Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e

Commenti

Transcript

Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e
Health4Growth:
Piano di implementazione
territoriale
e
Raccomandazioni
di politiche a livello europeo e
territoriale
1
Dati Tecnici
TITOLO:
Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni di politiche a livello
europeo e territoriale
Redazione:
Brainport Development N.V.
Provincia di Torino
Testi elaborati da:
Belgio:
Thomas More University College
City of Leuven
Ungheria:
Municipality of Debrecen (Lead Partner)
University of Debrecen
Italia:
CISE - Innovation and Economic Development Centre
Province of Turin
Lettonia:
Vidzeme planning region
Olanda:
Brainport Development N.V.
Portogallo:
IPN Incubator – Ideas and Businesses Incubator
Slovenia:
Maribor Development Agency
Il contenuto di questa relazione riflette il punto di vista degli autori e non riflette
necessariamente l’opinione della Comunità Europea. La Commissione Europea non è
responsabile per ogni uso che possa essere fatto delle informazioni riguardanti il contenuto.
EDIZIONE:
Settembre 2014
2
INFORMATIONI RIGUARDANTI IL PROGETTO HEALTH4GROWTH:
www.health4growth.eu
Introduzione ad Health4Growth
Health4Growth è un progetto INTERREG IVC, con l’ obiettivo generale di migliorare
l'efficacia delle politiche di sviluppo regionale per quanto riguarda il contesto operativo degli
attori economici locali / regionali nel settore della sanità, e di promuovere la loro
cooperazione a livello regionale ed europeo, al fine di sfruttare il potenziale di crescita e di
innovazione di questo settore.
La crescita economica può essere ottenuta migliorando le prestazioni innovative e di
business degli operatori economici locali, in particolar modo delle PMI. Entrambi i fattori di
rendimento dipendono in larga scala da variabili chiave, come il quadro normativo, le
condizioni di mercato, l'accesso ai finanziamenti, la R & S e la tecnologia, il capitale umano,
l'imprenditorialità, il mercato del lavoro e la cultura. Dal momento che questi determinanti
sono di competenza delle autorità pubbliche locali e regionali e dei centri di conoscenza, un
loro coinvolgimento più forte nel miglioramento del contesto operativo del settore sanitario è
cruciale.
L'obiettivo specifico del progetto è quello di applicare un approccio di sviluppo integrato e
complesso che possa promuovere la cooperazione tra i principali attori del settore sanitario
(centri di conoscenza, settore di attività e livello pubblico regionale) nelle regioni partner,e
fare in modo che questi settori prosperino e diventino vere forze motrici delle economie
regionali.
Le attività del progetto Health4Growth sono state organizzate intorno a tre aree
problematiche:
• Esplorare e sviluppare modelli in grado di migliorare lo schema della cooperazione tra gli
attori nel settore sanitario (PMI, centri di conoscenza, gli operatori e le autorità), e di porre
rimedio alle problematicità normative sollevate dagli appalti pubblici, dalle questioni etiche
e dai brevetti.
• Esplorare le opzioni per facilitare l'accesso delle PMI ai finanziamenti, e progettare
schemi finanziari, innovativi e specifici per il settore. La condivisione delle conoscenze sulle
innovazioni sanitarie a livello interregionale deve essere stimolata per accelerare
l’assorbimento delle nuove idee.
• Esplorare le opzioni per migliorare le competenze manageriali e il trasferimento di knowhow nei programmi di formazione al management disponibili.
Le autorità locali / regionali pubbliche responsabili dell’elaborazione di politiche che possano
stimolare lo sviluppo economico, e dell’efficiente funzionamento dell’assistenza sanitaria a
livello regionale, sono stati i fattori chiave di questo processo. Il progetto è stato costruito
sulla condivisione delle conoscenze tra i partner e ha incoraggiato l'adozione di piani di
implementazione su misura. La cooperazione interregionale è stata una stimolante
opportunità per i partner per migliorare le loro strategie di sviluppo economico regionale. I
partecipanti hanno creato sinergie che sono benefici per ogni singolo partner, capitalizzando
le conoscenze, promuovendo il flusso di informazioni tra di loro, e fornendo una base di
conoscenza comune per facilitare il loro collegamento in rete.
3
Importanza di questo documento
L'obiettivo generale del Programma INTERREG IVC è quello di migliorare l'efficacia delle
politiche e degli strumenti regionali. Il progetto si basa sullo scambio di esperienze tra i
partner che sono idealmente responsabili per lo sviluppo delle loro politiche locali e regionali.
Il programma mira a consentire alle autorità regionali e locali e ad altri stake-holders a livello
regionale, di migliorare le loro politiche, metodi e capacità nel campo dell'innovazione e
dell'economia della conoscenza, attraverso lo scambio e il trasferimento di conoscenze e di
esperienze tra le regioni in tutta l' Unione Europea, e lo sviluppo di nuove politiche e
approcci.
Le raccomandazioni politiche integrano le esperienze approfondite acquisite dai partner
durante lo sviluppo degli State of Play reports, i workshop tematici, il trasferimento di buone
pratiche e lo sviluppo di piani di implementazione (Comprehensive Implementation Plan).
Alcuni piccoli cambiamenti a livello europeo potrebbero contribuire a fornire alle regioni un
contesto più coerente e di sostegno per gli sforzi regionali / locali, consentendo loro di fare la
loro parte nel raggiungimento degli ambiziosi obiettivi fissati in EU2020.
Ogni partner del progetto Health4Growth ha elaborato diverse raccomandazioni politiche a
livello europeo dando luogo ad una lista esaustiva di 46 raccomandazioni in totale. Questo
elenco è stato suddiviso in categorie di raccomandazione e ne sono emerse 10
raccomandazioni politiche finali. Queste raccomandazioni politiche finali a livello europeo,
presentate dai partner di Health4Growth durante la Conferenza Finale a Turnhout, Belgio, a
fine settembre 2014, sono registrate in questo documento e riflettono:
• l’apprezzamento da parte dei partner del rilievo degli schemi per le politiche europee, dei
regolamenti e dei programmi di finanziamento per le loro attività di rigenerazione locale de;
• le prove raccolte e discusse durante le attività del progetto e le riunioni;
• tutte le raccomandazioni politiche potrebbero non essere sostenute in pieno da TUTTI i
partner del progetto, per il grado di accettazione di alcuni.
Nel corso del loro lavoro i partner di Health4Growth hanno identificato sia misure comunitarie
di sostegno sia alcune lacune politiche ed ostacoli all'azione locale efficace. Questo rapporto
riflette solo le raccomandazioni politiche a livello europeo. Le raccomandazioni politiche
nazionali, regionali e locali, di livello sono una sezione integrata dei Comprehensive
Implementation Plan che ciascuna regione e partner ha sviluppato.
4
Policy Recommendations
1. Semplificazione burocratica e flessibilità
Si consiglia un approccio (finanziario) più flessibile e limitati oneri amministrativi a carico
delle PMI in modo di contenere la loro incertezza finanziaria quando partecipano a un
progetto finanziato dall'UE
2. Living Lab come strumento di innovazione
Si raccomanda di sviluppare programmi specifici sostenuti dall'UE per promuovere i living lab
come strumento di innovazione nell'UE e consentire alle PMI di utilizzare i living lab nel loro
processo attraverso l’erogazione di finanziamenti.
3. Aumento della coerenza politica nella regolamentazione sanitaria
Si raccomanda di adottare ulteriori misure per ottimizzare l'utilizzo di risorse limitate per
raggiungere l'obiettivo di aumentare l'innovazione.
4. Misure politiche per i cluster da parte dell'UE, sviluppati per sostenere le PMI
che operano nella sanità
Si consiglia un’ implementazione dall’approccio multi-nazionale e la creazione di un punto di
contatto dove le imprese (PMI) possano ricevere un sostegno finanziario e amministrativo a
livello nazionale e comunitario per gestire e sviluppare le attività nel settore sanitario, anche
in altri Stati membri dell'UE al di fuori dei confini nazionali dove il contesto imprenditoriale è
più
sviluppato.
5. Valorizzazione dei programmi e dei progetti interdisciplinari e intersettoriali
Proponiamo l'inserimento dei programmi di sostegno alla collaborazione interdisciplinare
cross-industry tra i cluster e meccanismi di sostegno per lo sviluppo interdisciplinare e
intersettoriale dei cluster a livello UE, ad esempio attraverso il programma Orizzonte 2020 o
imminenti
programmi
transfrontalieri.
6. Promuovere l'imprenditorialità per i giovani adulti
Si raccomandano programmi di cooperazione che potrebbero significativamente sostenere
questo processo fornendo eventi, corsi di formazione e concorsi di idee che coinvolgono gli
enti locali e gli stake-holders industriali
7. Fornire soluzioni sul mercato del futuro attraverso lo scambio di buone
pratiche
Si consiglia di continuare a migliorare la condivisione delle conoscenze, lo scambio di buone
pratiche tra vecchi e nuovi Stati membri dell'UE a livello regionale attraverso lo sviluppo e
l'attuazione di:
5
- competenze efficaci e mirate,
- programmi di sostegno alle PMI che operano nel settore sanitario per garantire loro
l'accesso alla scienza, alla tecnologia e all’innovazione,
- supporto agli attuali vasti partenariati multi-stakeholder e incoraggiamento di nuovi che
mobilitino le conoscenze, le competenze, le tecnologie e le risorse finanziarie a livello UE.
8. Innovazione orientata alla domanda
Si consiglia di rivolgere una particolare attenzione agli strumenti europei orientati alla
domanda (ad esempio gli appalti pre-commerciali) su misura per i settori coinvolti nel
programma H4G, introducendo opportunità e incentivi per i progetti pilota regionali
trasversali.
9. Promuovere uno stile di vita sano
Si raccomanda lo sviluppo di meccanismi di sostegno finanziario a lungo termine per lo
sviluppo di cluster dei servizi di ristorazione e del settore sanitario, da attuare a livello
regionale e comunitario, come primo passo per lo sviluppo di un ambiente praticabile di
cooperazione tra le imprese, nell'ambito dei loro campi d’azione specifici.
10. Sostenere l'imprenditorialità nel settore della sanità attraverso gli appalti
pubblici
Si consiglia che a livello comunitario:
- Vengano ridotti gli oneri amministrativi e i costi relativi alla gara,
- L'accesso ai sistemi di appalto sia reso più trasparente e più semplice per le PMI (in
particolare),
- Sia favorito l'utilizzo di sistemi informatici (e-procurement) per semplificare il processo
6

Documenti analoghi