103 lavori per la realizzazione della pista ciclabile in fregio alla via

Commenti

Transcript

103 lavori per la realizzazione della pista ciclabile in fregio alla via
COMUNE DI MORDANO
Provincia di Bologna
Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6
Tel. 0542/56911 – Fax 56900
E-Mail: [email protected]ovincia.bologna.it
Sito Internet: www.comunemordano.it
DETERMINAZIONE N. 103 / 2014
del 03/06/2014
Determinazione Dirigenziale SERVIZIO AREA TERRITORIO
OGGETTO:
LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA PISTA CICLABILE IN
FREGIO ALLA VIA SAN FRANCESCO NELL’AMBITO DEL
PROGETTO DI COLLEGAMENTO CICLABILE CITTA’ - 5°
STRALCIO FUNZIONALE - LAVORI DI ASFALTATURA VIA
UMIDO. APPROVAZIONE CERTIFICATO DI REGOLARE
ESECUZIONE
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Premesso:
- che con deliberazione di Giunta Comunale n. 141 del 20.12.2011 è stato approvato il progetto
preliminare per l’esecuzione dei lavori di costruzione di una pista ciclabile di collegamento tra i
centri di Bubano e Mordano in fregio alla strada comunale San Francesco per l’importo
complessivo di € 900.000,00 euro;
- che con deliberazione della Giunta Comunale n. 35 del 20/03/2012 è stato approvato il
progetto definitivo dell’opera. LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA PISTA CICLABILE IN
FREGIO ALLA VIA SAN FRANCESCO NELL’AMBITO DEL PROGETTO DI COLLEGAMENTO CICLABILE
CITTA’ - PIANURA; a firma del Geom. Maurizio Giovannini
dell’importo complessivo di €
920.000,00 e dichiarata la pubblica utilità ed i lavori urgenti ed indifferibili ai sensi e per gli effetti
dell’art. 15 della L.R. 37/2002. Attribuzione del contributo DUP 2010 – 2013 per € 450.000,00.
Considerato:
Che l’intervento è complementare all’opera di realizzazione della pista ciclopedonale in fregio alla
Via San Francesco in Comune di Mordano (qualificabile come V stralcio funzionale), nell'ambito
del progetto di collegamento ciclabile citta'- pianura (obiettivo 10 d.u.p. Approvato con delibera di
Giunta Nuovo Circondario Imolese n.67 dell'11/12/2009), approvato con deliberazione di
Consiglio Comunale n°77 del 30/09/2010.
che con deliberazione Giunta Comunale n°29 del 11/04/2013 ha approvato il progetto definitivo e
il progetto esecutivo dei lavori di “Realizzazione pista ciclabile in fregio alla via san Francesco – 5°
stralcio funzionale (lavori di realizzazione asfaltatura tratto di via Umido)
che con Determinazione dirigenziale n°61 del 24/04/2013 venivano affidati i lavori alla ditta CESI
di Imola per l’importo di € 39.224,41 oltre I.V.A. al 10% per complessivi € 43.146,85.
Con determinazione del Responsabile del Servizio Area Territorio n. 192 del 04/12/2013 è stato
approvato il primo e ultimo stato di avanzamento lavori;
Dato altresì atto che i lavori in questione sono stati regolarmente ultimati in data 24.05.2013,
come da verbale in pari data, nel pieno rispetto del termine utile contrattuale regolarmente
prorogato come risulta dai relativi verbali in atti;
Visto il certificato di regolare esecuzione e la relazione sul conto finale sottoscritti dal Direttore dei
Lavori, dalla Ditta e dal Responsabile unico del procedimento, allegati in copia al presente atto;
- Preso atto che il certificato di regolare esecuzione è sostituivo dell'atto di collaudo il quale, ai
sensi ed effetti del combinato disposto dell'art. 141, 3 c. - dlgs. n. 163/2006 e art. 237 del D.P.R.
n. 207/2010, ha carattere provvisorio divenendo definitivo decorsi due anni dalla succitata data di
emissione, dando atto a tal proposito che nell'arco di tale periodo l'appaltatore è tenuto alla
garanzia per le difformità ed i vizi dell'opera, indipendentemente dall'intervenuta liquidazione del
saldo
- Ritenuto di poter procedere alla liquidazione a saldo di quanto sopra il cui pagamento non
costituisce presunzione di accettazione dell'opera ai sensi dell'art. 1666, II° comma del C.C. e di
autorizzare, seppur con le cautele di legge e sotto le riserve ex art. 1669 C.C., lo svincolo della
cauzione definitiva prestata a garanzia degli obblighi contrattuali ex art. 235, I° comma del citato
D.P.R. n. 207/2010, nonché della polizza assicurativa a garanzia dei danni da esecuzione e R.C.T.
(ex art. 125 DPR n. 207/2010);
- Considerato inoltre che la sopracitata ditta esecutrice, in riferimento alla Legge n. 136/2010, è
stata obbligata al rispetto della tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi ed effetti dell'art. 3 di
detta legge e che, da parte della ditta in questione è stata già presentata, ai sensi del comma 7 di
detto articolo, la dichiarazione di attivazione del conto corrente dedicato in atti depositata;
- Visti inoltre: la legge n. 241/90 e s.m.; - il Regolamento di esecuzione ed attuazione del Codice
dei contratti pubblici ex D.P.R. n. 207/2010; il D.Lgs. 12.04.2006 n. 163 (Codice dei contratti
pubblici); - il D.Lgs. 18.08.2000 n. 267 (Testo Unico degli Enti Locali); lo Statuto Comunale ed il
Regolamento di contabilità vigenti; - il Regolamento sull'ordinamento generale degli uffici e dei
servizi;
DETERMINA
1)- di prendere atto ed approvare gli atti di contabilità finale, redatti e firmati dal D.L., Ing.
Gianni Giovannini, tecnico incaricato della Direzione Lavori, nonché le risultanze del certificato di
regolare esecuzione relativo ai lavori di “LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA PISTA CICLABILE
IN FREGIO ALLA VIA SAN FRANCESCO NELL’AMBITO DEL PROGETTO DI COLLEGAMENTO
CICLABILE CITTA’ 5° STRALCIO FUNZIONALE - LAVORI DI ASFALTATURA VIA UMIDO.
APPROVAZIONE CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE “ eseguiti dalla ditta appaltatrice CESI
Cooperativa Edil-Strade Imolese con sede in 40026 Imola (BO) via Sabbatani, 14, per l'importo di
Euro 42.821.67 IVA inclusa, giusta contratto in premessa citato;
2)- di precisare che detto certificato di regolare esecuzione, in atti depositato e allegato in copia
alla presente determinazione, controfirmato per accettazione senza alcuna riserva dalla ditta
appaltatrice ai sensi ed effetti del combinato disposto dell'art. 141, 3 c. - D.Lgs. n. 163/2006 e
art. 237 - D.P.R. n. 207/2010, ha carattere provvisorio divenendo definitivo decorsi due anni dalla
succitata data di emissione, dando atto a tal proposito che, nell'arco di tale periodo, l'appaltatore
sarà tenuto alla garanzia per le difformità ed i vizi dell'opera, indipendentemente dall'intervenuta
liquidazione del saldo, ai sensi dell'art. 229, 3° comma, del citato DPR;
3)- di liquidare e pagare a favore della succitata ditta appaltatrice la residua rata a saldo dei
lavori eseguiti dell'importo di Euro 215.18 Iva inclusa
4)- di precisare che in riferimento alla Legge n. 136/2010 sulla tracciabilità dei flussi finanziari, la
sopracitata ditta esecutrice ha già presentato la dichiarazione di attivazione del conto corrente
dedicato ai sensi ed effetti dell'art. 3, comma 7 di detta legge, dando atto, a tal proposito, che
tale intervento è identificato come segue: CUP G61B11000330002 - CIG 4262893A94
7) - di liquidare e pagare a favore della succitata ditta appaltatrice la residua rata a saldo dei
lavori eseguiti dell'importo di euro 215,18;
8)- di autorizzare, seppur con le cautele di legge e sotto le riserve ex art. 1669 C.C., lo svincolo
della cauzione definitiva prestata a garanzia degli obblighi contrattuali ex art. 235, I° comma del
citato D.P.R. n. 207/2010, nonché la polizza assicurativa emessa a garanzia dei danni da
esecuzione e R.C.T. (ex art. 125 DPR n. 207/2010);
9) Di dare mandato al SERVIZIO FINANZIARIO di cancellare le somme a residuo
nell’impegno di spesa.
Il Responsabile del SERVIZIO AREA TERRITORIO
geom. Alfonso Calderoni
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
Ai sensi dell’Art.183 del D.Lgs. 18/08/2000 n°267 attesta che l’impegno di spesa è stato assunto
al capitolo di PEG 2081111.
Imp. 2012/221 per € 43.146,85; Sub 1 fin.contributi privati;
Attesta la regolarità contabile
18/08/2000 n°267.
e di copertura finanziaria ai sensi dell’Art.151 e 153 del D.Lgs.
Lì
Il Responsabile del Servizio Finanziario
Geom Marco Casolini

Documenti analoghi