21.10.16 - Comune di Minusio

Commenti

Transcript

21.10.16 - Comune di Minusio
MINUSIO PREMIATO IN OCCASIONE DELLA GIORNATA CITTÀ DELL’ENERGIA EUROPEE A
LUCERNA
In occasione dell’Assemblea generale annuale del Forum European Energy Award 2016 e della
giornata svizzera dell’Energia, alla presenza di più di 400 delegati provenienti da tutta la Svizzera
nonché da altri paesi europei come Germania, Francia, Francia, Austria e Italia, è stato
ufficialmente consegnato il label di ricertificazione Città dell’energia al Comune di Minusio.
Occasione questa pure interessante per uno stimolante scambio di esperienze fra Comuni,
autorità nazionali e regionali e specialisti nel settore dell’energia.
Assieme a Minusio, il Cantone Ticino vanta un numero sempre più numeroso di comuni con il
marchio Città dell’Energia. Nella regione del Locarnese vanno inoltre citati i Comuni di Locarno,
Cugnasco - Gerra e Gordola.
Questo rinnovato riconoscimento, consegnato direttamente dal Vice direttore dell'Ufficio federale
dell'energia D.Büchel, premia il Comune per i risultati concreti ed esemplari raggiunti nell'ambito
dello sviluppo della propria politica energetica comunale.
Un importante lavoro che, verso questo obiettivo, ha impegnato e coinvolto tutta
l’amministrazione comunale, in primo luogo l’Ufficio tecnico e la Commissione Energia in
collaborazione con il consulente e rappresentante in Ticino dell’Ufficio “Svizzera Energia",
ing. Claudio Caccia.
Particolarmente attento ai temi ambientali Minusio, primo Comune nel Locarnese, ha ottenuto il
marchio “Città dell’energia“ nel 2011. Da allora la politica ambientale di Minusio si è ulteriormente
consolidata permettendo l’ottenimento della ricertificazione: una politica energetica e climatica
volta a promuovere l’efficienza energetica, le energie rinnovabili e la mobilità sostenibile sul
proprio territorio, orientandosi a lungo termine agli obiettivi della “Società a 2000 Watt”. Nuovi
progetti sono diventati realtà e altri ne arriveranno. Un pensiero che mira a soddisfare le necessità
delle generazioni presenti senza pregiudicare le esigenze di quelle future, considerando in modo
adeguato gli aspetti ambientali, economici e sociali.
Un premio per le scelte di politica energetica intraprese nel corso degli anni in vari settori. Il label
“Città dell’Energia” non è solo un marchio di qualità, ma un riconoscimento federale che dimostra
come il Comune, sotto il motto “Minusio migliora il tuo ambiente”, abbia concretizzato in tutti
questi anni delle tappe importanti nell’ottica di uno sviluppo energetico sostenibile
all’avanguardia, ed è indice di un’accresciuta sensibilità alle tematiche ambientali. Fra i vari
progetti che il Comune ha promosso in questi anni come precursore a livello regionale vanno citati
l’elaborazione di un bilancio energetico comunale BILECO (analisi dettagliata di tutti i consumi sul
territorio di Minusio), il progetto pilota d’illuminazione pubblica a LED in collaborazione con la
Società elettrica Sopracenerina, poi sfociato nell’ammodernamento dell’intero piano
d’illuminazione, la produzione di energia elettrica attraverso fonti rinnovabili, come l’impianto
fotovoltaico del cimitero comunale e del Centro sportivo di Mappo o le microcentrali in Val Resa e
alle Zotte e l’applicazione, già nel 1999, della tassa sul sacco. Nell’ambito specifico della mobilità
ricordiamo la promozione delle biciclette elettriche, l’iniziativa per la messa in sicurezza dei
percorsi casa – scuola, l’applicazione a tappe delle Zona 30/BLU in più quartieri. Da ultimo
l’elaborazione di un Piano energetico comunale PECo che fa una radiografia della reale situazione
di Minusio e ne indica, attraverso un piano strategico, le scelte di politica energetica comunale dei
prossimi anni verso la "Società a 2000 Watt”. Un processo globale di politica energetica sostenibile
in stretta collaborazione con i nostri Cittadini affinché possano continuare a vivere in un ambiente
a misura d’uomo, a diretto contatto con la natura e con il nostro stupendo paesaggio.
I progetti esemplari di politica energetica di Minusio






elaborazione di un Piano energetico comunale (PECo) e approvazione di linee guida della
propria politica energetica e climatica in linea con la “Società a 2000 Watt”;
schede standard dettagliate per i singoli edifici comunali con informazioni inerenti gli
elementi costruttivi, ecc. aggiornate regolarmente dall’UTC e aggiornamento annuale della
contabilità energetica per gli edifici e l’illuminazione pubblica;
consegna di un dossier a tutti i nuovi residenti con informazioni sugli incentivi comunali e
sulla mobilità (aiuti per abbonamenti TP, carte giornaliere FFS, ecc.);
elaborazione di un concetto per la comunicazione sui temi legati a Città dell’energia;
collaborazione con l’Università Svizzera Italiana e l’Accademia di architettura per un
progetto di riqualifica quartiere Remorino in previsione di una nuova fermata del treno
(TILO);
realizzazione di molteplici misure di moderazione della velocità e di arredo urbano su tutto
il territorio comunale.
I prossimi passi
Nei prossimi anni Minusio intende continuare a realizzare ulteriori progetti. Con una visione a
medio - lungo termine, la strategia riguarda provvedimenti riguardanti sia il Comune stesso che la
popolazione e l'economia nei settori seguenti:






promozione di incentivi comunali a favore dei privati per l'efficienza energetica dei
fabbricati e per l’'uso di energie rinnovabili nell'edilizia;
miglioramento costante dell'efficienza energetica degli edifici pubblici, sia nuovi che
esistenti;
riduzione dell'impiego di fonti energetiche fossili ed esauribili;
riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra;
aumento della produzione e impiego locali di energia da fonti rinnovabili;
miglioramento dell'efficienza energetica e riduzione dell'impatto ambientale nel settore
della mobilità.
Minusio, ottobre 2016

Documenti analoghi