112008 VimotorNews

Commenti

Transcript

112008 VimotorNews
43° Trofeo Fagioli
Domenica 24 agosto si è corsa sui 4.150 Km tra Gubbio e il
Santuario della Madonna della Cima la terzultima gara del
Campionato Italiano Velocità Montagna con i protagonisti di
tutte le categorie a caccia di punti decisivi per il titolo. La gara
è stata anche trasmessa in diretta televisiva su Sat 8 - canale
859 di Sky, con commenti e immagini della corsa e successive interviste ai protagonisti da parte di una avvenente Carmen
Ielpo. Alle 10 di domenica il direttore di gara Alberto Riva ha
dato via alla prima della due manche della corsa che vedeva
al via i seguenti equipaggi della VimotorSport:
Michele Ghirardo - Honda Civic EK4 classe A 1600: 1° di
classe e 3° di Gruppo A, una gara definita eccezionale da tutti
i commentatori vista anche la prestazione realizzata il sabato
nel corso delle prove. Il terzo posto di gruppo A è buon testimone di quanto Ghirardo sia andato forte domenica 24.
Marco Iacoangeli - BMW 320I classe E1 It. 3000: vince la
Sua classe castigando con un distacco abissale gli avversari, a
questo punto per il 2008 abbiamo un solo rammarico che
non abbia avuto la possibilità di effettuare l’intero campionato
CIVM per difendere il suo titolo 2007.
Maurizio Iacoangeli - BMW M3 classe E1 It. 3000: prestazione di tutto rispetto per un pilota (classe 1942 e non
parliamo della vettura!) che calca il mondo delle salite da
moltissimi anni e che è pure di uno dei migliori preparatori di
motori nel mondo delle vetture da competizione.
Christian Merli - Lola Zytek classe
E2M 3000: 3° assoluto, i 5 secondi di
ritardo accumulati sia nella 1^ che nella
2^ manche hanno compromesso la
gara del nostro pilota di fronte ad un arrembante Simone
Faggioli. La corsa al CIVM è comunque ancora aperta, faremo
i conti dopo Pedavena e l’Abetone.
Antonino Migliuolo - Peugeot 106: 5°di classe N 1600, al
di la di una prestazione che lo vede solo 5° di classe il bravo
Antonino in questa domenica meritava sicuramente molto di
più; per l’impegno, l’intensità e l’abilità profusi meritava quanto
meno il podio, dal quale è stato letteralmente buttato giù per
un inezia in centesimi di secondo.
Georg Plasa - BMW 320 V8 Judd classe E1 Int. >3000: primo
nella sua classe e 13° assoluto con la consueta prestazione
monstre che in ogni gara cattura l’attenzione del pubblico e degli
addetti ai lavori per i risultati che riesce a conseguire con la spettacolare BMW 320 V8 Judd Le Mans, a suo dire da 570 cavalli.
Giovanni Regis - Renault Clio RS: 4°di classe N 2000 nonostante il lavoro e l’impegno dedicato per risolvere i problemi
di set up, che hanno interessato la sua Clio per tutto il
weekend, non è stato possibile trovare una soluzione adeguata che consentisse a Regis di realizzare il risultato che sicuramente meritava. Resta comunque in piena lotta per aggiudicarsi il gruppo N nel CIVM.
Roberto Vincenzi - BMW M3 E3: 3° di classe E3 N 3000 il
pilota di Treviso vede premiata la sua lunga trasferta in Umbria
con un risultato di tutto rispetto.
Per Giancarlo Brasi - Opel Astra OPC – purtroppo una giornata
sfortunata che si è chiusa con il ritiro per guasto alla trasmissione.
13° Rally
Prealpi Trevigiane
seria difficoltà organizzazione e
concorrenti. In queste condizioni i
ritiri per uscite di strada non si
sono contate ed hanno condizionato gli esiti finali della gara.
La Quarta Zona 2008 si è chiusa sabato 13 settembre
Per i nostri otto equipaggi la gara è stata complessivacon il Rally Prealpi Trevigiane. La gara, che ha visto alla
mente positiva anche se dobbiamo registrare quattro ritipartenza otto equipaggi della VimotorSport, si è caratterizri di peso conseguenti a guasti meccanici. Nosellazata per una giornata in cui pioggia battente e maltempo
Freschi mentre erano 11° assoluti si sono dovuti ferl’hanno fatta da
mare dopo aver passato lo stop dell’ultima prova. Stessa
protagonisti.
sorte per Chiesura-Pizzol, fermo per guasto sulla stes“BRIK”-DE GASPERI
sa prova mentre era 2° di classe N2,
ma in fase di recupero. Stessa sorte
DA ROS-MARINELLO
purtroppo è toccata anche a
Bottecchia-Tumaini, fermato per
un guasto all’avantreno della sua Clio
FA7, ed a Cristini-Zanette su
Mitsubishi Lancer.
Passando alle performance realizzate
dai piloti VimotorSport va segnalato il
Dopo le prime tre prove svolte in condizioni di normalità si
è scatenata la bufera che si è accanita contro i protagonisti di questa tredicesima edizione del Prealpi mettendo in
FIOROT-BOTTACIN
26^ Pedavena Croce d’Aune
Nonostante una giornata caratterizzata da nubi e pioggia
battente domenica 7 settembre per la VimotorSport è
stata una giornata radiosa. Il nostro sodalizio è infatti riuscito a monopolizzare la classifica per scuderie della 26^edizione della Pedavena Croce d’Aune, 11° appuntamento
del CIVM 2008, vincendo la classifica per scuderie sia tra
vetture moderne sia tra le E 3 o scaduta omologazione.
I colori della VimotorSport hanno registrato una fantastica prestazione di Antonino Migliuolo che ha centrato il
miglior risultato della stagione, ottiene infatti il 10°posto
assoluto, il 3°di Gruppo N ed 2° di classe 1600 N. Una
prestazione memorabile per il pilota trentino che portava in gara la piccola ma efficace Peugeot 106 by
Ciarcelluti. In gruppo N la pioggia è stata l’artefice di spettacolari colpi di scena, visto che una parte dei piloti ha
corso sull’asciutto ed un’altra sotto la pioggia battente,
dove il trevigiano Romy Dall'Antonia si è laureato campione. Quasi tutti i protagonisti della classe 2000 ed oltre
16
° MOTORINGNEWS
3000 hanno trovato il fondo bagnato a metà gara. Terzo
di classe 2000 e 6° nel produzione il nostro sfortunato
Giovanni Regis, che a tre curve dalla fine ha compromesso gara e campionato con una toccata sul gurd-rail, mentre guidava in maniera superba la Renault Clio RS –
Ciarcelluti che era in giornata di spolvero.
Sfortunato purtroppo Christian Merli che con la sua Lola
Zytek della ProMotorsport ha ottenuto il 9° posto assoluto
con una manches disputata in condizioni proibitive per la
pioggia battente. Analoga situazione ha incontrato Georg
Plasa e la sua BMW 320 V8 Judd che in queste condizioni è pesantemente penalizzata. Nel dopo gara Christian
Merli proponeva reclamo per l’altezza da terra dell’alettone della vettura di Zardo risultata, comunque, conforme.
Per ora sub-judice la classifica di Gruppo A per la squalifica di Luigi Sambuco. Sull'insidioso fondo bagnato è
andata in scena la lotta serrata per il terzo gradino del
podio di gruppo A e per il secondo posto in classe
1600 A tra Lorenzo Bindi ed il sempre bravo Michele
Ghirardo su Honda Civic Mk4; alla fine tra i due l’ha
spuntata Bindi. Soddisfacente la gara di “Brik” penalizzato dalla mancata concessione del minuto in partenza,
che compromette parzialmente la sua prestazione nell’assoluta ma che comunque si aggiudica la classe
A1600 al volante della Clio S1600. Bene anche Oddo
Antonino che si arrampica sul primo gradino del podio
in classe E1 1400 con la Peugeot 106, mentre
Giancarlo Brasi (Opel Astra OPC) è 2°di classe E1 2000
e Roberto Casonato (Seat Ibiza) è 3° di Classe A2000.
Il successo nell’assoluta in E3 (scadute omologazioni) è
andato ad Alberto Dan su Honda Civic Vti mentre terzo
assoluto si è piazzato Andrea Biasiotto su BMW M3. I
due hanno vinto rispettivamente la classi E3 A 1600 e
E3 A 3000. Mentre nella classe E A oltre 3000 si è
imposto Giuliano Ruoso. Sempre in E3, 3° di classe E3
A 1400 con la Citron AX, si classifica Stefano Weber.
risultato conseguito dall’accoppiata
Brik-De Gasperi
che, con la vecchia ma affidabile
Opel Corsa FA6,
portano a casa un
BURIGO-DA ROLD
18° nella generale
e la scontata vittoria di classe. Bel
risultato anche per l’equipaggio Da Ros-Marinello che
grazie ad una prestazione priva di errori hanno ottenuto
il 7°posto in classe N3 con la Clio RS. Per FiorotBottacin, al volante di una Peugeot 205, la gara si è
concretizzata in un soddisfacente 5°di classe FA5. Infine
il 3°posto in classe FA6 raggiunto da Burigo-Da Rold
con la non più giovane Opel Corsa.
MOTORINGNEWS °
17

Documenti analoghi