Lavoro, muore un operaio investito sulla A1

Commenti

Transcript

Lavoro, muore un operaio investito sulla A1
Sito del Sindacato dei Lavoratori intercategoriale
Lavoro, muore un operaio investito sulla A1
venerdì 23 maggio 2008
 L’UNITÀ.it - 22 maggio
Si chiamava Giuseppe Simeone ed era residente a Rocca d'Evandro in provincia di Caserta l'operaio di 48 anni falciato
giovedì mattina poco dopo le 9.00 lungo la corsia nord dell'A1 nel tratto compreso tra Pontecorvo e Ceprano.
L'incidente è avvenuto al chilometro 655+800 mentre Giuseppe Simeone ed i suoi colleghi, dipendenti della societÃ
Cassone di San Vittore del Lazio in provincia di Frosinone, svolgevano la quotidiana opera di manutenzione dell'area
verde che costeggia le corsie dell'Autostrada del sole. Un'auto cisterna improvvisamente fuori controllo a seguito dello
scoppio di un pneumatico è piombata sul gruppetto di operai che stava lavorando con tutte le procedure di sicurezza.
Segnaletica lampeggiante accesa, spartitraffico e tute catarifrangenti. Purtroppo Giuseppe Simeone non è riuscito a
spostarsi per tempo. La motosega che stringeva tra le mani insieme alla mascherina per il volto sono rimaste sull'asfalto.
I primi soccorsi allo sfortunato operaio sono stati dati dagli stessi colleghi che hanno allertato il 118 e la Polizia stradale.
Inutile la corsa verso il posto di primo soccorso dell'ospedale di Ceprano. L'operaio è arrivato privo di vita. L'impatto con
le ruote del tir è stato devastante. L'esatta dinamica dell'incidente è ora al vaglio della Polizia stradale sottosezione A1
di Cassino. Gli uomini dell'ispettore Italia Acciaioli dovranno ricostruire l'intera fase dell'investimento. L'autista è sotto
choc come i colleghi del 48enne. Il magistrato di turno della procura della Repubblica di Cassino, il dott. Carlo Morra ha
disposto che venga effettuato l'esame autoptico e quindi si attende ora la nomina del medico legale.
E intanto Emma Marcegaglia sempre giovedì mattina nel discorso d’insediamento da neo presidente di Confindustria,
ricorda un operaio morto nei suoi stabilimenti di Casalmaggiore: «Potete immaginare con quale stato d'animo affronto
questo tema. Esprimo la mia profonda tristezza e la vicinanza alla famiglia per la morte di Mario Di Girolamo». «Ogni
incidente sul lavoro è per noi una sconfitta», prosegue Marcegaglia assicurando come la «sicurezza sul lavoro è un
nostro obiettivo, prima ancora che la legge ce lo imponga». «Siamo pronti a collaborare in ogni modo –dice la
neopresidente- per combattere gli infortuni sul lavoro, anzitutto con una campagna di sensibilizzazione, formazione,
prevenzione. Come sapete noi non condividiamo il provvedimento approvato negli ultimi giorni della scorsa legislatura,
soprattutto perchè manca quasi del tutto una politica attiva a favore della sicurezza. Questo per noi è un impegno molto
forte».
http://www.sdlintercategoriale.it/
Realizzata con Joomla!
Generata: 17 March, 2017, 09:31