aa colori - Castello Quistini

Commenti

Transcript

aa colori - Castello Quistini
garden tour
a
genda
a colori
weekend “fiori-porta” tra le rassegne floreali.
Un piacere (non solo) per pollici verdi di Marina Moretti
26, 27, 28 aprile, FloraCult a roma
Quarta edizione per la ricca e innovativa mostra mercato all’interno del Parco di Veio. Nella tenuta agricola I Casali del Pino di Ilaria Venturini Fendi, il mondo del giardino e quello dell’orto si integrano e
si declinano in mille varianti. Questa volta la curatrice Antonella Fornai si è trasformata in “cacciatrice
di specie esotiche”, selezionando aloe sudafricane dalle virtù terapeutiche, palme di ogni provenienza dal Madagascar a Cuba - e frutti come papaia, tomatillo o maracuja, dai sapori tropicali ma di provenienza mediterannea. Il tutto tra stand di libri, corsi di orticoltura, seminari e una puntata nel design
d’autore, con i mobili scultura di Costanza Algranti, realizzati con materiale di recupero (floracult.com).
per tutto aprile, International Tulip Festival
a istanbul, in turchia
La metropoli turca in aprile si trasforma in un giardino diffuso, per celebrare il suo fiore simbolo, il
tulipano. Si festeggia con concerti, mostre fotografiche e corsi di tecnica di disegno ebru su carta. E
dappertutto, dalle piazze ai suk, si vendono bulbi di ogni specie e di ogni tonalità, dal rosso al giallo, al nero, ai bicolori. Il Parco di Emirgan ospita le varietà più spettacolari (visitistanbul.org).
3, 4, 5 maggio, Tre Giorni per il Giardino
al Castello di Masino di Caravino (To)
Un classico imperdibile per chi ama il gardening, la tre giorni di Masino organizzata dal Fai, il Fondo
Ambiente Italiano. Non a caso la regia di questa 22ª edizione è affidata a Paolo Pejrone, giardiniere tra
i più colti e raffinati in assoluto. Quest’anno espongono oltre 110 vivaisti, tra italiani e stranieri: in mostra le loro collezioni e novità, dagli alberi ai delicati papaveri, a fucsie, violette, felci, fiori di cappero,
magnolie, rosmarini selvatici... E nel weekend, spettacoli di falconeria per tutti (fondoambiente.it).
10, 11, 12 maggio, Orticola a Milano
Diventa maggiorenne la mostra floreale più amata dai milanesi (e non solo): Orticola, alla 18ª edizione,
continua l’opera di valorizzare le piante rare, fiori specialissimi, erbe dimenticate. Un incessante lavoro di
selezione che quest’anno la vicepresidente Francesca Marzotto Caotorta ha dedicato alla convivenza di
specie diverse. Con installazioni a tema, frutto dell’incontro di 3 vivai storici (Torsanlorenzo, Tintori e
Vivai Nord) con altrettanti paesaggisti (Umberto Pasti, Nicolò Grassi e Elena Stevanato). Ad affiancare
la mostra mercato, altre mille tentazioni verdi, tra cui esperimenti di orti urbani, giardinieri a disposizione e laboratori green per i bambini. I biglietti di ingresso si possono acquistare sul sito: orticola.org.
16, 17, 18, 19 maggio, I profumi di Boboli,
giardino di Boboli a firenze
Un’autentica festa dei sensi questa 7ª edizione della mostra mercato dedicata ai profumi e all’universo botanico odoroso, dove c’è posto per oli essenziali, candele, saponi e eau de toilette realizzati artigianalmente. Ma anche per la vendita di piante e fiori purché profumatissimi, dagli agrumi alle erbe aromatiche.
E in più c’è il plus della location: non solo siamo in centro a Firenze, ma la rassegna avviene nell’Orto
della Botanica Inferiore di Boboli, un tesoro con quattrocento anni di storia (profumidiboboli.org).
21, 22, 23 maggio, RHS Chelsea Flower Show al chelsea royal
Hospital, londra
Se la patria d’elezione del giardinaggio è la Gran Bretagna, il Chelsea Flower Show è la sua consacrazione. Con 550 espositori in competizione tra loro per creare sempre nuovi giardini delle meraviglie,
la manifestazione ha tra i punti d’onore la partecipazione della Royal Family inglese, che non è mai
mancata all’inaugurazione. Quest’anno men che meno, visto che la mostra festeggia i primi 100 anni con eventi unici. L’ingresso (ambitissimo) va programmato in tempo (info su rhs.atgtickets.com).
24, 25, 26 maggio, Ipomea nel Negombo,
ischia (napoli)
Anche in questo caso la location è di quelle speciali. Ci troviamo nel Parco Botanico Idrotermale del Negombo, sull’isola di Ischia, dove va in scena l’undicesima edizione di una mostra mercato dedicata alle
piante meno conosciute della fascia temperata. Un inno al Mediterraneo, ai suoi profumi e colori. E un
appuntamento perfetto per i turisti e i cultori del verde che affollano i giardini e le terrazze della costiera
sorrentina e amalfitana. Venerdì apertura alle 15, gli altri giorni dalle 10.30 alle 20.30 (negombo.it).
25, 26 maggio, Giardinaria al castello Quistini,
a rovato (Brescia)
In Franciacorta, una mostra mercato dove trovare tutto il desiderabile, vivaci specie perenni, rose, orchidee, esemplari da interno, piante da esterno e anche una selezione di mobili da giardino. La mostra è allestita in uno dei primi giardini bioenergetici in Italia e occupa anche qualche sala del Castello Quistini, che dopo un attento restauro ospita eventi e manifestazioni varie. Dal 7 aprile, tra l’altro, Tra rose,
storia e leggenda, un itinerario tutto dedicato alla regina dei fiori. Il clou è il labirinto in fiore, creato con
esemplari di ogni genere, dalla più semplice alle rarità. E ancora: l’Hortus con una collezione di erbe
officinali, il frutteto di specie antiche e, qua e là, le macchie di ortensie e tulipani (castelloquistini.com).
4, 5, 6 ottobre, Orticolario a villa erba,
cernobbio (como)
È un’elegante vetrina di vivaisti, artigiani e installazioni artistiche che, come la ciliegina sulla torta, chiudono la stagione estiva delle mostre floreali. La manifestazione si snoda a bordo lago e in sole tre edizioni ha conquistato i favori di un pubblico selezionato. Moritz Mantero, il suo curatore, dedica questa
quarta “puntata” al gusto in tutte le sue implicazioni, a iniziare da quelle sensoriali: laboratori condotti da esperti guideranno infatti grandi e piccoli alla scoperta di prodotti come caffè, frutta, miele. E affida al giardiniere “coraggioso” Stefano Passerotti il compito di allestire giardini molto speciali. A cominciare dal padiglione centrale, che verrà trasformato in una sontuosa giungla tropicale (orticolario.it).
Nella corNice, immagiNi delle scorse edizioNi di Floracult,
orticola, orticolario e di giardiNaria al castello
QuistiNi. mostre Floreali che ogNi aNNo oFFroNo ai
visitatori Nuove proposte ed emozioNi proFumate.

Documenti analoghi