INTERALPIN 2007 Kässbohrer presenta il PistenBully più potente

Commenti

Transcript

INTERALPIN 2007 Kässbohrer presenta il PistenBully più potente
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:17 Uhr Seite 1
Rivista per i clienti di
Kässbohrer Geländefahrzeug AG
Numero 05/2007
05/2007
INTERALPIN 2007
Kässbohrer presenta il PistenBully più potente mai costruito
ed il nuovo PistenBully Scout
Quest’anno si festeggia una prima assoluta europea:
Interalpin è la maggiore e più importante
la presentazione del PistenBully Scout, che a partire
manifestazione fieristica nel settore delle tecnologie
alpine. Dal 18 al 20 aprile 2007, nel padiglione 4,
dalla stagione 2007 / 2008 verrà commercializzato
stand 420, l’azienda leader del mercato mondiale
per la prima volta al di fuori del Nordamerica. Finora
presenta per la prima
volta il PistenBully
600 Polar con
verricello. Con i suoi
490 CV il PistenBully
600 è la macchina più
potente oggi sul
mercato. Ma non
basta: Kässbohrer
offre ai visitatori della
manifestazione anche
un’altra novità, il
ci!
Visitate
PistenBully Scout. Con
queste due novità
e 04,
Padiglion 20.
4
Kässbohrer completa
°
n
d
n
a
st
sia verso l’alto che
nell'area
Oppure
verso il basso la
o.
'a
ll
a pert
propria gamma di
modelli.
la produzione e la vendita sono state curate
esclusivamente dalla Kässbohrer All Terrain Vehicles
Inc., Reno, Nevada. Questa macchina, col nome di
Lite-Foot, è ben conosciuta da più di 10 anni sul
mercato nordamericano. PistenBully Scout copre i
segmenti di mercato Utility, Safety e Security. Il suo
target è costituito da imprese nei settori dell’energia,
della manutenzione, delle telecomunicazioni,
nonché da
organizzazioni della
protezione civile e
ambientale. Il PistenBully Scout può essere
impiegato per
trasportare fino a 10
persone. I suoi punti
d’eccellenza sono
economia d’esercizio e
versatilità d’impiego.
Allo stand Kässbohrer,
accanto al PistenBully
600 Polar ed al
PistenBully Scout, si
potrà ammirare anche
un campione nella
preparazione dei
Funpark: il PistenBully
200 Park. Il suo raggio
d’azione è stato
aumentato
anteriormente di 134
gradi e posteriormente
di 132 gradi. In
combinazione col
PistenBully 200 Park,
Kässbohrer mostrerà
al visitatore le
meraviglie del
ParkBlade: l’accessorio
dalle molteplici risorse
per la costruzione e la
cura dei Funpark e
delle piste da
BoarderCross, ma
anche per il trasporto
Il visitatore di
Interalpin 2007
resterà certamente
impressionato dal
PistenBully 600 Polar
con verricello. Il
PistenBully più
potente mai costruito
unisce in modo
inimitabile razionalità
e forza straordinaria.
Un motore da 490 CV
garantisce una
grande riserva di
potenza, mentre una
lama frontale di grandi
dimensioni consente
prestazioni operative
ancora più elevate.
Continua a pagina 2
Editoriale
Egregio cliente,
caro lettore,
per settimane la stampa tedesca ha ripetutamente
affrontato lo stesso tema: il cambiamento climatico. Le
stazioni sciistiche, dopo alcune difficoltà iniziali ed in
certi casi qualche ritardo nell’apertura della stagione,
hanno saputo dominare la situazione nel migliore modo
possibile. Da tante voci si è potuto sentire che le piste
erano ben innevate e preparate in modo ottimale. Noi
abbiamo grande rispetto per questo sforzo e per
l’ottimismo che ancora prevale. Dopo questa difficile
stagione invernale 2006/2007 vogliamo di nuovo
guardare avanti con fiducia.
www.pistenbully.it
Interalpin ci offre l’occasione per presentarci con veicoli
e prodotti ben noti ed affermati, ma anche con un nuovo
arrivato nella famiglia PistenBully: il PistenBully Scout.
Originariamente la vendita di questo modello era stata
prevista solo per il Nordamerica, ma, dopo molte
pressanti richieste dei nostri clienti, abbiamo deciso di
non privare il mercato europeo di questo tipo di
macchina. Con ciò, dimostriamo nella realtà, cosa
intendiamo quando parliamo di «orientamento al
cliente».
A proposito di clienti: in maggio organizzeremo con voi
una grande festa, qui a Laupheim: l’AfterWork-Party.
Abbiamo avuto delle buone idee e saremmo lieti di far
festa con voi e incontrarvi ancora una volta nella sede
Kässbohrer.Attendo con piacere Interalpin e la vostra
visita al nostro stand. Come in passato, qui c’è sempre
qualcosa da vedere.
Non perdetevi le nostre sorprese!
Vostro
Jens Rottmair
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:17 Uhr Seite 2
Pagina 2
INTERALPIN 2007
Kässbohrer presenta il PistenBully più potente mai
costruito ed il nuovo PistenBully Scout
Segue da pagina 1
di rails e funbox. È possibile trasportare qualunque
oggetto: carichi fino a 1.000 kg non costituiscono
alcun problema per ParkBlade e PistenBully.
Sempre nell’area esterna
i visitatori della
manifestazione potranno
esaminare un PistenBully
100, in allestimento da
fondo. Grazie alla sua
costruzione modulare,
con diverse larghezze
della carreggiata ed
accessori per una varietà
d’impieghi, questa
macchina non solo è in
grado di tracciare piste
Nell’area espositiva esterna Kässbohrer presenta
l’ammiraglia della gamma PistenBully: la versione
standard del PistenBully 600. Già nella prima
stagione successiva alla presentazione sul
mercato, questa macchina ha saputo imporsi sul
campo. Questo PistenBully, con le sue linee
inconfondibili e le grandi superfici vetrate estese
verso il basso, ha destato un incontenibile
entusiasmo tra clienti ed operatori.
da fondo della più alta qualità, ma anche di
preparare piccole piste, adatte anche come
sentieri. I tracciatori ed il VarioTrackDesigner
garantiscono la preparazione di piste da fondo di
classe mondiale.
PistenBully 600, PistenBully 600 Polar, PistenBully
Scout, PistenBully 200 Park, PistenBully 100: tutte
validissime ragioni per visitare lo stand
Kässbohrer ad INTERALPIN 2007!
Intervista a Raimund Mayer, responsabile del Controllo Qualità
La qualità sta nei particolari
«Controllo di qualità preventivo» è un concetto
che in Kässbohrer Geländefahrzeug AG sta scritto
a grandi lettere. Un principio che, naturalmente,
vale anche per il controllo dimensionale della
cabina di guida nei nuovi modelli di PistenBully. Il
controllo di qualità del PistenBully 600 è iniziato
contemporaneamente alla sua progettazione. Il
circolo della qualità abbraccia tutta la produzione
di serie, dal controllo dimensionale dei singoli
componenti fino al collaudo finale. Il responsabile
del controllo qualità, Raimund Mayer, con i suoi
collaboratori, dà la sicurezza che tutto ciò che è
stato progettato e costruito funzioni senza
problemi nel PistenBully 600 ultimato e pronto
per la spedizione.
morbidi. La tecnologia di scansione free-form è
però in grado di valutare la qualità delle superfici.
La verifica dei primi pezzi è iniziata circa 12 mesi
prima dell’avvio della produzione di serie, appena
ricevuti i primi progetti da parte del designer. Da lì
fino all’inizio della produzione in serie sono stati
messi a punto innumerevoli protocolli di
misurazione, che hanno contribuito sia ad un
continuo perfezionamento del processo di
produzione, sia ad una corrispondente
ottimizzazione del complesso di dati a
disposizione.
completamente sotto
controllo il processo di
produzione della cabina
di guida. Il PistenBully
600 sarà conforme ai
requisiti più severi.
K-info: L’ultimo PistenBully ha dunque
superato i test di qualità?
K-info: Come è stato condotto il controllo
dimensionale del PistenBully 600, rispetto
a quello dei modelli precedenti?
Sì, senza alcun dubbio. Il controllo totale della
qualità prevede l’osservanza di standard
prestabiliti, come del resto è pratica comune
nell’industria automobilistica. Siamo in grado di
costruire l’intelaiatura della cabina di guida del
PistenBully 600 con le tolleranze prescritte,
riproducendola sempre con precisione all’ordine
del millimetro. In tal modo abbiamo
La cosa importante è
un’alta affidabilità dei
processi. Ciò significa
che occorre assicurare
un alto grado di riproducibilità alla precisione del
processo di produzione. L’insieme di dati generato
dal nostro reparto sviluppo viene inserito nella
nostra macchina di misura a più coordinate. Su
questa macchina tridimensionale è possibile
effettuare un preciso controllo dimensionale di
singole parti, di gruppi saldati o addirittura
Nei modelli precedenti era abbastanza semplice:
l’estetica era dominata da superfici piane e da
spigoli netti. Col PistenBully 600 è tutt’altra cosa:
le linee hanno un andamento sinuoso e raccordi
K-info: Come potete
garantire che nel
controllo qualità non
si insinui qualche
imperfezione?
dell’intera cabina di guida. In tal modo si
raggiunge la certezza che nella produzione di
questi componenti non si manifesterà alcuna
deviazione dallo standard. In generale occorre
effettuare misure per verificare la rispondenza alle
prescrizioni del disegno. Il rispetto di tali
prescrizioni è fondamentale per la buona riuscita
dei passi successivi, come il montaggio della
cabina di guida o del telaio portante: le eventuali
imperfezioni influenzano subito gli altri assiemi.
K-info:Chi esegue il controllo dimensionale?
Il controllo è effettuato sulle forniture in arrivo da
tecnici del reparto accettazione appositamente
addestrati. Nel quadro del programma di
formazione, questi tecnici ricevono un
aggiornamento permanente, per essere sempre
all’altezza di requisiti in continua evoluzione.
K-info: Cosa significa per i clienti
l’osservanza delle tolleranze dimensionali?
I nostri clienti vengono in possesso di un veicolo
con caratteristiche costruttive e qualitative ben
bilanciate, in cui tutti i componenti si interfacciano
e funzionano perfettamente. Queste particolarità
spesso non vengono rilevate in un primo
momento poiché, dal punto di vista del cliente,
all’inizio sono altri gli aspetti di una nuova
macchina che si impongono all’attenzione. È
durante la stagione, per esempio quando il cliente
guida un PistenBully in una tormenta con
temperature polari, e tuttavia gode di un
confortevole tepore, che il nostro lavoro dimostra
la sua utilità. Quando, dopo molti anni, le porte del
PistenBully si chiudono ancora con precisione, il
cliente alla fine riconosce il valore
aggiunto di un PistenBully.
www.pistenbully.it
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:17 Uhr Seite 3
Pagina 3
«AfterWork-Party»
Divertimento e neve a non finire a Laupheim
Quest’anno Kässbohrer Geländefahrzeug AG ha
escogitato qualcosa di molto speciale per la fine
della stagione. Dal 22 al 24 maggio si terrà a
Laupheim un «AfterWork-Party» di gran classe:
un evento che in tre giorni offrirà agli ospiti un
programma vario, che spazierà da presentazioni
informative ed interessanti ad una impegnativa
gara di Biathlon e ad entusiasmanti
intrattenimenti serali.
Dal punto di vista sportivo il piatto forte sarà
costituito da una gara di biathlon disputata in
condizioni professionali. Il poligono di tiro è
conforme alle regole ufficiali del biathlon ed è
curato dai professionisti di Ruhpolding. Le
partenze saranno a coppie; ogni comprensorio
sciistico potrà iscrivere una coppia. Ulteriori
sostenitori sono naturalmente benvenuti. Il
percorso completo è lungo 300 metri, in caso di
penalità per mancato bersaglio bisogna ogni volta
arretrare di 100 metri. Per ragioni di equità la
classifica comprenderà due categorie, poiché i
clienti provenienti da un’area di sci di fondo
potrebbero avere nel Biathlon vantaggi
considerevoli rispetto ai discesisti.Al vincitore del
Biathlon spetterà per quattro settimane l’utilizzo
gratuito di un PistenBully nella propria stazione
sciistica di discesa o di fondo.
A fianco della sfida sportiva si terranno
presentazioni, che daranno ai partecipanti
all’«AfterWork-Party» la possibilità di informarsi
su temi interessanti
e di scambiare
esperienze.
Naturalmente
saranno esposti i
modelli attuali di
PistenBully, ma in
quei giorni,
nell’ambito di
un'esposizione di
veicoli usati, si
potranno acquistare
anche modelli meno
recenti. Sarà ovviamente possibile dare anche
un’occhiata alla linea di produzione Kässbohrer.
Di sera il divertimento è assicurato.
Non per niente l’avvenimento si chiama
«AfterWork-Party»: e in un party, si sa,
il divertimento non manca mai.
15.000 PistenBully
«Siamo affezionati ad ogni singolo PistenBully»
Tre specialisti, quasi quattro decenni d’esperienza
e 15.000 PistenBully: nel settore della
manutenzione delle piste di discesa e di fondo,
così come nella preparazione di Funpark,
PistenBully è il leader mondiale del mercato, con
una penetrazione superiore al 50%; uno sviluppo
che in principio nessuno avrebbe osato sognare,
nemmeno i tre maestri della tecnica che hanno
partecipato alla nascita del PistenBully.Walter
Sautter, Josef Haumann ed Erwin Kasberger, a
partire dagli anni ’60 e ’70, hanno condiviso
l’intera storia del PistenBully.Alla fine del 2006
Kässbohrer Geländefahrzeug AG ha festeggiato la
produzione del 15.000° PistenBully, un
avvenimento che ha riempito giustamente di
orgoglio tutto il personale dell’azienda.
Nel 1968 Walter Sautter,allora apprendista al
secondo anno di tirocinio,venne chiamato nella
baracca di legno dove si trovava il reparto studi
della Karl Kässbohrer Fahrzeugwerke.Tutto quello
che succedeva in quella baracca di legno era
coperto dal più stretto segreto.«Quel giorno si
parlò di una specie di ‘schiaccianeve’»,ricorda
Walter Sautter.«In quel momento mai mi sarei
aspettato che quel veicolo da progettare avrebbe
determinato in modo decisivo i quattro decenni
successivi della mia vita professionale!» Nel 1968
la manutenzione meccanica delle piste di sci era
ancora ad uno stadio primitivo.Fu nel 1960 che
tutto il mondo vide per la prima volta in televisione
le immagini di cingolati dell’esercito,impegnati
nella preparazione degli ottavi Giochi Olimpici
Invernali a Squaw Valley,nella Sierra Nevada.
L’idea del PistenBully era venuta a Karl Kässbohrer
durante una vacanza invernale in Italia,all’Alpe di
Siusi,dove,con sua grande irritazione,aveva
trovato che i veicoli impiegati per la preparazione
delle piste erano fuori servizio.Karl Kässbohrer
condivideva con il fratello Otto uno spiccato
interesse per tutti i veicoli speciali;fu così dunque
che i due fratelli incaricarono il loro progettista,
Walter Haug,di sviluppare un battipista.Col suo
primo segno di matita,tracciato nel giugno 1968,
Haug si assicurò il titolo di «padre» del PistenBully.
L’ingresso nel nuovo settore d’attività richiedeva
molta cautela,perché la concorrenza era molto
forte.Il concetto tecnico di base era praticamente
lo stesso per tutti:motore a benzina,sterzo con
comandi a leva agenti sui freni dei cingoli,cambio
meccanico e freni a disco o a tamburo.Solo
Kässbohrer aveva idee veramente nuove:all’inizio
il veicolo era ancora a trazione anteriore e con un
motore a benzina Daimler-Benz da 120 CV,ma già
equipaggiato con una trasmissione idrostatica,
con comando dello sterzo a volante e disponeva
anche di una spaziosa cabina di guida e di un
grande pianale di carico.
www.pistenbully.it
La prima produzione in piccola serie avviene nel
1969: i cinque PistenBully 32.120 B sono ora a
trazione posteriore ed al loro interno pulsa un
cuore costituito da un motore a sei cilindri dalla
potenza di 120 CV. «In seguito abbiamo optato
per i motori Diesel; quelli a benzina soffrivano
della mancanza d’aria ad alta quota», ricorda
Walter Sautter. Nel 1971 la macchina di Ulm si
afferma in modo superlativo sui concorrenti in un
confronto internazionale a Flaine (Alta Savoia). Il
modello 39.145 D convince soprattutto grazie alla
trasmissione idrostatica: mentre le macchine della
concorrenza, a causa del cambio meccanico,
mancano di continuità nella trasmissione della
Nel 1984 arriva il PistenBully 200 DW, la prima
macchina dotata di verricello a braccio alto, adatta
alla preparazione di piste a forte pendenza.A
proposito di forti pendenze: in occasione della
prima consegna sulla Zugspitze,Walter Sautter e
Josef Haumann, una volta arrivati alla stazione
Schneefernerhaus, dovettero smontare il
PistenBully per poterlo estrarre dalla galleria.
Arrivati poi in cima, furono costretti ad affrontare
sul veicolo una discesa in forte pendenza per poter
raggiungere il luogo dove la macchina sarebbe
stata impiegata. «Per riuscirci non abbiamo
volutamente eliminato con l’esplosivo la neve in
eccesso, in modo da poter scendere, per così dire,
coppia motrice e perciò sono fortemente
penalizzate sui pendii, il PistenBully si arrampica
in salita a velocità regolabile in continuo e può
così adattarsi in modo ottimale a qualunque
terreno e condizione della neve.Appare quindi
subito evidente che l’idea del PistenBully ha un
futuro. Erwin Wieland, a quel tempo responsabile
di zona per la vendita degli autobus SETRA, crea a
partire dal 1971 l’organizzazione di vendita dei
battipista e dà un’impronta decisiva alla storia del
PistenBully nei trent’anni che seguono.
cavalcandoci sopra», racconta Sautter.Anche le
consegne successive sulla Zugspitze non sono
state meno avventurose: una volta si dovette
calare un PistenBully appeso ad una fune, poiché
c’era troppo poca neve. Un’altra volta Josef
Haumann dovette sudare parecchio nella galleria
pedonale della Zugspitze, perché tutti
aspettavano solo il suo ritorno prima di poter
finalmente far detonare una carica esplosiva.
Simili avventure creano naturalmente un forte
legame. «Siamo proprio come i Tre Moschettieri»,
sottolinea Erwin Kasberger a questo proposito.Tre
moschettieri che amano anche divertirsi:
«Qualche volta ci piaceva farci degli scherzi. Per
esempio una volta abbiamo verniciato col bel
rosso del PistenBully le scarpe di un collega: noi
stavamo nascosti nella fossa d’ispezione e lui
stava interdetto di sopra!».A ripensarci Sautter
ride ancora.
Nello stesso anno viene presentato il 170 D,dotato
di cabina di guida ribaltabile.In questa maggiore
attenzione per la semplicità di manutenzione è già
coinvolto Josef Haumann,oggi responsabile della
produzione dei cingoli:questo tecnico,esperto di
macchine agricole,stava allora in officina a saldare
la scocca autoportante con struttura a centine del
PistenBully.Il successo sul mercato mondiale si
manifesta nel 1972,in occasione dei Giochi
Olimpici Invernali a Sapporo (Giappone),dove
l’incarico della preparazione delle piste viene
affidato al PistenBully.Nello stesso anno Erwin
Kasberger,che attualmente condivide da vent’anni
con Walter Sautter la responsabilità della
produzione,ha appena concluso il suo tirocinio
presso Kässbohrer.
Nel 1994 il settore «Veicoli Fuoristrada» della Karl
Kässbohrer Fahrzeugwerke GmbH diventa
un’azienda indipendente. Il successo del
PistenBully non viene minimamente influenzato
da questo cambio di organizzazione, anzi, accade
il contrario: nel 1997 avviene la consegna del
10.000mo veicolo. PistenBully è ora attivo in 52
Paesi ed in tutti i sei continenti. Gli anni ‘90 ci
portano, tra l’altro, il PistenBully 300, che si
distingue per un’eccezionale capacità
d’arrampicata, basso costo di manutenzione ed
un sistema automatico di messa in tensione dei
cingoli. Josef Haumann, responsabile della
costruzione dei cingoli, non può fare a meno di
ripensare ai primi tempi: «Una volta, prima di ogni
presentazione presso il Cliente, dovevamo
avvolgere il cingolo a mano e ci volevano due ore
per montarlo. Però, quanto ci è toccato
sfacchinare a quei tempi!». Nel 1998 avviene
l’ingresso in Borsa della Kässbohrer Geländefahrzeug AG; quattro anni dopo l’azienda si trasferisce
nella nuova sede a Laupheim. Nel 2002 appare sul
mercato anche il
PistenBully 300 Polar; con
i suoi 455 CV è il
PistenBully più potente
mai esistito. Fin dall’inizio
PistenBully è sempre stato
un passo avanti alla
concorrenza: «Avevamo il
brevetto sulla
trasmissione idrostatica
nei mezzi battipista e nel
frattempo abbiamo
sviluppato ulteriormente
l’elettronica. Si tratta di
un vantaggio che
abbiamo mantenuto fino
ad oggi», afferma Walter Sautter. È sicuramente
anche merito della grande dedizione dei
collaboratori: «Nelle presentazioni dovevamo
arrivare in cima alla montagna in diretta
competizione con gli altri concorrenti. Non ho mai
voluto perdere una corsa, a qualunque costo»,
rivela Sautter. Il suo collega Haumann ricorda che
un tempo si lavorava a volte anche 65 ore alla
settimana: «Spesso abbiamo caricato una
spedizione anche all’una di notte».
Quale modello sia il loro favorito, i nostri tre tecnici
non ce lo sanno dire: «Il 170 D è stato il primo ad
avere un bel ’faccino’ tondo, però dal 240 in poi
abbiamo cominciato a curare così tanto il
design...». Una cosa è certa: l’attuale PistenBully
600, che unisce le ultime novità tecnologiche ad
un design avveniristico, li entusiasma moltissimo.
«Questa è una macchina al top sotto ogni punto di
vista», dice Kasberger parlando a nome di tutti.
«Per essere sinceri, noi siamo affezionati ad ogni
singolo PistenBully».Walter Sautter, Josef
Haumann ed Erwin Kasberger sono cresciuti col
PistenBully, o viceversa, il PistenBully è cresciuto
con loro. In ogni caso si tratta di una crescita
impressionante: 15.000 PistenBully
sono un numero di tutto rispetto.
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:17 Uhr Seite 4
Pagina 4
Tracks of Life – Storie
scritte dalla vita.
Tracks of Life – La prima storia
Cosa succede nella rossa cabina di guida,
quando si preparano le piste illuminate
dalla luce dei fari, o nella rimessa del
PistenBully?
La nostra missione è la ricerca di tracce rivelatrici.
Si tratta di tracce molto speciali, quelle che un
PistenBully lascia dietro di sé, non solo sulla neve,
ma anche nei cuori e nella mente di operatori,
meccanici ed appassionati di sport invernali.
Una potenza di 490 CV significa forza e
tecnologia, fascino ed entusiasmo; soprattutto
un’impressione destinata a restare. Noi siamo
sulle tracce proprio di queste storie.
[email protected] un breve testo, meglio se
con immagine (almeno 300 KB), indicando in
oggetto «Tracks of Life». Nei prossimi numeri di
K-info pubblicheremo in questo spazio i più
entusiasmanti racconti ricevuti. Ovviamente il
vostro impegnativo lavoro d’investigazione sarà
premiato: come ringraziamento vi attende un
nuovissimo modello in scala ridotta del
PistenBully 600.
Cerchiamo anche la vostra storia!
Buon divertimento nella vostra ricerca, sia sulla
neve che nell’archivio storico personale.
Raccontateci le avventure che avete vissuto con
un PistenBully: avventure emozionanti, liete,
appassionate, pericolose, divertenti o
straordinarie. Inviateci per e-mail all’indirizzo
I vostri agenti sotto copertura (di neve)
Alcuni avvenimenti contribuiscono alla nascita di
vere leggende, come ad esempio la paurosa
caduta di un PistenBully a Zermatt, nell’aprile del
1988. Quella volta si sarebbero dovuti spostare
gli ancoraggi della stazione a valle dello skilift sul
ghiacciaio, ma l’impresa finì 15 metri più in
basso, in un crepaccio. Con una complicata
operazione di salvataggio la macchina e
l'operatore vennero estratti dal fondo del
precipizio. Fortunatamente l'operatore,
contrariamente alla macchina, uscì dalla brutta
avventura senza neppure un graffio.Il PistenBully,
tutto rovinato ed ammaccato, venne riparato.
«Abbiamo sostituito il motore e montato una
nuova cabina. Dopo questa avventura il
PistenBully è rimasto in servizio per altre 6.000
ore lavorative», ricorda Sämi Biner, capo officina
delle Funivie Zermatt, che a suo tempo partecipò
alle operazioni di recupero.
▲ Il recupero del PistenBully, che nonostante tutto poté
ancora essere riparato.
Sondaggio sulla soddisfazione dei clienti:
abbiamo messo in pratica le vostre proposte!
Nel 2006 abbiamo per la prima volta condotto un
sondaggio sulla soddisfazione dei clienti del
PistenBully.Il risultato è stato entusiasmante.Più
dell’80 per cento dei clienti si è dichiarato
complessivamente soddisfatto di Kässbohrer
Geländefahrzeug AG e quasi la metà dei
partecipanti ci ha assegnato il voto massimo,cioè
«molto soddisfatto».Questo risultato
indubbiamente positivo è ancora più indicativo
poiché l’inchiesta è risultata rappresentativa.Tutte
le tipologie di clienti sono state coinvolte.Dei circa
1.700 questionari distribuiti in Germania,Austria,
Italia,Francia e Svizzera ne è ritornata la
straordinaria percentuale di più del 40%.Tra tutte
le lodi,i nostri clienti non ci hanno risparmiato
critiche su qualche punto.Queste proposte ci hanno
fornito informazioni preziosissime per il
perfezionamento delle nostre macchine.Abbiamo
preso in seria considerazione le vostre proposte di
miglioramento e non ci siamo seduti sugli allori!
Come desiderano i nostri clienti,diamo una
struttura più trasparente e particolareggiata alle
fatture di riparazione.
Nel settore dei ricambi effettueremo nuove
campagne di promozione,focalizzate su diversi
aspetti,come la campagna di primavera 2007.
Dall’autunno 2006,con la consegna del nuovo
PistenBully 600,la documentazione dei pezzi di
ricambio è contenuta in un CD.Inoltre,ogni
accessorio, è provvisto di una propria
documentazione sui ricambi.Siamo inoltre
impegnati a rendere ancora più semplice la
manutenzione delle nostre macchine.
I risultati del sondaggio sulla soddisfazione del
cliente ci hanno fornito una grandissima
motivazione per migliorare sempre più.Abbiamo
messo in pratica le seguenti proposte:
Un cliente che restituisce ricambi non necessari
riceve un accredito a giro di posta.Abbiamo preso
provvedimenti concreti per migliorare
ulteriormente la disponibilità di pezzi di ricambio
per i nostri clienti.
In tutti i corsi di addestramento e d’istruzione i
clienti hanno la possibilità di farci conoscere i loro
giudizi,che noi analizziamo sistematicamente.
Ovviamente sarete tenuti al corrente delle nostre
azioni al riguardo.
Organigramma della Kässbohrer Geländefahrzeug AG Kuchl
Uno schieramento ottimale.Una forte squadra.La
filiale austriaca della Kässbohrer Geländefahrzeug
AG,a Kuchl,mette in gioco tutto il suo impegno per
soddisfare le richieste dei clienti del PistenBully in
Austria.Il personale,diretto dal responsabile della
Direttore filiale
Peter Soukal
Dir.Amm. / Controlling
filiale Peter Soukal e dal responsabile
dell’assistenza Johann Stabel,è animato dal ben
noto «spirito di corpo PistenBully » ed è
in grado di superare qualunque
ostacolo,pur alto che sia.
Dkfm. Robert Schönleitner
Segreteria
Fr. Brameshuber
Vendite serv. esterno
Resp. vendite serv. interno
Resp. centro clienti
Contabilità
Horst Biechl
Heinz Leiter
Kurt Schreilechner
Peter Wilkinson
Johann Stabel
Rudolf Strobl
Peter Soukal
Fatture riparazioni
Maresi Meisl
Servizio ricambi
Resp. servizio esterno
Garanzia, edifici, parco macch.
Andreas Neureiter
Gerhard Höllbacher
Christian Paar
Vendita ricambi
Spedizione ricambi
Meccanici serv. esterno
Meccanici serv. esterno
Meccanici serv. esterno
Meccanici serv. interno
Siegfried Strasser
Johann Spatzenegger
Josef Riefler
Erkam Isakovic
Martin Auer
Edgar Baier
Martin Bürgler
Christian Eberhart
Siegfried Fischbacher
Ulrich Grassl
Richard Huber
Andreas Rudigier
Hans Werner Wolf
Thomas Zeferer
Helmut Lichtenegger
Christoph Macheiner
Hannes Wallinger
www.pistenbully.it
Robert Schönleitner
Johann Stabel
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:17 Uhr Seite 5
Pagina 5
www.pistenbully.it
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:17 Uhr Seite 6
Pagina 6
Kässbohrer a Melchsee-Frutt
Più vicino ai clienti
Qualche volta occorre uscire dalle convenzioni per
conoscere e farsi conoscere meglio.Una cosa
simile avviene dal 2002,e quest’anno per la quinta
volta,dal 21 al 22 marzo,a Melchsee-Frutt in
Svizzera.
La manifestazione Melchsee-Frutt Event attira chi
si occupa di piste,neve,Funpark e impianti di
risalita.Nei due giorni della manifestazione,con
qualunque tempo,da 400 a 600 visitatori salgono
sullo splendido altopiano per informarsi sulle
ultime novità,tendenze e sviluppi.In questi sei
anni il numero di partecipanti è cresciuto da tre (le
aziende fondatrici Bächler Top Track AG ,
Kässbohrer Geländefahrzeug AG e Borer Lift AG) a
quattordici.Questi partecipanti si sono dati una
propria fisionomia ed hanno stabilito una regola
particolare:in questa manifestazione gli espositori
non possono farsi concorrenza tra loro.Un
contributo determinante alla riuscita ed al grande
successo dell’iniziativa è stato dato dal consorzio
degli impianti di risalita di Melchsee-Frutt.
Diverso dal solito, ma un grande success
Per Peter Jenny le ragioni di tanto successo sono
chiarissime:«In questa manifestazione abbiamo a
disposizione moltissimo tempo per conversazioni
con i clienti,anche su argomenti di dettaglio.In
una normale fiera questo semplicemente non è
possibile».Oltretutto è possibile provare subito
tutte le macchine sul campo,dato che neve e
spazio non mancano.«Ci sono potenziali
acquirenti che misurano col cronometro il tempo
necessario per il cambio degli attrezzi» dice
sorridendo Peter Jenny.
Ci sono altri due punti di forza che caratterizzano il
Melchsee-Frutt Event.Nel viaggio di andata o di
ritorno,nella pausa di mezzogiorno o durante il
cammino tra un espositore e l’altro è possibile
scambiare opinioni,idee ed esperienze;tanto più
che i visitatori,non trovandosi sperduti tra la folla,
possono rivolgersi la parola più facilmente.E poi ci
sono i «normali» appassionati di sport invernali:
sciatori,snowboarder,scolaresche,gruppi e
genitori coi bambini.
Osservando ed
ascoltando si
raccolgono
informazioni preziose
su piste,accessori,
attrezzi ed
organizzazione.È tutto
qui:l’ambiente «vero»
che ospita la
manifestazione
Melchsee-Frutt Event le
conferisce una nuova
dimensione ed una
diversa forza di
persuasione.
Quest’anno il programma comprende per la
seconda volta il PistenBully Contest.Il consorzio
degli impianti di risalita di Melchsee-Frutt ha
affidato a Beat von Deschwanden la responsabilità
principale dell’organizzazione.Iniziatore della
gara è anche il consorzio degli impianti di risalita di
Melchsee-Frutt,che ne cura anche
l’organizzazione.La coppa itinerante è ora in
possesso della stazione sciistica Panorama Welt
Lungern Schönbüel AG,a Lungern nel Cantone
svizzero di Obvaldo.Con ciò è evidente che ci
saranno ancora altri Melchsee-Frutt Event
e Kässbohrer sarà ancora sul posto.
BeachTech conquista gli USA:
i clienti scelgono la qualità «made in Germany»
Gli USA non sono soltanto il Paese delle infinite
opportunità: per ciò che riguarda la pulizia
meccanica delle spiagge sono anche il più vasto
mercato al mondo.
Questo non è un caso: la maggior parte delle coste
viene sfruttata turisticamente, offrendo chilometri
e chilometri di distese sabbiose. Di recente si è
verificata un'impennata nella domanda di
macchine d'alto livello per la pulizia della
spiaggia, riconducibile a una coscienza
www.beach-tech.com
ambientale sempre più sviluppata e all'esigenza
di una migliore qualità delle aree destinate alla
balneazione.
Le contee ascrivono particolare importanza al
fatto di garantire agli ospiti una spiaggia pulita e
al tempo stesso sicura. Finora si orientavano
maggiormente verso l'impiego di macchine
americane, ma da quando Kässbohrer
Geländefahrzeug AG è entrata sul mercato
americano con BeachTech il vento è cambiato:
sempre più contee hanno
deciso di passare alla
tecnologia «made in
Germany». Da New York al
New Jersey, dalla Florida alla
California, negli scorsi mesi
BeachTech ha spopolato
ovunque. Dietro a questo
successo c'è un concetto di
pulizia assolutamente unico,
che coniuga i vantaggi della
tecnica di raccolta a rastrello
per la pulizia superficiale a
quelli della tecnica di setaccio,
che penetra anche negli strati
di sabbia più profondi per una
pulizia accuratissima.
Una buona percentuale del successo di vendita di
BeachTech va attribuita alla competente rete di
vendita di Kässbohrer All Terrain Vehicles (KATV),
che dal 2004 si occupa della commercializzazione
di BeachTech negli USA. KATV è una controllata di
Kässbohrer Geländefahrzeug AG che, oltre al
BeachTech,rappresenta già da anni e con successo
il PistenBully negli Stati Uniti.
KATV ha sede a Reno, nel Nevada, con filiali in
Colorado, nel Minnesota e nel Maine.Viste le
enormi distanze all'interno degli USA, per essere
in grado di garantire un servizio postvendita
affidabile è molto importante poter contare su
partner competenti ubicati in aree strategiche.
Attualmente BeachTech ha concessionari nel
North West Pacific, sui Grandi Laghi, nel New
England e in Florida. Per un'ottimale assistenza al
cliente la rete di concessionari viene costantemente
ampliata. Ogni filiale ha a magazzino una
quantità sufficiente di ricambi e può contare su
personale specializzato.
Soprattutto negli ultimi due anni BeachTech ha
fatto registrare una crescita costante negli USA. Le
prospettive per il 2007 sono ancora più rosee: ne
sono convinti Scott Merrill e Nick Nikolay,i referenti
di KATV per le vendite e le prove delle macchine.
Scott Merrill segue vari stati tra cui California,
Florida e Texas, mentre Nick Nicolay si occupa di
New York, New Jersey e Connecticut. Le numerose
dimostrazioni di BeachTech effettuate in loco
costituiscono un'ulteriore conferma del loro
impegno.
In Florida BeachTech è molto apprezzato proprio
grazie alla sua elevata compatibilità ambientale:
fenomeni come la deposizione delle uova delle
tartarughe marine richiedono metodi di pulizia
particolarmente delicati. Ma esistono anche
problematiche estremamente spiacevoli come la
proliferazione di alghe rosse, che conferiscono
all'acqua una colorazione rossastra e possono
provocare una moria di pesci. In questo caso
diventa indispensabile rimuoverne i resti in modo
efficiente. Non a caso le disposizioni dell'autorità
ambientale, il «Department of Environmental
Protection», per la protezione della flora e della
fauna locali sono estremamente severe.
Questo è ciò che ha spinto anche Pinellas County e
la City of Long Boat ad acquistare nell'autunno
2006 i propri BeachTech. I criteri principali della
decisione d'acquisto sono stati la possibilità di
adattamento individuale alle più svariate esigenze
e l'elevata efficienza, a fronte di un costo di
manutenzione contenuto.
Questi vantaggi decisivi sono frutto dell'innovativa
tecnologia «made in Germany» apprezzata da
molti clienti, non ultimo per il fatto che BeachTech
viene costantemente migliorato grazie anche al
feedback dei clienti.
Contatto: Scott Merrill
[email protected]
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:17 Uhr Seite 7
Pagina 7
Il PistenBully 100 celebra un avvenimento:
Il 1.000° battipista prepara le piste di fondo
nel Parco Nazionale dell’Harz
Un numero che senza dubbio significa successo: in
gennaio il direttore regionale delle vendite Harald
Schmid ha consegnato a Braunlage, nel Parco
Nazionale dell’Harz in Germania, il 1.000°
PistenBully 100. La sua posizione sul mercato non
potrebbe essere migliore: in confronto all’anno
precedente le vendite del PistenBully 100 per la
stagione 2006/2007 hanno fatto registrare una
crescita evidente sul mercato mondiale. «Fin
dall’inizio eravamo convinti delle qualità della
macchina, ma nessuno si sarebbe mai aspettato
un tale volume di vendite in così poco tempo»,
afferma Harald Schmid a proposito dello sviluppo
del PistenBully 100, iniziato nel 1999. Schmid fa
risalire il successo del veicolo ai seguenti fattori:
«Alta qualità, fitta rete di assistenza, rapida
disponibilità dei ricambi e forte presenza sui
territori interessati».
Qualità ed assistenza sono fattori decisivi anche
nella «Regione del benessere Fichtelgebirge»:
prima di Natale, a Fleckl, Kässbohrer
Geländefahrzeug AG ha fornito cinque nuovi
PistenBully 100 all'Iniziativa LEADER+ «Regione
del benessere Fichtelgebirge». Il presidente della
provincia, Dr. Klaus-Günter Dietel, ha preso
ufficialmente in consegna a nome dell'Iniziativa i
cinque veicoli. «Da 25 anni abbiamo intensi
contatti coi nostri clienti nella zona del
Fichtelgebirge. È però la prima volta che un
Consorzio decide l’acquisto simultaneo di cinque
macchine», dice con soddisfazione Wolfgang
Lutz, area manager di Kässbohrer
Geländefahrzeug AG, responsabile tra l’altro della
regione della Baviera del Nord che comprende il
Fichtelgebirge.
Una buona ragione per festeggiare: 1.000
PistenBully 100 si commentano da sé.
Non c’è miglior referenza di 1.000 PistenBully 100
sul mercato. La base di questo successo è la
versatilità del PistenBully 100: «La macchina è
estremamente adattabile e maneggevole, quindi
ideale per la preparazione delle piste di fondo,
perché con tre diverse larghezze di lavoro (2,50 –
2, 80 – 3,10 metri) si adatta anche a passaggi
spesso molto stretti. In questo modo possiamo
soddisfare esigenze particolari dei clienti», spiega
Harald Schmid. Il progetto ben equilibrato del
PistenBully 100 assicura disponibilità di potenza
ed economia d’esercizio. Grazie alla costruzione
modulare con diverse larghezze del veicolo ed agli
accessori specializzati per le diverse applicazioni,
il PistenBully 100 è adatto a molti impieghi. I
tracciatori preparano piste per fondo di qualità
eccellente.A ciò si aggiunge la possibilità
▲ La cerimonia della consegna delle chiavi dei nuovi PistenBully 100
d’impiego del
PistenBully100 Indoor
in impianti coperti,
grazie al motore a
basse emissioni. La
macchina è
ulteriormente
disponibile anche nelle
versioni PistenBully
100 All Season e
PistenBully 100 Trail.
Il 1.000° esemplare del
«modello di successo»
PistenBully, che entra in
servizio a Braunlage, si
trova in ottima
▲ I cinque nuovi PistenBully 100 sono pronti per il loro primo impiego nel
compagnia, perché Harald
Nordic Parc Fichtelgebirge.
Schmid dovrà consegnare
non uno, bensì due PistenBully 100. Grazie ad un
nuova caratterizzazione di questo settore
contributo agli investimenti da parte del Land
dell’offerta turistica, che si rivolge sia
Bassa Sassonia, i due PistenBully sono stati
all’escursionista giornaliero che all’ospite in
acquistati sotto la responsabilità dalla provincia di vacanza», ha detto il presidente della provincia
Goslar, così da offrire piste di fondo di prima classe Dr.Klaus-Günter Dietel nel corso di una conferenza
ai visitatori invernali del Parco Nazionale
stampa indetta in occasione della consegna dei
dell'Harz, nelle zone di competenza delle città di
cinque PistenBully 100.Wolfgang Lutz si è
Altenau, Bad Harzburg, Braunlage, Herzberg e
compiaciuto della fiducia dimostrata:«È veramente
St.Andreasberg. Dalla stagione invernale
bello se si riesce a convincere con la qualità e con
2005/2006 Kässbohrer Geländefahrzeug AG ha
l’efficienza dell’assistenza». Il centro di assistenza
aperto costituito un nuovo centro di assistenza
del PistenBully per la zona del Fichtelgebirge si
per il PistenBully presso la ditta Ahlborn di
trova a Kulmbach, a soli 30 km di distanza, presso
Vienenburg, vicino a Goslar.
la ditta Beutelhauser/Basewitz, ed assicura un
servizio competente ed affidabile. Col marchio
Cinque nuovi PistenBully 100 in servizio
«Nordic Parc Fichtelgebirge» la «Regione del
per il «Nordic Parc Fichtelgebirge».
benessere» ha posto in essere un consorzio
«Normalmente vendiamo il PistenBully 100 ai
regionale sotto la cui egida i Comuni interessati si
singoli Comuni attraverso una gara d’appalto»,
propongono di valorizzare ulteriormente
afferma l’area manager Wolfgang Lutz. Il fatto che l’importanza del Fichtelgebirge come tradizionale
la «Regione del benessere Nordic Parc
regione sciistica. La colonna portante dell’ampia
Fichtelgebirge» abbia deciso l’acquisto
offerta di sport invernali resta sempre lo sci di
contemporaneo di cinque macchine è «qualcosa
fondo. La rete di piste del Fichtelgebirge si estende
di straordinario», dice Wolfgang Lutz. I cinque
con ampie ramificazioni sull’intero comprensorio
PistenBully 100 sono messi in servizio nella
di sport invernali ed offre ai fondisti tutta una
stazione sciistica del Fichtelgebirge e dei Comuni
varietà di profili altimetrici e di gradi di difficoltà,
limitrofi di Bischofsgrün,Warmensteinach,
adatti a tutte le esigenze. L’impiego regolare dei
Mehlmeisel e Fichtelberg, il tutto con uno sviluppo cinque nuovi PistenBully 100 garantisce una
di 120 chilometri di piste. «Il miglioramento
condizione ottimale delle piste e dei sentieri
qualitativo dello standard di manutenzione delle
invernali.
piste è un fattore decisivo ed uno stimolo per una
Christof Heim, il nuovo responsabile della vendita ricambi,
si sente in Kässbohrer come a casa sua.
Ancora studente di ingegneria gestionale alla
Scuola Universitaria di Ulm / Neu-Ulm, Christof
Heim, arrivato al secondo semestre di pratica, fa
domanda per uno stage presso
Kässbohrer. «Sono un grande
appassionato di sport invernali,
perciò il mio interesse per
questa azienda ed i suoi
prodotti non è venuto dal
nulla», ci spiega il tecnico
trentenne. Christof passa i
primi sei mesi in Kässbohrer nel
settore assistenza e nel
controllo di gestione. Lo stage
giunge al termine e si
trasforma, senza soluzione di
continuità, in un contratto di
studio-lavoro. Già durante
questo periodo Heim viene
impiegato esclusivamente nel
settore assistenza, ed è solo per
www.pistenbully.it
redigere la tesi che ritorna provvisoriamente al
controllo di gestione.Alla laurea, conseguita
brillantemente,segue nel giugno 2004 l’assunzione.
Christof Heim è posto alle
dirette dipendenze di Karl
Knab, responsabile generale
dell’assistenza. Infine, il
1° marzo 2007, il nostro
appassionato sciatore
succede nella direzione
della vendita ricambi a
Reinhard Kristen, che ha
raggiunto la pensione.
«Naturalmente sono
contento di affrontare
questo impegno», dice
Christof Heim riguardo al
suo nuovo compito, nel
quale sarà assistito da un
team affiatato ed efficiente,
composto da cinque collaboratori. In questo
lavoro lo attira soprattutto il contatto a livello
mondiale con l’intera rete d’assistenza Kässbohrer.
Heim si è proposto di rafforzare la posizione di
leader del mercato di Kässbohrer Geländefahrzeug
AG nel settore della vendita dei pezzi di ricambio.
«A questo fine dobbiamo non solo mantenere il
nostro standard, già molto elevato, ma svilupparlo
ulteriormente», afferma. Il contesto non potrebbe
essere migliore: «Kässbohrer è un’impresa di
successo,molto versatile e con un’ottima atmosfera
aziendale:la cosiddetta famiglia Kässbohrer esiste
davvero!»
La campagna PistenBully di primavera
inizia il 1° aprile 2007
Christof Heim raccomanda di approfittare anche
quest’anno della campagna PistenBully di
primavera, nel cui ambito vengono offerti ricambi
originali ad un prezzo speciale. Il responsabile
della vendita ricambi fa notare che quest’anno la
campagna si svolgerà dal 1° aprile al 31 maggio.
Christof Heim spera che anche questa volta
l’offerta speciale incontri il favore dei clienti: «Alla
fine della stagione invernale tutti i PistenBully
richiedono diversi lavori di manutenzione e
assistenza, in particolare la revisione estiva. I
clienti dovrebbero approfittare dei prezzi speciali
per i ricambi originali, così da poter impiegare
macchine nuovamente in piena efficienza nella
prossima stagione». Heim ricorda che solo i
ricambi PistenBully originali assicurano la
massima qualità, precisione ed accuratezza
dimensionale. Il vostro contatto al centro ricambi
a Laupheim, così come ovviamente tutti i
concessionari Kässbohrer, sono in ogni momento
a vostra disposizione per rispondere ad eventuali
domande sulla campagna PistenBully di
primavera.
KGF_K_Info_5-2007_I.RZ 11.04.2007 13:18 Uhr Seite 8
Pagina 8
Novità
Revisione estiva del vostro
PistenBully
PistenBully-Shop
Body warmer PistenBully in softshell Schöffel
Un body warmer funzionale in softshell
impermeabile e antivento.
Confezione:
- colletto alto con chiusura
- giro manica bordati in elastico
- orlo regolabile con cordoncino elastico e fermaglio
- cerniera lampo a due vie, tasca interna a sinistra,
due tasche in basso
- Con logo PistenBully color argento davanti e dietro.
Anche se in diverse stazioni sciistiche la
stagione è in parte iniziata in ritardo ed i
vostri PistenBully hanno totalizzato meno
ore di servizio del solito, consigliamo in
ogni caso una revisione estiva. Le
operazioni di revisione sono descritte
esaurientemente nel nostro manuale
d’officina.Ulteriori informazioni si trovano
anche in Internet, all’indirizzo:
www.pistenbully.com/sommerueberholung
Colore: nero
Materiale: softshell
Marca: Schöffel
Taglia: S, M, L, XL, XXL
Non dimenticate di revisionare anche gli
attrezzi. Se avete bisogno di aiuto, i nostri
tecnici dell'assistenza sono sempre a
disposizione. Così il vostro parco macchine
sarà nuovamente in piena efficienza per la
stagione invernale 2007/2008.
79,90 EUR
Occhiali da sole PistenBully Slazenger
Occhiali da sole sportivi, con scritta PistenBully
color argento su entrambe le aste.
Esecuzione:
- Montatura in materiale sintetico
- Giunture in metallo
- Lenti antiriflesso nere
- Grado di protezione UV: 400
Calendario corsi per revisione estiva 2007
Argomento:
Conoscenza dei diversi tipi di macchina
Conoscenza dei singoli gruppi meccanici
Impiego del catalogo delle parti di ricambio
Materiali di consumo raccomandati
Cura e manutenzione
Consigli e istruzioni per la revisione estiva
Operazioni di manutenzione: motore diesel, impianto idraulico, trasmissione, sospensioni e sterzo,
telaio, cingoli, accessori
Conoscenza delle macchine
Esecuzione delle operazioni di verifica giornaliere e settimanali
Cura e manutenzione secondo la relativa checklist
Tecnici attivi nelle officine dei clienti PistenBully
2 giorni
Lunedì
o
mercoledì
alle ore 9
Martedì
o
giovedì
alle ore 14 circa
Kässbohrer Geländefahrzeug AG, Laupheim
23.04.07 – 24.04.07
07.05.07 – 08.05.07
25.04.07 – 26.04.07
09.05.07 – 10.05.07
02.05.07 – 03.05.07
14.05.07 – 15.05.07
Scopo:
Utenza:
Durata del corso:
Inizio del corso:
Fine del corso:
Sede del corso:
Date:
Colore: rosso/grigio
Completi di astuccio con agganci a moschettone.
29,90 EUR
Prezzi comprensivi di IVA. Contributo per le spese di spedizione 5,90 EUR.
Importo minimo dell’ordine 25,00 EUR.
Gli articoli possono essere ordinati presso il PistenBully-Shop, all’indirizzo web
www.pistenbully.com.
Fax di risposta: +49 (0) 73 92/9 00-556
Non desidero più ricevere K-info
Il mio indirizzo è cambiato, vi prego di inviare K-info al seguente indirizzo
Io sono
Direttore tecnico
Capo Officina
Operatore
Appassionato
Responsabile Piste
Calendario dei corsi per clienti nel 2007
Modello
Durata del corso
Giorni
41/07
62
M
Svizzera
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello 11.10. - 12.10.2007
2
61/62
61/62
61/62
61/62
61
F/M
F/M
F/M
F/M
F
Italia
Italia
Svizzera
Scandinavia
Info operatori
15.10. – 17.10.2007
17.10. – 19.10.2007
3
3
45/07
46/07
46/07
47/07
47/07
48/07
48/07
49/07
49/07
62
11/12
62
61/62
61/62
62
32
61
11/12
M
F/M
M
F/M
F/M
M
M
F
F/M
Info officina
Info tecnica
Info officina
Svizzera
Svizzera
Info officina
Info officina
Info operatori
Info tecnica
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 100 / PistenBully 200
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
22.10. – 24.10.2007
24.10. – 26.10.2007
05.11. – 07.11.2007
07.11. – 09.11.2007
12.11. – 14.11.2007
14.11. – 16.11.2007
19.11. – 21.11.2007
21.11. – 23.11.2007
3
3
3
3
3
3
3
3
26.11. – 28.11.2007
28.11. – 30.11.2007
03.12. – 05.12.2007
3
3
3
05.12. – 07.12.2007
3
10.12. – 12.12.2007
3
13.12. – 14.12.2007
2
17.12. – 18.12.2007
2
31/32
42
F/M Info tecnica
F/M Info tecnica
51/07
50
F/M Info tecnica
www.pistenbully.it
Società
Via/numero
42/07
42/07
43/07
43/07
45/07
50/07
50/07
Nome
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 300 / PistenBully 300 Polar / verricello
PistenBully 600 / PistenBully 600 Polar / verricello
PistenBully 100/200 / PistenBully PB 160 D
PistenBully PB 230 D
PistenBully 300Pisten / Bully 200 NUOVO
Generazione precedente
PistenBully 240 D – PistenBully 330 D
Generazione precedente
PistenBully PB 060 D – PistenBully PB 270 D
CAP
Località
Paese
Telefono
Telefax
E-mail
Suggerimenti/osservazioni:
✄
SettiCodice Tipo di corso
mana n°
F = operatori
M = meccanici
Cognome
Si prega di ritagliare ed inviare per fax al numero sopraindicato
Il mio nuovo indirizzo è:
Numeri del Service
Dati editoriali
Servizio assistenza tecnica
Gerhard Strähle
Tel.: +49 (0) 7392/900-103
Fax: +49 (0) 7392/900-100
A cura di:
Kässbohrer
Geländefahrzeug AG
Kässbohrerstraße 11
D-88471 Laupheim
Tel.: +49 (0) 7392/900-0
Fax: +49 (0) 7392/900-556
E-Mail: [email protected]
www.pistenbully.com
Vendita ricambi
Christof Heim
Tel.: +49 (0) 7392/900-135
Fax: +49 (0) 7392/900-130
Periodicità semestrale; il prossimo
numero di K-info uscirà in
autunno 2007
Tiratura: 1.800 copie
Redazione: Sabine Denzler

Documenti analoghi

PistenBully 600 E+

PistenBully 600 E+ confluire nella progettazione dei nostri PistenBully, abbiamo un continuo scambio di esperienze con gestori di impianti di sci, capi-servizio ed operatori. Troverete ulteriori informazioni sulla no...

Dettagli

Campagna di primavera PistenBully FIRE IN RED

Campagna di primavera PistenBully FIRE IN RED cruscotto il nuovo PistenBully ha rivelato ciò che caratterizza il modello: tutto ruota intorno all'operatore! Dal sedile al volante, tutti i dettagli sono stati finalizzati costantemente alle sue ...

Dettagli

- PistenBully

- PistenBully www.pistenbullyusa.com, E-Mail: [email protected] Finlandia Formatic Finland OY AB Vallgrundvägen 124, 65800 Replot Tel.: +358 6 352 11 10, Fax: +358 6 352 04 40 www.formatic-by-k.com, E-M...

Dettagli

- PistenBully

- PistenBully Cabine trasporto per 5 persone Trasporto passeggeri Off-road.

Dettagli

45 anni di culto

45 anni di culto tante colonne portanti. Sicuramente quando abbiamo cominciato era proprio il momento giusto per entrare in questo segmento di mercato. A ciò si aggiunge indiscutibilmente anche la lungimiranza di K...

Dettagli