THE MAGICIAn - L

Commenti

Transcript

THE MAGICIAn - L
OTTOBRE 2011
L-EKTRICA
1
YUKSEK
THE MAGICIAN
MIAMI HORROR
THE SWISS
HALLOWEEN PARTY
OTTOBRE 2011
MARTEDI
MARTEDI
4
1
2
3
SABATO
DOMENICA
LUNEDI
YUKSEK
OTTOBRE 2011
5 MERCOLEDI
1 SABATO
6 GIOVEDI
2 DOMENICA
7 VENERDI
3 LUNEDI
8 SABATOYUKSEK
MARTEDI
4
9 DOMENICA
5 MERCOLEDI
10 LUNEDI
6 GIOVEDI
11
7 VENERDI
THE
MAGICIAN
8
12 MERCOLEDI
9 DOMENICA
13 GIOVEDILUNEDI
10
MARTEDI 14
THE MAGICIAN
11VENERDI
15 SABATO
12 MERCOLEDI
13 GIOVEDI
16 DOMENICA
LUNEDI
17 14 VENERDI
MARTEDI
18
MARTEDI
MARTEDI
25
MARTEDI
SABATO
15 SABATO
MIAMI
HORROR
16 DOMENICA
19 MERCOLEDI
17 LUNEDI
20
18GIOVEDIMIAMI HORROR
21 VENERDI
19 MERCOLEDI
SABATO
22 20 GIOVEDI
21 VENERDI
23 DOMENICA
22 SABATO
24 LUNEDIDOMENICA
23
THE
SWISS
24 LUNEDI
26
THE SWISS
25MERCOLEDI
26 MERCOLEDI
27 GIOVEDI
27 GIOVEDI
28 VENERDI
28 VENERDI
29 SABATOSABATO
29
30 DOMENICA
30 DOMENICA
PARTY
HALLOWEEN
PARTY
31 31HALLOWEEN
LUNEDI LUNEDI
OTT
O
O BT RT E
L-EKTRICA CHART
n° 1
/ ANDREA ESU & FABRICE
O
O TB TR OE B
OR TE TO OT B
TO
RB ER OE TO TT OT O
B RR EE OO TT TT OO B
BR RE EO OT TT TO OBBR E
RO ET OT TO TB OR BEROE T T
OO TB TR O E B O R T E TO OT BT
R
E
O
B
T
T
O
OT
T
O
O B R E O T T O B R E
O T T O B R E O T T
O
T
T
O
R E E O O T TT
B
R
BB
RR E EO
OT
TT
TO
R
O
B
OT
E
O
R
T
T
B E R O ET
BO R B E
RO
ET
O
OT
TO
B
O
L-Ektrica VENUE
L-Ektrica DJS
L-Ektrica Fanzine
c/o
AKAB
VIA DI MONTE TESTACCIO 69, Roma
Andrea Esu & Fabrice
Visual: Infidel - databhi
Grafica: Lord Z
Interviste: Matteo Quinzi
l-ektrica.com
partner:
web partner:
Jarvis Cocker ● You’re in my Eyes (Pilooski rmx)
Trickski & Soul Clap ● Members Of The Clap
Crazy P ● Changes
Andrea Esu ● Dance in Space
Ben Westbeech ● Something for the Weekend (The Revenge rmx)
Processory ● All I Need (Hercules & Love Affair rmx)
Teeth ● Flowers (Russ Chimes rmx)
Dutch Rhythm Combo ● Alerta (Luminodisco Deeper rmx)
Azari & III ● Manic (Maceo Plex rmx)
Roberto Rodriguez ● About this Love (Crazy P rmx)
Copyshop ● Sweet Memory
Scenic ● Another Sky (The Magician rmx)
Mario Basanov feat. Miss Bee ● Just think about
Cut Copy ● Blink and You’ll Miss a Revolution (Chicken Lips rmx)
Suzanne Kraft ● Turning
facebook.com/lektrica
1
/1
1
l-ektrica
/2
MartedI
4
OTTOBRE 2011
L-EKTRICA presenta
Eastpak Happy New Year feat.
YUKSEK
FRANCE
DJ SET
yuksekmusic.tumblr.com
1
/3
1
l-ektrica
l-ektrica
/4
INterview
YUKSEK
di
Matteo Quinzi
P
arlaci in maniera più diffusa del tuo secondo album,
“Living on the edge of time”, uscito lo
Quali sono le differenze più rilevanti rispetto al tuo esordio del 2009, “Away
from the sea”? Come sono nate le collaborazioni con Bewitched Hands e The Shoes?
scorso giugno.
Credo che il nuovo album sia meno “clubbing” e maggiormente orientato su delle sonorità indiedance ed elettro-pop. La differenza principale è che non ci sono dei featuring vocali nel disco,
sono l’unico a cantare. I Bewitched vennero un solo giorno in studio per registrare i cori mentre
Guillaume degli Shoes passò a lavoro praticamente ultimato per darmi la sua opinione e per
aiutarmi a dare gli ultimi ritocchi. In sostanza ho composto l’album in beata solitudine
Cosa ci dici della tua collaborazione con Brodinsky? Negli ultimi anni avete realizzato diversi
remix insieme, alcuni con il moniker The Krays. Come vi siete conosciuti? Quale caratteristica,
umana e professionale, ammiri di più in lui?
È una persona positiva, sempre sorridente e amichevole con tutti, oltre a essere un ottimo dj.
Venne da me circa cinque anni fa – all’epoca abitavamo nella stessa città – chidendomi se poteva
suonare ad un party che stavo organizzando. Gli dissi di sì e qualche settimana dopo mi chiamò
per dirmi che aveva una buona idea per una traccia, venne nel mio studio e scrivemmo in due
ore(!) il suo primo brano, “Bad Runner”. Da lì ho continuato a produrre altre sue tracce e remix
e poi abbiamo deciso di fare “ufficialmente” qualcosa insieme, oltre alle sue cose. Così è nato il
progetto The Krays, e a breve uscirà il nostro nuovo Ep.
Sei anche un apprezzato remixer: Lady Gaga, Phoenix, Kaiser Chiefs e Gossip sono solo i nomi più
conosciuti... Qual è il tuo approccio e il tuo “ingrediente segreto” nell’arte del remix?
Ho sempre dato grande importanza alle voci, cercando di sfruttarle al meglio, per questo reputo
ogni remix un percorso isolato, a se stante. Per esempio ho appena terminato due remixes, uno
per First Serve feat. De La Soul, di stampo prettamente hip-hop e con dei grandi synths, e un
altro per i Goldfields, un’ottima rock band australiana, con un sound più da “big room” electro. Di
base cerco sempre di “rispettare” lo stile, il mood della traccia originale.
Rivelaci
i tuoi
“maestri”
più influenti e gli artisti emergenti che ti hanno impressionato di più
ultimamente in ambito elettronico e dance...
Se devo essere sincero le mie influenze primarie non appartengono propriamente alla scena
elettronica, dobbiamo tornare più indietro nel tempo, alla fine degli anni ‘70 e inizio ‘80, con
artisti come Gary Numan, i Kraftwerk o il compositore francese Francois De Roubaix.
Per quanto riguarda le nuove leve mi piacciono molto i miei amici belgi Mustang, Villa e
ovviamente The Magician, con il quale abbiamo un progetto insieme, “Peter and The Magician”,
fresco d’uscita per la Kitsuné.
Cosa ci dici dei tuoi set? Quali sono le maggiori differenze (approccio, equipaggiamento, sonorità...)
tra il tuo live e il dj-set?
Al momento siamo in tre per il live, utilizziamo tastiere, batteria, basso e ovviamente la voce. Posso
definirlo electro e dancey ma allo stesso tempo “musicale” e senza dubbio suonato in tempo
reale! Per quanto riguarda il dj-set non credo sia il caso di svelare il mio equipaggiamento.
Qual è la tua Top 5 degli ascolti più illuminanti dell’ultimo periodo?
Metronomy, The Horrors, The Shoes, Baxter Dury e ALB.
1
/5
1
l-ektrica
l-ektrica
/6
11
MartedI
How
to get a
OTTOBRE 2011
Girl to fall
in love with you?
♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥
10 magic tracks selected by
The Magician
THE
MAGICIAN
BELGIUM
DJ SET
the-magician.be
1 The Korgis ● Everybody’s Got to Learn Sometime
2 Michel Berger ● Le Paradis Blanc
3 Supertramp ● Goodbye Stranger
4 Depeche Mode ● Enjoy The Silence
5 Kim Wilde ● Cambodia
6 Air ● All I Need
7 Jane Birkin ● Quoi
8 Lucio Battisti ● Ancora Tu
9 Fleetwood Mac ● Everywhere
10 Sebastien Tellier ● L’Amour et la Violence
1
/7
1
l-ektrica
l-ektrica
/8
18
MartedI
OTTOBRE 2011
jamaicanoproblem.fm
myspace.com/ithinkilikejamaica
MIAMI
HORROR
AUSTRALIA
LIVE
miamihorror.com
DJ SET
1
/9
l-ektrica
1
l-ektrica
/10
INterview
di
a
scoltando il vostro debut album,
Matteo Quinzi
“Illumination”,
si rimane avvolti da un mix molto intrigante
di beats electro, melodie indiepop e atmosfere soft rock tipiche degli
‘80ies. Un
mondo musicale
nel quale il mood malinconico di matrice pop e la cinetica luminosità dell’elettronica sembrano
coesistere senza problemi.
Come avete trovato questa preziosa e personale sintesi di suono? Quali
sono i vostri ascolti fondamentali e gli artisti più influenti?
In realtà alcune delle canzoni le avevamo scritte qualche anno prima, in piena gioventù, e all’epoca
erano prettamente arrangiate su delle basi dance e sui sintetizzatori. Col passare del tempo
abbiamo deciso di plasmarle con un suono che sentivamo più vicino, ovvero aggiungendo le
chitarre e in generale delle sonorità pop anni ‘70 e rock. Come influenze per l’album citiamo
spesso Air, Daft Punk, Supertramp e Pink Floyd, artisti che senza dubbio ci hanno colpito per la
ricerca sonora, lo stile e inoltre la loro musica ci ha accompagnato durante le registrazioni, dalle
prime prove fino alla fine.
La lavorazione di “Illumination” è durata circa quattro anni. Dovremo aspettare così tanto per
il vostro secondo album o state già lavorando su qualcosa? Avete in programma qualche uscita
per il prossimo autunno-inverno?
Non abbiamo ancora iniziato ma lo faremo molto presto. Siamo cresciuti come musicisti e come
autori di canzoni, quindi credo proprio che questa volta il processo creativo sarà molto più
veloce. Nel caso dovessimo aver composto un bel numero tracce per la metà del prossimo anno,
molto probabilmente faremo uscire un singolo, ma al momento non c’è nulla di certo.
prevalentemente del passato, ed ho constatato l’abilità di questi artisti nel proporre una propria
versione delle sonorità internazionali o semplicemente un esempio perfetto di “Australia”. Parlo di
artisti come Deckchairs Overboard, Tin Tin, Cybotron, i primi Inxs, Midnight Oil, Flowers... Oggi mi
piace e seguo gente come Kimbra, Cut Copy, Midnight Juggernauts o gli Empire Of The Sun.
Parlateci della vostra collaborazione con Alan Palomo, aka Neon Indian, che ha prodotto e
suonato in alcune tracce di “Illumination”. Come siete entrati in contatto? Vi sentite parte della
scena denominata “chillwave”?
Per essere precisi Alan non ha prodotto né suonato in alcuna traccia, ha scritto e cantato le
parti vocali di alcuni brani e ci ha aiutato nella scrittura di “Softlight”. Ci conosciamo da tanto
tempo e avendo un immaginario musicale abbastanza simile, una collaborazione era nell’aria
da diverso tempo. Non credo che facciamo parte della scena “chillwave”, la nostra musica non
è affatto “chilled”. A pensarci bene credo che non esista proprio questa scena, semplicemente
sono spuntati fuori alcuni artisti che suonano del pop lo-fi e sognante e qualche blogger ha
pensato bene di creare questa etichetta...
Sembra proprio che abbiate un buon feeling con alcune delle più apprezzate e popolari cantanti di
ultima generazione come Lily Allen e la già citata Kimbra, la quale è presente nel vostro singolo
“I look to you”. Potendo scegliere, con quale artista femminile, contemporanea o del passato, vi
piacerebbe collaborare?
Questa è una domanda veramente tosta, probabilmente sarebbe Stevie Knicks.
Una delle vostre ultime release è stata una cover di “Under The Milky Way”, un classico del
1988 firmato dai vostri connazionali The Church. Quali sono i vostri musicisti/band/producer
australiani preferiti, sia del passato che in attività?
Per
Durante gli anni della mia formazione musicale e personale non sono mai stato molto attratto
dal tipico “artista australiano”, non apprezzando la loro totale mancanza di stile e originalità.
Per fortuna successivamente mi è capitato di ascoltare dell’interessante musica australiana,
È abbastanza diverso dall’album, il nostro obiettivo è quello di fare un ulteriore passo in avanti
rispetto al sound del disco, un approccio più rock e psichedelico. Cerchiamo di suonare dal vivo
il più spesso possibile, saremo in quattro: tastiere, basso, chitarra e batteria oltre alle voci.
l-ektrica
l-ektrica
voi sarà la prima volta a
Roma... Parlateci
del vostro live?
1
/11
Come
è strutturato?
Cosa
ci
dobbiamo aspettare?
1
/12
25
MartedI
31
LUNEDI
OTTOBRE 2011
OTTOBRE 2011
the
swiss
presentano
AUSTRALIA
LIVE / DJ SET
soundcloud.com/theswiss
L-EKTRICA
HALLOWEEN PARTY
1
1
/13
l-ektrica
l-ektrica
/14