TENDENZE DELL`AGRICOLTURA NELLA REpUBBLICA CECA

Commenti

Transcript

TENDENZE DELL`AGRICOLTURA NELLA REpUBBLICA CECA
MEDIT ND 3/98
TENDENZE DELL'AGRICOLTURA
NELLA REpUBBLICA CECA
CARMELO CANNARELLA (*)
'evoluzione dello scesono maggiormente avvicinati al raggiungimento denario geopolitico e
ABSTRACf
gli
obiettivi previsti da tali
geoeconomico conseThe
prospect
that
tmnsitional
countries
of
Central-Eastem
Europe,
concriteri;
Repubblica Ceca,
guente alla dissoluzione
sidered to be -Top Class- may become members of the European Union Ungheria, Polonia, ma andella Cortina di Ferro, ha raises numerous questions about the solution of the stili existing gap befatto sollevare per l'Unio- tween the two sides of the continent. Many complex measures have stili che Slovenia ed Estonia.
ne Europea una delle più to be taken both in these countries, at the microeconomic and macro- Nonostante il fatto che
level, and within many policies and institutions of the EU for questi Paesi rappresentino
consistenti ed imprevedi- economie
this expansion to be accomplished without any trauma. Agriculture is
bili sfide della sua storia certainly one of the major knots to loose because of the huge interests i cosiddetti .. primi della
recente ovvero la possibi- and precarious balances involved. It is, therefore, indispensable to un- classe.. fra le economie in
the orientations followed so far in the agricultural sectors of
transizione, molte azioni
lità di un suo allargamen- derstand
these Countries in order to detect the peculiar characters of the on-goto nei confronti dei .. nemi- ing transformation process of their economies with the decisive role profonde e complesse deci· continentali di un tem- played by technological innovation and the -transition· in training sys- vono essere adottate a litems.
vello micro e macroeconopo.
mico per risolvere i numeCon la recente definizione
rosi gap esistenti con l'Udi un pacchetto di azioni
RÉSUMÉ
(denominato
..Agenda
nione Europea e ciò rap2000) la Commissione Eu- La perspeclive de l'adbésion évemuelle à l'lInion Europénne des Pays en presenta probabilmente
transition de l'Europe cenlrale-orientale, cOllsidérés comme élanl -Top una delle ragioni per le
ropea ha di fatto passato al Class.,
soulève de nombreuses queslions relatives à la solulion de l'écal1
setaccio i contenuti delle encore existant elllre les deu.x rives du c071tine71t. De nombreuses actiol1s quali non è stata prospettacandidature dei dieci Paesi doivem etre encore adoptées tant dallS ces Pays, au lliveau micro- ta una data precisa per l'aéconomique et macro-économique, qu'à l'illlérieur de l'Eli pour que cet desione. Tra le ragioni
dell'Est Europa valutando élargissemellt
puisse etre réalisé sans traumatismes mutuels. L'agriculparametri politici (demo- ture esi certainemellll'ml des neouds les plus durs à défaire à cause des coinvolte deve tuttavia escrazia, rispetto dei diritti gros illlérelS el des précaires équilibres impliqués. Il reste, qUa11d meme, sere annoverato il consiumani, protezione delle indispensable de comprendre les orienlaliolls des secteurs agricoles de stente nodo dell'agricoltura
ces Pays aftn d'identifter les particularités qui caractérisentle processus
minoranze, ecc ... ) e quelli de Iransformalion en cours de leurs économies avec le mie décisifjoué dovuto al fatto che in molti
economici (effettiva pre- par la pénélratiotl de l'innovalion tecbnologique ella ..transition" dans di questi Paesi (in modo
senza di un'economia di les systèmes deformatioll.
particolare Polonia ed Unmercato, possibilità di
gheria) viene registrata una
azione all'interno del Mernotevole incidenza dell'acato Unico, accettazione dei criteri dell'Unione Moneta- gricoltura sia nella definizione del PIL sia nella comporia Europea, ecc ... ). Da questo esame sono risultate in- sizione dell'occupazione(1).
sufficienti, dal punto di vista politico, la propensione Questo fatto rappresenta una delle ragioni principali
democratica della Slovacchia e la tutela delle minoran- per le quali da più parti si ritiene necessario individuaze in Romania e Bulgaria; dal punto di vista economico re delle strategie completamente nuove per la realizzaè emerso che sostanzialmente nessuno dei candidati zione di cambiamenti radicali all'interno della PAC (Poappare in grado di soddisfare i criteri comunitari per l'a- litica Agricola Comunitaria) e relativamente ai fondi redesione definiti ad Amsterdam nel 1993. Resta il fatto gionali e sociali per fare fronte alle numerose implicache comunque l'Unione Europea intende attivare dei zioni in primo luogo di natura finanziaria: dove reperinegoziati di adesione per lo meno con quei Paesi che si re altre risorse per sostenere queste agricolture dato che
proprio l'agricoltura già assorbe quasi la metà delle attuali risorse finanziarie?
Nel frattempo rimane di fondamentale importanza comC-) Tecnologo presso la Direzione del Progetto Finalizzato RAISA (Ricerche
Avanzate per Innovazioni nel Sistema Agricolo) del Consiglio Nazionale
prendere quali indirizzi siano stati intrapresi da questi
delle Ricerche.
sistemi agricoli anche tramite l'approfondimento dei ca(I) In Polonia l'agricoltum incide per il 6% nella definizione del PIL e per il
ratteri che contraddistinguono il complesso processo di
26% per l'occupazione. L'Ungheria registra BOA. nella definizione del PIL e il
trasformazione
di queste economie a previa direzione
7% per l'occupazione. Il dato per l'Unione Europea per il PIL ed occupazione è 2,5% e 5,5% rispettivamente (fonte OECD).
del piano con tutte le peculiari caratteristiche che i si-
L
52
MEDIT N° 3/98
sterni agricoli di questi Paesi manifestano frutto sia della realtà consolidatasi durante l'esperienza collettivistica
sia del processo di transizione in corso.
L'adozione anche nelle economie in transizione, del
concetto di «sistema agricolo.. ha fatto in modo che tutte le manovre destinate alla trasformazione dell'agricoltura dal piano al mercato possano essere messe in stretta connessione con uno scenario socio-economico
estremamente vasto ed articolato. Al di là quindi delle
problematiche connesse con i profondi cambiamenti
strutturali, dovuti alla «de-collettivizzazione.. , e con gli
aggiustamenti intervenuti nelle produzioni del settore
primario, grande importanza, a differenza di quanto avveniva con i precedenti sistemi economici, viene oggi
tributata a quelle sfere una volta «compresse.. in primo
luogo quella dei consumatori, con un conseguente interesse al mondo della qualità, alla tutela dell'ambiente
(risorse naturali, foreste, paesaggio rurale, biodiversità),
all'evoluzione dell'industria alimentare, dell'industria
produttrice di input, alla ridefinizione delle direttrici
commerciali con l'estero, al settore della distribuzione,
al marketing, alla maggiore penetrazione dell'innovazione tecnologica all'interno di tutto il sistema agro-alimentare. Tutto questo evidenzia il compito gravoso ed
enorme che la transizione ha imposto a questi Paesi e,
nello stesso tempo, l'urgente necessità di fare in modo
che il sistema agricolo potesse essere messo nelle condizioni di affrontare questo complesso processo di adattamento, con forti connotazioni di competitività, che si
è dovuto confrontare con mentalità ed abitudini consolidate, in tutti i settori e livelli della società, da 50 anni
di pianificazione centralizzata che invece scoraggiavano
l'iniziativa individuale e l'autonomia decisionale. Ciò ha
implicato una profonda, inevitabile e, per molti aspetti,
drammatica revisione dei modelli di pensiero con un'indispensabile riorganizzazione dei sistemi formativi e
della ricerca scientifica e tecnologica per fare in modo
che tali società potessero disporre di capitale umano capace di confrontarsi positivamente con un processo di
cambiamento continuo e di improvvisa penetrazione
tecnologica che la transizione ha attivato agli inizi degli
anni '90(2).
Fra i Paesi in transizione ..top class.. la Repubblica Ceca
svolge un ruolo da sempre considerato di primo piano,
pur non rappresentando una delle economie a forte vocazione agricola, avendo conseguito importanti risultati
nella definizione di uno scenario stabile sia sul fronte
economico che politico.
In questi tempi più recenti tuttavia vengono a galla, da
alcuni nodi irrisolti tipici della transizione, degli effetti
particolarmente negativi capaci di compromettere l'intero assetto dei risultati raggiunti da questo Paese in questi ultimi anni.
Tra le conseguenze più consistenti, rilevanti anche per
il sistema agricolo, devono essere segnalati il profondo
deficit commerciale e di bilancio, gli scarsi progressi
nelle manovre di ristrutturazione ed il caos nei mercati
finanziari( 3).
Tutto questo illustra in modo evidente come, anche nei
Paesi più all'avanguardia, molte emergenze della transizione rimangano ancora sul tappeto, alcune delle quali
direttamente connesse con il settore agricolo. L'agricoltura nazionale è infatti oggi responsabile per almeno un
quinto del debito commerciale ceco a causa della sua
incapacità di competere con la sussidiata agricoltura comunitaria.
LA RIORGANIZZAZIONE STRUTIURALE
Il perno fondamentale nel processo di riorganizzazione
stnltturale dell'agricoltura ceca, così come in tutti gli altri settori economici, è consistito, parimenti a quanto
avvenuto in tutte le altre economie ex pianificate dell'Europa Centro-Orientale, nell'azione di ..de-collettivizzazione.. ovvero la restituzione ai privati delle terre e dei
fattori produttivi sottoposti alla statalizzazione, tramite
la collettivizzazione attivata nel 1948. Il ripristino dei diritti di proprietà e la costituzione, su questa base, di
nuove imprese private, ha rappresentato il primo passo
in direzione della soluzione delle ..distorsioni.. prodotte
dalla pianificazione centralizzata in vista del conseguimento di una maggiore competitività mediante una più
efficiente allocazione delle risorse, riduzione dei surplus e degli occupati, l'ammodernamento della base
tecnica e tecnologica.
Alla base della trasformazione dell'intero settore è stata
necessaria l'adozione di una serie di azioni legislative
tra le quali devono essere segnalate le leggi per la riabilitazione dei cittadini ingiustamente condannati fra il
1948 ed il 1989 le cui proprietà furono confiscate dallo
Stato; le leggi per le privatizzazioni delle proprietà statali (privatizzazioni small scale e large scale)(4), le leggi
sulla trasformazione delle ex cooperative di Stato, le
leggi sulla restituzione delle proprietà agricole. Da questa rassegna si può dedurre quale siano stati gli strumenti operativi con i quali è stato possibile realizzare il
processo di ..de-collettivizzazione.. ; restituzione, privatizzazione, trasformazione. La manovra di ristruttura zione dell'agricoltura ceca è stata caratterizzata principalmente dal fenomeno delle restituzioni ai precedenti
proprietari o ai loro eredi, fatto che ha implicato la presentazione di un notevole volume di documenti che
(~)
In tutta I"Europa Centro-Orientale vengono oggi riportati valori di spesa
per R&S ben al di sotto della media VE: nella Repubblica Ceca tale valore è
dello 0,4% del PIL contro la media comunitaria del 2,2% (fonte OECO).
e) Il deficit commerciale della Repubblica ceca ha toccato nel 1996 1'8,6%
del PIL. Nel frattempo un'ondata di scandali sta travolgendo il mondo finanziario ceco; gravi carenze legali relativamente a questi mercati sono state la
causa principale delle numerose truffe che hanno pesantemente danneggiato centinaia di imprese e migliaia di risparmiatori.
(.) Le privatizzazioni small scale hanno interessato soprJ.ttutto negozi, ristomnti, ecc ... mentre la privatizzazione large scale, realizzata mediante il sistema dei voucher, ha riguardato le grandi industrie (tra cui quelle alimentari)
ed in via eccezionale, le aziende agricole di Stato.
53
MEDIT N° 3/98
hanno messo a dura prova le capacità di azione delle tura ceca parallelamente alla estremamente obsoleta baautorità competenti alla disamina e verifica; tutto questo se tecnica e tecnologica; in generale tutte le strutture
ha contribuito a rallentare sensibilmente l'intera mano- appaiono invecchiate e molto spesso risultano del tutto
vra di restituzione con sensibili ripercussioni anche sul inutilizzabili a causa delle nuove condizioni che la tranprocesso di privatizzazione delle aziende agricole di sizione ha generato nell'agricoltura ceca.
Stato. Nella tabella 1 è possibile rilevare la notevole incidenza delle richieste di restituzione in agricoltura in LE PRODUZIONI
confronto a quanto avvenuto al Ministero dell'Industria Una delle caratteristiche peculiari della pianificazione
e del Commercio e, nello stesso tempo, la differenza so- centralizzata in agricoltura era rappresentata dalla prestanziale nel valore totale delle imprese coinvolte nella senza di continui sensibili incrementi nella produzione,
a seguito dell'introduzione di cospicui sussidi e del formanovra.
La realizzazione del trasferimento delle ex proprietà zato impiego produttivo anche di aree a scarsa vocaagricole di Stato (circa 900 mila ettari di terreno) ha zione agricola. Si realizzava, per questo motivo, un'auconsentito di ottenere non solo una concreta riorganiz- tosufficienza nazionale e si determinavano notevoli
zazione strutturale, ma anche notevoli aggiustamenti flussi di export verso l'URSS(S).
nella struttura e nel volume della produzione e nella Durante il processo di transizione la produzione agricoposizione dell'agricoltura all'interno dello scenario eco- la lorda ha registrato sensibili riduzioni (cfr. tabella 3)
che affiancavano la parallela riduzione della forza lavonomico globale (tabelle 2, 3, 4).
L'esame di questi dati mette in evidenza in primo luogo ro e nell'impiego di input, divenuti estremamente più
la notevole incidenza delle cooperative sia in termini cari a seguito della liberalizzazione dei prezzi. La rimooccupazionali sia di superfici, soprattutto in considera- zione di molti sussidi in agricoltura ha fatto sì che l'imzione del confronto con quanto avviene nell'Unione prenditore agricolo ceco si sia dovuto confrontare con i
Europea ove predominano le imprese familiari. Questo prezzi liberalizzati e, di conseguenza, con tutti i livelli
fatto deve poi essere messo in relazione con le dimen- dei costi. Le riduzioni più contenute nelle produzioni
sioni maggiori della tipica azienda
agricola ceca (132 ha) in confronto
al valore corrispondente UE (19 ha)
Tabella 1 Richieste di restituzioni.
facendo emergere quindi la presenza di una significativa concentrazioAziende
Silvicoltura
Tot.
Altro
Ind.
Tot.
ne della produzione.
agro di Stato
A1im.
MIe C**)
MA e)
Per quanto concerne il fattore lavoRichieste n.
88.209
11.324
1.123
145.200
246.347
1.434
ro, l'agricoltura ceca denota un basValore delle richieste
21.169
6.615
1.431
78
29.499
26.529
Valore totale delle imprese
47.819
35.304
54.731
15.500
199.945
731.825
so costo del lavoro (37% del corri(*) = MA • Ministero dell'Agricoltura.
spondente valore austriaco) che ali(") "MIC· Ministero dell'Industria e del Commercio.
I valori sono espressi In mi!. di Kc (Corone ceche).
menta, su questo versante, un noteFonte: Basic principles 01 the Agricunural Policy 01 the Govemment 01 the Czech Republic, Ministero dell'Agricoltura. Praga, 1996.
vole vantaggio comparativo; deve
essere segnalata, tuttavia, la più bassa qualificazione della forza lavoro
Tabella 2 Strunura dell'agricoltura ceca nel 1995 (%).
in agricoltura rispetto a tutti gli altri
comparti economici. Questa condiN. imprese
Superfici
Forza lavoro
zione rappresenta sicuramente un
Imprese individuali
89,9
23,3
15,9
elemento di debolezza dell'agricolSocietà
5,4
28
31,6
e> È opportuno ricordare che, nonostante i massicci investimenti in agricoltura e la presenza di
notevoli surplus, le economie pianificate mostravano tutti i limiti della pianifiC'dzione stessa determinandosi, per questa ragione, la cosiddetta -economia di scarsità-o Questa scarsità em da imputare principalmente all'insufficienza cronica delle
infrastrutture, particolarmente trasporti e distribuzione; è noto a tutti il fatto che interi convogli di
prodotti alimentari marcivano nelle stazioni moscovite mentre centinaia di persone trascorrevano
giornate intere in lunghe code fuori dai negozi.
Questa economia di scarsità, anche da un punto
di vista alimentare, affliggeva particolarmente l'Unione Sovietica o la Polonia, mentre la Cecoslovacchia o la Repubblica Democratica Tedesca riuscirono ad evitare il problema della continua penuria di generi alimentari.
Cooperative
Aziende di Stato
Altro
Totale
4,3
0,3
0,1
100
47
1,5
0,2
100
48
4
0,5
100
Fonte: Prerequisites 01 the Czech agriculture Irom the standpofnt 01 accession 01 the Czech Republic Into the EU, VUZE, Praga, 1997.
Tabella 3 Indice della composizione della prodUZione agricola lorda (PAL).
PAL
Prad. veg.
Prod. ano
1989
1990
1991
1992
1993
1994
1995
108,6
44,7
63,9
106,1
44,4
61,7
96,7
43,1
53,6
85
35,7
49,3
83
37,4
45,6
78,1
34,7
43,4
81,4
36,3
45,1
Fonte: Prerequfsites 01 the Czech agriculture Irom the standpofnt 01 accessfon 01 the Czech Republic fnto the EU, VUZE, Praga, 1997.
54
MEDIT N° 3/98
rappo rto si è manifestato parricolarmente sva ntaggioso
per i bovini.
G li aggiustamenti intercorsi nelle produ zio ni sono stati
il ri sultato dell'influenza d i una plu ralità di fatto ri fra i
quali la ridu zio ne delle produzio ni nelle aree con condizio ni m eno favorevo li , il processo di ristfutturazio ne
nell'industria al imentare e le nuove tendenze dei consumalo ri. La sensibile ridu zio ne nelle produ zio ni , sopraltutto durame le prime fa si della tran sizio ne, fu tuttav ia il risultato del sosta nziale scarso orientamento dell'intero setlo re verso il merca to il quale, a sua volta, ri senriva pesa ntem ente d ell e condizio ni precarie delle
strutture ed infrastruuure del m erca to; setto ri q uali i trasponi , il commercio all 'ing rosso, le reti di vend ita al
dettaglio, i sistelni di immagazzinamento, ecc. .. erano o
sca rsa m ente sviluppati se no n addirittura del wno inesisrenti , così come del rutto insufficienti appa ri va no " esperienza e le ca pacità manageri ali dei nu ov i imprenditori p ri va t i, necessa ri e per ag ire auto no m ame nte in
un'econo m.ia eli mercato. Q uesta situazione si è tradotta, e si traduce ancor oggi, in una posizio ne estremamente de lica ta dell'agri coltura ceca, con Outtuazio ni
sensibili nei prezzi dei prodotti agricoli e difficili situazio ni fin anziarie delle imp rese; attua lmente metà delle
imprese agri cole ceche appa io no del tutto inefficienti in
termini econo mici (tabeUa 7) .
Tabella 4 Quota dell'agricoltura ' (%).
PIL agricolo
Occupazione
Capitale fisso
Investimenti
Esportazioni
Importazioni
r ')
r')
1994
1995
5,8
7
9
5.4
7.3
9,2
5.2
6.3
-
5,6
7,5
8,4
(') AgrlcollUra comprende anche la sllvlcoltura e la pesca.
(' ') • Tale valore comprende I prodo1tl dell'agricoltura e dell"industria alimentare.
Fonte: Prerequisiles of the Czech agricullUre from Ihe smndpOint of accessio/l of tlle Czech Republic in/o
thefU, VUZE, Plaga, 1997.
Vacche
Tot bov ini
Suini
Poli ame Tot
L ' IN D USTRI A ALIMENTARE E I CONSUM I
':';':111"11 J - "I I/dall/el/lo defli..' prodll::(o ", zoo/eoliche.
vegetali possono essere spiegate anche a causa della
presenza di un migliore rappo rlo prezzi-costi (soprattullO per i cereali ed i semi o leosi)(") in confronto a
quanto avvenuto nell a p rodu zio ne animale ove tale
Tabella 5 Andamento di alcune produzioni vegetali.
1990
199 1
1992
1993
Cerea li
superficie
indice/90
prOduzione
indice/90
1,65
100
8.95
100
1.62
98,18
7,85
87,71
1,59
96.36
6,56
73,30
1,63
98.78
6,60
73.74
110
100
1,76
100
114
103,64
2,04
11 5,90
111
100.91
1,97
111 ,93
105
95,45
2.69
152,84
119
100
4,02
100
119
100
4,01
99.75
125
105,04
3,87
96,27
107
89.92
4,28
106,47
Patate
superficie
indice/90
produzione
indice/90
Zucchero
superficie
indice/90
produzione
indice/90
Alla fin e del 1993 il processo di de-staralizzazio ne nell'industria alimentare aveva condo tto alla privatizzazione di circa il 95% del va lo re g lo bale del comparto. Alla
fin e di questo processo lo scenario relativo all 'industria
alimentare appariva pro fondam ente nRnato ; lo StatO era
sostanzialmente alTetrato dal serro re, occupando spa zi
sostan zialmente margin ali , e, nello stesso tempo, le poche mega imprese stata li aveva no lasciato il posto ad un
numero sempre crescente d i imprese private di dimensio ni decisamente più p iccole CtabeUa 8, 9).
L'industria alimentare ceca contribu isce al 16% dell'i ntera p roduzione
indu stri ale, attirando il ] 0% degli instranieri diretti ed im p ievestimenti
1994
t995
ga ndo attualmente circa 11 0.000 addetti . Q uesto settore ha man ifestato
1.70
1.60
comunque
condi zio ni simi li CI q uel96,96
103.03
6.88
7.00
le verificatesi nel setto re primario; è
78.2 1
76.87
stato in fatti registrato un ca lo d el
2,2% nel '1 993 anche se il va lo re del95
90
81.81
86.36
la produ zio ne, a p rezzi correnti nel1,81
1,80
lo stesso anno, è cresciuto del 3% Ca
102,80
102,30
fro nte però d i un in crem ento nei
92
78.99
3.45
85.82
le superfici sono espresse in 000 ha, le produzioni in mi!. lo
Fome. 8Js/c principles 01 the Agricultural Pol/cy ol/he Govemment ol/he Czech Republic. Ministero de!l"AQricoltura. Plaga. t996
55
91
77,31
3,41
84.83
(6) L\:s p:lIlsiolle della produzionc di scmi oleosi
d cvc cs.sere illeSo":' in rehlzio ne con i p rogr...mmi
che sono st:!! i ' ·arati per 1:1 produzione di biOClrbUr..UHi.
MEDIT N° .3/ 98
Tabella 6 Andamenlo di alcune produzioni animali.
199 1
1992
Tabella 7 Risultati economici delle imprese agricole (mrd di Kc).
1993
1994
1995
4.599
98.55
685
660
4.200
95.65
660
650
4.250
97.82
675
660
2.512
2.450
60.97
350
310
2.500
59.23
340
325
1990
Suini
n. capi
Indice/91
Produzione
Consumo
4.569
100
690
670
4.609
3.360
100
574
393
2.950
107,20
740
700
199 1
1992
1993
1994
-9.7
-4.1
1995
+ 6.7
Prolilli +
Perdite -
+ 0.6
-5.0
- 12.9
Fonte: Prerequisiles o{ the Czech agricullure trom the standpoint o( accession o( the Cm;h Republic into
Ihe EU. VUZE. P,aga. 1997.
Bovini
n. c.1pi
Indice/91
Produzione
Consumo
73. 17
420
347
69.68
380
310
dotti alimentari nella Repubblica Ceca sono general mente calati particolarmente nei confronti di quei prodotti il cui prezzo è aumentato in maniera più sensibil e.
Le ridu zio ni maggio ri sono state ripo rtate nel 1994 nel
Pollame
n. capi
Indice/9 1
Produzione
Consumo
33.278
100
210
177
30.756
92.42
185
168
28.220
84.80
172
157
29.700
89.24
170
1.602
29. 160
87.62
168
160
1capi di suini e bovini sono misurati in 000. la produzione ed i consumi sono misurali in 000 I a peso vi·
".
Fome: Basic principles o( the Agricultural Policy o( Ihe Govemmenl o( Ihe Czech Republic. Ministero del·
l'Agricoltura. Praga. 1996.
prezzi dei p rodOlti alimentari del 5,6%) . I n parti colare
sono stati registrati defi cit nell 'industri a della lavora zione delle carni (-0,64%) ed in quella caseari a (-0,04%).
Per quanto co nce rne l'industria di tra sfo rm az ione di
frutta e verdura è stato riportato il va lo re + 1,01 %, mentre per quella impegnata nella produ zio ne di "c ibi pronti" il corri spondente valore si è attestato al + 1, 13%. I dati più significativ i provengono dalla pro duzione di bevande (+ 7,7%), all 'interno della quale un ru o lo fo ndamenl'ale viene giocato dall 'industria dell a produ zione
della birra , e dall 'industria della lavora zio ne dei prodotti della pesca (+ 10,96%).
Un elemento di importan za cru cia le, agente particolarmenre arrivo nell a determina zione cii molti agg iusta menti all 'interno dell 'intero sistema
agricolo, rim ane t'Utta via la sfera dei
consumatori , un fattore che al contra ri o nell 'ambiro d i un 'econo mia
4500
ce ntralmente pianifi ca ta appariva
4000
comp letamente marginali zza to e
3500
"compresso-. A m o nte d ell 'attuale
3000
comportamenro dei consumatori ce2500
chi deve essere in p rim o luogo individuato il lo ro pOlere d i acq uisto
2000
(decisa mente più elevato a Praga ri1500
spetto al resto del Paese - 31 % al di
1000
sopra d ella med ia nazio nale)('). In
questi ultimi anni i consumi cii pro500
Tal
cereali
Tol semi Zucchero
oleosi
Patate
Legumi
FiR'II'f/ 2 - l'rodllziol/i I r'ge/nli.
2.4
2.3S
2.3
2.25
2.2
2.15
2.1
2.05
2
O
o
È opportuno segnalare che, ohre :tI p:lra ll elo
elevamenTo del COSIO del l;! vil a. gli st ipendi mcdi
nella Ikpubblica CCCI sono prat iCl memc raddoppiali in quesli ultimi :In ni passando elal va lore medio di 4.644 Kc nd 1992 a 8.400 nel 1995. Nello
SIesso Icmpo deve essere ricord:ua la differenza
nei s:lbri esistente fra i vari settori dell'economia:
si pllÒ p:lss:lfe infatti da lle 14.406 Kc del sellore
b:mcario alle 6.79 1 Kc in agrico ltur.1.
Lino
1.9S
1991
1992
1993
=
Latte""
*= 000 di capi
** = 000 di li1ri
FigI/m j - Pl'()(lu:;(o/U' di Itrfll!.
56
1994
1995
~ Consumo mrd
Itl
,\ IEDIT N°
Tabella 8 Numero delle industrie operanti nel settore alimentare
nella Repubblica Ceca.
5198
Tabella 10 Andamento dei consumi (valori pro capite).
mi S lJr~1
D imensioni
1993
1994
ind ice
25·99
186
73
121
65
23
12
275
91
159
70
18
7
147,8
124,7
130,6
107,7
100-149
150-299
300·599
600-1.199
1.200 ed oltre
Carne
bovina
suina
poflame
Pesce
latte e derivo
burro
latte
formaggio
Uova
Oli/grassi veg.
Zucchero
Riso
Patate
l egumi
Verdura
Frulla
Vino
Birra
Bev. non alcol.
78.3
50.3
Fonle: statistiche nazionati.
Tabella 9 Numero delle imprese alimentari per settore di attività.
1993
lavorazione carni
lavo prad. ittici
lavo frutta e verdura
lavooli
Ind. casearia
Prad. da forno
Mangimistica
Altro
Bevande
Totale
1994
Ind ice
113
5
39
4
76
46
27
191
188
619
89
6
32
4
53
36
18
160
82
480
127
83.3
121 ,9
kg
kg
kg
kg
kg
kg
kg
kg
kg
pz
kg
kg
kg
kg
kg
kg
kg
l
l
1
199 1
88.4
22.4
47.8
12.8
3.8
247.6
4.9
90
7.4
328
12,7
42,3
1992
1993
1994
86,6
84,3
81,2
20.4
48.8
19,8
48,1
11 ,7
18,4
46,7
11 ,6
12,5
4.6
4.5
4.8
218,8
194.3
191,9
4.4
4.2
75,2
6.1
318
4.2
79.8
6,6
308
15
38.6
3.8
78
1.9
75.8
76,8
6.8
328
13
39.5
4
14,5
1,6
38.9
3.9
84
1.8
73,6
69,7
74,2
64.4
69.5
15
72.7
4
84,2
1,6
14,8
164,9
108.3
84.1
163,3
111.3
15,3
153.6
112.1
71,5
15.4
156,7
118,3
100
Fonte: statistiche nazionali.
143.4
127.8
150
11 8.8
143,9
per i pensio nati. Q uesti dati appa io no significa tivamenre elevati in particolare se vengono messi CI raffro nto
con i corrispo ndenti va lo ri relati v i ai consumato ri dell'Europa occidentale (m edia UE 19,7%); ess i riman gono
tuttavia in linea con quanto avviene nelle altre economie in transizio ne e nei Paesi meno sviluppati dell 'Unio ne (Po lonia 35,4 %, Ung heri a 32,8%, Slovacchi a
37,4%, Grecia 36,4%). I dati attual i sui consumi al imentari nella Hepubb lica Ceca mettono in evidenza alcuni
tI'end che possono essere così sinteti zzati:
- aumento dei consumi di o li vegeta li in sostiru zio ne di
quelli animali
aumento dei consumi d i frutta e verdura
au mento dei consumi di patate
au mento de i consumi d i tè e caffè
aumento dei consumi di carne di pollo
ulterio re ridu zio ne nel consumo di carne bovina e
suina.
Deve essere segnalato , anche a vantaggio d ei nostri
esportatori, una fo rte d o manda di p ro do tti cosiddetti
~economici " q uali ri so e soprattutto pasta ed incrementi
nel consumo d i vino ~t fro nte di una ridu zio ne nel consumo della b irra (tabella lO) .
129
FOnle: statistiche nazionali.
consumo di patate (-13,] %), ca rn e bovina (- 6,6%) e
suina (-3,1%), per la frutta (-5 ,1 %) e le uova (-3 ,'1 %).
Segni positivi sono em ersi invece per il consumo di latte e derivati (+ 2,2%), verdure (+ 3,8%) e frutta tro pica le (+ 9, 5%), ma riman e tutto ra p iuttosto basso il consumo di prodotti surgelati con 6 kg annui a fronte d i una
med ia dell 'Unione Euro pea che oscilla fra i 15 ed i 35
kg (figura 4).
Attual mente, in media il consumatore ceco spende circa il 32% del proprio redd ito in prodotti alimentari , valo re che arri va a 36% per le fam iglie con prole e 45%
CONCLUSIONI
o
50
100
150
Le arrual i condizio ni del sistem a agrico lo nell a Repubb lica Ceca, soprattutto in considerazio ne del dibattito
relativo al suo ingresso nell 'Unio ne Europea) mostrano
ch iaramente punti di fo rza e di d ebolezza e soprattutto
ne evidenziano le future p otenzialità, tenendo in deb ito
conto anche versanti del p ro blema dell a tran sizione,
che non so no sta ti trauari in questa sede, ma che svolgono comunque fun zio ni fondamenta li, come ad esemp io le quesrio ni relative al m erca to fo ndiario, alle condi zio ni del sistema bancario e di credito, a peculiari rapporti conlmerciali (quelli attualmente es istenti con l'UE ,
200
FigI/m -1 - .. hldoll/t'lIlo dei cOl/sl/llli (kl!/pl"O c(/pitd mll/o) .
57
Mlm lT W 3/ 98
ce rca in questi settori per l'indi vidua zio ne cii più puntual i cri teri e
m erodo logie ci i va lutaz io ne capa ci
di tenere in debito conto l'amp iezza
e la profondità del p rocesso di trasfo rmaz io ne dello scenario geo-tecno-economico mo ndiale.
G l i sv i lu ppi d el m e rcaro ag ri co lo
m o ndia le rappresentera nn o aIrrettanti fa tto ri ~c hia ve", ma l'interesse
maggio re verrà sicu ram ente focalizza tO sul futuro della PAC, che già atru almente ca lamita gra n parte clell'attenzio ne d egli .agriculrural po licy
makers· dell a Repubbl ica Ceca, nella sua triplice pro sp ettiva ovvero
starus q uo, prosecu zio ne sulla scia della rifo rma MacShanyo riform a rad ica le.
Q ualunque sa rà il percorso che la PAC potrà intraprendere nel pross imo futu ro, per la Repubblica Ceca, così
come per gl i altri candidari in transizio ne -top cla ss- e
per tutti gli attua li membri, il concetto di qualità rappresenterà il fa ttore fo ndamentale ca pace fo rse di garantire la sopra vvive n z~1 stessa d i interi sistemi agricoli ;
q ualitéì nei pro dotti agricoli ed alimentari , ma anche
nelle proced ure d i produ zio ne, di la vorazio ne, di distribuzio ne, di gestione e, com e conseguenza final e, ma
non per questo m eno impo rrante, un indispensabile
elevamento nella q ua lità nella formazi one e nella ri cerca scientifica e tecno logica.
•
con i Paes i Cefta CI!) e, in parti colar modo, con la Slovacch ia).
Da questa sintesi si pu ò g ià comunque no tare come
l' intero sistema agricolo ceco ap paia, su m o lti versa nti ,
sostanzialmente in linea con le d irettri ci che connotano
i corri spondenti sistemi agri coli occidentali ; in pa rti colare, tenendo p resente tale scenario , elnerge l'azione di
una co mplessa plural ità d i fa tto ri , sia a livello nazionale
sia internazionale, capace d i influenza re sensibi lmente
la concreta rea lizzazio ne cii tutte le po ten zialità del sistema. Appare in primo luogo indispensabile ricordare,
anche per questi Paesi, il ruolo che info rmatica e sistemi di telecomuni cazio ne possono g ioca re qu ali m omenti focalizza nti nella d efini zio ne di rinnovati modelli
di svil uppo economico glo bale, comprendente quindi
anche l'agri coltura, e ..cinghie d i trasmissio ne» per attivare un p iù stretto ed effetti vo collegamento con l'econo mia continentale e mo ndiale; in questo scena ri o la
qua lità dei sistem i formativi e dell a ri cerca rappresenterà un vero e pro prio elemento discri minante.
Parimenti un ruo lo sempre p iù ril eva nte viene g iocato
dalle problematiche amb iental i per le q uali , anche nella Repubb lica Ceca , sta manifestandos i una crescente
sensibilità e maturità da parte dell 'o pinio ne pubblica
che si traduce anche in un progress ivo interesse dei
consumato ri verso prodotti al imentari p iù sa ni e verso
una do manda di prod oni di q ualità.
In sostanza questi fa tto ri sa pranno influenza re concretamente il compo rtamento d elle imprese agri cole tradizio nali impo nend o fo rse anch e muta menti p ro fo ndi
nella lo ro stessa natu ra attraverso una Inaggio re incidenza di attivi tà extra -agri cole con profonde ripercussio ni nello sviluppo globale delle aree rurali. Tutto q uesto im po rrà un ineluttab ile parallelo ripensamenlo d i
mo lti schemi di pensiero all 'interno della sfera de lla ri -
BIBLlOGHAFiA
or
AA.VV. (997) - · P rcrcqll i s it e~
the Czech agriculture from the st:lIldpoilli
o f accèssion o f the Czeçh Ikpublic imo thc EU-, VUZE , Pr:lga.
C:if1l1ardla C. (996) - Int egr: ldòn o di s int cg l~l ciò n de la agricultllcl t.:n la Europa Celltr:1l y del Este? in -Ikvista Esp:lIl ol:! dc Economi:! Agr:u·i:! ., Il. 176.
r. l:ldri d.
Ca nmrell:! C. (996) - L'illlt.:gr:lzione d dle agricohllre dell 'Europa CentroOrientale, in ·Polit ica Inli::rnnio nale•. n. 3-1, Ip:dmo, Ho rn:!.
i\linistero dell"Agricoltur:.1 dciI:! Ikpubblica CCC;! ( 996) - -Basic princi ples o f
the Agricultur:il Policy of Ihe Govl.:rnml.:nt o f the Czcch Hep ublic-, 1'r:lga.
I\ lin islero de]]"Agricohur:1 della Ikpubblica CeGI (996) - ·State of CZcch :Igriculture., PI~ l g:l.
OECO-CCET (996) - . Agricultural p olicies, Illarkets :Illd tr:lCll! in Ihe Ce nl ral
:Illd E:lslern Europe., P:uigi.
OECO-CCET (994)
1994-, P:lrigi.
- -Economie Survey: The Czech :md Slov:lk Ikpubl ics
SachsJ. - '·";lmer A. ( 1996) - Achieving r:lpid growth in the tr:msil ion econom ics of Cenlr:ll Europe, 1-1111) Devclop mcnt Discllssion l'aper n. 544.
Uniled Nalions Oevelopment l'rogr:.llnme (1 996) - ·Czech Ikpu b lic: Human
Oevelopment Repon·.
Uniled N:ll ions Dc"dop ment l'rogr:lInmc (996) - ·1-luIlUfl dt.:vclopmenl repon -. Unitcd Nal iol1S Ol.:vdoprlll!nt Progr:lI11me, Ikgion:d Bureau for Europe
and thc Commonweall h
Independent St:l\es, ·I-Iurnan Ocvclopment under
Tr.lnsition-,.
or
e) Il ·Central Euro pe:m Fn:.:e Tr:lde Agreeml!nt . (CEFf A) comprende, Ik pubb lica Cl!C:I, Sio vacchi:l , Ungheria , Po lonia , Siovenl:! e Ro m:HlI:!.
W'orkl Bank (996) - ·Frorn l'bn lo Market -, \\fash ingt on.
58

Documenti analoghi