ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI VITERBO

Commenti

Transcript

ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI VITERBO
ORDINE DEI MEDICI VETERINARI
DELLA PROVINCIA DI VITERBO
VIA GENOVA, 48 – 01100 VITERBO Tel/Fax 0761-304763 e-mail:
[email protected]
Comunicazione relativa alla registrazione delle scorte dei medicinali:
novità in merito
La legge 15-03-2010 n.38 " disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e
alla terapia del dolore" riguarda anche la veterinaria; le disposizioni contenute
nell'art.10 modificano il DPR n.309/1990: ciò comporta delle variazioni quali:
- cambio del registro stupefacenti da compilare: il registro di carico e scarico è
sostituito dal registro di entrata e uscita ( es. il 3178 Buffetti);
-la vidimazione di detto registro non è più annuale ma va vidimato solo all'inizio;
-sono stati depenalizzate le irregolarità formalisulla tenuta del registro;
- una volta terminato il registro va conservato per due anni;
- è inoltre possibile prescrivere alcuni farmaci oppiacei per la terapia del dolore con
ricetta in copia semplice non ripetibile;
- si può continuare ad usare il vecchio registro finchè non finisce, ovviamente
quando si vidima il nuovo registro ( alla ASL come abbiamo fatto finora) deve
essere il nuovo modello.
-può essere consigliabile allegare al registro copia della Circolare Ferri da esibire in
caso di dubbi interpretativi da parte delle autorità competenti in fase di controllo
ispettivo.
-Si ricorda inoltre che è fatto obbligo detenere il registro delle scorte dei farmaci per
animali non produttori di alimenti, normato dall'art. 84 del D. Lgs. 193 del
06.04.2006. Il n° di quello Buffetti è il 2275, da far timbrare in tutte le pagine e
vidimare in ultima. Tale registro non va compilato se non in caso di utilizzo su
animali produttori di alimenti per l’uomo dei farmaci registrati per uso zootecnico e
impiegati in deroga su animali d’affezione. Permangono gli obblighi di conservare
per tre anni copie della ricetta e del documento di acquisto. Se ciò non avvenisse il
registro rimane “in bianco”, ma deve comunque essere vidimato dalla Asl e
presente nell’impianto ove si detiene la scorta dei medicinali in oggetto.
Viterbo, 03 Novembre 2010
Il Presidente
Dott.ssa Daniela Boltrini