LINGUAGGIO HTML – FRAMES (RIQUADRI oppure CORNICI)

Commenti

Transcript

LINGUAGGIO HTML – FRAMES (RIQUADRI oppure CORNICI)
LINGUAGGIO HTML – FRAMES (RIQUADRI oppure CORNICI)
<FRAMESET></FRAMESET>
Definisce la struttura di base dei frames. Se si include questo tag in un file HTML, non si può includere anche un
tag <BODY>. Questi due tag si escludono a vicenda.
• COLS
Definisce il numero delle colonne di riquadri. La divisione dello schermo viene eseguita in senso verticale. La
larghezza di ciascun riquadro può essere definita in tre modi: in modo esplicito con i pixel, come una
percentuale rispetto alla larghezza totale della pagina oppure con un asterisco. L’asterisco chiede al browser
di utilizzare per il riquadro specificato il massimo spazio possibile.
• ROWS
Definisce il numero di righe di riquadri. La divisione dello schermo viene eseguita in senso orizzontale.
Valgono considerazioni analoghe alle precedenti per quanto riguarda il modo di definire l’altezza di ciascun
riquadro.
• FRAMEBORDER
Mostra oppure nasconde il bordo del frame (valori possibili: yes oppure no)
• BORDERCOLOR
Modifica il colore del bordo del frame.
• FRAMESPACING
Viene utilizzato per controllare quanto spazio c’è tra i frames, ovvero quanto grande sono i bordi. Per ragioni
storiche legate all’evoluzione dei browser di Microsoft e Netscape, è consigliato utilizzare
contemporaneamente FRAMESPACING e BORDER, con lo stesso valore. In particolare, per ottenere una
pagina web divisa in frames, ma senza spazio fra i bordi, bisogna specificare FRAMESPACING,
FRAMEBORDER e BORDER tutti con valore nullo.
• BORDER
Modifica la dimensione del bordo del frame. Il valore dell’attributo è espresso in pixel.
<FRAME>
Definisce il contenuto di un riquadro.
• SRC
L’indirizzo URL del documento che deve essere visualizzato in un riquadro.
• MARGINWIDTH
Le dimensioni in pixel dei margini laterali di un riquadro. Per regolare il margine che si trova a lato di un
documento in un riquadro, si deve assegnare a questo attributo il numero di pixel desiderato.
Sostanzialmente, viene specificato il margine orizzontale (in pixel) da lasciare tra il contenuto dei frame e il
loro bordo.
• MARGINHEIGHT
Le dimensioni in pixel dei margini superiore e inferiore di un riquadro. Per regolare il margine che si trova
sopra e sotto un documento in un riquadro, si deve assegnare a questo attributo il numero di pixel desiderato.
Sostanzialmente, viene specificato il margine verticale (in pixel) da lasciare tra il contenuto dei frame e il loro
bordo.
• SCROLLING
Attiva o disattiva la visualizzazione delle barre di scorrimento in un riquadro. E’ possibile usare i valori YES,
NO e AUTO (default).
(AUTO) Normalmente, se il contenuto di un riquadro occupa uno spazio superiore all’area disponibile, il
browser aggiunge automaticamente le barre di scorrimento sul lato destro o inferiore del riquadro, in modo
che l’utente possa scorrere liberamente il contenuto del documento.
(NO) Assegnando all’attributo SCROLLING il valore NO si disabilita la visualizzazione delle barre di
scorrimento nel riquadro corrente. Se si imposta questo valore e il testo del documento non può essere
completamente visualizzato nel riquadro, l’utente non sarà più in grado di visualizzare il testo “mancante”.
(YES) Assegnando all’attributo SCROLLING il valore YES, le barre di scorrimento vengono sempre incluse
nei riquadri, indipendentemente dal fatto che il documento rientri o meno nel riquadro.
• NORESIZE
Impedisce all’utente di ridimensionare i riquadri. Normalmente l’utente ha la possibilità di spostare i bordi dei
riquadri con un trascinamento del mouse. Per bloccare i bordi e impedirne lo spostamento, si deve usare
l’attributo NORESIZE.
<NOFRAMES>
Definisce il testo che dovrà essere visualizzato dai browser Web che non supportano l’uso dei riquadri. La
sintassi è la seguente:
........
<FRAMESET>
Qui si specifica il codice per la definizione dei riquadri
<NOFRAMES>
Includere il testo, i link e i tag HTML desiderati
</NOFRAMES>
</FRAMESET>
........
<BASE TARGET=”finestra”>
Definisce la finestra di destinazione di un documento.
Nomi speciali per l’attributo TARGET:
•
TARGET=”_blank”
Carica il documento richiamato dal tag <A> in una nuova finestra “senza nome”.
•
TARGET=”_self”
Fa in modo che il documento richiamato dal tag <A> venga caricato nella finestra o nel riquadro relativo
al tag <A>. Questo è il valore predefinito.
•
TARGET=”_parent”
Fa in modo che il link venga caricato nel <FRAMESET> di livello superiore rispetto al documento
corrente. Ma se il documento corrente non ha alcun <FRAMESET> superiore, viene usato
TARGET=”_self”.
•
TARGET=”_top”
Fa in modo che il link venga caricato nell’intera finestra del browser, sostituendo interamente la
suddivisione definita dal tag <FRAMESET>. Ma se il documento corrente è già in questa situazione,
viene utilizzato TARGET=”_self”.
Attributo TARGET
Il tag <A> possiede un attributo che ha il seguente aspetto: TARGET="nome_finestra".
Normalmente, se si fa clic su un link, il contenuto della nuova pagina sostituisce quello della pagina attualmente
visualizzata nella finestra del browser. Si può fare in modo che il contenuto della nuova pagina venga visualizzato in una
nuova finestra, lasciando che la pagina chiamante continui ad essere visualizzata nella propria finestra.
L'attributo <TARGET> chiede al browser Web di visualizzare le informazioni puntate dal link in una finestra distinta,
chiamata nome_finestra.
Quando si usa l'attributo <TARGET> all'interno di un tag <A>, il browser controlla anzitutto se esiste una finestra
chiamata nome_finestra. Se tale finestra esiste, il documento puntato dal link sostituisce il contenuto corrente della
finestra. Se invece la finestra non esiste, viene aperta una nuova finestra del browser e le viene assegnato il nome
specificato. Quindi il documento puntato dal link viene caricato nella nuova finestra appena creata.
Tag <BASE>
Quando si utilizza l'attributo <TARGET> con i link, talvolta si verifica una situazione in cui tutti o la maggior parte dei link
di una pagina Web puntano alla stessa finestra. Questo avviene in particolar modo quando si utilizzano i riquadri.
In questi casi, invece di includere un attributo <TARGET> in ogni tag <A>, si può usare un altro tag, <BASE>, per definire
una destinazione globale per tutti i link di una pagina Web. Il tag <BASE> ha la forma seguente:
<BASE TARGET="nome_finestra">
Se si include il tag <BASE> nel blocco <HEAD>...</HEAD> di un documento, ogni tag <A> che non ha un corrispondente
attributo <TARGET> visualizzerà il documento nella finestra specificata da <BASE TARGET="nome_finestra">.

Documenti analoghi