Noi crediamo di aver creato, con la serie TORSA di Shimano, i

Commenti

Transcript

Noi crediamo di aver creato, con la serie TORSA di Shimano, i
Pag.2 Grazie per aver scelto Shimano! Noi crediamo di aver creato, con la serie TORSA di Shimano, i migliori mulinelli da big game e traina presenti sul mercato. Essi sono il risultato di anni di ricerca e sviluppo e di migliaia di ore spese in test di laboratorio e sul campo. Noi abbiamo perseguito, nella progettazione e produzione di questi mulinelli, l’obiettivo di fondere assieme il romanticismo e l’eccitazione che solo il big game può dare con i vantaggi che oggigiorno può dare la tecnologia. Noi speriamo che potrai trovare la massima soddisfazione nell’utilizzo di un mulinello TORSA che sarà il tuo fedele compagno di pesca per molti anni a venire. Ancora una volta, grazie. Numero di serie Pag.3 Ratcheting drag adjust lever = Leva di regolazione della frizione Rapid fire quick change drag cam system/pre‐set knob = Sistema di cambio rapido della camma di frizione Rapid Fire/ Manopola di pre‐regolazione Ergonomic rubber grip with two bearing support = Impugnatura ergonomica con elevato grip montata su due cuscinetti a sfera Super stopper/assist stopper Clicker switch = Cicalino Pag. 4 Tab. Model no = Modello Weight = Peso Gear ratio = Rapporto di recupero Ball bearing/roller ball bearing (A‐RB) = Cuscinetti a sfera/ cuscinetto a sfera monodirezionale(A‐RB) Mono line capacity = Capacità bobina con monofilo I MULINELLI TORSA SONO PROTETTI DAI SEGUENTI BREVETTI Brevetto U.S.A. n° Stato del brevetto Pag. 4 ‐ Pre‐regolazione e curve di frizione correlate… Senza dubbio, la ragione principale per usare un mulinello con frizione a leva è che le sue performances sono indiscutibilmente superiori. I mulinelli con frizione a leva, per la natura del loro progetto, hanno una grande superficie dei dischi rispetto a quelli con frizione a stella. Questo permette loro di non surriscaldarsi, di durare di più e di lavorare con prestazioni superiori. I mulinelli TORSA sono ottimizzati per l’utilizzo di fili da big game. Noi vi raccomandiamo di pre regolare la frizione in posizione strike tra il 25% ed il 33% del valore del carico di rottura del filo imbobinato. Per esempio, nel caso di un filo da 20 libbre, la frizione allo strike dovrà slittare ad un valore compreso tra le 5 lbs e le 7 lbs. Su un filo da 30 libbre invece la frizione dovrà essere pre‐regolata tra le 7.5 e le 10 libbre. Una volta che la frizione sarà stata pre‐regolata in maniera appropriata basterà ricordarsi che ogni modello avrà ovviamente valori diversi di valori di slittamento tra la posizione strike e la posizione full. Pag. 5 ‐ Tab Reel optimized for = Mulinello ottimizzato per (# test su monofilo) Strike @ 33% of line break strength = Strike @ 33% del valore del carico di rottura del filo Full @ 33% of line break strength = Full @ 33% del valore del carico di rottura del filo Absolute Difference = Differenza assoluta (La differenza tra la posizione strike e full può variare in maniera significativa da mulinello a mulinello. Per favore controlla con un dinamometro il valore di slittamento della frizione per essere certo) Pag. 6/7 – Diagram Y axis: Carico in libbre X axis: Posizione della leva *Queste curve illustrano l’andamento delle curve di resistenza della frizione quando il mulinello è utilizzato con i valori raccomandati di pre‐set ed il filo consigliato. Essi non sono i massimi valori sopportabili dalla frizione. Pag. 8 – Settaggio della frizione… Ogni qualvolta si regola la frizione attraverso il pomello di pre‐regolazione la leva dovrà trovarsi in posizione “FREE”. Il rispetto di questa condizione è di primaria importanza in quanto il pre‐set risulterebbe assai difficoltoso con la leva innestata nella posizione strike. La nostra ricerca ha evidenziato come tutte le frizioni siano estremamente sensibili ai cambiamenti di velocità (accelerazioni). Quando invece la velocità con cui il filo fuoriesce dal mulinello è costante la frizione manterrà i valori del pre‐set. Noi vi raccomandiamo di regolare la frizione facendo uscire il filo dal mulinello ad una velocità simile a quella con cui il pesce che andrete a pescare vi sbobinerà il mulinello. Noi abbiamo cronometrato un marlin Blu alla velocità di 34 km/h (21 miglia) da una barca che viaggiava a 6/7 nodi di velocità (sebbene questo sia stato registrato per pochi secondi) Per dare un idea di cosa significhi una velocità del genere possiamo dirvi che un pesce che nuota alla velocità di 21 miglia orarie svuoterebbe un mulinello 80W in approssimativamente 90 secondi… Settaggio della frizione con un dinamometro… Tutti i mulinelli da big game dovrebbero essere regolati con un dinamometro per avere la massima accuratezza possibile. Quando si setta una frizione, il mulinello dovrebbe essere montato su una canna ed il filo dovrebbe passare negli anelli , esercitando una pressione su canna e mulinello nella stessa maniera in cui la esercita un pesce durante il combattimento. Il filo andrebbe poi fatto uscire con una velocità simile a quella dei pesci che intendiamo pescare. Pag. 9 – Effetti del calore… La bibliografia relativa al big game è piena di storie di mulinelli fumanti e trasudanti olio e grasso. Al giorno d’oggi questo capita ormai assai di rado. Tradizionalmente è risaputo che la capacità frenante di una frizione tende a sviluppare una discreta quantità di calore. Questo sviluppo di calore può comportare l’espansione dei componenti dei meccanismi della frizione, causando sforzi dannosi, dato che questi elementi sono vincolati spesso ad essere calettati in opportune sedi. Questo in linea teorica è possibile ma in pratica non accade più dato che i mulinelli di nuova concezione utilizzano spesso per i componenti interni materiali che invece tendono a diminuire le loro dimensioni quando surriscaldati: è il caso di alcuni tipi di grafite utilizzate per i dischi delle frizioni che consentono un piccolo sotterfugio fisico che causa un allentamento della capacità frenante all’aumentare del calore superficiale. Le caratteristiche della superficie delle frizioni cambia quando queste si riscaldano, permettendo slittamenti sotto carichi più leggeri. Nei mulinelli questo accade più velocemente(diminuzione capacità frenante) di quanto si espandano le altre parti che invece causano un incremento di forza frenante. La forza netta che si ricava da questo andamento opposto risulta inferiore rispetto a qualsiasi altro caso. Relazione tra frizione e quantità di filo immagazzinato… Un’altra causa di variazione della capacità di freno di una frizione è dovuta alla corrispondente quantità di filo immagazzinato nel mulinello. Le frizioni in genere sono pre‐regolate quando la bobina è caricata al massimo della sua capacità. Quando la bobina è piena il filo uscirà dal mulinello più o meno in corrispondenza del bordo della bobina stessa. Quando il livello si è ridotto, in seguito ad esempio, alla poderosa fuga di un grande pesce pelagico, il “braccio di leva” si sarà ridotto considerevolmente. In seguito a questa variazione sarà necessario applicare una forza decisamente superiore rispetto al caso di bobina piena, per far slittare la frizione del mulinello. Il TORSA 20 ha 29.75 mm di raggio della bobina (misurato al top) e 11 mm di raggio dell’albero centrale. Nel caso in cui il filo è praticamente quasi tutto fuori dal mulinello, il valore del carico di slittamento sarà variato di ben 2.7 volte rispetto al valore di pre‐regolazione originale: se la tua regolazione a bobina piena era stata fatta sule 7 libbre, a bobina vuota questo valore diventerà di ben 19 libbre. Il TORSA 30 ha 29.75 mm di raggio, misurato al bordo della bobina e 11 mm di raggio dell’albero della bobina stessa. La differenza del carico di slittamento quando virtualmente tutto il filo imbobinato risulta essere fuori dal mulinello risulta essere 2.7 volte maggiore rispetto alla pre‐regolazione iniziale. Questo vuol dire che se la pre‐regolazione iniziale con bobina piena era stata effettuata sulle 10 libbre, a bobina vuota il valore di slittamento diventa di ben 27 libbre. Per tutti i mulinelli TORSA il valore del carico di slittamento dovrebbe essere settato quando la bobina è piena per circa il 75%, rispetto al carico massimo immagazzinabile. Didascalie disegno: Line level at full spool: livello del filo a bobina piena Live level at reduced spool: livello del filo a bobina parzialmente vuota a’/a = ½ pertanto si richiede una forza 2x per far slittare la bobina spool: bobina Pag. 10 ‐ Test della frizione… Noi abbiamo sottoposto i mulinelli TORSA a svariati e severi test di laboratorio, per ottenere soprattutto indicazioni sulle performances delle frizioni, sulla loro durata e sulla durata di tutti i componenti interni, come ingranaggi e cuscinetti.. Attraverso lo studio di questi dati abbiamo acquisito parecchie informazioni sul comportamento delle frizioni. Durante il test sulla durata delle frizioni abbiamo acquisito buone indicazioni relativamente alla durata ed al comportamento della frizione ma abbiamo anche capito quanto incidano su queste caratteristiche alcuni fattori esterni. La temperatura ambiente, la velocità del vento, la presenza di acqua sul filo, la lunghezza della fuga del pesce, la variabilità nelle fughe dei diversi pesci possono influire sensibilmente sulle performances di una frizione: ce n’è abbastanza per diventare matti. Sebbene noi ci sforziamo di riprodurre in laboratorio le normali condizioni di pesca, non c’è nulla che possiamo fare per ottenere una situazione esattamente identica alla realtà. Per questo ci siamo premurati di accumulare dati provenienti anche da lunghi e complessi field test; per questo motivo noi abbiamo messo a punto anche un dispositivo che simula il carico sulla frizione, la velocità di fuoriuscita del filo amministra la quantità di filo mentre il mulinello è utilizzato durante il combattimento con un pesce potente e vitale. Infine abbiamo anche posizionato un nastro termico sulla bobina per misurare il calore sviluppato e trasmesso dal mulinello durante l’azione di pesca. Una volta terminati i test, abbiamo elaborato i dati accumulati su un range di pesci che va dal piccolo ma combattivo striped marlin fino ai grandi blue marlin di oltre 600 libbre. Noi siamo consapevoli che nessun test precedente è mai stato in grado di ottenere dati su condizioni reali di esercizio come quello effettuato dal nostro team di ricerca e sviluppo, e questo a comportato come conseguenza, quella di poter ottimizzare le prestazioni dei nostri mulinelli in maniera davvero ottimale. I pescatori esperti sanno che un grande pesce concede assai meno possibilità di errore di uno piccolo o di dimensioni medie. Il numero e la lunghezza delle fughe sono i responsabili principali nello sviluppo di calore durante il tempo in cui il mulinello è impegnato in un combattimento.; ed un pesce grosso di sicuro effettua fughe più lunghe e più spesso.. Caricamento del mulinello… Quando imbobiniamo il filo sul mulinello assicuriamoci di aver saldamente collegato il filo all’albero della bobina. Dimenticare quest’avvertenza significherebbe permettere alle prime spire di slittare sulla bobina impedendo l’immagazzinamento del filo. Noi vi raccomandiamo di riempire la bobina fino a circa mezzo centimetro dal bordo della bobina stessa. Riempirlo maggiormente comprometterebbe il recupero del pesce durante il combattimento quando non si può guidare il filo all’interno del mulinello nelle migliori condizioni. Pag. 11 ‐ Montaggio del mulinello sulla canna… Una delle più utili caratteristiche dei mulinelli TORSA è il sistema di collegamento del morsetto che assicura il mulinello al manico della canna. Esso può essere montato dopo che noi abbiamo riempito i mulinello di filo. Noterete che le viti in dotazione hanno una testa stretta e sagomata in modo particolare. Questo Vi permetterà di inserire le viti dal lato esterno del mulinello anziché dall’interno; dopodiché, semplicemente ruotandole di 90° sarete pronti per collegare il morsetto al manico della canna. Inserimento del cicalino… Il cicalino del TORSA è stato disegnato in modo tale da essere particolarmente rumoroso senza compromettere le performances del mulinello. Il cicalino è in posizione ON quando il pulsante è in posizione interna. Pag. 12 – Super stopper… Il sistema anti reverse Super Stopper usa un cuscinetto a sfera inox con possibilità di rotazione in un solo senso per eliminare ritardi nel recupero e ferrate precise. Questo infatti ti aiuterà a far penetrare l’amo con prontezza. Oltre a questo, il TORSA ha la caratteristica di avere anche l’Assist Stopper un sistema anti‐reverse che in pratica riduce a zero le possibilità di malfunzionamenti. Manutenzione… Il tuo mulinello Shimano è progettato per supportarti per anni di performances affidabili solo se manutenzionato e lubrificato in maniera appropriata. La lubrificazione è un’operazione particolarmente delicata. L’eccesso di grasso ed olio può finire in posti dove potrebbe provocare un decadimento delle prestazioni. Sulla maggior parte degli ingranaggi interni è più che sufficiente un leggero rivestimento di grasso o alcune gocce d’olio. Per pulire il mulinello dopo ogni uso, sciacqua il mulinello sotto un getto di acqua leggero e tiepido. Questo sciacquerà via la sporcizia ed i residui di sale prima che si depositino sulle superfici del mulinello. Asciuga poi il mulinello con un panno morbido e perfettamente asciutto. Dopodichè potrai spruzzare direttamente un velo di spry elimina acqua oppure un lubrificante sintetico protettivo su un panno asciutto; in questo modo faciliterai meglio la distribuzione di spry protettivo su tutte le parti del mulinello che rimarrà oltretutto in uno strato estremamente sottile (non spruzzare lo spry direttamente sul mulinello in quanto potrebbe penetrare all’interno lavorando in antitesi con il grasso e l’olio specifici con cui sono ingrassati i meccanismi interni, compromettendo la funzionalità del mulinello). Shimano raccomanda di far eseguire queste operazioni da personale qualificato almeno una volta l’anno contattando direttamente il servizio di assistenza attraverso lo Shimano Shop in cui hai effettuato l’acquisto. Pag. 13 – Riparazioni e riordino di pezzi di ricambio Verificare se è il caso di dare indicazioni 

Documenti analoghi

Il mulinello da traina

Il mulinello da traina nomenclatura serve a dare una classificazione ai mulinelli da traina per libraggio e quantità di filo che possono contenere nella bobina , in modo tale da abbinarli in maniera equilibrata alla cann...

Dettagli

Pag. 2 Congratulazioni! Benvenuti nel mondo della pesca a doppia

Pag. 2 Congratulazioni! Benvenuti nel mondo della pesca a doppia entusiasmante.  Tu  sei  prossimo  a  scoprire  perché  i  più  esperti  pescatori  di  tutto  il  mondo  considerano  i  mulinelli  a  doppia  velocità  come  uno  dei  più  grandi  vantaggi  che ...

Dettagli

Il Mulinello a Bobina Fissa

Il Mulinello a Bobina Fissa Qui entrano in campo un altra serie di fattori,quali rapporto di recupero (gear ratio),posizione della frizione,frizioni particolari con meccanismi dedicati,numero di bobine di ricambio,robustezza ...

Dettagli

sogni dal Becco Lungo

sogni dal Becco Lungo esercitata sul filo per estrarlo dal mulinello. Ad esempio: se a bobina piena ho tarato la frizione al 30% del carico di rottura della lenza per lo strike, quando nel mulinello è rimasto 1/3 del fi...

Dettagli