le stesse, fermo restando che l a qualificazione per sola costruzione de ve essere sufficiente a coprire
l’intero importo dei lavori, devono indicare, o associare per mezzo di un r aggruppamento temporaneo di
imprese, uno o p iù progettisti di c ui a ll’art. 90 c omma 1 l ettere d) , e ), f), f bi s), g) e h) del C odice de i
contratti, che siano in possesso anche dei requisiti di cui all’art. 263 e a ll’art. 261 del DPR 207/2010 per
come specificato alla lett. b) del capoverso, Requisiti generali e speciali per il servizio di progettazione”.
I soggetti ind icati/associati dovranno p rodurre l e d ichiarazioni in o rdine a l possesso d ei requisiti di
partecipazione dell’art. 263 del DPR 207/2010, per come indicato nel disciplinare di gara.
Per le ATI di tipo orizzontale dell’impresa di costruzione:
Nel c aso in c ui l’impresa di costruzione, in possesso di attestazione SOA per costruzione e
progettazione, o per sola costruzione faccia ricorso a ll’A.T.I. di t ipo o rizzontale, le a ssociazioni
temporanee di imprese di costruzione ed i consorzi di costruzioni di cui all’articolo 34, c.1, lettere d), e), f)
del D. Lgs. n. 16 3/2006, devono pos sedere i r equisiti d i q ualificazione S OA pr escritti, n ella seguente
misura: la c apogruppo nella m isura m inima de l 40%, mentre al le m andanti è r ichiesto il pos sesso dei
medesimi requisiti nella misura minima del 10%, purché l a somma dei r equisiti si a al meno pari a que lla
richiesta nel presente Bando. L’impresa mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti di qualificazione
in misura maggioritaria.
La percentuale di possesso dei requisiti dovrà in ogni caso corrispondere alla quota di partecipazione al
raggruppamento. Le imprese di costruzione riunite in ATI sono tenute ad eseguire i lavori ed a progettare
(nel caso di qualificazione anc he p er p rogettazione) nella pe rcentuale co rrispondente a lla quota di
partecipazione al raggruppamento.
Per le ATI di tipo verticale dell’impresa di costruzione:
Nel caso l’impresa di costruzione, in possesso di attestazione SOA per costruzione e progettazione, o
per sola costruzione, faccia r icorso all’ATI di tipo v erticale, le ass ociazioni temporanee di i mprese d i
Pagina 5 di 12
costruzione e d i consorzi di c ostruzione di cui a ll’art. 34, c . 1, l ettere d, e ), e f), del D.Lgs. n. 163/ 2006,
devono pos sedere i r equisiti d i qua lificazione S OA p rescritti, ne lla s eguente m isura: l a capogruppo de ve
possedere i requisiti prescritti con riferimento alla categoria prevalente, mentre a ciascuna mandante sono
richiesti i medesimi requisiti con riferimento alla categoria che la stessa intende assumere e ne lla m isura
indicata per l’impresa singola.
Per le ATI di tipo verticale tra impresa di costruzione e progettisti:
Nel caso l’impresa di costruzione faccia ricorso all’ATI di tipo verticale con i progettisti di cui all’art. 90 c.
1 l ett. d), e), f), f bis), g) e h) del Codice dei contratti: l’impresa di costruzione deve possedere i requisiti
necessari per l’intero importo dei lavori, mentre i progettisti dovranno possedere i requisiti di cui all’art. 263
nella misura richiesta nel presente bando di gara.
Sono ammesse a partecipare le associazioni miste.
La singola impresa di costruzione e le imprese di costruzione che intendono riunirsi in associazione
temporanea, qualora i n p ossesso de i r equisiti s ufficienti p er l ’assunzione in tegrale de i la vori p ossono
associare altre imprese di costruzioni qualificate anche per categorie ed importi diversi da quelli richiesti
nel bando, a condizione che i lavori eseguiti da queste ultime non superino il 20% dell’importo complessivo
dei l avori e che l'ammontare c omplessivo de lle qu alificazioni pos sedute da ci ascuna s ia a lmeno pari
all'importo dei l avori che saranno ad essa af fidati. Tali imprese devono pos sedere i r equisiti d i i doneità
professionale (art. 39, comma 1 del D.Lgs. n. 163/2006) e di ordine generale (art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006)
da attestare mediante apposita dichiarazione sostitutiva.
L'impegno di c ostituire i l R.T.I., a l f ine di garantirne l 'immodificabilità ai s ensi de ll'art. 37 c omma 9, de l
D.Lgs. n. 163/2006, deve specificare il modello, se orizzontale, verticale, misto ed anche se vi son imprese
cooptate, nonché le parti dell'opera secondo le categorie del presente bando che verranno eseguite da ciascuna
associata ai sensi dell'art. 92 del D.P.R. n. 207/2010.
La mancata i ndicazione dei s uddetti e lementi r elativi a lle f orme di raggruppamento, s alvo c he q uesti
possano essere r icavati co n immediatezza e con certezze da lla qua lificazione d elle i mprese r aggruppate,
costituisce motivo di esclusione.
E’ fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un’associazione temporanea o consorzio di
cui all’art. 34 comma 1 lett. d) ed e) del Codice dei contratti ovvero di partecipare alla gara anche in forma
individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in associazione o consorzio. Tale divieto si applica
anche ai soggetti di cui all’art. 34 coma 1 lett. f) del codice dei contratti.
I consorzi di cui all’art. 34 c omma 1 l ett. b) e c) del D.Lgs. 163/ 2006 sono tenuti, pena l’esclusione, ad
indicare i n s ede d i of ferta pe r qua li c onsorziati i l c onsorzio c oncorre, a que sti ul timi è f atto d ivieto d i
partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara.
Nel caso in cui l’impresa di costruzioni indichi più progettisti di cui all’art. 90 c. 1 lett. d), e), f),f bis) e h)
del Codice dei contratti, gli stessi dovranno presentare l’impegno a costituire in caso di aggiudicazione una
associazione temporanea d i p rofessionisti, con m andato co llettivo speciale a d uno di e ssi indicato come
capogruppo.
Il conc orrente dov rà e spressamente d ichiarare i n sed e di o fferta, a pena di esclusione, i l n ominativo de l
progettista i ncaricato dell’integrazione f ra l e v arie pres tazioni spe cialistiche e de l coo rdinatore p er la
sicurezza in fase di progettazione.
È obbligatoria, altresì, l’individuazione o l’associazione di un tecnico abilitato all’elaborazione della
relazione geologica.
Requisiti generali e speciali per il servizio di progettazione
a) Il progettista deve essere in possesso, a pena di esclusione,- dei seguenti requisiti:
1. iscrizione, a i s ensi dell’art. 90, c omma 7, del D. Lgs. 163/ 2006, ne gli a ppositi albi pr ofessionali d i
appartenenza;
2. non trovarsi in alcuna delle c ondizioni causa di e sclusione di cui all’art. 38 de l D.Lgs. 163/2006 e
rispettare i limiti di partecipazione alle gare di cui all’art. 253 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i.;
Pagina 6 di 12
3. le Società di ingegneria devono essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 254 del D.P.R. 207/2010;
4. le società professionali devono essere in possesso dei r equisiti di cui agli art. 254 e 255 del D.P.R.
207/2010.
Il progettista individuato o a ssociato siano esso persona fisica o giuridica, ed i l geologo, non dov ranno
partecipare o essere indicati da più soggetti partecipanti alla gara, pena la esclusione di tutti i pa rtecipanti
alla gara che li avessero associati o indicati.
Il progettista individuato o associato deve espressamente indicare:
- i nom inativi de i r esponsabili de lla p rogettazione con l a s pecificazione delle r ispettive qua lifiche
professionali, nonché, della pe rsona fisica i ncaricata de lla i ntegrazione tra l e v arie p restazioni
specialistiche;
- il nominativo del coordinatore per la sicurezza i n fase di progettazione esecutiva e l a relativa qualifica
professionale (D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.).
Il Raggruppamento temporaneo di professionisti, ai sensi dell’art. 253 del DPR 207/2010 deve prevedere la
presenza di un professionista abilitato da meno di 5 anni all’esercizio della professione.
b) Il progettista, indicato/associato ovvero il progettista facente parte della st ruttura tecnica del
concorrente, deve essere in possesso dei requisiti di cui alla lett. a del comma 1 dell’art. 263, del D.P.R.
207/2010 e s.m.i. e, pertanto, deve aver eseguito, un fatturato globale per servizi di cui all’art. 252 del
D.P.R. n. 207/2010, espletati nell’ultimi cinque esercizi antecedente l a data di pubblicazione de l
presente ba ndo, non inferiore a tre v olte l’importo de lla p rogettazione e c ioè non inferiore a €
1.405.278,42;
b.1) avere espletato negli ultimi dieci anni (2001 - 2010) antecedenti la pubblicazione del bando servizi di
progettazione preliminare, definitiva e/o esecutiva di cui all’art. 252 del D.P.R. n. 207/2010 relativi a
lavori a ppartenenti alle classi e categorie dei lavori pari a 2 volte cui s i r iferiscono i servizi da
affidare, per un importo globale per le classi e categorie sotto indicate almeno pari a quanto di seguito
riportato:
classe VIIc.
€. 33.597.321,34
classe IXc
€. 10.219.537,34
classe Ig
€. 15.626.097,82
classe IIIa
€. 4.254.140,78
b.2) avere svolto negli ultimi dieci anni (2001 - 2010) antecedenti la pubblicazione del bando due servizi di
progettazione definitiva e/ o esecutiva di c ui all’art. 252 del D.P.R. n. 207 /2010 relativi a i la vori,
appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, per un
importo totale non i nferiore allo 0.40 volte l’importo stimato dei lavori da progettare e pertanto, pari
a:
classe VIIc.
€. 6.719.464,27
classe IXc
€. 2.043.907,47
classe Ig
€. 3.125.219,56
classe IIIa
€. 850.828,16
b.3) avere un numero medio annuo del personale tecnico utilizzato negli ultimi tre anni (comprendente i
soci attivi, i dipendenti, ecc. per come r iportato al punto c dell’art. 263, del D.P.R. 207/2010) nella
misura di 2 volte l e uni tà stimate pe r lo svolgimento de ll’incarico e s timato per ta le inc arico in 6
unità.
•
Gli importi sono da intendersi al netto dell’I.V.A.
I s ervizi valutabili sono quelli i niziati e d ultimati ne l de cennio antecedente l a pubblicazione del ba ndo di
gara, ovvero la parte di essi ultimata nello stesso periodo per il caso di servizi iniziati in epoca precedente .
Ai fini del raggiungimento dei predetti importi saranno valutati esclusivamente i s ervizi per i qu ali è stata
svolta a lmeno la pr ogettazione d i l ivello definitivo o esecutivo, e non v erranno pr esi i n c onsiderazione
Pagina 7 di 12
servizi relativi a livelli di prestazione non corrispondenti ad essi (es. studi di fattibilità, preliminari etc.).
Nel ca so in cui g li i ncarichi s iano st ati r ealizzati con la compartecipazione d i al tri pr ofessionisti, dovrà
indicarsi l a quo ta p arte realizzata dal progettista d ichiarante, in proporzione alla qu ale v errà con siderato
l’importo dei lavori corrispondenti.
Detto requisito di progettazione deve ess ere documentato sulla b ase de ll’attività di p rogettazione d ella
propria s truttura t ecnica e /o, in c aso d i A TI, dell’attività s volta da i pr ogettisti de ll’impresa m andante,
(potendo eventualmente l’impresa concorrente sommare i requisiti della propria struttura a qu elli posseduti
dall’impresa mandante).
L’impresa concorrente qualificata per progettazione e costruzione deve documentare i suddetti
requisiti di progettazione sulla base dell’attività di progettazione della propria struttura tecnica e/o, in caso
di ATI con altra impresa qualificata anch’essa per progettazione e costruzione, dell’attività svolta dalla
struttura tecnica dell’impresa mandante, (potendo eventualmente l’impresa concorrente sommare i requisiti
della propria struttura a quelli posseduti dall’impresa mandante).
In caso di impresa di sola costruzione il m edesimo requisito deve esse re documentato sulla ba se
dell’attività di progettazione di soggetti di cui all’art. 90 comma 1 lettere d), e), f), f bis), g) e h) del Codice
dei contratti, indicati o associati.
Il possesso di tali requisiti progettuali deve es sere provato in s ede di g ara, m ediante di chiarazione
sostitutiva resa a termini di legge, secondo le previsioni del disciplinare di gara.
In caso di RTP - Nel ca so in cui il progettista indicato o associato dall’impresa di c ostruzioni s ia
rappresentato da un raggruppamento temporaneo fra soggetti di cui all’art. 90 del codice dei contratti: il
capogruppo dov rà pos sedere i r equisiti d i c he t rattasi nella m isura m inima de l 4 0%, m entre l e m andanti
dovranno possedere cumulativamente i restanti requisiti, purché la somma sia almeno pari a quella richiesta
nel presente bando.
La percentuale di possesso dei requisiti dovrà in ogni caso corrispondere alla quota di partecipazione al
raggruppamento.
12.1 Il possesso dei requisiti, verrà sottoposto a verifica secondo la procedura di cui all’art. 48 de l D.Lgs.
163/2006 e con le modalità di seguito indicate. I concorrenti sorteggiati, nonché il primo ed il secondo
classificato, dovranno, entro dieci giorni dalla data della richiesta, presentare documentazione idonea a
dimostrare l’effettivo possesso de i requisiti d ichiarati ch e dov ranno essere dimostrati m ediante la
produzione della apposita documentazione.
13. TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA:
180 giorni dalla scadenza fissata per la ricezione delle offerte.
14. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:
Offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell'art. 83 D.Lgs. n.163/2006, che sarà determinata da
una com missione g iudicatrice - nominata da ll'Amministrazione a i s ensi de ll'articolo 84 d el D .Lgs.
n.163/2006 - sulla ba se dei cr iteri sotto elencati e dei sub criteri e splicitati e m eglio dettagliati nel
disciplinare di gara:
1) Criterio 1 ) punti 40
2) Criterio 2) punti 50
3) Criterio 3) punti 5
4) Criterio 4) punti 5
15. ALTRE INFORMAZIONI.
a) Non sono ammessi a partecipare alla gara i concorrenti ed i progettisti individuati o associati, per i quali
sussistono le c ause d i esclusione di c ui all’art. 38 D.Lgs. 163/2006 e su ccessive m odifiche e d
integrazioni;
Comporta un’incapacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione l’irrogazione di sanzioni
interdittive nei confronti della persona giuridica emessa ai sensi del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 per
reati contro la Pubblica Amministrazione o il patrimonio commessi nell’interesse o a vantaggio della
persona giuridica medesima.
Pagina 8 di 12
Al di fuori dei casi previsti e disciplinati dall'art. 38 lett. b), c) ed m-ter) del D.Lgs. 163/2006, come introdotto
dalla L. 15 luglio 2009 n. 94 “Disposizioni in materia di sicurezza pubblica”, comporta l’esclusione dalla gara
la p resenza d i co ndanne d efinitive ( sentenze d i co ndanna p assate i n g iudicato, d ecreti p enali d i co ndanna
divenuti irrevocabili o sentenze d i a pplicazione d ella p ena su r ichiesta, ai s ensi dell’art. 4 44 d el c odice d i
procedura p enale) co n r iferimento a t utte l e persone f isiche co mponenti i l co ncorrente ch e s iano t itolari d i
responsabilità legale, di poteri contrattuali o di direzione tecnica: per delitti commessi dal titolare in caso di
impresa individuale dai soci in caso di società di persone, da tutti i soci accomandatari se si tratta di società in
accomandita s emplice, d agli a mministratori muniti d i poteri d i r appresentanza s e si tr atta d i a ltro tip o di
società o consorzio, dai procuratori o gli institori qualora l’offerta sia presentata da tali soggetti, per i seguenti
delitti previsti dal codice penale:
-
reati contro la pubblica amministrazione dall’art. 314 all’art. 322-bis c.p., artt. 353, 354, 355 e
356 c.p.;
-
reati contro l'ordine pubblico artt. 416, 416-bis, 416-ter, 421;
-
reati contro la fede pubblica dall'art. 453 all'art. 456, art. 467, 468, 469, 471, dall'art. 482
all'art. 492;
-
reati contro il patrimonio artt. 625 n. 2, 3, 4, 5, artt. 628, 629, 630, 640, 640-bis, 640-ter, 644,
648, 648-bis;
-
rimozione od omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro art. 437 c.p.;
-
reati previsti e puniti dal Titolo III Capo I del DPR 309/1990 e successive modifiche e
integrazioni( T.U. sugli stupefacenti).
E’ fatta salva, comunque, l’applicazione degli artt. 178 del codice penale e 445, comma 2, del codice
di procedura penale e 460 comma 5, c.p.p, riguardanti rispettivamente la riabilitazione emessa dal
Tribunale di Sorveglianza e l’estinzione del reato per decorso del tempo nel caso della pena
patteggiata o decreto penale di condanna accertata con provvedimento del giudice dell’esecuzione.
E’ i n ogni caso demandata al la C ommissione d i g ara l a v alutazione d i a ltre fattispecie di reato non
espressamente so pra r ichiamate e r ilevanti a i fini dell’esclusione da lla g ara in r elazione a f atti l a cu i
natura e con tenuto siano idonei a d incidere ne gativamente su l r apporto f iduciario con la stazione
appaltante: in og ni caso, la Commissione di gara è chiamata ad effettuare un a concreta v alutazione
dell’incidenza della condanna s ul v incolo fiduciario, avendo riguardo a lla gravità de l reato e d a lla s ua
incidenza c on il rapporto c ontrattuale da i nstaurare c on l’impresa ( v. de terminazione n. 1 / 2010
A.V.C.P).
La Commissione s i r iserva l a pos sibilità d i e scludere da lla g ara le imprese pe r l e qu ali a ttraverso la
consultazione de l c asellario Informatico dell’Autorità di V igilanza o in qualunque a ltro modo r ilevato,
emergano casi d i g rave ne gligenza o malafede i ntervenuti ne ll'ambito di r apporti ne goziali c on a ltre
Stazioni Appaltanti, ove reiterati e seri e derivanti da uno o più committenti pubblici (v. determinazione
n. 1/2010 A.V.C.P).
b) Non sono ammesse, a pena esclusione, le offerte condizionate o quelle espresse in modo indeterminato o
con riferimento ad offerta relativa ad altro appalto, le offerte in aumento o alla pari, le offerte parziali e/o
condizionate e/ o limitate; non sono altresì am messe, a pe na di esclusione dalla gara, le offerte che
rechino abrasioni, ovvero correzioni non espressamente confermate o sottoscritte;
c) Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida;
d) In caso di offerte con punteggio c omplessivo uguale, vince i l concorrente con il punteggio t ecnico più
elevato. In caso di ulteriore pareggio si procederà al sorteggio;
e) Il C apitolato Generale de gli a ppalti di c ui a l D M 145/2000 costituirà p arte integrante del contratto
d’appalto;
f) Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati
di traduzione g iurata. Le firme dei concorrenti sulla domanda, sull’offerta e sulle autocertificazioni
devono essere leggibili, non apposte sul timbro dell’impresa, e tali da individuare l'identità del
sottoscrittore.
Pagina 9 di 12
g) Gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora espressi in
altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;
h) Il contratto d’appalto verrà stipulato sotto condizione risolutiva in caso di informativa interdittiva o anche
atipiche. Tale clausola sarà ulteriormente inserita nel contratto di appalto.
i) Il contratto d’appalto conterrà le seguenti clausole:
ia) obbligo dell’impresa aggiudicataria di comunicare all’Ente committente, ai fini delle necessarie verifiche
antimafia i dati di tutte le imprese e Società anche unipersonali ed assetti societari delle stesse, coinvolte
nel piano di affidamento.
id) risoluzione de l c ontratto d ’appalto, c on l ’obbligo pe r l ’aggiudicatario di i nserimento de lla m edesima
clausola di risoluzione anche per i relativi sub-contratti e sub-affidamenti, a seguito di esito interdittivo,
anche atipiche o s upplementari delle informative a ntimafia em esse da lla P refettura com petente n ei
confronti de ll’aggiudicatario o de l c ontraente, c on l ’espressa p revisione ch e i n tali ipotesi l ’Ente
committente pro cederà a utomaticamente alla revoca dell’appalto, dell’autorizzazione de l s ub-contratto,
del sub-affidamento ed all’automatica risoluzione di qualsiasi vincolo.
ie) obbligo per l’impresa aggiudicataria di riferire tempestivamente al Nucleo operativo per le opere
pubbliche presso la Prefettura, ogni illecita richiesta di denaro, prestazione, o a ltra utilità ovvero offerta
di pr otezione a vanzata ne l c orso di e secuzione de i l avori ne i c onfronti di u n pr oprio rappresentante,
agente o dipendente delle imprese subappaltatrici e da ogni altro soggetto che intervenga a qualsiasi
titolo nella realizzazione d ell’intervento e d i c ui lo st esso v enga a c onoscenza, c on la e spressa
previsione c he i n ogni c aso l ’assolvimento di t ale obbligo no n esime d alla presentazione di
autonoma denuncia per i medesimi fatti all’Autorità giudiziaria.
if) espressa s tatuizione che l ’inosservanza da pa rte d ell’aggiudicatario de gli obbl ighi pos ti a suo
carico e sopra i ndicati c onfigura una fattispecie di inadempimento c ontrattuale, c onsentendo a lla
Stazione appaltante di chiedere anche la risoluzione del contratto d’appalto.
ig) clausola con la quale l’impresa aggiudicataria assume l’obbligo di tracciabilità dei flussi finanziari
(art.3 comma 8 della Legge n. 136/2010 - (Piano straordinario contro le mafie);
ih) clausola di immediata risoluzione nei casi in cui l’appaltatore esegua transazioni senza avvalersi di
banche o della società Poste italiane Spa.
ii) risoluzione de l c ontratto o a r evocare l e a utorizzazioni r ilasciate ai sub c ontratti di varia n atura
nella ipotesi che nella fase di esecuzione dei lavori, del servizio di autotrasporto o della fornitura
vengano a ccertate a nche a s eguito d elle verifiche i spettive l a grave violazione d elle nor me di
sicurezza sui lavori, di sicurezza stradale ed impiego di lavoratori in nero.
j) L’impresa aggiudicataria si impegna con apposita clausola contrattuale a comunicare all’Ente appaltante
i dati relativi alle società ed alle imprese, con riferimento ai loro assetti societari, chiamate a r ealizzare
l’intervento nei cantieri, compresi i nominativi dei soggetti ai quali vengono affidate le seguenti forniture
e servizi ivi compresi quelli ritenuti sensibili ai sensi dell’art. 118, comma 11 del D.Lgs. n. 163 del 2006
e s.m.i.: Trasporto di materiali a discarica; Smaltimento rifiuti; Fornitura e/o trasporto terra; Acquisizioni,
dirette o indirette, di materiale da cava per inerti e di materiale da cava di prestito per movimento terra;
Fornitura e/o trasporto di calcestruzzo; Fornitura e/o trasporto di conglomerato bituminoso; Noli a freddo
di m acchinari; F ornitura c on pos a i n ope ra e nol i a c aldo qua lora non de bbano e ssere a ssimilati a
subappalto ai sensi dell’art. 118, C omma 11, de l decreto legislativo 163/2006. L’impresa aggiudicataria
si as sumerà, altresì, l’impegno di com unicare a ll’Ente appa ltante l’elenco nom inativo de l pe rsonale a
qualunque titolo operante nel cantiere ed a r iferire t empestivamente al l’Ente p rocedente og ni illecita
richiesta d i denaro, prestazione, o altra utilità ovvero offerta di protezione avanzata nel corso di
esecuzione de i l avori ne i c onfronti di un pr oprio r appresentante, a gente o di pendente. Il m edesimo
obbligo verrà a ssunto da lle i mprese subappaltatrici e d a o gni a ltro soggetto c he i ntervenga a
qualsiasi titolo nella realizzazione dell’intervento.
k) Gli e ventuali s ubappalti, disciplinati a i s ensi de lle v igenti le ggi, saranno a utorizzati a c ondizione che
siano indicati e richiesti in sede di offerta.
l) I pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario
che è obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle
Pagina 10 di 12
fatture quietanzate con l’indicazione de lle r itenute a g aranzie ef fettuate. Qualora l ’aggiudicatario non
trasmetta le fatture quietanzate del subappaltatore o del cottimista entro il predetto termine, la stazione
appaltante sospenderà il successivo pagamento a favore dello stesso, secondo quanto previsto dall’art.
118 de l D .Lgs. 163/06 e successive integrazioni e m odifiche. Per l’attività di p rogettazione in
affidamento, il progettista potrà avvalersi del subappalto secondo le disposizioni dettate dall’art. 91 c . 3
del D .Lgs. 163/ 2006. In caso di s ubappalto, r esta comunque i mpregiudicata l a responsabilità de l
progettista.
m) La m ancata di sponibilità al l’espletamento della p rogettazione ese cutiva da pa rte de l prog ettista
individuato dal concorrente comporterà la risoluzione del contratto di appalto in danno dell’Appaltatore
con incameramento della cauzione salvo maggiori danni, fermo r estando, i n caso di forza maggiore, la
facoltà della stazione appaltante di considerarne la sostituzione con altro progettista di suo gradimento, in
possesso dei requisiti richiesti dal p resente ba ndo e che non ricada ne lle cause di esclusione sop ra
indicate.
n) L’Ente Appaltante si riserva la facoltà prevista dal Codice dei Contratti (art. 140 commi 1, 2 de l D.Lgs.
163/2006 e s uccessive m odificazioni di cui a l D.Lgs. 152/ 2008 - Procedure d i affidamento in c aso d i
fallimento dell'esecutore o risoluzione del contratto per grave inadempimento dell'esecutore).
o) Tutte le controversie de rivanti da l contratto s aranno deferite a lla c ompetenza dell’Autorità G iudiziaria
del Foro di Palmi con esclusione della giurisdizione arbitrale.
p) Le imprese, per il solo fatto che partecipano alla presente procedura di gara, accettano esplicitamente e
totalmente tu tti i p atti, le c ondizioni, i v incoli, gli obbl ighi e le c lausole s tabilite d al pr esente b andodisciplinare, dal Capitolato Speciale di Appalto e dal Contratto, nessuna esclusa.
q) L’Ente Appaltante si r iserva il diritto di annullare la g ara, di r inviare l’ apertura delle offerte o di non
procedere all’aggiudicazione, in qualsiasi momento, senza che gli offerenti possano avanzare pretese di
qualsiasi genere e natura.
r) Il c ontratto, a t ermini de ll’art.11 c omma 10 de l D.Lgs. 163/2006, non po trà e ssere s tipulato p rima di
trentacinque g iorni da ll’invio dell’ultima delle c omunicazioni de l pr ovvedimento di a ggiudicazione
definitiva a i s ensi de ll’art. 79, fatto s alvo qua nto pr evisto a l c omma 10 -bis de l m edesimo articolo di
legge. La stipula dovrà comunque avvenire, sensi dell’art. 11 comma 9) del D.Lgs. 163/2006, entro 180
giorni de correnti da lla da ta di efficacia de ll’aggiudicazione de finitiva e r imane subor dinata a ll’esito
positivo delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia ed alla consegna
del piano di sicurezza, ai sensi dell’art. 131 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. Le richieste di chiarimenti o
documenti da parte della Stazione appaltante sospende i termini di cui all'art. 12 comma 1 del D.lgs. n.
163/2006.
s) E’ vietata l’associazione in partecipazione. Salvo quanto disposto ai commi 18 e 19 del’art. 37 del D.Lgs.
163/2006 è v ietata qua lsiasi m odificazione a lla c omposizione de i raggruppamenti t emporanei e d ei
consorzi ordinari di concorrenti e di progettisti rispetto a quella risultante dall’impegno presentato in sede
di offerta (art. 37 c. 9 D.Lgs. 163/2006).
t) Il contratto verrà stipulato in forma pubblica amministrativa presso la sede dell’Ente Appaltante; sono a
carico dell’impresa ag giudicataria le spese di contratto e t utti g li o neri co nnessi alla r elativa st ipula
compresi quelli tributari.
u) Le r ichieste di chiarimento, dov ranno pe rvenire a m ezzo f ax o e -mail, a ll’attenzione de l R .U.P e de l
responsabile del Procedimento di gara secondo della natura della richiesta , entro e non oltre il termine
di giorni dieci antecedenti il termine fissato per la ricezione delle offerte.
Le risposte alle richieste di chiarimenti che possano rivestire carattere di interesse generale saranno inserite sul
sito internet www.portodigioiatauro.it, che i c oncorrenti s ono qui ndi i nvitati a cons ultare pr ima de lla
presentazione dell’offerta.
Si effettueranno le comunicazioni previste agli artt. 79 comma 5 e 75 comma 9 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i
ai soggetti ivi indicati, con le modalità e nei termini previsti negli articoli medesimi.
Tutte l e com unicazioni i nerenti l a proc edura i n oggetto saranno effettuate vi a f ax o posta e lettronica
certificata. A ta l f ine il c oncorrente dov rà obb ligatoriamente indicare ne l m odello A llegato 1, ol tre al
Pagina 11 di 12
domicilio eletto, il numero di fax o l’indirizzo di posta elettronica certificata al quale acconsente che siano
inoltrate le comunicazioni. In caso di indicazione di più indirizzi per le comunicazioni, l’Ente Appaltante si
riserva a suo insindacabile giudizio di scegliere il mezzo di comunicazione più idoneo.
È obbl igo del con corrente com unicare t empestivamente all’ente v ia f ax al num ero 0966/588627 ogni
variazione sopravvenuta nel corso della procedura di gara circa il numero di fax/ posta elettronica certificata
già indicato nel modello A) cui ricevere le comunicazioni.
L’Ente Appaltante e ffettuerà tutte le comunicazioni ex art. 79 D .Lgs. 163/06 e s.m.i. mediante
comunicazione s intetica, rinviando per i pr ovvedimenti e d i de ttagli de lla procedura, al si to web. La
Stazione Appaltante non assume responsabilità, in ordine a bandi pubblicati su altri siti internet non ufficiali
con versioni modificate, manipolate o comunque manomesse da terzi diversi da quello di cui al punto 1.2 del
presente bando di gara.
Si i nforma c he a i s ensi de ll’art. 13 D Lgs 30.06.2003 n. 196 i dati r accolti saranno trattati esclusivamente
nell’ambito de lle a ttività i stituzionali de ll’Ente A ppaltante e ch e l’impresa d ovrà esp ressamente r ilasciare
l’autorizzazione al trattamento dei dati medesimi.
Il Responsabile del Procedimento
F.to Ing. Saverio Spatafora
Pagina 12 di 12