In volo con l`aeroporto - Rotary Club Bologna Sud

Commenti

Transcript

In volo con l`aeroporto - Rotary Club Bologna Sud
14
Ottobre
NOI BOLOGNESI - Ristorante Nonno Rossi, ore 20,00 con familiari e ospiti
In volo con l’aeroporto
Enrico Postacchini
un ambizioso progetto
Enrico Postacchini, nato a
Bologna
nel
1958,
è
amministratore delegato di
un'azienda di abbigliamento.
Presidente dell'Associazione
Commercianti di Bologna dal
giugno 2008 ricopre importanti
cariche in vari enti regionali e
nazionali. Dal 27 giugno 2014
è presidente dell'Aeroporto G.
Marconi spa e in questa veste
si propone di dare un forte
impulso a una struttura di
vitale importanza per il futuro della città e della regione
Le prossime serate del Club
21
Ottobre
28
Ottobre
4
Novembre
Che Italia?
Nino Benvenuti
La guerra, Trieste, l’Italia
Noi bolognesi
Andrea Babbi
Il turismo, miniera d’oro
Che Italia?
Alberto Sabbatini
Il pit-stop della Ferrari
Notiziario n. 4- 7 ottobre 2014
Con l’aeroporto Bologna nel mondo
Prima certezza: Bologna è da sempre il nodo ferroviario più importante del Paese e dall’avvento dell’
Alta Velocità ha riaffermato pesantemente questo ruolo. Seconda certezza: Bologna è uno dei nodi
autostradali più importanti e più trafficati, centrale anche in questo caso per la sua posizione
‘scambiatrice’ chiave. Può allora una realtà come la nostra non aspirare a una crescita dell’aeroporto,
struttura irrinunciabile per guardare all’Europa, agli Stati Uniti, al Medio ed Estremo Oriente?
Ovviamente no.
La relazione che Enrico Postacchini, presidente dell’Associazione Commercianti e da giugno anche della
società aeroportuale del ‘Guglielmo Marconi’, terrà martedì 14 ottobre cala dunque in un momento di
grande interesse e ci permetterà di conoscere intenzioni, idee e progetti di un imprenditore bolognese doc
che non risparma tempo ed energie personali e dei suoi collaboratori per portare in alto lo scalo di Borgo
Panigale.
Uno scalo che gode già ora di una buona situazione complessiva. Per traffico passeggeri, il consuntivo
del periodo gennaio-agosto di quest’anno lo colloca al settimo posto con 4milioni e 461mila viaggiatori.
A parte Roma Fiumicino e Milano Malpensa, irraggiungibili, la distanza fra Bologna e gli altri quattro
aeroporti che la precedono (Linate, Venezia, Orio al Serio e Catania) è consistente, ma non proibitiva;
per esempio, Linate, terzo in questa classifica, ha avuto 6 milioni di passeggeri. Il ‘Marconi’ ha
importanti trattative in corso per allargare la clientela, ma di questo ci parlerà il presidente Postacchini.
Come pure ci parlerà del proseguimento dei lavori che aiuteranno la ricettività e l’organizzazione
complessiva della struttura e di tante altre cose.
E’ significativo, per tornare al mero dato numerico del traffico, che nel periodo richiamato sopra sia
aumentato del 6,9 per cento. La crescita dunque prosegue e ora manca soltanto il grande salto di qualità
che in breve tempo porterà il nostro aeroporto a essere un fiore all’occhiello di Bologna e di tutta l’
Emilia Romagna, essendo ovvio che – grazie alla posizione geografica della città, all’Alta Velocità e ai
raccordi autostradali – il suo potenziamento dovrà essere favorito dagli organismi politici e
imprenditoriali di tutta la regione. Un potenziamento che parte dagli imponenti lavori dell’aerostazione,
ormai in via di completamento; dall’efficienza dei servizi a terra (dai check-in alla consegna dei bagagli
in arrivo); dal buon lavoro dei gestori e degli addetti a bar e ristoranti; dalla varietà e qualità dei negozi.
Ma soprattutto dall’apertura di nuove rotte e dal consolidamento di quelle già operative, che portino
Bologna sempre più verso il mondo.
Efficienza a terra e grande movimento in aria, le carte vincenti per rafforzare l’internazionalizzazione del
nostro scalo.
Notiziario n. 4- 7 ottobre 2014
Vita di club: Conviviale del 7 ottobre 2014
Soci presenti 27
Ospiti dei Club: Prof. Camillo Tarozzi.
I componenti del team svedese del VTE 2013/14: Britt Marie Linde, team leader, Diana Dosen
Grunning, Par Extor, Jonas Nilsson, Jonas Sundstrom.
Ospiti dei Soci 4
Consorti 6
Rotariani in visita 1 Socio del R. C. Bologna, 1 Socio del R. C. Bologna Carducci ; 1 Socio del R. C. Bologna Valle
Samoggia; 1 Socio del R. C. Rimini
Soci presso altri Club: 2 Soci al Segs di Ferrara il 4 ottobre.
Percentuale di presenza: 41,18 %
La Madonna che ci guarda da San Luca
Ben 90 presenti nella serata di
martedì 7 ottobre, caratterizzata da
un Interclub con il Rotary Club
Ovest ‘Guglielmo Marconi’ e dall’
accoglienza alla delegazione svedese
partecipante al VTE 2013-14. I
giovani svedesi, guidati dalla team
leader Britt Marie Linde
sono per alcuni giorni a Bologna, con l’opportunità di conoscere la nostra città e di visitare
alcune realtà industriali della provincia e della regione. Quattro giovani, Diana Dosen
Grunning, Par Extor, Jonas Nilsson, Jonas Sundstrom (due dei quali ospiti in città dei nostri
soci Gabriele Garcea e Armando Maver) nell’ambito di una benemerita iniziativa rotariana
che in apertura di serata è stata illustrata dal coordinatore Lionello Gandolfi, del Rotary
Club Bologna Ovest G. Marconi.
Presenti anche, caratteristica delle nostre riunioni che accoglie sempre volentieri i giovani,
alcuni soci del Rotaract Bologna Felsineo: la presidente Cristina Smeraldi, Marco Sermasi,
Alessandro Martinuzzi, Fabio Fortini e Giacomo Giorgini Pignatiello.
Il presidente del Rotary Bologna Ovest Paolo Bonazzelli e il nostro Paolo Francia hanno
pilotato la serata, che è filata via con tempi rapidi pur con l’ascolto di una relazione, molto
Notiziario n. 4- 7 ottobre 2014
interessante ma non certo facile nei suoi vari aspetti, del professor Camillo Tarozzi,
eminente restauratore di opere d’arte con un quarantennale, prestigioso curriculum
di lavori alle spalle, in Emilia Romagna, più generalmente in Italia e anche in Iran,
dove ha soggiornato due anni e Paese del quale conosce la lingua parsi, ovviamente
non utilizzata nella fattispecie.
E’ stata la Madonna di San Luca, l’immagine della nostra amata protettrice
restaurata da Tarozzi e dalla sua equipe, a tenere banco, con il sommario racconto
del relatore delle vicissitudini che l’hanno accompagnata nei secoli e con alcuni
cenni alle difficoltà incontrate un paio di anni fa quando ebbe inizio il recupero
voluto dal cardinale Carlo Caffarra. Tarozzi , che vive il suo lavoro con una
straordinaria partecipazione ‘affettiva’, ha manifestato una forte emozione in alcuni
passaggi che ha reso significativamente umana la lezione di un uomo di grande
cultura e spessore e formidabile in un’attività professionale vissuta come una
missione ma poco abituato a parlare in pubblico. Rara avis, direbbero i latini.
Nel rispetto dei tempi, il presidente del Rotary Bologna Ovest ‘Guglielmo Marconi’
Bonazzelli ha dato il tradizionale tocco finale qualche minuto prima delle 23.
Notiziario n. 4- 7 ottobre 2014
Dal Distretto 2072
News dal Distretto 2072
Lettera del Governatore
mese dell’azione professionale
Care Amiche e cari Amici Rotariani,
ho ancora nel cuore le emozioni che ho vissuto all’IDIR tenutosi a Rimini il 20 settembre
scorso, le espressioni di interesse che i tanti Soci presenti mi hanno rivolto e voglio, quindi,
condividere con tutti Voi la mia soddisfazione per come si è svolto questo evento, connotato dal
comune impegno di chi è intervenuto, come relatore ma anche come uditore, nell’agire per il Rotary
dell’oggi, concreto, flessibile, attento alla realtà che ci circonda.
La presentazione, da parte di Angelo Andrisano, del bando per la creazione di una start up e
di uno spin off con il sostegno del Rotary Distretto 2072, la seguente tavola rotonda condotta da
Davide Nitrosi, con l’intervento di Roberto Ravazzoni, del Presidente Nazionale della piccola e
media impresa e Vice Presidente Nazionale di Confindustria Alberto Baban, dell’Ing. Andrea Baldini
e del Dott. Enrico Giuliani, imprenditori creatori di start up, credo siano chiara testimonianza del
nostro fare contemporaneo per dare un contributo di fiducia al nostro Paese e alle Nuove
Generazioni.
Già oggi si sta lavorando per portare a compimento la prima parte di questo progetto nuovo
e impegnativo con determinazione e professionalità.
I notevoli interventi di Pietro Pasini, Pierluigi Pagliarani, Adriano Maestri, Marcello
Bonferroni e Alberto Azzolini e al pomeriggio di Leonardo De Angelis con i testimoni del “lavoro”
concreto realizzato grazie ai progetti finanziati anche con il contributo della Rotary Foundation,
hanno consentito di passare una giornata in vero spirito rotariano.
Ma, soprattutto, la partecipazione numerosa dei Rotariani, attenti e entusiasti, ha
corroborato la mia convinzione di proseguire in questo percorso di intraprendenza, di concretezza, di
flessibilità, per comunicare il vero Rotary, per affrontare le questioni e trovare rimedio ad una
percezione non corrispondente al vero del nostro Rotary, che proprio per i valori che esprime deve
essere attrattivo e punto di riferimento nella società.
Nel mese dell’azione professionale, non possiamo che insistere nel far conoscere il grande
valore dei progetti che i Club esprimono con il contributo determinante di quei Soci, Professionisti,
Imprenditori, Professori, Scienziati di valore, che incontro nelle mie visite ai Club.
Ho già incontrato 25 Rotary Club e sono a metà delle mie visite.
Sono soddisfatto di quello che ho visto, che mi è stato illustrato, che i Rotary Club fanno.
Confermo che le Belle Persone che ho incontrato sono un punto di riferimento nella
Comunità come Cittadini e come Rotariani.
Il nostro impegno professionale è la prima testimonianza del nostro essere rotariani.
Con coerenza, responsabilità e rispetto, continuiamo a metterci a disposizione della
Comunità locale, nazionale e internazionale, con l’intento dichiarato di voler fare la nostra parte.
In occasione del Rotary Day che celebreremo, insieme ai Rotary del mondo, nel prossimo
febbraio, in occasione del compleanno del Rotary, mettiamo la nostra professionalità a servizio degli
Altri e andiamo nelle piazze della nostra città, con il sorriso e la gentilezza, che devono
contraddistinguere le nostre azioni.
Sono certo che insieme faremo il nostro meglio perché sia una vera festa del Rotary dell’
agire concreto con il cuore, con la testa e con le mani.
Un caro abbraccio a tutti.
Light Up Rotary.
Ferdinando
Notiziario n. 4- 7 ottobre 2014
Appuntamenti dei Club del Gruppo Felsineo
BOLOGNA
Martedì 14 ottobre, ore 13.00, Circolo della Caccia, con familiari ed ospiti. On. Dott.
Giancarlo Tesini - “La Politica negli anni della ricostruzione”.
BOLOGNA OVEST G. MARCONI
Lunedì 13 ottobre, ore 19.30, Sede della Docet, Via dei Fornaciai, 29/b con familiari ed
ospiti. Interclub con eClub 2072. Cena a seguire.
BOLOGNA EST
Giovedì 16 ottobre, ore 20.15, Ristorante Nonno Rossi, con familiari ed ospiti.
Prof. Roberto Tuberosa “Quale futuro per gli OGM buoni?
BOLOGNA NORD
Mercoledì 15 ottobre, ore 20.15, Sede di Via S. Stefano, 43, con familiari ed ospiti.
Fabio Bonifacci - Sceneggiatore cinematografico.
BOLOGNA VALLE DELL’IDICE
Giovedì 16 ottobre, ore 19.30 Cefal San Lazzaro, con familiari ed ospiti.
Prof. Patrizio Bianchi “La formazione professionale e umana dei nostri Giovani, per uno
sviluppo di possibilità di Lavoro.
BOLOGNA CARDUCCI
Martedì 14 Ottobre, Ore 20,15 - Savoia Hotel Regency – Interclub con Rotaract
Carducci – Presentazione progetti del Club Rotaract.
BOLOGNA VALLE DEL SAVENA
Giovedì 16 ottobre, ore 20.15, Savoia Regency Hotel, con familiari. Visita ufficiale del
Governatore del Distretto 2072 Avv. Ferdinando Del Sante.
BOLOGNA VALLE DEL SAMOGGIA
Sabato 11 ottobre, Ore 10.00 – Ritrovo Davanti al San Luigi
Passeggiando per Bologna - La nostra socia Valeria Rubini ci guida alla visita
della chiesa del Corpus Domini ( La Santa ) , di Palazzo Ranuzzi - Baciocchi ,
sede della Corte di Appello del Tribunale di Bologna e di San Petronio.
BOLOGNA GALVANI
Lunedì 20 ottobre, ore 20.15, Hotel Savoia Regency con familiari ed ospiti.
Prof. Cristian Facchin. “L’infinito matematico, tra filosofia e sociologia”.

Documenti analoghi